Castello di. Anche per quest anno l asilo nido si fa! 1 Settembre Care cittadine e cari cittadini, Adsl a Castello Di Serravalle

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Castello di. Anche per quest anno l asilo nido si fa! 1 Settembre 2010. Care cittadine e cari cittadini, Adsl a Castello Di Serravalle"

Transcript

1 Castello di CN/BO0862/2010 Il Comune in Piazza - Periodico d informazione del Comune di Castello di Serravalle Anno XXIV 1 Settembre 2010 Anche per quest anno l asilo nido si fa! Care cittadine e cari cittadini, la progettazione e la ricerca di soluzioni per mantenere aperto il servizio micro nido per 39 bambini è stata molto complessa e difficoltosa per la carenza di risorse disponibili, causate dai tagli governativi (riduzione dei trasferimenti statali per i servizi 0 5 anni di euro, tagli negli organici scolastici, tra cui personale ATA con conseguente integrazione di personale da parte dell Amministrazione con ulteriori spese) che hanno apportato e che continueranno ad attuare nel corso dei prossimi anni. Questa è stata una cura palliativa per questo nuovo anno scolastico, ma occorrerà già rivalutare il servizio prima del prossimo Natale. Il ritardo nella realizzazione del nuovo nido alla Bersagliera non ha certo giovato a favore, anzi ha implicato un maggior numero di spese a carico dell Amministrazione dovute al mantenimento di due strutture separate, di cui una in affitto, rendendo necessario l impiego di due unità aggiuntive di personale specializzato, non permettendo così di rimodulare il servizio. La gestione è stata concessa a seguito di un bando di gara, che ha visto coinvolti quasi tutti i setto- Adsl a Castello Di Serravalle Dal 2 settembre è attiva la copertura ADSL a Castelletto. Con l'ammodernamento delle linee il servizio è disponibile entro 5 chilometri circa dal capoluogo. Per le modalità di abbonamento i cittadini possono contattare le varie società di telefonia. ri dell Amministrazione alla ricerca di fondi, si è concluso lo scorso Giugno e ha riconfermato l attuale gestore del servizio, unico Ente ad essersi presentato, garantendo in questo modo anche i posti di lavoro del personale della cooperativa, nostri concittadini. Il nuovo servizio non subirà sostanziali modifiche, anzi si sta già pensando alla realizzazione di un nuovo progetto per venire incontro a quelle famiglie che sono alla ricerca di un servizio più flessibile, part-time o a domanda, mantenendo la qualità e la professionalità che ha sempre contraddistinto il nostro nido, ma nel rispetto delle possibilità di esercizio che la legge ci impone. Milena Zanna (Sindaco) Simone Bini (Assessore alle politiche scolastiche) Premiazione del progetto La carta dei Diritti dell acqua. I vincitori sono i ragazzi della classe 1 B delle medie dell Istituto Comprensivo. Alla Premiazione sono presenti oltre al Sindaco Zanna e all assessore Bini, Luciano Odorici presidente del Gruppo del Gnocco Fritto (che consegna il premio, una gita al parco Oltremare di Riccione), e le due insegnanti che hanno aiutato i ragazzi a sviluppare il progetto: la Prof.ssa Lupo e la Prof.ssa Miccichè. All interno del giornalino tutti gli approfondimenti sul progetto.

2 LoSport Pattini d oro e di bronzo per due stelle di Castello di Serravalle Gran festa per Castello di Serravalle nel pattinaggio artistico a rotelle nel campionato europeo di pattinaggio artistico che si è svolto a novara dal 31/08 al 4/09/10. Dopo il successo del 2008, Jessica Ponzoni di Castello di Serravalle in coppia con Michele Nuti, si riconfermano campioni europei nella categoria Jeunnesse. Nicole Bonvicini, anche lei di Castello di Serravalle, ha invece vinto la medaglia di bronzo, in coppia con Nicola Merlani, nella specialità pattinaggio artistico a rotelle a coppia. Congratulazioni alle nostre giovani atlete! IO SCELGO IL VALSA Lunedì 6 settembre 2010 sono arrivata al campo sportivo a Castelletto poco fiduciosa sulla risposta che pensavo avrebbero dato i bimbi del mio paese ad un iniziativa promossa dal Valsa Gold. Invece... invece c erano 19 bimbi tutti pronti a provare l attività prevista dalla scuola calcio! La società Valsa Gold ha infatti organizzato dal 6 al 17 settembre ben 10 incontri, completamente gratuiti, per dare la possibilità a tutti i bimbi e bimbe nati dal 2000 al 2005, di provare la scuola calcio. E a Castelletto alla fine delle 2 settimane, sono stati quasi 30 i bimbi che ci hanno provato! E molti di loro hanno anche deciso di iscriversi alla stagione sportiva quindi orecchie aperte a tutti i Castellettesi in età giusta (!!!): da martedì 21 settembre anche a Castelletto i bimbi e le bimbe possono giocare a calcio! Tutto ciò è stato possibile grazie alla collaborazione della Polisportiva Castellettese, che ha fornito il campo da calcetto (grazie Gino!) e la palestra di via Vivaldi (grazie Luca Vaccari) in modo completamente gratuito, e al patrocinio del Comune di Castello di Serravalle. L assessore e vice Sindaco Isaia Rinfranti è anche venuto personalmente a salutare tutti i bimbi mentre svolgevano l attività! L iniziativa, promossa dalla Società Valsa Gold, si è svolta contemporaneamente su tutti e cinque i campi serviti dal Valsa (Bazzano, Monteveglio, Castelletto, Savignano sul Panaro e Savigno) ed ha avuto un notevole successo ovunque! Un ultimo ringraziamento ai tecnici che hanno gestito tutti i bimbi e bimbe in modo egregio, a volte anche con numeri elevatissimi, in tutti i campi e per quello che riguarda Castelletto, un abbraccio a Maurizio Barilli (che è sempre fantastico!) che ha curato il gruppo e che l ha consegnato all ottimo Lorenzo Perrone (un paio di volte coadiuvato da Riccardo Guerzoni) e un ringraziamento a Daniele Corazza del Bologna F.C. che durante la prima settimana ha inviato su tutti i campi dei tecnici del Bologna che hanno collaborato fattivamente alla buona riuscita del progetto. AUTOFFICINA MIGLIORI di Migliori Ilmer ed Emanuele Per info sul corso a Castelletto Lorenzo Perrone 338/ Davide Cavalieri 388/ Claudia Valisi Sede: Via del Commercio, Castello di Serravalle (BO) AUTOFFICINA AUTORIZZATA SOCCORSO STRADALE VENDITA E ASSISTENZA MULTIMARCA GANCI TRAINO Tel. e Fax 051/ Cell. 333/ ELETTRAUTO GOMMISTA CLIMATIZZAZIONE 2

3 Investimenti e riqualificazione L amministrazione investe nel ripristino del territorio Si sono appena conclusi alcuni lavori di ripristino e sistemazione di strade che erano state danneggiate da frane; in particolar modo in via F. Degli Esposti, dove una frana del luglio 2008, aveva eroso parte della strada, ed è stata sistemata con palificazioni in cemento e gabbionate in sasso, mentre in Via S. Michele, si è intervenuto spostando la strada per allontanarsi dalla frana che il calanco sottostante aveva provocato. Oltre a questi interventi, grazie all esperienza e impegno degli operatori della squadra esterna e dell Ufficio tecnico, abbiamo incrementato gli interventi di manutenzione e riqualificazione, come ad esempio le asfaltature, la pulizia e nel rifacimento di tutte le scoline stradali di competenza, nella pulizia e cura di cimiteri, nella riqualificazione di aree degradate come nella zona del ponte di Tiola ecc. Collaboriamo tutti quanti per il mantenimento del territorio Sulla stessa lunghezza d onda vanno l accordo con il servizio tecnico di bacino della Regione per permettere (tramite apposita domanda), il taglio e la pulizia delle sponde e dell alveo fluviale da parte dei soggetti interessati, ed in particolar modo, il recente sopralluogo su tutto il territorio comunale, indicando ai proprietari interessati, il taglio di siepi ed alberi che invadono le sedi stradali. Contro lo stress: forbici, badili e cesoie Ma pulire le scoline, asfaltare le strade e fare pulire siepi non è sufficiente se non vi è una forte presa di coscienza da parte di tutta la popolazione residente nel territorio affinché mantenga pulito ed efficiente le proprie scoline, gli argini, le strade private, le sponde dei rii ecc.. direttamente in prima persona, senza pensare che spetti ad altri; per fare fronte a tutto ciò, nei fine settimana di bel tempo, combattendo anche lo stress quotidiano, riscopriamo l utilizzo di forbici, badili e cesoie. Certo, vi è ancora molto da fare anche da parte nostra per riqualificare e rendere maggiormente attraente il nostro territorio, ma con passi graduali ed in una unica direzione, se collaboriamo tutti possiamo farcela. Fabio Dardi Assessore ai Lavori Pubblici Revisioni Auto e Moto Servizio Gomme e Assetto Soccorso Stradale 3 Tel Fax V.le dei Martiri, 1/1 MONTEVEGLIO (BO)

4 Notizie&ev Gli eventi e le iniziative in programma 2/3 9/10 16/17 ottobre Area Attrezzata di via Berlinguer, Castelletto Sagra del Gnocco Fritto Stand gastronomici con specialità locali, musica e animazioni. Tentativo di record mondiale del gnocco più lungo del mondo. A cura del Gruppo del Gnocco Fritto. Consulte di Frazione: gli eletti Sono state elette le consulte di frazione. Scopo delle consulte, organismi rappresentativi a base volontaristica, consiste nel favorire l effettiva partecipazione democratica, in forma decentrata, di tutti i cittadini all attività politica, amministrativa, economica e sociale della comunità. Le consulte si riuniscono nelle Assemblee di Frazione, dove si discutono i problemi locali, si individuano esigenze e necessità e si elaborano indicazioni, proposte, sollecitazioni alle scelte dell Amministrazione Comunale che interessano la frazione. Castelletto Venturelli Costantino (Presidente), Bignami Lorenzo (Vicepresidente), Angelelli Vincenzo (Segretario), Di Muro Gerardo, Caterino Mauro. Tiola Fantato Andrea (Presidente), Pellegrini Elena (Vicepresidente), Nanetti Lara (Segretario), Campeggio Massimo, Monteventi Angela. Zappolino Nanni Alex (Presidente), Stanzani Stefano (Vicepresidente), Savini Giovanni (Segretario), Fari Andrea, Venturi Marika. Mercatello Andreoli Pietro (Presidente), Lanzarini Norma (Vicepresidente), Adani Alfredo (Segretario), Crepuscoli Gianna, Sitta Floriano. Maiola Quaquarelli Lara (Presidente), Solazzo Antonio, Palazzo Luisa, Ceccoli Nadia, Peri Roberto. Serravalle Erioli Federico (Presidente), Ruggeri Liliana (Vicepresidente), Beghelli Domenico (Segretario), Degliesposti Ferri Luigi, Casini Nadia. Ponzano Gardini Roberto (Presidente), Di Felice Pasquale (Vicepresidente), Vagnozzi Barbara (Segretario), Fioretti Adolfo, Di Giacomo Alessandro. Bersagliera Bernardi Luciano (Presidente), Del Conte Leonardo (Vicepresidente), Pizzirani Corrado (Segretario). Fagnano De Rosa Nicola (Presidente), Nardi Letizia (Vicepresidente), Paganini Riccardo (Segretario), Pilotto Sandro, Ucci Fabrizio. PROTETTA DENOMINAZIONE D ORIGINE Caseificio Cooperativo Intercomunale CASTELLETTESE Società Agricola Coop. Parmigiano Reggiano Matricola Caseificio n Spaccio aziendale Produzione e vendita: Parmigiano Reggiano, burro, ricotta, cremino, caciotta e pecorini Via Castello, Castello di Serravalle (BO) tel fax

5 enti Cultura Anche quest anno come è ormai di consuetudine si è tenuto il concerto nell ambito della rassegna corti, chiese e cortili. Il concerto tenutosi all interno del castello ha fatto da cornice a questa suggestiva serata di musica dall interpretazione magnifica del Maestro Bernardi. La nostra Biblioteca si modernizza grazie all avvio, nel mese scorso, de progetto provinciale di tesseramento per gli amici della lettura, tesseramento che l anno scolastico prossimo potrà vedere le scolaresche delle classi seconde della scuola primaria, in un progetto articolato in una serie di incontri per far conoscere il mondo delle biblioteca, scoprirne il suo mondo e sensibilizzare i neo lettori alla lettura mediante una serie di prestiti programmati in accordo con la scuola. Da ottobre al vi anche le letture animate per l infanzia, in una veste nuova, più ricca e interessante: al termine di ogni lettura sarà possibile realizzare un laboratorio creativo con gli educatori presenti, parallelamente a questi incontri, partirà anche un corso rivolti ai genitori per imparare a leggere animatamente le fiabe;i lavori realizzati e l esibizione dei nuovi cantastorie, faranno da cornice alla festa finale che si terrà a termine del percorso di lettura e nel periodo natalizio. Cento anni Silia Gelsi, detta Lilia, di Castelletto ha compiuto cento anni il 15 settembre ed è stata festeggiata dalle figlie Luciana e Primanna, dai nipoti, pronipoti e da tutta la famiglia. Alla festa ha partecipato il Sindaco Milena Zanna che ha portato il saluto e gli auguri dell'amministrazione Comunale. Visita il sito Una nuova stagione è appena iniziata! Dal primo marzo duemiladieci la gestione dell Ufficio I.A.T, con sede a Villa Edvige Garagnani di Zola Predosa, è stata affidata all Associazione Strada dei Vini e dei Sapori, in base ad una convenzione fra i Comuni di Bazzano, Casalecchio di Reno, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro, Monteveglio, Savigno e Zola Predosa. Dopo alcuni mesi dedicati al recupero strutturale e funzionale dell ufficio possiamo dire di essere pronti per soddisfare le attese e le esigenze delle amministrazioni, dei cittadini e, soprattutto, per accogliere i turisti, i viaggiatori, gli enogastronomi e tutti coloro che vogliono cogliere l opportunità di visitare il nostro territorio: un territorio autentico per la sua storia, la cultura, le bellezze agresti unito alle tipiche e peculiari produzioni enogastronomiche. Da tempo sono stati sostenuti importanti progetti atti a salvaguardare e valorizzare il Territorio e la cultura rurale della nostra terra, in una logica di sviluppo integrato e finalizzato alla multifunzionalità dell agricoltura, alla terziarizzazione dell economia, all implementazione di un flusso di turismo enogastronomico basato sui prodotti tipici di qualità. Sono nuove proposte di turismo che favoriscono l interazione fra diverse anime di un luogo: agricoltura e paesaggio, enogastronomia e tradizione, cultura e arte. A volte, per capire e quindi usufruire di queste conoscenze, bastano brevi percorsi nei Luoghi accanto, tanto noti e nello stesso tempo tanto sconosciuti. Quel che c è da vedere oggi è soprattutto vicino a noi, nei nostri Paesi dal nome così famigliare: Castello di Serravalle, Monteveglio, Savigno, Bazzano, Crespellano, ma non solo... poiché sempre il viaggiatore- turista vuol scoprire quello che porta con sé: quello che ha letto, ciò che gli hanno raccontato, ma le ragioni vere del viaggio sono, prima di tutto, capire cosa si va a fare in un luogo e perché. Il Turista del futuro, e spero anche del nostro futuro cercherà luoghi autentici, con persone autentiche. Questo è quello che, insieme alle nostre Amministrazioni ed ai cittadini, la Strada dei Vini e dei Sapori Città Castelli Ciliegi vuole fare conoscere, grazie anche all esperienza che da ormai tre anni svolge a Sasso Marconi e a Spilamberto per il territorio di Terre di Castelli e che mette questo territorio in relazione con un area più ampia, che fa massa critica ed arricchisce l offerta su un mercato sempre più competitivo. Visitate il nostro sito Internet per scoprire gli eventi e le iniziative organizzate nei Comuni del nostro territorio, oppure contattateci telefonicamente al numero 051/ o 051/752472, oppure per posta elettronica all indirizzo Paolo Grazia Responsabile Ufficio I.A.T. Intercomunale 5

6 ProgettoScuola La carta dei diritti dell acqua Il giorno 16 maggio in occasione del maggiociondolo si è concluso il progetto la carta dei diritti dell acqua dedicato alla sensibilizzazione al risparmio e al corretto uso dell acqua. Il progetto vedeva impegnata la classe 1 B della scuola superiore di primo grado del nostro comune nella realizzazione di 4 manifesti grafici che dovevano rappresentare le indicazioni presenti nell ordinanza del Sindaco sulla restrizione di utilizzo che viene emessa nel periodo estivo. I ragazzi utilizzando tecniche e metodologie comunicative differente hanno elaborato il loro modo di interpretare l ordinanza. Nonostante tutti i lavori siano stati esemplari, la Commissione, convocata per l occasione, ha premiato il lavoro che rappresentava in modo più schematico, di facile intuizione, completo e che contenesse uno spunto in più sulla salvaguardia dell ambiente. La premiazione è stata effettuata dal Presidente del Gruppo del gnocco fritto Sig. Luciano Odorici, che ringraziamo ancora una volta per la sensibilità verso il mondo della scuola ormai bersaglio delle politiche centrali del governo, il quale ha consegnato a tutta la classe ingressi omaggio per il parco acquatico di Oltremare, dove i ragazzi si sono recati per visitare l acquario e per partecipare ad un laboratorio sull acqua realizzato dal parco stesso. L anno prossimo si replicherà con una serie di nuovi progetti che coinvolgerà l intero corpo studentesco su varie tematiche, anche di interesse locale sul nostro territorio. Di rilievo il progetto sui 150 anni di unità di italia, quello sul consiglio comunale dei ragazzi e sulla sicurezza a scuola. Laboratorio dell acqua I ragazzi della classe 1 b della scuola superiore di primo grado D. Alighieri hanno intrapreso un laboratorio di approfondimento sulla risorsa acqua all inizio dell anno scolastico. A metà percorso è giunto l invito del Sindaco del Comune di Castello di Serravalle, di realizzare una carta dei diritti dell acqua. All inizio la nostra riflessione è partita dall Art. 24 della convenzione internazionale dei diritti dell infanzia e dell adolescenza, in cui vengono enunciati tanti diritti nei quali i ragazzi si sono riconosciuti; e insieme siamo arrivati a capire che avere acqua potabile da bere è un diritto di tutti i bambini del mondo. Abbiamo cominciato così a riflettere sulla parola acqua ; da vari spunti di riflessione è nato un dibattito interessante sull uso che facciamo dell acqua nella vita quotidiana e di come vi sia uno squilibrio tra i tanti Paesi del mondo. Dato che le immagini raccontano molto più delle parole, abbiamo visionato un video una goccia tira l altra. Percorsi di cittadinanza attiva per diventare portatori d acqua, per capirne di più. Successivamente abbiamo individuato 4 parole chiave per approfondire la nostra discussione: rispettare, ridurre, risparmiare, riutilizzare. I ragazzi sono stati divisi in gruppi e attraverso le immagini, parole e pensieri hanno creato di rappresentare e comunicare quello che è emerso dai gruppi di lavoro, ossia: se vogliamo seriamente parlare di gestione di acqua e sostenibile dell acqua, non possiamo certo dimenticare noi stessi e la nostra vita quotidiana. Abbiamo, quindi, cominciato ad attuare una piccola rivoluzione del nostro stile di vita, percorrendo la strada delle 4 R. a ciò a fatto seguito una trattazione scientifica dell acqua e alcuni momenti di scrittura creativa, in cui i ragazzi, giocando con i testi, hanno riflettuto sulla tematica. All invito del Sindaco di realizzare una carta dei diritti dell acqua, i ragazzi hanno subito accettato di partecipare all iniziativa con molto entusiasmo, in quanto occasione per divulgare buoni conigli, per informare i cittadini su come migliorare il loro stile di vita, per un risparmio consapevole dell acqua. Grazie a quest opportunità i ragazzi hanno potuto vivere un momento di festa, in cui è stato premiato il lavoro più bello, che, in seguito, accompagnerà l ordinanza del sindaco. Proff.ssa Dolores Lupo Per il Tuo Benessere Via Cà Bella - Castello Di Serravalle (BO) L Assessore alle politiche scolastiche Simone Bini 6

7 Insieme Sportello Sociale Da maggio è attivo il nuovo servizio di Sportello Sociale presso il nostro Comune. è il primo progetto sovracomunale, distrettuale che la nuova Azienda Consortile per la gestione dei Servizi Socio-Sanitari ASC-Insieme ha promosso e attivato. Questa azione risponde alla legge 328/2000 che inserisce come livello essenziale dei servizi sociali anche la funzione di informazione e consulenza per l accesso alla rete integrata dei servizi. Gli obiettivi che si prefigge lo Sportello Sociale sono di fornire informazioni complete in merito ai dirittti, alle prestazioni ed alle modalità di accesso ai servizi, nonché di conoscere le risorse disponibili nel territorio per far fronte ad esigenze di persone e famiglie nelle diverse fasi del ciclo di vita. Fornisce il primo colloquio di filtro al servizio Sociale Professionale. Questa priorità che ASC-Insieme si è posta è coerente al mandato di allineare l accesso informativo e di presa in carico da parte dei servizi sociali e omogeneizzare i criteri di risposta ai cittadini fruitori, o potenziali fruitori dei servizi. Il nostro Sportello Sociale come quello degli altri otto comuni è condotto da una assistente sociale, formata specificatamente per questo incarico; che oltre a conoscere le procedure necessarie per avviare la risposta al cittadino, sa anche effettuare un rimando ai diversi professionisti presenti nel territorio, utilizzando così tutte le risorse presenti e tutte le potenzialità in un economia di scala. Dal punto di vista economico, l avvio di questo servizio per il nostro Comune non ha previsto spese aggiuntive per quest anno, anche grazie ad un rapporto di solidarietà e sostegno tra i comuni consorziati che ha visto due tra i più grandi (Casalecchio di Reno e Sasso Marconi) farsi carico nel proprio bilancio di questo servizio e non pesare su quello di ASC-Insieme. Si tratta quindi di un obiettivo raggiunto per la gestione integrata efficiente ed efficace di servizi analoghi da parte degli enti associati, e soprattutto di un esempio da imitare e verso cui orientare il nostro lavoro quotidiano anche su altri tipi di servizi. L Assistente Sociale dello Sportello Sociale riceve le persone il lunedì mattina dalle 8,30 alle 12,00 e il giovedì pomeriggio dalle 15,30 alle 18,30. Le procedure per cui è possibile rivolgersi sono: richieste di contributi: fondo affitto, assegni maternità, assegni nuclei familiari numerosi, gas, luce, acqua, ecc. Sarà importante per l Amministrazione ricevere direttamente dai cittadini fruitori di questo servizio riscontri circa la qualità erogata. Isabella Degli Esposti Assessore ai Servizi Sociali Una cucciolata di Broholmer a Castello di Serravalle Ringraziamo la signora Vanda Baldaccini che ci ha inviato le foto della prima cucciolata di Broholmer che nasce ed è allevata in Italia. Il Broholmer sono una razza di cani che ha avuto la sua origine in Danimarca e, tra alti e bassi, dal Medioevo ad oggi si è diffusa soprattutto in quelle terre. Alla data attuale esistono circa 1000 Broholmer in tutto il mondo, la maggior parte di essi vive in Danimarca, in Italia conosce solo due esemplari e pochi nel resto nell intera Europa. Furono i leggendari Vichinghi, durante il Medioevo, a portare in patria di ritorno dai loro viaggi, dei grandi cani del tipo Mastiff che, incrociati con cani locali, produssero una razza di corporatura molto robusta, del genere molosso, usata per il controllo delle mandrie e per la caccia. D.D.I. DISINFESTAZIONI HACCP BLATTE - RODITORI - FORMICHE MOSCHE - VESPE E CALABRONI ALLONTANAMENTI VOLATILI 7 Via G. Verdi, Castello di Serravalle - Bo TEL.: FAX: Cell

8 DireFareDif Verranno pubblicati periodicamente consigli pratici per fare la r Ogni giorno ognuno di noi produce circa 1,8 chili di rifiuti. Fare la raccolta differenziata è la maniera più semplice per restituirli all ambiente senza sprechi e senza inquinare, trasformandoli in risorse preziose Da casa nostra i rifiuti differenziati si avviano agli impianti di separazione, trattamento e recupero dove si trasformano in nuovi materiali. Per questo l attività svolta da ognuno di noi nella raccolta differenziata è importante: separando i rifiuti e conferendoli in maniera corretta, recuperiamo Si ricorda che nei cassonetti per la raccolta dei rifiuti organici (coperchio marrone) devono essere conferiti anche gli sfalci d'erba, foglie, fiori secchi e recisi, piccole potature, pezzetti di legno, paglia e segatura; in alternativa detti materiali possono essere portati direttamente alla Stazione Ecologica. materiali utili alla produzione di nuovi oggetti di cui ci serviamo ogni giorno, contribuendo a salvaguardare l ambiente e a non sprecare le risorse naturali. Una corretta gestione dei servizi ambientali è fondamentale per la tutela dell ambiente e delle nostre città Con la collaborazione e la partecipazione di tutti nei gesti quotidiani, a cominciare dalla raccolta differenziata, possiamo recuperare risorse. Basta selezionare i materiali e conferirli correttamente per contribuire a dare alla nostra terra un servizio di qualità ed un futuro migliore. La raccolta differenziata dei rifiuti urbani di origine domestica avviene attraverso diverse modalità a seconda della tipologia dei rifiuti: in cassonetti, bidoni e campane presenti sulla sede stradale (rifiuti domestici differenziati/indifferenziati) in contenitori dislocati sul territorio presenti sulla sede stradale (pile, farmaci, abiti ) attraverso ritiro del materiale a carico di Hera (rifiuti ingombranti) presso le stazioni ecologiche (per particolari tipologie di rifiuto). È fondamentale conferire i rifiuti in maniera corretta osservando alcune facili regole: schiacciare gli imballaggi per evitare che occupino troppo spazio chiudere i rifiuti negli apposti sacchetti non lasciare mai sacchetti, cartoni o imballaggi di nessun tipo a terra, accanto a cassonetti e contenitori stradali non inserire rifiuti di diverse tipologie nello stesso sacco o nello stesso contenitore. In caso di inosservanza delle suddette regole, potranno venire applicate le sanzioni previste dal regolamento in essere. La carta: cosa si può riciclare Ogni tonnellata di carta riciclata fa risparmiare circa 15 alberi e litri di acqua. Si Giornali, riviste, libri, quaderni, carta da pacchi, cartoncini, sacchetti di carta, scatole di cartone per scarpe e alimenti (pasta, riso, sale, ecc.), fustini dei detersivi, fotocopie e fogli vari, imballaggi di cartone, blister, poliaccoppiati (tetrapack e cartoni per bevande in genere), carte che contengo- LEONELLI CLAUDIO ASSISTENZA E RIPARAZIONE - RADIO - TV ELETTRODOMESTICI INSTALLAZIONE ANTENNE ALLARMI E VIDEOSORVEGLIANZA NOVITà: OVUNQUE PUOI RICEVERE INTERNET VELOCE ADSL VIA SATELLITE Via della Piscina, 6 - Montombraro (MO) - Tel. e fax Cell

9 ferenziare accolta differenziata dei rifiuti. Si comincia con carta e plastica. no piccole parti di materiale diverso (finestre di plastica sulle buste o sui cartoni di pasta). No Copertine plastificate, carta unta o sporca di colla o altre sostanze, carta oleata, carta chimica per fax o autocopiante, carta carbone, carta da parati, carta pergamena, carta da forno, bicchieri e piatti di carta/plastica. Come I cartoni e le scatole vanno ripiegati per ridurne il volume, è opportuno togliere graffette di metallo e nastro adesivo. La plastica: cosa si può riciclare Dalla plastica si ottiene poliestere da cui si realizzano tessuti in pile, fibre ottiche e molti altri prodotti : bastano 10 flaconi per fare una sedia. Si Tutti gli imballaggi indicati con le sigle PE (polietilene), PP (polipropilene), PVC (cloruro di polivinile), PET (polietilentereftalato), PS (polistirene), bottiglie di acqua minerale e bibite, flaconi (es. detergenti e cosmetici liquidi), vaschette per alimenti in plastica o polistirolo, shoppers, pellicole peralimenti, confezioni di merende e cracker, buste e sacchetti in plastica per pasta, patatine e caramelle, reti contenenti frutta e verdura, vasetti di yogurt, cassette in plastica per frutta. F E R R A M E N T A ELETTRICITà IDRAULICA CASALINGHI FAI DA TE Via del Commercio, 16/A - CASTELLO DI SERRAVALLE (Bologna) Tel. e Fax Tel Orari di apertura Stazione Ecologica Via dell Agricoltura, 52 Castello di Serravalle Informazioni: tel chiamata gratuita Lunedì 09,00/12,00 Giovedì 14,00/17,00 Venerdì 15,00/18,00 Sabato 10,00/15,00 No Tutto ciò che non è un imballaggio plastico, tutti gli arredi, piatti, bicchieri e posate di plastica, giocattoli, poliaccoppiati tipo tetrapak, carta/ cartone, CD/DVD/musicassette/ VHS e relative custodie, barattoli per colle-vernici-solventi, borse/zainetti/ valige, materiali in plastica rigida (grucce appendiabiti, complementi d arredo e casalinghi, posaceneri, portamatite, bidoni e cestini portarifiuti, cartellette e portadocumenti, componentistica e accessori auto). Come Sgocciolare ed eventualmente sciacquare i contenitori sporchi, ridurre quanto possibile il volume delle bottiglie, gli imballaggi non devono contenere residui di rifiuti organici e/o sostanze pericolose. 9

10 igruppi Centrosinistra Unito per Castello di Serravalle Le ragioni della concretezza e dei fatti In questo primo anno di Consiglio Comunale l impegno dell Amministrazione guidata dal sindaco Milena Zanna e della Maggioranza è stato rivolto a garantire ai cittadini di Castello di Serravalle servizi di qualità in un contesto di crisi economica profonda e nonostante le politiche scellerate di un Governo che ha ridotto in maniera drastica le risorse a disposizione degli Enti Locali. I tagli previsti dal Governo Berlusconi faranno emergere, in tutta Italia, il tema dei trasporti pubblici, degli interventi per le imprese, dei servizi per la ricerca, della non autosufficienza, dei servizi sociali e degli interventi sull ambiente. Il nostro Comune ha rischiato, a causa dei tagli ai servizi per l infanzia voluti dal Governo, di non riuscire a garantire un servizio prezioso come il Nido. Nonostante le difficoltà, però, l Amministrazione è riuscita ad individuare le risorse necessarie per garantire questo servizio, a dimostrazione del fatto che il nostro impegno è rivolto a risolvere i problemi concreti dei cittadini. E sempre in tema di concretezza, fin dalla campagna elettorale noi siamo stati gli unici a dire chiaramente ai cittadini che il futuro del nostro Comune era quello di condividere il più possibile la gestione dei servizi a livello sovracomunale, fino a ipotizzare la nascita di un unico Comune della Valle del Samoggia: oggi, dopo un anno di discussioni in Consiglio Comunale, vediamo con piacere che anche gli altri Gruppi consiliari sono d accordo su questo punto. Il 20 maggio scorso infatti, è stata approvata all unanimità del Consiglio Comunale una mozione presentata dal Consigliere La Canna, da noi integrata, in cui si invita l Amministrazione a mettere in atto tutte le iniziative politiche e amministrative necessarie per porre le basi di un percorso istituzionale finalizzato alla Fusione dei Comuni della Valle del Samoggia. In breve quello che avevamo messo al primo punto del nostro programma: gestire insieme agli altri comuni i servizi ai cittadini per migliorarne la qualità ed efficienza. E un nostro successo, infine, l istituzione delle Consulte di Frazione, strumento prezioso per far sì che l azione dell Amministrazione sia sempre più vicina alle reali esigenze dei cittadini. Mattia Grillini Gente di Castello Un anno di lavoro dalla parte dei cittadini E passato poco più di un anno da quando 636 cittadini di Castello di Serravalle (il 23,24 %) ci hanno dato il proprio voto affidandoci la responsabilità di rappresentarli in Consiglio comunale. Naturalmente abbiamo raccolto questo impegno con entusiasmo ed allo stesso tempo con trepidazione. Entusiasmo per il grande risultato elettorale (ricordiamo che è stata la prima volta che alle elezioni nel nostro Comune si è presentata una Lista Civica) e trepidazione per la responsabilità che implica l investitura ricevuta. Stiamo lavorando dando il meglio di noi, sia quelli che hanno ottenuto i voti necessari per guadagnare un seggio in Consiglio (Stefano Ognibene e Paolo Rossi), sia quelli che sono rima- sti fuori dalla rosa degli eletti ma non per questo si impegnano di meno per l obiettivo del bene comune e che comunque fanno parte di Commissioni consiliari e Consulte di Frazione. Non facciamo fatica ad ammettere che le difficoltà ci sono, sia dal punto di vista organizzativo (avere la documentazione degli oggetti all ordine del giorno del Consiglio comunale solo 48 ore prima non ci permette di approfondire come vorremmo tutti gli argomenti da dibattere e votare), sia per il fatto che, avendo solo due Consiglieri non abbiamo molte possibilità di vedere accettate tutte le proposte che portiamo in Consiglio. La nostra presenza costante ed assidua nelle Commissioni ci mette tuttavia nelle condizioni di incidere in maniera significativa sulle proposte che vengono poi dibattute in Consiglio. Tra le numerose azioni svolte dalla Lista Civica Gente di Castello vogliamo ricordarne alcune tra le più significative: Il grande successo della raccolta firme per i tre quesiti referendari sull Acqua Bene Comune, dopo la presentazione della mozione in Consiglio comunale (bocciata sia dalla maggioranza che dall opposizione di destra), che ha visto l adesione di numerosissimi cittadini. Il deposito in Consiglio comunale di una Istanza di Autotutela, sottoscritta da ben 213 cittadini che chiedono a gran voce all Amministrazione di ridiscutere e ridefinire la convenzione tra il Comune e l Associazione Pubblica Assistenza, al fine di prevedere consistenti spazi nell edificio in corso di costruzione nell ormai ex Giardino pubblico Nikolas Green, da destinare alla collettività (es. centro giovanile, o biblioteca, o casa della salute, ecc.). Stiamo ancora aspettando la decisione della Giunta e del Sindaco su questo importante argomento. La nostra interrogazione sul Corpo Unico dei Vigili Urbani con l evidente anti-economicità dell operazione oltre alla negativa ricaduta sul servizio ai cittadini, ha obbligato il Comandante e l Assessore del Unione dei Comuni a riferire in Consiglio comunale per tentare di giustificare i pessimi risultati di questi primi due anni e mezzo di servizio ed ha portato il nostro Sindaco a sollevare dubbi e perplessità in seno all Unione dei Comuni e le conseguenti riserve su un eventuale rinnovo della convenzione che scade a fine anno. L interrogazione sui Rifiuti ha finalmente fatto decidere alla Giunta, dopo un anno di tentennamenti, di aumentare la raccolta differenziata nel nostro territorio, nel tentativo di rientrare nei parametri previsti dalla normativa. Per stessa ammissione dell Assessore tuttavia tali parametri non saranno nemmeno lontanamente sfiorati (34-36% di differenziata sul totale rifiuti previsto dal Comune, a fronte del 47,9% stabilito dalla Legge). Gli altri numerosissimi argomenti trattati saranno oggetto di future comunicazioni ed approfondimenti con la cittadinanza. Stefano Ognibene Voltiamo Pagina Rendiconto dei primi sei mesi del 2010 in Consiglio Comunale Sergio La Canna, dopo essere uscito dalla Lega Nord esce dal gruppo consiliare, Alberto Torchi e Pierpaolo Palmieri sono i due referenti di tutti i cittadini di Castello di Serravalle che vogliono davvero cambiare le cose in questo Comune, per ciò ecco un breve elenco di cose fatte e da fare che con l aiuto di tanti abbiamo fatto e faremo come forza di opposizione a Castello: 10

11 SISTEMA DI GESTIONE CERTIFICATO REG. N UNI EN ISO 9001:2000 igruppi COSE FATTE: - Da diversi mesi ci siamo preoccupati per la chiusura dell Asilo Nido, dopo tanti incontri e riunioni sembra che il pericolo di chiusura sia scongiurato e questo fondamentale servizio continui salvando molti posti di lavoro. - Stiamo monitorando l attività del Centro Islamico di via Vandino. Non può essere un luogo di culto perché la normativa non lo consente ma solo luogo di incontro e scambio culturale, nostro obbligo è vigilare che tutto si svolga nel rispetto delle norme e del corretto vivere civile. - Abbiamo proposto di rivedere la convenzione con l UNIO- NE dei Comuni per il servizio dei Vigili Urbani: per noi il servizio non è migliorato ma i costi sono quasi triplicati e NOI CI SIAMO OPPOSTI. Bisogna fare qualcosa!!! - Abbiamo studiato la nuova legge del federalismo demaniale: lo stato darà ai Comuni della nostra Unione tantissimi immobili (caserma della zona industriale di Monteveglio, polveriera di Crespellano in via Lunga ecc. ecc.). Il nostro Comune deve avere la sua parte, altrimenti a cosa serve l UNIONE dei CO- MUNI? Non può servire solo quando c è da pagare ed aumentare i costi. Il nostro obiettivo è fare in modo che i vantaggi derivanti dall arrivo di questi immobili sia anche di Castello di Serravalle. Non possiamo perdere anche questa opportunità. Di questi argomenti ed anche di cose più piacevoli si parla tutti i lunedì all interno della nuova sede del circolo culturale IL TRICO- LORE attivo da poco in piazza a Castelletto. Al circolo possono aderire tutte le persone che vogliono impegnarsi per discutere dei problemi che ci fanno preoccupare per le sorti del nostro paese. NON si richiedono tessere di alcun partito. Se hai voglia di portare il tuo contributo o semplicemente fare due chiacchere vieni tutti i lunedì sera dalle ore 21 in via S.Apollinare 1333 o contattaci al Alberto Torchi Gruppo misto Coerenza degli ideali e dei programmi... Con l intenzione di continuare un opposizione seria e responsabile come penso di aver proposto negli ultimi sei anni da consigliere comunale, da qualche mese ho deciso di allontanarmi volontariamente dalla Lega Nord, movimento che ho fondato nel bolognese più di vent anni fa e di cui sono stato anche vice segretario nazionale per l Emilia. La inconsistente proposta di un vacuo federalismo, la corsa sfrenata ai posti di comando, l assenza di un programma legato al territorio non sono quello che cerco, insieme a tanti altri amici realmente di animo autonomista e appassionati per la politica schietta e genuina. Non mi interessa stare sul carro dei vincitori soprattutto se alla guida vi sono cocchieri che litigano fra loro... prima o poi il carro bardato a festa e vittoria si andrà miseramente a schiantare... Questa decisione mi avvicina ancor di più ai problemi autentici dei concittadini e del nostro territorio, in questo momento di crisi che sembra strisciare vigliacca all infinito, non è il caso di urlare e azzuffarsi ma di rispondere con entusiasmo e umiltà trovando il più possibile unità di intenti nel nostro consiglio comunale. Come consigliere in opposizione alla maggioranza continuo a presentare interpellanze,come quella per la futura discarica del rio d orzo o per l assetto delle nostre frazioni come Cà de Fabbri, ma soprattutto mozioni e proposte per intervenire in maniera incisiva sul governo del territorio,come la costituzione del comune unico della vallata del Samoggia o il regolamento dei consigli delle frazioni. Per tutto questo ho declinato l invito a dimettermi speditomi dal consigliere Torchi, che probabilmente non mi vede più tanto inquadrabile nella tradizionale ottica politica. Al contrario ringrazio tutti coloro che continuano a mostrarmi la propria stima e a propormi idee e suggerimenti e che apprezzano la mia coerenza, la quale non si trova tanto sotto un simbolo o una bandiera, ma trova la propria ricchezza nella coerenza degli ideali, dei programmi e della costante volontà. Dott. Sergio La Canna IL COMUNE IN PIAZZA Periodico trimestrale d informazione delle Amministrazioni Comunali di Castello di Serravalle e Savigno (Bo) Aut. Tribunale di Bologna n del 23/12/1986 Anno XXIV n. 1 Settembre 2010 Direttore resp.: Raffaele Donini Redazione: Comune di Castello di Serravalle(Bo) Piazza della Pace, 2 tel. 051/ Copie: 2200 Progetto grafico, fotocomposizione e stampa: Visual Project soc. coop. Via G. Benini, 2 Zola Predosa (Bo) Unità locale via Primo Levi, 46/66 Vignola (Mo) Tel METRO INFISSI s.r.l. Via del Commercio 104/ Castello di Serravalle (Bo) Tel Fax ssi.it ssi.it Sistemi e Progetti per Involucro Edilizio 11

12 Partecipazione Nella primavera scorsa, grazie all impegno e alla collaborazione del Dott. Hoogerwerf, si è tenuto un sondaggio tra la popolazione per suggerire alcune linee guida per la progettazione della piazza di Castelletto. Vi è stata una buona rispo- sta dai cittadini, in 144 hanno volontariamente partecipato. Riportiamo, in sintesi, l esito di questo sondaggio. Nelle prossime settimane, sarà organizzato un evento pubblico per la presentazione completa dei dati. Sondaggio la Piazza che vorrei : anticipazioni AVIS e la Donazione di Sangue Il sangue umano è un prodotto naturale, non riproducibile artificialmente e indispensabile alla vita. Donare il sangue è un atto volontario e gratuito, è un dovere civico, è una manifestazione concreta di solidarietà verso gli altri, esalta il valore della vita, abbatte le barriere di razza, religione o ideologia e rappresenta uno dei pochi momenti di vera medicina preventiva. E un atto di estrema generosità che permette di salvare la vita di altre persone. Proprio il fatto che il sangue sia raro implica la necessità di metterlo a disposizione di altri individui che potrebbero trovarsi in situazione di bisogno. Pensa di essere tu al loro posto. Un nostro slogan recita donare sangue: una scelta per gli altri, una scelta per se stessi. A livello individuale si ha la gratificazione morale di concorrere alla soluzione di un grave problema e l orgoglio di appartenere ad una componente attiva del volontariato sociosanitario, decisiva per la costruzione del sistema trasfusionale. Inoltre, donare regolarmente sangue garantisce al donatore un controllo costante del proprio stato di salute attraverso visite mediche ed accurati esami di laboratorio, eseguiti ad ogni prelievo, controlli elettrocardiografici e radiologici. Dopo il calo delle donazioni di sangue registrato nel 2009, i primi mesi dell anno hanno registrato un ulteriore diminuzione rispetto allo scorso anno. Donare sangue è semplice: dai 18 ai 60 anni, tutte le persone in normali condizioni di salute con un peso superiore ai 50 kg. possono iniziare a donare sangue. E sufficiente presentarsi, senza appuntamento, a digiuno, presso la Casa dei Donatori di Sangue (nuova sede Avis) - Via dell Ospedale n. 20 (vicino all Ospedale Maggiore), tutte le mattine dalle ore 7,15 alle 10,30 - dal lunedì alla domenica. Il prelievo di sangue intero è assolutamente innocuo per il donatore e ha una durata di circa 5-8 minuti. Il volume massimo di sangue prelevato, stabilito per legge, è uguale a 450 centimetri cubici. Dopo il prelievo viene offerto un ristoro per reintegrare i liquidi e migliorare il comfort post donazione. Ai lavoratori dipendenti viene riconosciuta per legge una giornata di riposo retribuita. Per informazioni AVIS Comunale Castello di Serravalle tel

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

FATTI FURBO... DIFFERENZIA

FATTI FURBO... DIFFERENZIA Per i comuni del Consorzio Canavesano Ambiente Guida alla raccolta differenziata... FATTI FURBO... DIFFERENZIA anche fatti tu furbo...!!!... e al rispetto dell ambiente DIFFERENZIA ANCHE TU!!! Bastano

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE

a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta ndustriali S.r.l. UTENZE DOMESTICHE ervizi. a Colori Campagna di informazione sulla raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta UTENZE DOMESTICHE presentazione Carissimi cittadina /cittadino, torno da te, per raccontarti la nostra esperienza

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani Fare la raccolta differenziata In provincia di Modena, ogni giorno produciamo 1,75 chili di rifiuti a testa. Fare la raccolta differenziata

Dettagli

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. UNIONE DEI COMUNI Agugliano Camerata Picena Offagna Polverigi Santa Maria Nuova Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci. Raccolta differenziata porta a porta. A.T.I. Dal rifiuto una risorsa. Differenziamoci.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio

Imballaggio primario. Imballaggio secondario. Imballaggio terziario. Funzioni primarie dell imballaggio ALTO BELICE AMBIENTE S.p.A. Cos'è l'imballaggio L uomo ha sempre fatto uso di contenitori e già 3500 anni fa le popolazioni egizie immagazzinavano e trasportavano unguenti, oli e vino in contenitori di

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro

Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Comune di Padova Assessorato all Ambiente AcegasAps Raccolta differenziata dei rifiuti nel Quartiere 1 Centro Le 3 Zone di raccolta nel Quartiere 1 Centro Tipo di Rifiuto Cosa conferire Cosa non conferire

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

VERBALE DELLE OPERAZIONI

VERBALE DELLE OPERAZIONI MODELLO N. 15 (PARL. EUR.) Verbale delle operazioni dell ufficio elettorale di sezione per l elezione dei membri del Parlamento europeo spettanti all Italia ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI

Dettagli

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI

CHI L I HA. lo CHIAMAVANO EDIZIONE. Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI FREQUENTAVA VETRI ROTTI 3 EDIZIONE dati 2012 CHI L I HA Ciò che differenzi oggi, avrà una nuova vita domani INDAGINE SUL RECUPERO DEI RIFIUTI NASCONDE UN IDENTITÀ PLASTICA FREQUENTAVA VETRI ROTTI si spacciava per una lattina

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI

INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Rete Nazionale Gruppi di Acquisto Solidali www.retegas.org INDICAZIONI PER L ATTIVITÀ DEI GRUPPI DI ACQUISTO SOLIDALI Febbraio 2007 INTRODUZIONE I Gruppi di Acquisto Solidali (GAS) sono gruppi di persone

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Gran Fondo PUNT DEL DIAU

Gran Fondo PUNT DEL DIAU LANZO TORINESE - SABATO 04 OTTOBRE 2014 Gran Fondo PUNT DEL DIAU REGOLAMENTO LA GARA GRAN FONDO DI CORSA IN MONTAGNA PUNT DEL DIAU avrà una lunghezza di circa km.25 e un dislivello positivo di circa 1450

Dettagli

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia

AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE. per Lecco e provincia AD OGNI RIFIUTO LA GIUSTA DIREZIONE per Lecco e provincia Sacco VIOLA Frazione secca multimateriale L IMPIANTO DI SELEZIONE DEL SACCO VIOLA I sacchi provenienti dalla raccolta, caricati su un nastro trasportatore,

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo

Premiato nel 2008 dalla FIS e FISI come miglior sci club d Italia Riconosciuto nel 2010 dalla FIS tra i migliori 8 sci club al mondo I corsi del C.A.S. in collaborazione con le Scuole Sci Monte Pora, Spiazzi, Vareno, 90 Foppolo e Alta Valle Brembana Stagione 2010-2011 Formula Località Giorno e Orario Livelli Età bus (*) White M. Pora

Dettagli

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via

ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA. L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via 1 ATTO COSTITUTIVO DI ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA L anno 2014 il giorno 11 del mese di FEBBRAIO in Bari (BA) Torre a mare alla Via Pitagora n. 7 alle ore 20,00 si sono riuniti i Sigg.: - Iacobellis

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio

L ECO-UFFICIO. Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Comune di Udine L ECO-UFFICIO Buone pratiche per l efficienza energetica in ufficio Efficienza energetica: di necessità virtù L efficienza energetica non è semplice risparmio: è riduzione del consumo di

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014

DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 DELIBERAZIONE N X / 2525 Seduta del 17/10/2014 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli