IL MONDO DELLE PIANTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL MONDO DELLE PIANTE"

Transcript

1 PROVINCIA DI BERGAMO Settore Politiche Sociali e Salute IL MONDO DELLE PIANTE 2010 Realizzato dall Istruttore Educativo: Colella Anna 1

2 INDICE Classificazione delle piante pag. 3 Le parti della pianta pag. 9 Le radici e le sue funzioni pag. 11 Il fusto e le sue funzioni pag. 15 Le foglie e le sue funzioni pag. 19 Il fiore pag. 27 Il frutto pag. 33 Esercizi pag. 35 2

3 LA CLASSIFICAZIONE DELLE PIANTE licheni alghe muschi G A I N M G N I O O S S P P felci E E R R M M E E SEMPLICI Non hanno fiori, frutti e semi. Si riproducono attraverso le spore. COMPLESSE Si riproducono attraverso i semi. PIANTE GIMNOSPERME = hanno fiori che si trasformano in frutti che contengono i semi; ANGIOSPERME = il seme è dentro la pigna; 3

4 PIANTE SEMPLICI (SENZA SEMI) Le piante senza semi si riproducono attraverso le spore. ALGHE Vivono nei mari, nei fiumi, nei laghi e negli stagni. Esistono alghe piccolissime, formate da una sola cellula (unicellulari), e alghe più grandi, formate da molte cellule (pluricellulari). Le alghe hanno forme diverse e non hanno radici, fusto e foglie, ma sono formate da cellule che svolgono tutte le funzioni vitali necessarie. Le alghe hanno il compito di produrre ossigeno agli animali acquatici. Le alghe hanno colori diversi, ci sono: alghe brune alghe rosse alghe verdi nell oceano Atlantico nel Mar Rosso vivono in superficie a grande profondità vivono a 150 metri di profondità o attaccati alle rocce 4

5 MUSCHI Vivono sia in ambienti freddi che caldi, ma preferiscono luoghi umidi e in ombra. Hanno parti simili alle radici, al fusto e alle foglie, ma le radici servono solo ad ancorare i muschi al terreno, non ad assorbire l acqua e i sali minerali. Non hanno fiori e semi; per riprodursi utilizzano le spore. FELCI Vivono nei boschi (sottobosco) oppure si usano come piante ornamentali in casa. Hanno le radici, il fusto e le foglie. Il fusto non si vede perché si sviluppa sottoterra; dal terreno partono direttamente le foglie. 5

6 TANTI TIPI DI PIANTE ALBERI ARBUSTI ERBACEE - radici - radici - radici - fusto legnoso - fusto legnoso - fusto non è legnoso - foglie - foglie - foglie si chiama tronco si chiama stelo Sono piante alte; i rami si sviluppano sul tronco lontani dal terreno; Non sono piante alte; i rami partono dal terreno; riso orzo quercia pino mugo ortaggi (pomodori) primula pioppo nocciolo camomilla 6

7 ESERCIZI Osserva, colora e scrivi il nome delle piante al posto giusto. alberi arbusti erbacee Leggi e collega con una freccia ogni termine alla spiegazione appropriata. Il fusto si distingue in: stelo quando è legnoso e i rami partono dal terreno. arbusto tronco quando è tutto legnoso e i rami partono a una certa altezza dal suolo. quando è verde, flessibile e tenero. 7

8 Completa la tabella, scrivendo i nomi dei vegetali dati, nella colonna adatta. STELO ARBUSTO TRONCO viola faggio ciliegio primula noce quercia pesco betulla abete castagno rosa rovo felce noce dalia fragola mughetto margherita biancospino agrifoglio papavero pioppo rododendro vischio 8

9 LE PARTI DELLA PIANTA 9

10 La pianta è formata da RADICE FUSTO FOGLIE La pianta per vivere ha bisogno di tutte le sue parti. In ciascuna pianta, colora: in giallo le radici, in marrone il fusto, in verde le foglie, a piacere i fiori. 10

11 A CHE COSA SERVONO LE RADICI? Le radici si trovano sottoterra e servono ad: assorbire l acqua e i sali minerali ancorare la pianta al terreno Nella zona di assorbimento ci sono i peli radicali servono ad assorbire l acqua La zona di allungamento termina con l apice protetto dalla cuffia serve ad entrare nel terreno La linfa grezza (acqua e sali minerali) entra attraverso i peli radicali e poi, passando per i sottili canali delle radici secondarie, raggiunge la radice principale. Da qui si dirige verso il tronco. 11

12 LE FORME DELLE RADICI La radice a fittone è formata da una radice principale grossa dalla quale partono piccole radici. La radice fascicolata è formata da tante radici simili tra loro. La radice avventizia non entra nel terreno, ma si sviluppa sulla parte aerea della pianta, quindi, la pianta si arrampica. La radice tubercolata si ingrossa diventando organo di riserva per la pianta. 12

13 ESERCIZI Colora solo le frasi che si riferiscono alle funzioni delle radici: Ancorano le piante al terreno. Trasformano l acqua in nutrimento per la pianta. Aiutano la pianta a respirare. Assorbono acqua e sali minerali. Producono ossigeno. Osserva le seguenti figure e descrivi le principali funzioni e l utilità delle radici. Le radici tengono la pianta e impediscono Le radici assorbono Sui pendii delle... le radici legano il... e impediscono le... Alcune volte la pianta deposita nella

14 Completa le spiegazioni, poi collega con una freccia la descrizione della funzione svolta dalle radici delle piante: - Le radici sono parti della pianta specializzati nell assorbire dal terreno l... e i... - Le radici hanno il compito di sostenere... - Le radici fissano la pianta al suolo crescendo ed estendendosi nel terreno impediscono le... - A volte le piante accumulano nelle radici le... che saranno utilizzate successivamente. erosione e smottamento assorbimento deposito sostegno Colora i riquadri che contengono le informazioni esatte: - I vegetali che sono un deposito di sostanze nutritive nelle radici sono... la carota il pomodoro la barbabietola - I vegetali che hanno le radici avventizie, cioè che pendono nell aria, sono... l edera il grano l orchidea - Nei vegetali il compito di assorbire l acqua e i sali minerali del terreno è svolto... dai peli radicali dal fusto dalle foglie 14

15 A CHE COSA SERVE IL FUSTO? Il fusto si trova fuori dal terreno e serve a: sostenere la pianta contenere i vasi che servono per far circolare il nutrimento dalla radice alle foglie e viceversa. TANTI TIPI DI FUSTO TRONCO STELO fusto legnoso, con rami e ricoperto dalla corteccia fusto tenero, sottile e verde fusto debole che ha bisogno di un sostegno per arrampicarsi (edera) fusto grosso, verde e gonfio d acqua (piante grasse) 15

16 fusto cavo all interno e interrotto da nodi (grano) fusto sotterraneo; cresce sottoterra e si ingrossa perché contiene sostanze nutritive di riserva: i rizomi i tuberi i bulbi (mughetto) (patata) (giacinto) si sviluppa in fusto corto; intorno senso orizzontale si sviluppano le foglie. ESERCIZIO Scrivi il nome dei vari tipi di fusto: 16

17 Il tronco è rivestito dalla corteccia; sotto la corteccia si trova il legno; al centro si trova il midollo; protegge l albero; si trovano i canali che trasportano l acqua e i sali minerali; contiene le sostanze nutritive di riserva; I tronchi sviluppano nella parte superiore molti rami; ai rami sono attaccate le foglie. Se tagliamo il tronco in due parti, si notano degli cerchi o anelli. Ogni anello corrisponde a un anno della sua crescita. Contando gli anelli scopri l età della pianta. 17

18 I rami possono trasformarsi. Nella vite alcuni rami si trasformano in organi da presa, chiamati viticci. I viticci si avvolgono intorno a un sostegno, come un palo. In alcune piante, alla base del fusto, si formano dei rami laterali chiamati stoloni. Gli stoloni strisciano sul terreno e fanno crescere radici e germogli. 18

19 A CHE COSA SERVONO LE FOGLIE? La foglia fabbrica il cibo per la pianta utilizzando la linfa grezza ricevuta dalle radici, l anidride carbonica dell aria e la luce del sole. OSSERVIAMO LA FOGLIA. LAMINA= pagina superiore rivolta verso l alto, di colore verde scuro. Pagina inferiore rivolta verso il basso, di un verde più chiaro. NERVATURE= sottili tubicini che servono per trasportare l acqua con i sali minerali o le sostanze nutritive. PICCIOLO= peduncolo con il quale la foglia si attacca al fusto. MARGINE= contorno della foglia. 19

20 LA FORMA DELLE FOGLIE lanceolata ovale aghiforme (salice) (arancio) (pino) rotonda cuoriforme palmata (geranio) (viola) (vite) filiforme (grano) sagittata 20

21 I MARGINI DELLE FOGLIE dentellata lobata intera seghettata roncinata Le foglie possono essere: SEMPLICI COMPOSTE con una foglia con molte foglioline 21

22 Nella pagina inferiore della foglia si trovano gli STOMI, piccole aperture visibili al microscopio, da cui entrano ed escono l ossigeno, l anidride carbonica e vapore acqueo. LA CLOROFILLA La foglia è ricca di una sostanza verde, chiamata clorofilla. La clorofilla si forma grazie alla presenza di sali minerali e dall azione della luce solare. 22

23 IL CIBO DELLE PIANTE FOTOSINTESI CLOROFILLIANA 1) Nel fusto e nei rami ci sono tanti piccoli canali attraverso i quali l acqua e i sali minerali (linfa grezza) assorbiti dalle radici, arrivano alla foglia; 2) La foglia cattura la luce del sole per mezzo della clorofilla e assorbe l anidride carbonica che è presente nell aria, attraverso gli stomi.. 3) L anidride carbonica e l acqua mettendosi insieme formano gli zuccheri. 4) Gli zuccheri uniti ai sali minerali producono le proteine (linfa elaborata). 5) La linfa elaborata viene portata, attraverso dei canaletti, fino alle radici, nutrendo tutte le parti della pianta. 6) Durante questo lavoro la foglia produce (come prodotto di scarto) l ossigeno che viene liberato nell aria. 23

24 LA PIANTA RESPIRA 24

25 La respirazione avviene sia di giorno sia di notte, attraverso gli stomi delle foglie, ma anche attraverso le radici, il fusto, i fiori. di giorno di notte entra anidride carbonica, esce ossigeno entra ossigeno, esce anidride carbonica LA PIANTA TRASPIRA La pianta elimina, sottoforma di vapore acqueo, l acqua che non serve. La pianta assorbe, quindi, con le radici, una grande quantità di acqua; l acqua, però, non viene tutta utilizzata. L acqua in più, viene eliminata attraverso gli stomi delle foglie. 25

26 LE GEMME Si formano sul fusto o sui rami. Le gemme fanno nascere fiori rami foglie gemma da fiore gemme da legno in primavera 26

27 IL FIORE è molto importante perchè produce i semi che daranno vita a nuove piante. Il fiore è sostenuto da un peduncolo verde che ha in cima il calice. Il CALICE è formato da foglioline verdi, unite tra loro, chiamate sepali. La parte del fiore che si vede maggiormente è la COROLLA. La corolla è formata da petali colorati. petalo COROLLA (insieme di petali) sepalo CALICE (insieme di sepali) peduncolo 27

28 28

29 ORGANI FEMMINILI Il pistillo ha la forma di un fiasco. La parte più grossa si chiama ovario e racchiude dentro gli ovuli, cioè le cellule femminili. La parte allungata si chiama stilo. Lo stilo termina in alto con un bottoncino, chiamato stimma, coperto da una sostanza appiccicosa. ORGANI MASCHILI Gli stami sono filamenti che hanno in alto un rigonfiamento, chiamato antera. Le antere contengono una polvere gialla, il polline. Ogni granulo di polline contiene una cellula maschile. 29

30 DAL FIORE AL FRUTTO Quando un granello di polline si unisce con un ovulo fa nascere un seme. La riproduzione per mezzo dei fiori avviene attraverso: IMPOLLINAZIONE Un granello di polline raggiunge lo stimma del pistillo di un fiore. Trattenuto dalla sostanza appiccicosa dello stimma, il granello di polline a poco a poco si spacca. Lascia uscire una cellula maschile che scende lungo lo stilo e raggiunge un ovulo. FECONDAZIONE L unione della cellula maschile con una cellula femminile. Ogni ovulo fecondato fa nascere un seme, mentre le pareti dell ovario ingrossandosi formano il frutto, che fa crescere e protegge il seme. 30

31 L IMPOLLINAZIONE Il seme, per incontrare un fiore della stessa specie, deve spostarsi. Il seme può essere trasportato dal vento. Le piante che si servono del vento per il trasporto del polline sono: 31

32 Il seme può essere trasportato dagli insetti. Attirato dal colore dei fiori, dal profumo, dal nettare che si trova in fondo alla corolla, l insetto entra nel fiore. Entrando nel fiore, l insetto tocca le antere. I granelli di polline si staccano e si appiccicano al dorso dell insetto. Subito dopo, sempre in cerca di fiori, l insetto vola su un altro fiore della stessa specie. Muovendosi nel fiore per succhiare il nettare, l insetto tocca lo stimma e lascia sulla sua sostanza appiccicosa, qualche granello di polline. 32

33 Gli insetti più comuni che volano di fiore in fiore sono: SEMI E FRUTTI Dopo la fecondazione pian piano il fiore appassisce, l ovulo fecondato si trasforma in seme, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in frutto. SEME FRUTTO fa nascere una nuova pianta racchiude e protegge il seme 33

34 Dopo la formazione del seme, avviene la DISSEMINAZIONE Il seme viene trasportato lontano dalla pianta grazie al vento, agli animali, all uomo, all acqua. Quando il seme cade sul terreno inizia la GERMINAZIONE Il seme comincia a germogliare e la nuova piantina inizia a sviluppare radici, fusto e foglia. La germinazione di un fagiolo. 34

35 Il frutto protegge il seme durante la disseminazione. I frutti possono essere carnosi e secchi albicocca piselli anguria pomodori arancia arachidi fagioli 35

36 La pianta fiorisce, cioè sbocciano i fiori. I fiori cadono e nascono i frutti. Il frutto, con dentro il seme, cade sul terreno e germoglia dando vita ad una nuova pianta. 36

37 PRODUTTORI PIANTE OSSIGENO ALGHE CONSUMATORI 37

38 PRODUTTORI ANIDRIDE CARBONICA CONSUMATORI PIANTE ALGHE 38

39 39

40 ESERCIZI Collega con una freccia la figura della pianta al nome esatto. Segna con una crocetta il nome delle piante le cui radici costituiscono un deposito di sostanze nutrienti. 40

41 Collega con una freccia alla foglia i nomi delle sue diverse parti. picciolo margine nervature lamina apice Collega con una freccia ogni foglia alla sua forma. ovale cuoriforme aghiforme lanceolata filiforme sagittata 41

42 Collega con una freccia ogni foglia al proprio margine. intero seghettato lobato Osserva ogni foglia e scrivi le informazioni richieste. 42

43 Metti una crocetta accanto alla risposta esatta. Gli stomi si possono vedere: a occhio nudo al microscopio Le nervature sporgono: sulla pagina superiore sulla pagina inferiore Le nervature servono: per condurre la linfa per abbellire le foglie Leggi e collega con una freccia ogni elemento alla sua provenienza. Le foglie per produrre il proprio nutrimento utilizzano la luce dell aria l anidride carbonica del terreno l acqua e i sali minerali delle foglie la clorofilla del sole 43

44 Completa segnando con una X. La funzione principale delle foglie è: produrre nutrimento per la pianta assorbire anidride carbonica assorbire l acqua La fotosintesi clorofilliana è: l esposizione della foglia al sole la capacità della fogliari assorbire l ossigeno il processo chimico attraverso cui la foglia produce nutrimento La fotosintesi clorofilliana avviene per mezzo: linfa elaborata clorofilla sali minerali Cancella il termine sbagliato. Le piante si nutrono di sali minerali/sabbie che si trovano nel terreno. Le sostanze nutritive che servono alla pianta sono sciolte dalle radici/dall acqua e vengono assorbite attraverso le radici/foglie. L acqua ricca di sali minerali sale attraverso il tronco e arriva sino ai rami/alle foglie. Una pianta può vivere senza terra, ma non senza acqua/concime. Ci sono piante che riescono a vivere con poca acqua: sono le piante grasse/sempreverdi. 44

45 Completa segnando con una X. La radice serve per: far nascere il piante assorbire il nutrimento produrre ossigeno Il tronco serve per: ancorare la pianta al terreno sostenere la pianta assorbire l acqua Il tronco è ricoperto dalla corteccia: solo negli alberi negli alberi e negli arbusti solo nelle piante erbacee Le foglie servono per: fare i fiori produrre ossigeno colorare le piante Il fiore serve per: profumare la pianta produrre il frutto segnalare l arrivo della primavera Il frutto serve per: assorbire l anidride carbonica contenere i semi dare il nutrimento alla pianta Il seme serve per: assorbire l ossigeno la riproduzione della pianta riempire il frutto Rispondi alle domande. - Che cosa assorbono le radici dal terreno?. - Quali sostanze arrivano alle foglie attraverso le nervature?.. - Quali sostanze entrano nelle foglie attraverso gli stomi?.. - Quale sostanza contenuta nella foglia cattura la luce? - Quando c è la luce in che cosa vengono trasformati i sali minerali? - Quale sostanza di scarto si produce attraverso la fotosintesi?. 45

46 Colora solo le parole che indicano ciò di cui hanno bisogno le piante per vivere. acqua sali minerali luce vaso vento ombra sassi calore 46

Le piante. Sulla terra esistono vari tipi di piante: legnose ed erbacee a seconda delle dimensioni e della forma del fusto.

Le piante. Sulla terra esistono vari tipi di piante: legnose ed erbacee a seconda delle dimensioni e della forma del fusto. di Gaia Brancati Le piante Sulla terra esistono vari tipi di piante: legnose ed erbacee a seconda delle dimensioni e della forma del fusto. Il fusto Il fusto tende a crescere verso l alto. Quando esso

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

LE PIANTE. acqua anidride carbonica

LE PIANTE. acqua anidride carbonica Unità La foglia e la fotosintesi La foglia è la parte principale della pianta, perché nelle foglie la pianta produce il proprio cibo. luce solare acqua anidride carbonica clorofilla glucosio ossigeno Nella

Dettagli

La radice e le sue funzioni

La radice e le sue funzioni La radice e le sue funzioni Completa le spiegazioni, poi collega con una freccia la descrizione della funzione svolta dalle radici dei vegetali al nome corrispondente. Le radici sono organi specializzati

Dettagli

PRODUTTORI (PRIMO ANELLO DI OGNI CATENA ALIMENTARE) FUNZIONE CLOROFILLIANA RADICI FUSTO REGNO VEGETALE RAMI CHIOMA AUTOTROFE AGLI ANIMALI FOGLIE FIORI

PRODUTTORI (PRIMO ANELLO DI OGNI CATENA ALIMENTARE) FUNZIONE CLOROFILLIANA RADICI FUSTO REGNO VEGETALE RAMI CHIOMA AUTOTROFE AGLI ANIMALI FOGLIE FIORI ESSERI VIVENTI sono LE Sono composte da appartengono al REGNO VEGETALE sono ALL AMBIENTE Sono indispensabili si classificano in RADICI FUSTO RAMI CHIOMA AUTOTROFE AGLI ANIMALI FOGLIE Perciò sono ALL UOMO

Dettagli

Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica

Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica Scuola E. DE AMICIS S. Maria del Giudice anno scolastico 2011/12 Classe IV INS. Bandini Monica Oggi 10 Novembre abbiamo osservato alcuni semi: semi di lenticchie, di fagiolo, di mais. Tutti i semi al tatto

Dettagli

Le piante hanno forme e dimensioni diverse, ma quasi tutte sono costituite dalle stesse parti

Le piante hanno forme e dimensioni diverse, ma quasi tutte sono costituite dalle stesse parti Le piante hanno forme e dimensioni diverse, ma quasi tutte sono costituite dalle stesse parti OSSERVIAMO INSIEME LE PARTI DELLA PIANTA E SCOPRIAMO QUAL E IL LORO COMPITO Le.. ricevono dalle radici l....

Dettagli

A COSA SERVONO LE FOGLIE?

A COSA SERVONO LE FOGLIE? A COSA SERVONO LE FOGLIE? Le foglie fabbricano il cibo della pianta, trasformando aria e acqua in glucosio (zucchero). Una foglia è formata da: Di solito la foglia è formata LAMINA da una parte appiattita

Dettagli

A COSA SERVE IL FIORE?

A COSA SERVE IL FIORE? A COSA SERVE IL FIORE? Il fiore ha il compito di produrre i semi destinati a dar vita a nuove piante. PETALO COROLLA CALICE SEPALO PEDUNCOLO Il fiore è sostenuto da un peduncolo verde, che termina nel

Dettagli

Azione 1- Italiano come L2-La lingua per studiare

Azione 1- Italiano come L2-La lingua per studiare Azione 1- Italiano come L2-La lingua per studiare Disciplina:Scienze Livello:A2-B1 COME SI NUTRE UNA PIANTA? Gruppo 6 Autori:Albanello Aida, Peretti Chiara, Pontara Susanna, Pignataro Stefania. Destinatari:Percorso

Dettagli

A COSA SERVE IL FIORE?

A COSA SERVE IL FIORE? A COSA SERVE IL FIORE? Il fusto ha il compito di produrre i semi destinati a dar vita a nuove piante. PETALO COROLLA CALICE SEPALO PEDUNCOLO Il fiore è sostenuto da un peduncolo verde, che termina nel

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SUL FIORE

PERCORSO DIDATTICO SUL FIORE PERCORSO DIDATTICO SUL FIORE Daniela Basosi, Lucia Lachina 1 2011 Il fiore è l organo della riproduzione nelle Piante fanerogame. Il percorso didattico ha lo scopo di far osservare il fiore nella sua struttura,

Dettagli

A COSA SERVE IL FUSTO? Il fusto si trova fuori dal terreno e serve a

A COSA SERVE IL FUSTO? Il fusto si trova fuori dal terreno e serve a A COSA SERVE IL FUSTO? Il fusto si trova fuori dal terreno e serve a sostenere la pianta contenere i vasi in cui scorre la linfa Il fusto tende sempre a crescere verso l alto. Ci sono diversi tipi di fusto:

Dettagli

ARIA, ACQUA,TERRA: SCAMBI DI MATERIA DELLE PIANTE CON L AMBIENTE

ARIA, ACQUA,TERRA: SCAMBI DI MATERIA DELLE PIANTE CON L AMBIENTE 1 ARIA, ACQUA,TERRA: SCAMBI DI MATERIA DELLE PIANTE CON L AMBIENTE Classe I B Scuola Secondaria I grado L. Fibonacci -Pisa Insegnante Stefania Ferretti 2 ALBERO O ARBUSTO? 19 / 02 / 2009 Nel giardino della

Dettagli

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale L ECOSISTEMA Sai che cos è un ambiente? Il tuo ambiente, ad esempio, è il posto dove vivi ed è fatto dalla casa dove vivi, ma anche dalle persone, delle piante, degli animali che vi abitano. Un ambiente

Dettagli

LE PIANTE. Dott.ssa geol. Annalisa Antonelli

LE PIANTE. Dott.ssa geol. Annalisa Antonelli LE PIANTE IL REGNO DELLE PIANTE Comprende tutti gli organismi pluricellulari che sono in grado di compiere la fotosintesi; Si dividono in due grandi categorie 1) PIANTE COMPLESSE si riproducono per mezzo

Dettagli

Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli

Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli Classi III A e B Primaria C. Goldoni Spinea 1 - Aprile 2010 Ins. R. Santarelli Attività I bambini hanno portato a scuola una grande varietà di fiori: in che cosa si assomigliano? In che cosa sono diversi?

Dettagli

FORMA ED EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI UNA PIANTA

FORMA ED EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI UNA PIANTA FORMA ED EVOLUZIONE DELLE STRUTTURE DI UNA PIANTA La classificazione delle piante cormofite Alghe azzurre (unicellulari, procarioti, no clorofilla) Alghe unicellulari (eucarioti, sì clorofilla) Alghe pluricellulari

Dettagli

Il fiore è l'organo riproduttivo delle piante superiori e compare sulla Terra circa 200 milioni di fa, alla fine dell'era secondaria.

Il fiore è l'organo riproduttivo delle piante superiori e compare sulla Terra circa 200 milioni di fa, alla fine dell'era secondaria. Il fiore Il fiore è l'organo riproduttivo delle piante superiori e compare sulla Terra circa 200 milioni di fa, alla fine dell'era secondaria. Il fiore rappresentato sopra contiene entrambi gli organi

Dettagli

LE PARTI DELLA PIANTA

LE PARTI DELLA PIANTA LE PARTI DELLA PIANTA Esistono vari tipi di vegetali, ma quasi tutti sono formati da tre parti fondamentali: FOGLIE Le radici FUSTO Il fusto Le foglie RADICI Le radici hanno tre compiti principali: 1.

Dettagli

ISOLE DI BRISSAGO INDICE DELLE SCHEDE DIDATTICHE. Isole di Brissago- Schede didattiche ad uso delle scuole obbligatorie. Pagina Argomento Classe

ISOLE DI BRISSAGO INDICE DELLE SCHEDE DIDATTICHE. Isole di Brissago- Schede didattiche ad uso delle scuole obbligatorie. Pagina Argomento Classe 1 INDICE DELLE SCHEDE DIDATTICHE ISOLE DI BRISSAGO Pagina Argomento Classe 1 Indice e tabella riassuntiva 2 Scheda 1 per docente: gioco di ricerca sull isola Elementare/prima media 3 Scheda 1 per allievi

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BIOLOGIA DELLE PIANTE SUPERIORI

INTRODUZIONE ALLA BIOLOGIA DELLE PIANTE SUPERIORI INTRODUZIONE ALLA BIOLOGIA DELLE PIANTE SUPERIORI 1 Regno vegetale o delle Piante Il Regno vegetale o delle piante comprende organismi: - pluricellulari (cioè formati da numerose cellule); - dotati di

Dettagli

ALBERI. Conoscerli per Riconoscerli. Giovanni Regiroli, Biologo. LIONS CLUB BOLLATE Distretto 108-Ib4 - Italy

ALBERI. Conoscerli per Riconoscerli. Giovanni Regiroli, Biologo. LIONS CLUB BOLLATE Distretto 108-Ib4 - Italy ALBERI Conoscerli per Riconoscerli LIONS CLUB BOLLATE Distretto 108-Ib4 - Italy Giovanni Regiroli, Biologo Locandina commissionata dal Lions Club Bollate per la conferenza: creata dall allievo creata dall

Dettagli

La natura in autunno Le foglie cambiano colore e cadono

La natura in autunno Le foglie cambiano colore e cadono La natura in autunno Le foglie cambiano colore e cadono L autunno è una stagione con caratteristiche sue proprie, non è soltanto un periodo di passaggio tra le calde giornate estive e i primi geli invernali.

Dettagli

Struttura della foglia

Struttura della foglia Struttura della foglia La struttura delle foglie varia per grandezza e forma apice nervatura lamina fogliare base stipole picciolo Forma della lamina fogliare a squama ad ago lineare ellittica ovale lanceolata

Dettagli

IL CICLO VITALE DELLE PIANTE E DEGLI ANIMALI

IL CICLO VITALE DELLE PIANTE E DEGLI ANIMALI IL CICLO VITALE DELLE PIANTE E DEGLI ANIMALI Le piante, gli animali e anche l uomo nascono, crescono e poi muoiono. Questi passaggi dalla nascita, alla crescita e alla morte si chiamano ciclo vitale. 6

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche:

IL LEGNO. Che cos è il legno? Il legno è un materiale da costruzione che si ricava dal tronco degli alberi.si chiama anche: IL LEGNO 1 Perché è importante il legno? E stato il primo combustibile usato dall uomo per scaldarsi, per cuocere i cibi e fondere i metalli. E stato il primo materiale utilizzato per costruire case, recinti,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE DI MALEO

ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE DI MALEO ISTITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE DI MALEO SCUOLA PRIMARIA DI MALEO CLASSE 5^B DOCENTE: RAFFAELLA CECCONI UNITA' D'APPRENDIMENTO RACCORDO CON LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO GLI ESSERI VIVENTI

Dettagli

Emidio Tribulato. "Le scienze" SCHEDE PROGRAMMATE PER L APPRENDIMENTO DELLE SCIENZE. Centro Studi Logos - Messina

Emidio Tribulato. Le scienze SCHEDE PROGRAMMATE PER L APPRENDIMENTO DELLE SCIENZE. Centro Studi Logos - Messina Emidio Tribulato "Le scienze" SCHEDE PROGRAMMATE PER L APPRENDIMENTO DELLE SCIENZE Centro Studi Logos - Messina 1 CENTRO STUDI LOGOS ONLUS CENTRO DI RICERCHE PSICOPEDAGOGICHE VIA PRINCIPE TOMMASO 2 - MESSINA

Dettagli

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi

Altri materiali biodegradabili: segatura, trucioli di legno non trattato, tovagliolini di carta bianchi 1. Cos è Il compostaggio è il risultato di un nuovo modo di trattare i rifiuti organici e vegetali. È semplice: noi tutti produciamo una certa quantità di rifiuti ogni giorno. Parte dei rifiuti prodotti

Dettagli

Brunella Tirelli Numeri e piante

Brunella Tirelli Numeri e piante 4 Area: numeri, natura, Brunella Tirelli Numeri e piante Obiettivi Matematica Conoscere e rappresentare le frazioni decimali Comprendere il rapporto tra le frazioni decimali e la loro rappresentazione

Dettagli

PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA

PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA PERCORSO DIDATTICO SUL FUSTO E SULLA GEMMA Daniela Basosi, Lucia Lachina 1 2011 1) DESCRIVERE UN FUSTO LEGNOSO Procuratevi un ramo di albero da frutto e chiedete ai ragazzi di descriverlo. Fate discutere

Dettagli

La vita del pino silvestre

La vita del pino silvestre La vita del pino silvestre Riordina la sequenza degli avvenimenti, attribuendo ad ogni disegno il numero corretto: 1. un piccolo seme alato esce dalla pigna e cade sul terreno; 2. il seme produce foglie

Dettagli

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA CORSO DI FRUTTICOLTURA LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO E LA DIFESA DALLE PRINCIPALI AVVERSITA Lezione 1- L albero da frutto: elementi di anatomia e fisiologia vegetale (dr. Giulio RE) Le funzioni vitali

Dettagli

GLI ESSERI VIVENTI DALLA CELLULA ALLA CLASSIFICAZIONE. Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore

GLI ESSERI VIVENTI DALLA CELLULA ALLA CLASSIFICAZIONE. Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore GLI ESSERI VIVENTI DALLA CELLULA ALLA CLASSIFICAZIONE Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore Tutti gli esseri viventi sono formati da cellule piccolissime e visibili solo al microscopio.

Dettagli

Le angiosperme si dividono in due classi (monocotiledoni e dicotiledoni) a seconda che dall'embrione si sviluppino uno o due cotiledoni: le prime

Le angiosperme si dividono in due classi (monocotiledoni e dicotiledoni) a seconda che dall'embrione si sviluppino uno o due cotiledoni: le prime Angiosperme L'enorme successo delle angiosperme dipende dal fiore, organo che assicura loro la riproduzione sessuata. All'interno del fiore si sviluppano gli stami e i carpelli. I primi portano le sacche

Dettagli

Colori, fiori e impollinatori

Colori, fiori e impollinatori Unità didattica 9 Piante nell arte Colori, fiori e impollinatori 162 Durata 3 ore Stagione Primavera / estate Materiali - matite colorate - lenti di ingrandimento - cronometro - nastro bi-adesivo - foglio

Dettagli

Se li piantiamo, sopravvivranno e cresceranno? Le nostre ipotesi

Se li piantiamo, sopravvivranno e cresceranno? Le nostre ipotesi Oggi, 5 ottobre, la maestra ha portato a scuola una pianta di miseria. Durante il tragitto si sono spezzati due rametti. Non vogliamo buttarli via; tentiamo di far crescere una nuova piantina. Se li piantiamo,

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro! ISTITUTO COMPRENSIVO Principe Grimaldi SANTA CATERINA VILLARMOSA

Con l Europa investiamo nel vostro futuro! ISTITUTO COMPRENSIVO Principe Grimaldi SANTA CATERINA VILLARMOSA Con l Europa investiamo nel vostro futuro! ISTITUTO COMPRENSIVO Principe Grimaldi SANTA CATERINA VILLARMOSA PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2007-2013 COMPETENZE PER LO SVILUPPO AOODGAI 4462 del 31/03/2011-

Dettagli

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE L'Altopiano del Cansiglio si è formato dalla spinta del continente afri-cano verso quello europeo formando delle pieghe come la montagna dell Alpago, che si vede sullo

Dettagli

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo Il bosco e il sottobosco Il bosco è un ambiente naturale caratterizzato da alti alberi con grandi chiome. Gli alberi proteggono la parte più bassa del bosco, detta sottobosco, dal sole e dal vento. Abete

Dettagli

Un regalo per un amico

Un regalo per un amico Unità didattica 4 Piante nell arte Un regalo per un amico Durata 2 parti da 40 minuti Materiali - ampia gamma di semi (da frutti di stagione) - utensili di creta o di vetro - vasi - aghi e fili - colla

Dettagli

Quando le piante cominceranno a riempirsi di boccioli, vuol dire che i tempi sono maturi per cominciare a fruttificare.

Quando le piante cominceranno a riempirsi di boccioli, vuol dire che i tempi sono maturi per cominciare a fruttificare. La fruttificazione Quando le piante cominceranno a riempirsi di boccioli, vuol dire che i tempi sono maturi per cominciare a fruttificare. La fruttificazione porterà la pianta a produrre frutti carichi

Dettagli

A T T I V I T A ' D I L A B O R A T O R I O D I S C I E N Z E C L A S S E 1 ^ C 2 0 1 1 / 2 0 1 2

A T T I V I T A ' D I L A B O R A T O R I O D I S C I E N Z E C L A S S E 1 ^ C 2 0 1 1 / 2 0 1 2 Esperimento n 1 Un po di acqua Una siringa da 5 ml Lenticchie Proviamo a comprimere una piccola quantità di lenticchie precedentemente inserite nel cilindro della siringa Proviamo ora a comprimere nella

Dettagli

DALLA MATURAZIONE DEL POLLINE AL SUO ATTERRAGGIO

DALLA MATURAZIONE DEL POLLINE AL SUO ATTERRAGGIO DALLA MATURAZIONE DEL POLLINE AL SUO ATTERRAGGIO ASPETTI ECOFISIOLOGICI Da una lezione tenuta nel 2010 a UniFE del Prof. ETTORE PACINI dell Università di Siena 1 2 Sezione trasversale di antera di Allium

Dettagli

Classe 4^ S. Michele Anno scolastico

Classe 4^ S. Michele Anno scolastico Classe 4^ S. Michele Anno scolastico 2010-2011 FOGLIE FRUTTI FUSTO RADICI FIORI Samuele e Anna Osserviamo una piantina di insalata.le sue radici sono bianche e sottili. Mettiamo la piantina in un bicchiere

Dettagli

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno

DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno DI MARIO LODI Analisi e rielaborazione del libro BANDIERA Realizzato dall insegnante Micheletti Angela e dagli alunni di 2 A e B LA FONTE anno scolastico 2013/14 LA STORIA Questa storia comincia il primo

Dettagli

ILEX AQUIFOLIUM L. Agrifoglio; Pungitopo maggiore; Alloro spinoso FAMIGLIA AQUIFOLIACEAE

ILEX AQUIFOLIUM L. Agrifoglio; Pungitopo maggiore; Alloro spinoso FAMIGLIA AQUIFOLIACEAE ILEX AQUIFOLIUM L. Agrifoglio; Pungitopo maggiore; Alloro spinoso FAMIGLIA AQUIFOLIACEAE Si presenta come arbusto sempreverde con portamento cespuglioso o come albero, a tronco diritto e corteccia di colore

Dettagli

Alla scoperta degli alberi

Alla scoperta degli alberi Alla scoperta degli alberi Indice La festa dell albero...3 Glossario...4 Come stimare l altezza di un albero...5 Cenni di botanica...5 Il fiore...6 Laurus nobilis - Alloro...8 Cercis siliquastrum - Albero

Dettagli

Dalla germinazione alle funzioni delle parti di una pianta

Dalla germinazione alle funzioni delle parti di una pianta Dalla germinazione alle funzioni delle parti di una pianta La progettualità della classe seconda di scuola primaria è partita dalla realizzazione, effettuata nel precedente anno scolastico, di un piccolo

Dettagli

ACQUA, ARIA E TERRENO

ACQUA, ARIA E TERRENO ACQUA, ARIA E TERRENO PREMESSA Gli impianti d irrigazione a goccia svolgono un ruolo fondamentale negli apporti irrigui alle colture. Se utilizzato correttamente permette un sano sviluppo della pianta

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Laboratori didattici. Proposte didattiche ed educative del Giardino Botanico Alpino Rezia di Bormio SO

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Laboratori didattici. Proposte didattiche ed educative del Giardino Botanico Alpino Rezia di Bormio SO Proposte didattiche ed educative del di Bormio SO Il costituisce un punto di riferimento per la riproduzione di specie rare, una fonte di divulgazione scientifica, un richiamo per gli appassionati della

Dettagli

Che cos è l agricoltura?

Che cos è l agricoltura? L agricoltura Che cos è l agricoltura? L agricoltura è la coltivazione del terreno. L agricoltura produce gli alimenti necessari agli uomini. L agricoltore semina e lavora la terra. Le piante crescono

Dettagli

T. Pera Castel San Pietro Terme 28 ottobre 2012 L area delle Scienze e la Scuola di base: tra apprendimenti e competenze

T. Pera Castel San Pietro Terme 28 ottobre 2012 L area delle Scienze e la Scuola di base: tra apprendimenti e competenze Le premesse condivise SONO CONFERMATE NELLA PRATICA? Centralitàdel bambino Cultura bambina Didattica attiva Didattica per esperienze Didattica di prossimalità Le premesse condivise SONO CONFERMATE NELLA

Dettagli

Famiglia delle. Cucurbitaceae. Melone Cucumis melo L.

Famiglia delle. Cucurbitaceae. Melone Cucumis melo L. Famiglia delle Cucurbitaceae Melone Cucumis melo L. - Ortaggio di importante valore diatetico per l elevato contenuto di Vitamina A e Vitamina C, e per la ridotta quantità di calorie (33 calorie per 100

Dettagli

IL MIO GRANDE MASO FORMAZIONE PROFESSIONALE 22. La verdura VERDURA

IL MIO GRANDE MASO FORMAZIONE PROFESSIONALE 22. La verdura VERDURA I MI GRND MS FRMZIN PRFSSIN 22 1 a verdura a paprica a carota Il carciofo insalata Il broccolo a verza Il cetriolo o zucchino Il porro a rapa Il cavolino di Bruxelles a patata VRDUR I MI GRND MS FRMZIN

Dettagli

Il verbo nascere è sempre accompagnato dall ausiliare essere. Completa. Io sono nato. Noi... Tu...

Il verbo nascere è sempre accompagnato dall ausiliare essere. Completa. Io sono nato. Noi... Tu... LE PIANTE Le piante, gli animali e gli uomini sono tutti esseri viventi. Gli esseri viventi nascono, crescono, muoiono: questo è il loro ciclo vitale. Le piante sono molto importanti per la vita degli

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

GIUGNO 2010 ESPERIENZA DI SCUOLA ALL'APERTO NELLA SCUOLETTA DI SERINO A CURA DELL'INS. AMATO GIUSEPPE CLASSE IV DD STAGLIENO GENOVA

GIUGNO 2010 ESPERIENZA DI SCUOLA ALL'APERTO NELLA SCUOLETTA DI SERINO A CURA DELL'INS. AMATO GIUSEPPE CLASSE IV DD STAGLIENO GENOVA ESPERIENZA DI SCUOLA ALL'APERTO NELLA SCUOLETTA DI SERINO A CURA DELL'INS. AMATO GIUSEPPE CLASSE IV DD STAGLIENO GENOVA Prima parte La mappa di Serino Per fare una cartina bisogna raccogliere dei dati

Dettagli

Le piante sulla nostra tavola

Le piante sulla nostra tavola Unità didattica Piante e Alimentazione Le piante sulla nostra tavola Durata 0 minuti Materiali necessari - almeno un ortaggio da ciascun organo di una pianta, si consigliano: - carote - piselli o fagioli

Dettagli

Completa e Colora GIOCO 01

Completa e Colora GIOCO 01 GIOCO 01 ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA www.sardegnaforeste.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Completa e Colora stropicciato I suoi fiori sono grandi e rosa, con petali dal caratteristico aspetto......................

Dettagli

Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena. Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare:

Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena. Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare: Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare: i salici piangenti perché si trovano in tante zone di Merone. I rami sottili e flessibili del salice venivano usati

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

LA GENETICA scienza che studia i caratteri ereditari e i meccanismi che ne regolano la trasmissione.

LA GENETICA scienza che studia i caratteri ereditari e i meccanismi che ne regolano la trasmissione. LA GENETICA scienza che studia i caratteri ereditari e i meccanismi che ne regolano la trasmissione. Gregor Jhoann Mendel (1822-1884) Mendel viveva nel monastero di Brum, a Brno in Repubblica Ceca, studiò

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CAPANNOLI Scuola Primaria di Terricciola MELE..E DINTORNI

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CAPANNOLI Scuola Primaria di Terricciola MELE..E DINTORNI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CAPANNOLI Scuola Primaria di Terricciola Classe IV^ Docenti: Casati Vera (italiano, arte e immagine), Vignali Claudia (matematica e scienze), Menciassi Rossana (sostegno) MELE..E

Dettagli

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE Un esempio di misure di ossigeno e ph in acque contenenti piante acquatiche (alla luce e al buio) Misura (con un ossimetro) dell ossigeno disciolto all inizio di un

Dettagli

Ora dovremo mettere nella serra tutto quello che ci permetterà di ricreare, in scala ridotta, un ambiente naturale a noi familiare: il bosco.

Ora dovremo mettere nella serra tutto quello che ci permetterà di ricreare, in scala ridotta, un ambiente naturale a noi familiare: il bosco. La serra. La nostra piccola serra è una vasca rettangolare di plastica trasparente. Come prima cosa rileviamo le sue dimensioni così da far ritagliare dal vetraio una lastra per poterla chiudere ermeticamente.

Dettagli

VEGETALI U N S O T U R I O L O P S I T T O S U N O D. Vegetali V4 LA RADICE V2 U1 U3

VEGETALI U N S O T U R I O L O P S I T T O S U N O D. Vegetali V4 LA RADICE V2 U1 U3 T S U Vegetali LA RAD V2 U1 U3 1 T S U LA RAD 1. A SA SERVN LE RAD? Tutte le piante hanno delle radici. Vi siete mai chiesti a che cosa servono? Scrivete le vostre ipotesi: Per verificarle leggete la scheda

Dettagli

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE 2014

COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE 2014 Classe I SEZ. E Prof.ssa Verena Libardi COMPITI PER LE VACANZE ESTIVE 2014 Consolidamento IMPARIAMO A GUARDARE UNA FOGLIA In una foglia possiamo distinguere la lamina (1), che è la parte più larga che

Dettagli

LE FOGLIE. classe 2^ scuola primaria

LE FOGLIE. classe 2^ scuola primaria LE FOGLIE classe 2^ scuola primaria Per i bambini, scoprire ciò che li circonda è sempre un avventura magica e piena di risorse. La realtà nella quale si trova la nostra scuola offre diversi stimoli dal

Dettagli

PERCORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE. Con la collaborazione con il Centro R.D.P. del Padule di Fucecchio

PERCORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE. Con la collaborazione con il Centro R.D.P. del Padule di Fucecchio PERCORSO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE Con la collaborazione con il Centro R.D.P. del Padule di Fucecchio SCUOLA PRIMARIA GALILEO GALILEI CLASSE 3A e 3B ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Le attività si sono svolte

Dettagli

D26. 1 Le piante conquistano LA VARIETÀ DELLE PIANTE U N I T À. le terre emerse

D26. 1 Le piante conquistano LA VARIETÀ DELLE PIANTE U N I T À. le terre emerse LA VARIETÀ DELLA VITA MODULO D D26 U N I T À 2 LA VARIETÀ DELLE PIANTE Quali problemi hanno incontrato le piante per conquistare le terre emerse? Cosa sono le briofite? Cosa sono le tracheofite? Quali

Dettagli

Populus nigra L. e Populus alba L. (Pioppo nero e pioppo bianco)

Populus nigra L. e Populus alba L. (Pioppo nero e pioppo bianco) SALICACEE Nella famiglia delle Salicacee fanno parte piante per lo più legnose distribuite nelle zone temperate dell'emisfero boreale. Nella flora italiana la famiglia è rappresentata da due generi, Populus

Dettagli

L APPARATO RESPIRATORIO

L APPARATO RESPIRATORIO L APPARATO RESPIRATORIO Per comprendere la funzione dell'apparato respiratorio dobbiamo sapere che gli alimenti introdotti nell'organismo, una volta digeriti e assorbiti dal sangue, raggiungono tutte le

Dettagli

I G L U C I D I ASPETTI GENERALI

I G L U C I D I ASPETTI GENERALI I G L U C I D I ASPETTI GENERALI I glucidi sono i costituenti più importanti dei vegetali e le sostanze organiche più diffuse nella biosfera. Rappresentano solo l 1% del corpo umano ma hanno una notevole

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

Foliage. gli alberi e i colori dell autunno

Foliage. gli alberi e i colori dell autunno Foliage gli alberi e i colori dell autunno Dopo l estate arriva una stagione critica anche se le foglie sono ancora perfettamente funzionanti, l albero sa che deve allontanarle da sé Lo abbiamo visto nei

Dettagli

I CIRCOLO DIDATTICO SESTO FIORENTINO CLASSI II A.S. 2012-2013

I CIRCOLO DIDATTICO SESTO FIORENTINO CLASSI II A.S. 2012-2013 I CIRCOLO DIDATTICO SESTO FIORENTINO CLASSI II A.S. 2012-2013 INDICAZIONI PER IL CURRICOLO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PER IL PRIMO CICLO D ISTRUZIONE Il metodo di lavoro sarà di tipo fenomenologicooperativo,

Dettagli

Seriare e classificare oggetti in base alle loro proprietà. Osservare momenti significativi nella vita di piante e animali.

Seriare e classificare oggetti in base alle loro proprietà. Osservare momenti significativi nella vita di piante e animali. CLASSE PRIMA Sviluppa un atteggiamento di curiosità e di ricerca esplorativa. Sa raggruppare classificare e ordinare in base ad una caratteristica. Individuare la struttura di oggetti semplici e descriverli

Dettagli

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico

Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema. Laboratori del Sapere Scientifico Prodotto realizzato con il contributo della Regione Toscana nell'ambito dell'azione regionale di sistema Laboratori del Sapere Scientifico ESPERIENZA SULLA SEMINA. La germinazione SVOLTA NELLA CLASSE 2

Dettagli

AREA TEMATICA: L'ECOSISTEMA CLASSE 2^ ins. Vita CAGNAZZI. LEZIONE 1: Fattori necessari alla germinazione dei semi

AREA TEMATICA: L'ECOSISTEMA CLASSE 2^ ins. Vita CAGNAZZI. LEZIONE 1: Fattori necessari alla germinazione dei semi Obiettivo formativo: individuare l'interdipendenza dei fattori biotici e abiotici di un ecostistema terrestre Problema: conoscere l'importanza dell'acqua, della luce e dell'aria per la crescita della pianta.

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

D46. 1 I componenti delle piante COME VIVONO LE PIANTE U N I T À. sono i componenti delle piante? ruolo riveste l acqua nelle piante?

D46. 1 I componenti delle piante COME VIVONO LE PIANTE U N I T À. sono i componenti delle piante? ruolo riveste l acqua nelle piante? LA VARIETÀ DELLA VITA MODULO D D46 3 COME VIVONO LE PIANTE U N I T À Quali Che Come Che Che Che Come sono i componenti delle piante? ruolo riveste l acqua nelle piante? sono fatte e come funzionano le

Dettagli

n. 53 giugno 2014 ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi*

n. 53 giugno 2014 ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi* ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi* Il racconto di un percorso sul mondo vegetale, svolto proprio all inizio del cammino scolastico, si snoda con chiarezza

Dettagli

Cenni sulle principali operazioni di potatura TECNICHE GENERALI. 17 novembre 2011 Dr. Agr. Simone Tofani

Cenni sulle principali operazioni di potatura TECNICHE GENERALI. 17 novembre 2011 Dr. Agr. Simone Tofani Cenni sulle principali operazioni di potatura TECNICHE GENERALI 17 novembre 2011 Dr. Agr. Simone Tofani Definizione La potatura comprende quelle operazioni che direttamente applicate alla parte epigea

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE SCIENZE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE SCIENZE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno sviluppa atteggiamenti di curiosità e modi di

Dettagli

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE 1 I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE Nella fascia tropicale ci sono tre paesaggi: la foresta pluviale, la savana, il deserto. ZONA VICINO ALL EQUATORE FORESTA PLUVIALE Clima: le temperature sono

Dettagli

5 a. Soluzioni di Maxi granita al limone 2011 De Agostini Scuola SpA Novara

5 a. Soluzioni di Maxi granita al limone 2011 De Agostini Scuola SpA Novara 5 a SETTIMANA L ORTO 62 DEI BAMBINI MAXI GRANITA Fai anche tu come i bambini che stanno lavorando nell orto. Procurati un vasetto, riempilo di terra e pianta un seme di fagiolo fresco. Ricordati di bagnarlo

Dettagli

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO

PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO PRIMA DELLA VISITA SUL CAMPO Abbiamo effettuato una sorta di progettazione partecipata per individuare obiettivi ed attività da svolgere durante l esperienza sul campo, stimolando i ragazzi ad individuarli/proporli

Dettagli

Nel pensare il percorso di Scienze in questi anni ho tenuto conto LINEA DIRETTA

Nel pensare il percorso di Scienze in questi anni ho tenuto conto LINEA DIRETTA fare scienze alla scuola primaria u n p e r c o r s o r i c o r s i v o di Stefania Sponda* Certamente è fondamentale avere le idee chiare sugli argomenti di scienze che si possono sviluppare alla scuola

Dettagli

Deserti I CLIMI DESERTICI

Deserti I CLIMI DESERTICI Deserti Dune di sabbia, palmizi e dromedari. È così che ci si immagina un deserto, di solito. In realtà, nella maggior parte dei deserti, la sabbia non c è e non c è mai stata! Enormi aree desertiche sono

Dettagli

LABORATORIO DEL PICCOLO BOTANICO

LABORATORIO DEL PICCOLO BOTANICO LABORATORIO DEL PICCOLO BOTANICO Germinazione i t a G a r a n t 8/12 INDICE LA PIANTA E LA LUCE Cos è la fotosintesi? p. 2/3 Esperimento: Un labirinto di luce p4 Per andare più avanti: Mele personalizzate.

Dettagli

Alla scoperta del PARCO della

Alla scoperta del PARCO della Alla scoperta del PARCO della STORGA I.C.S. Ponzano (TV) Scuola Primaria di Ponzano Classi 2A, 2B e 2C Ha collaborato al progetto BaldanEmanuele dott. in Scienze Biologiche Guida naturalistico ambientale

Dettagli

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule unità 2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule Il trasporto nelle cellule avviene senza consumo di energia con consumo di energia trasporto passivo trasporto attivo attraverso il doppio strato fosfolipidico

Dettagli

Incremento delle rese e della produttività del suolo. Migliore infiltrazione dell acqua

Incremento delle rese e della produttività del suolo. Migliore infiltrazione dell acqua ACIDO CARBOSSILICO CARBOSOIL PROMOTORE DELLA RADICAZIONE E DELLO SVILUPPO DELLE PIANTE A BASE DI ACIDI CARBOSSILICI STIMOLA LA DIVISIONE CELLULARE PRODUCE LA FORMAZIONE DI GERMOGLI RALLENTA L INVECCHIAMENTO

Dettagli

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO

PROGRAMMA MANUTENZIONE GIARDINO Operazioni PREPARAZIONE DEL TERRENO Il terreno ideale da giardino è quello con tessitura argillosa-sabbiosa, friabile. Se il terreno dovesse essere pesante e compatto bisognerà correggerlo incorporando

Dettagli

ABC. L per una concimazione naturale delle piante

ABC. L per una concimazione naturale delle piante Per Per frutti frutti sani sani e gustosi gustosi ABC L per una concimazione naturale delle piante Perchè concimare? Per coltivare le piante nel migliore dei modi Neudorff offre una gamma completa di concimi

Dettagli