CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE. del. Dott. Ermete Tripodi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE. del. Dott. Ermete Tripodi"

Transcript

1 CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE del Dott. Ermete Tripodi FORMAZIONE GENERALE E CARRIERA Allievo interno presso l istituto di Patologia Speciale Medica dell Università di Messina fino alla Laurea conseguita con il massimo dei voti nel 1979; Nel novembre 1985 specializzazione in Cardiologia conseguita presso l Università di Catania; Nell ottobre 1993 specializzazione in Medicina Interna (a norma CEE) conseguita con il massimo dei voti presso l Università Messina; Nel 1980 tirocinio pratico ospedaliero presso la Divisione di Medicina dell Ospedale E. Morelli di Reggio Calabria con giudizio complessivo di Ottimo ; Dal 5 giugno 1982 al 14 febbraio 1984 Assistente medico, vincitore di pubblico concorso, presso la Divisione di Medicina dell Ospedale Civile di Gioia Tauro (RC); Dal 15 febbraio 1984 Assistente medico, vincitore di pubblico concorso; presso la Divisione di Medicina dell Ospedale E. Morelli di Reggio Calabria; Dall 8 agosto 1988 trasferito presso il Servizio Autonomo di Cardiologia dell Ospedale E. Morelli di Reggio Calabria; Nel 1989 conseguita la Idoneità Nazionale a Primario di Cardiologia; Dal 23 agosto 1994 Aiuto corresponsabile di ruolo presso il Servizio Autonomo di Cardiologia dell Ospedale E. Morelli di Reggio Calabria; Dal 1 maggio 1998 al 15 dicembre 2000 Responsabile (con atto deliberativo) del Settore Complesso di Day Hospital presso il Servizio di Cardiologia Riabilitativa E. Morelli dell Azienda Ospedaliera B-M-M di Reggio Calabria; 1

2 Il 16 dicembre 2000 ha assunto l incarico di Dirigente Medico presso la U.O. di Riabilitazione Cardiorespiratoria del P.O. di Scilla dell ASL n 11 di Reggio Calabria trasferendosi dall Azienda Ospedaliera B-M-M di Reggio Calabria; Dal 24 gennaio 2001 Responsabile delle U.O. complessa di Riabilitazione Cardiorespiratoria del P.O. di Scilla; Nell agosto 2002 è stato nominato Direttore P.T. della suddetta U.O.; Dal 1 settembre 2004, vincitore di Concorso Pubblico ( disciplina Cardiologia), è Direttore della Struttura Complessa di Riabilitazione Cardiorespiratoria del P.O. di Scilla; Dal 4 maggio 2009 a settembre 2011 ha rivestito anche il ruolo di Direttore Sanitario del P.O. di Scilla, facendo registrare un incremento di produttività del 20% rispetto all anno precedente (encomio scritto); Dal 1982 a tutt oggi non gli sono state comminate sanzioni disciplinari. ALTRE ATTIVITA DI PERFEZIONAMENTO Nel marzo 1984 Frequenza presso il Laboratorio di Ecocardiografia del Centro A. De Gasperis di Milano; Nel maggio 1986 Comando trimestrale presso il Laboratorio di Elettrofisiologia e Stimolazione del Centro A. De Gasperis di Milano; Nel dicembre 1994 Corso trimestrale di qualificazione specialistica in Diagnostica Vascolare ad Ultrasuoni; Nel marzo 1995 Comando presso il Laboratorio di Ecocardiografia del Centro A. De Gasperis di Milano; Nell aprile 1996 Corso trimestrale di qualificazione specialistica in Flebologia Ambulatoriale; Nel giugno 1996 Comando presso la Divisione di Cardiologia Riabilitativa della Fondazione S. Maugeri di Veruno ( NO); 2

3 Nell aprile 1997 Frequenza presso l Hospital Hermanos Ameijeiras di Habana (Cuba); Nel novembre 1998 Comando presso la Divisione di Cardiologia Riabilitativa della fondazione S. Maugeri di Veruno (NO); Nell ottobre 1998 Master Valutazione non invasiva del danno d organo ed analisi del segnale pressorio, Monza; Nel 1994 Corso di Formazione Manageriale per Primari ed Aiuti Ospedalieri IPPOCRATE presso la SDA BOCCONI di Milano; Nel 2009 ha partecipato al corso di eccellenza Management Economico e Gestione dei Servizi Sanitari della SSPA con valutazione finale Eccellente (convocato presso la Direzione Generale di Roma come testimonial nazionale del corso). COMPETENZE TECNICHE SPECIFICHE L attività professionale svolta nel corso degli anni gli ha permesso di acquisire oltre ad una elevata esperienza clinica, una notevole competenza nelle metodiche riabilitative cardiologiche e nelle più avanzate tecniche di diagnostica strumentale non invasiva e seminvasiva. Si occupa prevalentemente di riabilitazione, diagnostica cardiovascolare avanzata ad ultrasuoni (ecocontrastografia, ETE, Eco-Duplex Vascolare) e di ergometria. Dal 1990 ad oggi ha eseguito personalmente oltre procedure certificate di diagnostica strumentale e di riabilitazione cardiorespiratoria. Dal 1998 al 2000 ha avuto la responsabilità del settore complesso di Day Hospital presso il P.O. E..Morelli dell Azienda Ospedaliera B-M-M di Reggio Calabria con una produttività annua di circa di lire. Nel 2001 ha curato come responsabile la predisposizione del piano attuativo dell U.O. Complessa di Riabilitazione Cardiorespiratoria del P.O. di Scilla (ASL 11 Reggio Calabria) con attivazione degli ambulatori, del Day Hospital e successivamente della Degenza Ordinaria. 3

4 ALTRI TITOLI Docente per la disciplina di Fisiopatologia Cardiocircolatoria presso le Scuole Infermieristiche e Tecniche dell Azienda Ospedaliera B-M-M (RC) per l anno accademico 96-97; Docente per la disciplina di Chirurgia Toracica presso le Scuole Infermieristiche e Tecniche dell Azienda Ospedaliera B-M-M (RC) per l anno accademico 97-98; Docente per la disciplina di Nozioni di Pronto Soccorso presso le Scuole Infermieristiche e Tecniche dell Azienda Ospedaliera B-M-M (RC) per l anno accademico 2000/2001; Certificazione di Competenza in Ecografia Cardiovascolare rilasciata dalla SIEC. ALTRE ATTIVITA ed INCARICHI Segretario Nazionale aggiunto in carica del Sindacato Medico DIRSAN ( firmatario contratto nazionale collettivo); Responsabile Regionale dal 1983 al 1992 dei programmi di preparazione atletica della F.I.L.P.J.K.; Vincitore di numerosi titoli Italiani di atletica ha fatto parte della nazionale italiana alle Universiadi di Mosca. INCARICHI e ATTIVITA SCIENTIFICHE Past-President Nazionale del Collegio Federativo di Cardiologia (CFC); 4

5 Ex delegato Regionale del Gruppo Italiano di Cardiologia Riabilitativa e Preventiva (GICR); Socio ordinario delle società scientifiche : ESC (Società Europea di Cardiologia), SIC, ANMCO, SIEC, ANCE, AIAC, SICOA; Dal 1987 a tutt oggi ha partecipato a circa 300 convegni internazionali, nazionali e regionali di cui circa 150 in qualità di docente (relatore e/o moderatore) ; E stato direttore ed organizzatore del Convegno Nazionale Scilla Cuore nelle edizioni Ha collaborato all organizzazione scientifica: del congresso Nazionale La Prevenzione e Il trattamento del Rischio Cardiovascolare Olbia 2004, del III congresso Nazionale del CFC Il cuore nella vita quotidiana dell anziano prevenzione dei rischi Milano 2005, del IV congresso Nazionale del CFC Sorrento 2006, del V congresso Nazionale del CFC - Sorrento 2007, del VI congresso Nazionale del CFC Ischia 2008; del Congresso Europeo CFC Napoli 2010; Ha curato il programma scientifico del Convegno Nazionale tra Scilla e Cariddi Lipari edizioni ; Ha diretto ed organizzato il convegno regionale calabrese del GIRC edizione 2011; Ha diretto ed organizzato il I Convegno Interregionale del Collegio Federativo di Cardiologia Reggio Calabria 2012; Ha presieduto e diretto il X Congresso Nazionale del Collegio Federativo di Cardiologia ; E componente del comitato scientifico-organizzativo del XI Congresso Nazionale del Collegio Federativo di Cardiologia che si terrà a giugno 2014; 5

6 Ha curato presso l Ospedale di Scilla in collaborazione con la Heart Care Foundation le edizioni dell evento nazionale Cardiologie Aperte ; E stato responsabile per l U.O. di Riabilitazione di Scilla degli sudi Nazionali ANMCO: GISSI-HF, CardioSis, In-CHF; L U.O. di Riabilitazione Cardiorespiratoria nell anno 2009, ha ricevuto sotto la sua direzione L attestazione di Centro di Eccellenza ed il Premio ANMCO per la Ricerca Clinica Applicata, classificandosi al secondo posto a livello nazionale. Produzione Scientifica Fetal echocardiography: a comparison of different techniques. Clin. Exp. Obst. & Gyn Primo studio in letteratura internazionale che ha valutato la II armonica tissutale in questa applicazione ed è stato ripreso nelle linee di impostazione da altri lavori internazionali ( 3 citazioni PubMed); Imaging del paziente ischemico. Atti del Giornale di Riabilitazione 1999; Alterazioni elettriche e morfologiche nei familiari di una paziente affetta da fibroelastosi endomiocardica primitiva. (Abstract) Cardiologia 1993; Ipertensione arteriosa: studio morfofunzionale del ventricolo sinistro e delle carotidi con ultrasuoni (Abstract). Atti del II congresso della Società Italiana S.S.C. dell Ipertensione Arteriosa 1997; Difetto del setto interventricolare. Linee Guida S.I.E.C. 1999; Un caso di cisticercosi cardiaca diagnosticata mediante ecocardiografia ; Giornale Italiano di Ecografia Cardiovascolare prima segnalazione in letteratura internazionale di diagnosi mediante questa metodica; 6

7 Il follow-up degli atleti non idonei all attività sportiva per patologie cardiovascolari. Atti del X Congresso Nazionale della Società Italiana di Cardiologia dello Sport 2001; Survey on heart failure in Italian hospital cardiology units. (Studio policentrico) Eur Heart J 1997; Aorta bicuspide: inquadramento e diagnostica ad ultrasuoni. Atti del 2 Convegno Regionale di Medicina dello Sport 1998; Modalità di impiego del contrasto nelle sue diverse applicazioni cliniche. Atti del VI Corso Nazionale di Ecocardiografia ed Ecocardiografia Doppler 2000; Ruolo dell ecocardiografia nell indicazione chirurgica delle stenosi. Atti del Convegno Nazionale di Ecografia Cardiovascolare 1997; Studio ecocardiografico dell ipertrofia ventricolare sinistra. Atti del IV Convegno Interregionale A.I.A.C. 1999; Impiego dell ETE nello studio dell auricola sinistra come sorgente emboligena. Atti del XVII Convegno Regionale della Società Italiana di Patologia Vascolare 1996; Modificazioni anatomo-funzionali del ventricolo sinistro nei pazienti con ipertensione arteriosa dopo Verapamil SR. (Studio policentrico) Ecocardiografia '91; " Italian multicenter study on the safety and efficacy of coenzyme Q10 The Clinical Investigator 1993 (studio multicentrico); Coautore degli abstrat e lavori dell Italian Network on Congestive Heart Failure : Database clinici nazionali: risultati preliminari dell esperienza ANMCO nell ambito dello scompenso cardiaco. G Ital Cardiol 1996; 26 (Suppl 1): 175 7

8 The epidemiological profile o fan Italian population of outpatients with congestive heart failure (Abstract). Eur Heart J 1996; 17 (Abstr Suppl): 437 ACE-inhibitor Utilization in Congestive Heart Failure: A Survey on 2343 Italian Outpatients (Abstract). J Am Coll of Cardiol 1997; 29: 324A- 325A When daily practice coincides with clinical, organizational and economic research: the Italian network on congestive heart failure (Abstract). J Heart Failure 1997; 4: 127 The epidemiological profile of an Italian population of outpatients with congestive heart failure (Abstract). Abstract presented at the 2nd International meeting organized under the auspices of the Working Group on Heart Failure, Cologne, Germany, May 24-27, 1997 Utilizzo degli Ace-inibitori nello scompenso cardiaco: dati su 4408 pazienti della rete ANMCO Software Scompenso Cardiaco (Abstract). G Ital Cardiol 1997; 27 (Suppl 1): 49 Utilizzo dei Beta-bloccanti nello scompenso cardiaco negli ultimi due anni: dati su 4408 pazienti della rete ANMCO Software Scompenso Cardiaco (Abstract). G Ital Cardiol 1997; 27 (Suppl 1): 49 Beta-blocker utilization in congestive heart failure: a survey on 4408 italian outpatients over the last two years (Abstract). J Am Coll of Cardiol 1998; 31: 113A: Predictors of 1 year mortality in 2086 outpatients with congestive heart failure: data from Italian Network on Congestive Heart Failure (Abstract). J Am Coll of Cardiol 1998; 31: 218A: Is non sustained ventricular tachycardia an independent predictor of 1 year mortality in patients with congestive heart failure? XIII World Congress of Cardiology Rio De Janeiro, April 26 30,

9 Fattori Predittivi di Ricovero Ospedaliero in pazienti con Scompenso Cardiaco. Dati della Rete ANMCO Software Scompenso Cardiaco. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 27 Fattori Predittivi di mortalità ad 1 Anno in 3327 Pazienti Ambulatoriali con Scompenso Cardiaco. Dati della Rete ANMCO Software Scompenso Cardiaco. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 27 Sopravvivenza nei Pazienti con Scompenso Cardiaco: Confronto tra Uomini e Donne. Dati della Rete ANMCO Software Scompenso Cardiaco. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 109 La Tachicardia Ventricolare non Sostenuta è un Predittore Indipendente di Mortalità solo nello Scompenso Cardiaco Severo o anche nello Scompenso Lieve Moderato? Dati dell Italian Network Congestive Heart Failure (IN-CHF) Database. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 112 Terapia Anticoagulante Orale ( TAO) nello Scompenso Cardiaco Cronico (SCC). Analisi su 6428 Pazienti del Database ANMCO sullo Scompenso Cardiaco. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 15 Analisi delle cause del ridotto Utilizzo della Terapia Anticoagulante Orale (TAO) nei pazienti con Scompenso Cardiaco Cronico (SCC) e Fibrillazione Atriale. Analisi su 1391 pazienti del Database ANMCO sullo Scompenso Cardiaco. G Ital Cardiol 1998; 28 (Suppl 2): 15 ACE-inhibitor Utilization in Congestive Heart Failure: A Survey on 6428 Italian Outpatients. Pharmacoepidemiology and drug safety 1998; 7 (Suppl 2): 5201 Predictors of Hospital Admission in Patients with Congestive Heart Failure: data from Italian Network on Congestive Heart Failure. Eur Heart J 1998; 19 (Abstract Suppl): P1447 Gender and Survival in Patients with Congestive Heart Failure. Eur Heart J 1998; 19 (Abstract Suppl): P3766 9

10 Use of Oral Anticoagulant (OAC) Therapy in pts with Congestive Heart Failure and Atrial Fibrillation. Analysis on 1391 pts of the Italian Network-Congestive Heart Failure (IN-CHF). Eur Heart J 1998; 19 (Abstract Suppl): P1684 Oral Anticoagulant (OAC) Therapy in Congestive Heart Failure (CHF). Analysis on 6428 Patients of the Italian Network-Congestive Heart Failure (IN-CHF). Eur Heart J 1998; 19 (Abstract Suppl): P1685 Is Non-Sustained Ventricular Tachycardia an Indipendent Predictor of 1 Year Mortality also in Patients with Mild and Moderate Congestive Heart Failure? The Italian Network-Congestive Heart Failure (IN-CHF) Database. Eur Heart J 1998; 19 (Abstract Suppl): P2882 Attuali modalità di trattamento dello scompenso: analisi della situazione italiana. Cardiologia 1998; 43 (Suppl 2): Is Atrial Fibrillation on Indipendent Predictor of 1-Year Mortality and Hospitalization in Patients With Congestive Heart Failure? Data from Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF). J Am Coll Cardiol 1999; 33 (Suppl A): 191A Predictors of Oral Anticoagulant Utilization in Congestive Heart Failure: A Survey on 6428 Outpatients of the Italian Network-Congestive Heart Failure (IN-CHF). J Am Coll Cardiol 1999; 33 (Suppl A): 201A Prognostic Value of Frequent Episodes of Non-Sustained Ventricular Tachycardia in Patients With Congestive Heart Failure. The Italian Network Congestive Heart Failure (IN-CHF) Database. J Am Coll Cardiol 1999; 33 (Suppl A): 190A Rischio embolico e terapia anticoagulante orale nello scompenso cardiac cronico. G Ital Cardiol 1999; 29 (Suppl 2): Appropriateness of oral anticoagulant utilization in outpatients with congestive heart failure. A survey on 6428 patients of the Italian 10

11 Network-Congestive Heart Failure (IN-CHF). Cerebrovasc Dis 1999; 9 (Suppl 1): 232 Scompenso cardiaco nell anziano nelle strutture cardiologiche ospedaliere: dati dell Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF). G Ital Cardiol 1999; 29 (Suppl 3): 121 Terapia dello scompenso cardiaco dell anziano nelle strutture cardiologiche ospedaliere: dati dell Italian Network on Congestive Heart Failure (IN- CHF). G Ital Cardiol 1999; 29 (Suppl 3): 121 Utilizzo deò lasartan nello scompenso cardiaco: dati su 3919 pazienti ambulatoriali dell Italian Network on Congestive Heart Failure. G Ital Cardiol 1999; 29 (Suppl 3): 35 Variazioni nella terapia farmacologica dello scompenso cardiaco negli ultimi 4 anni: dati su 8102 pazienti dell Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF). G Ital Cardiol 1999; 29 (Suppl 3): 35 Lasartan utilization in congestive heart failure: a survey on 3919 italian outpatients follone by cardiologists over the last two years. Eur J Heart Failure 1998; 1 (Suppl): 57 Heart failure in the elderly in hospital cardiology units: data from the Italian Network on Congestive Heart failure. Eur J Heart Failure 1999; 1 (Suppl): 37 Heart failure in the elderly in hospital cardiology units: data from the Italian Network on Congestive Heart failure. Eur Heart J 1999; 20 (Abstr Suppl): P3536 Heart failure with preserved systolic ventricular function: clinical and prognostic data from the Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF) database. Circulation 1999; 100 (Abstr Suppl): I-23 (118) Relation between etiology and treatment in heart failure: data from the Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF). Course 11

12 Management of Coronary Disease in Patients with Heart Failuer European Heart House Sophia Antipolis October 7-9, 1999 L uso dei diuretici in soggetti con scompenso cardiaco cronico. Analisi su 8102 pazienti dell Italian Network on Congestive Heart Failure (IN-CHF). Italian Heart Journal 2000; 1 (Suppl 1): 82 L uso dei farmaci antialdosteronici in pazienti con scompenso cardiaco cronico. L atteggiamento del cardiologo ospedaliero italiano prima dei risultati dello Studio RALES. Italian Heart Journal 2000; 1 (Suppl 1): 82 Comparison of One-Year Outcome in Women Versus Men With Chronic Congestive Heart failure. Am J Cardiol 2000; 86: Predictors of 1 years mortality and mode of death in 1033 elderly outpatients with heart failure: data from Italian Network on Congestive Heart Failure. Eur J Heart F 2000; 2 (Suppl 2): 102 (P74/10422) Prescription patterns of diuretics in chronic heart failure: data from the Italian Network on Congestive Heart failure (IN-CHF) Database. Eur Heart J 2000; 21 (Abstr Suppl): 296 (P1645) Predictors of 1 years mortality and mode of death in 1033 elderly outpatients with heart failure: data from Italian Network on Congestive Heart Failure. Eur Heart J 2000; 21 (Abstr Suppl): 216 (P1208); OPS High Blood Pressure & Cardiovascular Prevention 2004 (studio policentrico); Effect of n-3 polyunsatured fatty acids in patients with chronic heart failure (the GISSI-HF trial). Lancet 2008 (studio policentrico); Randomized study of traditional versus aggressive systolic blood pressure control (Cardio-Sis): rationale, design and characteristics of the study population. J Hum Hypertens Apr. (studio policentrico); 12

13 The Italian SurveY on cardiac rehabilitation 2008 (ISYDE-2008): a snapshot of current cardiac rehabilitation programmes and provides in Italy Part 2: ISYDE-2008 investigators and directory of italian cardiac rehabilitation centers (ricercatore). Monaldi Arch Chest Dis 2008; Il progetto ISYDE 2008 (Italian SusrveY on cardiac rehabilitation): strutture, rete, organizzazione e programmi di cardiologia riabilitativa in Italia (ricercatore). G Ital Cardiol Vol 9 Luglio 2008; Usual versus tight control of systolic blood pressure in non-diabetic patients with hypertension (Cardio-Sis): an open-label randomised trial. Lancet Aug (studio policentrico); Cardiac Rehabilitation in Very Old Patients: Data From the Italian Survey on Cardiac Rehabilitation-2008 (ISYDE-2008) Official Report of the Italian Association for Cardiovascular Prevention, Rehabilitation, and Epidemiology (ricercatore). J Gerontol A Biol Sci Med Sci (2010); Estimation of left venticular ejection fraction on Noncompaction Cardiomyopathy: comparison between Echocardiography and Multiple- Gated-Acquisition methods Convegno Europeo di Ecocardiografia (EURECHO) Kopenhagen 2010; Sporadic Left Ventricular Non-compaction Cardiomyopathy Due To A Novel Mutation Of The LDB3 Gene -4 TH AECVP BIENNIAL MEETING Lisbona 21 ST 23 RD OCTOBER 2010; (Prima segnalazione a livello internazionale); Estimation of left ventricular ejection fraction on Noncompaction Cardiomyopathy: Comparison and Co-Relation by Echocardiography modified method and Multiple-Gated-Acquisition 4 TH AECVP BIENNIAL MEETING Lisbona 2010; Una nuova mutazione del gene LDB3 identificata in un caso di non compattazione isolata del miocardio ventricolare. G. Ital. Cardiol Vol 11 Suppl (2010). 13

14 Il sottoscritto Dott. Ermete Tripodi, nato a Reggio Calabria il 18/10/1951 ed ivi residente in via Carcere Nuovo n 10, dichiara sotto la propria responsabilità che i contenuti del presente curriculum sono veritieri e fanno riferimento a documentazione in suo possesso ai sensi del T.U. 445/2000. Reggio Cal. 28/12/2013 Dott. Ermete Tripodi 14

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA

ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA IL COLESTEROLO BENVENUTI NEL PROGRAMMA DI RIDUZIONE DEL COLESTEROLO The Low Down Cholesterol DELL American Heart Association ADOTTATO DALLA DIVISIONE DI CARDIOLOGIA DELL UNIVERSITA MAGNA GRAECIA www.unicz.it/cardio

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco

Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco Consensus Conference Il percorso assistenziale del paziente con scompenso cardiaco (G Ital Cardiol 2006; 7 (6): 387-432) 2006 CEPI Srl Per la corrispondenza: Dr. Andrea Di Lenarda S.C. di Cardiologia Università

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010 Linee guida AIAC 2010 per la gestione e il trattamento della FIBRILLAZIONE ATRIALE Antonio Raviele (Chairman) 1 Marcello Disertori (Chairman) 2 Paolo Alboni 3 Emanuele Bertaglia 4 Gianluca Botto 5 Michele

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI

LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI Rel. 01/2009 13-02-2009 13:30 Pagina 1 LA CORONAROGRAFIA DOPO TROMBOLISI. FACCIAMO IL PUNTO DOPO GLI STUDI ASSENT E TRANSFER AMI F. Orso, B. Del Taglia *, A.P. Maggioni* Dipartimento di Area Critica Medico

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC)

ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) OSPEDALE FATEBENEFRATELLI E OFTALMICO Azienda Ospedaliera di rilievo nazionale M I L A N O S.C. RADIOLOGIA Direttore Dott. G. Oliva ESAME CON MEZZO DI CONTRASTO ORGANO-IODATO (TAC) ESAMI DA ESEGUIRE (VALIDITA'

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Indirizzo(i) LO CONTE Maurizio Viale Tigli, 20, I, 83031, Ariano Irpino - (AV) Telefono(i) +390825871118 / +390825824605 Mobile +39335415735

Dettagli

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale:

I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIFETTI SETTALI Classificazione dei difetti settali: I DIA si classificano in base alla sede che occupa il difetto formativo nel setto interatriale: DIA tipo Ostium Secundum, il più comune, con deficit

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA

LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA AIDS e sindromi correlate Presentazione al XXII Congresso Nazionale di POpolazione Sieropositiva ITaliana LA PERSONA CON INFEZIONE DA HIV IN ITALIA Abitudini e stili di vita del paziente immigrato Survey

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI

MAL AT T IE C ARDIOV AS C OL ARI Corsi di Laurea delle Professioni sanitarie C o rs o d i L a u re a in In fe rm ie ris tic a Università degli Studi di Torino Facoltà di Medicina e Chirurgia PROG E T T O DI AP P RE N DIME N T O IN AMB

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Lo scompenso cardiaco nel Veneto

Lo scompenso cardiaco nel Veneto Lo scompenso cardiaco nel Veneto A cura del Coordinamento del SER Febbraio 2010 Questo rapporto è stato redatto dal Coordinamento del Sistema Epidemiologico Regionale Hanno contribuito alla sua stesura

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n.

Legge 15 marzo 2010, n. 38. Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. (G.U. 19 marzo 2010, n. Legge 15 marzo 2010, n. 38 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore (G.U. 19 marzo 2010, n. 65) Art. 1. (Finalità) 1. La presente legge tutela il diritto del

Dettagli

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche

Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche Le cardiopatie congenite La sindrome di Eisenmenger Cardiopatie congenite non cianotiche difetti del setto interatriale difetti del setto interventricolare pervietà del dotto arterioso stenosi aortica

Dettagli

RISCHIO CARDIOVASCOLARE

RISCHIO CARDIOVASCOLARE AZIENDA SANITARIA LOCALE LANCIANO VASTO - CHIETI CORSO DI AGGIORNAMENTO AZIENDALE PER MEDICI DI MEDICINA GENERALE ANNO 2013 RISCHIO CARDIOVASCOLARE A cura di Docente MMG: dr.ssa Stefania Plessi Docente

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia

Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia. Documento 02 Tipologia di Prodotto/Servizio Sezione Ematologia Pag. 1 di 6 Rev Data Redatto e elaborato Approvato Firma 0 04/03/2011 Coord.Infermieristico M.Renovi Dirigente Medico Resp. Dr. A. Stefanelli Direttore U.O.C. Medicina Generale Dott.ssa P. Lambelet Direttore

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu

Lista di controllo per la perdita di coscienza. Soffre di episodi inspiegati di. www.stars-italia.eu Collaboriamo con i pazienti, le famiglie e i professionisti sanitari per offrire assistenza e informazioni sulla sincope e sulle convulsioni anossiche riflesse Soffre di episodi inspiegati di Lista di

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA

CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA CODE-STAT 9.0 SOFTWARE PER REVISIONE DATI BROCHURE ILLUSTRATIVA La più potente analisi retrospettiva dei dati relativi a un evento cardiaco. Prestazioni migliorate. Livello di assistenza più elevato. 1

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità

La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità La Cartella Infermieristica quale strumento operativo di miglioramento della qualità Dott. Mag. Nicola Torina Coordinatore infermieristico Unità Terapia Intensiva di Rianimazione Metodologie operative

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI

Il Presidente: GNUDI. Il Segretario: SINISCALCHI intermedi di lavorazione del plasma, eccedenti i fabbisogni nazionali, al Þ ne di prevenirne la scadenza per mancato utilizzo, anche con recupero dei costi di produzione. 8. Per l attuazione di quanto

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche D.R. n. 3048 Facoltà di Medicina e Odontoiatria Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010

XIV Riunione AIRTUM Sabaudia 21-23 Aprile 2010 CORRELAZIONE TRA PATOLOGIA CARDIOVASCOLARE E TRATTAMENTO RADIANTE POSTOPERATORIO DOPO CHIRURGIA CONSERVATIVA NELLE NEOPLASIE MAMMARIE IN STADIO INIZIALE ANTONELLA FONTANA U. O. C. di Radioterapia Ospedale

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Master in Hospital Risk Management

Master in Hospital Risk Management Master in Hospital Risk Management XII Edizione (2014-2015) in memoria di Leonardo la Pietra con il patrocinio di* SIC SIOT * i patrocini sono in fase di aggiornamento. Master Destinatari Il master è rivolto

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE NIGUARDA CA GRANDA MILANO Atti 184/10 all. 45/8 Riapertura termini riferimento 122 INGECLI AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE SI RENDE NOTO

Dettagli

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative)

VADEMECUM SUL DOLORE. La Legge 38/2010. Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge. (terapia del dolore e cure palliative) VADEMECUM SUL DOLORE La Legge 38/2010 (terapia del dolore e cure palliative) Perché NON SOFFRIRE È UN DIRITTO sancito dalla Legge con il patrocinio istituzionale del MINISTERO della SALUTE La guida è stata

Dettagli