La popolazione di Cusano Milanino

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La popolazione di Cusano Milanino"

Transcript

1 La popolazione di Cusano Milanino 2011

2 Censimento e Anagrafe La popolazione legale viene rilevata ufficialmente con i censimenti. Dal 1861, data dell Unità d Italia, si sono svolti ogni 10 anni. Hanno fatto eccezione il 1891 e il 1941 (causa guerra), mentre vi è stato un censimento straordinario nel L ultimo censimento si è svolto nel 2001, il prossimo sarà ad ottobre La popolazione viene poi rilevata costantemente dai Servizi Demografici dei Comuni, sia con i registri di nascita, morte, matrimonio, sia con le residenze. FONTI: Banche dati Servizi Demografici di Cusano Milanino: Modelli Istat P2-P3 Dati al Banche dati dai siti web ISTAT e Censimenti 2

3 La popolazione attuale - quanti siamo? La popolazione residente a Cusano Milanino al è la seguente: Abitanti: Donne: Uomini: Famiglie anagrafiche: Stranieri: Quanti siamo La densità abitativa (cioè il numero di abitanti rapportato alla superficie) è abitanti/kmq. Nell ultimo censimento 2001 era 6.382,6: questo dato colloca Cusano Milanino tra i comuni più densamente abitati in Italia e al 4 posto in Lombardia dopo Bresso, Milano e Sesto S. Giovanni. Nel corso dell ultimo anno la popolazione è cresciuta di 100 unità rispetto all anno precedente. L aumento è dovuto sostanzialmente all immigrazione di cittadini stranieri mentre continuano a diminuire i cittadini italiani Residenti italiani Residenti stranieri

4 Variazioni La variazione delle popolazione dal 1861 Uno dei primi atti dell Unità d Italia, nel 1861, è stata la rilevazione della popolazione, attraverso il censimento. Da allora la popolazione ha continuato a crescere fino al 1981 per poi decrescere. Si evidenzia in particolare: l incremento , probabilmente per l insediamento del nuovo quartiere di Milanino l incremento degli anni nei quali,a seguito del boom economico, vi è stata una forte immigrazione dal sud Italia e un conseguente aumento delle nascite Dal 1981 la popolazione sta invece calando: il territorio offre limitate possibilità di nuovi insediamenti residenziali ed i costi delle abitazioni sono elevati, i giovani rimangono nella famiglia di origine più a lungo, vi è la diminuzione delle nascite e un tendenziale invecchiamento della popolazione. Negli ultimi 2-3 anni si segnala una leggera inversione di tendenza: anche se in misura modesta la popolazione ha ripreso a crescere. E il risultato dei saldi positivi delle politiche migratorie, che hanno condotto in Italia e anche a Cusano Milanino numerosi cittadini extracomunitari per lavorare. 4

5 La Popolazione a Cusano Milanino dall Unità d Italia Dati dell Anagrafe al 31/12/ Nascite Lo sviluppo delle nascite I registri di Stato Civile consentono di conoscere tutte le nascite registrate a Cusano Milanino dal Sono state registrate nascite: nel XIX secolo nel XX secolo di cui prima della guerra e dopo la Liberazione nel XXI secolo A partire dal 1972, pochi sono nati a Cusano Milanino perchè si nasce in ospedale; dal 1976 solo 1 bimbo è nato in casa, nel L anno in cui sono nati meno bambini? 1918: 36 (gli uomini erano in guerra) L anno in cui sono nati più bambini? 1969: 392 Boom delle nascite, con più di 300 bambini all anno? Dal 1963 al 1976 L inizio del calo delle nascite? 1980: 179 nati 5

6 Come siamo Crescita naturale? La popolazione di un territorio si valuta anche in base all indicatore di crescita naturale, cioè al saldo tra nascite e morti. Quando in un paese le nascite sono superiori alle morti, la popolazione ha una crescita naturale. Da più di 10 anni a Cusano Milanino il numero di decessi (tra 170 e 210/anno) è superiore a quello dei nati (tra 140 e 170/anno) e quindi il paese è in decrescita naturale. Più maschi o più femmine? A Cusano Milanino vi sono più donne che uomini. I due sessi, alla nascita e fino ai 45 anni, si equilibrano. Poi la situazione cambia, probabilmente per la longevità delle donne e la prevalenza di immigrazione femminile per svolgere i lavori di colf e badanti, (vedi tabella a pag.8). In quali fasce d età? Fasce d età maschi femmine totale Da 0 a 14 anni Da 15 a 29 anni Da 30 a 44 anni Da 45 a Da 60 a Da 75 a Da 90 a Più soli o più in famiglia? Famiglie con 1 persona sola: Famiglie di 2 persone: Famiglie di 3 persone: Famiglie di 4 persone: Famiglie di 5 persone: 214 Famiglie di 6 persone: 41 Famiglie di 7 persone: 10 Famiglie di 8 persone: 4 Per famiglia si intende quella anagrafica risultante dallo stato di famiglia: una famiglia può così essere composta non solo da padre, madre e figli ma anche da altri parenti e amici conviventi. 6

7 Più giovani o più vecchi? Il livello di invecchiamento di una popolazione è misurato dal rapporto percentuale tra la popolazione in età anziana (65 anni e più) e la popolazione in età giovanile (meno di 15 anni). A Cusano Milanino è 207, cioè ci sono 207 anziani ogni 100 giovani. In Italia il rapporto è 144, in Lombardia 141. Quindi Cusano Milanino ha una popolazione notevolmente più anziana della media. Come siamo Con quale speranza di vita? Oggi la vita media in Italia è di 79,1 anni per gli uomini, 84,3 per le donne, cioè un bambino che nasce oggi ha la probabilità di vivere fino a questa età. A Cusano Milanino vi sono 174 persone che hanno più di 90 anni, fra queste 5 ultracentenarie. La più anziana ha 101 anni. Popolazione attiva? Una popolazione è equilibrata se, sulla base dell età, coloro che potrebbero lavorare (popolazione attiva) sono uguali o maggiori di quelli che non possono farlo (popolazione non attiva). A Cusano Milanino il rapporto percentuale tra la popolazione non attiva (da 0 a 14 anni e da 65 e oltre) e la popolazione attiva (da 15 a 64 anni) è il 57.8%. In Italia e Lombardia al è il 52,2% Ne consegue che a Cusano Milanino la popolazione ha un maggior squilibrio rispetto alla media, in particolare per l elevato numero di anziani. 7

8 stranieri a Cusano Milanino Stranieri a Cusano Milanino: quanti? A fine 2010, su una popolazione di abitanti, gli stranieri presenti regolarmente sul nostro territorio sono pari al 6.97%, con un aumento di 164 unità e dello 0.8% rispetto al sono i bambini nati, pari al 13.8% di tutte le nascite, che sono state hanno avuto la cittadinanza italiana, tra loro un ragazzo nato e cresciuto in Italia. Dati al 31/12/2010 M F Totale Totale popolazione straniera Stranieri minorenni Stranieri nati in Italia (tutte le età) Numero di famiglie con almeno uno straniero 684 di cui famiglie con intestatario straniero Residenti italiani Residenti stranieri

9 Da quali continenti? Chi? Residenti Italiani 93,03% Residenti stranieri 6,97% Africa 1,29% Europa 2,08% Altri Paesi Europei 1,36% Asia 1,01% America 1,24% Da tutti i continenti: Cusano Milanino è una città multietnica stranieri a Cusano Milanino A Cusano Milanino sono presenti cittadini di 68 diverse nazionalità. Le maggiori comunità sono: rumeni 338 cittadini egiziani 336 cittadini ucraini 112 cittadini ecuadoregni 102 cittadini peruviani 68 cittadini cinesi 66 cittadini moldavi 63 cittadini albanesi 57 cittadini filippini 54 cittadini marocchini 47 cittadini 9

10 Lavoro Il lavoro a Cusano Milanino - Dati del 2001 I dati relativi alla popolazione che lavora sul territorio sono estratti dall 8 censimento generale dell industria e dei servizi, svoltosi nel 2001 insieme a quello della popolazione. Da allora molto è cambiato, soprattutto negli ultimi anni, a causa della crisi economica. Hanno chiuso fabbriche, negozi ed uffici. Gli ultimi dati della Camera di Commercio rilevano 1339 attività. In attesa del prossimo censimento che ci darà i nuovi numeri su cosa è successo e quale sia la nuova realtà lavorativa, cerchiamo di capire come eravamo nel Quanti sono i luoghi di lavoro? n imprese di cui n. 439 imprese artigiane n. 52 istituzioni con finalità pubbliche In totale 1572 unità locali di lavoro. Quante persone lavorano? nelle imprese di cui imprese artigiane 543 nelle istituzioni con finalità pubbliche In totale persone. Più uomini o più donne? I maschi sono pari al 62,1% Le donne sono pari al 37,9 Nelle istituzioni lavorano più donne (382) che uomini (161) Nelle imprese lavorano più uomini (1983 lav.autonomi lav.dipendenti) che donne (518 lav.autonomi lav.dipendenti) 10

11 Lavoratori dipendenti o autonomi? lavoratori dipendenti nelle imprese 543 lavoratori dipendenti nelle istituzioni pubbliche lavoratori indipendenti nelle imprese in totale sul territorio vi sono lavoratori dipendenti e indipendenti, la gran parte ditta individuale. Lavoro Si lavora in ditte grandi o piccole? n. 26 posti di lavoro con 0 persone n. 885 posti di lavoro con 1 persona = 885 addetti n. 244 posti di lavoro con 2 persone = 488 addetti n. 210 posti di lavoro con 3-5 persone = 757 addetti n. 98 posti di lavoro con 6-9 persone = 702 addetti n. 52 posti di lavoro con persone = 610 addetti n. 16 posti di lavoro con persone = 275 addetti n. 35 posti di lavoro con persone = addetti n. 5 posti di lavoro con persone = 366 addetti n. 3 posti di lavoro con e più = 457 addetti In quali settori? industria manifatturiera ditte addetti costruzioni ditte addetti commercio e riparazioni ditte addetti alberghi e pubblici esercizi - 60 ditte addetti trasporti e comunicazioni - 68 ditte addetti credito e assicurazioni - 29 ditte addetti altri servizi ditte addetti lavoro pubblico addetti (144 comune, 243 scuola, 55 sanità, 20 altro) lavoro nonprofit - n. 38 associazioni/coop - 81 addetti 11

12 12 Elaborazione statistica e pubblicazione realizzata dall URP Maggio 2011

Saldo Migratorio - Anno 2007. Saldo Migratorio Emigrati Immigrati -1050-900 -750-600 -450-300 -150 0 150 300 450 600 750. Estero.

Saldo Migratorio - Anno 2007. Saldo Migratorio Emigrati Immigrati -1050-900 -750-600 -450-300 -150 0 150 300 450 600 750. Estero. Reports statistici relativi all immigrazione nella città di Aosta. I grafici di cui sotto, riguardano il lavoro svolto dal personale dell Ufficio di Statistica del Comune di Aosta e sono stati estratti

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO Servizio Aziende e Partecipazioni comunali LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA AL 1/1/2006 A CONFRONTO CON QUELLA RESIDENTE A FAENZA Edizione 1/ST/st/26.10.2006

Dettagli

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009

Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 Migranti in Veneto, una stabilità a rischio? secondo il Dossier Immigrazione 2009 a cura di DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE CARITAS/MIGRANTES Via Aurelia 796 00165 ROMA tel. ++39/06/66514345 fax. ++39/06/66540087

Dettagli

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti

MOVIMENTI DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE - ANNO 2013 Totale residenti COMUNE DI FAENZA SETTORE SVILUPPO ECONOMICO E POLITICHE EUROPEE Servizio Aziende comunali, Servizi pubblici e Statistica Popolazione residente a Faenza anno 2013 Edizione 1/ST/st/03.01.2014 Supera: nessuno

Dettagli

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici

Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici Donne migranti in provincia di Milano: una lettura dei dati statistici 17 novembre 2008 La presenza delle donne migranti La presenza straniera in provincia di Milano 120000 131833 117539 119651 115978

Dettagli

Flussi di cittadini in Italia

Flussi di cittadini in Italia Flussi di cittadini in Italia Il fenomeno dell immigrazione in Italia secondo gli ultimi dati del Ministero del lavoro riguarda più di 4 milioni di stranieri con un incidenza sulla popolazione

Dettagli

RSA Provincia di Milano

RSA Provincia di Milano SA Provincia di Milano Popolazione e società Fig. 1: natalità e mortalità in Provincia di Milano Fig. 2: l indice di ricambio (fonte SIA) L analisi ambientale di un territorio rappresenta lo studio del

Dettagli

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007

I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 I TREND DEMOGRAFICI NELLA PROVINCIA DI RIMINI TRA IL 2000 E IL 2007 Natalità in ripresa Mortalità stazionaria Immigrazione in aumento Giovani (0-14) in aumento Giovani (25-35) in diminuzione I giovani

Dettagli

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014

L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza. Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza Monza, 26 novembre 2014 L immigrazione straniera nella Provincia di Monza e della Brianza di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

DATI AL 1 GENNAIO 2015. a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini

DATI AL 1 GENNAIO 2015. a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini DATI AL 1 GENNAIO 2015 a cura di: Cristina Biondi e Rossella Salvi Ufficio Statistica Provincia di Rimini LE FAMIGLIE NELLA PROVINCIA DI RIMINI Al 1 gennaio 2015 le persone residenti nella Provincia di

Dettagli

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona

L immigrazione straniera in Provincia di Cremona L immigrazione straniera in Provincia di Cremona di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu Cremona, 16 dicembre 2014 Stranieri residenti ogni 100 residenti nei comuni italiani

Dettagli

A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e

A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali U. Org. Studi e Statistica U.S. Studi CIRCOSCRIZIONI 2004 A n a l i s i q u a n t i t a t i v a d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e

Dettagli

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA

LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA 22 settembre 2011 1 gennaio 2011 LA POPOLAZIONE STRANIERA RESIDENTE IN ITALIA Gli stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2011 sono 4.570.317, 335mila in più rispetto all anno precedente (+7,9%). L

Dettagli

La Città e i suoi Quartieri al 2014

La Città e i suoi Quartieri al 2014 La Città e i suoi Quartieri al 2014 Un quadro demografico del Quartiere Don Bosco Popolazione residente nel Quartiere per grandi classi di età e sesso FEMMINE MASCHI 65 e più 45-64 30-44 15-29 0-14 0 200

Dettagli

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE

QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE COSVILUPPO 1 e QUADRO NAZIONALE DELL IMMIGRAZIONE LORENZO TODESCHINI IMMIGRATI: PROBLEMA O RISORSA? L immigrazione è spesso percepita come fatto negativo e non è facile cambiare mentalità 2 solo di recente

Dettagli

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione)

COMUNE DI COMO. I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004. (1 Edizione) COMUNE DI COMO I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004 (1 Edizione) Settore Statistica - Agosto 2007 I MATRIMONI NEL COMUNE DI COMO Presentazione dei dati dal 2000 al 2004

Dettagli

1 Rapporto sugli immigrati in Italia

1 Rapporto sugli immigrati in Italia 1 Rapporto sugli immigrati in Italia Dicembre 2007 1 Rapporto sugli immigrati in Italia Dicembre 2007 INDICE CAPITOLO I - IL QUADRO NORMATIVO E LE POLITICHE LOCALI 26 I.1. Introduzione 26 I.2. Le leggi

Dettagli

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari

Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Popolazione, condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari Documento a supporto degli indirizzi di Piano Socio-sanitario 2011-2013 della Regione del Veneto Novembre 2010 Indice 1 Il contesto demografico...1

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2014. Marzo 2015

Le imprese a Bologna nel 2014. Marzo 2015 Le imprese a Bologna nel 2014 Marzo 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città

Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica. Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Cittadini stranieri a Bologna: Il profilo delle donne straniere in città Direttore: Gianluigi Bovini Coordinamento: Franco Chiarini Redazione

Dettagli

Gli stranieri e il mondo del lavoro 1. Il lavoro degli extracomunitari residenti

Gli stranieri e il mondo del lavoro 1. Il lavoro degli extracomunitari residenti Gli stranieri e il mondo del lavoro 1 Attualmente le statistiche riguardanti l indagine Istat delle Forze Lavoro non permettono di reperire indicatori sugli stranieri (o sugli extracomunitari) a livello

Dettagli

Le imprese a Bologna nel 2013

Le imprese a Bologna nel 2013 Le imprese a Bologna nel 2013 Aprile 2014 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Stefano Venuti e Paola Ventura Le elaborazioni sono

Dettagli

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009

Milano. Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica. Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado. Anno scolastico 2008 2009 Milano Settore Sistemi Integrati per i Servizi e Statistica Scuole dell infanzia, Primarie e Secondarie di I grado Anno scolastico 28 29 Comune di Milano A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati:

Dettagli

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE

DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE DOSSIER STATISTICO IMMIGRAZIONE 2011 - SCHEDA SU LOMBARDIA E AREA MILANESE Le presenze straniere in regione I residenti Secondo i dati Istat, a fine 2010 i residenti stranieri in Lombardia sono 1.064.447,

Dettagli

INDICATORI DEMOGRAFICI

INDICATORI DEMOGRAFICI 27 gennaio 2012 INDICATORI DEMOGRAFICI Stime per l anno 2011 Sono 556 mila i bambini nati nel 2011, seimila in meno rispetto al 2010. Il numero di persone morte nell anno è pari a 592 mila, quattromila

Dettagli

QUINTO RAPPORTO ANNUALE

QUINTO RAPPORTO ANNUALE QUINTO RAPPORTO ANNUALE I migranti nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione 20 15 LE NOVITA DEL QUINTO RAPPORTO ANNUALE 2015.

Dettagli

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi -

Milano. Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado. Anno scolastico 2009 2010. Comune di Milano. - Dati di sintesi - Milano Settore Statistica e S.I.T. Scuole Secondarie di II grado Anno scolastico 2009 2010 Comune di Milano - Dati di sintesi - A cura di: Vittoria Carminati Elaborazione dati: Ugo Rosario Maria David

Dettagli

I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia

I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia 1 luglio 2015 #lavoro Rassegna Stampa Messaggero Veneto2lug2015 Il Piccolo 2lug2015 TG3 RAI FVG 1lug2015 I lavoratori domestici in Friuli Venezia Giulia Anche in Friuli Venezia Giulia il mercato del lavoro

Dettagli

1. LA POPOLAZIONE 1.1. RALLENTA LO SPOPOLAMENTO DEL CAPOLUOGO

1. LA POPOLAZIONE 1.1. RALLENTA LO SPOPOLAMENTO DEL CAPOLUOGO 1. LA POPOLAZIONE 1.1. RALLENTA LO SPOPOLAMENTO DEL CAPOLUOGO Ormai da quasi vent anni il comune di Torino sta perdendo popolazione. Dopo il boom demografico durato fino alla metà degli anni settanta,

Dettagli

L immigrazione straniera in Provincia di Mantova

L immigrazione straniera in Provincia di Mantova L immigrazione straniera in Provincia di Mantova di Alessio Menonna, Università degli Studi Milano-Bicocca Fondazione Ismu Mantova, 15 dicembre 2014 Milioni di residenti di origine straniera per cittadinanza

Dettagli

ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI

ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI ANALISI DEL FABBISOGNO FORMATIVO LINGUISTICO DEI CITTADINI STRANIERI A cura della dr.ssa Enrica Corti 1. Indagine biblio-emerografica Lo studio Ials2, organizzato dall'ocse per la rilevazione del livello

Dettagli

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009

Ufficio di Statistica n 4 - ottobre/dicembre 2009 n 4 - ottobre/dicembre 2009 Sposarsi a Roma Sempre più tardi e sempre di meno. Introduzione Il matrimonio è sempre stato considerato fin dall antichità il pilastro per la creazione di una famiglia e per

Dettagli

Comune di Padova. La statistica per la città

Comune di Padova. La statistica per la città Comune di Padova La statistica per la città Il movimento migratorio a Padova nel 2008 Sistema Statistico Nazionale Dicembre 2009 Comune di Padova Settore Programmazione Controllo e Statistica Via del Municipio,

Dettagli

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano

Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Gli stranieri nella scuola secondaria di II grado della Provincia di Milano Un breve estratto, arricchito di dettagli e approfondimenti, dalla ricerca Gli studenti stranieri nel sistema di istruzione secondaria

Dettagli

Rapporto Annuale 2011. Parte quarta/statistiche Infortuni e malattie professionali

Rapporto Annuale 2011. Parte quarta/statistiche Infortuni e malattie professionali Rapporto Annuale 2011 Parte quarta/statistiche Infortuni e malattie professionali Roma, luglio 2012 INAIL Rapporto Annuale 2011 Andamenti e statistiche. Infortuni e malattie professionali Dati ed elaborazioni

Dettagli

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4

A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato 2 Serena Caruso Bavisotto 3 Anna Alessandra Massa 4 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Gli di nelle scuole della provincia di Torino 2013/2014 A cura di Stefano Suraniti 1 Marco Bodrato

Dettagli

Sintesi del Rapporto INPS IMMIGRAZIONE: UNA RISORSA DA TUTELARE

Sintesi del Rapporto INPS IMMIGRAZIONE: UNA RISORSA DA TUTELARE Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Generale Monitoraggio Flussi Migratori Sintesi del Rapporto INPS IMMIGRAZIONE: UNA RISORSA DA TUTELARE L indagine ha esplorato la presenza di lavoratori

Dettagli

L INTEGRAZIONE DEGLI STRANIERI E DEI NATURALIZZATI NEL MERCATO DEL LAVORO II trimestre 2014

L INTEGRAZIONE DEGLI STRANIERI E DEI NATURALIZZATI NEL MERCATO DEL LAVORO II trimestre 2014 28 dicembre 2015 L INTEGRAZIONE DEGLI STRANIERI E DEI NATURALIZZATI NEL MERCATO DEL LAVORO II trimestre 2014 L Istat presenta i principali risultati dell approfondimento tematico sull integrazione di stranieri

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA Nota congiunturale trimestrale Giugno 21 In breve Il quadro del mercato del lavoro lombardo rimane nel complesso debole, sebbene con qualche segnale di miglioramento.

Dettagli

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA

GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA GIOVANI STRANIERI IMMIGRATI A ROMA Nel corso degli anni 90, il numero di permessi di soggiorno per l ingresso in Italia di minori stranieri è aumentato notevolmente. Si calcola infatti che negli ultimi

Dettagli

Sicurezza stradale e nuovi cittadini

Sicurezza stradale e nuovi cittadini Sicurezza stradale e nuovi cittadini Premessa Dall Unità d Italia ad oggi, la presenza straniera nel nostro Paese è profondamente mutata sia nei numeri che nella tipologia. Se, infatti, fino a qualche

Dettagli

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano

La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano La comunità egiziana nel mercato del lavoro italiano Roma, 8 maggio 2014 www.lavoro.gov.it www.integrazionemigranti.gov.it www.italialavoro.it Indice: 1. Presenza e caratteristiche socio-demografiche della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Panormus: grafici, numeri e tabelle che ci informano sullo stato di salute della Città di Palermo

COMUNICATO STAMPA Panormus: grafici, numeri e tabelle che ci informano sullo stato di salute della Città di Palermo COMUNICATO STAMPA Panormus: grafici, numeri e tabelle che ci informano sullo stato di salute della Città di Palermo Disponibile su Internet l edizione 2014 dell Annuario di Statistica del Comune di Palermo

Dettagli

P. Olivani, A.De Matteo (NAGA Milano) INTRODUZIONE

P. Olivani, A.De Matteo (NAGA Milano) INTRODUZIONE ANTICIPAZIONI RIGUARDO ALL INDAGINE SULLA POPOLAZIONE EXTRACOMUNITARIA IRREGOLARE VISITATA PRESSO L AMBULATORIO NAGA (MILANO) NEL PERIODO GENNAIO-MARZO 2001 E RAFFRONTO CON INDAGINI PRECEDENTI: DATI SOCIO-DEMOGRAFICI.

Dettagli

DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012

DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012 UNIONE EUROPEA DIVERSITA LINGUISTICHE TRA I CITTADINI STRANIERI Anno 2011-2012 Vengono diffusi oggi i risultati sulle diversità linguistiche dei cittadini stranieri oggetto di una convenzione stipulata

Dettagli

pag. 1 FRONTE I numeri di Padova 2014

pag. 1 FRONTE I numeri di Padova 2014 pag. 1 FRONTE I numeri di Padova 2014 pag. 2 FRONTE POPOLAZIONE STRUTTURA DELLA POPOLAZIONE AL 31.12.2014 per sesso e classi d'età 100-104 90-94 80-84 70-74 60-64 50-54 40-44 30-34 Sud-Ovest 20-24 10-14

Dettagli

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia

Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia 2013 Terzo Rapporto annuale Gli immigrati nel mercato del lavoro in Italia a cura della Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Sintesi dei risultati La presenza degli stranieri

Dettagli

Il mercato del lavoro immigrato in provincia di Milano

Il mercato del lavoro immigrato in provincia di Milano Il mercato del lavoro immigrato in provincia di Milano Il mercato del lavoro immigrato in provincia di Milano di Egidio Riva, Fondazione ISMU Osservatorio Provinciale per l immigrazione Provincia di Milano

Dettagli

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE La parte dedicata alla popolazione assistibile contiene le principali informazioni di carattere demografico sulla popolazione residente in Provincia di Bolzano: struttura della popolazione e sua distribuzione

Dettagli

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà

Caritas/Migrantes. Dossier Statistico Immigrazione 2009. XIX Rapporto. Immigrazione: conoscenza e solidarietà Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 2009 XIX Rapporto Immigrazione: conoscenza e solidarietà In Europa, e specialmente nel nostro Paese, l immigrazione continua a crescere nonostante la crisi,

Dettagli

La presenza straniera (specie in Lombardia)

La presenza straniera (specie in Lombardia) La presenza straniera (specie in Lombardia) Stranieri residenti in Italia (Fonte: Istat) I cittadini stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2009 sono 3.891.295 (pari al 6,5% del totale dei residenti).

Dettagli

Milano Indicatori demografici

Milano Indicatori demografici Milano Indicatori demografici Anno 2011 Comune di Milano Area Innovazione economia e sviluppo Settore Statistica A cura di Paolo Bonomi Pagina 2 Milano Indicatori demografici Anno 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

IL CAPOLUOGO AL MICROSCOPIO

IL CAPOLUOGO AL MICROSCOPIO IL CAPOLUOGO AL MICROSCOPIO Il Servizio Statistica della Provincia di Mantova coltiva il progetto di costituire una banca dati provinciale di provenienza anagrafica che non vuole divenire una duplicazione

Dettagli

PAPER INFORMATIVO. L Ente Provincia nel Sistema integrato di interventi e servizi sociali. Il contesto socio-economico della Provincia di Roma

PAPER INFORMATIVO. L Ente Provincia nel Sistema integrato di interventi e servizi sociali. Il contesto socio-economico della Provincia di Roma PAPER INFORMATIVO L Ente Provincia nel Sistema integrato di interventi e servizi sociali A cura di Daniela Bucci Il contesto socio-economico della Provincia di Roma A cura di Roberto Fantozzi L ENTE PROVINCIA

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

IL MATRIMONIO IN ITALIA

IL MATRIMONIO IN ITALIA IL MATRIMONIO IN ITALIA Anno 2012 Fonte: rapporto ISTAT del 13 novembre 2013 (htttp://www.istat.it) Nel 2012 sono stati celebrati in Italia 207.138 matrimoni (3,5 ogni 1.000 abitanti), 2.308 in più rispetto

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Contesto demografico Ambito distrettuale

Dettagli

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA

CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA CARATTERISTICHE ED EVOLUZIONE DEI TIROCINI ATTIVATI IN PROVINCIA DI PIACENZA In questa analisi vengono presi in esame i dati relativi alle comunicazioni obbligatorie pervenute al Sistema Informativo Lavoro

Dettagli

A n a l i s i d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e

A n a l i s i d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s t i c h e d e m o g r a f i c h e COMUNE DI UDINE Dipartimento Affari Generali Unità Organizzativa Studi e Statistica I FLUSSI MIGRATORI NEL COMUNE DI UDINE NELL ANNO 2004 A n a l i s i d e l l e p r i n c i p a l i c a r a t t e r i s

Dettagli

LAVORATORI STRANIERI E INFORTUNI SUL LAVORO

LAVORATORI STRANIERI E INFORTUNI SUL LAVORO I.N.A.I.L Direzione Regionale del Piemonte. LAVORATORI STRANIERI E INFORTUNI SUL LAVORO A cura di Mirko Maltana 1 e Maria Luigia Tomaciello 2 Nel corso del 2010 sono stati denunciati all Istituto Nazionale

Dettagli

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE

1. POPOLAZIONE ASSISTIBILE La parte dedicata alla popolazione assistibile contiene le principali informazioni di carattere demografico sulla popolazione residente in Provincia di Bolzano: struttura della popolazione e sua distribuzione

Dettagli

Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi

Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi Per facilitare la lettura della presentazione di dati in powerpoint

Dettagli

SPORTELLO DISTRETTUALE INFORMATIVO E DI ACCOGLIENZA. PER GLI IMMIGRATI (Informazione e accesso ai diritti per immigrati)

SPORTELLO DISTRETTUALE INFORMATIVO E DI ACCOGLIENZA. PER GLI IMMIGRATI (Informazione e accesso ai diritti per immigrati) PROVINCIA DI LATINA SPORTELLO DISTRETTUALE INFORMATIVO E DI ACCOGLIENZA PER GLI IMMIGRATI (Informazione e accesso ai diritti per immigrati) Ai sensi della Deliberazione di Giunta Regionale n. 792 del 31

Dettagli

Alunni con cittadinanza non italiana

Alunni con cittadinanza non italiana Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la partecipazione

Dettagli

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005

Bologna e Firenze: due città a confronto. Luglio 2005 Luglio 2005 Il territorio, l'ambiente e il clima e : Indice Il territorio L'ambiente e la climatologia Il profilo demografico della popolazione La popolazione residente e le famiglie Il movimento naturale

Dettagli

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005

La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 27 marzo 2006 La partecipazione al mercato del lavoro della popolazione straniera I - IV trimestre 2005 Ufficio della comunicazione Tel. + 39 06 4673.2243-2244 Centro di informazione statistica Tel. +

Dettagli

Italy as a migration crossroad

Italy as a migration crossroad Italy as a migration crossroad Migration and migration policies in Italy and Europe Migrazioni e politiche migratorie in Italia e in Europa Enrico Pugliese Sapienza Università di Roma and IRPPS-CNR Il

Dettagli

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014

Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 Cittadini stranieri a Bologna Le tendenze 2014 aprile 2015 Capo Dipartimento Programmazione: Direttore Settore Statistica: Redazione a cura di: Gianluigi Bovini Franco Chiarini Brigitta Guarasci L'uso

Dettagli

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70

Ricerca Uil Scuola. da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Ricerca Uil Scuola da affiggere all'albo sindacale della scuola, ai sensi dell'art. 25 della legge n. 300 del 20.5.70 Non solo bambini Stranieri adulti sui banchi di scuola Una fotografia dell Italia che

Dettagli

BAMBINI E RAGAZZI IN AFFIDAMENTO ETEFOFAMILIARE E PARENTALE SEGUITI DAI SERVIZI SOCIALI TERRITORIALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - ANNO 2011

BAMBINI E RAGAZZI IN AFFIDAMENTO ETEFOFAMILIARE E PARENTALE SEGUITI DAI SERVIZI SOCIALI TERRITORIALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - ANNO 2011 Osservatorio per l'infanzia e l'adolescenza Regione Emilia-Romagna BAMBINI E RAGAZZI IN AFFIDAMENTO ETEFOFAMILIARE E PARENTALE SEGUITI DAI SERVIZI SOCIALI TERRITORIALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - ANNO

Dettagli

Oltre la crisi, insieme

Oltre la crisi, insieme Caritas/Migrantes Dossier Statistico Immigrazione 21 Rapporto 2011 Edizioni Idos, Roma Oltre la crisi, insieme Stranieri residenti a 150 anni dall Unità d Italia 1861 2010 incidenza 0,4% incidenza 7,5%

Dettagli

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche

Sezione 1. Infortuni: analisi e statistiche Sezione 1 Infortuni: analisi e statistiche 1.1 Analisi del fenomeno infortunistico in Regione Nel 2012 l andamento infortunistico in Molise evidenzia una significativa flessione del -6,2% rispetto all

Dettagli

IL PROFILO DELLA CITTÁ DI MODENA

IL PROFILO DELLA CITTÁ DI MODENA Distretto di Modena IL PROFILO DELLA CITTÁ DI MODENA una base informativa per la progettazione partecipata Luglio 2013 1 Indice 1. Il profilo demografico 3 1.1 Dati di contesto 3 1.2 La struttura familiare

Dettagli

A.2 Fenomeno migratorio

A.2 Fenomeno migratorio A.2 Fenomeno migratorio Lo studio del fenomeno migratorio sulla base dei dati anagrafici 1 pone in evidenza il costante e sostenuto trend di crescita del fenomeno in oggetto a livello nazionale e locale

Dettagli

Gli immigrati e i pubblici esercizi

Gli immigrati e i pubblici esercizi II Immigrati Gli immigrati e i pubblici esercizi La crescita della componente immigrata rappresenta uno dei principali fattori di trasformazione del nostro mercato del lavoro in questi ultimi anni con

Dettagli

I MINORENNI fuori DALLA FAMIGLIA D ORIGINE: I NUMERI Liviana Marelli CNCA

I MINORENNI fuori DALLA FAMIGLIA D ORIGINE: I NUMERI Liviana Marelli CNCA I MINORENNI fuori DALLA FAMIGLIA D ORIGINE: I NUMERI Liviana Marelli CNCA LE FONTI I Quaderni della ricerca sociale 31 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali direzione generale per l inclusione

Dettagli

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA

IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA IL MERCATO DEL LAVORO IN LOMBARDIA Nota congiunturale trimestrale Giugno 213 In breve Nel I trimestre 213 permangono le criticità del mercato del lavoro lombardo. Il quadro ancora negativo dell economia

Dettagli

Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Ufficio Statistica e Controllo di Gestione

Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Ufficio Statistica e Controllo di Gestione Città di Bassano del Grappa Area 1^ - Area Risorse, Sviluppo Servizio Informativo Comunale Annuario statistico Anno 2014 Contiene i risultati dei Censimenti Generali degli anni 2010 e 2011 15 Censimento

Dettagli

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica

Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Osservatorio economico locale del Comune di Follonica Nota statistica su alcuni aspetti strutturali del sistema economico e produttivo del Comune di Follonica - 2010 Grosseto, Aprile 2011 INDICE INDICE...

Dettagli

Riteniamo che questa indagine possa fornire un utile contributo per il raggiungimento di tale obiettivo. Modalità per l invio

Riteniamo che questa indagine possa fornire un utile contributo per il raggiungimento di tale obiettivo. Modalità per l invio vembre 2013 QUESTIONARIO di rilevazione dei bisogni di conciliazione lavoro/famiglia a cura del Comitato Unico di Garanzia e del Servizio Pari Opportunità del Comune di Chioggia. Il Comitato Unico di Garanzia

Dettagli

SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO

SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO SINTESI SINTESI 8 RAPPORTO SULL IMMIGRAZIONE STRANIERA IN VENETO Il Rapporto 2011 sull immigrazione straniera in Veneto propone: un ampio aggiornamento dell analisi del fenomeno in Veneto (nella prima

Dettagli

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9

Comunità solidali. Equità e giustizia sociale. Aalborg Commitment 9. Capitolo 9 Capitolo 9 Aalborg Commitment 9 Ci impegniamo a costruire comunità solidali e aperte a tutti. Lavoreremo quindi per: adottare le misure necessarie per alleviare la povertà assicurare un equo accesso ai

Dettagli

Le relazioni scuola-famiglia nella crisi famigliare LE NUOVE FAMIGLIE. Dott.ssa Federica Scarian Pedagogista giuridica. Predazzo, 9-13 marzo 2015

Le relazioni scuola-famiglia nella crisi famigliare LE NUOVE FAMIGLIE. Dott.ssa Federica Scarian Pedagogista giuridica. Predazzo, 9-13 marzo 2015 Le relazioni scuola-famiglia nella crisi famigliare LE NUOVE FAMIGLIE Dott.ssa Federica Scarian Pedagogista giuridica Predazzo, 9-13 marzo 2015 Contesto: Le nuove famiglie Calo e posticipazione dei matrimoni

Dettagli

PROGRAMMA PROVINCIALE DELLE POLITICHE FORMATIVE, E DEL LAVORO

PROGRAMMA PROVINCIALE DELLE POLITICHE FORMATIVE, E DEL LAVORO PROVINCIA DI PIACENZA Assessorato Sistema Scolastico e Formativo, Lavoro, Iniziative Istituzionali per la Pace PROGRAMMA PROVINCIALE DELLE POLITICHE FORMATIVE, E DEL LAVORO 2005-2006 Approvato con Delibera

Dettagli

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007

COMUNE DI SERIATE ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 ANNUARIO STATISTICO COMUNALE 2007 i Autore Antonio Rinaldi Responsabile progetto Dirigente Settore Affari Generali - Monica Vavassori Avvertenze: I dati fanno riferimento all anno 2006 salvo diversa indicazione.

Dettagli

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI

CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI COMUNICATO STAMPA CROLLANO DEL 24,3 PER CENTO GLI ACQUISTI DEGLI IMMIGRATI NEL 2009 MA NEL 2010 SARA' PEGGIO, SE LE BANCHE NON TORNANO A DARE MUTUI Vera "emergenza casa" per milioni di lavoratori immigrati

Dettagli

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche.

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. L Italia è il primo Paese europeo per presenza di cittadini e negli ultimi anni ha visto un aumento del 62%.

Dettagli

Rapporto sulla Coesione Sociale

Rapporto sulla Coesione Sociale Rapporto sulla Coesione Sociale Anno 2011 I Volume Sistema Statistico Nazionale SOMMARIO CAPITOLO 1: I CONTESTI... 5 1.1 Il quadro socio demografico... 5 1.1.1 Struttura e dinamica della popolazione...

Dettagli

I cittadini immigrati nella Provincia di Firenze: da bisogno a risorsa 1

I cittadini immigrati nella Provincia di Firenze: da bisogno a risorsa 1 I cittadini immigrati nella Provincia di Firenze: da bisogno a risorsa 1 1. Premessa L Osservatorio Sociale della Provincia di Firenze ha attivato negli ultimi due anni un percorso di lavoro orientato

Dettagli

Quali badanti per quali famiglie?

Quali badanti per quali famiglie? STUDI E RICERCHE SULL ECONOMIA DELL IMMIGRAZIONE Quali badanti per quali famiglie? I lavoratori domestici in Italia (dagli archivi Inps) pag. 2 Quanti sono e quanto contribuiscono L identikit del lavoratore

Dettagli

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008

Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 30 luglio 2008 Conoscere l Umbria Annuario Statistico ed. 2008 L Annuario statistico dell Umbria, giunto alla sua dodicesima edizione, è il frutto della proficua collaborazione tra l Ufficio regionale

Dettagli

MATERIALI DI LAVORO PER LA

MATERIALI DI LAVORO PER LA MATERIALI DI LAVORO PER LA COSTRUZIONE DEL PROFILO DI COMUNITÀ PIANI DI ZONA 2013-2015 A CURA DELL OSSERVATORIO PROVINCIALE POLITICHE SOCIALI DELLA PROVINCIA DI TRIESTE Provincia di Trieste Area Servizi

Dettagli

Benessere e disuguaglianze: come vivono gli stranieri in Italia e in Calabria

Benessere e disuguaglianze: come vivono gli stranieri in Italia e in Calabria 10 Benessere e disuguaglianze: come vivono gli stranieri in Italia e in Calabria Domenico Tebala e Stefano Vitaletti Istat, Direzione Centrale per lo sviluppo e il coordinamento della rete territoriale

Dettagli

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011*

Tassi di crescita del tessuto imprenditoriale. Anni 2002-2012 2002 2003 2004 2005 2006* 2007* 2008* 2009* 2010* 2011* Si attenua la dinamica imprenditoriale Scende, anche se di poco, per la prima volta in 10 anni il numero di imprese registrate a Torino e provincia. Cala il tasso di natalità e sale quello di mortalità.

Dettagli

L Immigrazione nella provincia di Ferrara. Rapporto 2010 (i dati sono riferiti all anno 2009)

L Immigrazione nella provincia di Ferrara. Rapporto 2010 (i dati sono riferiti all anno 2009) 1 Provincia di Ferrara L Immigrazione nella provincia di Ferrara Rapporto 2010 (i dati sono riferiti all anno 2009) A cura di Franco Mosca Novembre 2010 2 I permessi di soggiorno Da alcuni anni, i dati

Dettagli

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007).

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). Provincia di Torino Ufficio Statistica Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). di Franco A. Fava 1. La popolazione straniera residente. Secondo

Dettagli

IL SISTEMA DI WELFARE NELLA ZONA FIORENTINA NORD OVEST

IL SISTEMA DI WELFARE NELLA ZONA FIORENTINA NORD OVEST 1 Provincia di Firenze Linea Comune Spa Fondazione «Emanuela Zancan» Onlus Centro studi e ricerca sociale IL SISTEMA DI WELFARE NELLA ZONA FIORENTINA NORD OVEST 2 Gruppo di ricerca Fondazione Emanuela

Dettagli

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IL SISTEMA IMPRENDITORIALE 1 1.1 Le imprese attive per settore e forma giuridica Nei primi tre mesi del 2015 risultano iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Lodi 21.784 posizioni,

Dettagli