MANUALE ISTRUZIONE CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO E INSTALLAZIONE INSTRUCTIONS MANUAL OPERATION FEATURES AND INSTALLATION

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE ISTRUZIONE CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO E INSTALLAZIONE INSTRUCTIONS MANUAL OPERATION FEATURES AND INSTALLATION"

Transcript

1 CITOFONIA VIDEOCITOFONIA TVCC TELEFONIA MANUALE ISTRUZIONE CARATTERISTICHE DI FUNZIONAMENTO E INSTALLAZIONE INSTRUCTIONS MANUAL OPERATION FEATURES AND INSTALLATION MONITOR MV-MVC1000 / MV-MVC3000 CITOFONIA VIDEOCITOFONIA TVCC TELEFONIA Bitronvideo adotta una politica di continuo sviluppo. Bitronvideo si riserva il diritto di effettuare modifiche e miglioramenti a qualsiasi prodotto descritto nel presente documento senza preavviso. Bitronvideo operates a policy of continuous development. Bitronvideo reserves the right to make changes and improvements to any of the products described in this document without prior notice. BITRON VIDEO s.r.l. Via Torino 21/B PIANEZZA (Torino) Italy Tel (r.a.) - Fax Cod

2 Fig. 1 MV3000 MVC3000 D B C Ponticelli configurazione Fig. 5a MV1000 MVC1000 H = mt 1,48 1,52 Pavimento finito Floor Fig. 1a H = mt 1,48 1,52 Pavimento finito Floor A P T 1 3 A B C E Q2 Q1 Q P: Ingresso pulsante suoneria al piano T: Uscita per i servizi ausiliari, alimentatore Din-Don al piano (solo MV-MVC3000) o ingresso Trigger senza attivazione suoneria (tutti). 1: Massa di sistema 3: Positivo alimentazione monitor A: Ingresso video negativo B: Ingresso video positivo C: Ingresso fonia, chiamata, apriporta E: Autoaccensione monitor Q2: Contatto libero NA 24V 0,5A, riferito verso Q Q1: Contatto libero NA 24V 0,5A, riferito verso Q Fig. 2 Q: Riferimento comune contatti Q1 e Q Fig. 5 Ponticello configurazione Fig. 5b 1 Fig 3 Fig. 4 Fig. 4a

3 Italiano MONITOR MV1000-MVC1000 / MV MVC3000 Complimenti per aver acquistato il monitor MV1000 MVC1000 / MV MVC3000, frutto della quarantennale esperienza di Bitronvideo S.r.l. nel campo della citofonia e videocitofonia. I modelli dei monitors, MV1000 (AV5002) MVC1000 (AV5010) / MV3000 (AV6000) - MVC3000 (AV6018), incorporano tutta l elettronica necessaria per il funzionamento. Non sono richieste parti ausiliarie del monitor per la messa in funzione. Sono utilizzabili negli impianti video a 5 fili con chiamata tradizionale, con pulsantiera analogica. Il modello MV3000-MVC3000 incorpora anche il decodificatore BUS. Non necessita quindi della scheda aggiuntiva di decodifica, per il funzionamento in impianti con chiamata digitale di tipo BUS. Caratteristica importante dei due modelli di monitor è la totale compatibilità meccanica con i precedenti modelli MV100 (AN8419) ed MVC100 (AN8401). La compatibilità elettrica con i modelli della serie MV100, si ha pienamente con il monitor MV MVC3000, mentre per quanto riguarda il modello MV1000, si ha una differenza nella funzione della chiamata al piano. Tutto quanto detto precedentemente significa che: è possibile eventualmente sostituire un MV100 con un MV3000, senza necessità di effettuare modifiche al collegamento, o al fissaggio della staffa. La stessa operazione NON può essere effettuata con un monitor MV1000 se si e in presenza di un impianto dotato della chiamata al piano (In tal caso e necessario aggiungere un alimentatore A3000 o utilizzare un alimentatore A70/IRC). Il monitor opportunamente cablato fornisce i seguenti servizi: Visualizzazione immagine B/N su CRT 4 a visione diretta su MV1000 e MV3000. Visualizzazione a colori su monitor TFT 4 esclusivamente sul modello MVC1000.e MVC3000 Visualizzazione, tramite il LED posto sopra il tasto AP, dell avvenuta accensione del monitor (Solo su MV-MVC3000). Volume della suoneria elettronica regolabile in 3 passi. Nei modelli MV3000 ed MVC3000 le suonerie, della chiamata da posto esterno ed al piano, sono differenziate e di tipo elettronico. Nel modello MV1000 MVC1000, la suoneria è la nota generata dal posto esterno, mentre per la chiamata al piano è richiesto un generatore di chiamata esterno. ( Es.: A70/IRC AV7362 A3000 AV1142). Nei modelli MV3000 ed MVC3000, l utilizzo in impianti BUS senza ulteriore aggiunta di componenti esterni. Tasto di apertura porta. Tasto di autoaccensione del monitor e del gruppo video. Due tasti ausiliari per il comando di dispositivi esterni quali luci scale, e cancello elettrico. (vedere schemi impianto). Regolazione del contrasto e luminosità nel caso del BIANCO/NERO. Regolazione saturazione colore e luce nel caso del COLORE. Segreto di conversazione escludibile mediante programmazione del ponticello posto sul retro. Connessione tramite morsettiera estraibile a 11 poli (tipologia a carrello). CONTENUTO DELLA CONFEZIONE La confezione contiene: 1 Monitor MV1000 MVC1000 / MV MVC3000 completo di morsettiera estraibile. 1 Staffa per aggancio al muro. 4 Tasselli per muro con viti. 1 Manuale istruzioni. CARATTERISTICHE TECNICHE Tensione di alimentazione: 17 21Vcc Corrente massima assorbita: 500 ma Segnale video (morsetti A e B): 1,5 Vpp bilanciato su 75 Ω (A neg. B pos.) Schermo : 4 B/N fosforo P45 bianco o 4 LCD Colori TFT Chiamata esterna: Elettronica con volume regolabile, DIN DON DAN su MV3000 Chiamata al piano: Elettronica con volume regolabile, DIN DON su MV3000 Audio: 1+n con segreto di conversazione escludibile Ingresso Q-Q1 e Q-Q2: 24V CA/CC 0,5A Temperatura di funzionamento: - 5 C +50 C Temperatura di immagazzinamento: - 10 C +60 C INSTALLAZIONE Fissare la staffa al muro, facendo coincidere la luce centrale della staffa con l eventuale scatola incasso precedentemente murata, o con l uscita del cavo dal muro. L altezza consigliata e da 1,48 a 1,52 metri dal pavimento finito (fig. 1a). Realizzare le connessioni indicate nello schema di collegamento utilizzando l apposita morsettiera estraibile. (vedi fig. 3) Eventualmente configurare il monitor come indicato nel capitolo CONFIGURAZIONE (pag. 5). Inserire la morsettiera ed agganciare il monitor sulla staffa come indicato in fig.4a per rendere maggiormente stabile l aggancio del monitor innestare il piccolo cuneo staccato dalla staffa (fig. 1) come descritto in fig. 4a. Per il corretto funzionamento del monitor collegare i fili secondo gli schemi allegati al gruppo video. Per la disposizione dei ponticelli di programmazione posti sul pannello posteriore, fare riferimento al capitolo CONFIGURAZIONE ( pag. 5). DISPOSIZIONE DELLA MORSETTIERA I monitor MV-MVC1000 e MV-MVC3000 dispongono dei seguenti morsetti (la cui disposizione è indicata in fig. 2 ): P Ingresso pulsante suoneria al piano. T Uscita per i servizi ausiliari, alimentatore Din-Don al piano (solo MV3000 MVC3000) o ingresso per accensione monitor senza attivazione suoneria (tutti). 1 Massa di sistema. 3 Positivo alimentazione monitor. A Ingresso video negativo. B Ingresso video positivo. C ingresso fonia, chiamata e apriporta. E autoaccensione monitor. Q2 Contatto libero NA 24V 0,5A, riferito verso Q. Q1 Contatto libero NA 24V 0,5A, riferito verso Q. Q Riferimento comune contatti Q1 e Q2. NOTA: I fili 1-3-A-B-C devono assolutamente essere collegati per il corretto funzionamento del sistema. Descrizione dei collegamenti ausiliari Tutti i collegamenti descritti in seguito servono per le funzioni ausiliarie del monitor. Il filo P sarà collegato nei seguenti casi: Nel monitor MV1000 MVC1000 per usufruire del servizio di chiamata al piano. In tal caso deve essere collegato un alimentatore ausiliario A3000 o A70/IRC che fornisca la chiamata negativa a tutta la colonna. Nel monitor MV3000 e MVC3000 per la chiamata al piano interna DIN DON. Per questa funzione deve essere collegato un filo, dal morsetto + dell alimentatore A70 al morsetto T ed un pulsante tra il morsetto T ed il morsetto P. Nel monitor MV3000 e MVC3000 per la ripetizione all esterno dell avvenuta chiamata Єbus. Per tutti i dettagli fare riferimento agli schemi allegati e alla documentazione del A70/IRC AV7362 A3000 AV1142. Il filo T sarà collegato nei seguenti casi: Nel monitor MV-MVC3000 nel caso in cui si voglia usufruire dei servizi ausiliari. Nel monitor MV-MVC1000 e nel MV-MVC3000 come ingresso per l accensione ausiliaria del monitor senza attivare la suoneria. Tale funzione e attivata fornendo una tensione di 12V tra T e 1 quando sul morsetto 3 è presente una tensione di +20V. Alimentatore per chiamata al piano (solo MV-MVC3000). Il filo E sarà collegato al modulo video per forzare l accensione del monitor e della telecamera anche in assenza di una chiamata dall esterno. La funzione e ottenuta premendo il tasto contrassegnato dal simbolo sul monitor. I fili Q (comune),q1,q2, saranno collegati nel caso in cui si vogliano utilizzare i contatti normalmente aperti dei tasti. Per esempio per il comando delle luci scale, telecamere, cancelli elettrici ecc CONFIGURAZIONE I monitor della serie MV1000 / MV3000 sono configurati dalla fabbrica per funzionare in sostituzione di un monitor della serie MV100. Pertanto nella maggioranza dei casi, non è necessario effettuare alcuna modifica alla configurazione dei ponticelli od alla struttura dell impianto. Tale discorso non e valido nei seguenti casi: Nel caso di impianti dotati di chiamata digitale ЄBUS, in quanto richiedono un attenta configurazione del codice utente. 3 4

4 Per i monitor MV-MVC1000, in quanto non dispongono della chiamata al piano integrata. Talvolta al fine di sfruttare pienamente tutte le caratteristiche del monitor, può rendersi necessario agire sulla regolazione dei diversi ponticelli di configurazione (fig.5a/5b). La fig. 5 evidenzia i differenti dispositivi di programmazione che vengono descritti di seguito: A. Selezione dell impedenza di ingresso del segnale video L interruttore a slitta indicato con la lettera A in fig. 5, permette di selezionare l impedenza di ingresso del segnale video. Ponendo l interruttore su L sarà selezionata l impedenza bassa (tipicamente 75 ohm) mentre ponendolo su H l impedenza selezionata risulterà elevata( ohm ). Di default tale interruttore è fornito in posizione L. Per modificare la posizione di questo interruttore, ricordare che esso dipende dal tipo di impianto del quale il monitor verrà montato: Su L in impianti con scatola di derivazione al piano SD55 (nel caso di un condominio..) Su L in impianti monofamiliari ( installazione punto a punto). Su H in impianti con più di un monitor e senza scatola di derivazione al piano. Sono impianti definiti entra/esci, dove i fili di collegamento del segnale video devono arrivare direttamente sui morsetti A e B del monitor e ripartire esattamente dai medesimi morsetti verso i monitor successivi. Attenzione in questa configurazione alle resistenze di chiusura. B. Ponticelli di selezione I ponticelli di programmazione sono differenti in funzione del tipo di monitor e sono evidenziati in fig. 5a/5b. Tali programmazioni consentono di: Selezionare il tipo di chiamata al piano accettata dal monitor NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Attivare o meno la ripetizione della chiamata BUS sul morsetto P NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Attivare o meno del segreto di conversazione Selezione della tipologia di impianto (tradizionale o BUS) NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Ponticello 1 Selezione della tipologia di impianto. NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Il Ponticello 1 consente di selezionare la tipologia dell impianto che si desidera realizzare. Con il ponticello 1 posizionato tra 1 e 2 (impostazione di default) il dispositivo funziona (analogamente ad un monitor MV100) in impianti video 5 fili (senza cavo coassiale). Con il ponticello 1 posizionato tra 2 e 3 il dispositivo funziona in modalità BUS. In questa condizione il monitor suonerà solo se, collegato in un impianto BUS dotato di digitalizzatore (TDE3000- AV0086/02E o TDE82 AN9847 o MTE82 AN6314), riceverà un codice di chiamata corrispondente al valore impostato sul DIP-SWITCH (microinterruttore a slitta) indicato in fig.5 con la lettera D. Per la sua programmazione fare riferimento al capitolo riguardante l impostazione del codice di chiamata in impianti BUS. Ponticello 2 Attivazione o meno del segreto di conversazione. Il Ponticello 2 consente di attivare od escludere il segreto di conversazione audio. Con il ponticello 2 posizionato tra 1 e 2 (impostazione di default) il segreto di conversazione è escluso. Sollevando in qualsiasi momento il microtelefono del monitor, sarà possibile conversare con il posto esterno. Con il ponticello 2 posizionato tra 2 e 3 il segreto di conversazione è attivo. Sarà possibile conversare con il posto esterno ed aprire la porta, soltanto dopo la ricezione di una chiamata dall esterno. NOTA: Nel caso in cui si stia montando un impianto con il segreto di conversazione attivo, TUTTI i monitor dovranno avere il ponticello nella stessa posizione (2-3). Ponticello 3 Ripetizione della chiamata ЄBUS NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Il Ponticello 3 consente di inviare la ripetizione della chiamata BUS avvenuta con successo sul morsetto P. Di DEFAULT tale funzione NON e abilitata. Il monitor NON ripeterà alcun segnale sul morsetto P in caso di chiamata. Con il ponticello 3 posizionato tra 1 e 2 (impostazione di default) il sistema NON sarà abilitato per ripetere la chiamata ЄBUS, qualora fosse avvenuta con successo. Con il ponticello 3 posizionato tra 2 e 3 il sistema sarà abilitato per ripetere sul morsetto P la chiamata negativa proveniente dal digitalizzatore TDE. Tale funzione può essere utilizzata per attivare una suoneria supplementare nel caso di chiamata ЄBUS. 5 Ponticello 4 Selezione del tipo di chiamata al piano NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Il Ponticello 4 consente di determinare il tipo di chiamata al piano che il monitor e in grado di riprodurre. Nelle modalità descritte NON sarà possibile regolare il volume della suoneria.di serie tale funzione NON e abilitata in quanto il monitor e dotato di suoneria elettronica interna tritonale DIN DON DAN. ATTENZIONE:Nelle modalità seguenti il monitor potrebbe riprodurre anche il DIN DON DAN. Con il ponticello 4 posizionato tra 1 e 2 il sistema sarà abilitato per riprodurre anche la chiamata bitonale proveniente dal posto esterno al morsetto C del monitor. Con il ponticello 4 posizionato tra 2 e 3 il sistema sarà abilitato per riprodurre la chiamata proveniente dal morsetto P.Tale chiamata deve essere negativa rispetto al morsetto 1. (Per esempio la chiamata dell alimentatore A3000 o A70/IRC) La posizione di DEFAULT e con il ponticello infilato solo sul contatto centrale di 4. C. Regolazione dell aplificazione del segnale video Il trimmer indicato con la lettera C in fig. 5 permette aumentare il guadagno dell amplificatore video in modo da recuperare eventuali attenuazioni del segnale video lungo la linea di trasmissione. Tale trimmer è regolato di default per il valore ottimale e pertanto non deve essere regolato ulteriormente se non in situazioni di linea estremamente lunga (superiore a 200 m) e dove si verifichi un sostanziale impoverimento della qualità dell immagine. Talvolta con il monitor MVC3000, tale trimmer può rivelarsi di notevole utilità in impianti a colori dove a causa delle lunge distanze si stia ricevendo l immagine in bianco e nero. D. Impostazione del codice di chiamata in impianti BUS NON PRESENTE SU MV-MVC1000 Il dip-switch indicato con la lettera D in fig. 5 permette di assegnare il codice di chiamata a ciascun utente La programmazione del codice di ciascun monitor, può essere effettuata in modo estremamente semplice impostando opportunamente il suddetto DIP SWICTH. L operazione può essere effettuata da una sola persona, direttamente all interno dei vari appartamenti. Per programmare, procedere nel modo seguente: Annotarsi su un foglio di carta (oppure utilizzare quello che si trova stampato in fondo al libretto del modulo digitalizzatore), il valore numerico del tasto di chiamata corrispondente a ciascun utente. Impostare ciascun monitor assegnandogli il valore del tasto corrispondente. Per fare ciò occorre settare opportunamente, eventualmente con l ausilio di un cacciavite piccolo a taglio, gli appositi Switch di programmazione. Per determinare come posizionare gli interruttori del DIP SWITCH di programmazione, è opportuno ricordare che: Ciascun interruttore assume un valore diverso a seconda dalla propria posizione, cosi come indicato nella tabella seguente. Posizione Valore decimale Per costruire un qualsiasi codice occorrerà spostare in posizione OFF gli interruttori la cui somma dei valori da il codice voluto lasciando su ON quelli non interessati. NOTA: Gli eventuali numeri presenti sul Dip-Switch indicano la posizione e non il valore decimale Esempio di programmazione codici A titolo di esempio, illustriamo l ipotesi di voler programmare un utente con codice 13: Il codice 13 si ottiene sommando i valori 1, 4 e 8. Per impostarlo sul dip switch, occorrerà spostare in Posizione OFF, gli interruttori corrispondenti. Come risulta dalla precedente tabella, sono da spostare rispettivamente il primo il terzo e il quarto interruttore. Gli altri interruttori, non interessati, DEVONO essere lasciati in Posizione ON. 6

5 Esempio di codifica del codice 13 pari a = 13 ON Nel caso in cui due monitors siano stati programmati con lo stesso codice, entrambe suoneranno nel momento in cui vengono chiamati dal digitalizzatore (es.tde3000, TDE82) Nel caso in cui si voglia collegare più di due monitors con lo stesso codice, bisognerà fare riferimento al manuale del digitalizzatore (TDE3000), ove sono descritte le installazioni particolari e le eventuali limitazioni. COMANDI E REGOLAZIONI [ Ved. Fig.6 ] Di seguito si descrivono i comandi e le regolazioni effettuabili sul monitor, presenti in tutte le versioni. 1) TASTO APRIPORTA Premendo il tasto si ha l apertura della porta. Nel caso in cui vi sia il segreto di conversazione attivo il monitor per poter comandare l apertura della porta deve aver ricevuto una chiamata. 2) TASTO AUTOACCENSIONE Premendo il tasto si ha l autoaccensione del monitor (Nell impianto deve essere collegato il filo E). 3) TASTI LIBERI (2) Se opportunamente collegati, servono per attivare altri dispositivi, come luci scala, cancelli elettrici, telecamere ausiliarie, ecc. Bisogna tenere presente che i due tasti hanno un polo comune, il morsetto Q. 4) REGOLAZIONE CONTRASTO Serve a regolare il contrasto dell immagine, o la saturazione del colore nel modello MVC3000 5) REGOLAZIONE LUMINOSITA Regola la luminosità media dell immagine 6) REGOLAZIONE VOLUME SUONERIA Permette tre livelli sonori della suoneria ( alto - medio - basso ) 7) LEVA GANCIO Viene attivata in modo automatico, sollevando e riagganciando il microtelefono, attiva e disattiva la fonia NOTA: la funzione di autoaccensione in abbinamento alla pulsantiera DOMULAR 3000 è possibile soltanto se non vi è già un altro monitor acceso. MANUTENZIONE Non immagazzinarlo in posti caldi o freddi. Temperature estreme ( calde o fredde ) possono accorciare la vita dei dispositivi elettronici e possono anche distorcere o sciogliere alcune plastiche o possono causare mal funzionamenti. Attenzione teme il gelo. Non usare o immagazzinare in luoghi troppo sporchi o polverosi. L elettronica potrebbe essere danneggiata. Le parti mobili si consumerebbero prematuramente. Se cade potrebbe non funzionare. I circuiti stampati potrebbero rompersi e le plastiche esterne non sopravvivere all impatto. Non usare solventi chimici o prodotti aggressivi per pulirlo. Sarà sufficiente passarvi, di tanto in tanto, un panno inumidito. Evitare di strofinare con forza per non rigare le superfici. OFF VALORI dei DipSwitches RICERCA E SOLUZIONE DEI PROBLEMI Questo capitolo serve ad una diagnosi degli eventuali problemi elettrici o meccanici riscontrabili in un installazione tipica, cioè in un installazione con un posto esterno singolo, un alimentatore tipo A70 ed uno o più monitor in colonna. Prima di pensare ad un guasto, controllate quanto segue: Problema Possibile Causa Soluzione Il monitor non si accende Mal posizionamento dei fili installati Controllare la loro funzione nell impianto. nella morsettiera. Il monitor presenta i colori sbiaditi (MVC) o con effetto neve (MV) Mal posizionamento dei ponticelli di configurazione. Mancanza del collegamento di uno dei fili A o B Distanza troppo elevata tra posto esterno e monitor Posizionamento non corretto del selettore L / H presente sul retro del monitor. Il monitor non presenta Mancanza del collegamento dei alcuna immagine segnali video Il monitor presenta un Inversione dei fili A e B immagine distorta con una dominate NERA Il monitor presenta Errata regolazione del l immagine sgranata e o potenziometro posteriore in fig.5c. leggermente distorta. MV-MVC3000: In impianti Errato posizionamento dei micro BUS il monitor non suona e switch non si accende In impianti tradizionali: Il Collegamento errato oppure Errata monitor non suona e non si posizione del ponticello 1 accende In impianti tradizionali: Non Funzione del segreto di è presente la fonia e non e conversazione attiva possibile aprire la porta. MV-MVC1000: disturbo Disturbi captati sull impianto sulla fonia durante la chiamata al piano di un'altra utenza. In condizioni normali di Disturbi captati sull impianto ascolto si avverte un disturbo sulla fonia Non si apre la porta premendo l apposito tasto sul monitor Non si accende il monitor premendo il tasto di autoaccensione Fili dell impianto di sezione non appropriata Problemi sul tasto apriporta del monitor Una chiamata attiva nell impianto. Mancanza del collegamento del filo E del monitor. Controllare che i ponticelli siano posizionati in configurazione di DEFAULT. Controllare mediante tester che: 1)Il segnale di chiamata sia presente sul filo C della morsettiera, posizionando i puntali tra i morsetti C ed 1 e verificare che durante la chiamata sia presente una tensione negativa rispetto al morsetto 1 di circa 8 Volt. 2) L alimentazione del monitor sia presente tra i fili 1 e 3 della morsettiera, posizionando i puntali tra i morsetti 1 e 3 controllando che dopo la chiamata sia presente una tensione positiva di circa 17/20 Volt. Controllare il collegamento ed eventualmente perfezionarlo. Nel caso in cui non vi sia un miglioramento controllare i cavi dell impianto. Regolare il potenziometro di fig.5c fino ad ottenere un immagine soddisfacente o con i colori nitidi. Nel caso in qui il difetto perduri utilizzare l amplificatore video AMV3000- codice AV3007. Nel caso di impianti con distributore video SD55 il selettore deve essere messo su L Nel caso di Impianti entra-esci deve essere posizionato su H Collegare i fili A e B in morsettiera Collegare correttamente i fili A e B del monitor. Regolare in senso antiorario il potenziometro di fig.5c mediante un cacciavite a taglio per diminuire l effetto. Controllare il posizionamento del ponticello 1, Verificare i codici di chiamata e posizionarli in modo corretto. Controllare i fili dell impianto e la posizione del ponticello 1 (tra 1 e 2) Nel caso di impianti dotati di segreto di conversazione è normale, in altri casi controllare la posizione del ponticello 2 (tra 1 e 2). La chiamata al piano può generare dei disturbi sulla fonia. Separare il più possibile il cavo della chiamata al piano da quello dell impianto. Controllare che il passaggio dei fili sia diviso da quelli dell alimentazione di rete. Controllare il corretto funzionamento di eventuali dispositivi elettronici nelle vicinanze del monitor o del gruppo esterno. Attenersi alla tabella nel manuale del gruppo video, ove sono riportate le dimensioni dei fili dell impianto. Nel caso in cui, con l impianto perfettamente funzionante, un monitor non apra più la porta, controllare il funzionamento del tasto apriporta(con un MULTIMETRO) che i pin 1 e C del monitor vadano in corto nel momento della pressione del tasto apriporta. Attendere la fine della chiamata in corso e quindi riprovare. Collegare il filo E tra il monitor ed il gruppo audio-video esterno. 7 8

6 English MV-MVC1000 and MV-MVC3000 MONITORS Thank you for choosing the fine new Bitron Video MV-MVC1000 and MV-MVC3000 monitors. The MV1000 (AV5002), MVC1000 (AV5010) and MV3000 (AV6000) and MVC3000 (AV6018) monitors contain all the electronics required for operation. No additional parts are needed for setup. The monitors can be used in 5-wire traditional call video systems with analogue panels. The MV3000-MVC3000 model contains a pre-fitted ЄBUS decoder. No additional decoder board is needed for operation in ЄBUS digital call systems. Important characteristic of two monitors is their full mechanics compatibility with the previous MV100 (AN8419) and MVC100 (AN8401) models. The MV3000-MVC3000 monitor is fully compatible with MV100 series models. The MV-MVC1000 model, on the other hand, presents a differentiated floor call function. This means you can replace any faulty MV100 with a MV3000, without making any changes to the system and without needing to replace either the wall-mount support nor the extractable connector. This operation IS NOT possible for MV1000 monitors fitted in systems with floor call function (an additional A3000 or use A70/IRC power unit is needed in this case). Properly connected monitors have the following functions: B/W image display on 4 CRT (MV1000 MV3000). COLOUR image on 4 TFT screen (MV1000 MVC3000). Front LED displaying monitor on (Only on MV-MVC3000). Door opening button. External call volume setting at 3 levels. Differentiated, electronic door and floor call ringer tones for MV3000 and MVC3000 models. The ringer tone is generated by the door panel in MV-MVC1000 models. An external call generator is needed for floor calls (e.g. A70/IRC AV7362 A3000 AV1142). MV3000 and MVC3000 are compatible with -BUS systems without additional external components. Self-start button for monitor and video unit. Two auxiliary buttons for operating external devices, such as staircase lights and electrical gate (see system diagram). Contrast and brightness settings for black/white models. Colour saturation and brightness settings for COLOUR models. Conversation privacy feature (can be excluded by jumper programming on the back). Connection by means of extractable, 11-pole terminal block (rising-clamp type). PACKAGE CONTENTS The package contains: 1 MV-MVC1000 / MV-MVC3000, monitor complete with extractable terminal block. 1 bracket for wall mounting. 4 wall plugs with screws. 1 Instruction Manual. TECHNICAL CHARACTERISTICS Power supply Voltage: 16 21Vdc Maximum absorbed current: 500mA Video Signal (A and B terminals): 5 Vp-p, balanced, on 75 Ω (A neg. B pos.) Screen: 4 B/W CRT (P45 white phosphors), or 4 Colour TFT LCD External call: dual-tone electronic call with volume adjustment, DIN DON DAN on MV3000 Floor call: electronic call on piezo buzzer, with volume reducer, DIN DON DAN on MV3000 Audio: 1+n with excludible conversation privacy Q-Q1 e Q-Q2 inputs: 24V AC/DC, 0.5A Work temperature: - 5 C +50 C Storage temperature: - 10 C to +60 C INSTALLATION Fix the mounting bracket onto the wall, making sure its central opening is centred over the embedded electric box or cable exit from the wall. Advisable height is from 1.48 to 1.52 metres from the finished floor (fig. 1a). Use the provided extractable terminal block, and wire it according to the connection diagram (see fig.3). If necessary, configure the monitor as indicated in the CONFIGURATION chapter (fig.5). Insert the terminal block and fix the monitor on the wall bracket as indicated in fig.4a. To make the monitor mounting more secure, insert the small wedge previously detached from the bracket (fig.1), as described in fig.4a. For correct functioning of the monitor, connect the wires according to the plans enclosed with the video group. Then, refer to the CONFIGURATION chapter for setting the programming jumpers on the back (fig.5). TERMINAL BLOCK CONTACTS MV-MVC1000 and MV-MVC3000 monitors have the following connection contacts (see fig.2): P Input for doorbell push button T Auxiliary services output, power supply Din-Don floor call (only MV-MVC3000)or trigger input without call ringing activation (all the monitors). 1 System ground 3 Monitor power supply positive A Negative video input B Positive video output C Input for speech, call and door-opener E Monitor self-start Q2 NO dry contact (24V 0.5A) Q1 NO dry contact (24V 0.5A) Q Common contact for Q1 and Q2 NOTE5 For a correct functioning of the system, wires 1-3-A-B-C must be connected. Description of auxiliary connections All the following connection are necessary for the monitor s auxiliary functions. Connect the P wire in the following cases: In MV-MVC1000 monitors to use the floor call function. In this case, an A70/IRC or A3000 auxiliary power unit for sending the negative call to the entire column is needed. In MV3000 and MVC3000 monitors for the DIN DON internal floor call function. For this function, connect a wire from terminal + of the A70 power unit to terminal T and a button between terminal T and terminal P. In MV3000 and MVC3000 monitors for enabling the ЄBUS call-confirmation tone on the visitor panel. For all details, refer to the attached diagrams (see also A70/IRC AV7362 A3000 AV1142 documentation). Connect the T wire in the following cases: In MV-MVC3000 monitors to use the auxiliary functions. In MV-MVC1000 and MV-MVC3000 monitors as input for auxiliary monitor switch-on without activating the ringer. This function is available by supplying -12V voltage between T and 1 when a voltage of + 20V is present on terminal 3. Power supply for floor call (only MV-MVC3000) The E wire is to be connected to the video module to activate the monitor and the camera also without an external call. This function is obtained by pushing the button marked with the symbol on the monitor. Wires Q (common), Q1, Q2 must be connected to use the N.O. button contacts. For example, to operate staircase lights, cameras, electrical gates, etc. CONFIGURATION The MV-MVC1000 / MV-MVC3000 monitors are configured by default so as to function in substitution of MV100 monitors. No configuration is required for most applications. This is not applicable in the following cases: In ЄBUS digital call systems which require careful user code configuration. In MV-MVC1000 monitors because they are not provided with integrated floor call function. 9 10

7 Sometimes, you may need to adjust the various configuration jumpers in order to wholly exploit all the features of the monitor. Fig. 5 shows the different programming devices described here below: A. Selection of video signal input impedance. The slider switch A of fig. 5 allows to select the impedance value for the video signal input. By setting such switch on L the selected impedance will be low (typically, 75 Ohm), while by setting it on H the resulting value will be (47,000 Ohm). By default, all monitors are supplied with such a switch in position L. To set this switch correctly, remember it must be placed: On L position for systems with SD55 video splitters at each floor (e.g. apartment buildings.). On L position for one-family systems (one-to-one installations) On H position for systems with several looping monitors, without video splitter box. They are defined as entry/exit systems where the video signal connecting wires arrive directly on A and B terminals of one monitor and leave from the same terminals toward the next monitor. Pay attention in this configuration to closing resistors. B. umpers selection The programming jumpers differ according to monitor type and are shown in fig 5a/5b. They are used to: Select the flor call type accepted by the monitor NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 Activate BUS call repetition on P terminal or not NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 To activate and exclude conversation privacy To choose between traditional system and -BUS system operation. NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 umper 1 - System type selection. NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 umper 1 is used to select the system type. With 1 jumper between 1 and 2 (default setting) the monitor works (similarly to MV100 models) in 5-wire video sistem (without coaxial cable). With 1 jumper between 2 and 3 the monitor is set for -BUS operation. In this condition, a properly connected monitor (equipped with TDE3000-AV 0086/02E, TDE82 AN 9847 or MTE82 AN 6314) will ring only when receiving a call code that matches the ID number set on its onboard DIP-SWITCH (fig.5 D). For programming instructions, please refer to the chapter relevant to call codes set up in BUS systems. umper 2 - Activation / exclusion of conversation privacy. 2 jumper controls the conversation privacy feature as follows: With 2 positioned between 1 and 2 (default setting) the conversation privacy is excluded. Thus, voice communication with the visitor panel is possible any time the handset of the monitor is picked up. With 2 between 2 and 3 the conversation privacy feature is active. An external call must be received to establish communication with the visitor panel and to open the door. NOTE: When installing a system with conversation privacy activated, ALL the monitors must have the 2 jumper set in the same (2-3) position. umper 3 - ЄBUS successful call confirmation tone NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 umper 3 sends a special confirmation tone to the P terminal upon verifying the successful delivery of the ЄBUS call. By default, this function is not enabled. The monitor WILL NOT repeat the signal on the P terminal following a call. With jumper 3 positioned between 1 and 2 (default setting), the system WILL NOT be enabled to repeat successful ЄBUS calls. With jumper 3 positioned between 2 and 3 the system will be enabled to repeat on terminal P the negative call from the TDE digitiser. This function may be used to activate a supplementary ringer in BUS systems. umper 4 - Auxiliary call type selection NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 umper 4 is used to determine the auxiliary call type that the monitor can reproduce. The ringer volume CANNOT be adjusted in the described configuration. This function is NOT ENABLED as a standard feature because the monitor is equipped with an internal three-tone DIN DON DAN electronic ringer. WARNING: In the following configurations, the monitors may also provide the DIN DON DAN function. With jumper 4 positioned between 1 and 2, the system will be enabled to reproduce the two-tone call from external loud speaker to the terminal C in the monitor.. With jumper 4 positioned between 2 and 3, the system will be enabled to reproduce the call from the monitor from terminal P. This call must be negative with respect to terminal 1, for example, calls from A70/IRC or A3000 power unit. The default position is with jumper inserted on the 4 central contact only. C. Video signal amplification setting The trimmer C in fig. 5 is used to increase the video amplifier gain to compensate for possible signal attenuations along the transmission line. Such trimmer is factory-set for optimal performance; it should not be further adjusted other than in situations of extremely long lines (over 200 m), or where considerable picture deterioration occurs. Sometimes, with MVC3000 monitors such trimmer can be very useful in colour systems where only monochrome pictures are received due long distances involved. D. Programming of call codes in BUS systems NOT AVAILABLE ON MV-MVC1000 The dip-switch indicated D in fig. 5 is used to assign a unique call code to every user. The operation is quite simple, and it can be done by a single person setting the mentioned DIP SWITCH, directly in the various apartments as follows: List down the location numbers of call buttons corresponding to each user (you may use the form provided in the digitiser instruction booklet). Program every monitor by assigning it the value of the corresponding push button. A small screwdriver could be used to expedite the dip-switch programming operation. To determine how to set dip-switches correctly, remember that each switch takes up a different value according to its relevant position, as specified in the following table. Position Decimal value To program a given code, it is necessary to move to the OFF position only those switches whose values add up to the required code; leave all other switches in ON position. NOTE: The digits marked on the Dip-Switches refer to their relevant positions and NOT to their decimal value. Code programming example For instance, suppose we want to programme a user with code 13 : As 13 is obtained by adding 1, 4, and 8, it will be necessary to move the first, the third and the fourth switch to the OFF position, as indicated by the chart above. All other switches shall remain in ON position.. Esempio di codifica del codice 13 pari a = 13 ON OFF Dip-switch VALUES 11 12

8 In case two monitors have been programmed with the same code, both of them will ring at the same time when their code is called by the TDE3000. In case one wants to connect more than one monitors with same the code, it will be necessary to refer to the manual of TDE3000, where there are particular installation descriptions and possible limitations. COMMANDS AND SETTINGS [ See. Fig.6 ] The following describes the commands and possible settings of the monitor (all versions). 1) DOOR-OPENING PUSH BUTTON Its activation opens the door. A call must be received in order to open the door from the monitor if the conversation privacy function is provided. 2) SELF START PUSH BUTTON Press the button to activate the camera and turn the monitor on (if it has been connected to the E wire) 3) BUTTONS (2) FOR AUXILIARY SERVICES If properly connected, they are used to activate other device such as stairs light, electric gates, auxiliary cameras, etc. Remember that the two buttons have the Q contact as a common pole. 4) CONTRAST ADUSTEMENT Use it to set the b/w picture contrast, or the colour saturation in the MVC3000 model 5) BRIGHTNESS SETTING Set the average brightness of the picture. 6) ELECTRONIC CALL VOLUME ADUSTMENT Permits three ringing levels ( high - medium - low ) 7) HOOK LEVER Automatically operated by picking up and hanging up the handset, it activates and disables the speech function. NOTE: With DOMULAR 3000 visitor panels the self-start function can be operated only when another monitor is on. HANDLING AND CARE Do not store in warm or cold places. Extreme temperatures ( warm or cold) can shorten the life of electronic systems and can also stain or melt some plastic parts or cause malfunctioning. Important: keep away from frost. Do not use or store in very dirty or dusty places. The electronics can be damaged. The mobile parts can rapidly wear out. If dropped, it may not work anymore. The printed circuits may break and the external plastic could not survive the impact Do not use chemicals or strong solvents to clean it. Use only a wet duster once in a while. Avoid rough wiping so as not to scratch the surfaces. TROUBLESHOOTING This section is useful for identifying electrical and mechanical problems occurring in a typical installation, that is with one visitor panel, one A70 power unit and one or more monitors connected to a column. Check the following before assuming you have a fault: Problem Possible cause Solution The monitor does not switch Wires incorrectly positioned in the Check operation of the system. on. terminal board. Dull colours (MVC) or snow-effect (MV). Incorrectly positioned configuration jumpers. Wires A or B not connected. Door panel too far away from monitor. Incorrect positioning of selector L/H on back of monitor. Check that the jumpers are positioned according to the default configuration. Use a multimeter to run the following tests: 1) Presence of call signal on terminal board wire C by arranging the probes between terminals C and 1. Check that during the call, a negative voltage of approximately 8 volts is present on terminal 1. 2) Presence of monitor power between terminal board wires 1 and 3 by arranging the probes between terminals 1 and 3. Check that after the call a positive voltage of approximately 17/20 volts is present. Check connection and perfect it, if necessary. If improvement is not possible, check the wires in the system. Adjust the potentiometer shown in fig. 5C to obtain a sharp picture or bright colours. If the problem persists, use a AMV code AV3007 video amplifier. In systems with SD55 video distributor, the selector must be set to L. In entry/exit systems, if must be set to H". No picture on monitor. No video signal connection. Connect wires A and B on the terminal board. The picture on the monitor Wire A and B are inverted. Connect wires A and B of the monitor correctly. is distorted with a black dominant. The picture on the monitor is blurred or slightly distorted. Incorrect positioning of rear potentiometer shown in fig. 5C. Turn the potentiometer anticlockwise in fig. 5C using a slot screwdriver to decrease the effect. MV-MVC3000: in BUS systems, the monitor does not ring and does not switch on. In traditional systems: the monitor does not ring and does not switch on. In traditional systems: no audio is present and the door cannot be opened. MV-MVC1000: audio interference during floor calls by another user. Audio interference is picked up in normal conditions. The door is not opened when the specific button on the monitor is pressed. The monitor does not switch on when the self-start button is pressed. Incorrect positioning of micro switch. Incorrect connection or positioning of jumper 1 Conversation privacy function is on. Interference picked up in the system. Interference picked up in the system. Cross-section area of the wires in the system is not appropriate. Faulty door opener button on the monitor. A call is in progress in the system. Wire E of the monitor is not connected. Check positioning of jumper 1. Check call codes and position them correctly. Check wires in system and position of jumper 1 (between 1 and 2). This is normal in systems with conversation privacy function. In other systems, check the position of the jumper 2 (between 1 and 2). Floor calls can generate audio interference. Keep the floor call wire as separated as possible from the system wire. Check that the wires are separated from the mains power lines. Check correct operation of electronic devices near the monitor or the external unit. Refer to the table in the video manual showing the system wire dimensions. If the system is working perfectly but a monitor cannot open the door, check operation of the door opener button (using a multimeter): pins 1 and C of the monitor must be short-circuited when the door opener button is pressed. Wait for the end of the call in progress and try again. Connect wire E between the monitor and the external audio-video unit

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

BATTERIE ENERGA AL LITIO

BATTERIE ENERGA AL LITIO BATTERIE ENERGA AL LITIO Batterie avviamento ultraleggere - Extra-light starter batteries Le batterie con tecnologia al Litio di ENERGA sono circa 5 volte più leggere delle tradizionali al piombo. Ciò

Dettagli

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012

KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 KERMESSE 20 sospensione / suspension lamp Giulio Iacchetti 2012 CLASSE I - IP20 IT Avvertenze La sicurezza elettrica di questo apparecchio è garantita con l uso appropriato di queste istruzioni. Pertanto

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase

M16FA655A - Mark V. Manuale dell Utente - User Manual SIN.NT.002.8. Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase M16FA655A - Mark V Manuale dell Utente - User Manual Regolatore di Tensione per Generatori Sincroni Trifase Automatic Voltage Regulator for Three-phase Synchronous Generators (Issued: 09.2010) SIN.NT.002.8

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

ITALTRONIC SUPPORT ONE

ITALTRONIC SUPPORT ONE SUPPORT ONE 273 CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 6071 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili su guide DIN (EN 6071) Materiale: Poliammide

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano.

DUE FILI PLUS. Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. DUE FILI PLUS Con Due Fili Plus la videocitofonia può arrivare molto lontano. Abbiamo aumentato le performance, le distanze, le possibilità di dialogo. Da oggi con la nuova tecnologia Due Fili Plus si

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

LA DIFFERENZA È NECTA

LA DIFFERENZA È NECTA LA DIFFERENZA È NECTA SOLUZIONI BREVETTATE PER UNA BEVANDA PERFETTA Gruppo Caffè Z4000 in versione singolo o doppio espresso Tecnologia Sigma per bevande fresh brew Dispositivo Dual Cup per scegliere il

Dettagli

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit

Finecorsa di prossimità con kit di montaggio Proximity limit switches with mounting kit Finecorsa di prossimità con di montaggio Proximity limit switches with mounting Interruttori di prossimità induttivi M12 collegamento a 2 fili NO Tensione di alimentazione: 24 240V ; 24 210V. orrente commutabile:

Dettagli

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL)

INSTRUCTION MANUAL Air-Lock (AL) DESCRIZIONE Il dispositivo pressostatico viene applicato su attuatori pneumatici quando è richiesto l isolamento dell attuatore dai dispositivi di comando (posizionatore o distributori elettropneumatici),

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra Built-in 12 cms. spout on plate 56991/18

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

User guide Conference phone Konftel 100

User guide Conference phone Konftel 100 User guide Conference phone Konftel 100 Dansk I Deutsch I English I Español I Français I Norsk Suomi I Svenska Conference phones for every situation Sommario Descrizione Connessioni, accessoires, ricambi

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma

ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma ISTRUZIONI MONTAGGIO PMG ma ASSEMBLY INSTRUCTIONS PMG ma 1 Elenco parti in fornitura: PMG ma (1) (2) List of components: 1-PMG ma 2-Separatore statore/rotore 3-Tirante Centrale 4-N 6 viti M8 5-Cuffia IP23

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Uninterruptible Power Supply EXA LCD 0.90. User s manual Manuale utente

Uninterruptible Power Supply EXA LCD 0.90. User s manual Manuale utente Uninterruptible Power Supply EXA LCD 0.90 User s manual Manuale utente Index Safety Warnings... 1 1 Introduction... 2 2 General Characteristics... 3 3 Receipt and site selection... 3 4 EXTERNAL DESCRIPTION...

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE

CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE CATENE E COMPONENTI DI GRADO 8-10-INOX, BRACHE DI POLIESTERE E ANCORAGGI, BRACHE DI FUNE L esperienza e la passione per l ingegneria sono determinanti per la definizione della nostra politica di prodotto,

Dettagli

Instruction, Installation and Maintenance Manual

Instruction, Installation and Maintenance Manual Instruction, Installation and Maintenance Manual Electronic position transmitter 2030 series Limit switches 2130 series INDEX 1. Generalità General prescription 3 1.1 Dati identificazione del fabbricante

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro

VOLTA S.p.A. RETE = antivolatile e antitopo di protezione in acciaio elettrosaldato installata sul retro Caratteristiche costruttive A singolo ordine di alette fisse inclinate 45 a disegno aerodinamico con passo 20 mm e cornice perimetrale di 25 mm. Materiali e Finiture Standard: alluminio anodizzato naturale

Dettagli

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR

DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR 07 DISTRIBUTORI PER RIBALTABILI DISTRIBUTOR VALVES FOR DUMPERS DEVIATORI E DISTRIBUTORI/VALVE AND DISTRIBUTOR INDICE INDEX DISTRIBUTORI/DISTRIBUTORS 5 D125 2 SEZIONI/2-WAY VALVES 5 D126 3 SEZIONI/3-WAY

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

SUPPORT. CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente

SUPPORT. CARATTERISTICHE GENERALI Norme EN 60715 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente GENERALI Norme EN 07 Materiale PA autoestinguente PVC autoestinguente GENERAL Standard EN 07 Material self-extinguishing PA Self-extinguishing PVC Supporti modulari per schede elettroniche agganciabili

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini

ACQUAVIVA. design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini A C Q U A V I V A ACQUAVIVA design Antonio Bongio. Marco Poletti. Vegni Design concept Roberto Niccolai engineering Antonio Bongio. Fabio Frattini 10 11 56991/12 Bocca incasso da cm. 12 su piastra. 12

Dettagli

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno)

Citofono senza fili. Installazione. ed uso. (fascicolo staccabile all interno) Citofono senza fili Installazione ed uso (fascicolo staccabile all interno) Sommario Presentazione... 3 Descrizione... 4 La postazione esterna... 4 La placca esterna... 4 Il quadro elettronico... 4 La

Dettagli

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat

MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat MOD. 506 Termostato bimetallico Bimetallic Thermostat with cap. 3015001 with cap. 3900001 with connector 3900200 with cable A richiesta disponibile la versione certifi- Version available on request 124

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Operating Instructions

Operating Instructions Digital Proprietary Telephones for Digital Super Hybrid Systems Operating Instructions R 1 4 2 3 5 7 8 6 9 0 GHI JKL ABC DEF PQRS TUV WXYZ INT' PROG. MNO 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 KX-T7536 Please read

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Doc: MHIT101A0309.doc 21/01/2010 p. 1 / 22

Doc: MHIT101A0309.doc 21/01/2010 p. 1 / 22 I 300 I GB 0110 COMMUTATORE AUTOMATICO DI RETE ATL10 AUTOMATIC TRANSFER SWITCH CONTROLLER ATL10 ATTENZIONE!! Leggere attentamente il manuale prima dell utilizzo e l installazione. Questi apparecchi devono

Dettagli

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni:

Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: premium access user guide powwownow per ogni occasione Making a Call Per effettuare una chiamata in conferenza, seguire queste semplici istruzioni: 1. Tell your fellow conference call participants what

Dettagli

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino

Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino TITOLO ESPERIENZA: Controllare un nastro trasportatore fischertechnik con Arduino PRODOTTI UTILIZZATI: OBIETTIVO: AUTORE: RINGRAZIAMENTI: Interfacciare e controllare un modello di nastro trasportatore

Dettagli

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali

Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Cenni su Preamplificatori, mixer e segnali Preamplificazione: spalanca le porte al suono! Tra mixer, scheda audio, amplificazione, registrazione, il segnale audio compie un viaggio complicato, fatto a

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5

KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Distruggidocumenti Paper Shredders KOBRA 240 S4 KOBRA 240 S5 Cod.99.700 Cod.99.710 KOBRA 240 SS2 Cod.99.760 KOBRA 240 SS4 Cod.99.705 KOBRA 240 SS5 Cod.99.720 KOBRA 240 C2 KOBRA 240 C4 KOBRA 240 HS Cod.99.730

Dettagli

Cellulare accessibile a scansione

Cellulare accessibile a scansione Cellulare accessibile a scansione Caratteristiche Interfaccia radio Bluetooth Scansione a sensore singolo e controllo sensori multipli Abilita al controllo di tutte le funzioni di telefonia mobile Presa

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4

1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 INDICE GENERALE 1. DESCRIZIONE BLACK VOICE... 2 2. COME EFFETTUARE LE CHIAMATE... 4 3. COME TRASFERIRE UNA CHIAMATA ALL'INTERNO DELL'AZIENDA... 4 4. COME DEVIARE LE CHIAMATE SU UN ALTRO APPARECCHIO...

Dettagli

User Manual ULTRA-DI DI20. Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter

User Manual ULTRA-DI DI20. Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter User Manual ULTRA-DI DI20 Professional Active 2-Channel DI-Box/Splitter 2 ULTRA-DI DI20 Indice Grazie...2 1. Benvenuti alla BEHRINGER!...6 2. Elementi di Comando...6 3. Possibilità Di Connessione...8 3.1

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione

Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione WWW.FUHR.DE Modulo di ricezione radio NBFP490 con telecomando master Istruzioni di montaggio, uso e manutenzione Le presenti istruzioni dovranno essere trasmesse dall addetto al montaggio all utente MBW24-IT/11.14-8

Dettagli

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili

Videocitofonia a colori con cablaggio a 2 fili IT MANUALE TECNICO MT SBC 0 Videocitofonia a colori con cablaggio a fili Assistenza tecnica Italia 046/750090 Commerciale Italia 046/75009 Technical service abroad (+9) 04675009 Export department (+9)

Dettagli

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm

valvole 18 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 18 mm valvole 8 mm ad azion. elettropneumatico solenoid actuated valves - 8 mm Valvole a spola 3/2-5/2-5/3 con attacchi filettati G/8 3/2-5/2-5/3 spool valves with G/8 threaded ports Spessore della valvola:

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCO PROF SE 2 SeccoProf, SeccoProf EL, SeccoUltra, SeccoMust Tolgono l umidità dappertutto Removing humidity everywhere Un intera gamma professionale

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN

IMMS-CI-HW. Interfaccia programmatore (CI) IMMS. Istruzioni per l installazione IMMS. Controller. Interface. AC From Transformer 24 VAC REM 24 VAC SEN CI 4 Comm. IMMS-CI-HW Interfaccia programmatore (CI) IMMS POWER From Transformer 24 V 24 V Ground To REM Istruzioni per l installazione To SmartPort Sensor 1 Sensor 2 Sensor 3 From Sensors Sensor Common

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Spider IV 15 Manuale del Pilota

Spider IV 15 Manuale del Pilota Spider IV 15 Manuale del Pilota 40-00-0187 Cliccate su www.line6.com/manuals per scaricare questo libretto d istruzioni Rev D Istruzioni per la vostra sicurezza ATTENZIONE RISCHIO DI SCOSSE ELETTRICHE

Dettagli

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00

Istruzioni di montaggio e per l'uso. Altoparlante ad incasso 1258 00 Istruzioni di montaggio e per l'uso Altoparlante ad incasso 1258 00 Descrizione dell'apparecchio Con l'altoparlante ad incasso, il sistema di intercomunicazione Gira viene integrato in impianti di cassette

Dettagli

TIRANTI - PULL STUDS ANZUGSBOLZEN - TIRETTES

TIRANTI - PULL STUDS ANZUGSBOLZEN - TIRETTES INDICE INDEX INHALT SOMMAIRE 24 TIRANTI - PULL STUDS ANZUGSBOLZEN - TIRETTES DIN 69872 2 ISO 7388/2A 3 ISO 7388/2B 4 OTT System - DIN 69871 5 CAT METRIC 6 MAS 403 BT 7 8 JS-B 6339 9 OTT System - MAS 403

Dettagli

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO

Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO Il manuale dell utente può essere scaricato dal sito gopro.com/support GUIDA DI RIFERIMENTO RAPIDO / Benvenuto Quando si utilizza la videocamera GoPro nell ambito delle normali attività quotidiane, prestare

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER

RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER RIF 101 TECNA, MECA MULTINEEDLE ROTATIVE HOOK LOCK STITCH QUILTER Price ExWorks Gallarate 60.000,00euro 95 needles, width of quilting 240cm, 64 rotative hooks, Pegasus software, year of production 1999

Dettagli

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting

Componenti per illuminazione LED. Components for LED lighting 2014 Componenti per illuminazione LED Components for LED lighting Legenda Scheda Prodotto Product sheet legend 1 6 3 7 4 10 5 2 8 9 13 11 15 14 12 16 1673/A 17 2P+T MORSETTO Corpo in poliammide Corpo serrafilo

Dettagli

4832015 FOTOCAMERA GSM. Manuale Utente. Versione manuale 1.9

4832015 FOTOCAMERA GSM. Manuale Utente. Versione manuale 1.9 4832015 FOTOCAMERA GSM Manuale Utente Versione manuale 1.9 4832015 Fotocamera GSM con controllo Remoto Grazie per aver acquistato questo dispositivo. Questa telecamera controllata a distanza, è in grado

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese

SOHO IP-PBX - ETERNITY NE La nuova generazione di IP-PBX per le piccole imprese SOHO IP-PBX - NE 1 NE Oggi, per competere, anche le piccole imprese devono dotarsi di sistemi di telecomunicazione evoluti, che riducano i costi telefonici, accrescano produttività e qualità del servizio.

Dettagli

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano

Bravo 10. Telefono con vivavoce e grandi tasti. Manuale d`istruzioni-italiano Bravo 10 Telefono con vivavoce e grandi tasti Manuale d`istruzioni-italiano Caratteristiche principali PRESTAZIONI SPECIALI Conversazione in vivavoce Grandi tasti con numeri ben visibili Grande indicatore

Dettagli