Sound Synthesis & Sequencing. Mattia G. Bergomi. April 5, Contents 1. List of Figures 2. List of Tables 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sound Synthesis & Sequencing. Mattia G. Bergomi. April 5, 2013. Contents 1. List of Figures 2. List of Tables 2"

Transcript

1 Sound Synthesis & Sequencing Mattia G. Bergomi April 5, 2013 Contents Contents 1 List of Figures 2 List of Tables 2 I Sound Synthesis: Some Theoretical Hints and SoundForge 3 1 Introduction Main Digital Synthesis Techniques Taxonomy of Digital Synthesis Techniques Nyquist-Shannon Sampling Theorem, Aliasing and Anti-aliasing Complex Signal Sampling Anti-aliasing

2 3 SoundForge - Notes by Antonello d Aguanno Waveforms Some Advices on EQ Exercises and Conclusions II Reaper - Sequencing & Audio Editing 30 4 Introduction Comparison Some practice (1) Getting started Settings - Creating Your First Project Bibliography 39 List of Figures 2.1 Sine-wave at frequency 1Hz Sine-wave at frequency 1Hz - 2Hz sampling frequency Sine-wave at frequency 1Hz - 3Hz sampling frequency Sine-wave at frequency 1Hz - 1.5Hz sampling frequency complex signal sampling Waveforms: sinusoidal, square, triangular, sawtooth Reaper main screen Track controls Audio settings Midi settings VST settings Media settings Project settings List of Tables 1.1 A taxonomy of digital synthesis techniques

3 Part I Sound Synthesis: Some Theoretical Hints and SoundForge 3

4 Chapter 1 Introduction This part has been largely borrowed from [1] and [2]. With the aid of suitable output equipment, the numbers which a modern digital computer generates can be directly converted to sound waves. The process is completely general, and any perceivable sound can be so produced. The greatest potentiality of a computer is that there are no theoretical limitations to its performance as a source of musical sounds, in contrast to the performance of ordinary instruments. In some sense one could think to work with an infinite keyboard and to generate either infinite ascending or descending scale. Exercise 1. Try to understand how an infinite sound can be synthesized. [Hint: human ears can perceive a finite range of frequencies...] The two fundamental problems in sound synthesis are Problem 1. the vast amount of data needed to specify a pressure function (hence the necessity of a very fast program). Problem 2. the need for a simple, powerful language in which to describe a complex sequence of sounds. The first problem has been solved to a large extent by the march of technology. Digital processor performance has increased at the rate of more than 40% per year for the past fifteen years, and the trend shows no sign of weakening. At present, multiple voices of many synthesis techniques can be sustained in real time on a personal computer. Problem 2 remains unsolved, and cannot, in principle, ever be completely solved. Since it takes millions of samples to make a sound, nobody has the time to type in every sample of sound for a musical piece. Therefore, sound samples must be synthesized algorithmically, or derived from recordings of natural phenomena. In any case, a large number of samples must be specified or manipulated according a much smaller set of numbers. This implies a great sacrifice of generality. The fundamental difficulty of digital synthesis is finding the smallest collection of synthesis techniques that span the gamut of musically desirable sounds with minimum redundancy. It is helpful when a technique is intuitively predictable. Predictability is good, for example, when analogies exist with well-known musical instruments, familiar sounds from daily experience, or established forms of communication. 4

5 1.1. Main Digital Synthesis Techniques 1.1 Main Digital Synthesis Techniques This section is a summary of [18] Abstract Synthesis Algorithms: in the digital world, oscillators range from basic sine, triangle, square and other simple wave generators, to more complex and hybrid systems [10, 11]. Because oscillators in some form play a role in many aspects of synthesis, we may think of them as building blocks of synthesis. We classify them as abstract because they do not necessarily arise from one particular concrete paradigm. Abstract synthesis algorithms building on oscillators include amplitude and frequency modulation and waveshaping. Frequency modulation, or the modulation of one oscillator s frequency (or phase) by another s output, was discovered by Chowning to have interesting musical implications [14, 15]. More generally, waveshaping refers to the modification of an existing signal by a non-linear function [12, 13]. Other work on waveshaping includes [14] and [15]. The study of non-linearity and chaos has led to a range of abstract sound synthesis algorithms. Synthesis from Scratch: synthesis from scratch refers to the replication of realworld sounds using physical or perceptual models, without the raw material of existing audio samples. The model may represent a sound s physical source or environment, or the perceptual characteristics desired. A frequent advantage of such model-based synthesis is the option of high-level parametric control over the synthesized sound. Think about Pianoteq by Philippe Guillaume 1. Synthesis from Existing Sounds: a third category of synthesis is the creation of sound from existing sound. As this often involves some form of analysis of the existing sound, we can also broadly refer to it as synthesis-by-analysis. In particular, we look at concatenative techniques, in which existing samples are rearranged in the time-domain, and additive synthesis, which generally takes a more spectral approach. Concatenative Techniques - A well known concatenative technique is wavetable synthesis[19, 14], the periodic repetition of a set of time-domain samples, often to create pitched instrument sounds. Concatenative synthesis uses a large database of source sounds segmented into units, a target sound to be synthesized, and a unit selection algorithm that chooses the units best matching the target according to a set of unit descriptors. The selected units are transformed as needed and concatenated in the time-domain, possibly with a cross-fade. A range of techniques with varying levels of manual control and automation fall under this umbrella, including methods for speech and singing synthesis [20] and audio mosaicing [21, 22]. Another type of concatenative synthesis is granular synthesis [23], in which sound is created by concatenating usually short sound grains. Additive Synthesis - Additive synthesis generally involves spectral analysis, and addition of the signals synthesized based on this analysis Taxonomy of Digital Synthesis Techniques In the following table the main synthesis techniques are listed: 1 5

6 1.1. Main Digital Synthesis Techniques Processed Recording Spectral Model Physical Model Abstract Algorithm Concrète Wavetable F Ruiz Strings VCO,VCA,VCF Wavetable T Additive Karplus-Strong Ext. Some Music V Sampling Phase Vocoder Waveguide Original FM Vector PARSHL Modal Feedback FM Granular Sines+Noise (Serra) Cordis-Anima Waveshaping Prin. Comp. T Prin. Comp. F Mosaic Phase Distortion Wavelet T Chant Karplus-Strong VOSIM Risset FM Brass Chowning FM Voice Subtractive LPC Inverse FFT Xenakis Line Clusters Table 1.1: A taxonomy of digital synthesis techniques. Remark 1. More details are available in [2]. 6

7 Chapter 2 Nyquist-Shannon Sampling Theorem, Aliasing and Anti-aliasing T he main sources for this chapter are [3, 4]. The first attempt to recreate the graph of a time-varying function waveform using samples is due to Augustin Cauchy. What Cauchy could not do was to predict limitations of this kind of approach. In 1928 Harry Nyquist of Bell Telephone Laboratories ( Bell Labs ) presented to the American Institute of Electrical Engineers a paper entitled Certain topics in telegraph transmission theory. In this paper he laid the groundwork for how samples of a time-varying signal could be used to exactly recreate the original signal, if certain conditions are met. In 1949 Claude Shannon, also of Bell Labs, wrote a paper entitled Communication in the presence of noise where he presented the first formal proof of the general concept presented by Nyquist. Theorem 1. [Nyquist-Shannon] The sampling frequency should be at least twice the highest frequency contained in the signal: f s 2f c, where f s is the sampling frequency and f c is the highest frequency contained in the signal. One should have at least an intuitive knowledge of the reasons which led to this result. Consider for example a signal composed of a single sine-wave at a frequency of 1 Hz: amplitude time (sec) Figure 2.1: Sine-wave at frequency 1Hz Sampling with frequency 2Hz we have 7

8 amplitude amplitude amplitude time (sec) time (sec) time (sec) Figure 2.2: Sine-wave at frequency 1Hz - 2Hz sampling frequency It is easy to see that this sampling frequency allows us to capture each peak and trough of the curve. 2 A higher sampling ratio will give 1.5 us more details about the curve: amplitude amplitude amplitude time (sec) time (sec) time (sec) Figure 2.3: Sine-wave at frequency 1Hz - 3Hz sampling frequency Sampling at a lower frequency gives the following result: amplitude amplitude amplitude time (sec) time (sec) time (sec) Figure 2.4: Sine-wave at frequency 1Hz - 1.5Hz sampling frequency that won t be enough to capture all the peaks and trough of the curve. 1 2 Exercise 2. If f s < 2f c our sampling 0.5 is not only poorer in terms of information, but definitely wrong. The amplitude person receiving these samples, without any previous knowledge of the original signal, may well be mislead into thinking that the signal has quite a different form. Using the previous pictures, try to understand why the signal could be plotted in a wrong shape if the sampling ratio is too low. amplitude amplitude time (sec) time (sec) time (sec) Can you give an intuitive definition of the term aliasing? 8

9 2.1. Complex Signal Sampling 2.1 Complex Signal Sampling Now we are ready to think about the sampling of a complex signal composed of many frequency components. By Fourier s theorem, we know that any continuous signal may be decomposed in terms of a sum of sines and cosines at different frequencies. For example, the following waveform is given by 5X sin(nx) n=1 Figure 2.5: complex signal sampling n According to the theorem 1 we have to use a frequency f s = 10Hz that is the 2 max ˆfi s.t.f c = P o ˆfi. Thus, when a signal contains not just one but many different frequencies added together, the minimal sampling rate needed to avoid aliasing is just twice whatever the highest frequency is, irrespective of how many other frequency components there are. 2.2 Anti-aliasing The simple way to avoid aliasing of course is to always have enough samples to capture the spatial or temporal variations in a signal. But there are many situations in which the sample rate may be limited for example, film is limited to 24 frames/sec, or you may be designing a web page where the images need to be a minimum number of pixels so they download quickly. So, if the sampling rate f s is fixed, then there is only one other parameter we can play with, and that is the highest frequency contained in the signal, f c. This can be done by lowpass filtering, or in layman s terms, smoothing. The easiest way to smooth a signal is to blur it. In film this is easily done by adjusting the lens so the image is a bit out of focus. The more out of focus it is, the lower the spatial-frequency content of the image becomes. And as the spatial frequency content is lowered, the temporal frequency content is also lowered. As none of us notice mysterious harmonies and frequencies appearing in our digital audio, it s safe to assume aliasing isn t too much of an issue for us to worry about. In some ways this is true, certainly when it comes to digital recording. Any digital recorder will have an Anti-Aliasing Filter. This is pretty much self-explanatory. CD audio has a sampling rate of 44.1 KHz which means that up to KHz of audio is safe to be sampled. In this case it s likely that a filter would be present to start rolling off all audio from 20 KHz onward, cutting everything off by 22 KHz. This way no unwanted audio should make it to the converter. At this point you can get into a debate about inaudible sounds and whether we hear them in different ways, which is where 96 KHz or higher sampling rates could become useful as theoretically they would allow audio to be sampled higher. 96 KHz would however ensure that even up to 20 KHz would have at least 4+ samples per cycle, which would technically increase the quality, (but remember it does increase your CPU workload, and increase your file sizes, as a result). 9

10 10

11 Chapter 3 SoundForge - Notes by Antonello d Aguanno Laboratorio di Informatica Musicale Autore : Antonello D Aguanno Sound Forge Lezione 1 Controlli generali Per selezionare una parte di segnale in Sound Forge basta ciccare con il tasto sinistro del mouse sulla parte di segnale che si vuole evidenziare e quindi spostare il mouse fino a raggiungere la selezione desiderata. Sound Forge mette a disposizione 2 tipi di zoom accessibili tramite la rotella centrale del mouse. Scorrendo con la rotella in avanti si ha uno zoom temporale del segnale (asse x) tenendo premuto il tasto Ctrl e facendo scorrere la rotella centrale si ha uno zoom sull ampiezza del segnale (asse y). Se si seleziona un area del segnale lo zoom di Sound Forge pone l area selezionata al centro dello schermo e continua ad ampliare lo zoom solo nell area selezionata. Come Registrare da una fonte esterna in Sound Forge Vogliamo ora mostrare come fare per acquisire correttamente un segnale audio tramite un microfono esterno: Passo 1 : New 11 Figura 1 Comandi generali di Sound Forge

12 Passo 2: Una volta aperta la finestra riportata in figura 2: Monitor Tasto M Figura 2 Finestra di registrazione di Sound Forge 1. Dal Tasto New Selezionare i Recording attributes impostando la frequenza di campionamento il numero di bit e il numero di canali (mono/stereo). Il passo 1 può essere saltato nel caso in cui si stia registrando su un file già esistente (occorre però comunque verificare che i parametri del file e della registrazione sia uguali) 2. In caso il Flag Monitor non sia selezionato selezionarlo e impostare i volumi del mixer audio di Windows in modo tale che provando il microfono si eviti il clipping e si ottenga un buon livello (indicativamente al limite della zona gialla). 3. Selezionare il flag DC ad just in modo da poter eliminare il DC offset sbloccando il tasto Calibrate 4. Per eliminare il DC offset premere il pulsante Calibrate prima di ogni registrazione. Il DC offset tende a variare nel tempo! 5. Premere il tasto Prepare (o Arm nella versione 7.0) e attendere che il sistema sia pronto, quindi far partire la registrazione. La preparazione serve semplicemente a rendere più reattivo il sistema permettendo di avere inizi registrazione allineati con il momento di pressione del tasto. 6. Chiudere finestra di dialogo ( Close ) 12

13 3.1. Waveforms Il tasto Reset azzera il monitor eliminando eventuali segnalazioni di Clip (scritta in bianco su sfondo rosso che compare in alto sopra il monitor). La combo box Mode: seleziona come gestire eventuali prese multiple. Il tasto M inserisce ogni volta che viene premuto un nuovo marker di regione senza fermare la registrazione in corso. Le regioni in Sound Forge sono dei marker grafici utilizzati per evidenziare particolari pezzi di segnale di particolare interesse. Non hanno alcun valore dal punto di vista del segnale non andando ad applicare nessuna modifica al file. Per selezionare tutta l area di una regione basta fare doppio click sinistro per evidenziarla tutta. Per inserire un nuovo marker posizione il cursore di Sound Forge nel punto in cui si vuole inserire il nuovo marker e quindi andare nel menù: Special Insert Marker Una volta inserito un nuovo marker lo si può spostare semplicemente trascinandolo ed editare cliccando con il tasto destro sul marker stesso. Delete : Elimina il marker Edit: Permette di modificare il suo nome, di spostarlo in un altro punto e di modificare altre opzioni. Come creare una forma d onda in Sound Forge Per inserire una forma d onda in un file occorre anzitutto creare il file audio tramite il comando New di figura 1. In questo modo si crea un nuovo file vuoto. Il file creato manterrà tutte le impostazioni relative a: frequenza di campionamento, numero di bit e numero di canali impostate precedentemente. Per creare un nuovo file vuoto con parametri diversi da quelli precedenti occorre aprire il menù: File New Nella finestra che compare si potranno inserire i parametri richiesti. Per inserire una forma d onda nel file audio si dovrà andare nel menu: Tools Synthesis Simple Si aprirà la finestra riportata in figura Waveforms In this section I want to analyze some kind of waveforms you can generate. It is important to have at least and intuitive knowledge about how those weves are obtained. What you have to learn is that synthesis is creation. To create you need both ideas and rationality. Mathematical language can give you a really clear and quick way to understand, learn and fix in your mind, how music works in its mechanical part. 13

14 3.1. Waveforms Figure 3.1: Waveforms: sinusoidal, square, triangular, sawtooth Sine waves: The sine wave is a smooth periodic C 1 (period) function. One can write it down as a function of time: x(t) =A sin(!t + ') where! =2 f is the angular frequency. Thanks to the contribution of Joseph Fourier, we know that every kind of periodic waveform can be approximated using a serie of sinewaves. A tone with a sinusoidal waveform is called a pure tone. Sinewaves are generally unpleasant and it is dificult to localize them (think about sirens, I mean alarms). The sensation they give is described as filling the room. Sawtooth waves:these waveforms are an example on non-sinusoidal waveform. Their analytical form can be expressed using Fourier series as follows x saw = 2 1X k+1 sin(k!t) ( 1) k k=1 A sawtooth wave s sound is harsh and clear and its spectrum contains both even and odd harmonics of the fundamental frequency. Because it contains all the integer harmonics, it is one of the best waveforms to use for subtractive synthesis of musical sounds, particularly bowed string instruments like violins and cellos, since the slip-stick behavior of the bow drives the strings with a sawtooth-like motion[24]. Square waves: Here is another example of non-sinusoidal waveform. In this case the transition between each minimum to the correponding maximum is istantaneous theoretically. It is not possible to realize exactly this ideal waveform. This kind of waves sound hollow and are generally used to generate wind instruments. However the wave generated by a distortion on a guitar resemble a square wave. Just for the curious, the Fourier expansion is x square (t) = 4 1X sin((2k 1)!t) 2k 1 which can be written as follows 4 13 sin(!t)+ sin(3!t)+15 sin(5!t)+ k=1 14

15 3.1. Waveforms In an ideal square wave only odd harmonics should appear. T riangle waves: Like the square wave, a triangle wave is a piecewise continuous periodic real function. Only odd harmonics are generated. The triangle wave has a strong fundemental, much weaker and rapidly decreasing odd harmonics (much more so than the square wave), and no even harmonics. A pure triangle wave has a reedy, thin sound 1. Figura 3 Finestra del menù di sintesi semplice Lo slider Amplitude imposta l ampiezza della forma d onda creata. L ampiezza è rappresentata sia in percentuale che in db, con il riferimento posto all ampiezza massima del segnale. Di conseguenza un onda con ampiezza massima avrà un valore pari a 0 db mentre una ampiezza pari a 0 sarà segnalata con un ampiezza pari a inf. Il menù Waveform Shape imposta il tipo di onda che sarà sintetizzata (onda quadra, sinusoide, onda triangolare ) Lenght imposta la durata temporale dell onda mentre Frequency ne imposta la frequenza in Hz. Il menù Insert new waveform at: imposta il punto di inizio della nuova onda all interno del file (inizio del file, posizione del cursore, fine del file). Il tasto Preview permette di ascoltare la forma d onda generata. Save As salva le impostazioni inserite nei preset della sintesi semplice. I preset sono richiamabili direttamente dal menù Preset posto in alto, nella finestra in figura

16 3.1. Waveforms Come salvare un file audio Sound Forge mette a disposizione vari tipi di file audio in cui salvare. Saranno considerati solo 2 formati: WAV e Raw Per salvare un file in Sound Forge si deve andare nel menu File di figura 1 e selezionare l opzione Save As Salvataggio file WAV Per salvare un file nel formato WAV occorre anzitutto selezionare il formato: Wave (Microsoft) dal menu di scelta dei tipi posto nella finestra relativa all opzione Save As. Dopo aver selezionato il tipo di file verificare che le specifiche relative a: frequenza di campionamento, numero di bit e numero di canali siano corrette. Per modificare queste opzioni occorre premere il bottone Custom e impostare i parametri corretti. È da notare che il formato Wave è un formato scatola che può contenere vari tipi di stream audio (PCM, MP3 ) occorre quindi impostare il menù format presente sempre nella finestra aperta dal bottone Custom. Salvataggio file Raw Per salvare un file nel formato Raw occorre anzitutto selezionare il formato: Raw File dal menu di scelta dei tipi posto nella finestra relativa all opzione Save As. Dopo aver inserito il nome premendo il bottone Salva comparirà la finestra di dialogo riportata in figura 4. Da questa finestra si dovranno impostare tutti i parametri relativi al file: Frequenza di campionamento (Sample Rate), il tipo di campioni che saranno utilizzati (Sample Type), il Format che indica se il formato con cui saranno rappresentati i campioni sarà con segno o meno e la disposizione dei Byte se di tipo Big o Little Endian. Remark: RAW Audio format or just RAW Audio is a computer format for storing uncompressed audio in raw form. Comparable to WAV or AIFF in size, RAW Audio file does not include any header information (sampling rate, bit depth, endian, or number of channels)

17 3.1. Waveforms Figure 4 Finestra relativa al salvataggio di File Raw 17

18 3.1. Waveforms Sound Forge Lezione 2 L elenco puntato in basso evidenzia gli strumenti trattati a lezione. Sono divisi seguendo la separazione adottata da Sound Forge relativa a Process e Effects. Process o EQ o Fade o Insert Silence o Mute o Normalize o Reverse o Time Stretch o Volume Effects o Noise Gate o Pitch o Reverb PROCESS EQ Un equalizzatore è un banco di filtri che ha principalmente lo scopo di compensare la diversa risposta frequenziale offerta dai vari dispositivi audio. Sound Forge mette a disposizione 3 diversi tipi di equalizzatore, ne analizzeremo 2: Graphic L equalizzatore Graphic è un esempio classico di equalizzatore che tende a replicare via software i classici equalizzatori presenti nei comuni impianti stereo domestici. In sound Forge sono presenti 3 diversi EQ grafici. La prima modalità presentata è detta Envelope. In questa modalità l utente posiziona direttamente sulla Frequency Graph (vedi figura 5) un controllo, i quadrati in figura 5, considerando sull asse orizzontale la frequenza selezionata mentre sull asse verticale il gain (positivo o negativo) impostato. È da notare che i db del gain hanno come riferimento il segnale di origine stesso di conseguenza porre un controllo (quadrato) posizionato a 0 db non altera il segnale. Ovviamente la risposta frequenziale del banco di filtri è selezionato dalla linea spezzata che congiunge tutti i controllo inseriti. L Output gain seleziona un eventuale gain generale applicato dopo il processo di equalizzazione a tutto il segnale. Il tasto Preview permette di ascoltare il segnale filtrato prima della sua applicazione definitiva. La check box Bypass se selezionata mentre si ascolta la preview permette di saltare lo stadio di equalizzazione e di ascoltare quindi il segnale originale. 18

19 3.1. Waveforms Selezionando questi controlli si passa alle altre modalità del EQ grafico. Figura 5 Finestra del Graphic EQ in modalità Envelope Le altre modalità dell equalizzatore grafico di Sound Forge mettono a disposizione 10 o 20 bande pre-costruite che permettono di gestire direttamente il segnale. Come nel caso precedente è presente uno slider di gain generale applicabile dopo il processo di equalizzazione. Parametric L equalizzatore parametrico di Sound Forge a differenza dell equalizzatore grafico analizzato in precedenza non mette a disposizione un banco di filtri bensì un solo filtro interamente programmabile. La sua finestra di controllo è riportata in figura 6. Figura 6 L'Equalizzatore parametrico di Sound Forge 19

20 3.1. Waveforms Some Advices on EQ Here follows some suggestions about standard equalization. There are no general rules for this subject, the most useful thing you can do is to practice and play with EQ. One should try to cut about five times as often as you boost. We all know that the human ear hears about 20 to 20kHz. Well the first octave, (20 to 40 Hz) is generally made up of stuff like thunder and trains. So do not boost it. Be VERY careful about boosting anything around 200 Hz. This makes your whole mix sound muddy. A little can fatten things up, but hopefully you won t have to use this. If it sounds good, it is perfect. This is way a computer can not mix a track with an algorithm. As a rule, the following facts, are true: Kick Drum - Boost at 80 Hz, cut around Hz, (removes "cardboard" sound) Snare Drum - Fatness at 240 Hz, crispness at 5 khz. Hats/Cymbals - Gong sound at 200 Hz, shimmer/air between 8-12 khz. Toms - Boom between 60 and 200 Hz, scoop out 100 Hz to 4 khz, attack at 5 khz. Bass Boost between 80 and 150 Hz, to make a passive bass sound active, scoop around 350 Hz, Boost 800 Hz for clarity or punch, and the slappin poppin thing is around 2.5 k. Electric Guitar - Rolloff at 80 Hz, cut at 800 Hz to remove "cheap" sound, and edge is around 2.5 khz. Acoustic Guitar - Bottom at 120 Hz, body at 240 Hz, clarity at 2.5 to 5 khz. Piano/Organ - Just like acoustic guitar except piano might need a little boost around 10 k. Vocals - Scoop at 240 Hz if muddy, boost at 4 k for presence, and anywhere above 8 khz to brighten (sibilance is between 8 and 10 k). Useful frequency ranges: 60Hz-200Hz: Catches the boom "boom" of tom tom s * Cut to decrease bass "boom" and increase overtones to help bring out bass lines 80Hz: Good place to boost kick drums slightly to give it some low end area of the spectrum to cut thru the mix, also advisable to cut other instruments around that area. * Rolling off the electric guitar in this area is sometimes advisable as well. 80Hz-200Hz: A decent range to boost the bass instruments. Shuffle your boost around in that area and work to not interfere with other instruments in theis range. * Boost can help add warmth and fullness to guitars, vocals and horns. 100Hz: "Oomph" of the kick drum can be centered here 100Hz-300Hz: Cut gently to remove "muddiness" (center at 180Hz). 100Hz-4kHz: A subtle and gradual scoop out of toms can emphasize the more highs and lows to still get a good tom sound and provide room in the mix for the other instruments. 20

21 3.1. Waveforms Human ear cannot detect stereo below 100Hz 120Hz and lower: These frequencies are generally responsible for warmth in a recording. Too much and the recording will sound muddy. 120Hz-125Hz: Generally the cut off point for the subwoofer signal in dedicated subwoofer setups like 5.1, 6.1, 7.1 and greater surround sound systems. This provides the rumble of the low frequencies often associated with explosions in the theatre and other dynamic action content. Also the low end of music such as kick drums and bass guitar. This are also is the bottom of an acoustic guitar and piano, a slight boost or cut here can add good sound quality, which to do kind of depends on the other instruments involved in the piece. 120Hz-600Hz: These frequencies give depth to a recording, giving vocals and other instruments a strong sense of presence without being clinical. On the other hand, these frequencies are where you re most likely to experience problems with vocal resonance. Too much in this area can be particularly fatiguing. 200Hz: A finicky area. Be careful bosting in this area as it can guickly muddy up the sound. * This is a good area to get the "gong" out of cymbals. 200Hz-1kHz: Cutting in this region can make the sound more punchy, and enhance clarity and prevent mid-range muddle. 240Hz: Fatten up a snare in this area, varying slightly from snare to snare depending on head type, shell thickness and other factors. This are also is a good range to boost acoustic guitars slightly for more fullness to the sound. Scoop vocal here if muddy. 250Hx-1kHz: Cut to remove "nasalness". 350Hz-400Hz Common area to cut the kick to remove some of the "cardboard" sound of drums Also a decent area to try to scoop the bass guitar a little bit. 600Hz-3kHz: These frequencies also give presence but of a generally harder nature. High output in this region is fairly common in rock music as it gives it a hard edge that suites the genre. 800Hz Boost the bass guitar a little bit at this level to add punch to it s sound. Cut the electric guitar in this range to remove the "cheap" sound 1kHz: Can reduce "digital coldness" by cutting gently (~3dB). Could give a softer/warmer sound. 1kHz-3kHz: Can reduce "harshness". 2kHz-4kHz: In this area you can emphasize the "smack" of the kick s beater. 2.5kHz 21

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C )

sull argomento scelto ( evidenziare il testo passandoci sopra con il tasto sinistro del mouse e copiare premendo i tasti Ctrl + C ) This work is licensed under the Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported License. To view a copy of this license, visit http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/.

Dettagli

ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità

ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità ELABORARE FILE AUDIO CON AUDACITY Tutorial per le prime funzionalità INDICE 1. Caricare un file audio. p. 2 2. Riprodurre una traccia. p. 2 3. Tagliare una traccia... p. 3 4. Spostare una traccia. p. 3

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Mini manuale di Audacity.

Mini manuale di Audacity. Mini manuale di Audacity. Questo mini manuale è parte del corso on-line Usare il software libero di Altrascuola. Il corso è erogato all'interno del portale per l'e-learning Altrascuola con la piattaforma

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02

INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 INSTALLAZIONE E UTILIZZO DEL COMPILATORE Code::Blocks 8.02 Download Si può scaricare gratuitamente la versione per il proprio sistema operativo (Windows, MacOS, Linux) dal sito: http://www.codeblocks.org

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

CALDO SGUARDO GRECO PDF

CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF ==> Download: CALDO SGUARDO GRECO PDF CALDO SGUARDO GRECO PDF - Are you searching for Caldo Sguardo Greco Books? Now, you will be happy that at this time Caldo Sguardo Greco PDF

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1

Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze. Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Dipartimento di Sistemi e Informatica Università degli Studi di Firenze Dev-C++ Ing. Michele Banci 27/03/2007 1 Utilizzare Dev-C++ Tutti i programmi che seranno realizzati richiedono progetti separati

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

I dati audio. Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti

I dati audio. Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti I dati audio Campionamento Quantizzazione e Codifica Formati e standard Supporti Campionamento Moltiplicare il segnale per l impulso di campionamento t f max f t f c 2f c f t f max f c 2f c f f c -f max

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa

Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa di Ilaria Lorenzo e Alessandra Palma Cos'é Code::Blocks? Come Creare un progetto Come eseguire un programma Risoluzione problemi istallazione Code::Blocks Che cos è il Debug e come si usa Code::Blocks

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

User guide Conference phone Konftel 100

User guide Conference phone Konftel 100 User guide Conference phone Konftel 100 Dansk I Deutsch I English I Español I Français I Norsk Suomi I Svenska Conference phones for every situation Sommario Descrizione Connessioni, accessoires, ricambi

Dettagli

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI

VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI MODAL VERBS PROF. COLOMBA LA RAGIONE Indice 1 VERBI MODALI: ASPETTI GRAMMATICALI E PRAGMATICI ----------------------------------------------- 3 2 di 15 1 Verbi modali: aspetti grammaticali e pragmatici

Dettagli

Alb@conference GO e Web Tools

Alb@conference GO e Web Tools Alb@conference GO e Web Tools Crea riunioni virtuali sempre più efficaci Strumenti Web di Alb@conference GO Guida Utente Avanzata Alb@conference GO Per partecipare ad un audioconferenza online con Alb@conference

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual.

MANUALE CASALINI M10. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale casalini m10 information in this manual. MANUALE CASALINI M10 A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even people who come from the same brand

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master

Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Industry Test di comunicazione tra due LOGO! 0BA7: Master - Master Dispositivi utilizzati: - 2 LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) - Scalance X-208 LOGO! 0BA7 Client IP: 192.168.0.1 LOGO! 0BA7 Server IP:

Dettagli

Spider IV 15 Manuale del Pilota

Spider IV 15 Manuale del Pilota Spider IV 15 Manuale del Pilota 40-00-0187 Cliccate su www.line6.com/manuals per scaricare questo libretto d istruzioni Rev D Istruzioni per la vostra sicurezza ATTENZIONE RISCHIO DI SCOSSE ELETTRICHE

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

Version 1.2. Operation Manual. Manuale di Istruzione

Version 1.2. Operation Manual. Manuale di Istruzione Version 1.2 Operation Manual EN Manuale di Istruzione IT ENGLISH Operation Manual EN NUMA ORGAN 2 by Studiologic 3 Safety Instructions Important Safety Instructions Please read the entire manual. It contains

Dettagli

lavorare con dati tabellari in ArcGis

lavorare con dati tabellari in ArcGis lavorare con dati tabellari in ArcGis 1. gestione delle tabelle 2. aggregazione di dati tabellari 3. relazioni con tabelle esterne 4. modifica di dati tabellari (1) gestione delle tabelle Tipi di tabelle

Dettagli

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE

ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE ITALIAN: SECOND LANGUAGE GENERAL COURSE Externally set task Sample 2016 Note: This Externally set task sample is based on the following content from Unit 3 of the General Year 12 syllabus. Learning contexts

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA ALL INSTALLAZIONE INTRODUZIONE BENVENUTO Benvenuto in SPARK XL l applicazione TC WORKS dedicata al processamento, all editing e alla masterizzazione di segnali audio digitali. Il design di nuova

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007

Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007 Riparazione BMW R1150RT 2001 Kit di riparazione gomme aggiornamento febbraio 2007 Procedura ispirata al foglietto istruzioni allegato al kit di riparazione, in dotazione alle moto BMW, riveduto e rimaneggiato

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Manuale d Uso. Ref: 04061

Manuale d Uso. Ref: 04061 Manuale d Uso Ref: 04061 1 Grazie per aver acquistato il lettore digitale ENERGY SISTEM INNGENIO 2000. Questo manuale fornisce istruzioni operative dettagliate e spiegazioni delle funzioni per godere al

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli