Arch. Vincenzo Esposito - Direttore Generale Casa S.p.A. Abitazioni sostenibili l esperienza di Casa S.p.A.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Arch. Vincenzo Esposito - Direttore Generale Casa S.p.A. Abitazioni sostenibili l esperienza di Casa S.p.A."

Transcript

1 Arch. Vincenzo Esposito - Direttore Generale Casa S.p.A. Abitazioni sostenibili l esperienza di Casa S.p.A. GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO 2011

2 Consumi in generale GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

3 in dettaglio GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

4 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

5 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

6 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

7 E quindi necessario costruire/recuperare secondo canoni di efficienza energetica e bio-compatibilità COME? Non esiste un modello unicomodalità operative valide ovunque e per chiunque. Occorre partire dalle condizioni date e perseguire, con i mezzi e gli strumenti a disposizione: L OBIETTIVO PENSARE GLOBALE AGIRE LOCALE GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

8 Come perseguire l efficienza energetica nell e.r.p. Partire dal quadro di riferimento dato: POCHI SOLDI Quindi diventa obbligatorio usare: MOLTO BUON SENSO E mettere in circolazione : QUALCHE IDEA GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO 2011

9 Alta Efficienza Energetica nell e.r.p. e nell e.r.s. METODO INTERDISCIPLINARE, in grado di individuare a monte tutti gli obiettivi. METODOLOGIA Approccio Sistemico del Processo Progettuale e Costruttivo PRIVILEGIARE TECNICHE PROGETTUALI IN GRADO DI PRODURRE BENEFICI GRATUITI, attraverso l utilizzo di criteri bioclimatici a scala urbana ed edilizia RAZIONALIZZAZIONE delle scelte progettuali, privilegiando: -Soluzioni affidabili; -Ottimale rapporto costo/beneficio; -Durabilità -Manutenibilità -Capacità di trasferire benefici agli utenti CONTROLLO DEI COSTI contemporaneo allo sviluppo della progettazione SEMPLIFICAZIONE attraverso la compensazione degli extra-costi con equivalenti risparmi GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

10 Strategie progettuali bioclimatiche a scala urbana Organizzazione dell edificio funzionale alla ottimizzazione del soleggiamento. Protezione dai venti invernali e permeabilità alle brezze estive. SCALA URBANA Creazione di un grande spazio centrale con aree verdi per migliorare confort ambientale. Ottimizzazione dell illuminazione naturale. Controllo dell apporto energetico da soleggiamento estivo GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

11 Strategie progettuali bioclimatiche a scala urbana Involucro edilizio con elevate prestazioni: -chiusure esterne a forte inerzia termica -elevati spessori di isolamento -eliminazione dei ponti termici -infissi tripli con vetro basso emissivo Impianto evoluto: -impianto centralizzato a condensazione, alimentato a metano -distribuzione a pannelli radianti a bassa temperatura -pannelli solari per la produzione di A.C.S. e integrazione riscaldamento -pannelli fotovoltaici per consumi elettrici condominiali - Ventilazione naturale SCALA EDILIZIA Strategie per il confort estivo: -schermatura dei fronti esposti a sud e a ovest con dei brise-soleil -pareti esterne chiare per aumentare l albedo -copertura fortemente aggettante -ventilazione naturale Materiali da costruzione ecologici, riciclati, fotocatalitici Utilizzo razionale delle risorse idriche (recupero acque meteoriche per usi condominiali, scarichi a cacciati ridotta, getti regolati, ecc ) Utilizzo razionale dell aria secondo i principi della ventilazione naturale (torri di ventilazione, condotte interrate, buffer space, atrii e serre solari) GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

12 Casa S.p.A. e l efficienza energetica PROGETTAZIONE INTEGRATA (Architettonica Strutturale Impiantistica Acustica) CLS autoclavato Laterizio termico Cappotto Parete ventilata Legno Certificazione Energetica secondo D.M. 26/06/2009 Diagnosi energetica strumentale e verifica dei consumi GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

13 Delibera G.R.T. n. 227 del 02/04/2007 (D.E.A.) Indirizzi e criteri per la realizzazione di Distretti Energetici Abitativi. Programma di incentivazione finanziaria rivolto ai Comuni della Toscana finalizzato al raggiungimento di profili di altissima efficienza energetica nell edilizia residenziale pubblica e privata z Calenzano Dietropoggio - Nuova Costruzione di 20 alloggi GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

14 Soluzioni tecniche adottate TAMPONAMENTO ESTERNO MONOBLOCCO IN CALCESTRUZZO CELLULARE AUTOCLAVATO sp. 36,5cm YTONG CLIMA INFISSI IN LEGNO CON VETRO aria be Uw = 1.88 W/mq K Potere fonoisolante infisso con cassonetto nella configurazione con avvolgibile alzato Rw = 39 db GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

15 Soluzioni tecniche adottate IMPIANTO TERMICO A PANNELLI RADIANTI ISOLAMENTO DEI SOLAI AGGETTANTI CON PANNELLO RIGIDO IN LANA DI ROCCIA sp. 5cm SISTEMA A TAGLIO TERMICO PER I BALCONI GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

16 Soluzioni tecniche adottate CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE PER OGNI ALLOGGIO IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONDOMINIALE ALLACCIAMENTO ALLA RETE DI TELERISCALDAMENTO DEL COMUNE DI CALENZANO (FI) GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

17 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

18 SISTEMA A TAGLIO TERMICO PER I BALCONI PARETE A CASSETTA CON ISOLAMENTO TERMICO ESTERNO A CAPPOTTO sp. 8 cm INFISSI IN ALLUMINIO CON VETRO ARGON + 55BE Uvetro = 1.1 W/mq k GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

19 Soluzioni costruttive volte al risparmio energetico e alla sostenibilità IMPIANTO TERMICO CENTRALIZZATO CON CALDAIA A CONDENSAZIONE E TERMINALI A PANNELLI RADIANTI IMPIANTO FOTOVOLTAICO CONDOMINIALE IMPIANTO SOLARE TERMICO A CIRCOLAZIONE FORZATA PER LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

20 Soluzioni tecniche adottate Analisi dei venti e della radiazione solare GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

21 Soluzioni tecniche adottate Torri di ventilazione GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

22 I Brise-Soleil realizzati in alluminio verniciato costituiscono le schermature dei fronti. Attraverso simulazioni in situazioni limite (solstizi) e in condizioni intermedie (equinozi) e stato possibile studiare la corretta installazione dei frangisole rispetto ai fronti sud, ovest ed est e il dimensionamento dei profili per massimizzare l irraggiamento nei mesi invernali e ridurlo notevolmente nei mesi estivi GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

23 P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

24 P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

25 P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

26 P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

27 Firenze 20 alloggi monitoraggio delle prestazioni Termografia della facciata GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

28 Corretto montaggio del cappotto evidenziato dall assenza di fughe tra i pannelli GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

29 Termografia interna su parete perimetrale Cassonetto coibentato Ponte termico d angolo caratterizzato da corrette temperature superficiali atte a non far insorgere condensa Sistema di taglio termico dei balconi GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

30 Analisi bioclimatica di contesto GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

31 Soleggiamento/ombreggiamento sulla facciata SO GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

32 Analisi della ventilazione naturale di contesto GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

33 Analisi della ventilazione naturale di contesto GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

34 Studio del comportamento fluidodinamico dell atrio bioclimatico GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

35 Studio del comportamento fluidodinamico e termodinamico dell atrio bioclimatico GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

36 e per il futuro prossimo Studio dell involucro e ottimizzazione della forma dell edificio: GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

37 e per il futuro prossimo VENTILAZIONE NATURALE attraverso camini di ventilazione che garantiscono il raffrescamento nel periodo estivo OMBREGGIATURA utilizzando PANNELLI schermature SOLARI sviluppate attraverso impianto solare simulazioni per termico per la massimizzare produzione di l irraggiamento nel acqua calda periodo invernale e ridurlo notevolmente in quello estivo MASSA INFISSI MURARIA pareti a taglio esterne BALLATOI Impianto termico e copertura con posizionati vetrocamera con forte sul capacità stratificato isolante lato nord bassoemissivo per per ridurre la l illuminazione dispersione degli spazi termica condominiali fotovoltaico GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

38 Utilizzo della ventilazione naturale e di pompe di calore geotermiche: GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

39 Firenze Ex Longinotti Edificio sperimentale in legno GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

40 GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

41 Firenze Ex Longinotti Edificio sperimentale in legno LA FILIERA TOSCANA DEL LEGNO DA COSTRUZIONE Il programma costruttivo ha permesso di contribuire alla nascita di quella che si può ragionevolmente definire la filiera toscana del legno da costruzione. GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

42 Firenze Ex Longinotti Edificio sperimentale in legno Partendo dal primato della Toscana in materia di superficie boscata, dalla attenzione allo sviluppo delle potenzialità territoriali, dalla capacità di farsi trovare pronti rispetto a politiche virtuose della Regione Toscana in materia di legno da costruzione e di incentivo alla costruzione di un settore produttivo autonomo e completo, attraverso la proposta casa di legno vari operatori del settore (proprietari di boschi, imprese di taglio, segherie ed essiccazioni, imprese di incollaggio e lavorazione, imprese di carpenteria e montaggio) con l apporto di qualificati consulenti, con la collaborazione del CNR Ivalsa, stanno concretamente operando, anche in esito positivo ad uno specifico bando di concorso della Regione Toscana per proposte produttive nel campo agricolo, forestale e delle risorse naturali POR-CreO 1.5, con finanziamenti in conto capitale, per costruire la filiera toscana del legno da costruzione. GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

43 Firenze Ex Longinotti Edificio sperimentale in legno Le prime piante di douglasia sono state tagliate da boschi toscani e sono state trasformate in tavole ora in fase di essiccazione per poi venire giuntate e incollate per costituire le pareti e i solai del condominio sostenibile di sei piani in legno a Firenze. GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

44 posa cordolo larice GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

45 pannelli XLAM in cantiere MOVIMENTAZIONE DEI PANNELLI XLAM CON AUTOGRU GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

46 La coibentazione e l impermeabilizzazione delle pareti viene montata in cantiere GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

47 Fasi di movimentazione e fissaggio dei pannelli GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

48 Fasi di movimentazione e fissaggio dei pannelli GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

49 L assemblaggio delle tavole a formare la parete GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

50 La messa in opera delle tavole GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

51 CASA S.p.A. Via Fiesolana, Firenze DIRETTORE GENERALE Arch. Vincenzo Esposito Tel.: GIORNATA DI LAVORO SULL USO DEI FONDI COMUNITARI PER LA CASA - MADRID MARZO

Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica

Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica Arch. Vincenzo Esposito - Direttore Generale Casa S.p.A. Progettare e costruire Housing Sociale ad alta efficienza energetica Roma 14 dicembre 2010 Consumi in generale 2 in dettaglio 3 4 5 6 E quindi necessario

Dettagli

Costruzioni sostenibili

Costruzioni sostenibili Ing. Dimitri Celli - Casa S.p.A. Costruzioni sostenibili Roma, 25 gennaio 2011 Consumi in generale 2 in dettaglio 3 4 5 6 E quindi necessario costruire/recuperare secondo canoni di efficienza energetica

Dettagli

INNOVAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA SPERIMENTAZIONE TECNOLOGICA E COSTRUTTIVA

INNOVAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA SPERIMENTAZIONE TECNOLOGICA E COSTRUTTIVA INNOVAZIONE EFFICIENZA ENERGETICA SPERIMENTAZIONE TECNOLOGICA E COSTRUTTIVA Delibera G.R.T. n. 227 del 02/04/2007 (D.E.A.) Indirizzi e criteri per la realizzazione di Distretti Energetici Abitativi. Programma

Dettagli

Il Quartiere Residenziale Giuncoli a Firenze

Il Quartiere Residenziale Giuncoli a Firenze COMUNICATO STAMPA Il Quartiere Residenziale Giuncoli a Firenze Il Programma integrato Giuncoli, localizzato nel Quartiere 4 della città di Firenze, prevede il completamento e la riqualificazione di un

Dettagli

Social Housing Firenze Efficienza Energetica Tipologia in linea Logge Brise soleil Isolamento a cappotto Comfort estivo Riccardo Roda Eos Consulting

Social Housing Firenze Efficienza Energetica Tipologia in linea Logge Brise soleil Isolamento a cappotto Comfort estivo Riccardo Roda Eos Consulting Urbanistica visioni urbane social housing centri commerciali 382 marzo 2013 A ROMA BIENNALE DI URBANISTICA A COMO MOSTRA VISIONI URBANE A Firenze social housing tecnologia smart grid Progetto Centri commerciali

Dettagli

Arch. Laura Rubino. GREEN CITY ENERGY MED Forum sulle nuove energie per lo sviluppo della Smart City nell area mediterranea Bari 13 novembre 2012

Arch. Laura Rubino. GREEN CITY ENERGY MED Forum sulle nuove energie per lo sviluppo della Smart City nell area mediterranea Bari 13 novembre 2012 GREEN CITY ENERGY MED Forum sulle nuove energie per lo sviluppo della Smart City nell area mediterranea Bari 13 novembre 2012 Sessione: La riqualificazione energetica degli edifici e nuove frontiere della

Dettagli

EDIFICI A CONSUMO ENERGETICO QUASI ZERO

EDIFICI A CONSUMO ENERGETICO QUASI ZERO ECO-CASE EDILCLIMA EDIFICI A CONSUMO ENERGETICO QUASI ZERO PLANIMETRIA PRELIMINARE Tenendo conto dei vincoli legati al lotto si è definita una soluzione planimetrica di massima. SCELTA DELLA TIPOLOGIA

Dettagli

CasaClima classe A oro a Milano: il Type-A

CasaClima classe A oro a Milano: il Type-A Un edificio residenziale CasaClima classe A oro a Milano: il Type-A Type-A è l edificio residenziale progettato dallo Studio associato d architettura i3d di Milano con la collaborazione dello studio AB

Dettagli

Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE

Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO Gli impianti e la direttiva 2010/31/UE Marco Masoero Dipartimento di Energetica Politecnico di Torino 1/41 Italia Domanda di energia primaria Italia: domanda di energia primaria

Dettagli

LE TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI RESIDENZIALI

LE TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI RESIDENZIALI Budrio, 28 Maggio 2014 LE TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI RESIDENZIALI Riqualificare la propria abitazione LA DIAGNOSI ENERGETICA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Qual è l intervento

Dettagli

TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO DELLE ABITAZIONI LUCA GARELLI Studio Tecnico Garelli, Club Eccellenza Energetica

TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO DELLE ABITAZIONI LUCA GARELLI Studio Tecnico Garelli, Club Eccellenza Energetica Medicina, 22 aprile 2014 TECNOLOGIE PER L EFFICIENTAMENTO DELLE ABITAZIONI LUCA GARELLI Studio Tecnico Garelli, Club Eccellenza Energetica Riqualificare la propria abitazione: incentivi, tecnologie e progetti

Dettagli

Relatore: Luca Berra ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA CERTIFICATO SECEM Settore Civile Matricola 2-2011-SC/023. Diagnosi Energetica nel civile

Relatore: Luca Berra ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA CERTIFICATO SECEM Settore Civile Matricola 2-2011-SC/023. Diagnosi Energetica nel civile Diagnosi Energetiche nel civile Relatore: Luca Berra ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA CERTIFICATO SECEM Settore Civile Matricola 2-2011-SC/023 1 INTERVENTO 1 EDIFICIO RESIDENZIALE Condominio composto da:

Dettagli

Diagnosi Energetiche nel civile

Diagnosi Energetiche nel civile Diagnosi Energetiche nel civile Relatore: Luca Berra ESPERTO IN GESTIONE DELL ENERGIA CERTIFICATO SECEM Settore Civile Matricola 2-2011-SC/023 Condominio composto da: 2 edifici in linea (tre/quattro piani)

Dettagli

RELAZIONE AMBIENTALE ED ENERGETICA

RELAZIONE AMBIENTALE ED ENERGETICA RELAZIONE AMBIENTALE ED ENERGETICA 1. Obiettivi di progettazione sostenibile. Il progetto del nuovo fabbricato residenziale, in località Cervia, Centro Storico, verrà sviluppato in alcune sue parti secondo

Dettagli

PROGETTO DI UN EDIFICIO PLURIFAMILIARE IN LEGNO A VIGARANO MAINARDA (FE).

PROGETTO DI UN EDIFICIO PLURIFAMILIARE IN LEGNO A VIGARANO MAINARDA (FE). PROGETTO DI UN EDIFICIO PLURIFAMILIARE IN LEGNO A VIGARANO MAINARDA (FE). Progetto architettonico: arch. Mario Loffredo e arch. Caterina Villani Progetto strutturale: ing. Vincenzo Loffredo Progetto energetico:

Dettagli

prof. ing. Anna Magrini Il progetto del recupero: problematiche

prof. ing. Anna Magrini Il progetto del recupero: problematiche prof. ing. Anna Magrini Università degli Studi di Pavia Il progetto del recupero: problematiche Efficienza energetica dell involucro edilizio Edificio degli anni 1950-80 200-250 kwh/m 2 a Legge 373 / 1976

Dettagli

Corso avanzato CasaClima per progettisti

Corso avanzato CasaClima per progettisti Corso avanzato CasaClima per progettisti Introduzione Modulo 1 Fisica tecnica pratica Modulo 2 Materiali Modulo 3 Tipi di costruzione per una CasaClima Modulo 4 Tecnica degli impianti domestici 1 Modulo

Dettagli

CTO Sardegna Regione Autonoma della Sardegna Comune di VILLAPUTZU. Ing. Silvia Murgia centro di ricerca A.B.I.T.A.

CTO Sardegna Regione Autonoma della Sardegna Comune di VILLAPUTZU. Ing. Silvia Murgia centro di ricerca A.B.I.T.A. L isola Ecologica 2006 Comune di VILLAPUTZU PROMOZIONE DEL RISPARMIO ENERGETICO E DELLE FONTI RINNOVABILI NEL SETTORE DELL EDILIZIA CTO Sardegna Regione Autonoma della Sardegna Comune di VILLAPUTZU PERVILLA

Dettagli

S/V. Superficie esterna tot. m 2. m 3. 8 unità separate ,2

S/V. Superficie esterna tot. m 2. m 3. 8 unità separate ,2 Requisiti progettuali ed operativi per la sostenibilità degli edifici Prof.Luigi Bruzzi Requisiti progettuali (Progetto) Fattore di forma Esposizione (punti cardinali) Isolamento termico (pareti opache

Dettagli

EDIFICI A BASSO CONSUMO

EDIFICI A BASSO CONSUMO EDIFICI A BASSO CONSUMO LE 6 REGOLE DEL BUON COSTRUIRE 1) EDIFICIO COMPATTO LA FORMA DELL EDIFICIO INFLUISCE IN MODO SIGNIFICATIVO SULLE PERDITE DI CALORE DI UN EDIFICIO. LO SCAMBIO TERMICO TRA ESTERNO

Dettagli

Edilizia in legno: casa unifamigliare a Givoletto (TO)

Edilizia in legno: casa unifamigliare a Givoletto (TO) CONVEGNO IL LEGNO PER LA SOSTENIBILITA AMBIENTALE IN EDILIZIA Criteri applicativi, esperienze di successo, prospettive di sviluppo CONSORZIO PRACATINAT, VENERDÌ 5 SETTEMBRE 2008 Edilizia in legno: casa

Dettagli

WORKSHOP. Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN)

WORKSHOP. Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) WORKSHOP PRESTAZIONI ENERGETICHE ED EVOLUZIONE DEL MERCATO RESIDENZIALE Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) Relatore: Mario Giletta

Dettagli

LA SOSTENIBILITA IN EDILIZIA ED AMBIENTE. è possibile proporre

LA SOSTENIBILITA IN EDILIZIA ED AMBIENTE. è possibile proporre LA SOSTENIBILITA IN EDILIZIA ED AMBIENTE Con specifico riferimento alla serie dei requisiti volontari espressamente esaminati nell'ambito della Deliberazione Regionale n. 21 del 16/01/01 è possibile proporre

Dettagli

Il progetto BIRD a Brescia

Il progetto BIRD a Brescia Il progetto BIRD a Brescia 52 alloggi per anziani + centro comune a Brescia (quartiere Sanpolino). Organizzazione del sito ottimizzata sulla base della disponibilità di radiazione solare: orientamento

Dettagli

EDIFICIO A RISPARMIO ENERGETICO POLLEGIO (CH) Disegno di proprietà dello studio dell architetto Gianluca Verga che si riserva i diritti nei termini

EDIFICIO A RISPARMIO ENERGETICO POLLEGIO (CH) Disegno di proprietà dello studio dell architetto Gianluca Verga che si riserva i diritti nei termini EDIFICIO A RISPARMIO ENERGETICO POLLEGIO (CH) L area di intervento progettuale sita in territorio di Pollegio si colloca all inizio del parco-giardino, con viali alberati e piste ciclabili. di prossima

Dettagli

Edifici a energia quasi zero: scelte progettuali e soluzioni tecnologiche

Edifici a energia quasi zero: scelte progettuali e soluzioni tecnologiche Parma, 6 giugno 2012 Auditorium Polifunzionale Università degli Studi di Parma INTERVENTO DI GIORGIO PAGLIARINI Edifici a energia quasi zero: scelte progettuali e soluzioni tecnologiche Edificio a energia

Dettagli

BOLOGNA AMICI DI BEPPE GRILLO

BOLOGNA AMICI DI BEPPE GRILLO Lunedì 4 Febbraio 2008 - Ore 21:00 Casalecchio di Reno, via Canonici Renani, 8 (presso la Casa per la Pace, vicino a La Filanda) NICOLA RIMONDI SEMINARIO EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI SIGNIFICATO

Dettagli

UN PALAZZO STORICO IN CLASSE CASACLIMA A

UN PALAZZO STORICO IN CLASSE CASACLIMA A UN PALAZZO STORICO IN CLASSE CASACLIMA A Risanamento energetico di Palazzo Zerboni in Borgosesia (VC) INVOLUCRO: i vincoli di progetto architettonici facciate tutelate dalle belle arti: IMPOSSIBILITA DI

Dettagli

ASPETTI PROGETTUALI RELATIVI ALLA BIOARCHITETTURA

ASPETTI PROGETTUALI RELATIVI ALLA BIOARCHITETTURA COMUNE DI MANOPPELLO (Prov. di Pescara) Intervento ai sensi della L.R. n. 16/09 e della Delibera del C.C. 52/09. Cessione gratuita di un fabbricato sito in Rione Fara e ricostruzione di un fabbricato per

Dettagli

www.azeroweb.com/store/ Le case a energia zero sono possibili: strategie e impianti da adottare per una casa mediterranea _ Analisi e ipotesi risolutive dei ponti termici delle fondazioni _ Tecnologie

Dettagli

Caso di studio: Edificio residenziale a schiera

Caso di studio: Edificio residenziale a schiera Caso di studio: Edificio residenziale a schiera Modifiche in unità abitativa esistente, comprendenti le seguenti opere rilevanti ai fini del contenimento energetico: - parziale realizzazione di isolamento

Dettagli

solid Isolanti termoacustici in lana di roccia Catalogo edilizia 2009

solid Isolanti termoacustici in lana di roccia Catalogo edilizia 2009 solid Isolanti termoacustici in lana di roccia Catalogo edilizia 2009 1.1 Pareti perimetrali Isolamento a Cappotto Solai su locali non riscaldati (Piano piloti) Il cappotto, ovvero l isolamento termico

Dettagli

Profili professionali e competenze degli Esperti in edilizia sostenibile

Profili professionali e competenze degli Esperti in edilizia sostenibile Profili professionali e competenze degli Esperti in edilizia sostenibile Competenze generali Riconoscere gli aspetti di sostenibilità del progetto con particolare riferimento alle caratteristiche dei materiali

Dettagli

POSSIBILI EFFETTI DELLA CERTIFICAZIONE E DELLA CLASSIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. Per. Ind. F. Soma

POSSIBILI EFFETTI DELLA CERTIFICAZIONE E DELLA CLASSIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI. Per. Ind. F. Soma POSSIBILI EFFETTI DELLA CERTIFICAZIONE E DELLA CLASSIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Per. Ind. F. Soma PROGETTO EDILCLIMA SCELTA DELLA TIPOLOGIA COSTRUTTIVA L effetto della certificazione energetica

Dettagli

Per. Ind. Paolo Geminiani Esperto in Gestione dell Energia UNI CEI 11339:2009

Per. Ind. Paolo Geminiani Esperto in Gestione dell Energia UNI CEI 11339:2009 Per. Ind. Paolo Geminiani Esperto in Gestione dell Energia UNI CEI 11339:2009 Certificato Settore Civile n 0012 Certificato Settore Industriale n 0143 La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio

Dettagli

Esempi e applicazioni di architettura sostenibile

Esempi e applicazioni di architettura sostenibile Esempi e applicazioni di architettura sostenibile Comune: Montopoli in Val d Arno PI Progetto: Fabbricato per civile abitazione Committente: Anfima sas Zona Climatica: D Gradi Giorno: 1714 Superficie:

Dettagli

_ECOSOSTENIBILITÀ ED EFFICACIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO. Arch.Michael Obermair

_ECOSOSTENIBILITÀ ED EFFICACIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO. Arch.Michael Obermair _ECOSOSTENIBILITÀ ED EFFICACIA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IN LEGNO Arch.Michael Obermair _COSA SIGNIFICA COSTRUIRE IN LEGNO w w Ossigeno Energia solare CO 2 Generazione calore w Decostruzione Riciclaggio

Dettagli

comune di firenze P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 20 alloggi in affitto calmierato

comune di firenze P.U.E. CANOVA/GIUNCOLI LOTTO 1 20 alloggi in affitto calmierato 1 L edificio a torre ospita 20 alloggi in affitto permanente calmierato e locali per attrezzature pubbliche al piano terra ed è il primo fabbricato di edilizia sociale realizzato a Firenze con altissime

Dettagli

al Regolamento Edilizio

al Regolamento Edilizio APPENDICE all ALLEGATO ENERGETICO AMBIENTALE al Regolamento Edilizio SISTEMI DI INCENTIVAZIONE Gli incentivi risultano applicabili salvo l introduzione di norme sovraordinate, che rendano obbligatori i

Dettagli

Casa Kyoto: zero consumi, zero emissioni 1/26

Casa Kyoto: zero consumi, zero emissioni 1/26 Casa Kyoto: zero consumi, zero emissioni 1/26 Il progetto CasaKyoto: un catalogo di soluzioni per trasformare un edificio esistente in una casa efficiente. Le tecnologie per l involucro e gli impianti

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITA BIOECOLOGICA DEGLI INTERVENTI EDILIZI

REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITA BIOECOLOGICA DEGLI INTERVENTI EDILIZI Aanche se REGOLAMENTO PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITA BIOECOLOGICA DEGLI INTERVENTI EDILIZI (Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 23 aprile 2001 con deliberazione n.52) PRESENTAZIONE I criteri

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Ottimizzazione impiantistica: pompe di calore multifunzione e recupero termico parziale e totale nei gruppi frigoriferi Ing. Fabio Minchio AICARR

Dettagli

COSTRUZIONE DI 48 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA CON CRITERI DI EDILIZIA ECO COMPATIBILE IN VIA CESARE DELL ACQUA A TRIESTE

COSTRUZIONE DI 48 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA CON CRITERI DI EDILIZIA ECO COMPATIBILE IN VIA CESARE DELL ACQUA A TRIESTE COSTRUZIONE DI 48 ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA SOVVENZIONATA CON CRITERI DI EDILIZIA ECO COMPATIBILE IN VIA CESARE DELL ACQUA A TRIESTE DPR 31/08/2010, N 0201/Pres Accordo di programma tra:

Dettagli

La finestra nell ambito del risparmio energetico. ALPI Fenster s.r.l. 09/03/2012 Monza

La finestra nell ambito del risparmio energetico. ALPI Fenster s.r.l. 09/03/2012 Monza La finestra nell ambito del risparmio energetico ALPI Fenster s.r.l. 09/03/2012 Monza AGENDA Storia e visione aziendale Le caratteristiche di una finestra moderna Permeabilità all acqua, aria e vento L

Dettagli

P.R.U. QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI Ambito di Riqualificazione Urbana. Anno costruzione Numero di abitazioni 538

P.R.U. QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI Ambito di Riqualificazione Urbana. Anno costruzione Numero di abitazioni 538 P.R.U. QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI Ambito di Riqualificazione Urbana Anno costruzione 1955-1965 Numero di abitazioni 538 Estensione 42619 mq QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI com era Aggregato in linea 2-3

Dettagli

ESEMPI DI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI

ESEMPI DI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI Budrio, 28 maggio 2014 Arch. Lothar Herrmann ESEMPI DI INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI Riqualificare la propria abitazione: incentivi, tecnologie e progetti ALCUNI ESEMPI DI INTERVENTO

Dettagli

Verso edifici ad energia quasi zero

Verso edifici ad energia quasi zero Verso edifici ad energia quasi zero L esperienza di ACER Ravenna nell edilizia sostenibile Manutenzioni Patrimoniali Ravenna s.r.l. 1 UN FABBRICATO DA N.16 UNITÀ Il contesto Il progetto «La pelle» «Il

Dettagli

Progetto LINKCITTADELLA Rifunzionalizzazione e riqualificazione energetica di un palazzo urbano. Marco Surra

Progetto LINKCITTADELLA Rifunzionalizzazione e riqualificazione energetica di un palazzo urbano. Marco Surra Progetto LINKCITTADELLA Rifunzionalizzazione e riqualificazione energetica di un palazzo urbano Marco Surra L intervento LINKCITTADELLA Torino Via Cernaia angolo Corso Siccardi Proprietà: GROWTH S.p.A.

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE VIRTUOSA di Annalisa Galante Politecnico di Milano

RIQUALIFICAZIONE VIRTUOSA di Annalisa Galante Politecnico di Milano La trasformazione di un edificio residenziale le cui modifiche hanno riguardato non solo la parte esterna, ma anche la distribuzione interna degli spazi. 32 RIQUALIFICAZIONE VIRTUOSA di Annalisa Galante

Dettagli

Controllo di soleggiamento e ventilazione dell involucro edilizio

Controllo di soleggiamento e ventilazione dell involucro edilizio Dipartimento di Architettura e Territorio - darte Corso di Laurea in Architettura (ciclo unico) Classe LM-4 Progettazione di sistemi costruttivi Prof. Adriano Paolella Controllo di soleggiamento e ventilazione

Dettagli

Lorenzo Lazzerini. Le azioni del PAES Livorno per promuovere l efficienza energetica

Lorenzo Lazzerini. Le azioni del PAES Livorno per promuovere l efficienza energetica Lorenzo Lazzerini Responsabile Ufficio Rifiuti e Politiche Energetiche Comune di Livorno Le azioni del PAES Livorno per promuovere l efficienza energetica Il Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES)

Dettagli

Da oggi si possono progettare facciate continue vetrate puntando a risparmio e confort. In tutta sicurezza.

Da oggi si possono progettare facciate continue vetrate puntando a risparmio e confort. In tutta sicurezza. Da oggi si possono progettare facciate continue vetrate puntando a risparmio e confort. In tutta sicurezza. 2 3 VETROVENTILATO TIENE FRESCHI D ESTATE E CALDI D INVERNO. OLTRE A NOI, LO DICE IL CNR. VetroVentilato

Dettagli

L ENERGIA SMART: EFFICIENZA, INNOVAZIONE, SOSTENIBILITA

L ENERGIA SMART: EFFICIENZA, INNOVAZIONE, SOSTENIBILITA L ENERGIA SMART: EFFICIENZA, INNOVAZIONE, SOSTENIBILITA UTEE UNITA TECNICA EFFICIENZA ENERGETICA A che punto siamo nell edilizia Arch. Gaetano Fasano Roma 14 maggio 2015 EFFICIENZA ENERGETICA e RISPARMIO

Dettagli

Progettazione integrata di un edificio NZEB: dal progetto architettonico al progetto energetico ed acustico.

Progettazione integrata di un edificio NZEB: dal progetto architettonico al progetto energetico ed acustico. TECNOLOGIE E PROGETTI PER COSTRUIRE NEL COSTRUITO IL PROGETTO INTEGRATO: LE PROBLEMATICHE ENERGETICHE ED ACUSTICHE Progettazione integrata di un edificio NZEB: dal progetto architettonico al progetto energetico

Dettagli

Prestazione Energetica attraverso la progettazione accurata e cura dei dettagli in opera. Arch. Alessandro SIBILLE

Prestazione Energetica attraverso la progettazione accurata e cura dei dettagli in opera. Arch. Alessandro SIBILLE Prestazione Energetica attraverso la progettazione accurata e cura dei dettagli in opera Arch. Alessandro SIBILLE Torino, 27 novembre 2016 Come abbiamo costruito fino a ieri/oggi? COME SI COMPORTANO GLI

Dettagli

EDIFICIO C edilizia libera

EDIFICIO C edilizia libera ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

PRANA PER IL RESIDENZIALE CASE STUDY RESIDENZA PRIVATA SOMMA LOBARDA, VARESE

PRANA PER IL RESIDENZIALE CASE STUDY RESIDENZA PRIVATA SOMMA LOBARDA, VARESE PRANA PER IL RESIDENZIALE CASE STUDY RESIDENZA PRIVATA SOMMA LOBARDA, VARESE 2 Il progetto Il progetto prevede un intervento di ristrutturazione con demolizione e ricostruzione di un abitazione privata

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA EFFICIENZA ENERGETICA DELL EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA VINCENZO NAPOLITANO, SEZIONE UTILITIES ENERGIA E AMBIENTE UNIONE INDUSTRIALI NAPOLI 31 marzo 2017 Il contesto normativo e di mercato per l efficienza

Dettagli

RELATORE: GEOM. ANDREA GIANNOTTI SALES MANAGER WISEHOUSE. Costruire a secco, la tecnologia dell acciaio per l abitazione del Futuro

RELATORE: GEOM. ANDREA GIANNOTTI SALES MANAGER WISEHOUSE. Costruire a secco, la tecnologia dell acciaio per l abitazione del Futuro RELATORE: GEOM. ANDREA GIANNOTTI SALES MANAGER WISEHOUSE Costruire a secco, la tecnologia dell acciaio per l abitazione del Futuro WHY WISE? WISE = SAGGIA = La saggezza, consiste nel riconoscere la differenza

Dettagli

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art del Rapporto Ambientale

CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art del Rapporto Ambientale CHECK LIST A SOSTENIBILITA DELLA VAS Art. 5.10 del Rapporto Ambientale CRITERI 1. Orientamento dell edificio Gli edifici di nuova costruzione devono essere posizionati con l asse longitudinale principale

Dettagli

Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per l Energia

Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per l Energia Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per l Energia Premio APE 2012 Terza edizione concorso per edifici a basso consumo energetico Committente: BERTOLLA FRANCESCO Progetto: Nuovo edificio residenziale

Dettagli

Indice. Introduzione VII. Indice

Indice. Introduzione VII. Indice VII Introduzione 1 4 6 8 10 Capitolo 1 - L edificio come sistema 1.1 Esigenze, requisiti, prestazioni 1.2 Sistema ambientale e sistema tecnologico 1.3 La scomposizione dell edificio in subsistemi 1.4 Tecniche

Dettagli

PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI:

PER LA RIDUZIONE DEI CONSUMI ENERGETICI: Raccolta dati Dati richiesti $ Elaborati progettuali di progetto $ Elaborati progettuali as-built $ Libretto di impianto e manutenzione $ Bollette energetiche degli ultimi tre anni $ Informazioni qualitative

Dettagli

EDIFICIO C edilizia libera

EDIFICIO C edilizia libera ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

Individuazione edificio e unità tipologica

Individuazione edificio e unità tipologica Individuazione edificio e unità tipologica Diagnostica SCHEDA 1 Fotografia e descrizione stato di fatto Fotografia Identificazione Descrizione stato di fatto Il condominio è caratterizzato da più edifici

Dettagli

sostenibilità ambientale: il futuro inizia ora.

sostenibilità ambientale: il futuro inizia ora. sostenibilità ambientale: il futuro inizia ora. sostenibilità ambientale di classe A : perché è così importante. Gli edifici ad uso residenziale di ultima generazione sono sottoposti ad attenti controlli

Dettagli

Valutazioni sulla Prestazione Energetica

Valutazioni sulla Prestazione Energetica Valutazioni sulla Prestazione Energetica Efficienza energetica nelle costruzioni in laterizio Il Centro Servizi Comunali di Sulmona ENEA UTEE-ERT Gaetano Fasano Carlo Romeo Workshop ENEA Costruire in laterizio

Dettagli

Corso pratico di Progettazione di Edifici. Normative e regole di progettazione legate alla Certificazione Energetica degli Edifici

Corso pratico di Progettazione di Edifici. Normative e regole di progettazione legate alla Certificazione Energetica degli Edifici Corso pratico di Progettazione di Edifici. Normative e regole di progettazione legate alla Certificazione Energetica degli Edifici PERCHÉ PARTECIPARE Il corso fornisce ai professionisti i criteri e le

Dettagli

NZEB, sostenibilità e durabilità: i sistemi costruttivi Ytong e Multipor. Domenico Chiacchio Field Engineer Xella Italia

NZEB, sostenibilità e durabilità: i sistemi costruttivi Ytong e Multipor. Domenico Chiacchio Field Engineer Xella Italia NZEB, sostenibilità e durabilità: i sistemi costruttivi Ytong e Multipor Domenico Chiacchio Field Engineer Xella Italia Produzione e commercializzazione di AAC Produzione e commercializzazione di lastre

Dettagli

Lecce, 6 marzo L importanza dell isolamento per la qualità abitativa e la sostenibilità degli edifici

Lecce, 6 marzo L importanza dell isolamento per la qualità abitativa e la sostenibilità degli edifici Lecce, 6 marzo 2014 L importanza dell isolamento per la qualità abitativa e la sostenibilità degli edifici Luca Battaglia Local Energy Design Center Officer INDICE PRESENTAZIONE - Strategie passive - Case

Dettagli

Forlì 10 dicembre 2008 Salone Comunale VER DE E ENERG IA. Progetti Immobiliari Innovativi: Le coperture verdi in ambiti industrializzati

Forlì 10 dicembre 2008 Salone Comunale VER DE E ENERG IA. Progetti Immobiliari Innovativi: Le coperture verdi in ambiti industrializzati Forlì 10 dicembre 2008 Salone Comunale VER DE E ENERG IA Progetti Immobiliari Innovativi: Le coperture verdi in ambiti industrializzati A nna Tambini 1 NL Properties è una società di investimenti immobiliari

Dettagli

REGOLAMENTO EDILIZIO

REGOLAMENTO EDILIZIO Comune di Carugate Provincia di Milano Protocollo n Permesso di Costruire / Denuncia di Inizio Attività n REGOLAMENTO EDILIZIO Check list interventi obbligatori in materia di risparmio energetico e fonti

Dettagli

Chiusure Verticali opache

Chiusure Verticali opache D.A.D.I. L. Vanvitelli Corso di Laurea Magistrale in Architettura Laboratorio di Costruzione dell Architettura I A a.a. 2015/16 Prof. Sergio Rinaldi sergio.rinaldi@unina2.it 15_04_2016 5 Chiusure Verticali

Dettagli

L ingresso principale di Piazza Giacomini è confermato con un nuovo disegno del cortile interno, mentre viene definito un accesso indipendente alla zo

L ingresso principale di Piazza Giacomini è confermato con un nuovo disegno del cortile interno, mentre viene definito un accesso indipendente alla zo Rapporto con il contesto urbano e organizzazione degli spazi esterni Il progetto prevede di mantenere l impostazione esistente, riorganizzando accessi ed aree e rifunzionalizzando i volumi per ridurre

Dettagli

Via Rimembranze n. 16/B. - E Mail : CAPITOLATO LAVORI

Via Rimembranze n. 16/B.  - E Mail : CAPITOLATO LAVORI Classe Energetica A residenza VEDANO Via Rimembranze n. 16/B www.gruppodigregorio.com - E Mail : costruzioni.gdg@gmail.com CONTATTI Cell. 340/9726828 Cell. 329/1579799 Ufficio 02/99769254 PREMESSA CAPITOLATO

Dettagli

ESEMPI COSTRUTTIVI CON SISTEMA A SECCO IN T O S C A N A

ESEMPI COSTRUTTIVI CON SISTEMA A SECCO IN T O S C A N A ESEMPI COSTRUTTIVI CON SISTEMA A SECCO IN T O S C A N A arch. Alessandro Panichi Docente di TECNICHE DEL CONTROLLO AMBIENTALE Dipartimento TAeD Universita di Firenze D. LEG.VI 192 2005 / 311 2006 Allegato

Dettagli

Corso di formazione per Tecnici abilitati alla Certificazione Energetica degli edifici ai sensi del DPR 75/2013 e smi

Corso di formazione per Tecnici abilitati alla Certificazione Energetica degli edifici ai sensi del DPR 75/2013 e smi della Corso di formazione per Tecnici abilitati alla Certificazione Energetica degli edifici ai sensi del DPR 75/2013 e smi PROGRAMMA, DOCENTI e CALENDARIO Mod. A: Normativa ed introduzione alla certificazione

Dettagli

Tabella A : NUOVE COSTRUZIONI DEMOLIZIONI/RICOSTRUZIONI SOSTITUZIONI DEL TESSUTO EDILIZIO

Tabella A : NUOVE COSTRUZIONI DEMOLIZIONI/RICOSTRUZIONI SOSTITUZIONI DEL TESSUTO EDILIZIO Tabella A : NUOVE COSTRUZIONI DEMOLIZIONI/RICOSTRUZIONI SOSTITUZIONI DEL TESSUTO EDILIZIO Art.1 Orientamento dell edificio (esclusi interventi zone A e cogente B) Art.2 Protezione dal sole cogente Art.3

Dettagli

I ponti termici possono rappresentare fino al 20% del calore totale disperso da un ambiente.

I ponti termici possono rappresentare fino al 20% del calore totale disperso da un ambiente. Isolamento termico dei componenti L isolamento termico di un componente di tamponamento esterno è individuato dalla resistenza termica complessiva: trasmittanza (U espressa in W/m 2 K) L isolamento termico

Dettagli

CASA LOW CASA LOW. Il massimo comfort è realizzabile

CASA LOW CASA LOW. Il massimo comfort è realizzabile CASA LOW Il massimo comfort è realizzabile Vantaggi del Sistema 4 MESI Basso Costo di Costruzione Tempi di Consegna Basso Impatto Ambientale Bassi Costi di Gestione Low - = Parete Tradizionale con Cappotto:

Dettagli

Recupero energetico di edifici tradizionali

Recupero energetico di edifici tradizionali CONVEGNO FORMATIVO Recupero energetico di edifici tradizionali Strumenti e tecniche Salone Polifunzionale "Grand Place", Pollein, 5 novembre 2013 CONVEGNO FORMATIVO La metodologia del Quaderno per il recupero

Dettagli

Trieste, 26 19/11/2010. IL PROGETTO La riqualificazione energetica degli edifici

Trieste, 26 19/11/2010. IL PROGETTO La riqualificazione energetica degli edifici Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale Università degli Studi di Trieste IL PROGETTO La riqualificazione energetica degli edifici Problematiche e vantaggi della riqualificazione energetica di

Dettagli

Le politiche di efficientamento energetico degli edifici pubblici del comune di Ravenna

Le politiche di efficientamento energetico degli edifici pubblici del comune di Ravenna Comune di Ravenna Area Infrastrutture Civili Servizio Edilizia Pubblica Ravenna, 18 maggio 2017 Le politiche di efficientamento energetico degli edifici pubblici del comune di Ravenna Ing.Luca Leonelli

Dettagli

Isolare con la lana di roccia: strategie progettuali passive per la progettazione dell involucro edilizio

Isolare con la lana di roccia: strategie progettuali passive per la progettazione dell involucro edilizio Isolare con la lana di roccia: strategie progettuali passive per la progettazione dell involucro edilizio Relatrice: Anna Luzzi Cologno Monzese 1 Picco del petrolio 2 Obiettivo: consumi degli anni 60 e

Dettagli

LA RISTRUTTURAZIONE ENERGETICA DEL LICEO SCIENTIFICO VALLISNERI

LA RISTRUTTURAZIONE ENERGETICA DEL LICEO SCIENTIFICO VALLISNERI LA RISTRUTTURAZIONE ENERGETICA DEL LICEO SCIENTIFICO VALLISNERI Marco Sala Centro Interuniversitario ABITA Firenze Dipartimento DIDA marco_sala@unifi.it www.centroabita.com FASI LAVORATIVE Intervento di

Dettagli

HOTEL MOUNTAIN EDEN SELVA Selva di Val Gardena

HOTEL MOUNTAIN EDEN SELVA Selva di Val Gardena HOTEL MOUNTAIN EDEN SELVA Selva di Val Gardena Bolzano 26 gennaio 2017 Paolo De Martin architetto Docente e consulente CasaClima Docente Master Lignius IL PROGETTO: concetto architettonico Nella tradizione

Dettagli

ENERGETICA. Realizzazione delle pratiche per l ottenimento degli incentivi fiscali in materia di risparmio energetico.

ENERGETICA. Realizzazione delle pratiche per l ottenimento degli incentivi fiscali in materia di risparmio energetico. ENERGETICA Diagnosi energetica degli edifici: analisi dell efficienza energetica dell edificio allo stato attuale, valutazione dei consumi, individuazione delle principali criticità, studio dei possibili

Dettagli

ARCHITETTURA E INVOLUCRO SOSTENIBILE: CRITERI DI VALUTAZIONE

ARCHITETTURA E INVOLUCRO SOSTENIBILE: CRITERI DI VALUTAZIONE ARCHITETTURA E INVOLUCRO SOSTENIBILE: CRITERI DI VALUTAZIONE TECNOLOGIA STRATIFICATA A SECCO 11 novembre 2005-TORINO GABRIELLA PERETTI II FACOLTA' DI ARCHITETTURA POLITECNICO di TORINO APPLICAZIONE EMPIRICA

Dettagli

Comune di Ventotene Via Granili

Comune di Ventotene Via Granili Comune di Ventotene Via Granili PREMESSA L area in cui è ubicato il Centro Polivalente è quella in cui in precedenza era ubicata la cittadella del confino politico durante il periodo fascista. Pianta dell

Dettagli

Opportunità POR FESR Veneto

Opportunità POR FESR Veneto ENERGIA Opportunità POR FESR Veneto 2014 2020 ASSE 1 - RICERCA, SVILUPPO TECNOLOGICO E INNOVAZIONE ASSE 2 - AGENDA DIGITALE ASSE 3 - COMPETITIVITÀ DEI SISTEMI PRODUTTIVI ASSE 4 - ENERGIA SOSTENIBILE E

Dettagli

Il problema delle costruzioni: rapporto sui consumi e sulle prestazioni. Non solo energia: ovvero non c è solo l energia che passa per il contatore

Il problema delle costruzioni: rapporto sui consumi e sulle prestazioni. Non solo energia: ovvero non c è solo l energia che passa per il contatore Il problema delle costruzioni: rapporto sui consumi e sulle prestazioni Non solo energia: ovvero non c è solo l energia che passa per il contatore La valutazione della qualità ambientale in fase di progetto:

Dettagli

a pianta rettangolare su un unico piano. E costituito da due locali in cui sono presenti i Soletta in latero-cemento verso sottotetto non sigillato

a pianta rettangolare su un unico piano. E costituito da due locali in cui sono presenti i Soletta in latero-cemento verso sottotetto non sigillato Comune: Ronago Edificio: Spogliatoio tennis Dati anagrafici edificio Destinazione d uso: Servizi a supporto delle attività sportive E.6.3 Indirizzo: Via Volta Anno di costruzione: 1975 Superficie coperta:

Dettagli

IMPIANTI RADIANTI A BASSA INERZIA TERMICA: NUOVE TECNOLOGIE PER MIGLIORARE I COSTI E LA LOGISTICA DI CANTIERE. Sig.

IMPIANTI RADIANTI A BASSA INERZIA TERMICA: NUOVE TECNOLOGIE PER MIGLIORARE I COSTI E LA LOGISTICA DI CANTIERE. Sig. A BASSA INERZIA TERMICA: NUOVE TECNOLOGIE PER MIGLIORARE I COSTI E LA LOGISTICA DI CANTIERE Sig. Massimo Bolognesi PROFESSIONISTI DEL COMFORT SERMONETA (LT) LA NOSTRA FORZA SEMPLICITA PROGETTAZIONE SUPPORTO

Dettagli

Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano

Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano Davide Geom. Tassoni Comune di Bibbiano Federico Ing. Mattioli Studio MBI Energie s.r.l. Realizzazione polo dell infanzia nella frazione di Barco di Bibbiano PLANIMETRIA GENERALE Sup. intervento 8215.4

Dettagli

coibentazione termo acustica o di inerzia termica. Viene integrata dall art. 12 della L.R. 39 del 21 Dicembre 2004 con l aggiunta del comma 1 bis

coibentazione termo acustica o di inerzia termica. Viene integrata dall art. 12 della L.R. 39 del 21 Dicembre 2004 con l aggiunta del comma 1 bis Gli ultimi sviluppi normativi in Lombardia: prescrizioni ed indicazioni per un edificio energeticamente efficiente L.R. 26 del 20 aprile 1995 Nuove modalità di calcolo delle volumetrie edilizie e dei rapporti

Dettagli

Sviluppo sostenibile: tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita. Città di Gallarate. progetto e d.l.

Sviluppo sostenibile: tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita. Città di Gallarate. progetto e d.l. Città di Gallarate Sviluppo sostenibile: tutela della biodiversità e dell ambiente, qualità della vita progetto e d.l.: NORD MILANO 1 Progetto del CENTRO PARCO MONTE DIVISO nasce da un protocollo di intesa

Dettagli

UNIAMO LE ENERGIE ottobre 2009 Torino Esposizioni

UNIAMO LE ENERGIE ottobre 2009 Torino Esposizioni UNIAMO LE ENERGIE 7-11 ottobre 2009 Torino Esposizioni 7 ottobre 2009 Torino Esposizioni Verso gli obiettivi 20/20/20. Le disposizioni attuative della Legge 13 e la revisione dello Stralcio di piano per

Dettagli

Quali tecnologie per la realizzazione dei nuovi edifici NZEB Il sistema Casa Smart PLUS. In collaborazione con

Quali tecnologie per la realizzazione dei nuovi edifici NZEB Il sistema Casa Smart PLUS. In collaborazione con Quali tecnologie per la realizzazione dei nuovi edifici NZEB Il sistema Casa Smart PLUS In collaborazione con Chi è Impresa di costruzioni dal 1984 PROGETTARE + COSTRUIRE + VENDERE E.S.Co. (Energy Service

Dettagli

Progetto NOVEDI (NO VEtro in DIscarica)

Progetto NOVEDI (NO VEtro in DIscarica) Progetto NOVEDI (NO VEtro in DIscarica) Contributo regionale 2008 Bando per interventi strategici e dimostrativi in campo energetico Relatore: Martino Roatta Biella, 19/10/2009 Architettura bioclimatica,

Dettagli

Un involucro isolato per due progetti residenziali in classe A in Piemonte

Un involucro isolato per due progetti residenziali in classe A in Piemonte Un involucro isolato per due progetti residenziali in classe A in Piemonte Involucro isolato, muri perimetrali coibentati ad alta efficienza e un tetto ventilato caratterizzano il progetto residenziale

Dettagli