TAVOL TUNISIA DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA Segreteria Tecnica PROFILO DELL IMPRESA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TAVOL TUNISIA DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA Segreteria Tecnica PROFILO DELL IMPRESA"

Transcript

1 TAVOL TUNISIA DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA Segreteria Tecnica PROFILO DELL IMPRESA

2 TA INFORMATIVA Il Catalogo delle imprese è uno strumento del Tavolo-Tunisia della cooperazione decentrata, che riunisce le Regioni e gli Enti locali italiani con l obiettivo di avviare il partenariato territoriale italo-tunisino, in collaborazione con i Programmi della Cooperazione italiana, finanziati dal MAE. Il Catalogo delle imprese raccoglie i profili delle imprese italiane che intendono prendere contatto con le PMI tunisine, sia allo scopo di stipulare contratti di fornitura a valere sulla Linea di credito finanziata dal Ministero degli Affari Esteri, sia per favorire ulteriori operazioni di business. La gestione del Catalogo, della relativa Banca Dati e dei contatti con le controparti tunisine (Associazioni imprenditoriali, le Agenzie di promozione degli investimenti industriali ed agricoli) sarà curata dal Tavolo-Tunisia, attraverso una specifica Segreteria Tecnica. Il Catalogo delle imprese è dinamico perché è possibile in ogni momento inserire nuovi profili aziendali. Il Profilo dell impresa, se non riconfermato, viene considerato scaduto dopo 6 mesi dall inserimento nel Catalogo. Raccomandazioni per la compilazione del Profilo dell impresa Al fine di ottenere una ottimale presentazione della Vostra impresa, sarà opportuno compilare il Profilo dell impresa con precisione e in tutte le sue parti, dedicando particolare cura ai seguenti campi: 1. Attività/ Prodotti / Servizi. Questo campo deve essere usato per descrivere l attività principale svolta dall impresa, i prodotti e i servizi da essa offerti. 2. Tipologia della cooperazione. Questo è il campo più importante del profilo perché definisce il tipo di cooperazione che l impresa è interessata ad instaurare con imprese tunisine. Per quanto riguarda il trasferimento tecnologico, si richiede inoltre di descrivere la tipologia della tecnologia offerta e i suoi campi di applicazione. 3. Descrizione dei principali vantaggi che l impresa può offrire al partner estero. Questo campo deve essere usato per evidenziare quelle qualità/caratteristiche della Vostra azienda che possono apportare valore aggiunto ad un eventuale accordo di cooperazione. Per rispondere ai quesiti, apporre una crocetta sul quadratino corrispondente: cliccare col tasto destro sul quadratino, scegliere Proprietà e, nella finestra che si apre, selezionare Valore predefinito. Per ulteriori informazioni: MAE-DGCS Coordinamento Cooperazione Decentrata Laura Dell Agostino

3 SPAZIO RISERVATO ALLA SEGRETERIA TECNICA Data inserimento Settore N progressivo IDENTIFICAZIONE DELL IMPRESA Denominazione Settore Meccanica, meccanica di precisione, elettromeccanica, elettronica e componentistica dell industria automobilistica e aeronautica; Tessile e Abbigliamento, Cuoio e calzature; Agroalimentare; Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (ICT): Arredamento Biotecnologie applicate all ambiente e all agro-alimentare; Industria plastochimica, componenti per l industria farmaceutica e paramedica; Energie rinnovabili; Costruzioni e servizi connessi Infrastrutture e servizi connessi Servizi di supporto all impresa, servizi logistici, servizi ambientali applicati al settore tessile, altri servizi; Servizi e Centri di R&D e trasferimento tecnologico; Altro (specificare):... Codice ATECO Anno di costituzione Sede Indirizzo web Persona di riferimento Telefono Fax Indirizzo Conoscenza lingue straniere Nome e cognome: Ruolo ricoperto nell impresa: Inglese Francese Altre lingue... Fatturato in milioni di euro Fino a Più di 50 Numero di Addetti o più Fa parte di Consorzio, ATI, ATS? Fa parte di distretto industriale, agronomico o altro agglomerato locale di imprese? Di quali filiere produttive fa parte? SI (specificare):... SI (specificare):... 3

4 Precedenti esperienze all estero SI (specificare in quali Paesi): export... import... costituzione filiale commerciale... collaborazione industriale. partecipazione in società miste... creazione stabilimento di produzione.... Linea di credito del MAE Ha stipulato negli ultimi 3 anni contratti di fornitura con PMI estere che si sono avvalse della Linea di credito messa a disposizione dal Ministero degli Affari Esteri? SI, specificare in quali Paesi... DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA, DEI PRODOTTI E DEI SERVIZI Attività svolta, prodotti e servizi offerti Certificazioni/Standard di qualità IPOTESI DI COOPERAZIONE IN TUNISIA 1. costituzione di una filiale commerciale creazione di uno stabilimento produttivo acquisizione di un impresa locale o di parte del capitale sociale costituzione di una joint venture con impresa locale costituzione, partecipazione, upgrading di imprese di servizi all impresa Tipo di collaborazione ricercata Tale insediamento industriale/commerciale è rivolto prevalentemente al mercato locale estero 2. trasferimento tecnologico o Tecnologia offerta:. o Campi di applicazione:. 3. partecipazione a progetti immobiliari e di sviluppo infrastrutturale 4. modernizzazione del settore dell artigianato 5. formazione delle risorse umane 6. altro (specificare):. Principali vantaggi che l impresa può offrire al partner potenziale 4

5 Informativa ai sensi del D.L. n. 196/2003 e successive modificazioni Il sottoscritto In nome e per conto dell azienda. acconsente al trattamento dei dati contenuti nella presente scheda da parte della Segreteria Tecnica del Tavolo-Tunisia della Cooperazione decentrata che li inserirà nella Banca Dati del Catalogo delle Imprese, allo scopo di incrociare le richieste di cooperazione provenienti dalle PMI tunisine con l offerta proveniente dagli imprenditori italiani. Sede e Data Firma... 5

SIAFT MATRICOLE RICHIESTA DI ADESIONE E COMPANY PROFILE AZIENDE SETTORI WINE, OIL, FOOD&BEVERAGE

SIAFT MATRICOLE RICHIESTA DI ADESIONE E COMPANY PROFILE AZIENDE SETTORI WINE, OIL, FOOD&BEVERAGE SIAFT MATRICOLE RICHIESTA DI ADESIONE E COMPANY PROFILE AZIENDE SETTORI WINE, OIL, FOOD&BEVERAGE Da inviare entro il21 febbraio c.m. a: forim@pz.camcom.it,fax 0971 410313 Il sottoscritto legale rappresentante

Dettagli

PROFILO DI COOPERAZIONE MISSIONE 17/21 OTTOBRE 2010, PECHINO- SETTORE AMBIENTE-

PROFILO DI COOPERAZIONE MISSIONE 17/21 OTTOBRE 2010, PECHINO- SETTORE AMBIENTE- PROFILO DI COOPERAZIONE MISSIONE 17/21 OTTOBRE 2010, PECHINO- SETTORE AMBIENTE- 1. RIFERIMENTI AZIENDA RAGIONE SOCIALE P.IVA CODICE ATECO VIA CITTÀ PROV CAP TELEFONO FAX E MAIL WEB WWW. DATA DI COSTITUZIONE

Dettagli

Nome del Soggetto Richiedente:... Forma giuridica: Sede Operativa:. Via... n.. Città... n. telefono:. n. fax:. ...

Nome del Soggetto Richiedente:... Forma giuridica: Sede Operativa:. Via... n.. Città... n. telefono:. n. fax:.  ... REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DELLEATTIVITA' PRODUTTIVE DIPARTIMENTO ATTIVITA' PRODUTTIVE PO FESR 2007/2013 - Asse V Obiettivo operativo 5.2.1 Progetto Paese Ucraina Missione Incoming Settore

Dettagli

CONCORSO DI IDEE MANUALE PER LA COMPILAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI. Pagina 1 di 12

CONCORSO DI IDEE MANUALE PER LA COMPILAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI. Pagina 1 di 12 CONCORSO DI IDEE MANUALE PER LA COMPILAZIONE DELLE PROPOSTE PROGETTUALI Pagina 1 di 12 1. INFORMAZIONI GENERALI Denominazione dell impresa Nome del rappresentante legale Nome dell imprenditore (se diverso

Dettagli

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE 1 (fac-simile)

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE 1 (fac-simile) QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE 1 (fac-simile) La compilazione del questionario per ogni impresa/consorzio partecipante al progetto va effettuata esclusivamente on-line ed è obbligatoria. Le risposte saranno

Dettagli

COMPANY PROFILE - SCHEDA TECNICA

COMPANY PROFILE - SCHEDA TECNICA COMPANY PROFILE - SCHEDA TECNICA 1. RIFERIMENTI AZIENDA RAGIONE SOCIALE P.IVA VIA CITTÀ PROV CAP TELEFONO FAX E MAIL WEB DATA DI COSTITUZIONE N DIPENDENTI FATTURATO (milioni ) 2. CONTATTO NOME E COGNOME

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Impresa Richiedente: _... Legale rappresentante. Forma Giuridica.. Partita IVA\Codice Fiscale... tel.. .

SCHEDA TECNICA. Impresa Richiedente: _... Legale rappresentante. Forma Giuridica.. Partita IVA\Codice Fiscale... tel..  . All.2) Scheda tecnica UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Assessorato delle Attività Produttive Dipartimento delle Attività Produttive Servizio 4 Internazionalizzazione, attività promozionale

Dettagli

REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione

REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Azione 6.3.3. Interventi di sostegno ai processi di internazionalizzazione delle P.M.I.

Dettagli

INCONTRI D AFFARI AD HONG KONG E IN COREA DEL SUD (Hong Kong Seoul, giugno 2011)

INCONTRI D AFFARI AD HONG KONG E IN COREA DEL SUD (Hong Kong Seoul, giugno 2011) INCONTRI D AFFARI AD HONG KONG E IN COREA DEL SUD (Hong Kong Seoul, 18-25 giugno 2011) COMPANY PROFILE (inviare via e mail direttore@confserviziveneto.net o via fax 049 8070993) DATI AZIENDA Ragione sociale.

Dettagli

REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione

REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione REGIONE PUGLIA Programma Operativo Puglia FESR 2007-2013 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Azione 6.3.3. Interventi di sostegno ai processi di internazionalizzazione delle P.M.I.

Dettagli

MODULO DI ADESIONE. Barceló Carthage Thalasso Hotel Tunisi, 6-13 dicembre 2009

MODULO DI ADESIONE. Barceló Carthage Thalasso Hotel Tunisi, 6-13 dicembre 2009 MODULO DI ADESIONE LA SETTIMANA DEL MADE IN ITALY IN TUNISIA: REALIZZAZIONE DI ESPOSIZIONI SPECIALIZZATE NEI SETTORI D ECCELLENZA DELLA PRODUZIONE ITALIANA Barceló Carthage Thalasso Hotel da inviare entro

Dettagli

Manifestazione di interesse da rinviare al seguente n. fax

Manifestazione di interesse da rinviare al seguente n. fax Manifestazione di interesse da rinviare al seguente n. fax 0574 612834 1. RIFERIMENTI AZIENDA RAGIONE SOCIALE P.IVA VIA CITTÀ PROV CAP TELEFONO E MAIL WEB WWW. FAX DATA DI COSTITUZIONE N DIPENDENTI FATTURATO

Dettagli

Giuseppina De Santis. Assessore alle Attività Produttive; Energia, Innovazione e Ricerca - Regione Piemonte

Giuseppina De Santis. Assessore alle Attività Produttive; Energia, Innovazione e Ricerca - Regione Piemonte Giuseppina De Santis Assessore alle Attività Produttive; Energia, Innovazione e Ricerca - Regione Piemonte 1 La Regione Piemonte e l internazionalizzazione del territorio Braccio operativo in house e riferimento

Dettagli

Missione Imprenditoriale in Sudafrica 2013

Missione Imprenditoriale in Sudafrica 2013 Modulo da restituire debitamente compilato entro e non oltre il 10 maggio 2013 ad Aspin Fax: 0775.874225 16/18 settembre 2013 COMPANY PROFILE 1.RIFERIMENTI AZIENDA RAGIONE SOCIALE P. IVA VIA CITTÀ PROV

Dettagli

MISSIONE IMPRENDITORIALE A SYDNEY (AUSTRALIA) 19/25 MAGGIO 2014

MISSIONE IMPRENDITORIALE A SYDNEY (AUSTRALIA) 19/25 MAGGIO 2014 MISSIONE IMPRENDITORIALE A SYDNEY (AUSTRALIA) 19/25 MAGGIO 2014 COMPANY PROFILE (Inviare, unitamente alla scheda di adesione, a mezzo e.mail a promocatanzaro@cz.camcom.it, e p.c. a daniela.marchese@pz.camcom.it,

Dettagli

LazioXDubai2020. Verifica dell opportunità di presentare una proposta di internazionalizzazione da parte di un gruppo di PMI. Roma, 6 Ottobre 2014

LazioXDubai2020. Verifica dell opportunità di presentare una proposta di internazionalizzazione da parte di un gruppo di PMI. Roma, 6 Ottobre 2014 LazioXDubai2020 Verifica dell opportunità di presentare una proposta di internazionalizzazione da parte di un gruppo di PMI Roma, 6 Ottobre 2014 Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle PMI

Dettagli

Missione Imprenditoriale Federazione Russa 5 9 Aprile 2009 MOSCA HOTEL CROWNE PLAZA WORLD TRADE CENTRE***** 12 Krasnopresnenskaya embankment Moscow VOLI DI LINEA ALITALIA 05.04 Roma-Mosca part. ore 10:30

Dettagli

Poli di innovazione regionali (Decreti Regione Toscana n del 24/12/2008 e n del 18/03/2010, PRSE , linea 1.2)

Poli di innovazione regionali (Decreti Regione Toscana n del 24/12/2008 e n del 18/03/2010, PRSE , linea 1.2) INFORMATIVA N.8/2011 IL POLO DI INNOVAZIONE PER LA FILIERA DELLA MODA DELLA REGIONE TOSCANA Su iniziativa della Regione Toscana, a sostegno della competitività del sistema produttivo regionale, sono nati

Dettagli

Titolo operazione: Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo ai sensi della L.R. n. 20/2014 PO FSE 2014/2020

Titolo operazione: Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo ai sensi della L.R. n. 20/2014 PO FSE 2014/2020 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CORSO (ai sensi degli art. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28/12/2000) MARKETING, PROMOZIONE E DISTRIBUZIONE Rif. PA 2015-4760/RER/3 Titolo operazione: SVILUPPO INTEGRATO DI NUOVE

Dettagli

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO IL PROGETTO Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, nell ambito degli impegni assunti con l Accordo per lo sviluppo

Dettagli

Promos. Attività e servizi a favore delle PMI lombarde per operare in Croazia, Montenegro e Serbia. Internazionalizzazione e marketing territoriale

Promos. Attività e servizi a favore delle PMI lombarde per operare in Croazia, Montenegro e Serbia. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Promos Attività e servizi a favore delle PMI lombarde per operare in Croazia, Montenegro

Dettagli

MODULO DI ASSOCIAZIONE

MODULO DI ASSOCIAZIONE MODULO DI ASSOCIAZIONE SOCIO COLLABORATORE 990 Euro* 159 Euro (solo per nuovi associati) VANTAGGI PER I SOCI COLLABORATORI DELLA CCIS: SERVIZI DI CONSULENZA PER LA COSTITUZIONE DI NUOVE SOCIETÀ POSSIBILITÁ

Dettagli

AIUTI ALLA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI SCHEDA CONOSCITIVA MODULO 5

AIUTI ALLA DIFFUSIONE DELLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE NELLE PMI SCHEDA CONOSCITIVA MODULO 5 22085 ALLEGATO N. 6 UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l Innovazione REGIONE PUGLIA Programma Operativo

Dettagli

Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri. Gloria Targetti Dipartimento Sviluppo e Advisory Desk Italia

Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri. Gloria Targetti Dipartimento Sviluppo e Advisory Desk Italia Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri Gloria Targetti Dipartimento Sviluppo e Advisory Desk Italia ASSOLOMBARDA Milano 17 settembre 2014 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione

Dettagli

Missione in TURCHIA (Istanbul), 26/28 novembre SCHEDA TECNICA (spedire vai fax o mail

Missione in TURCHIA (Istanbul), 26/28 novembre SCHEDA TECNICA (spedire vai fax o mail Missione in TURCHIA (Istanbul), 26/28 novembre 2012 SCHEDA TECNICA (spedire vai fax 0444 994769 o mail francesca.vitetta@madeinvicenza.it) 1. RIFERIMENTI AZIENDA RAGIONE SOCIALE P.IVA VIA CITTÀ PROV CAP

Dettagli

Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI

Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI Roadshow Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente I CLUSTER REGIONALI: S3, POR E RIFORMA DELLE POLITICHE INDUSTRIALI San Vito al Tagliamento, 07/11/2016 L.R. 3/2015 RilancimpresaFVG Attrattività

Dettagli

Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP

Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP Un Polo a servizio del mondo delle imprese e della ricerca: il nuovo programma del MESAP 6 ottobre 2016 Open day della ricerca MESAP - Polo di Innovazione Smart Products and Manufacturing Mesap oggi sul

Dettagli

GUIDA ALL INVESTIMENTO IN KAZAKISTAN

GUIDA ALL INVESTIMENTO IN KAZAKISTAN GUIDA ALL INVESTIMENTO IN KAZAKISTAN 21 Settembre 2016 STUDIO LEGALE IANNANTUONI CERRUTI & ASSOCIATI VIA SAN DAMIANO 2, 20122, MILANO INFO@IANNANTUONILAWFIRM.COM 1 ITALIA KAZAKISTAN 1992 Accordo sullo

Dettagli

Valorizzazione del capitale immateriale dell impresa e accesso al credito MODULO DI CANDIDATURA

Valorizzazione del capitale immateriale dell impresa e accesso al credito MODULO DI CANDIDATURA Valorizzazione del capitale immateriale dell impresa e accesso al credito Simpler Avviso per piccole e medie imprese interessate ad accedere ad un percorso di accompagnamento alla ricognizione e alla valorizzazione

Dettagli

Nuove prospettive per un nuovo scenario Linee strategiche

Nuove prospettive per un nuovo scenario Linee strategiche Nuove prospettive per un nuovo scenario Linee strategiche 2013-2015 Consiglio Direttivo Salerno, 21.6.13 Indice Mission Progetti, attività e settori Servizi Linee strategiche 2013-2015 Conclusioni MISSION

Dettagli

Business Community Confindustria

Business Community Confindustria Portale Business Community Confindustria per le Associazioni come assistere le aziende 1 per le Associazioni Confindustria Il portale BCC è un portale di business e, come tale, accessibile solo da utenti

Dettagli

Camera di Comercio Italiana del Peru

Camera di Comercio Italiana del Peru Camera di Commercio Italiana del Peru Catalogo dei Servizi Chi siamo La Camera di Commercio Italiana del Perù promuove il commercio, lo scambio economico e culturale tra il Perù e l Italia, fornendo supporto

Dettagli

Allegato D. Codice classe di concorso del previgente ordinamento. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento

Allegato D. Codice classe di concorso del previgente ordinamento. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento Insegnamenti assegnati nel nuovo C 01 Attività pratiche speciali C 101 2/C Scuola secondaria di I grado Attività pratiche speciali per non vedenti C 02 Conversazione in lingua straniera C 102 3/C Istituti

Dettagli

Investimenti esteri in Francia nel 2015 : l Italia sul podio. Roma, 28 aprile 2016

Investimenti esteri in Francia nel 2015 : l Italia sul podio. Roma, 28 aprile 2016 Investimenti esteri in Francia nel 2015 : l Italia sul podio Roma, 28 aprile 2016 2015: AFII e UbiFrance diventano Business France AFII (Invest) UbiFrance (export) Business France 1500 collaboratori in

Dettagli

Animali Vivi Carni e frattaglie Pesci, crostacei e molluschi Zucchero Latte e derivati, uova, miele Piante vive e prodotti della floricoltura Legumi, ortaggi, piante, radici e tuberi Vino, Sidro, Aceto

Dettagli

RER. Scheda incentivo. Denominazione: RETI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE

RER. Scheda incentivo. Denominazione: RETI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE Scheda incentivo RER Denominazione: RETI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE Riferimento normativo: Ai sensi della misura 5.2 azione D: Iniziative aggregate strutturate, rappresentative di filiera, di promozione,

Dettagli

DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA DOCUMENTO INFORMATIVO. Linea di credito per le PMI e opportunità per gli investitori

DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA DOCUMENTO INFORMATIVO. Linea di credito per le PMI e opportunità per gli investitori TAVOL TUNISIA DELLA COOPERAZIONE DECENTRATA DOCUMENTO INFORMATIVO Linea di credito per le PMI e opportunità per gli investitori PERCHÉ INVESTIRE IN TUNISIA La Tunisia gode di una grande stabilità economica

Dettagli

PROJECT & ENERGY QATAR STONE TECH Incontri b2b Doha, 6 / 9 maggio 2013. PROJECT & ENERGY QATAR STONE TECH Incontri b2b Doha - 6 / 9 maggio 2013

PROJECT & ENERGY QATAR STONE TECH Incontri b2b Doha, 6 / 9 maggio 2013. PROJECT & ENERGY QATAR STONE TECH Incontri b2b Doha - 6 / 9 maggio 2013 1. RIFERIMENTI AZIENDA PROJECT & ENERGY QATAR STONE TECH Incontri b2b Doha - 6 / 9 maggio 2013 COMPANY PROFILE (spedire via fax 0444 994769 o mail francesca.vitetta@madeinvicenza.it) RAGIONE SOCIALE P.IVA

Dettagli

Allegato D. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento. Codice classe di concorso del previgente ordinamento

Allegato D. Insegnamenti assegnati nel nuovo ordinamento. Codice classe di concorso del previgente ordinamento Insegnamenti assegnati nel nuovo C 01 Attività pratiche speciali 2/C Scuola secondaria di I grado Attività pratiche speciali per non vedenti C 02 Conversazione in lingua straniera 3/C Istituti di istruzione

Dettagli

Servizio Coordinamento Centri per l Impiego FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI

Servizio Coordinamento Centri per l Impiego FONDO EUROPEO PER L INTEGRAZIONE DI CITTADINI DI PAESI TERZI Progetto PROV-INTEGRA Programma Quadro Solidarietà e Gestione dei flussi migratori Fondo Europeo per l Integrazione dei cittadini dei paesi terzi 2007-2013 (FEI) Progetto PROV-INTEGRA - Azione 3.1.2. ALLEGATO

Dettagli

IL SISTEMA PAESE A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE: LA RETE DIPLOMATICA AL SERVIZIO DELLE RETI DI IMPRESA

IL SISTEMA PAESE A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE: LA RETE DIPLOMATICA AL SERVIZIO DELLE RETI DI IMPRESA IL SISTEMA PAESE A SUPPORTO DELL INTERNAZIONALIZZAZIONE: LA RETE DIPLOMATICA AL SERVIZIO DELLE RETI DI IMPRESA Nicola Lener Capo Ufficio Internazionalizzazione Direzione Generale per la Promozione del

Dettagli

Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati

Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati Modulo di Partecipazione all avviso pubblico INCREDIBOL, L'INNOVAZIONE CREATIVA DI BOLOGNA terza edizione Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati La sottoscritta /Il sottoscritto (nome)

Dettagli

1. INFORMAZIONI GENERALI 2. PARTECIPANTI INIZIATIVA. Regione Sociale: Indirizzo: CAP: Città: Provincia: Fatturato (milioni ):

1. INFORMAZIONI GENERALI 2. PARTECIPANTI INIZIATIVA. Regione Sociale: Indirizzo: CAP: Città: Provincia: Fatturato (milioni ): 1. INFORMAZIONI GENERALI Regione Sociale: P.IVA: Indirizzo: CAP: Città: Provincia: Tel: Fax: Sito WEB: E-MAIL: Data di costituzione: N dipendenti: Fatturato (milioni ): 2. PARTECIPANTI INIZIATIVA Nome

Dettagli

La Cc-Ti e i nuovi compiti di sostegno all internazionalizzazione

La Cc-Ti e i nuovi compiti di sostegno all internazionalizzazione La Cc-Ti e i nuovi compiti di sostegno all internazionalizzazione Lugano, 29 febbraio 2012 Luca Albertoni, Direttore Cc-Ti IL PUNTO DI PARTENZA: LA CC-TI La Camera di commercio, dell industria, dell artigianato

Dettagli

Il Franchising: un sistema per fare impresa in rete e lavorare in autonomia. Bologna, 29 Aprile 2016

Il Franchising: un sistema per fare impresa in rete e lavorare in autonomia. Bologna, 29 Aprile 2016 Il Franchising: un sistema per fare impresa in rete e lavorare in autonomia Bologna, 29 Aprile 2016 I NUMERI DEL FRANCHISING IN ITALIA Giro d affari 2015 23.306Mln Punti vendita in franchising 2015 50.185

Dettagli

L OPERATIVITÀ DI SIMEST

L OPERATIVITÀ DI SIMEST PARTENARIATO PUBBLICO PRIVATO NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO L OPERATIVITÀ DI SIMEST NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO Massimo D Aiuto Amministratore Delegato Direttore Generale SIMEST S.p.A. 11 maggio 2010 Missione

Dettagli

Allegato 3 - Format di Progetto

Allegato 3 - Format di Progetto Allegato 3 Allegato 3 - Format di Progetto Titolo del Progetto: Proponente: 1/8 Allegato 3 DATI PROGETTO - Titolo del Progetto: - Proponente: (Denominazione del Soggetto Promotore dei tirocini e Capofila

Dettagli

Il Progetto PMI di Torino Wireless

Il Progetto PMI di Torino Wireless Il Progetto PMI di Torino Wireless Alessia Costa IL DISTRETTO ICT PIEMONTESE: capacità di innovazione, dinamiche di sviluppo e ruolo della Fondazione Torino Wireless Torino, 4 maggio 2005 AGENDA ACCELERAZIONE

Dettagli

COMPANY PROFILE PROGETTO EXPO-RT 2015

COMPANY PROFILE PROGETTO EXPO-RT 2015 COMPANY PROFILE PROGETTO EXPO-RT 2015 1. INFORMAZIONI GENERALI Nome Sito Web Data Di Fondazione Numero Addetti Fatturato Anno Precedente 2. DELEGATO AZIENDALE PARTECIPANTE (importante per le informazioni

Dettagli

Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri. RIVOLUZIONE CUBA Come impresa e cooperazione possono sostenere il cambiamento

Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri. RIVOLUZIONE CUBA Come impresa e cooperazione possono sostenere il cambiamento Strumenti di sostegno SIMEST per lo sviluppo sui mercati esteri RIVOLUZIONE CUBA Come impresa e cooperazione possono sostenere il cambiamento Camillo Maria Pulcinelli Dipartimento Sviluppo e Advisory Referente

Dettagli

PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE 2016

PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE 2016 PROPOSTA DI ASSOCIAZIONE GENERALE 2016 La Delegazione Pernambuco e Paraíba, é un punto di assistenza ufficiale della Camera Italo- Brasiliana di Commercio e Industria di Rio de Janeiro, fondata nel 1950

Dettagli

IMPRESE IN PARI. Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA. Località.. Via..

IMPRESE IN PARI. Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA. Località.. Via.. IMPRESE IN PARI Premio intitolato a Fiorella Ghilardotti INFORMAZIONI SULL AZIENDA DATI IDENTIFICATIVI DELL AZIENDA Ragione sociale Sede legale Unità produttiva per la quale si compila il questionario.

Dettagli

CREDITO AGRICOLO Fondo a favore delle PMI

CREDITO AGRICOLO Fondo a favore delle PMI CREDITO Fondo a favore delle PMI IL CONTESTO DI RIFERIMENTO Il comparto agricolo regionale Superficie agricola totale (SAT): 1.470.698 ettari; Superficie agricola utilizzata (SAU): 1.153.690 ettari; Il

Dettagli

Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati

Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati Modulo di Partecipazione all avviso pubblico INCREDIBOL, L'INNOVAZIONE CREATIVA DI BOLOGNA quarta edizione Tipologia B Imprese, liberi professionisti o studi associati La sottoscritta /Il sottoscritto

Dettagli

Titolo operazione: PIANO TRIENNALE REGIONALE RETE POLITECNICA PO FSE 2014/2020

Titolo operazione: PIANO TRIENNALE REGIONALE RETE POLITECNICA PO FSE 2014/2020 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL PERCORSO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE (IFTS) (dichiarazione sostitutiva resa ai sensi degli art. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28/12/2000) Titolo operazione: TECNICO

Dettagli

PROGETTI SPECIALI FINALIZZATI AL SUPPORTO DELLE ATTIVITA E CREAZIONE DI NUOVI CLUSTER E RETI DI IMPRESA /2014 (D.G.R. 500/2012 D.G.R.

PROGETTI SPECIALI FINALIZZATI AL SUPPORTO DELLE ATTIVITA E CREAZIONE DI NUOVI CLUSTER E RETI DI IMPRESA /2014 (D.G.R. 500/2012 D.G.R. PROGETTI SPECIALI FINALIZZATI AL SUPPORTO DELLE ATTIVITA E CREAZIONE DI NUOVI CLUSTER E RETI DI IMPRESA - 2013/2014 (D.G.R. 500/2012 D.G.R. 1304/2012) Premessa La Regione Umbria, in data 19.06.2012, ha

Dettagli

DOCUMENTI ISCRIZIONE

DOCUMENTI ISCRIZIONE DOCUMENTI DI ISCRIZIONE DOMANDA DI ISCRIZIONE AL PROVEX CONSORZIO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE Il sottoscritto in qualità di Titolare o Legale Rappresentante della Ditta con sede in (Tel: Fax ) con dipendenti

Dettagli

Attività di. delle imprese liguri. Amministratore Delegato di Liguria International

Attività di. delle imprese liguri. Amministratore Delegato di Liguria International Attività di internazionalizzazione a favore delle imprese liguri FRANCO APRILE FRANCO APRILE Amministratore Delegato di Liguria International Il quadro economico della Liguria Imprese attive in Liguria:

Dettagli

WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco

WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco WORKSHOP OPPORTUNITA E STRUMENTI PER IL FINANZIAMENTO DELL ECONOMIA LOCALE 28 29 MARZO 2014 Intervento dott. Sandro Di Cicco Responsabile Agevolazioni Iccrea BancaImpresa 1 AGEVOLAZIONI : UN SUPPORTO ALLE

Dettagli

REGOLE INDIRIZZI FORMATIVI

REGOLE INDIRIZZI FORMATIVI ARTISTICO NUOVO ORDINAMENTO BIENNIO Arti figurative ARTISTICO NUOVO ORDINAMENTO BIENNIO Architettura e ambiente ARTISTICO NUOVO ORDINAMENTO BIENNIO Design ARTISTICO NUOVO ORDINAMENTO BIENNIO Audiovisivo

Dettagli

DOMANDA DI PARZIALE ESONERO L. 68 del 12 marzo 1999 art.5 DECRETO del MINISTRO del LAVORO 357/2000

DOMANDA DI PARZIALE ESONERO L. 68 del 12 marzo 1999 art.5 DECRETO del MINISTRO del LAVORO 357/2000 DOMANDA DI PARZIALE ESONERO L. 68 del 12 marzo 1999 art.5 DECRETO del MINISTRO del LAVORO 357/2000 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La domanda di esonero parziale deve essere presentata al Servizio della

Dettagli

Il Polo di innovazione del Piemonte: territorio e finanziamento del rischio connesso alla Ricerca Applicata

Il Polo di innovazione del Piemonte: territorio e finanziamento del rischio connesso alla Ricerca Applicata Le Esigenze dell Industria e l Offerta della Ricerca: Progettare Insieme le Soluzioni Provincia di Novara Il Polo di innovazione del Piemonte: territorio e finanziamento del rischio connesso alla Ricerca

Dettagli

Schede di sintesi interventi nazionali

Schede di sintesi interventi nazionali MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO d intesa con Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schede di sintesi interventi nazionali Giugno 2009 INDICE

Dettagli

FORMULARIO DI PROGETTO

FORMULARIO DI PROGETTO Allegato B FORMULARIO DI PROGETTO DENOMINAZIONE DEL PROGETTO INFORMAZIONI GENERALI Elenco soggetti proponenti/attuatore Impresa N. Ragione Sociale / Denominazione associati (Soggetto Proponente) Tipologia

Dettagli

provenienti da tutto il territorio nazionale aderiscono all iniziativa grazie ad accordi e collaborazioni con aggregatori

provenienti da tutto il territorio nazionale aderiscono all iniziativa grazie ad accordi e collaborazioni con aggregatori Alcuni numeri al 22/07/15 Aziende 3.500 AZIENDE ITALIANE 1.950 AZIENDE ATTIVE 400 DA DELEGAZIONI provenienti da tutto il territorio nazionale aderiscono all iniziativa grazie ad accordi e collaborazioni

Dettagli

LO STRUMENTO IMPRESAPIU. Daniela Canepa - Camera di Commercio di Genova

LO STRUMENTO IMPRESAPIU. Daniela Canepa - Camera di Commercio di Genova LO STRUMENTO IMPRESAPIU Daniela Canepa - Camera di Commercio di Genova IL PROGETTO IMPRESAPIU Obiettivo promuovere l avvio di nuove imprese e potenziare le imprese già esistenti per attività di investimento

Dettagli

MARTA JAVARONE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Marta Javarone Indirizzo Cellulare Telefono (+ 39) 055/ Fax

MARTA JAVARONE INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Marta Javarone Indirizzo Cellulare Telefono (+ 39) 055/ Fax MARTA JAVARONE CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Cellulare Telefono (+ 39) 055/4628083 Fax E-mail m.javarone@toscanapromozione.it Nazionalità Italiana Luogo e data di nascita Firenze

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DI RETI INTERAZIENDALI PER LA CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO

BANDO PER LA PROMOZIONE DI RETI INTERAZIENDALI PER LA CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO BANDO PER LA PROMOZIONE DI RETI INTERAZIENDALI PER LA CONCILIAZIONE FAMIGLIA LAVORO SCHEDA TECNICA DI PROGETTO Titolo del progetto CHI PRESENTA IL PROGETTO 1. Anagrafica proponente, titolare, legale rappresentate,

Dettagli

PROGRAMMA DI SVILUPPO PARCO PROGETTI. del DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

PROGRAMMA DI SVILUPPO PARCO PROGETTI. del DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO REGIONE PUGLIA PROGRAMMA DI SVILUPPO ai sensi Linee Guida applicative della Legge Regionale 3 agosto 2007 n.23 Pagina 1 di 6 Pagina 2 di 6 DISTRETTO

Dettagli

Il Sostegno della Regione Emilia-Romagna al consolidamento della collaborazione tra imprese

Il Sostegno della Regione Emilia-Romagna al consolidamento della collaborazione tra imprese Il Sostegno della Regione Emilia-Romagna al consolidamento della collaborazione tra imprese Morena Diazzi Regione Emilia-Romagna Direttore Generale Attività produttive, commercio, turismo Bologna, 17 ottobre

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI PROGETTO. 1. Anagrafica proponente, titolare, legale rappresentante, soggetto capofila della rete aziendale.

SCHEDA TECNICA DI PROGETTO. 1. Anagrafica proponente, titolare, legale rappresentante, soggetto capofila della rete aziendale. ALLEGATO B BANDO PER LA PROMOZIONE DI PROGETTI INTEGRATI TRA IMPRESE E ORGANIZZAZIONI DI VOLONTARIATO PER LO SVILUPPO DI AZIONI A FAVORE DELLA COMUNITA IN MATERIA DI CONCILIAZIONE VITA E LAVORO SCHEDA

Dettagli

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO

REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO ALLEGATO B REGIONE CALABRIA DIPARTIMENTO LAVORO, POLITICHE DELLA FAMIGLIA, FORMAZIONE PROFESSIONALE, COOPERAZIONE E VOLONTARIATO PIANO/AVVISO dell offerta formativa di Istruzione e Formazione Professionale

Dettagli

SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE

SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE Un i on e Euro p ea Fon d o Soc ia le Eu rop eo SPERIMENTAZIONE DI UNA AZIONE DI MICROCREDITO A FAVORE DELLE DONNE PROVINCIA DI VITERBO Assessorato Politiche del Lavoro Formulario per la presentazione

Dettagli

Allegato. 4. La relazione di accompagnamento è strutturata nelle seguenti sezioni:

Allegato. 4. La relazione di accompagnamento è strutturata nelle seguenti sezioni: Allegato. 4 Format per la redazione della relazione di accompagnamento alla richiesta di accesso alla procedura di collaborazione volontaria di cui all articolo 7 del decreto legge 22 ottobre 2016, n.

Dettagli

Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader

Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader Gal Terre Astigiane nelle Colline patrimonio dell Umanità Programmazione Leader 2014-2020 Costigliole d Asti, Calamandrana 23 marzo 2016 I contenuti del PSL 2014-2020 POPOLAZIONE Popolazione ammissibile:

Dettagli

10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza

10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza 10 meeting nazionale ACEF Associazione Culturale Economia e Finanza Professionisti oltre la crisi: istituzioni, imprese e consulenza a confronto Morena Diazzi Direttore Generale Attività Produttive Regione

Dettagli

MODELLO 2A PROGETTO DI SVILUPPO IMPRENDITORIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE IN IMPRESE SOCIALI O ALTRE FORME SOCIETARIE

MODELLO 2A PROGETTO DI SVILUPPO IMPRENDITORIALE PER L INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE IN IMPRESE SOCIALI O ALTRE FORME SOCIETARIE UNIONE EUROPEA FONDO SOCIALE EUROPEO MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza Sociale Coesione

Dettagli

SERVIZI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE. Giovanna Prandini - Presidente Pro Brixia Massimo Ziletti - Direttore Pro Brixia

SERVIZI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE. Giovanna Prandini - Presidente Pro Brixia Massimo Ziletti - Direttore Pro Brixia SERVIZI PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE Giovanna Prandini - Presidente Pro Brixia Massimo Ziletti - Direttore Pro Brixia 12 MAGGIO 2016 LA CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA PER IL 2016 HA DESTINATO PER L'INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

SERBIA Opportunità d affari e cooperazione

SERBIA Opportunità d affari e cooperazione SERBIA Opportunità d affari e cooperazione STRUMENTI FINANZIARI A SOSTEGNO DEGLI INTERVENTI IN SERBIA Confindustria Chieti Pescara 31 maggio 2016 Dr. Alessandro GIOLAI SIMEST è una societa per azioni controllata

Dettagli

REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI

REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI INFORMAZIONI GENERALI - CsaVRI - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE Ufficio di riferimento Avviso Regione Toscana

Dettagli

PROPOSTE DI ISTITUZIONI PUBBLICHE 1/2 RIF. PROGETTO DA REALIZZARE TIPOLOGIA AZIENDE ITALIANE RICERCATE ENTI LOCALI (EL)

PROPOSTE DI ISTITUZIONI PUBBLICHE 1/2 RIF. PROGETTO DA REALIZZARE TIPOLOGIA AZIENDE ITALIANE RICERCATE ENTI LOCALI (EL) "Forum Italo-Serbo su Infrastrutture e Logistica" e "Incontri d affari Italia-Serbia" - Belgrado, 21-22 ottobre 2008 PROPOSTE DI ISTITUZIONI PUBBLICHE 1/2 RIF. PROGETTO DA REALIZZARE TIPOLOGIA AZIENDE

Dettagli

Associazione Italiana Allevatori. Compendio d Uso

Associazione Italiana Allevatori. Compendio d Uso Compendio d Uso Revisione 1.1 3 Aprile 2002 INDICE CODIFICA NUOVO ALLEVAMENTO 1 NUOVO ALLEVAMENTO 2 1) INSERIRE PERSONA GIURIDICA (Azienda) 2 2) INSERIRE PERSONA FISICA 2 3) LEGAMI 3 4) ALLEVAMENTO 4 5)

Dettagli

schema-tipo report incontro gg/mm/aa

schema-tipo report incontro gg/mm/aa schema-tipo report incontro gg/mm/aa Azienda 1. Referenti azienda Titolo Nome Cognome Descrizione/ruolo 2. Referente gestore Distretto tecnologico Titolo Nome Cognome Partecipanti visita 1 3. Opportunità

Dettagli

SCHEDA DI MANIFESTAZIONE INTERESSE

SCHEDA DI MANIFESTAZIONE INTERESSE SCHEDA DI MANIFESTAZIONE INTERESSE Azienda Referente per successivi contatti Tel Email Ruolo La presente scheda di manifestazione di interesse, CHE NON VUOLE ESSERE ESAUSTIVA DELLE POSSIBILI AREE DI INTERVENTO,

Dettagli

DOMANDA DI ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE

DOMANDA DI ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE DOMANDA DI ACCREDITAMENTO ISTITUZIONALE LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE Regione Emilia-Romagna Segreteria del Comitato di Accreditamento c/o KIWA CERMET ITALIA SPA Via Cadriano 23 40057 Cadriano di Granarolo

Dettagli

Istruzione Professionale

Istruzione Professionale Istruzione Liceale I percorsi liceali non preparano a una professione come i percorsi tecnici e professionali; gli insegnamenti sono comunque attinenti a un settore di interessi (artistico piuttosto che

Dettagli

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione

Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività. Dario De Pascale Responsabile Funzione Valutazione Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Giovani Imprenditori in Agricoltura: gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Dario De Pascale Responsabile

Dettagli

VI Bando Bersani. Profilo di impresa (Business Plan)

VI Bando Bersani. Profilo di impresa (Business Plan) VI Bando Bersani Profilo di impresa (Business Plan) DENOMINAZIONE IMPRESA Allegato 2 Business Plan Nome impresa Indirizzo (sede legale) Forma giuridica Data di costituzione Numero dei soci Capitale sociale

Dettagli

SCHEDA PROGETTO ALLEGATO 3

SCHEDA PROGETTO ALLEGATO 3 ALLEGATO 3 AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE INSEGNANTI GENERAZIONE WEB LOMBARDIA PER L ANNO SCOLASTICO 2016/2017 A SOSTEGNO DELLE POLITICHE INTEGRATE DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA di cui

Dettagli

POR CALABRIA FESR 2007/2013

POR CALABRIA FESR 2007/2013 UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA POR CALABRIA FESR 2007/2013 (CCI N 2007 IT 161 PO 008) Decisione della Commissione Europea C (2007) 6322 del 7 dicembre 2007 ASSE VII SISTEMI PRODUTTIVI

Dettagli

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR

Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR Ricerca e Innovazione in Emilia-Romagna ll POR FESR 2014-2020 Ferrara, 26 febbraio 2015 Giorgio Moretti Regione Emilia-Romagna Servizio Politiche di Sviluppo Economico, Ricerca Industriale e Innovazione

Dettagli

REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI. INFORMAZIONI GENERALI - CsaVRI -

REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI. INFORMAZIONI GENERALI - CsaVRI - REPERTORIO DI LABORATORI DI RICERCA INDUSTRIALE ED APPLICATA E DI DIMOSTRATORI TECNOLOGICI INFORMAZIONI GENERALI - CsaVRI - Ufficio di riferimento Per supporto alla partecipazione all Avviso: Presidio

Dettagli

Maria Zappelli Cardarelli 23/11/1972 Consigliere Comune di Trevi Consigliere Comunale

Maria Zappelli Cardarelli 23/11/1972 Consigliere Comune di Trevi Consigliere Comunale CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Data di nascita Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Fax dell ufficio Email istituzionale Maria Zappelli Cardarelli 23/11/1972

Dettagli

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO

PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO PERCORSI DI ACCOMPAGNAMENTO IN MERCATI STRATEGICI PER IL SISTEMA ECONOMICO LOMBARDO IL PROGETTO Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia, nell ambito degli impegni assunti con l Accordo per lo sviluppo

Dettagli

Bando PACCHETTO GIOVANI DOMANDA DI COMPLETAMENTO

Bando PACCHETTO GIOVANI DOMANDA DI COMPLETAMENTO AGENZIA REGIONALE TOSCANA EROGAZIONI AGRICOLTURA Sostegno allo Sviluppo Rurale e Interventi Strutturali Programma Sviluppo Rurale 2014 2020 INFOGRAFICA Bando PACCHETTO GIOVANI Aiuto all avviamento di imprese

Dettagli

Tipologia Servizi offerti dalla Camera di Commercio italo albanese ACIA

Tipologia Servizi offerti dalla Camera di Commercio italo albanese ACIA Tipologia Servizi offerti dalla Camera di Commercio italo albanese 1. SERVIZI INFORMATIVI Primo orientamento al mercato - analisi mercato Paese/settore - dossier informativi su normative (doganali, fiscali,

Dettagli

UFFICIALE FORMULARIO FINANZIAMENTO DA COMPILARE CORRETTAMENTE

UFFICIALE FORMULARIO FINANZIAMENTO DA COMPILARE CORRETTAMENTE UFFICIALE FORMULARIO FINANZIAMENTO DA COMPILARE CORRETTAMENTE FORMULARIO UFFICIALE FINANZIAMENTO WELLSTAR FORMULARI & SANTANDER FORMULARI 1 COMPILARE DETTAGLIATAMENTE I DEL CLIENTE: COGNOME E NOME (SI

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE

CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE CONSORZIO CAMERALE PER IL CREDITO E LA FINANZA LE PROSPETTIVE DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEI MERCATI E DELLE IMPRESE NEI PROSSIMI ANNI CAMERA DI COMMERCIO DI UDINE 12 giugno 2014 STRUMENTI A DISPOSIZIONE

Dettagli

Bollettino Mezzogiorno Sicilia

Bollettino Mezzogiorno Sicilia Bollettino Mezzogiorno 01 2016 Sicilia INDICE IL QUADRO MACROECONOMICO 1.1 Struttura economica ed andamento del Pil 1.2 Occupazione e disoccupazione LE IMPRESE 2.1 Struttura e dinamica imprenditoriale

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca TABELLA A MATERIE CARATTERIZZANTI I SINGOLI CORSI DI STUDIO DEI PERCORSI LICEALI OGGETTO DELLA SECONDA PROVA SCRITTA LICEO CLASSICO 1. Latino

Dettagli