Le attività lavorative del terzo incaricato della raccolta del gioco di Antonella Pianzola

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le attività lavorative del terzo incaricato della raccolta del gioco di Antonella Pianzola"

Transcript

1 Le attività lavorative del terzo incaricato della raccolta del gioco di Antonella Pianzola In Personaggi martedì 21 settembre :18:36 (Jamma) Di seguito una relazione di Antonella Pianzola sulla figura del terzo incaricato della raccolta ovvero una categoria inesistente con più di addetti che sta per chiudere bottega. "Terzo incaricato della raccolta del gioco" con questa definizione il legislatore ha voluto classificare il settore imprenditoriale dei GESTORI di apparecchi elettronici di cui al comma 6/a art.110 TULPS. Ma comunque lo si voglia definire o descrivere, poco importa, ciò che é paradossale e sconcertante è il fatto che la spina dorsale di un comparto lavorativo italiano, che versa all'erario circa tre miliardi di euro l'anno, dando lavoro a circa centomila addetti, non venga neppure minimamente considerato da nessun tipo di istituzione, se non per esser spremuto fiscalmente tartassato moralmente ed assoggettato da qualsivoglia amministrazione ed organo di controllo, da continui obblighi e soprusi privi di qualunque reale significato. Il Gestore e' colui che realmente, fisicamente, sta in trincea operando di persona sul territorio, investendo denaro per gli apparecchi, per le attrezzature, per i mezzi di trasporto, per gli immobili entro i quali svolgere la propria attività, immobilizza cifre da capogiro in denaro contante, custodisce e garantisce le somme prelevate per conto terzi, erario monopolio e concessionario, si assorbe danneggiamenti, furti, cambi forzati di apparecchi, e concorrenza sleale ad opera di soggetti operanti nell'illecito. E il tutto sotto gli occhi delle istituzioni, che si accorgono dell'esistenza del comparto in oggetto ogni qualvolta si presenta una necessità di rimpinguare le casse statali e puntualmente il politico di turno propone "innalziamo il preu!" Ma facciamo un passo indietro, nell'aprile 2004, entrò in vigore la normativa che avrebbe dovuto "regolarizzare" questo "famigerato" settore, settore che proveniva da una realtà fatta di videopoker, settore che aveva si preso una brutta piega, ma ricordiamo che il settore fu lasciato per anni allo sbando totale, un buco normativo, accompagnato ad un quasi inesistente controllo portò all'epoca videopoker. Comunque sia l aprile 2004 avrebbe dovuto segnare la fine di un epoca e finalmente il ritorno ad un imprenditoria vera, un imprenditoria seria, consapevole e fiera. L intero settore (la parte seria e lavoratrice) sperò di uscire dal guscio, di cambiare volto alle aziende e lavorare finalmente con la consapevolezza di essere un vero e proprio comparto dell economia italiana, un riconoscimento di categoria, un appoggio istituzionale. Lavorare giustamente, lavorare con la consapevolezza e la fierezza di farlo perché appartieni e fai parte dell economia del tuo Paese, esser fieri e orgogliosi di essere imprenditori. Purtroppo ben presto la realtà si rivelò assai meno positiva, il nuovo sistema fece in modo che il vero imprenditore del gioco fosse lo Stato stesso, seguito da AAMS e infine da questa nuova figura i concessionari. I concessionari di rete, sono dieci e sono coloro i quali hanno provveduto alla realizzazione della rete telematica di controllo degli apparecchi da gioco. Proprio in questa realizzazione il gestore ha avuto il suo ruolo fondamentale poiché la maggior parte delle istallazioni dei terminali di trasmissione presso gli esercizi è stata curata da parte di questi inutili figure, che tra l altro continuano in maniera instancabile a

2 provvedere al corretto collegamento telematico di ogni singolo esercizio e di ogni singolo apparecchio. I concessionari sono il tramite tra il Gestore e AAMS/SOGEI. Noi gestori esistevamo e continuiamo a esistere solo per esser tartassati, umiliati e spremuti fino all osso di ogni nostro avere. Nella pratica però il gestore è colui il quale: -impegna mezzi e personale; -investe enormi capitali per l acquisto degli apparecchi -immobilizza enormi capitali per la carica degli apparecchi stessi -si accolla fidejussioni e paga interessi per varie forme di garanzia verso i concessionari -fidelizza la clientela, offrendo servizi tecnici e amministrativi -si occupa del corretto funzionamento della trasmissione telematica ed innumerevoli altri oneri che quotidianamente è costretto ad assolversi. Insomma il gestore è in realtà la colonna portante del sistema new slot eppure, paradossalmente, è colui il quale non ha prospettive, non può operare piani di investimento, arriva puntualmente a festeggiare le feste Natalizie accompagnato dall ansia di sapere se questo o quell altro emendamento riusciranno a cancellare o variare qualche fantasiosa normativa che rischia di mettere in ginocchio l azienda. Il Gestore vive una costante e assidua ostilità istituzionale aggravato dal fatto di esser consapevole di riuscire a rendere un ottimo e importante riscontro erariale. Nelle prossime righe, cercheremo di far meglio comprendere quanto affermato in premessa, sia sostenuto e dimostrato da fatti e dati reali; si cercherà di far capire come IMPRENDITORI degni di questo nome NON POSSONO PRENDERE DECISIONI DI SVILUPPO AZIENDALE (come un qualsiasi altro imprenditore può fare), si farà capire che questo lavoro impacchettato dallo Stato è stato concepito senza, presuntuosamente tener conto di innumerevoli fattori. Il settore conta decine di migliaia di addetti, si provi a calcolare quanto indotto può ruotare intorno. I politici e i Monopoli legiferano, normano e impongono, oneri e doveri, norme inapplicabili o applicabili con grave e pesante dispendio di risorse umane ed economiche, avvalendosi dell alibi COMBATTERE L ILLEGALITA ma, ironia della sorte, coloro i quali risentono pesantemente, molto pesantemente, di questo continuo e irrefrenabile cambio normativo, sono solo ed esclusivamente le aziende serie, le aziende che già operano nella legalità, quindi paradossalmente il legislatore non fa altro che demolire la legalità a vantaggio dell illecito. Ad alcune aziende per tale motivo non restano e non resteranno che le seguenti opzioni: il fallimento dell azienda; chiudere prima di fallire; appoggiare l illegalità. (Jamma) Dopo aver presentato i problemi generali che attanagliano il terzo incaricato, Antonella Pianzola passa ad elencare e analizzare gli aspetti economico/fiscali che la categoria gestisce per cercare di far meglio comprendere quanto i margini di utile siano esigui. Anzitutto bisogna considerare il dato base che è quello che gli apparecchi in questione, pagano al giocatore il 75% delle somme introdotte, da ciò ne deriva che gli

3 utili sono esattamente il 25% delle somme introdotte negli apparecchi, tale 25% viene così ripartito: 1. PREU (prelievo erariale unico pari al 12,60% delle somme introdotte, da qui ne deriva che dal 25% passiamo al 12,40%) Questa non tassa come definita dal Ministro Tremonti (e apriamo una parentesi, ci piacerebbe sapere di che cosa si tratta, visto che la dobbiamo obbligatoriamente versare allo Stato), viene richiesta con cadenza quindicinale al gestore, da parte del concessionario che a sua volta dovrà riversarla nelle casse statali. Ogni 15gg. le somme da versare sono esorbitanti e raccoglierle in tempo utile è impresa ardua, quasi impossibile, anche perché non si tratta di un rapporto, come quello instaurato da colossi del gioco, quali Lottomatica, Sisal e Snai, con tabaccai (prelevamento a mezzo del RID sui giochi super-enalotto, gratta e vinci ecc. ecc.), categoria quest ultima munita di mentalità già collaudata nella gestione dei giochi dello Stato, ma si tratta di baristi. I baristi, invece, hanno i giorni per cui si può fare l incasso e i giorni no; i giorni in cui le awp per loro hanno pagato e, risultando solo tasse e non guadagno, non vogliono fare l incasso ma, nonostante tutti i suddetti e svariati altri problemi di incasso, il gestore è obbligato a versare comunque quanto dovuto sulla base dei dati telematicamente arrivati a Sogei. Così i giorni trascorrono velocemente ed il gestore è costretto a correre per racimolare queste enormi cifre, se poi nel frattempo, come sovente capita, si è subito anche un furto presso qualche esercizio, la situazione peggiora ulteriormente. Le conseguenze di mancati versamenti di preu potrebbero scaturire in un blocco totale e diretto di tutto il parco macchine da parte del concessionario e penali del 10% sulla cifra da versare per ogni giorno di ritardo. 2. Lo 0,8%: questa percentuale sempre calcolata sulle somme introdotte è la parte che viene prelevata da AAMS (quindi il famoso 25% riducendosi ulteriormente passa ora all 11,60%) tale percentuale viene introitata da aams in quanto essendo amministrazione autonoma giustamente vuole il proprio compenso per i servizi e disservizi resi a gestore ed esercente. 3. Lo 0,75%: percentuale sempre calcolata sulla base dell introdotto, somma spettante al concessionario di rete, per i propri servizi. ( e passiamo ora al 10,85% di utile reale) Tutte le summenzionate somme sono assoggettate nel caso in cui l apparecchio per una ragione qualsiasi non abbia trasmesso dati anche per un solo giorno, ad un calcolo forfettario. Altra bella trovata, il gestore è costretto a pagare se gli apparecchi non vengono letti nella quindicina, oppure se i locali ove sono collocate chiudono per ferie, oppure se viene richiesto un nuovo nulla-osta per la messa in esercizio. Si gioca d anticipo su anticipo! La cifra su cui viene calcolato è un ipotetico incasso giornaliero di 280,00 per apparecchio. Considerato il funzionamento degli apparecchi di ultima generazione, comma 6A, la regola del forfait appare alquanto assurda, poiché ricordiamo tali apparecchi sono dotati di apposito schedino che permette di rendere inalterabile gli apparecchi e di controllarli completamente dalla rete di gestione, bloccandoli, se necessario, telematicamente dal concessionario e dal monopolio, impedendole in qualsivoglia sistema di funzionare e riprendere il gioco. Fatta questa premessa viene spontaneo domandarci perché siamo costretti a pagare un forfettario se hanno garantito che il sistema di funzionamento di queste comma 6a è all avanguardia, bloccabile direttamente per via telematica se queste non si leggono o operano in modo non corretto. Queste, se bloccate, NON FUNZIONANO non raccolgono un solo centesimo di gioco, quindi Ancora una volta, in caso di blocco dell apparecchio, il terzo incaricato gestore deve provvedere al ripristino del collegamento ed allo sblocco dell apparecchio stesso.

4 Il forfettario è quindi applicato quando: - l apparecchio non viene letto nella quindicina e viene mandato in blocco (FF40); - oppure mancano cinque, due ecc. giorni allo scadere dei quindici giorni, per cui a quelli mancanti per il raggiungimento del periodo esatto, vengono calcolati in forfettario ed aggiunti alla reale lettura. - Si chiede un nuovo nulla-osta per la messa in esercizio al concessionario di rete? Ebbene ancora prima che il nulla-osta arrivi, nel momento stesso in cui viene emesso dal monopolio di Roma, parte il forfettario. L apparecchio matura già il PREU, apparecchio fermo in magazzino ancora disattivo. - Il locale ove è collocata la macchina chiude per ferie o per qualunque altro qualsivoglia motivo, il TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA, DEVE DICHIARARE LA CHIUSURA AL CONCESSIONARIO (ALCUNI NEANCHE LO RICHIEDONO), RITIRARE GLI APPARECCHI DAL LOCALE, RIPORTARLE IN MAGAZZENO PER IL PERIODO DELLE FERIE E SUCCESSIVAMENTE, RIPORTARLE NEL LOCALE E RICOLLEGARLE, qualora non si voglia pagare alcuna forma di forfettario. Questa operazione è assolutamente impensabile, i costi che l operazione comporta, la rendono irrealizzabile. Gli apparecchi permangono quindi nel locale ed il forfettario incrementa di giorno in giorno. La norma dei 60 giorni Un ulteriore deterrente all immobilizzazione degli apparecchi presso il magazzino, per neppure un solo giorno, è la norma dei 60 giorni, normativa in base alla quale il gestore rischia che gli vengano dismessi apparecchi d ufficio, condizione perché ciò accada, il posizionamento anche non consecutivo, in magazzino di un apparecchio per qualunque genere di motivo, manutenzione compresa, tutto ciò al raggiungimento di 60 gg., sottolineiamo anche non consecutivi, di mancato esercizio dell apparecchio tesso. La domanda sorge spontanea: Ma se la macchina é bloccabile telematicamente, in tutti i sensi, perché non avere la possibilità con una telefonata di dichiarare, confermandola anche con un apposita documentazione, la chiusura per ferie del locale e chiederne al concessionario il blocco (ff40) per tutto il periodo, riattivandola sul posto allorquando l attività commerciale riprende? In questo modo, nel periodo in cui tutti vanno in ferie, e la raccolta non può avvenire normalmente, il gestore non si trova nella costrizione di anticipare sempre denaro su denaro oppure a fare una rapina a mano armata per reperire somme esorbitanti. Di quanta e inesauribile liquidità hanno bisogno le aziende che gestiscono il gioco, per poter lavorare serenamente? Questo per combattere che cosa? L ILLEGALITA, ma davvero lo Stato e AAMS la pensa così? Ribadisco il concetto che a coloro i quali operano nell illecito non importa assolutamente nulla di alcuna normativa, questi devono esser combattuti dagli organi di controllo, dalle istituzioni e non dai gestori onesti, che puntualmente sono coloro i quali vengono colpiti pesantemente dal rispettare tutte le normative vigenti, che sembrano cucite su misura per favorire l illecito. E quindi imprescindibile compito dello Stato accertare i disonesti e, ben vengano i controlli ma quelli seri e, non quelli per racimolare ulteriore denaro. Alla luce di tutte le summenzionate considerazioni, ciò che realmente resta come utile è il 10,85% delle somme introdotte, somma da suddividere ulteriormente tra gestore ed esercente da qui ne deriva che il gestore introita circa il 5,42% delle somme giocate. Per tale motivo è facilmente comprensibile quanto gli utili aziendali reali, in considerazione degli investimenti e degli oneri costantemente sostenuti, siano

5 veramente risicati all osso. Si comprende facilmente che un innalzamento del PREU ricade pesantemente su questi utili, e su nessun altro soggetto della filiera come qualcuno, poco informato, crede. Abbiamo assistito ad un abbassamento del PREU e, parole uscite dal direttore Monopoli Lombardia, si è rispecchiato un aumento del gettito erariale e del numero di apparecchi collegati alla rete. Ma il legislatore è insaziabile, il legislatore non si documenta, il legislatore è presuntuoso, e quindi in parlamento si fa bello esclamando innalziamo il PREU! a copertura di questa o quell altra spesa straordinaria, addirittura si è pensato che un innalzamento del PREU corrispondesse a togliere entrate ai concessionari. (Jamma) "Alla nascita di questo grande sistema, le apparecchiature avrebbero dovuto avere un ciclo di vita di TRE ANNI - dichiara Antonella Pianzola nella relazione sul terzo incaricato - allo scadere del quale, DOVEVANO ESSERE CAMBIATE (una parentesi è d obbligo: non avendo una normativa fiscale di ammortamento degli apparecchi acquistati è inadeguata, l ammortamento delle apparecchiature è previsto in CINQUE ANNI), naturalmente senza che nessuno pensasse al TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA, perché non essendo categoria egli è il NULLA. Soffocati e spremuti da queste ed altre innumerevoli situazioni, le aziende hanno ripetutamente cambiato il loro parco macchine. Ma... Quando mai un imprenditore degno di questo nome, é stato costretto a cambiare gli strumenti che gli permettono di lavorare, su decisione altrui? E come obbligare Marchionne a cambiare i modelli delle macchine perché lo Stato, oggi ha sbagliato a permettergli di realizzare e mettere in circolazione auto che vanno a gasolio, altamente inquinanti, sicché bisogna sostituirle con quelle che funzionano a benzina verde; domani si sono sbagliati, realizzando che a causa dell effetto serra, deve ritirare le auto a benzina verde e sostituirle con quelle che vanno a metano; dopodomani si accorgono che per un errore burocratico, le auto a metano non vanno ancora bene, devono essere ritirate dal mercato e sostituite con quelle che funzionano a idrogeno! In definitiva se vuoi lavorare DEVI per forza sostituire le AUTO oppure finisci di lavorare! Comunque sia: Cambio macchine anno , un Procuratore di Venezia ha provveduto ad un sequestro di massa in tutt Italia delle awp di tipologia Black Slot, Terza dimensione, Stack slot prodotte dalla Nazionale Elettronica perché, a detta della stessa procura, si trattava di gioco d azzardo illegale. Il processo ancora adesso deve trovare dei colpevoli ed è stata ulteriormente rinviata l udienza nel mese di ottobre 2010; Cambio macchine anno giugno 2009, dal comma 6 al comma 6A, apparecchi definiti di ultimissima generazione, non contraffabili, a gestione e controllo completamente telematico grazie ad un apposito schedino rilasciato esclusivamente dal Monopolio stesso, bloccabili direttamente dal concessionario e Monopolio, in modo tale da non poter permettere in alcun caso il funzionamento del gioco stesso; Svariati ed innumerevoli cambi forzati dovuti questa volta a produttori poco seri e poco responsabili del proprio prodotto, commercializzato con svariati difetti tecnici. Cambi ed aggiornamenti software (a pagamento) a causa di problemi riscontrati a livello di rispetto da parte degli apparecchi, delle normative, ed anziché essere a carico del costruttore o dell ente omologatore e della stessa aams, ricadono sempre ed esclusivamente sul gestore.

6 Si tratta di apparecchiature che: - partono da un costo minimo di oltre 2.000,00 euro cadauna; - sono completamente a carico, come acquisto, del TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA (GESTORE); - sono apparecchi che nel momento in cui IL TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA le acquista, dovrebbero avere tutte le garanzie di LEGALITA, di perfetto funzionamento e rispecchiare le norme generali previste dalla Legge, allo scopo di tutelare sia chi le acquista che chi le utilizza. Operando questi continui cambi di apparecchiature, ed avendo margini irrisori di guadagno, senza alcuna garanzia, neanche da parte dei Monopoli, sulle apparecchiature acquistate, il settore rischia il collasso. Si provi a fare solo un sommario conto, su un azienda che possiede centinaia di apparecchi ed in CINQUE anni si è trovata a dover più volte affrontare la sostituzione totale di questi ultimi, non per propria scelta, non per propri errori, non per esigenze di mercato, ma perche ripetuti tentativi istituzionali di cancellazione del settore, hanno costretto a farlo. Si pensi solo allo sforzo finanziario sostenuto! Eppure NESSUNO lo RICONOSCE! Chi investe e svolge attività imprenditoriale deve poter avere soddisfazione e gratificazione del lavoro su cui investe tempo, denaro e salute! Deve avere la possibilità di offrire opportunità lavorative agli altri e nello stesso tempo poter guadagnare i frutti del suo lavoro e impegno. ciò che nel nostro paese sembra essere solo un sogno. Lo Stato non riconoscendo la categoria, non valorizzando e tutelando questo settore di enorme interesse imprenditoriale, probabilmente per meri e loschi interessi di qualcuno, ha fatto si che i concessionari di rete, nostri esattori e controllori, si controllassero da soli, permettendogli di collocare le loro slot nei locali. È paradossale, il concessionario deve necessariamente o fare il concessionario o fare il gestore. Non può essere col piede in due scarpe, generando così un conflitto d interesse a dir poco scandaloso. La cosa peggiore e và sottolineata, è che I TERZI INCARICATI DELLA RACCOLTA oltre dover affrontare la concorrenza sleale di ditte prive di scrupoli, offrendo ai baristi cifre esorbitanti per collocare le loro apparecchiature illegali, debbano difendersi anche da certi concessionari che con l offerta dei giochi di loro monopolio (gratta e vinci, superenalotto, win for life, ecc.), propongono l istallazione contestuale di apparecchi new slot, generando così per il gestore una forma di concorrenza incontrastabile. Contingentamento normativa anche questa assurda e incompatibile con la realtà territoriale. Viene previsto il numero degli apparecchi da intrattenimento in base ai metri quadrati del locale che le accoglierà. Ma non per un problema di spazi fisici, per qualche altro motivo che nessuno riesce a comprendere se non colui che ha steso questa assurda norma. Sarebbe comprensibile e giusto un numero massimo di apparecchi istallabili, ma non dipendenti dalla superficie. Riportiamo le parole di Iaccarino Direttore dell'ufficio 'Apparecchi da intrattenimento di AAMS: Il contingentamento, infatti, rappresenta un problema di grande attualità e interesse per gli operatori delle new slot. Un'autentica 'piaga' per gestori ed esercenti che devono fare i conti con una normativa rigida (e, va detto, dalla difficile applicazione) alla quale adeguarsi pena varie e pesanti sanzioni da parte delle autorità competenti. Ogni altro commento è superfluo. Presenza di apparecchio di altro genere altro onere assurdo ed ingiustificato sempre a carico del gestore, il quale non si sa per quale assurda ragione è costretto ancora una volta ad investire capitali per l acquisto ed il mantenimento di apparecchi ormai privi di interesse da parte dell utenza, sarebbe come costringere un negozio di calzature a

7 vedere anche i pantaloni senza la libertà di scegliere liberamente qual è il prodotto adatto al tuo negozio, il prodotto che va, il prodotto che la propria clientela chiede ed apprezza. Videolottery Questa è la parte della relazione migliore e và tenuta per ultima. Allora IL TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA si trova di dover ancora pagare l ultima sostituzione degli apparecchi. Indebitato, a fatica riesce ad onorare tutti i suoi debiti, ecco che con la compiacenza da parte dello Stato sbuca un nuovo nome: VIDEOLOTTERIA. Grazie alla pressione politica di certi concessionari (che non vedono l ora di farci sparire vedi Lottomatica e Sisal), lo Stato ha approvato questo nuovo gioco d azzardo (che nuovo non é), evidenziando chi tra la filiera è il vero biscazziere. Quando esistevano i VIDEOPOKER tutti, anche i mass media, ci davano addosso come rovina famiglie. Ora come mai nessuno parla della video lotteria che é il vecchio videopoker anzi, é peggio. Trattasi di un gioco d azzardo estremo che prevede una vincita che arriva a 5.000,00, con un jackpot di sala di ,00, ed un jackpot nazionale di addirittura ,00. Spinto e convinto dalle pressioni dei concessionari, unici titolari di licenze videolottery, lo Stato ha accettato di mettere in circolazione questi apparecchi estremi. E veramente scandaloso. È previsto che tali apparecchi debbano essere collocate in appositi locali e pagano un PREU al 4%. In questi giorni è riportato su Jamma, rivista per i giochi, che a Genova è stato concesso ad un semplice bar di posizionare nel suo locale una video lotteria. Ecco cosa succede in Italia. Informatevi sul funzionamento di una video lotteria ed il funzionamento di un vecchio videopoker troverete delle sorprese. Nascondere la propria natura di biscazziere accusando gli altri (IL TERZO INCARICATO DELLA RACCOLTA), di essere la causa principale della rovina delle famiglie, allo scopo di immettere sul mercato sempre nuovi giochi d azzardo (sempre più estremi), per spillare indisturbati soldi alle famiglie, per uno Stato che si rispetti, non è accettabile. Tutto ciò avviene perché certi pecoroni, credono ancora che siamo NOI I ROVINA FAMIGLIE perché NON RIVELANO CHI SIAMO E COSA REALMENTE FACCIAMO. E giunta l ora di informare e di smetterla con questa ipocrisia. La politica deve assumersi le responsabilità di quello che decide. I Sindaci fanno ordinanze limitative sulle slot nei locali pubblici, nelle sale da gioco ma, chi è ammalato del gioco d azzardo le opportunità per potersi rovinare sono talmente tante che basterebbe anche solo andare al supermercato ove le cassiere al posto di darti il resto di 1,00 uro, ti offrono un Gratta&vinci. Oppure riportato sul Il Giornale di Vittorio Feltri, si può leggere che gli stessi Sindaci, crociati contro le slot, puntano sul superenalotto per tagliare le tasse! Questo in un paese civile e con un certo livello culturale, NON DOVREBBE SUCCEDERE! Le considerazioni da fare, le discussioni su altri argomenti e situazioni paradossali, che questo MESTIERE deve quotidianamente sopportare ed affrontare, sono davvero innumerevoli e non basterebbero giorni e giorni di scrittura, perché solo dalla bocca di un gestore può uscire in maniera corretta ed esauriente ciò che si è brevemente cercato di relazionare con la presente, proprio in considerazione di quest ultima affermazione, i politici, le istituzioni, le amministrazioni dovrebbero imparare, e non solo in questo settore, a confrontarsi, documentarsi e collaborare con le rappresentanze di categoria, per un corretto conseguimento di un obbiettivo comune che possa poter di nuovo donare splendore all economia italiana, nella fattispecie a quella del gioco, un settore importante, un settore pieno di opportunità, ma un settore che purtroppo subisce da troppo tempo le ingiustificate angherie di un sistema ipocrita e corrotto.

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

dei cosiddetti ambienti dedicati

dei cosiddetti ambienti dedicati In risposta ad una richiesta di Sapar e con una propria circolare del 7 settembre l Amministrazione ha chiarito i vari dubbi interpretativi sugli ambienti dedicati introdotti dal Decreto del 22 gennaio

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO COMUNE DI SOCCHIEVE Prov. Udine REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELL ATTIVITA DI ALLIETAMENTO, DI TRATTENIMENTO E DI PUBBLICO SPETTACOLO Approvato con deliberazione Del C.C. n 29 del 24/8/2007 REGOLAMENTO

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LOTTA A CONTRAFFAZIONE

LOTTA A CONTRAFFAZIONE LOTTA A CONTRAFFAZIONE ED ABUSIVISMO COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE VADEMECUM2012 FEDERAZIONEMODAITALIA Via Durini, 14 20122 Milano www.federazionemodaitalia.it COMPRI FALSO? MA LO SAI CHE 1. Chi produce

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

L azienda e le funzioni aziendali

L azienda e le funzioni aziendali UDA 5 TEMA 3 L operatore impresa L azienda e le funzioni aziendali a cura di Lidia Sorrentino Il concetto di azienda. Per soddisfare i propri bisogni, fin dall antichità l uomo si è associato con altre

Dettagli

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA

Volare low cost LA NOSTRA INCHIESTA Volare low cost Q uanto tempo prima della partenza bisogna acquistare il biglietto aereo, per assicurarsi la tariffa più bassa? La domanda ce la siamo posta tutti, innumerevoli volte, senza capire nulla

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.

DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04. ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DISPOSIZIONI DISCIPLINARI CONTRATTUALI PERSONALE NON DIRIGENTE DEL COMPARTO REGIONI E AUTONOMIE LOCALI (estratto C.C.N.L. del 11.04.2008) TITOLO

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto

Mini Guida. Lotta alle frodi nella RC Auto Mini Guida Lotta alle frodi nella RC Auto Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LOTTA ALLE FRODI NELLA RC AUTO Le frodi rappresentano un problema grave per il settore della

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli

2008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari. applicabili all esecuzione di transazioni su titoli 008 Regole di condotta per commercianti di valori mobiliari applicabili all esecuzione di transazioni su titoli Indice Preambolo... 3 A Direttive generali... 4 Art. Base legale... 4 Art. Oggetto... 5 B

Dettagli

Art. 3. Codice disciplinare

Art. 3. Codice disciplinare Art. 3 Codice disciplinare 1. Nel rispetto del principio di gradualità e proporzionalità delle sanzioni in relazione alla gravità della mancanza, e in conformità a quanto previsto dall art. 55 del D.Lgs.n.165

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER

ASSOCIAZIONE ITALIANA DI GROSSISTI DI ENERGIA E TRADER Milano, 31 Gennaio 2014 Spett.le Autorità per l'energia elettrica, il gas ed il sistema idrico Direzione Mercati Unità Mercati Elettrici all'ingrosso Piazza Cavour 5 20121 Milano Osservazioni al DCO 587/2013/R/eel

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A.

Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Caratteristiche generali programma gestionale S.G.A. Gestione Contabile : Piano dei conti : Suddivisione a 2 o 3 livelli del piano dei conti Definizione della coordinata CEE a livello di piano dei conti

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico

VenereBeautySPA Ver. 3.5. Gestione Parrucchieri e Centro Estetico VenereBeautySPA Ver. 3.5 Gestione Parrucchieri e Centro Estetico Gestione completa per il tuo salone Gestione clienti e servizi Tel./Fax. 095 7164280 Cell. 329 2741068 Email: info@il-software.it - Web:

Dettagli

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali

Documento su. Conferenza Stato Città Autonomie locali Documento su Situazione finanziaria delle Province e valutazione sulla sostenibilità del concorso delle Province e Città metropolitane alla riduzione della spesa pubblica Analisi tecnica operata sulla

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE.

Non è compresa nel presente contratto l assistenza tecnica sui sistemi hardware e software dell UTENTE. CONDIZIONI GENERALI DI UTILIZZO DEL PROGRAMMA ONEMINUTESITE 1. PREMESSA L allegato tecnico contenuto nella pagina web relativa al programma ONEMINUTESITE(d ora in avanti: PROGRAMMA, o SERVIZIO O SERVIZI)

Dettagli

Qual è il terminale giusto per voi? E tutto ciò di cui avete bisogno associato ad esso.

Qual è il terminale giusto per voi? E tutto ciò di cui avete bisogno associato ad esso. Qual è il terminale giusto per voi? E tutto ciò di cui avete bisogno associato ad esso. Terminali stazionari Avete un punto vendita fisso e volete svolgere la procedura di pagamento in modo semplice e

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

Sono gocce, ma scavano il marmo

Sono gocce, ma scavano il marmo Sono gocce, ma scavano il marmo di Alberto Spampinato G occiola un liquido lurido e appiccicoso. Cade a gocce. A gocce piccole, a volte a goccioloni. Può cadere una sola goccia in due giorni. Possono caderne

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI

Q84 A1073 K92 J65 VALENTINO DOMINI VALENTINO DOMINI L attacco iniziale, prima azione di affrancamento della coppia controgiocante, è un privilegio e una responsabilità: molti contratti vengono battuti o realizzati proprio in rapporto a

Dettagli

Adotta il seguente regolamento:

Adotta il seguente regolamento: REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE 19 GIUGNO 2003, n. 179 RECANTE NORME CONCERNENTI I CONCORSI PRONOSTICI SU BASE SPORTIVA, AI SENSI DELL ARTICOLO 16

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO

L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Matteo Freddi L ARTE DI VINCERE AL FANTACALCIO Youcanprint Self-Publishing Titolo L arte di vincere al fantacalcio Autore Matteo Freddi Immagine di copertina a cura dell Autore ISBN 978-88-91122-07-0 Tutti

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione

5)- COME VIENE DEFINITA LA FORMALITÀ PRESSO IL P.R.A. RELATIVA AD UN IPOTECA? A - Annotazione B - Iscrizione C Trascrizione 1)- PER UN VEICOLO ESPORTATO ALL'ESTERO E SUCCESSIVAMENTE REISCRITTO IN ITALIA DALLO STESSO INTESTATARIO QUALE IPT PAGA?: A - L'IPT si paga in misura proporzionale B - Non si paga IPT C - L'IPT si paga

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali

VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati. Le garanzie costituzionali VADEMECUM SUI CIRCOLI PRIVATI La disciplina della somministrazione nei circoli privati I circoli privati rappresentano, da sempre, un problema nella gestione delle attività di controllo sul territorio

Dettagli

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e:

per la durata di seguito indicata: nel periodo dal al nella/e giornata/e: Marca da bollo 14,62 AL SIGNOR SINDACO DEL COMUNE DI BERTINORO OGGETTO: Richiesta licenza di spettacolo o trattenimento pubblici di cui all art. 68/ 69 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, a carattere

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli