DA NOI UN ESTATE NUDA DI EVENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DA NOI UN ESTATE NUDA DI EVENTI"

Transcript

1 Quindicinale Indipendente d Informazione del IV Municipio ANNO XXVI - N. 8 - LUGLIO COPIA GRATUITA [ Via Val Maggia 32 - Tel ] DA NOI UN ESTATE NUDA DI EVENTI IL VASCELLO FANTASMA TOCCA I SOLITI PORTI, MA DA NOI VA ALLA DERIVA Siamo nati per soffrire. Noi cittadini del nord-est romano (IV Municipio) siamo offesi ed un po umiliati per gli zero euro ed eventi dell estate romana previsti nel nostro territorio. L Assessore capitolino Gasperini, ci ha letteralmente ignorati nei 3 milioni di euro a disposizione del Comune di Roma per gli eventi estivi. Cultura ZERO, teatro ZERO, spettacolo ZERO per quartieri cantieri che come un incubo aspettano il traffico di settembre. [Riccardo De Cataldo] Capitano Alemanno, il tuo ammiraglio assessore alla cultura Gasperini guida un vascello fantasma illuminato nei porti di sbarco tiberini dai soliti stantii eventi. Va fiero di un Estate Romana che definisce addirittura "vacanza intelligente" Snocciola cifre di oltre cento manifestazioni mettendo insieme, in un unico calderone autocelebrativo, la presentazione di un libro e il grande concerto. Una maionese fatta di sfilate di moda, musei aperti la notte, danza ed arene cinematografiche, i soliti comici, il gay village, fitness, un po' di teatro colto e musica d'autore, rock, ma niente movida giovanile. 3 milioni di euro per finanziare le solite associazioni, le collaudate strutture e i loro. manager, con una spolveratina a quelle piu' vicine al neo assessore. Il barcone della cultura capitolina sbarca ed imbarca in continuazione popolo, da Testaccio all'isola Tiberina, da Trastevere al Gianicolo fino a Villa Pamphili, poi nuovamente il vascello tocca il centro di Roma e li' musei, sfilate, musica all'ombra del Colosseo per poi proseguire verso il Foro Italico con il solito Cineporto a Ponte Milvio e l'auditorium. Coinvoglia anche i malati del fitness a Tor di Quinto. Il vascello di quest'estate romana si compiace di apparire nei piu' prestigiosi parchi e terrazze romane. Villa Celimontana, Vill'Ada, il Giardino degli Aranci, ma riesce a mandare emissari anche a San Lorenzo e Garbatella. Un minestrone caotico in cui ci puo' stare un po' di tutto, a patto pero' che la firma in calce dell'ammiraglio nel diario di bordo appaia ben chiaro. Mentre una notte romana finisce e i manager e i cocomerari contano gli incassi, la massa fa ritorno a casa e sul pontile del vascello il clan assessorile guarda compiaciuto con l'aria di chi vorrebbe dire: tutto questo è mio. Poi il Vascello naviga senza nocchiero ed in balia della corrente, raggiunge la confluenza fra Tevere ed Aniene, ma li non c'è nessuno da imbarcare, tutto intorno, sia che prenda la strada verso Settebagni sia che si diriga verso Montesacro, regna il silenzio, fino a Talenti: qui il barcone va alla deriva di un'estate romana nuda di cultura, spettacolo o qualsiasi evento. L'ammiraglio Gasperini, assessore agli eventi culturali, si è dimenticato completamente di noi, non prevedendo nulla. Forse ha pensato che in un territorio offeso dal traffico, dalle gru e dal cemento, sia sufficiente che a cantare debbano essere i... cantieri. BUONE VACANZE!!! CI RIVEDIAMO IL 20 SETTEMBRE LA DIFFICILE LOTTA PER IL NOSTRO FUTURO [di Luca Coniglio] L incontro appena tenutosi tra il presidente del Municipio Bonelli, e i volenterosissimi comitati di quartiere del nostro territorio, in merito prolungamento Metro B1, è un passo iniziale ma fondamentale sulla strada della partecipazione. Nelle quasi tre ore di riunione sono stati toccati moltissimi temi, che dovranno essere sviluppati nei prossimi mesi. Per ora le certezze sembrano essere due: IL MERCATO DI VAL MELAINA RIMANE AL SUO POSTO e la inutile stazione Vigne Nuove dovrebbe essere costruita più in la lungo via Conti. Dopo gli sforzi del comitato Giulio Antamoro, IL DEPOSITO METRO B1 SI POSIZIONEREBBE NON PIU SULLA COLLINA DEL NEW GREEN HILL MA IN UNA ZONA OLTRE IL GRA. Sarebbero due ottime notizie ma, come abbiamo purtroppo imparato a nostre spese, il Municipio e il Comune, nelle persone di Bonelli e Aurigemma, viaggiano su binari paralleli che, spesso, non si incontrano. In attesa di verificare la realtà di queste promesse, prendiamo finalmente atto dell inizio di quel processo partecipativo che, come espresso più volte dai Comitati nel loro insieme, è un dovere delle istituzioni

2 Pagina 2 VERSO TIBERANIUM Luglio 2011 NON BASTA PIU'... SE VOGLIAMO SALVARCI Ora più che mai deve partire il progetto TIBERANIUM per ridare dignità ed identità ai nostri quartieri [di Riccardo De Cataldo] Cari concittadini, di Montesacro, Valli, Talenti, Nuovo e Colle Salario, Serpentara e Fidene, Castel Giubileo e Settebagni, Tufello e Vigne Nuove, Bufalotta, Cinquina, Marcigliana. cari nuovi residenti di Casal Boccone, Casale Nei e Porta di Roma, a voi mi rivolgo per sollecitarvi una riflessione sul tipo di vita quotidiana che oggi vi si prospetta. Per lo piu siete rinchiusi nelle vostre case bunker dominate da inferriate ed antifurti contro una delinquenza pseudo culturale o criminale. Man mano abbiamo perso identita, appartenenza, aggregazione, solidarieta tipiche di una contiguita abitativa, che spesso se non fastidio o al peggio odio, genera sempre piu indifferenza. Ogni piazza dei nostri quartieri, anche quelle che potevano contare su uno spazio verde, sono miserevolmente scomparse. Simbolo fra tutte, Piazza Sempione, ormai un Le piscine acquitrino abbandonate di Viale Adriatico La sede del IV Municipio L ospedale rudere di Via della Marcigliana maxiparcheggio ad uso del palazzetto della politica locale, poi abbiamo perso Largo Valsabbia, piazza Talenti, piazza Conca d Oro, piazzale Adriatico, piazzale Jonio, piazza Ateneo Salesiano, piazza Filattiera, piazza Minucciano, l.go Valtournanche, piazza Benti Bulgarelli. Aggredite dal traffico e dai parcheggi, diventate corsie di scorrimento, trasformate in capolinea e spogliate del verde che le caratterizzava, per inqualificabili ristrutturazioni ad uso box interrati o fermate metro. Quindi piu nulla che ci faccia essere citta. Cantieri, cartelloni e manifesti abusivi, lavori in corso, raccolta rifiuti indecenti, furti, strade e marciapiedi dissestati, insicuri e sporchi e naturalmente traffico, Via Prati Fiscali, viadotto Valli e via Nomentana ormai ingorgo cronicizzato, raccolgono il flusso di zone fino a dieci anni fa immuni, Via della Bufalotta, via Vigne Nuove, via Fucini, via Casal Boccone sono oggi una striscia continua di auto provenienti dalle nuove residenzialita spalmate per interessi e consentite da una politica fin troppo connivente senza alcun supporto di servizi, programmazione viaria e controllo delle opere. Molto ci sarebbe da dire sui servizi alla persona, a partire da quella piu indifesa o disagiata, sulla mancanza di una valida struttura sanitaria, sull inesistenza di spazi pubblici, sportivi, culturali, aggregativi in una citta come la nostra che conta ormai trecentomila abitanti e che per dimensioni è la dodicesima d Italia, ma che ha la sfortuna di non chiamarsi Messina o Parma, ma semplicemente in modo burocratico e riduttivo, IV municipio. QUINDI, CARI CITTADINI SE QUESTA E LA CITTA CHE VOLETE, TENETEVELA! MA IO, RICCARDO DE CATALDO, FONDATORE DE LA QUARTA, PADRE DI QUAT- TRO FIGLI, DI CUI DUE SOTTO GLI OTTO ANNI, CITTADINO PREOCCUPATO DEL LORO FUTURO E DELLA COMUNITA CON LA QUALE CRESCONO. CONSAPEVOLE CHE DIFFONDERE, DENUNCIARE E PROPORRE QUALCOSA DI UTILE PER LA NOSTRA COMUNITA, NON BASTA PIU. CHE LA POLITICA SERVE SOLO A CHI LA FA E CHI LA FA, LA FA SOLO PER SE STESSO. CHE L IMPEGNO, L ONESTA, LA VOLONTA DI GUARDARE IN FACCIA I PROBLE- MI SPESSO CONTRASTA COL TORNACONTO PERSONALE DI CHI CI AMMINI- STRA O PEGGIO CON L INTERESSE DEI POTERI ECONOMICI CORRELATI CON IL GRUPPO DI APPARTENENZA CHE I COMITATI LE ASSOCIAZIONI I GRUPPI SPONTANEI CITTADINI, QUANDO NON NASCONDONO INTERESSI APICALI POLITICI, POCO POSSONO CONTRO LO STRAPOTERE DEL SISTEMA POLITICO AFFARISTICO CAPITOLINO. BEN CONSAPEVOLE DELLA INCAPACITA AGGREGATIVA E DEL DISIMPEGNO ORMAI CRONICO CITTADINO. PROPONGO: UN PROGETTO AMPIAMENTE CONDIVISO E PARTECIPATO DENO- MINATO TIBERANIUM CITTA NELLA CITTA DI ROMA FRA TEVERE E ANIENE PER UNA NUOVA DIGNITA PER I NOSTRI QUARTIERI UN TAVOLO DI LAVORO, L ISTITUZIONE DI COMMISSIONI TEMATICHE E TERRITORIALI APERTE A TUTTI, LA DIFFUSIONE LIBERA ATTRAVERSO I MEDIA LOCALI, SOCIALNETWORK, INI- ZIATIVE, INCONTRI, REDAZIONI MOBILI, FESTE DI QUARTIERE, MANIFESTAZIO- NI SPORTIVE E CULTURALI, SPONSOR DEI NEGOZI DI QUARTIERE, IL COINVOL- GIMENTO DELLE SCUOLE, DELLE PARROCCHIE. INSOMMA DA SETTEMBRE CI METTEREMO IN GIOCO PERCHE LA POLITICAZIEN- DA DEI PARTITI CISONOSOLOIO DEBBA FARE I CONTI CON UNA NUOVA REALTA SPEDITE A COSA NE PENSATE, COME DEBBA TIBERANIUM ESSERE STRUTTURATA,TUTTO è ANCORA DA FARE INSIEME NUMERO VERDE:

3

4 Pagina 4 METRO Luglio 2011 CANTIERE CHE VA, CANTIERE CHE VIENE. E ADESSO, ARRIVANO I RALLENTAMENTI NEL CANTIERE DI VIA MONTE S. SEVERO Tabelle di marcia che stentano ad essere rispettate e un impatto sempre più pesante sulla vivibilità del territorio: la situazione fra i cantieri della Metro B1 di Val Melaina e Scarpanto [di Tommaso De Bianchi] Icittadini del IV Municipio si trovano ormai accerchiati dai cantieri. Un labirinto di strade chiuse, viabilità cambiata nel giro di pochi mesi, traffico che ormai assedia ogni angolo del territorio. Non si fa in tempo gioire per la chiusura di un cantiere, che ecco spuntarne subito un altro in sostituzione; per non parlare poi di quelli già esistenti e che lentamente si trascinano nel tempo. Nel giro di pochi isolati troviamo transenne ovunque: per i lavori di allaccio del gas a Via Monte S. Savino, agli scavi per la Metro B1 in Via Isole Curzolane e zone limitrofe, al vecchio cantiere di Via Scarpanto. E questo quando ancora non si placa la polemica per il prolungamento della Metro B1 a Porta di Roma. La pazienza dei cittadini ormai non ha più limite, ma ciò che è insopportabile, oltre la polvere, il rumore, il traffico, è la sospensione dei lavori, come è accaduto per il cantiere Ater di Via Monte S. Severo. L interruzione delle attività procrastina a scadenze indefinite la conclusione dei lavori ed il ripristino della normalità. A quando la rimozione delle transenne e la restituzione delle aree urbane ai cittadini? Non si può più nascondere che viviamo in un Municipio in piena emergenza viabilità e soprattutto vivibilità. L interruzione di cantieri già avviati, oltre all ovvio rallentamento per la data di consegna dell ultima e agognata stazione della Metro B1, rappresenta l ennesimo schiaffo alle tante attività commerciali e ai residenti costretti a sopportare ancora a lungo una situazione che sconvolge gli abituali ritmi di vita di un quartiere. Ciò che ancora manca, sono le risposte sul reale impatto dei lavori nelle zone più densamente popolate del Tufello, da parte dell amministrazione capitolina, risposte che, tuttavia, i residenti di Via Scarpanto e aree limitrofe, attendono ormai da troppo tempo, ben prima della posa della prima pietra nei cantieri di Val Melaina. PROLUNGAMENTO B1: IL GRANDE BLUFF La Metro fino a Porta di Roma costerà 645 milioni di euro, non 480 come inizialmente previsto. Quanto cemento ci vorrà per finanziare le talpe? [di Tommaso De Bianchi] Questo benedetto prolungamento Metro b1 fino a Bufalotta ci costerà molto caro, più di quanto inizialmente previsto, cioè una spesa intorno ai 480 milioni di euro. Ce ne vorranno 645 per la precisione, interamente finanziati tramite Project Financing che, in parole povere, vuol dire altri milioni e milioni di metri cubi di cemento che pioveranno sul IV Municipio. Uno dei tanti lati paradossali di questa singolare storia è che, per ottenere queste vitali informazioni, ci è voluto di lodevolissimo Comitato di Quartiere Serpentara, presieduto da Mimmo D Orazio che, dopo aver messo sotto torchio l assessore alla mobilità del Comune, Aurigemma, e la consigliera comunale Gemma Azuni, ha svelato l arcano. I vuoti di sceneggiatura però rimangono, e sono tanti. In primis una palese lontananza tra il Municipio, l istituzione di prossimità, nella persona di Bonelli, e il Comune di Roma, rappresentato in questo caso dall assessore Aurigemma. Non solo non c è sintonia, non solo il Comune sa e fa cose che il Municipio ignora e/o non può fare, ma i due protagonisti non se le mandano certo a dire e si litigano le iniziative per la partecipazione della cittadinanza. Agli inviti di Bonelli nei confronti di Aurigemma ad ascoltare i cittadini e le loro esigenze, l assessore risponde che Bonelli parla di problemi già risolti e che Il Ruolo di amministratore è diverso da quello di bullo di quartiere. Questa assoluta mancanza di sintonia si ripercuote inevitabilmente sull efficienza dell amministrazione. Ed ecco che allora all incontro tra Bonelli ed i comitati di quartiere, il 4 luglio, succede che Aurigemma ed i suoi tecnici non si presentano e che il presidente del nostro Municipio, lodevole per impegno, sembra cadere dalle nuvole quando gli viene comunicato che le compensazioni da 1,5 milioni di metri cubi previste tra New Green Hill e Via Conti non bastano a finanziare 645 milioni di euro. Qui arriviamo al secondo punto, fondamentale. Se all epoca della famosa delibera Bufalotta 1,5 milioni di metri cubi di nuove edificazioni corrispondevano a circa 80 milioni di euro di oneri versati dai costruttori, il prolungamento B1, che costa 645 milioni di euro, ha bisogno di una compensazione prevista tra i 10 e i 15 milioni di metri cubi di cemento!! Ma siamo matti? Sarebbe una mostruosità che farebbe impallidire la già mostruosa porta di Roma, una mare di cemento! Fare i catastrofisti in questi casi non è mai bello ma se, come ha recentemente ribadito Aurigemma: L opera sarà interamente finanziata da capitale privato, questo vuol dire che il IV municipio pagherà per la Metro b1 fino a Porta di Roma un prezzo altissimo, che condannerebbe per sempre le future generazioni. Forse non c è neanche bisogno di usare il condizionale visto che, mentre Bonelli convoca le ammirevoli riunioni con i comitati, al Campidoglio si va spediti e la conferenza dei servizi ha già approvato il progetto e, come scritto sul Sole 24 ore del 29 giugno, entro sei mesi saranno e effettuate le gare di appalto e si troveranno i finanziatori, i benefattori che ci daranno finalmente la Metro, ad un prezzo altissimo.

5 Luglio 2011 VIABILITA Pagina 5 ROTONDA PIAZZA CIVITELLA PAGANICO: BUONA LA RIQUALIFICAZIONE MA ERRORE NELLE FRECCE DI SVOLTA La segnaletica orizzontale in prossimità della rotonda obbliga gli automobilisti a svoltare a destra [di Alessandro Oricchio] Sono finalmente conclusi i lavori per la realizzazione della nuova rotonda di piazza Civitella Paganico che, oramai già qualche settimana, è praticamente attiva nella regolamentazione del traffico locale di Nuovo Salario. Nonostante i vari dubbi sulle dimensioni piuttosto eccessive di questo nuovo arredamento urbano del quartiere, la rotonda non sembra aver avuto ripercussioni sulla fluidità del traffico, come si temeva durante la fase di costruzione. Al centro della rotatoria, inoltre, è stato costruito ad hoc un enorme vaso all interno del quale è stata sistemata una pianta, per dare un po di colore ad un incrocio di vie che è stato letteralmente invaso dalle nuove colate di cemento. Tuttavia, se la rotonda sembra essere funzionale nella regolamentazione del flusso di traffico della zona, c è un dettaglio che ha lasciato stupiti i pendolari che si sono imbattuti per la prima volta nella nuova rotonda. In coincidenza con gli incroci di via Gualterio, via Vaglia, via Seggiano e via Suvereto la segnaletica orizzontale appare errata: arrivando in prossimità della rotonda, infatti, ci si ritrova davanti ad un indicatore di direzione che obbliga l automobilista o il motociclista a svoltare necessariamente a destra, anziché offrire la doppia possibilità, quella di proseguire la marcia in direzione della rotonda per andare dritto. Molto probabilmente questo errore dipenderà dal work in progress, e crediamo che venga risolto al più presto. Nel caso contrario abbiamo pensato di dare voce alle diverse segnalazioni dei cittadini che ci sono arrivate in redazione, in modo tale che, avendo esposto tale problematica sul nostro giornale, venga risolta nel minor tempo possibile. VIABILITA : CAOS A TALENTI, SGOMENTO A SERPENTARA, DEGRADO A VAL MELAINA 3 brevi segnalazioni dei cittadini riguardo l incuria che regna lungo le strade dei nostri quartieri [di Alessandro Ceravolo] Puntuali come il caldo di luglio, i primi effetti dei lavori di riorganizzazione stradale lungo via Ugo Ojetti si stanno facendo sentire soprattutto nelle strette direttrici limitrofe. Nella affannosa ricerca di percorsi alternativi per evitare il cantiere, le automobili finiscono per ritrovarsi in coda lungo le parallele, anche a causa di una curiosa organizzazione di sensi unici. Tutte le strade portano a S. Achille. Non è un simpatico detto di Talenti ma la constatazione di una verità che i residenti ben conoscono: via Stampa, via D Ovidio, via Torelli, via Tilgher queste 4 direttrici convergono tutte su via Giovanni Verga causando, come facile prevedere, continui ingorghi. I preannunciati mesi di lavori lungo l asse principale non possono che intimorire ulteriormente gli abitanti delle strade laterali, sottoposti ad un surplus di automobili che finirà per congestionare definitivamente un area già vicina al collasso proprio a causa del traffico. La seconda tappa del nostro viaggio si apre con una lieta notizia: dopo anni di richieste e reclami è stata finalmente installata la segnaletica verticale per la rotonda di viale Lina Cavalieri alla Serpentara. L evento, salutato con stupore dalla cittadinanza, è stato però rovinato da un dubbio, insinuatosi furtivo nelle menti di chi osservava il cartello stradale quasi fosse una reliquia: se c è voluto tutto questo tempo per un palo ed un piatto di metallo, quanto dovremo aspettare per veder dipinta in terra la segnaletica orizzontale? Quel dare la precedenza servirebbe proprio ad evitare i continui rischi di impatto in una rotonda che non viene percepita come tale. Intanto, a pochi metri di distanza, il semaforo davanti al mercato di via Talli è totalmente coperto dal verde degli alberi. Le auto che sfrecciano, inconsapevoli del passaggio pedonale, sono spesso costrette a inchiodare alla vista improvvisa di un rosso che si scorge appena tra le fronde della vegetazione. Basterebbero delle cesoie per evitare di mettere a repentaglio la vita di chi tenta di attraversare. A proposito, nonostante gli annunci fatti, per la risistemazione dell incrocio davanti alla scuola Chiovini siamo ancora in attesa Nel frattempo il lento ma inesorabile declino di Val Melaina prosegue senza sosta e le strade intorno al cantiere Metro di via Scarpanto sono in mano ai topi. Tra polveri, rumori e camion che sfrecciano, l incuria e il degrado dell area prospiciente la ormai sbancata collina del Redentore ha raggiunto vette senza precedenti. Le auto che passano, magari nella speranza di trovare un posteggio, sono costrette, il più delle volte senza successo, a schivare le voragini con manovre più vicine al fuori strada che al transito cittadino. I pedoni, intanto, già incupiti da uno scenario esteticamente poco gratificante, saltano tra quello che resta dei marciapiedi convivendo con cataste di immondizia al ciglio della strada. L attesa per ciò che sarà non può rendere invivibile il presente. Il mantenimento della decenza sarebbe tra gli obblighi di chi gestisce i cantieri ma, tant è abbiamo già visto come va a finire. È il triste destino delle aree toccate dai lavori B1. Sotto ora con Veglia e Isole Curzolane. Abbiamo provato a dar voce alle richieste dei cittadini. Che le necessarie (e facilmente raggiungibili) soluzioni arrivino celermente o sarà un estate davvero torrida. E un settembre ancora peggiore.

6

7 Luglio 2011 SOCIETA Pagina 7 [di Luca Coniglio] LA LENTA AGONIA DI VILLA TIBERIA Cassa integrazione e taglio dei posti letto: dopo l ultima stangata della regione, la storica casa di cura rischia la chiusura caldissima quella di Villa Tiberia, storica casa di cura di Talenti e unico presidio ospedaliero pubblico in tutto il IV Municipio. Nonostante la E un estate notevolissima produttività della struttura, che ogni giorno elargisce moltissime prestazioni sanitarie e permette di smaltire le affollate pratiche di un territorio immenso e privo di ospedali come il nostro, Villa Tiberia è bersagliata dai tagli. L ultima stangata della Regione ha ridotto il finanziamento complessivo da 25 a 17 milioni di euro, più di un quarto del totale, una cifra che metterebbe in ginocchio qualsiasi tipo di struttura. Ed ecco che sono dovute scattare le contromisure per la sopravvivenza: taglio di 17 posti letto, con una capienza generale che scende a 140 posti totali, 4 giorni al mese di cassa integrazione per tutto il personale strutturato, 260 persone che rischiano il posto di lavoro. Ci troviamo nel paradosso di una struttura come la nostra, produttiva, efficiente, essenziale per tutto il IV municipio che, invece di essere potenziata, viene affossata, ci dice l amministratore di Villa Tiberia. Effettivamente, pur conoscendo l enorme buco nella sanità laziale, si conoscono ancor di più le gravissime carenze della sanità locale, quella di Montesacro e di tutto il IV Municipio, una città grande come Bologna che non possiede neanche un pronto soccorso. Se una persona si sente male viene portata al Pertini, una struttura satura, lontana e difficile da raggiungere a causa del traffico. Queste non sembrano le condizioni che permettano il taglio di una struttura come la nostra, aggiunge sempre l amministratore. In un regime di tagli come questo, anche investimenti che avrebbero fatto di questa clinica un centro ancor più all avanguardia (ricordiamo già il rinomato reparto oculistico) sono stati soppressi. Tutto sembrava pronto per importante ampliamento del reparto di cardiologia, che avrebbe permesso delle cure molto avanzate ed innovative ma, anche in questo caso, la Regione ha deciso di bloccare tutto, sostenendo che ci sono strutture che vengono prima nella lista dei finanziamenti da elargire. Se dal punto di vista del servizio e della sua importanza per i cittadini, le cose stanno andando male, anche per quanto riguarda l occupazione la situazione è sempre il bilico. Come detto 260 persone tra medici, infermieri, ausiliari, tecnici, più i tanti lavoratori a prestazione, vivono giorni di ansia. A inizio giugno è scattata la cassa integrazione parziale e fa un certo effetto vedere i lavoratori in fila allo sportello ritirare i moduli per richiedere la stessa. Chiediamo solo di lavorare, ci dice un ausiliaria che da trentacinque anni lavora a Villa Tiberia, facendosi portavoce di tutte quelle persone che continuano a lavorare nonostante una situazione così difficile. Voci di corridoio molto attendibili ci dicono che, addirittura, i medici stanno lavorando nonostante un arretrato di stipendio che ogni mese si accumula sempre più. C è chi dice che chiuderà, c è chi dice che resisterà. Questo ce lo dirà solo il prossimo futuro, ma resta il fatto che questa vicenda rappresenta il mondo che gira al contrario. Villa Tiberia dovrebbe essere un centro avanzato di cura in un territorio con almeno un pronto soccorso in zona che possa affiancarla (che, come sappiamo, non verrà mai realizzato). La realtà è ben diversa, Villa Tiberia è una struttura che si sobbarca un enorme lavoro in un Municipio abbandonato a se stesso e che, come se non bastasse, viene ulteriormente affossata in nome del risparmio sulla salute dei cittadini. PIAZZA SEMPIONE, MUNICIPIO: INAUGURATA LA NUOVA SALA MATRIMONI Inaugurata lo scorso 27 Giugno la nuova Sala Matrimoni del IV Municipio, presso la sede di Piazza Sempione [di Sofia Mori] La celebrazione dei matrimoni completamente gratuita è riservata a coloro che hanno fatto richiesta di pubblicazione presso il Municipio Inaugurata lo scorso 27 Giugno la nuova Sala Matrimoni del IV Municipio, presso la sede di Piazza Sempione. Presenti l assessore capitolino Enrico Cavallari e il Presidente del Municipio Cristiano Bonelli, alla presenza dei quali è stato celebrato il primo matrimonio. La celebrazione dei matrimoni completamente gratuita è riservata a coloro che hanno fatto richiesta di pubblicazione presso il Municipio e potrà essere effettuata esclusivamente in orario di apertura degli sportelli al pubblico. IL CASALE PODERE ROSA FESTEGGIA I 50 ANNI DI AMNESTY INTERNATIONAL Amnesty International festeggia i suoi 50 anni. Il Casale Podere Rosa ha organizzato una serie di incontri con proiezione di film e dibattiti [di Alessandra Pieroni] Da Giovedì 7 a Domenica 10 Luglio si terrà l'evento BUON COMPLEANNO AMNESTY, a cura del Gruppo 159 Circoscrizione Lazio. Un fine settimana all'insegna della difesa dei diritti umani. Tre serate per parlare dei diritti dei migranti, e delle donne in Iran e Perù. Un weekend per festeggiare i 5O anni di Amnesty International. L'evento si terrà presso il Casale Podere Rosa, in via Diego Fabbri.

8

9 Luglio 2011 Pagina 9 ADDIO A RODOLFO MIONE SUPER PRESIDENTE DELLA DIAMOND ROMA VOLLEY Improvvisamente è scomparso il decano dei Presidenti del Volley femminile. Sempre al fianco della Diamond e al suo dinamico allenatore Stefano Ranieri. Tante stagioni con la gioie di molte promozioni [di Riccardo De Cataldo] Se n è andato di corsa, in silenzio in un afosa nottata del 2 luglio, Rodolfo Mione, imprenditore di una prestigiosa azienda tipografica romana ma soprattutto uomo generosissimo e da decenni presidente della squadra di pallavolo femminile Diamond, diretta magistralmente da sempre da suo nipote e mio grandissimo amico, Stefano Ranieri. A vederlo cosi scattante e dinamico nessuno poteva immaginare delle 80 primavere raggiunte. Il mio ricordo parte pero da molto lontano, avevo ventun anni, erano gli anni settanta, due figli e un lavoro da trovare, quando bussai alla porta della sua Romagraphica di via della Lungara, mi aspettavo la stessa risposta evasiva, ma Rodolfo mi sorrise e mi disse domani vieni e inizi con noi. Che garanzia potevo dargli? nessuna, ma lui forse intenerito dalla mia situazione, mi offri una possibilita e per due anni ricevetti tanta esperienza e conoscenza in un settore che nella mia maturita avrebbero rappresentato il lavoro e la passione della mia vita. Per i vent anni successivi a via della Lungara, ho fatto di tutto, assicurazioni, macchine agricole, sementi e il mio Erresport, articoli sportivi a v i a l e Tirreno: fu in quella circostanza che rincontrai il nipote di Rodolfo, quello Stefano Ranieri allenatore e factotum della Diamond volley, di cui presidente era il mitico Mione, finanziatore, appassionato, sempre presente in tutte le presentazione e gli incontri con le meravigliose atlete della Diamond Mister Ranieri con le sue ragazze della Diamond.Poi, forse memore dei suoi primi insegnamenti sulla editoria e successivamente su marketing, fondai La Quarta nel 1986, il Tuttoquartiere nel 1991 ed il Tuttoquartiere del tuo bambino nel Lo rividi con immenso piacere qualche mese fa e lui si offrì di collaborare con me stampandomi a prezzo stracciato la terza edizione del Tuttoquartiere del tuo bambino. Caro maestro Rodolfo se uno potesse riporre in uno scrigno quelle tre quattro persone importanti della vita, nel mio ci sarebbe posto per te.

10 Pagina 10 AMBIENTE Luglio 2011 TEVERE, SEQUESTRATO IL DEPURATORE ROMA NORD Smaltiva reflui fognari nel Tevere senza adeguato trattamento, è stato sequestrato dal Corpo Forestale. L'Acea respinge le accuse Riversava nel Tevere liquami fognari non trattati. Il depuratore Roma Nord - situato lungo la Salaria in prossimità di Fidene- è stato perciò sequestrato il 23 giugno dal Corpo Forestale dello Stato. Sono state anche sospese una parte delle operazioni di depurazione. Le accuse per il gestore del depuratore, Acea ATO 2, sono pesanti. I reati ipotizzati sono la frode nelle pubbliche forniture e lo smaltimento illecito di rifiuti. Secondo gli investigatori le acque fognarie venivano trattate solo parzialmente; l'acqua derivante dagli scarichi fognari di tutta Roma Nord, dopo essere stata depurata, veniva miscelata con fanghi non trattati e poi smaltita nel Tevere. I fanghi in questione provenivano dai depuratori di vari comuni delle province di Roma e Rieti, gestiti dall'ambito Territoriale Ottimale 2 (ATO2). Si tratta di fanghi frutto del processo di depurazione primario, quello cioè della sedimentazione e aerazione. In un secondo momento essi avrebbero dovuto essere ulteriormente trattati per abbattere la componente di materia UN'ISOLA DI RIFIUTI SULL'ANIENE Un grosso albero caduto nel fiume durante l'ultima piena sta facendo accumulare rifiuti di ogni tipo Era marzo quando le intense piogge fecero esondare l'aniene nel territorio della Riserva Naturale, causando anche il franamento di un grosso pezzo di argine, all'altezza dell'ingresso di via Sannazzaro. Insieme alla frana venne trascinato nel fiume anche un grosso platano, che ora lo sbarra quasi interamente formando un ostacolo per tutti i materiali trasportati dalla corrente. Più passa il tempo e più si accumulano sui suoi rami rifiuti provenienti da monte, creando una vera e propria isoletta. Ci sono rifiuti di ogni tipo ma anche rami e vegetazione proveniente da monte. La preoccupazione è che lo sbarramento crei problemi in autunno, quando il fiume tornerà a crescere di portata. Intanto la vegetazione è tornata a crescere sull'argine franato consolidando la zona della frana. L.P. organica e altri elementi chimici come i fosfati. Per questo trattamento venivano perciò trasportati nel depuratore romano, più grande e fornito dei mezzi necessari. Qui però invece di essere trattati venivano miscelati con le acque reflue depurate e smaltiti direttamente nel Tevere. In questo modo il depuratore diveniva uno strumento per lo smaltimento di rifiuti speciali (i fanghi), con evidente risparmio economico per il gestore. Dal canto suo l'acea ATO 2, gestore del depuratore, nega tutto in un comunicato pubblicato anche sul sito web, affermando che non c'è stato mai nessuno sversamento e che la qualità delle acque depurate è sempre entrata nei limiti di legge, addiruttura mantenendosi al di sotto dei limiti massimi consentiti. Esistono delle precise norme che regolamentano quale dev'essere il livello di abbattimento dei rifiuti fognari nei depuratori e dei precisi limiti per i composti chimici presenti nell'acqua depurata prima che essa venga scaricata nei fiumi. Il superamento di questi limiti fa scattare il reato ambientale. Tali norme dovrebbero garantire il mantenimento di un certo grado di salute dei corsi d'acqua: alti tassi di contenuto organico, oltre alla presenza di nitrati e fosfati derivanti da detersivi, saponi, fertilizzanti, acque nere, creano infatti un grave deterioramento. I casi di depuratori mal funzionanti in tutta Italia, dolosamente o non, sono purtroppo molti. Spesso si tratta di vecchi depuratori sui quali non viene fatta manutenzione, non più in grado di smaltire i liquami in maniera adeguata. In certi casi i passaggi della depurazione vengono saltati dolosamente, per tagliare sulle spese. Uno dei casi simbolo, purtroppo non l'unico, è quello di Cuma, vicino Napoli, dove per anni sono stati sversati liquami tossici senza nessun trattamento creando un disastro ambientale sulla costa napoletana. L.P. DA NOI IL PERICOLO INCENDI RITORNA CON I PRIMI CALDI Anche quest anno il caldo non si fa mancare. E il nostro territorio particolarmente ricolmo di vegetazione è maggiormente a rischio. Sono già due i casi di incendi che si sono verificati al Tufello e a Conca d Oro [di Alessandro Oricchio] Con l arrivo del caldo torrido in città è aumentato sensibilmente anche il rischio di incendi, soprattutto all interno della nostra circoscrizione che vanta diversi spazi verdi. Sono già due i casi che si sono verificati nel giro di pochi giorni. Ad andare a fuoco per prima è stata la collina che sormonta il mercato coperto di via Giovanni Conti, durante un caldissimo pomeriggio di sabato: fortunatamente però il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha sventato la minaccia, visto che l area verde si estende per diverse centinaia di metri, e l incendio avrebbe potuto causare conseguenze gravissime. In cima alla collina, infatti, non è insolito trovare una lunga fila di vetture parcheggiate, e sarebbe bastato poco per creare davvero una situazione di massima allerta. A distanza di pochi giorni si è verificato il secondo incendio, questa volta lungo via dei Prati Fiscali, all altezza dell incrocio con via Val d Ala. Anche in questa occasione la parte interessata è quella situata oltre il muro di cinta che divide appunto il parco dalla strada, ed anche in questo caso l intervento dei pompieri è risultato decisivo: fiamme domate in pochi minuti, e nessuna grave ripercussione. Vogliamo pertanto invitare i cittadini residenti nel IV municipio a procedere con la massima cautela evitando di compiere atti che potrebbero portare a conseguenze molto gravi: con le alte temperature estive aumenta infatti in modo esponenziale la possibilità che si sviluppino degli incendi. Detto questo siamo certi della predisposizione dei residenti nella IV circoscrizione a collaborare con le forze dell ordine per segnalare eventuali incendi in modo tempestivo, con il fine di preservare il nostro quartiere da questa piaga, oramai sempre più diffusa, degli incendi estivi.

11

12 Pagina 12 DAI NOSTRI QUARTIERI Luglio 2011 [di Luca Coniglio] MANGIATA IN UN SOL BOCCONE Confermato dal sito del Comune di Roma un accordo di programma per la cementificazione di via di Casal Boccone. Previsti anche due grattacieli Via di Casal Boccone rappresenta un po il simbolo della situazione penosa del nostro territorio. Una strada pericolosissima, illuminazione precaria, con la nuova arteria accanto parzialmente realizzata ma mai inaugurata. Ai lati della strada, da una parte l oramai leggendario Parco Talenti, la riserva di caccia di Mezzaroma, mai aperta ai cittadini e sepolta sotto tonnellate di terra, affiancata dai tanti campi sportivi privati che sorgono come funghi, dall altra l azienda Almaviva, sorta in quello che un tempo doveva essere un presidio ospedaliero. Il resto è un area verde non attrezzata, ma almeno è verde! Quantomeno non è cemento, si riesce addirittura a vedere l orizzonte fino ad oltre il Raccordo Anulare. Beh, cerchiamo di godere ora di questa vista, perché presto sparirà; al link del sito del Comune di Roma, si legge chiaramente che è in fase avanzata l accordo di programma per la cementificazione dell area di Casal Boccone. Ci mancava solo questa. Sono previsti altri metri cubi di edilizia residenziale ad opera della Sansedoni, la branca immobiliare del gruppo Monte Paschi di Siena. Il progetto verrà realizzato, guarda caso, con l apporto dello studio di architetti Urb.A.M. del gruppo Ligresti, titolare di grandi aree nella limitrofa zona della Cesarina. Il sito recita: L Obbiettivo(non è un nostro errore, sul sito c è scritto OBBIETTIVO CON 2 B!!!!!!) della proposta progettuale parte dall esigenza di rispondere alla crescente domanda di abitazioni, generata in questi ultimi anni da un cambiamento generazionale e culturale, senza dimenticare la buona progettazione e l integrazione con il contesto territoriale.visto il mostruoso invenduto di case proprio nella zona Talenti- Rinascimento, appare evidente come l unica domanda crescente sia quella delle speculazioni da parte dei soliti grandi gruppi mangia tutto e queste nuove cubature rispondono proprio alla suddetta esigenza speculativa, non a quella dei cittadini. Per completare la frittata sono previsti addirittura due grattacieli in stile citylife milanese, progetto che, per altro, ha suscitato enormi critiche. Il cerchio si chiude se si pensa al tentativo da parte delle istituzione di chiudere la casa di riposo di via Casal Boccone che, strana coincidenza, è ubicata proprio nella zona che sarà oggetto della cementificazione. Infine, amarezza finale, i cittadini del IV Municipio si sentono sempre dire, in gran parte a ragione, che il cemento di oggi è frutto di errori del passato, di un eredità pesante e che in cementificio IV Municipio ha però chiuso i battenti. Peccato che questo accordo di programma è nuovo di zecca!! Non c è più l amministrazione di centro sinistra. Dov è il cambiamento? Dov è il cambio di rotta? Forse non c è nessuna rotta, si va solo alla deriva. SEMPRE PIÙ PANNELLI SOLARI SUI TETTI DEL IV MUNICIPIO Si fa sentire anche a Roma la crescita delle energie rinnovabili che sta interessando l'italia [di Lorenzo Pasqualini] Cresce sempre di più a Roma la produzione di energia rinnovabile: in particolare l'energia solare, che sta avendo negli ultimissimi anni un forte boom in tutta Italia. Il 3 maggio è stato installato nel quartiere Portuense il parco solare più grande della città, in grado di alimentare l'impianto di illuminazione stradale di tutto il XV municipio. Pochi giorni fa è stata invece approvata la delibera comunale che prevede l'installazione di pannelli fotovoltaici sui tetti di 524 scuole dell'area romana, per un totale di 30 milioni di euro di investimenti. I costi saranno interamente coperti da privati grazie al "project financing": in cambio della costruzione e dell'allaccio alla rete elettrica dei pannelli, le aziende installatrici avranno diritto a vendere la quota di elettricità in surplus prodotta nei giorni festivi e nelle ore di non utilizzo della struttura scolastica. Questo grande stanziamento interesserà anche il IV municipio, dove già alcuni anni fa erano stati stanziati fondi per il posizionamento di pannelli su asili nido, scuole elementari e medie, e dove già qualche scuola si è dotata di questi sistemi. Intanto, scuole a parte, sui tetti del nostro municipio i pannelli sono sempre di più. In alcuni casi si tratta di pannelli termici, cioè in grado di riscaldare l'acqua sostituendosi agli scaldabagno, veri divoratori di energia. In altri casi si tratta di pannelli fotovoltaici, cioè in grado di generare energia elettrica. Alcuni cittadini sfruttano la copertura delle verande per installarli, altri coprono il tetto, in altri casi vengono installati sulle terrazze condominiali e forniscono energia a tutti i suoi occupanti. Proprio quest'ultima opzione appare una delle più convenienti: comprare pannelli solari in gruppo infatti, conviene. I costi scendono, diventando più abbordabili. In tutta Italia si moltiplicano infatti i g.a.s. solari, cioè gruppi d'acquisto solidale, gruppi di persone che unendosi possono accedere a tariffe più basse. Diverse assemblee condominali decidono quindi di investire collettivamente sull'installazione; si tratta però di casi ancora rari in quanto i costi continuano a scoraggiare il vasto pubblico. Gli incentivi previsti dal Conto Energia (si tratta di fondi che lo Stato dà a chi ha già installato un pannello fotovoltaico allacciandosi alla rete elettrica) non coprono i costi di installazione. Rimanendo nel IV municipio, molti dei palazzi di recente costruzione nella periferia Nord-Est sono addirittura autonomi dal punto di vista energetico, grazie alla presenza di pannelli. Visti i ritmi di crescita del solare in Italia, ci possiamo aspettare un rapido aumento di queste installazioni sui tetti della nostra città.

13 Luglio 2011 DAI NOSTRI QUARTIERI Pagina 13 NON ABBANDONIAMO I PADRONI DEI CANI SENZA GUINZAGLIO! Aver cura di un animale è un impegno a 360 : lo ricorda la disavventura di una donna incinta molestata da un cane che le ringhiava contro, lontano dalla padrona [di Ilaria Faraoni] Con il ritorno dell estate si ripresenta ogni anno il problema dell abbandono degli animali, trattati come giocattoli inutili da qualcuno pronto a barattarli senza pietà per qualche meta di vacanza alla moda, senza troppe preoccupazioni. Il fenomeno è altamente deprecabile e prende origine sicuramente da un atto di irresponsabilità e superficialità; alle ha importanza, a scorazzare liberamente nel parco o giardinetto sotto casa, senza per giunta occuparsi di cosa faccia lontano dai propri occhi. È accaduto così, che una giovane donna incinta di 38 anni, Francesca, si sia vista puntare, dal lato opposto del piccolo parco Marzano, da un pinscher (presumibilmente) che le è corso incontro abbaiando e, fermandosi poi a distanza ravvicinatissima, ha cominciato anche a ringhiarle contro. Dato il suo BENVENUTI NELLA TERRA DI FRONTIERA: VIA PRATI FISCALI MOSTRA OGNI SERA IL SUO DEGRADO, ALLA LUCE DELLA LUNA Cattive compagnie, degrado e sporcizia. Dallo slargo di fronte a largo Valtournanche, fino all ingresso di Via Salaria, il deprimente spettacolo della prostituzione, di fronte alle case dei residenti [di Tommaso De Bianchi] Lotta per la conquista del territorio. Sembra la narrazione di fatti perduti nel tempo, quando lo studio della storia antica ci riportava alla espansione di alcuni domini, per motivi di ordine economico e militare, a scapito di popolazioni confinanti. Niente di tutto questo, siamo in pieno 21 secolo, in Via dei Prati Fiscali a Roma; si fronteggia l esercito delle lucciole, spalleggiato dai relativi papponi e la cittadinanza residente, che ha la sola colpa di occupare la strada di sera, sottraendola al degrado della prostituzione. L iniziativa, sostenuta dalle famiglie che abitano la zona, è stata ultimamente sostenuta per riappropriarsi degli spazi sociali ed evitare spettacoli indecorosi sotto le proprie case. Purtroppo, la notte prima della festività del 29 giugno, c è stata la controffensiva delle lucciole e dei loro protettori; alle prime minacce ed insulti i cittadini hanno reagito bloccando il traffico e richiedendo l aiuto dei passanti. L intervento delle pattuglie della polizia ha riportato poi la normalità. Fatti questi che motivano ancor di più l iniziativa del Coordinamento Romano Antilucciole, sostenuto da esponenti politici e comitati di quartiere, per chiedere che venga approvato il DDL Carfagna, introducente il reato di prostituzione in strada e fermo al Senato da due anni. stesse cause, però, possono imputarsi anche altri tipi di situazione: prendersi cura di un animale comporta infatti una serie di attenzioni e sacrifici che non tutti sono disposti a sobbarcarsi, come quello di pulire strade e giardini dagli escrementi (le vie del nostro municipio sono un vero e proprio campo minato) o tenere i cani al guinzaglio in luoghi pubblici (come è d obbligo), per la tutela stessa del proprio amico a quattro zampe e per quella delle altre persone. Per far correre e giocare liberamente i cani, occorre portarli in apposite aree definite dal Comune, un leggerissimo onere se si ama veramente il proprio fedele amico ma, nell epoca in cui si vuole tutto, subito e facilmente, queste accortezze spesso sembrano montagne insormontabili e ci si sbriga portando il cane, che sia piccolo o grosso non stato la donna si è preoccupata e agitata, tanto più che la padrona del cane era lontana e impegnata in conversazione con altre persone e non si è preoccupata minimamente di richiamarlo se non dopo aver sentito un urlo da parte della assalita. Alle sue rimostranze la futura mamma, che nel panico avrebbe anche potuto compiere un gesto inconsulto o cadere, a discapito del bambino in grembo, si è sentita anche aggredire verbalmente e tacciare di avere problemi personali sfogati su un povero cane innocente. Un invito quindi non solo a non abbandonare gli animali, ma a prendersene veramente cura, non mascherando la faciloneria e il lassismo con un millantato amore della loro libertà, senza prendere atto delle conseguenze che certi comportamenti possono generare. VAL MELAINA: SCOPERTO LABORATORIO CLANDESTINO GESTITO DA CINESI Scoperto dalla Polizia a Val Melaina un laboratorio clandestino di sartoria gestito da cinesi. Denunciata la titolare, l attività era completamente sconosciuta al fisco [di Sofia Mori] La polizia di Roma Capitale ha individuato oggi un laboratorio clandestino di sartoria gestito da cinesi nelle cantine di una palazzina a Val Melaina. Durante i controlli gli agenti del IV Gruppo della Polizia Roma Capitale, diretti dal comandante Renato Marra, hanno identificato quattro cinesi che erano intente a cucire quattro capi d abbigliamento. Denunciata la titolare cinese del laboratorio clandestino per la violazione delle norme sul lavoro e sulla sicurezza. Le tre lavoranti identificate, tutte in possesso del permesso di soggiorno, lavoravano in nero e sono state segnalate all INAIL. Alle verifiche ha partecipato anche la Guardia di Finanza per le violazioni di natura fiscale appurando che l attività era completamente sconosciuta al fisco.

14

15 Luglio 2011 DAI NOSTRI QUARTIERI Pagina 15 LA MATURITA, ARS COPIANDI A passo di web, ormai anche le prove di esame sono diventate un fatto mediatico [di Sofia Mori] Sono iniziati lo scorso 22 Giugno gli esami di maturità in tutti i licei romani: momento attesissimo da tutti gli studenti dell ultimo anno. Decisamente fuori pronostico le tracce della prima prova che hanno visto sul podio delle più gettonate Siamo quel che mangiamo? ; Nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per almeno 15 minuti e Amore, passione e odio, penalizzando così l analisi del testo e lo storico-politico. La seconda prova, la più difficile insieme alla terza secondo i sondaggi, ha fatto cimentare i ragazzi nei test ad hoc per ogni indirizzo; versione di latino (Seneca) per il classico, problemi e quesiti matematici per lo scientifico e lingua straniera per il linguistico. Tutto nella norma si direbbe se non fosse che quest anno, peggio degli scorsi, la mattina degli scritti, dopo appena pochi minuti, le prove ufficiali dell esame di stato erano libere di scorrazzare per il web, cercando qualche anima pia che potesse rispondere a quelle astruse domande. E così, smartphone in tasca e penna alla mano, anche la temuta terza prova, un mix di varie materie, è passata senza troppe difficoltà. Gli esami restano ma i tempi cambiano, e l avvento dei cellulari che, senza esagerare, fanno anche il caffè, facilitano la vita alle nuove generazioni e fanno mangiare le mani a chi invece, troppi anni fa, si organizzava con cartucciere porta temi o calzettoni lunghi per coprire gambe scritte, come nel simpatico film Notte prima degli esami. Le vere facce preoccupate di un tempo lasciano dunque spazio ad aperti sorrisi di chi sa, che all esame non sarà solo ma con un amico fedele, che con un click scatta, manda su internet e riceve istantaneamente risposta. L ars copiandi è la tattica più utilizzata agli scritti, ma agli orali come se la caveranno? Non dubitiamo che qualche stratagemma salti fuori dalle ingegnose menti dei maturandi del XXI secolo. APPROVATA RISOLUZIONE PER SINCRONIZZAZIONE IMPIANTO SEMAFORICO PEDONALE IN VIA NOMENTANA INCROCIO VIA CAMPI FLEGREI, CON IMPIANTO SEMAFORICO SITO IN VIA NOMENTANA ANGOLO VIA VAL CHISONE [di Alessandra Pieroni] approvata una risoluzione che impegna il Comando della E stata Polizia Municipale e l U.I.T.S.S. a sincronizzare nel più breve tempo possibile l impianto semaforico pedonale di Via Nomentana altezza Via Campi Flegrei, con quello sito in Via Nomentana angolo Via Val Chisone. Una decisione maturata a seguito delle numerose segnalazioni dei cittadini e da un evidente situazione di grave rallentamento del traffico da e verso il centro città. Una situazione che ormai da molto tempo sta rivelandosi sempre più insostenibile, aggravata ulteriormente da sistematici e periodici lavori che spesso insistono nel breve termine nel particolare punto strategico, rappresentato proprio dal prefato incrocio Via Nomentana - Via Val Chisone. Particolare di questa approvazione, l astensione da parte dello stesso Presidente Bonelli e di altri quattro consiglieri (Bono, Corbucci, Dionisi e Limardi) che si sono aggiunti all assenza nel momento del voto di altri quattro consiglieri. Indubbiamente questa problematica del particolare ambito, l abbiamo cavalcata da tempo con il nostro giornale, addirittura proiettandola nell ambito dell informazione regionale, essendo di notevole rilevanza. Per questo motivo si può considerare questa, una soluzione che almeno marginalmente tampona una situazione quotidianamente catastrofica, sia per i numerosi pendolari che attraversano l ambito, sia per gli stessi residenti. In attesa di idee più rilevanti, in ambito di viabilità generale riferita al particolare quadrante, la decisione adottata sembra indubbiamente positiva ed effettivamente atta a ristabilire una fluidità, che almeno non interferisca con il regolare transito dei mezzi e lo stesso attraversamento dei pedoni. Si sa ormai da tempo, che le ore focali della giornata sono riferibili a quelle mattutine e quelle serali, momento in cui si entra in direzione centro-città e viceversa. Insomma, una soluzione tampone che per lo meno...mettera SICURAMENTE D ACCORDO GLI STESSI DUE SEMAFORI INTERESSATI!

16

17 Luglio 2011 DAI NOSTRI QUARTIERI Pagina 17 IV MUNICIPIO: DIFFERENZIAMO! DAI PRIMI DI LUGLIO, L ASSOCIAZIONE ANAGRAMMA IN COLLABORAZIONE CON L AMA, INVITA AD UNA RACCOLTA DEI RIFIUTI INTELLIGENTE [di Alessandra Pieroni] Da Lunedi 4 Luglio è partita l iniziativa Ama la raccolta diversamente differenziata, che avrà la durata di un anno. Mattia, Cristiana e Francesco sono i tre ragazzi che hanno aderito all iniziativa, promossa dall associazione Anagramma O.N.L.U.S. in collaborazione con l Ama: il loro compito sarà quello di informare i cittadini in strada sul corretto smaltimento dei rifiuti, anche attraverso opuscoli e altro materiale informativo, nonché sulle varie regole legate alla raccolta differenziata. I ragazzi hanno frequentato il corso di formazione presso il centro Ama. Per tre ore tutte le mattine dal Lunedì al Venerdì, sarà possibile trovarli in strada e saranno riconoscibili grazie alle pettorine arancioni messe a disposizione dall Ama. A seguire i ragazzi nel loro lavoro sarà la Guardia Nazionale Ambientale, come spiega la responsabile per il progetto, Carmen Montuori.Il Presidente dell associazione Anagramma, Cristiano Ceccato, ha commentato: Si tratta del primo progetto a Roma di inclusione sociale in questo ambito dei diversamente abili e non solo, sostenuto anche dall amministrazione municipale e dal Presidente Cristiano Bonelli. Anagramma ha fortemente voluto la realizzazione di questo progetto, perché in questo modo si può offrire un servizio utile alla cittadinanza, e insieme coinvolgere i ragazzi.

18 Pagina 18 TERRITORIO Luglio 2011 PONTE TAZIO: IL CHIOSCO CHE HA RIVOLUZIONATO LE NOTTI ROMANE Il bar è diventato un vero e proprio punto d icontro e luogo di culto per i nostri giovani [di Alessandro Oricchio] Lo scoccare delle ore 18 è un momento cruciale per i lavoratori: è il segnale, di fantozziana memoria, che indica l arrivo dell ora in cui la giornata lavorativa è giunta al termine. Ma da un paio di anni a questa parte il rintocco della campana delle sei ha assunto anche un altro significato, soprattutto per i cittadini del nostro municipio: è l orario in cui il chiosco di Ponte Tazio apre i battenti iniziando a servire l aperitivo sotto i caldi raggi del sole che lentamente tramonta. E per chi, come i residenti del IV municipio, abita distante dal litorale, quale posto migliore se non la terrazza di Ponte Tazio per andare a rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro rinfrescati dal ponentino che soffia delicato tra i tavoli del chiosco. Sono oramai due anni che Ponte Tazio si è affermato come l assoluto protagonista delle notti primaverili ed estive del IV municipio grazie ad un cocktail composto da soli due ingredienti: semplicità ed ospitalità. Situato nel quartiere Montesacro, precisamente a Corso Sempione, il chiosco è diventato il cuore della movida della IV circoscrizione, grazie alla centralità della sua ubicazione, ma soprattutto perché rappresenta un centro aggregativo che probabilmente per troppi anni era venuto a mancare nel nostro municipio che, oltretutto, vanta un altissimo numero di giovani residenti: è sufficiente passare davanti a Ponte Tazio dalle ore 18 in poi per capire le dimensioni del suo successo. Ma descrivere Ponte Tazio come un semplice bar all aperto sarebbe riduttivo. Abbiamo pertanto voluto che fosse uno dei tre soci, Giuseppe, a raccontarci qualcosa di più su questo piccolo angolo di tranquillità che ha catalizzato l attenzione dei cittadini della zona. Come vi è venuta l idea di aprire questo chiosco? Ponte Tazio venne aperto nel 1923 e nacque come gelateria e chiosco bar. Noi siamo tre soci, Manolo, David e io. Trovammo l annuncio su Porta Portese ma non avevamo capito di quale chiosco si trattava. Mentre scendevamo da viale Adriatico per andare a vederlo, abbiamo scoperto che era proprio quello adiacente ai giardinetti dove tutti e tre, da piccoli, andavamo a prenderci il gelato. Il resto poi è merito dell istinto, ma soprattutto del romanticismo e della fiducia che abbiamo nel nostro quartiere. Vi aspettavate di riscuotere un così grande successo in soli due anni? L inizio è stato puramente istintivo e anche un po rischioso. Di certo abbiamo avuto molta fortuna nel riscontrare che molti come noi aspettavano di riprendere e soprattutto di rivivere il quartiere. Il chioschetto, soprattutto dopo il lavoro, offre uno dei tramonti più belli di Roma, e un ponentino davvero di altri tempi. Del resto noi siamo in mezzo a una strada ed è difficile non vederci. Il segreto risiede forse nel fatto che noi siamo sempre gli stessi, innamorati del nostro quartere, e felici di incontrare tutti i giorni vecchi e nuovi amici. Quanto è importante avere accanto al chiosco il giardino di piazza Sempione? Il giardino, per nostra fortuna a noi adiacente, è uno sfogo naturale e fruibile da tutti. Voglio precisare che quotidianamente ci impegnamo personalmente a ripulirlo dai resti delle nostre serate. Da quando abbiamo aperto siamo riusciti finalmente a far ripristinare le luci all interno, che per anni erano state tenute spente facendo diventare il giardino un posto buio e poco frequentabile. Noi almeno da piccoli con il gelato in mano lo ricordavamo proprio cosi come è oggi, giorno e sera luogo di incontro tra persone dello stesso quartiere. Oltre ad essere un importante punto di ritrovo, ospitate spesso anche concerti di musica acustica. Ce ne vuoi parlare? Grazie al patrocionio stagionale che ogni anno il IV municipio ci rinnova, riusciamo ad offrire un servizio di cultura musicale ma anche ad organizzare esposizioni di fotografia: soprattutto arte urbana che, teniamo a precisare, si svolge nel nostro spazio di concessione comunale ed è sempre a nostre spese. Organizziamo anche qualche serata musicale in acustico, e mi piace ribadire il fatto che i gruppi e gli artisti in genere sono tutti sempre rigorosamente montesacrini doc. Oltre a tutto questo almeno una volta al mese organizziamo anche raduni di auto storiche come per esempio i vecchi pullimini Wolkswagen, grazie alla gentile collaborazione di Marco, presidente del club 90 fisso. Le serate estive e primaverili del IV municipio sono state completamente rivoluzionate grazie all attività di questi tre ragazzi: oltre ad offrire un importante servizio ai residenti della circoscrizione e a favorire il commercio dei negozi limitrofi grazie all alta affluenza di persone che partecipano alle serate organizzate dal chiosco, i tre soci hanno anche contribuito notevolmente alla riqualificazione di un area che fino a poco tempo fa non godeva di una buona fama, trasformandola, nel giro di appena due anni, in un vero e proprio angolo di paradiso. MIRACOLO ALLA STAZIONE FIDENE Nella piazzola antistante la Stazione ferroviaria di Via San Leo, spuntano coltivazioni al posto dell aiuola. Perfino una magnolia è stata estirpata. Fra writers e abusi, la domanda che tutti si pongono è come mai nessuno controlli [di Antonio Casini] Una stazione del treno, la Stazione Fidene, in largo don Antonio Penazzi, angolo via Incisa in Valdarno, che purtroppo non è uscita indenne dalle mani di sedicenti writers, in realtà vandali che distruggono i beni di tutti, si fregia ora di un abuso e grave usurpazione di altri diritti e di altro spazio rubato al godimento di tutti: potremmo chiamarlo un miracolo: un aiuola che diventa un orto! Più prosaicamente, un aiuola pubblica, requisita da chissà chi, senza alcuna autorizzazione si pensa, non ce ne potrebbero essere, è stata trasformata in orto. Forse il proprietario dell orto accanto a quell aiuola, distante pochissimo ma chiuso e recintato, privato, saprà chi ha piantato di tutto in quell aiuola, ha espiantato una magnolia mettendola nell altra aiuola vicina dove c era già un altra, così che quando non c erano radici ancora forti, c è stato il concreto rischio di caduta sul posto disabili, esattamente sotto quella magnolia. Magnolia che ora sembra stia con le radici uscendo da un tombino di cui comincia a salire il coperchio con tutti i problemi conseguenti per l infiltrazione di acqua piovana in ciò che sembra un tombino di fili elettrici. Quella stazione che prima si vedeva curata da giardinieri che curavano l una e l altra aiuola, ora che l altra e una vicina è un ricettacolo di cartacce, appare tristemente (e pericolosamente, in quanto sotto il perimetro di quell orto e sotto le foglie vi è del filo spinato arrugginito) come il monumento alla legge del più prepotente: la voglio e me la prendo! Nulla ha sortito la mia denuncia alla Polizia Municipale che pure è venuta a verificare anni fa, da allora nulla ho saputo, se non direttamente dal Presidente Bonelli che mi ha detto dovrebbe essere competenza delle FS tutta l area usurpata e anche il sottopassaggio. Chi conosce la Stazione Fidene mi dirà: quale sottopassaggio? c è un sovrappassaggio! NO, esisterebbe, fisicamente c è, un sottopassaggio, chiuso a chiave e le cui chiavi sono in possesso di una persona anziana, una signora, che visto da me, apre da una parte a chiave, riapre dall atra chiude e se ne va! un sottopassaggio chiuso a chiave le cui chiavi sono in possesso di una persona privata, un aiuola usurpata e una magnolia espiantata in maniera da creare reale pericolo agli altri, tutto questo davvero fa dispiacere chi crede nel bene pubblico, chi rispetta il bene pubblico, chi non vuole vedere il diritto di tutti soffocato dalla prepotenza del più forte. Ancora c è da dire che questo sottopassaggio di cui sopra, mai goduto dai cittadini, sta subendo in termini di quasi sfondamento dell intonaco nella parte adiacente all ormai orto le acque di irrigazione di questa aiuola. Il sovrappassaggio, lungo, che in giorni di pioggia o neve, come ce n è stata, diventa anche pericoloso per rischio cadute, e vibra andando in risonanza con non capisco cosa dopo il passaggio del treno, potrebbe essere sostituito con il percorso breve e facile del sottopassaggio, magari attrezzandolo per i disabili o lasciando a loro il sovrappassaggio, ma di certo non può essere tollerato un abuso come le chiavi di un sottopassaggio in mano ad un privato, e un aiuola trasformata in orto, perché sono come dire a chi rispetta le leggi ed i beni pubblici che le legge del più forte vince, mentre non deve essere così.

19 VUOI DIVENTARE GIORNALISTA? ENTRA NELLA NOSTRA REDAZIONE MANDA UNA O CHIAMACI AL NUMERO VERDE

20 Pagina 20 CULTURA Luglio 2011 IL IV MUNICIPIO CONTRO IL CARO LIBRI [di Alessandro Oricchio] Splendida iniziativa del IV Municipio che, a differenza di quello che succede nei piani alti della politica nazionale, dimostra di essere vicino alle necessità dei cittadini e, in questo caso, delle famiglie: dal 29 agosto fino al 24 settembre, infatti, verrà organizzato nel quartiere di Nuovo Salario un mercatino del libro usato aperto a tutti i ragazzi residenti nella zona. Il quarto Municipio metterà a disposizione uno spazio all interno di piazza Ennio Flaiano dove verranno montati degli stands che gli studenti delle scuole del nostro territorio potranno sfruttare per vendere i propri libri di testo usati. Tale iniziativa è il frutto della stretta collaborazione tra il presidente del Municipio Cristiano Bonelli e l assessore municipale alla scuola Francesco Filini che hanno voluto dare un opportunità di risparmio a tutte quelle famiglie che ogni anno, quando si avvicina il momento dell acquisto dei libri scolastici, devono far fronte a delle spese sempre più ingenti. Tutti gli studenti del IV Municipio potranno pertanto prenotare il proprio spazio per la vendita dei libri usati all interno di questi stands inviando semplicemente una mail all indirizzo nella speranza che questa iniziativa oltre a favorire il contenimento delle spese scolastiche delle famiglie della nostra circoscrizione, possa anche essere un importante campanello d allarme per le tante case editrici che ogni anno continuano ad aumentare i prezzi dei testi scolastici, mettendo in seria difficoltà le finanze delle famiglie soprattutto meno abbienti. TUTTE LE STRADE PORTANO A MONTESACRO: MOLTA STORIA DEI NOSTRI QUARTIERI RISCOPERTA NE IL MIGLIO D ORO MARCO GIULIANI E LE SUE POESIE [di Luigi Cherubini] Nel suo libro lo studioso ripercorre le vie consolari che partivano da Roma, svelando aneddoti sul IV municipio, dove soggiornavano anche Peppino De Filippo e Rino Gaetano. Tutte le strade portano a Roma recita un detto che da sempre è sulla bocca di tutti: Non tutti sanno che deriva da una colonna che era nel foro Romano, denominata il miglio d oro, sulla quale erano incisi, a caratteri d oro, i nomi delle città dell Impero e la loro distanza da Roma spiega Luigi Cherubini, autore di un libro che proprio da quel milliarium aureum fatto costruire dall Imperatore Augusto nel 20 d.c. prende il titolo, Il miglio d oro-itinerari da Roma lungo le vie consolari, corredato da carte e mappe d epoca, vedute e miniature che spiegano l evoluzione dell agro romano, con una bella fetta riguardante proprio il nostro territorio: Il IV Municipio è ben rappresentato nel libro perché ha avuto una grande parte nella storia dell agro di Roma dal momento che c era il Monte Sacro racconta Cherubini, che non è nuovo a pubblicazione di libri e articoli alla scoperta dei luoghi storici e importanti della campagna romana, una passione nata fin da ragazzo; Inoltre pochi sanno che qui, nella zona di Vigne Nuove, è morto Nerone nella villa di Faonte, un suo liberto. Ci sono ancora dei ruderi nel luogo dove l imperatore si tolse la vita il 9 giugno del 68 d.c.: Un criptoportico in opera reticolata è ancora visibile in via Passo del Turchino, segnala lo studioso. Nella stessa zona, fino a poco tempo fa, erano presenti dei casali storici destinati ad accogliere il museo archeologico del IV municipio; in perfetto stato finché lasciati ai contadini, sono in seguito stati occupati abusivamente, ridotti al degrado totale e infine abbattuti: Speriamo che il progetto del museo non sia stato abbandonato, sarebbe un punto culturale utile alla cittadinanza; Montesacro ormai è una città di circa 240 mila abitanti, c è bisogno non solo di centri commerciali ma di avere dei poli culturali e museali, i ragazzi necessitano di qualcosa di maggiore spessore, confida Luigi Cherubini. La ricerca del materiale di documentazione non è stata semplice:? stato un lavoro da certosini, il libro è una sorta di viaggio nella cartografia storica della campagna romana, dalle carte romane passando per quelle medievali fino a quelle più moderne precisa. Gli episodi a cui si fa riferimento per quanto riguarda il IV municipio sono tanti, spiega lo scrittore: nell Osteria dei cacciatori, per esempio, subito fuori Ponte Nomentano, Simon Bolívar tenne nel 1805 il famoso giuramento dove prometteva di conquistare l indipendenza del suo popolo dall oppressione spagnola; scelse quel luogo memore dell episodio della rivolta della plebe romana del 494 a.c. Per giungere a tempi più recenti, l attenzione si sposta al grande schermo: Il cinema del neorealismo deve molto al nostro quartiere sottolinea Cherubini; In Ladri di biciclette di De Sica i protagonisti abitavano a Val Melaina, i famosi bagni alla marana, in Un Americano a Roma con Sordi, sono ambientati nel punto in cui via Bencivenga tocca l Aniene. Inoltre a Montesacro viveva Ennio Flaiano, il famoso sceneggiatore de La Dolce Vita : proprio in una conferenza dal titolo Da Nerone ad Ennio Flaiano il libro Il miglio d oro, edito dalla Provincia di Roma e reperibile alla Presidenza del Consiglio Provinciale, è stato presentato il 9 giugno alla biblioteca comunale Ennio Flaiano, appunto. Luigi Cherubini, poi, definito da alcuni come lo storico ufficiale di Montesacro, spende il suo impegno da anni a salvaguardia del territorio, prima come socio del direttivo di Italia Nostra e tuttora come una sorta di delegato della zona, occupandosi di salvaguardare le aree verdi a beneficio di tutti i cittadini: Abbiamo salvato 6 pini monumentali in via Bracco e adesso stiamo pensando di fare una grande battaglia per la tutela di tutte le alberature del quartiere; è una bella zona, sta anche a noi cittadini attivarci perché rimanga tale, perché se continuano questi processi di cementificazione selvaggia non so come potrà diventare. Nella foto: una parte della mappa Topografia geometrica dell agro romano di Giovan Battista Cingolani, agrimensore marchigiano, che fotografa bene l assetto del territorio nel 1692: fuori dalle mura si vedono in sequenza: le vigne e gli orti del Suburbio e il mosaico del 400, le tenute dell agro romano, alcune delle quali ricadenti nel nostro territorio, Serpentara, Bufalotta, Boccone, Bocconcino, Belladonna. E uscito a giugno il libro dello scrittore e pubblicista Marco Giuliani, alla sua prima esperienza bibliografica. Il testo, una raccolta di poesie sotto forma metrica dal titolo Alcuni ritratti, affronta temi dedicati ai vissuti emotivi della realtà quotidiana, durante la quale emergono i pensieri, le fragilità e le positività degli esseri umani. A queste argomentazioni la natura fa costantemente da sfondo, divenendo, assieme ai personaggi citati, assoluta protagonista. Per info: o

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi

Breve corso di educazione stradale per i ragazzi Breve corso di educazione stradale per i ragazzi L importanza delle regole Perché esistono le regole? Perché se non esistessero regnerebbe il caos totale. Le regole sono necessarie perché senza esse nulla

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Tavolo: VERDE URBANO

Tavolo: VERDE URBANO Contributi dai cittadini Tavolo: VERDE URBANO 24 0 5 Più verde in città a) Preservare e Aumentare il Verde comune in città. b) Se un albero va tagliato per qualunque motivo automaticamente se ne pianta

Dettagli

COMITATO CITTADINO Colline e Valli di Pietralata CARTA DELLE PRIORITA 2010 ALLEGATI

COMITATO CITTADINO Colline e Valli di Pietralata CARTA DELLE PRIORITA 2010 ALLEGATI COMITATO CITTADINO Colline e Valli di Pietralata CARTA DELLE PRIORITA 2010 ALLEGATI 1. PARCO DI COLLINA LANCIANI. 2. REALIZZAZIONE PARCO PERTINI, DELLA LUDOTECA E DEL CENTRO ANZIANI 3. NUOVA VIABILITÀ

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano?

un nuovo lavoro 3 Le parole dell attività 2 fanno parte di un dialogo fra due ragazze. Secondo voi, di quale inizio parlano? Per cominciare... 1 Osservate le foto e spiegate, nella vostra lingua, quale inizio è più importante per voi. Perché? una nuova casa un nuovo corso un nuovo lavoro 2 Quali di queste parole conoscete o

Dettagli

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite

C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C eraunavoltaunalbumdifotoscolorite C era una volta un album di foto scolorite. Un vecchio album di nome Sansone. Sansone era stato acquistato nel 1973 in un mercatino di Parigi da una certa signora Loudville.

Dettagli

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra

Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra 1 Storia di un palloncino con la testa tra le nuvole, con i piedi per terra STILEMA / UNOTEATRO di e con Silvano Antonelli collaborazione drammaturgica Alessandra Guarnero Ogniqualvolta si utilizzino e

Dettagli

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3

NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 Zeta 1 1 2 NATALINA INSERRA FABIO, UNA VITA SPEZZATA quando l errore medico cambia l esistenza Bonfirraro Editore 3 2010 by Bonfirraro Editore Viale Ritrovato, 5-94012 Barrafranca - Enna Tel. 0934.464646-0934.519716

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA

COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA COMUNE DI TREVISO Settore Polizia Locale COMUNICAZIONE DI GIUNTA OGGETTO: Proposta di riqualificazione di Piazza S.Maria dei Battuti. Treviso, 17.06.2015 Visto quanto previsto dal Programma integrato di

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo adolescenti

Livello CILS A2 Modulo adolescenti Livello CILS A2 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

AREA SASSI. Sistemazione dell area ubicata in strada Mongreno di fronte al civico 79. Sistemazione generale di Strada Comunale di Sassi.

AREA SASSI. Sistemazione dell area ubicata in strada Mongreno di fronte al civico 79. Sistemazione generale di Strada Comunale di Sassi. AREA SASSI Strada Mongreno limitazione della velocità dei veicoli Strada Mongreno nel suo percorso all interno dell abitato di Sassi insistono una scuola materna e una elementare, è una via particolarmente

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna)

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) 29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) Foto e diagramma: http://www.faenzashiatsu.it/ Il giorno 29 Maggio viene rinvenuto un interessante cerchio nel grano nella frazione Granarolo, comune di

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 16.45. 1/6 MISSIONE A TARANTO 14 settembre 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 16.45. PRESIDENTE. Vi ringrazio della vostra presenza, voi sapete naturalmente, anche per l impegno

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato

DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato DISCORSO DEL PRESIDENTE MINA GIANNANDREA IN OCCASIONE DEL PRIMO CONVEGNO DI FEDERstrade Le proposte dei commercianti di vicinato Cari amici, illustri ospiti, Voglio innanzitutto ringraziarvi tutti per

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

Sviluppo del territorio e dell economia locale

Sviluppo del territorio e dell economia locale ASSESSORATO ALLE POLITICHE AMBIENTALI Settore Punti di forza Punti di debolezza Rischi Opportunità Sviluppo del territorio e dell economia locale Buoni livelli di qualità della vita a livello socio-economico,

Dettagli

MAGARI LE COSE CAMBIANO

MAGARI LE COSE CAMBIANO MAGARI LE COSE CAMBIANO di Andrea Segre Documentario, 62, Italia 2009 http://magarilecosecambiano.blogspot.com Sinossi Un film nel cuore delle nuove centralità romane: le moderne borgate di una società

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina, Carta dei valori municipali parte generale schede progetto

Premessa percorso municipale, Conferenza Urbanistica Cittadina,  Carta dei valori municipali parte generale  schede progetto Premessa Il percorso municipale, che porterà alla Conferenza Urbanistica Cittadina, prevede la raccolta dei materiali progettuali, riguardanti tutta l area municipale, da acquisire nel corso delle riunioni

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Comune di Ceggia. Parco della MEMORIA. Analisi dei siti proposti. Dott. Stefano Roman - Paesaggista Società Terra

Comune di Ceggia. Parco della MEMORIA. Analisi dei siti proposti. Dott. Stefano Roman - Paesaggista Società Terra Comune di Ceggia arco della MEMORIA Analisi dei siti proposti Dott. Stefano Roman - aesaggista Società Terra 05 ottobre 2012 Simbologia Come spesso si è avuto modo di sottolineare, il progetto arco della

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1

Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 Roma - Viale Angelico, 84c - scala A - piano primo - int. 1 2. DESCRIZIONE E IDENTIFICAZIONE DELL UNITÀ IMMOBILIARE 2.1 Caratteristiche estrinseche dell edificio in cui è ubicata l unità immobiliare L

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

DAL SEME ALLA PIANTA

DAL SEME ALLA PIANTA SCHEDA N 3 DAL SEME ALLA PIANTA Un altra esperienza di semina in classe potrà essere effettuata a piccoli gruppi. Ogni gruppo sarà responsabile della crescita di alcuni semi, diversi o uguali. Es. 1 gruppo:

Dettagli

La Musica nel grembo

La Musica nel grembo La Musica nel grembo Un concerto di beneficenza per le mamme del mali martedì 16 giugno alle ore 20.30 Villa foscarini Rossi - stra Un evento organizzato da: Programma I bambini piccoli, compresi i neonati,

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa

Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009. Sintesi per la stampa 22 novembre 2010 Reati, vittime, percezione della sicurezza Anni 2008-2009 Sintesi per la stampa La diffusione dei reati: al Sud più rapine, scippi, minacce, furti di veicoli, al Centro-Nord più furti

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

scuole medie* La Crisi Economica

scuole medie* La Crisi Economica Economia: una lezione per le scuole medie* La Crisi Economica Giacomo Calzolari Dipartimento di Scienze Economiche Università di Bologna http://www2.dse.unibo.it/calzolari/ * L autore ringrazia le cavie,

Dettagli

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO

UMILTÀ E SPIRITO DI SERVIZIO IL NOSTRO STILE Prima del cosa c è il come : lo stile ed il metodo sono essenziali per capire la persona, per capire il modus operandi della squadra di governo. OSARE Buttiamo il cuore oltre l ostacolo,

Dettagli

Percorsi Palermo. microinterventi di ricucitura del tessuto urbano. risultati del questionario. arch. Michelangelo Pavia.

Percorsi Palermo. microinterventi di ricucitura del tessuto urbano. risultati del questionario. arch. Michelangelo Pavia. Percorsi Palermo microinterventi di ricucitura del tessuto urbano Pedonalizzare il centro storico di Palermo: cosa ne pensi? risultati del questionario arch. Michelangelo Pavia febbraio 2013 spazio al

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

Prefettura di Verona Ufficio territoriale del Governo

Prefettura di Verona Ufficio territoriale del Governo VADEMECUM PER LA SICUREZZA FARMACIE PREMESSA Le rivendite di farmaci e di presidi sanitari, in quanto esercizi che movimentano quotidianamente consistenti volumi di denaro contante, costituiscono obiettivi

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale.

Riporta un recente comportamento della tua famiglia rappresentativo della sua irresponsabilità sociale. VC Ginnasio Riporta un tuo recente comportamento individuale, rappresentativo della tua responsabilità sociale. - Rispettare la raccolta differenziata a scuola e in famiglia. Muovermi a piedi. - Attraversare

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE

LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE SENIGALLIA LA CASA CHE SOGNI A 2 PASSI DA TE RINASCE UN AREA DI SENIGALLIA Si chiama RESIDENZE SAN SEBASTIANO. Un nome che già appartiene all identità cittadina: San Sebastiano è il nome dell antistante

Dettagli

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO

Non mi resta che augurarvi buona lettura, sperando di aiutarvi a diventare tanti Papà Ricchi! 1. IL RICCO NON LAVORA PER DENARO Credo che nella vita sia capitato a tutti di pensare a come gestire al meglio i propri guadagni cercando di pianificare entrate ed uscite per capire se, tolti i soldi per vivere, ne rimanessero abbastanza

Dettagli

Violazioni al Codice della Strada e/o al relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione

Violazioni al Codice della Strada e/o al relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione Articolo 24, comma 3, Codice della Strada: I cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani di qualsiasi tipo e natura devono essere collocati in modo da non arrecare pericolo od intralcio alla circolazione.

Dettagli

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano.

LA STORIA SIAMO NOI. Il tempo passa e le cose cambiano. SCHEDE infanzia - 2 3-10-2007 16:33 Pagina 1 1 Il tempo passa e le cose cambiano. Quali cambiamenti notiamo in noi e nel mondo che ci circonda? Ad esempio, riusciamo ancora a mettere gli abiti e le scarpine

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9.

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9. Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 2 Casa delle Associazioni, via Miramare 9 16 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della zona 2 ha avuto

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON

PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON PER LA PSICANALISI LAICA INTERVENTO M. PLON C è un libro sui ragazzini agitati, dal titolo On agite un enfant: è un gioco di parole, perché c era una pubblicità di una bevanda gassata che se non ricordo

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Do ssi. TIRANA si veste di nuovo. er Albania

Do ssi. TIRANA si veste di nuovo. er Albania 7Piro03.qxd 16-07-2003 17:13 Pagina 16 16 Il giovane sindaco di Tirana, Edi Rama, si è da qualche anno impegnato a ridare fiducia nelle istituzioni e nello stato alla vecchia capitale albanese. Lo sta

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

Stazioni e binari: un mondo da scoprire

Stazioni e binari: un mondo da scoprire Stazioni e binari: un mondo da scoprire LE CASE E LE SCARPE DEI TRENI Nell Europa di oggi tutti possiamo viaggiare liberamente, e per questo i treni sono importantissimi. Ma dove andrebbero i treni senza

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi.

Che arriva a Venezia in macchina deve cercare un parcheggio in Piazzale Roma e poi andare in città con il vaporetto o a piedi. 1.Introduzione Venezia nasce nel 452 e poco dopo la fondazione della città i commercianti veneziani cominciano a portare dall Oriente prodotti che gli Europei non conoscono: le spezie, il cotone, i profumi

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S

ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S ALTRA NAPOLI ASSOCIAZIONE NAPOLETANI DENTRO O.N.L.U.S Sede legale Via A. Regolo, 12 Roma Cod. Fisc. 08715201003 *-*-*-*-*-*-*-*-*-* RELAZIONE SULLA GESTIONE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2007 Signori

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana

Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana Via Aurelia, 796-00165 Roma - Italia www.caritasitaliana.it Ideazione e testo: Cosetta Zanotti Illustrazioni: Cinzia Ratto Progetto grafico e stampa: Publistampa Pergine Valsugana PRIMA SETTIMANA di Avvento

Dettagli

Comune di Savignano sul Panaro Consulta della frazione di Doccia. Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011

Comune di Savignano sul Panaro Consulta della frazione di Doccia. Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011 COPIA Verbale della seduta n. 03 del 19 aprile 2011 Il giorno martedì 19 aprile alle ore 20.30 presso la SALA DELLA BILIOTECA COMUNALE si è tenuta l Assemblea n.03 di Consulta della frazione DOCCIA. Fatto

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo

RASSEGNA STAMPA Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo Pagina 1 di 6 rassegna stampa 3/4/5 Gennaio 2015 IL CITTADINO Lodi Pronto soccorso, deviate le ambulanze in arrivo (05/01/2015) La Befana dei pompieri in ospedale, appuntamento con l Abio in pediatria

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva Municipio 1 Centro Est Caserma Gavoglio, una rigenerazione urbana di interesse del quartiere e della città: esame delle principali tematiche 20 giugno 2015, dalle ore 09:30 alle ore 13:30, Scuola Duca

Dettagli

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso

Non riflette la qualità dell insegnamento Ma tornando adesso allora a chi sono i Contadini di adesso Intervistato: Sebastiano Villani, Dirigente Scolastico di Stigliano e Aliano Soggetto: «Luigini» e «Contadini» oggi Luogo e data dell intervista: Stigliano, agosto 2007 Audio file: Villani Il problema

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

FORI IMPERIALI, UNA MOBILITA NUOVA PER UNA NUOVA ROMA

FORI IMPERIALI, UNA MOBILITA NUOVA PER UNA NUOVA ROMA FORI IMPERIALI, UNA MOBILITA NUOVA PER UNA NUOVA ROMA Presentata oggi la proposta di riorganizzazione della viabilità nel quadrante del Colosseo elaborata dai tecnici di Rete Mobilità Nuova, Legambiente

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

ESAME FINALE D'ITALIANO A1

ESAME FINALE D'ITALIANO A1 ESAME FINALE D'ITALIANO A1 TOTALE / 80 I. COMPRENSIONE DELL'ASCOLTO (0 10) 80-73,5 pkt 5 73-67 pkt 4,5 66,5-61 pkt 4 60,5-54 pkt 3,5 53,5-41 pkt 3 Ascolta e segna una risposta corretta. / 10 1. Le persone

Dettagli

Suggerimenti forniti all amministrazione comunale sul servizio di igiene ambientale (interviste telefoniche)

Suggerimenti forniti all amministrazione comunale sul servizio di igiene ambientale (interviste telefoniche) Suggerimenti forniti all amministrazione comunale sul servizio di igiene ambientale (interviste telefoniche) Pulizia e Spazzamento Strade a causa dei motorini parcheggiati sulla strada la spazzatrice non

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista.

Modulo 1 Unità 1. Santa Teresa Civitavecchia Roma Olbia. Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Andare a gonfie vele Q1. Completa le frasi con le parole della lista. Roma vele Islanda Olbia vacanza quarantenne Sardegna Sicilia In traghetto Fabio è stato in con la famiglia a Santa Teresa, che si trova

Dettagli

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO

LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO RIC REI RIU' E LA GENIALE BOTTEGA DEL RICICLO Tre strani e simpatici genietti, tra loro grandi amici, Ric Rei e Riù, se ne andavano in giro per il mondo per vedere se qualcuno poteva aver bisogno, appunto,

Dettagli

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato

Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Tariffazione, regolazione, ruolo di pubblico e privato Intervento a Ecomondo Oroblu 2013 su Marisa Abbondanzieri, Presidente A.N.E.A. Pagina 1 di 4 Il compito che mi è stato assegnato è quello di fare una riflessione sul futuro degli ATO nel nuovo contesto

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli