Il Danubio... che non ti aspetti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Danubio... che non ti aspetti"

Transcript

1 Il Danubio... che non ti aspetti Grandi colonie di pellicani bianchi, marangoni minori, mignattini, aironi e uccelli acquatici in quantità fanno da comune denominatore ad uno degli hotspot europei tra i più conosciuti per la fotografia ed il birdwatching: il delta del Danubio. Pochi però conoscono cosa si cela nelle aree non sommerse in cui steppe salate, dune di sabbia e foreste centenarie formano un paesaggio estremamente diversificato e ricchissimo di biodiversità. Un viaggio nel cuore più selvaggio e meno conosciuto del più grande delta fluviale europeo. Sciacallo dorato - Foto: L. Zuntini Max Biasioli Direttore SKUA Nature Group 16 The Endeavour The Endeavour 17

2 È quasi l alba e da circa un ora sono appostato all interno di un capanno semiinterrato che mi regala una prospettiva veramente unica dell ambiente circostante: una radura erbosa circondata da intricati cespugli di tamerice. Con i primi raggi di sole tutto intorno prende ad infuocarsi di una luce arancione più simile a quella del tramonto, ma più leggera e perfetta per fotografare; dopo un po, a circa quaranta metri inizia a muoversi qualcosa tra la vegetazione... ecco che una bellissima femmina di Sciacallo dorato esce illuminata come una star dal sole mattutino ed inizia a girovagare nella radura avvicinandosi sempre più alla mia postazione. Gli scatti della macchina fotografica non si contano più e, quando anche un maschio adulto si aggiunge alla femmina, il cuore palpita senza sosta regalando attimi di grandi emozioni. In quest area lo Sciacallo dorato è facile da osservare, soprattutto di giorno: ampie zone di steppa, boschi di latifoglie con terreni sabbiosi ed ampi arbusteti di tamerice e olivello spinoso, rendono questo luogo ottimale per la riproduzione e la ricerca del cibo. Incontri come questo sono abbastanza comuni qui e dopo un paio d ore lascio il mio comodo nascondiglio per fare un giro nel bosco poco lontano, in cerca di altre opportunità. Da zone di arbusteto passo via via ad incontrare grandi pioppi bianchi, salici, querce secolari e bellissimi frassini che insieme si chiudono sempre più in una densa foresta di latifoglie ricca di suoni e profumi. In pochi minuti ho la possibilità di osservare diverse specie di picchio ed in particolare mi imbatto in alcuni incontri molto molto ravvicinati con due maschi di Picchio nero intenti a cercare cibo tra le ceppaie marcescenti ricche di grosse larve di lepidottero. Mi avvicino con il fuoristrada senza che nemmeno si interessino al mio automezzo o al rumore incessante degli scatti della reflex. È quasi stancante, ma è incredibile osservarli in totale tranquillità, mentre disegnano a suon di beccate nuove forme nel legno come abili falegnani. A far da contorno a questo spettacolo cori incessanti di usignoli maggiori, che spesso fanno capolino in pieno giorno dalla fitta vegetazione di sottobosco per farsi ammirare, e alcuni individui di Balia dal collare intenti a cacciare insetti nelle piccole radure che si formano vicino agli alberi più grandi e vecchi. Proseguo ancora lungo piste di sabbia che mi permettono di esplorare questa foresta incontaminata e dopo un po di minuti e molte altre osservazioni, l ambiente muta nuovamente aprendosi in una steppa immensa in cui a farla da padrone sono differenti specie di piante erbacee come il lino o l euforbia e, nei leggeri avvallamenti sabbiosi in cui affiora acqua salata, un tappeto rosso di salicornia. Questa pianta, tipica delle zone costiere, crea un vero e proprio tappeto rosso a perdita d occhio con un forte contrasto con il verde brillante del bosco che mi lascio alle spalle. La steppa e piena di cavalli rinselvatichiti che si muovono a branchi. In inverno e il regno dei grandi gruppi di alaudidi come allodole e calandre inseguite da numerosi smerigli, ma ora, in piena primavera, un altro predatore pattuglia questi spazi immensi: il Falco sacro. Mentre passa in volo, piccoli gruppi di storni e totani mori, gambecchi nani e combattenti fuggono in ogni direzione lanciando grida di allarme. Il falcone probabilmente non ha cattive intenzioni e si diverte a seminare il panico semplicemente sorvolando l area e scomparendo con pochi battiti d ala all orizzonte, inseguito e attaccato da altre sagome snelle e veloci che vedo alzarsi all improvviso dalle aree circostanti. Mi rendo subito conto che si tratta di pernici di mare Picchio nero - Foto: L. Zuntini TRAVELLER Sciacalli dorati - Foto: C. Galliani 18 The Endeavour The Endeavour 19

3 località remota, chiamata anche Ultima Frontiera, è l ultima area abitata prima che il Danubio sfoci nel Mar Nero. Non collegata da strade, è raggiungibile solo in barca: da qui esploreremo gli ambienti corcostanti in fuoristrada su piste di terra battuta e sabbia. TRAVELLER Pernice di mare - Foto: M. Biasioli Upupa - Foto: C. Galliani 20 The Endeavour intente a difendere i propri nidi e mi appresto ad avvicinarmi con cautela per non generare altro inutile stress. Una colonia di quasi un centinaio di coppie, distribuita su un area di pochi ettari, è una visione molto rara e ricercata. Questi splendidi uccelli migratori si sono insediati tra le piante rosse di salicornia deponendo le loro piccole uova in minuscole cunette scavate nel terreno. Sono molto attive nella difesa della colonia e ad ogni possibile disturbo o predatore, reagiscono avvolgendo il malcapitato intruso in una nuvola di vocianti fulmini volanti finché la situazione non torna tranquilla; a quel punto ogni individuo torna nei pressi del nido, ricominciando a covare o a ricercare sul terreno i coleotteri di cui si nutre. Ma queste autentiche opere d arte della natura non sono sole: tra i lori nidi, corrieri piccoli e fratini hanno già i primi pulcini scorazzanti che possono beneficiare della protezione delle pernici, mentre su piccole macchie di Olivello di Boemia e Olivello spinoso, a poche decine di metri, scorgo sagome scure appollaiate nei pressi di vecchi nidi di gazze e cornacchie... sono maschi di Falco cuculo che assistono le femmine durante la cova controllando e proteggendo il nido. Sono letteralmente estasiato da quello che si può osservare quasi contemporaneamente in un area relativamente piccola: sembra un avventura africana, ma in realtà mi trovo in Europa nel delta di un fiume, del più grande dei nostri fiumi: il Danubio. La maggior parte dei reportage parla del delta del Danubio come di un immensa distesa d acqua, canneti e canali ricchi di vegetazione e uccelli acquatici. In effetti questa immensa area umida occupa spazi enormi: qui confluiscono e sfociano in mare le acque di mezza Europa. Dalle sorgenti in Germania, nel cuore della Foresta Nera, il Danubio scorre attraverso dieci differenti Paesi per un totale di 2860 km, per poi dividersi in tre grandi bracci nell angolo più orientale della Romania, al confine con l Ucraina, e sfociare nel Mar Nero. Trasporta con sè un incredibile quantità di sedimenti e, ogni anno, l innalzamento o l abbassamento dei livelli idrici crea habitat ed opportunità per un incredibile numero di specie acquatiche. Non parlare quindi delle immense colonie di marangoni minori, pellicani bianchi e ricci, di mignattini piombati e sterne sarebbe sbagliato, ma limitarsi a questi soli splendidi animali trascurandone altri altrettanto affascinanti e ricercati sarebbe un errore ancor più grave. Ed è quindi da qui che partiamo: con una barca dalla città di Tulcea discendendo la corrente per un paio d ore sul ramo di Kilia ( il ramo più grande e settentrionale che separa la Romania dall Ucraina) raggiungiamo una località nei pressi del piccolo villaggio di Periprava. Questa Foto: M. Biasioli LE VECCHIE PISCIFATTORIE In epoca sovietica, in moltissime aree umide del delta sono state create dighe e sbarramenti per la creazione di grandi bacini poligonali in cui, tramite l ausilio di grandi pompe, si facevano confluire o defluire le acque con il solo scopo di allevare e produrre immense quantità di pesce (principalmente carpe) per il popolo. Si tratta di aree a volte grandi centinaia di ettari che nel tempo, non essendo più economicamente sostenibili, sono via via state abbandonate o ridimensionate ad allevamenti meno intensivi in cui la natura è tornata l unica protagonista. Ultima Frontiera è uno di questi esempi: un area privata di circa 1000 ettari ad est del piccolo villaggio di Periprava, in cui oggi sorge un grazioso lodge immerso nella natura e si allevano pesci come carpe e lucci. Grandi canneti dominati da Phragmites e Tipha angustifolia offrono oggi rifugio e siti per la nidificazione di moltissime specie di uccelli come falchi di palude, aironi rossi, tarabusi, tarabusini, cannaiole, cannareccioni, migliarini di palude e alcune vere e proprie rarità come la Cannaiola di Jerdon, il Forapaglie castagnolo, il Pettazzurro e il Basettino, Falco cuculo - Foto: C. Galliani The Endeavour 21

4 TRAVELLER che qui nidificano talvolta con densità altissime. Nelle aree non allagate invece si aprono piccole praterie, arbusteti di tamerice e piccoli boschetti che ospitano un altrettanto ricca avifauna, tra cui un incredibile concentrazione di Ghiandaia marina, Upupa e specie di pregio come la Bigia padovana, l Usignolo maggiore e il Rigogolo. Tra i vecchi argini delle grandi vasche non è raro incontrare la Lontra, mentre tra le zone cespugliate più inaccessibili il Gatto selvatico trova ottimi nascondigli e molte risorse alimentari insieme al Tasso e al Cane procione. In generale, queste aree rinaturalizzate nel tempo sono quelle che, in spazi relativamente piccoli, mantengono differenti habitat e paesaggi in grado di attirare un altissima biodiversità: insetti, rettili, anfibi e piante sono presenti con numerose specie a volte molto rare nel resto d Europa. Tra gli anfibi si citano senza dubbio le due specie europee di Ululone (ventre rosso e ventre giallo) ed il Pelobate fosco, tra i rettili il Colubro liscio, mentre tra le piante acquatiche possiamo osservare ampi popolamenti di Utricularia, Morso di rana, Salvinia ed Erba coltellaccia. Basettino - Foto: I. Maiorano LA FORESTA E LE DUNE DI LETEA Sempre dal piccolo villaggio di Periprava si può esplorare la grande foresta di Letea. Dichiarata Riserva della Biosfera, con un estensione di ettari, cresce tra le dune di sabbia come le dita di una grande mano, alternando aree di foresta fitta, radure sabbiose, boschi radi e pianure. La specie dominante è la Farnia con esemplari che raggiungono i 700 anni. Altre essenze degne di nota sono le querce peduncolari (Quercia pedunculiflora), i frassini (Fraxinus angustifolia, Fraxinus pallisae) e grandi esemplari di Pero selvatico, Tiglio e Pioppo nero. Caratteristica di quest area è l abbondanza di piante rampicanti (Periploca graeca, Hedera helix, Vitis silvestris, Humulus lupulus, Clematis vitalba) che conferiscono un aspetto quasi tropicale a chi si avventura nelle aree più fitte ed intricate. Nelle zone sabbiose aperte ai suoi margini si possono incontrare due specie di rettili estremamente interessanti: la Vipera dell Ursini e la Lucertola a distribuzione asiatica Eremias arguta. La Riserva è il regno dei picchi: Picchio nero, Picchio cenerino, Picchio rosso mezzano, Picchio rosso maggiore, Picchio rosso minore e Picchio rosso di Siria vi risiedono e nidificano in quantità, creando siti ottimali per la nidificazione di altre specie di foresta come la Balia dal collare, la Taccola, la Colombella e l Allocco. L Aquila di mare nidifica in quest area con diverse coppie ed è spesso possibile osservarla posata sui grandi pioppi a ridosso delle aree paludose limitrofe, in cerca di grandi pesci da catturare sfiorando la superficie dell acqua con le possenti zampe. In tempi passati erano presenti il Lupo e la Lince e l ultima segnalazione di Alce risale al 1964 a Aquila di mare - Foto: P. Fumagalli Ululone dal ventre rosso - Foto: M. Biasioli TRAVELLER 22 The Endeavour The Endeavour 23

5 Gatto selvatico - Foto: P. Serrano Letea. Oggi Capriolo, Cinghiale, Gatto selvatico e Sciacallo dorato risultano le specie più comuni e ben distribuite. Quest ultimo è facile da osservare anche di giorno e conta una numerosa popolazione composta da differenti gruppi familiari che, anche di notte, scorazzano tra boschi e steppe in cerca di cibo. Si tratta di una specie in grande espansione in tutta Europa e, contrariamente a quanto si possa pensare osservandolo, più che di un predatore si tratta di un animale con una dieta estremamente diversificata, composta in alcuni periodi dell anno quasi esclusivamente da mais e frutta. LE STEPPE SALATE Tutt intorno a Letea si aprono ampie zone di steppa composte da aree salate, aree alluvionali e aree sabbiose. La presenza degli uccelli varia a seconda delle stagioni e dalla dimensione delle aree inondate dal Danubio in inverno e primavera. Negli avvallamenti ad alta salinità cresce la Salicornia, formando tappeti rossi di decine di ettari che, soprattutto in tarda estate, regalano contrasti incredibili con il rigoglioso verde delle aree boscate circostanti. Tra maggio e luglio Pernice di mare, Cavaliere d Italia, Avocetta, Volpoca, Pavoncella, Corriere piccolo e Fratino nidificano al suolo tra la vegetazione rada, mentre nelle aree più rialzate e meglio coperte da vegetazione si aggiungono anche Occhione, Cappellaccia e Calandra. Queste ampie zone in cui ogni tanto sbucano boschetti di Olivello di Boemia e Olivello spinoso sono un ottimo terreno di caccia per diverse specie di rapaci tra cui il Falco sacro, il Gheppio, il Lodolaio ed il Falco cuculo che qui nidifica utilizzando i nidi abbandonati da gazze e cornacchie sugli arbusti. In inverno invece, grazie ai grandi gruppi di allodole e calandre svernanti, sono soprattutto gli smerigli a pattugliare a volo radente il terreno, mentre in alto si possono osservare alcune poiane calzate. Questo aspro panorama ospita in alcuni punti alte guglie bombate e splendenti che si stagliano sotto ai raggi del sole: si tratta delle chiese ortodosse dei piccoli villaggi di Letea e C. A. Rosetti. Un giro per le strade sterrate di questi caratteristici angoli di passato vale sicuramente la pena; qui il tempo pare essersi fermato ed i ritmi giornalieri sono scanditi dalla luce del sole, dal livello delle acque del fiume e dal ciclo della vita negli orti e degli animali da cortile. In particolare, il villaggio di Letea rappresenta alla perfezione lo stile di vita locale estremamente povero ma in grado di autosostenersi e far vivere dignitosamente intere famiglie grazie alla coltivazione di orti familiari, alla gestione di galline, pecore e vacche, oltre all attività principale che riguarda la pesca. Le case hanno quasi sempre il tipico tetto Foto: M. Biasioli 24 The Endeavour Ghiandaia marina - Foto: I. Maiorano The Endeavour 25

6 Foto: M. Biasioli Mignattino alibianche - Foto: M. Gagliardone Puzzola delle steppe - Foto: M. Biasioli costruito con canne di palude, mentre carretti in legno trainati da cavalli risultano il mezzo di trasporto più utile e comodo. In ogni giardino non mancano coppie di Codirosso e Upupa, e anche culbianchi e civette sono comuni. Inoltre è possibile osservare lungo i vialetti alberati il Picchio rosso di Siria e lo Sparviere levantino. Insomma, un vero tuffo nel passato per cogliere l essenza ed i ritmi nel nostro Paese esistevano prima della Seconda Guerra Mondiale e che, anche volendo, sarebbe ormai impossibile rivivere. Culbianco isabellino - Foto: M. Biasioli UN DEDALO DI CANALI E STAGNI Tutt intorno a questi luoghi ancora poco battuti ed esplorati, si estende l immenso delta del Danubio con i suoi numerosi stagni più o meno grandi, i tanti canali ed i prati umidi temporanei che si formano con le regolari esondazioni primaverili. Riuscire a percepire la grandezza e la complessità di questo ambiente non è semplice e forse solo tramite un elicottero o un piccolo aereo se ne può cogliere la vastità. Tuttavia, da Periprava è possibile seguire con piccole barche a motore alcuni canali che via via si restringono fino a poter toccare da entrambi i lati la vegetazione ripariale dei folti canneti che circondano e proteggono i grandi laghi interni. Arrivare in questi luoghi è un esperienza emozionante che permette di poter osservare ambienti veramente selvaggi e antichi, pur essendo l intero delta in costante mutamento naturale. Questa è la dimora dei grandi pellicani bianchi e ricci che è possibile osservare spesso da vicino mentre si spostano in volo basso in grandi gruppi per trovare le migliori aree di pesca. Oltre a loro, cormorani e marangoni minori sono osservabili con centinaia e centinaia di individui che durante il giorno fanno incessantemente la spola tra i grandi stagni ricchi di pesce e le colonie. Vastissime aree ricoperte da Ninfea bianca e Nannufero fungono invece da perfetto set fotografico per sterne comuni, gabbiani 26 The Endeavour comuni, mignattini, mignattini piombati e gabbiani reali pontici che, con pochi aggiustamenti e qualche rametto, riescono a costruire i propri nidi sulle foglie galleggianti di queste piante. Nelle grandi aree allagate per esondazione che di anno in anno mutano forma e dimensione, molti mignattini alibianche, mignattai e numerosissimi aironi e spatole trovano ricche aree di foraggiamento grazie alla presenza di abbondanti quantità di pesci e anfibi. Tornando a fine giornata a Periprava scorgo su un argine uno Sciacallo illuminato dal sole, tra alcuni timidi fiori primaverili. Il suo sguardo è ipnotizzante e la postura regale. Pur non essendo un predatore convinto sembra il vero re leone di questi immensi spazi, spazi racchiusi tra le acque che celano specie ed ambienti inaspettati ed in grado di far sentire al visitatore, pur trattandosi di una località europea, un forte mal d Africa. Poco dopo, lo Sciacallo sparisce tra la vegetazione ed io, che ho terminato il mio viaggio, posso solo riportare questa esperienza nel mio cuore. Citello - Foto: M. Biasioli NEI PRESSI DI TULCEA Non siamo propriamente sul delta, ma a pochi chilometri di distanza sulla strada che da Bucarest porta a Tulcea, un passaggio obbligato e consigliato. Qui, nei dintorni del piccolo paese di Garliciu, si aprono ampie e dolci colline ricoperte da prati, pochissimi arbusti e boschetti sparsi qua e là. Sui fondovalle, piccoli torrenti scorrono allagando di tanto in tanto piane terrose che, in presenza di acqua si riempiono di uccelli quali spatole, mignattai, casarche, limicoli e aironi. Qui è possibile osservare con facilità alcune specie legate agli ambienti steppici come il Culbianco isabellino e il Citello. Questo simpatico roditore terricolo scava le tane sottoterra e vive, un po come le marmotte, in colonie composte da differenti nuclei familiari. I citelli si nutrono dei teneri germogli e di foglie delle differenti specie erbacee che crescono in questa zona e, a turno, si ergono sulle zampe posteriori per osservare il territorio circostante. Per quale motivo? Poiane codabianca e puzzole delle steppe sono in quest area facili da osservare e rivestono il ruolo di principali predatori per i simpatici roditori. Fare una sosta di un paio d ore in queste zone può regale ancora una volta osservazioni inaspettate per un viaggio nel Delta del Danubio. The Endeavour 27

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado

Le spiagge e i banchi sabbiosi della laguna di Marano e Grado DIREZIONE CENTRALE INFRASTRUTTURE, MOBILITÀ, PIANIFICAZIONE TERRITORIALE, LAVORI PUBBLICI, UNIVERSITÀ SERVIZIO TUTELA DEL PAESAGGIO E BIODIVERSITÀ CON LA COLLABORAZIONE DEL SERVIZIO CACCIA E RISORSE ITTICHE

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige)

Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) Dott. Huber Josef Pietra dei solstizi di Montevila Perca (Alto Adige) La pietra dei solstizi di Montevila é un blocco di granito con un volume di ca. 1,3 m³. Ha cinque fori con un diametro di ca. 3 cm

Dettagli

LUPI DIETRO GLI ALBERI

LUPI DIETRO GLI ALBERI dai 7 anni LUPI DIETRO GLI ALBERI Roberta Grazzani Illustrazioni di Franca Trabacchi Serie Azzurra n 133 Pagine: 176 Codice: 978-88-566-2952-1 Anno di pubblicazione: 2014 L Autrice Scrittrice milanese

Dettagli

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159

CHE COS È IL CLIMA? Gli elementi del clima. Scopro le parole. 1 Voyager 4, pagina 159 CHE COS È IL CLIMA? L atmosfera: è l aria che circonda la Terra. Ti è capitato di vedere in televisione o su un giornale le previsioni del tempo? La persona che parla spiega che cosa succede nell aria

Dettagli

DAL PARCO NAZIONALE DEI M ONTI SIBILLINI SCUOLA PRIM ARIA DI M ONTEFORTINO PLURICLASSE 1ª / 2 ª

DAL PARCO NAZIONALE DEI M ONTI SIBILLINI SCUOLA PRIM ARIA DI M ONTEFORTINO PLURICLASSE 1ª / 2 ª DAL PARCO NAZIONALE DEI M ONTI SIBILLINI SCUOLA PRIM ARIA DI M ONTEFORTINO PLURICLASSE 1ª / 2 ª ALLA RI CERCA D EL PI CCOLO PAU L, I L CAMOSCI O PI Ù BELLO D EL MOND O - Salve amici! Siamo i camosci appenninici,

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Ecco come funziona un sistema di recinzione!

Ecco come funziona un sistema di recinzione! Ecco come funziona un sistema di recinzione! A) Recinto elettrico B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea

Dettagli

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi

5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi 5.3.2.1.6 Sostegno agli investimenti non produttivi Riferimenti normativi Codice di Misura Articolo 36 (a) (vi) e 41 del Reg. (CE) N 1698/2005 e punto 5.3.2.1.6. dell Allegato II del Reg. (CE) 1974/06

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso

PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso PIAN DELLE BETULLE - L'ultimo Paradiso L'ULTIMO PARADISO Lasciarsi alle spalle la vita caotica della città a partire alla volta di località tranquille, senza rumori nel completo relax sentendosi in paradiso,

Dettagli

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura

Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Tecniche apistiche: il controllo della sciamatura Obiettivi: - evitare o ridurre il fenomeno della sciamatura - conservare le api nell alveare o nell apiario (sciamatura temporanea) I metodi sono diversi

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto

3 m 3 m. 1 m. B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra. Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto B) Fili elettrici C) Isolatori D) Paletti E) Paletti messa a terra 3 m 3 m 1 m Assicurarsi che ci siano almeno 2500V in tutta la linea del recinto Il sistema di recinzione elettrico consiste di: A) un

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Sito di Importanza Comunitaria IT1110009 - Bosco del Vaj e Bosc Grand ALLEGATO P_VI ALLEGATO P_VI SPECIE DI MAGGIOR INTERESSE FAUNISTICO

Sito di Importanza Comunitaria IT1110009 - Bosco del Vaj e Bosc Grand ALLEGATO P_VI ALLEGATO P_VI SPECIE DI MAGGIOR INTERESSE FAUNISTICO SPECIE DI MAGGIOR INTERESSE FAUNISTICO INDICE DELL ALLEGATO Parte 1 COLEOTTERI Nebria (Nebria) tibialis tibialis Lucanus cervus Parte 2 ANFIBI Triturus carnifex Triturus vulgaris meridionalis Parte 3

Dettagli

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante

Il Bhutan: il regno del dragone tuonante : il regno del dragone tuonante di Paolo Castellani 12 Il Memorial Chorten a Thimphu Lo Dzong di Paro? Ma dov è? Questa è la risposta che ti puoi aspettare quando dici che andrai in Bhutan. Questo remoto

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

Verifica - Conoscere le piante

Verifica - Conoscere le piante Collega con una linea nome, descrizione e disegno Verifica - Conoscere le piante Erbe Hanno il fusto legnoso che si ramifica vicino al terreno. Alberi Hanno il fusto legnoso e resistente che può raggiungere

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri:

Meglio prevenire. Alcuni accorgimenti da adottare contro i ladri: Introduzione Sono ormai sempre più frequenti i furti negli appartamenti, nelle case e negli uffici. Il senso di insicurezza della popolazione è comprensibile. Con questo opuscolo si vuole mostrare che

Dettagli

SISTEMI DI CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALE: LA BATTUTA

SISTEMI DI CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALE: LA BATTUTA SISTEMI DI CACCIA COLLETTIVA AL CINGHIALE: LA BATTUTA DEFINIZIONE La battuta è un metodo di caccia dove con l ausilio di battitori si cerca di scovare e «muovere» la selvaggina in direzione dei cacciatori

Dettagli

Innesti e Tecniche di Riproduzione

Innesti e Tecniche di Riproduzione Data inizio: 7-11-2011 Alberi da frutto Innesti e Tecniche di Riproduzione Sommario Perché innestiamo? 1 Innesto a Spacco 2 Innesto a Corona 3 Innesto a Triangolo 4 Innesti a Occhio 5 Innesto a Spacco

Dettagli

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano

Indagine conoscitiva sul sistema dei fontanili del Parco Agricolo Sud Milano Altri studi condotti dal Parco integrati con il Sitpas U. Ceriani - Direttore del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia di Milano M. Cont - Funzionario Agronomo del Parco Agricolo Sud Milano, Provincia

Dettagli

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882)

Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti. Charles Darwin (1809-1882) Non è la specie più forte che sopravvive né la più intelligente ma quella più ricettiva ai cambiamenti Charles Darwin (1809-1882) L evoluzione secondo LAMARCK (1744-1829) 1. Gli antenati delle giraffe

Dettagli

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi...

allargarsi, andare da a Si dice anche: la pianura si estende; i confini si estendono... Scrivi tu una frase con il verbo estendersi... GLI APPENNINI Gli Appennini sono una catena montuosa che si estende da Nord a Sud per circa 1400 chilometri lungo la penisola italiana. Le montagne degli Appennini sono montagne meno alte di quelle delle

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali

Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Utilizzo della vegetazione ripariale in Alto Adige: biomassa presente, produttività ed aspetti ambientali Francesco Comiti, Daniela Campana Libera Università di Bolzano Sustainable use of biomass in South

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Titolo 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 01 - Finalità

Titolo 1 - DISPOSIZIONI GENERALI. Art. 01 - Finalità Legge Regionale 12 gennaio 1994, n. 3 Recepimento della Legge 11 febbraio 1992, n. 157 "Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio". Bollettino Ufficiale n. 4,

Dettagli

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige)

Un roseto. le nuvole. Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Dai suoi 1500 metri, è il più alto d Europa (Bulla, Ortisei - Alto Adige) Un roseto Il gazebo adiacente la casa sfrutta l estensione fra di un glicine centenario le nuvole e offre ombra e riparo nelle

Dettagli

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit.

DIDATTICA ALLA PIOPPA. Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. DIDATTICA ALLA PIOPPA Non insegnate ai bambini quello che possono imparare da soli facendo. Cit. La nostra proposta dida,ca nasce dalla voglia di infondere passione e rispe3o verso la natura e gli animali,

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Alice e la zuppa di quark e gluoni

Alice e la zuppa di quark e gluoni Alice e la zuppa di quark e gluoni Disegnatore: Jordi Boixader Storia e testo: Federico Antinori, Hans de Groot, Catherine Decosse, Yiota Foka, Yves Schutz e Christine Vanoli Produzione: Christine Vanoli

Dettagli

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO

ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO 1 2. Economia e società nel mondo romano-germanico. ECONOMIA E SOCIETÀ NEL MONDO ROMANO-GERMANICO mondo romano germanico mondo bizantino mondo arabo Cartina 1 UN MONDO CON MOLTI BOSCHI, POCHI UOMINI E

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

IL TEMPO METEOROLOGICO

IL TEMPO METEOROLOGICO VOLUME 1 CAPITOLO 4 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE IL TEMPO METEOROLOGICO 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: tempo... Sole... luce... caldo...

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI

API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI (vers. 1 del 03/05/2005) API, VESPE, CALABRONI ED IMENOTTERI PUNGENTI Dio fece le api, il diavolo le vespe (Proverbio nordico) 1. GENERALITÀ Occorre premettere che è da ritenere del tutto naturale l occasionale

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta

LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta LA MIGRAZIONE DEGLI UCCELLI di Tomasz Cofta 1. La migrazione e l esistenza delle specie La migrazione è un processo in cui gli animali compiono viaggi ricorrenti da un area ad un altra. Molti animali (vertebrati

Dettagli

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi

Le piante. Piante senza fiori Piante con fiori. La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Le piante Le piante Piante senza fiori Piante con fiori La radice Il fusto La foglia Il fiore I frutti e i semi Piante senza fiori Milioni di anni fa esistevano sulla Terra soltanto piante senza fiori

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

ETICA,CACCIA, UMANI ED ALTRI ANIMALI

ETICA,CACCIA, UMANI ED ALTRI ANIMALI ETICA,CACCIA, UMANI ED ALTRI ANIMALI Elementi di riflessione per capire meglio qual è il nostro rapporto con gli altri umani e tutti gli altri esseri viventi DEFINIZIONE DI ETICA Il termine deriva dal

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO

IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO IL CINIPIDE GALLIGENO DEL CASTAGNO ifesa delle oreste Dryocosmus kuriphilus Yat su matsu Hymenoptera Cynipidae Cos è il Cinipide galligeno del castagno? L imenottero cinipide Dryocosmus kuriphilus Yatsumatsu

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio.

A tu per tu con il Mister del Pavia Massimo Morgia: l allenamento di rifinitura del sabato pomeriggio. articolo N.40 MARZO 2007 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: LUCCHESI MASSIMO

Dettagli

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à

Io ò bevuto circa due. mesi sera e mattina. d una aqqua d una. fontana che è a. quaranta miglia presso. Roma, la quale rompe. la pietra; e questa à Io ò bevuto circa due mesi sera e mattina d una aqqua d una fontana che è a quaranta miglia presso Roma, la quale rompe la pietra; e questa à rotto la mia e fàttomene orinar gran parte. Bisògniamene fare

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili.

L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. L ENERGIA NELLA STORIA: dalle prima fonti energetiche alle rinnovabili. Nella fisica classica l energia è definita come la capacità di un corpo o di un sistema di compiere lavoro (Lavoro: aggiungere o

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva

Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Gruppo cantonale per lo sviluppo sostenibile (GrussTI) Coordinamento: Cancelleria dello Stato, Bellinzona Presentazione a cura di Sabrina Caneva Sviluppo sostenibile e gestione responsabile delle risorse

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO

SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Rete di Treviso Integrazione Alunni Stranieri LABORATORIO SUL TRATTAMENTO DEI TESTI DISCIPLINARI SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO TITOLO: IL SISTEMA SOLARE AMBITO DISCIPLINARE: SCIENZE AUTORE: GIANCARLA VOLPATO

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

GLI ANIMALI SI NUTRONO

GLI ANIMALI SI NUTRONO Azione 1 Italiano come L2 La lingua per studiare DISCIPLINA: SCIENZE Livello : A 2 GLI ANIMALI SI NUTRONO Gruppo 5 Autori: CRETI MARIELLA - GIONTI FRANCA Destinatari: alunni 1 biennio - scuola primaria

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

P R E S E N T A ZI ONE

P R E S E N T A ZI ONE Continuing Education Seminars LA PIANIFICAZIONE DI DISTRETTO IDROGRAFICO NEL CONTESTO NAZIONALE ED EUROPEO 15 e 22 Maggio - 12 e 19 Giugno 2015, ore 14.00-18.00 Aula A Ingegneria sede didattica - Campus

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano

III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano III.8.2 Elementi per il bilancio idrico del lago di Bracciano (Fabio Musmeci, Angelo Correnti - ENEA) Il lago di Bracciano è un importante elemento del comprensorio della Tuscia Romana che non può non

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate.

Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. VOLO incluso DA MILANO MALPENSA Quest inverno, ogni sabato ritorna l estate. a n t i l l e mar dei caraibi 2 0 1 3-1 4 Un arcipelago di isole di gioia e colore. Viaggia nel cuore delle Antille. Il ritmo

Dettagli

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com

Manuale sull illuminazione UV www.dohse-terraristik.com Manuale sull illuminazione UV La corretta illuminazione dei terrari è importante per il benessere degli animali da terrario e per il successo dell allevamento. In ciò rivestono particolare importanza determinate

Dettagli