Open Source e ricostruzione archeologica: l'eseprienza del Cineca per il progetto Museo della Città

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Open Source e ricostruzione archeologica: l'eseprienza del Cineca per il progetto Museo della Città"

Transcript

1 Open Source e ricostruzione archeologica: l'eseprienza del Cineca per il progetto Museo della Città Micaela Spigarolo, Antonella Guidazzoli, Copyright 2011 Micaela Spigarolo Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. A copy of the license can be found at:

2 CH e nuove tecnologie Interattività L'utente e' reso protagonista di una personale esperienza Cultural Heritage Logica del data base (Manovich) Nuove vie di condivisione del sapere secondo un modello sempre più affine a quello di produzione e distribuzione del software open source 2

3 CH e nuove tecnologie PASSAGGIO DAL FILOLOGICO ALL'EMOZIONALE DEMOCRATIZZAZIONE DELL'OPERA D'ARTE Modellazione 3D Agevola la comprensione del messaggio appartenente a ciascuna opera d'arte in quanto segno; Si rende oggetto di scambio e studio 3

4 Musei nella Città Riunire in un percorso interculturale comune (artistico e museale) alcuni edifici del centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all uso pubblico. 4

5 Il progetto MDC Museo della Città Cortometraggio 3D stereoscopico Impiego di ricostruzioni 3D filologicamente corrette per raccontare il `big bang' della storia di Bologna C om it scien ato tifico 20 pero nse 2 anni Spar k DE 5

6 Sfida comunicativa Numerosi i modelli di cui era gia' in possessa il Cineca, frutto di precedenti collaborazioni con l'universita', ma anche con CNR Itabc, il settore Cultura del comune e i Musei civici. Tessere intorno a queste ricostruzioni una narrazione che fungesse da espediente per trasmettere allo spettatore il contenuto culturale minimo sforzo cognitivo massimo apprendimento significativo 6

7 Sfida comunicativa 7

8 Sfida implementativa Gestione della pipeline tradizionale di produzione di un cortometraggio 3D Selezionare il software piu' indicato e farlo dialogare Prodotti generati dalle varie fasi di produzione della pipeline Modelli eterogenei gia' in possesso del Cineca Realizzare strumenti di dialogo e collaborazione per coordinare le maestranze esterne Consentire l'implementazione degli asset (qualsaisi elemento costituente uno scenario 3D) con il software più consono alle esigenze specifiche dell'it interna all'azienda astraendo, invece, a più alto livello le fasi della pipeline di produzione. 8

9 Sfida implementativa specifiche di progetto Integrare la gestione dei vincoli filologici nel processo di produzione della pipeline tradizionale di un filmato 3D; AMBIENTAZIONI = ricostruzioni filologiche supportate dalle fonti Continuo feedback degli esperti Stretto contatto con gli STORICI Determinare un modalità di produzione dei modelli volta al riutilizzo Esperienze MEANING-DRIVEN uno stesso modello puo' essere impiegato per numerose differenti esperienze a seconda dello specifico messaggio connesso all'opera d'arte in quanto segno si voglia trasmettere attraverso l'eseprienza. 9

10 La scelta Open Source Abbattimento dei costi Ottima reperibilità e buona compatibilità Possibilità di fare affidamento su di una ricca community di sviluppatori COMUNICAZIONE Possibilita' di esportare in numerosi formati insieme a una buona compatibilità FORMATI APERTI Essere sempre in grado di riutilizzare il modello Apprendere conoscenze immediatamente riutilizzabili ACCESSO AL CODICE Essere sempre in grado di far fronte ai problemi SUPPORTO ALLA COLLABORAZIONE valorizzazione dell'apporto del singolo per il bene comune (filosofia hacker del dono) 10

11 Architettura della Partecipazione (O'Reilly) Approccio del progetto MDC come Open Project di Blender Modelli filologicamente corretti Interdisciplinarità 11

12 Open Source pipeline tradizionale The Gimp Grass Gis Blender MeshLab Arc 3D Qgis 12

13 Ubuntu Distribuzione Linux nata nel 2004 e basata su Debian Focalizza sull'utente Massimizza facilità di utilizzo Comprende oltre software liberi dell'universo Linux Xubuntu Lubuntu Remote Desktop 13

14 Blender Insieme integrato di strumenti per la creazione di un ampia Phyton scripting gamma di contenuti 3D. ANIMAZIONE SCENOGRAFIE COMPOSITING ILLUMINAZIONE PERSONAGGI RENDERING 14

15 The Gimp Es. di mock-up realizzato dall Art Director del cortometraggio Enrico Valenza 15

16 City Engine Modellazione procedurale regole Dati Gis e fotopiani Blender16

17 Open Source pipeline integrata Aggiunta di un sotto albero al repository di gestione degli asset per la gestione del MATERIALE DI RIFERIMENTO per le FONTI De visu Bibliografia Feedback di esperti Reperimento di fonti con motori di ricerca, in primis Google e Bing; Reperimento di immagini e foto mediante Google Immagini; Confronto di mappe e location grazie a Google Maps e Bing Maps; Interrogazione di Wiki ed altre enciclopedie online; Uso di Wikimapia per effettuare dei match tra le location e le relative informazioni storiche. 17

18 Architettura del repository integrato SOTTOALBEROINTEGRATO PER LA GESTIONE DELLE FONTI 18

19 Cloud computing Servizi di supporto alla collaborazione MSwindows 7 SVN Lilliwood Asset 1 repository SVN NFS Spam Cineca Spark DE Asset 2 Asset 3 INDIRECTION LAYER ASSETS LIFE CYCLE MANAGEMENT 19

20 Google Docs Implementa una forma di cloud che consente di realizzare documenti con un interfaccia (Open) Office like (documenti di testo e fogli di calcolo nei formati.doc,.odt e.pdf; presentazioni, fogli di calcolo e moduli HTML). L'applicazione risiede sulla `nuvola ed è accessibile da remoto attraverso un qualsiasi browser web. Nemmeno i dati risiedono in locale ma come l applicazione, sulla `nuvola. Il suo utilizzo non richiede l'installazione di alcun software sul computer locale. Non si tratta di una applicazione che lavori da remoto, 20

21 Rapid SVN E' un software open source per il controllo di versione. Consente di: tenere traccia di chi sta modificando che cosa; unire le modifiche una volta complete; segnalare eventuali conflitti; tenere una copia di ogni precedente versione e fare in modo che sia facilmente recuperabile. Box verdi = rappresentano la versione ufficiale detta trunk Box gialli = contributi dei singoli utenti alla versione che si sono copiati dal trunk. Tali contributi vengono elaborati dai singoli sviluppatori in copie temporanee del trunk, dette branches. Quando un contributo viene fuso con il trunk principale, si dice che viene effettuato il Merge del branch. 21

22 Il Blog https://rvn05.plx.cineca.it:12001/php/mdc/portal/wordpress/ Tutorial di Blender Relazioni interne Link a documentazione di interesse generale Messaggistica sull'avanzamento del progetto 22

23 Google docs e comunità online 23

24 Conclusioni Il presente lavoro ha mostrato problematiche e necessità di impiego di una pipeline open source nell'esperienza del progetto Cineca MDC inerente la realizzazione di un cortometraggio steroscopico 3D per raccontare la storia di Bologna. Questo ha reso necessario l'individuazione non solo del software più adatto per la pipeline tradizionale di produzione di un filmato 3D stereo ma anche per implementare le peculiarità specifiche del progetto, prime fra tutte l'inserimento dei vincoli filologici nel processo di produzione e la l impiego di una modalità di realizzazione delle ricostruzioni 3D volta al riutilizzo In questa sfida, l open source ha fornito gli strumenti più adeguati per corrispondere anche alle esigenze di cominicazione e coordinamento del progetto. In particolar modo, ha evidenziato nuove interessanti vie di impiego dei paradigmi emergenti (e.g. virtualizzazione e Cloud computing) in ambito distribuito come supporto alla collaborazione e al processo di sviluppo comunitario (sempre piu' affine in qualsiasi ambito del sapere al modello di implementazione e distribuzione del software open source) In questo versante si dirigono gli sviluppi futuri: (i) integrazione degli strumenti di cloud in un'interfaccia insieme a una (ii) forma di virtualizzazione per l'accesso al sottolabero del repository inerente le fonti per consentirne la customizzazione della vista indipendentemente dall'organizzazione in memoria; (iii) automatizzazione della gestione del ciclo di vita degli asset nell'astrazione ad alto livello. 24

25 25

26 Bibliografia (1) L. Manovich, The Language of New Media, Cambridge, MA: MIT Press, 2001 (2) F. Antinucci, Comunicare nel museo, Percorsi Laterza, 2010 (3) Nu.Me., A cura di Bocchi F. - Smurra R. La storia della città per il museo virtuale di Bologna, Bononia University Press, 2011 (4) L. Calori, C. Camporesi, and S. Pescarin Virtual Rome: a FOSS approach to WEB3D. In Proceedings of the 14th International Conference on 3D Web Technology (Web3D '09), Stephen N. Spencer (Ed.). ACM, New York, NY, USA, (5) Costruttivismo e Apprendimento Significativo, URL: (6) F. Latrive, Sul buon uso della pirateria. Proprietà intellettuale e libero accesso nell'ecosistema della conoscenza, DeriveApprodi, 2005 (7) ViSMan, A.Coralini, A.Guidazzoli, D.Scagliarini, E.Toffalori ViSMan-DHER Project: Integrated Fruition of Archaeological Data through a Scientific Virtual Model in M. Ioannides (ed.) Euromed 2010 Proceedings, Limassol Nov 2010, LNCS 6436, Springer-Verlag Berlin Heidelberg, 2010, pp

27 Linkografia (1) Ubuntu Linux, URL: (2) Blender, URL: (3) the GIMP, URL: (4) Grass, URL: (5) Qgis, URL: (6) MeshLab, URL: (7) Arch3D, URL: (8) Debian, URL: (9) Inkscape, URL: (10) Xubuntu, URL: (11) Lubuntu, URL: (12) Phyton, URL: (13) City Engine, URL: (14) Google, URL: (15) Bing, URL: (16) Google maps, URL: (17) Bing maps: URL: (18) Wikimapia, URL: (19) Rapid SVN, URL: (20) Subversion svn, URL: 27

28 Open Source e ricostruzione archeologica: l'eseprienza del Cineca per il progetto Museo della Città Micaela Spigarolo, Antonella Guidazzoli, Copyright 2011 Micaela Spigarolo Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the termsproject of the GNU Free Documentation Cineca MDC License, Version 1.2 or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, no Front-Cover Texts, and no Back-Cover Texts. A copy of the license can be found at: 1 Questo intervento illustra la filiera open source impiegata nel progetto Cineca MDC- museo della cità per la realizzazione di un cortometraggio 3D stereoscopico che ha l'obiettivo di raccontare la storia della città attraverso i secoli. Fatta eccezione per il singolo caso di City Engine che useremo per mostrare come software proprietario possa comunque essere integrato all'interno di una pipeline open, evidenzieremo le caratteristiche che hanno reso ciascun software idoneo ad essere impiegato in una simile formula di produzione che sottende due sfide: comunicativa (l'impiego di una narrazione come espediente per trasmettere cultura) e al tempo stesso implementativa. Non si è trattato, infatti, soltanto di individuare il software migliore per la produzione in termini generali ma anche quelli che meglio corrispondessero alle esigenze specifiche di progetto. In particolar modo, il progetto ha raccolto le sfide sollevate oggi dalle potenzialità offerte dalle nuove tecnologie non solo per lo studio ma anche e soprattutto per la divulgazione dei contenuti in ambito storico e archeologico.

29 CH e nuove tecnologie Interattività L'utente e' reso protagonista di una personale esperienza Cultural Heritage Logica del data base (Manovich) Nuove vie di condivisione del sapere secondo un modello sempre più affine a quello di produzione e distribuzione del software open source 2 Le possibilità offerte dall'ict e il diffondersi di tecnologia COTS (Commodity Off the Shelf) aprono oggi nuove opportunità per la divulgazione e la fruizione della Cultural Heritage (CH). Se da una parte l'interattività, peculiarità del mezzo, determina per l'utente la possibilità di essere reso protagonista di una personale esperienza, la digitalizzazione dei vecchi media introduce anche una nuova logica del database (Manovich (1)) nell'accesso all'informazione, aprendo, così, nuove vie di condivisione del sapere secondo un modello sempre più affine a quello di produzione e distribuzione del software open source: creazione di community di sviluppo e libera partecipazione da parte dei singoli, diminuzione dei tempi di accesso ai risultati, condivisione in forma di oggetti del sapere, sviluppo del software cablato sulle reali esigenze determinate dalla community di utlizzo.

30 CH e nuove tecnologie PASSAGGIO DAL FILOLOGICO ALL'EMOZIONALE DEMOCRATIZZAZIONE DELL'OPERA D'ARTE Modellazione 3D Agevola la comprensione del messaggio appartenente a ciascuna opera d'arte in quanto segno; Si rende oggetto di scambio e studio 3 In questo processo di passaggio dal filologico all'emozionale e al tempo stesso di democratizzazione dell'opera d'arte, la modellazione 3D funge da ponte tra divulgazione e studio. Agevola la comprensione del messaggio collegato a ciascun opera d'arte in quanto segno (Antinucci (2)) e al tempo stesso si rende oggetto di scambio e studio per gli addetti ai lavori, avvalendosi del principio per cui `il visivo si spiega da solo' (ovvero, tutto ciò che è visivo può essere meglio spiegato da qualcosa a sua volta di visivo).

31 Musei nella Città Riunire in un percorso interculturale comune (artistico e museale) alcuni edifici del centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all uso pubblico. 4 In questo contesto si inserisce il progetto Cineca MDC, acronio per Museo della Città, che fa capo all'iniziativa Genus Bononiae Musei nella Città, patrocinata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna e che nasce con l intento di riunire in un percorso interculturale comune (artistico e museale) alcuni edifici del centro storico di Bologna, restaurati e recuperati all uso pubblico. Viene chiesto al Cineca di realizzare un filmato 3D stereoscopico che racconti la storia di Bologna nelle sue tappe fondamentali e che fin da subito si decide di porre al centro del percorso museale del palazzo che sarà dedicato appunto alla storia della città: palazzo Pepoli vecchio. Il tema del filmato viene fissato nella frase: Il big bang della storia di Bologna e l'importanza comunicativa che viene ad esso attribuita è fin da subito sottolineata dalla commissione in parallelo (sempre al Cineca) della sala immersiva che sarà interamente dedicata alla sua proiezione.

32 Il progetto MDC Museo della Città Cortometraggio 3D stereoscopico Impiego di ricostruzioni 3D filologicamente corrette per raccontare il `big bang' della storia di Bologna Co m it scien ato tifico 20 pero nse 2 anni Spar k DE 5 Il progetto ha impegnato per due anni un team di circa venti persone appartenenti a gruppi eterogenei (lo staf del Cineca si è avvalso della collaborazione di Spark D.E. per l'animazione e Lilliwood -www.lilliwood.eu, per la stereoscopia) nella realizzazione di un cortometraggio 3D stereo che raccontasse la storia della città di Bologna a partire da modelli filologicamente corretti. Il filmato mostrerà, pertanto, Bologna attraverso i secoli come molto presumibilmente storici e archeologi concordano che fosse. Si tratta della sfida, per altro già altre volte raccolta dal Cineca (Nu.Me. (3), ViSMan (7)), di ricostruire ambientazioni 3D filologicamente corrette ma che in questo caso sono state impiegate come set per un cortometraggio.

33 Sfida comunicativa Numerosi i modelli di cui era gia' in possessa il Cineca, frutto di precedenti collaborazioni con l'universita', ma anche con CNR Itabc, il settore Cultura del comune e i Musei civici. Tessere intorno a queste ricostruzioni una narrazione che fungesse da espediente per trasmettere allo spettatore il contenuto culturale minimo sforzo cognitivo massimo apprendimento significativo 6 Proprio l'esperienza del Cineca nella ricostruzione archeologica ha consentito di selezionare gli strumenti più adatti per affrontare quella che si è ben presto rivelata una duplice sfida: di divulgazione di contenuti e insieme di realizzazione dei modelli. Numerosi i modelli gia' in possesso del Cineca, frutto di precedenti collaborazioni con l'università, ma anche con il CNR Itabc (4), il settore Cultura del comune e i Musei civici. Dal punto di vista comunicativo, l'idea è stata quella di tessere intorno a queste ricostruzioni una narrazione che fungesse da espediente per trasmettere allo spettatore il contenuto culturale con il minimo sforzo cognitivo ma il massimo risultato in termini di apprendimento significativo (nell accezione costruttivista del termine (5)).

34 Sfida comunicativa 7 Le ambientazioni assumono, dunque, importanza pari al personaggio protagonista, l'etrusco Apa, che funge da filo conduttore del racconto e che possiede anch'esso radici filologiche. Esso è stato infatti desunto dai rilievi su un'antica situla etrusca conservata nel museo archeologico della città

35 Sfida implementativa Gestione della pipeline tradizionale di produzione di un cortometraggio 3D Selezionare il software piu' indicato e farlo dialogare Prodotti generati dalle varie fasi di produzione della pipeline Modelli eterogenei gia' in possesso del Cineca Realizzare strumenti di dialogo e collaborazione per coordinare le maestranze esterne Consentire l'implementazione degli asset (qualsaisi elemento costituente uno scenario 3D) con il software più consono alle esigenze specifiche dell'it interna all'azienda astraendo, invece, a più alto livello le fasi della pipeline di produzione. 8 D'altro canto, l'impegno implementativo si e' principalmente declinato in due forme: da una parte, la gestione della pipeline tradizionale di progetto: non si è trattato solo di selezionare il software più adatto ma di farlo anche dialogare nei vari formati in uscita. I programmi, per esempio, per la modellazione del terreno (Grass) e della città (City Engine) nelle varie epoche storiche così come dati provenienti da sistemi informativi o acquisiti tramite scansione laser (per esempio, il Nettuno) dovevano essere integrati nei set (file.blend di Blemder) insieme ai numerosi modelli di cui era già in possesso il Cineca Strumenti di dialogo e collaborazione sono stati inoltre necessari per coordinare le maestranze che si sono unite al Cineca nell'obiettivo comune. Si voleva, cioè, consentire a ciascun gruppo di produrre internamente gli asset (qualsaisi elemento costituente uno scenario 3D) con il software più consono alle esigenze della specifica IT interna astraendo, invece, a più alto livello le fasi della pipeline di produzione.

36 Sfida implementativa specifiche di progetto Integrare la gestione dei vincoli filologici nel processo di produzione della pipeline tradizionale di un filmato 3D; AMBIENTAZIONI = ricostruzioni filologiche supportate dalle fonti Continuo feedback degli esperti Stretto contatto con gli STORICI Determinare un modalità di produzione dei modelli volta al riutilizzo Esperienze MEANING-DRIVEN uno stesso modello puo' essere impiegato per numerose differenti esperienze a seconda dello specifico messaggio connesso all'opera d'arte in quanto segno si voglia trasmettere attraverso l'eseprienza. 9 Parallelamente, è stato necessario selezionare gli strumenti migliori per affrontare le sfide specifiche del progetto: (i) integrare la gestione dei vincoli filologici nel processo di produzione della pipeline tradizionale di un filmato 3D; (ii) determinare un modalità di produzione dei modelli volta al riutilizzo. Come già accennato, infatti, le ambientazioni sono ricostruzioni filologiche supportate dalle fonti e realizzate insieme agli storici con un continuo feedback degli esperti e insieme del regista, cercando di coniugare il rigore scientifico e le esigenze della storia. In secondo luogo, esperienze come quelle realizzate da progetto (ovvero l'impiego del visivo per trasmettere il messaggio connesso all'oggetto d'arte in quanto segno riducendo lo sforzo cognitivo e al tempo stesso determinando apprendimento significativo nell'accezione costruttivista del termine) sono fortemente meaningdriven. Gli stessi modelli possono determinare numerose differenti esperienze a seconda dello specifico messaggio che si vuole trasmettere.

37 La scelta Open Source Abbattimento dei costi Ottima reperibilità e buona compatibilità Possibilità di fare affidamento su di una ricca community di sviluppatori COMUNICAZIONE Possibilita' di esportare in numerosi formati insieme a una buona compatibilità FORMATI APERTI Essere sempre in grado di riutilizzare il modello Apprendere conoscenze immediatamente riutilizzabili ACCESSO AL CODICE Essere sempre in grado di far fronte ai problemi SUPPORTO ALLA COLLABORAZIONE valorizzazione dell'apporto del singolo per il bene comune (filosofia hacker del dono) 10 In questo contesto, la scelta open source ha fornito gli strumenti più adatti non solo per gestire la pipeline di produzione (Blender innanzi tutto ma anche the Gimp, Grass, etc.) ma anche per affrontare quelle specifiche di progetto (integrazione della gestione dei vincoli filologici all'interno della pipeline di produzione tradizionale e realizzazione dei modelli volta al riutilizzo). A peculiarità quali: possibilità di far fronte alle difficoltà aggiungendo le nuove funzionalità necessarie ottima reperibilità e buona compatibilità possibilità di fare affidamento su di una ricca community di sviluppatori si sono aggiunte le funzionalità specifiche per affrontare le sfide del progetto. La possibilità di esportare in numerosi formati insieme a una buona compatibilità mantenuta dall'open source ha consentito di affrontare il probelma della comunicazione tra software. La possibilità di esportare in formati compatibili ha inoltre consentito di integrare nella catena di produzione open anche software proprietario come City Engine, di cui non si è potuto fare a meno poiché non esiste ancora alternativa open altrettanto valida. L'impiego di formati aperti garantisce, inoltre, di essere sempre in grado di riutilizzare il modello. Non si dimentichino, infine, le possibilità offerte dalla virtualizzazione (appliance di macchine virtuali) contro l'aging del software. La scelta open si è, inoltre, rivelata valido supporto alla collaborazione nel processo produttivo. Tramite Google docs è stato possibile utilizzare la formula del cloud computing per gestire il ciclo di vita degli asset indipendentemente dai singoli strumenti di produzione. Come valore aggiunto, l'open source ha, infine, incentivato l'implementazione di strumenti per valorizzare e massimizzare lo sforzo del singolo a supporto del gruppo. Per tale ragione, parallelamente al processo di produzione, sono stati sviluppati strumenti di collaborazione quali un Blog e la condivisione di documenti in formato Google docs.

38 Architettura della Partecipazione (O'Reilly) Approccio del progetto MDC come Open Project di Blender Modelli filologicamente corretti Interdisciplinarità 11 L'approccio Open di base del progetto e' frutto dell'esperienza del Cineca nel campo delle ricostruzioni acheologiche, e ha introdotto come valore aggiunto l'attitudine a un processo di sviluppo che tenesse conto parallelamente dello sviluppo di quello che O'Reilly definisce Architettura della partecipazione e che a suo parere rappresenta la carettristica oggi maggiormente significativi per l'opens ource piuttosto che la stessa condivisione di codice. Sull'esempio degli open project di Blender, perciò, anche il progetto MDC è stato affrontato come l'occasione per studiare sul campo, ovvero all'interno di una pipeline di produzione reale, gli strumenti e le funzionalità interessanti in termini generali: (i) allo studio di una modalià per l'integrazione dei vincoli filologici all'interno di una pipeline di produzione di un cortometraggio 3D stereoscopico si affianca la finalità di (ii) individuare una forma di implementazione dei modelli che ne favorisca il riutilizzo. Il progetto ha, pertanto, sotteso la sfida di coinvolgere molteplici maestranze anche eterogenee avvalendosi del principio per cui a ognuno il suo mestiere. Si intende, in tal modo, valorizzato lo specifico apporto di ciascuno sulla base delle competenze specifiche acquisite nella propria disciplina al fine di metterlo a disposizione dell'obiettivo comune. Si tratta di una metodologia che il Cineca ha standardizzato nel tempo e dalla quale non è più pensabile prescindere oggi a meno di rischiare di perdere in significatività della proposta. Oggi, infatti, in ambito scientifico così come umanistico non è più possibile prescindere dalle nuove tecnologie né tanto meno poter sapere tutto di tutto. Per essere significativi e proporre soluzioni che durino nel tempo occorre avvalersi del contributo di maestranze specifiche che trovano nel gruppo il supporto e la comunità di intenti che possano convogliare lo sforzo di ciascuno nel raggiungimento del risultato finale. Questa attitudine non solo è supportata dall'istinto insito nell'uomo a costituirsi in comunità (di cui oggi si fanno portavoce le social network) ma anche e soprattutto trova riscontro nelle nuove teorie sull'apprendimento che vedono la costruzione della conoscenza principalmente come un atto sociale (costruttivismo (5)). Questo sta accomunando i vari tipi di sapere a una modalità di creazione e divulgazione affine a quella che caratterizza la distribuzione del software open source: sviluppo del sapere cooperativo, decentralizzato e fondato sul libero accesso alle risorse comuni a tutti (F. Latrive (6)). Questa forma di collaborazione che O Reilly definisce Architettura della partecipazione e che a suo parreresta diventando caratteristica dell open source più significativa rispetto alla condivisione stessa del codice, consente al singolo di trovare nella comunità il supporto e le motivazioni per raggiungere obiettivi che diversamente gli sarebbero preclusi.

39 Open Source pipeline tradizionale The Gimp Grass Gis Blender MeshLab Arc 3D Qgis 12 Forniamo qui una breve panoramica sul software open source impiegato nella pipeline di produzione tradizionale di un filmato 3D: in particolare, parleremo di Blender. Di seguito, illustreremo problematiche e opportunità offerte, invece, dall'open source per affrontare la duplice sfida sottesa dal progetto: integrare la pipeline di produzione tradizionale con i vincolil filologici e insieme determinare una modalità di produzione dei modelli volta al riuso. Infine, faremo un breve cenno al valore aggiunto al progetto dall impiego di software open source in termini di supporto al lavoro di gruppo. L'ultima slide fornira' alcune conclusioni e le previsioni per il lavoro futuro. I software impiegati nella pipeline di produzione MDC sono prevalentemente Ubuntu Linux come piattaforma e Blender e The GIMP come applicativi. Intorno ad essi gravitanostrumenti come Grass e Qgis per la ricostruzione dei terreni a partire dalle georeferenziazioni; MeshLab e Arch 3D per la gestione dei dati acquisiti tramite scanner (p.e. Il Nettuno e la famosa situla). Approfondiamo qui di seguito l impiego e gli specifici contributi nella pipeline di produzione solo per i primi tre.

40 Ubuntu Distribuzione Linux nata nel 2004 e basata su Debian Focalizza sull'utente Massimizza facilità di utilizzo Comprende oltre software liberi dell'universo Linux Xubuntu Lubuntu Remote Desktop 13 Ubuntu è una distribuzione linux nata nel 2004, basata su Debian, che si focalizza sull'utente e sulla facilità di utilizzo. È corredata da un'ampia gamma di applicazioni libere, le quali sono scaricabili ed installabili gratuitamente e senza alcuna procedura di configurazione: sono presenti oltre pacchetti software liberi dell'universo Linux, tra cui programmi come Inkscape (grafica vettoriale), GIMP (fotoritocco), Blender (grafica 3D) e molti altri. Per tale motivo Ubuntu è stata la piattaforma principale su cui è stato sviluppato il progetto. Il sistema operativo Ubuntu Linux, inoltre, con le sue derivate Xubuntu e Lubuntu, preferite grazie all utilizzo di gestori desktop più performanti e leggeri, hanno consentito di far fronte all aging rendendo nuovamente utilizzabili macchine con sistemi hardware datati al fine, ad esempio, di creare network-renderfarm per Blender per i test di rendering parziali e in alternativa alla renderfarm di progetto. Ricordiamo infine le funzionalita', integrate nella piattaforma, offerte da strumenti come Ubuntu One per la memorizzazione di file ovunque accessibili sulla rete e Remote desktop che ha consentito di utilizzare attraverso un'interfaccia unificata piu' macchine fisiche come se si trattasse di un'unica risorsa..

41 Blender Insieme integrato di strumenti per la creazione di un ampia Phyton scripting gamma di contenuti 3D. ANIMAZIONE SCENOGRAFIE COMPOSITING ILLUMINAZIONE PERSONAGGI RENDERING 14 Blender è il software maggiormente impiegato nel progetto MDC non solo per la creazione delle scenografie e dei personaggi ma anche per l animazione, l illuminazione, il rendering e il compositing. Tutte queste operazioni possono essere performate all interno di questo potente tool. Blender, infatti, non è soltanto un programma di modellazione 3D ma consente anche rigging, animazione, compositing e rendering di immagini tridimensionali. Dispone, inoltre, di funzionalità per mappature UV, simulazioni di fluidi, di rivestimenti, di particelle, altre simulazioni non lineari e creazione di applicazioni/giochi 3D. È disponibile per vari sistemi operativi, tra cui: Microsoft Windows, Mac OS X, Linux. Blender è, insomma, dotato di un robusto insieme di funzionalità paragonabili, per caratteristiche e complessità, ad altri noti programmi proprietari per la modellazione 3D come Softimage XSI, Cinema 4D, 3D Studio Max, LightWave 3D e Maya. Tra le funzionalità di Blender vi è anche l'utilizzo di raytracing e la possibilità di customizzarne il comportamento tramire script (in linguaggio Python). E proprio avvalendosi di questa capacità è stato possibile implementare una versione del programma che comprendesse le funzionalità della camera stereo (stereo target e stereo distance) per le riprese in stereoscopia. La peculiarità di accesso al codice ha inoltre consentito di ricompilare il programma per poterlo integrare nel cluster di super calcolatori del Cineca al fine di realizzare la renderfarm che ha renderizzato appunto l'intero filmato.

Open Source e transmedialità

Open Source e transmedialità Storicamente Rivista del Dipartimento di Storia Culture Civiltà Alma Mater Studiorum Università di Bologna Open Source e transmedialità L'esperienza del Cineca nel campo del Virtual Heritage DOI 10.1473/stor470

Dettagli

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business.

Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. ACCREDITED PARTNER 2014 Consulenza, servizi su misura e tecnologia a supporto del business. Gariboldi Alberto Group Srl è una realtà

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio Quali sono attualmente i Software online più utili per stilare un E-Portfolio? Ecco una lista di quelli gratis più diffusi! 1 Introduzione/Obiettivi

Dettagli

Corso di Rilievo Fotogrammetrico 3D e gestione delle mesh

Corso di Rilievo Fotogrammetrico 3D e gestione delle mesh www.terrelogiche.com Corso di Rilievo Fotogrammetrico 3D e gestione delle mesh >>ROMA >>07-08-09 ottobre 2015 Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale. Sapienza Università di Roma, Via Eudossiana,

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione

Formazione e Apprendimento in Rete Open source. Il cloud computing. Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione e Apprendimento in Rete Open source Il cloud computing Dropbox e Google Drive ambienti di condivisione e collaborazione Formazione insegnanti Generazione Web Lombardia Il Cloud, metafora per

Dettagli

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Il CMS Moka Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Moka è uno strumento per creare applicazioni GIS utilizzando oggetti (cartografie, temi, legende, database, funzioni) organizzati in un catalogo condiviso.

Dettagli

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati.

ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 1 ESB perché? Dare una svolta all'azienda grazie all'integrazione Dati. 2 Indice generale Abstract...3 Integrare: perché?...3 Le soluzioni attuali...4 Cos'è un ESB...5 GreenVulcano ESB...6 3 Abstract L'integrazione

Dettagli

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione

Uso del computer e gestione dei file. Elaborazione testi. Foglio elettronico. Strumenti di presentazione Il è finalizzato a elevare il livello di competenza nell utilizzo del computer, del pacchetto Office e delle principali funzionalità di Internet. Il percorso formativo si struttura in 7 moduli Concetti

Dettagli

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito

LEZIONE 3. Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito LEZIONE 3 Il pannello di amministrazione di Drupal, configurazione del sito Figura 12 pannello di controllo di Drupal il back-end Come già descritto nella lezione precedente il pannello di amministrazione

Dettagli

Presentazione del Sistema e dei moduli di ricerca

Presentazione del Sistema e dei moduli di ricerca (Sistema Integrato Ricerche) Presentazione del Sistema e dei moduli di ricerca Software: Salvatore Chiaramida 2004-2013 Servizi Internet e Distribuzione: Aste Giudiziarie Inlinea S.p.A. SirFind Versione

Dettagli

SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072

SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072 Provincia di Lucca Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro. Sviluppo Economico SINPAWEB corso per Tecnico della programmazione e dello sviluppo di siti internet e pagine web co.reg 58036 matricola 2012LU1072

Dettagli

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016.

Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali CMS. L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016. Sistemi per la produzione, gestione e conservazione di contenuti digitali L12 - Comunicazione e archiviazione digitale A.A 2015-2016 Carlo Savoretti carlo.savoretti@unimc.it Produzione Contenuti prodotti

Dettagli

Applicazioni di Ubuntu

Applicazioni di Ubuntu Applicazioni di Ubuntu Argomenti - Ambienti grafici - Installazione - Principali pacchetti Pagina 2 Ambienti grafici Tutte le distribuzioni di Linux, quindi anche Ubuntu, possono essere integrate con un

Dettagli

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni

SERVER E VIRTUALIZZAZIONE. Windows Server 2012. Guida alle edizioni SERVER E VIRTUALIZZAZIONE Windows Server 2012 Guida alle edizioni 1 1 Informazioni sul copyright 2012 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati. Il presente documento viene fornito così come

Dettagli

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso

Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso Andrea Maioli Instant Developer: guida all uso 11.8 L editor di temi grafici A partire dalla versione 11.5, Instant Developer contiene uno strumento di aiuto alla personalizzazione dei temi grafici e degli

Dettagli

Andrea Sommaruga: Le applicazioni OpenSource per i desktop con windows

Andrea Sommaruga: Le applicazioni OpenSource per i desktop con windows Le Applicazioni per i Desktop: OpenSource Andrea Sommaruga: Le applicazioni OpenSource per i desktop con windows Elaborazione dei Testi, Fogli di Calcolo, Presentazioni, Disegno, Accesso ai Dati Altri

Dettagli

Office 2010 e SharePoint 2010: la produttività aziendale al suo meglio. Scheda informativa

Office 2010 e SharePoint 2010: la produttività aziendale al suo meglio. Scheda informativa Office 2010 e SharePoint 2010: la produttività aziendale al suo meglio Scheda informativa Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze di Microsoft Corporation sugli argomenti

Dettagli

Your business to the next level

Your business to the next level Your business to the next level 1 2 Your business to the next level Soluzioni B2B per le costruzioni e il Real Estate New way of working 3 01 02 03 04 BIM Cloud Multi-Platform SaaS La rivoluzione digitale

Dettagli

Event121 Piattaforma web & mobile per Eventi e Fiere. SEMPLICE. POTENTE. AFFIDABILE.

Event121 Piattaforma web & mobile per Eventi e Fiere. SEMPLICE. POTENTE. AFFIDABILE. Event121 Dai voce ai tuoi eventi! Event121 è una piattaforma versatile, potente e affidabile, fruibile tramite web e mobile device, progettata per eventi come fiere, expo, congressi, meeting, riunioni

Dettagli

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia

Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Da oggetto della comunicazione di massa a protagonisti della produzione di contenuti La nuova certificazione ECDL Multimedia Pier Paolo Maggi, Gianmario Re Sarto AICA pierpaolomaggi@aicanet.it - g.resarto@aicanet.it

Dettagli

In particolare ITCube garantisce:

In particolare ITCube garantisce: InfoTecna ITCube Il merchandising, ossia la gestione dello stato dei prodotti all interno dei punti vendita della grande distribuzione, è una delle componenti fondamentali del Trade Marketing e per sua

Dettagli

Content Management System

Content Management System Content Management System Docente: Prof. Roberto SALVATORI CARATTERISTICHE PRINCIPALI DI UN CMS In quest ultimo decennio abbiamo avuto modo di osservare una veloce e progressiva evoluzione del Web, portando

Dettagli

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX

Corso di Sistemi Operativi DEE - Politecnico di Bari. Windows vs LINUX. G. Piscitelli - M. Ruta. 1 di 20 Windows vs LINUX Windows vs LINUX 1 di 20 Windows vs LINUX In che termini ha senso un confronto? Un O.S. è condizionato dall architettura su cui gira Un O.S. è condizionato dalle applicazioni Difficile effettuare un rapporto

Dettagli

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base

ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Un po di Storia ISP & Web Engineering ALFABETIZZAZIONE DI BASE Programma del Corso livello base Breve cenno sulla storia dell informatica: dagli albori ai giorni nostri; L evoluzione di Windows: dalla

Dettagli

Il Portale del Restauro e il Web 2.0

Il Portale del Restauro e il Web 2.0 e il Web 2.0 Nuove possibilità di interazione e informazione nel campo della conservazione Relatore: Flavio Giurlanda Il Portale del Restauro Web 2.0 condivisione dei dati tra diverse piattaforme tecnologiche

Dettagli

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale.

Il progetto MINERVA: tra digitalizzazione e qualità dei siti web di contenuto culturale. a cura di Gabriella Guerci di Marzia Piccininno Negli ultimi anni il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha lavorato con grande impegno in ambito europeo, in particolar modo nel settore strategico

Dettagli

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB

Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Brochure prodotto Infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici Servizi di connessione ABB Servizi di connessione Prodotti a supporto del business Per sfruttare al meglio una rete di ricarica per veicoli

Dettagli

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9

Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II: Reti di calcolatori Lezione 9 Martedì 1-04-2014 1 Applicazioni P2P

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI STUDIO TRIENNALE IN SCIENZE DELL EDUCAZIONE Curriculum: Esperto di formazione a distanza DISSERTAZIONE FINALE Raccontami :

Dettagli

GESTIONE DEL PALINSESTO DI UN PORTALE MOBILE

GESTIONE DEL PALINSESTO DI UN PORTALE MOBILE GESTIONE DEL PALINSESTO DI UN PORTALE MOBILE Per un Operatore Mobile la gestione dei contenuti sul proprio portale rappresenta un fattore chiave. L obiettivo è quello di trovare il giusto equilibrio tra

Dettagli

Corsi di Informatica 2007

Corsi di Informatica 2007 e Oratorio Beato Quagliotti di Galliate Corsi di Informatica 2007 A. Pollastro, D. Bovio, F. Mora e F. Ugazio Corsi di Informatica 2007 Agenda Introduzione 2 Corsi di Informatica 2007 Agenda Introduzione

Dettagli

Di cosa parliamo? Con la cultura si mangia? Lo stato di salute del settore culturale

Di cosa parliamo? Con la cultura si mangia? Lo stato di salute del settore culturale Di cosa parliamo? Con la cultura si mangia? Lo stato di salute del settore culturale Esempi di applicazioni di Free and Open Source Software nei Beni Culturali Tecnologia e Free and Open Source Software

Dettagli

Progettare un sito web

Progettare un sito web Progettare un sito web Fasi della progettazione La progettazione di un sito web dovrebbe passare attraverso 4 fasi differenti: 1. Raccolta e realizzazione dei contenuti e delle informazioni da pubblicare

Dettagli

lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico

lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico lo standard della comunicazione tra farmacia e distributore farmaceutico 4 4 5 6 6 IL PROTOCOLLO WWW.FARMACLICK.IT I SERVIZI L ARCHITETTURA LA CERTIFICAZIONE 3 IL PROTOCOLLO Farmaclick è un nuovo modo

Dettagli

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO

C. D. G. chi siamo. la struttura. i nostri servizi. trovaci CORPORATE IDENTITY MILANO C. D. G MILANO chi siamo la struttura i nostri servizi trovaci CORPORATE IDENTITY CHI SIAMO PIATTAFORMA DIGITALE TEAM AFFIATATO LAB PREMEDIA 2 CREDIAMO FORTEMENTE NEL NOSTRO LAVORO CAPACE DI CONFERIRE

Dettagli

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F

Albumdi.it. software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based. standard ICCD scheda F Albumdi.it software di catalogazione partecipata di archivi fotografici interamente web-based standard ICCD scheda F Copyright by CG Soluzioni Informatiche - www.albumdi.it MOD-ST: 004 - Pag.1 Caratteristiche

Dettagli

LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE

LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE LA SOLUZIONE PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI IN UN PORTALE WEBVISION APPARTIENE ALLA FAMIGLIA DEI CONTENT MANAGEMENT SYSTEM PER LA GESTIONE DINAMICA DELLE INFORMAZIONI E DEL LORO LAYOUT ALL

Dettagli

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete

Sistemi Operativi di Rete. Sistemi Operativi di rete. Sistemi Operativi di rete Sistemi Operativi di Rete Estensione dei Sistemi Operativi standard con servizi per la gestione di risorse in rete locale Risorse gestite: uno o più server di rete più stampanti di rete una o più reti

Dettagli

I Sistemi Informativi Geografici. Laboratorio GIS 1

I Sistemi Informativi Geografici. Laboratorio GIS 1 I Sistemi Informativi Geografici Laboratorio GIS 1 Sistema Informativo Geografico Strumento computerizzato che permette di posizionare ed analizzare oggetti ed eventi che esistono e si verificano sulla

Dettagli

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica

Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Protocolli di Sessione TCP/IP: una panoramica Carlo Perassi carlo@linux.it Un breve documento, utile per la presentazione dei principali protocolli di livello Sessione dello stack TCP/IP e dei principali

Dettagli

Cercare è per metà trovare

Cercare è per metà trovare Introduzione Cercare è per metà trovare Cercare su Internet Un Web nella Rete Struttura del libro I n t r o d u z i o n e La prima edizione del libro che avete tra le mani nasceva nel 2005. Si trattava

Dettagli

Content Management Systems

Content Management Systems Content Management Systems L o Guido Porruvecchio Tecnologia e Applicazioni della Rete Internet Definizione Un Content Management System (CMS) è letteralmente un sistema per la gestione dei contenuti Definisce

Dettagli

La Skills Card relativa alle certificazioni Nuova ECDL è svincolata dalla singola certificazione.

La Skills Card relativa alle certificazioni Nuova ECDL è svincolata dalla singola certificazione. ECDL Standard Descrizione. La certificazione ECDL Standard si proprone come un'alternativa più ricca rispetto alla certificazione ECDL Base è più flessibile della certificazione ECDL Full Standard. La

Dettagli

Nuove Tecnologie Open Source per una Scuola che integra

Nuove Tecnologie Open Source per una Scuola che integra Presentazione e guida introduttiva all'uso della Distribuzione :: Cos' e' :: Cos' e' SoDiLinux :: Perché una nuova versione SoDiLinux :: L'idea :: La collaborazione con ITD CNR :: Criteri di scelta del

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

La Piattaforma la Piattaforma La Piattaforma

La Piattaforma la Piattaforma  La Piattaforma In un mercato globale è sempre più importante conoscere ciò che si sta per acquistare, la provenienza delle materie prime e la catena produttiva (o filiera di produzione) associata al prodotto che si intende

Dettagli

What you dream, is what you get.

What you dream, is what you get. What you dream, is what you get. mission MWWG si propone come punto di riferimento nella graduale costruzione di una immagine aziendale all'avanguardia. Guidiamo il cliente passo dopo passo nella creazione

Dettagli

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE

IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE IL VERO GESTIONALE 2.0 PER LE SCUOLE PROTOMAIL REGISTRO ELETTRONICO VIAGGI E-LEARNING DOCUMENTI WEB PROTOCOLLO ACQUISTI QUESTIONARI PAGELLINE UN GESTIONALE INTEGRATO PER TUTTE LE ESIGENZE DELLA SCUOLA

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2015/2016

catalogo corsi di formazione 2015/2016 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO:

Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: Capitolo 1 GESTIONE DEL SOFTWARE APPLICATIVO: IL WORD PROCESSOR SOMMARIO 1. Introduzione. - 2. Requisiti di base per le operazioni di Word Processing. - 3. La creazione di un documento di testo. - 4. La

Dettagli

La scuola ha bisogno di cambiare

La scuola ha bisogno di cambiare Oggi il modo di comunicare è cambiato. La Rivoluzione digitale ha innescato nuove dinamiche di relazione e di condivisione delle informazioni. Il flusso continuo di conoscenze ha creato la necessità di

Dettagli

InfoTecna ITCube Web

InfoTecna ITCube Web InfoTecna ITCubeWeb ITCubeWeb è un software avanzato per la consultazione tramite interfaccia Web di dati analitici organizzati in forma multidimensionale. L analisi multidimensionale è il sistema più

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

ECDL Base. Moduli compresi: Descrizione.

ECDL Base. Moduli compresi: Descrizione. ECDL Base Com'è facilmente deducibile anche dal nome, la certificazione ECDL Base attesta il livello essenziale di competenze informatiche e web del suo titolare, aggiornate alle funzionalità introdotte

Dettagli

COMUNICARE LA CULTURA: IL SITO WEB

COMUNICARE LA CULTURA: IL SITO WEB MUSEOLOGIA E CONSERVAZIONE DEI BENI MUSEALI COMUNICARE LA CULTURA: IL SITO WEB PAOLO CAVALLOTTI Responsabile Internet e Media interattivi 13 GENNAIO 2014 01.1 UN TERMINE ABUSATO IL MUSEO VIRTUALE Esistono

Dettagli

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori

SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori SMART CITIES PER SMART COMMUNITIES Tecnologie e strumenti per comunicare al servizio dei territori Emiliano Negrini Titolare di Kubasta laboratorio di comunicazione multimediale, progetto e sviluppo contenuti

Dettagli

Console di Amministrazione Centralizzata Guida Rapida

Console di Amministrazione Centralizzata Guida Rapida Console di Amministrazione Centralizzata Contenuti 1. Panoramica... 2 Licensing... 2 Panoramica... 2 2. Configurazione... 3 3. Utilizzo... 4 Gestione dei computer... 4 Visualizzazione dei computer... 4

Dettagli

Virtualizzazione e Macchine Virtuali

Virtualizzazione e Macchine Virtuali Virtualizzazione e Macchine Virtuali Gabriele D Angelo, Ludovico Gardenghi {gda, garden}@cs.unibo.it http://www.cs.unibo.it/~gdangelo/ http://www.cs.unibo.it/~gardengl/ Università di Bologna Corso di Laurea

Dettagli

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali

Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework è la base di tutte le applicazioni della famiglia Infinity Project

Dettagli

Soluzione Immobiliare

Soluzione Immobiliare SOLUZIONE IMMOBILIARE SOLUZIONE IMMOBILIARE è un software studiato appositamente per la gestione di una Agenzia. Creato in collaborazione con operatori del settore, Soluzione si pone sul mercato con l

Dettagli

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO!

7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! UNIVERSO WEB 7mas ti aiuta ad entrare nell universo del web PASSO DOPO PASSO! TRE DESIDERI PER Costruire e ottimizzare la strada del web! Consulenza Fornisce ai responsabili di imprese, attività commerciali

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di:

Si appoggia a Internet come canale per veicolare le informazioni. Un LMS permette di: Compito I settimana del II modulo Fagnani Lorena classe E13 1. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICA A TION FRAMEWORK APPLICA I N F I N I T Y Z U C C H E T T I INFINITY APPLICATION FRAMEWORK Infinity Application Framework Una nuova e diversa interpretazione delle soluzioni applicative aziendali Infinity Application Framework

Dettagli

Differenza tra wordpress.com e CMS

Differenza tra wordpress.com e CMS Cosa è WordPress? 1 Differenza tra wordpress.com e CMS Il team di WP ha creato 2 siti differenti: wordpress.com ovvero un portale dove chiunque può creare un blog (gratuitamente) wordpress.org dove possiamo

Dettagli

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti.

Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Il sito Internet: lo strumento più flessibile per far conoscere la tua azienda e fidelizzare i tuoi clienti. Orientarsi e muoversi al meglio nel mercato è sempre più difficile: la concorrenza, è sempre

Dettagli

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO

Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano ASSESSORATO ALLE POLITICHE CUTURALI Assessorato Pubblica Istruzione CENTRO @LL IN VILLACIDRO CATALOGO CORSI 1. Informatica di base Partendo dalla descrizione

Dettagli

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing

Scheda Informativa. Verizon Net Conferncing Scheda Informativa Verizon Net Conferncing Net Conferencing 1.1 Informazioni generali sul Servizio Grazie a Net Conferencing Verizon e alle potenzialità di Internet, potrete condividere la vostra presentazione

Dettagli

Informatica. Classe Prima

Informatica. Classe Prima Informatica Classe Prima Obiettivo formativo Conoscenze Abilità Conoscere e utilizzare il computer per semplici attività didattiche Conoscere i componenti principali del computer. o Distinguere le parti

Dettagli

Ldp studio. Comune di Siena Piano Regolatore on-line: un nuovo servizio per la città cablata

Ldp studio. Comune di Siena Piano Regolatore on-line: un nuovo servizio per la città cablata Comune di Siena Piano Regolatore on-line: un nuovo servizio per la città cablata Per il piano regolatore di Siena lo studio LdP ha sviluppato un progetto per la diffusione via Internet della banca dati

Dettagli

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa.

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa. Analisi fattibilità economica. Questa fase prevede di tradurre i bisogni formativi rappresentati nel precedente documento di analisi, in uno studio di fattibilità tecnico economico. Questo studio di fattibilità

Dettagli

Le scelte progettuali

Le scelte progettuali OberoNET Dopo aver sviluppato Oberon, il software per l'installatore, Axel si è concentrata sul reale utilizzatore dei sistemi di sicurezza con OberoNET: la suite di applicativi per la gestione in rete

Dettagli

Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita

Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita fare Retail L organizzazione innovativa del tuo punto vendita fareretail è una soluzione di by www.fareretail.it fareretail fareretail è la soluzione definitiva per la Gestione dei Clienti e l Organizzazione

Dettagli

catalogo corsi di formazione 2014/2015

catalogo corsi di formazione 2014/2015 L offerta formativa inserita in questo catalogo è stata suddivisa in quattro sezioni tematiche che raggruppano i corsi di formazione sulla base degli argomenti trattati. Organizzazione, progettazione e

Dettagli

Cloud Computing e Mobility:

Cloud Computing e Mobility: S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Cloud Computing e Mobility: Lo studio professionale agile e sicuro Davide Grassano Membro della Commissione Informatica 4 dicembre 2013 - Milano Agenda 1

Dettagli

Corso Linux Base informatica Open source

Corso Linux Base informatica Open source CORSI COMUNALI DI INFORMATICA WINDOWS LIVELLO BASE PROGRAMMA Conoscenza di base del Personal Computer e delle sue periferiche Sistemi operativi: Windows MS-DOS (i comandi più utili) Open Office Internet

Dettagli

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE

COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE COMPETENZA DIGITALE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: TUTTE Dalla raccomandazione del parlamento europeo e del consiglio del 18 dicembre 2006 La competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza

Dettagli

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso

La piattaforma MOODLE. Le risorse e le attività di un corso La piattaforma MOODLE Le risorse e le attività di un corso Università di Brescia 9/10 aprile 2013 Per iniziare Le sezioni Formato Settimanale vs. per Argomenti Numero di sezioni di un corso, visibilità

Dettagli

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI:

SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: SUPPORTO TECNICO AI PRODOTTI: PROCEDURA INTEGRATA GESTIONE CONDOMINIO RENT MANAGER SERVIZIO DI ASSISTENZA CLIENTI - INSTALLAZIONE DELLA PROCEDURA SU ALTRE STAZIONI DI LAVORO - SOSTITUZIONE DEL SERVER O

Dettagli

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online

Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Progetto PerformancePA Ambito A - Linea 1 - Una rete per la riforma della PA Organizzare spazi e contenuti di una consultazione online Autore: Laura Manconi Creatore: Formez PA, Progetto Performance PA

Dettagli

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi

Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi Informatica e Bioinformatica: Sistemi Operativi 11 marzo 2013 Macchina Hardware/Software Sistema Operativo Macchina Hardware La macchina hardware corrisponde alle componenti fisiche del calcolatore (quelle

Dettagli

Relatore: Flavio Giurlanda fondatore de Il Portale del Restauro

Relatore: Flavio Giurlanda fondatore de Il Portale del Restauro Relatore: Flavio Giurlanda fondatore de Il Portale del Restauro WEB 2.0 Concetto di Web 2.0 capacità di condivisione dei dati tra diverse piattaforme tecnologiche. Dietro queste evoluzioni troviamo quale

Dettagli

Finalmente anche in Italia il partner del 3D semplice e intuitivo più diffuso al mondo. Modellazione 3D intuitiva

Finalmente anche in Italia il partner del 3D semplice e intuitivo più diffuso al mondo. Modellazione 3D intuitiva Finalmente anche in Italia il partner del 3D semplice e intuitivo più diffuso al mondo In pochi anni SketchUp Pro è diventato il modellatore 3D più diffuso al mondo, con oltre 32 milioni di utenti. Il

Dettagli

Internet e condivisione di interessi: social networking, blog, peer to peer

Internet e condivisione di interessi: social networking, blog, peer to peer Seminario della Consulta delle Associazioni Culturali del Comune di Modena La Rete Civica del Comune di Modena per le associazioni culturali" Internet e condivisione di interessi: social networking, blog,

Dettagli

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere.

Outline. Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere. Sviluppi futuri. www.informarexresistere. Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare Per Resistere www.informarexresistere.fr Sviluppi futuri Outline Chi sono L.A.M.P. Hosting CMS e Blog Wordpress Il caso >> Informare

Dettagli

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo

SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo SIASFI: IL SISTEMA ED IL SUO SVILUPPO 187 SIASFi: il sistema ed il suo sviluppo Antonio Ronca Il progetto SIASFi nasce dall esperienza maturata da parte dell Archivio di Stato di Firenze nella gestione

Dettagli

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu

02 L Informatica oggi. Dott.ssa Ramona Congiu 02 L Informatica oggi Dott.ssa Ramona Congiu 1 Introduzione all Informatica Dott.ssa Ramona Congiu 2 Che cos è l Informatica? Con il termine Informatica si indica l insieme dei processi e delle tecnologie

Dettagli

Azienda-Online. La gestione dell azienda ora vola sulla cloud!

Azienda-Online. La gestione dell azienda ora vola sulla cloud! Azienda-Online La gestione dell azienda ora vola sulla cloud! Riduzione dei costi di acquisto, gestione e manutenzione Aumento e velocizzazione della comunicazione in azienda Accessibilità al sistema di

Dettagli

Google Apps for Education

Google Apps for Education Google Apps for Education dalla condivisione in Drive a Classroom Istituto Comprensivo di Bellano GAFE Insieme di servizi e applicazioni on -line 2 Cloud Computing Che cos è? Cloud Computing Un insieme

Dettagli

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova)

OpenPsy: OpenSource nella Psicologia. Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Pag. 1 di 9 OpenPsy: OpenSource nella Psicologia Presentazione del progetto in occasione dell edizione 2004 del Webbit (Padova) PREMESSA Per prima cosa, appare ovvio

Dettagli

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile

WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione Civile "S@ve - Protezione dell'ambiente per la gestione ed il controllo del territorio, valutazione e gestione emergenze per il comprensorio del Vallo di Diano" I PRODOTTI: WebGis - Piano Comprensoriale di Protezione

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI

Istituto Comprensivo Statale Don Lorenzo Milani Ferrara Curricolo 2014/2015 Infanzia-Primaria-Secondaria di I grado COMPETENZE DIGITALI Dal Curricolo Scuola Primaria e Secondaria di I grado di Franca Da Re Indicazioni Nazionali 2012 La competenza digitale è ritenuta dall Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività

Dettagli

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche Blog e wiki Biblioteca 2.0 la biblioteca sta cambiando l impatto del Web 2.0 (Open Acess, Wikis, Google book, blogosfera, Flickr,

Dettagli

Approccio al BIM BUILDING INFORMATION MODELING

Approccio al BIM BUILDING INFORMATION MODELING Dipartimento di Architettura e Territorio darte Corso di Studio in Architettura quinquennale Classe LM-4 a.a. 2014-2015 Corso di Project Management, Gestione OO.PP e Cantiere - C prof. Renato G. Laganà

Dettagli

Sviluppo Web Portal. martedì 4 agosto 2009. Preventivo. Preventivo per la creazione del software di CMS

Sviluppo Web Portal. martedì 4 agosto 2009. Preventivo. Preventivo per la creazione del software di CMS martedì 4 agosto 2009 E-SPRING s.n.c P.IVA/C.F. 03053660548 Via Val di Rocco, 50 06134 - Ponte Felcino (PG) Tel. +39 075 7829358 E-mail: info@e-springconsulting.com Sviluppo Web Portal per la creazione

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base. Lezione 4 Reti informatiche

Modulo 1 Concetti di base. Lezione 4 Reti informatiche Modulo 1 Concetti di base Lezione 4 Reti informatiche 1 Che cos è una rete di computer? E un insieme di computer vicini o lontani che possono scambiarsi informazioni su un cavo, sulla linea telefonica,

Dettagli

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U.

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U. Pagine JSP o PHP o ancora WebService in logica j2ee a seconda delle necessità, e della complessità delle operazioni. Il livello di interfaccia/presentazione è invece rappresentato dal web browser (con

Dettagli