Il Danubio... che non ti aspetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Danubio... che non ti aspetti"

Transcript

1 Il Danubio... che non ti aspetti Grandi colonie di pellicani bianchi, marangoni minori, mignattini, aironi e uccelli acquatici in quantità fanno da comune denominatore ad uno degli hotspot europei tra i più conosciuti per la fotografia ed il birdwatching: il delta del Danubio. Pochi però conoscono cosa si cela nelle aree non sommerse in cui steppe salate, dune di sabbia e foreste centenarie formano un paesaggio estremamente diversificato e ricchissimo di biodiversità. Un viaggio nel cuore più selvaggio e meno conosciuto del più grande delta fluviale europeo. Sciacallo dorato - Foto: L. Zuntini Max Biasioli Direttore SKUA Nature Group 16 The Endeavour The Endeavour 17

2 È quasi l alba e da circa un ora sono appostato all interno di un capanno semiinterrato che mi regala una prospettiva veramente unica dell ambiente circostante: una radura erbosa circondata da intricati cespugli di tamerice. Con i primi raggi di sole tutto intorno prende ad infuocarsi di una luce arancione più simile a quella del tramonto, ma più leggera e perfetta per fotografare; dopo un po, a circa quaranta metri inizia a muoversi qualcosa tra la vegetazione... ecco che una bellissima femmina di Sciacallo dorato esce illuminata come una star dal sole mattutino ed inizia a girovagare nella radura avvicinandosi sempre più alla mia postazione. Gli scatti della macchina fotografica non si contano più e, quando anche un maschio adulto si aggiunge alla femmina, il cuore palpita senza sosta regalando attimi di grandi emozioni. In quest area lo Sciacallo dorato è facile da osservare, soprattutto di giorno: ampie zone di steppa, boschi di latifoglie con terreni sabbiosi ed ampi arbusteti di tamerice e olivello spinoso, rendono questo luogo ottimale per la riproduzione e la ricerca del cibo. Incontri come questo sono abbastanza comuni qui e dopo un paio d ore lascio il mio comodo nascondiglio per fare un giro nel bosco poco lontano, in cerca di altre opportunità. Da zone di arbusteto passo via via ad incontrare grandi pioppi bianchi, salici, querce secolari e bellissimi frassini che insieme si chiudono sempre più in una densa foresta di latifoglie ricca di suoni e profumi. In pochi minuti ho la possibilità di osservare diverse specie di picchio ed in particolare mi imbatto in alcuni incontri molto molto ravvicinati con due maschi di Picchio nero intenti a cercare cibo tra le ceppaie marcescenti ricche di grosse larve di lepidottero. Mi avvicino con il fuoristrada senza che nemmeno si interessino al mio automezzo o al rumore incessante degli scatti della reflex. È quasi stancante, ma è incredibile osservarli in totale tranquillità, mentre disegnano a suon di beccate nuove forme nel legno come abili falegnani. A far da contorno a questo spettacolo cori incessanti di usignoli maggiori, che spesso fanno capolino in pieno giorno dalla fitta vegetazione di sottobosco per farsi ammirare, e alcuni individui di Balia dal collare intenti a cacciare insetti nelle piccole radure che si formano vicino agli alberi più grandi e vecchi. Proseguo ancora lungo piste di sabbia che mi permettono di esplorare questa foresta incontaminata e dopo un po di minuti e molte altre osservazioni, l ambiente muta nuovamente aprendosi in una steppa immensa in cui a farla da padrone sono differenti specie di piante erbacee come il lino o l euforbia e, nei leggeri avvallamenti sabbiosi in cui affiora acqua salata, un tappeto rosso di salicornia. Questa pianta, tipica delle zone costiere, crea un vero e proprio tappeto rosso a perdita d occhio con un forte contrasto con il verde brillante del bosco che mi lascio alle spalle. La steppa e piena di cavalli rinselvatichiti che si muovono a branchi. In inverno e il regno dei grandi gruppi di alaudidi come allodole e calandre inseguite da numerosi smerigli, ma ora, in piena primavera, un altro predatore pattuglia questi spazi immensi: il Falco sacro. Mentre passa in volo, piccoli gruppi di storni e totani mori, gambecchi nani e combattenti fuggono in ogni direzione lanciando grida di allarme. Il falcone probabilmente non ha cattive intenzioni e si diverte a seminare il panico semplicemente sorvolando l area e scomparendo con pochi battiti d ala all orizzonte, inseguito e attaccato da altre sagome snelle e veloci che vedo alzarsi all improvviso dalle aree circostanti. Mi rendo subito conto che si tratta di pernici di mare Picchio nero - Foto: L. Zuntini TRAVELLER Sciacalli dorati - Foto: C. Galliani 18 The Endeavour The Endeavour 19

3 località remota, chiamata anche Ultima Frontiera, è l ultima area abitata prima che il Danubio sfoci nel Mar Nero. Non collegata da strade, è raggiungibile solo in barca: da qui esploreremo gli ambienti corcostanti in fuoristrada su piste di terra battuta e sabbia. TRAVELLER Pernice di mare - Foto: M. Biasioli Upupa - Foto: C. Galliani 20 The Endeavour intente a difendere i propri nidi e mi appresto ad avvicinarmi con cautela per non generare altro inutile stress. Una colonia di quasi un centinaio di coppie, distribuita su un area di pochi ettari, è una visione molto rara e ricercata. Questi splendidi uccelli migratori si sono insediati tra le piante rosse di salicornia deponendo le loro piccole uova in minuscole cunette scavate nel terreno. Sono molto attive nella difesa della colonia e ad ogni possibile disturbo o predatore, reagiscono avvolgendo il malcapitato intruso in una nuvola di vocianti fulmini volanti finché la situazione non torna tranquilla; a quel punto ogni individuo torna nei pressi del nido, ricominciando a covare o a ricercare sul terreno i coleotteri di cui si nutre. Ma queste autentiche opere d arte della natura non sono sole: tra i lori nidi, corrieri piccoli e fratini hanno già i primi pulcini scorazzanti che possono beneficiare della protezione delle pernici, mentre su piccole macchie di Olivello di Boemia e Olivello spinoso, a poche decine di metri, scorgo sagome scure appollaiate nei pressi di vecchi nidi di gazze e cornacchie... sono maschi di Falco cuculo che assistono le femmine durante la cova controllando e proteggendo il nido. Sono letteralmente estasiato da quello che si può osservare quasi contemporaneamente in un area relativamente piccola: sembra un avventura africana, ma in realtà mi trovo in Europa nel delta di un fiume, del più grande dei nostri fiumi: il Danubio. La maggior parte dei reportage parla del delta del Danubio come di un immensa distesa d acqua, canneti e canali ricchi di vegetazione e uccelli acquatici. In effetti questa immensa area umida occupa spazi enormi: qui confluiscono e sfociano in mare le acque di mezza Europa. Dalle sorgenti in Germania, nel cuore della Foresta Nera, il Danubio scorre attraverso dieci differenti Paesi per un totale di 2860 km, per poi dividersi in tre grandi bracci nell angolo più orientale della Romania, al confine con l Ucraina, e sfociare nel Mar Nero. Trasporta con sè un incredibile quantità di sedimenti e, ogni anno, l innalzamento o l abbassamento dei livelli idrici crea habitat ed opportunità per un incredibile numero di specie acquatiche. Non parlare quindi delle immense colonie di marangoni minori, pellicani bianchi e ricci, di mignattini piombati e sterne sarebbe sbagliato, ma limitarsi a questi soli splendidi animali trascurandone altri altrettanto affascinanti e ricercati sarebbe un errore ancor più grave. Ed è quindi da qui che partiamo: con una barca dalla città di Tulcea discendendo la corrente per un paio d ore sul ramo di Kilia ( il ramo più grande e settentrionale che separa la Romania dall Ucraina) raggiungiamo una località nei pressi del piccolo villaggio di Periprava. Questa Foto: M. Biasioli LE VECCHIE PISCIFATTORIE In epoca sovietica, in moltissime aree umide del delta sono state create dighe e sbarramenti per la creazione di grandi bacini poligonali in cui, tramite l ausilio di grandi pompe, si facevano confluire o defluire le acque con il solo scopo di allevare e produrre immense quantità di pesce (principalmente carpe) per il popolo. Si tratta di aree a volte grandi centinaia di ettari che nel tempo, non essendo più economicamente sostenibili, sono via via state abbandonate o ridimensionate ad allevamenti meno intensivi in cui la natura è tornata l unica protagonista. Ultima Frontiera è uno di questi esempi: un area privata di circa 1000 ettari ad est del piccolo villaggio di Periprava, in cui oggi sorge un grazioso lodge immerso nella natura e si allevano pesci come carpe e lucci. Grandi canneti dominati da Phragmites e Tipha angustifolia offrono oggi rifugio e siti per la nidificazione di moltissime specie di uccelli come falchi di palude, aironi rossi, tarabusi, tarabusini, cannaiole, cannareccioni, migliarini di palude e alcune vere e proprie rarità come la Cannaiola di Jerdon, il Forapaglie castagnolo, il Pettazzurro e il Basettino, Falco cuculo - Foto: C. Galliani The Endeavour 21

4 TRAVELLER che qui nidificano talvolta con densità altissime. Nelle aree non allagate invece si aprono piccole praterie, arbusteti di tamerice e piccoli boschetti che ospitano un altrettanto ricca avifauna, tra cui un incredibile concentrazione di Ghiandaia marina, Upupa e specie di pregio come la Bigia padovana, l Usignolo maggiore e il Rigogolo. Tra i vecchi argini delle grandi vasche non è raro incontrare la Lontra, mentre tra le zone cespugliate più inaccessibili il Gatto selvatico trova ottimi nascondigli e molte risorse alimentari insieme al Tasso e al Cane procione. In generale, queste aree rinaturalizzate nel tempo sono quelle che, in spazi relativamente piccoli, mantengono differenti habitat e paesaggi in grado di attirare un altissima biodiversità: insetti, rettili, anfibi e piante sono presenti con numerose specie a volte molto rare nel resto d Europa. Tra gli anfibi si citano senza dubbio le due specie europee di Ululone (ventre rosso e ventre giallo) ed il Pelobate fosco, tra i rettili il Colubro liscio, mentre tra le piante acquatiche possiamo osservare ampi popolamenti di Utricularia, Morso di rana, Salvinia ed Erba coltellaccia. Basettino - Foto: I. Maiorano LA FORESTA E LE DUNE DI LETEA Sempre dal piccolo villaggio di Periprava si può esplorare la grande foresta di Letea. Dichiarata Riserva della Biosfera, con un estensione di ettari, cresce tra le dune di sabbia come le dita di una grande mano, alternando aree di foresta fitta, radure sabbiose, boschi radi e pianure. La specie dominante è la Farnia con esemplari che raggiungono i 700 anni. Altre essenze degne di nota sono le querce peduncolari (Quercia pedunculiflora), i frassini (Fraxinus angustifolia, Fraxinus pallisae) e grandi esemplari di Pero selvatico, Tiglio e Pioppo nero. Caratteristica di quest area è l abbondanza di piante rampicanti (Periploca graeca, Hedera helix, Vitis silvestris, Humulus lupulus, Clematis vitalba) che conferiscono un aspetto quasi tropicale a chi si avventura nelle aree più fitte ed intricate. Nelle zone sabbiose aperte ai suoi margini si possono incontrare due specie di rettili estremamente interessanti: la Vipera dell Ursini e la Lucertola a distribuzione asiatica Eremias arguta. La Riserva è il regno dei picchi: Picchio nero, Picchio cenerino, Picchio rosso mezzano, Picchio rosso maggiore, Picchio rosso minore e Picchio rosso di Siria vi risiedono e nidificano in quantità, creando siti ottimali per la nidificazione di altre specie di foresta come la Balia dal collare, la Taccola, la Colombella e l Allocco. L Aquila di mare nidifica in quest area con diverse coppie ed è spesso possibile osservarla posata sui grandi pioppi a ridosso delle aree paludose limitrofe, in cerca di grandi pesci da catturare sfiorando la superficie dell acqua con le possenti zampe. In tempi passati erano presenti il Lupo e la Lince e l ultima segnalazione di Alce risale al 1964 a Aquila di mare - Foto: P. Fumagalli Ululone dal ventre rosso - Foto: M. Biasioli TRAVELLER 22 The Endeavour The Endeavour 23

5 Gatto selvatico - Foto: P. Serrano Letea. Oggi Capriolo, Cinghiale, Gatto selvatico e Sciacallo dorato risultano le specie più comuni e ben distribuite. Quest ultimo è facile da osservare anche di giorno e conta una numerosa popolazione composta da differenti gruppi familiari che, anche di notte, scorazzano tra boschi e steppe in cerca di cibo. Si tratta di una specie in grande espansione in tutta Europa e, contrariamente a quanto si possa pensare osservandolo, più che di un predatore si tratta di un animale con una dieta estremamente diversificata, composta in alcuni periodi dell anno quasi esclusivamente da mais e frutta. LE STEPPE SALATE Tutt intorno a Letea si aprono ampie zone di steppa composte da aree salate, aree alluvionali e aree sabbiose. La presenza degli uccelli varia a seconda delle stagioni e dalla dimensione delle aree inondate dal Danubio in inverno e primavera. Negli avvallamenti ad alta salinità cresce la Salicornia, formando tappeti rossi di decine di ettari che, soprattutto in tarda estate, regalano contrasti incredibili con il rigoglioso verde delle aree boscate circostanti. Tra maggio e luglio Pernice di mare, Cavaliere d Italia, Avocetta, Volpoca, Pavoncella, Corriere piccolo e Fratino nidificano al suolo tra la vegetazione rada, mentre nelle aree più rialzate e meglio coperte da vegetazione si aggiungono anche Occhione, Cappellaccia e Calandra. Queste ampie zone in cui ogni tanto sbucano boschetti di Olivello di Boemia e Olivello spinoso sono un ottimo terreno di caccia per diverse specie di rapaci tra cui il Falco sacro, il Gheppio, il Lodolaio ed il Falco cuculo che qui nidifica utilizzando i nidi abbandonati da gazze e cornacchie sugli arbusti. In inverno invece, grazie ai grandi gruppi di allodole e calandre svernanti, sono soprattutto gli smerigli a pattugliare a volo radente il terreno, mentre in alto si possono osservare alcune poiane calzate. Questo aspro panorama ospita in alcuni punti alte guglie bombate e splendenti che si stagliano sotto ai raggi del sole: si tratta delle chiese ortodosse dei piccoli villaggi di Letea e C. A. Rosetti. Un giro per le strade sterrate di questi caratteristici angoli di passato vale sicuramente la pena; qui il tempo pare essersi fermato ed i ritmi giornalieri sono scanditi dalla luce del sole, dal livello delle acque del fiume e dal ciclo della vita negli orti e degli animali da cortile. In particolare, il villaggio di Letea rappresenta alla perfezione lo stile di vita locale estremamente povero ma in grado di autosostenersi e far vivere dignitosamente intere famiglie grazie alla coltivazione di orti familiari, alla gestione di galline, pecore e vacche, oltre all attività principale che riguarda la pesca. Le case hanno quasi sempre il tipico tetto Foto: M. Biasioli 24 The Endeavour Ghiandaia marina - Foto: I. Maiorano The Endeavour 25

6 Foto: M. Biasioli Mignattino alibianche - Foto: M. Gagliardone Puzzola delle steppe - Foto: M. Biasioli costruito con canne di palude, mentre carretti in legno trainati da cavalli risultano il mezzo di trasporto più utile e comodo. In ogni giardino non mancano coppie di Codirosso e Upupa, e anche culbianchi e civette sono comuni. Inoltre è possibile osservare lungo i vialetti alberati il Picchio rosso di Siria e lo Sparviere levantino. Insomma, un vero tuffo nel passato per cogliere l essenza ed i ritmi nel nostro Paese esistevano prima della Seconda Guerra Mondiale e che, anche volendo, sarebbe ormai impossibile rivivere. Culbianco isabellino - Foto: M. Biasioli UN DEDALO DI CANALI E STAGNI Tutt intorno a questi luoghi ancora poco battuti ed esplorati, si estende l immenso delta del Danubio con i suoi numerosi stagni più o meno grandi, i tanti canali ed i prati umidi temporanei che si formano con le regolari esondazioni primaverili. Riuscire a percepire la grandezza e la complessità di questo ambiente non è semplice e forse solo tramite un elicottero o un piccolo aereo se ne può cogliere la vastità. Tuttavia, da Periprava è possibile seguire con piccole barche a motore alcuni canali che via via si restringono fino a poter toccare da entrambi i lati la vegetazione ripariale dei folti canneti che circondano e proteggono i grandi laghi interni. Arrivare in questi luoghi è un esperienza emozionante che permette di poter osservare ambienti veramente selvaggi e antichi, pur essendo l intero delta in costante mutamento naturale. Questa è la dimora dei grandi pellicani bianchi e ricci che è possibile osservare spesso da vicino mentre si spostano in volo basso in grandi gruppi per trovare le migliori aree di pesca. Oltre a loro, cormorani e marangoni minori sono osservabili con centinaia e centinaia di individui che durante il giorno fanno incessantemente la spola tra i grandi stagni ricchi di pesce e le colonie. Vastissime aree ricoperte da Ninfea bianca e Nannufero fungono invece da perfetto set fotografico per sterne comuni, gabbiani 26 The Endeavour comuni, mignattini, mignattini piombati e gabbiani reali pontici che, con pochi aggiustamenti e qualche rametto, riescono a costruire i propri nidi sulle foglie galleggianti di queste piante. Nelle grandi aree allagate per esondazione che di anno in anno mutano forma e dimensione, molti mignattini alibianche, mignattai e numerosissimi aironi e spatole trovano ricche aree di foraggiamento grazie alla presenza di abbondanti quantità di pesci e anfibi. Tornando a fine giornata a Periprava scorgo su un argine uno Sciacallo illuminato dal sole, tra alcuni timidi fiori primaverili. Il suo sguardo è ipnotizzante e la postura regale. Pur non essendo un predatore convinto sembra il vero re leone di questi immensi spazi, spazi racchiusi tra le acque che celano specie ed ambienti inaspettati ed in grado di far sentire al visitatore, pur trattandosi di una località europea, un forte mal d Africa. Poco dopo, lo Sciacallo sparisce tra la vegetazione ed io, che ho terminato il mio viaggio, posso solo riportare questa esperienza nel mio cuore. Citello - Foto: M. Biasioli NEI PRESSI DI TULCEA Non siamo propriamente sul delta, ma a pochi chilometri di distanza sulla strada che da Bucarest porta a Tulcea, un passaggio obbligato e consigliato. Qui, nei dintorni del piccolo paese di Garliciu, si aprono ampie e dolci colline ricoperte da prati, pochissimi arbusti e boschetti sparsi qua e là. Sui fondovalle, piccoli torrenti scorrono allagando di tanto in tanto piane terrose che, in presenza di acqua si riempiono di uccelli quali spatole, mignattai, casarche, limicoli e aironi. Qui è possibile osservare con facilità alcune specie legate agli ambienti steppici come il Culbianco isabellino e il Citello. Questo simpatico roditore terricolo scava le tane sottoterra e vive, un po come le marmotte, in colonie composte da differenti nuclei familiari. I citelli si nutrono dei teneri germogli e di foglie delle differenti specie erbacee che crescono in questa zona e, a turno, si ergono sulle zampe posteriori per osservare il territorio circostante. Per quale motivo? Poiane codabianca e puzzole delle steppe sono in quest area facili da osservare e rivestono il ruolo di principali predatori per i simpatici roditori. Fare una sosta di un paio d ore in queste zone può regale ancora una volta osservazioni inaspettate per un viaggio nel Delta del Danubio. The Endeavour 27

BIRDWATCHING E BIOWATCHING NEL MITICO DELTA DEL DANUBIO. Dal 7 al 14 giugno 2013, Periprava Romania

BIRDWATCHING E BIOWATCHING NEL MITICO DELTA DEL DANUBIO. Dal 7 al 14 giugno 2013, Periprava Romania BIRDWATCHING E BIOWATCHING NEL MITICO DELTA DEL DANUBIO Dal 7 al 14 giugno 2013, Periprava Romania Entra a far parte delle riserve gestite da SKUA Nature Ultima Frontiera; 1000 ettari di natura selvaggia

Dettagli

AIRONE BIANCO MAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore, svernante, nidificante.

AIRONE BIANCO MAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore, svernante, nidificante. AIRONE BIANCOMAGGIORE 90x150 cm. - Migratore, svernante. Più grande degli altri ardeidi bianchi (dimensioni del cenerino) ha un caratteristico sopracciglio verdastro AIRONE CENERINO 95x185 cm. - Migratore,

Dettagli

UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO

UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO Classe terza Caspoggio UN GIORNO IN RIVA ALLO STAGNO LO ZIO DI MARCO E SARA È UN FOTOGRAFO NATURALISTA E DEVE PREPARARE UN SERVIZIO FOTOGRAFICO SULLO STAGNO PER UNA RIVISTA CHE SI OCCUPA DI NATURA. LO

Dettagli

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale L ECOSISTEMA Sai che cos è un ambiente? Il tuo ambiente, ad esempio, è il posto dove vivi ed è fatto dalla casa dove vivi, ma anche dalle persone, delle piante, degli animali che vi abitano. Un ambiente

Dettagli

TOUR DEL DELTA DEL DANUBIO

TOUR DEL DELTA DEL DANUBIO TOUR DEL DELTA DEL DANUBIO Un'esperienza indimenticabile...in mezzo alla natura. Oltre 300 specie di uccelli, 1200 tipi di piante, 60 varietà di pesci in una zona protetta estesa su 5640 kilometri quadrati.

Dettagli

Le Bellezze nascoste dalla Romania

Le Bellezze nascoste dalla Romania Le Bellezze nascoste dalla Romania. Il delta del Danubio (Delta Dunării in rumeno, Zapovidnyk Dunajs'ki in ucraino), è il più esteso (con un'area di 3446 km²) e meglio conservato dei delta europei. Ogni

Dettagli

Botswana Parco Chobe Mal d'africa assicurato!

Botswana Parco Chobe Mal d'africa assicurato! Il paese è decisamente piccolo, circa 700.000 Kmq., privo di ricchezze naturali e senza sbocco sul mare, coperto dal deserto del Calahari, che poi è un deserto per modo di dire, perché si presenta come

Dettagli

Eritrea Non è una classica meta da safari, ma l Eritrea è davvero un posto magnifico dove una guida può trovare tanti spunti riuscire a dare un qualcosa in più ai propri clienti. Ho guidato 14 persone

Dettagli

Tema 1 Uccelli d acqua

Tema 1 Uccelli d acqua Tema 1 Uccelli d acqua Il primo capitolo del nostro corso è dedicato alle specie di uccelli che vivono principalmente nell acqua, sull acqua o vicino all acqua. Non possiamo tuttavia parlare in generale

Dettagli

Garzaia di Pomponesco

Garzaia di Pomponesco Comune di Pomponesco provincia di Mantova Riserva naturale Garzaia di Pomponesco Garzetta - foto di Francesco Grazioli Falco pescatore - foto di Roberto Cobianchi Poiana - foto di Francesco Grazioli La

Dettagli

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo

Abete. Quercia. Orso bruno. Volpe. Ciclamini. Fragole. Lupo Il bosco e il sottobosco Il bosco è un ambiente naturale caratterizzato da alti alberi con grandi chiome. Gli alberi proteggono la parte più bassa del bosco, detta sottobosco, dal sole e dal vento. Abete

Dettagli

Il Picchio nero Dryocopus martius

Il Picchio nero Dryocopus martius Gli animali della Riserva forestale dell Onsernone Il Picchio nero Dryocopus martius Il Picchio nero è il guardiano della foresta naturale matura. La sua presenza tiene sotto controllo le invasioni degli

Dettagli

Il Clima. Le zone climatiche e gli ambienti naturali terrestri. Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore

Il Clima. Le zone climatiche e gli ambienti naturali terrestri. Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore Il Clima Le zone climatiche e gli ambienti naturali terrestri Istituto Comprensivo di Buddusò - Scuola Primaria - Ins. Dore Tempo e clima sono termini che vengono spesso confusi ma in realtà sono ben distinti.

Dettagli

«Un intera settimana in mezzo alla Natura», pensavo, prima di partire, ma poi una volta qui ho perso il conto dei giorni, perché nella savana il

«Un intera settimana in mezzo alla Natura», pensavo, prima di partire, ma poi una volta qui ho perso il conto dei giorni, perché nella savana il «Un intera settimana in mezzo alla Natura», pensavo, prima di partire, ma poi una volta qui ho perso il conto dei giorni, perché nella savana il tempo si misura in albe e in tramonti e tra il sorgere e

Dettagli

Il calendario delle nidificazioni in Toscana a cura di E. Arcamone, C. Brondi, A Moretti e L. Puglisi (28 marzo 2015)

Il calendario delle nidificazioni in Toscana a cura di E. Arcamone, C. Brondi, A Moretti e L. Puglisi (28 marzo 2015) Il calendario delle nidificazioni in Toscana a cura di E. Arcamone, C. Brondi, A Moretti e L. Puglisi (28 marzo 2015) A distanza di quattro anni dalla prima stesura del calendario delle nidificazioni in

Dettagli

La Riserva Naturale Diaccia Botrona: Uno spettacolo unico in ogni stagione dell anno

La Riserva Naturale Diaccia Botrona: Uno spettacolo unico in ogni stagione dell anno Maremmagica collabora con la Provincia di Grosseto nella promozione delle Riserve Naturali Provinciali. Dal 2010 gestisce il Centro Visite Museo Multimediale Casa Rossa Ximenes all interno della Riserva

Dettagli

UNA PASSEGGIATA ALL OASI

UNA PASSEGGIATA ALL OASI UNA PASSEGGIATA ALL OASI Cartina illustrativa dell Oasi Ingresso 1. INGRESSO Note storiche L oasi prende il nome dalle buche, le Foppe in dialetto milanese, create dalle attività di estrazione dell argilla

Dettagli

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà;

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà; LE SIEPI Le siepi sono esseri viventi che appartengono al mondo vegetale; le loro foglie infatti contengono la clorofilla e altre sostanze. Le siepi possono essere fogliose, lisce, verdi, spinose, diramate,

Dettagli

Gli uccelli del Lago di Porta Testo di Luca Puglisi

Gli uccelli del Lago di Porta Testo di Luca Puglisi Gli uccelli del Lago di Porta Testo di Luca Puglisi Chi si avvicina al Lago di Porta sperando di vedere stormi di uccelli acquatici su uno specchio d acqua, certamente rimarrà un po deluso. Una volta saliti

Dettagli

VIAGGIO FOTOGRAFICO Guffi e Uccelli della Taiga Svezia, 19-24 maggio 2014

VIAGGIO FOTOGRAFICO Guffi e Uccelli della Taiga Svezia, 19-24 maggio 2014 VIAGGIO FOTOGRAFICO Guffi e Uccelli della Taiga Svezia, 19-24 maggio 2014 DESCRIZIONE GENERALE La taiga è una formazione boscosa di conifere che si estende su gran parte dell'emisfero nord, essa è la più

Dettagli

Ticino Bormida. Sesia Trebbia Oglio. Piancavallo, 23 aprile 2012

Ticino Bormida. Sesia Trebbia Oglio. Piancavallo, 23 aprile 2012 Piancavallo, 23 aprile 2012 La Pianura Padana è la più importante pianura italiana. La parte più in alto della Pianura Padana è a un altitudine di 200 metri, la parte più bassa arriva a 0 metri sul livello

Dettagli

Seminari locali destinati agli Enti gestori delle aree SIC/ZPS

Seminari locali destinati agli Enti gestori delle aree SIC/ZPS Buone pratiche di gestione e conservazione degli habitat agricoli Stefania Mandrone ISPRA Settore Gestione Agroecosistemi Seminari locali destinati agli Enti gestori delle aree SIC/ZPS L Aquila 7 Marzo

Dettagli

Birdwatching Days. 15, 16 e 17 maggio. Parco del Delta del Po Emilia-Romagna

Birdwatching Days. 15, 16 e 17 maggio. Parco del Delta del Po Emilia-Romagna Birdwatching Days 15, 16 e 17 maggio Parco del Delta del Po Emilia-Romagna Un weekend speciale dedicato al birdwatching in cui verranno organizzate escursioni speciali in barca, a piedi e in bici alla

Dettagli

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

Newsletter di Sagittaria SAGITTARIA Ass. Culturale Naturalistica Via Badaloni 9 45100 Rovigo (Italy) tel 0425-463117 www.associazionesagittaria.

Newsletter di Sagittaria SAGITTARIA Ass. Culturale Naturalistica Via Badaloni 9 45100 Rovigo (Italy) tel 0425-463117 www.associazionesagittaria. Newsletter di Sagittaria SAGITTARIA Ass. Culturale Naturalistica Via Badaloni 9 45100 Rovigo (Italy) tel 0425-463117 www.associazionesagittaria.it n 15 - Giugno 2012 solo per iscriverti o cancellarti dalla

Dettagli

Masai Mara. foto di Lucia Congregati. di Simone Meniconi

Masai Mara. foto di Lucia Congregati. di Simone Meniconi 18 foto di Lucia Congregati di Simone Meniconi La National Reserve si trova a circa 250 chilometri da Nairobi in direzione ovest al confine con la Tanzania. Ha una superficie di quasi 1600 chilometri quadrati

Dettagli

VALLICOLTURA E OASI NATURALISTICA DI CA MELLO

VALLICOLTURA E OASI NATURALISTICA DI CA MELLO VALLICOLTURA E OASI NATURALISTICA DI CA MELLO Noi alunni della classe I H, insieme agli alunni della classe I G, il giorno 27 ottobre siamo andati a visitare l oasi naturalistica di Ca mello sul delta

Dettagli

La zanzara tigre (Aedes albopictus)

La zanzara tigre (Aedes albopictus) La zanzara tigre (Aedes albopictus) Introduzione In questo capitolo saranno descritte alcune caratteristiche della zanzara tigre al fine di capire meglio: perché la si cerca e combatte come riconoscerla

Dettagli

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni

Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le idee, i ricordi dei ragazzi sul paesaggio e le loro categorizzazioni Le risposte dei ragazzi, alcune delle quali riportate sotto, hanno messo in evidenza la grande diversità individuale nel concetto

Dettagli

Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014:

Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014: Dall assemblea di presentazione del progetto di formazione per i nidi e le scuole d infanzia di martedì 30 settembre 2014: -Quanto oggi è necessario partecipare alla comunicazione scambiata nel web? -Che

Dettagli

Così il succiacapre, specie notturna (per difesa sbadiglia mostrando il palato rosa dell'enorme bocca) (Foto Luigi Andena)

Così il succiacapre, specie notturna (per difesa sbadiglia mostrando il palato rosa dell'enorme bocca) (Foto Luigi Andena) ACCIDENTALI IN CITTA' Durante le migrazioni può capitare di tutto. Uccelli altamente mimetici nel sottobosco si fanno scoprire esausti sui marciapiedi o sui balconi, arrivati di notte o alle prime luci.

Dettagli

Parchi e giardini storici di Parma: habitat per gli uccelli

Parchi e giardini storici di Parma: habitat per gli uccelli Parchi e giardini storici di Parma: habitat per gli uccelli Viale centrale del Giardino Ducale Nel centro della città la biodiversità è accentuata dalla vicinanza tra diversi habitat: aree verdi di vecchio

Dettagli

Dormono raccolta di poesie. Classe 1A con la prof.ssa Naomi Cometti a.s. 2014-2015

Dormono raccolta di poesie. Classe 1A con la prof.ssa Naomi Cometti a.s. 2014-2015 Dormono raccolta di poesie Classe 1A con la prof.ssa Naomi Cometti a.s. 2014-2015 Dormono i salici che piangono e i pini con i loro mille aghi e le praterie in cui vivono. Dormono i selvaggi animali di

Dettagli

BIODIVERSAMENTE 23-24 ottobre 2010 nella Riserva Naturale Oasi WWF Padule Orti Bottagone (Piombino LI)

BIODIVERSAMENTE 23-24 ottobre 2010 nella Riserva Naturale Oasi WWF Padule Orti Bottagone (Piombino LI) Beccamoschino foto Carlo Torchio Archivio WWF BIODIVERSAMENTE 23-24 ottobre 2010 nella Riserva Naturale Oasi WWF Padule Orti Bottagone (Piombino LI) La due giorni dedicata alla scoperta della Biodiversità

Dettagli

descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* Maggio*2012*

descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* Maggio*2012* !! descrizione*del*golfo*agricolo*e*prati*adiacenti* * book*fotografico*a*cura*del*comitato*golfo*agricolo* * Maggio*2012*!!!!! FotoN 1(TR1(Attivitàagricole UnafotografiapanoramicadelGolfoAgricoloscattatadallaRes.Campo,ViaF.lliCervi,Milano2.Sullo

Dettagli

Le gru In volo per la felicità

Le gru In volo per la felicità Le gru In volo per la felicità Lenuta Virlan LE GRU In volo per la felicità Racconto www.booksprint Edizioni.it Copyright 2015 Lenuta Virlan Tutti i diritti riservati Ai mei tre figli Alexandru, Andreea

Dettagli

Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione.

Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione. Unità di Apprendimento ideata da Sabrina Ercolani nell'ambito dell'attività per l'integrazione. Destinatario: alunno con deficit cognitivo di grado lieve e sindrome ipercinetica da danno cerebrale lieve

Dettagli

Progetto Volo Libero

Progetto Volo Libero Campagna nazionale per il recupero di aree a forte degrado ambientale e sociale Progetto Volo Libero Oasi dei Variconi In collaborazione con Come si arriva In automobile Da Napoli bisogna prendere la tangenziale

Dettagli

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi.

6. La Terra. Sì, la terra è la tua casa. Ma che cos è la terra? Vediamo di scoprire qualcosa sul posto dove vivi. 6. La Terra Dove vivi? Dirai che questa è una domanda facile. Vivo in una casa, in una certa via, di una certa città. O forse dirai: La mia casa è in campagna. Ma dove vivi? Dove sono la tua casa, la tua

Dettagli

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele.

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea La macchia mediterranea si chiama così perché é formata da vegetazione che ama i terreni asciutti, il sole, molta luce, un

Dettagli

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia

Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I COLORI Poesia segnalata al premio Silvano Ceccherelli della Banca di Credito Cooperativo di Cascia I colori sono tanti almeno cento: marrone come il legno, bianco come la nebbia, rosso come il sangue,

Dettagli

Birdgarden Un giardino biologico

Birdgarden Un giardino biologico Birdgarden Un giardino biologico - Progettazione del giardino - Scelta delle piante ed essenze vegetali - Creazione di laghetti e/o piccoli stagni - Installazione di nidi e mangiatoie - Come attirare le

Dettagli

CENSIMENTO DEGLI UCCELLI ACQUATICI SVERNANTI NELLA GOLA DEL FURLO (23 gennaio 2016)

CENSIMENTO DEGLI UCCELLI ACQUATICI SVERNANTI NELLA GOLA DEL FURLO (23 gennaio 2016) Provincia di Pesaro e Urbino - Riserva Naturale Statale Gola del Furlo Centro Studi Faunistici ed Ecologici di Pesaro Con il patrocinio di Ornitologi Marchigiani CENSIMENTO DEGLI UCCELLI ACQUATICI SVERNANTI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura

ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO. Il mondo della natura ISTITUTO COMPRENSIVO T: ANARDI SCUOLA PRIMARIA S. MARIA DELLE GRAZIE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 - CLASSE III D IPERTESTO Il mondo della natura Non viventi Viventi animali piante funghi invertebrati vertebrati

Dettagli

AZIONE C.1.1. Ricostruzione bosco ripario dei grandi fiumi

AZIONE C.1.1. Ricostruzione bosco ripario dei grandi fiumi Progetto LIFE NAT/IT/000093 «ECORICE» Le risaie del vercellese: programma integrato per la riqualificazione ambientale e la gestione sostenibile dell agroecosistema risicolo AZIONE C.1.1. Ricostruzione

Dettagli

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE

Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE Altopiano del Cansiglio CLASSI QUARTE L'Altopiano del Cansiglio si è formato dalla spinta del continente afri-cano verso quello europeo formando delle pieghe come la montagna dell Alpago, che si vede sullo

Dettagli

CasaChic L antica masseria

CasaChic L antica masseria Soluzioni di prestigio per rinnovare la casa con CasaChic L antica masseria nella Grecìa salentina con Casa Chic Anno VIII N 38 gennaio - febbraio 2014 bimestrale bioarchitettura in toscana scegliere il

Dettagli

PERCHE GLI ANIMALI MIGRANO? OBIETTIVO SOPRAVVIVERE!!

PERCHE GLI ANIMALI MIGRANO? OBIETTIVO SOPRAVVIVERE!! Le migrazioni sono spostamenti che gli animali compiono in modo regolare, periodico (stagionale), lungo rotte ben precise (ed in genere ripetute), e che coprono distanze anche molto grandi, ma che, poi,

Dettagli

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint.

ESCURSIONI. DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. ESCURSIONI DOVE: nella Valle del Serchio le locations si trovano nel raggio di circa 12 km da Il Ciocco infopoint. Alla scoperta dei colli di Barga Questa è l escursione ideale per chi vuole scoprire senza

Dettagli

La lotta biologica alle zanzare

La lotta biologica alle zanzare Ente Parco Naturale Laghi di Avigliana 1 Workshop di progettazione partecipata verso il Contratto di Lago del bacino dei laghi di Avigliana La lotta biologica alle zanzare Premessa La lotta biologica integrata

Dettagli

CERVARA. Scuola. nell DI QUINTO TREVISO FONDAZIONE CASSAMARCA. Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Comune di Quinto di Treviso

CERVARA. Scuola. nell DI QUINTO TREVISO FONDAZIONE CASSAMARCA. Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Comune di Quinto di Treviso a Scuola CRISTINA DI QUINTO TREVISO nell OASISANTA CERVARA Alla scoperta del PALUDARIUM DEL PARCO DEL SILE In collaborazione con Parco Naturale Regionale del Fiume Sile Comune di Quinto di Treviso FONDAZIONE

Dettagli

L ANPIL OASI WWF BOSCO DEL BOTTACCIO

L ANPIL OASI WWF BOSCO DEL BOTTACCIO Il Tuffetto, associazione naturalistica costituita da laureandi e laureati in scienze naturali e biologiche, è nata per far condividere a grandi e piccoli l amore, la conoscenza e il rispetto della natura

Dettagli

n o t i z i a r i o g o l

n o t i z i a r i o g o l Assemblea annuale del GOL L Assemblea Ordinaria dei Soci GOL è convocata per il giorno SABATO 1 marzo 2014, presso la sede del GOL, via Anfiteatro 14 - Milano, in prima convocazione alle ore 15:00 ed in

Dettagli

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE

I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE 1 I PAESAGGI NATURALI DELLA FASCIA TROPICALE Nella fascia tropicale ci sono tre paesaggi: la foresta pluviale, la savana, il deserto. ZONA VICINO ALL EQUATORE FORESTA PLUVIALE Clima: le temperature sono

Dettagli

HABITAT DI SPECIE. Habitat forestali. Habitat di specie

HABITAT DI SPECIE. Habitat forestali. Habitat di specie Habitat di specie 575 HABITAT DI SPECIE In Liguria gli habitat di specie, cioè quegli habitat indispensabili per la vita delle specie elencate nell allegato 2 della direttiva 92/43 e nell allegato 1 della

Dettagli

Il linguaggio degli animali

Il linguaggio degli animali Il linguaggio degli animali Siano che vivano da soli o in gruppi organizzati, gli animali comunicano tra loro: si scambiano informazioni per la ricerca del cibo, la conquista e la difesa del proprio territorio,

Dettagli

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO

MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna. (mezzo) (età) MEDIO + EVO IL MEDIOEVO IL MEDIOEVO MEDIOEVO significa (vuol dire) ETÀ DI MEZZO cioè in mezzo tra l'età antica e l'età moderna (mezzo) (età) MEDIO + EVO I FATTI PIÙ IMPORTANTI ALL INIZIO DEL MEDIOEVO i barbari e i

Dettagli

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di

Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di Il lupo è un mammifero appartenente alla famiglia dei canidi, come la volpe, lo sciacallo e il cane, di cui è un progenitore. Ci sono due specie di lupo nel mondo: il lupo grigio (Canis Lupus) e il lupo

Dettagli

ATTIVITA DIDATTICHE DELLO STUDIO NATURALISTICO DIATOMEA 2012-2013

ATTIVITA DIDATTICHE DELLO STUDIO NATURALISTICO DIATOMEA 2012-2013 PRESENTAZIONE Lo Studio Naturalistico Diatomea propone alle scuole del territorio numerose attività didattiche con tematiche naturalistiche al fine di portare anche i più piccoli a contatto con l ambiente

Dettagli

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE

ELENCO MATERIALE DI SCIENZE ELENCO MATERIALE DI SCIENZE Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze L acqua (ed. De Agostini Disney - Esplora: tutto il mondo delle Scienze Il pianeta Terra (ed. De Disney - Esplora: tutto il mondo

Dettagli

Lunedì 24 marzo -Passeggiando tra canneti e specchi d acqua- Le Torbiere del Sebino: una Riserva Naturale a pochi passi da casa

Lunedì 24 marzo -Passeggiando tra canneti e specchi d acqua- Le Torbiere del Sebino: una Riserva Naturale a pochi passi da casa Lunedì 24 marzo -Passeggiando tra canneti e specchi d acqua- Le Torbiere del Sebino: una Riserva Naturale a pochi passi da casa Attività presso il Centro Accoglienza Visitatori Riserva Naturale Torbiere

Dettagli

UNITA N 8 parte seconda I BIOMI

UNITA N 8 parte seconda I BIOMI UNITA N 8 parte seconda I BIOMI LA TAIGA E LA TUNDRA Al di sopra dei 50-60 gradi di latitudine si estendono gli ambienti freddi e glaciali, caratterizzati da temperature particolarmente basse. Il sole,

Dettagli

Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po

Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po Escursioni didattiche alla scoperta del Parco del Delta del Po In motonave Dove il fiume incontra il mare Escursione alla riserva delle bocche del Po Navigazione sul ramo principale del Parco del Delta,

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI

SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI HOME SWEET HOME MANGIATOIE E NIDI PER UCCELLI SCUOLA PRIMARIA «SANTORRE DI SANTAROSA» SAVIGLIANO CLASSE 2^C TEMPO PIENO a.s. 2014-2015 Insegnanti: Giordano Alessandra e Testa Tiziana LEGGIAMO INSIEME

Dettagli

Base di lavoro. Idea principale

Base di lavoro. Idea principale Base di lavoro Idea principale «Gli esseri viventi vivono in relazione tra loro e con l ambiente che li ospita, all interno di particolari ecosistemi dotati di un equilibrio ben preciso. Tutti gli organismi

Dettagli

Gabriela Mesia Bolivar

Gabriela Mesia Bolivar Gabriela Mesia Bolivar Ho visto il cielo arancione e la forma del sole, che tramontava, e un albero che si nascondeva, tra l'oscurità, i gabbiani che se ne andavano, mentre la luce spariva e la notte veniva

Dettagli

il Ghana Una nazione poco conosciuta dell'africa Occidentale, affascinante, con una storia Nazione del Mese

il Ghana Una nazione poco conosciuta dell'africa Occidentale, affascinante, con una storia Nazione del Mese il Ghana Una nazione poco conosciuta dell'africa Occidentale, affascinante, con una storia interessante, con etnie fantastiche a nord, un grande regno storico al centro del paese e i forti della tratta

Dettagli

Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena. Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare:

Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena. Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare: Clara, Ekin, Francesco, Giada e Serena Ci piacerebbe un giardino dove poter osservare: i salici piangenti perché si trovano in tante zone di Merone. I rami sottili e flessibili del salice venivano usati

Dettagli

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi

Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi Il popolo Taooiy Questa storia parla di tre esploratori del popolo Taooiy, mandati avanti per trovare un posto adatto in cui vivere. All inizio del nostro viaggio noi esploratori abbiamo perlustrato la

Dettagli

(Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC)

(Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC) (Tutte le foto di questa presentazione, se non diversamente indicato, fanno parte dell'archivio LAC) PASSERIFORMI Le rondini sono simili ai rondoni per convergenza evolutiva, fanno cioè la stessa vita

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

I marsupiali IL CANGURO

I marsupiali IL CANGURO I marsupiali I marsupiali devono il loro nome alla tasca marsupiale che è presente nelle femmine. Questa "tasca" serve a contenere i piccoli, che sono partoriti poco sviluppati e finiscono il loro sviluppo

Dettagli

L Atlante degli Uccelli nidificanti nella Riserva naturale del Lago di Vico

L Atlante degli Uccelli nidificanti nella Riserva naturale del Lago di Vico Giornata Romana di Ornitologia Metodi, strumenti e approcci nell ornitologia di base e applicata Roma, Università degli Studi Roma Tre 24 Novembre 2012 L Atlante degli Uccelli nidificanti nella Riserva

Dettagli

IL CLIMA IN EUROPA PRINCIPALI TIPI DI CLIMA CHE SI INCONTRANO IN EUROPA. ATLANTICO ALPINO MEDITERRANEO CONTINENTALE U N I T A N 1 1

IL CLIMA IN EUROPA PRINCIPALI TIPI DI CLIMA CHE SI INCONTRANO IN EUROPA. ATLANTICO ALPINO MEDITERRANEO CONTINENTALE U N I T A N 1 1 U N I T A N 1 1 IL CLIMA IN EUROPA PRINCIPALI TIPI DI CLIMA CHE SI INCONTRANO IN EUROPA. ATLANTICO ALPINO MEDITERRANEO CONTINENTALE Libro di geografia classe 1 - Scuola secondaria di primo grado Pagina

Dettagli

A pesca di lucci in Svezia

A pesca di lucci in Svezia A pesca di lucci in Svezia Eccomi a raccontare una nuova esperienza di pesca..per chi non lo sapesse io sono nato in Svezia e quindi dopo diverse esperienze di pesca in giro per il mondo quest anno ho

Dettagli

Il Fiume. http://tempopieno.altervista.org/index.htm

Il Fiume. http://tempopieno.altervista.org/index.htm Il Fiume http://tempopieno.altervista.org/index.htm Anno scolastico 2013-14 Classe III E - Scuola primaria "Umberto I" - I Circolo - Santeramo (Ba) ins. Gianni Plantamura 1 Le acque Un elemento naturale

Dettagli

Mauro BERNONI SPECIE FAUNISTICHE DI ECOSISTEMI FORESTALI DI PARTICOLARE INTERESSE CONSERVAZIONISTICO : L AVIFAUNA

Mauro BERNONI SPECIE FAUNISTICHE DI ECOSISTEMI FORESTALI DI PARTICOLARE INTERESSE CONSERVAZIONISTICO : L AVIFAUNA Mauro BERNONI SPECIE FAUNISTICHE DI ECOSISTEMI FORESTALI DI PARTICOLARE INTERESSE CONSERVAZIONISTICO : L AVIFAUNA SPECIE IN DIRETTIVA PICCHIO DORSOBIANCO, IN LEGGERO DECLINO NEL PNALM, CON SIGNIFICATIVA

Dettagli

Beneficiario coordinatore Provincia di Varese. Beneficiari associati Regione Lombardia, LIPU BirdLife Italia. Cofinanziatore Fondazione Cariplo

Beneficiario coordinatore Provincia di Varese. Beneficiari associati Regione Lombardia, LIPU BirdLife Italia. Cofinanziatore Fondazione Cariplo REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DEL PROGRAMMA LIFE DELL UNIONE EUROPEA Trans insubria bionet. Connessione e miglioramento di habitat lungo il corridoio ecologico insubrico Alpi - Valle del Ticino Beneficiario

Dettagli

G igi si sveglia tutto eccitato perché sa che lo aspetta una lunga

G igi si sveglia tutto eccitato perché sa che lo aspetta una lunga Sogno di una vacanza d estate G igi si sveglia tutto eccitato perché sa che lo aspetta una lunga giornata di divertimento assoluto, insieme agli amici Michele, Carlo, Anna e Raffaele che ha trovato in

Dettagli

Perché un bollettino?

Perché un bollettino? Numero 00 M a r z o 2012 Anno 1 Perché un bollettino? Sommario: Il Pesce Rosso Carassius auratus 2 Arrivo a casa... 2 Pulizia 3 Terrari e Paludari 3 Attrezzatura indispensabile ed utile 3 Avete voglia

Dettagli

E UN SEME O NON E UN SEME?

E UN SEME O NON E UN SEME? E UN SEME O NON E UN SEME? SCIENTIAM INQUIRENDO DISCERE Progetto di sperimentazione didattica dell IBSE- Inquiry Based Science Education Classi 3^ A - 3^ B Istituto Comprensivo A. Manzoni - Uboldo Scuola

Dettagli

LA DIVERSITÀ BIOLOGICA

LA DIVERSITÀ BIOLOGICA LA DIVERSITÀ BIOLOGICA Partiamo da noi Cosa conosco di questo argomento? Cosa si intende con biodiversità? Ma quante sono le specie viventi sul pianeta? ancora domande Come mai esistono tante diverse specie

Dettagli

Cicogna bianca (Ciconia ciconia; Linnaeus, 1758)

Cicogna bianca (Ciconia ciconia; Linnaeus, 1758) Cicogna bianca (Ciconia ciconia; Linnaeus, 1758) Classe: Uccelli Ordine: Ciconiformi Famiglia: Ciconidi Genere: Ciconia Specie: ciconia NOMENCLATURA: Francese: Cicogne blanche Inglese: White Stork Italiano:

Dettagli

Progetto A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA

Progetto A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA Progetto 6 Istituto Comprensivo Bruno Ciari di Padova A SCUOLA NEI PARCHI GUARDIANI DELLA NATURA Classi 2 A-2 B 2 B Scuola primaria Rodari ESPLORATORI PER UN GIORNO 15 aprile 2014 Casa Marina Parco Regionale

Dettagli

Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA

Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA Attività di Educazione Ambientale per le SCUOLE DELL INFANZIA PRECISAZIONI: I percorsi sono consigliati per tutte le classi: varierà la specificità ed il grado di approfondimento del programma. La maggior

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE

DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE DIREZIONE DIDATTICA STATALE A. D ANDRADE PAVONE CANAVESE SCUOLA PRIMARIA STATALE DI PROVE DI VERIFICA DI LINGUA CLASSE IV ANNO SCOLASTICO I QUADRIMESTRE ALUNNO/A IL PANDA Il panda è un buffo, timido, simpatico

Dettagli

Il birdwatching nel Parco Delta del Po

Il birdwatching nel Parco Delta del Po Il birdwatching nel Parco Delta del Po Massimiliano Costa U.O. Parchi e Zone Umide Provincia di Ravenna Gli Uccelli rappresentano la più importante risorsa naturalistica del Parco del Delta del Po 328

Dettagli

CASA DELLE FARFALLE & Co.

CASA DELLE FARFALLE & Co. CASA DELLE FARFALLE & Co. Via Jelenia Gora 6/d 48015 Milano Marittima (RA) tel. 0544/995671-fax: 0544/998308 e/mail:casadellefarfalle@atlantide.net sito:www.atlantide.net/casadellefarfalle Inserita nella

Dettagli

C.C.R. CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

C.C.R. CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI C.C.R. CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI CITTÀ DI LECCE INIZIATIVA PROMOSSA DALL ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE (ONU) CELEBRATA IN TUTTO IL MONDO PER RICHIAMARE L ATTENZIONE DI TUTTI SULL AMBIENTE E SULLASALVAGUARDIA

Dettagli

Proposta Viaggio di Nozze Patagonia

Proposta Viaggio di Nozze Patagonia Proposta Viaggio di Nozze Patagonia Milano Linate/Roma Roma/Buenos Aires Buenos Aires/Roma Roma/Milano Linate 1 giorno: BUENOS AIRES Partenza da Milano a Buenos Aires. Pasti e pernottamento a bordo. 2

Dettagli

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba

LA LETTERATURA ITALIANA FACILITATA: UNA PROPOSTA DI LETTURA Annalisa Sgobba CAPITOLO PRIMO RE E STELLA DEL CIELO Re e stella del cielo Il mio nome è uno dei miei primi successi. Ho subito imparato (è stato lui, mi sembra, il primo che mi ha detto questo), che Arturo è una stella:

Dettagli

Principi Generali della Fotografia Naturalistica

Principi Generali della Fotografia Naturalistica FOTOGRAFARE GLI ANIMALI SELVATICI AFRICANI Principi Generali della Fotografia Naturalistica Edoardo Di Pisa e-mail: edoardo@edoardodipisa.it website: www.edoardodipisa.it 1 FOTOGRAFARE GLI ANIMALI SELVATICI

Dettagli

Tutto è bene quel che finisce bene

Tutto è bene quel che finisce bene Tutto è bene quel che finisce bene Ciao a tutti, mi chiamo Riccio Pasticcio, un nome un programma. Spesso e volentieri combino guai, per questo mi chiamano così, ma a volte faccio anche qualcosa di buono.

Dettagli

Le montagne degli Altai, un altra Mongolia

Le montagne degli Altai, un altra Mongolia Le montagne degli Altai, un altra Mongolia Periodo:21 Settembre 8/13 Ottobre 2013 Un angolo di pianeta che racchiude sperdute montagne che dividono Russia, Cina e Mongolia. Un popolo che ha mantenuto fino

Dettagli

uccelli Charadrius alexandrinus (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Charadriidae

uccelli Charadrius alexandrinus (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Charadriidae uccelli Charadrius alexandrinus (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Charadriidae Fonte immagine www.liguriabirding.net- foto G. Motta Questo piccolo uccello viene chiamato fratino, anche se il nome comune

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

ESCURSIONI. DOVE: Lucca e provincia le locations si trovano nel raggio di circa 60 km da Il Ciocco Tenuta e Parco.

ESCURSIONI. DOVE: Lucca e provincia le locations si trovano nel raggio di circa 60 km da Il Ciocco Tenuta e Parco. ESCURSIONI DOVE: Lucca e provincia le locations si trovano nel raggio di circa 60 km da Il Ciocco Tenuta e Parco. In bicicletta alla scoperta della campagna lucchese Per chi visita Lucca e vuole scoprire

Dettagli

LE FONTANE DI NOGARÈ

LE FONTANE DI NOGARÈ A.S. 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SEDICO-SOSPIROLO (BL) CLASSE QUINTA DI BRIBANO PROGETTO REGIONALE A SCUOLA NEI PARCHI-GUARDIANI DELLA NATURA 2013-2014 LE FONTANE DI NOGARÈ Visita a un ecosistema

Dettagli

Comunicazione animale

Comunicazione animale Comunicazione animale Ci sono alcuni comportamenti con cui gli animali inviano un messaggio ai loro simili come facciamo noi quando, per farci capire, usiamo gesti o parole. Anche per gli animali è di

Dettagli