DIETA. Tartarughe marine nel Mar Mediterraneo:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DIETA. Tartarughe marine nel Mar Mediterraneo:"

Transcript

1 Riduzione delle catture accidentali di tartarughe con il palangaro derivante: la situazione in Italia e all estero Linnaeus, 1758 Chelonia mydas Linnaeus, 1758 crostacei meduse Susanna Piovano Università di Torino Dip. Biologia Animale e dell Uomo crostacei meduse molluschi spugne ricci oloturie molluschi spugne alghe Specie CITES IUCN Red List EN Chelonia mydas EN Eretmochelys imbricata Eretmochelys imbricata Rueppell, 1835 Lepidochelys kempii Garman, 1880 Dermochelis coriacea Vandelli, 1761 Lepidochelys kempii meduse EN = endangered, rischio di estinzione molto alto nel prossimo futuro = critically endangered, rischio di estinzione estremamente alto nell immediato futuro Principali fattori di minaccia: - catture accidentali - alterazione dell habitat costiero e diminuzione dei siti idonei alla nidificazione I palangari derivanti di superficie e le reti a strascico sono state identificate come una delle principali minacce per le tartarughe marine nel Mediterraneo (Caminas, 1988) Le tartarughe non imparano a evitare gli ami dei palangari!! Action Plan del Mediterraneo,

2 L obiettivo: LA VISTA identificare differenze che permettano di individuare modifiche da proporre per rendere l esca o l attrezzo non individuabile o non attrattivo per le tartarughe La capacità di risoluzione delle tartarughe marine e del pesce spada sono simili (5-11 cicli/deg tartarughe; 7-10 cicli/deg pesce spada) Quali sono le risposte sensoriali delle tartarughe e quali quelle delle specie bersaglio? Le aree di ricerca: l utilizzo della vista - l utilizzo dei chemiorecettori Fritsches et al., NOAA Tech.Mem., in stampa Tonno (18 cicli/deg): Esche da usare fino a 200 m di profondità durante le ore di luce: flash composto da 2 colori, tale da risultare dello stesso colore dello sfondo marino Fritsches et al., NOAA Tech.Mem., in stampa Sensibilità alla luce di bassa intensità Tetrapturus audax Choerodon sp. Velocità di risoluzione (luci intermittenti, abilità di percepire movimenti in rapida sequenza) Flicker Fusion Frequency (FFF) Light stick Le tartarughe sono attratte dalla luce emessa da light sticks e lampadine attualmente in commercio Esche usate durante le ore notturne: le tartarughe non sono in grado di vedere flash rapidi In genere FFF aumenta all aumentare dell intensità della luce Fritches et al., Journal of Fish Biology 63, Johnsen, NOAA Tech.Mem., in stampa Alcune specie presentano ritmo circadiano: FFF aumenta di notte (es. pesce spada) Brill et al., Col. Vol. Sci. Pap. ICCAT, 57(2): I colori e loggerhead Il rosso non è visibile dal pesce spada ( ) nm Picchi: 580, 520 nm (giallo, verde) ( ) nm Picco: 509 nm (verde) PREFERITO EVITATO NEUTRO Chelonia mydas Xiphias gladius ( ) nm ( ) nm Picco: 580 nm (giallo) Picco: 490 nm (blu-verde) U.V. Fritches et al., Journal of Fish Biology 63, Levenson et al., NOAA Tech.Mem., in stampa Piovano et al., Proceedings IFF3 2

3 ULTRAVIOLETTI Chemiorecettori Esca colorata di blu N=100 87% totani 13% sgombri Non funziona in mare Funziona in laboratorio Picco: 370 nm di tartaruga marina comune Fritsches et al., NOAA Tech.Mem., in stampa Specie bersaglio: lampuca Anno: 2001 Lo stimolo chimico è più importante di quello visivo L obiettivo: utilizzare parametri ambientali/ecologici per individuare aree non o scarsamente utilizzate dalle tartarughe senza sgombro con sgombro attrazione PESCA PESCI, NON TARTARUGHE predazione Piovano et al., Italian Journal of Zoology, 71(2): Le aree indagate: profondità; temperatura Giappone La profondità: pescare oltre i 100 m Pescare in acque con T<20 C western and central Pacific Ocean (WCPO) Beverly & Robins,

4 Temperatura dell acqua in superficie (Oceano Atlantico: Grandi Banchi, Flemish Cap) Variazione da 12 a 23 C, media 17 C (luglio-ottobre) L esca: non usare calamari o totani per gli ami più vicini alla superficie L aumento della temperatura di 0,6 C comporta un aumento delle catture del 25-35% L aumento della temperatura di 0,6 C comporta un aumento delle catture del 14-22% Le operazioni di pesca La forma dell amo Altre misure adottate: chiusura totale della pesca (ad es. Hawaii e California Oceano Pacifico; Grandi Banchi, Oceano Atlantico, ) Gli ami circolari fanno presa meno facilmente sul corpo della tartaruga rispetto a quelli a J. Gli ami circolari tendono ad agganciare la bocca della tartaruga, piuttosto che altre parti del canale alimentare. Ipotesi: Maggiore è la permanenza in mare del palangaro durante le ore di luce, maggiore è il numero di tartarughe catturate. Risultati: Vero per le tartarughe comuni, non vero per le liuto Riapertura nel 2004 con obbligo di: - utilizzare gli ami circolari - impiegare lo sgombro invece del totano - utilizzare gli slamatori Posizione dell amo: Obbligatorio negli USA dal 2004 Caretta 80 esemplari catturati con ami J, 55 avevano ingoiato l amo (69%) 11 esemplari catturati con ami circolari, 3 avevano ingoiato l amo (27%) Oceano Pacifico Dermochelys 147 esemplari catturati, per lo più agganciati agli arti anteriori o imprigionati nel filo In alcuni studi gli ami circolari hanno prodotto variazioni di pescato di pesce spada e verdesca: quali conseguenze per queste specie? Watson et al., Can.J.Fish.Aquat. Sci. 62, Bolten et al., Unpubl. Report Lepidochelys olivacea 4

5 Watson et al., 2004, 2005 Le dimensioni dell amo Più è grande l amo, più è difficile che la tartaruga lo inghiotta (es. tartarughe < 65 cm SCLmin non riescono a inghiottire ami larghi più di 4,6 cm) Ecuador Noi stiamo testando ami larghi 4,2 cm In caso di cattura I pescatori statunitensi devono essere istruiti all utilizzo degli slamatori Lepidochelys olivacea GRAZIE! 5

Le migrazioni dei Pesci

Le migrazioni dei Pesci Le migrazioni dei Pesci Le migrazioni dei Salmoni Salmoni (generi Salmo e Onchorynchus) Specie anadrome: nascono nei fiumi e poi soggiornano per anni nel mare, dove si sviluppano. Poi migrano di nuovo

Dettagli

L ASINARA NEL SANTUARIO DEI CETACEI

L ASINARA NEL SANTUARIO DEI CETACEI CHI SIAMO Il Centro Recupero Animali Marini del Parco Nazionale dell Asinara che collabora col CTS Ambiente, fa parte della Rete Regionale per il recupero e la conservazione della fauna marina in difficoltà

Dettagli

La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo

La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo Progetto LIFE NATURA Co.Me.Bi.S. La gestione integrata degli ecosistemi costieri e marini del Mediterraneo Integrated management of coastal and marine ecosystems of the Mediterranean Simona Clò Responsabile

Dettagli

Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale LIFE12NAT/IT/000937

Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale LIFE12NAT/IT/000937 Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale LIFE12NAT/IT/000937 Azione C1 Riduzione delle catture accidentali di tartarughe marine nella pesca con i palangari:

Dettagli

SPECIE RETTILI MARINI

SPECIE RETTILI MARINI SPECIE RETTILI MARINI 1 4.3.3 Rettili marini Introduzione generale all assessment per quanto concerne le tartarughe marine Le tartarughe marine che utilizzano stabilmente il Mediterraneo e vi si riproducono,

Dettagli

Osservatorio nazionale della pesca

Osservatorio nazionale della pesca LA PESCA INN NEL MEDITERRANEO Ripercussioni sociali, economiche e ambientali Avoid By Catch FONDO EUROPEO PESCA PROGRAMMAZIONE 2007-2013 Osservatorio nazionale della pesca UNIONE EUROPEA FAI FEDERPESCA

Dettagli

Mosorrofa Primaria A.S. 2013/2014

Mosorrofa Primaria A.S. 2013/2014 Mosorrofa Primaria A.S. 2013/2014 Alla Scoperta delle tartarughe marine Classi IV - V Le caratteristiche fisiche Tutto il corpo è protetto da una corazza e lo scudo dorsale, leggermente a forma di cuore,

Dettagli

Tartarughe dell Adriatico

Tartarughe dell Adriatico conservazione Tartarughe dell Adriatico I pericoli per le tartarughe marine dell Emilia- Romagna e le azioni di tutela Stefania Vecchio intervista Sauro Pari Le tartarughe marine nuotano nei nostri mari

Dettagli

1. Impariamo a conoscere i cetacei e le tartarughe marine che vivono nel nostro Mare Adriatico!

1. Impariamo a conoscere i cetacei e le tartarughe marine che vivono nel nostro Mare Adriatico! 22/07/2013 Network per la tutela dei cetacei e delle tartarughe marine nell Adriatico Il progetto NETCET è finanziato dal programma IPA Adriatico di Cooperazione Transfrontaliera, specificamente nell ambito

Dettagli

Rapporto iniziale sull uso dei sistemi a basso impatto

Rapporto iniziale sull uso dei sistemi a basso impatto LIFE12 NAT/IT/000937 Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca professionale Rapporto iniziale sull uso dei sistemi a basso impatto Azione D1 Monitoraggio della riduzione

Dettagli

LIFE12NAT/IT/000937. Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca. www.tartalife.eu

LIFE12NAT/IT/000937. Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca. www.tartalife.eu LIFE12NAT/IT/000937 Riduzione della mortalità della tartaruga marina nelle attività di pesca www.tartalife.eu PARTNERSHIP CNR-ISMAR (Ancona) - COORDINATORE Provincia Regionale di Agrigento Ente Parco Nazionale

Dettagli

INCONTRI CON IL MARE

INCONTRI CON IL MARE INCONTRI CON IL MARE Progetti didattici per le scuole 2011-2012 2012 Fondazione Cetacea Onlus Centro di Educazione Ambientale Via Torino 7/A- 47838 Riccione Tel.0541/691557-fax 0541/475830 www.fondazionecetacea.org

Dettagli

Tartarughe marine e piccoli cetacei: minacce, conservazione e recupero

Tartarughe marine e piccoli cetacei: minacce, conservazione e recupero Seminario di metà percorso 6 ottobre 2010 Genova Tartarughe marine e piccoli cetacei: minacce, conservazione e recupero Elisabetta Secci - Servizio Tutela della Natura Assessorato Difesa Ambiente Regione

Dettagli

Art. 1 (Istituzione) 2. Il parco è classificato ai sensi dell art. 10, comma 1 della legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 come parco marino.

Art. 1 (Istituzione) 2. Il parco è classificato ai sensi dell art. 10, comma 1 della legge regionale 14 luglio 2003, n. 10 come parco marino. Legge regionale 21 aprile 2008, n. 11 Istituzione del Parco Marino Regionale Costa dei Gelsomini. (BUR n. 8 del 16 aprile 2008, supplemento straordinario n. 2 del 29 aprile 2008) Art. 1 (Istituzione) 1.

Dettagli

Reti per la pesca di alici, sarde, costardelle, cicerelli e alaccie: il cianciolo

Reti per la pesca di alici, sarde, costardelle, cicerelli e alaccie: il cianciolo SELETTIVITA' DEGLI ATTREZZI DA PESCA CARATTERISTICHE DEI SISTEMI DI PESCA: CIRCUIZIONE I più usati attrezzi da circuizione sono: il cianciolo per il pesce azzurro (acciughe e sardine) e la tonnara volante

Dettagli

Cenni di ecologia e biologia delle Tartarughe marine e problematiche legate alla pesca

Cenni di ecologia e biologia delle Tartarughe marine e problematiche legate alla pesca Cenni di ecologia e biologia delle Tartarughe marine e problematiche legate alla pesca Corso di formazione degli operatori dei Centri di recupero Azione C5 «Rafforzamento dei Centri di recupero e primo

Dettagli

Azioni di sensibilizzazione rivolte ai pescatori e di aggiornamento rivolte ai Corpi di Sorveglianza in mare

Azioni di sensibilizzazione rivolte ai pescatori e di aggiornamento rivolte ai Corpi di Sorveglianza in mare GOVERNANCE AND INTEGRATED OBSERVATION OF MARINE NATURAL HABITAT Azioni di sensibilizzazione rivolte ai pescatori e di aggiornamento rivolte ai Corpi di Sorveglianza in mare Programma cofinanziato con il

Dettagli

SPIAGGIAMENTI DI TARTARUGHE MARINE LUNGO LE COSTE PUGLIESI Analisi dei dati dal 1996 al 2006

SPIAGGIAMENTI DI TARTARUGHE MARINE LUNGO LE COSTE PUGLIESI Analisi dei dati dal 1996 al 2006 REGIONE PUGLIA Assessorato Ecologia Autorità Ambientale Regionale Area Naturalistica SPIAGGIAMENTI DI TARTARUGHE MARINE LUNGO LE COSTE PUGLIESI Analisi dei dati dal 1996 al 2006 dicembre 2006 In copertina

Dettagli

rettili Eretmochelys imbricata ( Linnaeus, 1766 ) regno animale fam. Cheloniidae

rettili Eretmochelys imbricata ( Linnaeus, 1766 ) regno animale fam. Cheloniidae rettili Eretmochelys imbricata ( Linnaeus, 1766 ) regno animale fam. Cheloniidae Fonte immagine Immagine di pubblico dominio rilasciata da vivtony00 su Flick Questo chelone è chiamato volgarmente tartaruga

Dettagli

Progetto LIFE Caretta Calabria LIFE 12 NAT/IT/001185

Progetto LIFE Caretta Calabria LIFE 12 NAT/IT/001185 Progetto LIFE Caretta Calabria LIFE 12 NAT/IT/001185 Best Practice per la gestione delle risorse idriche e la tutela dell ambiente marino: il contributo dei progetti LIFE PADIGLIONE EXPO VENEZIA, 20 ottobre

Dettagli

rettili Caretta caretta (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae

rettili Caretta caretta (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae rettili Caretta caretta (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae Fonte immagine foto A. Vanzo Questa tartaruga è forse il più comune rettile marino e si osserva praticamente in tutti i mari temperati

Dettagli

Piano di azioni prioritarie per la conservazione di cetacei e tartarughe marine in Adriatico: un approccio regionale alla conservazione

Piano di azioni prioritarie per la conservazione di cetacei e tartarughe marine in Adriatico: un approccio regionale alla conservazione Piano di azioni prioritarie per la conservazione di cetacei e tartarughe marine in Adriatico: un approccio regionale alla conservazione Network for the Conservation of Cetaceans and Sea Turtles in the

Dettagli

LIFE 12 NAT/IT/001185. Land-and-sea actions for conservation of Caretta Caretta in its most important italian nesting ground (ionian Calabria)

LIFE 12 NAT/IT/001185. Land-and-sea actions for conservation of Caretta Caretta in its most important italian nesting ground (ionian Calabria) LIFE 12 NAT/IT/001185 Land-and-sea actions for conservation of Caretta Caretta in its most important italian nesting ground (ionian Calabria) LA TARTARUGA MARINA Caretta caretta Tra le tartarughe presenti

Dettagli

Come trattare le tartarughe marine Manuale per i pescatori

Come trattare le tartarughe marine Manuale per i pescatori Programma Ambientale delle Nazioni Unite Piano d'azione Mediterraneo - UNEP Centro di Attività Regionale per le Aree Particolarmente Protette Come trattare le tartarughe marine Manuale per i pescatori

Dettagli

Il Progetto LIFE+ del mese

Il Progetto LIFE+ del mese Il Progetto LIFE+ del mese LIFE10 NAT/IT/000279 Beneficiario Coordinatore: CTS - Centro Turistico Studentesco e Giovanile Via Albalonga n. 3 00183 Roma (RM) Tel.: 06-64960300/1/2 Fax: 06-64960366 Contatto:

Dettagli

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare

WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare WWF Italia - Area Marina Protetta di Miramare Osservatori del pescato: progetto educativo sul consumo consapevole dei prodotti del mare Milena TEMPESTA & Francesco ZUPPA C.E.A.M. - Centro di Educazione

Dettagli

LAZIO 5 Aprile 1988, n. 18 TUTELA DI ALCUNE SPECIE DELLA FAUNA MINORE

LAZIO 5 Aprile 1988, n. 18 TUTELA DI ALCUNE SPECIE DELLA FAUNA MINORE LAZIO 5 Aprile 1988, n. 18 TUTELA DI ALCUNE SPECIE DELLA FAUNA MINORE Art. 1 La Regione persegue il fine di assicurare la conservazione della flora e della fauna selvatica minore e del loro habitat con

Dettagli

II WORKSHOP ANNUALE PROGETTO V.E.C.T.O.R. 25-26 FEBBRAIO 2009 Roma, Sede Centrale Enea

II WORKSHOP ANNUALE PROGETTO V.E.C.T.O.R. 25-26 FEBBRAIO 2009 Roma, Sede Centrale Enea II WORKSHOP ANNUALE PROGETTO V.E.C.T.O.R. 25-26 FEBBRAIO 2009 Roma, Sede Centrale Enea ANDAMENTO DELLE CATTURE DI MEDI E GRANDI PELAGICI E VARIABILITÀ DELLE TEMPERATURE SUPERFICIALI NEL TIRRENO MERIDIONALE

Dettagli

La biodiversità: M A R E

La biodiversità: M A R E La biodiversità: IL M A R E PROGETTO A T L A N T E In collaborazione con la Blu Marine Service alcune classi dei tre ordini di scuola del nostro Istituto il 21/10/2010 si sono recate sulla spiaggia di

Dettagli

Azione C2. Riduzione delle catture accidentali di tartarughe marine nelle reti a strascico: messa a punto e diffusione dei TED

Azione C2. Riduzione delle catture accidentali di tartarughe marine nelle reti a strascico: messa a punto e diffusione dei TED Azione C2 Riduzione delle catture accidentali di tartarughe marine nelle reti a strascico: messa a punto e diffusione dei TED Programma dei Seminari informativi Programma Seminari informativi Il materiale

Dettagli

COMINCIARE CON IL RISPETTO PER IL MARE E LA SUA BIODIVERSITÀ È GIÀ UN OTTIMO INIZIO!

COMINCIARE CON IL RISPETTO PER IL MARE E LA SUA BIODIVERSITÀ È GIÀ UN OTTIMO INIZIO! Biodiversità Marina Introduzione Il concetto di biodiversità è stato definito per la prima volta nel 1992, anno della Conferenza Mondiale di Rio de Janeiro sull Ambiente e lo Sviluppo, nell ambito della

Dettagli

Alla scoperta dell Area Marina Protetta e dei suoi abitanti

Alla scoperta dell Area Marina Protetta e dei suoi abitanti Il mio Parco 4 Il Mio Parco 4 è un progetto di educazione ambientale finalizzato a stimolare gli alunni dell Istituto Comprensivo di Villasimius alla conoscenza del proprio territorio e alla sua corretta

Dettagli

Politica di Sviluppo Sostenibile

Politica di Sviluppo Sostenibile 1. Sostenibilità 2. Ambiente 3. Qualità 4. Salute e Sicurezza Politica di Sviluppo Sostenibile 1. Sostenibilità MWBrands, come primaria e responsabile realtà dell industria delle conserve ittiche, ha a

Dettagli

Tronco di pesce spada ST PV Mare Più

Tronco di pesce spada ST PV Mare Più SCHEDA TECNICA PRODOTTO FINITO Cod. Prod. FTROSPA007 C66 REV.1 del 23/12/2014 Tronco di pesce spada ST PV Mare Più Catering Via Arno 7, 63824 Altidona (AP) - Telefono 0734 931254 Fa 0734 935014 info@marepiusrl.com

Dettagli

COMUNITÀ CIBO TIPICO IRPINO

COMUNITÀ CIBO TIPICO IRPINO INFORMAZIONI SUL PESCE È impostante scegliere un buon pescivendolo. Questo implica una serie di considerazioni sul locale: pulizia, ordine, odore di mare, non di ammoniaca o avariato; badate che chi serve

Dettagli

Programma di ricerca MARINE TURTLE PROJECT edizione 2013: Studiare e proteggere le tartarughe marine alle Eolie. DELPHIS Aeolian Dolphin Center e

Programma di ricerca MARINE TURTLE PROJECT edizione 2013: Studiare e proteggere le tartarughe marine alle Eolie. DELPHIS Aeolian Dolphin Center e Programma di ricerca MARINE TURTLE PROJECT edizione 2013: Studiare e proteggere le tartarughe marine alle Eolie. DELPHIS Aeolian Dolphin Center e NECTON Marine Research Society, a partire dal 4 maggio

Dettagli

IL BOOM DELL'ALLEVAMENTO DEL TONNO ROSSO NEL MEDITERRANEO

IL BOOM DELL'ALLEVAMENTO DEL TONNO ROSSO NEL MEDITERRANEO CAMPAGNA PESCA: NUOVO RAPPORTO DEL WWF IL BOOM DELL'ALLEVAMENTO DEL TONNO ROSSO NEL MEDITERRANEO La più grave minaccia per una specie già in pericolo Sommario: Negli ultimi anni l'allevamento del tonno

Dettagli

In copertina: Schiusa Caretta Caretta Vieste 2013 (COMPAMARE Manfredonia)

In copertina: Schiusa Caretta Caretta Vieste 2013 (COMPAMARE Manfredonia) Relazione attività 2014 Il Centro di Recupero Tartarughe Marine di Manfredonia è nato nell ambito del progetto Life Natura Tartanet (LIFE 2004 NAT/IT/187) finanziato dalla Commissione europea con la collaborazione

Dettagli

Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004

Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004 Riassunto Esecutivo Concorrenza fra mammiferi marini e industria peschiera: cibo su cui riflettere di Kristin Kashner e Daniel Pauly Maggio 2004 [page break] Sono gli attuali modi di gestire le risorse

Dettagli

rettili Chelonia mydas (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae

rettili Chelonia mydas (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae rettili Chelonia mydas (Linnaeus, 1758) regno animale fam. Chelonidae Fonte immagine Immagine rilasciata in pubblico dominio. Credit - National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA), U.S. Department

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1967/2006 DEL CONSIGLIO. del 21 dicembre 2006

REGOLAMENTO (CE) N. 1967/2006 DEL CONSIGLIO. del 21 dicembre 2006 L 36/6 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea 8.2.2007 Rettifica del regolamento (CE) n. 1967/2006 del Consiglio, del 21 dicembre 2006, relativo alle misure di gestione per lo sfruttamento sostenibile

Dettagli

Consumo del motore, velocità della barca

Consumo del motore, velocità della barca Consumo del motore, velocità della barca Consumo del motore - Consumo specifico di carburante secondo i vari tipi di motore Motore Densità (d ) del carburat ore Consumo (s) in grammi per CV e per ora 2

Dettagli

Album visita all acquario di Genova

Album visita all acquario di Genova Album visita all acquario di Genova Classe 3 B-D A.S. 2006/2007 La vasca degli squali SQUALO TORO Carcharias taurus Lo squalo toro è uno squalo grande e massiccio (supera i 3 metri di lunghezza), dall

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa

LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa Elena Prazzi Lampedusa, Italia Legambiente Comitato

Dettagli

La biodiversità italiana

La biodiversità italiana Ente Nazionale Protezione Animali Ente morale - Onlus La biodiversità italiana Le ragioni della ricchezza biologica, le cause della sua riduzione A cura dell'ufficio ambiente dell'enpa 25 novembre 2005

Dettagli

Programma di studio delle tartarughe marine: MARINE TURTLE PROJECT edizione 2015: Studiare e proteggere le tartarughe marine nelle acque dell

Programma di studio delle tartarughe marine: MARINE TURTLE PROJECT edizione 2015: Studiare e proteggere le tartarughe marine nelle acque dell Programma di studio delle tartarughe marine: MARINE TURTLE PROJECT edizione 2015: Studiare e proteggere le tartarughe marine nelle acque dell Arcipelago delle isole Eolie. DELPHIS Aeolian Dolphin Center

Dettagli

I MARI ITALIANI. Lavoro sul testo

I MARI ITALIANI. Lavoro sul testo I MARI ITALIANI L Italia è una penisola bagnata dal Mar Mediterraneo. Le coste della penisola italiana sono lunghe oltre 7000 chilometri e hanno caratteristiche diverse. Nei mari italiani sono presenti

Dettagli

I CETACEI E LA CRISI DEGLI OCEANI

I CETACEI E LA CRISI DEGLI OCEANI I CETACEI E LA CRISI DEGLI OCEANI Mentre le attività umane continuano a degradare gli oceani, le specie e le popolazioni di cetacei (balene, focene, delfini) sono sempre più minacciate. Il riscaldamento

Dettagli

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca

Action Plan Italia. Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Action Plan Italia Piano di azione per ovviare alle carenze del sistema italiano di controllo della pesca Genesi del provvedimento Il 17 dicembre 2012 la Commissione europea richiama l Italia sulle sue

Dettagli

PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE

PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE CONSORZIO DI RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI Piano Operativo Regionale 2000-2006 Misura 4.17. sottomisura A Promozione PROGETTO POSEIDON PROMOZIONE Attività A500 Azioni volte all attivazione di campagne

Dettagli

Caretta caretta: perché la tartaruga marina più comune del Mediterraneo è in pericolo

Caretta caretta: perché la tartaruga marina più comune del Mediterraneo è in pericolo L Opinione di Lucianna Maruccio 1, Professore aggregato Dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni animali, Università degli Studi di Napoli "Federico II" Ciro Rauch 2, dottore in Scienze biologiche

Dettagli

0.923.221. Regolamento d applicazione

0.923.221. Regolamento d applicazione Traduzione 1 Regolamento d applicazione dell Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica francese concernente l esercizio della pesca e la protezione dell ambiente acquatico

Dettagli

SISTEMI DI ALLEVAMENTO

SISTEMI DI ALLEVAMENTO SISTEMI DI ALLEVAMENTO IMPIANTI A TERRA (IN-SHORE) principalmente diffuso nei paesi del Mediterraneo: bacini stagni vasche IMPIANTI A MARE (OFF-SHORE) Più diffuso nel nord Europa ma in grande espansione

Dettagli

Relazione illustrativa

Relazione illustrativa giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 220 del 01 marzo 2011 pag. 1/5 Relazione illustrativa La presente relazione è relativa alla proposta di individuazione di due Siti di Importanza Comunitaria

Dettagli

Strumenti di coordinamento per la salvaguardia delle tartarughe marine. CONVEGNO NAZIONALE BIODIVERSITA MARINA. Adriatico, un mare di tartarughe

Strumenti di coordinamento per la salvaguardia delle tartarughe marine. CONVEGNO NAZIONALE BIODIVERSITA MARINA. Adriatico, un mare di tartarughe Strumenti di coordinamento per la salvaguardia delle tartarughe marine CONVEGNO NAZIONALE BIODIVERSITA MARINA. Adriatico, un mare di tartarughe Lungomare Scipioni,, 6 Sede dell Universit Università di

Dettagli

mammiferi Pseudorca crassidens (Owen, 1846) regno animali fam. Delphinidae

mammiferi Pseudorca crassidens (Owen, 1846) regno animali fam. Delphinidae mammiferi Pseudorca crassidens (Owen, 1846) regno animali fam. Delphinidae Fonte immagine Immagine rilasciata in pubblico dominio - Photo: Protected Resouces Division, Southwest Fisheries Science Center,

Dettagli

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE

OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE OSSIGENO DISCIOLTO ED EUTROFIZZAZIONE Un esempio di misure di ossigeno e ph in acque contenenti piante acquatiche (alla luce e al buio) Misura (con un ossimetro) dell ossigeno disciolto all inizio di un

Dettagli

Giacomo MARZANO*, Stefano NANNARELLI** & Caterina SCARAFINO***

Giacomo MARZANO*, Stefano NANNARELLI** & Caterina SCARAFINO*** DOCUMENTATA RIPRODUZIONE DI CARETTA CARETTA SUL LITORALE LECCESE - PUGLIA Giacomo MARZANO*, Stefano NANNARELLI** & Caterina SCARAFINO*** * Via Lupiae 67-73100 Lecce. E-mail: giacomomarzano@libero.it **CTS

Dettagli

LA GUIDA DEL PESCATURISMO

LA GUIDA DEL PESCATURISMO LA GUIDA DEL PESCATURISMO Nell oscurità il vecchio sentì giungere il mattino e mentre remava udì il suono tremolante dei pesci volanti che uscivano dall acqua e il sibilo fatto dalle rigide ali tese mentre

Dettagli

mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae

mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae mammiferi Stenella coeruleoalba (Meyen, 1833) regno animali fam. Delphinidae Fonte immagine foto di S. Bava La stenella è spesso chiamata delfino nel linguaggio comune, per via della somiglianza con i

Dettagli

Proposta didattica per insegnanti della scuola primaria (1^-2^-3^)

Proposta didattica per insegnanti della scuola primaria (1^-2^-3^) Proposta didattica per insegnanti della scuola primaria (1^-2^-3^) Introduzione al materiale didattico di Gardaland SEA LIFE Aquarium Il presente materiale didattico è stato sviluppato con il supporto

Dettagli

SPECIE RETTILI MARINI

SPECIE RETTILI MARINI SPECIE RETTILI MARINI 1 4.3.3 Rettili marini 4.3.3.1 Specie: Caretta caretta Area di valutazione Marino: Tutte le acque nazionali e di alto mare trattate dai voli aerei + il Canale di Sicilia (vedere figura

Dettagli

La validità. La validità

La validità. La validità 1. Validità interna 2. Validità di costrutto 3. Validità esterna 4. Validità statistica La validità La validità La validità di una ricerca ci permette di valutare se quello che è stato trovato nella ricerca

Dettagli

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali VISTO il Decreto Legislativo 9 gennaio 2012, n. 4, recante misure per il riassetto della normativa in materia di pesca e acquacoltura, a norma

Dettagli

LE TARTARUGHE. Testudo hermanni & Caretta caretta

LE TARTARUGHE. Testudo hermanni & Caretta caretta LE TARTARUGHE Testudo hermanni & Caretta caretta CLASSIFICAZIONE: Regno Animalia Classe Reptilia Ordine Testudines Testudo hermanni (o tartaruga di Hermann) L HABITAT Tipicamente mediterraneo. La Testudo

Dettagli

Capacità di orientamento e migrazioni delle tartarughe marine

Capacità di orientamento e migrazioni delle tartarughe marine Capacità di orientamento e migrazioni delle tartarughe marine Valentina Bottani Lavoro di maturità 2008 Liceo cantonale di Mendrisio Docente: prof. Andreas Duijts Indice Capitolo Pagina 1. Premessa 2.

Dettagli

Proloco Isola di Capraia. Regolamento Gara di Pesca del Totano. La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013

Proloco Isola di Capraia. Regolamento Gara di Pesca del Totano. La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013 Proloco Isola di Capraia XIIª Gara di Pesca e Sagra del Totano Isola di Capraia, Venerdi 1 novembre - Domenica 3 novembre 2013 Regolamento Gara di Pesca del Totano La Gara si svolge sabato 2 novembre 2013

Dettagli

Vuoi essere parte del PROBLEMA o della SOLUZIONE?

Vuoi essere parte del PROBLEMA o della SOLUZIONE? Vuoi essere parte del PROBLEMA o della SOLUZIONE? www.surfrider.org www.portalasporta.it ...più si trova ai lati delle strade, al bordo di campi coltivati, impigliato a rami ed alberi, sugli argini dei

Dettagli

BAMPE. Bambini e Prodotti di Eccellenza. P.O. Marittimo Italia Francia IL MARE E I SUOI PRODOTTI. Scuola ELEMENTARE SACRO CUORE 3 B

BAMPE. Bambini e Prodotti di Eccellenza. P.O. Marittimo Italia Francia IL MARE E I SUOI PRODOTTI. Scuola ELEMENTARE SACRO CUORE 3 B P.O. Marittimo Italia Francia Bambini e Prodotti di Eccellenza BAMPE IL MARE E I SUOI PRODOTTI Dr. Agr. Paolo Rosatelli Dipartimento per le Produzioni Zootecniche Servizio Risorse Ittiche Scuola ELEMENTARE

Dettagli

CONVEGNO. Roma 13 Luglio 2006 Sala del Cenacolo Camera dei Deputati Vicolo Valdina 3/a

CONVEGNO. Roma 13 Luglio 2006 Sala del Cenacolo Camera dei Deputati Vicolo Valdina 3/a CONVEGNO CONTRO LA PESCA ILLEGALE PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ Sviluppare l impegno dell associazionismo per una più efficace strategia di contrasto Roma 13 Luglio 2006 Sala del Cenacolo Camera dei

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA N 1639 DEL 02/10/1968 PESCA SPORTIVA Nelle righe che seguono tratteremo gli aspetti della pesca sportiva in mare riferendoci a quanto è previsto tuttora dalla legislazione

Dettagli

Filiera della Pesca e dell industria di trasformazione

Filiera della Pesca e dell industria di trasformazione Filiera della Pesca e dell industria di trasformazione Milano, 28 ottobre 2015 Sala Meeting Padiglione Commissione Europea Giovanni Tumbiolo Mazara del Vallo - Italy Distretto Produttivo della Pesca -

Dettagli

echinodermi Centrostephanus longispinus ( Filippi, 1845) regno animali fam. Diadematidae

echinodermi Centrostephanus longispinus ( Filippi, 1845) regno animali fam. Diadematidae echinodermi Centrostephanus longispinus ( Filippi, 1845) regno animali fam. Diadematidae Fonte immagine Foto R. Pronzato Questo elegante echinoderma è immediatamente riconoscibile per i lunghi e sottili

Dettagli

Catene alimentari. Scuola primaria (4^-5^) e secondaria di 1 o grado

Catene alimentari. Scuola primaria (4^-5^) e secondaria di 1 o grado Catene alimentari Scuola primaria (4^-5^) e secondaria di 1 o grado Processi vitali Tutti gli animali sono caratterizzati da sette processi vitali: 1. Movimento - riescono a muovere il corpo 2. Respirazione

Dettagli

Lineeguida per il recupero, soccorso, affidamento e gestione delle tartarughe marine ai fini della riabilitazione e per la manipolazione e rilascio a

Lineeguida per il recupero, soccorso, affidamento e gestione delle tartarughe marine ai fini della riabilitazione e per la manipolazione e rilascio a Lineeguida per il recupero, soccorso, affidamento e gestione delle tartarughe marine ai fini della riabilitazione e per la manipolazione e rilascio a scopi scientifici Documento redatto per il Ministero

Dettagli

03.11.00 Pesca in acque marine e lagunari e servizi connessi 03.12.00 Pesca in acque dolci e servizi connessi

03.11.00 Pesca in acque marine e lagunari e servizi connessi 03.12.00 Pesca in acque dolci e servizi connessi 04 03..00 Pesca in acque marine e lagunari e servizi connessi 03..00 Pesca in acque dolci e servizi connessi barrare la casella corrispondente al codice di attività prevalente (vedere istruzioni) DOMICILIO

Dettagli

17/12/2012. Una sfida e un occasione. Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat. Obiettivo finale.

17/12/2012. Una sfida e un occasione. Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat. Obiettivo finale. Una sfida e un occasione Monitoraggio della biodiversità per il 3 Rapporto della Direttiva Habitat verso un sistema nazionale di monitoraggio, per una conservazione basata sulla conoscenza Piero Genovesi,

Dettagli

Città di Caorle (Provincia di Venezia)

Città di Caorle (Provincia di Venezia) Città di Caorle (Provincia di Venezia) PIANO PROGRAMMA PER LA GESTIONE DELLE RISORSE ALIEUTICHE NELLE ACQUE OGGETTO DI DIRITTI ESCLUSIVI DI PESCA DELCOMUNE DI CAORLE All interno della laguna di Caorle

Dettagli

LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE BOX - LE SPECIE

LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE BOX - LE SPECIE LA LISTA ROSSA EUROPEA SCHEDE La Lista rossa dell Iucn é universalmente riconosciuta come il metodo più autorevole e oggettivo per analizzare il rischio di estinzione di una specie. Sebbene sia stato pensato

Dettagli

Che pesce mangiamo? biodiversità acquacoltura pesca pesca artigianale pesca a strascico catture accessorie

Che pesce mangiamo? biodiversità acquacoltura pesca pesca artigianale pesca a strascico catture accessorie Comeevi t ar ei lpeggi o,sost ener ei lmegl i o,cambi ar ei lr est o! www. gr eenpeace. i t GUI DAAICONSUMII TTI CI Che pesce mangiamo? Sempre più spesso, sostenitori e cittadini, preoccupati dallo stato

Dettagli

Il software di configurazione permette d impostare la durata di ogni singolo effetto.

Il software di configurazione permette d impostare la durata di ogni singolo effetto. Il software a corredo del pavimento interattivo contiene 10 effetti, la grafica contenuta negli effetti può essere modificata direttamente dal cliente in modo da inserire logo e sfondi personalizzati.

Dettagli

PROGRAMMA DI ATTIVITÁ DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DELL ISTITUTO DI BIOLOGIA E ECOLOGIA MARINA DI PIOMBINO

PROGRAMMA DI ATTIVITÁ DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DELL ISTITUTO DI BIOLOGIA E ECOLOGIA MARINA DI PIOMBINO PROGRAMMA DI ATTIVITÁ DI EDUCAZIONE AMBIENTALE DELL ISTITUTO DI BIOLOGIA E ECOLOGIA MARINA DI PIOMBINO Introduzione L Istituto di Biologia e Ecologia Marina di Piombino è attivo ormai da molti anni sia

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA. Future tendenze dei settori marittimi SVILUPPO PREVISTO STIME QUANTIFICATE

RELAZIONE SINTETICA. Future tendenze dei settori marittimi SVILUPPO PREVISTO STIME QUANTIFICATE RELAZIONE SINTETICA Nel 2007, la Commissione Europea ha adottato il Blue Book per una Integrated Maritime Policy (IMP) all interno dell Unione Europea, che mira a fornire un approccio più coerente alle

Dettagli

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it

ISPRA - Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Via Vitaliano Brancati, 48 00144 Roma www.isprambiente.gov.it 2 Informazioni Legali L Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e le persone che agiscono per suo conto non sono responsabili per l uso che può essere fatto delle informazioni

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE Azione A.3 Predisposizione e sviluppo di un piano di comunicazione e informazione indirizzato ai cittadini e agli amministratori locali PREMESSA Il progetto, realizzato grazie allo

Dettagli

Linea Storione Siluro Pesce Gatto Colla per Esche. Esche e Pastelle Pronte Mare

Linea Storione Siluro Pesce Gatto Colla per Esche. Esche e Pastelle Pronte Mare Gruppo Cento leader nel settore della pesca e della nautica, grazie alla pluriennale esperienza sul campo e alla partnership con i più prestigiosi brands,soddisfa le esigenze del pescatore amatoriale e

Dettagli

Luce blu e Lenti Transitions

Luce blu e Lenti Transitions Luce blu e Lenti Transitions Sommario Definizione di luce blu Dove si trova Benefici e problematiche potenziali relative all esposizione alla luce blu Lenti Transitions Caratteristica proprietà di filtrare

Dettagli

Utilizzo degli elastomeri e degli swab buccali nelle pratiche di identificazione e nelle ricerche genetiche in fauna ittica, nel rispetto del welfare

Utilizzo degli elastomeri e degli swab buccali nelle pratiche di identificazione e nelle ricerche genetiche in fauna ittica, nel rispetto del welfare IZSTO Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d Aosta Utilizzo degli elastomeri e degli swab buccali nelle pratiche di identificazione e nelle ricerche genetiche in fauna ittica,

Dettagli

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO

ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO A TUTTI I SOCI FIESA E FIEPET CONFESERCENTI ETICHETTATURA PRODOTTI ITTICI INDICAZIONE ZONA DI CATTURA FAO Il Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali, con apposit nota, ha fornito tra

Dettagli

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 Yacht Club Porto Rotondo A.S.D. International Sportfishing Association PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 GARA DI PESCA D ALTURA PORTO ROTONDO 21-22 AGOSTO 2015 PROGRAMMA Venerdì 21 agosto pomeriggio

Dettagli

RACCOMANDAZIONE DELL ICCAT CHE MIRA A DETERMINARE UN PROGRAMMA PLURIENNALE DI RICOSTRUZIONE PER IL TONNO ROSSO DELL EST ATLANTICO E DEL MEDITERRANEO

RACCOMANDAZIONE DELL ICCAT CHE MIRA A DETERMINARE UN PROGRAMMA PLURIENNALE DI RICOSTRUZIONE PER IL TONNO ROSSO DELL EST ATLANTICO E DEL MEDITERRANEO RACCOMANDAZIONE DELL ICCAT CHE MIRA A DETERMINARE UN PROGRAMMA PLURIENNALE DI RICOSTRUZIONE PER IL TONNO ROSSO DELL EST ATLANTICO E DEL MEDITERRANEO Riconoscendo che il Comitato Permanente per la Ricerca

Dettagli

Il pesce a miglio zero

Il pesce a miglio zero Il pesce a miglio zero E A COSTI SOCIALI E AMBIENTALI ZERO Vademecum per un consumo responsabile del pesce Quando l eccellenza del cibo e l emozione, che ne consegue, si misurano dalla capacità di identità

Dettagli

L inquinamento radioattivo

L inquinamento radioattivo L inquinamento radioattivo È un alterazione dell ambiente prodotta da materiali radioattivi, liberati da malfunzionamento degli impianti nucleari errato stoccaggio delle scorie La radioattività È la tendenza

Dettagli

Clima e composizione dell atmosfera:

Clima e composizione dell atmosfera: Clima e composizione dell atmosfera: fatti certi e ipotesi da verificare. Maurizio Persico Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale Università di Pisa Cultura e metodo scientifico. La Limonaia, Pisa,

Dettagli

Monte D'Oro: Uscita Sea Life-16 aprile 2012

Monte D'Oro: Uscita Sea Life-16 aprile 2012 Monte D'Oro: Uscita Sea Life-16 aprile 2012 n Lunedì 16 Aprile, con grande entusiasmo tutta la scuola Monte D'Oro parte alla scoperta del mondo sottomarino. La meta è lo SEA LIFE Aquarium vicino a Gardaland-Peschiera.

Dettagli

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura

Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Fondo europeo per la pesca: Investiamo per un attività di pesca sostenibile UNIONE EUROPEA Assessorato Agricoltura Mangia pesce! Il pesce è un alimento che, secondo le linee guida dei nutrizionisti, dovrebbe

Dettagli

Il salva acquisto. Mini guida all acquisto di prodotti ittici

Il salva acquisto. Mini guida all acquisto di prodotti ittici Il salva acquisto Mini guida all acquisto di prodotti ittici Calendario ittico i prodotti ittici di stagione Gennaio:nasello, sardina, sogliola, spigola, triglia Febbraio:nasello, sardina, sgombro, sogliola,

Dettagli

Barca/Boat INVINCIBLE. BOAT 2sect 4544B500 3,00 2 155 18 249 2 500 05349500 3,00 2 155 18 300 10 2 500

Barca/Boat INVINCIBLE. BOAT 2sect 4544B500 3,00 2 155 18 249 2 500 05349500 3,00 2 155 18 300 10 2 500 76 Barca/Boat INVINCIBLE BOAT 2sect 4544B500 3,00 2 155 18 249 2 500 05349500 3,00 2 155 18 300 10 2 500 Light drifting alle palamite e pesca a bolentino sono i due campi d azione ideali per questa canna.

Dettagli

II 2007 NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE

II 2007 NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE NEWSLETTER TRIMESTRALE SULLA PESCA PUGLIESE II 2007 Caratteristiche tecniche della flotta Questa sezione viene, di norma, aggiorna una volta all anno, nella newsletter relativa al quarto trimestre. Riportiamo

Dettagli

INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE

INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE CENTRO TURISTICO STUDENTESCO E GIOVANILE INIZIATIVE E PROGETTI DI CTS AMBIENTE CTS PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE Il Centro Turistico Studentesco e giovanile (CTS) fondato nel 1974 - è un Associazione

Dettagli