Comune di San Giuliano Milanese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comune di San Giuliano Milanese"

Transcript

1 Comune di San iuliano ilanese DETERNZNE DEL DRENTE / RESPNSBLE D SERVZ RTT. 169 E 183 D. LS 267/2000 DETERNZNE n 491/2010 del 22/11/2010 SETTRE: TECNC SERVZ: LVR PUBBLC RESPNSBLE DEL BUDET: arch. Roberto Corradi BETTV D ESTNE: assicurare gli interventi finalizzati alla disinfestazione delle aree e degli edifici comunali ETT: SERVZ D DSNFESTZNE TRENN CPTLT SPECLE D'PPLT, ELENC DTTE E LETTER D'NVT PPVZN PEN D SPES. L DRENTE Richiamata la delibera di Consiglio Comunale n. 40 del avente ad oggetto "pprovazione Bilancio di Previsione Relazione Previsionale e Programmatica e Bilancio Pluriennale 2010/2012."; REDTTRE: TZN CFF "l presente documento è firmato digitalmente a norma del D.Lgs 82/2005 e successive modificazioni."

2 Richiamata la delibera di iunta Comunale n 138 del avente, per oggetto: Piano esecutivo di gestione anno 2010 pprovazione, esecutiva ai sensi di legge; Richiamata la determinazione del Direttore enerale n. 356 del avente per oggetto: Piano Dettagliato degli biettivi anno pprovazione ; Premesso che il scadrà il contratto di appalto inerente il servizio comunale di disinfestazione e che pertanto risulta necessario predisporre tutti gli atti al fine di procedere ad una nuova procedura concorsuale per l individuazione del contraente per il prossimo triennio 2011/2013; Rilevato che il combinato disposto di cui ai commi 10 ed 11 dell art. 125 del D. Lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni consente l affidamento in economia di servizi nei limiti di spesa contenuti al di sotto di ,00 previa : a. individuazione da parte della stazione appaltante delle tipologie di servizi per il ricorso alla procedura del cottimo fiduciario; b. consultazione di almeno cinque operatori economici nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento; Dato atto che con deliberazione della.c. n. 46/2009 sono stati individuati gli oggetti ed i limiti di importo per l acquisizione in economia di beni e servizi tra i quali figurano anche la prestazione dei servizi di disinfestazione ; Visto il Capitolato speciale d appalto per i servizi di disinfestazione del territorio e di ambienti comunali predisposto dal Servizio Tutela mbientale per il periodo , allegato al presente provvedimento per divenirne parte integrante e sostanziale, per un importo delle prestazioni a base d asta pari complessivamente a ,00, inclusi importi per oneri di sicurezza pari a 2.000,00, oltre.v.. 20 %; Visto altresì ed il quadro economico di spesa per detto servizio di seguito riportato: 1. PRESTZN importo base d asta ,00 REDTTRE: TZN CFF "l presente documento è firmato digitalmente a norma del D.Lgs 82/2005 e successive modificazioni."

3 importo oneri di sicurezza 2.000, ,00 2. SE DSPSZNE va 20% sull importo complessivo delle prestazioni ,00 ulteriori prestazioni per imprevisti 9.600, ,00 TTLE ,00 Rilevato che in base all importo a base d asta del servizio, pari a complessivamente a ,00, si può procedere all individuazione del contraente mediante ricorso alla procedura del cottimo fiduciario per servizi così come normato dai disposti normativi sopra citati; Vista la lettera d invito per la procedura in economia; Visto che per detta procedura sono state selezionate le seguenti ditte: BSNSYSTE di ilano FE di ilano D..S. DSNFESTZN PPLT E SERVZ SRL di ilano SS FCLTY SERVCES di ilano ECSP di ilano Ritenuto : di approvare il capitolato speciale d appalto per il servizio di cui trattasi; di approvare la lettera d invito per la procedura del cottimo fiduciario; di approvare l elenco delle ditte sopra individuate da invitarsi alla procedura concorsuale; di dover procedere all impegno di spesa per la copertura finanziaria del quadro REDTTRE: TZN CFF "l presente documento è firmato digitalmente a norma del D.Lgs 82/2005 e successive modificazioni."

4 economico sopra riportato, pari ad ,00; ccertata, dal Dirigente del Settore Economico Finanziario, la copertura finanziaria della spesa come previsto dall art. 153 comma 5 del D.Lgs. 267/00; vute presenti le norme contabili del vigente ordinamento finanziario e contabile del regolamento di contabilità, nonché di tutte le altre norme di legge e regolamenti vigenti D E T E R N 1. Di approvare il Capitolato speciale d appalto per i servizi di disinfestazione del territorio e di ambienti comunali per il triennio allegato al presente atto per divenirne parte integrante e sostanziale. 2. Di approvare la lettera d invito per la procedura del cottimo fiduciario per servizi allegata al presente atto per divenirne parte integrante e sostanziale. 3. Di approvare l elenco ditte da invitare alla procedura del cottimo fiduciario di cui all art. 125, comma 11, del D. Lgs. n. 163/2006 e successive modificazioni ed integrazioni; 4. Di approvare il quadro economico del servizio così come riportato in premessa; 5. Di imputare la spesa complessiva di ,00 come segue: intervento CPTL 307 = 7.000,00/2011 impegno n. 89/ ,00/2012 impegno n. 10/ ,00/2013 impegno n.... intervento CPTL 350 = ,00/2011 impegno n. 90/ ,00/2012 impegno n. 11/ ,00/2012 impegno n di trasmettere copia della presente determina all Ufficio Ragioneria per la registrazione dell impegno. REDTTRE: TZN CFF "l presente documento è firmato digitalmente a norma del D.Lgs 82/2005 e successive modificazioni."

5 L DRENTE STNS FBRZ REDTTRE: TZN CFF "l presente documento è firmato digitalmente a norma del D.Lgs 82/2005 e successive modificazioni."

6 Comune di San iuliano ilanese DETERNZNE N 491 del 22/11/2010 SERVZ D DSNFESTZNE TRENN CPTLT SPECLE D'PPLT, ELENC DTTE E LETTER D'NVT PPVZN PEN D SPES. Si appone visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria con esito FVREVLE. San iuliano ilanese, lì [DT_PREDSPN] l Ragioniere Capo PLT SLB

7 Comune di San iuliano ilanese DETERNZNE N 491 del 22/11/2010 SERVZ D DSNFESTZNE TRENN CPTLT SPECLE D'PPLT, ELENC DTTE E LETTER D'NVT PPVZN PEN D SPES. Pubblicato all lbo pretorio il giorno 02/12/2010 per ivi rimanere a tutto il giorno 18/12/2010 l esso Comunale BRBER TERES Data esecutività: 02/12/2010

8 LLET N. 1 DESCRZNE DE BEN BL CUNL 1. SCUL TERN D V. SERRT S SCUL TERN D V C. PRT S SCUL TERN D V CVLCNT S SCUL TERN D V SEST LL BRLBRD 5. SCUL TERN V L ZVD 6. CENT NR V LBRD SEST ULTERN 7. SCUL ELEENTRE D V CVLCNT S SCUL ELEENTRE D PZZ TL S SCUL ELEENTRE D V PP VNN XX S SCUL ELEENTRE D V L. D VNC BRLBRD 11. SCUL ELEENTRE E ED D V BEZZECC SEST ULTERN 12. SCUL ELEENTRE V L ZVD 13. ex SCUL ELEENTRE D V FLL VBLDNE 14. SCUL ED D V CVUR S SCUL ED D V PP VNN XX S SERVZ NR V DN BSC S CENT NZN D V LBRL BRLBRD 18. CENT NZN V X FEBBR S BLE V TRESTE 52 SEDE SS VS S PLZZ UNCPLE D V DE NCL S BBLTEC D P.ZZ DELL VTTR S DSTCCENT CUNLE V PELLC SEST ULTERN 23, DSTCCENT CUNLE V CVES CVES 24. CNE RSTN S UFFC PLZ UNCPLE, PTEZNE CVLE BRLBRD E ZZN CUNLE 26. PSCN CUNLE V RSRENT S...

9 LLET 4 ELENC PREZZ UNTR 1. intervento di trattamento di disinfestazione larvicida contro le zanzare nei luoghi indicati nel capitolato e nella mappatura presentata dalla ditta aggiudicataria, intendendo per intervento il completamento di ogni ciclo di intervento sui luoghi individuati, compreso monitoraggio, fornitura di prodotti e utilizzo mediante attrezzature adeguate, compreso di operatori, assistenza, sorveglianza del responsabile degli interventi, mezzi, attrezzature ed ogni altro onere avente come fine il completamento e la garanzia del servizio, come previsto dalle norme tecniche del Capitolato : Euro.. per intervento; 2. intervento di trattamento di disinfestazione adulticida contro le zanzare nei luoghi indicati nel capitolato e nella mappatura presentata dalla ditta aggiudicataria, intendendo per intervento il completamento di ogni ciclo di intervento sui luoghi individuati, compreso di fornitura di prodotti, utilizzo mediante attrezzature adeguate, compreso di operatori, assistenza, sorveglianza del responsabile degli interventi, mezzi, attrezzature ed ogni altro onere avente come fine il completamento e la garanzia del servizio, come previsto dalle norme tecniche del Capitolato : Euro..per intervento; 3. intervento di disinfestazione di insetti striscianti negli edifici pubblici intendendo il completamento del ciclo di fornitura, erogazione, installazione, controllo periodico, sostituzione/integrazione delle trappole compreso di operatore, assistenza e sorveglianza da parte del responsabile, mezzi, attrezzature ed ogni altro onere avente come fine il completamento e la garanzia del servizio, compreso gli interventi di disinfestazione con prodotti liquidi o gel in caso si manifesti la presenza delle blatte, come previsto dalle norme tecniche del Capitolato: Euro.per intervento per ogni singolo edificio 4. intervento di disinfestazione contro vespe e insetti vari (diversi da quelli di cui al precedente punto) su richiesta dal Comune intendendo per intervento il completamento di ogni ciclo di intervento sui luoghi individuati, compreso di fornitura di prodotti, e utilizzo mediante attrezzature adeguate, compreso di operatori, assistenza, sorveglianza, come previsto dalle norme tecniche del Capitolato: Euro. Per intervento;

10 Comune di San iuliano ilanese Provincia di ilano SERVZ D DSNFESTZNE DEL TERRTR E D BENT CUNL TRENN CPTLT SPECLE D PPLT ottobre 2010 L'STRUTTRE TECNC Pierpaolo cerno L DRENTE VCR rch. Fabrizio gostinis

11 RT. 1 - ETT DELL PPLT L appalto ha per oggetto l esecuzione dei seguenti trattamenti: a) Disinfestazione preventiva e di emergenza nonché monitoraggio per il contenimento della proliferazione di roditori nelle aree urbanizzate del territorio e degli immobili comunali e loro pertinenze; b) Disinfestazione preventiva e di emergenza nonché monitoraggio contro l ingresso di insetti striscianti negli immobili comunali e loro pertinenze e delle aree urbanizzate; c) trattamento di disinfestazione contro le zanzare nel territorio e aree a verde pubbliche; d) trattamenti di emergenza occasionali contro altri insetti di qualsiasi tipo (vespe, ecc.) negli immobili comunali e loro pertinenze e nelle aree urbanizzate di competenza comunale; L elenco sopra riportato è da considerarsi non esaustivo degli interventi costituenti il servizio in appalto. Questa mministrazione comunale si riserva l insindacabile facoltà di ordinare, all atto esecutivo, tutti gli interventi ulteriori che riterrà necessari, nell interesse della buona riuscita e dell economia dei lavori e secondo quanto disposto dal successivo art. 7. Per una valutazione quantitativa dei trattamenti oggetto dell appalto sono uniti al presente capitolato: (llegato 1) elenco degli edifici pubblici e scuole per gli interventi sopra indicati ai punti a), b), c) e d); (llegato 2) consistenza delle aree per gli interventi di cui al punto c); (llegato 3) cartografia in scala 1: delle rogge coperte e scoperte per gli interventi di cui al punto c); (llegato 4) prezzi unitari offerti dall appaltatore per singola prestazione; Fatta salva la consistenza di ogni tipologia dei cicli di trattamento a contratto, è facoltà del Comune aggiornare gli elenchi dei siti in funzione di esigenze contingenti al servizio. li interventi previsti dovranno essere condotti con la massima scrupolosità e secondo la regola d arte mediante l utilizzo di macchine idonee e di adeguati materiali e manodopera. tale proposito si rimanda alle prescrizioni contenute nelle NRE TECNCHE del presente capitolato. rt. 2 - DURT DELL PPLT E NTRE DE SERVZ. L appalto ha la durata di anni 3 decorrenti dalla data di consegna di cui all art. 10. L importo complessivo d appalto per il triennio è di ,00 oltre V così suddiviso: a. per ,00 oltre.v.. quale importo a base d asta per le prestazioni richieste soggetto a ribasso d asta; 2

12 b. per 2.000,00 oltre.v.. quale importo dei costi relativi alla sicurezza non soggetto a ribasso d asta ai sensi dell art. 86, comma 3-ter, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. L importo contrattuale sarà determinato in base al ribasso percentuale offerto dall appaltatore. l prezzo d offerta, valutato a corpo, deve intendersi comprensivo delle spese generali, degli utili d impresa, dei noleggi, trasporti, costo della mano d opera, predisposizione dei piani di lavoro, assicurazioni, nonché di tutti gli oneri diretti ed indiretti necessari alla realizzazione dei servizi indicati. L appalto verrà aggiudicato al massimo ribasso, fatta salva la possibilità di verifica delle offerte anormalmente basse, così come normato dall art. 86, comma 3, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. Visto l importo a base d asta si procederà secondo il sistema dei servizi in economia di cui all art. 125, comma 11, del D. Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. E fatto comunque obbligo, in sede di presentazione dell offerta, di indicare i costi già ribassati dei singoli interventi di cui all allegato 4) alla lettera di invito (Elenco Prezzi Unitari). RT. 3 TPLE NTERVENT ED NDVDUZNE DELLE PRESTZN servizi oggetto del presente capitolato devono essere erogati tenendo conto delle seguenti linee di indirizzo: prevenzione dell insorgenza dell evento dannoso, mediante monitoraggio periodico dei luoghi a rischio ed interventi mirati ad impedire l insorgere di infestazioni dannose; interventi effettuati con utilizzo di prodotti e metodiche di impiego tali da ridurre il più possibile rischi per persone, animali e l ambiente, diminuendo i disagi per gli utilizzatori delle strutture trattate. servizi intervento: oggetto dell appalto sono suddivisi nelle seguenti e distinte tipologie di 1. nterventi programmati Entro 30 giorni dalla data di consegna dei servizi in appalto, l appaltatore dovrà presentare un calendario annuale di tutti gli interventi previsti nel presente capitolato. L mministrazione Comunale si riserva la facoltà di apportare delle varianti al programma nell interesse della buona riuscita e dell economia dei servizi, senza che l appaltatore possa trarre motivo per avanzare pretese di compensi ed indennizzi di qualsiasi specie, non stabiliti dal presente Capitolato. Prima di ogni intervento la ditta appaltatrice si farà carico di comunicare il programma degli interventi del giorno lavorativo successivo con l indicazione di eventuali variazioni del programma iniziale di cui sopra, con l indicazione dei prodotti utilizzati e dell orario delle operazioni stesse. 2. nterventi urgenti Sono da intendersi interventi urgenti quelli che verranno richiesti a mezzo fax e che dovranno avere inizio entro 24 ore dalla data di ricezione del fax medesimo. 3.nterventi immediati 3

13 n casi di assoluta urgenza l intervento verrà eseguito anche su semplice comunicazione verbale o telefonica della D.L., con successivo inoltro del fax relativo non appena possibile. Tali interventi dovranno essere effettuati immediatamente, comunque in un termine mai superiore a tre ore dalla richiesta, ed in qualsiasi condizione operativa e temporale, 24 ore su 24. La mancata, l incompleta ( o non eseguita a regola d arte), esecuzione degli interventi sopra richiesti comporterà l applicazione delle penali e degli atti conseguenti previsti dall art. 11 del presente capitolato, nonché la nuova esecuzione dell intervento. Tutti gli interventi dovranno essere condotti sotto il controllo e responsabilità del responsabile degli interventi di cui al successivo art. 6. Terminato l intervento dovrà essere inviato al Comune un rapporto entro 48 ore con l indicazione degli interventi effettuati, segnalazione di eventuali mancanze motivate e data prevista per il recupero. La ditta appaltatrice dovrà informare opportunamente e per tempo i responsabili degli immobili (es. nelle scuole saranno informate le Direzioni Didattiche). La ditta dovrà inoltre affiggere il programma degli interventi negli edifici pubblici. Tale programma dovrà contenere anche il nominativo del responsabile, i numeri di telefono e fax della ditta alla quale gli interessati potranno rivolgere segnalazioni o reclami. Sono posti a carico della ditta nel senso che sono già inclusi nei prezzi contrattuali gli oneri economici ed organizzativi relativi alla pianificazione dell informazione preventiva sia ai cittadini che ai soggetti interessati. RT. 4 PN D SCUREZZ E VLUTZNE DE RSCH L appaltatore dovrà presentare a questa mministrazione Comunale, prima della consegna dei servizi in appalto di cui al successivo art. 10, il documento di valutazione dei rischi previsto dall art. 28 del D. Lgs. n. 81 del , con specifiche indicazioni delle misure di sicurezza previste e da adottarsi negli immobili comunali per interventi in presenza di utilizzatori (dipendenti comunali, alunni, personale docente e non docente ecc.) n caso di ricorso al sub-appalto il subappaltatore è tenuto anch esso alla presentazione, tramite l appaltatore principale, del sopracitato documento di valutazione dei rischi. RT. 5 TTREZZTURE E CCHNE PERTRC ltre agli obblighi in materia di sicurezza descritti al precedente articolo, l appaltatore prima della consegna dei servizi di cui al successivo art. 10 dovrà trasmettere a questa mministrazione Comunale l elenco di tutte le attrezzature e macchine operatrici che verranno utilizzate nel corso dell appalto, provvedendo a fornire altresì per ciascun mezzo le relative certificazioni previste per legge (marchiature C.E. e quant altro). Nel caso in cui il Settore Tecnico comunale, nel corso delle proprie verifiche periodiche, accerti che operino macchine prive della suddetta certificazione, si provvederà a diffidare l appaltatore dal loro utilizzo chiedendone l immediata sostituzione con macchine idonee. 4

14 Saranno a carico dell appaltatore tutti gli oneri che questa mministrazione dovrà sostenere per garantire i servizi richiesti, a mezzo di esecuzione d Ufficio, per le cause sopra descritte. li obblighi sopra indicati valgono anche in caso di subappalto e pertanto l impresa subappaltatrice, tramite l appaltatore dovrà trasmettere, contestualmente alla richiesta di autorizzazione al subappalto, la documentazione sopracitata. RT. 6 - RESPNSBLE DEL NTERVENT E SERVZ D REPERBLT l coordinamento dei servizi dovrà essere affidato ad un responsabile della ditta appaltatrice che sarà diretto interlocutore dell mministrazione. Egli dovrà garantire la propria presenza e sorveglianza del personale addetto alla preparazione delle miscele dei prodotti utilizzati, fornire su richiesta del Comune relazioni tecniche indicanti i trattamenti eseguiti, prodotti impiegati, obbiettivi raggiunti. L appaltatore dovrà comunicare il numero degli uomini dei quali si prevede l utilizzo ed un numero telefonico di pronta reperibilità del responsabile degli interventi. RT. 7 - NTERVENT NN PREVST E VRZN Nel caso in cui si rendesse necessario effettuare interventi in numero superiore o diverso da quelli previsti, il Comune provvederà a farli eseguire dall appaltatore assumendo come prezzi di riferimento quelli riportati nell Elenco Prezzi Unitari di cui all art. 2 ovvero con prezzi fissati in contraddittorio tra le parti. Per tali evenienze si provvederà con singoli atti aggiuntivi previo impegno della spesa. L mministrazione qualora si rendesse necessario ordinare l esecuzione degli interventi di cui al presente capitolato presso aree o edifici di proprietà privata, può, in caso di inadempienza del privato, disporre tramite l appaltatore comunale l effettuazione degli interventi suddetti, rivalendosi sul privato stesso per i relativi costi. Sono esclusi dal presente Capitolato tutti gli interventi nelle mense e refettori scolastici soggetti alla normativa di autocontrollo HCCP prevista dal D. Lgs 26/05/1997 n RT. 8 - NRE D SCUREZZ Entro 30 giorni dalla consegna del servizio, l impresa appaltatrice dovrà produrre le schede tecniche di sicurezza dei prodotti impiegati in tutti i trattamenti inseriti nel presente Capitolato nonché le seguenti indicazioni: fotocopie autenticate delle registrazioni del inistero della Sanità, copia dell etichetta. Di ciascun prodotto utilizzato dovranno essere segnalati i periodi temporali di efficacia minima e massima in funzione delle condizioni climatiche e dei luoghi di applicazione. l Comune potrà richiedere percentuali di diluizione (quando previste) maggiori o minori all interno del range di diluizione secondo la diversa tipologia dei luoghi da trattare, le condizioni atmosferiche presenti, il periodo minimo e massimo di efficacia dei prodotti utilizzati dopo i trattamenti. Con riferimento alla Circolare del inistero della Sanità n. 73 del 21/10/76 integrata dalla Circolare n. 10/78 della Regione Lombardia, ssessorato alla Sanità, nonché da quanto 5

15 previsto dal Regolamento Locale di giene, dovranno essere osservate le seguenti disposizioni: tutti i prodotti impiegati devono essere registrati come presidio medico-chirurgici di cui alla L. 23/06/27 n. 1070, R.D. 06/12/28 n. 3112, D.. 20/07/38, D. CS 21/09/54 e successive modificazioni ed integrazioni; l impresa dovrà consentire che l SL verifichi: 1. che le operazioni si svolgono sotto la direzione del responsabile degli interventi; 2. che la preparazione delle miscele sia eseguita da persone che conoscano perfettamente le dosi e la corretta applicazione dei prodotti; 3. che durante lo svolgimento delle operazioni si tenga conto, a seconda delle caratteristiche dei prodotti usati, delle condizioni meteorologiche, nonché della presenza di colture, allevamenti, corsi d acqua e di quant altro possa subire eventuale danno da tali operazioni; 4. che durante l esecuzione degli interventi siano adottate tutte le cautele previste dalla normativa vigente, atte a preservare l incolumità dei cittadini. RT. 9 PRES VSNE DE DCUENT D PPLT L impresa partecipante, deve preventivamente provvedere a prendere visione della documentazione d appalto depositata presso il Settore Tecnico comunale. RT CNSEN DE SERVZ N PPLT. L appaltatore dà atto che la consegna dei servizi in appalto potrà avvenire in pendenza di contratto; in tal caso il Comune provvederà alla dovuta comunicazione via fax intimando un termine non inferiore a 48 per la consegna del servizio luogo, data e ora. Qualora l appaltatore non si presenti, gli verrà ordinato un termine perentorio, trascorso inutilmente il quale l amministrazione potrà rescindere il contratto, o procedere all esecuzione in danno. La consegna risulterà da processo verbale steso in concorso con l appaltatore. RT PENL l mancato rispetto dei termini previsti dal precedente art. 3 comporterà l applicazione delle seguenti penali oltre gli ulteriori eventuali provvedimenti di cui all art interventi programmati per ogni giorno di ritardo rispetto al termine previsto di inizio intervento 150,00 2. interventi urgenti per ogni giorno di ritardo rispetto al termine di inizio intervento 100,00 3. interventi immediati per ogni ora di ritardo rispetto al termine ordinato 50,00 noltre potranno essere applicate le seguenti penali: 6

16 a) mancata presentazione, alla data di consegna del servizio, delle schede tecniche di sicurezza dei prodotti utilizzati o che non hanno preventivamente ed esplicitamente ottenuto l autorizzazione all utilizzo, per prodotto e per ogni giorno di ritardo: 50,00; b) utilizzo di prodotti non conformi a quanto indicato all art. 8 e alle Norme Tecniche del presente Capitolato, o utilizzo di prodotti per i quali non è stata presentata scheda di sicurezza ovvero prodotti non preventivamente ed esplicitamente autorizzati dal Comune: 250,00; c) mancato rispetto delle fasce orarie di intervento indicate nel capitolato: 100,00; d) mancata predisposizione dell elenco con il numero dei contenitori-erogatori installati previsti dal servizio di derattizzazione, per edificio e/o area di per ogni giorno di ritardo : 50,00; e) mancato controllo delle esche presenti negli erogatori o verifica dello stato dell erogatore o eventuale rinnovo : 25,00 per erogatore; RT ESECUZNE D'UFFC DE SERVZ E RESCSSNE DEL CNTRTT Salvi i casi di risoluzione per inadempimento previsti dalla legge, il contratto si intende risolto di diritto : a) quando, durante il corso dei servizi, l'appaltatore, più di due volte diffidato a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento, persiste nel mancato rispetto degli obblighi impostigli; b) quando, nei casi di richiesta di interventi programma di urgenti e/o immediati di cui al precedente art. 3, l'impresa compia le seguenti infrazioni per almeno due volte: - irreperibilità totale - mancato intervento nel luogo indicato - mancata effettuazione degli interventi richiesti. - ritardi nell esecuzione degli interventi La risoluzione del contratto è notificata dalla stazione appaltante tramite lettera raccomandata con avviso di ricevimento. RT CUZNE DEFNTV La cauzione definitiva verrà determinata per un importo pari ad un decimo di quello di aggiudicazione. RT. 14 PENT N CCNT l pagamento delle rate in acconto avverrà con cadenza trimestrale. gni singola rata sarà pari ad 1/12 del prezzo d appalto al netto del ribasso d asta e della ritenuta dello 0,5 % a garanzia degli obblighi previdenziali. Nessun intervento potrà essere liquidato se l appaltatore non provvederà alla trasmissione a questa mministrazione della certificazione a firma del Responsabile degli interventi che gli stessi sono stati eseguiti a norma di contratto. 7

17 Nel caso di interventi di cui all art. 7 le prestazioni richieste verranno liquidate con separati provvedimenti facendo riferimento all Elenco Prezzi Unitari di cui all art. 2. RT. 15 LQUDZNE FNLE La liquidazione finale delle ritenute a garanzia avverrà entro 60 giorni dal termine del servizio previa acquisizione presso gli Enti previdenziali della regolarità contributiva dell appaltatore. RT SUB-PPLT. l subappalto è ammesso nei termini di legge. RT. 17 TRTTENT RETRBUTV E TUTEL DE LVRTR L ppaltatore è obbligato ad applicare integralmente il trattamento economico e normativo stabilito nei contratti collettivi nazionale e territoriale in vigore per il settore, per la zona e per tutto il periodo nel quale si svolgono i lavori. garanzia degli obblighi sulla tutela dei lavoratori, l mministrazione opererà una ritenuta dello 0,50% sull importo netto progressivo dei lavori e delle forniture contabilizzate, da utilizzare in caso di inadempienza dell ppaltatore, salvo le maggiori responsabilità di esso. 8

18 NRE TECNCHE - NTERVENT D DERTTZZZNE LUH D ESECUZNE La derattizzazione dovrà essere effettuata: 1. nelle aree urbane del territorio 2. negli edifici pubblici indicati nell elenco allegato 1 e loro pertinenze quali cortili, aree a verde, parcheggi ecc. Per quanto riguarda il punto 1) l appaltatore dovrà realizzare, entro 60 giorni dalla consegna dei servizi in appalto, una mappatura dei punti critici di possibile infestazione murrina, mediante elaborazione di una cartografia del territorio. n tale mappatura dovranno essere individuati i punti ove posizionare erogatori di esca con esca solida. La mappatura dovrà tenere contento di realtà territoriali particolari quali: aree mercati, discariche abusive, aree incolte, sponde di canali e rogge, scoli e collettori fognari, aree adibite allo stoccaggio provvisorio di rifiuti urbani ecc.. ove i roditori si riproducono più facilmente, e comunque dovranno essere incluse le seguenti aree: lungo il cavo Redefossi, dal confine di San Donato fino a sud del centro abitato all altezza di via Brigate Partigiane ; lungo la linea ferroviaria ilano-bologna per il tratto definito al punto precedente; lungo le rogge Spazzola, erenzana, Visconta, Bonassina, Cavo arocco, Certosa, nnoni-elzi, Canale Vettabbia, per tutto il tratto di attraversamento del centro abitato. Nella mappatura dovranno essere indicati il numero ed il luogo ove i contenitori dovranno essere installati. Tali erogatori dovranno essere resistenti ed inaccessibili a persone e posti in luoghi lontani dalle aree di permanenza di persone, suggeriti dall esperienza. DLT D ESECUZNE E PDTT PET l numero di erogatori di esca per topi da installare negli edifici pubblici e sul territorio deve essere almeno di 300 per eventuali erogatori eccedenti tale cifra non è dovuta dal Comune alcuna somma aggiuntiva. Dovranno essere utilizzati erogatori ad esca protetta aventi le seguenti caratteristiche tecniche: contenimento sicuro dell esca; adattabilità alle esche solide; accessibilità solo al roditore da colpire; resistenza ai fattori meteorologici, sia dell esca che del contenitore (in particolare per i trattamenti all aperto); robustezza; 9

19 colore non vivace per passare inosservati ai bambini; disegno e struttura abbinati al comportamento del roditore target ed alla sua voracità; dimensione e forma non ingombranti; chiusura a chiave speciale maneggevole; possibilità di fissaggio. Solo in ambienti particolari potranno essere utilizzati altri sistemi protetti quali: esche appese, fili appesi e punti di esca temporanei, aventi comunque le seguenti caratteristiche: protezione e inaccessibilità. L utilizzo di questi sistemi alternativi dovrà essere concordato ed autorizzato di volta in volta dall Ufficio Tecnico comunale su richiesta motivata della ditta. Dovranno essere rispettate ovunque le seguenti prescrizioni: negli edifici e nelle scuole non dovranno essere depositate esche nei locali utilizzati dai bambini. li erogatori dovranno essere posizionati in luoghi inaccessibili. li interventi dovranno interessare, oltre l ambiente comprensivo della struttura, anche l eventuale zona verde circostante; nelle zone a verde, ed in genere all aperto, fruite direttamente dai cittadini e dagli animali domestici la derattizzazione verrà effettuata utilizzando esclusivamente dispensatori assolutamente inaccessibili, da fissare al terreno o a pali in posizioni defilate; nelle aree incolte, nelle discariche e in genere lungo le sponde dei canali non frequentate dai cittadini potrà essere autorizzata o richiesta la distribuzione di esche senza erogatori e tuttavia sempre protette. in funzione del livello di infestazione e della dimensione dell area dovranno essere depositati un numero idoneo di dispensatori; la distribuzione dei prodotti dovrà tener conto della possibile assuefazione biologica e quindi resistenza per cui si dovrà aver cura di alternare i formulati utilizzati; per motivi di sicurezza ambientale o in casi particolari potranno essere richiesti dal Responsabile del Servizio cambiamenti dei formulati usati o l uso di altri specifici formulati senza che questo comporti modificazioni del corrispettivo. La ditta aggiudicataria predisporrà per ogni area e edificio monitorato un minimo di 6 interventi annuali, con verifica dello stato dell erogatore, dell esca inserita e del suo eventuale rinnovo. E facoltà del Comune richiedere il monitoraggio di altre zone qualora ci sia la necessità senza che l appaltatore abbia diritto ad alcun compenso aggiuntivo. L elenco degli erogatori, il loro stato, gli interventi effettuati dovranno essere riportati su scheda tipo per ciascun edificio o area di intervento da definire assieme all Ufficio Tecnico comunale con indicazione di : data controllo, prodotto utilizzato, esito controllo, e le altre notizie ritenute necessarie. Una copia della scheda dovrà essere posizionata in ciascun edificio in luogo visibile da definire con la D.L. o con altro soggetto responsabile (es. Direzioni Didattiche nelle scuole). La scheda sarà aggiornata ad ogni intervento. 10

20 Qualora sia accertata la presenza di roditori dall appaltatore o dal Comune si dovrà procedere a: a) eseguire interventi di derattizzazione specifici fino alla risoluzione del problema b) provvedere alla rimozione e smaltimento dei roditori catturati o uccisi c) eseguire un intervento di disinfezione (solo all interno degli edifici pubblici) d) qualora nell area interessata vi è la presenza di bambini (scuole, asili ecc..) dovranno essere concordate con la Direzione Scolastica le norme ed i comportamenti da adottare. Per quanto riguarda il punto c) l azienda dovrà predisporre una relazione con le norme di comportamento da adottare in caso di rinvenimento all interno di edifici di topi o escrementi. n particolare ove vi è la presenza di bambini (scuole, asili ecc..) l costo delle prestazioni sopra indicate è già remunerato nel prezzo d appalto senza che l appaltatore possa chiedere qualsivoglia corrispettivo ulteriore. prodotti derattizzanti usati non devono costituire pericolo per la salute di persone e animali; pertanto dovranno essere a tossicità selettiva per i murridi e a minima tossicità per gli altri mammiferi, del tipo cumulativo-ritardato. Tali prodotti dovranno essere registrati presso il inistero della Sanità e comunque devono essere anticoagulanti, scelti fra i principi attivi seguenti: bromadiolone, difenacum, cumutetralil, brodifarcum. n tutte le aree monitorate o sottoposte a trattamento di derattizzazione devono essere installati dei cartelli segnaletici con indicazione dei motivi, della data delle operazioni e delle cautele da prendere a tutela delle persone e delle cose. Qualora i contenitori risultino danneggiati o scomparsi la concessionaria avrà l obbligo di sostituirli senza pretese di compensi ed indennizzi aggiuntivi. RNZ decorrere dalla consegna dei servizi e fino allo scadere del contratto, ogni inconveniente determinato da topi presenti nelle aree esterne ed edifici comunali, dovrà essere tempestivamente risolto mediante esecuzione di idoneo trattamento mirato. suddetti trattamenti non saranno oggetto di pretese di compensi ed indennizzi aggiuntivi a quelli indicati dal presente capitolato. - NTERVENT DSNFESTZNE CNT NSETT STRSCNT Per insetti striscianti si intendono principalmente blatte, scarafaggi, formiche, ecc. LUH D ESECUZNE li interventi dovranno essere effettuati in tutti gli edifici comunali come da elenco allegato 1. DLT D ESECUZNE Periodicamente dovranno essere effettuati interventi di disinfestazione pari a 4 interventi annui per edificio sia all interno che nella parte immediatamente esterna agli edifici. 11

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI

CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI Provincia di Salerno Area Tecnica Assetto ed Utilizzazione del Territorio CAPITOLATO SPECIALE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DERATIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE SULLE AREE PUBBLICHE COMUNALI ART.1

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente

COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente COMUNE DI NISCEMI PROVINCIA DI CALTANISSETTA Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente OGGETTO: SERVIZIO DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE IN TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE, NELLE SCUOLE E EDIFICI PUBBLICI

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI

CAPITOLATO D ONERI Allegato A2 (composto da n. 17 pagine) PARTE I CONDIZIONI GENERALI PROVINCIA REGIONALE DI ENNA denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. 8/2014 C.F. 80000810863 TEL. +390935521111 Fax +390935500429 Piazza Garibaldi, 2 SETTORE VI Territorio Pianificazione

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove

ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA. I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente BANDO DI GARA I.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: ENEA - Ente per le Nuove tecnologie, l Energia e l Ambiente - indirizzo postale:

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

Settori. Personale qualificato. Chi siamo

Settori. Personale qualificato. Chi siamo Settori Pubblico Pulizia di edifici di Pubbliche amministrazioni seguendo le richieste indicate nei capitolati d oneri, controllate inoltre delle specifiche norme UNI EN ISO 9001 e SA8000. Privato personalizzati

Dettagli

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI

COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI COMUNE DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO DI ACCESSO AGLI ARCHIVI COMUNALI Approvato con deliberazione G.C. n. 45 del 27/11/2008 esecutiva il 10/01/2009 Depositato in Segreteria Generale con avviso

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana

COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana COMUNE DI BOLOGNA Settore Salute, Sport e Città Sana SERVIZIO PER GLI INTERVENTI LARVICIDI ED ADULTICIDI PER LA LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE, DERATTIZZAZIONE E DISINFESTAZIONE CONTRO ALTRI INFESTANTI, IN AREE

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano.

Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i. Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Associazione intercomunale del Gemonese Gestione associata dell Ufficio Opere Pubbliche tra i Comuni di Gemona del Friuli, Montenars e Bordano. Prot. n. 5789 Bordano, 04.12.2014 POR FESR 2007 2013 Obiettivo

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA

AVVISO PUBBLICO SPORTELLO SOCIALE PER MINORI E GIOVANI ADULTI A RISCHIO PENALE CON PROBLEMI DI TOSSICODIPENDENZA AVVISO PUBBLICO E DISCIPLINARE DI GARA D APPALTO Affidamento di servizio di cui all allegato II B Art. 20 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii. Affidamento di n. 1 azione progettuale denominata Sportello sociale

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012

Pubblicata in G.U. n. 265 del 13.11.2012 Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE Direzione Generale per la regolazione e dei contratti pubblici Circolare prot. n.

Dettagli

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS

COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS COMUNE DI GONARS COMUNE DI LINGUA E CULTURA FRIULANE COMUN DI GONÂRS COMUN DI LENGHE E CULTURE FURLANIS UFFICIO LAVORI PUBBLICI LAVÔRS PUBLICS Tel. 0432 99 20 21 - Fax 0432 99 20 51 lavori.pubblici@com-gonars.regione.fvg.it

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI

COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI COMUNE DI CIVITAVECCHIA Provincia di Roma SERVIZIO LAVORI PUBBLICI AVVISO PUBBLICO PER L USO TEMPORANEO E SUPERFICIARIO DI UN AREA PUBBLICA SITA NEL PZ9 POLIGONO DEL GENIO Vista: IL DIRIGENTE la presenza

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO

COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO COMUNE DI LENDINARA Provincia di Rovigo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DIFESA DELL ASSETTO IDRAULICO DEL TERRITORIO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n 74 del 30.11.2009 ESECUTIVO DAL 28.12.2009

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU)

REGIONE TOSCANA. AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) REGIONE TOSCANA AZIENDA U.S.L. N. 12 di VIAREGGIO (LU) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO LIBERO PROFESSIONALE A T. D. PER L'ACQUISIZIONE DI PRESTAZIONI

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4

Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo 4. Art. 2: Ripartizione Generale dell incentivo fra le attività 4 Regolamento per la ripartizione e l erogazione dell incentivo ex art. 92 D. lgs. 163/06 e s.m.i. 1 INDICE TITOLO I :PREMESSA 3 Art. 1: Modalità di distribuzione dei compiti che danno diritto all incentivo

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

1a parte SEDUTA PUBBLICA. Preliminarmente il Dirigente espletante la procedura di gara dà atto che:

1a parte SEDUTA PUBBLICA. Preliminarmente il Dirigente espletante la procedura di gara dà atto che: Verbale di gara ufficiosa mediante cottimo fiduciario, ai sensi dell art. 125, comma 11 del D.Lgs. n. 163/2006 e dell art. 6 del Regolamento per l esecuzione di forniture e servizi in economia approvato

Dettagli

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA

AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA PRESENTAZIONE DELL OFFERTA AL COMUNE DI CARPENEDOLO SERVIZI ALLA PERSONA Mod. PRES 1. PRESENTAZIONE DELL OFFERTA Per la pubblica gara avente ad oggetto Procedura aperta per l affidamento del servizio di assistenza ad personam Periodo

Dettagli

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA

AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA AVVISO PUBBLICO DI TRATTATIVA PRIVATA PER LA CESSIONE DELLA FARMACIA COMUNALE IN LOCALITA BUSTA In esecuzione della deliberazione di Giunta Comunale n. 17 del 14.02.2011 è indetta trattativa privata per

Dettagli

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi

Aggiornamento dell Albo dei fornitori di beni e servizi MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA ASSE IV LEADER Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale: l Europa investe nelle zone rurali Programma di Sviluppo

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO

NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO NOTA INFORMATIVA PER I PIANI DI LAVORO PER LA RIMOZIONE DI MATERIALI EDILIZI IN CEMENTO-AMIANTO E IN VINIL-AMIANTO In base all art. 256 del D. Lgs. 81/2008, così come modificato dal D. Lgs. 106/2009, i

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA

INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA INVITO A MANIFESTARE INTERESSE PER LA CONDUZIONE E LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI PULIZIA E SANIFICAZIONE E DI ASSISTENZA BAGNANTI E PULIZIA VASCHE DEGLI EDIFICI E DELLE PISCINE, NONCHE DI ACCOGLIENZA

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli