ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI"

Transcript

1 ROMA CAPITALE ISTITUZIONE SISTEMA BIBLIOTECHE CENTRI CULTURALI SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA, PROGRAMMATA E PERIODICA DEI SISTEMI ANTINTRUSIONE, SISTEMI RILEVAZIONE FUMI E SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA INSTALLATI PRESSO LE SEDI DELL ISTITUZIONE BIBLIOTECHE DI ROMA CAPITALE. CAPITOLATO TECNICO CIG. ZDE0A

2 SOMMARIO Art. 1 Oggetto della gara Art. 2 - Durata del contratto Art. 3 - Importo del servizio Art.4 - Variazione del servizio: Art. 5 Descrizione e modalità di espletamento del servizio di manutenzione ordinaria, programmata e periodica dei Sistemi Antintrusione, dei Sistemi rilevazione Fumi e dei Sistemi di Videosorveglianza. Art. 5.A SISTEMI ANTINTRUSIONE indicati nell Allegato A Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione. Art. 5.A.1 Attività a canone: Descrizione, Periodicità e Documentazione degli interventi conduzione degli impianti manutenzione preventiva e programmata Interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità Art. 5.A. 2 Attività extra canone e interventi straordinari : Descrizione degli interventi Interventi di ripristino Interventi relativi ad attività di manutenzione Interventi straordinari - richieste di pronto intervento (Interventi di estrema urgenza) - richieste urgenti (Interventi urgenti) - richieste su preventivo (Interventi da ordinativo) Art. 5.B SISTEMI RILEVAZIONE FUMI indicati nell Allegato B Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione. Art. 5.B.1 Attività a canone: Descrizione, Periodicità e Documentazione degli interventi Manutenzione preventiva e programmata Tenuta e aggiornamento del Registro antincendio Art. 5.B. 2 Attività extra canone e interventi straordinari : Descrizione degli interventi Interventi di sostituzione di apparecchiature complete Interventi relativi ad attività di manutenzione a guasto Eventuali materiali, ricambi e/o ore uomo escluse Art. 5.C SISTEMI VIDEOSORVEGLIANZA indicati nell Allegato C Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione. Art. 5.C.1 Attività a canone: Descrizione, Periodicità e Documentazione degli interventi conduzione degli impianti manutenzione preventiva e programmata Interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità Art. 5.C. 2 Attività extra canone e interventi straordinari : Descrizione degli interventi Interventi di ripristino Interventi relativi ad attività di manutenzione Interventi straordinari - richieste di pronto intervento (Interventi di estrema urgenza) - richieste urgenti (Interventi urgenti) - richieste su preventivo (Interventi da ordinativo) 2

3 Art. 5. D Servizio di Reperibilità per eventuali emergenze Art. 6 Programmazione degli interventi di manutenzione ordinaria e periodica dei Sistemi Antintrusione e dei Sistemi rilevazione Fumi Art. 7 - Penali Art. 8 Modalità di pagamento. Art. 9 Aggiudicazione. Art. 10 Cauzione definitiva Art. 11- Adeguamento prezzi Art. 12 Obblighi del fornitore Art. 13 Obblighi di riservatezza Art.14- Divieto di cessione del contratto Art.15 Risoluzione del contratto Art. 16 Informativa ai sensi del D.Lgs. n 196/2003 Art. 17 Spese contrattuali Art.18 Riferimento normativo Art. 19 Foro Competente 3

4 Capitolato Tecnico Servizio di manutenzione ordinaria, programmata e periodica dei Sistemi Antintrusione, Sistemi rilevazione Fumi e Sistemi di Videosorveglianza, installati presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale. Art. 1 Oggetto della gara Costituisce oggetto del presente disciplinare di gara l insieme dei servizi finalizzati al mantenimento dello stato funzionale e alla conservazione (manutenzione ordinaria, programmata e periodica) degli impianti di allarme installati presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale, e, in particolare: Sistemi Antintrusione indicati nell Allegato A, parte integrante del presente capitolato. Sistemi Rilevazione Fumi indicati nell Allegato B, parte integrante del presente capitolato. Sistemi Videosorveglianza indicati nell Allegato C, parte integrante del presente capitolato Sistema di Reperibilità 24 ore su 24 in caso di emergenza Servizio di Custodia delle chiavi di tutte le Biblioteche e dei codici d allarme Tutta la documentazione tecnica e le dichiarazioni inerenti gli impianti oggetto dell appalto saranno messe a disposizione della Società aggiudicataria. Il contratto si estenderà ad eventuali nuovi impianti attivati durante la durata del contratto. Art. 2 - Durata del contratto Il contratto avrà durata di 11 mesi, ed in particolare dal 1 settembre 2013 al 31 luglio 2014, o comunque dal giorno di sottoscrizione della Convenzione. L Istituzione si riserva la facoltà di prorogare il contratto, alle stesse condizioni, per il periodo strettamente necessario per addivenire all aggiudicazione del servizio successivo. Art. 3 - Importo del servizio L importo complessivo posto a base di gara per lo svolgimento delle attività descritte nel presente Capitolato Tecnico, parte integrante e sostanziale dell invito a gara, riferito a 12 mesi, è pari ad ,00 compresi IVA al 21% e oneri della sicurezza, (pari ad ,16 oltre IVA di cui ,16 soggetti a ribasso, ed 520,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso), ripartito come segue: - Anno 2013 : 7.324,06 iva esclusa e oneri della sicurezza esclusi (1 settembre dicembre 2013) - Anno 2014 : ,10 iva esclusa e oneri della sicurezza esclusi (1 gennaio luglio 2014) Art.4 -Variazione del servizio: Il valore dell appalto, per eventuali ulteriori esigenze, può essere ridotto o aumentato fino alla concorrenza di un quinto dell importo netto contrattuale, senza che la Società aggiudicataria possa sollevare eccezioni o pretendere indennità. Art. 5 Descrizione e modalità di espletamento del servizio di manutenzione ordinaria, programmata e periodica dei Sistemi Antintrusione, dei Sistemi rilevazione Fumi e dei Sistemi Videosorveglianza. La manutenzione ordinaria, programmata e periodica ha lo scopo, mediante ispezioni e misure, di individuare tutte le possibili situazioni che potrebbero dare origine al malfunzionamento. Il fine è quindi quello di verificare che i parametri dei sistemi corrispondano a quelli caratteristici di regolare funzionamento, provvedere a tutte le regolazioni necessarie al fine di garantire i livelli prestazionali previsti, garantire la piena fruibilità degli impianti e la programmazione temporale degli eventuali interventi di ripristino e/o sostituzione che dovessero rendersi necessari. La programmazione degli interventi, attuata tramite un Piano dettagliato degli Interventi, redatto a cura della impresa aggiudicataria, sarà concordata con l Istituzione al fine di produrre un Piano operativamente attuabile e per il quale siano state preventivamente svolte tutte le attività non specificatamente tecniche (quali preavviso ai servizi interessati, accordo sulle date degli interventi ecc.) e propedeutiche alla buona riuscita delle attività programmate. Gli interventi di manutenzione ordinaria e periodica, oggetto dell appalto dovranno essere eseguiti dall aggiudicatario dei lavori a regola d arte, tenendo conto delle tecniche più idonee e nel rispetto delle norme vigenti, con l obiettivo di mantenere e migliorare lo stato di conservazione e di fruibilità degli immobili. Nell ambito delle attività di manutenzione rientrano tutti gli oneri conseguenti allo smaltimento, trasporto e conferimento punto di raccolta autorizzato di eventuali materiali di risulta connessi con le attività stesse. 4

5 La Società aggiudicataria, al termine delle operazioni di manutenzione previste, è tenuta a compilare il Registro degli interventi, messo a disposizione dall Istituzione. Su tale registro, che deve essere firmato dal tecnico che ha eseguito la manutenzione e da un rappresentante dell Amministrazione, verranno indicate tutte le attività svolte e segnalate eventuali anomalie. La mancata compilazione dello stesso costituisce motivo per la rescissione del contratto con l'eventuale applicazione di penale. Per ogni visita, la Società aggiudicataria si impegna altresì a redigere un Rapporto d intervento, firmato dal tecnico che ha eseguito la manutenzione e da un rappresentante dell Amministrazione, nel quale dovranno essere specificati: data e ora di intervento; nomi o numeri d identificazione dei manutentori; check list delle parti verificate e delle operazioni compiute; proposte o esecuzioni di manutenzioni straordinarie; eventuali materiali, ricambi e/o ore uomo escluse dalla convenzione ed accuratamente valorizzate; Art. 5.A SISTEMI ANTINTRUSIONE indicati nell Allegato A Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione Il servizio è volto a garantire la piena efficienza e il buon funzionamento di tutti gli impianti antintrusione installati presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale indicati nell Allegato A. Nello svolgimento di tale attività l Impresa aggiudicataria deve attenersi a quanto previsto dalla normativa vigente, verificando e rispettando le eventuali norme regolamentari di emanazione locale inerenti la materia. Art. 5.A.1 Manutenzione ordinaria, programmata e periodica: Descrizione e Periodicità degli interventi L impresa aggiudicataria si impegna ad eseguire gli interventi di manutenzione di cui al presente art. per le apparecchiature identificate in Allegato A con la seguente periodicità:n. 3 interventi annuali programmati da svolgersi ad intervalli regolari, escluso il mese di agosto, in date concordate con l Istituzione, con un preavviso di 48 ore, durante il normale orario di lavoro. Il servizio comprende le seguenti attività: conduzione degli impianti: tali attività consistono nel sovraintendere al normale funzionamento degli impianti provvedendo a tutte le regolazioni necessarie al fine di garantire i livelli prestazionali previsti e a tutte le operazioni tecniche ed amministrative occorrenti per mantenere in funzione e gestire gli impianti stessi. manutenzione preventiva e programmata: tali attività di verifica e/o controllo e/o monitoraggio e/o manutenzione, come nel seguito meglio specificato, sono volte a garantire la piena fruibilità degli impianti e la programmazione temporale degli eventuali interventi di ripristino e/o sostituzione che dovessero rendersi necessari. La Società aggiudicataria, relativamente alle apparecchiature identificate in Allegato A, è tenuta a tutte le verifiche e controlli di manutenzione preventiva, necessari al mantenimento e al funzionamento ottimale degli impianti oggetto del presente contratto, anche se non elencate nel presente articolo. A titolo esemplificativo ma non esaustivo, si riporta un elenco di verifiche e controlli che dovranno essere effettuati almeno con cadenza quadrimestrale (con riferimento a tutti gli insiemi impiantistici e relativi componenti): 1. verifica della corretta alimentazione di rete 2. verifica della corretta alimentazione delle apparecchiature in campo 3. verifica dello stato delle batterie e loro eventuale sostituzione 4. verifica dei contatti e delle connessioni elettriche 5. verifica e controllo delle programmazioni e centralina di comando 6. verifica della capacità di rivelazione dei sensori 7. verifica della presenza di segnali di tutte le telecamere installate e della corretta inquadratura di ripresa 8. verifica della corretta programmazione sistema di videoregistrazione, prove di registrazione 9. verifica della funzionalità dei vari attuatori e segnalatori di allarme (sirene, luci, avvisatori telefonici, pulsanti, ecc) 10. verifica della disposizione degli arredi in modo da non pregiudicare il buon funzionamento dell impianto di sicurezza Interventi di ripristino e/o manutenzione di lieve entità Qualora, nel corso di questi interventi di cadenza periodica, si riscontri un guasto nel funzionamento dell impianto tale da richiedere un intervento di ripristino e/o di manutenzione di lieve entità, l aggiudicataria deve provvedere immediatamente alla riparazione del malfunzionamento, senza necessità di preventiva autorizzazione da parte dell Istituzione, ma semplicemente con una comunicazione. 5

6 L importo di questi interventi straordinari sarà conteggiato applicando la tariffa dei prezzi di Roma Capitale del 2012, al netto del ribasso offerto in sede di gara. L importo di queste singole operazioni è comprensiva delle prestazioni d opera, macchine, attrezzi, ed ogni materiale di consumo e protezione necessaria ad ogni singola lavorazione finita. Risultano sempre compresi i materiali di consumo e/o di usura ed i ricambi necessari per l effettuazione delle attività previste nel servizio e -scorporate ed indicate una per uno - dovranno essere indicate all interno di un rapporto di intervento. Qualora alcuni interventi siano di importo inferiore a 115,00, questi non saranno liquidati e saranno considerati, come una franchigia, compresi nelle prestazioni di base dell appalto. Ogni intervento di entità superiore a 115,00, sarà inserito nel rapporto di intervento e liquidato nel mese successivo. Art. 5.A. 2 Attività a richiesta e interventi straordinari: Descrizione degli interventi Tutte le attività a richiesta di importo superiore alla franchigia di 115,00 (compresi interventi straordinari per emergenze, per guasti o per il ripristino del regolare funzionamento), saranno gestite attraverso Preventivi, predisposti dall Impresa aggiudicataria e sottoposti all approvazione dell Amministrazione che, qualora decida di far eseguire l intervento all Impresa aggiudicataria, accetterà i preventivi attraverso Ordini di Lavoro. Per il calcolo dell importo degli interventi dovrà farsi riferimento ai listini e ai corrispettivi della manodopera applicando la tariffa dei prezzi del Comune di Roma, edizione 2012, al netto dei ribassi offerti in sede di gara. Per questi interventi la Società aggiudicataria provvederà a singole rendicontazioni complete di contabilizzazioni. Le eventuali sostituzioni di parti o riparazioni di strumenti verranno fatturate a prezzo corrente di listino. Nel caso di attività a richiesta, il cui valore sia superiore alla franchigia (115,00 euro ad intervento), l Amministrazione sarà tenuta a retribuire l Impresa aggiudicataria con un importo pari al valore delle attività, decurtato della franchigia stessa ( ES. nel caso di un intervento il cui costo sia di 500,00 euro, l Amministrazione dovrà corrispondere all Impresa aggiudicataria l importo di 385,00 euro). Per l effettuazione di tali attività l Amministrazione ha facoltà di decidere se avvalersi di soggetti terzi diversi dall Impresa aggiudicataria, ad eccezione degli interventi definiti come indifferibili. Le attività a richiesta sono: Interventi di ripristino e/o manutenzione di importo superiore al valore della franchigia (115,00 euro ad intervento) Interventi relativi ad attività di manutenzione a guasto necessarie al ripristino della normale funzionalità degli impianti, rilevati dalla Società aggiudicataria, in fase di sopralluogo iniziale. Interventi straordinari per emergenze, per guasti o per il ripristino del regolare funzionamento. Le richieste di intervento straordinari per emergenze, per guasti o per il ripristino del regolare funzionamento delle apparecchiature saranno classificate, a seconda della natura, della valorizzazione del corrispettivo e delle motivazioni della richiesta, in : 1. Interventi straordinari di estrema urgenza Si considerano richieste di pronto intervento tutte le richieste fatte per l interruzione del funzionamento di un impianto, che può causare situazioni di rischio per il servizio-biblioteca: richiedono l attivazione delle necessarie risorse, nei giorni feriali e festivi secondo gli orari di apertura delle biblioteche (che saranno prontamente forniti alla Ditta aggiudicataria), entro 3 ore. Tale servizio sarà compensato con: un diritto di chiamata forfettario pari a 85, Interventi straordinari urgenti Richieste urgenti che, se non soddisfatte in breve tempo, determinano le condizioni di cui sopra: richiedono l attivazione delle necessarie risorse entro 3 giorni lavorativi; 3. Interventi complessi da programmare Richieste che per la loro complessità richiedono tempi ragionevoli di approvvigionamento di materiali ed organizzazione delle lavorazioni: da programmare nel Piano Interventi; 6

7 Art. 5.B SISTEMI RILEVAZIONE FUMI indicati nell Allegato B Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione Il servizio, è volto a garantire la piena efficienza di tutti gli impianti antincendio (impianti di rilevazione fumi, pulsanti di allarme-impianto antincendio, sirene-sistema di allertamento, impianti di illuminazione di sicurezza, porte tagliafuoco, maniglioni antipanico e relativi accessori) installati presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale, indicati nell Allegato B. Nello svolgimento di tale attività l Impresa aggiudicataria deve attenersi a quanto previsto dalla normativa vigente, verificando e rispettando le eventuali norme regolamentari di emanazione locale inerenti la materia. Art. 5.B.1 Manutenzione ordinaria, programmata e periodica: Descrizione, Periodicità e Documentazione degli interventi L impresa aggiudicataria si impegna ad eseguire gli interventi di manutenzione ordinaria per le apparecchiature identificate in Allegato B con la seguente periodicità: n. 3 interventi annui programmati da svolgersi ad intervalli regolari, escluso il mese di agosto, in date concordate con l Amministrazione, con un preavviso di 48 ore, durante il normale orario di lavoro. Il servizio comprende le seguenti attività: Attività di Manutenzione preventiva e programmata L attività di manutenzione preventiva e programmata degli Impianti antincendio è volta a garantire la piena disponibilità ed efficienza di tutti gli impianti e la predizione temporale degli eventuali interventi di ripristino/sostituzione che dovessero rendersi necessari. Per tale tipo di servizio non è prevista alcuna franchigia. Sono esclusi i soli interventi riguardanti nuove installazioni e/o modifiche impiantistiche dell esistente. La Società aggiudicataria, relativamente alle apparecchiature identificate in Allegato B, è tenuta a tutte le verifiche e controlli di manutenzione preventiva, necessari al mantenimento e al funzionamento ottimale degli impianti oggetto del presente contratto, anche se non elencate nel presente articolo. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si riporta un elenco di verifiche e controlli che dovranno essere effettuati almeno con cadenza quadrimestrale (con riferimento a tutti gli insiemi impiantistici e relativi componenti): 1. verifica della corretta alimentazione di rete 2. verifica della corretta alimentazione delle apparecchiature in campo 3. verifica ed eventuale pulizia impianti di rilevazione fumi e rivelatori 4. verifica e manutenzione pulsanti di allarme-impianto antincendio 5. verifica sirene-sistema di allertamento 6. verifica impianti illuminazione di sicurezza 7. verifica e manutenzione gruppo elettrogeno-motori e comandi 8. controllo efficienza e manutenzione porte tagliafuoco (molle,cerniere, maniglioni antipanico, sistemi di auto chiusura) Tenuta e aggiornamento del Registro antincendio: La Società aggiudicataria è delegata, come richiesto dal DPR 37/1998, alla compilazione e aggiornamento del Registro antincendio nei siti in cui sono presenti attività soggette al controllo del VV.F. nel Registro devono essere riportati: dati identificativi dell impianto (matricola e descrizione), dati di manutenzione (data, tipo di intervento, descrizione dell intervento), documentazione consegnata (codice documento, descrizione documento, data documento) Art. 5.B. 2 Attività a richiesta e interventi straordinari: Descrizione degli interventi Tutte le attività a richiesta, (compresi interventi straordinari per emergenze, per guasti o per il ripristino del regolare funzionamento), saranno gestite attraverso Preventivi, predisposti dall Impresa aggiudicataria e, qualora l Amministrazione decida di far eseguire l intervento all Impresa aggiudicataria, accettati dall Istituzione attraverso Ordini di Lavoro. Per il calcolo dell importo degli interventi dovrà farsi riferimento ai listini e ai corrispettivi della manodopera applicando la tariffa dei prezzi di Roma Capitale, edizione 2012, al netto dei ribassi offerti in sede di gara. Per questi interventi la Società aggiudicataria provvederà a singole rendicontazioni complete di contabilizzazioni. Le eventuali sostituzioni di parti o riparazioni di strumenti verranno fatturate a prezzo corrente di listino Per l effettuazione di tali attività l Amministrazione ha facoltà di decidere se avvalersi di soggetti terzi diversi dall Impresa aggiudicataria, ad eccezione degli interventi definiti come indifferibili. Le attività a richiesta sono: Interventi di sostituzione di apparecchiature complete in caso di guasto non riparabile, non imputabile a cattiva o mancata manutenzione da parte della Società aggiudicataria. Interventi relativi ad attività di manutenzione e guasto necessarie al ripristino della normale funzionalità degli impianti, rilevati dalla Società aggiudicataria, in fase di sopralluogo iniziale. Eventuali materiali, ricambi e/o ore uomo escluse dalla convenzione ed accuratamente valorizzate; 7

8 Art. 5.C SISTEMI VIDEOSORVEGLIANZA indicati nell Allegato C Descrizione e modalità di espletamento servizio di manutenzione Il servizio è volto a garantire la piena efficienza di tutti gli impianti do videosorveglianza (telecamere TVCC con sistema di registrazione delle immagini, unità DVR, schede per videosorveglianza, monitor per videosorveglianza) installati presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale, indicati nell Allegato C. Nello svolgimento di tale attività l Impresa aggiudicataria deve attenersi a quanto previsto dalla normativa vigente, verificando e rispettando le eventuali norme regolamentari di emanazione locale inerenti la materia. Art. 5.C.1 Manutenzione ordinaria, programmata e periodica: Descrizione, Periodicità e Documentazione degli interventi L impresa aggiudicataria si impegna ad eseguire gli interventi di manutenzione ordinaria per le apparecchiature identificate in Allegato C con la seguente periodicità: n. 3 interventi annui programmati da svolgersi ad intervalli regolari, escluso il mese di agosto, in date concordate con l Amministrazione, con un preavviso di 48 ore, durante il normale orario di lavoro. Il servizio comprende le seguenti attività: Attività di Manutenzione preventiva e programmata L attività di manutenzione preventiva e programmata degli Impianti videosorveglianza è volta a garantire la piena disponibilità ed efficienza di tutti gli impianti e la predizione temporale degli eventuali interventi di ripristino/sostituzione che dovessero rendersi necessari. Per tale tipo di servizio non è prevista alcuna franchigia. Sono esclusi i soli interventi riguardanti nuove installazioni e/o modifiche impiantistiche dell esistente. La Società aggiudicataria, relativamente alle apparecchiature identificate in Allegato C, è tenuta a tutte le verifiche e controlli di manutenzione preventiva, necessari al mantenimento e al funzionamento ottimale degli impianti oggetto del presente contratto, anche se non elencate nel presente articolo. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si riporta un elenco di verifiche e controlli che dovranno essere effettuati almeno con cadenza quadrimestrale (con riferimento a tutti gli insiemi impiantistici e relativi componenti): 1. verifica della corretta alimentazione di rete 2. verifica della corretta alimentazione delle apparecchiature in campo 3. verifica funzionalità monitor 4. verifica funzionalità ed eventuale pulizia e controllo telecamere 5. verifica funzionalità unità DVR e schede per videosorveglianza Art. 5.B. 2 Attività a richiesta e interventi straordinari: Descrizione degli interventi Tutte le attività a richiesta, (compresi interventi straordinari per emergenze, per guasti o per il ripristino del regolare funzionamento), saranno gestite attraverso Preventivi, predisposti dall Impresa aggiudicataria e, qualora l Amministrazione decida di far eseguire l intervento all Impresa aggiudicataria, accettati dall Istituzione attraverso Ordini di Lavoro. Per il calcolo dell importo degli interventi dovrà farsi riferimento ai listini e ai corrispettivi della manodopera applicando la tariffa dei prezzi di Roma Capitale, edizione 2012, al netto dei ribassi offerti in sede di gara. Per questi interventi la Società aggiudicataria provvederà a singole rendicontazioni complete di contabilizzazioni. Le eventuali sostituzioni di parti o riparazioni di strumenti verranno fatturate a prezzo corrente di listino. Per l effettuazione di tali attività l Amministrazione ha facoltà di decidere se avvalersi di soggetti terzi diversi dall Impresa aggiudicataria, ad eccezione degli interventi definiti come indifferibili. Le attività a richiesta sono: Interventi di sostituzione di apparecchiature complete in caso di guasto non riparabile, non imputabile a cattiva o mancata manutenzione da parte della Società aggiudicataria. Interventi relativi ad attività di manutenzione e guasto necessarie al ripristino della normale funzionalità degli impianti, rilevati dalla Società aggiudicataria, in fase di sopralluogo iniziale. Eventuali materiali, ricambi e/o ore uomo escluse dalla convenzione ed accuratamente valorizzate; Art. 5. C Servizio di Reperibilità per eventuali emergenze Si intende per reperibilità un servizio che la Società aggiudicataria dovrà erogare, relativamente al servizio di manutenzione attivato. Tale servizio prevede l intervento, su espressa chiamata da parte di un rappresentante abilitato dell Amministrazione, al di fuori dell orario di apertura delle Biblioteche (cioè dell orario concordato all atto della stesura del Piano Dettagliato degli Interventi). Per l erogazione di tale servizio la Società aggiudicataria dovrà rendere attivo un numero di telefono cellulare 8

9 presidiato e dovrà garantire la propria reperibilità tutti i giorni, feriali e festivi, h 24. In sede di offerta si dovrà tenere conto dell obbligo di reperibilità in quanto compensato dalle condizioni economiche offerte. In caso di necessità di intervento diretto in loco, l intervento sarà eseguito entro e non oltre 2 ore (centoventi minuti) dal ricevimento della chiamata. Tale intervento sarà compensato con un diritto di chiamata forfettario pari a 85,00 a prescindere dal luogo, dall orario e dal giorno in cui eventualmente fosse fatta la chiamata ed in cui venisse richiesto l intervento. Si segnala che gli oneri relativi alle attività che verranno effettivamente erogate a seguito dell intervento verranno remunerati applicando la tariffa dei prezzi di Roma Capitale, edizione 2012 al netto dei ribassi offerti in sede di gara, senza l applicazione della franchigia. Per questi interventi la Società aggiudicataria provvederà a singole rendicontazioni complete di contabilizzazioni. Art. 6 Programmazione degli interventi di manutenzione ordinaria e periodica dei Sistemi Antintrusione, dei Sistemi rilevazione Fumi e Sistemi di Videosorveglianza. L impresa aggiudicataria si impegna ad eseguire gli interventi di manutenzione ordinaria di cui ai precedenti art. 5.A, 5.B e 5.C con la predisposizione di mezzi e risorse proprie, al fine di attuare i servizi in modo tempestivo e coordinato, e tenendo altresì conto delle esigenze operative e di natura logistico tecnica delle attività. La programmazione degli interventi, attuata tramite un Piano dettagliato degli Interventi, redatto a cura della impresa aggiudicataria, sarà concordata con l Amministrazione al fine di produrre un Piano operativamente concordato e per il quale siano state preventivamente svolte tutte le attività non specificatamente tecniche (quali preavviso ai servizi interessati, accordo sulle date degli interventi ecc.) e propedeutiche alla buona riuscita delle attività programmate. L impresa aggiudicataria si impegna a comunicare all Amministrazione i propri recapiti in modo che l Amministrazione possa accedere a ciascuno dei canali di comunicazione predisposti: un numero telefonico mobile dedicato; un indirizzo di posta elettronica; un numero fax; un accesso tramite Web; Art. 7 - Penali L Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di applicare, nei confronti dell'impresa aggiudicataria, una penale pari a 100,00 (cento) Euro, in caso di irregolarità e inadempienze riscontrate dall Amministrazione nel corso dello svolgimento del contratto e contestate dalla stessa per iscritto. La penale di cui sopra sarà quantificata nel seguente modo: (numero inadempienze riscontrate) x Euro 100,00 (cento) = penale complessiva L'importo della penale sarà trattenuto in sede di liquidazione delle fatture. Art. 8 Modalità di pagamento. Il canone sarà corrisposto in tre rate annue quadrimestrali posticipate, decurtate del ribasso presentato dall aggiudicataria dei lavori, oltre IVA di legge, per i servizi effettivamente eseguiti e riportati sullo stato di avanzamento lavori. Alla liquidazione si provvederà previa presentazione di fatture, redatte a norma di legge, vistate dai competenti uffici dell Istituzione. Le fatture, comprensive di IVA, dovranno essere intestate a: Roma Capitale - Istituzione Biblioteche Centri Culturali Via Zanardelli, n Roma P. IVA Riferimento : Manutenzione ordinaria, programmata e periodica Sistemi Antintrusione, Sistemi rilevazione Fumi e Sistemi di Videosorveglianza, da eseguirsi presso le sedi dell Istituzione Biblioteche di Roma Capitale. Art. 9 Aggiudicazione L aggiudicazione dell appalto sarà effettuata unicamente al prezzo più basso determinato dall applicazione del ribasso percentuale unico offerto, ai sensi dell articolo 82 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n

10 Art. 10 Cauzione definitiva L Impresa che risulterà aggiudicataria, a garanzia degli obblighi contrattuali, dovrà versare un deposito cauzionale definitivo, secondo le condizioni di cui all art.113 del Decreto Legislativo n.163 del 12 aprile 2006 nelle forme ammesse dalla legge. Art. 11- Adeguamento prezzi Il corrispettivo si intende immodificabile per l intera durata del presente contratto. Art. 12 Obblighi del fornitore La Società aggiudicataria si impegna ad espletare le attività dettagliate nel presente capitolato. Sono a totale carico della Società aggiudicataria i materiali e le attrezzature occorrenti per l esecuzione dei lavori. La Società aggiudicataria si impegna ed espletare tutte le prestazioni in modo ineccepibile con idoneo personale, sotto la propria ed esclusiva responsabilità in conformità alle vigenti disposizioni di legge, regolamenti e norme contrattuali in materia. Dichiara a tal fine di esonerare totalmente l Amministrazione da ogni responsabilità civile e penale diretta o indiretta, e di ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di lavoro ed assicurazioni sociali, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. La Società aggiudicataria assume in proprio ogni responsabilità in caso di infortuni e/o danni arrecati a persone o a cose sia dell Amministrazione che di terzi, in dipendenza di manchevolezza o di trascuratezza nell esecuzione delle prestazioni. In relazione a ciò si impegna a stipulare polizze a copertura dei rischi per infortuni e di responsabilità civile. L Impresa aggiudicataria sarà obbligata ad applicare, nei confronti dei propri dipendenti occupati nelle attività contrattuali, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi ed integrativi di lavoro. L Istituzione potrà in qualsiasi momento chiedere alla ditta aggiudicataria copia dei contratti applicati ai dipendenti, copia delle polizze assicurative e di tutti gli altri obblighi previsti dal presente capitolato. Qualora la certificazione non appaia in regola con la normativa vigente e con gli obblighi contrattuali, l Istituzione potrà immediatamente risolvere il contratto con danni a carico dell aggiudicatario. Art.13 Obblighi di riservatezza Tutti i documenti prodotti dall appaltatore saranno di proprietà dell Istituzione. Le parti si impegnano reciprocamente a scambiarsi tutte le informazioni necessarie ed utili alla corretta esecuzione del presente Capitolato. L impresa da parte sua si impegna ad adottare tutte le misure atte a garantire un adeguata tutela dei dati e dalle informazioni ricevute dall Istituzione assicurando la necessaria riservatezza circa il loro contenuto ed in particolare a: non cedere, consegnare, rendere disponibile a qualsiasi titolo o comunque comunicare/divulgare per qualsiasi motivo ed in qualsiasi momento il contenuto di tali informazioni a terzi senza l Autorizzazione scritta dell Istituzione; limitare al proprio personale strettamente indispensabile la conoscenza o l accesso al contenuto delle informazioni fornite dall Istituzione, rendendolo individualmente e previamente edotto degli obblighi di riservatezza previsti dal Capitolato; non cedere, riprodurre o consegnare, anche provvisoriamente, ad alcuno le chiavi di pertinenza dell Istituzione od i codici degli allarmi di cui verrà in possesso nel corso dei lavori. Art. 14 Divieto di cessione del contratto E' vietato all'impresa aggiudicataria,sotto pena di immediata risoluzione del contratto per sua colpa esclusiva nonché di risarcimento di ogni danno e spesa a favore dell Istituzione, cedere a terzi, in tutto o in parte, il contratto medesimo ai sensi dell art.1456 C.C.. E' altresì vietato cedere in tutto o in parte i crediti derivanti dall'avvenuta esecuzione del contratto, senza l'espressa autorizzazione dell'istituzione. Art. 15 Risoluzione del contratto Ai sensi dell art C.C. il contratto sarà risolto di diritto, su dichiarazione dell Amministrazione, ferma ed impregiudicata l eventuale richiesta di risarcimento per il danno subito, nei seguenti casi: 1. situazioni di fallimento, liquidazione, cessione di attività, concordato preventivo ed equivalenti a carico dell appaltatore; 2. cessione del contratto a terzi o subappalto non autorizzato dall Amministrazione; 3. inosservanza delle norme di legge relative al personale dipendente e mancata applicazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro e integrativi locali; 4. frode o grave negligenza dell Appaltatore nell adempimento degli obblighi contrattuali; 10

11 5. per comportamenti tenuti dal personale dell Appaltatore di gravità tale da sconsigliare la continuazione del rapporto contrattuale; 6. sospensione ingiustificata del servizio. 7. reiterate inosservanze e comunque a seguito due richiami scritti dell Amministrazione Nei casi succitati l Istituzione si rivarrà per il risarcimento dei danni e delle spese derivanti sul deposito cauzionale costituito a garanzia delle prestazioni contrattuali, fatta salva la richiesta di risarcimento dell eventuale ulteriore danno. Art. 16 Informativa ai sensi del D.Lgs. n 196/2003 L Istituzione informa che i dati forniti dai concorrenti, obbligatori per le finalità connesse alla gara d appalto e per l eventuale successiva stipula del contratto, saranno trattati conformemente alle disposizione del D.Lgs. 196/2003 e saranno comunicati a terzi solo per motivi inerenti la stipula e la gestione del contratto. Art.17 Spese contrattuali Sono a carico dell aggiudicatario tutte le spese relative al contratto, secondo le norme vigenti (marche da bollo, diritti di segreteria, imposta di registro) Art. 18 Riferimento normativo Per quanto non previsto nel presente capitolato si fa riferimento al Codice Civile, al Capitolato Generale d Appalto del Comune di Roma (deliberazione n del 17 novembre 1983 e successivi aggiornamenti), al Regolamento sull Amministrazione del patrimonio e sulla contabilità generale dello Stato, al Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n 163 e s.m.i., nonché ad ogni altra norma di carattere generale in quanto compatibile. Art Foro Competente Tutte le controversie o vertenze inerenti l interpretazione delle clausole e l esecuzione del contratto saranno decise dal Foro di Roma. E escluso il ricorso all arbitrato. Il Direttore ISBCC Dott. Alessandro Massimo Voglino 11

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET

ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET ACCORDO DI LICENZA GRATUITA PER L'UTILIZZO DI SISTEMA GESTIONALE E/O APPLICAZIONE SMARTPHONE/TABLET Il presente Accordo è posto in essere tra: Maiora Labs S.r.l. ( Maiora ), in persona del legale rappresentante

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE

Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA. Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE Codice Disciplinare - Roma Multiservizi SpA Roma Multiservizi SpA CODICE DISCIPLINARE C.C.N.L. per il personale dipendente da imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / multi servizi. Ai

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Statale Villanova d Asti (AT) Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MESSO A DISPOSIZONE DEI DIPENDENTI PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI D UFFICIO () Approvato con deliberazione del Consiglio di Istituto

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. CAMPO DI APPLICAZIONE 1.1 Le presenti Condizioni Generali di Acquisto ("GPC") si applicano all acquisto di materiali, articoli, prodotti, componenti, software ed i relativi

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e

Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale. Tra le parti. cognome; luogo e data di nascita; domicilio e Contratto di locazione a uso commerciale, industriale, artigianale Tra le parti (per le persone fisiche, riportare: nome e cognome; luogo e data di nascita; domicilio e codice fiscale. Per le persone

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa)

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA DIVISIONE COLORI (Visa Colori spa) 1) Definizioni 1.1 Ai fini delle presenti condizioni generali di vendita (di seguito denominate Condizioni di Vendita ), i seguenti termini

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2)

LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) LOCAZIONE ABITATIVA PER STUDENTI UNIVERSITARI TIPO DI CONTRATTO (Legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 2) Il/La sig./soc. (1) di seguito denominato/a locatore (assistito/a da (2) in persona

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport

Regione Autonoma della Sardegna. Direzione Generale dei Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport Servizio Spettacolo, Sport, Editoria e Inform azione GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI ATTIV ITA E SERV IZ I PER LA SARDEGNA FILM COMMISSION CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Regione Autonoma della

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI PECETTO TORINESE CAP 10020 - PROVINCIA DI TORINO Sede Municipale di via Umberto I n.3 Tel. 0118609218/9- Fax 0118609073 e mail:info@comune.pecetto.to.it Partita IVA 02085860019 - C.F. 90002610013

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 25/E QUESITO RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa Roma, 6 marzo 2015 OGGETTO: Consulenza giuridica - Centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese Fornitura di beni significativi nell

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni

Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di indennizzi applicabili nella definizione delle controversie tra utenti ed operatori Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente regolamento s intendono per: a) "Autorità",

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DIPARTIMENTO DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIREZIONE GENERALE DEL RISORSE MATERIALI DEI BENI E DEI SERVIZI CAPITOLATO TECNICO Servizio di pulizia, di facchinaggio interno

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi

Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi COSTRUZIONI Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello Mauro Cappello GEOCENTRO/magazine pubblica, di Mauro Cappello, Ingegnere e Ispettore Verificatore

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento

Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Dati dell'azienda intestataria della SIM Card PosteMobile Modulo di richiesta Migrazione da Ricaricabile ad Abbonamento Ragione Sociale P.IVA Codice Fiscale Sede Legale: Indirizzo N civico Provincia Cap

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR)

COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) COMUNE DI ORBETELLO PROVINCIA DI GROSSETO Piazza del Plebiscito, 1 58015 Orbetello (GR) Tel. 0564 861111 Fax 0564 860648 C.F. 82001470531 P.I. 00105110530 DETERMINAZIONE N 722 DEL 27/10/2011 U.O. Politiche

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture

Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture 1 di 9 Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture Determinazione n.3/2008 Del 5 marzo 2008 Sicurezza nell esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture. Predisposizione

Dettagli

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete

Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete Condizioni generali di BKW Energie SA per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con libero accesso alla rete CG di BKW I per la fornitura di energia elettrica a consumatori finali con

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli