Classificazione dei crostacei, molluschi e pesci

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Classificazione dei crostacei, molluschi e pesci"

Transcript

1 Classificazione prodotti della pesca Classificazione dei crostacei, molluschi e pesci 1

2 Crostacei Artropodi acquatici provvisti di appendici articolate, corpo rivestito da esoscheletro resistente. Le zampe del primo paio sono spesso trasformate in chele e tra gli occhi peduncolati sono presenti due paia di antennule. I crostacei d'interesse commerciale sono divisi in: 1) macruri, crostacei con addome disteso che termina in pinna codale in forma di ventaglio (es. astici, aragoste ); 2) brachiuri, crostacei con addome breve ripiegato sotto il capotorace e privo di pinna codale terminale (es. granchio); 3) stomatopodi, caratteristico è il secondo paio delle appendici boccali trasformato in chele rapitrici (es. canocchia). 2

3 Macruri 1) Fam. - Penaeidi, ( Penaeus spp., mazzancolle; Penaeus kerathurus, gamberone del Mediterraneo o mazzancolla tigrata) caratterizzati da corpo compresso lateralmente, provvisti di rostro e senza chele. 2) Fam. - Nephropidi, Nephrops norvegicus (scampo), provvisti di rostro, di colore rosato con riflessi arancio. Le chele sono presenti e nella parte terminale il telson e gli uropodi assumono un aspetto a ventaglio. Homarus vulgaris (astice), di dimensioni maggiori, 60 cm massimo, con grosse chele e di colore blu con riflessi nero giallastri. 3) Fam. - Palinuridi, Palinurus vulgaris (aragosta), priva di rostro e di chele con antenne più lunghe del corpo e spine e tubercoli sul carapace. Uropodi e telson a forma di ventaglio. 3

4 Brachiuri 1) Fam. - Majdi, Maja squinado (Grancevola), corpo ovoidale provvisto sul dorso di spine e tubercoli. Chele piccole e delicate, peli sulle quattro paia di zampe posteriori. Colore rosso bruno, lunghezza fino a 20 cm. 2) Fam. - Portunidi, Carcinus maenas (Granchio comune), carapace trapezoidale più largo anteriormente, zampe terminanti in punta acuta, la parte terminale dell'ultimo paio è lanceolata con setole al margine. 3)Fam. Cancridi, Cancer pagurus (Granciporro), più anteriormente che posteriormente, carapace robusto e grosse chele. Stomatopodi Fam. - Squillidi, Squilla mantis (Canocchia), il secondo paio delle appendici boccali è trasformato in chele rapitrici, l'addome si allarga nella parte posteriore ove termina col telson nel quale vi sono due macchie tondeggianti neroviolacee. Lunghezza fino a cm. 4

5 Molluschi Dotati di corpo molle, con o senza conchiglia, vengono classificati in: a) Cefalopodi, con conchiglia interna o mancante, divisi in decapodi (es. seppia, calamaro) e ottopodi (es.polpo); b) Gasteropodi, univalvi con conchiglia esterna; c) Lamellibranchi, bivalvi con conchiglia esterna. 5

6 Cefalopodi ottopodi Fam. - Ottopodi, Octopus vulgaris (Popo comune), corpo globoso, rugoso con piccoli tubercoli. Tentacoli lunghi, grossi e robusti con doppia fila di ventose sessili. Il primo paio è più corto. Capo più grosso del sacco. Colore cangiante dal grigio-giallastro al nero-verdastro. Dimensioni e peso molto variabili. Eledone moschata (Moscardino), tentacoli con una sola fila di ventose sessili, dimensioni fino a cm, colore del dorso biondo con macchie scure e punti rossastri. 6

7 Cefalopodi decapodi 1) Fam. - Loliginidi, Loligo vulgaris (Calamaro), corpo allungato, da cui partono, circa a metà, due pinne che giungono fino all'estremo posteriore. Braccia tentacolari con estremità clavate con 4 o più serie di ventose ineguali. Gli otto tentacoli minori, non della stessa lunghezza, hanno due serie di ventose peduncolate. Lunghezza e peso variabili. 2) Fam. Ommastrephidi, Todarodes sagittatus (Totano), corpo allungato con pinne triangolari che non arrivano alla metà del corpo, braccia tentacolari e ventose simili a quelle del calamaro, colore bluastro dimensioni e peso variabili. 7

8 Cefalopodi decapodi 1) Fam. - Seppidi, Sepia officinalis (Seppia mediterranea), corpo ovale, schiacciato con le due pinne laterali che corrono lungo il margine, separate posteriormente. Braccia tentacolari clavate con ventose ineguali. La conchiglia si trova sotto la pelle (osso di seppia). Dorso di colore verde bruno-nerastro, ventre bianco. Dimensioni: dai 20 ai 40 cm. 2) Fam. - Seppiolidi, Sepiola rondeleti e Rossia macrosoma sono più piccole, con pinne laterali a forma di orecchiette, braccia tentacolari con estremità clavate. Sepiola rondeleti, a differenza di Rossia macrosoma ha il sacco saldato al capo lungo la linea mediana dorsale. 8

9 Selacei Pesci cartilaginei, con 5, 6 o 7 fessure branchiali, pelle nuda o ruvida senza scudetti ossei e con coda eterocerca. Si dividono in squaloidei, con corpo allungato e fessure branchiali laterali e batoidei, con corpo appiattito, fessure branchiali ventrali e pinne pettorali larghe saldate alla testa e al tronco. 1) Fam. - Triachidi, Mustelus mustelus, (Palombo comune), 5 fessure branchiali, le ultime 2 sulla base delle pinne pettorali, pinna anale presente e simile alla dorsale, vertebre asterospondiliche (anello calcificato da cui partono strie a forma di stella), lunghezza max. 190 cm. 2) Fam - Squallidi, Squalus acanthias (Spinarolo), 5 fessure branchiali, anteriori alla pinna pettorale, assenza di pinna anale, vertebre ciclospondiliche (un solo anello di calcificazione). 9

10 Batoidei Fam. - Rajdi, Raja asterias (Razza), muso breve arrotondato, corpo appiattito, fessure branchiali ventrali, pinne pettorali saldate al tronco. Colore bruno olivastro sul dorso, biancastro sul ventre. Dimensioni cm

11 Teleostei. Osteitti senza pinne ventrali (apodi) Con pinna codale distinta: 1) Fam. - Xiphidi, Xiphias gladius (Pesce spada), corpo allungato, raggi spinosi nelle pinne, pinna dorsale unica, il mascellare superiore assume aspetto di spada. Colore del dorso azzurro cupo, argenteo sui fianchi e ventre. Lunghezza massima 4 m, peso medio 50 kg. 2) Fam. - Trichiuridi, Lepidopus caudatus (Pesce sciabola), corpo fortemente compresso lateralmente, mascella superiore più breve dell'inferiore, pinna codale piccola e forcuta, colore bianco argenteo. Lunghezza massima 2 m. 11

12 Teleostei. Osteitti senza pinne ventrali (apodi) Con pinna codale indistinta: 1) Fam. - Murenidi, Murena helena (Murena), corpo cilindrico, compresso posteriormente, assenza delle pinne pettorali, la pinna dorsale inizia anteriormente alla verticale passante per l'orlo anteriore della fessura branchiale. Colore giallo nerastro con macchie brunastre screziate di bianco. 2) Fam. - Anguillidi, Anguilla anguilla (Anguilla), corpo cilindrico, compresso posteriormente, con pinne pettorali. La testa è più corta della distanza tra la fessura branchiale e l'inserzione della pinna dorsale che è bassa. Mascella superiore più corta dell'inferiore. Colore del dorso bruno olivastro, mentre il ventre è biancastro. Lunghezza cm ) Fam. - Congridi, Conger conger (Gronco), corpo cilindrico, compresso posteriormente, con pinne pettorali. Mascella superiore più lunga dell'inferiore. La testa è più lunga della distanza tra la fessura branchiale e l'inserzione della pinna dorsale. Colore variabile, dorso grigio brunastro azzurrognolo, ventre biancastro. Lunghezza fino a 2 m, peso oltre 20 kg. 12

13 Teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare Ai teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare appartengono pesci a corpo asimmetrico, quali i pleuronectiformi, e pesci a corpo simmetrico, quali gadidi, zeidi, lophidi, trachinidi, uranoscopidi. Tra i pleuronectiformi d'interesse commerciale ricordiamo i soleoidei e i pleuronectidei. 13

14 Soleoidei 1) Fam. - Soleidi, Solea vulgaris (Sogliola), occhi a destra, il superiore più avanti dell'inferiore, bocca infera, muso arrotondato corpo ovale allungato, pinna dorsale inizia davanti all'occhio superiore, macchia nera all'estremità della pinna pettorale destra. Il lato oculare è di colore bruno verdastro mentre il lato cieco è di colore biancastro. Lunghezza ) Fam. - Cynoglossidi, Cynoglossus spp. (Lingua) occhi a sinistra, il superiore più avanti dell'inferiore, bocca infera, muso a uncino, corpo ovale restringentesi verso la coda a forma di lingua. Il lato oculare è di colore bruno verdastro, variabile secondo le specie, mentre il lato cieco è di colore biancastro. Di dimensioni minori rispetto alla sogliola. 14

15 Pleuronectidei Con occhi a destra Fam. - Pleuronectidi, Pleuronectes platessa (Platessa), occhio superiore in linea con l'inferiore, bocca terminale, corpo ovale, romboidale a pinne distese. Il lato oculare è di colore bruno verdastro con macchiette ovali aranciate, mentre il lato cieco è di colore biancastro. Dimensioni medie 50 cm, può raggiungere anche i 90 cm. Glyptocephalus cynoglossus (Passera), occhio superiore in linea con l'inferiore, bocca terminale, corpo ovale allungato. Il lato oculare è di colore bruno grigiastro con puntini neri sul corpo e sulle pinne, che presentano margine nerastro, mentre il lato cieco è di colore biancastro. Dimensioni massime 55 cm. 15

16 Con occhi a destra Pleuronectidei Fam. Pleuronectidi, Limanda limanda (Limanda), occhio superiore in linea con l'inferiore, bocca terminale, corpo ovale con squame finemente dentellate che rendono ruvido il lato oculare. Il lato cieco è ruvido solo sui bordi. Colore bruno sul lato oculare e biancastro sul lato cieco. Dimensioni massime 40 cm. Hippoglossus hippoglossus (Halibut), occhio superiore in linea con l'inferiore, bocca terminale, corpo ovale slanciato, di spessore maggiore rispetto a passere e platesse. Colore bruno-nerastro sul lato oculare e biancastro sul lato cieco. Dimensioni fino a 250 cm. 16

17 Pleuronectidei Con occhi a sinistra 1) fam. - Scoftalmidi, Psetta maxima (rombo chiodato), corpo romboidale quasi arrotondato, presenza di tubercoli ossei sul lato oculare, la pinna dorsale inizia davanti all'occhio superiore. Colore grigio-verdastro sul lato oculare con piccole macchie più chiare, colore biancastro sul lato cieco. Dimensioni fino a 100 cm. Specie eurialina. Scophtalmus rhombus (rombo liscio), simile al precedente dal quale si differenzia per l'assenza dei tubercoli sulla superficie oculare e per la presenza di piccole squame. Colori e dimensioni simili al rombo chiodato. 17

18 Con occhi a sinistra Pleuronectidei 1) Fam. - Citaridi, Citharus linguatula (Linguattola o Cianchettone), corpo ellittico, muso a punta, la pinna anale non è preceduta da spine. Colore grigio-giallastro sul lato oculare e incolore sul lato cieco. Dimensioni fino a 30 cm. 2) Fam. - Botidi, Arnoglossus laterna (Cianchetta o Suacia), presenta due spine prima della pinna anale. Colore cinereo-carniccio sul lato oculare e grigio-biancastro sul lato cieco. Dimensioni fino a 20 cm. 18

19 Teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare e corpo simmetrico 1) Fam. - Gadidi, Gadus morhua (Merluzzo), muso conico, corpo robusto allungato con tre pinne dorsali e due anali. IL mascellare superiore è più lungo dell'inferiore che è provvisto di barbiglio. Il colore del dorso è grigio-scuro olivastro con macchie biancastre che arrivano anche ai fianchi, la linea laterale è più chiara del corpo, il ventre è biancastro. Dimensioni massime 180 cm. Merluccius merluccius (Nasello o merluzzo argentato), corpo e testa allungati, muso appuntito, mascellare superiore più corto dell'inferiore che è sprovvisto di barbiglio. Provvisto di due pinne dorsali e una anale, di colore grigio-scuro, con linea laterale quasi rettilinea. Colore grigio metallico sul dorso, più chiaro sui fianchi e argenteo sul ventre. Dimensioni fino a 130 cm, nel Mediterraneo non supera i 40 cm. 19

20 Teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare e corpo simmetrico Fam. - Zeidi, Zeus faber (Pesce San Pietro), corpo compresso lateralmente; due pinne dorsali, di cui la prima provvista di appendici filamentose, e due anali. Caratteristici i fianchi ornati di macchia tondeggiante nera con cerchio giallo-grigiastro. 20

21 Teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare e corpo simmetrico Fam. - Lophidi, Lophius piscatorius (Rana pescatrice), corpo conico schiacciato dorsoventralmente, pelle nuda, dorso di colore bruno olivastro cangiante, seconda pinna dorsale con raggi, pinna codale gefirocerca, peritoneo di color bianco. Dimensioni fino a 2 m e peso fino a 30 kg. Lophius budegassa (Pesce rospo), corpo conico schiacciato dorso-ventralmente, pelle nuda, dorso di colore bruno-rossiccio con macchie biancastre, seconda pinna dorsale con 8-10 raggi, pinna codale omocerca, peritoneo di color nero. Dimensioni fino a 80 cm. 21

22 Teleostei con pinne ventrali in posizione giugulare e corpo simmetrico Fam. - Trachinidi, Trachinus araneus (Tracina o Pesce ragno), occhi rivolti lateralmente, due spine sul margine superiore dell'occhio. Prima pinna dorsale con 7 raggi spinosi veleniferi. Dorso di colore rosso scuro con macchie nere, ventre giallastro; sui fianchi vi sono 6-7 grosse macchie nerastre. Lunghezza massima 40 cm. Fam. - Uranoscopidi, Uranoscopus scaber (Pesce prete o Lucerna), capo robusto con placche dure e rugose, occhi rivolti verso l'alto, due pinne dorsali e una anale. Dorso grigio-bruno, più chiaro sui fianchi, biancastro sul ventre. Dimensioni fino a 30 cm. 22

23 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Salmonidi, Oncorhyncus gorbuscha (Salmone rosa), anadromo, due pinne dorsali di cui la seconda adiposa, pinna anale con raggi duri. La commessura labiale è nettamente oltre il margine posteriore dell'occhio. Colore blu-verde nel dorso, argenteo sui fianchi e bianco sul ventre con grosse macchie nere sul dorso e sulla coda. Nell'acqua dolce i colori sono meno brillanti. Lunghezza massima cm. 23

24 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Salmo salar (Salmone), anadromo, due pinne dorsali di cui la seconda adiposa, pinna anale con raggi duri. La commessura labiale non oltrepassa il margine posteriore dell'occhio. Colore blu-verde scuro nel dorso, argenteo sui fianchi e bianco sul ventre. Piccole macchie nere al di sopra della linea laterale. Nell'acqua dolce i colori diventano più scuri, con riflessi bronzei. Lunghezza massima 125 cm. 24

25 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Mugilidi, Mugil cephalus (Cefalo),eurialino, palpebra adiposa che ricopre l'occhio, narici distanti tra loro, due pinne dorsali di cui la prima non ha più di 4 raggi. Dorso grigio-blu scuro, argenteo sui fianchi con linee longitudinali grigie, bianco argento sul ventre. Macchia scura alla base delle pettorali. Lunghezza massima cm 70. Mugil auratus (Cefalo dorato), simile al cefalo. Tra le differenze si ricorda l'assenza della macchia nera alla base delle pettorali, le narici che sono vicine tra loro, gli opercoli con macchia gialla e la palpebra adiposa che è rudimentale. 25

26 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Clupeidi, Clupea pilchardus (Sardina comune), mascella inferiore più lunga della superiore, corpo coperto di squame, carena ventrale denticolata, solo nel tratto anteriore alle pinne ventrali. Solo una pinna dorsale. Colore verde oliva del dorso con fascia azzurra ai lati. Fianchi e ventre bianco argenteo. Lunghezza massima cm 20. Clupea harengus (Aringa), mascella inferiore più lunga della superiore, corpo coperto di squame grandi e caduche, carena ventrale denticolata, solo nel tratto compreso tra le pinne ventrali e le pinne anali. Solo una pinna dorsale. Colore blu scuro nel dorso, assenza di macchie nere, argenteo nei fianchi e nel ventre. Lunghezza massima cm

27 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Clupeidi, Clupea sprattus (Papalina), mascella inferiore più lunga della superiore, pinna dorsale dietro all'origine delle pinne ventrali, per cui sollevata per la pinna dorsale il pesce s'inclina in avanti. Carena ventrale denticolata in tutta la sua lunghezza. Colore del dorso azzurro, fianchi e ventre argentei. Lunghezza fino a 15 cm. Sardinella aurita (Alaccia o Sardinella d'africa), mascella inferiore più lunga della superiore, pinna dorsale spostata in avanti con inizio nel terzo anteriore del corpo, carena ventrale denticolata in tutta la sua lunghezza. Colore del dorso blu verdastro, striscia giallo dorata lungo i fianchi argentei. Lunghezza fino a 30 cm. 27

28 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. Clupeidi, Alosa fallax nilotica (Cheppia), anadroma, mascella inferiore più lunga della superiore, carena ventrale denticolata in tutta la sua lunghezza. La verticale passante per l'inserzione delle pinne ventrali taglia la pinna dorsale. Colore del dorso azzurro, fianchi e ventre argentei. Macchia nera dietro l'angolo superiore dell'opercolo seguita da una o più macchie nere (fino a 7) sui fianchi. Lunghezza fino a 60 cm. 28

29 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Engraulidi, Engraulis enchrasicholus (Acciuga o Alice), il mascellare superiore sporge sull'inferiore, carena ventrale liscia. Vi è solo una pinna dorsale. Dorso di colore verde-azzurro, fianchi e ventre argentei Fianchi con linea grigio-azzurra. Lunghezza fino a 20 cm. 29

30 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Belonidi, Belone belone (Aguglia) corpo allungato e snello, mancano le pinnule dietro la pinna dorsale e anale. I mascellari sono allungati e l'inferiore sporge sul superiore. Le vertebre sono verdastre per presenza di pigmento. Dorso di colore azzurro-verdastro, fianchi e ventre perlacei, muso nero. Lunghezza fino a 70 cm. Fam. - Scomberesocidi, Scomberesox saurus (Costardella), mascella superiore più stretta e più corta dell'inferiore. Corpo leggermente compresso lateralmente; 5-7 pinnule dopo la pinna dorsale e anale. Dorso di colore azzurro-grigiastro, fianchi e ventre perlacei, muso nero. Lunghezza fino a 40 cm. 30

31 Teleostei con pinne ventrali in posizione addominale Fam. - Atherinidi, Atherina hepsetus, (Latterino o Acquadella), muso prominente, due pinne dorsali. Dorso grigiastro punteggiato di nero, fianchi argentei, ventre bianco. Lunghezza fino a 15 cm. Atherina boyeri, (Latterino capoccione), muso corto, gli occhi sono più grandi del muso. Dorso grigio chiaro punteggiato di nero, fianchi argentei con una o due linee di punti neri, ventre bianco. Dimensioni fino a 10 cm. 31

32 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Mullidi, Mullus surmuletus (Triglia di scoglio), muso allungato con barbigli, capo con profilo leggermente obliquo. Due pinne dorsali, la prima presenta due fasce rosso-scure. Dorso rosso. Fianchi rosa con 3-4 strisce longitudinali giallo-rossastre. Ventre bianco. Dimensioni fino a 30 cm. Mullus barbatus (Triglia di fango), testa con profilo quasi verticale e barbigli, la prima pinna dorsale non ha fasce rosso-scure. Non ha le linee gialle longitudinali sui fianchi. Corpo rosso e ventre rosa argento. Fino a 30 cm di lunghezza. 32

33 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Serranidi, Epinephelus caninus (Cernia mediterranea), una pinna dorsale con 3 raggio spinoso più lungo del secondo, testa grossa e mandibola prominente, 4 denti canini, più sviluppati che nelle altre cernie, sono presenti sui mascellari. Preopercolo con margine dentellato, 3 spine sull'opercolo. Corpo grigio violaceo uniforme, più scuro sul dorso e più chiaro sul ventre. Linee scure longitudinali (2 o 3) che partono dall'occhio fino alla guancia e all'opercolo. Lunghezza fino a 150 cm. Epinephelus guaza (Cernia gigante), differisce dalla cernia mediterranea in particolare per la colorazione che è bruno rossiccia con riflessi più scuri sul dorso e arancio sul ventre. Corpo con macchie chiare, giallo verdastre, che scompaiono dopo la morte. 33

34 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. Serranidi, Dicentrarchus labrax (Spigola, Branzino o Ragno), eurialino, corpo affusolato, due pinne dorsali di cui la seconda ha meno di 20 raggi. Preopercolo dentellato, opercolo con due spine rivolte indietro e con macchia scura sul margine superiore. Dorso grigio piombo, argentei fianchi e ventre. Lunghezza fino a 100 cm. Dicentrarchus punctatus (Spigola puntata), differisce dalla spigola soprattutto per il colore. Dorso nero bluastro, grigio argenteo sui fianchi e ventre bianco-argenteo. Macchia nera sull'opercolo e piccole macchie nerastre sul corpo nei due terzi superiori. Lunghezza fino a 60 cm. 34

35 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Scienidi, Pseudotolithus senegalensis (Ombrina), corpo allungato, bocca terminale che raggiunge il margine posteriore dell'occhio. Due robusti canini sulla mascella superiore. Seconda pinna dorsale con più di 20 raggi. Pinne dal bruno al giallastro, la codale scura. Colore cinereo argento, più scuro sul dorso e più chiaro sui fianchi. Fianchi e dorso con linee più scure, ondulate e oblique. Lunghezza fino a 100 cm. Umbrina cirrhosa (Ombrina dal porro), si differenzia per le linee oblique ondulate che sono giallastre e per la presenza di un barbiglio corto sotto la mandibola. Lunghezza fino a 100 cm. Sciaena aquila (Bocca d'oro), cavità boccale color giallooro. Può raggiungere i due metri e pesare oltre venti kg. 35

36 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Scorpenidi, Scorpena scrofa (Scorfano rosso), capo nudo, senza squame, fossa quadrangolare sull'occipite, lembi cutanei sul capo e anche sotto la mascella inferiore. Numerose spine sulla parte superiore della testa. Pinna dorsale con raggi spinosi. Colore del corpo rosso con macchie brune. Dimensioni fino a 50 cm. Sebastes dactylopterus (Scorfano di fondale), squame e spine sul capo, mancano i lembi cutanei interspinosi e la fossetta occipitale. La pinna dorsale ha raggi spinosi. Colore rosso con 4 o 5 fasce verticali brune che si arrestano prima del ventre. Dimensioni fino a 30 cm. 36

37 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Sparidi, Sparus aurata (Orata), corpo ovale allungato, appiattito lateralmente, capo arrotondato nella parte superiore, linea laterale quasi dritta; raggi molli nella pinna anale. Presenza di una fascia dorata fra gli occhi. 4-6 grossi denti caniniformi su ogni mascella. Presenza di denti molariformi. Colore del dorso azzurro con riflessi dorati, fianchi dorati con linee longitudinali brune e ventre bianco argenteo. Sugli opercoli è presente sia una macchia giallo-oro, sia una macchia nerastra nel margine superiore e posteriore. Lunghezza fino a 60 cm. 37

38 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. Sparidi, Dentex dentex (Dentice), corpo allungato, convesso sulla nuca, linea laterale parallela alla curva dorsale del corpo. Presenza di 11 raggi spiniformi nella pinna dorsale. 4-6 grossi caniniformi anteriori su ogni mascella. Presenza di caniniformi anche lateralmente sulle mascelle senza molariformi. Colore del dorso azzurro, fianchi e ventre bianco argenteo. Lithognathus mormyrus (Mormora), labbra grosse, corpo ovale compresso lateralmente. Alcune serie di piccoli denti anteriori conici appuntiti, molariformi sulla parte laterale delle mascelle. Presenza di strisce verticali nerastre sul corpo che non raggiungono il ventre. Lunghezza fino a 35 cm. 38

39 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. Sparidi, Diplodus sargus (Sarago), labbra sottili, corpo ellittico compresso, macchia nera sul tronco della coda che non raggiunge i raggi molli della pinna dorsale e anale. Macchia nera alla base della pinna pettorale, 7-8 fasce verticali di colore nerastro e strie longitudinali brune che raggiungono il ventre grigio argenteo. 8 incisivi quadrangolari su ogni mascella e presenza di molariformi. Lunghezza fino a 40 cm. Pagello erythrinus (Pagello o Fragolino),corpo ovale muso acuto,senza macchie o fasce sul corpo. Denti conici appuntiti d'avanti, disuguali nei soggetti piccoli, e denti molariformi. Le pinne pettorali si estendono oltre l'inizio della pinna anale che presenta 8-9-raggi molli. Colore rosso o rosa con riflessi argentei, rosso scuro sul bordo dell'opercolo e alla base della pinna pettorale. Lunghezza fino a 60 cm. 39

40 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Scomberidi, Scomber scombrus (Sgombro), le due pinne dorsali sono distanti fra loro, 5-6 pinnule dietro la seconda dorsale e la pinna anale. Dorso azzurro verdastro scuro con circa 30 fasce trasversali ondulate nerastre, ventre bianco argenteo. Lunghezza fino a 50 cm. 40

41 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Thunnus alalunga (Tonno alalunga), le due pinne dorsali sono avvicinate tra loro. 7-9 pinnule dietro la seconda dorsale e la pinna anale. Le pinne pettorali lunghissime giungono oltre la seconda dorsale. Dorso azzurro scuro, fianchi bluastri, ventre argenteo. Lunghezza fino 130 cm, peso oltre 15 kg. Thunnus thynnus (Tonno rosso), corpo robusto soprattutto anteriormente. Le due pinne dorsali sono avvicinate tra loro. Le pinne pettorali non oltrepassano la prima dorsale pinnule dietro la seconda dorsale e la pinna anale. Dorso azzurro scuro, con bande verticali nei giovani, fianchi bluastri, ventre argenteo striato negli adulti. Lunghezza oltre i 2 m, peso oltre i 400 kg. 41

42 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. Scomberidi, Sarda sarda (Tonnetto o Palamita), le due pinne dorsali sono avvicinate tra loro. 7-8 pinnule dietro la seconda dorsale e la pinna anale. Prima dorsale triangolare degradante all'indietro. Caratteristiche fasce nerastre longitudinali oblique scendono dal dorso, bluastro, lungo i fianchi, argentei. Nei giovani vi sono bande trasversali scure dal dorso ai fianchi al posto delle fasce oblique. Lunghezza fino a 80 cm. Euthynnus alletteratus (Tonnetto), muso conico, corpo robusto, prima dorsale con i primi raggi più lunghi dei successivi, le due pinne dorsali sono vicine tra loro. Dorso azzurro scuro con fascette longitudinali ondulate, senza fasce nere sui fianchi ma con macchie nerastre a contorni sfumati nella regione antero ventrale. Lunghezza fino a 1 m. 42

43 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Gobidi, Gobius paganellus (Paganello), corpo cilindrico poco compresso lateralmente con due pinne dorsali distinte. La prima dorsale, più corta della seconda, ha 6 raggi. Il colore è variabile dal bruno al giallastro con macchie più scure. Lunghezza fino a 15 cm. Aphia minuta (Rossetto), corpo allungato e compresso ai lati, testa grossa appuntita, bocca grande che supera il margine posteriore dell'occhio. Sono presenti due pinne dorsali. Corpo traslucido di colore giallastro lungo al massimo 6 cm. Il Bianchetto, costituito da forme giovanili di clupeidi e engraulidi (alici), si differenzia per avere una sola pinna dorsale. 43

44 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Triglidi, Trigla lucerna (Gallinella o Cappone), testa quasi diritta, muso appuntito, bocca grande. Due pinne dorsali separate, assenza di pinnule posteriormente alla 2ª pinna dorsale e anale. Pinne pettorali con tre raggi inferiori liberi. Spina coracoide corta, non raggiunge la metà della pinna pettorale. Linea laterale con squame piccole e lisce. Dorso rosso brunastro, fianchi rosa, ventre bianco. Lunghezza massima 65 cm. 44

45 Teleostei con pinna ventrale in posizione toracica Fam. - Carangidi, Seriola dumerilii (Ricciola o Leccia), corpo ovale allungato, prima pinna dorsale con spine riunite da membrana, preceduta da spina rivolta in avanti. Pinna codale forcuta. Pelle liscia, grigio argentea, dorso grigio-azzurro bruno, fianchi più chiari e ventre argenteo. Nei giovani esemplari vi sono macchie verticali scure che scendono dal dorso ai fianchi. Lunghezza oltre il metro. Trachurus trachurus (Suro, Sugherello), corpo affusolato, leggermente compresso ai lati, occhi grandi, spine della prima pinna dorsale riunite da membrana. Privo di pinnule dietro la seconda dorsale e la pinna anale. Pinna codale forcuta. Linea laterale con scudetti ruvidi e spinosi. Dorso grigio verdastro o grigio bluastro, fianchi e ventre argentei. Macchia nera sul margine posteriore degli opercoli. Lunghezza fino a 40 cm. 45

BAMPE. Bambini e Prodotti di Eccellenza. P.O. Marittimo Italia Francia IL MARE E I SUOI PRODOTTI. Scuola ELEMENTARE SACRO CUORE 3 B

BAMPE. Bambini e Prodotti di Eccellenza. P.O. Marittimo Italia Francia IL MARE E I SUOI PRODOTTI. Scuola ELEMENTARE SACRO CUORE 3 B P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza BAMPE IL MARE E I SUOI PRODOTTI Dr. Agr. Paolo Rosatelli Dipartimento per le Produzioni Zootecniche Servizio Risorse Ittiche Scuola ELEMENTARE

Dettagli

Carta dei Fondali. Zone Fao. Pescazzurro_Mangiasalute

Carta dei Fondali. Zone Fao. Pescazzurro_Mangiasalute Pescazzurro_Mangiasalute 4 3 Carta dei Fondali Zone Fao Il mare Adriatico centrale. Da Termoli ad Ancona abbiamo il pesce naturalmente più saporito d Italia ZONE DI PESCA FAO MEDITERRANEO ZONE DI PESCA

Dettagli

IZSTO IL PESCE E GIUSTO. Guida pratica all acquisto consapevole del pesce A.S.L. TO1

IZSTO IL PESCE E GIUSTO. Guida pratica all acquisto consapevole del pesce A.S.L. TO1 IZSTO Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d Aosta A.S.L. TO1 Azienda Sanitaria Locale Torino IL PESCE E GIUSTO Guida pratica all acquisto consapevole del pesce LE FRODI

Dettagli

Pesca a strascico: razionalizzazione e selettività

Pesca a strascico: razionalizzazione e selettività Iniziativa finanziata dalla Unione Europea DocUP - S.F.O.P. 2000/2006 Misura 4.4 "Azioni realizzate dagli operatori del settore" Assessorato Attività Produttive, Sviluppo Economico e Piano Telematico -Direzione

Dettagli

Comunicazione ai Naviganti Armatori Capitani Capo Barca Motoristi e Marinai Iscritti nelle matricole della Pesca

Comunicazione ai Naviganti Armatori Capitani Capo Barca Motoristi e Marinai Iscritti nelle matricole della Pesca Comunicazione ai Naviganti Armatori Capitani Capo Barca Motoristi e Marinai Iscritti nelle matricole della Pesca Venerdì 9 Marzo 2012 Oggetto: Regolamento CE 404/2011 - Controlli alla Pesca Giornale di

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968 PESCA SPORTIVA Nelle righe che seguono tratteremo gli aspetti della pesca sportiva in mare riferendoci a quanto è previsto tuttora dalla legislazione

Dettagli

Gli interferenti endocrini nei prodotti della pesca

Gli interferenti endocrini nei prodotti della pesca Gli interferenti endocrini nei prodotti della pesca Prof. Michele Amorena Conclusioni? I prodotti ittici costituiscono ottimi biosensori dello stato di d inquinamento e riflettono la tipologia e la concentrazione

Dettagli

Dal punto di vista gastronomico è importante la distinzione tra i: a) PESCI AFFUSOLATI b) PESCI PIATTI

Dal punto di vista gastronomico è importante la distinzione tra i: a) PESCI AFFUSOLATI b) PESCI PIATTI Modulo integrativo per le classi seconde i prodotti ittici PESCI DI MARE, D ACQUA DOLCE E MISTA I pesci I pesci sono prodotti ittici, sono vertebrati e non vanno confusi con i crostacei e molluschi, che

Dettagli

COMUNITÀ CIBO TIPICO IRPINO

COMUNITÀ CIBO TIPICO IRPINO INFORMAZIONI SUL PESCE È impostante scegliere un buon pescivendolo. Questo implica una serie di considerazioni sul locale: pulizia, ordine, odore di mare, non di ammoniaca o avariato; badate che chi serve

Dettagli

Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie.

Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. Glassatura 20% Imballo. 6 x 1 Kg. Marchio. Blu Mares. Specie. seppie pulite iqf 8/12 6x1 kg Seppia Orientale (Sepiella Japonica) 8001179010663 385 x 195 x 250 260 x 415 seppie pulite iqf 10/20 6x1 kg Seppia Orientale (Sepiella Japonica) 8001179010670 385 x 195 x

Dettagli

RICONOSCERE, CONSERVARE, CONSUMARE

RICONOSCERE, CONSERVARE, CONSUMARE RICONOSCERE, CONSERVARE, CONSUMARE IL PESCE di Diego Ravasin Flavia Verginella con la collaborazione della Cooperativa Pescatori di Grado Coordinamento: Edo Billa e Marco Missio Vignette e disegni: Federico

Dettagli

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Mangia pesce! Il pesce è un alimento che, secondo le linee guida dei nutrizionisti, dovrebbe

Dettagli

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare Milena TEMPESTA & Francesco ZUPPA C.E.A.M. - Centro di Educazione

Dettagli

potenzialmente legato al consumo dell alimento e a garantirne l idoneità al consumo umano.

potenzialmente legato al consumo dell alimento e a garantirne l idoneità al consumo umano. LINEE GUIDA ALL ACQUISTO DI PRODOTTI ITTICI E MOLLUSCHI BIVALVI REGOLE E CONTROLLI Il cosiddetto Pacchetto Igiene raccoglie i Regolamenti Comunitari in materia di Igiene degli Alimenti, comprendendo tutta

Dettagli

Ministero della Salute. Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione

Ministero della Salute. Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Consumo consapevole benefici nutrizionali Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Proprietà nutrizionali Proteine I prodotti della pesca, come

Dettagli

Acciuga o Alice - (Engraulis encrasicolus) Nome Scientifico: Engraulis encrasicolus. Codice FAO ANE. Area di Pesca: Mediterraneo, Mar Nero, Atlantico orientale, dalle coste occidentali dell'africa al nord

Dettagli

PESCI E CORALLI DEL MAR ROSSO

PESCI E CORALLI DEL MAR ROSSO PESCI E CORALLI DEL MAR ROSSO LE PIU' DIFFUSE SPECIE DI PESCI E CORALLI DEL MAR ROSSO: 1) ACROPORA Si presenta ramificata come le corna di un cervo e cresce dove l'acqua è pulita e non tanto alta (nei

Dettagli

delle attività della pesca

delle attività della pesca OSSERVATORIO NAZIONALE DELLA PESCA Sicurezza alimentare valore nutrizionale e sostenibilità delle attività della pesca IL CONTRIBUTO DELLA RICERCA SCIENTIFICA Sicurezza alimentare valore nutrizionale

Dettagli

Genn. Febbr. Mar. Apr. Mag. Giug. Lug. Ag. Sett. Ott. Nov. Dic. Acciughe X X X X X X X X X X X X X X X X X. Dentice X X X X X X X

Genn. Febbr. Mar. Apr. Mag. Giug. Lug. Ag. Sett. Ott. Nov. Dic. Acciughe X X X X X X X X X X X X X X X X X. Dentice X X X X X X X CALENDARIO DEL PESCE Il calendario per l'acquisto del pesce riporta i mesi in cui è possibile reperire al meglio le singole specie elencate. Sono informazioni utili per orientarsi nel mercato e capire

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 374/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 16 aprile 2014

REGOLAMENTO (UE) N. 374/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO. del 16 aprile 2014 22.4.214 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 118/1 REGOLAMENTO (UE) N. 374/214 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 214 sulla riduzione o sulla soppressione dei dazi doganali sulle

Dettagli

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO

1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO 1. TACCHINO ERMELLINATO DI ROVIGO AREA DI ORIGINE: Regione Veneto. TIPO ED INDIRIZZO PRODUTTIVO: Tacchino rustico di taglia media, precoce e a rapido impennamento. Ottimo pascolatore,si presta molto bene

Dettagli

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza.

FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO. L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. FCI Standard N 341/ 06.09.2013 TERRIER BRASILEIRO L illustrazione non rappresenta necessariamente il tipo ideale della razza. 2 LINGUA ORIGINALE FCI DI TRADUZIONE: inglese. ORIGINE: Brasile DATA DI PUBBLICAZIONE

Dettagli

ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria

ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria ALPENLÄNDISCHE DACHSBRACKE FCI Standard N 254 / 13.09.2000 ORIGINE: Austria Commento di Luisa Salinas UTILIZZAZIONE: questo cane robusto e resistente alle intemperie viene utilizzato dal cacciatore in

Dettagli

L ISTAMINA IL PROBLEMA DEI PARASSITI. DR. ARMANI ANDREA Facoltà di Medicina Veterinaria Università di Pisa

L ISTAMINA IL PROBLEMA DEI PARASSITI. DR. ARMANI ANDREA Facoltà di Medicina Veterinaria Università di Pisa L ISTAMINA IL PROBLEMA DEI PARASSITI DR. ARMANI ANDREA Facoltà di Medicina Veterinaria Università di Pisa L ISTAMINA NEI PRODOTTI ITTICI CHE COS E L ISTAMINA? L Istamina è un composto organico che si forma

Dettagli

Servizio veterinario d igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche (Area C)

Servizio veterinario d igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche (Area C) Studio dell impatto ambientale di tipo radioattivo sugli animali produttori di alimenti perl uomo riscontri di passata e recente attivita veterinaria. Possibili elementi di valutazione per la definizione

Dettagli

XIV TROFEO CITTA DI RIMINI

XIV TROFEO CITTA DI RIMINI XIV TROFEO CITTA DI RIMINI BIG GAME IN DRIFTING Catch & Release OPEN FIPSAS RIMINI 26 /07/2014 (DATA DI RISERVA 27 /07/2014) REGOLAMENTO PARTICOLARE DELLA MANIFESTAZIONE Art. 1 DENOMINAZIONE: Gara di Pesca

Dettagli

Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale. Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA

Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale. Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA CODA Appendice situata all estremo superiore del tronco con la quale termina la colonna vertebrale Vertebre coccigee (18-22) CARATTERE DI RAZZA coda Funzioni: -timone direzionale ed organo di equilibrio

Dettagli

BIOLOGIA E RICONOSCIMENTO DEI PESCI D ACQUA DOLCE PRINCIPALI TECNICHE DI PESCA

BIOLOGIA E RICONOSCIMENTO DEI PESCI D ACQUA DOLCE PRINCIPALI TECNICHE DI PESCA BIOLOGIA E RICONOSCIMENTO DEI PESCI D ACQUA DOLCE PRINCIPALI TECNICHE DI PESCA Docente Padovani Emilio I PESCI Strutture e organi caratteristici: pinne branchie linea laterale vescica natatoria LE PINNE

Dettagli

Parete Addominale Muscoli Fasce - Vascolarizzazione

Parete Addominale Muscoli Fasce - Vascolarizzazione Muscoli Fasce - Vascolarizzazione Cute Fascia superficiale (di Camper) Tessuto sottocutaneo Aponeurosi o fascia dei m. retti Fascia trasversale dell addome Tessuto adiposo preperitoneale Foglietto parietale

Dettagli

IL REGNO DEGLI ANIMALI

IL REGNO DEGLI ANIMALI STITUTO COMPRENSIVO COMPLETO STATALE DI MALEO SCUOLA PRIMARIA DI MALEO CLASSE 5^B DOCENTE: RAFFAELLA CECCONI IL REGNO DEGLI ANIMALI l regno animale è costituito da circa 1 milione e mezzo di specie viventi,

Dettagli

LEGA CONSUMATORI GUIDA ALLA PESCA SOSTENIBILE

LEGA CONSUMATORI GUIDA ALLA PESCA SOSTENIBILE LEGA CONSUMATORI GUIDA ALLA PESCA SOSTENIBILE QUANTI PESCI CI SONO NEL MARE? Tre pescatori di Livorno Disputarono un anno e un giorno Per stabilire e sentenziare Quanti pesci ci sono nel mare. Disse il

Dettagli

Pescare a mosca in Val d Ultimo. Merano

Pescare a mosca in Val d Ultimo. Merano Pescare a mosca in Val d Ultimo Merano Finalmente le vacanze ed il tempo per rilassarsi e staccare la spina. Cosa c è di più allettante di riprendere la canna da pesca e, in un tiepido giorno d estate,

Dettagli

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA

IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA Studi di settore IL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI FRESCHI IN ITALIA Analisi dell offerta, della domanda e della distribuzione al dettaglio Il settore ittico in Italia I principali indicatori del settore

Dettagli

Dalle acque limpide della Sicilia una nuova linea di prodotti ittici di altissima qualità.

Dalle acque limpide della Sicilia una nuova linea di prodotti ittici di altissima qualità. Gourmet Sicilia Una collezione unica di specialità ittiche pescate nei mari ricchi e trasparenti di Sicilia. Profumi mediterranei delicati per veri intenditori del gusto. Gambero Rosso GOURMET SICILIA

Dettagli

Bocca e denti BOCCA E DENTI

Bocca e denti BOCCA E DENTI BOCCA E DENTI Bocca e denti Anche rispetto alla dentatura le diverse specie di pesci possono presentare molte differenze. Così esistono pesci senza denti (come il pesce spada adulto) ed altri con denti

Dettagli

La ricerca scientifica alza la guardia contro le frodi nel settore ittico

La ricerca scientifica alza la guardia contro le frodi nel settore ittico La ricerca scientifica alza la guardia contro le frodi nel settore ittico Elena Bozzetta SC Istopatologia e Test rapidi FRODI ALIMENTARI: la sanità pubblica in campo per la tutela dei cittadini Torino,

Dettagli

LE PARASSITOSI ITTICHE TRA VECCHIA E NUOVA LEGISLAZIONE (E NON SOLO)

LE PARASSITOSI ITTICHE TRA VECCHIA E NUOVA LEGISLAZIONE (E NON SOLO) LE PARASSITOSI ITTICHE TRA VECCHIA E NUOVA LEGISLAZIONE (E NON SOLO) CAORLE 30 GIUGNO 2012 DR PAOLO CAPOVILLA I PARASSITI DI INTERESSE SANITARIO: (PRESENTI IN PRODOTTI DELLA PESCA E MOLLUSCHI E TRASMISSIBILI

Dettagli

ANISAKIS E ANISAKIASI

ANISAKIS E ANISAKIASI ANISAKIS E ANISAKIASI INTRODUZIONE L anisakiasi è una malattia zoonosica nota da molti anni [Con il termine zoonosi si intende una qualsiasi malattia infettiva o parassitaria degli animali che può essere

Dettagli

NOTA. Dipartimento tematico B Politiche strutturali e di coesione LA PESCA NEL DODECANNESO PESCA 2008 IT

NOTA. Dipartimento tematico B Politiche strutturali e di coesione LA PESCA NEL DODECANNESO PESCA 2008 IT NOTA Dipartimento tematico B Politiche strutturali e di coesione LA PESCA NEL DODECANNESO PESCA 2008 IT Direzione generale delle Politiche interne dell Unione Unità tematica - Politiche strutturali e

Dettagli

deliberazione n. 118

deliberazione n. 118 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA VIII LEGISLATURA deliberazione n. 118 PIANO TRIENNALE REGIONALE PER LA PESCA E L ACQUACOLTURA 2009/2011 LEGGE REGIONALE 13 MAGGIO 2004, N. 11, ARTICOLO 4 ESTRATTO

Dettagli

La varietà della fauna acquatica è elevatissima:

La varietà della fauna acquatica è elevatissima: Unità didattica.1 I pesci Obiettivi: Conoscenze Competenze-abilità Classifica i pesci. Conosce le modalità di conservazione, le norme igieniche e le principali caratteristiche merceologiche. Conosce le

Dettagli

Sfop PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA. Progetto POR Sicilia 2000/2006 misura 4.17 codice provvisorio 108 un atlante per il mare D.O.P.

Sfop PROVINCIA REGIONALE DI SIRACUSA. Progetto POR Sicilia 2000/2006 misura 4.17 codice provvisorio 108 un atlante per il mare D.O.P. CostardellA AgugliA NasellO TonnO Trigli GamberO Pesce PilotA TombarellO Aguglia ImperialE TotanO LanzardO PolpO Pesce SpadA OcchiatA AcciugA TrigliA Atlante per il mare D.O.P. Guida al consumo sostenibile

Dettagli

La cheppia (Alosa fallax), tra Adda e Po.

La cheppia (Alosa fallax), tra Adda e Po. Dipartimento V Agricoltura ed ambiente rurale U.O. Ambiente rurale e gestione faunistica La cheppia (Alosa fallax), tra Adda e Po. A cura di Simone Rossi Citazione bibliografica consigliata: Rossi S. (2014).

Dettagli

mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae

mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae Fonte immagine foto di S. Bava La stenella è spesso chiamata delfino nel linguaggio comune, per via della somiglianza con i

Dettagli

F.I.P.S.A.S. C.O.N.I. C.M.A.S. Libro bianco LE GARE DI PESCA IN APNEA. A cura del Comitato di Settore Attività Subacquee

F.I.P.S.A.S. C.O.N.I. C.M.A.S. Libro bianco LE GARE DI PESCA IN APNEA. A cura del Comitato di Settore Attività Subacquee F.I.P.S.A.S. C.O.N.I. C.M.A.S. Libro bianco LE GARE DI PESCA IN APNEA A cura del Comitato di Settore Attività Subacquee Roma anno 2002 INDICE INTRODUZIONE (di Alberto Azzali). pag.3 CAPITOLO 1 - La Federazione

Dettagli

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo)

Epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) L APPARATO DIGERENTE Tubo digerente (dalla bocca all ano) e ghiandole annesse; epitelio di origine endodermica (tranne i tratti ectodermici iniziali e terminali del proctodeo e dello stomodeo) Epitelio

Dettagli

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FRUTTI FLORA ESOTICA

CHIOMA E PORTAMENTO FOGLIE FIORI FRUTTI FRUTTI FLORA ESOTICA ALBERI I GRANDEZZA (anomala poiché gymnospermae) GINKO BILOBA Ginko biloba FLORA ESOTICA 25-30 m 10 m Eretto nelle piante maschili, espanso nelle femminili Primaverile, poco significativa Carnosi, ovoidali

Dettagli

EXECUTIVE SUMMARY. Maggio 2013

EXECUTIVE SUMMARY. Maggio 2013 Maggio 2013 EXECUTIVE SUMMARY Il check up del settore ittico nazionale per il 2012 mostra tutti i segni di una difficoltà che, se già di per sé sembra assumere carattere strutturale, è stata aggravata

Dettagli

COM È FATTA UNA FARFALLA?

COM È FATTA UNA FARFALLA? COM È FATTA UNA FARFALLA? CORPO SUDDIVISO IN 3 SEGMENTI - TESTA - TORACE - ADDOME 3 PAIA DI ZAMPE = 6 ZAMPE 2 PAIA DI ALI = 4 ALI 1 SPIRITROMBA: è l organo con cui le farfalle succhiano il nettare dai

Dettagli

Filetti di alici marinate

Filetti di alici marinate Ittico Filetti di alici marinate Filetti di alici marinate in olio. filetti di alici engraulls engrasicholus (alici, acqua, aceto di vino, sale) 65% min, olio di semi di girasole, sale, acido citrico,

Dettagli

ALIMENTAZIONE E SALUTE A CHIOGGIA

ALIMENTAZIONE E SALUTE A CHIOGGIA ALIMENTAZIONE E SALUTE A CHIOGGIA LA SICUREZZA ALIMENTARE DEI PRODOTTI DELLA PESCA Luciano Boffo e Patrizia Buratti distribuzione gratuita Strada Madonna Marina, 500 - Chioggia (VE) Via G. Poli, 1 - Chioggia

Dettagli

A z i e n d a A g r i t u r i s t i c a. Antipasti

A z i e n d a A g r i t u r i s t i c a. Antipasti A z i e n d a A g r i t u r i s t i c a I l C a s a l e d e l l E t n a Antipasti Alici in agrodolce Alici fritte Alici marinate Bresaola di tonno Bruschette al patè di tonno Calamaretti conditi (marinati)

Dettagli

Piano di Gestione Locale dell Unità Gestionale da Capo Calavà a Capo Milazzo

Piano di Gestione Locale dell Unità Gestionale da Capo Calavà a Capo Milazzo FEP 2007-2013 MISURA 3.1 Azioni collettive (art. 37 lettera m - Piani di gestione locali) Reg. (CE) n. 1198/2006 Piano di Gestione Locale dell Unità Gestionale da Capo Calavà a Capo Milazzo Co.Ge.P.A.

Dettagli

L e norme sulla taglia minima di

L e norme sulla taglia minima di L inchiesta - The Inquiry Minimum sizes: what's new? The regulations about the minimum size for fishing and release on the market, included in what is known as "rational and sustainable exploitation of

Dettagli

www.regione.veneto.it Economia & Gastronomia L a p e s c a e l a c q u a c o l t u r a n e l l a R e g i o n e d e l V e n e t o.

www.regione.veneto.it Economia & Gastronomia L a p e s c a e l a c q u a c o l t u r a n e l l a R e g i o n e d e l V e n e t o. www.regione.veneto.it Economia & Gastronomia L a p e s c a e l a c q u a c o l t u r a n e l l a R e g i o n e d e l V e n e t o. Mi è particolarmente gradito salutare questa bella iniziativa divulgativa

Dettagli

Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive modificazioni concernente la disciplina della pesca marittima;

Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive modificazioni concernente la disciplina della pesca marittima; DECRETO MINISTERIALE 27 MARZO 2002 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 84 del 10 aprile 2002) MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo.

Dettagli

La qualità del pesce fresco merita attenzione.

La qualità del pesce fresco merita attenzione. I.P La qualità del pesce fresco merita attenzione. Guida pratica per scegliere e riconoscerlo. La pesca italiana. Dalla parte del mare. DIREZIONE GENERALE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL ACQUACOLTURA DIREZIONE

Dettagli

PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE

PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE CONSORZIO DI RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI Piano Operativo Regionale 2000-2006 Misura 4.17. sottomisura A Promozione PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE Attività A500 Azioni volte all attivazione di campagne

Dettagli

Cento astuzie per cucinare il pesce di mare

Cento astuzie per cucinare il pesce di mare Collana le guide Alberto e Paola Tassinari Cento astuzie per cucinare il pesce di mare BACCHILEGA EDITORE 4 ISBN 978-88-96328-85-9 2013 Bacchilega editore via Emilia 25 - Imola tel. 0542 31208 - fax 0542

Dettagli

VALUTAZIONE DELL EFFETTO RISERVA DELL AREA MARINA PROTETTA DEL PLEMMIRIO SULLE RISORSE ITTICHE PESCABILI

VALUTAZIONE DELL EFFETTO RISERVA DELL AREA MARINA PROTETTA DEL PLEMMIRIO SULLE RISORSE ITTICHE PESCABILI Struttura Tecnico Scientifica di Palermo Laboratorio di Milazzo Via dei Mille 44 98057, Tel 0909224872 Fax 0909241832 RELAZIONE FINALE LUGLIO 2011 VALUTAZIONE DELL EFFETTO RISERVA DELL AREA MARINA PROTETTA

Dettagli

METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI

METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI METODOLOGIA DI RILEVAZIONE E ANALISI DEI CONSUMI DOMESTICI DI PRODOTTI ITTICI Per il monitoraggio degli acquisti di prodotti ittici delle famiglie italiane, l Ismea si avvale di un Panel famiglie gestito

Dettagli

Invito a partecipare all ITINERARIO DEL PESCE DIMENTICATO Percorso gastronomico-culturale dedicato alle specie ittiche di minor valore commerciale

Invito a partecipare all ITINERARIO DEL PESCE DIMENTICATO Percorso gastronomico-culturale dedicato alle specie ittiche di minor valore commerciale Invito a partecipare all ITINERARIO DEL PESCE DIMENTICATO Percorso gastronomico-culturale dedicato alle specie ittiche di minor valore commerciale L iniziativa L iniziativa, rivolta ai ristoratori la cui

Dettagli

SeafoodService. prima edizione

SeafoodService. prima edizione SeafoodService prima edizione Alessandro Scarponi, amministratore delegato L AZIENDA QUALITÀ E TRADIZIONE AL SERVIZIO DELLA RISTORAZIONE CHEF è una azienda che trasforma e commercializza da oltre 20 anni

Dettagli

ATTI DEL FORUM. Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione, distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore

ATTI DEL FORUM. Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione, distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore 1 ATTI DEL FORUM Il prodotto ittico: una risorsa per la produzione, distribuzione e somministrazione a tutela del consumatore 2 INSERIRE RIFERIMENTO CAPITOLO DOPO AVER FATTO INDICE Pubblicato nel mese

Dettagli

E caratterizzata da 2 processi fondamentali:

E caratterizzata da 2 processi fondamentali: LA QUARTA SETTIMANA EVENTI IV a SETTIMANA E caratterizzata da 2 processi fondamentali: 1) la crescita e l organizzazione dei derivati dei tre foglietti embrionali, che portano alla formazione degli abbozzi

Dettagli

DISCIPLINARE CONSORZIO PESCA ANCONA

DISCIPLINARE CONSORZIO PESCA ANCONA DISCIPLINARE Indice Emissione del 09.01.2007 2 1. INTRODUZIONE OP con sede in via Molo Mondracchio, s.n 60125 Ancona (indirizzo internet www.conpesca.it) L OP, ai sensi e per gli effetti delle norme comunitarie

Dettagli

Statistiche sulla pesca e zootecnia

Statistiche sulla pesca e zootecnia SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA 2 0 0 3 Settore Agricoltura Statistiche sulla pesca e zootecnia Anno 2001 Informazioni n. 27-2003 SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE

Dettagli

I PESCI DEL NOSTRO MARE E LA LORO VALORIZZAZIONE GASTRONOMICA

I PESCI DEL NOSTRO MARE E LA LORO VALORIZZAZIONE GASTRONOMICA I PESCI DEL NOSTRO MARE E LA LORO VALORIZZAZIONE GASTRONOMICA A CURA DEGLI ALLIEVI DEL CORSO TECNICO SUPERIORE PER LA VALORIZZAZIONE DI VINI E DI PRODOTTI TIPICI PER UNA RISTORAZIONE DI QUALITÀ SOMMARIO

Dettagli

Pesci PHYLUM CHORDATA

Pesci PHYLUM CHORDATA Zoologia ed elementi di Ecologia delle acque Corso di Laurea in Sc. e Tec. per la Cons. delle Foreste e della Natura - Sede di Cittaducale Docente S. Adriani a.a. 2014/2015 Testo di riferimento: Hickman

Dettagli

la Tavola Blu Realizzazione a cura di Marevivo Coordinamento editoriale Maria Rapini

la Tavola Blu Realizzazione a cura di Marevivo Coordinamento editoriale Maria Rapini la Tavola Blu Realizzazione a cura di Marevivo Coordinamento editoriale Maria Rapini Testi Cecilia Franceschetti Serena Maso Marina Pulcini Maria Rapini la Tavola Foto Marina Pulcini Logo Paolo Capio Progetto

Dettagli

PROCEDURA DI ABBATTIMENTO PER IL CONTROLLO DELLA PRESENZA DI PARASSITI [ Valerio Ranghieri

PROCEDURA DI ABBATTIMENTO PER IL CONTROLLO DELLA PRESENZA DI PARASSITI [ Valerio Ranghieri PROCEDURA DI ABBATTIMENTO PER IL CONTROLLO DELLA PRESENZA DI PARASSITI [ Valerio Ranghieri Redatto da:ranghieri Dr Valerio Medico Veterinario Approvato da: 2 1) SCOPO E FINALITA DELLA PROCEDURA La presente

Dettagli

La cucina di nanne Chica

La cucina di nanne Chica Federiga Bertolini Vettori La cucina di nanne Chica Cento ricette di mare a cura di Rosanna Betti Edizioni ETS Indice delle ricette Antipasti Bocconcini di baccalà marinato alla menta 13 Carpaccio di baccalà

Dettagli

CURIOSITÀ CURIOSITÀ DOMANDE CURIOSITÀ DOMANDE CURIOSITÀ

CURIOSITÀ CURIOSITÀ DOMANDE CURIOSITÀ DOMANDE CURIOSITÀ DOMANDE CURIOSITÀ CURIOSITÀ 24 Per alleggerire la pressione di pesca sulle risorse ittiche, quale tra questi provvedimenti non viene utilizzato? a. Allargare le maglie delle reti di pesca per diminuire

Dettagli

LIBRO INGREDIENTI PESCHERIA TIGROS DRIVE

LIBRO INGREDIENTI PESCHERIA TIGROS DRIVE LIBRO INGREDIENTI PESCHERIA TIGROS DRIVE COMPLETO DI ELENCO ADDITIVI MODALITA DI CONSERVAZIONE: in Frigorifero 0/+2/4 C SI CONSIGLIA DI CONSUMARE I PRODOTTI ENTRO 2 GG DALL ACQUISTO PER APPREZZARNE MAGGIORMENTE

Dettagli

Procedure per un efficace controllo di filiera in sicurezza alimentare: i prodotti della pesca

Procedure per un efficace controllo di filiera in sicurezza alimentare: i prodotti della pesca I controlli ufficiali nella fase della produzione primaria Procedure per un efficace controllo di filiera in sicurezza alimentare: i prodotti della pesca VALMONTONE 08 OTTOBRE 2014 Dr Nicolini Giuseppe

Dettagli

Schede descrittive di alcuni alimenti e prodotti di qualità di origine animale

Schede descrittive di alcuni alimenti e prodotti di qualità di origine animale Schede descrittive di alcuni alimenti e prodotti di qualità di origine animale Tipologie di salumi italiani Bresaola La bresaola è un salume tipico della Valtellina che si ottiene per salagione e stagionatura

Dettagli

Genetica del colore del mantello nel cavallo

Genetica del colore del mantello nel cavallo Genetica del colore del mantello nel cavallo Corso di laurea in Scienze e Tecniche Equine MIGLIORAMENTO GENETICO ED ETNOLOGIA DEGLI EQUINI A.Sabbioni. Anno Accademico 2007-08 1 Principali geni per il colore

Dettagli

MASSAGGIO CONNETTIVALE

MASSAGGIO CONNETTIVALE MASSAGGIO CONNETTIVALE ESECUZIONE MANUALE Per effettuare la trazione del connettivo si appoggiano sulla cute il polpastrello del dito medio e dell anulare o del medio e dell indice prima a piatto, poi

Dettagli

Le stagioni dei prodotti ittici del Lazio

Le stagioni dei prodotti ittici del Lazio Ma tu di che mese sei? Iniziativa realizzata con il concorso fi nanziario..??!.. In collaborazione con Progetto Linee guida di riferimento per il consumatore sulla stanalità dei prodotti ittici laziali

Dettagli

Reti per la pesca di alici, sarde, costardelle, cicerelli e alaccie: il cianciolo

Reti per la pesca di alici, sarde, costardelle, cicerelli e alaccie: il cianciolo SELETTIVITA' DEGLI ATTREZZI DA PESCA CARATTERISTICHE DEI SISTEMI DI PESCA: CIRCUIZIONE I più usati attrezzi da circuizione sono: il cianciolo per il pesce azzurro (acciughe e sardine) e la tonnara volante

Dettagli

2) nell articolo 7 è aggiunto il paragrafo seguente: 3) l articolo 12 è sostituito dal seguente:

2) nell articolo 7 è aggiunto il paragrafo seguente: 3) l articolo 12 è sostituito dal seguente: IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, (4) Il regolamento (CE) n. 1386/2007 dovrebbe pertanto essere modificato di conseguenza, visto il trattato che istituisce la Comunità europea, HA ADOTTATO IL PRESENTE

Dettagli

Antipasti caldi e freddi

Antipasti caldi e freddi Menu Tutti i nostri piatti sono influenzati dal pescato del giorno, quindi malgrado i nostri sforzi, alcuni prodotti potrebbero non esserci. La nostra cucina è esclusivamente espressa, pertanto si potrebbero

Dettagli

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE

Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE Dispensa di ANATOMIA DENTALE a uso delle classi prime di indirizzo odontotecnico CAVITÀ ORALE La bocca o cavità orale (Fig. 1) è il primo tratto dell apparato digerente. È un organo cavo, di forma ovoide

Dettagli

Istruzioni del Sistema di Analisi Dento-Facciale di Kois Un arco facciale semplificato: maggiore estetica e funzionalità

Istruzioni del Sistema di Analisi Dento-Facciale di Kois Un arco facciale semplificato: maggiore estetica e funzionalità M Panadent Corporation 580 S. Rancho Avenue Colton, California 92324, USA Tel: (909) 783-1841 Istruzioni del Sistema di Analisi Dento-Facciale di Kois Un arco facciale semplificato: maggiore estetica e

Dettagli

ITALIANO. (Archivio F.O.I.)

ITALIANO. (Archivio F.O.I.) ITALIANO (Archivio F.O.I.) NOMENCLATURE UFFICIALI CLASSICO BRUNO TOPAZIO FEOMELANICO INO GRIGIO (ONICE) NUOVE MUTAZIONI IN STUDIO Definisce i soggetti, maschi e femmine, ancestrali sia a becco giallo che

Dettagli

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna

La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna La pesca e l acquacoltura in Emilia Romagna Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico 1 Lavoro realizzato dall Osservatorio Socio Economico della Pesca dell'alto Adriatico. È consentita

Dettagli

ISMEA Il settore ittico in Italia Check-up 2010

ISMEA Il settore ittico in Italia Check-up 2010 SMEA l settore ittico in talia Check-up 2010 Responsabile della ricerca Egidio Sardo Responsabile della redazione Fabio Del Bravo Coordinamento operativo Francesca Carbonari Redazione: Sabrina Navarra

Dettagli

Area Marina Protetta del Plemmirio

Area Marina Protetta del Plemmirio Scheda didattica n 2 Scuola primaria di primo grado- Primo Ciclo - Modulo n 1 (6-8 anni) ù CIAO! Io sono un pesce. Per vivere in mare, per respirare, muoversi e mangiare bisogna essere attrezzati Il mare

Dettagli

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008

DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008 FCI Standard N 144 / 09.07.2008 DEUTSCHER BOXER ORIGINE: Germania DATA DI PUBBLICAZIONE DELLO STANDARD ORIGINALE VIGENTE 01.04.2008 UTILIZZAZIONE: Cane di utilità e di compagnia CLASSIFICAZIONE F.C.I.

Dettagli

I DENTI UMANI dalla morfologia alla modellazione

I DENTI UMANI dalla morfologia alla modellazione umberto buonanno I DENTI UMANI dalla morfologia alla modellazione TESTO TERZA EDIZIONE Aggiornata ed ampliata SAB EDIZIONI LE PUBBLICAZIONI DI UMBERTO BUONANNO Nel 1980 viene pubblicato Morfologia e disegno

Dettagli

Liceo Statale A. Meucci Anno Scolastico 2014-2015. Invertebrati. Prof. Neri Rolando

Liceo Statale A. Meucci Anno Scolastico 2014-2015. Invertebrati. Prof. Neri Rolando Liceo Statale A. Meucci Anno Scolastico 2014-2015 Invertebrati Prof. Neri Rolando Caratteristiche degli INVERTEBRATI INVERTEBRATI: NON HANNO UN SISTEMA DI SOSTEGNO OPPURE LO HANNO INTERNO PORIFERI: NON

Dettagli

Decreto 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. G.U. n. 84 del 10-4-2002

Decreto 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. G.U. n. 84 del 10-4-2002 FLAI - Decreto 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo... Pagina 1 di 17 Decreto 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo. G.U. n. 84 del 10-4-2002

Dettagli

Estetica in odontoiatria.

Estetica in odontoiatria. Estetica in odontoiatria. Il tema Estetica viene trattato nei seguenti 8 Files. 1) Introduzione all Estetica in Odontoiatria 2) Nozioni cliniche di estetica del sorriso, utili al paziente (in questo File).

Dettagli

I prodotti della pesca: dall acqua alla forchetta

I prodotti della pesca: dall acqua alla forchetta LA FILIERA DEL PESCE I prodotti della pesca: dall acqua alla forchetta Stampa Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana LA FILIERA DEL PESCE I prodotti della pesca: dall acqua

Dettagli

3. IL SISTEMA PESCA AD ANCONA: LE INTERRELAZIONI

3. IL SISTEMA PESCA AD ANCONA: LE INTERRELAZIONI 3. IL SISTEMA PESCA AD ANCONA: LE INTERRELAZIONI 3.1 Le componenti del Sistema Pesca ad Ancona 3.1.1 Il concetto di sistema applicato all economia della pesca ad Ancona Per lo studio dell economia della

Dettagli

Dentice, sparide selvaggio

Dentice, sparide selvaggio Dentice, sparide selvaggio Autore: Francesco Turano Fonte: www.francescoturano.it Alla fine degli anni ottanta, quando da poco avevo abbandonato la pesca in apnea per passare definitivamente alla fotografia

Dettagli

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI DECRETO 27 marzo 2002 Etichettatura dei prodotti ittici e sistema di controllo IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI VISTA la legge 14 luglio 1965,

Dettagli

Completa e Colora GIOCO 01

Completa e Colora GIOCO 01 GIOCO 01 ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA www.sardegnaforeste.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Completa e Colora stropicciato I suoi fiori sono grandi e rosa, con petali dal caratteristico aspetto......................

Dettagli

TECNICHE DI SUTURA LAPAROSCOPICA

TECNICHE DI SUTURA LAPAROSCOPICA TECNICHE DI SUTURA LAPAROSCOPICA MODENA 20 maggio 2009 CORSO RESIDENZIALE DI FORMAZIONE ED ACCREDITAMENTO IN LAPAROSCOPIA GINECOLOGICA DI I LIVELLO ANDREI B, LODDO A AGHI Degli aghi bisogna considerare

Dettagli

Unità tematica. Pesca. Unità tematica. Politiche strutturali e di coesione. Direzione generale Politiche interne. Ruolo. Aree tematiche.

Unità tematica. Pesca. Unità tematica. Politiche strutturali e di coesione. Direzione generale Politiche interne. Ruolo. Aree tematiche. Direzione generale Politiche interne Unità tematica Politiche strutturali e di coesione Direzione generale Politiche interne Unità tematica Politiche strutturali e di coesione B B Agricoltura e sviluppo

Dettagli