SCHEDA DI ADESIONE RIMINI FIERA OTTOBRE 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCHEDA DI ADESIONE RIMINI FIERA 08-10 OTTOBRE 2015"

Transcript

1 1 Anticipare a: o fax Da rinviare in originale a: BUSINESS UNIT TURISMO RIMINI FIERA SPA FORO BUONAPARTE, MILANO DATI PER LA FATTURAZIONE compilare in stampatello leggibile Partita IVA Codice fiscale No. Iscrizione C.C.I.A.A. Indirizzo Telefono Fax Città CAP Prov. Nazione Responsabile azienda Esente IVA ai sensi dell Art.: ed allega a tale scopo dichiarazione d intento n del DATI COMMERCIALI compilare se differente da sopra DATI CONTATTO obbligatorio Indirizzo Incaricato diretta Città CAP Prov. Nazione Cellulare Telefono diretto Fax NOTE GENERALI - IMPORTANTE Per informazioni sui costi di iscrizione, area e maggiorazioni vedi Richiesta Spazio Espositivo pag. 4; per forniture comprese nell allestimento vedi Pacchetti Espositivi pag. 2 consultabili anche sul sito NOTE ESPOSITORE Ex art. 5 Reg. Generale di manifestazione: le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento delle aree espositive disponibili. Verranno prese in considerazione le schede accuratamente compilate, firmate, complete della documentazione richiesta, spedite in originale ed accompagnate dalla ricevuta del versamento dell acconto come sopra. Rimini Fiera si riserva la facoltà di inserire in lista d attesa le schede incomplete o non in originale. La facoltà di Rimini Fiera di non accettare la scheda è subordinata anche alla regolarizzazione dei sospesi amministrativi. Si ricorda che il pagamento del saldo per la manifestazione dovrà essere effettuato entro il 26 GIUGNO SEZIONE ESPOSITIVA DI INTERESSE (barrare una sola voce) Arredamento, contract e complementi d arredo Arredo per esterno Interdeco Bagno e benessere in hotel Servizi Componenti per l edilizia Tecnologie Impianti e attrezzature per la ristorazione Forniture

2 2 PACCHETTI ESPOSITIVI Pareti tamburato finitura laccata h 290 cm Moquette blu caraibi 1 ripostiglio 100x100 cm 1 tavolo rettangolare 160x80xh 72 cm, 3 sedie 1 reception desk 100x40xh 100cm, 1 sgabello 1 cestino 1 appendiabiti 1 quadro elettrico, 1 multipresa 220 v, 3 faretti 300w, 1kw monofase (220v) Grafica prespaziata nera (b 180cm x h 40 cm) PREALLESTITO 16mq (4x4) Modello A ,70 + IVA Pareti tamburato finitura laccata h 290 cm Elemento a doghe Moquette rosso teatro 1 ripostiglio 100x100 cm 1 tavolo rettangolare 160x80xh 72 cm, 3 sedie 1 reception desk 100x40xh 100cm, 1 sgabello 1 cestino 1 appendiabiti 1 quadro elettrico, 1 multipresa 220 V, 3 faretti 300w, 1kw monofase (220v) Flag stampato con nome azienda (b 50cm x h 290cm) PREALLESTITO 16mq (4x4) Modello F AREA NUDA 16mq 4.312,70 + IVA 16 mq area nuda 1 Kw 2.904,70 + IVA AREA NUDA 32mq 32mq area nuda 2 Kw 5.249,40 + IVA AREA NUDA 48mq 48mq area nuda 3 Kw 7.594,10 + IVA AREA NUDA 64mq 64mq area nuda 4 Kw 9.938,80 + IVA AREA NUDA 96mq 96mq area nuda 4 Kw ,80 + IVA

3 3 TARIFFE PUBBLICITARIE E VISIBILITA DESCRIZIONE IMPORTO Logo aziendale 4 colori su pianta per visitatori 1.200,00 CATALOGO ESPOSITORI tiratura copie Logo aziendale 4 colori nella sezione Elenco degli espositori Descrizione aziendale in italiano e in inglese nella sezione Elenco degli espositori (600 caratteri totali, spazi inclusi) Pagina interna a colori ordine alfabetico espositori BANNER SITO WEB TUTTO L ANNO Sezione Info per visitare Sezione Seminari ed Eventi Sezione Catalogo Espositori 300,00 500, , ,00 800,00 600,00 SPAZI DI COMUNICAZIONE IN QUARTIERE IMPORTO Appendimento Stendardo sopra lo stand (Dimensioni b 2,00mt x h 4,50mt) 800,00 Cigno Esterno Ingresso centrale (supporto per pannello bifacciale, dimensioni b 1,00mt x h 1,32mt) 810,00 Cartelli Colonne Piscine (Pacchetto n 10 cartelli monofacciali, dimensioni b 1,00mt x h 1,40mt) 5.000,00* Occupazione Piscina 5.000,00 Tappeto Personalizzato Circolare Adesivo (diametro mt 5,00) 5.000,00* Telo Portico Esterno (dimensioni b 4,00mt x h 2,00mt) 5.000,00* Note: Tali importi si intendono al netto di IVA Gli importi contraddistinti da un asterisco* si intendono comprensivi di produzione, posizionamento e rimozione

4 4 RICHIESTA SPAZIO ESPOSITIVO E VISIBILITA La ditta è interessata alla seguente tipologia di spazio espositivo: TIPOLOGIA STANDARD - per dettagli vedi pag. 2 IMPORTO QUANTITA IMPORTO TOTALE Area PREALLESTITA Modello A4 16mq 3.816,70 Modello F 16mq 4.312,70 Area NUDA 16mq 2.904,70 32mq 5.249,40 48mq 7.594,10 64mq 9.938,80 96mq ,80 Maggiorazione Area Rossa +5% sul totale area* Supplemento angolo - Cadauno 300,00 Allacciamento elettrico al kw monofase - Cadauno 40,70 Allacciamento idrico - Cadauno 155,70 Tassa di ospitalità (in caso di più ditte all interno di uno stand) 750,00 Allestimento personalizzato** Visibilità*** TOTALE NETTO IVA 22% TOTALE Note: *Maggiorazione Area Rossa: supplemento tariffa per la sezione attraversata o affacciata alle due corsie principali (art.18 R.G.). Si calcola sull importo totale dell area sia nuda che preallestita. **Allestimento Personalizzato: per dettagli fare riferimento alla proposta dettagliata ***Visibilità: per dettagli fare riferimento a pagina 3 Pulizia giornaliera non inclusa Per metrature differenti a quelle sopra indicate e superiori a 96mq (128mq, 144mq e multipli di 16mq) considerare 144/al mq. ACCONTO In relazione alla Scheda di adesione ed a quanto prescritto dal Regolamento Generale. La sopracitata ditta chiede di aderire a SIA GUEST 2015 e di ricevere una proposta di partecipazione versando per questo un acconto pari al 30% del totale. MODALITA DI PAGAMENTO tramite: bonifico bancario intestato a RIMINI FIERA SpA Coordinate bancarie: BANCA POP. DELL'EMILIA ROMAGNA Via Emilia 40/B RIMINI IBAN: IT03T Indicare chiaramente il nome della ditta espositrice CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA L Espositore, dalla presa in consegna del materiale, è responsabile del corretto utilizzo dello stesso, intendendo con questo termine il normale stato d uso, fino al momento della riconsegna, con l impegno a coprire ogni ed eventuale onere derivante e/o conseguente all uso improprio e/o non corretto dei materiali noleggiati fino al completo reintegro degli stessi nel caso non vengano restituiti. Per richiesta di adesione alla manifestazione e accettazione del Reg. Gen. La Ditta titolare della scheda di adesione, presa visione del Regolamento Generale, che dichiara di accettare completamente con la stessa sottoscrizione, nel riquadro a fianco, della scheda di adesione, e che restituisce in allegato alla presente, chiede di aderire al prossimo SIA GUEST 2015 Data Timbro e firma leggibile del legale rappresentante della ditta Per specifica approvazione delle clausole di cui alla lettera a) a) Ai sensi e per gli effetti dell Art CC il sottoscritto approva le condizioni di partecipazione e le norme generali contenute nel regolamento di manifestazione trascritte ai numeri: 3 al punto a.1 e b.1 (chiusura stand), 4 (accettazione Regolamento Generale e Foro competente), 5 (scheda di adesione), 6 (assegnazione spazio), 7 (modifica-riduzione-sostituzione spazio), 8 (cessione-rinuncia-abbandono), 9-10 (occupazione allestimento stand), 11 (progetti stand), 12 (danneggiamenti), 13 (misure di sicurezza), 14 (sicurezza sul lavoro), 15 (pulizia stand smaltimento rifiuti), 16 (rimozione stand), 17 (modifiche durata, date e orari), 19 (pagamento servizi tecnici e pubblicitari), 22 (sicurezza durante la manifestazione sorveglianza, esonero responsabilità), 23 (danni-assicurazione), 25 (divieto di fumo), 26 (responsabilità macchinari), 27 (emissioni sonore), 28 (pubblicità e volantinaggio), 29 (vendita al dettaglio), 30 (inserimento dati in Catalogo Ufficiale), 31 (responsabilità relativa alla proprietà intellettuale e industriale), 33 (integrazioni ed osservanza Regolamento Generale), 34 (annullamento e sospensione fiera), 35 (comunicazioni e reclami), 36 (osservanza disposizioni), 37 (convegni, concorsi e business meeting), 38 (liberatoria immagini) Per specifica approvazione delle clausole del Reg. Gen. di cui alla lettera a) Data Timbro e firma leggibile del legale rappresentante della ditta In relazione alla richiesta di adesione alla manifestazione SIA GUEST 2015 la ditta sopra indicata dichiara sotto la propria responsabilità che: NON è soggetto agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari ex legge 136/2010 è soggetto agli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari ex legge 136/2010. Nel qual caso si impegna a compilare e restituire il modulo tracciabilità flussi finanziari a pag.11 Data Timbro e firma leggibile del legale rappresentante della ditta

5 5 ISCRIZIONE CO-ESPOSITORE La ditta, titolare dello stand iscrive, ai sensi dell Art. 18 del R.G., le seguenti ditte coespositrici 1), ospitandole all interno del proprio stand ed impegnandosi a versare la cifra di 750,00 2) più la quota di iscrizione 2) per ognuna delle ditte stesse. DATI INTESTAZIONE FATTURE 3) Partita IVA Codice fiscale No. Iscrizione C.C.I.A.A. Indirizzo Telefono Fax Città CAP Prov. Nazione Responsabile azienda Note: rinviare questo modulo solo se compilato 1) Le aziende Co-Espositrici partecipano direttamente alla manifestazione e saranno inserite nel Catalogo Ufficiale con la dicitura: "ospite di" seguita dalla Ragione Sociale della ditta Ospitante. 2) Detti importi vanno maggiorati di iva se dovuta. 3) Gli importi dovuti per le ditte co-espositrici vengono automaticamente imputati alla ditta titolare dello stand; se si desidera che la fatturazione sia imputata a un soggetto diverso, indicarlo chiaramente nel riquadro superiore. DATI DITTA CO-ESPOSITRICE A Indirizzo Incaricato Telefono diretto CAP Città Prov. diretta Tel. Fax Website DATI DITTA CO-ESPOSITRICE B Indirizzo Incaricato Telefono diretto CAP Città Prov. diretta Tel. Fax Website RIMINI FIERA SPA declina ogni responsabilità derivante da eventuali errori od omissioni nella stampa del Catalogo Ufficiale. Non si assume inoltre nessuna responsabilità per il mancato inserimento degli espositori che non abbiano provveduto a far pervenire il modulo debitamente compilato nei tempi previsti, o che non abbiano versato interamente o in parte le somme relative all'iscrizione delle Ditte co-espositrici. IL RAPPRESENTANTE LEGALE DELLA DITTA DATA TIMBRO E FIRMA LEGGIBILE

6 6 INFORMATIVA EX ART. 13 D.Lgs. n.196/2003 INFORMATIVA EX ART. 13 D.Lgs. n. 196/2003 Partita IVA Codice fiscale Responsabile azienda Indirizzo Telefono Fax Città CAP Prov. Nazione INFORMATIVA EX ART. 13 D.Lgs. n. 196/2003 Rimini Fiera Spa desidera informare il partecipante che con la compilazione della scheda di adesione potrà fornire i dati personali necessari per partecipare all'evento. La compilazione della scheda è facoltativa ed il mancato conferimento dei dati indicati potrebbe comportare la non accettazione della partecipazione. I dati così acquisiti sia riguardanti il partecipante sia le eventuali ditte da esso rappresentate nonché le riproduzioni fotografiche indicate all articolo denominato LIBERATORIA FOTOGRAFICA AI SENSI DELLA LEGGE n.633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche del Regolamento Generale di manifestazione, saranno trattati, anche con strumenti elettronici, da dipendenti, collaboratori e professionisti appositamente incaricati dalla nostra Società (titolare del trattamento) con procedure informatizzate e modalità idonee ad assicurare la corretta gestione dei servizi collegati alla partecipazione alla manifestazione e dei connessi adempimenti amministrativi e normativi, nonché per l inserimento dei dati personali nel catalogo Ufficiale e pianta della manifestazione che avrà diffusione in ambito nazionale ed internazionale. Per le medesime finalità, i dati potranno essere trattati anche da altre società del Gruppo Rimini Fiera e potranno essere comunicati a società terze che, in qualità di titolari o responsabili, ci forniscono servizi inerenti alla manifestazione. Inoltre, previo consenso (da rilasciare tramite le apposite caselle da selezionare), i dati possono essere trattati dalla nostra Società e dalle altre società del nostro Gruppo, per finalità di: a. invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali per posta, telefono, sistemi automatizzati di chiamata, fax, , sms, mms, sulle manifestazioni fieristiche di suo interesse e sui servizi e prodotti della nostra Società e delle società del nostro Gruppo. b. analisi dei dati, manifestazioni e servizi attinenti al partecipante per l'individuazione, attraverso anche elaborazioni elettroniche, delle sue preferenze e dei possibili servizi e prodotti di suo interesse. c. i dati potranno essere altresì trattati per l'invio di comunicazioni commerciali, promozionali e pubblicitarie per posta, telefono, sistemi automatizzati di chiamata, fax, , sms, mms, concernenti prodotti e servizi di terzi (organizzatori, espositori, operatori coinvolti nelle manifestazioni fieristiche od operanti anche in altri settori) interessati a proporre vantaggiose offerte commerciali ai partecipanti delle nostre fiere e mostre. A tal fine, i dati potranno essere anche comunicati o ceduti a tali soggetti in modo da permettergli di utilizzarli direttamente per l'invio delle loro comunicazioni commerciali. Per le finalità sopra descritte, il rilascio dei dati è comunque facoltativo e non ha conseguenze sulla partecipazione all'evento, ed i dati saranno comunque gestiti mediante procedure informatizzate a livello di Gruppo e potranno essere conosciuti, all'interno delle strutture delle società del nostro Gruppo, da personale a ciò incaricato e da incaricati di società di fiducia che svolgono, per nostro conto, alcuni servizi inerenti alla manifestazione. In ogni momento potrà accedere ai suoi dati personali ed eventualmente chiederne l'aggiornamento, la rettifica o integrazione se inesatti od incompleti, la cancellazione od il blocco se trattati in violazione di legge, ovvero opporsi al loro uso per l'invio di comunicazioni commerciali ed esercitare gli altri diritti previsti dall'art. 7 del d.lgs. 196/2003, rivolgendosi a Rimini Fiera Spa, Via Emilia 155, Rimini, oppure inviando un al seguente indirizzo Si informa che, per effetto degli ultimi interventi normativi, le disposizioni del d.lgs. n. 196/2003 e successive modificazioni ed integrazioni, recante il Codice in materia di protezione dei dati personali (il c.d. "Codice Privacy") riguardano il trattamento dei dati relativi a persone fisiche (dati personali) e non sono applicabili nei confronti delle informazioni riguardanti società, enti ed associazioni (denominazione, sede, attività, ecc. ). Consenso del Partecipante al trattamento dei suoi dati personali In relazione all'informativa privacy sopra riportata, dichiara di acconsentire al trattamento dei suoi dati personali da parte di Rimini Fiera e delle altre società del Gruppo Rimini Fiera per finalità di: a) invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato o comunicazioni commerciali per posta, telefono, sistemi automatizzati di chiamata, fax, , sms, mms, sulle manifestazioni fieristiche, servizi e prodotti della nostra Società e delle società del nostro Gruppo: Si, acconsento No, non acconsento b) analisi dei dati per l'individuazione, attraverso anche elaborazioni elettroniche, delle sue preferenze e dei possibili servizi e prodotti di suo interesse: Si, acconsento No, non acconsento c) invio di comunicazioni commerciali, promozionali e pubblicitarie per posta, telefono, sistemi automatizzati di chiamata, fax, , sms, mms, concernenti prodotti e servizi di terzi (organizzatori, espositori, operatori coinvolti nelle manifestazioni fieristiche od operanti anche in altri settori), e/o cessione dei dati ai terzi per l'invio delle loro comunicazioni commerciali: Si, acconsento No, non acconsento DATA (Timbro e firma del Responsabile)

7 7 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI NOTA BENE: Compilare solo se soggetti alla tracciabilità x legge 136/2010 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI - LEGGE 136 DEL 13 AGOSTO 2010 Partita IVA Codice fiscale Responsabile azienda Indirizzo Telefono Fax Città CAP Prov. Nazione In relazione alla richiesta di partecipazione alla manifestazione SIA GUEST 2015, di cui il presente allegato costituisce parte integrante, il soggetto sopra indicato dichiara sotto la propria responsabilità che: E SOGGETTO AGLI OBBLIGHI DI TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI EX LEGGE 136/2010 e con la presente comunica che il codice attribuito dall Autorità di Vigilanza è il seguente: C.I.G. C.U.P. (se obbligatorio ai sensi dell art. 11 L. 3/2003) nel caso in cui il Codice C.I.G. e C.U.P. (se obbligatorio) non vengano forniti prima che abbia inizio l esecuzione della prestazione, Rimini Fiera sarà ritenuta esonerata da ogni responsabilità in ordine agli obblighi di cui alla Legge 136 del 2010 DATA Timbro e firma del Dirigente Responsabile Nell ipotesi di assoggettamento agli obblighi di tracciabilità, Rimini Fiera Spa, al fine di poter assolvere agli obblighi dall art.3 della legge n.136/2010 DICHIARA: di essere a conoscenza degli obblighi a proprio carico disposti dalla legge 136/2010 e di prendere atto che il mancato rispetto degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari, oltre alle sanzioni specifiche, comporta la nullità assoluta del contratto di fornitura del servizio/i, nonché determina la risoluzione di diritto del contratto nel caso di mancato utilizzo del bonifico bancario o postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle operazioni; che nei contratti sottoscritti con i subappaltatori e i subcontraenti inserirà, a pena nullità assoluta, un apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge sopra richiamata; che darà immediata comunicazione alla Stazione Appaltante e alla Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo della Provincia ove ha sede la Stazione Appaltante, qualora avesse notizia dell inadempimento della propria controparte agli obblighi di tracciabilità finanziaria di cui all art. 3 legge 136/2010; che gli estremi identificativi dei conti correnti dedicati ai pagamenti del contratto di partecipazione sottoscritto con il contraente sono: IBAN: IT 53 T CC IT 27 Z IT 53 T IT 29 F IT 20 P IT 71 G IT 48 H IT 65 T IT 03 T IT 38 Z IT 51 F BANCA CARIM S.p.A. Intesa Sanpaolo S.p.a. Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Banco Popolare Soc.Coop. San Geminiano e San Prospero UniCredit S.p.A. Banca Malatestiana Credito Cooperativo Unipol Banca S.p.A. Banca Popolare Emilia Romagna Soc.Coop, Banca Nazionale Del Lavoro S.p.A. Unicredit S.p.A. che i soggetti delegati ad operare su detti conti sono: Cognome e nome Carica C.F. Cagnoni Lorenzo Presidente CGNLNZ39C22H294P Costa Carlo Direttore Amministrativo CSTCRL68L02H355S Domiciliati per la carica presso Rimini Fiera S.p.A., via Emilia Rimini. Rimini Fiera S.p.A. Il Presidente

8 8 REGOLAMENTO GENERALE DI MANIFESTAZIONE DATA Art. 1 - SIA GUEST Salone Internazionale dell Accoglienza organizzato da Rimini Fiera Spa, si svolgerà presso il Quartiere Fieristico di Rimini - via Emilia, Rimini (RN), dall 08 al 10 ottobre L accesso alla manifestazione sarà così regolato: giovedì 08 ottobre , venerdì 09 ottobre , sabato 10 ottobre VISITATORI Art. 2 - La fiera è riservata agli operatori professionali che possono accedere alla manifestazione se in possesso di valido titolo. Avranno diritto di accesso ai business meetings solo ed esclusivamente operatori economici dei settori oggetto della manifestazione. È vietato l ingresso al pubblico non autorizzato. L Organizzatore si riserva pertanto il diritto di non far accedere alla manifestazione a proprio insindacabile giudizio categorie professionali che non operano nel settore turistico ESPOSITORI Art. 3 - Sono ammessi a partecipare: a) Le aziende che espongono prodotti e servizi di loro produzione o loro concessionari, agenti, rivenditori, rappresentanti esclusivi per l Italia di aziende estere. a.1) È fatto obbligo di esporre e commercializzare solo ed esclusivamente prodotti, macchinari e attrezzature nuove ovvero non precedentemente utilizzati a scopo commerciale da altri gestori/ esercenti/ pubblici esercizi. In caso di accertata violazione di tale obbligo da parte del personale di Rimini Fiera S.p.A., Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di chiudere lo stand. a.2) I rappresentanti devono obbligatoriamente dichiarare nella Scheda Catalogo l elenco delle Case che essi rappresentano ed i cui prodotti, servizi e/o marchi commerciali si ripromettono di esporre. L organizzazione si riserva in qualsiasi momento la facoltà di richiedere i mandati di rappresentanza o la documentazione comprovante tale tipo di rapporto; in caso di mancanza di mandato di rappresentanza, Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di chiudere lo stand. a.3) Le aziende possono chiedere di ospitare all interno del proprio stand altre aziende dichiarandolo obbligatoriamente attraverso la domanda di iscrizione sotto la voce Coespositori, senza con questo avere diritto ad alcuna riduzione. Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di autorizzare o meno; in caso di mancata richiesta e/o mancata autorizzazione Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di chiudere lo stand. Ogni responsabilità in conseguenza di ciò, nei confronti delle società ospitate e/o in collettiva sarà da intendersi a totale carico della società ospitante e/o ente promotore della collettiva. b) Le associazioni di categoria, gli enti economici e gli organismi che istituzionalmente svolgono azioni di promozione per il settore, prestazione di servizi per il settore, attività di studio, informazione e divulgazione nel campo specifico. Le domande di iscrizione, da compilarsi su appositi moduli forniti dalla segreteria di Rimini Fiera S.p.A., saranno accettate fino a disponibilità di spazio. Le schede dovranno essere presentate a Rimini Fiera S.p.A. Ove non espressamente specificato, gli articoli del presente regolamento sono applicabili sia ai Partecipanti che acquistano un area espositiva, sia agli sponsor, sia ai partecipanti in cambio merce. Art. 4 - Con la presentazione della scheda di adesione, e della successiva proposta di partecipazione regolarmente firmati, il partecipante: a) accetta di partecipare alla manifestazione alle condizioni economiche indicate nella suddetta proposta; b) accetta, incondizionatamente, le norme del presente regolamento; c) riconosce per qualsiasi controversia la competenza del Foro di Rimini. SCHEDA DI ADESIONE - REGOLE PER I PARTECIPANTI ESPOSITORI Art. 5 - Rimini Fiera si riserva la facoltà di non accettare la scheda di adesione, qualora al momento della sua presentazione, la stessa non sia integrata da: a) versamento dell acconto+iva (come indicato nella scheda di adesione), che verrà restituito in caso di mancata accettazione della scheda di adesione; b) il presente Regolamento Generale debitamente sottoscritto in tutte le sue parti con timbro dell azienda e firma del legale rappresentante; Il versamento dell acconto potrà essere effettuato tramite: Bonifico Bancario intestato a Rimini Fiera S.p.A. Coordinate bancarie: BANCA POP. DELL'EMILIA ROMAGNA Via Emilia 40/B RIMINI IBAN: IT03T indicando nel versamento la causale "ACCONTO SIA GUEST 2015" e nome ditta espositrice. A ricevimento dell acconto verrà emessa fattura corrispondente all importo versato. Le adesioni saranno accettate sino ad esaurimento delle aree espositive disponibili, comprese quelle che possono essere ricavate, a discrezione ed a insindacabile giudizio delle direzioni, in zone diverse dai padiglioni (es. hall sud, rotonda, eventuali spazi esterni, ecc.). Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di inserire in lista d attesa le domande di iscrizione incomplete o non in originale. La facoltà di Rimini Fiera S.p.A. di non accettare la domanda di iscrizione è subordinata anche alla regolarizzazione dei sospesi amministrativi. Particolari richieste circa la posizione dello stand non vengono riconosciute come condizioni per la partecipazione. Non è ammessa l esclusione della concorrenza. L ammissione quale espositore è subordinata all accettazione della domanda di iscrizione (debitamente compilata) da parte di Rimini Fiera S.p.A. che delibera a suo insindacabile giudizio. Il saldo deve essere effettuato, sempre con bonifico bancario, entro il 26 giugno L'accettazione della scheda verrà segnalata all'espositore, unitamente alla segnalazione dello spazio assegnato, tramite un apposito documento denominato "proposta di partecipazione". La proposta di partecipazione deve essere restituita compilata e firmata entro i termini indicati nello stesso. Rimini Fiera si riserva la facoltà di non accettare la suddetta proposta controfirmata qualora: - non arrivi nei termini previsti: - la ditta non abbia versato l acconto nelle scadenze previste nella scheda di adesione e indicate nel presente regolamento all art. 5; - in caso di altri sospesi amministrativi. In mancanza di tale pagamento, Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di non consentire l allestimento dello stand né all azienda espositrice né ad eventuali allestitori da questa incaricati. In caso di mancata accettazione della scheda di adesione o della proposta di partecipazione, Rimini Fiera ne darà tempestiva e motivata comunicazione. REGOLE PER I PARTECIPANTI IN CAMBIO MERCE I Partecipanti in cambio merce dovranno presentare i seguenti documenti: a) il presente Regolamento Generale e il successivo Modulo di iscrizione regolarmente compilato, debitamente sottoscritto in tutte le sue parti con timbro dell azienda e firma del legale rappresentante; b) fattura in cambio merce, come da accordi con il Responsabile di Manifestazione, intestata a Rimini Fiera S.p.A., con sede in Rimini, via Emilia 155, Rimini, Codice Fiscale/Partita Iva Resta comunque facoltà di Rimini Fiera S.p.A. di non accettare il modulo di iscrizione in presenza di sospesi amministrativi. ASSEGNAZIONE STAND Art. 6 - L assegnazione degli spazi espositivi viene decisa dalla Direzione, tenuto conto dell interesse generale dell esposizione, della priorità della data di ricezione della scheda di adesione, della superficie richiesta e, nei limiti del possibile, delle preferenze espresse dal richiedente. Si fa altresì presente che la piantina che verrà allegata alla proposta ha carattere provvisorio in quanto le aree e gli stand circostanti lo spazio assegnato potrebbero subire delle variazioni. Per esigenze di lay out di manifestazione, Rimini Fiera S.p.A. avrà facoltà, a proprio insindacabile giudizio, di modificare/ridurre la larghezza standard delle corsie in alcuni padiglioni ed in alcune aree all interno dei padiglioni senza compromettere la sicurezza e la transitabilità delle stesse e senza che nulla il Partecipante possa eccepire al riguardo. MODIFICA, RIDUZIONE SOSTITUZIONE SPAZIO Art. 7 - Anche successivamente alla notifica della proposta di partecipazione, Rimini Fiera S.p.A. si riserva tuttavia la possibilità di spostare, variare o modificare l area assegnata, nell interesse e per la buona riuscita della manifestazione. Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà, da esercitare a suo insindacabile giudizio, in qualsiasi momento, e quindi anche durante la Fiera, nel caso in cui il piano della stessa dovesse subire modificazioni e in qualsiasi altro caso, sia di modificare o ridurre lo spazio, già concesso, che di sostituirlo con altro, anche di zona diversa. Si precisa che il numero dei fronti espositivi potrà essere modificato qualora le esigenze planimetriche della manifestazione lo richiedano. Verificandosi uno qualsiasi di tali casi, il partecipante non ha diritto ad altro che all eventuale conguaglio dell importo dovuto. CESSIONE - RINUNCIA ABBANDONO REGOLE PER I PARTECIPANTI - ESPOSITORI Art. 8 - È vietato subaffittare o cedere, anche gratuitamente lo stand o parte di esso senza la preventiva autorizzazione di Rimini Fiera S.p.A. L Espositore che per comprovata impossibilità non fosse in grado di intervenire alla manifestazione, può chiedere il recesso dal contratto, previa comunicazione tramite raccomanda A.R. da inviarsi a Rimini Fiera S.p.A. Verranno applicate in caso di recesso le seguenti penali: 50% dell intera quota di partecipazione per cancellazioni avvenute da 90 giorni (dall 8 luglio 2015) a 60 giorni (fino al 7 agosto 2015) di calendario prima della manifestazione. Il 100% dell intera quota di partecipazione dopo tale termine (a partire dall 8 agosto 2015). Nell ipotesi di riduzione degli spazi espositivi, su espressa richiesta dell Espositore comunicata a Rimini Fiera S.p.A., si applicheranno, relativamente alla quantità di spazio ridotta, le medesime condizioni. REGOLE PER PARTECIPANTI IN CAMBIO MERCE Per i partecipanti in cambio merce in caso di disdetta si applicheranno le disposizioni di volta in volta concordate con il Responsabile di Manifestazione. OCCUPAZIONE ALLESTIMENTO Art. 9 Per i lavori di allestimento dello stand, compresa l eventuale cessione a noleggio di materiale a ciò occorrenti, la Direzione si riserva di attribuire la qualifica di «fornitore autorizzato» a una o più ditte, i cui nomi saranno comunicati tempestivamente ai partecipanti, assieme alle tariffe delle loro prestazioni. La Direzione declina ogni responsabilità per i lavori eseguiti da fornitori autorizzati, sia per ogni altro servizio appaltato a terzi. Per le condizioni di fornitura vale quanto previsto ed indicato nella sezione SERVIZI ON LINE dell area riservata. Art. 10 Si ricorda che in mancanza del pagamento del saldo non sarà consentito l allestimento dello stand né all azienda partecipante né ad eventuali allestitori da questa incaricati. In caso di mancato, immediato pagamento del saldo il partecipante moroso decade dal diritto di partecipazione e l Organizzatore, oltre a trattenere l anticipo già versato ed a pretendere il relativo saldo, ritiene libera l area espositiva che può essere eventualmente affittata ad altro Partecipante. L allestimento degli stand potrà iniziare 6 giorni prima dell inaugurazione (venerdì, 02 ottobre 2015), dalle 8.00 alle 21.00, e dovrà terminare entro le ore di martedì 06 ottobre Nella giornata precedente l inaugurazione (mercoledì 07 ottobre 2015) gli allestitori non avranno accesso ai padiglioni; l accesso sarà consentito esclusivamente ai Partecipanti i quali potranno effettuare solo le operazioni finali di posizionamento del campionario. Eventuale riduzione delle giornate di allestimento o modifiche dell orario verranno comunicate nella documentazione tecnica in area riservata. Eventuali lavori di completamento o modifiche oltre l orario di chiusura devono essere eseguite con l autorizzazione della Direzione Tecnica di Rimini Fiera e con un servizio di vigilanza specifico a carico dell azienda partecipante, tra la chiusura serale e l apertura mattutina. La richiesta di tale servizio dovrà pervenire entro le ore del medesimo giorno di utilizzo al S.A.T.E. (Servizio Assistenza Tecnica Espositori). Protrazioni di orario nell ultimo giorno di allestimento dovranno essere approvate dall Ufficio Tecnico e saranno concesse solo in casi eccezionali. I costi di tali servizi sono specificati nella sezione SERVIZI ON LINE dell area riservata. Si fa inoltre presente che durante le giornate di allestimento non sarà concesso l utilizzo di gru o autogru per lo scarico merci all interno dei padiglioni; tali mezzi potranno essere utilizzati in un periodo antecedente le cui date verranno pubblicate a cura della Direzione Tecnica di Rimini Fiera nella sezione area riservata sul sito di manifestazione. I Partecipanti che non avranno occupato la propria area od iniziato il loro allestimento entro le ore del giorno precedente l inaugurazione, verranno considerati rinunciatari ad ogni effetto, applicandosi le sanzioni previste dall Art. 7 punto 3 del presente regolamento. PROGETTI STAND Art a) stand preallestiti. Lo stand viene messo a disposizione dell espositore con allestimento di tipo unificato realizzato con lo scopo di dare uniformità d insieme alla presentazione degli espositori. Sono vietate modifiche da parte dell Espositore, quali apertura dei pannelli divisori o esposizioni al di fuori dello spazio assegnato (lateralmente, nell area sovrastante lo stand, nei corridoi).

9 9 11.b) stand personalizzati. Ogni azienda partecipante è obbligata ad occupare la superficie assegnata con uno stand avente caratteristiche tecniche ed estetiche compatibili con l immagine generale della manifestazione. Lo stand, inoltre, dovrà recare la denominazione dell azienda partecipante. Ogni progetto relativo all allestimento personalizzato dovrà essere approvato dalla Direzione Tecnica di Rimini Fiera S.p.A. e presentato tassativamente entro il 28 agosto Rimini Fiera S.p.A. verificherà che l allestimento sia conforme a quello autorizzato e, nel caso nel caso vengano riscontrate differenze, l espositore sarà tenuto ad uniformarsi. Nell ipotesi in cui l espositore non adempia a tutto quanto sopra, Rimini Fiera S.p.A. avrà facoltà di non consentirgli la partecipazione alla manifestazione, pretendendo, a titolo di risarcimento del danno, il pagamento dell intero importo dell area espositiva. I partecipanti devono, in ogni caso, allestire e tenere i loro stand in modo da non nuocere all estetica e alla visibilità degli stand vicini e da non arrecare danno agli altri partecipanti; in particolare, gli allestimenti personalizzati potranno delimitare al massimo il 50% di ciascun lato perimetrale aperto e le altezze dovranno rispettare le norme comunicate dall Organizzatore. La Direzione Tecnica, nell esaminare il progetto in base a quanto sopra riportato, verificherà le condizioni di visibilità nel rispetto degli stand confinanti. Poiché le aree non sono dotate di pareti divisorie, è fatto obbligo ad ogni azienda, a proprio carico, di realizzare allestimenti che prevedano tali separazioni dai partecipanti confinanti. L allestimento dovrà essere contenuto entro la superficie assegnata, individuabile mediante righe a vernice oppure a gesso e l altezza dovrà contenersi, fatti salvi i casi espressamente ed insindacabilmente autorizzati, dietro richiesta scritta, dalla Direzione Tecnica di Rimini Fiera S.p.A., entro: 1 Stand di prima fascia / Area Rossa: (prime due file di stand fronte piscine o, in caso di padiglioni gemellari, gli stand prospicienti la hall centrale quest ultima inclusa tra la 1a e la 2a porta di sicurezza) l altezza massima deve essere non più di 5 mt. 2 Stand di seconda fascia: (tra la 2a e la 3a porta di sicurezza) e terza fascia (dopo la 3 porta di sicurezza) l altezza massima deve essere non più di 6 mt. In deroga a quanto sopra esposto ai punti 1, 2 non sono soggetti a restrizioni sulle altezze tutti i macchinari esposti. La Direzione Tecnica si riserva inoltre, a suo insindacabile giudizio, di autorizzare la realizzazione di elementi esclusivamente grafici e strutture appese ad altezze superiori rispetto a quelle indicate ai punti 1, 2 purché gli stessi non arrechino disturbo alla visibilità degli stand adiacenti. Gli elementi grafici e le strutture appese devono essere assemblati al suolo e portati in quota con dispositivi di sollevamento motorizzati o manuali. Nelle grandi aree espositive che inglobano gli spazi destinati a corridoi, così come previsto da planimetria standard di padiglione, è obbligatorio non ostruire detti spazi con allestimenti, salvo diversa autorizzazione della Direzione Tecnica di Rimini Fiera S.p.A. Tutte le grafiche bifacciali dovranno essere poste ad una distanza minima di 2 metri dal confine con gli stand adiacenti. Ogni responsabilità degli allestimenti è a carico del partecipante, il quale esonera espressamente Rimini Fiera S.p.A. per i danni eventualmente derivati a se medesimo e a terzi da difetti di allestimento causati da calcolo errato o da costruzione imperfetta. Art Il partecipante si obbliga a non deteriorare l intonaco e il pavimento, ad usare cavalletti o telai per appendere o fermare oggetti. Il partecipante (o chi per lui) è obbligato, nella preparazione del proprio stand, ad utilizzare solo idropittura (vernice ad acqua). I pannelli degli stand sono in legno tamburato con finitura laccata colore bianco brillante e misurano in H cm 290x100x5; le pareti sono lisce senza montanti e la particolare finitura laccata non ammette fissaggi di poster, manifesti o altro con fori, puntine, chiodi o biadesivo. I fissaggi sono possibili con nastro adesivo trasparente e/o ganci e catenelle appese dal bordo superiore della parete. In ogni padiglione verrà allestita una postazione in cui questi materiali saranno disponibili gratuitamente. Nel caso il cliente desideri l assistenza del personale di servizio può prenotarla utilizzando il modulo J. Gli eventuali danneggiamenti dovranno essere risarciti: a garanzia di essi rimarrà il materiale esposto, sul quale Rimini Fiera S.p.A. avrà la facoltà di rivalersi. NORME DI SICUREZZA PREVENZIONE INCENDI IMPIANTO ELETTRICO Art Tutti i materiali da impiegare per l allestimento dei posteggi (divisori, fondali, strutture varie, pedane, rivestimenti, tessuti, cielini, tende, moquettes, ecc.) devono essere INCOMBUSTIBILI, IGNIFUGHI ALL ORIGINE O IGNIFUGATI ai sensi delle norme vigenti e successive integrazioni e modifiche. A tale scopo il partecipante è tenuto a trasmettere a Rimini Fiera prima dell inizio della manifestazione, il Certificato di Ignifugazione ed il rapporto di prova sui materiali che intende utilizzare, come meglio indicato nello specifico Modulo Prevenzione Incendi. Ogni stand dovrà essere dotato di estintori con capacità non inferiore ai BC, ed in ragione di 1 ogni 100 mq. di superficie espositiva. Inoltre l estintore dovrà essere collocato in posizione baricentrica all interno dello stand. Il mancato rispetto delle misure di sicurezza e di prevenzione darà senz altro titolo a Rimini Fiera di: - vietare all azienda allestitrice inadempiente di operare nel Quartiere Fiera; - escludere il partecipante dalla partecipazione alla manifestazione ed a qualsiasi altra che avrà svolgimento nel quartiere fieristico di Rimini. Tutte le installazioni elettriche all interno degli stand sono a totale carico del Partecipante, il quale dovrà realizzarle a regola d arte in conformità alle normative vigenti. In particolare gli impianti devono essere realizzati osservando scrupolosamente le norme vigenti. Successivamente all avvenuta installazione degli impianti negli stand, ciascun Partecipante e Allestitore è tenuto a presentare a Rimini Fiera la Dichiarazione di Conformità dell Impianto Elettrico a regola d Arte attestante la rispondenza degli impianti stessi alla regola d arte compilando il relativo modulo inserito nel fascicolo Guida per l Espositore, da conservarne copia presso lo stand. L allacciamento alla rete di Rimini Fiera e gli impianti elettrici degli stand potrà essere effettuata esclusivamente dagli elettricisti ufficiali di Rimini Fiera, previo ritiro del modulo relativo alla Dichiarazione di conformità dell impianto a regola d arte (ex D.M. 37/2008) debitamente compilato e sottoscritto da professionista abilitato. Tutti i componenti dell impianto elettrico devono risultare conformi alle norme C.E.I. ed avere il marchio IMQ od equivalenti per Nazioni Estere. SICUREZZA SUL LAVORO Art Il Partecipante è tenuto ad osservare le vigenti disposizioni in materia di sicurezza sul lavoro ed in particolare a quanto previsto dal DLgs.81/2008 e successive modifiche ed integrazioni, tra cui il Decreto interministeriale Salute Lavoro del 22 luglio 2015, ad attenersi al DUVRI di Rimini Fiera S.p.A. scaricabile sul sito di manifestazione, sotto la voce "Espositori. Il Partecipante, nell'affidamento dei lavori di allestimento e disallestimento, o di qualsiasi altro lavoro all'interno del quartiere fieristico, dovrà, inoltre, attenersi a quanto segue: 1) verificare, anche attraverso l'iscrizione alla Camera di Commercio, Industria e Artigianato l'idoneità tecnico-professionale delle imprese appaltatrici e dei lavoratori autonomi in relazione ai lavori da affidare in appalto o contratto d'opera; 2) verificare la regolarità contributiva delle imprese appaltatrici in relazione ai lavori da affidare in appalto o contratto d'opera, facendosi consegnare copia del DURC; 3) fornire agli stessi soggetti dettagliate informazioni sui rischi specifici esistenti nell'ambiente in cui sono destinati ad operare e sulle misure di prevenzione e di emergenza adottate in relazione alla propria attività; 4) coordinare gli interventi di protezione e prevenzione dai rischi cui sono esposti i lavoratori con scambi di informazioni, al fine di eliminare i rischi dovuti alle interferenze tra i lavori delle diverse imprese coinvolte nell'esecuzione dell'opera complessiva. Il Partecipante dovrà promuovere l'azione di coordinamento, consegnando ai propri fornitori/allestitori/appaltatori copia del DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze) redatto da Rimini Fiera S.p.A., raccogliendo eventuali osservazioni od integrazioni proposte dai fornitori allestitori/appaltatori stessi e dandone repentina informazione all'ufficio Tecnico di Rimini Fiera. 5) il partecipante o l'allestitore, in ogni caso, dovrà produrre un proprio DUVRI o POS in relazione all'attività svolta che rimarrà a disposizione sul luogo di lavoro Con la sottoscrizione delle presenti disposizioni sul modulo di partecipazione, il Partecipante dichiara di avere preso attenta visione del contenuto del DUVRI di Rimini Fiera, impegnandosi ad osservarne le prescrizioni e a consegnarne copia ai propri fornitori/allestitori/appaltatori. PULIZIA STAND SMALTIMENTO RIFIUTI SMALTIMENTO ECCEDENZE ALIMENTARI RIMOZIONE STAND Art. 15 La pulizia stand inclusa nei pacchetti espositivi è effettuata la notte prima della manifestazione e le notti durante i giorni di svolgimento della manifestazione. Ad ogni Partecipante è fatto obbligo, durante tutto il periodo di apertura della manifestazione, di provvedere alla pulizia del proprio stand ed allo svuotamento dei propri cestini nelle aree di raccolta dedicate. In particolare il Partecipante è obbligato a riconsegnare il posteggio nello stato in cui si trovava al momento dell occupazione, quindi libero da eventuali nastri adesivi, materiali di scarto, rifiuti, ecc. Il Quartiere Fieristico di Rimini effettua la raccolta differenziata. Il Partecipante è tenuto, durante la sua permanenza in fiera, a conferire il rifiuto differenziato (carta, vetro, pvc, lattine) nelle apposite isole ecologiche ubicate in ogni padiglione. Il rifiuto indifferenziato invece potrà essere collocato nei cestini presenti in corsia oppure collocato fuori dello stand al termine all orario di fine manifestazione. I bar ed i punti di ristoro interni al quartiere sono attrezzati per lo smaltimento dei prodotti biodegradabili ed utilizzano prodotti per la distribuzione (piatti, bicchieri, posate, ecc.) in materiale biodegradabile. Pertanto, tutti i rifiuti biodegradabili (resti di cibo, piatti, bicchieri, posate, ecc.) prodotti nelle zone ristoro dovranno essere collocati negli appositi contenitori per il rifiuto biodegradabile presenti in loco. RIMOZIONE STAND Art. 16 Prima della fine della Fiera non è permesso smontare interamente o parzialmente lo stand. Non è permesso asportare materiali esposti prima della chiusura della manifestazione. I Partecipanti che violano questa norma dovranno pagare una penalità contrattuale pari alla metà del canone d affitto lordo dello stand. Il partecipante che al termine della manifestazione abbia sospesi amministrativi con l Organizzatore non avrà diritto a ritirare il Buono Ritiro Campionario e quindi non sarà autorizzato ad iniziare i lavori di disallestimento. Qualora il Partecipante non saldi nell immediato quanto dovuto, l Organizzatore tratterrà, con diritto di rivalsa, merci e materiali di allestimento che si trovano nello stand dell azienda. Le operazioni di rimozione campionario saranno consentite ai soli Partecipanti in regola con i sospesi amministrativi e in possesso del Buono Ritiro Campionario; tali operazioni, inoltre, si potranno effettuare dalle ore alle ore di sabato 10 ottobre Lo smontaggio degli stand dovrà essere ultimato entro il termine massimo di TRE giorni dalla fine della Fiera, secondo il seguente orario: ottobre 2015 dalle 8.00 alle Trascorsi i termini sopraindicati senza che il partecipante abbia ultimato le operazioni, l Organizzatore può procedervi d ufficio a spese, a rischio e per conto del partecipante. Trascorsi 30 gg. dalla chiusura della Fiera, è data facoltà a l Organizzatore di fare vendere, senza formalità di sorta, i materiali ed i campioni esposti, che il Partecipante non abbia provveduto a ritirare. Sull importo ricavato dalla vendita, l Organizzatore si soddisfa per quanto dovutole dal Partecipante e tiene l importo residuo a disposizione di questo per il termine massimo di 6 giorni, trascorso il quale l importo medesimo viene incamerato da l Organizzatore il quale non assume responsabilità alcuna per i materiali ed i prodotti comunque rimasti nel quartiere fieristico e può farli traslocare altrove, sempre a spese, a rischio e per conto del partecipante. Si precisa, altresì, sempre con riferimento a tutto quanto sopra, che Rimini Fiera S.p.A. non sarà ritenuta in alcun modo responsabile in caso di danneggiamenti occorsi ai materiali sia in fase di smontaggio, sia in fase di trasloco degli stessi e sia nella fase in cui rimangano incustoditi presso il Quartiere. Art Rimini Fiera S.p.A. ha la facoltà di modificare la durata, la data di apertura e di chiusura e l orario giornaliero della Fiera. Tale facoltà non comporta per Rimini Fiera S.p.A. alcuna corresponsione al partecipante di rimborsi complessivi o indennizzi di sorta. Partecipanti e dipendenti, possono accedere alla Fiera 30 minuti prima della apertura e devono abbandonare i locali alla chiusura. Rimini Fiera S.p.A., può, a richiesta, autorizzare il prolungamento della permanenza. TARIFFE Art Le aree espositive sono tenute in condizioni di visibilità ed accessibilità. Il canone di partecipazione per gli stand di tipologia standard per tutta la durata della fiera, è così differenziato: Preallestito 16mq - Modello A ,70 - Modello F 4.312,70 Gli importi sopra indicati comprendono allestimento a corpo come indicato a pag.2, kit servizi base, 1kw. Area Nuda - 16mq: 2.904,70-32mq: 5.249,40-48mq: 7.594,10-64mq: 9.938,80-96mq: ,80 Gli importi sopra indicati comprendono area nuda, kit servizi base, 1kw per 16mq, 2kw per 32mq, 3kw per 48mq e 4 kw per 64mq e 96mq. Maggiorazione Area Rossa +5% sul costo dell'area per tutti gli stand che si aprono, che son attraversati o che si trovano fra le due corsie principali.). Si calcola sull importo totale dell area sia nuda che preallestita.

10 10 SCHEDA DI ADESIONE L eventuale occupazione di corsie (previa autorizzazione da parte di Rimini Fiera SpA) con moquette o raccordi aerei verrà fatturata al 50% del canone ufficiale. In caso di stand bi-piano (previa autorizzazione da parte di Rimini Fiera SpA), l area destinata a soppalco verrà fatturata al 50% del canone ufficiale. Inoltre, ogni Ditta espositrice dovrà corrispondere, la somma di 560 quale quota di iscrizione comprensiva di: assicurazione come indicato nell art. 23, badge espositori, inserimento a catalogo, imposta comunale sulla pubblicità, 1 tessera parcheggio, 100 biglietti invito web, connessione wi-fi. La somma di 750, oltre la quota di iscrizione, dovrà essere corrisposta da coloro che, previa autorizzazione della Direzione, si fanno ospitare da altri espositori, i quali, per questo, non avranno diritto ad alcuna riduzione. La tassa di ospitalità sarà altresì fatturata all'espositore che, senza previa autorizzazione della Direzione, ospiterà comunque presso il proprio stand ditte non dichiarate attraverso la Scheda di adesione, modulo Co-espositori. Le insegne pubblicitarie nello stand, poste ad una altezza superiore ai 3 mt. dal suolo, sono soggette al pagamento di un canone fiera per la pubblicità di 29,40 al mq. (per mq. si intende la superficie dell'insegna pubblicitaria). Tutte le tariffe s intendono IVA esclusa. PAGAMENTO SERVIZI TECNICI E PUBBLICITARI Art Il saldo dei servizi richiesti deve essere effettuato tramite bonifico bancario (per coordinate vedere articolo 5) entro e non oltre l ultimo giorno di allestimento, fatto salvo per quei servizi tecnici già ricompresi all interno della domanda di iscrizione, il cui pagamento dovrà essere effettuato negli stessi termini dell occupazione dell area (acconto più saldo) di cui all art. 5. Il pagamento dei SERVIZI SUPPLEMENTARI comprese tutte le forme pubblicitarie concordate preventivamente con Rimini Fiera S.p.A., richiesti successivamente alla domanda di partecipazione e di qualunque spesa che Rimini Fiera S.p.A. dovesse sostenere per conto dei Partecipanti dovrà essere effettuato durante il periodo della Fiera presso gli appositi uffici. In caso di disdetta della fornitura dei servizi pubblicitari/sponsorizzazioni/visibilità, sale convegni ed allestimenti personalizzati, verranno applicate le seguenti penali: 50% dell intera quota per cancellazioni avvenute da 90 giorni (dall 8 luglio 2015) a 60 giorni (fino al 7 agosto 2015). Il 100% dell intera quota di partecipazione dopo tale termine (a partire dall 8 agosto 2015). All atto del pagamento, verrà rilasciato il BUONO RITIRO CAMPIONARIO necessario per iniziare le operazioni di smontaggio dello stand e la rimozione dei prodotti esposti. Il mancato pagamento degli importi fatturati autorizza Rimini Fiera S.p.A. a non rilasciare il Buono Ritiro Campionario trattenendo pertanto con diritto di rivalsa, merci e materiali di allestimento che si trovano nello stand della società. TESSERE DI INGRESSO/BADGE ESPOSITORI Art. 20 Gli espositori possono accedere alla manifestazione se muniti di apposito badge scaricabile dall area riservata del sito o ritirabile in fiera. PASS AUTO Art. 21 Il quartiere fieristico è servito di varie aree parcheggio, alcune delle quali specificatamente riservate per gli espositori. L accesso ed il parcheggio in tali aree è riservato ai possessori di apposito pass auto. SICUREZZA DURANTE LA MANIFESTAZIONE SORVEGLIANZA Art. 22 Rimini Fiera S.p.A., pur senza assumere obbligazioni di custodia, impegni o responsabilità di sorta, provvede al servizio permanente di sorveglianza diurna e notturna dalle ore del 3 giorno precedente l apertura fino alle ore 8.00 di quello seguente la chiusura della manifestazione. Indipendentemente da ciò il partecipante deve, durante l orario di apertura della Fiera, vigilare direttamente oppure a mezzo del personale dipendente, il proprio stand ed i prodotti nello stesso esposti. Rimini Fiera S.p.A. è esonerata da qualunque onere di custodia su tutti i prodotti, materiali, attrezzature, macchinari, etc. introdotti presso gli stand dei Partecipanti; in caso di furto o danneggiamento degli stessi, dovuto a cause non imputabili a forza maggiore, sia in fase di allestimento e svolgimento della manifestazione, sia in fase di disallestimento, nessuna responsabilità potrà essere attribuita a Rimini Fiera S.p.A. DANNI ASSICURAZIONE Art. 23 Rimini Fiera S.p.A. non assume alcuna responsabilità per i danni a persone e cose, da chiunque e comunque provocati. Con l adesione alla manifestazione, Rimini Fiera S.p.A. provvede ad assicurare automaticamente le singole aziende partecipanti con una copertura che ha le seguenti caratteristiche: 1) Garanzia multirischi espositori Partecipanti Cosa è assicurato: merce, attrezzatura, arredamento, compreso il valore dello stand per Durata della copertura: periodo di permanenza in Fiera dei valori, compreso il periodo di montaggio e di smontaggio. Rischi assicurati: SINTESI DELLE GARANZIE (*) Incendio da qualsiasi motivo occasionato Azione del fulmine Esplosione del gas Scoppio di apparecchi a vapore o di impianti a termosifone Esplosione di vapori prodotti da sostanze infiammabili Combustione spontanea Urto veicoli stradali Furto Rapina Intemperie Infiltrazioni di acqua piovana o condotta Sfasciamento Rotture (esclusa quelle di oggetti fragili) Caduta di aerei, di loro parti o di cose da essi trasportate. Sono parificati ai danni di cui agli eventi suddetti quelli prodotti alle cose assicurate da guasti fatti per ordine dell Autorità allo scopo di impedire o limitare il danno. Pertanto, non sono assicurati, tra l altro: Destrezza e Taccheggio. Franchigia: opera una franchigia generica di 155 per ogni sinistro, che rimane, comunque, a carico del partecipante. Nel caso di beni all aperto la suddetta franchigia s intende elevata a 516 per ogni sinistro. Modalità di denuncia: l assicurato (singolo partecipante) deve: A) entro le 48 ore successive al sinistro dare comunicazione scritta alla Società Assicuratrice (Zurich International Italia S.p.A.) e a Rimini Fiera S.p.A.; B) in caso di furto, farne anche immediata denuncia alla Pubblica Autorità (ed allegarla alla denuncia) 2) Garanzia di responsabilità civile verso terzi Cosa è assicurato: la responsabilità civile derivante al Partecipante ed ai suoi addetti durante il periodo fieristico comprese le operazioni di allestimento (escluse le operazioni di carico e scarico merci/materiali) e di smontaggio degli stand e le eventuali dimostrazioni e prove pratiche. Gli altri partecipanti sono considerati terzi. La garanzia non comprende i danni alle cose proprie ed a quelle che si detengono a qualsiasi titolo. Massimali assicurativi: per ogni sinistro con il limite di per persona che abbia subito lesioni corporali e di per danneggiamenti a cose. NOTA BENE: (*) In caso di discordanza UNICI DOCUMENTI CERTI sono la Polizza MULTIRISCHI ESPOSITORI PARTECIPANTI e la Polizza RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI depositate presso Rimini Fiera S.p.A. L importo dell assicurazione è incluso nella quota di partecipazione. (vedi art.18) Il Partecipante potrà, comunque, provvedere direttamente alle coperture che riterrà più opportune e convenienti a prescindere da quanto previsto precedentemente da Rimini Fiera S.p.A. Il partecipante, infatti, esonera Rimini Fiera S.p.A. da ogni ordine di responsabilità derivante dalla presenza delle merci, attrezzature, arredamenti, stand, ecc. presso i locali della stessa. DIVIETO DI FUMO Art. 24 Ai sensi della Legge 16 gennaio 2003 n. 3 e del DPCM del 23 dicembre 2003 è assolutamente vietato fumare all interno di tutto il Quartiere Fieristico. Il divieto di fumo è contrassegnato da appositi cartelli recanti la scritta VIETATO FUMARE, integrata dalle indicazioni della relativa prescrizione di legge, delle sanzioni applicabili ai contravventori e dei soggetti a cui spetta vigilare sull osservanza del divieto e a cui compete accertare le infrazioni. Tali cartelli sono situati nei luoghi di accesso al Quartiere Fieristico e di particolare evidenza. All interno della struttura sono inoltre adottati altri cartelli segnalanti il divieto di fumo e recanti la sola scritta VIETATO FUMARE. I trasgressori sono soggetti alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 25 a 250; la misura della sanzione è raddoppiata qualora la violazione sia commessa in presenza di una donna in evidente stato di gravidanza o in presenza di lattanti o bambini fino a 12 anni. Spetta agli agenti di Polizia Municipale, Polizia Giudiziaria, oltreché ai funzionari di questo Ente vigilare sull osservanza del divieto ed accertare le relative infrazioni. È consentito fumare solo nelle aree esterne al Quartiere Fieristico e sotto i porticati collocati all aperto indicati da apposita segnaletica. SOMMINISTRAZIONE ALCOLICI, BEVANDE, PRODOTTI ALIMENTARI, DIETETICI, INTEGRATORI Art. 25 A) Le quantità di alcolici somministrate esclusivamente per degustazione ai visitatori dovranno essere moderate. B) Non è consentito inoltre portare fuori dallo stand bicchieri, bottiglie e/o altri oggetti in vetro: tali oggetti dovranno essere posizionati in luoghi accessibili esclusivamente al personale dell azienda partecipante. C) Le bevande, i prodotti alimentari e/o dietetici e/o integratori somministrati o consegnati ai visitatori sotto forma di omaggio o campione gratuito devono obbligatoriamente essere conformi alla normativa italiana e a quella europea con particolare riguardo alla sicurezza, alla salute delle persone e alla loro immissione in commercio. Il Partecipante, pertanto, si assume personalmente ogni onere e responsabilità anche nei confronti di terzi in genere, nel caso di dichiarazione mendace nonché di eventuali danni derivanti dalla degustazione/offerta di prodotti non rispondenti ai requisiti di legge, manlevando totalmente Rimini Fiera S.p.A. al riguardo. C.1) Le quantità di bevande, prodotti alimentari e/o dietetici e/o integratori somministrati sono da considerarsi esclusivamente per degustazione, dovranno quindi essere moderate e adatte al consumo in loco. È vietato ai partecipanti consegnare ai visitatori prodotti alimentari e/o bevande confezionate o imballate. Ogni azienda partecipante è pertanto chiamata a far rispettare le suddette norme di sicurezza, assumendosene in caso contrario qualsivoglia responsabilità. MACCHINARI E LORO UTILIZZO Art. 26 Tutti i veicoli esposti in mostra devono essere nuovi di fabbrica, omologati o in corso di omologazione per l immatricolazione. Sono esclusi dall immatricolazione i prototipi, per cui deve essere indicato in modo esplicito con apposito cartello prototipo. I macchinari esposti non possono essere messi in funzione se non previa autorizzazione scritta della Direzione, la quale valuterà, caso per caso, a suo insindacabile giudizio l opportunità o meno di concederla. L eventuale concessione dell autorizzazione non comporta assunzione di responsabilità alcuna da parte della Direzione, né comunque esonera il partecipante da qualsiasi responsabilità conseguente il funzionamento dei macchinari anzidetti. Il partecipante deve, quindi, mettere in opera tutti gli accorgimenti ed i dispositivi atti a prevenire gli infortuni e gli incendi, ad attenuare rumori, ad eliminare i cattivi odori, ad evitare emissioni di gas; è assolutamente vietata la messa in funzione di macchine od apparecchiature che comportino l uso di fiamme. In ogni caso i macchinari non dovranno costituire pericoli per alcuno né arrecare ad alcuno molestia. La Direzione si riserva la facoltà di revocare, a suo insindacabile giudizio, l autorizzazione come sopra concessa, qualora ravvisi la possibilità del verificarsi di inconvenienti di qualsiasi natura. Qualora le macchine o gli impianti debbano adeguarsi alle norme di legge o regolamenti in vigore, gli espositori dovranno farli esaminare a propria cura e spese per ottenere dalle Autorità competenti i relativi nulla-osta. A tal riguardo le Ditte che espongono tali macchinari ed attrezzature dichiarano, con la sottoscrizione della scheda di adesione, la conformità delle stesse alle Direttive sopra richiamate, con esclusione di ogni responsabilità di Rimini Fiera in merito. Durante lo svolgimento della manifestazione e all interno delle strutture di Rimini Fiera, viene concessa la possibilità di esporre il prodotto fermo restando che la dimostrazione dello stesso non deve recare danno alcuno agli stand adiacenti, ivi comprendendo emissioni di fumo e di odori molesti e/o che comunque superino la tollerabilità con riferimento al rispetto delle attività svolte dagli altri standisti. La valutazione sulla tollerabilità, definita secondo il criterio di cui sopra, verrà eseguita da Rimini Fiera che potrà, in caso di accertamento sull intollerabilità delle immissioni, impedire la prosecuzione dell attività, senza assunzione di nessun onere e/o responsabilità risarcitoria. CARATTERISTICHE CAPPE ASPIRANTI Per l aspirazione dei fumi derivanti dalla cottura dei cibi all interno dello stand, l espositore deve utilizzare una cappa speciale con blocco aspirante posto sopra alla cappa stessa, completo di filtri a 4 stadi con carboni attivi per l abbattimento degli odori in uscita. Qualora le macchine o gli impianti debbano adeguarsi alle norme di legge o regolamenti in vigore, gli espositori dovranno farli esaminare a propria cura e spese per ottenere dalle Autorità competenti i relativi nulla osta. REGOLAMENTAZIONE EMISSIONI SONORE DURANTE LA MANIFESTAZIONE Art 27 - Agli Espositori non è di norma consentito l uso di apparecchi per la riproduzione della musica e dei suoni. Eventuali eccezioni dovranno essere autorizzate da Rimini Fiera S.p.a, e non esimono l Espositore dall adempiere, a propria cura e spese, a quanto previsto dalle leggi vigenti in materia di diritti d autore, in ordine alle quali, lo stesso, si assume ogni responsabilità. Tutte le aziende espositrici che abbiano presentato a Rimini Fiera regolare richiesta/modulistica per l utilizzo di apparecchiature di diffusione sonora, dovranno operare, anche per quanto riguarda l'utilizzo di strumenti di diffusione sonora quali microfoni, casse, ecc., ad un livello acustico tale da garantire un clima idoneo al pieno svolgimento delle attività commerciali e comunque inferiore a quello previsto dalle norme vigenti in materia (D.Lgs. 81/2008, Titolo VIII, Capo II). In ogni caso il livello acustico imposto da Rimini Fiera dovrà sempre essere inferiore agli 50 db. Si precisa che l impianto di amplificazione per la diffusione sonora dovrà essere differenziato dall impianto per il funzionamento delle luci e dei restanti macchinari; le casse acustiche, inoltre, dovranno essere direzionate verso l interno dello stand e non verso l esterno. Rimini Fiera potrà intimare ad ogni espositore (mediante comunicazione scritta o verbale dei propri incaricati) di contenere i livelli acustici a db addirittura inferiori a quelli sopra indicati qualora, ad insindacabile ed esclusivo giudizio di Rimini Fiera stessa, il livello di emissione sonora

11 11 SCHEDA DI ADESIONE prodotto da apparecchiature o macchinari vari dell'espositore intimato risultasse dannoso e/o comunque molesto all'attività svolta da altri operatori presenti nelle vicinanze. Il controllo dei livelli acustici, tramite fonometro, sarà effettuato sul bordo perimetrale dello stand attraverso personale autorizzato da Rimini Fiera Spa. In caso di inadempimento alle disposizioni di cui sopra, compresa l'inosservanza dell eventuale intimazione a contenere il livello acustico a db addirittura inferiori a quelli indicati nel primo capoverso, sono previste a carico degli espositori inadempienti le seguenti sanzioni: - alla prima infrazione ammonimento verbale; - alla seconda infrazione richiamo scritto; - dalla terza infrazione in poi interruzione della fornitura dell'energia elettrica (senza diritto alcuno da parte dell'azienda espositrice a rimborsi o risarcimenti di sorta). L'interruzione dell'erogazione di energia elettrica avverrà con un preavviso di 15 minuti e potrà durare fino ad un massimo di 3 ore, ad insindacabile discrezione di Rimini Fiera. Resta esclusa ogni responsabilità in capo a Rimini Fiera Spa per eventuali danni, di qualunque natura e specie, derivanti alla ditta espositrice e/o al materiale esposto, dall'applicazione delle sanzioni previste in caso di inadempimento alle disposizioni di cui al presente articolo. Ferme restando le disposizioni di cui sopra e fermo restando l'impegno di Rimini Fiera a fare rispettare le stesse agli espositori, Rimini Fiera spa non potrà essere ritenuta in nessun modo responsabile nel caso in cui, da un'eventuale diversa condotta illecita di un espositore, dovesse derivare danno ad altri operatori. Tali eventuali controversie dovranno essere risolte direttamente tra gli espositori stessi, con esonero di Rimini Fiera spa da qualunque onere e/o responsabilità. PUBBLICITÀ Art. 28 Gli strumenti pubblicitari sono gestiti di Rimini Fiera S.p.A., la quale avrà la facoltà di realizzare discrezionalmente ogni soluzione pubblicitaria che riterrà opportuna all interno di tutto lo spazio fieristico. Mentre viene lasciata la più ampia libertà per lo svolgimento dell azione pubblicitaria da parte del Partecipante all interno dello stand, è invece esclusa ogni forma reclamistica che rechi disturbo o che costituisca rapporti di diretto confronto con altri Partecipanti o che, comunque, nuoccia allo spirito di ospitalità commerciale della manifestazione fieristica. Più in particolare all azienda partecipante è vietata: qualsiasi forma di pubblicità nelle aree interne ed esterne del quartiere fieristico che avvenga al di fuori del proprio stand; l esposizione di cartelli e/o campioni, anche semplicemente indicativi, per conto di società non elencate nella domanda di iscrizione e non rappresentate; ogni iniziativa spettacolare o di intrattenimento, di qualsiasi tipo, natura e caratteristiche, ancorché limitata all interno dello stand o finalizzata alla presentazione di prodotti, senza la preventiva autorizzazione da parte di Rimini Fiera S.p.A. Si precisa, inoltre, che è vietato a qualunque azienda partecipante (espositrice, ospitata, rappresentata) di pubblicare su tutto il materiale pubblicitario ufficiale di Rimini Fiera S.p.A., loghi o marchi diversi da quelli previamente e necessariamente concordati con di Rimini Fiera S.p.A. Fatto salvo quanto indicato ai capi precedenti, all esterno dell area espositiva assegnata, ogni forma di propaganda e pubblicità sarà consentita solo se autorizzata preventivamente da Rimini Fiera S.p.A. Resta a totale ed esclusivo carico della società partecipante la responsabilità derivante dal contenuto dei messaggi pubblicitari. Fermo restando il rispetto dei limiti sopra indicati, rimane comunque a totale ed esclusivo carico della società partecipante ogni onere e responsabilità civile, amministrativa e penale eventualmente derivante dall azione pubblicitaria svolta; resta altresì a carico della società partecipante ogni e qualsiasi responsabilità nei confronti degli altri Partecipanti e/o di terzi in genere derivante dal contenuto dei messaggi pubblicitari o dalla violazione di norme, tra cui quelle sulla concorrenza. L inosservanza dei suddetti divieti, comporterà a carico del Partecipante il pagamento, a titolo di penale, di una somma pari ad (duemila) per ogni comportamento tenuto in violazione delle prescrizioni sopra indicate ed accertato da Rimini Fiera S.p.A., con riserva di Rimini Fiera S.p.A. stessa di ogni eventuale ulteriore richiesta risarcitoria per il maggior danno subito. VENDITA AL DETTAGLIO Art. 29 È tassativamente vietata la vendita con la clausola "Consegna immediata" o la prestazione di servizi a pagamento. Il Partecipante si assume ogni responsabilità nel caso di violazione del suddetto divieto, con esclusione in ogni onere e/o responsabilità in capo a Rimini Fiera S.p.A. Eventuali controversie riguardanti i rapporti con gli altri operatori presenti e derivanti dalla suddetta violazione dovranno, altresì, essere risolte direttamente tra i Partecipanti stessi, con esonero di Rimini Fiera S.p.A. da qualunque onere e/o responsabilità al riguardo. Si precisa altresì che, eventuali controversie tra gli operatori (concorrenza sleale, vendita prodotti similari, ecc.) dovranno essere risolte direttamente tra gli operatori stessi, con completo esonero di Rimini Fiera S.p.A. CATALOGO UFFICIALE DI MANIFESTAZIONE E PIANTA GUIDA Art. 30 Senza con ciò assumere impegni o responsabilità di sorta, Rimini Fiera S.p.A. provvede alla produzione ed alla diffusione, del Catalogo Ufficiale con le indicazioni desunte dalla domanda di iscrizione sezione anagrafica da pubblicare, che dovranno pervenirci entro e non oltre il 28 agosto Si precisa che in caso di mancata compilazione del riquadro appositamente riservato nella suddetta domanda verranno utilizzati i dati iscritti nel riquadro Dati Espositore. I dati risultanti dalla anagrafica da pubblicare verranno utilizzati anche per l inserimento delle aziende all interno della pianta guida. Qualora il Partecipante non facesse pervenire entro il suddetto termine i moduli sopra indicati, Rimini Fiera S.p.A. potrà pubblicare i dati già in suo possesso. Il partecipante si assume ogni responsabilità in ordine ai dati indicati nella modulistica e da inserire in catalogo, esonerando Rimini Fiera S.p.A. da ogni responsabilità in ordine ad eventuali dichiarazioni mendaci. Ogni altra indicazione tecnica o pubblicitaria potrà essere inserita da parte del Partecipante, previa richiesta, a pagamento. Il Catalogo della Manifestazione realizzato da Rimini Fiera S.p.A. è l unica pubblicazione ufficiale degli organizzatori. Ogni altra pubblicazione a carattere pubblicitario, ad eccezione di quelle ufficiali di Rimini Fiera S.p.A., avviene ad iniziativa di privati, che mancano di ogni autorizzazione. Art. 32 Rimini Fiera S.p.A. rivendica come sua proprietà esclusiva, oltre ai suoi marchi, anche la denominazione di SIA GUEST 2015 Salone Internazionale dell Accoglienza, con tutte le sue modificazioni, abbreviazioni, semplificazioni e sigle. È proibito a chiunque farne comunque uso senza il preventivo consenso scritto di Rimini Fiera S.p.A. Art. 33 Qualora la manifestazione, per una qualsiasi causa anche di forza maggiore, non possa avere luogo, la domanda di iscrizione s intende automaticamente annullata e Rimini Fiera S.p.A. rimborserà al partecipante il canone versato per l area espositiva. Qualora, invece, la Fiera venga sospesa dopo la data di apertura: a) se la sospensione avviene per cause di forza maggiore, nessun rimborso è dovuto al partecipante; b) in ogni diversa ipotesi, Rimini Fiera S.p.A. rimborserà al partecipante quanto versato in proporzione alla durata del mancato godimento. In nessuna delle precedenti ipotesi Rimini Fiera S.p.A. è tenuta a corrispondere al partecipante risarcimenti o indennizzi di sorta. Art. 34 Gli eventuali reclami devono essere presentati per iscritto a Rimini Fiera S.p.A. con lettera raccomandata A.R. o posta elettronica certificata. CONVEGNI, CONCORSI, BUSINESS MEETING Art. 35 Durante la Fiera potranno essere indetti convegni, concorsi, business meetings e manifestazioni. Rimini Fiera S.p.A. Spa non potrà essere ritenuta in alcun modo responsabile nel caso in cui uno o più dei business meeting programmati non si svolgano, cosiccome nel caso in cui le trattative fra buyer e Partecipante non vadano a buon fine; ogni rapporto fra questi ultimi dovrà essere gestito esclusivamente fra gli stessi con totale esonero di Rimini Fiera S.p.A. REGOLAMENTO Art. 36 Rimini Fiera S.p.A. si riserva la facoltà di integrare in qualsiasi momento il Regolamento Generale della manifestazione con disposizioni intese a regolare l attività fieristica. La mancata osservanza di quanto disposto dal Regolamento Generale da parte dei Partecipanti e dei loro dipendenti può comportare, oltre l immediata chiusura dello stand, eseguita a mezzo di funzionari e personale di Rimini Fiera S.p.A., anche il ritiro delle tessere di ingresso al quartiere fieristico e la proibizione al Partecipante di accedere ai locali ove è sito lo stand. In tal caso il Partecipante non potrà vantare diritto alcuno a rimborsi e risarcimenti, ma avrà l obbligo, anzi, di pagare gli eventuali danni morali e materiali, causati dalle proprie inadempienze. LIBERATORIA FOTOGRAFICA AI SENSI DELLA LEGGE n. 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche Art. 37 Rimini Fiera S.p.A. si riserva il diritto di esclusiva per qualsiasi riproduzione a mezzo fotografia, cinematografia, disegno o altro sia del complesso fieristico sia dei suoi stand in particolare. All interno del padiglione fieristico possono operare solo i fotografi autorizzati da Rimini Fiera S.p.A. Il Partecipante autorizza espressamente Rimini Fiera S.p.A., attraverso i fotografi dalla stessa incaricati, alla realizzazione di fotografie ritraenti la propria persona, il proprio stand ed i prodotti esposti. Gli Uffici di Rimini Fiera S.p.A. potranno utilizzare le suddette fotografie oltre che per scopi giornalistici/di comunicazione anche per scopi promo-commerciali. Non verrà effettuato alcun uso in contesti vietati dalla legge o che ne pregiudichino il decoro e la dignità. La posa e l utilizzo delle immagini per gli scopi sopra indicati sono da considerarsi effettuate in forma del tutto gratuita. Il Trattamento delle fotografie verrà eseguito da Rimini Fiera S.p.A. nel pieno rispetto del D.Lgs. 196/2003. IMPORTANTE DA FIRMARE E TIMBRARE L azienda titolare della presente domanda di iscrizione, sottoscrive in segno di richiesta di iscrizione alla manifestazione SIA GUEST 2015 ed accettazione del Regolamento Generale, discusso e concordato in ogni sua clausola. Data Timbro e firma leggibile del legale rappresentante Ai sensi e per gli effetti di cui all Art e ss. c.c., l azienda approva specificatamente le seguenti clausole: Art. 3 punti a.1, a.2 e a.3 (espositori), 4 (accettazione Regolamento Generale e Foro competente), 5 (domanda di iscrizione), 6 (assegnazione spazio), 7 (modifica riduzione sostituzione spazio) 8 (cessione rinuncia abbandono), 9 10 (occupazione allestimento stand), 11 (progetti stand), 12 (danneggiamenti), 13 (misure di sicurezza), 14 (sicurezza sul lavoro), 15 (pulizia stand smaltimento rifiuti ed eccedenze alimentari), 16 (rimozione stand), 17 (modifiche durata, date e orari), 18 (tariffe e penali per ritardata/mancata comunicazione), 19 (pagamento servizi tecnici e pubblicitari), 22 (sicurezza durante la manifestazione sorveglianza, esonero responsabilità), 23 (danni assicurazione), 24 (divieto fumo), 25 (somministrazione bevande e alimenti), 26 (responsabilità macchinari), 27 (emissioni sonore), 28 (pubblicità e volantinaggio),29 (vendita al dettaglio), 30 (inserimento dati in Catalogo Ufficiale), 31 (responsabilità relativa alla proprietà intellettuale e industriale), 33 (annullamento e sospensione fiera), 34 (comunicazioni e reclami), 35 e 35.1 (business meeting), 36 (integrazioni ed osservanza Regolamento Generale), 37 (liberatoria immagini). Data Timbro e firma leggibile del legale rappresentante PROPRIETÀ INTELLETTUALE E INDUSTRIALE Art. 31 Il Partecipante si assume ogni responsabilità in merito alla titolarità di diritti su marchi ed altri segni distintivi, brevetti, invenzioni industriali, modelli industriali, diritti d autore inerenti i prodotti e/o i macchinari esposti. Il Partecipante, pertanto, manleva Rimini Fiera S.p.A. da ogni onere e responsabilità nel caso di violazione dei suddetti diritti e comunque in ogni caso di violazione delle norme a tutela della concorrenza sia nei confronti degli altri Partecipanti sia nei confronti di terzi in genere. Eventuali controversie al riguardo tra Partecipanti o tra Partecipanti e terzi, dovranno pertanto essere risolte direttamente tra gli stessi, con esonero di Rimini Fiera S.p.A. da qualunque onere e/o responsabilità.

12 DATE TECNICHE PRENOTAZIONE SPAZIO 12 SCHEDA DI ADESIONE SCADENZE IMPORTANTI COME ISCRIVERSI: A) Compilare e inviare per posta la presente scheda di adesione IMPORTANTE: anticipare via o fax al (per dettagli vedi art. 5 del Regolamento Generale allegato) B) Allegare la ricevuta del versamento dell acconto+iva - obbligatorio (per coordinate bancarie vedi art. 5 R.G. allegato o scheda adesione alla sezione ACCONTO ) SCADENZA PROMO INIZIO ASSEGNAZIONE AREE 30 APRILE SCADENZA TARIFFE PROMOZIONALI SIA GUEST Se si desidera usufruire delle tariffe promozionali è necessario versare l acconto entro tale data 1 MARZO L espositore, unitamente all accettazione della preventivo di partecipazione inviatagli via fax o e- mail, dovrà aver versato l acconto come indicato nella Scheda di Adesione. Solo così lo spazio può ritenersi confermato. RESTITUZIONE ACCONTO 15 GIUGNO Scadenza clausola di restituzione acconto SIA GUEST 2015 (Regolamento Generale Art. 8). SCADENZA SALDO 26 GIUGNO Termine ultimo per far pervenire a RIMINI FIERA la ricevuta del SALDO relativo all area espositiva assegnata (Art. 5 del Regolamento Generale) PROGETTI STAND PRENOTAZIONE SERVIZI CATALOGO ALLESTIMENTO MANIFESTAZIONE DISALLESTIMENTO 10 AGOSTO Scadenza per la presentazione di ogni progetto relativo all'allestimento, da inviare all Ufficio Tecnico all attenzione di Walter Fabbri, oppure fax , 28 AGOSTO Termine ultimo per la prenotazione dei servizi (disponibili nella propria area riservata sul sito di manifestazione) 28 AGOSTO Termine ultimo per l invio della scheda catalogo 2 ottobre 5 ottobre dalle 8.00 alle 21.00, 6 ottobre dalle 8.00 alle ottobre dalle 8.00 alle ottobre 10 ottobre dalle 9.30 alle Gli espositori possono accedere ai padiglioni mezz ora prima dell apertura 10 ottobre dalle alle 20.00: operazioni di rimozione dagli stand dei soli campioni di prodotti ottobre Ore : operazioni di smontaggio degli stand PER ULTERIORI INFORMAZIONI: Info per partecipare, vendita spazi, Vendita servizi pubblicitari informazioni generali sulla manifestazione Assistenza tecnica: area riservata online, richiesta servizi e-commerce; biglietteria digitale, allestimento, accredito allestitori, progetto stand, disallestimento. SETTORE TEAM TELEFONO MAIL UFFICIO COMMERCIALE Reggiani Amanda UFFICIO TECNICO Galletti Debora Gobbi Barbara Assistenza amministrativa: pagamento acconti, saldi, fatture, richiesta invio fatture, dichiarazione d'intento UFFICIO AMMINISTRATIVO Ventura Marilena Morri Alessio Fabbri Isabella Compilazione moduli iscrizione, inserimento a catalogo UFFICIO ESPOSITORI Chiara Colombo ATTENZIONE! AVVISO AGLI ESPOSITORI Commercial Online Manuals S de RL de CV - EXPO GUIDE Con la presente informiamo che una certa Società, Commercial Online Manuals S de RL de CV - Expo-Guide, con sede in Messico ma con filiali anche in altre parti del mondo, è solita inviare ad aziende espositrici dei moduli con cui richiede di rettificare i dati delle aziende stesse, per la pubblicazione sulla rivista Expo-Guide di inserzioni pubblicitarie. Compilando e sottoscrivendo tali moduli, in cui sono contenuti denominazioni di Fiere Italiane e marchi di manifestazioni, l espositore è tenuto a pagare una somma di Euro 1.181,00 all anno. La suddetta Società oltre a NON ESSERE MAI STATA DA NOI AUTORIZZATA ad utilizzare il nome di Rimini Fiera e neppure i nostri marchi di manifestazione, è stata diffidata, denunciata all'autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e da quest'ultima sanzionata. Ciò nonostante, tale Società continua nella sua pratica illegittima, inviando moduli, fax, solleciti di pagamento. Nel caso in cui riceviate moduli o proposte da parte della Commercial Online Manuals S de RL de CV o di Expo-Guide, vi invitiamo a prestare la MASSIMA ATTENZIONE ai contenuti delle loro comunicazioni, tenendo conto di quanto sopra riportato.

DOMANDA DI ISCRIZIONE

DOMANDA DI ISCRIZIONE 1 DATI ESPOSITORE Si prega di compilare in carattere stampatello. Rimini Fiera SpA non potrà essere ritenuta responsabile per errori dovuti a caratteri illeggibili. SETTORE MERCEOLOGICO (INDICARE MASSIMO

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO Il presente contratto si basa su un accordo quadro stipulato fra l Associazione provinciale delle organizzazioni turistiche dell'alto Adige (LTS), le Associazioni e i Consorzi turistici dell Alto Adige

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

Chi può presentare la domanda

Chi può presentare la domanda BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER FAVORIRE LA CRESCITA DELLE IMPRESE SUI MERCATI INTERNAZIONALI II QUADRIMESTRE 2014 AFRQ2/14 La Camera di Commercio di Frosinone, attraverso ASPIN, Azienda Speciale

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Fondazione Teatri delle Dolomiti

Fondazione Teatri delle Dolomiti Fondazione Teatri delle Dolomiti REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE D USO DEL TEATRO COMUNALE DI BELLUNO Il presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione del Teatro Comunale da parte di terzi approvato

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende)

RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing. (Enti e Aziende) RICHIESTA DI ABBONAMENTO AL SERVIZIO DI CAR SHARING Genova Car Sharing (Enti e Aziende) Richiesta di abbonamento del Il/La sottoscritta Nome Cognome Legale Rappresentante dell Azienda Attività Sede Legale

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 -

SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Versione 10/04/15 SCHEDA DI ADESIONE - Foglio 1 - Rifiuti dei Beni a base di Polietilene, Piazza di S. Chiara, 49 00186 ROMA) e (facoltativamente) anticipata mezzo fax Il richiedente... In persona del

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario

Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario Regolamento del concorso a premi denominato 10 Anniversario IMPRESE PROMOTRICI GTech S.p.A. con sede legale e amministrativa in Roma, Viale del Campo Boario, 56/d - Partita IVA e Codice Fiscale 08028081001

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE

REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE REGOLAMENTO TECNICO DI QUARTIERE INTRODUZIONE Il presente Regolamento Tecnico stabilisce - ad integrazione del Regolamento Generale dell Evento allegato alla domanda di partecipazione - quanto segue: le

Dettagli

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015

Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 Termini e Condizioni di Prenotazione Valide da Aprile 2015 1 CONDIZIONI GENERALI DI NOLEGGIO Termini e Condizioni di Prenotazione I servizi di noleggio di veicoli Europcar in Italia sono erogati da Europcar

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

Accordo d Uso (settembre 2014)

Accordo d Uso (settembre 2014) Accordo d Uso (settembre 2014) Il seguente Accordo d uso, di seguito Accordo, disciplina l utilizzo del Servizio on line 4GUEST, di seguito Servizio, che prevede, la creazione di Viaggi, Itinerari, Percorsi,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430.

Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Regolamento del Concorso a premi Con Penny vinci 20 Toyota Ai sensi dell art. 11 del Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 2001 n 430. Ditta Promotrice Billa Aktiengesellschaft sede secondaria

Dettagli

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto

Tali premesse costituiscono parte integrante delle presenti condizioni generali di contratto CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO RELATIVE ALL ACQUISTO DI DIRITTI DI UTILIZZAZIONE DELLE IMMAGINI DELL ARCHIVIO FOTOGRAFICO ON-LINE DEL SISTEMA MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE Premesso che La Sovrintendenza

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

Al SUAP. Denominazione società/ditta

Al SUAP. Denominazione società/ditta COMUNICAZIONE SUBINGRESSO DI COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO L.R. 28/2005 e s.m.i. Codice del Commercio art.74 e D.P. G.R. n. 15/R del 1 aprile 2009 Regolamento di attuazione della legge n. 28/2005

Dettagli

AMIANTO PIANO DI LAVORO

AMIANTO PIANO DI LAVORO AMIANTO PIANO DI LAVORO Piano di lavoro [art. 256 D. Lgs. 81/2008] I lavori di demolizione o rimozione dei materiali contenenti amianto possono essere effettuati solo da imprese iscritte all Albo nazionale

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB

CIO S.p.A. Ottici optometristi selezionati REGOLAMENTO DEL CLUB TITOLO I: IL CLUB DEI MIGLIORI NEGOZI DI OTTICA IN ITALIA. Il Club dei migliori negozi di ottica in Italia è costituito dall insieme delle imprese operanti nel campo del commercio dell ottica selezionate

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Bando di concorso per opere d arte

Bando di concorso per opere d arte MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI PROVVEDITORATO INTERREGIONALE ALLE OO.PP. PER IL LAZIO ABRUZZO E SARDEGNA Bando di concorso per opere d arte Art. 1 Oggetto del concorso Il Provveditorato

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG

NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG NORME E CONDIZIONI DEL SERVIZIO TELEPASS PYNG Premessa TELEPASS S.p.A. Società per Azioni, soggetta all attività di direzione e coordinamento di Autostrade per l Italia S.p.A., con sede legale in Roma,

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione.

3. L ingresso al campeggio è subordinato al consenso della Direzione. 1. Per l entrata ed il soggiorno in campeggio è obbligatoria la registrazione di ogni singola persona. All arrivo ogni ospite è tenuto a depositare un documento d identità e controllare l esattezza delle

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ;

Regolamento per l utilizzo delle aree verdi comunali e di libero accesso ; Allegato A RICHIESTA AFFIDAMENTO AREE VERDI COMUNALI E RIDUZIONE TARES OGGETTO: Richiesta affidamento area verde comunale e riduzione TARES. Il sottoscritto.. nato a il.. residente a in Via.. n... CHIEDE

Dettagli

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA

LA guida DI CHI è ALLA GUIDA la guida DI CHI è alla guida SERVIZIO CLIENTI Per tutte le tue domande risponde un solo numero Servizio Clienti Contatta lo 06 65 67 12 35 da lunedì a venerdì, dalle 8.30 alle 18.00 o manda un e-mail a

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA

AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA AL COMUNE DI PIAZZA ARMERINA Settore Attività Produttive 94015 - PIAZZA ARMERINA ESERCIZIO DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO DI ALIMENTI E BEVANDE TIPOLOGIA C " art. 3 c. 6 SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO

Dettagli

Gentile Cliente, Gradita è l occasione per porgere distinti saluti. TELECOM ITALIA Servizio Clienti Business

Gentile Cliente, Gradita è l occasione per porgere distinti saluti. TELECOM ITALIA Servizio Clienti Business Gentile Cliente, al fine di dare seguito alla Sua richiesta di variazione di categoria di contratto di abbonamento telefonico (di seguito Declassazione ), La invitiamo ad individuare tra i due casi sottoindicati

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE

Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Istruzioni operative per la gestione e lo smaltimento dei pannelli fotovoltaici incentivati (ai sensi dell art. 40 del D.Lgs. 49/2014) Premessa

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni

ASSISTENZA GARANTITA. 10 anni ASSISTENZA ESTRATTO DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO Il presente documento costituisce un estratto delle Condizioni di Servizio, il cui testo integrale è depositato presso la sede legale del contraente, oppure

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali

OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali Lettera Rischi Interferenziali Spett.le Ditta Appaltatrice Ditta Subappaltatrice Luogo, Data 2 OGGETTO: Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali In relazione alla necessità di una possibile

Dettagli

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI

GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI GUIDA AL VERSAMENTO DELLA TASSA RIFIUTI SOLIDI URBANI Chi deve pagare la Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani? Tutti coloro che occupano,utilizzano o dispongono di locali e di aree scoperte a qualsiasi

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Arkema France Condizioni generali di vendita

Arkema France Condizioni generali di vendita Arkema France Condizioni generali di vendita Ai fini delle presenti Condizioni Generali di Vendita (di seguito CGV ), il termine Venditore indica Arkema France, Acquirente indica la persona a cui il Venditore

Dettagli

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34

C:\DOCUME~1\ascanim\IMPOST~1\Temp\Domino Web Access\34\schema SCIA pe.doc Pagina 1 di 34 TIMBRO PROTOCOLLO MODULO DI SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE (SUBINGRESSO NUOVA APERTURA (di cui art. 4 comma 5^ L.R. 14/2003) - CESSAZIONE VARIAZIONI

Dettagli

Domanda di partecipazione alla Fiera:

Domanda di partecipazione alla Fiera: Domanda di partecipazione alla Fiera: ARTI & MESTIERI EXPO -Roma, Fiera di Roma, 12 15 dicembre 2013 MODULO DA RESTITUIRE DEBITAMENTE COMPILATO ENTRO E NON OLTRE L 11 NOVEMBRE 2013 a: FIERA ROMA SRL SEGRETERIA

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1

Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Sintesi dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus 1 Il regolamento (CE) n. 181/2011 (in appresso il regolamento ) entra in vigore il 1 marzo 2013. Esso prevede una serie minima di diritti dei

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Informazioni per gli spettatori

Informazioni per gli spettatori Informazioni per gli spettatori Fondazione Arena di Verona si riserva il diritto di apportare alla programmazione annunciata variazioni di data, orario e/o programma che si rendano necessarie. L acquisto

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Note e informazioni legali

Note e informazioni legali Note e informazioni legali Proprietà del sito; accettazione delle condizioni d uso I presenti termini e condizioni di utilizzo ( Condizioni d uso ) si applicano al sito web di Italiana Audion pubblicato

Dettagli