Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto"

Transcript

1 Patricia Seybold Group Servizi di consulenza per soluzioni orientate ai clienti Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto La gestione di ambienti basati sulla piattaforma Windows: Overview di un Business case Di Robert Eugene Shelton Contributing Editor 210 Commercial Street, Boston, MA (USA) Telefono: Fax:

2 SOMMARIO Riepilogo...1 Informazioni preliminari...2 Business case...6 Caratteristiche dei prodotti in esame...7 Gestione delle configurazioni...12 Gestione delle patch...14 Gestione degli asset...15 Gestione dei dispositivi mobili...16 Scalabilità, deployment e gestione dei sistemi...18 Confronto dei costi...18 Indicazioni per la scelta della soluzione più appropriata...22 Conclusioni...25 TABELLE Dispositivi e piattaforme gestiti...5 Scenari di deployment...19 Costi hardware e software per SMS Costi hardware e software per Tivoli...21

3 Soluzioni orientate ai clienti Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto La gestione di ambienti basati sulla piattaforma Windows: Overview di alcuni Business case Di Robert Eugene Shelton, Contributing Editor Aprile 2004 ABSTRACT Nel presente documento vengono messi a confronto i prodotti di due aziende leader nel mercato delle soluzioni per la gestione dei sistemi: Tivoli di IBM e Systems Management Server (SMS) di Microsoft. L'esigenza di un nuovo confronto tra i due prodotti si è reso necessario in seguito al recente rilascio di SMS 2003, una versione completamente rinnovata del prodotto, caratterizzata da un più vasto ambito di applicazione e da un livello di competitività decisamente superiore rispetto alla precedente. Tivoli è in grado di gestire piattaforme eterogenee quali: Windows, Unix/Linux, OS/2, AS/400, mainframe, Novell Netware e PDA. SMS consente di gestire tutte le piattaforme Microsoft Windows (con la SP1 anche PDA con Pocket PC e device Windows CE) e attraverso integrazioni sviluppate dai partner anche sistemi Unix/Linux e dispositivi PDA non Windows. Entrambe le soluzioni permettono di effettuare distribuzioni software e rilevare inventari hardware e software dei sistemi basati sulla piattaforma Windows consentendo un efficace gestione degli asset aziendali. In ambienti composti principalmente da piattaforme Windows o da una combinazione di piattaforme inclusa quella Windows, SMS 2003 consente di gestire quattro aspetti essenziali dell'attività dei system manager: Gestione della configurazione dei sistemi Gestione delle patch Gestione degli asset Gestione dei dispositivi mobili Sebbene anche le soluzioni IBM Tivoli si siano dimostrate estremamente efficaci in questo ambito, con SMS 2003 Microsoft ha riaperto la competizione: il nuovo prodotto include le funzionalità di tre distinti prodotti Tivoli 1 con un costo di gestione (TCO, Total Cost of Ownership) inferiore. Inoltre, SMS 2003 è più semplice e veloce da installare e include un maggior numero di report di gestione predefiniti e funzionalità più intuitive da utilizzare. In seguito all'introduzione di questi miglioramenti, SMS 2003 ha quindi assunto una posizione di primo piano come soluzione per la gestione del software e della configurazione delle piattaforme Windows, anche nelle organizzazioni che utilizzano Tivoli per la gestione delle piattaforme non Windows. SMS 2003 è inoltre caratterizzato da una profonda integrazione con i servizi di gestione forniti con le più recenti piattaforme Windows, quali ad esempio Active Directory, BITS 2 e il desktop remoto. Questo aspetto è particolarmente importante per le aziende che desiderano ottenere il massimo rendimento dai propri investimenti in tecnologie Windows per server e workstation. 1 SMS 2003 comprende un insieme di funzionalità corrispondente a quello offerto dalla combinazione di tre diversi prodotti IBM: Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1 e Tivoli Remote Control Background Intelligent Transfer Service: tecnologia di trasferimento dei file utilizzata dai clienti Microsoft, che ogni mese effettuano oltre 60 milioni di download dai siti Microsoft. Customer Scenario e Customers.com sono marchi registrati, mentre Customer Flight Deck e Quality of Customer Experience (QCE) sono marchi di servizio di Patricia Seybold Group, Inc. 210 Commercial Street, Boston, MA USA

4 2 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto Questo documento è dedicato agli aspetti di business di cui gli IT Manager devono tener conto nella scelta di una soluzione software per la gestione dei sistemi. Per maggiori informazioni tecniche sui prodotti, consultare "Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto: Gestione degli ambienti Windows", che include anche le informazioni del presente business case. garantire la regolare applicazione di tutte le patch per la sicurezza dei sistemi. L'eliminazione preventiva delle vulnerabilità comporta infatti costi nettamente inferiori rispetto alla risoluzione successiva dei problemi che ne possono derivare. Deployment degli aggiornamenti delle applicazioni. Installazione delle nuove versioni delle applicazioni aziendali, aggiornamenti di Microsoft Office, dell antivirus e così via. INFORMAZIONI PRELIMINARI In passato il software per la gestione dei sistemi veniva utilizzato quasi esclusivamente nei data center. Negli ultimi 15 anni, tuttavia, l esigenza di gestione dei sistemi nelle aziende si è gradualmente spostata dai data center alle postazioni desktop degli utenti, e ai dispositivi mobili. Se fino a poco tempo fa i problemi di gestione riguardavano principalmente l'interazione tra i PC desktop e i sistemi del data center, oggi, secondo IDC, gli utenti mobili e remoti arrivano a coprire fino al 30% del totale in un tipico contesto aziendale, e tale percentuale raggiungerà il 66% entro il Questa maggiore mobilità degli utenti aziendali, insieme all'utilizzo di sistemi distribuiti in uffici sparsi in tutto il mondo, aumenta la necessità di ricorrere a soluzioni software per la gestione dei sistemi e, al tempo stesso, implica che i dispositivi e il software da gestire non si trovino più in ambienti relativamente controllati e sicuri, connessi a reti stabili, ma in ambienti non controllati e meno sicuri, caratterizzati da connessioni di rete lente e poco affidabili. L'utenza mobile rappresenta pertanto l'aspetto più problematico per chi si occupa di gestione dei sistemi. Le soluzioni software per la gestione dei sistemi consentono di automatizzare e semplificare molte delle attività fondamentali delle organizzazioni IT, quali: Installazione delle patch di sicurezza. Solo con una gestione centralizzata è possibile Oggi gli utenti di sistemi mobili e remoti arrivano a coprire il 30% del totale in un tipico contesto aziendale. L'utenza mobile rappresenta pertanto l'aspetto più problematico per chi si occupa di gestione dei sistemi. Aggiornamento dei sistemi operativi. Installazione dei service pack, aggiornamento da Windows 2000 a Windows XP e così via. Configurazione di nuovi PC e server. È possibile ridurre i periodi di inattività degli utenti e il tempo dedicato dal personale IT al deployment di nuovi computer o alla sostituzione di quelli esistenti. Distribuzione di software su richiesta. Gli utenti hanno la possibilità di scegliere le applicazioni desiderate da un catalogo di programmi che sono autorizzati a installare. Gestione delle licenze software. È possibile generare report riepilogativi e dettagliati in cui sono riportate le applicazioni utilizzate dai singoli utenti, il tempo per cui vengono eseguite e i sistemi gestiti in cui sono installate. L'utilizzo può essere registrato per utente o per computer ed è possibile creare report che confrontino i dati sull utilizzo simultaneo dei software con le licenze attualmente possedute (report di conformità). Monitoraggio dell'utilizzo del software. Consente la gestione delle licenze, la riassegnazione delle licenze inutilizzate e la definizione del numero esatto delle licenze da acquistare per far fronte alle necessità dell'azienda. Consente inoltre di identificare il software non utilizzato e annullare le licenze superflue.

5 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 3 Inventario hardware e software. Consente di ottenere informazioni dettagliate sulle risorse presenti in azienda. Grazie a questi dati è possibile identificare i computer in grado di eseguire il software di cui si intende effettuare il deployment e quelli ormai troppo vecchi per giustificare eventuali costi di supporto o riparazione. soluzione di gestione determina una riduzione dei costi IT, dei rischi per la protezione, delle chiamate all'help desk e migliora il livello di soddisfazione degli utenti. In molte organizzazioni la possibilità di offrire un servizio IT di alto livello ai dipendenti, ai partner e ai clienti dipende proprio dalla disponibilità di un'adeguata soluzione per la gestione dei sistemi. Integrazione dei dispositivi mobili nelle risorse dell'organizzazione. È possibile gestire e configurare anche il software di computer notebook, dispositivi PDA, Smartphone 3 e così via. Contenimento dei costi. È possibile ridurre i costi di gestione dei sistemi continuando a garantire la protezione della rete e il rispetto dei livelli di servizio (SLA, Service Level Agreement) concordati. Grazie ai software per la gestione dei sistemi, gli amministratori hanno la possibilità di rispondere in modo più efficace alle esigenze delle aziende il cui business dipende pesantemente dall utilizzo dei computer, riducendo i tempi di inattività e pianificando gli interventi di manutenzione in modo che vengano eseguiti fuori dal normale orario d'ufficio. Queste soluzioni consentono inoltre di svolgere le attività di configurazione più ripetitive e complesse con livelli di affidabilità e velocità che risulterebbero impossibili senza un sistema automatizzato. Infine, sono in grado di raccogliere accuratamente i dati di inventario delle risorse hardware e software, fornendo al management aziendale le necessarie informazioni per una efficace gestione di queste risorse chiave. La disponibilità di una soluzione ottimale per il proprio ambiente permette all organizzazione IT di passare da un tipo di supporto lento e reattivo a un supporto proattivo e tempestivo. Una corretta 3 Smartphone è un termine generico per una nuova categoria di telefoni cellulari che dispongono di funzionalità tipiche dei PDA ed eseguono sistemi operativi come Windows e Symbian. L investimento in soluzioni software per la gestione dei sistemi, oltre che in hardware per nuovi server, formazione per gli amministratori e attività di installazione, può ridurre i costi di gestione nella maggior parte delle organizzazioni. Gestione delle piattaforme Windows In questa relazione viene esaminata principalmente la gestione delle piattaforme Windows, perché sono presenti in tutti gli ambienti e, di conseguenza, rappresentano ormai una risorsa critica per molte organizzazioni di tutto il mondo. Nella maggior parte delle piccole e medie aziende la piattaforma Windows viene utilizzata per sistemi desktop, server e portatili. Nelle organizzazioni di grandi dimensioni le piattaforme Windows vengono utilizzate per i sistemi desktop e portatili ma anche per i server sia a centrale che periferico. Di seguito sono riportati alcuni dati significativi: Secondo le stime di META Group, oltre il 75% delle società Global 2000 ha adottato Windows 2000 o Windows XP. Attualmente, il 60% degli utenti finali di tali aziende esegue uno di questi due sistemi operativi, mentre il restante 40% utilizza per la maggior parte Windows NT 4 o Windows 98. Secondo IDC, il 54% di tutti i server utilizzati nelle aziende esegue Microsoft Windows, mentre la percentuale rimanente è costituita da server basati su Unix, Netware, Linux o altri sistemi operativi. Sempre secondo IDC, nel 2003 il 30% della spesa per l acquisto di server ha riguardato server Windows. La spesa sostenuta per server Windows è aumentata del 10% nel corso del 2002, mentre nello stesso periodo la spesa complessiva per i server Unix/Linux è diminuita del 12,9%.

6 4 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto Le piattaforme Windows sono ormai una risorsa fondamentale e critica per ogni azienda, sia che risiedano o meno nei data center. Gestire in modo efficiente tali piattaforme è pertanto uno dei principali obiettivi delle organizzazioni IT. Anche se le mansioni dei responsabili IT non si limitano alla gestione delle piattaforme Windows, la loro importanza giustifica una trattazione separata, indipendentemente dalle ulteriori soluzioni per la gestione dei mainframe e dei sistemi Linux/Unix eventualmente disponibili nel data center. I principali prodotti Sul mercato sono attualmente disponibili centinaia di prodotti per la gestione dei sistemi offerti da diversi produttori. In questo documento vengono prese in esame due soluzioni complete per la gestione dei sistemi Windows, ovvero: System Management Server 2003, di Microsoft Corporation Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1 e Tivoli Remote Control 3.8, di IBM Corporation Queste soluzioni, offerte da produttori estremamente affidabili, sono state adottate in numerosi settori, da aziende di ogni paese e dimensione. Poiché entrambi i prodotti sono in grado di gestire combinazioni di sistemi Windows e non Windows, sia IBM che Microsoft offrono ai gestori dei sistemi un'ampia gamma di opzioni per la definizione della strategia di gestione globale Systems Management Server 2003 è in grado di gestire piattaforme Linux/Unix e i più diffusi dispositivi non Windows, grazie alla possibilità di integrare plug-in appositamente sviluppati dai partner Microsoft. Tivoli Configuration Manager 4.2 è in grado di gestire mainframe, server Linux/Unix, AS/400, OS/2 e un'ampia gamma di dispositivi mobili molto diffusi, grazie a funzionalità native fornite da IBM (come si vedrà più avanti, tuttavia, Tivoli License Manager 1.1 gestisce un sottoinsieme di piattaforme molto più limitato). I sistemi e le piattaforme gestite sono elencate in dettaglio nella tabella A.

7 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 5 Dispositivi e piattaforme gestiti Dispositivo/piattaforma SMS 2003 Tivoli Configuration Manager 4.2 AS/400 No Sì HP-UX Partner Sì IBM AIX Partner Sì Mainframe IBM No Sì Linux/altro Partner No Novell Netware No Sì IBM OS/2 No Sì Palm OS Partner Sì Red Hat Linux Partner Sì RIM/Blackberry Partner No Sun Solaris Partner Sì SuSE Linux Partner Sì Smartphone Ericsson, Nokia Communicator, Psion (Symbian) Partner Sì Windows 2000 Sì Sì Windows 95 Richiede un sito SMS 2.0 Windows 98 Sì Sì Windows CE/Pocket PC Sì Sì Windows ME Richiede un sito SMS 2.0 Dispositivi Smartphone Windows Mobile Sì No Windows NT 4.0 Sì Sì Windows Server 2003 Sì Sì Windows XP Sì Sì Tabella A. Entrambi i prodotti sono in grado di gestire dispositivi che eseguono un'ampia gamma di versioni di Windows attualmente presenti in molte aziende. Per la gestione delle piattaforme non Windows, vengono invece adottate strategie diverse, ma entrambi i prodotti sono in grado di gestire in modo completo e affidabile anche questo tipo di sistemi. Nella tabella viene utilizzata l'espressione "Partner" se per ottenere tali funzionalità è necessario aggiungere un plug-in fornito da un altro produttore. Tivoli License Manager 1.1 supporta solo sistemi AIX, Solaris, Windows 98, Windows NT 4.0, Windows 2000, Windows 2003 e Windows XP. Sì No In base all'ambiente e alle specifiche esigenze è possibile utilizzare uno o entrambi questi prodotti per gestire efficacemente i sistemi di una rete aziendale. Ma qual è il prodotto più adatto a un ambiente specifico? Quali sono i costi e i vantaggi derivanti dall'utilizzo di questi due prodotti? L'installazione di una soluzione software per la gestione dei sistemi consente di ridurre i costi di gestione delle piattaforme Windows presenti in azienda e assicurare il recupero del capitale investito (ROI, Return on Investment) a breve termine? In questa relazione vengono esaminati alcuni casi reali di utilizzo di SMS 2003 e di una combinazione di Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1 e Tivoli Remote Control 3.8. Vengono quindi fornite indicazioni utili, per i responsabili della gestione dei sistemi, nella scelta di una soluzione per la gestione delle piattaforme Windows.

8 6 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto BUSINESS CASE Anche se la maggior parte dei responsabili IT riconosce che i costi di gestione dei sistemi sono in costante aumento e sono sempre più difficili da controllare, e sebbene molti ritengano che l'utilizzo di una soluzione software per la gestione dei sistemi possa contribuire a migliorare l'efficienza dei sistemi, non tutti hanno compreso che investendo in soluzioni software per la gestione dei sistemi, oltre che in hardware per nuovi server, formazione per gli amministratori e attività di installazione, la maggior parte delle organizzazioni può ridurre i costi di gestione. Tuttavia, esaminando alcuni casi reali è possibile ottenere dati concreti sui vantaggi offerti dalle soluzioni di gestione dei sistemi, a livello di organizzazione IT e dell'intera azienda, che evidenziano una riduzione dei costi, delle ore di lavoro, dei ritardi e dei tempi di risposta. Abbiamo pertanto chiesto ad alcune aziende di fornire informazioni sulla loro esperienza di utilizzo di Microsoft SMS 2003 e di una soluzione composta da Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1 e Tivoli Remote Control 3.8. Ecco dunque una breve panoramica delle problematiche di gestione dei sistemi affrontate da queste aziende e dei risultati ottenuti grazie ai prodotti in esame. Motorola Incorporated Con un fatturato annuo di 27 miliardi di dollari, Motorola è uno dei leader a livello mondiale nella produzione di componenti elettronici e soluzioni integrate per le comunicazioni. L'azienda, che ha sede a Schaumburg (Stati Uniti), è suddivisa in 6 business unit che utilizzano complessivamente sistemi desktop e server, distribuiti nelle 136 sedi di tutto il mondo. L'installazione di Microsoft SMS 2003 di Motorola è fra le quattro più grandi realizzate da Microsoft. Il software di gestione dei sistemi estende il campo di azione di amministratori e responsabili IT, automatizzando tutte le attività in cui l'intervento umano non garantisce i massimi livelli di precisione ed efficienza e riducendo il personale necessario per mantenere attiva l'organizzazione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Di seguito sono riepilogati i dati forniti da Motorola in merito all'esperienza di utilizzo di Microsoft SMS. SMS 2003 ha consentito di risparmiare oltre ore di lavoro all'anno, in relazione all'installazione di aggiornamenti software, hot fix e patch di sicurezza nei sistemi desktop dell'azienda. Sono state risparmiate ore di lavoro per ogni patch di sistema applicata in modo automatico da SMS anziché manualmente. 4 Solo per quanto riguarda la distribuzione del software e la gestione delle patch, durante il primo anno si è ottenuto un risparmio effettivo di 8,6 milioni di dollari. Nel corso del secondo anno, a deployment completato, è stato ottenuto un risparmio effettivo di 13 milioni di dollari. Grazie a SMS 2003 è necessario un solo amministratore per ogni sistemi gestiti. Circa il 17% dei problemi segnalati all'help desk da tutto il mondo è stato risolto tramite la gestione remota del desktop. In Asia la percentuale dei problemi risolti online senza alcun intervento sul posto ha raggiunto il 30%. Internal Revenue Service Responsabile della raccolta delle tasse per il governo statunitense, IRS gestisce con prodotti Tivoli desktop Windows e server (compresi mainframe e sistemi Windows e Solaris) distribuiti in 87 sedi. IRS è una delle quattro più grandi installazioni di Tivoli. Prima del deployment del software di gestione dei sistemi, le attività richieste venivano svolte manualmente da 45 amministratori di rete e 18 consulenti esterni. 4 Basandosi sull'esperienza, Motorola ha stimato che l'installazione manuale di una patch richiede almeno 15 minuti per computer.

9 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 7 Secondo i responsabili dell'azienda il passaggio al nuovo sistema ha portato vantaggi enormi. Di seguito sono riepilogati i dati forniti da IRS in merito all'esperienza di utilizzo di Tivoli Configuration Manager 4.2. È stato ottenuto un risparmio di ore di lavoro all'anno, pari a 10,4 milioni di dollari, nella gestione di server, desktop e altri sistemi. È stato possibile automatizzare distribuzioni di software all'anno per applicazioni. Il tempo necessario per l'applicazione delle patch è passato da 20 minuti per sistema a 400 desktop al minuto. Il ritorno dell'investimento (ROI) per i software per la gestione dei sistemi è misurabile in termini monetari tenendo conto della riduzione delle spese per le consulenze esterne e della possibilità di dedicare il personale IT ad attività a più alto valore aggiunto. I costi per il supporto alla soluzione dei problemi e per le attività di gestione possono essere ridotti in modo significativo. Anche i tempi e i costi dei deployment dei nuovi sistemi possono essere ridotti. Questo perché il software di gestione dei sistemi estende il campo di azione di amministratori e responsabili IT, automatizzando tutte le attività in cui l'intervento umano non garantisce i massimi livelli di precisione ed efficienza e riducendo il personale necessario per mantenere attiva l'organizzazione 24 ore al giorno, 7 giorni su 7. Durante la presentazione degli altri scenari esaminati in questa relazione verranno forniti ulteriori dati che confermano il valore dei software per la gestione dei sistemi in termini di business. Microsoft si concentra soprattutto sulla gestione delle piattaforme Windows, mentre IBM preferisce puntare su una soluzione di gestione dei sistemi indipendente dalla piattaforma. Le differenze in termini di strategia appaiono evidenti anche esaminando la gamma dei prodotti offerti dai due produttori: oltre ai propri sistemi operativi per mainframe, IBM fornisce anche prodotti per AS/400, AIX, OS/2 e Windows, nonché l'hardware specifico richiesto da ciascuno di essi, mentre Microsoft fornisce prodotti basati solo sui sistemi operativi Windows. CARATTERISTICHE DEI PRODOTTI IN ESAME Sia Tivoli Configuration Manager 4.2 che SMS 2003 sono prodotti ritenuti validi e affidabili, proposti da aziende leader del settore. In realtà Tivoli è una suite di IBM che, oltre ai prodotti per la gestione dei sistemi esaminati in questa relazione, include più di settanta altri prodotti di gestione che esulano dai temi trattati in questo articolo. In questa relazione vengono esaminati i tre prodotti della linea Tivoli che consentono di ottenere lo stesso insieme di funzionalità di Microsoft SMS 2003: Tivoli Configuration Manager 4.2 Tivoli License Manager 1.1 Tivoli Remote Control 3.8 Ognuno di questi prodotti offre uno specifico insieme di funzionalità e caratteristiche. Tuttavia installando i tre prodotti Tivoli in un server ed SMS 2003 in un altro server è possibile metterli a confronto nelle attività di gestione dei sistemi Windows relativamente alle seguenti aree: Gestione delle configurazioni dei sistemi Gestione delle patch Gestione degli asset Gestione dei dispositivi mobili Strategie diverse, risultati diversi IBM e Microsoft adottano strategie e formulano ipotesi diverse circa la modalità con cui i clienti possono o desiderano gestire i propri sistemi. Per questo motivo i loro prodotti presentano importanti differenze a livello di architettura e semplicità di implementazione e utilizzo, oltre che in termini di TCO.

10 8 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto AMBIENTI ETEROGENEI. Microsoft si concentra soprattutto sulla gestione delle piattaforme Windows, affidando ai partner la produzione di plug-in in grado di offrire le funzionalità necessarie per la gestione dei sistemi non Windows. La maggior parte dei clienti Microsoft, specialmente le piccole e medie aziende, utilizzano reti che includono esclusivamente o prevalentemente sistemi Windows. In questo tipo di aziende possono essere presenti anche altre piattaforme solo perché sono necessarie per l'esecuzione di specifiche applicazioni line-ofbusiness che richiedono server Unix o Linux. L'eterogeneità non è pertanto una strategia IT per la quale si è disposti ad assumere personale specializzato o sostenere ulteriori costi di supporto: i costi aggiuntivi che ne derivano, a livello di personale, hardware e software, non sono compensati da altrettanti vantaggi. Spesso, infatti, la maggiore libertà di scelta di un reparto comporta costi maggiori per l'intera organizzazione. Le aziende clienti di Microsoft, invece, fanno scelte strategiche, economiche e tecniche che prevedono il deployment di desktop, notebook e server completamente basati su Windows. Questi clienti richiedono sistemi di messaggistica aziendale, funzionalità Web, applicazioni desktop, database e strumenti di sviluppo. Anziché acquistare prodotti da decine di fornitori diversi, sempre più aziende scelgono la strategia dei prodotti integrati Microsoft, per semplificare i propri ambienti IT già molto complessi. La strategia Microsoft per i prodotti di gestione dei sistemi segue quindi l'orientamento dei suoi clienti, mentre IBM preferisce puntare sulla possibilità di gestire ambienti che comprendono sistemi operativi diversi, perché molti clienti IBM, quasi per definizione, adottano più sistemi operativi: mainframe, AS/400, Windows e così via. Questi clienti dispongono delle competenze tecniche e delle risorse economiche necessarie per lo sviluppo e l'integrazione di soluzioni software, spaziando dalle applicazioni business agli strumenti per la gestione dei sistemi. Partendo dal presupposto che solo poche aziende utilizzano una singola piattaforma per tutte le attività, IBM ha scelto di fornire strumenti per la gestione dei sistemi in grado di coprire tutte le piattaforme che è possibile trovare in un ambiente aziendale. Questa consapevolezza sembra essere il frutto di un'accurata analisi dei profili dei clienti che acquistano i prodotti IBM per data center, anche se le fasce di mercato delle due aziende in esame sono ampiamente sovrapposte. Nonostante le differenze esposte, entrambi i produttori riconoscono l'importanza di supportare le piattaforme Windows, vista l'estrema diffusione di desktop, notebook e sistemi server basati su tale sistema operativo. Le differenze in termini di strategia appaiono evidenti anche esaminando la gamma dei prodotti offerti dai due produttori: oltre ai propri sistemi operativi per mainframe, IBM fornisce anche prodotti per AS/400, AIX, OS/2 e Windows, nonché l'hardware specifico richiesto da ciascuno di essi, mentre Microsoft fornisce solo prodotti basati solo sui suoi sistemi operativi Windows. Per offrire prodotti di gestione dei sistemi che supportino le diverse tipologie di sistemi operativi presenti in azienda, IBM deve adottare un'architettura aperta e indipendente dalla piattaforma, in grado di supportare sistemi operativi anche molto diversi tra loro. Viceversa, Microsoft può supportare la propria linea di prodotti concentrandosi su un solo sistema. Nessuna di queste due strategie può essere giudicata giusta o sbagliata, né le due strategie sono incompatibili. Per gestire i mainframe e i sistemi AS/400 i clienti devono utilizzare Tivoli, ma per quanto riguarda la gestione dei sistemi Unix/Linux e Windows hanno la possibilità di scegliere. In questa relazione vengono presentate sia le esperienze di aziende che hanno scelto Tivoli per la gestione di tutti i sistemi, sia quelle dei clienti che usano con soddisfazione solo SMS Uno dei case study illustrati riguarda invece un'azienda che utilizza entrambi i prodotti.

11 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 9 Per scegliere la soluzione più appropriata, i decision maker devono chiedersi quale prodotto risponde più efficacemente alle esigenze, al budget e alle caratteristiche IT della propria azienda. INTEGRAZIONE CON IL SISTEMA OPERATIVO. Microsoft enfatizza l'integrazione e la possibilità di trarre vantaggio dalle funzionalità del sistema operativo come Active Directory, Assistenza remota e Connessione desktop remoto di Windows XP. A causa di tale approccio basato sull'integrazione, SMS 2003 può essere eseguito solo su piattaforme server Windows e richiede Microsoft SQL Server e Internet Information Service 5 per la gestione dei dati e l'accesso sicuro alla rete. IBM, al contrario, evita intenzionalmente l'integrazione di funzionalità specifiche del sistema operativo, perché deve mantenere un approccio indipendente dalla piattaforma per supportare i propri prodotti. IBM ha infatti deciso di migrare i prodotti Tivoli a verso architetture aperte, che consentono ai clienti di sviluppare proprie soluzioni basate sui prodotti Tivoli o di integrare tali prodotti con strumenti per data center di terze parti. L'unica eccezione a questo modello è data dal fatto che Tivoli richiede i prodotti IBM WebSphere 6 e DB2 Enterprise Edition 7. Questo prerequisito può costituire una difficoltà per le aziende che non utilizzano già questi due prodotti, e che quindi non possiedono le necessarie competenze per lo sviluppo e il supporto. Per scegliere il prodotto da adottare, i decision maker devono verificare il costo delle licenze, stabilire se i server Web e i database richiesti sono già in uso nell'organizzazione, quali delle attuali competenze del personale IT possono essere 5 IIS è il server Web Microsoft incluso nei prodotti server Windows 2000 e Windows WebSphere è il prodotto server Web di IBM. 7 DB2 è il database relazionale (RDBMS) di IBM e la versione Enterprise Edition è quella tipicamente eseguita negli host mainframe. sfruttate per gestire SMS o Tivoli e quali è invece necessario acquisire. ORGANIZZAZIONE DEI CLIENTI. Per Microsoft la semplicità d'uso e di installazione ha la priorità rispetto alla possibilità di gestire gli inventari dei sistemi più disparati, di ottimizzare il traffico di rete fino all'ultimo megabyte o di gestire i complessi problemi di licensing e deployment che caratterizzano gli host mainframe. Microsoft offre prodotti che richiedono un livello di esperienza che può essere presente sia nelle piccole che nelle grandi aziende, nell'ambito di una strategia che prevede la realizzazione di prodotti per Windows che Microsoft enfatizza possano essere installati e l'integrazione e la possibilità utilizzati da organizzazioni di di trarre vantaggio dalle qualsiasi dimensione. L'insieme di funzionalità di funzionalità del sistema SMS 2003 è stato progettato operativo come Active per poter essere facilmente Directory, Assistenza remota e utilizzato da organizzazioni di Connessione desktop remoto di piccole dimensioni, che dispongono di un solo server o Windows XP. IBM, al contrario, di una piccole rete locale, evita intenzionalmente offrendo inoltre alle medie e l'integrazione di funzionalità grandi imprese la possibilità di specifiche del sistema operativo, personalizzarlo (grazie alle perché deve mantenere un API di SMS) e se necessario, di accedere direttamente ai approccio indipendente dati contenuti in un database dalla piattaforma per SQL Server. Le supportare i propri prodotti. organizzazioni di grandi dimensioni possono utilizzare SMS così come viene fornito, o aggiungere altre funzionalità se necessario. In breve, Microsoft SMS 2003 è un prodotto in grado di offrire una scalabilità anche in rapporto all'organizzazione aziendale, e non solo in rapporto all infrastruttura tecnologica. Dimostrare la semplicità di installazione e utilizzo di SMS 2003 in un piccolo ufficio non è un compito difficile. Basandosi sull'esperienza diretta è infatti possibile affermare che SMS 2003 può essere installato e reso operativo in una piccola rete locale nell'arco di poche ore. Per assicurare che le caratteristiche di architettura e semplicità d'uso della soluzione vengano effettivamente mantenute anche nelle installazioni più grandi, Microsoft ha sperimentato il prodotto direttamente nella propria organizzazione. L'installazione di SMS 2003 utilizzata dal gruppo OTG (Operations and Technology Group), l'organizzazione IT interna di Microsoft, è infatti

12 10 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto una delle più grandi realizzate finora. Il gruppo OTG è responsabile di server e client, desktop e portatili, distribuiti nelle 400 sedi Microsoft di tutto il mondo. La configurazione del software e l'applicazione delle patch sugli host del reparto IT interno di Microsoft è gestita da 15 server SMS 2003, mentre altri 26 server SMS 2003 supportano le workstation utilizzate nelle diverse unità operative dell'azienda. Microsoft utilizza SMS 2003 ogni giorno per supportare le proprie attività, in un deployment di dimensioni paragonabili a quelle dei più grandi deployment Tivoli. Al contrario, il set di funzionalità di Tivoli è espressamente progettato per le installazioni di grandi dimensioni, e IBM inizia solo ora a chiedersi come presentare alle piccole e medie aziende specifici sottoinsiemi delle funzionalità di Tivoli, e in particolar modo di quelle dei tre prodotti esaminati in questa relazione. La semplicità di installazione e utilizzo è ritenuta meno importante, rispetto alla possibilità di gestire la diversità e la complessità dei data center basati su mainframe e delle rispettive reti. Inoltre, IBM risponde a un insieme di problematiche completamente diverse, inerenti sistemi operativi, protocolli di rete, licenze software, inventari hardware e configurazioni software, perché supporta una gamma di piattaforme che vanno dal PC al mainframe. Del resto, se questo è l'ambiente che i grandi clienti IBM devono gestire, Tivoli deve essere in grado di operare in tale ambiente. Se infine si considera che, oltre a supportare gli ambienti eterogenei, Tivoli supporta anche gli sportelli bancari automatici e i terminali mainframe 3270, si può comprendere perché per consentire la gestione dei sistemi senza implementare funzionalità dipendenti dalla piattaforma sia necessario un prodotto tanto complesso e sofisticato. Anche se soddisfa senza dubbio le esigenze dei deployment più grandi, IBM Tivoli non è adatto alle organizzazioni di piccole e medie dimensioni. IBM sta attualmente cercando di adattare i propri prodotti a questo segmento di mercato, poiché riconosce che questo tipo di clienti non può utilizzare l'intero set di funzionalità contenute nel framework tecnologico di Tivoli, ma non è ancora disponibile una procedura ben definita che consenta alle organizzazioni più piccole di eseguire il deployment di Tivoli con la stessa semplicità offerta da SMS Di conseguenza, l'installazione dei prodotti Tivoli necessari per svolgere funzionalità equivalenti a quelle offerte da SMS per le piattaforme Windows richiede molto più tempo e risulta proporzionalmente più complessa e costosa. Tuttavia, poiché anche le grandi aziende richiedono sempre più prodotti facili da installare e utilizzare, come quelli rivolti alle piccole e medie aziende, è probabile che IBM dovrà riorganizzare le funzionalità di Tivoli in un pacchetto più semplice, che consenta di eseguire il deployment del prodotto senza richiedere complessi progetti di installazione e integrazione su vasta scala, né l'impiego di personale altamente specializzato. Da questo punto di vista, Microsoft SMS 2003 parte avvantaggiato. SOLUZIONI SINGLE-VENDOR E MULTI- VENDOR. Nel promuovere Tivoli, IBM enfatizza la propria strategia basata sullo slogan tutte le funzionalità da un unico produttore, evidenziando anche che SMS 2003 non è in grado di supportare le piattaforme non Windows. Tuttavia, anche se Microsoft ha scelto di non implementare specifiche funzionalità per il supporto di piattaforme non Windows, non è corretto sostenere che SMS non è in grado di supportarle: Microsoft ha affidato ai propri partner il compito di realizzare plug-in per offrire le funzionalità necessarie per i più diffusi dispositivi non Windows come i sistemi operativi Linux e Unix prodotti da Sun, HP e IBM. Per SMS Microsoft ha scelto un approccio multi-vendor, in cui ogni produttore ha il compito di realizzare con i propri mezzi le funzionalità che rientrano nel proprio ambito di competenza. Al contrario, con Tivoli IBM ha scelto la strada del produttore unico per tutte le piattaforme. COMPONENTI INTEGRATI CONTRO BEST PRACTICES E TOOLS SPECIFICI. La struttura dei due prodotti in esame riflette un'altra importante differenza. Tivoli si basa su tecnologie e caratteristiche estremamente sofisticate, ma SMS 2003 non è certo da meno. In realtà, SMS incorpora molti principi di architettura presenti anche in Tivoli e, per svolgere le proprie funzioni, si avvale di numerose tecnologie sofisticate, consolidate e potenti. Questi aspetti devono essere valutati in quanto andranno ad incidere sul rapporto costi/prestazioni. Tivoli include grandi blocchi di funzionalità riutilizzabili, che svolgono un ruolo importante nella gestione dei data center più grandi e complessi. Per ottenere il massimo da tali

13 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 11 componenti, anche per attività apparentemente semplici quali la generazione dei report di gestione, è spesso necessario svolgere alcune attività di sviluppo o integrazione software. In un certo senso, Tivoli può essere visto come una sorta di toolkit ricco di componenti di classe enterprise che l'utente deve combinare per ottenere una soluzione con le caratteristiche desiderate. Tuttavia, dal momento che questa attività di assemblaggio dei componenti richiede spesso servizi di consulenza esterni, Tivoli non può essere considerata una soluzione "pronta per l'uso". Viene ora illustrato il caso di un'azienda che ha saputo sfruttare queste caratteristiche di Tivoli a proprio vantaggio. La banca Tokyo-Mitsubishi, con un patrimonio di circa 70 mila miliardi di yen, è una delle più importanti del Giappone. Per il proprio ufficio vendite la banca ha sviluppato un nuovo sistema in grado di offrire tutti i servizi su tutti i canali, sempre e ovunque. Si tratta di un sistema che gestisce Internet banking, telephone banking, sportelli automatici e servizi di sportello. Per ragioni di sicurezza e di affidabilità la rete del sistema è organizzata su tre livelli. A livello centrale, tale rete è integrata con i mainframe della banca. La banca Tokyo-Mitsubishi utilizza Tivoli per integrare vari prodotti di gestione dei sistemi, realizzati da Fujitsu, HP, Hitachi e altri fornitori, in un unico insieme di strumenti che consente di gestire in tempo reale reti e sistemi di grandi dimensioni e attraverso il quale controlla terminali, sportelli automatici e PC Windows. Il CIO della banca considera molto soddisfacente il fatto che, grazie ai prodotti Tivoli, i tempi previsti per l'integrazione di tali strumenti si sono ridotti a soli sette mesi. Viceversa, Microsoft ha scelto di produrre strumenti facili da usare, che non richiedono attività di integrazione né consulenze esterne, per poter essere utilizzati immediatamente. Naturalmente il personale dell'azienda può sempre utilizzare le API di SMS 2003 per ottenere integrazioni personalizzate, oppure può ricorrere a specifici pacchetti di reporting per sviluppare Per sfruttare tutte le funzionalità di SMS 2003 non è necessaria alcuna attività di programmazione o integrazione. Il tempo che intercorre fra la pianificazione e l'implementazione di un'installazione SMS 2003 perfettamente operativa varia in genere da una a quattro settimane, a seconda del numero delle applicazioni personalizzate utilizzate nell'organizzazione. report personalizzati, se per qualsiasi ragione le funzionalità di personalizzazione dei report incorporate in SMS 2003 non fossero sufficienti per soddisfare le specifiche esigenze. Tuttavia, per sfruttare appieno le funzionalità di SMS 2003 non è necessaria alcuna attività di programmazione o integrazione. Il tempo che intercorre tra la pianificazione e l'implementazione di un'installazione SMS 2003 perfettamente operativa varia in genere da una a quattro settimane, a seconda del numero delle applicazioni personalizzate utilizzate nell'organizzazione. La dimensione del deployment (il numero delle workstation, delle sedi dell'azienda e dei server gestiti) ha un impatto relativamente limitato sui tempi di realizzazione di un progetto. Il punto è quindi la scelta del prodotto che meglio si adatta alla propria organizzazione e alle specifiche esigenze di business, tenendo conto anche delle assunzioni fatte dai produttori relativamente ai clienti a cui si rivolgono. Per scegliere la soluzione più appropriata occorre valutare la facilità di deployment e la necessità di dover garantire opportune integrazioni all interno della propria azienda. Occorre quindi chiedersi se è necessario un prodotto pronto all'uso oppure un prodotto che integra funzionalità per la gestione di sistemi che vanno dai mainframe ai PDA, anche se più complesso da installare e utilizzare. SCEGLIERE IL PRODOTTO GIUSTO. Non esiste un approccio alla gestione dei sistemi che sia "giusto" in assoluto, poiché ogni ambiente presenta caratteristiche ed esigenze uniche. Non si può stabilire a priori quale sia la soluzione o il prodotto più appropriato. L'eterogeneità non è di per sé una caratteristica positiva o negativa, ma un semplice dato di fatto, e questo vale anche per l'integrazione. A volte è necessaria, ma comporta sempre costi aggiuntivi a livello di sviluppo, manutenzione, supporto e di personale necessario alla gestione. I produttori possono scegliere di realizzare soluzioni multipiattaforma oppure integrare prodotti dei partner concentrandosi solo

14 12 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto sulla propria area di competenza ed entrambi gli approcci possono risultare validi. Possono anche adottare strategie diverse e rivolgersi a tipologie di clienti diverse, ottenendo comunque l'approvazione e la fiducia di questi ultimi. Nel confrontare SMS 2003 e una soluzione composta da una combinazione di Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1 e Tivoli Remote Control 3.8 è quindi importante tenere conto di queste differenze di prospettiva e filosofia, che guidano le scelte a livello di architettura. Alcune scelte determinano l integrazione di tutte le funzionalità necessarie in un unico prodotto facile da installare, mentre altre portano a suddividere tali funzionalità tra quattro o cinque prodotti, basati sulle esigenze presunte del cliente e sul presupposto che quest ultimo sia in grado di sfruttarne la struttura e le potenzialità di integrazione. Per maggiore chiarezza, alla fine della relazione sono riportate alcune indicazioni per la scelta del prodotto, oltre a una serie di case study che illustrano l'esperienza di alcune aziende che hanno dovuto affrontare e risolvere questo tipo di problematiche. Oltre che dai costi e dalle funzionalità fornite, la soluzione più appropriata per una determinata azienda dipende anche da questioni di prospettiva e di filosofia come quelle precedentemente illustrate. Nelle sezioni che seguono viene presentata un'analisi più dettagliata di Tivoli Configuration Manager 4.2, Tivoli License Manager 1.1, Tivoli Remote Control 3.8 ed SMS La trattazione e l'analisi dei case study dimostreranno che, pur non coprendo tutte le aree funzionali dei prodotti della linea Tivoli, SMS 2003 rappresenta la soluzione ottimale per la gestione degli ambienti Windows. GESTIONE DELLE CONFIGURAZIONI La gestione delle configurazioni comprende molte responsabilità e un'ampia gamma di progetti IT, quali: Configurazione del nuovo hardware, in caso di sostituzione o aggiunta di nuovi sistemi. Può Marathon Oi, ha ridotto l'inattività degli utenti dovuta alla sostituzione dei computer da 24 ore a meno di 8 ore: l'intera operazione avviene durante le ore notturne, in modo da evitare qualsiasi interruzione del lavoro degli utenti. trattarsi di un singolo computer come di decine di migliaia. Deployment del software e dei relativi parametri di configurazione, definiti come "standard aziendali", su tutti i computer dell'azienda, di un reparto o di una filiale. Verifica che i computer non siano stati riconfigurati o modificati in modo improprio ed eventuale riapplicazione del software o della configurazione precedente. Distribuzione dei principali aggiornamenti software, come l upgrade dei desktop da Windows 2000 a Windows XP o l'aggiornamento software da Microsoft Office 2000 a Office In realtà, le attività richieste da tutti gli scenari elencati hanno un obiettivo comune: distribuire e mantenere una specifica configurazione di "riferimento", o "modello". Di seguito viene riportato un esempio che si riferisce a uno di questi quattro scenari. Il rollout di nuovi sistemi portatili e desktop può risultare estremamente dispendioso perché, senza l'automazione offerta da una soluzione software per la gestione dei sistemi, è estremamente difficile controllare i costi del personale impiegato, che possono crescere enormemente. Tivoli Configuration Manager 4.2 supporta l'utilizzo di modelli di riferimento che descrivono la configurazione finale del software per i gruppi di sistemi di destinazione, mentre SMS 2003 consente di utilizzare modelli di riferimento, basati sulle informazioni di inventario dei computer, che consentono di descrivere la configurazione hardware e software da applicare a specifici gruppi di sistemi. Entrambi i prodotti supportano l'installazione bare metal dei computer e la distribuzione di pacchetti software innestati tra loro consentendo di modularizzare la configurazione del software. Nelle sezioni che seguono vengono descritte le esperienze di due aziende relative alla sostituzione di un numero elevato di workstation, evidenziando la riduzione di tempi e costi.

15 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 13 Case study: Marathon Oil Corporation Marathon, con sede a Houston (Stati Uniti), è una multinazionale che opera attivamente nel settore del petrolio e dei gas naturali fin dal Marathon ha dipendenti, genera un profitto di 31 miliardi di dollari l'anno e comprende oltre PC Windows distribuiti in 200 sedi di tutto il mondo. Michael Niehaus, consulente IT di Marathon, riferisce che nel 2000 "L'azienda ha sostituito PC. L'operazione ha richiesto quattro mesi e l'impegno di un ampio team di supporto, che ha dovuto fare parecchie ore di straordinari per risolvere i problemi che emergevano man mano. Inoltre, occorreva un'intera giornata di lavoro per preparare i computer per il deployment del giorno successivo. Ora che disponiamo di SMS 2003, abbiamo in programma di sostituire PC e di eseguire i singoli deployment durante la notte, riducendo al minimo il lavoro di gestione e l'intervento umano. Prevediamo di effettuare il deployment di tutti i nuovi computer dopo l'orario di lavoro, in modo che siano pronti per il mattino successivo". Di seguito sono riepilogati i dati forniti da Marathon in merito all'esperienza di utilizzo di Microsoft SMS. In seguito all'installazione di SMS 2003 sono stati individuati 300 client non gestiti, cioè computer che non ricevevano patch e aggiornamenti software e di cui il personale IT non era a conoscenza. Il miglioramento del processo di individuazione ha consentito di ottenere un maggiore controllo sulle risorse IT e un quadro più preciso dei dispositivi che sarà necessario sostituire durante il processo di rinnovo dei sistemi, e ha inoltre garantito una maggiore accuratezza nella gestione delle patch e nel controllo delle licenze software. Nel caso di Marathon Oil, l'inattività degli utenti dovuta alla sostituzione dei computer verrà ridotta da 24 ore a meno di 8 ore: l'intera operazione avrà luogo durante le ore notturne, in modo da evitare qualsiasi interruzione del lavoro degli utenti. Poiché SMS 2003 automatizza l'installazione del software, la sostituzione di tutti i desktop utilizzati nelle sedi statunitensi di Marathon, in programma per il 2004, sarà molto diversa dall'esperienza del 2000: La durata complessiva del progetto è stata ridotta del 25%. La sostituzione completa dei computer richiederà tre mesi anziché quattro. Saranno necessari meno contratti integrativi e meno personale. Non sarà necessario alcun lavoro straordinario per risolvere i problemi dei nuovi sistemi e rispettare i tempi. Non sarà più necessario creare aree di staging, che nel 2000 erano state utilizzate per evitare lunghe attività di installazione presso le postazioni utente durante le ore lavorative. Case study: Sekisui Chemical Company Sekisui Chemical, con sede centrale a Osaka (Giappone), è un'azienda leader nel settore della plastica e dell'edilizia giapponese. La rete aziendale comprende computer che forniscono al personale l'accesso ai principali sistemi dell'organizzazione: accettazione degli ordini, spedizione, supporto alle vendite, risorse umane, report di gestione e altre applicazioni client-server personalizzate. Il reparto IT di Sekisui Chemical gestiva la rete della società con strumenti realizzati internamente. Quando, in seguito alla crescita della rete, tali strumenti sono divenuti insufficienti, i responsabili IT hanno deciso di passare a IBM Tivoli. Il responsabile IT dell'azienda ha affermato: "Il livello di sicurezza che Tivoli ci ha assicurato nel garantire l up time dei nostri sistemi principali è vitale per la società". Di seguito sono riepilogati i dati forniti da Sekisui Chemical in merito all'esperienza di utilizzo di Tivoli Configuration Manager 4.2 e Tivoli Remote Control 3.8. La nuova soluzione ha consentito di centralizzare la distribuzione del software, nonché di controllare l'inventario e l'invio di messaggi amministrativi ai computer della società. Il carico di rete legato alla distribuzione del software è stato ridotto grazie alla disponibilità di funzionalità di distribuzione push e pull in grado di rilevare e gestire la larghezza di banda.

16 14 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto In caso di emergenza, come l'arresto di un'applicazione o di un server, è possibile informare immediatamente tutti i dipendenti interessati. È possibile gestire computer e server situati in postazioni remote e senza personale. Questo consente di risolvere numerosi problemi senza recarsi sul posto. GESTIONE DELLE PATCH La gestione delle patch non riguarda unicamente la semplice applicazione delle patch software poiché gli amministratori di sistema, o il software di gestione dei sistemi, devono svolgere regolarmente le seguenti attività: Tenere traccia delle patch rilasciate dai fornitori di tutti i prodotti software utilizzati nell'azienda. Valutare le vulnerabilità di tutti i sistemi utilizzati, basandosi sui dati dell'inventario hardware e software, e individuare i sistemi esposti, le modalità di attacco e i potenziali rischi. Attribuire una priorità alle varie patch, in base all'esposizione al rischio, alla gravità e ad altri fattori. Approvare le patch, cioè certificare che non creeranno problemi alle applicazioni in uso. Preparare le patch da distribuire, cioè scaricare il software e creare i pacchetti di distribuzione. Distribuire le patch critiche come aggiornamenti obbligatori e gestire le altre patch come distribuzioni push controllate dall'utente o distribuzioni pull a richiesta, secondo la necessità. La gestione delle patch è un aspetto critico in tutte le aziende e l'importanza dell'automazione L'aumento degli attacchi dei pirati informatici, dei virus e dei worm Internet rende necessario applicare tempestivamente numerose patch. Il problema è che numerose aziende semplicemente non applicano patch ai propri sistemi, si tratti di Windows, Solaris, Linux o altro. Indipendentemente dal tipo di piattaforma, sono così tante le vulnerabilità create o scoperte ogni mese che lo staff IT non può tenere il passo con il rilascio delle patch senza una soluzione di distribuzione software automatizzata. aumenta via via che l'organizzazione si espande. Con l'aumento del numero dei sistemi gestiti, diminuisce la probabilità di ottenere una percentuale di successi del 100% al primo tentativo di installazione di qualsiasi pacchetto software, aggiornamento o patch. Alcuni computer potrebbero infatti essere spenti, possono verificarsi problemi durante l'installazione del software, l'utente finale potrebbe aver modificato un parametro importante o rimosso un'applicazione indispensabile oppure alcuni dispositivi mobili potrebbero non essere connessi alla rete. Nelle grandi aziende una percentuale di successo del 90% al primo passaggio può essere considerata un ottimo risultato. Questo significa che, in un'organizzazione con endpoint, 8 al primo tentativo di installazione di una patch di protezione critica sistemi non vengono configurati correttamente. Tali computer rappresentano altrettante possibilità di violazione o errore per l'intero sistema, e per l'azienda possono costituire un costo anche molto elevato. In questo scenario, il software di gestione dei sistemi è quindi in grado di configurare automaticamente sistemi al primo passaggio, con un enorme risparmio in termini di ore di lavoro, e affida all'amministratore il controllo dei sistemi vulnerabili, informando regolarmente i responsabili circa lo stato, gli errori e i problemi riscontrati. Questa operazione può essere svolta in modo automatizzato pianificandola in orario non lavorativo, per ridurre al minimo l'impatto sulle attività del personale; oppure su richiesta, tutte le volte che la situazione lo rende necessario, senza intervento da parte degli amministratori di sistema. Grazie al software di 8 Il termine endpoint indica genericamente un dispositivo gestito, che può essere un server, una workstation, un computer portatile o un dispositivo palmare.

17 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 15 gestione dei sistemi, il personale tecnico può svolgere il proprio lavoro in modo più produttivo, veloce e affidabile di quanto non potrebbe fare eseguendo le stesse attività manualmente o tramite script realizzati internamente. L'aumento degli attacchi dei pirati informatici, dei virus e dei worm Internet rende sempre più importante applicare tempestivamente le nuove patch rilasciate. Il problema è che numerose aziende semplicemente non applicano patch ai propri sistemi, si tratti di Windows, Solaris, Linux o altro. Indipendentemente dal tipo di piattaforma, sono così tante le vulnerabilità create o scoperte ogni mese che lo staff IT non può tenere il passo con il rilascio delle patch senza una soluzione di distribuzione software automatizzata. Come dimostra l'esperienza diretta illustrata nel case study che segue, l'automazione della gestione delle patch è molto meno costosa della risoluzione manuale dei problemi dovuti alla mancanza delle patch. Case study: CNF CNF, con sede a Palo Alto (Stati Uniti), è un fornitore di servizi logistici globali per aziende del settore industriale, commerciale e pubblico. La società ha un volume d'affari di 4,9 miliardi di dollari. Partita nel 1995 con 10 PC, oggi la società deve gestire più di computer distribuiti in uffici dislocati in tutto il mondo. Roger Wilding, Senior Technical Engineer di CNF, racconta questa esperienza: "Avevamo perso il controllo sulle risorse acquistate e sullo stato in cui si trovavano. Nessuno sapeva esattamente quanti sistemi avevamo a disposizione. Sapevamo solo che si trattava di alcune migliaia." "Dopo le gravi infezioni dei virus Nimda e Code Red, abbiamo capito che dovevamo trovare il modo di riprendere il controllo di tutti i sistemi e di applicare regolarmente patch e aggiornamenti. Avevamo bisogno di uno strumento che ci permettesse di controllare tutto questo. Inviare semplicemente un messaggio di posta elettronica agli utenti per invitarli a installare le patch non era una soluzione sufficiente." Di seguito sono riepilogati i dati forniti da CNF in merito all'esperienza di utilizzo di Microsoft SMS Grazie a SMS 2003 oggi CNF è in grado di eseguire in meno di due ore la distribuzione con modalità push delle patch approvate in tutti i computer presenti nei suoi uffici statunitensi. Basandosi sui dati di inventario di SMS, Wilding e il suo team hanno identificato 50 sistemi che eseguivano versioni obsolete di alcune applicazioni critiche, come il software antivirus. Dato che questi sistemi erano ormai vecchi, troppo lenti e fuori garanzia, sono stati immediatamente sostituiti con desktop più recenti, sicuri e gestibili. Per gestire l'aggiornamento dei computer utilizzati negli Stati Uniti sono sufficienti tre persone, che si occupano anche dello sviluppo di applicazioni aziendali, dell'installazione di Microsoft Office e di molte altre cose. Wilding riassume: "Prima le patch di protezione non venivano gestite del tutto, ora vengono gestite in modo estremamente efficace". GESTIONE DEGLI ASSET La gestione degli asset aziendali comprende l'esecuzione dell'inventario hardware e software e la risoluzione di alcune problematiche di business che solo indirettamente coinvolgono i computer: Controllo delle licenze. È necessario garantire che l'installazione o l'utilizzo di ogni pacchetto software avvenga entro i termini del contratto di licenza. Rimozione delle applicazioni inutilizzate, per ottimizzare l'impiego delle risorse e identificare opportunità di risparmio sulle licenze software e sul supporto tecnico. Determinazione della data di acquisto o della scadenza del periodo di garanzia di ogni componente hardware, per stabilire quando diviene più conveniente sostituirlo che continuare a utilizzarlo o ripararlo. Raccolta di informazioni dettagliate sul tipo e sulla marca dei componenti presenti in ogni sistema, in modo da poter sostituire i componenti hardware guasti o difettosi, aggiornare i driver e di conseguenza ridurre la probabilità di errore dei sistemi. Raccolta di informazioni dettagliate sul software installato in ogni sistema, per

18 16 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto consentire al personale IT di proteggere risorse e dati aziendali da vulnerabilità ed errori. Raccolta di informazioni dettagliate sulle risorse disponibili, ai fini dell'inventario finanziario e del calcolo degli ammortamenti. Identificare le risorse per poterle valutare in caso di fusione, acquisizione e liquidazione dell'azienda. Entrambi i produttori offrono soluzioni per la gestione delle licenze. Quella di Microsoft è completamente integrata nelle funzionalità di distribuzione del software e di inventario di SMS 2003, mentre Tivoli License Manager 1.1 è un prodotto autonomo, non integrato con Tivoli Configuration Manager 4.2. Di seguito sono illustrate le esperienze di altre due società. Case study: Aquila Incorporated Aquila, società statunitense con sede a Kansas City, opera nel settore della fornitura di energia elettrica e gas naturale, servendo più di 5 milioni di clienti negli Stati Uniti e in alcune aree del Canada. La società gestisce PC, di cui negli Stati Uniti e in Canada, distribuiti in 11 sedi. John Dunn, Communications Engineer di Aquila, racconta: "Stiamo vendendo le nostre proprietà canadesi. Durante questa fase di ridimensionamento, grazie ai dati accurati ottenuti da SMS abbiamo la possibilità di rinegoziare le licenze software e ridurre i costi." In aggiunta, il personale amministrativo di Aquila può usare i dati di inventario di SMS 2003 per verificare le registrazioni contabili in modo da garantire la conformità alle normative, controllare le vendite delle risorse e preparare rendiconti finanziari. Case study: HSBC Trinkaus & Burkhardt HSBC Trinkaus & Burkhardt offre servizi bancari commerciali e privati, investimenti aziendali, gestione del portafoglio, amministrazione della valuta e degli interessi a clienti di Lussemburgo e Germania. Fondata nel 1785 come banca privata, oggi l'azienda ha dipendenti e uffici in 8 città. Per gli amministratori IT la gestione dei desktop e dei 100 portatili della società costituiva un problema, poiché la mancanza di un inventario hardware e software sufficientemente accurato ostacolava il supporto agli utenti e ritardava la risoluzione dei problemi. Il reparto IT doveva inoltre gestire 145 server (inclusi mainframe IBM z/os, Linux e server Windows) e supportare applicazioni per ufficio come Lotus Notes, oltre alle applicazioni per le operazioni bancarie e gestionali. Per gestire tali sistemi la banca utilizzava prodotti di vari fornitori, ma investendo in Tivoli ha ottenuto risultati molto più soddisfacenti: Il reparto IT ha associato tutte le fasi dei 200 processi aziendali di base alle applicazioni e alle piattaforme necessarie per supportarli. Grazie a queste informazioni, gli amministratori ora sono in grado di comprendere l'impatto delle risorse IT sui processi operativi e utilizzano Tivoli per identificare i problemi, definirne la priorità e risolverli. La disponibilità, attraverso i prodotti Tivoli, di un inventario completo delle risorse hardware e software ha consentito di creare una rete in grado di correggere gli errori in modo più automatico e di ricevere avvisi specifici che aiutano gli amministratori a ripristinare il servizio più velocemente in caso di problemi. Combinando i dati relativi alle attività giornaliere con le informazioni di inventario, è possibile comprendere come il malfunzionamento di una particolare risorsa possa influire su processi aziendali, linee di business e SLA. GESTIONE DEI DISPOSITIVI MOBILI L'espressione "dispositivi mobili gestiti" non si riferisce più solo ai computer portatili. Molte aziende utilizzano dispositivi wireless specializzati, PDA e Smartphone con applicazioni aziendali e dati da utilizzare sul campo. Un numero sempre crescente di società installa reti wireless in edifici e dipartimenti, mentre i professionisti in viaggio si connettono sempre più da aeroporti, hotel e Internet point. In precedenza si è visto che oggi gli utenti di sistemi mobili e remoti possono arrivare a coprire il 30% di un ambiente aziendale tipico. Nel caso di Motorola, la transizione verso i sistemi mobili è già ampiamente in corso: tre anni fa, i computer portatili rappresentavano il 25% dei PC della

19 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto 17 società, oggi sono il 66% del totale. La mobilità non è più un lusso, ma sta diventando sempre più uno standard. Ma come è possibile gestire le risorse IT di società che si stanno rapidamente evolvendo verso la mobilità totale? Questa problematica non è inusuale, anzi, è ormai molto comune. Prima di esaminare il case study, tuttavia, è necessario illustrare gli aspetti che rendono difficoltosa la gestione dei dispositivi mobili. La mobilità presenta numerose implicazioni che richiedono soluzioni di gestione dei sistemi dotate di funzionalità specializzate: I dispositivi non sono collegati in modo permanente a una rete accessibile. Quando sono in linea, la connessione può essere lenta o inaffidabile. I dispositivi stabiliscono spesso la connessione attraverso una rete pubblica, come Internet, ed è possibile che non riescano mai a connettersi alla rete LAN aziendale collocata all'interno del firewall. L'amministratore non ha la possibilità di controllare la connessione dei dispositivi, nemmeno per l'applicazione di aggiornamenti urgenti come le patch di protezione. Gli indirizzi di rete dei dispositivi cambiano quando questi cambiano le sedi da cui si collegano. La verifica dell'identità dei singoli dispositivi e dei relativi utenti costituisce un problema. La posizione ottimale per la distribuzione di software, patch o aggiornamenti dipende dall'ubicazione di ogni dispositivo. Con SMS 2003 e Tivoli Configuration Manager 4.2 entrambi i produttori hanno introdotto nuove funzionalità per la gestione dei dispositivi mobili e il supporto per una serie di sistemi operativi mobili (tabella A). Case study: SAP America SAP America è una filiale del produttore di software aziendale SAP AG. La società, che ha dipendenti in 50 paesi e supporta clienti in 120 paesi, presenta un grado di mobilità dei dipendenti estremamente elevato: Il 75% dei dipendenti lavora fuori dagli uffici SAP per la maggior parte del tempo. Il 90% dei dipendenti utilizza sistemi mobili per parte del proprio tempo. SAP America è una società veramente dinamica, ma il reparto IT riesce a tenere il passo grazie a SMS Jeffrey Gordon, Technical Support Consultant di SAP America, racconta come avveniva la distribuzione di pacchetti software di grandi dimensioni, come Windows 2000 Service Pack 4, prima e dopo l'introduzione di SMS Prima dell'adozione di questa soluzione, il deployment di pacchetti di questo tipo richiedeva alcune settimane. "Lo staff IT doveva avvisare tutto il personale, raccogliere le richieste di aggiornamento, quindi creare e distribuire i CD, ma non era comunque possibile sapere quanti dipendenti avessero installato il nuovo software." "Con SMS 2003, in una sola ora è possibile preparare il software per il download e comunicarne la disponibilità. Inoltre, le funzionalità di monitoraggio ci consentono di stabilire dove è necessario il nostro intervento." Grazie alle nuove funzionalità di SMS 2003 per la gestione dei dispositivi mobili, il fatto che i dipendenti si trovino in viaggio o che escano ed entrino in continuazione dagli uffici non è un problema per Gordon e il suo team. Case study: Swiss Mobilar Group Swiss Mobilar Group è una società di assicurazioni leader nel mercato svizzero, con oltre un milione di clienti privati e aziendali, per una gamma di prodotti che includono i rami auto, vita e assicurazione legale. La società, con sede a Berna, comprende tre business unit, PC desktop, portatili e 210 server Windows e Solaris dislocati in 180 uffici, oltre che nella sede centrale. L'organizzazione IT di Swiss Mobilar supporta 60 applicazioni, distribuisce annualmente da cinque a sette pacchetti software principali e da due a quattro aggiornamenti secondari. Di seguito sono riepilogati i dati forniti da Swiss Mobilar in merito alla positiva esperienza di utilizzo di Tivoli Configuration Manager 4.2 e Tivoli Remote Control 3.8. La maggior parte dei problemi degli utenti della sede centrale di Berna viene analizzata e risolta da 15 professionisti IT, che formano l'help desk di livello 1 dell'organizzazione.

20 18 Microsoft SMS 2003 e IBM Tivoli Configuration Manager 4.2 a confronto I server sono supportati dalla sede centrale, dagli help desk di livello 2 e 3 della società. I livelli di servizio (SLA) richiedono che l'help desk sia in grado di risolvere l'80% dei problemi degli utenti entro quattro ore e il 95% entro otto ore. Con Tivoli Remote Control 3.8, le prestazioni attuali superano i requisiti degli SLA, poiché il 95% dei problemi viene risolto entro quattro ore e il 100% entro otto ore. SCALABILITÀ, DEPLOYMENT E GESTIONE DEI SISTEMI Tivoli Configuration Manager 4.2 e SMS 2003 vengono attualmente utilizzati in molte grandi imprese e sono entrambi altamente scalabili. In base ai dati di IBM, la più grande installazione di Tivoli Configuration Manager 4.2 gestisce oltre sistemi, mentre la più grande installazione di SMS 2003 gestisce circa sistemi per il gruppo OTG (Operations and Technology Group) interno di Microsoft. Secondo i dati forniti da entrambi i produttori, una percentuale significativa della base installata è costituita da clienti che utilizzano dai ai sistemi. Per quanto riguarda le piccole aziende, secondo entrambi i fornitori l'esigenza di un prodotto per la gestione delle configurazioni, dell'inventario e della distribuzione automatica del software viene avvertita quando nell'organizzazione sono presenti almeno 500 computer. Ciononostante, Microsoft SMS risponde perfettamente anche alle esigenze delle installazioni più piccole, con un massimo di 100 sistemi, e Microsoft sembra avere un particolare orientamento anche alla progettazione di software rivolto alle aziende di medie dimensioni, con circa sistemi. L'installazione di un sito SMS con un solo server, che gestisce una decina di workstation e alcuni server, è piuttosto semplice, e lo stesso si può dire per l'installazione di SMS 2003 in un ambiente che comprende da a o più sistemi. Con SMS 2003 la In base ai dati di IBM, la più grande installazione di Tivoli Configuration Manager 4.2 gestisce oltre sistemi, mentre la più grande installazione di SMS 2003 gestisce circa sistemi per il gruppo OTG (Operations and Technology Group) interno di Microsoft. complessità non aumenta in modo significativo con la dimensione dell'installazione, perché il prodotto è stato progettato partendo dal presupposto che il cliente desideri limitare il più possibile la complessità della gestione dei propri sistemi. IBM Tivoli, al contrario, non viene in genere installato in organizzazioni con meno di sistemi, anche se IBM, con la linea di prodotti Tivoli, sta attualmente tentando di rivolgersi anche alle piccole e medie aziende. Per questa tipologia di clienti non è tuttavia attualmente disponibile un modello di deployment semplice e chiaro. Questa limitazione di Tivoli non è dovuta a una carenza a livello tecnologico, ma riguarda la complessità del packaging e della distribuzione. Tivoli Configuration Manager 4.2 è in grado di gestire piccole installazioni, ma il livello di complessità IT e il personale necessario per l'installazione e l'utilizzo dei vari prodotti Tivoli risultano eccessivi per le capacità delle piccole aziende, e spesso anche per quelle di medie dimensioni. CONFRONTO DEI COSTI Per facilitare il confronto sono stati definiti quattro scenari di deployment (tabella B). Poiché i fornitori dei prodotti raramente suddividono i clienti o strutturano i modelli di licensing in base alla dimensione dell'azienda, utilizzando questi scenari di riferimento è possibile confrontare i costi molto più facilmente. Per confrontare il TCO dei due prodotti è stato necessario determinare il numero delle licenze e dei server richiesti per installare ogni prodotto nei vari scenari di deployment, quindi verificare il prezzo al dettaglio di ogni componente hardware e software. Per ogni scenario di deployment sono stati calcolati i costi e le quantità totali, in modo da ottenere il valore dell'investimento in hardware e software sostenuto dai clienti attraverso un acquisto con prezzi retail. Per i clienti IBM o Microsoft che sono riusciti a ottenere prezzi speciali, i costi delle licenze software saranno inferiori. Anche se sono stati considerati i diversi livelli di prezzo per quantità, non si è tenuto conto delle eventuali riduzioni di prezzo offerte da contratti specifici. Partendo dai totali è stato quindi

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Servizi di supporto Enterprise Symantec: Manuale per Essential Support e Basic Maintenance

Servizi di supporto Enterprise Symantec: Manuale per Essential Support e Basic Maintenance Servizi di supporto Enterprise Symantec: Manuale per Essential Support e Basic Maintenance Manuale dei servizi di supporto Enterprise Symantec per Essential Support e Basic Maintenance Note legali Copyright

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Comunicazioni video Avaya

Comunicazioni video Avaya Comunicazioni video Avaya Video ad alta definizione per singoli e gruppi a livello aziendale. Facile utilizzo. Ampiezza di banda ridotta. Scelta di endpoint e funzionalità. Le soluzioni video Avaya sfatano

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management

ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management BEST PRACTICES WHITE PAPER ITIL Versione 3: un contributo all importanza crescente del Business Service Management Sharon Taylor, Presidente di Aspect Group, Chief Architect e Chief Examiner per ITIL Ken

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND

MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Progettisti dentro e oltre l impresa MANUALE DI INSTALLAZIONE GESTIONE FLOTTE /REMIND Pag 1 di 31 INTRODUZIONE Questo documento ha lo scopo di illustrare le modalità di installazione e configurazione dell

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer

TeamViewer introduce l applicazione per Outlook. Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Press Release TeamViewer introduce l applicazione per Outlook Il collegamento diretto con i contatti di Outlook è ora possibile grazie a TeamViewer Goeppingen, Germania, 28 aprile 2015 TeamViewer, uno

Dettagli

Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client

Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client Manuale di sopravvivenza per CIO: convergenza di collaborazione, cloud e client I CIO più esperti possono sfruttare le tecnologie di oggi per formare interi che sono più grandi della somma delle parti.

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Note di rilascio Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED

OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED L'ingegneria di Elocal Roberto Boccadoro / Luca Zucchelli OPEN DAY: ELOCAL GROUP RELOADED ELOCAL GROUP SRL Chi siamo Giorgio Dosi Lorenzo Gatti Luca Zucchelli Ha iniziato il suo percorso lavorativo in

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e'

ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il continuous improvement ed e' ITIL v3 ITIL v3 e' parte di un processo teso a migliorare le best practices ITIL. In effetti, ITIL predica il "continuous improvement" ed e' giusto che lo applichi anche a se' stessa... Naturalmente una

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE END-TO-END SERVICE QUALITY. LA CULTURA DELLA QUALITÀ DAL CONTROLLO DELLE RISORSE ALLA SODDISFAZIONE In un mercato delle Telecomunicazioni sempre più orientato alla riduzione delle tariffe e dei costi di

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2

File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2 INDICE Indice File Leggimi relativo a Quark Licensing Administrator 4.5.0.2...4 Requisiti di sistema: QLA Server...5 Requisiti di sistema:

Dettagli

May Informatica S.r.l.

May Informatica S.r.l. May Informatica S.r.l. Brochure Aziendale Copyright 2010 May Informatica S.r.l. nasce con il preciso scopo di dare soluzioni avanzate alle problematiche legate all'information Technology. LA NOSTRA MISSIONE

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Manuale - TeamViewer 6.0

Manuale - TeamViewer 6.0 Manuale - TeamViewer 6.0 Revision TeamViewer 6.0 9947c Indice Indice 1 Ambito di applicazione... 1 1.1 Informazioni su TeamViewer... 1 1.2 Le nuove funzionalità della Versione 6.0... 1 1.3 Funzioni delle

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

RUP (Rational Unified Process)

RUP (Rational Unified Process) RUP (Rational Unified Process) Caratteristiche, Punti di forza, Limiti versione del tutorial: 3.3 (febbraio 2007) Pag. 1 Unified Process Booch, Rumbaugh, Jacobson UML (Unified Modeling Language) notazione

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli