Provvedimenti urgenti da assumere nei primi giorni Idee per la crescita del territorio I cittadini e il Comune

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Provvedimenti urgenti da assumere nei primi giorni Idee per la crescita del territorio I cittadini e il Comune"

Transcript

1 Varese Ligure Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale Domenica 25 maggio 2014 Programma amministrativo della Lista CRESCERE INSIEME col candidato alla carica di Sindaco Sergio alla Spezia il Gabrovec, nato a Contrassegno:

2 P a g i n a 2 La nostra proposta è la sola vera novità delle elezioni amministrative 2014 a Varese Ligure, in grado di far compiere un balzo in avanti al nostro Comune. Il candidato sindaco e la maggior parte dei candidati consiglieri provengono dalla cosiddetta società civile e si apprestano ad affrontare per la prima volta questa sfida con entusiasmo e abnegazione impegnandosi a privilegiare i fatti più che le promesse. Altri componenti del gruppo hanno acquisito nel tempo una notevole esperienza amministrativa che sarà preziosa nella gestione del bene comune. Siamo inoltre affiancati da associazioni e da persone che hanno più volte dato prova che l impegno e la dedizione a un progetto sono più forti dello scetticismo e della burocrazia. Porteremo avanti i compiti che ci attendono nella massima trasparenza e con il concorso di tutti. Il nostro contrassegno porta la dicitura Crescere insieme e in queste due parole si compendia la filosofia della nostra azione. Crescere perché vogliamo far decollare la nostra comunità e il nostro bellissimo paese e le sue frazioni; insieme perché cercheremo la partecipazione dell intera collettività per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati. Faremo infatti continui incontri con la popolazione del capoluogo e delle frazioni e ognuno di noi sarà sempre a disposizione del cittadino. Pensiamo di regolamentare una Consulta popolare che abbia come scopo quello di favorire la partecipazione di tutti alla gestione della cosa pubblica. A differenza di altri non guardiamo al passato ma le nostre energie saranno rivolte al futuro; dobbiamo operare con spirito costruttivo, sempre avendo presenti i principi che hanno ispirato la nostra vita: correttezza e integrità morale. Varese ha conosciuto in questi ultimi anni una frattura che ha causato disagio nella popolazione. Ora è possibile ripartire tutti uniti con maggiore vigore; noi vogliamo rappresentare tutti e soprattutto ascoltare tutti. Al primo posto della nostra azione abbiamo messo i cittadini e agiremo per dare loro sicurezza e massima assistenza e per migliorare tutti i servizi. Il cittadino diventa quindi il massimo protagonista dell azione amministrativa. Vogliamo lavorare sui bisogni della collettività affrontando i problemi con un ordine di priorità che sarà formato assieme agli abitanti del capoluogo e delle frazioni,

3 P a g i n a 3 assegnando ragionevoli obiettivi ai singoli componenti del Consiglio che opereranno personalmente secondo le proprie competenze per poi proporre e discutere le iniziative collettivamente. Abbiamo formato una lista i cui componenti hanno assicurato il massimo impegno e l assunzione di specifiche responsabilità, persone tutte di provata integrità morale e capacità che concentreranno le loro risorse per il bene di Varese e delle sue frazioni. Ma molti altri che condividono i nostri principi hanno assicurato dall esterno la messa a disposizione delle loro competenze con impegno e spirito di collaborazione. Le decisioni più importanti, quelle strategiche per lo sviluppo del nostro territorio, saranno poi oggetto di assemblee pubbliche e tutti potranno portare il loro contributo a prescindere dalla loro scelta politica. Provvedimenti urgenti da assumere nei primi giorni La prima questione da risolvere è garantire l apertura della piscina per non perdere parte del flusso turistico estivo. Esamineremo immediatamente i problemi relativi alla sua manutenzione, alla sua copertura e quelli legati agli aspetti amministrativi e al bando per la concessione. Qualora non fosse possibile in tempi brevi l attribuzione definitiva, si esaminerà la possibilità di assegnare la gestione in via provvisoria. Altro problema è la scuola dell infanzia, ci attiveremo subito per garantire l istruzione a tutti nostri bambini. Il territorio comunale è vastissimo per cui diviene indispensabile curarne le infrastrutture. Uno dei primi provvedimenti riguarderà infatti il monitoraggio delle strade comunali dal quale ricavare gli interventi da doversi effettuare. Alcuni dei molti progetti per stimolare il flusso turistico, indispensabile volano di molte attività economiche, dovranno essere attivati tempestivamente per l imminenza della stagione estiva. Idee per la crescita del territorio I cittadini e il Comune Il Comune rappresenta la comunità dei cittadini, ne cura gli interessi e ne promuove lo sviluppo. Ecco che per conoscere i bisogni di ciascun cittadino diviene prioritario il dialogo con l amministrazione attraverso il contatto diretto (ufficio informazioni; sindaco e consiglieri) e con l utilizzo dei canali informatici (informazioni prestate attraverso il sito internet;

4 P a g i n a 4 sondaggi di opinione su temi importanti). Anche la sicurezza avrà un ruolo centrale nell azione dell amministrazione che cercherà forme di collaborazione con le forze che operano nel Comune (Carabinieri, Forestale) e posizionerà telecamere nelle zone strategiche per controllare tutto il territorio. Siamo consapevoli che la macchina amministrativa deve funzionare perfettamente perché possa adempiere al suo scopo principale: essere al servizio del cittadino e del proprio territorio. Sarà nostro compito migliorarne la funzionalità sentiti i suggerimenti del personale. L amministrazione deve poi continuare a curare i rapporti con la Regione e con gli altri Comuni per portare avanti strategie collaborative su piani di sicurezza, sulle infrastrutture, sui collegamenti e sulla gestione dei servizi pubblici. Compiti di coordinamento e sostegno si svolgeranno nei confronti delle associazioni ed Enti che operano sul territorio comunale. Importante sarà il rapporto con la partecipata Società Sviluppo Varese per favorire la sua operatività e mantenere tariffe per l acqua inferiori rispetto a quelle praticate in provincia. Un cenno al bilancio. Pur nelle difficoltà economiche generali e in presenza dei vincoli dettati dal patto di stabilità, si cercherà di operare (sempre nella massima trasparenza e chiarezza) per risolvere le esigenze urgenti, prestando attenzione al contenimento dei costi e senza aumentare il peso fiscale. Un sistema fiscale equo è indispensabile nel nostro territorio dove vive una popolazione anziana e con scarsi redditi. La sanità e i servizi sociali La popolazione del Comune è composta per una buona percentuale di persone anziane e in alcuni casi di persone non più in grado di gestirsi da sole. Diviene necessario fare opera di coordinamento delle associazioni di volontari per l assistenza domiciliare e dotare queste famiglie di strumenti di telemedicina che possano dialogare coi sanitari. Una soluzione auspicabile sarebbe la realizzazione sul territorio comunale di una Casa di riposo per anziani e l amministrazione cercherà di cogliere tutte le opportunità che si presenteranno. I servizi ambulatoriali, il primo presidio di pronto soccorso, la guardia medica, saranno organizzati in stretto contatto con l ASL. Per favorire il pronto intervento nelle situazioni di emergenza si individueranno zone idonee per la costruzione di aree attrezzate per l atterraggio anche notturno di elicotteri. Attenzione

5 P a g i n a 5 particolare sarà poi prestata nei confronti delle persone più povere, dei disoccupati, dei disabili, degli stranieri, chiedendo collaborazione alle associazioni di volontariato e alle parrocchie. La scuola Preoccupazione generale è che alcuni bambini del nostro territorio non possano iscriversi alla scuola dell infanzia per mancanza di insegnanti. L amministrazione comunale si impegnerà sin da subito per affrontare e risolvere questo problema. Altro aspetto importante è quello di condividere coi più giovani alcune scelte che condizioneranno il loro futuro. Dovremo coinvolgerli in iniziative sociali, culturali, ambientali e spiegare loro la gloriosa storia del paese in cui vivono. L agricoltura biologica e non L agricoltura biologica da un lato ha consentito al nostro territorio di emergere e farsi conoscere anche a livello europeo. D altro canto il rispetto delle rigide regole imposte dalla normativa di settore ha causato grandi difficoltà alle nostre imprese agricole. Diviene pertanto necessario che il Comune affianchi queste aziende per aiutarle a superare gli ostacoli offrendo consulenza sulle leggi, snellimento delle pratiche burocratiche, confronto costante con gli imprenditori. Contemporaneamente la stessa attenzione deve essere prestata alle imprese agricole che non hanno potuto o voluto scegliere il biologico. Anche queste imprese hanno contribuito e contribuiscono sotto vari punti di vista (produzione di prodotti tipici, impiego di risorse umane, presidio del territorio ecc.) al progresso economico dell intero territorio. Fondamentali per l economia varesina sono poi le imprese di allevamento e le cooperative e anch esse saranno sostenute dall amministrazione comunale, così come le nuove attività imprenditoriali che saranno favorite con l attenuazione dei vincoli burocratici. L amministrazione sarà poi attenta ad attivarsi in presenza di finanziamenti regionali, statali e comunitari diretti a sostenere l agricoltura, l allevamento e gli altri settori economici. Il commercio, la ristorazione e l artigianato Come per altre attività economiche, anche il commercio, la ristorazione e l artigianato hanno bisogno di iniziative che favoriscano un costante flusso di visitatori nel corso dell anno su tutto il territorio comunale, il che consentirà l apertura di nuovi esercizi e il progresso degli esistenti con la creazione di posti di lavoro. Queste iniziative saranno studiate e condivise con gli stessi

6 P a g i n a 6 esercenti. Il commercio, il consumo e la produzione dei prodotti locali alimentari e le attività artigianali saranno promossi dal Comune diffondendone la conoscenza per conquistare nuovi mercati. In particolare, la ristorazione potrà avvantaggiarsi dell uso di alimenti prodotti localmente tipicizzando il locale e contemporaneamente fungere da stimolo e propaganda alla produzione che potrà usufruire anche di vendita diretta nei mercati organizzati durante l anno. Il Comune favorirà contatti con altre realtà economiche della Valle per creare sinergie e coinvolgerà, con incontri periodici da concordare, le associazioni di categoria dei commercianti e degli artigiani per ottenere un sempre maggiore impegno nella tutela dei propri assistiti. Storicamente Varese è stata la culla di molteplici attività artigianali praticate da generazioni; questo patrimonio deve essere recuperato. L amministrazione cercherà collaborazione dalla scuola pubblica per diffondere tra i giovani la conoscenza del lavoro dell artigiano con la speranza di appassionarli creando lavoro e la conservazione della tradizione. I giovani e l informatica - Siamo certi che per puntare al futuro occorre una politica rivolta ai giovani. Bisognerà stimolare le loro idee e realizzare iniziative che li coinvolgano e che possano gestire direttamente. I giovani sanno che la gestione della cosa pubblica può contribuire a migliorare il loro futuro. Da alcuni di loro sono già pervenute proposte quali, ad esempio, la creazione di una piccola redazione giovanile che curi la pubblicazione di un giornalino locale bimestrale su temi che riguardano loro, la comunità e il territorio e l opportunità di fare un esperienza lavorativa accompagnando i turisti nelle visite al territorio. Un altra idea avanzata è relativa alla creazione di una pagina, sul sito internet del Comune, che riporti le proposte dei giovani e ancora la richiesta di disponibilità del salone della Compagnia per la proiezione di film nei fine settimana. Anche l organizzazione di eventi sportivi e musicali e di attività ricreative potrà essere curata dai giovani. Il Comune potrà favorire la nascita di cooperative sociali che offrano ai giovani un occupazione lavorativa e contemporaneamente mettere a disposizione della popolazione nuovi servizi. La creazione di una wifi zone, di un app scaricabile da android e i-phone con la storia del borgo, le foto del paese, delle frazioni e dei paesaggi e le mappe con i percorsi e le

7 P a g i n a 7 passeggiate e il miglioramento delle coperture telefoniche sono altre proposte pervenute dai giovani di Varese. La cultura - La cultura è poi uno strumento da utilizzare per la crescita dell intera collettività. E appena il caso di citare il fenomeno delle nostre associazioni che, senza alcuno scopo di lucro, hanno saputo attivare iniziative che hanno catturato l attenzione di turisti e dei media. La cultura può anche essere potente motore economico che può rinforzare le attività commerciali, artigianali e agricole del territorio. Anche qui i giovani potranno offrire l indispensabile supporto per iniziative da svolgere anche nelle frazioni, per contribuire a rivitalizzare le nostre comunità. La biblioteca comunale sarà riaperta e riordinata con l apporto del volontariato, si organizzeranno mostre, conferenze, esposizioni, si realizzeranno pubblicazioni, targhe per chiese e monumenti e si valorizzerà la ricca storia di Varese e delle personalità che l hanno resa grande. A titolo di esempio, vi sarà l impegno a intitolare a un grande parroco, don Vittorio Valerio, i giardini pubblici di San Pietro Vara e a proseguire l iter già iniziato per l intitolazione, in Varese, di parte della via Portici al sacerdote e storico Antonio Cesena, principale fonte storica della nostra terra. Anche la cura dei monumenti ai caduti delle guerre mondiali presenti a Varese e in tutte le frazioni sarà uno degli obiettivi da perseguire per mantenere viva la memoria di chi ha sacrificato la propria vita per la Patria. Il Comune darà poi sostegno alle iniziative in corso da anni e alle associazioni che le organizzano. Il turismo - La valorizzazione del capoluogo e delle frazioni dipende dalle iniziative che saremo in grado di attuare e dalla comunicazione che riusciremo a diffondere e che ci aiuterà ad attrarre visitatori. Pensiamo alla ricchezza del nostro territorio: panorami bellissimi, importanti vestigia medievali, arte nelle nostre chiese, negli oratori e nei palazzi, il costruendo polo museale Maghella che attirerà turisti desiderosi di conoscere la valle, la sana cucina, i prodotti tipici ecc.; starà alla nostra capacità far risaltare questo patrimonio attraverso proposte che si sviluppino nelle varie stagioni. Le iniziative che possiamo intraprendere sono moltissime, occorrono idee e poi la loro messa in pratica. Si potranno attivare accordi con le parrocchie per visite guidate alle chiese e con le associazioni d arma per organizzare

8 P a g i n a 8 raduni. Proviamo a dare alcuni input al riguardo pervenuti dalla popolazione: riscoprire e curare gli antichi sentieri che collegano le frazioni tra loro e queste con i ruderi dei castelli; contattare le associazioni che organizzano escursioni per richiamare più persone nel nostro territorio; costruire nuovi percorsi per passeggiate che partono dal centro storico di Varese verso località di interesse paesaggistico e storico; predisporre aree attrezzate per ricevere gli escursionisti e un area attrezzata per la sosta dei camper; proporre alle agenzie turistiche pacchetti-vacanza per la scoperta del nostro territorio e delle sue peculiarità; organizzare mostre di fotografia, pittura, manufatti, mercatini dell antiquariato e di Natale, presepe vivente nel quartiere Grexino; apporre cartelli stradali nello svincolo autostradale di Brugnato indicanti il centro medievale di Varese e i monumenti di interesse turistico nonché le aziende ricettive del nostro territorio per informare i visitatori dell Outlet; attrarre i turisti che frequentano le vicine Cinque Terre; creare un portale turistico da inserire nel sito del Comune per consentire un giro virtuale della vallata. Negli ultimi anni alcune fiere storiche hanno visto una riduzione nel numero dei partecipanti; per rivitalizzarle portando un maggior numero di visitatori si potrebbe proporre la loro tenuta nei giorni del sabato o della domenica. L ambiente e il territorio Nel panorama ligure il nostro territorio si è imposto per le scelte operate nel campo delle energie rinnovabili. La tutela dell ambiente resta elemento irrinunciabile. Il Comune promuoverà iniziative tese a diffondere nelle scuole la cultura ambientale. Interesse particolare sarà rivolto alla raccolta dei rifiuti per ottenere migliori percentuali di smaltimento e recupero. Anche la conservazione dei boschi di castagni sarà obiettivo del Comune che coopererà coi privati e col Consorzio mirando in particolare alla lotta al cinipide galligeno. Oltre a preservare e potenziare quanto già fatto in materia di protezione civile con la rilevazione delle zone critiche del nostro territorio, si esaminerà la possibilità di inviare sms automatici a tutti i cellulari dei residenti in caso di allarme meteo 2. L attenzione dell amministrazione sarà rivolta al mantenimento dell identità delle frazioni tutelandone le comunità che contribuiscono al controllo del territorio.

9 P a g i n a 9 La viabilità, i trasporti e i lavori pubblici La cura delle strade comunali è compito prioritario del Comune e si procederà sin da subito a un preciso monitoraggio sullo stato delle stesse per programmare gli interventi. Si solleciterà la Provincia a intervenire con urgenza sulle strade di sua competenza specie nelle vicinanze del capoluogo. Ci si impegnerà con gli Enti preposti ai lavori di miglioramento della strada ex statale 523 considerata opera strategica per lo sviluppo di tutto il territorio. Il servizio di trasporto scolastico e quello di collegamento con le varie frazioni sarà mantenuto e possibilmente incrementato. Per quanto concerne le opere pubbliche, il Comune ha in progetto il secondo lotto dei lavori per completare la nuova scuola con la costruzione dell asilo e della palestra. Per rendere più sicure le opere pubbliche esistenti sul territorio si faranno eseguire controlli a tutela delle persone che ne usufruiscono. Si proseguirà nel potenziamento della rete idrica e della fognatura con gli interventi programmati da tempo.

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 CANDIDATO SINDACO Patrizia Sbardolini CANDIDATI CONSIGLIERI Luca Felappi Raffaella Zanardini Serafino Frassi Luisa Manella Davide Morgera Alessandra Frassi

Dettagli

Programma Elettorale

Programma Elettorale Programma Elettorale Amministrazione di Arluno 2014-2019 1. Un Incubatore d idee e d impresa per Arluno. Lo sviluppo delle Start Up. Adibire uno spazio per lo sviluppo di Un Incubatore d impresa e la promozione

Dettagli

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale

QUESTIONARIO. Turismo individuale Turismo di gruppo Turismo delle famiglie Turismo giovanile Turismo senior/terza età Turismo sociale QUESTIONARIO Allo scopo di fotografare la Destinazione Turistica di Fiesole ed elaborare una analisi Swot che consenta di focalizzare i punti di forza, di debolezza, le opportunità e le minacce Le chiediamo

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare

Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare Benvenuto turista : conoscere il territorio e informare Il Palazzo Ducale di Modena e il castello di Spezzano o quello di Formigine; il Duomo e il sito Unesco di piazza Grande e il lambrusco; il Museo

Dettagli

ASILO AZIENDALE BPM. Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl. Milano, 25 gennaio 2011

ASILO AZIENDALE BPM. Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl. Milano, 25 gennaio 2011 ASILO AZIENDALE BPM Il patto di valori e servizi tra BPM e BD Bimbi srl Milano, 25 gennaio 2011 BREVE STORIA L asilo nido Il giardino di Bez nasce per volontà del consiglio di amministrazione della Banca

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO PIANO OFFERTA FORMATIVA 2015/2016 1 PREMESSA Come specificato nelle Nuove Indicazioni, la scuola primaria, insieme alla scuola secondaria

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA

PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA PROGRAMMA ELETTORALE DELLA LISTA LA PRIMAVERA ROCCANA I componenti della lista non provengono da diverse forze politiche, ma sono persone che con esperienze diverse hanno deciso di mettersi, con impegno

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità IL MIO MONDO IL TUO MONDO Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità L'idea di creare uno sportello d'ascolto presso il Comune di Aversa nasce da un approfondito confronto tra persone

Dettagli

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE. Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 COMPETENZA S P I R I T O D I I N I Z I A T I V A E D I I M P R E N D I T O R I A L I T A DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

Circuito turistico integrato

Circuito turistico integrato ospiti di valore Circuito turistico integrato Terre di Siena Ospiti di Valore Codice di comportamento Art. 1 - Valori delle Terre di Siena Lo sviluppo economico delle Terre di Siena dipende dalla capacità

Dettagli

Costruendo valore per il turismo in Lombardia

Costruendo valore per il turismo in Lombardia Costruendo valore per il turismo in Lombardia Chi siamo Explora S.C.p.A. ha il compito di promuovere la Lombardia e Milano sul mercato turistico nazionale ed internazionale. La società opera esattamente

Dettagli

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune.

Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. SCUOLA CULTURA SPORT ASSOCIAZIONISMO VOLONTARIATO Il Progetto Scuola è sempre stato un punto importante nel programma del Comune. L Amministrazione intenderà: garantire spazi sicuri, curati e funzionali

Dettagli

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011

'Ez año BU 5. Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 25 OTTOBRE 2011 L_ 1 `_ -F ' f. _ L/ 1 I BU 5 'Ez año Comune di Inverigo LINEE PROGRAMMATICHE DI GOVERNO 2011-2016 ELEZIONI DEL 15 E 16 MAGGIQ 2011 25 OTTOBRE 2011 ai. H/ úiscúíü"'7.7 i ÈL É' i ceurnonssrnn RIBOLDI SINDACO

Dettagli

LISTA N. 3 "SI PUO' FARE DI PIU'" candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO. candidati alla carica di Consiglieri Comunali

LISTA N. 3 SI PUO' FARE DI PIU' candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO. candidati alla carica di Consiglieri Comunali LISTA N. 3 "SI PUO' FARE DI PIU'" candidato alla carica di Sindaco BERTI GIANPIERO candidati alla carica di Consiglieri Comunali LOMBARDI GIULIANO CRESPIANI ROMANO FRANCINI GIUSEPPE MICHELI FRANCESCO MOSTI

Dettagli

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale

LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012. per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale LA CIVICA DARFO BOARIO TERME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DEL 6/7 MAGGIO 2012 per l elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale Candidato Sindaco EZIO MONDINI PROGRAMMA DARFO BOARIO TERME NELLA VALLECAMONICA

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO IL NOSTRO STILE Prima del cosa c è il come : lo stile ed il metodo sono essenziali per capire la persona, per capire il modus operandi della squadra di governo. OSARE Buttiamo il cuore oltre l ostacolo,

Dettagli

I CEMEA ED I SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE

I CEMEA ED I SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE I CEMEA ED I SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE I Cemea, da molti anni sono impegnati anche nel campo dell assistenza domiciliare ritenendola una scelta importante e significativa per incrementare i processi

Dettagli

Associazione Culturale Michele Testa Tor Sapienza. Con i Patrocini di

Associazione Culturale Michele Testa Tor Sapienza. Con i Patrocini di Con i Patrocini di Festa provinciale dell arte di vivere bene lungo il fiume Aniene Un progetto realizzato con Centro Culturale Municipale Giorgio Morandi Il progetto in sintesi Vorremmo contribuire a

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE

MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE MANIFESTO PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA TERRITORIALE L AMMINISTRAZIONE COMUNALE SI IMPEGNA A 1. promuovere forme di collaborazione con la scuola, con le famiglie, gli Enti e le Associazioni locali

Dettagli

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico

Rapporto Finale Schede questionario per il Documento di Orientamento Strategico CITTÀ DI TORRE DEL GRECO (Provincia di Napoli) 4 a area - AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE UFFICIO TEAM PROGETTO DIRIGENTE DEL SETTORE Ing. Giovanni Salerno Documento elaborato da: Arch. Michele Sannino

Dettagli

Patto per il Biellese

Patto per il Biellese Patto per il Biellese INTEGRAZIONE TRA I PIANI DI SVILUPPO SOCIO ECONOMICO DELLE COMUNITA MONTANE DOCUMENTO REDATTO DAL GRUPPO DI LAVORO INTEGRAZIONE TRA I PSSE DELLE COMUNITÀ MONTANE (Approvato dal Tavolo

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA ELETTORALE AMMINISTRATIVE 2014 Linee guida, criteri e principi ispiratori della lista N. 2 per le elezioni amministrative 25.05.2014 SOMMARIO: PREMESSA LINEE PROGRAMMATICHE CONCLUSIONI PREMESSA

Dettagli

MACRO AREA RETE BENESSERE SALUTE COMUNITA

MACRO AREA RETE BENESSERE SALUTE COMUNITA MACRO AREA RETE BENESSERE SALUTE COMUNITA Questa macro area organizza e sviluppa le proprie azioni e attività sulla base dell ascolto, lettura dei bisogni sociali, di assistenza, di salute della comunità

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO (Art. 71, comma 2, del D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) AI CITTADINI DEL COMUNE DI ROGHUDI La lista dei candidati al Consiglio comunale e la collegata candidatura alla carica di

Dettagli

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE

IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE PROGETTO EDUCATIVO IL RISPETTO DEI DIRITTI PROPRI DI OGNI PERSONA E DI OGNI BAMBINO, E IL SEGRETO PIU PROFONDO DELLA VERA PACE IDENTITA DELLA SCUOLA La Scuola dell Infanzia parrocchiale S.Giuseppe vuole

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane.

La comunicazione istituzionale rappresenta, da oltre un decennio, un tema di rilevante interesse per le amministrazioni pubbliche italiane. ALLEGATO 1 PROVINCIA DI BRINDISI SERVIZIO 1 SETTORE AMMINISTRAZIONE GENERALE P R O G E T T O UFFICIO STAMPA E SUPPORTO UFFICIO COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE DELLA PROVINCIA DI BRINDISI 1 MOTIVAZIONI La funzione

Dettagli

CARTA PER LA CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano

CARTA PER LA CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano CITTADINANZA SOCIALE dell Ambito Sociale n. 22 Lanciano La carta della cittadinanza è un documento/strumento rivolto alla società civile per informare sull offerta dei servizi sociali, assumere impegni

Dettagli

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico

Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Portale Regionale del Prodotto Tipico e Biologico Legge Regione Umbria n. 21 del 20/08/2001 Disposizioni in materia di coltivazione, allevamento, sperimentazione, commercializzazione e consumo di organismi

Dettagli

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi Gruppo di lavoro territorio I questionari conoscitivi Aprile 2010 Presentazione Questionario sul "Puc Partecipato" a cura di Alessia Fracchia e Valentina Rivera In previsione della redazione del nuovo

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO

PREMESSA E CONTENUTI AZIONI DI PROGETTO PREMESSA E CONTENUTI OBBIETTIVI AZIONI DI PROGETTO Il Comune di Porto Venere collabora da anni con il Comitato Provinciale Unicef della Spezia per promuovere nel territorio attività e manifestazioni finalizzate

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 II Documento programmatico previsionale annuale determina le finalità, le priorità, le risorse disponibili e le modalità operative della Fondazione nello svolgimento

Dettagli

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA

CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA. SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Settore Politiche sociali e di sostegno alla famiglia CARTA dei SERVIZI CENTRO PRIMA INFANZIA SERVIZIO INFANZIA e FAMIGLIA Indice Capo 1 La carta dei servizi Uno strumento per dialogare e collaborare con

Dettagli

PROGETTO CREARE LA RETE

PROGETTO CREARE LA RETE PROGETTO CREARE LA RETE INTRODUZIONE Se un uomo ha fame non regalargli un pesce ma insegnagli a pescare Il progetto Creare la Rete rappresenta simbolicamente il piantare un seme che, se ben nutrito, darà

Dettagli

Idee e strategie emergenti

Idee e strategie emergenti Idee e strategie emergenti Turismo sostenibile nel Parco Nazionale ValGrande Dr Luca Dalla Libera Federparchi IL TERRITORIO AMBITO VIGEZZO 1 tav.tecnico:20 2 tav.tecnico:12 AMBITO OSSOLA 1 tav.tecnico:30

Dettagli

area tematica: QUALITA SOCIALE E WELFARE

area tematica: QUALITA SOCIALE E WELFARE Tabella A. sottotemi Analisi delle dinamiche e delle criticità Fenomeno nuove povertà e precarizzazioni sociali Precarizzazione mercato del lavoro INSICUREZZA SOCIALE E SCENARI SOCIO- ECONOMICI E DEMOGRAFICI

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE

PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) PIANO PER LA COMUNICAZIONE E LA PARTECIPAZIONE INTRODUZIONE Il Piano per la comunicazione e la partecipazione è uno strumento flessibile e quindi in condizione

Dettagli

Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico

Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico Punti programmatici della Lista Civica per Brivio Progetto Civico Ambiente e territorio Tutela del paesaggio e delle caratteristiche del territorio: ferma opposizione ai processi speculativi di escavazione,

Dettagli

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C MISURA 312 I BANDI Sostegno allo sviluppo di attività economiche Le opportunità disponibili da Lunedì 11 Ottobre 1 Beneficiari: : Microimprese (Partita iva e Registro Imprese Camera Commercio) Obiettivi:

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA NIDO DON LUCIANO SARTI Segreteria: Via Palestro 38 40024 Castel San Pietro Terme 051 944590 donlucianosarti@libero.it Sede: Via Palestro 32 40024 Castel San Pietro Terme 051

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA PRIMARIA PIANO OFFERTA FORMATIVA

ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA PRIMARIA PIANO OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO DI OSIO SOTTO (BG) SCUOLA PRIMARIA PIANO OFFERTA FORMATIVA 2014/2015 1 PREMESSA Come specificato nelle Nuove Indicazioni la scuola primaria, insieme alla scuola secondaria di I grado

Dettagli

Un Cuore nuovo per Velletri

Un Cuore nuovo per Velletri Un Cuore nuovo per Velletri Programma Politico per la Città di Velletri Solitamente nei programmi elettorali si tende a fare un elenco di numerosi progetti e svariate proposte per cercare di accattivarsi

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI

MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI 1 MANIFESTO PER UN SISTEMA MONDIALE DI COOPERAZIONE PER LO SVILUPPO DEI TERRITORI Quest iniziativa è lanciata, in occasione di Expo 2015, dalle reti internazionali degli attori pubblici, associativi e

Dettagli

LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO IL FUTURO & PROGRAMMIAMO IL PRESENTE

LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO IL FUTURO & PROGRAMMIAMO IL PRESENTE INSIEME PER PALO Sede: 70027, Palo del Colle, Bari V.le Vittorio Veneto n. 20/3 Sito Web: http://www.insiemeperpalo.it/ mailto: insiemeperpalo@email.it Tel/fax: +39 080 627635 LIBRO BIANCO PALESE PROGETTIAMO

Dettagli

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA.

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA. Indice In pillole Bergamo protagonista Storia Proposta artistica Una città da vivere Network Expo 2015 La musica per la SLA I plus Piano di comunicazione Contatti 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 2 In pillole

Dettagli

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel -

Albergo diffuso. Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Albergo diffuso Un po casa e un po albergo - Partly a house and partly a hotel - Francesco Testa, Antonio Minguzzi Università degli Studi Del Molise Angelo Presenza Università G. D Annunzio di Chieti-Pescara

Dettagli

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale

CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE. Proposta di azione sociale CENTRO SOCIO CUTURALE IL PALAZZONE Proposta di azione sociale Breve descrizione dell Idea / Progetto /Proposta Il Centro Socio Culturale Il Palazzone nasce in una zona della città legata a doppio filo

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO ALLEGATO B ESTRATTO DEL PROGETTO ESECUTIVO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune capofila: (AGUGLIANO

Dettagli

A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI. COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014

A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI. COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014 A.P.S PICCOLI GRANDI AMICI COSTITUITA IL 28 GENNAIO 2013 Via del Fante 1, 33170 Pordenone c.f. 91085470937 Aggiornamento 27 marzo 2014 LA NOSTRA STORIA L Associazione di Promozione Sociale Piccoli Grandi

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE

Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Lista Civica CAVALIER GORGO NAVOLE - OBIETTIVO COMUNE Programma Elettorale Elezioni Amministrative 25 Maggio 2014 1 Presentazione La lista civica OBIETTIVO COMUNE nasce dalla volontà di una numerosa squadra

Dettagli

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14.

Comune di Nave. TITOLO BANDO: Fondazione della Comunità bresciana: 1 bando 2014 Area Sociale (ASSOCIAZIONI-ENTI) - Scadenza 31/03/14. Comune di Nave CONTRIBUTI ALLE IMPRESE/ENTI/ASSOCIAZIONI AGGIORNAMENTO TERZO AGGIORNAMENTO FEBBRAIO 2014 Consulta l archivio completo sul sito del Comune: http://www.comune.nave.bs.it nella home page in

Dettagli

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016

Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Piano di Offerta Formativa A.S. 2015/2016 Collegio docenti Ente Morale Asilo Infantile 1 luglio 2015 Cos è il Piano dell Offerta Formativa: P.O.F E il documento fondamentale che ogni scuola autonoma predispone

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA

PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA PROTOCOLLO D INTESA TRA DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA E CONFINDUSTRIA Premesso che il programma di Governo ha previsto una legislatura caratterizzata da profonde riforme istituzionali; che tale

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio

La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio COMUNE DI MASSA Assessorato Turismo, Cultura, Pubblica Istruzione e Gemellaggi La dimensione pedagogico educativa: cardine degli interventi efficaci sul Sistema Scuola-Famiglia-Territorio COMUNE DI MASSA

Dettagli

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010

Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Carta delle imprese per il Turismo Sostenibile nel Parco Lombardo della Valle del Ticino 2010 Progetto LA SOSTENIBILITÀ COME PERCORSO DI QUALITÀ PER LE AZIENDE TURISTICHE DEL PARCO DEL TICINO www.networksvilupposostenibile.it

Dettagli

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese

Le Vostre idee per migliorare il nostro paese I giovani e Cavour Le Vostre idee per migliorare il nostro paese Questionario Ai giovani dai 21 ai 30 anni rivolto ai giovani dai 21 ai 30 anni Carissimo/a giovane, quante volte, passeggiando per Cavour

Dettagli

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO.

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO. PROGRAMMA ELETTORALE DEL CANDIDATO SINDACO LORELLA PERETTI E LISTE: PD PER ARZIGNANO, LISTA CIVICA PERETTI SINDACO, NOSTRARZIGNANO E ARZIGNANO AL CENTRO DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca LINEE DI INDIRIZZO Partecipazione dei genitori e corresponsabilità educativa Pagina 1 di 8 Premessa La nostra Costituzione assegna alla famiglia e alla scuola la responsabilità di educare e di istruire

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO DELL ASSOCIAZIONE STRADA DEL VINO CERASUOLO DI VITTORIA: DAL BAROCCO AL LIBERTY DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Ambito di applicazione 1. Il presente Regolamento stabilisce le norme generali

Dettagli

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Piccoli PA.S.S.I.- Parrocchia di San Prospero Sostegno Scolastico Integrato di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali PREMESSA In ambito scolastico e,

Dettagli

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali

Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Repubblica Italiana UNIONE EUROPEA In Sardegna, verso l'europa POR SARDEGNA 2000/2006 Piano di Comunicazione dei Fondi Strutturali Allegato al Complemento di programmazione

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PUNTO (3) SANITA E SERVIZI SOCIALI 1 2 SANITA' E SERVIZI SOCIALI L indirizzo sociale, ovvero il cittadino al centro del progetto comunale, è un punto fondamentale

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

il CONCORSO DI BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO SITO INTERNET DEL VOLONTARIATO PER LUMEZZANE

il CONCORSO DI BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO SITO INTERNET DEL VOLONTARIATO PER LUMEZZANE 2+2Cinque! 2+2CINQUE! VOLONTARIATO IN LABORATORIO insieme alla Consulta del Sociale e con il patrocinio del Comune di Lumezzane PRESENTA: il CONCORSO DI BANDO PER LA REALIZZAZIONE DEL NUOVO SITO INTERNET

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

GUADAGNARE SALUTE Rendere facili le scelte salutari

GUADAGNARE SALUTE Rendere facili le scelte salutari GUADAGNARE SALUTE Rendere facili le scelte salutari Protocollo di Intesa tra il Ministro della Salute e il Ministro per le Politiche giovanili e le attività sportive Le iniziative da finanziare nell ambito

Dettagli

AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze

AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze AGRICOLTURA E ARTIGIANATO. Un analisi delle esperienze Attività produttive Artigianato e Agricoltura Questo progetto si pone quattro diversi obiettivi: OBIETTIVO 1: Implementare un modello di economia

Dettagli

Le parole chiave: Per non svuotare la sussidiarietà

Le parole chiave: Per non svuotare la sussidiarietà LINEE GUIDA PER UN PATTO PER IL RICONOSCIMENTO E LA VALORIZZAZIONE DELL APPORTO DEL TERZO SETTORE ALLA RETE DI SOSTEGNO AL WELFARE DI BOLOGNA E PROVINCIA Le parole chiave: 1. SUSSIDIARIETA 2. STABILE REGIA

Dettagli

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS NISIDA società cooperativa sociale ONLUS Percorsi individualizzati di socializzazione e autonomizzazione Non dimenticate l'ospitalità; alcuni, praticandola, hanno accolto degli angeli senza saperlo. [Lettera

Dettagli

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra

CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra CONVENZIONE PER LA COLLABORAZIONE, IN FORMA NON ESCLUSIVA, IN ATTIVITA DI GESTIONE DEL PARCO DELLE OROBIE BERGAMASCHE. tra il Consorzio di gestione del Parco regionale delle Orobie Bergamasche, di seguito

Dettagli

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO

RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO CONFERENZA STAMPA IL FUTURO DI QUARTO, A CHE PUNTO SIAMO 6 FEBBRAIO 2015, ORE 12:00, SALA GIUNTA NUOVA RIGENERAZIONE URBANA EX OSPEDALE PSICHIATRICO DI QUARTO UN DIALOGO INTER-ISTITUZIONALE APERTO ALLA

Dettagli

PROPOSTA DI PATTO ASSOCIATIVO CONSORTILE

PROPOSTA DI PATTO ASSOCIATIVO CONSORTILE Premessa Nell aderire ad un Consorzio, fondamentale appare l investimento in fiducia che i partecipanti devono mettere in campo. Ciò comporta naturalmente un assunzione di rischio, nella misura in cui

Dettagli

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu

Comune di Serrenti. Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Comune di Serrenti Provincia del Medio Campidano Dichiarazioni programmatiche del Sindaco Gian Luca Becciu Azioni e progetti da realizzare nel corso del mandato amministrativo 2010-2015 Serrenti, giugno

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI ORZIVECCHI PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI E L ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI DI QUALUNQUE GENERE A PERSONE

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA SALUTE

EDUCAZIONE ALLA SALUTE ISTITUTO COMPRENSIVO GARIBALDI-LEONE TRINITAPOLI EDUCAZIONE ALLA SALUTE Anno scolastico 2015/2016 La salute è creata e vissuta dalle persone all interno degli ambienti organizzati della vita quotidiana:

Dettagli

Una scuola grande un mondo!!!

Una scuola grande un mondo!!! Una scuola grande un mondo!!! Laboratori di educazione allo sviluppo sostenibile, alla mondialità, all educazione ambientale e all intercultura a.s. 2015/2016 centro per appropriato sviluppo tecnologico

Dettagli

LA FASE 2 DEL FONDO FAMIGLIA LAVORO

LA FASE 2 DEL FONDO FAMIGLIA LAVORO LA FASE 2 DEL FONDO FAMIGLIA LAVORO DELL ARCIDIOCESI DI MILANO: FRA CONTINUITÀ E NOVITÀ DARE CONTINUITÀ AL METODO DI LAVORO: VALORIZZARE L INIZIATIVA LOCALE E PROMUOVERE UNA LOGICA DI RECIPROCITÀ Lanciato

Dettagli

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea

Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea C A R T A D E L L E O N G D I S V I L U P P O Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto Umanitario dell Unione Europea 1 CARTA DELLE ONG DI SVILUPPO Principi base delle ONG di Sviluppo e di Aiuto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO. Sintesi del Piano dell offerta formativa. Scuola Secondaria di Primo Grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI REMEDELLO Sintesi del Piano dell offerta formativa Scuola Secondaria di Primo Grado ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SEDI ED INDIRIZZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE L Istituto

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Grioni Mario Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE AIUTA I PIU

Dettagli

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana

PROGETTO Impari S. Impari S. Repubblica Italiana PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna PROGETTO Interventi di informazione, formazione e azioni di sistema per le aree GAL della Sardegna Lo

Dettagli

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S.

Fondazione. L Asilo di Vignola. Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi. Estratto dal P.O.F. A.S. Fondazione L Asilo di Vignola Scuola dell Infanzia paritaria Vittorio Emanuele II e Garibaldi Estratto dal P.O.F. A.S. 2009/2010 La scuola dell infanzia è gestita dalla Fondazione L Asilo di Vignola che

Dettagli