DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13 del 29/04/2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13 del 29/04/2013"

Transcript

1 Comune di Galliera Provincia di Bologna DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 13 del 29/04/2013 Oggetto: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO E PIANO OPERATIVO ANNUALE PER L'ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D'INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL'AMBIENTE. L'anno duemilatredici il giorno ventinove del mese di aprile alle ore venti e trenta minuti, presso ex Asilo Galliera localita' Galliera Antica - Piazza della Rinascita, si è adunato oggi il Consiglio Comunale in seduta di prima Convocazione, nelle persone dei Sigg. VERGNANA ANNA P TESTONI GABRIELE ZOBOLI MICHELE P FANTONI MARZIA MONTI MARCO P MONGELLI MAURO VACCARI SONIA P BACCILIERI DIEGO MAGLI MARINA P LOSCALZO CARMELA BASSI GIUSEPPE P FRANCHINI ALESSANDRA PASCALE MARVIN A VALLONE GAETANO ROCCO STEFANIA P ZANNI STEFANO SPETTOLI PAOLO P Presenti n. 13 Assenti n. 4 P P A P A P A P Assume la presidenza il Sindaco del Comune di Galliera Vergnana Anna. Assiste il Segretario Generale Dott.ssa Marilia Moschetta. Il Presidente, riconosciuto legale il numero degli intervenuti, ai sensi del 1 comma dell'art. 14 del vigente Statuto Comunale, dichiara aperta la seduta.

2 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO E PIANO OPERATIVO ANNUALE PER L'ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D'INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL'AMBIENTE. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso: - che con Delibera di C.C. n 82 del , si approvava la costituzione di una società a responsabilità limitata integralmente pubblica denominata SUSTENIA, per la lotta agli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente; - che tali servizi risultano importanti ai fini della salvaguardia della qualità degli ambienti di vita e dell igiene pubblica e sono da considerare servizi pubblici locali; - che l art. 2 dello Statuto di SUSTENIA s.r.l. prevede che i rapporti tra SUSTENIA s.r.l. ed i Soci vengano regolati da appositi contratti di servizio; - che per definire e regolare l entità e le modalità delle prestazioni, gli standard dei servizi e gli obiettivi prestazionali, è previsto un Piano Operativo Annuale da concordare annualmente; - che con Deliberazione di G.C n 16 del 02/03/2011 è stato approvato lo schema di Contratto di Servizio con il quale si affida a SUSTENIA s.r.l. la gestione dei servizi di lotta agli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente fino al 31 dicembre 2012 ; che con Deliberazione di C.C n 7 del 13/03/2013 è stato approvato l affidamento diretto con la procedura in house providing alla società Sustenia Srl dei servizi attinenti la lotta contro gli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente fino al 31/12/2017,. Con la suddetta delibera si è dato atto che il rapporto con la società sarà disciplinato da apposito contratto si servizio che sarà sua volta sottoposto al Consiglio Comunale Visto il Contratto di Servizio e Piano Operativo Annuale 2013 allegati al presente atto per l esecuzione dei servizi per la lotta contro gli organismi dannosi e molesti d interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente predisposto Sustenia srl Visti i pareri favorevoli di regolarità tecnica e contabile espressi ai sensi dell art.49 del D.Lgs. n.267/2000 e qui in calce riportati; Illustra l assessore Marina Magli Interviene il Consigliere di minoranza Baccilieri il quale apprezza l accoglimento in Consiglio Comunale della discussione sul contratto che è molto ben impostato. Riguardo l art.8 chiede la possibilità di presentare anche il Piano Operativo in Consiglio Comunale verso la fine di novembre in prossimità delle altre scadenze. Il Sindaco informa che il Piano sperimentale porta a porta della lotta alle zanzare, sarebbe già partito se si fosse raggiunto il 51% della quota dei cittadini disposti a contribuire con una propria quota alla realizzazione del progetto, anziché solo il 20%.

3 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Con voti favorevoli n.9 e 4 astenuti ( Baccilieri, Franchini, Zanni e Testoni) DELIBERA 1) di approvare, per i motivi in premessa, l allegato schema di Contratto di Servizio tra il comune di Galliera e Sustenia s.r.l. per l esecuzione dei servizi per la lotta contro gli organismi dannosi e molesti d interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente con durata fino al 31/12/2017 2) di approvare l allegato Piano Operativo Annuale, nel quale sono riportati gli interventi da realizzare per l anno 2013, per una spesa complessiva pari ad Euro ,98 oltre gli oneri fiscali; 3) di dare atto che si demanda alla Giunta Comunale con successivi e separati atti l approvazione dei Piani Operativi Annuali ; 4) di dichiarare il presente atto immediatamente eseguibile, per ragioni d urgenza ai sensi dell art.134 comma 4 del D.L. 267/2000; con voti favorevoli n.9 e 4 astenuti ( Baccilieri, Franchini, Zanni e Testoni) palesemente espressi dai n. 13 consiglieri presenti e votanti

4 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO E PIANO OPERATIVO ANNUALE PER L'ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D'INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL'AMBIENTE. CONTRATTO DI SERVIZIO TRA IL COMUNE DI GALLIERA E SUSTENIA S.R.L. PER L ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL AMBIENTE L anno 2013 (duemilatredici) il giorno... del mese in Galliera (BO) con la presente scrittura privata da valere ad ogni effetto di legge, TRA il Comune di GALLIERA c.f con sede in Galliera (BO) Piazza Eroi della Libertà n.1, legalmente rappresentato dal Responsabile del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio GEOM. STEFANO PEDRIALI, NATO A Poggio Renatico (FE) il E SUSTENIA S.R.L. c.f con sede in CREVALCORE via Argini Nord n 3351, iscritta al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna al n legalmente rappresentata dal Dott. Romeo Bellini nato a Martignana di Po (CR) il 27/10/1956 PREMESSO CHE - il Comune di GALLIERA è socio di SUSTENIA S.R.L. società a totale capitale pubblico costituita ai sensi dell art. 113 del D.lgs 18/8/2000 n. 267; - l art. 2 dello Statuto di SUSTENIA S.R.L. prevede che i rapporti tra SUSTENIA S.R.L. e i Soci vengano regolati da appositi contratti di servizio; - i servizi per la lotta agli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente, così come meglio specificato al successivo Art. 2, risultano importanti ai fini della salvaguardia della qualità degli ambienti di vita e dell igiene pubblica e sono da considerare servizi pubblici locali; - in particolare tra i servizi per la lotta agli organismi dannosi, quelli inerenti le zanzare, responsabili dell epidemia provocata dal virus Chikungunya in Regione del 2007 e della circolazione anche nella pianura bolognese del virus West Nile, richiedono una qualificata esperienza tecnica e operativa per la gestione degli interventi nonché la conoscenza delle dinamiche di infestazione e della ubicazione dei focolai larvali verso cui sono indirizzati prioritariamente le attività di lotta. - Il Consiglio Comunale di GALLIERA con deliberazione n 7 del 13/03/2013 ha stabilito di conferire a SUSTENIA S.R.L., ai sensi del comma 5 dell art. 113 del d.lgs n. 267/2000, i servizi per la lotta agli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente, così come meglio specificato al successivo Art. 2, ed ha approvato lo schema del presente contratto. 1

5 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Tutto ciò premesso che costituisce parte integrante e sostanziale del presente contratto, si conviene e si stipula quanto segue ART. 1 CAMPO DI INTERVENTO Il Comune di GALLIERA, affida a SUSTENIA S.R.L., che accetta, la gestione dei servizi per la lotta agli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente nel territorio comunale, così come meglio specificato al successivo Art. 2. ART. 2 DESCRIZIONE DEI SERVIZI I servizi affidati comprendono a) Progettazione e realizzazione del servizio di lotta contro gli organismi dannosi e molesti d interesse civile attraverso strategie di controllo a basso impatto ambientale. Nello specifico SUSTENIA S.R.L. finalizzerà le proprie attività alla applicazione su vasta scala territoriale delle migliori metodiche di contenimento agli artropodi nocivi e molesti in campo igienico e sanitario, privilegiando l impiego delle più avanzate tecnologie di lotta biologica e integrata a basso impatto ambientale. In particolare gli artropodi target sono le zanzare e altre specie di interesse sanitario quali mosche, flebotomi, tafani, chironomidi, blatte, zecche, vespe, pulci. Inoltre SUSTENIA S.R.L. opererà nella gestione delle problematiche inerenti popolazioni di organismi sinantropi e alloctoni quali piccioni, nutrie, topi e ratti. b) Valorizzazione e fruizione degli aspetti agroambientali e storici del territorio e gestione di aree naturali e di aree verdi di proprietà o interesse pubblico. SUSTENIA S.R.L. provvederà a incentivare e divulgare la promozione e il ripristino di aree di rifugio per la flora e la fauna selvatiche, la riqualificazione ambientale del territorio nelle sue componenti paesaggistiche, storico-testimoniali ed ecosistemiche, la tutela di habitat e specie di interesse comunitario e conservazionistico. Ciò avverrà sulla base anche delle indicazioni di priorità derivanti dalla pianificazione territoriale, locale e sovraordinata. Sarà inoltre possibile provvedere ad una divulgazione degli strumenti attualmente utilizzabili per l attuazione di interventi di ripristino ambientale. Per quanto attiene alla gestione di aree e spazi naturali SUSTENIA S.R.L. provvederà al disbrigo operativo delle attività gestionali delle Aree di Riequilibrio Ecologico (ai sensi della L.R. n. 6/2005 e della L.R. n.24/2012) curandone la manutenzione dei percorsi e delle strutture per la visita e la gestione sul piano biologico ed ecologico, nonché promuovendone la conoscenza e la valorizzazione nei confronti della cittadinanza e assistendo gli Uffici comunali nell ambito dei progetti e delle attività afferenti alla vigente Convenzione G.I.A.P.P. (Gestione Integrata delle Aree Protette della Pianura). c) Informazione, divulgazione ed educazione ambientale. SUSTENIA S.R.L. condurrà attività inerenti il tema dell educazione ambientale, della promozione di una cultura per lo sviluppo sostenibile e per la gestione eco-compatibile del territorio rivolgendosi, a seconda del tipo di iniziative, al mondo della scuola o a tutta la cittadinanza, con campagne informative, attività didattiche col supporto di materiale divulgativo. Costituiscono parte integrante dei servizi oggetto del presente contratto anche le attività di informazione ai cittadini sui servizi erogati. ART. 3 CARATTERI DEI SERVIZI 2

6 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 I servizi oggetto del presente contratto sono da considerarsi ad ogni effetto servizi pubblici locali e costituiscono attività di pubblico interesse, pertanto per nessuna ragione potranno essere sospesi o abbandonati salvo scioperi od altre cause di forza maggiore fatte salve le disposizioni di cui alla legge 146/1990 e successive integrazioni in materia di servizi pubblici essenziali. Nel caso in cui l interruzione, programmata o meno, abbia una durata tale da incidere sulla qualità del servizio stesso, SUSTENIA S.R.L deve darne tempestiva comunicazione al Comune di GALLIERA ed all opinione pubblica mediante i più diffusi mezzi d informazione. Nel caso di servizi pubblici essenziali SUSTENIA S.R.L. è tenuta a porre in essere tutti gli adempimenti e le informative previste dalla vigente normativa. Il Comune di GALLIERA si impegna ad agevolare, per quanto possibile, l esercizio dei servizi affidati a SUSTENIA S.R.L. ART. 4 AMBITO TERRITORIALE DI ESPLETAMENTO DEI SERVIZI L ambito di espletamento dei servizi disciplinati dal presente contratto coincide con il territorio amministrativo del Comune di GALLIERA. ART. 5 IMPEGNI DI SUSTENIA S.R.L. L Amministratore Unico di SUSTENIA S.R.L., considerando la configurazione in house della Società improntata ai principi di cui all art. 113 comma 5 lett. c) del d.lgs. 267/00 (TUEL), deve presentare semestralmente ai soci, un report sull andamento della gestione dei servizi, sullo stato di avanzamento e sui tempi di realizzazione degli interventi definiti nel Piano Operativo Annuale delle attività, così come meglio definito nel successivo Art. 8. SUSTENIA S.R.L. è tenuta a predisporre una Carta della Qualità dei Servizi erogati, secondo quanto disposto dall art. 2, comma 461 legge 244/07 entro 6 mesi dalla sottoscrizione del presente atto. Detta carta dovrà ispirarsi ai principi fondamentali di informazione, uguaglianza, imparzialità continuità, partecipazione, efficacia ed efficienza con particolare riferimento a: - adeguata e trasparente comunicazione all utenza di ogni rapporto economico - definizione di modalità efficaci di gestione dei reclami dei cittadini che la società si impegna a prendere in carico per eventuali disservizi e determinazione dei tempi e delle modalità di risposta e risoluzione. - Garanzia del diritto di accesso agli atti Il mancato rispetto del termine fissato per la predisposizione della carta dei servizi comporterà l applicazione delle penali previste nel successivo art. 12. Inoltre, per tutte le attività svolte SUSTENIA S.R.L. dovrà presentare, annualmente a consuntivo, una relazione tecnica dettagliata, in forma scritta, anche in relazione a quanto disposto dalla succitata Carta di Qualità dei Servizi. Ove nel Comune di GALLIERA si verifichino condizioni di deficitarietà strutturale SUSTENIA S.R.L. si impegna, ai sensi del comma 3 dell art.243 del d.lgs. 18/8/2000 n.267, alla riduzione delle spese di personale, anche in applicazione di quanto è previsto ai fini della limitazione alle assunzioni ed al contenimento della spesa di personale dal comma 2 bis dell art.18 del d.l. 25/6/2008 n.112. ART. 6 CONTROLLO DEL COMUNE DI GALLIERA Il Comune di GALLIERA si riserva di attivare indagini conoscitive finalizzate a verificare l'efficacia e l'efficienza del servizio; si riserva inoltre la facoltà di effettuare in qualsiasi momento visite ed ispezioni per la verifica del corretto svolgimento delle attività concordate. 3

7 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Secondo quanto disposto dall art. 2, comma 461 legge 244/07, il Comune attiverà modalità di consultazione delle associazioni dei consumatori, nonché forme di coinvolgimento delle stesse per la verifica e il monitoraggio del funzionamento dei servizi. SUSTENIA S.R.L. presta al Comune ogni collaborazione nell espletamento delle attività di cui sopra, compatibilmente con la necessità di garantire la prestazione del servizio pubblico. La Società verrà preventivamente invitata a partecipare ai controlli suddetti, fornendo tutte le informazioni, i supporti e la documentazione utili all effettuazione del controlli stessi. ART. 7 RESPONSABILITA SUSTENIA S.R.L. è responsabile del danni comunque arrecati a terzi direttamente o indirettamente e mantiene indenne il Comune da qualsiasi pretesa da parte di terzi riconducibili ai rapporti inerenti la prestazione del servizio. La Società dovrà, pertanto, provvedere alla stipula di idonee assicurazioni per la RCT, oltre alle assicurazioni di legge. La Società risponde del comportamento dei propri dipendenti e collaboratori nella esecuzione del servizio. Nei confronti dei dipendenti la Società è tenuta alla scrupolosa osservanza delle normative vigenti in materia di assunzione del personale, di assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sulla sicurezza sul lavoro ai sensi del D.Lgs.vo n.81/2008 e D.Lgs.vo n. 242/1996 e successive modificazioni ed integrazioni, ed in materia assistenziale e previdenziale. ART. 8 PIANO OPERATIVO ANNUALE Le parti concordano annualmente un apposito Piano Operativo Annuale delle attività individuando gli interventi per l anno successivo e i conseguenti oneri economici. Il piano deve essere concordato tra le parti entro il 30 Novembre di ciascun anno solare, in tempo utile per la redazione dei rispettivi bilanci preventivi. Il Piano Operativo Annuale contenente le attività proposte per l anno 2013 si allega al presente atto. In corso d anno le parti possono, per sopraggiunte necessità, concordare integrazioni al Piano Operativo definendone tutti gli aspetti tecnici ed economici. Al fine di definire più compiutamente gli interventi che interessano più soci, il Comune potrà partecipare, mediante proprio personale tecnico, a gruppi di lavoro istituiti presso la Società con il compito di: - individuare e proporre attività d interesse sovracomunale da inserire, in fase di programmazione, nel Piano Operativo Annuale di ciascun Comune; - svolgere un azione di controllo e verifica sulle attività di cui al precedente punto. ART. 9 MODIFICHE DEL CONTRATTO DI SERVIZIO IN CORSO DI ESERCIZIO Nel caso se ne ravvisi la necessità per sopraggiunte nuove o diverse esigenze sarà possibile, previo accordo scritto fra le parti, modificare, integrare, e aggiornare il campo delle attività previste nel Contratto di Servizio in qualsiasi momento. ART. 10 DURATA DEL CONTRATTO Il presente contratto decorre dalla sua stipula e avrà vigore fino al 31 Dicembre Alla scadenza, il presente contratto potrà essere rinnovato con appositi atti da parte degli organi preposti. 4

8 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 ART. 11 CORRISPETTIVO Il corrispettivo annuo a carico del Comune per i servizi oggetto del presente contratto è specificato nel Piano Operativo Annuale che viene definito e approvato ogni anno successivamente all approvazione del bilancio comunale di previsione annuale. Per l anno 2013 la proposta elaborata da valutarsi in sede di approvazione del bilancio di previsione prevede una spesa complessiva pari ad ,98 oltre l IVA dovuta per legge. Per gli anni successivi il corrispettivo sarà poi ridefinito in sede di verifica dei contenuti contrattuali, valutando i costi consuntivi e le attività da svolgere nell anno in relazione al Piano Operativo Annuale, da redigere entro il 30 Novembre di ogni anno solare. In caso di conferma nell anno successivo del Piano Operativo Annuale, il corrispettivo sarà aggiornato, su richiesta di SUSTENIA S.R.L., in base allo scostamento dell indice ISTAT del costo della vita per famiglie di operai e impiegati. La materiale liquidazione del corrispettivo avverrà entro sessanta giorni dalla data di presentazione di una prima fattura, pari al 50% dell ammontare complessivo del corrispettivo, entro il mese di Giugno, e di una seconda fattura, per il restante 50%, entro il mese di Dicembre dell anno di riferimento. ART. 12 PENALE E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO In caso di grave inadempimento agli obblighi del Contratto, il Comune applicherà una penale, variabile a seconda dell entità dei danni causati, e comunque non inferiore a 500,00. L applicazione della penale dovrà essere preceduta da regolare contestazione. In caso di reiterate gravi deficienze nella gestione affidata e di inadempienze di particolare gravità ai disposti del presente contratto, salvo i casi di caso fortuito e forza maggiore, lo stesso si risolverà di diritto ai sensi dell articolo 1456 cod. civ.. ART. 13 REVOCA DELL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO O DI PARTI DI ESSO E facoltà del Comune di GALLIERA revocare l affidamento del servizio o di parti di esso. A tal fine si dispone che la comunicazione di revoca abbia effetto dopo dodici mesi e comunque non prima dell inizio dell esercizio successivo agli effetti della comunicazione. Il Comune può altresì revocare l affidamento dei servizi in qualunque momento, qualora ciò si renda necessario per tutelare l interesse pubblico nella gestione del servizio ovvero in relazione ad intervenute disposizioni legislative. ART. 14 TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI La società assume nell ambito contrattuale tutti gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui all art.3 l. 13 agosto 2010 n. 136 e successive modificazioni. e integrazioni. Si impegna altresì a dare immediata comunicazione al Comune, ed alla Prefettura competente, circa l inadempimento della propria controparte, agli obblighi di tracciabilità finanziaria, nonché si obbliga ad inserire nei contratti dei subappaltatori ed i subcontraenti della filiera delle imprese, a qualsiasi titolo interessate al presente contratto, un apposita clausola con la quale ciascuno di essi si assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla predetta legge. ART. 14 5

9 CONTRATTO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 FORO COMPETENTE Per qualsiasi controversia da attribuire alla giurisdizione ordinaria che dovesse sorgere in ordine alla presente convenzione sarà esclusivamente competente il Foro di Bologna. ART. 15 DOMICILIO Le parti eleggono domicilio presso le rispettive sedi sopra indicate. ART. 16 SPESE Tutte le spese relative e conseguenti al presente contratto sono a carico di SUSTENIA S.R.L. ART. 17 RINVIO Per quanto non disciplinato dal presente contratto di servizio si fa rinvio alla vigenti disposizioni statali e comunali in materia. Fatto, letto, approvato e sottoscritto. Lì.. Per SUSTENIA S.R.L. F.to Dott. Romeo Bellini Per il Comune di GALLIERA F.to Stefano Pedriali 6

10 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO E PIANO OPERATIVO ANNUALE PER L'ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D'INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL'AMBIENTE. COMUNE DI GALLIERA - Provincia di Bologna - PIANO OPERATIVO ANNUALE Ai sensi e per gli effetti del Contratto di servizio tra il Comune di GALLIERA e SUSTENIA S.r.l. per l esecuzione dei servizi per la lotta contro gli organismi dannosi e molesti di interesse civile e per il miglioramento e la gestione dell ambiente di seguito, per brevità denominato CONTRATTO TRA il Comune di GALLIERA c.f con sede in Galliera (BO) Piazza Eroi della Libertà n.1, legalmente rappresentato dal responsabile del Settore Pianificazione e Gestione del Territorio Pedriali Stefano nato a Poggio Renatico (Fe) il 11/09/1958, E SUSTENIA S.R.L. c.f con sede in Crevalcore Via Argini Nord n 3351, iscritta al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna al n qui rappresentata dal Dott. Romeo Bellini nato a Martignana di Po (CR) il 27/10/1956 CONCORDANO E STIPULANO IL SEGUENTE PIANO OPERATIVO A VALERE PER L ANNO PREMESSA Con il presente Piano le parti intendono definire e regolare l entità e le modalità delle prestazioni, gli standard dei servizi e gli obiettivi prestazionali ai sensi dell Art. 8 del CONTRATTO, nonché la determinazione del compenso per l anno PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D INTERESSE CIVILE LOTTA ALLE ZANZARE In relazione ai servizi di cui all art. 2 lettera a) del CONTRATTO il Comune di GALLIERA affida il servizio di lotta alle zanzare con le seguenti specifiche. Nel campo della lotta alle zanzare si sono oramai ampiamente consolidate strategie d intervento, incentrate sulla lotta larvicida, che consentono di raggiungere ottimi risultati, coniugando un indubbia efficacia con irrinunciabili esigenze di tutela e difesa dell ambiente. Tale lotta larvicida infatti si avvale in massima misura di prodotti insetticidi microbiologici, quali quelli a base di Bacillus thuringiensis israelensis (B.t.i.), ad azione altamente selettiva e innocui per l uomo e gli 1

11 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 altri organismi non-bersaglio e, nei tombini, prodotti di sintesi regolatori di crescita degli insetti (IGR), caratterizzati da una bassa tossicità nei confronti dell uomo e degli altri vertebrati. In casi particolari e limitati, contro gli adulti, si utilizzano formulati chimici a base di piretroidi caratterizzati anch essi da limitata tossicità. ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO L organizzazione del servizio è strutturata in maniera tale da garantire le migliori condizioni di sicurezza per l ambiente, per l utente e per lo stesso operatore, nonché massima efficienza ed efficacia. Tale organizzazione è altresì in grado di adeguarsi con sufficiente flessibilità alle mutevoli caratteristiche stagionali e ambientali dell infestante da trattare. L organizzazione e l effettuazione del servizio avverrà con le seguenti modalità: - con personale tecnico qualificato di SUSTENIA S.R.L. - con incarichi a ditte specializzate e acquisto prodotti, effettuati nel rispetto delle modalità previste dalla normativa vigente in materia di appalti pubblici per servizi e forniture. MODALITA DI ESECUZIONE DEI TRATTAMENTI SUSTENIA S.R.L. dovrà attenersi a tutte le norme vigenti in materia ed è responsabile in toto di ogni eventuale danno causato a persone e cose nell espletamento delle attività di cui al presente servizio. Gli interventi di lotta larvicida saranno effettuati sui focolai censiti compresi nel territorio comunale di GALLIERA e ogni focolaio verrà trattato con la frequenza utile ad ottenere il miglior contenimento della popolazione larvale sulla base delle sue caratteristiche eco-biologiche e della tipologia di prodotto insetticida impiegato. Gli interventi di lotta adulticida in aree pubbliche saranno preventivamente concordati con l Azienda USL competente e svolti previo preavviso alla cittadinanza residente nelle aree interessate in modo da garantire la massima sicurezza degli interventi. ATTIVITA DI DISINFESTAZIONE DEI FOCOLAI LARVALI Le attività di disinfestazione riguarderanno: 1) il reticolo idrico superficiale relativamente ai canali di irrigazione e bonifica, i fossi stradali e gli scoli pubblici di raccolta delle acque reflue. L area interessata riguarderà gli abitati di San Vincenzo, San Venanzio e Galliera Frazione. Nel corso della stagione ogni focolaio, periodico o occasionale, è soggetto a dinamiche di infestazione molto variabili, in funzione soprattutto dell andamento climatico. Questa condizione rende impossibile stabilire a priori un calendario fisso e periodico degli interventi di disinfestazione da eseguire. I trattamenti, quindi, potranno avere carattere discontinuo, ossia variabile in termini di prestazione oraria, giornaliera e settimanale (relativa ad un arco temporale di 6 giorni lavorativi, lunedì e sabato compresi), secondo lo stato complessivo dei focolai sul territorio. Gli interventi larvicidi interesseranno il periodo compreso tra la seconda decade di maggio e la seconda decade di settembre; si possono ipotizzare indicativamente tra 13 e 18 turni di trattamento per quanto riguarda i focolai a sviluppo lineare 2) la tombinatura stradale pubblica per la lotta contro Aedes albopictus (Zanzara Tigre); le località interessate al trattamento saranno San Vincenzo, San Venanzio e Galliera Frazione. Sono previsti 5 turni di trattamento da aprile ai primi di ottobre con una tempistica in relazione al decorso stagionale. 3) trattamenti adulticidi straordinari mediante l utilizzo di piretroidi in caso di reale necessità e di rilevata presenza di forte infestazione di adulti di Zanzara Tigre. ACQUISTO DEI PRODOTTI INSETTICIDI 2

12 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Per il trattamento dei corsi d acqua, dei fossi e degli scoli saranno utilizzati formulati a base di Bacillus thuringiensis israelensis (B.t.i.) in formulazione liquida, mentre per la disinfestazione della tombinatura pubblica e privata si ricorrerà all impiego di formulati regolatori della crescita degli insetti (IGR); SUSTENIA S.R.L. fornirà al Comune confezioni di formulato larvicida IGR a base di Diflubenzuron o Pyriproxyfen in granuli o compresse per la distribuzione gratuita ai residenti. La distribuzione del prodotto avverrà presso il Municipio. Per i trattamenti contro gli adulti si utilizzeranno piretroidi regolarmente registrati in Italia. Sulla base della verifica delle scorte di magazzino 2012 verrà calcolato il quantitativo di prodotti da acquistare. Sulla base di tali dati sarà impostata una gara per la fornitura dei prodotti alla quale saranno chiamate a partecipare le principali ditte distributrici. A seguito della risultanza della gara le quantità di prodotti fornite saranno ricalcolate considerando anche l importo scontato. AGGIORNAMENTO MAPPATURA FOCOLAI LARVALI - COORDINAMENTO ATTIVITA DI LOTTA - MONITORAGGIO DELLE POPOLAZIONI DI ZANZARE - ALTRE ATTIVITA A SUPPORTO DEL SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE - aggiornamento della mappatura dei focolai larvali presenti in ogni area di intervento allo scopo di mantenere costantemente sotto controllo il territorio e programmare gli interventi e le metodologie di lotta e/o di prevenzione più corrette; - verifica delle infestazioni larvali nei punti di campionamento prescelti al fine di definire il calendario degli interventi settimanali e di individuare i dosaggi di B.t.i. più appropriati, anche in relazione alla qualità delle acque e alla tipologia del focolaio larvale; coordinamento delle attività di lotta nelle Aziende Faunistiche Venatorie; individuazione dei dosaggi più appropriati dei formulati IGR e organizzazione dei turni di disinfestazione nella tombinatura pubblica; - scelta delle attrezzature più idonee ed organizzazione della squadra di disinfestazione in base al calendario di intervento, alla superficie del territorio su cui si opera, alla viabilità e all'inerbimento dei canali, e alla disponibilità di punti di rifornimento dell'acqua per i trattamenti; - verifica dell'efficacia degli interventi larvicidi e dell'operato della squadra di disinfestazione mediante controlli in pre e post-trattamento sui focolai larvali; - verifica delle possibilità di utilizzare altre tecniche di lotta biologica (ad esempio introduzione di pesci larvivori o microcrostacei Copepodi Ciclopoidi) o misure preventive atte ad ostacolare la proliferazione di larve di zanzara; - coordinamento e controllo delle attività di disinfestazione eventualmente condotte dai privati; - gestione per l'intera stagione di lotta di una stazione di monitoraggio con trappola attrattiva ad anidride carbonica per il monitoraggio del livello di disagio e delle dinamiche di popolazione delle alate sul territorio; - realizzazione di interventi informativi e promozionali rivolti alla cittadinanza e finalizzati alla presentazione dei risultati conseguiti e al coinvolgimento diretto nella lotta alle zanzare da parte della popolazione residente; gli strumenti adottati saranno di volta in volta quelli ritenuti più idonei: ad esempio pubblicazione di articoli su periodici a diffusione locale, incontri pubblici, allestimento di stands divulgativi durante fiere o sagre; - interventi specifici di sorveglianza e lotta contro Aedes albopictus (Zanzara Tigre) in conformità a quanto richiesto dal Piano regionale per la lotta alla Zanzara Tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue : monitoraggio mediante ovitrappole standard; ricerca ed eliminazione dei focolai larvali in ambito pubblico e privato per aggiornamento della mappatura; sopralluoghi su segnalazione dei cittadini; - censimento della tombinatura stradale; - raccolta finale dei dati ottenuti dalla campagna di lotta e stesura della relazione finale. 3

13 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Quadro riassuntivo relativo al servizio di lotta alla zanzare per il 2013: Codice Descrizione e riepilogo delle tipologie di attività attività 1.1 Distribuzione dei prodotti larvicidi mediante un mezzo 4x4 dotato di braccio telescopico idraulico per un totale di ore d intervento annuo stimato in Distribuzione dei prodotti larvicidi a base di Diflubenzuron in forma liquida, mediante motociclo o ciclo e spalleggiato per il trattamento delle caditoie stradali per un totale di ore d intervento annuo stimato in Trattamenti adulticidi straordinari in caso di forti infestazioni di alate di Zanzara Tigre mediante nebulizzatore/atomizzatore LV per un totale di ore d intervento annuo stimato in Prodotto biologico in forma liquida a base di Bacillus thuringiensis israelensis (B.t.i.) per il trattamento dei focolai larvali interessati ai punti 1.1. Non si ritiene di procedere all acquisto in quanto le scorte 2012 sono stimate sufficienti a coprire la campagna di lotta Prodotto IGR in forma liquida a base di Diflubenzuron per la disinfestazione delle caditoie stradali di cui al punto 1.2. Non si ritiene di procedere all acquisto in quanto le scorte 2012 sono stimate sufficienti a coprire la campagna di lotta Prodotto insetticida adulticida liquido emulsionabile contenente priretroidi (es. permetrina e tetrametrina tecniche) sinergizzati con piperonil butossido, senza solventi pericolosi, per i trattamenti previsti al punto 1.3. Non si ritiene di procedere all acquisto in quanto le scorte 2012 sono stimate sufficienti a coprire la campagna di lotta Prodotto IGR a base di Diflubenzuron o Pyriproxyfen per la distribuzione gratuita ai cittadini per un totale pari a circa 150 o 300 confezioni per l uso domestico a seconda del principio attivo e della capacità delle confezioni. 3.1 Monitoraggio di Aedes albopictus mediante ovitrappole secondo le indicazioni del Piano regionale per la lotta alla Zanzara tigre e la prevenzione della Chikungunya e della Dengue. 3.2 Coordinamento delle attività di lotta in ambito pubblico e nelle aziende faunistiche venatorie; ricerca, rimozione e trattamento, dei focolai larvali per aggiornamento della mappatura e la lotta; sopralluoghi su segnalazione dei cittadini; verifica di qualità dei formulati microbiologici e dei trattamenti larvicidi; censimento della tombinatura stradale 4.1 Attività di informazione e sensibilizzazione. Redazione n 1 articolo sul periodico comunale; partecipazione ad almeno 1 iniziativa pubblica (stand divulgativi e/o incontri con i cittadini) 3 VALORIZZAZIONE E FRUIZIONE DEGLI ASPETTI AGROAMBIENTALI E STORICI DEL TERRITORIO E GESTIONE DI AREE NATURALI E DI AREE VERDI DI PROPRIETA O INTERESSE PUBBLICO Per la gestione dell Area di Riequilibrio Ecologico La Bisana si prevedono attività gestionali conformi ad una sua identificazione come ambito protetto (così come previsto dalla L.R. n.6/2005) e per una sua efficace funzione di unità ecosistemica in grado di conservare ed incrementare la propria diversità biologica, nonché per valorizzarne gli aspetti culturali, storici e testimoniali e favorirne la conoscenza tra la Cittadinanza e la sua stessa fruizione. In tal senso verranno attuati interventi specifici di manutenzione (taglio della vegetazione lungo il percorso di visita e davanti ai punti di osservazione, manutenzione dei punti di osservazione, della segnaletica, ecc.). 4

14 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 Inoltre si provvederà all analisi di tutti i rapporti istituzionali esistenti e da mantenere in materia di programmazione, pianificazione e gestione territoriale con particolare riferimento alle aree protette (Regione Emilia-Romagna, Provincia di Bologna, altri Servizi ed Uffici del Comune, altre Aree protette, scuole, ecc), come ad esempio il coordinamento con le altre aree della Convenzione GIAPP recentemente approvata. Una particolare parte delle attività sarà orientata alla gestione dei rapporti con gli interlocutori territoriali (associazioni micologiche, venatorie, ambientaliste, organizzazioni professionali agricole, ecc.), alla regolare attuazione dei contenuti del Regolamento gestionale dell ARE e delle zonizzazioni interne dell area protetta (zone di tutela generale, zone di tutela speciale). Si provvederà poi alla predisposizione e diffusione di materiale divulgativo, di articoli informativi, di eventi e manifestazioni promosse dal Comune o da terzi. Infine si fornirà al Comune il supporto tecnico-operativo funzionale alla gestione complessiva dell Area di Riequilibrio Ecologico con particolare riferimento a: - individuazione degli obiettivi di gestione (prioritari, generali e specifici); - raccolta delle informazioni scientifiche e conoscitive; - conduzione delle attività manutentive ordinarie; - analisi e ricerca degli strumenti organizzativi e finanziari. Sono escluse le attività gestionali inerenti alla manutenzione straordinaria dell area. 4 INFORMAZIONE, DIVULGAZIONE ED EDUCAZIONE AMBIENTALE In relazione ai servizi di cui all art. 2 lettera c) del CONTRATTO il Comune di GALLIERA affida il servizio relativo all attività di educazione ambientale nella scuola primaria e secondaria di primo grado con le seguenti specifiche. Nell ambito della campagna di comunicazione finanziata dalla Regione Emilia-Romagna rivolta agli alunni delle scuole primarie sul tema della lotta alla Zanzara Tigre, verrà sviluppato un percorso didattico inerente specificatamente il suddetto argomento. Le attività proposte da SUSTENIA S.R.L vengono realizzate da docenti/animatori, che hanno nel proprio bagaglio formativo, capacità comunicative ed espressive unite a conoscenze tecniche specifiche per i diversi argomenti. Le attività che si svolgono nelle classi scolastiche prevedono un largo uso di materiale didattico e tecniche di comunicazione che variano a seconda delle situazioni. Le richieste delle insegnanti vengono concordate tra scuola, Comune e SUSTENIA S.R.L.. 5 IMPORTI E MODALITA DI PAGAMENTO Per l espletamento dei servizi sopra descritti il Comune di GALLIERA riconosce a SUSTENIA S.R.L. un corrispettivo, determinato per l anno 2013 come indicato nella stima dei costi riportati nella seguente tabella, pari a complessivi ,98 oltre all IVA del 21% (cioè ,94 IVA inclusa) e comprensivo di ogni altro onere di Legge. SERVIZIO IMPORTO Lotta contro gli organismi dannosi e molesti di interesse civile: 9.148,70 lotta alle zanzare Gestione A.R.E. La Bisana 3.081,00 Attività didattiche nelle scuole: adesione alla campagna informativa regionale sul tema della 446,28 Zanzara Tigre (2 classi) TOTALE IMPONIBILE ,98 5

15 POA ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 13 DEL 29/04/2013 La materiale liquidazione del corrispettivo avverrà entro sessanta giorni dalla data di presentazione di una prima fattura, pari al 50% dell ammontare complessivo del suddetto corrispettivo, entro il 30 giugno 2013, e di una seconda fattura, per il restante 50%, entro il 31 dicembre Secondo quanto disposto dall art. 8 del CONTRATTO, le parti possono, per sopraggiunte necessità, concordare integrazioni al presente Piano Operativo Annuale definendone tutti gli aspetti tecnici ed economici. 6 RINVII Per quanto non espressamente previsto dal presente disciplinare si fa espresso richiamo al CONTRATTO n. approvato il... GALLIERA, Approvato, letto e sottoscritto Per SUSTENIA S.R.L. F.to Dott. Romeo Bellini Per il Comune di GALLIERA F.to Pedriali Stefano 6

16 Comune di Galliera Provincia di Bologna SETTORE PIANIFICAZIONE E GESTIONE DEL TERRITORIO DELIBERAZIONE N. 13/2013 DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: APPROVAZIONE CONTRATTO DI SERVIZIO E PIANO OPERATIVO ANNUALE PER L'ESECUZIONE DEI SERVIZI PER LA LOTTA CONTRO GLI ORGANISMI DANNOSI E MOLESTI D'INTERESSE CIVILE E PER IL MIGLIORAMENTO E LA GESTIONE DELL'AMBIENTE. REGOLARITA' TECNICA X FAVOREVOLE CONTRARIO Lì IL RESPONSABILE DEL SETTORE Stefano Pedriali REGOLARITA' CONTABILE X FAVOREVOLE CONTRARIO Lì IL RESPONSABILE SERVIZI FINANZIARI Catia Pirani

17 Deliberazione del Consiglio Comunale n. 13/2013 Letto, confermato e sottoscritto. Il Sindaco Il Segretario Generale ( Vergnana Anna) (Moschetta Dott.ssa Marilia) CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE Questa deliberazione viene pubblicata, da oggi, all'albo Pretorio del Comune e vi rimarrà per quindici giorni consecutivi, ai sensi dell'art. 124 c.1 - D.Lgs. 18/8/2000, N 267. Dalla residenza Comunale, 14/06/2013 Il Funzionario Incaricato (Zanotti Daniela) CERTIFICATO DI ESECUTIVITA' La presente deliberazione è divenuta esecutiva ai sensi della D.Lvo 18/8/00 n. 267, il giorno 29/04/2013. [X] poichè dichiarata immediatamente eseguibile (Art. 134 c. 4 - D.Lgs. 18/08/2000, N 267) [ ] decorrenza 10 giorni dalla pubblicazione (Art. 134 c. 3 - D.Lgs. 18/08/2000, N 267) Dalla residenza Comunale, 29/04/2013 Il Responsabile Del Settore ( Rossana Imbriani)

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali

Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Disciplina del recesso dai contratti per la fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale ai clienti finali Art. 1 Definizioni 1.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti definizioni:

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI.

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL PART - TIME, DELLE INCOMPATIBILITÀ E DEI SERVIZI ISPETTIVI. APPROVATO CON DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 244 IN DATA 28 OTTOBRE 1997. MODIFICATO CON DELIBERAZIONI

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI MARUGGIO. (Provincia di Taranto) REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE COMUNE DI MARUGGIO (Provincia di Taranto) N. 231 del Reg. delib. REGISTOR ORIGINALE DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE Oggetto: Riqualificazione dell area comunale in Campomarino denominata Parco Comunale Via

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 C.F. 80000810863 TEL. +390935521111 Fax +390935500429 Piazza Garibaldi, 2 SETTORE VI Territorio Pianificazione

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011

COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 COMUNE DI GAVORRANO PROVINCIA DI GROSSETO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 15 del 30/06/2011 ================================================================= OGGETTO: CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

Deliberazione di Giunta Comunale

Deliberazione di Giunta Comunale Comune di Selargius Numero Data Prot. 155 25/05/99 Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: LAVORI DI ADEGUAMENTO E MESSA A NORMA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI DEGLI EDIFICI SCOLASTICI. APPROVAZIONE PROGETTO

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO TEMPORANEO E/O OCCASIONALE DI SPAZI E LOCALI DELL ATENEO DA PARTE DI SOGGETTI ESTERNI (Emanato con D.R. n. 57 del 21 gennaio 2015) INDICE Pag. Art. 1 - Oggetto 2 Art. 2 - Procedura

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195

COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 COMUNE DI PERTICA BASSA PROVINCIA DI BRESCIA CAP 25078 TEL. (0365) 821131 FAX (0365) 821195 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 26 DEL 27.10.2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 26 DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013

COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI. Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 COMUNE DI CAMINO (AL) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del 25/1/2013 INDICE TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Articolo 1 Oggetto... 3 Articolo 2 Sistema

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90

Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 Allegato al CCNL 1998/2001 sottoscritto il 29 maggio 1999 ATTUAZIONE DELLA LEGGE 146/90 ART. 1 SERVIZI PUBBLICI ESSENZIALI 1. Ai sensi della legge 12 giugno 1990, n. 146, i servizi pubblici da considerare

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 in data 29/10/2013 OGGETTO: CIG: Z660B2D707 LIQUIDAZIONE ACCONTO FATTURA

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 01535/019 Servizio Anziani e Tutele Tel. 31509 CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 74 approvata il 10 aprile

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it

Tale comma 6-bis dell art. 92 del codice è stato abrogato in sede di conversione (cfr. infra). www.linobellagamba.it Il nuovo incentivo per la progettazione Aggiornamento e tavolo aperto di discussione Lino BELLAGAMBA Prima stesura 4 ottobre 2014 Cfr. D.L. 24 giugno 2014, n. 90, art. 13, comma 1, nella formulazione anteriore

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli