CENTRO AGRICOLTURA E AMBIENTE GIORGIO NICOLI S.R.L.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CENTRO AGRICOLTURA E AMBIENTE GIORGIO NICOLI S.R.L."

Transcript

1 BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/2012 C.A.A. "GIORGIO NICOLI" S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f CENTRO AGRICOLTURA E AMBIENTE GIORGIO NICOLI S.R.L. Sede legale in Crevalcore (BO) - Via Argini Nord n 3351 Capitale sociale di = - interamente versato Registro imprese di Bologna e codice fiscale n Iscritta al n del R.E.A. della C.C.I.A.A. di Bologna BILANCIO DELL'ESERCIZIO AL 31/12/ /12/2011 STATO PATRIMONIALE - ATTIVO A) CREDITI VS. SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 0 0 a) Soci c/sottoscrizone 0 0 b) Soci c/decimi richiamati 0 0 B) IMMOBILIZZAZIONI I) IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI costo (+) Ammortamenti (-) (32.671) (27.499) Svalutazioni (-) 0 0 II) IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI costo (+) Ammortamenti (-) ( ) ( ) Svalutazioni (-) 0 0 III) IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE costo (+) Svalutazioni (-) 0 0 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE I) RIMANENZE 0 0 II) CREDITI esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l' esercizio successivo III) ATTIVITA' FINANZIARIE CHE NON COST. IMMOBILIZZ. 0 0 IV) DISPONIBILITA' LIQUIDE TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI TOTALE ATTIVO (A+B+C+D)

2 BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/2012 C.A.A. "GIORGIO NICOLI" S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f STATO PATRIMONIALE - PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO I) CAPITALE II) RISERVA DA SOPRAPPREZZO DELLE AZIONI 0 0 II) RISERVE DI RIVALUTAZIONE 0 0 IV) RISERVA LEGALE V) RISERVE STATUTARIE 0 0 VI) RISERVA PER AZIONI PROPRIE IN PORTAFOGLIO 0 0 VII) ALTRE RISERVE a) riserva straordinaria b) versamenti c/capitale c) riserva per contributi a fondo perduto d) riserva conferimenti agevolati L. 904/ e) riserva conferimenti in sospensione di imposta 0 0 f) riserva da condono L. 516/ g) riserva da condono L. 413/ h) riserva da condono L. 289/ i) avanzo di fusione 0 0 l) avanzo di scissione 0 0 m) disavanzo di fusione (-) 0 0 n) disavanzo di scissione (-) 0 0 o) riserva da arrotondamenti 0 0 p) riserva da ex società di persone 0 0 q) riserva da utili in regime di trasparenza fiscale 0 0 r) riserva ex art. 2423, quarto comma, del Codice Civile 0 0 u) altre riserve 0 0 VIII) UTILI / (PERDITE-) PORTATI A NUOVO 0 0 IX) UTILE / (PERDITA-) DELL' ESERCIZIO TOTALE PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI E ONERI C) TRATT.TO FINE RAPP. LAVORO SUBORDINATO D) DEBITI: esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l' esercizio successivo E) RATEI E RISCONTI 75 0 TOTALE PASSIVO E PATRIMONIO (A+B+C+D+E)

3 BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/2012 C.A.A. "GIORGIO NICOLI" S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Variaz. riman. prodotti in corso di lavoraz., semilav. e finiti 0 0 3) Variazione lavori in corso su ordinazione 0 0 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni ) Altri ricavi e proventi a) altri ricavi e proventi b) contributi in c/esercizio TOTALE VALORE PRODUZIONE B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) Materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ) Per servizi ) Per godimento di beni di terzi ) Per il personale: a) salari e stipendi b) oneri sociali c) trattamento di fine rapporto d) trattamento di quiescenza e simili 0 0 e) altri costi 0 0 Totale costi per il personale ) Ammortamenti e svalutazioni: a) ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali b) ammortamenti delle immobilizzazioni materiali c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni 0 0 d) svalutaz. dei crediti dell'attivo circolante e disp.liquide 0 0 Totale ammortamenti e svalutazioni ) Variaz.rimanenze mat.prime, sussid., di consumo e merci ) Accantonamento per rischi ) Altri accantonamenti ) Oneri diversi di gestione TOTALE COSTI DI PRODUZIONE DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DI PRODUZIONE (A-B)

4 BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/2012 C.A.A. "GIORGIO NICOLI" S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI 15) Proventi da partecipazioni: a) da imprese controllate 0 0 b) da imprese collegate 0 0 c) da altri 6 22 Totale proventi da partecipazioni ) Altri proventi finanziari: a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni: da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri 0 0 b) da titoli iscritti nelle immobilizzioni diversi dalle partec. 0 0 c) da titoli iscritti nell'attivo circolante diversi dalle partecip. 0 0 d) proventi finanziari diversi dai precedenti da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri 0 25 Totale altri proventi finanziari ) Interessi ed altri oneri finanziari da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri bis) Utili e perdite su cambi 108 (4) DIFFERENZA PROVENTI ED ONERI FINANZIARI ( /-17-bis) (56.373) (51.889) D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE 18) Rivalutazioni: a) di partecipazioni 0 0 b) di immobilizz. finanziarie che non costituiscono partecip. 0 0 c) di titoli iscritti nell'attivo circol. che non costituiscono part. 0 0 Totale rivalutazioni ) Svalutazioni: a) di partecipazioni 0 0 b) di immobilizz. finanziarie che non costituiscono partecip. 0 0 c) di titoli iscritti nell'attivo circol. che non costituiscono part. 0 0 Totale svalutazioni 0 0 TOTALE DELLE RETTIFICHE (18-19) 0 0 E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI 20) Proventi straordinari a) plusvalenze alienazione immobilizzazioni 0 0 b) altri proventi straordinari Totale proventi straordinari

5 BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/2012 C.A.A. "GIORGIO NICOLI" S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f ) Oneri straordinari: a) minusvalenze alienazione immobilizzazioni 0 0 b) imposte esercizi precedenti 0 0 c) altri oneri straordinari Totale oneri straordinari TOTALE DELLE PARTITE STRAORDINARIE (20-21) RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+/-C+/-D+/-E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate ) UTILE/(PERDITA-) DELL'ESERCIZIO

6 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f CENTRO AGRICOLTURA E AMBIENTE GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord n Crevalcore (BO) Capitale sociale = i.v. Iscritta al registro imprese di Bologna al n Iscritta al n R.E.A. della C.C.I.A.A. di Bologna codice fiscale NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2012 CRITERI DI FORMAZIONE Il presente bilancio è stato redatto in forma abbreviata in quanto sussistono i requisiti di cui all art bis, 1 comma del Codice civile; non è stata pertanto redatta la Relazione sulla gestione. I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31/12/2012, non si discostano da quelli utilizzati per la formazione del bilancio del precedente esercizio. CRITERI DI VALUTAZIONE Il bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2012, di cui la presente nota integrativa redatta ai sensi dell art del C.C. costituisce parte integrante ai sensi dell art e seguenti del C.C., corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute, ed è redatta osservando le disposizioni normative contenute nel Codice Civile. I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31 dicembre 2012 non si discostano dai medesimi previsti dalla normativa civilistica. In particolare, si precisa che non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui all art. 2423, comma 4, del Codice Civile. Nella redazione si sono osservati i principi generali della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta di cui all art c.c., e più precisamente: - la valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività (principio della prudenza e della continuità d impresa); - sono stati considerati i proventi e gli oneri di competenza dell esercizio, indipendentemente dalla data dell incasso o del pagamento (principio della competenza economica); 6

7 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f i rischi e le perdite di competenza sono stati tenuti in considerazione, anche se conosciuti dopo la chiusura dell esercizio; - gli utili sono stati, invece, indicati esclusivamente se realizzati alla data di chiusura dell esercizio; - gli elementi eterogenei compresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente, in ossequio al principio della chiarezza. In particolare, i criteri di valutazione adottati nella formazione del bilancio sono stati i seguenti: IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Le immobilizzazioni immateriali aventi utilità pluriennale sono iscritte al costo di acquisto con il consenso del Collegio Sindacale e riguardano: - i costi per programmi informatici iscritti sulla base di una prudente valutazione della loro utilità poliennale. Sono stati ammortizzati in quote costanti in tre esercizi in funzione della vita economicamente utile; - i costi per manutenzione straordinaria su beni di terzi sono ammortizzati in relazione alla durata della locazione; - i costi relativi agli oneri per contrattazione mutuo sono stati ripartiti in cinque esercizi; - i costi per rilascio fideiussioni sono stati ripartiti in base alla durata delle stesse. MATERIALI Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, comprensivo degli oneri accessori, al netto di ammortamenti e svalutazioni e, se del caso, rivalutate a norma di legge. L ammortamento effettuato in base alla stimata vita utile dei beni, tenuto conto della residua possibilità di utilizzazione di ogni singolo cespite, risulta coerente con l andamento produttivo: le quote di ammortamento delle varie categorie omogenee di immobilizzazioni sono state calcolate in base ad aliquote rappresentative della stimata vita utile dei cespiti. FINANZIARIE Le partecipazioni in altre imprese sono state valutate al costo di acquisto. 7

8 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f CREDITI I crediti verso clienti sono esposti al presumibile valore di realizzo. L adeguamento del valore nominale dei crediti al valore presunto di realizzo, è ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti, determinato in base alla stima della presumibile perdita per inesigibilità, con riferimento ai singoli crediti, che vengono quindi esposti al netto. DISPONIBILITA LIQUIDE Sono costituite dalle consistenze dei conti correnti bancari al 31 dicembre 2012, già considerate le competenze nette maturate alla stessa data, nonché dalla consistenza di cassa alla medesima data, tutte iscritte al valore nominale. RATEI E RISCONTI ATTIVI I ratei attivi rilevano quote di proventi di competenza dell esercizio che troveranno manifestazione numeraria nei futuri esercizi secondo il principio della competenza temporale. I risconti attivi riguardano quote di costo di competenza di esercizi futuri che hanno trovato manifestazione numeraria nell esercizio, in ossequio al principio della competenza economica. FONDO PER RISCHI ED ONERI E stato costituito un fondo per oneri relativo alle passività certe (costi per svuotamento vasche) stimate nell importo e correlate a componenti negativi di reddito dell esercizio in chiusura, ma che avranno manifestazione numeraria nel successivo esercizio. FONDO T.F.R. Rappresenta l effettivo debito maturato verso i dipendenti in conformità di legge e dei contratti di lavoro vigenti, considerando ogni forma di remunerazione avente carattere continuativo. Il fondo corrisponde al totale delle singole indennità maturate a favore dei dipendenti alla data di chiusura del bilancio ed è pari a quanto si sarebbe dovuto corrispondere ai dipendenti nell ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro in tale data. DEBITI I debiti verso fornitori e gli altri debiti sono iscritti in bilancio al valore nominale. Tali debiti non sono assistiti da alcuna forma di garanzia. PATRIMONIO NETTO Rappresenta la differenza tra tutte le voci dell'attivo e quelle del passivo determinate secondo i principi sopra enunciati e comprende gli apporti eseguiti dai soci. 8

9 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f L iscrizione del capitale sociale è avvenuta al valore nominale delle quote sottoscritte dai soci. RATEI E RISCONTI PASSIVI I ratei passivi rilevano quote di costo di competenza dell esercizio la cui manifestazione numeraria si avrà in esercizi futuri, secondo il principio della competenza economica. I risconti passivi riguardano quote di ricavi di competenza di esercizi futuri che hanno trovato manifestazione numeraria nell esercizio, in ossequio al principio della competenza. COSTI E RICAVI I costi e i ricavi sono stati imputati in linea con criteri di prudenza e competenza al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi e delle imposte direttamente connesse con le prestazioni di servizi effettuate. IMPOSTE SUL REDDITO DELL ESERCIZIO Le imposte sono accantonate secondo il principio della competenza e rappresentano pertanto gli accantonamenti per imposte liquidate o da liquidare per l esercizio determinate secondo l aliquota vigente. COMMENTO GENERALE ALLE VOCI DELL ATTIVO E DEL PASSIVO Variazioni intervenute nelle voci dell attivo Movimenti intervenuti nelle immobilizzazioni immateriali, materiali e finanziarie (art. 2427, comma 1, n 2) Le variazioni intervenute nelle immobilizzazioni sono le seguenti: Immobilizzazioni immateriali CONS.INIZIALI ACQUISIZIONI DISMISSIONI AMMORTAMENTI CONS.FINALE PROGRAMMI SW ONERI PLURIENNALI TOTALE

10 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f Le acquisizioni di sono relative ai costi sostenuti per noleggi, sistemazioni e ripristini a seguito del terremoto. Per tali costi, che si ritiene possano rientrare nei contributi regionali, l ammortamento è stato rinviato. Immobilizzazioni materiali CONS.INIZIALI ACQUISIZIONI DISMISSIONI AMMORTAMENTI CONS.FINALE TERRENI COSTRUZIONI LEGGERE IMPIANTO STOCCAGGIO MOBILI E MACCHINE UFFICIO MACCHINE ELETTR. UFFICIO ATTREZZATURE VARIE ANTICIPI PER IMMOBILIZZAZIONI TOTALE Partecipazioni (art n 5) SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ Si forniscono le seguenti informazioni relative alle partecipazioni possedute direttamente o indirettamente: 10

11 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f Partecipazioni in altre imprese Le partecipazioni in altre imprese sono iscritte per euro e sono relative a: - partecipazione al consorzio CONAI, sottoscritta nel 1998 è iscritta per 5. - partecipazioni acquisite nel anno 2009: a) iscritta per il valore nominale di euro per acquisto n. 50 azioni del valore unitario di euro 25,82 di EMIL BANCA CREDITO COOPERATIVO, con s annoede Bologna Via Mazzini,152 iscritta al Registro Imprese di Bologna al n ; b) iscritta per il valore nominale di euro per acquisto quote nel CONSORZIO FRA IMPRESE DI PRODUZIONE EDILIZIA ED AFFINI SOCIETA COOPERATIVA (CIPEA), con sede in Bologna in Via della Cooperazione n.9, iscritta al Registro Imprese di Bologna al n Come da verbale del Consiglio di Amministrazione del 26/03/2012, è stato esercitato il diritto di recesso sulla partecipazione acquisita nel 2008, iscritta per un valore nominale di euro pari al 5% del capitale sociale della società FORMA GIOVANI Soc. Consortile a r.l. iscritta al Registro Imprese di Bologna al n Variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell attivo e del passivo e, in particolare, per i fondi e per il trattamento di fine rapporto, le utilizzazioni e gli accantonamenti (art n 4) CREDITI SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ Il saldo è così suddiviso secondo le scadenze: DESCRIZIONE ENTRO OLTRE 12 OLTRE TOTALE 12 MESI MESI 5 ANNI VERSO CLIENTI VERSO ALTRI TOTALI

12 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f I crediti verso clienti al 31/12/2012 sono così costituiti: DESCRIZIONE TOTALE CREDITI V/CLIENTI FATTURE EMESSE CREDITI V/CLIENTI FATTURE DA EMETTERE FONDO SVALUTAZIONE CREDITI TOTALE I crediti verso altri al 31/12/2012, esigibili entro 12 mesi, sono così costituiti: DESCRIZIONE TOTALE CREDITI V/ERARIO PER ACCONTO IRES CREDITI V/ERARIO PER RIMBORSO IRES DA IRAP ALTRI CREDITI V/ERARIO CREDITI V/DIPENDENTI E COLLABORATORI 176 CREDITI V/ISTITUTI PREV.LI E ASSIST.LI 528 CONTRIBUTI DA RICEVERE CREDITI DIVERSI TOTALE I crediti verso altri al 31/12/2011, esigibili oltre 12 mesi sono così costituiti: DESCRIZIONE TOTALE PER DEPOSITI CAUZIONALI TOTALE E stata iscritta la somma di a seguito dell istanza presentata in data 21/2/2013 per rimborso IRES relativa all IRAP pagata sul costo del lavoro non dedotto, ai sensi dell art. 2, comma 1-quater del D.L. 201/2011 e successive modificazioni. Tale importo è stato iscritto nella voce E20 del conto economico. L adeguamento del valore nominale dei crediti al valore di presunto realizzo è stato ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti che ha subito la seguente movimentazione nel corso dell esercizio. 12

13 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f DESCRIZIONE TOTALE FONDO ALL 1/1/ UTILIZZO ANNO QUOTA ACCANTONATA ANNO TOTALE Il cliente TER.AM.EC. TERRITORIO AMBIENTE ECOLOGIA S.R.L. con sede in Ferrara, non ha provveduto al pagamento alle scadenze pattuite di fatture emesse nel corso del 2010 e 2011 per un totale di euro ,75. A garanzia del credito scaduto ed a seguito di decreti ingiuntivi, dichiarati provvisoriamente esecutivi, sono state iscritte ipoteche giudiziali su immobili della società debitrice siti nel Comune di Portomaggiore e consistenti in terreno a destinazione produttiva, capannone e casolare. Ritenendo il valore dei beni ipotecati superiore al credito vantato, si è ritenuto di non provvedere ad accantonamenti a fronte della dubbia esigibilità. DISPONIBILITA LIQUIDE SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ Il saldo è così suddiviso: DESCRIZIONE 31/12/ /12/2011 CASSA CONTANTI VALORI IN CASSA DEPOSITI BANCARI DEPOSITI POSTALI TOTALI Il saldo rappresenta l esistenza di numerario e di valori alla data di chiusura dell esercizio. 13

14 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f RATEI E RISCONTI Risconti attivi SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ Rappresentano le partite di collegamento dell esercizio conteggiate col criterio della competenza temporale. Non sussistono, al 31/12/2012, ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. DESCRIZIONE CANONI TELEFONICI MANUTENZIONI E ASSISTENZA ASSICURAZIONI ABBONAMENTI 201 TOTALI Variazioni intervenute nelle voci del passivo PATRIMONIO NETTO SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

15 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f VARIAZIONI DEL PATRIMONIO NETTO SALDO SALDO INIZIALE INCREMENTI DECREMENTI AL 31/12/12 I CAPITALE SOCIALE IV RISERVA LEGALE VII RISERVA STRAORDINARIA VII RIS.CONTR.C/CAP.ART VII RIS.CONTR.C/CAP.TASSATA IX UTILE DELL ESERCIZIO TOTALE Il Capitale Sociale interamente versato è rappresentato da n quote del valore nominale di 1 ciascuna. Le poste del patrimonio netto, ai sensi dell art. 2427, n 7 bis del C.C., sono così distinte secondo l origine, la possibilità di utilizzazione, la distribuibilità e l avvenuta utilizzazione nei tre esercizi precedenti: UTILIZZO NEI 3 ES. PRECEDENTI PER NATURA IMPORTO POSSIBILITÀ UTILIZZO * QUOTA DISPONIBILE COPERTURA PERDITE PER ALTRE RAGIONI CAPITALE RISERVA LEGALE B RISERVA STRAORDINARIA A-B-C RISERVE DA CONTRIBUTI A-B-C TOTALE QUOTA NON DISTRIB QUOTA DISTRIBUIBILE *A per aumento di capitale; B per copertura perdite; C per distribuzione ai soci Si evidenzia inoltre che in caso di distribuzione di utili o riserve deve permanere l importo di euro 1.780, quale riserva vincolata in sospensione di imposta per effetto del disposto di cui all art comma 4, lettera b) del TUIR. 15

16 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f In caso di distribuzione detto importo dovrà essere assoggettato ad imposte in capo alla società. FONDO IMPOSTE DIFFERITE PASSIVE SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ VARIAZIONI Le imposte differite passive sono state calcolate sulla base delle differenze temporanee di cui al seguente prospetto applicando l aliquota IRES ed IRAP in vigore al momento in cui le differenze temporali si riverseranno: IMPORTO DIFFERENZA NATURA TEMPORANEA IRES IRAP TOTALE SALDO ALL 1/1/ AMM.TI EFFETTUATI AI SOLI FINI CIVILI TOTALE FONDO PER RISCHI ED ONERI SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ VARIAZIONI E relativo al fondo per oneri passività certe (costi per svuotamento vasche) stimate nell importo, correlate a componenti negativi di reddito dell esercizio in chiusura, ma che avranno manifestazione numeraria nel successivo esercizio. 16

17 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f La variazione è costituita dalle seguenti movimentazioni: FONDO AL 31/12/ UTILIZZO ACCANTONAMENTO COSTI TOTALE FONDO AL 31/12/ TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ La variazione è costituita dalle seguenti movimentazioni: FONDO ALL 1/1/ TFR LIQUIDATO - IMPOSTA SOSTITUTIVA TFR MATURATO TOTALE Il fondo accantonato rappresenta l effettivo debito della società al 31/12/2012 verso i dipendenti in forza a tale data. DEBITI SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

18 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f I debiti sono valutati al loro valore nominale e la scadenza degli stessi è così suddivisa: DESCRIZIONE ENTRO 12 OLTRE 12 OLTRE 5 TOTALE MESI MESI ANNI DEBITI V/FORNITORI FATTURE DA RICEVERE NOTE ACCR. DA RICEVERE DEBITI V/BANCHE MUTUI PASSIVI ANTICIPI DA CLIENTI DEBITI TRIBUTARI DEBITI V/IST. PREV.ZA DEBITI V/PERSONALE E COLLAB DEBITI V/ASSICURAZIONI CONTRIBUTI C/ANTICIPI ALTRI DEBITI TOTALE I debiti verso fornitori sono iscritti al netto degli sconti commerciali. Il valore nominale di tali debiti è stato rettificato in occasione di resi o di abbuoni (rettifiche di fatturazione), nella misura corrispondente all ammontare definitivo con la controparte. La voce debiti tributari accoglie solo le passività per imposte certe e determinate. I debiti sono interamente dovuti nell area geografica italiana. RATEI E RISCONTI Ratei passivi SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

19 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f Rappresentano le partite di collegamento dell esercizio conteggiate col criterio della competenza temporale. Non sussistono, al 31/12/2012, ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. La composizione della voce RATEI PASSIVI è così dettagliata: DESCRIZIONE CANONI DI LOCAZIONE COMUNE S. GIOVANNI 75 TOTALI 75 IMPOSTE CORRENTI Le imposte per complessivi , derivano da accantonamento IRAP per ed IRES per , importo determinato in funzione della previsione dell onere d imposta di pertinenza dell esercizio secondo le norme fiscali vigenti. Dalla base imponibile IRAP sono stati dedotti: a) euro per deduzioni cuneo fiscale introdotte dall art.1, comma 206 della legge 296/06, che ha modificato il previgente art.11 del d.lgs.446/97. b) euro per spese di ricerca e sviluppo ai sensi dell art.11 del d.lgs. 446/1997, modificato dall art.1 comma 266 della legge 296/2006 e dall art.15bis, comma 1 lettera b) del d.l. n.81/2007 convertito nella legge 127/2007. l importo di cui sopra è stato asseverato con perizia redatta dall Ing. Matteo Iubatti. ALTRE INFORMAZIONI RICHIESTE DAL CODICE CIVILE Art n 6 La società non ha crediti o debiti di natura residua superiore a 5 anni né debiti assistiti da garanzia reale. Art n 6 bis La società non ha rilevato debiti o crediti espressi in valuta estera. Art n 6 ter La società non ha crediti e debiti relativi ad operazioni che prevedono l obbligo per l acquirente di retrocessione a termine. Art n 8 Nessun onere finanziario è stato imputato ai valori iscritti all attivo dello stato patrimoniale. 19

20 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f Art n 11 La società non ha percepito proventi da partecipazioni diversi dai dividendi. Art n 19 La società non ha emesso altri strumenti finanziari. Art n 19 bis I soci non hanno effettuato alcun finanziamento a favore della società. Art n 20 e n 21 La società non ha costituito né patrimoni né finanziamenti destinati a specifico affare. Art n 22 La società non ha effettuato alcuna operazione di locazione finanziaria. Art n. 22 bis La società non ha realizzato operazioni con parti correlate. Art n. 22 ter La società non ha sottoscritto accordi non risultanti dallo stato patrimoniale. Art bis La società non ha utilizzato strumenti finanziari derivati. Art septies del C.C. La società non ha destinato patrimoni ad uno specifico affare. Art decies del C.C. La società non ha stipulato contratti relativi al finanziamento di uno specifico affare. Informazioni ai sensi dell'art bis, 6 comma C.C. Art comma n 3 del C.C. Numero e valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedute dalla società La società non possiede azioni proprie né azioni o quote di società controllanti, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona. Art comma n 4 del C.C. Numero e valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti acquistate od alienate dalla società nel corso dell esercizio, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona. La società non ha effettuato alcun tipo di operazione di tale specie. 20

21 C.A.A. GIORGIO NICOLI S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f PROPOSTA DI DESTINAZIONE DELL UTILE Si propone di destinare l utile d esercizio di per euro 856,00 a riserva legale e per euro ,00 a riserva straordinaria. Il presente bilancio, composto da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonché il risultato economico dell esercizio e corrisponde alle risultanze delle scritture contabili. Crevalcore, lì Il Presidente del Consiglio di Amministrazione 21

22 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Bilancio al Farmacia Comunale Funo S.r.l. Società Unipersonale Sede Sociale in Via Galliera Argelato (BO) Capitale Sociale Euro Registro delle Imprese, C.F. e P.I N.R.E.A Bilancio chiuso al 31 Dicembre 2012 Stato patrimoniale attivo 31/12/ /12/2011 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti - - B) Immobilizzazioni, con separata indicazione di quelle concesse in locazione finanziaria I. Immateriali Costo storico Fondo ammortamento (18.049) (17.087) II. Materiali Costo storico Fondo ammortamento (17.632) (13.132) III. Finanziarie, con separata indicazione, per ciascuna voce dei crediti, degli importi esigibili entro l'esercizio successivo Totale immobilizzazioni C) Attivo circolante I. Rimanenze II. Crediti - entro 12 mesi oltre 12 mesi III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni IV. Disponibilità liquide Totale attivo circolante D) Ratei e risconti 154 Totale attivo Pagina 1 di 5

23 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Bilancio al /12/ /12/2011 Stato patrimoniale passivo e netto A) Patrimonio netto I. Capitale II. Riserva da sovrapprezzo delle azioni III. Riserva di rivalutazione IV. Riserva legale V. Riserve statutarie VI. Riserva per azioni proprie in portafoglio VII. Altre riserve VIII. Utili a nuovo IX. Utile dell'esercizio Totale patrimonio netto B) Fondi per rischi e oneri C) Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato D) Debiti - entro 12 mesi oltre 12 mesi Totale debiti E) Ratei e risconti - aggio su prestiti (obbligazionario o altro) - - vari Totale passivo Conti d'ordine 1) Sistema improprio dei beni altrui presso di noi - 2) Sistema improprio dei beni nostri presso terzi - - 3) Sistema improprio degli impegni ) Impegni verso terzi 5) Fidejussioni rilasciate a favore di terzi Totale conti d'ordine Pagina 2 di 5

24 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Bilancio al Conto economico 31/12/ /12/2011 A) Valore della produzione 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Variazione delle rimanenze di prodotti in lavorazione, semilavorati e finiti - - 3) Variazioni dei lavori in corso su ordinazione - - 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni - - 5) Altri ricavi e proventi: - vari contributi in conto esercizio Totale valore della produzione B) Costi della produzione 6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ) Per servizi ) Per godimento di beni di terzi ) Per il personale a) Salari e stipendi b) Oneri sociali c) Trattamento di fine rapporto d) Trattamento di quiescenza e simili e) Altri costi ) Ammortamenti e svalutazioni a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni - d) Svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide ) Variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci (9.141) 12) Accantonamento per rischi ) Altri accantonamenti ) Oneri diversi di gestione Totale costi della produzione Differenza tra valore e costi di produzione (A B) Pagina 3 di 5

25 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Bilancio al /12/ /12/2011 C) Proventi e oneri finanziari 15) Proventi da partecipazioni: - da imprese controllate - da imprese collegate - - altri - 16) Altri proventi finanziari: a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni - da imprese controllate - da imprese collegate - da controllanti - altri b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni - c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni - d) proventi diversi dai precedenti: - da imprese controllate - da imprese collegate - da controllanti altri ) Interessi e altri oneri finanziari: - da imprese controllate - da imprese collegate - da controllanti - altri bis) Utili e perdite si cambi Totale proventi e oneri finanziari D) Rettifiche di valore di attività finanziarie 18) Rivalutazioni: a) di partecipazioni - b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni - c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni - 19) Svalutazioni: a) di partecipazioni - - b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni - - c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni Totale rettifiche di valore di attività finanziarie - - Pagina 4 di 5

26 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Bilancio al /12/ /12/2011 E) Proventi e oneri straordinari 20) Proventi: - plusvalenze da alienazioni - - varie ) Oneri: - minusvalenze da alienazioni - - varie Totale delle partite straordinarie Risultato prima delle imposte (A B±C±D±E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio - Imposte dell'esercizio Imposte differite/anticipate ) Utile (Perdita) dell'esercizio L'Amministratore Unico Giuliano Gualandi Pagina 5 di 5

27 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Farmacia Comunale Funo S.r.l. Società Unipersonale Sede in Via Galliera Argelato (BO) Capitale sociale Euro i.v. Registro delle Imprese, C.F. e P.I N.R.E.A Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012 Attività svolte La società opera nella distribuzione al dettaglio di prodotti farmaceutici e parafarmaceutici con 1 Farmacia nel Comune di Argelato. Compagine sociale La Società è posseduta interamente dal Comune di Argelato che svolge pertanto l attività di direzione e coordinamento ai sensi dell art c.c.. Fatti di rilievo verificatisi nel corso dell esercizio Non vi sono fatti di rilevo avvenuti nel corso dell esercizio. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 1 di 22

28 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Criteri di formazione Il seguente bilancio, espresso in unità di Euro, è conforme al dettato degli articoli 2435 bis del Codice Civile, come risulta dalla presente nota integrativa, redatta ai sensi dell'articolo 2427 del Codice Civile, che costituisce, ai sensi e per gli effetti dell'articolo 2423, parte integrante del bilancio d'esercizio. Inoltre la nota integrativa fornisce le informazioni previste dai numeri 3) e 4) dell art 2428 esonerando pertanto la società dal redigere la relazione sulla gestione. La presente nota integrativa contiene, ove applicabili, anche le informazioni richieste, in merito ai rapporti con le parti correlate e agli accordi fuori bilancio, dall art c.c comma 22 bis e ter come introdotti dal D.Lgs. n. 173/2008. I criteri statuiti dal legislatore civile sono stati opportunamente integrati ed interpretati, quando necessario, sulla base dei principi contabili elaborati dall Organismo Italiano di Contabilità. Si precisa altresì che non si sono verificati casi eccezionali che abbiano richiesto deroghe alle norme di legge relative al bilancio ai sensi dell art. 2423, comma 4, c.c.. Questa Nota ha la specifica finalità di fornire illustrazioni, analisi ed in alcuni casi integrazioni dei dati di bilancio, dando le informazioni complementari e necessarie a fornire una corretta e veritiera rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della società e del risultato d esercizio in oggetto, anche se non richieste da specifiche disposizioni di legge. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 2 di 22

29 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Parte Prima Illustrazione dei criteri di valutazione La valutazione delle voci che concorrono alla formazione del bilancio è ispirata a criteri generali di prudenza, nel rispetto della competenza temporale e nella prospettiva della continuazione dell'attività prendendo a riferimento un periodo futuro di almeno 12 mesi dalla data di Bilancio, nonché tenendo conto della funzione economica dell elemento dell attivo o del passivo considerato. L applicazione del principio di prudenza ha comportato la valutazione individuale degli elementi componenti le singole poste o voci delle attività o passività, per evitare compensi tra perdite che dovevano essere riconosciute e profitti da non riconoscere in quanto non realizzati. In ottemperanza al principio di competenza, l effetto delle operazioni e degli altri eventi è stato rilevato contabilmente ed attribuito all esercizio al quale tali operazioni ed eventi si riferiscono e non a quello in cui si concretizzano i relativi movimenti di numerario (incassi e pagamenti). In particolare, i criteri di valutazione adottati per la redazione del bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2012, in osservanza dell art C.C., sono i seguenti: Immobilizzazioni Immateriali Sono iscritte secondo quanto previsto dal principio contabile n. 24 e sono costituite da spese aventi utilità pluriennale, contabilizzate al costo di acquisto aumentato degli oneri accessori e sono iscritte al predetto conto rettificato delle quote di ammortamento spesate a conto economico. Gli ammortamenti sono stati effettuati in funzione della residua possibilità di utilizzazione delle specifiche immobilizzazioni immateriali. Gli oneri pluriennali che si riferiscono al costo di costituzione della Società sono ammortizzati in cinque esercizi. Le migliorie su beni di terzi, costituite dalle modifiche alle strutture e agli impianti dei locali detenuti in affitto vengono ammortizzate per un periodo minore tra quello di utilità futura delle spese sostenute e quello residuo della locazione, tenuto conto del periodo di rinnovo. Materiali Sono iscritte, come previsto dal principio contabile n. 16, al costo di acquisto aumentato degli oneri accessori di diretta imputazione al netto dei relativi fondi di ammortamento. Nel valore di iscrizione a bilancio si è tenuto conto degli oneri accessori e dei costi sostenuti per l utilizzo dell immobilizzazione, portando a riduzione del costo gli sconti commerciali. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 3 di 22

30 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Sulle immobilizzazioni materiali sono stati effettuati ammortamenti in accordo con la normativa civilistica. Le immobilizzazione sono ammortizzate ogni anno sistematicamente sulla base della vita utile stimata. Le quote di ammortamento, imputate a conto economico, sono state calcolate attesi l utilizzo, la destinazione e la durata economicotecnica dei cespiti, sulla base del criterio della residua possibilità di utilizzazione, criterio che è stato ritenuto ben rappresentato dalle seguenti aliquote, e ridotte alla metà nell esercizio di entrata in funzione del bene: Impianti 15% Arredi 15% Mobili e macchine d ufficio 12% Macchine elettroniche d ufficio 20% Non sono state effettuate rivalutazioni discrezionali o volontarie e le valutazioni effettuate trovano il loro limite massimo nel valore d uso, oggettivamente determinato, dell immobilizzazione stessa. Le immobilizzazioni materiali non sono gravate da garanzie reali o ipoteche. Rimanenze di magazzino Le rimanenze sono iscritte al minore tra il costo di acquisto ed il valore di realizzo desumibile dall andamento del mercato. Data l assenza di strumenti informatici atti al calcolo del costo medio, si è adottato il criterio di abbattere il valore dell inventario, calcolato con gli ultimi prezzi di vendita al pubblico, di una percentuale media di ricarico. In particolare, la valorizzazione delle rimanenze di prodotti in giacenza presso la farmacia è avvenuta mediante l applicazione, nell ambito di ciascuna categoria merceologica omogenea, della percentuale di sconto media sull ultimo prezzo di vendita al pubblico, al netto dell IVA, corrispondente a quella praticataci dai nostri fornitori. Crediti Disponibilità liquide Sono esposti al loro presumibile valore di realizzo al netto di quanto accantonato al corrispondente fondo svalutazione in considerazione di situazioni specifiche e della tipologia di clientela del settore. Sono iscritte in bilancio al loro valore nominale. T.F.R. Il T.F.R. evidenzia quanto accantonato a fronte delle quote maturate nei diversi periodi amministrativi fino alla data del 31/12/2011, calcolate in base al disposto dell art c.c. e al C.C.N.L. vigente. Per gli importi maturati successivamente al 31/12/2006, considerata l azienda con un numero di dipendenti inferiore a 50 unità, le quote di TFR vengono versate agli enti di previdenza complementare qualora il personale opti per tale scelta. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 4 di 22

31 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Debiti Ratei e risconti Ricavi e proventi Costi ed oneri Imposte sul reddito Fondi per rischi ed oneri Impegni, garanzie, rischi Criteri di conversione dei valori in valuta estera Sono rilevati al loro valore nominale, modificato in occasione di resi o di rettifiche di fatturazione. Sono stati determinati secondo il criterio dell'effettiva competenza temporale dell'esercizio. In particolare sono stati iscritti componenti comuni a due o più esercizi la cui entità è determinata in ragione del tempo. I ricavi per vendite dei prodotti sono riconosciuti al momento del trasferimento della proprietà, che normalmente si identifica con la consegna o la spedizione dei beni. Sono indicati al netto degli sconti, dei premi, degli abbuoni e dei resi. I ricavi di natura finanziaria e quelli derivanti da prestazioni di servizi vengono riconosciuti in base alla competenza temporale. Sono esposti in bilancio secondo i principi della prudenza e della competenza con rilevazione dei relativi ratei e risconti. Sono indicati al netto dei resi, degli sconti, abbuoni e premi. Le imposte sul reddito sono calcolate in base ai criteri stabiliti dalle norme fiscali in vigore e rappresentano l onere per imposte pagabili correttamente sugli imponibili dichiarati. Qualora ne ricorrano i presupposti sono inoltre contabilizzate le imposte differite attive e passive afferenti le differenze temporanee emergenti tra l utile d esercizio e l imponibile fiscale. Nella valutazione di tali fondi sono stati rispettati i criteri generali di prudenza e di competenza e non si è proceduto alla costituzione di fondi rischi generici privi di giustificazione economica. In particolare, i rischi per i quali la manifestazione di una passività è probabile sono iscritti nelle note esplicative e accantonati secondo criteri di congruità nei fondi rischi. I rischi per i quali la manifestazione di una passività è solo possibile sono descritti nella Nota Integrativa senza procedere allo stanziamento di fondi rischi secondo i principi contabili di riferimento. Non si tiene conto dei rischi di natura remota. I rischi relativi a garanzie concesse, personali o reali, per debiti altrui vengono indicati nei conti d ordine per un importo pari all ammontare della garanzia prestata; l importo del debito altrui garantito alla data di riferimento del bilancio, se inferiore alla garanzia prestata, è indicato nella presente nota integrativa. Gli impegni sono indicati nei conti d ordine al valore nominale, desunto dalla relativa documentazione. Non sono presenti alla fine dell esercizio crediti o debiti in valuta estera diversa da quella dell area Euro Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 5 di 22

32 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Parte Seconda Informazioni sullo Stato Patrimoniale ATTIVITÀ A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Il Capitale sociale sottoscritto è stato interamente versato. B) Immobilizzazioni I. Immobilizzazioni immateriali Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione La seguente tabella è illustrativa delle consistenze e delle movimentazioni delle immobilizzazioni immateriali iscritte in bilancio: Descrizione Saldo 31/12/2011 Incrementi Decrementi Ammortamento Saldo 31/12/2012 Costi di impianto e di ampliamento - Ricerca, sviluppo e pubblicità - - Diritti brevetti industriali Concessioni, licenze, marchi e simili Avviamento - Immobilizzazioni in corso e acconti Altre Totale Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 6 di 22

33 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Concessioni licenze e marchi si riferiscono all implementazione del sito internet, le altre immobilizzazioni a costi sostenuti nell esercizio a fronte di lavori di manutenzioni straordinarie su beni di terzi. La tabella successiva ha lo scopo di evidenziare il costo, gli ammortamenti, le precedenti rivalutazioni, ammortamenti e svalutazioni delle immobilizzazioni immateriali. Precedenti rivalutazioni, ammortamenti e svalutazioni Descrizione Costo storico Fondo Ammortamento Rivalutazioni Svalutazioni Valore Netto Costi di impianto e di ampliamento Ricerca, sviluppo e pubblicità 0 Diritti brevetti industriali Concessioni, licenze, marchi e simili Avviamento 0 Immobilizzazioni in corso e acconti 0 Altre Totale II. Immobilizzazioni materiali Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 7 di 22

34 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Attrezzature industriali e commerciali Descrizione Importo Costo storico Ammortamenti esercizi precedenti Saldo al 31/12/ Acquisizione dell'esercizio 260 Cessioni dell'esercizio Rettifiche F.do Ammortamento Giroconti positivi (da riclassificazione) Giroconti negativi(da riclassificazione) Ammortamenti dell'esercizio 745 Saldo al 31/12/ Altri beni Descrizione Importo Costo storico Ammortamenti esercizi precedenti Saldo al 31/12/ Acquisizione dell'esercizio Cessioni dell'esercizio 257 Rettifiche F.do Ammortamento 257 Giroconti positivi (da riclassificazione) Giroconti negativi(da riclassificazione) Ammortamenti dell'esercizio Saldo al 31/12/ L incremento dell esercizio è dovuto principalmente all acquisto di monitor e cordless. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 8 di 22

35 Farmacia Comunale Funo S.r.l. C) Attivo circolante I. Rimanenze Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Composizione delle rimanenze Importo Etici OTC Parafarmaci Totale I criteri di valutazione adottati sono motivati nella prima parte della presente nota integrativa. Il valore delle rimanenze è dato dal valore dei beni presenti nella farmacia in gestione. II Crediti Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 9 di 22

36 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Il saldo è così suddiviso secondo le scadenze: Descrizione Entro 12 mesi Oltre i 12 mesi Oltre i 5 anni Totale saldo Verso clienti Verso Collegate o Consociate 0 Verso soci 0 Crediti tributari Imposte anticipate 0 Verso altri Totale Crediti tributari Si riferiscono principalmente al credito derivante dalla istanza di rimborso presentata per le mancata deducibilità Irap relativa al costo del lavoro ai sensi dell art. 2 comma 1 quater D.L. 201/2011. Crediti verso altri I crediti verso altri sono spiegabili come segue: Descrizione Importo Crediti SSN Altri Totale III Attività Finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Nell esercizio è venuto a scadenza l investimento a breve termine che la Società aveva fatto investendo la liquidità presso la propria banca di riferimento. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 10 di 22

37 Farmacia Comunale Funo S.r.l. IV Disponibilità liquide Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Descrizione 31/12/ /12/2011 Depositi bancari e postali Cassa assegni Cassa Totale Il saldo rappresenta le disponibilità liquide e l'esistenza di numerario e di valori alla data di chiusura dell'esercizio. D) Ratei e risconti Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Misurano proventi ed oneri la cui competenza è anticipata o posticipata rispetto alla manifestazione numeraria e/o documentale, essi prescindono dalla data di pagamento o riscossione dei relativi proventi ed oneri, comuni a due o più esercizi e ripartibili in ragione del tempo. Non sussistono ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 11 di 22

38 Farmacia Comunale Funo S.r.l. PASSIVITA' A) Patrimonio netto Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Il capitale sociale è stato sottoscritto interamente dal Socio Comune di Argelato. Il Capitale sociale è attualmente composto da una solo quota di Euro Capitale sociale Riserva legale Riserva Straordinaria Utile 2010 Utile 2011 Utile 2012 Totale Saldi al 31/12/ Destinazione del risultato: - - attribuzione utili altre destinazioni - Altre variazioni - Risultato Saldi al 31/12/ Destinazione del risultato: - - attribuzione utili altre destinazioni - Altre variazioni - Risultato Saldi al 31/12/ Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 12 di 22

39 Farmacia Comunale Funo S.r.l. In conformità con quanto disposto dal punto 7-bis dell art del Codice Civile, in relazione alla rappresentazione del patrimonio netto con riferimento alla disponibilità e distribuibilità, si forniscono le seguenti informazioni: Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Descrizione Importo Possibilità di utilizzo Quota disponibile Per copertura perdite Per altre ragioni Capitale Riserva legale B Riserva strarodinaria A,B,C Utile A,B,C Totale Patrimonio Netto Quota non distribuibile Residua quota distribuibile Riserve che in caso di distribuzione concorrono all'imponibile del socio Descrizione Riserva Straordinaria Legenda: A: per aumento di capitale B: per copertura perdite C: per distribuzione ai soci Nel capitale sociale non è incorporata alcuna riserva che, in caso di distribuzione, concorre al reddito imponibile dei soci. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 13 di 22

40 Farmacia Comunale Funo S.r.l. B) Fondi rischi Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione - Si riferiscono interamente agli accantonamenti effettuati dalla società in relazione alla perdita desumibile di valore dei beni inclusi nell affitto d azienda. Nel corso dell esercizio nessun accantonamento è stato fatto in quanto si ritiene che tale fondo sia già rappresentativo del valore degli stessi. C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Il saldo è così di seguito specificata: Descrizione 31/12/2011 Incrementi Decrementi 31/12/2012 Fondo trattamento fine rapporto Totale Il fondo rappresenta il trattamento maturato fino alla data del 31/12/2012 e relativa rivalutazione come previsto dall art c.c.. non vi sono stati importi maturati nell anno versati presso le forme di previdenza complementare, in base alle scelte espresse dai dipendenti. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 14 di 22

41 Farmacia Comunale Funo S.r.l. D) Debiti Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione I debiti sono valutati al loro valore nominale e la scadenza degli stessi è così suddivisa. Descrizione Entro 12 mesi Oltre 12 mesi Oltre 5 anni Totale Debiti verso socio Debiti verso fornitori Debiti verso tributari Debiti verso istituti di previdenza Debiti verso altri Totale Debiti verso fornitori I debiti verso fornitori sono iscritti al netto degli sconti commerciali, gli sconti cassa sono invece rilevati al momento del pagamento. Il valore nominale di tali debiti è rettificato, in occasione di resi o abbuoni (rettifiche di fatturazione), nella misura corrispondente all ammontare definito con la controparte. Debiti tributari La voce accoglie solo le passività per imposte certe e determinate. In tale voce sono iscritti i debiti per ritenute di acconto operate su stipendi dei dipendenti e collaboratori ed i debiti per Ires ed Irap dell esercizio. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 15 di 22

42 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Debiti verso altri I debiti verso altri sono così specificati: Descrizione Importo Debiti verso personale Debiti verso amministratore Altri Totale Conti d'ordine Il valore riportato è relativo ai canoni annuali ancora dovuti a fronte del contratto di affitto di ramo di azienda la cui durata prevista è di nove anni. I valori sono stati adeguati al canone indicizzato in base ai risultati ottenuti dalla gestione così come previsto nel contratto. Descrizione 31/12/ /12/2011 Variazioni Sistema improprio di beni altrui presso di noi - Fideiussioni e garanzie ( ) Terzi per danni subiti - Totale Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 16 di 22

43 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Parte Terza CONTO ECONOMICO Informazioni sul Conto Economico A) Valore della produzione Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Descrizione 31/12/ /12/2011 Vendite a clienti Altri ricavi e proventi Totale Gli altri ricavi si riferiscono principalmente a rimborsi per servizio cup e indennità per distruzione farmaci scaduti. B) Costi della produzione Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 17 di 22

44 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Descrizione 31/12/ /12/2011 Variazioni Materie prime, sussidiarie e merci Servizi Godimento di beni di terzi Salari e stipendi e contributi Ammortamento immobilizzazioni immateriali Ammortamento immobilizzazioni materiali Variazioni delle rimanenze Acc. Rischi Oneri diversi di gestione Totale Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci Si riferiscono quasi interamente agli acquisti delle merci destinate alla rivendita. Costi per servizi I costi per servizi possono essere così dettagliati: Descrizione 31/12/ /12/2011 Variazioni Manutenzioni e riparazioni Utenze e spese condominiali Spese telefoniche Buoni pasto Oneri bancari Altri costi Rimborso spese viaggio Prestazioni professionali, consulenze ed amministrazione Compensi Amministratori Totale Le spese per prestazioni professionali si riferiscono principalmente alle seguenti voci: Euro ai compensi per la tenuta della contabilità e del personale, Euro relativa alla tariffazione delle ricette. Costi per godimento beni di terzi I costi per il godimento di beni di terzi possono essere così dettagliati: Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 18 di 22

45 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Descrizione 31/12/ /12/2011 Affitti ramo d'azienda Affitto locali Altro Totale Tale voce è comprensiva del canone di affitto per la gestione della farmacia e la locazione dell immobile in cui è situata. Oneri diversi di gestione Gli oneri diversi di gestione possono essere così dettagliati: Descrizione 31/12/ /12/2011 Francobolli Altre spese Imposte e tasse ENPAF Sopravv passive Totale Costi per il personale La voce comprende l'intera spesa per il personale dipendente e distaccato ivi compreso i miglioramenti di merito, passaggi di categoria, scatti di contingenza, costo delle ferie non godute e accantonamenti di legge e contratti collettivi. L'organico aziendale medio equivalente a tempo pieno (escluso lunghe assenze) relativo all esercizio 2012 così come comparato con l esercizio precedente. Organico Variazione Quadri 1,0-1,0 Impiegati 3,0 5,0-2,0 Totale 3,0 6,0-3,0 Il contratto di lavoro applicato è quello ASSOFARM. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 19 di 22

46 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali Tale voce comprende la quota di ammortamento relativa alle spese di costituzione e alle licenze che vengono ammortizzate in cinque anni, gli ammortamenti delle spese di manutenzione straordinaria su beni di terzi ammortizzate in 8 anni. Ammortamento delle immobilizzazioni materiali Per quanto concerne gli ammortamenti si specifica che gli stessi sono stati calcolati sulla base della durata utile del cespite e del suo sfruttamento nella fase produttiva. C) Proventi e oneri finanziari Saldo al 31/12/ Saldo al 31/12/ Variazione -884 Si riferiscono interamente ad interessi attivi maturati su conto corrente. Imposte sul reddito d'esercizio Le imposte di competenza dell anno ammontano a Euro e sono relative ad IRES per Euro ed IRAP per Euro Risultato economico d esercizio L utile dell esercizio chiuso al 31/12/2012 ammonta ad Euro e riflette il risultato netto prodotto dall intera gestione. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 20 di 22

47 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Parte Quarta Altre informazioni Ai sensi dell art bis comma 6 si dichiara che la società non possiede né ha posseduto nel corso dell esercizio, direttamente o indirettamente per tramite di società fiduciaria o per interposta persona, quote o azioni proprie o di società controllanti. Rapporti con parti correlate La Società tiene rapporti con il socio di riferimento, Comune di Argelato che rappresenta l unica parte correlata. I rapporti con il socio sono condotti a condizioni di mercato sia per quanto attiene ai prezzi applicati che per quanto concerne i termini di pagamento. Nel corso dell esercizio i costi sostenuti ed i ricavi ottenuti sono stati i seguenti: Descrizione Costi Ricavi Beni Servizi Totale Beni Servizi Interessi Totale Comune di Argelato Totale I costi relativi ai servizi si riferiscono interamente alle spese relative ai canoni di locazione dei locali ed all affitto di ramo d azienda. Le informazioni relative ai rapporti di credito e debito esistenti alla data di chiusura dell esercizio sono stati già illustrati nelle specifiche voci dello stato patrimoniale. Compensi agli organi sociali Ai sensi di legge si evidenziano i compenso complessivo spettante all amministratore unico: Amministratore Euro Tale importo include anche un premio di produzione deliberato con assemblea del 26 settembre Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 21 di 22

48 Farmacia Comunale Funo S.r.l. Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio Non vi sono fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio. Rischi finanziari di cambio e di credito La Società è esposta ai seguenti rischi finanziari connessi alla sua operatività: - rischio di credito, in relazione a normali rapporti commerciali con clienti; - rischio di liquidità, con particolare riferimento alla disponibilità di risorse finanziarie ed all accesso al mercato del credito e degli strumenti finanziari in generale; La società non è esposta al rischio di cambio, in quanto non effettua transazioni in valuta diversa dall Euro. I flussi di cassa, le necessità di finanziamento e la liquidità della Società sono monitorate e gestite direttamente dalla società, con l obiettivo di garantire un efficace ed efficiente gestione delle risorse finanziarie. Inoltre, a copertura dei rischi genericamente derivanti dall esercizio dell attività d impresa, questi sono coperti da polizze assicurative stipulate con primarie società di assicurazione. Dette polizze sono periodicamente e sistematicamente riviste e rinnovate, e coprono con un ampia formula i rischi connessi ai beni sociali, e la responsabilità civile verso terzi e dipendenti. Destinazione del risultato di esercizio Considerato che non vi è alcun vincolo nella distribuzione degli utili, l Amministratore unico, propone ai Soci di distribuire interamente l utile d esercizio per un importo di Euro Il presente bilancio, composto da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonché il risultato economico dell'esercizio e corrisponde alle risultanze delle scritture contabili. L Amministratore Unico Giuliano Gualandi Nota integrativa al bilancio al 31/12/2012 Pagina 22 di 22

49 Funo, 26 aprile 2013 Relazione dell Amministratore allegata al bilancio Prima di passare all illustrazione dei punti specifici del bilancio 2012 e dei vari capitoli che lo compongono, vorrei fare alcune considerazioni che possono servire a chiarire alcuni aspetti che ad una lettura superficiale sembrerebbero contradditori. Mi riferisco in modo particolare al fatto che, nonostante la contrazione del valore della produzione dovuta ai tanti motivi che nel corso di questi ultimi anni ho avuto modo di ricordare e che anche in questa sede ribadirò, l utile d esercizio è cresciuto in modo significativo superando di gran lunga le previsioni del Business Plan, del bilancio al 30 giugno, nonché il consuntivo dell anno precedente. Tale risultato lo si è potuto ottenere per diversi motivi che cercherò di spiegare nel modo più semplice possibile. In primo luogo questo è stato il primo esercizio completo senza la presenza del vecchio direttore, la cui conduzione tecnica, amministrativa e commerciale era improntata principalmente a gonfiare gli introiti mediante un offerta il più delle volte poco razionale, disinteressandosi quasi completamente degli aspetti di redditività propri di qualsiasi impresa che opera sul mercato, non escluso quindi il settore farmaceutico. La scelta fatta a suo tempo di rinuncia alla sua collaborazione mediante la risoluzione del contratto si è dimostrata quindi giusta non solo dal punto di vista professionale e dei rapporti interni ma, visti i risultati, anche sotto l aspetto più propriamente commerciale, senza influire in modo negativo sulla qualità del servizio e migliorando sensibilmente i rapporti interpersonali all interno della struttura. La seconda considerazione, strettamente legata a quanto appena detto, è di natura squisitamente commerciale. In un momento di crisi dell economia caratterizzata da una contrazione generalizzata dei consumi e da una progressiva e perdurante diminuzione dei rimborsi da parte del SSN ( 9,71%), a fronte però di un aumento (+ 3,24%) del numero di ricette, si impone una politica che faccia particolare attenzione all aspetto commerciale e all uso appropriato delle risorse

50 al fine di rendere il più redditivo possibile il rapporto fra entrate e uscite, tenendo comunque conto dei vincoli legislativi ai quali il settore è sottoposto. A questo proposito è stato quindi indispensabile ricercare una più stretta collaborazione fra la Direttrice incaricata e lo scrivente sia nella fase dell acquisto dei prodotti che nella scelta dei prezzi di vendita, laddove la legge lo consente, in modo da avere un giusto equilibrio fra redditività e concorrenza. Debbo riconoscere che la Direttrice stessa è stata disponibile da subito ad offrire tale collaborazione a differenza del suo predecessore e che quindi il rapporto quasi quotidiano fra di noi ha permesso di ottenere i migliori risultati possibili pur fra le mille difficoltà dovute alla stato di recessione che il paese attraversa. Si è di fatto provveduto ad una scrematura dell offerta commerciale che ha interessato soprattutto prodotti a bassa rotazione e a scarsa o inesistente redditività, privilegiando negli acquisti sopratutto i settori più strettamente attinenti alla tipologia dell esercizio. Anche in questo caso si è posta particolare attenzione nella ricerca delle Ditte che offrivano, a parità di qualità, condizioni commerciali migliori, anche in termini di quantitativi, per non avere rimanenze inutili o improduttive. Infine una considerazione più strettamente politica. Da anni ormai assistiamo a continui interventi sulla farmaceutica convenzionata, quasi fosse la fonte di tutti i mali della sanità italiana, mentre i veri problemi risiedono nel comparto ospedaliero dove corruzione, sprechi e scarsa produttività assorbono la maggioranza delle risorse che lo stato mette a disposizione, provocando di fatto un progressivo smantellamento dello stato sociale nel settore sanitario pubblico al pari di altri settori in cui si articola l intervento dello stato nei confronti dei cittadini. Io stesso in questi ultimi mesi, in un periodo di particolare necessità, ho avuto modo di constatare di persona fino a che punto può arrivare l inefficienza, l arroganza e la scarsa sensibilità di certe pubbliche amministrazioni nei confronti dei bisogni delle persone, il tutto reso ancora più evidente da una burocrazia che mette continuamente i bastoni fra le ruote, quasi volesse scoraggiare chi si rivolge ad essa in un momento di difficoltà Già ho avuto modo di ricordare nella mia relazione del 30 settembre 2012, i vari punti in cui si è articolato in questi ultimi anni l intervento dello Stato nel settore farmaceutico ed è quindi perfettamente inutile riprendere ancora una volta le argomentazioni e le considerazioni già ampiamente sviluppate. Voglio solo citare

51 ancora una volta l uso sempre più massiccio che le ASL fanno della Distribuzione Diretta di farmaci ad alto costo o innovativi a fronte di innumerevoli studi, basati sul calcolo reale dei costi diretti (personale, attrezzature, locali e costo prodotti) e indiretti (tempo e spese dei cittadini per raggiungere il luogo della distribuzione), hanno dimostrato esserci un aggravio di spesa per le casse pubbliche e un aumento dei disagi, nonché dei costi, per i cittadini. La Distribuzione per Conto attraverso le farmacie potrebbe quindi ovviare a tanti inconvenienti liberando risorse da impiegare in modo più socialmente utile in altri campi per un maggior benessere della popolazione. Dopo le considerazioni di carattere generale, passo ora ad illustrare brevemente alcuni punti del bilancio meritevoli di approfondimento. Per tutti i motivi sopra menzionati, per la crisi dei consumi aggravatosi nel corso dell ultimo anno, per i continui interventi governativi sul comparto farmaceutico, il valore della produzione mostra un sensibile calo rispetto al 2011 ( 4,5%), così suddiviso: Corrispettivi 2,91% 35315,51 euro Rimborsi SSN 9,71% 81106,80 N ricette + 3,24% Media ricetta 12,54% 1,94 euro Il confronto con i dati della Regione e con l ASL di Bologna mostrano da parte nostra una tenuta decisamente migliore. A fronte infatti di un calo di introiti generalizzato e superiore al nostro, i rimborsi nella sola ASL di Bologna hanno avuto una contrazione annuale del 11,16% mentre il numero di ricette è rimasto sostanzialmente inalterato. I costi della produzione però, per tutti gli interventi e i correttivi enunciati all inizio, hanno avuto una netta contrazione ( 6,37%), dovuta principalmente al calo delle spese per l acquisto di prodotti ( 7,17%) e alle minori uscite per il personale ( 13,3%), per citare i due capitoli più significativi. Ciò ha comportato un notevole aumento della differenza fra entrate ed uscite (+ 29,29%) e un utile d esercizio decisamente superiore all anno precedente (+ 55,9%), e a maggior ragione rispetto al Piano, per cui entrerà nelle casse comunali

52 una cifra tanto interessante quanto inaspettata, visti il momento economico in cui si opera e le difficoltà che incontrano oggi gli Enti Locali. Naturalmente è auspicabile che un giusto riconoscimento anche in termini economici venga assicurato al personale per l impegno profuso nell ottenimento di tali risultati. L Amministratore Unico (Giuliano Gualandi)

53 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 19/06/2013

54 !"#$%$&

55 !! !"" #$% &"! #$"&% Valore produzione Futura + ex Forma Giovani Ricavi Figurativi Personale RER Altri Ricavi Figurativi

56 ' ("& ) ("&!!** +, ("* * -./ ( &

57 0.1 1A1 - Ambito Formazione Iniziale - Superiore - al Lavoro 1,65% 1A2 - Ambito Formazione Continua e Permanente 7,25% FG11 - Ambito Obbligo scolastico e Formativo 28,84% 1A3 - Ambito F.ne Socio-Sanitario (al e sul Lavoro) 6,85% 1A4 - Ambito F.ne Utenti CIP - Progetto "Multimisura" 6,39% 1A5 - Ambito Formazione Saldatura 0,40% 1D2 - Altri Ricavi 0,33% 1D1 - Servizi di Futura a Forma Giovani 3,72% 1B1 - Ambito Orientamento - utenze disabili 4,08% 1B2 - Ambito SRFC 40,49% 2 3( &&&

58 0.1 AREA 1 (Attività in Concessione) %! "#$ " % &' ( "")$ # $ *!! +,-', $#$ ) $ / 0.' ,04 $# / ,00 $$) ,23 " 21% , '% '% ,83 ##$

59 0.1 FG21 - Ambito Servizi Formativi 0,91% FG23 - Altri Ricavi 0,62% 3A1 - Ambito Servizi Formativi Pubblica Amministrazione 20,43% 3C2 - Altri Ricavi 16,66% 3A2 - Ambito Servizi Formativi Aziende 3,35% 3C1 - Distacco personale di Futura a Forma Giovani 16,25% 3A3 - Ambito F.ne Saldatura / Certificazioni Saldatura 3,75% 3A4 - Ambito Servizi Formativi Privati 6,50% 3B2 - Ambito Servizi per il Lavoro 14,92% 3A5 - Ambito Apprendistato 10,47% 3B1 - Ambito Orientamento - Giovani - Eurodesk - Disabili 6,13% 2 3(!"*"

60 0.1 AREA 3 (Attività a Mercato) %!%' $# $. "".4 5%. "" " $! $.' ,32 $" / '72' ,11 / ,76 $) 2'%% ' ,02 1% , ,65 ) 31% 6.267,09

61 ,. Numero di corsi Numero ore di attività

62 4) )56- Sedi CIOP Utenti serviti Maschi Femmine Fascia d'età da 33 a 50 anni Cittadinanza Italiana Cittadinanza Extra UE Licenza Media Inferiore o nessun titolo di studio Disoccupato /,8 ++, ,1% 42,9% 57,1% 42,1% 39,9% 68,1% 83,5% ' ,5% 68,5% 45,4% 78,7% 16,0% 54,9% 62,7% 3!'% ,1% 45,9% 46,3% 69,3% 25,6% 53,2% 64,8%! ' ,5% 46,5% 47,4% 64,5% 30,8% 57,1% 78,8% 9!. ' 88 50,0% 50,0% 55,7% 55,7% 12,5% 58,0% 70,5% Totale 1763 '$ (!$)))$$ $))$$& / 7! )56-8 *+!$ $$$)) '!$! $$$$&

63 4) Scuola N. Classi (3 ) N. Studenti N. Interventi Genitori N. Genitori Scuola Media Bazzano Scuola Media "F. Malaguti" - Calcara (Crespellano) 1 24 Scuola Media "F. Malaguti" - Crespellano Scuola Media "G. Pascoli" - Anzola Emilia Scuola Media "Due risorgimenti" - Calderara di Reno Scuola Media "Marco Polo" - Crevalcore Scuola Media "A. Ferri" - Padulle Scuola Media "G. Mazzini" - Sant'Agata Bolognese Scuola Media "G. Mameli" - San Giovanni in Persiceto Scuola Media "Mezzacasa" - San Matteo della Decima Scuola Media Malalbergo Altedo Baricella Scuola Media Bentivoglio 2 47 Scuola Media San Giorgio di Piano 4 86 Scuola Media "A. Gessi" - Castello d'argile 3 67 Scuola Media "A. Gessi" - Pieve di Cento 3 67 Scuola Media "P. Bagnoli" - San Pietro in Casale Scuola Media "Giovanni XIII" - San Venanzio di Galliera 2 38 Totali

64 Attività N Aziende NEO Imprenditori Potenziali Nuovi Imprenditori N Apprendisti Formazione Continua 220 / / / Apprendistato 73 / / 112 Formazione a supporto del consolidamento d'impresa Formazione a supporto della creazione d'impresa / 9 / / / / 20 /

65 :6.. IeFP Tipologia Attività Titolo Corsi Formazione Iniziale per Adulti Costruttore su macchine utensili Installatore e Manutentore Impianti Elettrici Operatore Socio Sanitario Installatore e Manutentore Impianti Elettrici Allievi al termine del corso Occupati % ,0% ,2% Formazione Iniziale Inclusione Verso il lavoro: Percorsi di formazione Multiprofilo ,6% Formazione Superiore Tecnologo dei processi fusori ,0% Totali ,7% Le aziende coinvolte per lo svolgimento degli stage sono state oltre 200 Tipologia Attività Titolo Corsi Formazione Utenti Centro per l'impiego Formazione specifica e personalizzata per gli utenti dei CIP Allievi al termine del corso Occupati % ,0%

66 2.6. ;1 <. :6 N Tirocini realizzati (durata da 3 a 6 mesi) = 23 N utenti non intervistati perché non rintracciabili = 1 Occupato % * Disoccupato % * Stato Occupazionale a 3 mesi dal termine del tirocinio 10 45% 12 55% Stato Occupazionale a 9 mesi dal termine del tirocinio 10 45% 12 55% * La percentuale è calcolata sul totale degli intervistati pari a 22

67 2=.>.1611.?,&$-,& )$.! /.1. 9?,&$-,& )$.! / $0 1 $0 1,,!234(5,,!234(5!$% $*!%,&6$ $$ $.,& $,&6$ $$ $.,& $ *$$$$) *$$$$) : $78 1 $78 1 $798 1 $798:1 6 &$ % &*$"% $&%,&6$ $$ $.,& $,,!234(5 $7: 1,,!234(5,,!234(5 $*% ;($$$)$<$ ' )&$$ 232 ;;($$<$ ' )&$$=<,>$<$? $

68

69 : " #$,,&$$ &'! (#)&$& 6:-;<3!1036<<90=6 ( (!" #$ % * +&%'%$$&!+ +&$&, +&%'%$$& (!+ ',+-, +&%'%$$&! &!. "/,##)$&, +"0&$"& (!%", 6:-;<3!1036<<90=6 6:-;<3!1036<<90=6 6:-;<3!1036<<90=6 6:-;<3!1036<<90=6 +" 100$'-,2,& ',,,$$ 100$'- #342&/2# 4,#,& 24,$& 522, 6.7 5$-,,&$ ++.( 4,#,&,&, +.!"8!,9,4 "

70 /. 1 == 2 % % % 0.. " :1 81 :1 0..! A1! A1 B * C A1 0A4:4 B4!= B1! A1! :1 ) ! AA1!" A 1!* A1 ) 1 B1 B 1 E1 2 ** (8 188$-- $$ )D$$$$$8E1$$$$& (:188$-- $$ <):D$$$E1$$$$&, $6$)$$&8E)A>A.&

71 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 19/06/2013 Informazioni generali sull'impresa Denominazione Sede Codice fiscale Codice CCIAA Partita iva Numero REA Forma giuridica Capitale Sociale Settore attività prevalente (ATECO) Numero albo cooperative Appartenenza a gruppo Paese della capogruppo Denominazione capogruppo Società con socio unico Società in liquidazione Società sottoposta ad altrui attivita di direzione Denominazione ente altrui attività di direzione FUTURA SOC. CONS. A R.L. VIA BOLOGNA 96/E SAN GIOVANNI IN PERSICETO (BO) BO Societa' a responsabilita' limitata ,00 i.v No No No No Stato patrimoniale 31/12/ /12/2011 Attivo A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Parte richiamata - - Parte da richiamare - - Totale crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (A) - - B) Immobilizzazioni I - Immobilizzazioni immateriali 1) costi di impianto e di ampliamento ) costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità - - 3) diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno ) concessioni, licenze, marchi e diritti simili - - 5) avviamento - - 6) immobilizzazioni in corso e acconti - - 7) altre Totale immobilizzazioni immateriali II - Immobilizzazioni materiali 1) terreni e fabbricati ) impianti e macchinario ) attrezzature industriali e commerciali ) altri beni ) immobilizzazioni in corso e acconti. - - Totale immobilizzazioni materiali III - Immobilizzazioni finanziarie 1) partecipazioni a) imprese controllate b) imprese collegate c) imprese controllanti - - d) altre imprese Totale partecipazioni Crediti a) verso imprese controllate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso imprese controllate - - b) verso imprese collegate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso imprese collegate - - c) verso controllanti esigibili entro l'esercizio successivo - - Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 1)

72 esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso controllanti - - d) verso altri esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso altri Totale crediti ) altri titoli - - 4) azioni proprie - - azioni proprie, valore nominale complessivo (per memoria) - - Totale immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni (B) C) Attivo circolante I - Rimanenze 1) materie prime, sussidiarie e di consumo ) prodotti in corso di lavorazione e semilavorati - - 3) lavori in corso su ordinazione ) prodotti finiti e merci ) acconti - - Totale rimanenze II - Crediti 1) verso clienti esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso clienti ) verso imprese controllate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso imprese controllate - - 3) verso imprese collegate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso imprese collegate - - 4) verso controllanti esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale crediti verso controllanti bis) crediti tributari esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo Totale crediti tributari ter) imposte anticipate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale imposte anticipate - - 5) verso altri esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo Totale crediti verso altri Totale crediti III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 1) partecipazioni in imprese controllate - - 2) partecipazioni in imprese collegate - - 3) partecipazioni in imprese controllanti - - 4) altre partecipazioni - - 5) azioni proprie - - azioni proprie, valore nominale complessivo (per memoria) - - 6) altri titoli. - - Totale attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni - - IV - Disponibilità liquide 1) depositi bancari e postali ) assegni - - 3) danaro e valori in cassa Totale disponibilità liquide Totale attivo circolante (C) D) Ratei e risconti Ratei e risconti attivi Disaggio su prestiti emessi - - Totale ratei e risconti (D) Totale attivo Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 2)

73 Passivo A) Patrimonio netto I - Capitale II - Riserva da soprapprezzo delle azioni - - III - Riserve di rivalutazione - - IV - Riserva legale V - Riserve statutarie - - VI - Riserva per azioni proprie in portafoglio - - VII - Altre riserve, distintamente indicate Riserva straordinaria o facoltativa Riserva per rinnovamento impianti e macchinari - - Riserva ammortamento anticipato - - Riserva per acquisto azioni proprie - - Riserva da deroghe ex art Cod. Civ - - Riserva azioni (quote) della società controllante - - Riserva non distribuibile da rivalutazione delle partecipazioni - - Versamenti in conto aumento di capitale - - Versamenti in conto futuro aumento di capitale 3 3 Versamenti in conto capitale - - Versamenti a copertura perdite - - Riserva da riduzione capitale sociale - - Riserva avanzo di fusione - - Riserva per utili su cambi - - Differenza da arrotondamento all'unità di Euro -1 1 Riserve da condono fiscale: Riserva da condono ex L. 19 dicembre 1973, n. 823; - - Riserva da condono ex L. 7 agosto 1982, n. 516; - - Riserva da condono ex L. 30 dicembre 1991, n. 413; - - Riserva da condono ex L. 27 dicembre 2002, n Totale riserve da condono fiscale - - Varie altre riserve Totale altre riserve VIII - Utili (perdite) portati a nuovo - - IX - Utile (perdita) dell'esercizio Utile (perdita) dell'esercizio Acconti su dividendi - - Copertura parziale perdita d'esercizio - - Utile (perdita) residua Totale patrimonio netto B) Fondi per rischi e oneri 1) per trattamento di quiescenza e obblighi simili ) per imposte, anche differite - - 3) altri Totale fondi per rischi ed oneri C) Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato D) Debiti 1) obbligazioni esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale obbligazioni - - 2) obbligazioni convertibili esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale obbligazioni convertibili - - 3) debiti verso soci per finanziamenti esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso soci per finanziamenti - - 4) debiti verso banche esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso banche ) debiti verso altri finanziatori esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso altri finanziatori - - 6) acconti esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale acconti Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 3)

74 7) debiti verso fornitori esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso fornitori ) debiti rappresentati da titoli di credito esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti rappresentati da titoli di credito - - 9) debiti verso imprese controllate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso imprese controllate ) debiti verso imprese collegate esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso imprese collegate ) debiti verso controllanti esigibili entro l'esercizio successivo - - esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso controllanti ) debiti tributari esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti tributari ) debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale ) altri debiti esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo - - Totale altri debiti Totale debiti E) Ratei e risconti Ratei e risconti passivi Aggio su prestiti emessi - - Totale ratei e risconti Totale passivo Conti d'ordine 31/12/ /12/2011 Rischi assunti dall'impresa Fideiussioni a imprese controllate - - a imprese collegate - - a imprese controllanti - - a imprese controllate da controllanti - - ad altre imprese - - Totale fideiussioni - - Avalli a imprese controllate - - a imprese collegate - - a imprese controllanti - - a imprese controllate da controllanti - - ad altre imprese - - Totale avalli - - Altre garanzie personali a imprese controllate - - a imprese collegate - - a imprese controllanti - - a imprese controllate da controllanti - - ad altre imprese - - Totale altre garanzie personali - - Garanzie reali a imprese controllate - - a imprese collegate - - a imprese controllanti - - a imprese controllate da controllanti - - ad altre imprese - - Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 4)

75 Totale garanzie reali - - Altri rischi crediti ceduti pro solvendo - - altri - - Totale altri rischi - - Totale rischi assunti dall'impresa - - Impegni assunti dall'impresa Totale impegni assunti dall'impresa - - Beni di terzi presso l'impresa merci in conto lavorazione - - beni presso l'impresa a titolo di deposito o comodato - - beni presso l'impresa in pegno o cauzione - - altro - - Totale beni di terzi presso l'impresa - - Altri conti d'ordine Totale altri conti d'ordine - - Totale conti d'ordine - - Conto economico 31/12/ /12/2011 A) Valore della produzione: 1) ricavi delle vendite e delle prestazioni ) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti - - 3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione ) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni - - 5) altri ricavi e proventi contributi in conto esercizio altri Totale altri ricavi e proventi Totale valore della produzione B) Costi della produzione: 6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ) per servizi ) per godimento di beni di terzi ) per il personale: a) salari e stipendi b) oneri sociali c) trattamento di fine rapporto d) trattamento di quiescenza e simili - - e) altri costi Totale costi per il personale ) ammortamenti e svalutazioni: a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni - - d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide Totale ammortamenti e svalutazioni ) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci ) accantonamenti per rischi ) altri accantonamenti ) oneri diversi di gestione Totale costi della produzione Differenza tra valore e costi della produzione (A - B) C) Proventi e oneri finanziari: 15) proventi da partecipazioni da imprese controllate - - da imprese collegate - - altri - - Totale proventi da partecipazioni ) altri proventi finanziari: a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni da imprese controllate - - da imprese collegate - - da imprese controllanti - - Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 5)

76 altri - - Totale proventi finanziari da crediti iscritti nelle immobilizzazioni - - b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni - - c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni - - d) proventi diversi dai precedenti da imprese controllate - - da imprese collegate - - da imprese controllanti - - altri Totale proventi diversi dai precedenti Totale altri proventi finanziari ) interessi e altri oneri finanziari a imprese controllate - - a imprese collegate - - a imprese controllanti - - altri Totale interessi e altri oneri finanziari bis) utili e perdite su cambi 0-18 Totale proventi e oneri finanziari ( bis) D) Rettifiche di valore di attività finanziarie: 18) rivalutazioni: a) di partecipazioni - - b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni - - c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni - - Totale rivalutazioni ) svalutazioni: a) di partecipazioni - - b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni - - c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni - - Totale svalutazioni - - Totale delle rettifiche di valore di attività finanziarie (18-19) - - E) Proventi e oneri straordinari: 20) proventi plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n Differenza da arrotondamento all'unità di Euro - - altri Totale proventi ) oneri minusvalenze da alienazioni i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n imposte relative ad esercizi precedenti - - Differenza da arrotondamento all'unità di Euro - - altri Totale oneri Totale delle partite straordinarie (20-21) Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D + - E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate imposte correnti imposte differite - - imposte anticipate - - proventi (oneri) da adesione al regime di consolidato fiscale / trasparenza fiscale - - Totale delle imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate ) Utile (perdita) dell'esercizio I valori si intendono espressi in euro Conforme alla tassonomia itcc-ci (pagina 6)

77 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Partita iva VIA BOLOGNA 96/E SAN GIOVANNI IN PERSICETO BO Numero R.E.A Registro Imprese di BOLOGNA n Capitale Sociale ,00 i.v. Nota integrativa ordinaria ex Art C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 redatta in forma abbreviata Gli importi presenti sono espressi in unità di euro PREMESSA Signori Soci, il presente bilancio è stato redatto in modo conforme alle disposizioni del codice civile e si compone dei seguenti documenti: 1) Stato patrimoniale; 2) Conto economico; 3) Nota integrativa. Il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2012 corrisponde alle risultanze di scritture contabili regolarmente tenute ed è redatto in conformità agli art e seguenti del codice civile. I limiti previsti dall articolo 2435 bis del codice civile consentono la redazione del bilancio in forma abbreviata. Tuttavia, per rispettare quanto previsto dalla Giunta della regione Emilia Romagna in materia di accreditamento degli organismi di formazione professionale, la parte numerica del bilancio è stata riclassificata seguendo lo schema esteso. La presente nota integrativa ha al proprio interno invece tutte le informazioni obbligatorie previste per la forma abbreviata, integrate di quanto necessario per commentare il bilancio redatto secondo lo schema esteso. Il bilancio di esercizio viene redatto con gli importi espressi in euro. In particolare, ai sensi dell art. 2423, comma 5, c.c.: - lo stato patrimoniale e il conto economico sono predisposti in unità di euro. Il passaggio dai saldi di conto, espressi in centesimi di euro, ai saldi di bilancio, espressi in unità di euro, è avvenuto mediante arrotondamento per eccesso o per difetto in conformità a quanto dispone il Regolamento CE. La quadratura dei prospetti di bilancio è stata assicurata riepilogando i differenziali dello stato patrimoniale in una Riserva per arrotondamenti in unità di euro, iscritta nella voce A.VII Altre riserve e quelli del conto economico, alternativamente, in E.20) Proventi straordinari o in E.21) Oneri straordinari; - i dati della nota integrativa sono espressi in euro in quanto garantiscono una migliore intelligibilità del documento. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 1 di 25

78 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale PRINCIPI DI REDAZIONE Sono state rispettate: la clausola generale di formazione del bilancio (art c.c.), i suoi principi di redazione (art bis c.c.) ed i criteri di valutazione stabiliti per le singole voci (art c.c.). In particolare: - la valutazione delle voci è stata effettuata secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività e tenendo conto della funzione economica di ciascuno degli elementi dell attivo e del passivo; - i proventi e gli oneri sono stati considerati secondo il principio della competenza, indipendentemente dalla data dell incasso o del pagamento; - i rischi e le perdite di competenza dell'esercizio sono stati considerati anche se conosciuti dopo la chiusura di questo; - gli utili sono stati inclusi soltanto se realizzati alla data di chiusura dell'esercizio secondo il principio della competenza; - per ogni voce dello stato patrimoniale e del conto economico è stato indicato l'importo della voce corrispondente dell'esercizio precedente, nel rispetto delle disposizioni dell art ter, c.c.; i risultati del 2012 non sono però comparabili con quelli dell esercizio precedente per effetto dell intervenuta efficacia, a partire dal 1 gennaio 2012, dell operazione di fusione per incorporazione della società controllata e posseduta al 100% Forma Giovani Società Consortile a Responsabilità Limitata, di cui si forniranno maggiori dettagli infra; - gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente. Si precisa inoltre che: - ai sensi del disposto dell art ter del codice civile, nella redazione del bilancio, sono stati utilizzati gli schemi previsti dall art del codice civile per lo Stato Patrimoniale e dall art del codice civile per il Conto Economico. Tali schemi sono in grado di fornire informazioni sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale e finanziaria della Società, nonché del risultato economico; - la società ha mantenuto i medesimi criteri di valutazione utilizzati nei precedenti esercizi, - non si sono verificati casi eccezionali che impongano di derogare alle disposizioni di legge; - la società non si è avvalsa della possibilità di raggruppare le voci precedute dai numeri arabi; - ai fini di una maggiore chiarezza sono state omesse le voci precedute da lettere, numeri arabi e romani che risultano con contenuto zero nel precedente e nel corrente esercizio; - non vi sono elementi dell attivo e del passivo che ricadono sotto più voci dello schema di stato patrimoniale. La presente nota integrativa costituisce parte integrante del bilancio ai sensi dell articolo 2423, comma 1, del codice civile. Alla data di chiusura dell esercizio, e per effetto dell operazione di fusione sopra citata, la società non controllava altre imprese, neppure tramite fiduciarie ed interposti soggetti. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 2 di 25

79 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale ATTIVITA SVOLTA La società opera nell'ambito del Sistema integrato Scuola-Formazione e Lavoro, nella Pubblica Amministrazione e nell'ambito socio-sanitario, mettendo a disposizione di Enti Locali, Aziende, Scuole, Associazioni e Privati la propria esperienza in materia di progettazione e gestione di interventi formativi. Futura realizza le proprie attività accedendo ai finanziamenti pubblici dei Bandi provinciali, regionali, nazionali e comunitari e proponendo a mercato un proprio catalogo di proposte formative Durante l esercizio la vita societaria è stata caratterizzata da alcune modifiche di fondamentale rilevanza. In particolare la società, da precedente forma di società per azioni, si è trasformata in Società consortile a responsabilità limitata con atto iscritto presso il competente Registro delle Imprese di Bologna il 22 maggio 2012, a rogito del notaio Chiaramonte Salvatore, la trasformazione ha avuto efficacia a far data dal 30 luglio Successivamente, in data 11 ottobre 2012 è stato stipulato l atto di fusione per incorporazione con la società Forma Giovani S.c.a r.l.. La fusione, avente effetto dal 1 novembre 2012, è avvenuta con procedura semplificata (ai sensi dell articolo 2505 bis del codice civile) e non ha pertanto originato alcun concambio. A riguardo si sottolinea, poi, che è stata prevista una retrodatazione degli effetti contabili e fiscali al 1 gennaio Per quanto sopra esposto, Futura si è quindi trovata a doversi occupare della gestione dei percorsi in obbligo formativo (attività precedentemente svolta dall incorporata Forma Giovani) e, contestualmente è divenuta soggetta al rispetto dei requisiti di accreditamento previsti dal D.M. del 20 novembre Sez.1 - CRITERI DI VALUTAZIONE APPLICATI I criteri di valutazione adottati e che qui di seguito vengono illustrati sono coerenti con quelli degli esercizi precedenti e rispondono a quanto richiesto dall art del codice civile. B) I - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Le Immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione e sono sistematicamente ammortizzate in funzione della loro residua possibilità di utilizzazione e tenendo conto delle prescrizioni contenute nel punto 5) dell art del codice civile. In dettaglio: I costi di impianto e ampliamento sono stati iscritti nell attivo del bilancio, con il consenso del sindaco/revisore unico, in considerazione della loro utilità pluriennale. L ammortamento è calcolato in cinque anni a quote costanti e l ammontare dei costi non ancora ammortizzati è ampiamente coperto dalle riserve disponibili. I diritti di brevetto industriale e di utilizzazione delle opere dell ingegno sono iscritti fra le attività al costo di acquisto o di produzione. Nel costo di acquisto sono stati computati anche i costi accessori. Tali costi sono ammortizzati in ogni esercizio in relazione alla loro residua possibilità di utilizzazione, che normalmente corrisponde a un periodo di cinque esercizi. Il costo del software è ammortizzato Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 3 di 25

80 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale in 2 esercizi. Le altre immobilizzazioni immateriali includono principalmente: spese effettuate su beni di terzi ammortizzate in un periodo di cinque anni. B) II - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, compresi gli oneri accessori e i costi direttamente imputabili al bene. Nel costo dei beni non è stata imputata alcuna quota di interessi passivi. I costi di manutenzione aventi natura ordinaria sono addebitati integralmente al Conto economico. I costi di manutenzione aventi natura incrementativa sono attribuiti ai cespiti cui si riferiscono e ammortizzati in relazione alla residua possibilità di utilizzo degli stessi. Le immobilizzazioni materiali sono ammortizzate a quote costanti secondo tassi commisurati alla loro residua possibilità di utilizzo e tenendo conto anche dell usura fisica del bene, che coincidono con le aliquote ordinarie previste dalla legislazione fiscale (tabella allegata al D.M , aggiornato con modificazione con D.M ), e per il primo anno di entrata in funzione dei cespiti sono ridotte del 50 per cento, percentuale rappresentativa della partecipazione effettiva al processo produttivo che si può ritenere mediamente avvenuta a metà esercizio. Le aliquote di ammortamento utilizzate per le singole categorie di cespiti sono: Fabbricati e costruzioni leggere da 3% a 10% Impianti, macchinario da 10% a 20% Attrezzature industriali e commerciali da 10% a 33% Altri beni: Mobili e macchine d ufficio e sistemi di elaborazione dati da 12% a 30% I beni strumentali di modesto costo unitario inferiore a Euro 516,46 e di ridotta vita utile sono completamente ammortizzati nell esercizio di acquisizione. Le immobilizzazioni in corso e gli anticipi a fornitori sono iscritti nell attivo sulla base del costo sostenuto comprese le spese direttamente imputabili. B) III IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE PARTECIPAZIONI VALUTATE AL COSTO Le partecipazioni possedute dalla società, iscritte fra le immobilizzazioni in quanto rappresentano un investimento duraturo e strategico, sono valutate al costo di acquisto o di sottoscrizione (art n. 1). Le partecipazioni iscritte al costo di acquisto non sono state svalutate perché non hanno subito alcuna perdita durevole di valore C) ATTIVO CIRCOLANTE C) I Rimanenze Materie prime, sussidiarie e di consumo; Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati; Prodotti finiti e merci (art. 2427, nn. 1 e 4; art. 2426, nn. 9, 10 e 12) Le rimanenze di materie prime, sussidiarie e di consumo e di merci (rappresentate, come negli anni precedenti, dalle cosiddette skill cards ed esami ecdl, ossia Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 4 di 25

81 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale tesserine necessarie al sostenimento degli esami per l ottenimento della patente europea di informatica ) sono iscritte al costo di acquisto, mentre non sussistono rimanenze di prodotti finiti, prodotti in corso di lavorazione e dei semilavorati di produzione. Lavori in corso su ordinazione (art. 2427, nn. 1 e 4; art. 2426, n. 11) Conformemente agli anni precedenti, i lavori in corso relativi alla realizzazione delle attività corsuali, sono iscritti tra le rimanenze e valutati sulla base del costo sostenuto per la realizzazione degli stessi. Le somme percepite nel corso di esecuzione dell opera, rappresentando forme di anticipazione finanziaria, sono iscritte al passivo dello stato patrimoniale nella voce acconti da clienti. Il ricavo viene contabilizzato al momento in cui l attività viene terminata. Vista la peculiare attività svolta da Futura, che prevede, per i corsi in concessione, il pareggio tra costi e ricavi, in quanto ciò che viene rimborsato dagli Enti finanziatori (quali Regione o Provincia) coincide esattamente con i costi sostenuti dalla società per la realizzazione delle attività formative, la metodica di valorizzazione delle rimanenze in base al costo, si rivela conforme alle disposizioni fiscali previste per le commesse ultrannuali, che richiedono la valutazione con il metodo dei corrispettivi pattuiti. C) II Crediti (art. 2427, nn. 1, 4 e 6; art. 2426, n. 8) I crediti sono iscritti al presunto valore di realizzo che corrisponde alla differenza tra il valore nominale dei crediti e le rettifiche iscritte al fondo rischi su crediti, portate in bilancio a diretta diminuzione delle voci attive cui si riferiscono. L ammontare di questi fondi rettificativi è commisurato sia all entità dei rischi relativi a specifici crediti in sofferenza, sia all entità del rischio di mancato incasso incombente sulla generalità dei crediti, prudenzialmente stimato in base all esperienza del passato. C) III Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni Nel bilancio chiuso al 31/12/2012 non sono presenti. C) IV Disponibilità liquide Le disponibilità liquide sono iscritte per il loro effettivo importo. Ratei e risconti attivi e passivi (art. 2427, nn. 1, 4 e 7) I ratei e risconti sono contabilizzati nel rispetto del criterio della competenza economica facendo riferimento al criterio del tempo fisico e determinati con il consenso del Sindaco/Revisore. Fondi per rischi e oneri Sono istituiti a fronte di oneri o debiti di natura determinata e di esistenza probabile o Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 5 di 25

82 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale già certa alla data di chiusura del bilancio, ma dei quali, alla data stessa, sono indeterminati o l importo o la data di sopravvenienza. Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato Il debito per TFR è stato calcolato in conformità alle disposizioni vigenti che regolano il rapporto di lavoro per il personale dipendente e corrisponde all effettivo impegno della società nei confronti dei singoli dipendenti alla data di chiusura del bilancio. Debiti I debiti sono iscritti al valore nominale. Costi e Ricavi I costi e i ricavi sono stati contabilizzati in base al principio di competenza indipendentemente dalla data di incasso e pagamento, al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi. Con particolare riferimento alle attività denominate SRFC-OSS (Sistema Regionale di Formazione e Certificazione per Operatore Socio Sanitario), che prevedono il conferimento di qualifiche professionali attraverso il riconoscimento e l accertamento (tramite esami) di conoscenze e competenze acquisite nel corso di esperienze professionali, si sottolinea che i ricavi sono stati contabilizzati nel momento di sostenimento dell esame da parte del candidato. Imposte Le imposte sono stanziate in base alla previsione dell onere di competenza dell esercizio. Lo stato patrimoniale e il conto economico non comprendono le imposte differite in quanto le differenze temporanee tra l imponibile fiscale e il risultato del bilancio sono di scarsa rilevanza. Sez.2 - B - MOVIMENTI DELLE IMMOBILIZZAZIONI Sez.2 - B I - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI. La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni immateriali sono dettagliati nella seguente tabella. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 6 di 25

83 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio B I 01 B I 03 B I 07 Descrizione IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Costi di impianto e di ampliamento IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Diritti brevetto ind. e utilizz. op. ing. IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Altre immobilizzazioni immateriali Costo originario Precedente rivalutazione Ammortamenti storici Svalutazioni storiche Valore all inizio dell esercizio Acquisizioni dell esercizio Spostamento di voci Alienazioni dell esercizio Rivalutazioni di legge (monetarie) Rivalutazioni economiche Ammortamenti dell esercizio Svalutazioni dell esercizio Arrotondamenti (+/-) Consistenza finale Totale rivalutazioni fine esercizio A seguito dell operazione di fusione, la società Futura (incorporante) ha preso in carico contabilmente le attività e le passività della società incorporata Forma Giovani, con riferimento alla data del 1/1/2012. Gli elementi trasferiti sono stati contabilizzati a valori storici, e a saldi aperti. Il costo originario presente in tabella evidenzia unicamente le consistenze presenti alla data di chiusura dell esercizio precedente di Futura. Per questo motivi in corrispondenza delle variazioni acquisizioni dell esercizio sono stati inseriti sia gli acquisti effettuati nell anno, che il valore di trasferimento dei beni precedentemente presenti nel bilancio della incorporata. In corrispondenza della voce spostamento di voci invece, è stato inserito il saldo dei relativi fondi ammortamento presenti in Forma Giovani alla data di effetto della fusione. Sez.2 - B II - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI. La composizione e i movimenti di sintesi delle immobilizzazioni materiali sono dettagliati nella tabella sottostante. Nell esercizio non sono stati imputati oneri finanziari ai valori iscritti nelle immobilizzazioni. Anche con riferimento alle immobilizzazioni materiali valgono le medesime considerazioni effettuate per le immobilizzazioni immateriali, pertanto in corrispondenza delle variazioni acquisizioni dell esercizio sono stati inseriti sia gli acquisti che il valore di trasferimento dei beni precedentemente presenti nel bilancio della incorporata Forma Giovani. In corrispondenza della voce spostamento di voci invece, è stato inserito il saldo dei relativi fondi ammortamento presenti in Forma Giovani alla data di effetto della fusione. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 7 di 25

84 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio B II 01 B II 02 B II 03 Descrizione IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Costruzioni leggere IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Impianti e macchinario IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Attrezzature industriali e commerciali Costo originario Precedente rivalutazione Ammortamenti storici Svalutazioni storiche Valore all inizio dell esercizio Acquisizioni dell esercizio Spostamento di voci Alienazioni dell esercizio Rivalutazioni di legge (monetarie) Rivalutazioni economiche Ammortamenti dell esercizio Svalutazioni dell esercizio Arrotondamenti (+/-) Consistenza finale Totale rivalutazioni fine esercizio Codice Bilancio B II 04 IMMOBILIZZAZIONI - Descrizione IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Altri beni Costo originario Precedente rivalutazione 0 Ammortamenti storici Svalutazioni storiche 0 Valore all inizio dell esercizio Acquisizioni dell esercizio Spostamento di voci Alienazioni dell esercizio 0 Rivalutazioni di legge (monetarie) 0 Rivalutazioni economiche 0 Ammortamenti dell esercizio Svalutazioni dell esercizio 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale Totale rivalutazioni fine esercizio 0 Sez.2 - B III - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 8 di 25

85 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio B III 01 a B III 01 b B III 01 d Descrizione IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE - Partecipazioni in imprese controllate IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE - Partecipazioni in imprese collegate IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE - Partecipazioni in altre imprese Costo originario Precedente rivalutazione Svalutazioni storiche Valore all inizio dell esercizio Acquisizioni dell esercizio Spostamento di voci Alienazioni dell esercizio Rivalutazioni di legge (monetarie) Rivalutazioni economiche Svalutazioni dell esercizio Arrotondamenti (+/-) Consistenza finale Totale rivalutazioni fine esercizio Codice Bilancio B III 02 d1 IMMOBILIZZAZIONI - IMMOBILIZZAZIONI Descrizione FINANZIARIE - Crediti (immob. finanziarie) verso esigibili entro es. succ. Costo originario Precedente rivalutazione 0 Svalutazioni storiche 0 Valore all inizio dell esercizio Acquisizioni dell esercizio 0 Spostamento di voci 0 Alienazioni dell esercizio 0 Rivalutazioni di legge (monetarie) 0 Rivalutazioni economiche 0 Svalutazioni dell esercizio 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale Totale rivalutazioni fine esercizio 0 A seguito della operazione di fusione si è proceduto all annullamento del costo della partecipazione della incorporata Forma Giovani. Sez.3bis - MISURA E MOTIVAZIONI DELLE RIDUZIONI DI VALORE APPLICATE ALLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI E IMMATERIALI. Non sono state operate riduzioni di valore nei confronti delle immobilizzazioni materiali e immateriali. Sez.4 - ALTRE VOCI DELLO STATO PATRIMONIALE. Si presentano le variazioni intervenute nella consistenza delle voci dell attivo. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 9 di 25

86 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Sez.4 - ALTRE VOCI DELL'ATTIVO. Indichiamo le variazioni relative alle poste dell attivo patrimoniale, ricordando che anche in questo caso il raffronto con l esercizio precedente non fornisce particolari indicazioni in merito all andamento patrimoniale, in quanto il saldo al 31 dicembre 2012 ricomprende anche i saldi attivi e passivi derivanti dalla incorporata, mentre le consistenze iniziali di raffronto comprendono unicamente i valori contabili di Futura. Ne deriva che in corrispondenza delle voci incrementi o decrementi, analogamente a quanto accaduto per i beni materiali e immateriali, sono state aggregate le variazioni derivanti dall attività sociale con le variazioni derivanti dall operazione di fusione. Ove si è ritenuto significativo, sono stati indicati (in calce alle tabelle) i valori riferibili all operazione di fusione. Codice Bilancio C I 03 Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - RIMANENZE lavori in corso su ordinazione Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi 0 Decrementi Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La variazione dell importo delle rimanenze finali è un fenomeno fisiologico per la società. Le rimanenze, come rammentato in premessa, rappresentano sostanzialmente i costi sospesi e rinviati a futuro, legati ad attività corsuali non ancora terminate. E pertanto possibile che si verifichino elevate fluttuazioni nell importo rilevato da un anno rispetto all altro. Si evidenzia che il valore delle rimanenze finali della incorporata Forma Giovani alla data di chiusura dell esercizio precedente ammontava ad Codice Bilancio C I 04 Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - RIMANENZE prodotti finiti e merci Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi 0 Decrementi 711 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale Codice Bilancio C II 01 a Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - CREDITI VERSO - Clienti esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La voce Crediti verso clienti esigibili entro l esercizio successivo risulta dalla differenza tra tutti i crediti commerciali a breve termine e il relativo fondo svalutazione come segue: Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 10 di 25

87 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Crediti verso clienti Euro Ricevute bancarie Euro - Altri crediti v/clienti Euro Fatture da emettere Euro Fondo svalutaz. crediti Euro Note di accred da emet Euro Voce C.II.1 Euro Il fondo svalutazione crediti esistente al 1 gennaio 2012 è stato totalmente utilizzato a copertura di crediti inesigibili e ricostituito a fine esercizio per un totale di , L ammontare di questo fondo è commisurato sia all entità dei rischi relativi a specifici crediti in sofferenza, sia all entità del rischio di mancato incasso incombente sulla generalità dei crediti, prudenzialmente stimato. L ammontare complessivi dei crediti verso clienti trasferito al 1 gennaio 2012 dalla incorporata era pari ad Per quanto concerne la situazione dei crediti riferibili al servizio SRFC OSS si rinvia a quanto specificato oltre, nella sezione informazioni aggiuntive Codice Bilancio C II 04B a Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - CREDITI VERSO - Crediti tributari esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) 437 Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La voce C II 4 bis) Crediti tributari esigibili entro l esercizio successivo comprende le imposte IRES, IRAP, IVA, versate in eccedenza, oltre a Credito Irpef da 730. L intero importo si ritiene verrà utilizzato mediante compensazione entro 12 mesi. Codice Bilancio C II 04B b Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - CREDITI VERSO - Crediti tributari esigibili oltre esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) 0 Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La voce C II 4 bis) Crediti tributari esigibili oltre l esercizio successivo comprende il credito Ires per mancata deduzione dell Irap relativa al costo di lavoro dipendente, riferibile agli anni , di importo pari ad Per il riconoscimento di tale credito è stata presentata apposita istanza nel corso dell anno 2012, e la relativa contropartita economica è stata considerata una sopravvenienza attiva. La restante parte ammonta ad ed è riferita al credito scaturito da analoga richiesta di rimborso per gli anni precedenti (a partire dal 2004). Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 11 di 25

88 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio C II 05 a Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - CREDITI VERSO - Altri (circ.) esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi 0 Decrementi Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale I Crediti verso altri comprendono: acconti pagati a fornitori per servizi e beni posizioni creditorie verso fornitori (saldi a credito) crediti verso dipendenti crediti Vs istituti previdenziali e assistenziali per conguagli crediti per cauzioni I depositi cauzionali sono relativi a garanzie fornite nei confronti della Provincia di Bologna, per gare aggiudicate (Servizi per il lavoro e Accoglienza Disabili). Tali crediti sono tutti esigibili e pertanto su di essi non sono state effettuate rettifiche di valore. Codice Bilancio C IV 01 Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - DISPONIBILITA' LIQUIDE Depositi bancari e postali Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi 0 Decrementi Arrotondamenti (+/-) -1 Consistenza finale Il saldo rappresenta tutti i conti correnti bancari attivi liberamente disponibili. Codice Bilancio C IV 03 Descrizione ATTIVO CIRCOLANTE - DISPONIBILITA' LIQUIDE Danaro e valori in cassa Consistenza iniziale (solo Futura) 455 Incrementi 999 Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale Il saldo rappresenta l esistenza di numerario di cassa alla data di chiusura dell esercizio. Sez.4 - FONDI E T.F.R. - Variazioni intervenute nella consistenza delle seguenti voci del passivo: Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 12 di 25

89 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale B) FONDI PER RISCHI E ONERI C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO Codice Bilancio B 01 Descrizione FONDI PER RISCHI E ONERI per trattamento di quiescienza e obbl.simili Consistenza iniziale (solo Futura) 0 Aumenti 224 di cui formatisi nell esercizio 0 Diminuzioni 0 di cui utilizzati 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale 224 In tale voce sono stati riclassificati i debiti maturati al fondo integrativo sanitario Qu.as. Codice Bilancio B 03 Descrizione FONDI PER RISCHI E ONERI Altri fondi Consistenza iniziale (solo Futura) Aumenti 0 di cui formatisi nell esercizio 0 Diminuzioni di cui utilizzati 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La variazione è da imputarsi all adeguamento del fondo creatosi in relazione ai rischi connessi al distacco del cosiddetto personale ex Rer, come meglio descritto nella parte finale della presente nota integrativa. Conseguentemente alla cessazione del rapporto di lavoro di buona parte dei dipendenti in distacco, il fondo è stato diminuito, per sostanziale riduzione del rischio connesso a tali posizioni. Codice Bilancio Descrizione TRATTAMENTO FINE RAPPORTO LAVORO SUBORDINATO Consistenza iniziale (solo Futura) Aumenti di cui formatisi nell esercizio Diminuzioni 0 di cui utilizzati 0 Arrotondamenti (+/-) -1 Consistenza finale L incremento dei debiti per TFR è dovuto all accantonamento delle quote di competenza dell esercizio, al netto degli utilizzi dovuti a dismissioni di personale dipendente. Come per le altre voci patrimoniali, si rileva inoltre che alla consistenza dell anno precedente è stato aggiunto il saldo al 31 dicembre 2011 del fondo TFR presente nella società incorporata Forma Giovani, pari ad C Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 13 di 25

90 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Sez.4 - ALTRE VOCI DEL PASSIVO. Variazioni intervenute nella consistenza delle voci del passivo: Codice Bilancio D 04 a Descrizione DEBITI - Debiti verso banche esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 1 Consistenza finale L indebitamento bancario risulta leggermente incrementato, a seguito dell incremento dell attività svolta dalla società. Codice Bilancio D 06 a Descrizione DEBITI - Acconti esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La variazione dei debiti per acconti da clienti è imputabile alle maggiori quote fatturate nel 2012 per attività corsuali di competenza dell anno Tale dato non è significativo del livello dell attività esercitata, ma dipende unicamente dal numero di commesse ultrannuali in essere al termine dell esercizio, e alla quota parte di esse già fatturata. La quota riferibile a Forma Giovani trasferita all inizio dell esercizio per l avvenuta operazione di fusione ammonta ad Codice Bilancio D 07 a Descrizione DEBITI - Debiti verso fornitori esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale (solo Futura) Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale L aumento della nostra esposizione nei confronti dei fornitori è dovuto in prevalenza alle risultanze dell operazione di fusione. Se infatti si considerasse il saldo al 31/12/2011 dei debiti verso fornitori della società incorporata, ammontanti ad euro , la variazione sulla posizione complessiva risulterebbe ridotta e ammontante ad euro Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 14 di 25

91 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio D 12 a Descrizione DEBITI - Debiti tributari esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale Incrementi 0 Decrementi Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale I debiti nei confronti dell Erario sono dovuti per i seguenti importi: Erario c/imposta sost riv Tfr 180 Regione c/irap Regione c/addiz Comune c/addiz Erario c/iva Erario c/ritenute IRPEF lavoratori dipendenti Erario c/ritenute IRPEF lavoratori autonomi L ammontare del debito per IRAP è al netto degli acconti versati e delle ritenute subite. Le ritenute fiscali IRPEF sono relative a quanto trattenuto dalla società a dipendenti, collaboratori e lavoratori autonomi in qualità di sostituto d imposta. Esse risultano regolarmente versate alle ordinarie scadenze nei primi mesi del Codice Bilancio D 13 a Descrizione DEBITI - Debiti verso ist. di previdenza e sicurez. sociale esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale La voce Debiti v/istituti di previdenza e sicurezza sociale comprende: - INPS ALTRI FONDI DI PREVIDENZA Riguarda contributi obbligatori maturati e non ancora versati agli enti previdenziali e assistenziali. Il versamento è regolarmente avvenuto alle ordinarie scadenze nei primi mesi del Codice Bilancio D 14 a Descrizione DEBITI - Altri debiti esigibili entro esercizio successivo Consistenza iniziale Incrementi Decrementi 0 Arrotondamenti (+/-) 0 Consistenza finale Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 15 di 25

92 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale La voce Altri debiti comprende: - dipendenti c/retribuzioni dipendenti c/ferie da liquidare debiti v fondi pensione ritenute sindacali debiti diversi debiti v/mandante ATI Tutti i debiti sono esigibili nell esercizio successivo. Sez.4 - VARIAZIONI PATRIMONIO NETTO. Si riporta il prospetto riassuntivo delle variazioni intervenute nelle voci componenti il patrimonio netto, nel corso dell esercizio, così come previsto dall art. 2427, comma 1, punto 4, codice civile. Capitale Sociale Riserva di Capitale Riserva di Capitale Codice Bilancio A I A VII e A VII i Descrizione Capitale Soci p/vers. in c/futuro aumento di capitale Altre riserve in sospensione di imposta All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 16 di 25

93 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Riserva di Utili Riserva di Utili Risultato d'esercizio Codice Bilancio A IV A VII a A IX a Descrizione Riserva legale Riserva straordinaria Utile (perdita) dell'esercizio All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente Codice Bilancio Descrizione TOTALI All inizio dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi 0 (,0000 per azione) Altre destinazioni Altre variazioni 0 Risultato dell esercizio precedente Alla chiusura dell esercizio precedente Destinazione del risultato d esercizio Attribuzione di dividendi 0 (,0000 per azione) Altre destinazioni 0 Altre variazioni Risultato dell esercizio corrente Alla chiusura dell esercizio corrente Il capitale sociale, pari ad Euro interamente sottoscritto e versato, è composto da n quote ordinarie del valore nominale di Euro 1 e non ha subito alcuna variazione nell esercizio. Le variazioni registrate nel corso dell esercizio sono riferibili quanto ad euro all accantonamento a riserva dell utile dell anno 2011, e per la rimanente parte alle risultanze dell operazione di fusione con Forma Giovani, avvenuta nel corso dell esercizio. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 17 di 25

94 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Sez.5 - ELENCO DELLE PARTECIPAZIONI. L elenco delle partecipazioni detenute in imprese controllate e collegate è riportato nel seguente prospetto: Le partecipazioni assunte in altre imprese non comportano una responsabilità illimitata per le obbligazioni delle medesime. Denominazione e Sede CENTRO AGRICOLTURA E AMBIENTE CREVALCORE BO Capitale Sociale Patrimonio Netto Utile o Perdita Quota posseduta direttamente 12,897 % Quota posseduta 0 % indirettamente Totale quota posseduta 12,897 % Valore di bilancio Credito corrispondente 0 Sez.6 - CREDITI E DEBITI. Sez.6 - CREDITI CON DURATA RESIDUA SUP. 5 ANNI. Si precisa altresì che non esistono crediti di durata residua superiore a cinque anni. Sez.6 - DEBITI CON DURATA RESIDUA SUP. 5 ANNI. Non si rilevano debiti con scadenza superiore a cinque anni. Sez.6 - DEBITI ASSISTITI DA GARANZIE REALI. La società non ha iscritto garanzie reali su beni sociali. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 18 di 25

95 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Sez.7Bis - VOCI DEL PATRIMONIO NETTO. Il Patrimonio Netto risulta così composto e soggetto ai seguenti vincoli di utilizzazione e distribuibilità: Capitale Sociale Riserva di Capitale Riserva di Capitale Codice Bilancio A I A VII e A VII i Descrizione Soci p/vers. in c/futuro Capitale aumento di capitale Altre riserve Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ A B A B Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite Per distribuzione ai soci Per altre ragioni ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci Riserva di Utili Riserva di Utili Risultato d'esercizio Codice Bilancio A IV A VII a A IX a Descrizione Utile (perdita) Riserva legale Riserva straordinaria dell'esercizio Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ A B A B Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite Per distribuzione ai soci Per altre ragioni ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 19 di 25

96 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Codice Bilancio Descrizione TOTALI Valore da bilancio Possibilità di utilizzazione ¹ Quota disponibile Di cui quota non distribuibile Di cui quota distribuibile 0 Riepilogo delle utilizzazioni effettuate nei tre precedenti esercizi Per copertura perdite 0 Per distribuzione ai soci 0 Per altre ragioni 0 ¹ LEGENDA A = per aumento di capitale B = per copertura perdite C = per distribuzione ai soci La riserva straordinaria risulta assoggettata a un vincolo di non distibuibilità per la quota parte corrispondente al monte ferie maturato in capo al personale EX RER (attualmente impegnato in Futura Soc. Cons. r.l.) fino all anno Come delineato anche negli anni precedenti, nella estrema ipotesi in cui tutto il personale EX RER distaccato presso Futura interrompesse il rapporto di lavoro, l onere legato al rimborso delle ferie non godute ricadrebbe in capo a Futura stessa. Per questo motivo, per le ferie maturate fino al 2005 l assemblea deliberò la creazione di un vincolo sulla riserva straordinaria, mentre per quelle maturate successivamente si provvede annualmente ad accantonare una congrua cifra a un fondo rischi. Nel presente prospetto tuttavia, poiché la società non può perseguire scopo di lucro, ai sensi dello statuto nuovo adottato nel 2012, tutta la riserva straordinaria è stata considerata non distribuibile. Sez.8 - ONERI FINANZIARI IMPUTATI AI VALORI ISCRITTI NELL'ATTIVO DELLO STATO PATRIMONIALE. Nel corso dell esercizio non sono stati imputati oneri finanziari ad alcuna voce dell attivo dello stato patrimoniale. Sez.11 - PROVENTI DA PARTECIPAZIONI. La società non ha conseguito, nel corso dell esercizio, proventi da partecipazioni diversi dai dividendi. Sez.18 - AZIONI DI GODIMENTO, OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI E ALTRI. Non esistono azioni di godimento, obbligazioni convertibili in azioni, titoli o valori simili emessi dalla società. Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 20 di 25

97 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Sez.19 - ALTRI STRUMENTI FINANZIARI EMESSI DALLA SOCIETA' La società non ha emesso strumenti finanziari partecipativi. Sez.19B - FINANZIAMENTI EFFETTUATI DAI SOCI. I soci non hanno effettuato finanziamenti. Sez.20 - PATRIMONIO PER SPECIFICO AFFARE ART.2447 SEPTIES Non vi è alcun Patrimonio destinato a specifici affari. Sez.21 - FINANZIAMENTO PER SPECIFICO AFFARE ART.2447 DECIES Non vi è alcun Patrimonio destinato a specifici affari. Sez.22 - CONTRATTI DI LEASING. Nel corso dell esercizio in esame la società non aveva in essere alcun contratto di leasing. Sez.22bis - OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (Art.22-bis) Operazioni con parti correlate (art.2427 punto 22-bis) Le operazioni effettuate con parti correlate sono state concluse a normali condizioni di mercato (sia a livello di prezzo che di scelta della controparte). Sez.22ter - ACCORDI FUORI BILANCIO (Art. 22-ter) Accordi fuori bilancio Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 21 di 25

98 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale Non sussistono accordi non risultanti dallo stato patrimoniale. PRIVACY Privacy avvenuta redazione del Documento Programmatico sulla sicurezza (punto 26, Allegato B), D.Lgs , n. 196) La società nei termini stabiliti dal D.Lgs 196/03 ha aggiornato il Documento Programmatico sulla Sicurezza adottando le misure minime di sicurezza. PRINCIPALI INDICI DI BILANCIO Conformemente a quanto richiesto dalla Giunta della Regione Emilia Romagna nella delibera del 16/5/2011 N.645 avente ad oggetto le Modiche ed integrazioni alle regole per l accreditamento degli organismi di formazione professionale di alla DGR n.177/2003 e ss.mm.ii., si dà evidenza dei principali indicatori di bilancio riferibili all anno 2012 e 2011 media val. prod. Patrimonio netto Patrimonio netto minimo INDICATORE 1 P. NETTO MINIMO , , , , , ,89 VALORE INDICE INDICATORE DI SOGLIA Indicatore 2 - Disponibilità corrente 1,47 1,36 >=1 VALORE INDICE INDICATORE DI SOGLIA Indicatore 3 - Durata media dei crediti 153,86 186,21 <=200 VALORE INDICE INDICATORE DI SOGLIA Indicatore 4- Durata media dei debiti 95,57 118,56 <=200 VALORE INDICE INDICATORE DI SOGLIA Indicatore 5 - Incidenza Oneri Fin 0,14% 0,04% <=3% Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 22 di 25

99 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale VARIE ED EVENTUALI. Ai fini di una rappresentazione veritiera e corretta della situazione aziendale si rendono necessarie alcune precisazioni relative ad accadimenti che hanno influenzato le rilevazioni contabili (e pertanto anche la formazione del bilancio) nel corso del Informiamo pertanto dell evoluzione delle problematiche emerse nel corso degli esercizi precedenti. Per quanto concerne la situazione dei dipendenti precedentemente in carico alla regione Emilia Romagna, poi trasferiti al comune di San Giovanni in Persiceto, i quali, al fine del perseguimento di specifici fini di ottimizzazione dei servizi sociali, sono stati successivamente distaccati presso Futura, ricordiamo che nel bilancio chiuso al 31/12/2006 si stanziò un fondo rischi volto alla copertura dell eventuale uscita finanziaria legata alle ferie maturate in corso d anno, e non sfruttate dai suddetti dipendenti. Tale fondo rischi è stato incrementato di euro 160 nel corso del 2007 e di euro 4302 nel corso del 2008, di euro 7004 nel corso del 2009, di euro nel corso del 2010 e di euro 770 nel corso del Nel corso del 2012, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro con diversi dipendenti in distacco (per raggiungimento dell età pensionabile), e del mancato verificarsi dei rischi per i quali erano stati approntati i succitati accantonamenti, si è provveduto a stornare complessivi euro da tale fondo rischi, il quale ammonta ad oggi ad euro 7.224, ed idealmente copre il rischio legato alle ferie maturate dal 2006 al 2012 compresi dell unico dipendente c.d. ex RER con ratei ancora da godere. Con riferimento agli anni , invece, il consiglio di amministrazione suggerì di vincolare, e rendere perciò temporaneamente non distribuibile, parte della riserva straordinaria, per un ammontare pari alle ferie residue del suddetto periodo, opportunamente quantificate dall Ufficio Personale del Comune di San Giovanni in Persiceto. Nel corso del tempo, l importo delle citate ferie è andato a ridursi, venendo quantificato alla data del 31/12/2012 in euro Il consiglio propone pertanto lo svincolo della riserva straordinaria per complessivi euro, al fine di ricondurla alla quantificazione eseguita in chiusura dell esercizio in esame. Si rammenta infine che nel anche corso del 2012 si è consolidato l orientamento adottato nei precedenti esercizi, in merito al trattamento contabile dei versamenti eseguiti dagli Enti Pubblici (Regione e Provincia) nei confronti degli enti di formazione professionale. Come sottolineato a più riprese, infatti, i contributi erogati a fronte di attività rivolte al perseguimento di finalità di interesse generale della collettività, sono da configurarsi come mere erogazioni di denaro, e pertanto fuori dal campo di applicazione dell Iva. In ambito contabile si è mantenuta la netta scissione tra le attività fuori dal campo di applicazione dell Iva, e le altre attività. Conseguentemente, i costi riconducibili alle attività fuori campo iva, sono stati considerati al lordo dell iva stessa. Per i costi non direttamente collegati alle attività fuori campo, si è individuato un criterio che consentisse la ripartizione dei costi stessi tra le due categorie ( iva e fuori campo iva ), ai fini di una corretta gestione Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 23 di 25

100 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale contabile. Conformemente all esercizio precedente, si è optato per un criterio pro quota, rapportando il totale del valore della produzione generato in ciascun ambito, rispetto al totale del valore della produzione complessivo. La percentuale cosiddetta proquota per l anno 2012 è del 42%. Essa rappresenta l incidenza delle attività in concessione (e pertanto fuori dal campo di applicazione dell iva) rispetto al totale delle attività svolte da Futura. Tale impostazione ha riverberato riflessi anche sul piano dell Imposta Regionale delle Attività Produttiva (IRAP), in quanto i contributi erogati da Regione e Provincia, a copertura di costi del personale dipendente e dei collaboratori, non sono stati assoggettati all imposta. Anche per l esercizio 2012, si conferma la prassi consolidata negli anni precedenti, in base alla quale si è ritenuto plausibile procedere alla deduzione, ai fini irap, dei contributi a copertura dei costi diretti di personale dipendente ed affini, inerenti anche le attività finanziate in regime di costi standard. INFORMAZIONI AGGIUNTIVE Si segnala che nel corso dell esercizio è proseguito lo svolgimento del servizio denominato SRFC Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze per Operatore Socio Sanitario (OSS). In Emilia Romagna, infatti, è possibile ottenere una qualifica professionale non solo all interno di percorsi scolastici o formativi, ma anche attraverso il riconoscimento e l accertamento (tramite esame) di conoscenze e competenze acquisite durante le proprie esperienze professionali. In questo secondo caso, qualsiasi persona, in possesso di competenze coerenti con gli standard professionali dell Operatore Socio Sanitario (indipendentemente dal suo luogo di provenienza o residenza), può sottoporsi a una rigorosa procedura di valutazione che la Regione applica, attraverso i propri enti di formazione accreditati, tra cui Futura stessa. Il servizio in questione ha consentito a Futura un notevole incremento del proprio valore della produzione ed è quindi nel suo complesso valutato in maniera positiva. Tuttavia è doveroso segnalare come, con riferimento a questa peculiare attività, alla fine dell anno 2012 risultavano contabilizzati crediti aperti per euro ,00. Alla data del 30/4/2013 i crediti aperti ammontavano ad euro In considerazione delle difficoltà manifestate nell incasso dei propri crediti, Futura ha deciso di affidarne il recupero alla società G.C.A. Italia, la quale offre inoltre la gestione esterna delle procedure legali promosse dall azienda. L organo amministrativo tiene costantemente monitorato il problema, e a tale riguardo ha comunque previsto prudenzialmente un accantonamento al fondo svalutazione crediti di oltre CONCLUSIONI. CONSIDERAZIONI CONCLUSIVE Si ribadisce che i criteri di valutazione qui esposti sono conformi alla normativa civilistica e le risultanze del bilancio corrispondono ai saldi delle scritture contabili tenute in ottemperanza alle norme vigenti. La presente nota integrativa, così come Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 24 di 25

101 FUTURA SOC. CONS. A R.L. Codice fiscale l intero bilancio di cui è parte integrante, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società ed il risultato economico dell esercizio. L esposizione dei valori richiesti dall art del codice civile è stata elaborata in conformità al principio di chiarezza. Relativamente alla destinazione dell utile di esercizio, il C.d.A. propone l accantonamento di euro 237 alla riserva legale, e la rimanente parte alla riserva straordinaria. Inoltre, in virtù della nuova forma societaria adottata e delle nuove disposizione di cui all articolo 7 del vigente Statuto sociale, si propone l accorpamento delle riserve in una unica riserva che costituirà il Fondo di Dotazione di cui all articolo 7 citato. Sulla scorta delle indicazioni che sono state fornite, Vi invitiamo ad approvare il bilancio chiuso al e la proposta di destinazione dell utile sopra indicata. Si rimane ovviamente a disposizione per fornire in assemblea i chiarimenti e le informazioni che si rendessero necessarie. IL PRESIDENTE DEL C.D.A. Renzo Cazzola Il documento informatico in formato XBRL contenente lo stato patrimoniale e il conto economico è conforme ai corrispondenti documenti originali depositati presso la società. Il presente documento informatico è conforme a quello trascritto e sottoscritto sui libri sociali tenuti della società ai sensi di legge. Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la CCIAA di Bologna autorizzazione prot. n del 14/09/2000 Bilancio di esercizio al 31/12/2012 Pagina 25 di 25

102 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 19/06/2013

103

104

105

106

107

108

109 GEOVEST S.r.l. Sede Legale Piazza Verdi, 6/E Finale Emilia (MO) Iscritta al Registro Imprese di Modena - C.F. e n. iscrizione Iscritta al R.E.A. di Modena al n Capitale Sociale i.v. Signori soci, RELAZIONE SULLA GESTIONE ai sensi dell'art codice civile Bilancio al 31/12/2012 il bilancio relativo all esercizio chiuso al 31/12/2012 che sottopongo alla Vostra approvazione, rileva un utile netto di ,41=. A tale importo si è pervenuti imputando un ammontare di imposte pari a ,64= rilevando quindi un risultato prima delle imposte di ,05=. Nella nota integrativa Vi sono state fornite le notizie attinenti alla illustrazione del bilancio al 31/12/2012; nella presente relazione, conformemente a quanto previsto dall'art del codice civile, Vi forniamo le notizie attinenti la situazione della Vostra società e le informazioni sull'andamento della gestione. Situazione patrimoniale e finanziaria Oltre all'analisi dettagliata contenuta nel rendiconto finanziario esposto in nota integrativa, forniamo succintamente i seguenti dati aggregati con i relativi margini percentuali di scostamento. Lo Stato Patrimoniale risulta così riassumibile in termini finanziari: ATTIVITA' 31/12/ /12/ /12/2010 Crediti verso soci Immobilizzazioni Attivo Circolante Ratei e risconti attivi TOTALE ATTIVITA' PASSIVITA' 31/12/ /12/ /12/2010 Patrimonio netto Fondi rischi ed oneri Trattamento fine rapporto Debiti Ratei e risconti passivi TOTALE PASSIVITA' GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.1 di 10

110 Situazione economico-reddituale Per quanto riguarda la situazione reddituale, Vi riportiamo i seguenti dati di sintesi derivati dal Conto Economico. DATI ECONOMICI DI SINTESI 31/12/ /12/ /12/2010 Ricavi delle vendite e delle prestazioni Valore della Produzione Costi della Produzione Differenza (A-B) Risultato prima delle imposte Imposte sul reddito RISULTATO NETTO Situazione degli investimenti materiali Nella tabella seguente viene indicata la situazione degli investimenti materiali divisa per anno di acquisizione. La situazione si riferisce ai cespiti attivi alla data del 31/12/2012 e non considera le immobilizzazioni in corso d opera. Anno acq. Gruppo Analitico Dati 2005 e prec Totale ALTRI BENI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ AUTOMEZZI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ CONTENITORI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ IMPIANTI FOTOVOLTAICI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ SEA/PIAZZOLE Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ Valore Acq totale Amm.to 2012 totale Val.Res. al 31/12/2012 totale Situazione degli investimenti immateriali Nella tabella seguente viene indicata la situazione degli investimenti immateriali divisa per anno di acquisizione. La situazione si riferisce ai cespiti attivi alla data del 31/12/2012. Anno acq. Gruppo Analitico Dati 2005 e prec Totale ONERI PLURIENNALI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ PROGETTI Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ SOFTWARE Valore Acq Amm.to Val.Res. al 31/12/ Valore Acq totale Amm.to 2012 totale Val.Res. al 31/12/2012 totale GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.2 di 10

111 Nell anno 2012 sono stati ammortizzati beni per un valore complessivo di di cui per ammortamenti diretti dei beni immateriali ed per adeguamento dei fondi di ammortamento relativi ai beni materiali. Nelle tabelle sono altresì specificati gli ammortamenti per anno di acquisizione dei beni. Indicatori Finanziari Dai dati sopra esposti si possono derivare i seguenti indicatori: Indicatori Unità di misura Criticità collegata 1 - Indice di patrimonializzazione (equilibrio finanziario) 2 - ROD 3 - Grado di ammortamento 4 - ROI 5 - Turnover del fatturato (rotazione del capitale investito) 6 - ROS 7 - Grado di copertura dei costi 8 - ROE 9 - Incidenza Oneri finanziari sul fatturato Patrimonio netto / totale passivo Oneri finanziari netti / Mezzi di terzi Fondo ammortamento / immobilizzazioni tecniche Reddito operativo netto / Capitale investito Fatturato totale / Capitale investito Grado di patrimonializzazione aziendale Costo medio dei mezzi di terzi Grado di maturità delle immobilizzazioni Redditività del capitale investito Efficiente composizione del capitale investito Valore di rif Bil Bil Bil > 30% 5,72% 5,81% 5,72% < 8% 2,31% 3,31% 3,40% > 40% 48,85% 41,13% 36,37% > 3% 1,94% 1,39% 1,82% > 50% 101,49% 102,86% 97,41% Reddito operativo netto Redditività della / Fatturato totale gestione operativa > 3% 2,42% 4,97% 4,70% Ricavi servizi RU / Costi Copertura dei costi di esercizio RU esercizio con i ricavi > 0,8 0,98 1,01 1,01 Reddito Netto / Redditività del capitale Patrimonio Netto netto > 4% 4,78% 3,60% 3,54% Oneri Finanziari netti / fatturato Dipendenza finanziaria < 5% 2,15% 3,04% 3,30% Gli indicatori 1, 4 e 6 rilevano valori inferiori a quelli standard di riferimento per le seguenti motivazioni: Indicatore 1 indice di patrimonializzazione: il patrimonio netto rispetto al volume dello stato patrimoniale risulta inferiore alle indicazioni standard di riferimento che pongono il valore del patrimonio netto a circa un terzo dello stato patrimoniale. Considerando che la nostra società alimenta il patrimonio netto quasi esclusivamente con gli utili netti di fine esercizio e che, in ottemperanza alla mission stessa della società, per evitare aggravi di costi ai cittadini destinatari dei servizi l obiettivo è quello di ottenere di fatto una semplice copertura dei costi, si ritiene che l indicatore possa rientrare negli scopi sociali. Indicatori 4 e 6 R.O.I. (redditività del capitale investito) R.O.E. (redditività del capitale netto): indicatori legati alla redditività quindi collegati strettamente agli utili societari. Nella spiegazione relativa all indicatore 1 è già stata data ampia motivazione sul perché la società abbia utili considerati esigui se confrontati con le altre società. Nella fattispecie è una conferma che la mission societaria viene conseguita di bilancio in bilancio in quanto oltre alla copertura globale dei costi sostenuti non si aggravano le tariffe ai cittadini per effetto del conseguimento di utili. Come considerazione finale sui valori di riferimento degli indicatori va rilevato che per poterli rispettare il capitale netto dovrebbe essere aumentato di circa 6 milioni di euro e conseguentemente il reddito netto dovrebbe essere di circa euro corrispondente ad un reddito lordo di con un aggravio medio sulle tariffe di circa 4,60 per abitante. GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.3 di 10

112 INFORMAZIONI ex art DEL CODICE CIVILE 1) SITUAZIONE DELLA SOCIETA' ED ANDAMENTO DELLA GESTIONE - (art. 2428, c. 1, codice civile) I Comuni serviti che hanno applicato la Tariffa Igiene Ambientale o TIA anche per l anno 2012 sono stati nove e più precisamente Anzola Emilia, Finale Emilia, Argelato, San Giovanni in Persiceto, Sant Agata Bolognese, Castel Maggiore, Nonantola, Ravarino e Sala Bolognese. I Comuni di Calderara di Reno e Crevalcore hanno mantenuto la TARSU. Per i nove Comuni a TIA abbiamo effettuato la riscossione diretta dagli utenti del corrispettivo così come previsto dalle attuali normative. Alla data del 31/12/2012 la situazione degli abitanti e delle utenze servite dalla società risultava la seguente: Descrizione Abitanti al 31/12/2012 N utenze domestiche N utenze attività produttive Totale utenze Anzola Emilia Argelato Castel Maggiore Finale Emilia Nonantola Ravarino Sala Bolognese San Giovanni in Persiceto Sant Agata Bolognese Totale Comuni a TIA Calderara di Reno Crevalcore (1) Totale Comuni a TARSU TOTALE (1) I dati relativi alle utenze si riferiscono all anno 2008 Nei 9 comuni a TIA si è verificato un decremento delle utenze (-0.45%) dovuto principalmente al sisma di maggio 2012 a causa del quale alcune imprese e abitanti (soprattutto nel comune di Finale Emilia) hanno deciso di trasferirsi. Ciò nonostante gli aumenti delle tariffe sono stati estremamente contenuti ed in parecchi comuni invariati rispetto all anno precedente pur in situazione di incremento dei servizi ai cittadini. Nel corso dell anno 2012 la Società ha avviato, ed in parte completato, alcuni progetti che di seguito vengono sommariamente indicati in quanto già presentati e discussi in sede di approvazione del PIANO DELLE ATTIVITA : Progetti di nuovi servizi di raccolta 2012 Attivazione della raccolta p/p di carta e plastica nei comuni di Anzola, Calderara, Castel Maggiore e Sant Agata Estensione della raccolta p/p nella frazione di S.Giacomo del Martignone ad Anzola Emilia Attivazione della raccolta p/p nelle aree rurali di Anzola Emilia, Sala Bolognese e Sant Agata GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.4 di 10

113 Attivazione della raccolta di prossimità della frazione organica a Sala Bolognese (iniziata verso fine anno e non ancora completata) Avvio sperimentazione di raccolta stradale dell olio alimentare a Nonantola Settore Energie Rinnovabili Progetto partecipanza fotovoltaica per la realizzazione di impianti per complessivi 3 Mwatt di produzione nominale: in fase di realizzazione Per un dettaglio più approfondito delle attività si fa riferimento al già citato PIANO DELLE ATTIVITA Con delibera assembleare del 14/12/2012 la società ha scelto di modificare l organo amministrativo della stessa da consiglio di amministrazione a amministratore unico nominando contemporaneamente il dott. Florio Cavani già Presidente del Consiglio di Amministrazione come Amministratore Unico per la durata di cinque anni. E inevitabile un richiamo esplicito agli eventi sismici che in maggio hanno duramente colpito una parte dei nostri territori con inevitabili ricadute anche nella programmazione delle attività di Geovest. Al di là delle ripercussioni in termini di riorganizzazione del lavoro nelle giornate immediatamente successive alle forti scosse del 20 e 29 maggio - in cui si è operato fondamentalmente su due fronti: dotare i tecnici e gli operatori di Geovest di spazi e strumenti attraverso cui continuare il lavoro in seguito all inagibilità delle sedi colpite, fornire supporto alle diverse emergenze che, soprattutto i comuni di Finale Emilia e Crevalcore, hanno affrontato per dare risposte alle necessità di tante persone sfollate e riunite nei primi campi di accoglienza nel medio periodo è sembrato assolutamente opportuno rivedere, in accordo con le Amministrazioni, priorità e programmi di intervento per evitare di partire con nuovi servizi e campagne di sensibilizzazione su comunità già fortemente sollecitate dagli eventi ed alle prese con problemi e bisogni di primaria importanza (i danni alle case, la delocalizzazione delle attività produttive ecc.). Alcuni progetti hanno pertanto subito lo slittamento dei tempi di attivazione: Il completamento del nuovo sistema di raccolta domiciliare a Nonantola è stato posticipato a febbraio/marzo 2013 La trasformazione in prossimità della raccolta dell umido a Sala Bolognese e Crevalcore sono stati posticipati rispettivamente a fine 2012 e nel 2013 Tale situazione ha inoltre causato un ritardo nelle fatturazioni con conseguente allungamento dei termini di pagamento oltre a perdite di fatturato dovuto ai danni occorsi a molti immobili soprattutto nel comune di Finale Emilia. La Giunta Regionale dell Emilia Romagna con propria deliberazione ha inteso calmierare il danno provocato ai gestori a causa della mancata fatturazione istituendo un fondo ad hoc per gli anni 2012 e 2013 di complessivi 5 milioni destinato agli utenti che hanno ed hanno avuto immobili non più agibili per gli effetti del sisma. L importo relativo è stato inserito nella voce crediti per ruoli TIA non ancora emessi. GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.5 di 10

114 Risultati della raccolta rifiuti I risultati relativi alle raccolte differenziate dei rifiuti si possono sintetizzare come da tabella seguente: Tipologia Q.tà prevista 2012 Ton. Q.tà prodotta 2012 Ton. Percentuale % Scostamento dalla previsione in Ton. R.U. Indifferenziati ,4% +91 Raccolte Differenziate ,6% Totale L andamento storico delle raccolte differenziate ha avuto il seguente sviluppo: 56,6 52,3 46,1 46,4 49,4 49, ,9 38,7 35, Nell anno 2012 la raccolta differenziata ha avuto un buon incremento posizionandosi oltre la soglia del 55% e più precisamente al 56,6%. Questo dato è un ulteriore conferma che la strategia della società, cioè quella di transitare gradatamente verso le raccolte domiciliari in tutto il territorio, si rivela necessaria per ottenere i risultati previsti dalle normative Nazionali e Comunitarie; è infatti grazie all attivazione del porta a porta in aree importanti del nostro territorio che in questo anno si è superato il 56%. Tale significativo incremento delle raccolte differenziate si è concretizzato anche grazie al risultato ottenuto nel comune di San Giovanni in Persiceto che ha raggiunto nel 2012 il 78,3% aumentando di oltre 20 punti il risultato conseguito nel comune l anno scorso (57,8%). GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.6 di 10

115 La produzione media kg/abitante nel bacino di competenza Geovest ha avuto il seguente andamento: Si evidenzia che, anche in linea a quanto auspicato dalla normativa regionale, la produzione media per abitante si sta riducendo; circa 100 kg in meno dal 2006 (anno di produzione media più alta) al 2012 che risulta così essere l anno con la produzione media per abitante più bassa degli ultimi 10 anni. I risultati conseguiti, se confrontati con i dati della Regione Emilia Romagna per l anno 2011, ci posizionano oltre la media per quanto riguarda la raccolta differenziata (Regione 52,9%) e sotto la media se riferiti alla produzione media per abitante (Regione 673 kg/ab/anno) Andamento del fondo rischi e svalutazione crediti: nella tabella seguente si evidenzia l andamento e l utilizzo dei fondi rischi e svalutazione dei crediti verso clienti oltre al riconoscimento delle perdite dovute a fallimenti Descrizione Importi al 31/12/2012 Crediti vs/clienti ,09 FATTURE DA EMETTERE ,28 CREDITI RUOLI TIA ,05 CREDITI RUOLI TIA NON EMESSI ,82 NOTE ACCRED. CLIENTI DA EMETT - 101,47 TOTALE CREDITI VERSO CLIENTI ,77 Accantonamento fiscale 0,5% 0,50% ,49 Accantonamento al fondo rischi TOTALE ACCANTONAMENTI ,49 ACCANTONAMENTI AL 31/12/2011 Fdo Svalut cred ,99 Fdo rischi ,38 Utilizzo anno ,37 SALDO F.DO RISCHI E SVALUTAZIONE CREDITI AL 31/12/ ,49 Perdite a bilancio 2012 (decremento dei crediti) ,97 Accantonamenti e perdite contabilizzate nel ,46 GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.7 di 10

116 2) Verifica dei dati di controllo analogo I dati di consuntivo, pur confermando l analisi effettuata a metà anno 2012, si discostano dai dati proiettati a fine anno nella fase del controllo analogo relativo al primo semestre come meglio si evince dalla tabella seguente: Elementi del controllo analogo Dati di proiezione espressi nel luglio 2012 Dati di consuntivo 2012 Scostamento dal consuntivo alla proiezione Note Personale impiegato per mancato rinnovo contrattuale +2 Operatori in sostituzione maternità e malattia prolungata Totale Investimenti Mancato acquisto di automezzi rispetto al preventivo Raccolte Differenziate Patrimonio Netto Costo smaltimenti 55,7% 56,6% +0,9 Leggero incremento della produzione differenziata nella seconda metà del 2012 rispetto alla proiezione Utile di esercizio % rispetto alla proiezione per maggiori produzioni di indifferenziato 3) USO DI STRUMENTI FINANZIARI RILEVANTI PER LA VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE PATRIMONIALE E FINANZIARIA E DEL RISULTATO ECONOMICO DELL'ESERCIZIO - (art. 2428, c. 2 n. 6 bis, codice civile) Per quanto attiene le informazioni di tipo qualitativo, ovvero gli obiettivi e le politiche della società in materia di gestione del rischio finanziario, compresa la politica di copertura per ciascuna principale categoria di operazioni previste, possono essere così riassunti: la società alla data del 31/12/2012 presenta contratti derivati del tipo Interest Rate Swap con finalità di copertura dei tassi di interesse (rischio di mercato sui tassi di interesse) a fronte dei finanziamenti accesi dalla società. In particolare, la stipula dei contratti derivati è a copertura del rischio di fluttuazione del tasso di interesse per finanziamento a medio/lungo periodo. 4) FATTORI DI RISCHIO FINANZIARIO - (art. 2428, c. 2 n. 6 bis, codice civile) L'attività della società è esposta a vari rischi finanziari: rischio di mercato (comprensivo del rischio di tassi d'interesse), rischio di credito e rischio di liquidità. Il programma di gestione dei rischi é basato sull'imprevedibilità dei mercati finanziari ed ha l'obiettivo di minimizzare gli eventuali impatti negativi sulle performance della società. Geovest S.r.l. utilizza strumenti finanziari derivati per coprire l'esposizione al rischio del tasso di interesse e non detiene strumenti finanziari derivati di carattere speculativo. a) Rischio di liquidità. Una politica prudente del rischio di liquidità implica il mantenimento di adeguate disponibilità liquide e sufficienti linee di credito dalle quali poter attingere. E' politica della società avere a disposizione linee di credito utilizzabili per esigenze di cassa e per smobilizzo di portafoglio che siano immediatamente disponibili nei limiti degli affidamenti concessi. b) Rischio di prezzo e di cash flow. La società non ha titoli quotati e pertanto soggetti alle oscillazioni di borsa. Geovest S.r.l. non ha significative attività generatrici di interessi e pertanto i ricavi ed il cash flow sono indipendenti dalle variazioni dei tassi di interesse. Sulle quotazioni delle materie prime attualmente la politica della società è di monitorare costantemente l'andamento delle stesse e di provvedere, anche in funzione delle richieste avanzate dalla clientela, ad acquisti a prezzo prefissato per una parte del fabbisogno e ad acquisti a prezzo variabile per la parte rimanente. GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.8 di 10

117 5) I FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL'ESERCIZIO - (art. 2428, c. 2 n. 5, codice civile) Dal 01/01/2013 è entrata in vigore la nuova tassa sui rifiuti e servizi indivisibili denominata TARES che avrà un impatto molto importante sulla gestione delle entrate della società. Infatti, essendo essa una tassa, non sarà più possibile la fatturazione di un corrispettivo come finora veniva gestita nei 9 comuni a TIA ma sarà d obbligo comportarsi come nei 2 comuni finora a TARSU; nello specifico Geovest dovrà fatturare i costi del servizio direttamente ai comuni, che diventeranno così debitori nei confronti della società, e non più direttamente agli utenti. Ciò comporterà uno spostamento del rischio su crediti da Geovest ai comuni a partire dall anno Con Assemblea del 28/03/2013 i Comuni soci hanno tutti deliberato il proseguimento del progetto di trasformazione societaria che prevede la cessione del 20% delle quote societarie unitamente all individuazione di un partner/socio operativo per esecuzione di parte dei servizi. In questo modo si supererebbe la gestione cosiddetta in house providing ottenendo l affidamento del servizio di gestione rifiuti per un periodo non inferiore a 15 anni. La trasformazione implica la cessione di quote ad un socio privato e nel contempo prevede l affidamento tramite gara pubblica di parte dei lavori al socio operativo entrante. 6) L'EVOLUZIONE PREVEDIBILE DELLA GESTIONE - (art. 2428, c. 2 n. 6, codice civile) I risultati dei primi mesi dell'esercizio in corso danno segnali di prospettive positive rispetto all'andamento registrato durante l'esercizio appena chiuso. Proseguono le iniziative di investimento e sviluppo già programmate, in particolare si fa riferimento al PIANO DELLE ATTIVITA approvato nell Assemblea del 08/11/2012 per una analisi più approfondita 7) INFORMATIVA AI SENSI DEL D. Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (Testo Unico sulla Privacy) Ai sensi e per gli effetti di quanto previsto al punto 26 dell Allegato B al D. Lgs. 30/06/2003 n. 196 riferiamo che la Società ha provveduto ad aggiornare entro i termini di legge, il Documento Programmatico sulla Sicurezza previsto dal punto 19 del medesimo sopra citato Allegato B al D. Lgs. 196/2003. Lo stesso verrà annualmente aggiornato nei prossimi esercizi, ricorrendone i presupposti di legge. Come responsabile aziendale per la sicurezza è stato confermato l Ing. Lorenzo Pelegatti. 8) ELENCO DELLE SEDI SECONDARIE DELLA SOCIETA' - (art. 2428, c. 4, codice civile) La sede secondaria della società, da giugno 2008, è in Via dell Oasi, 373 a Crevalcore (BO) che risulta essere anche la sede operativa ove si svolgono le attività principali della società. Vengono elencati di seguito altri luoghi in cui viene svolta l'attività d'impresa, oltre alla sede legale ed alla sede secondaria sopra indicata: S.E.A. Stazioni Ecologiche Attrezzate Luogo Indirizzo Anzola Emilia Via Rocca Novella 2 Argelato (capoluogo) Via Stiatico Argelato - Fraz. Funo Via F.lli Chiarini 2 Calderara di Reno Via Armaroli, 6 GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.9 di 10

118 Calderara di Reno Fraz. Bargellino Via Finelli Castel Maggiore Via Lirone Crevalcore Via Lombardini Crevalcore (Bevilacqua) Via La Malfa (isola di base presidiata) Crevalcore (Caselle) Via del Papa (isola di base presidiata) Crevalcore (Palata) Via Cacciatori (isola di base presidiata) Finale Emilia Via Legnari Massa Finalese Via Monterosa Nonantola Via Valluzza Ravarino Via Dante 1430 Sala Bolognese Via Gramsci 5 San Giovanni Persiceto Via Bologna 196 San Matteo della Decima Via Nuova 38c Sant'Agata Bolognese Via XXI Aprile Magazzini e depositi Luogo Indirizzo Argelato (Fraz. Funo) Via Zuppiroli 2 Finale Emilia Via per Cento Nonantola Via Valluzza San Giovanni Persiceto Via Copernico 3 Sportelli al pubblico Luogo Indirizzo Anzola Emilia Via Goldoni 3 Argelato Via F.lli Cervi 3 (c/o Municipio) Argelato (Fraz. Funo) P.za Resistenza 1 (c/o URP) Castel Maggiore Via Matteotti 10 (c/o Municipio) Nonantola Via Marconi 32 Ravarino Via Roma 173 (c/o Municipio) Sala Bolognese P.za Marconi 1 (c/o Municipio) San Giovanni Persiceto P.za Cavour 2 (c/o Municipio) San Matteo della Decima Via Cento (c/o Centro Civico) Sant'Agata Bolognese Via 2 agosto 118 (c/o Municipio) * * * Signori soci, alla luce delle considerazioni svolte nei punti precedenti e di quanto esposto nella nota integrativa, vi proponiamo di approvare il bilancio dell'esercizio chiuso al 31/12/2012 nelle risultanze sopra esposte e di destinare l'utile pari ad ,41 nel seguente modo: a) alla riserva legale: ,42 nel rispetto dell'art del codice civile; b) alla riserva straordinaria: ,99 per rafforzare i progetti di comunicazione intesi come sensibilizzazione degli utenti a favore della raccolta differenziata, risparmio energetico e recupero dei materiali. Crevalcore, lì 20 marzo 2013 L Amministratore Unico Dott. Florio CAVANI GEOVEST SRL Bilancio Consuntivo Esercizio Relazione sulla Gestione Pag.10 di 10

119 GEOVEST S.r.l. Sede Legale: PIAZZA VERDI, 6/E FINALE EMILIA (MO) Iscritta al Registro Imprese di: MODENA C.F. e numero iscrizione: Iscritta al R.E.A. di MODENA n Capitale Sociale sottoscritto : Interamente versato Partita IVA: Bilancio ordinario al 31/12/2012 Stato Patrimoniale Attivo Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio 2011 B) IMMOBILIZZAZIONI I - IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 3) Diritto di brevetto industriale e diritti di utilizzazione di opere dell'ingegno ) Immobilizzazioni in corso e acconti ) Altre immobilizzazioni immateriali TOTALE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI II - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 1) Terreni e fabbricati ) Impianti e macchinario ) Attrezzature industriali e commerciali ) Altri beni materiali ) Immobilizzazioni in corso e acconti TOTALE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI TOTALE IMMOBILIZZAZIONI (B) C) ATTIVO CIRCOLANTE II - CREDITI 1) Crediti verso clienti esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo bis) Crediti tributari esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo Prospetto di Bilancio 1

120 GEOVEST S.r.l. Bilancio ordinario al 31/12/2012 Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio ter) Imposte anticipate esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 5) Crediti verso altri esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo TOTALE CREDITI IV - DISPONIBILITA' LIQUIDE 1) Depositi bancari e postali ) Denaro e valori in cassa TOTALE DISPONIBILITA' LIQUIDE TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE (C) D) RATEI E RISCONTI Ratei e risconti attivi TOTALE RATEI E RISCONTI (D) TOTALE ATTIVO Prospetto di Bilancio 2

121 GEOVEST S.r.l. Bilancio ordinario al 31/12/2012 Stato Patrimoniale Passivo Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio 2011 A) PATRIMONIO NETTO I - Capitale IV - Riserva legale VII - Altre riserve, distintamente indicate Riserva straordinaria IX - Utile (perdita) dell'esercizio TOTALE PATRIMONIO NETTO (A) C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO D) DEBITI 4) Debiti verso banche esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo ) Debiti verso fornitori esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 12) Debiti tributari esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 13) Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo 14) Altri debiti esigibili entro l'esercizio successivo esigibili oltre l'esercizio successivo TOTALE DEBITI (D) E) RATEI E RISCONTI Ratei e risconti passivi TOTALE RATEI E RISCONTI (E) TOTALE PASSIVO Prospetto di Bilancio 3

122 GEOVEST S.r.l. Bilancio ordinario al 31/12/2012 Conti d'ordine Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio 2011 Fideiussioni prestate ad altre imprese Fideiussioni ricevute da altre imprese Beni di terzi presso di noi Prospetto di Bilancio 4

123 GEOVEST S.r.l. Bilancio ordinario al 31/12/2012 Conto Economico Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio 2011 A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Altri ricavi e proventi Contributi in conto esercizio Ricavi e proventi diversi TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ) Costi per servizi ) Costi per godimento di beni di terzi ) Costi per il personale a) Salari e stipendi b) Oneri sociali c) Trattamento di fine rapporto ) Ammortamenti e svalutazioni a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali liquide d) Svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilita' ) Oneri diversi di gestione TOTALE COSTI DELLA PRODUZIONE Differenza tra valore e costi della produzione (A - B) C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI 16) Altri proventi finanziari d) Proventi diversi dai precedenti da altre imprese ) Interessi ed altri oneri finanziari ( ) ( ) verso altri ( ) ( ) TOTALE PROVENTI E ONERI FINANZIARI ( bis) ( ) ( ) E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI 20) Proventi straordinari Differenza da arrotondamento all'unità di Euro 1 1 Altri proventi straordinari ) Oneri straordinari 100 (22.041) Prospetto di Bilancio 5

124 GEOVEST S.r.l. Bilancio ordinario al 31/12/2012 Parziali 2012 Totali 2012 Esercizio 2011 Imposte relative a esercizi precedenti 100 (22.041) TOTALE DELLE PARTITE STRAORDINARIE (20-21) (22.040) Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D+-E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate Imposte correnti sul reddito d'esercizio Imposte anticipate sul reddito d'esercizio (98.743) (40.231) 23) Utile (perdita) dell'esercizio Il Bilancio sopra riportato è vero e reale e corrisponde alle risultanze dei libri e delle scritture contabili. Crevalcore, 20/03/2013 Dott. Florio CAVANI - Amministratore Unico Prospetto di Bilancio 6

125 GEOVEST S.r.l. Sede legale: PIAZZA VERDI, 6/E FINALE EMILIA (MO) Iscritta al Registro Imprese di MODENA C.F. e numero iscrizione Iscritta al R.E.A. di MODENA n Capitale Sociale sottoscritto Interamente versato Partita IVA: Nota Integrativa Bilancio al 31/12/2012 Introduzione alla Nota integrativa Signori Soci, la presente Nota Integrativa costituisce parte integrante del Bilancio al 31/12/2012. Il Bilancio risulta conforme a quanto previsto dagli articoli 2423 e seguenti del Codice Civile, ai principi contabili nazionali emanati dall Organismo Italiano di Contabilità; esso rappresenta pertanto con chiarezza ed in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società ed il risultato economico dell esercizio. Il contenuto dello Stato patrimoniale e del Conto economico è quello previsto dagli articoli 2424 e 2425 del Codice Civile. La Nota integrativa, redatta ai sensi dell'art del Codice Civile, contiene inoltre tutte le informazioni utili a fornire una corretta interpretazione del Bilancio. Criteri di formazione Redazione del Bilancio In riferimento a quanto indicato nella parte introduttiva della presente Nota integrativa, si attesta che, ai sensi dell art. 2423, 3 comma del Codice Civile, qualora le informazioni richieste da specifiche disposizioni di legge non siano sufficienti a dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione aziendale vengono fornite le informazioni complementari ritenute necessarie allo scopo. Non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui all'art. 2423, comma 4 e all'art bis comma 2 Codice Civile. Il Bilancio d'esercizio, così come la presente Nota integrativa, sono stati redatti in unità di Euro secondo quanto disposto dal Codice Civile. Principi di redazione del bilancio La valutazione delle voci di bilancio è avvenuta nel rispetto del principio della prudenza e nella prospettiva di continuazione dell'attività. Conformemente ai principi contabili nazionali e alla regolamentazione comunitaria, nella rappresentazione delle voci dell'attivo e del passivo viene data prevalenza agli aspetti sostanziali rispetto a quelli formali. Nota Integrativa 1

126 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Nella redazione del Bilancio d'esercizio gli oneri e i proventi sono stati iscritti secondo il principio di competenza indipendentemente dal momento della loro manifestazione numeraria. Struttura e contenuto del Prospetto di bilancio Lo Stato patrimoniale, il Conto economico e le informazioni di natura contabile contenute nella presente Nota integrativa sono conformi alle risultanze dei libri e delle scritture contabili, da cui sono stati direttamente desunti. Nell esposizione dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico non sono stati effettuati raggruppamenti delle voci precedute da numeri arabi, come invece facoltativamente previsto dall'art ter del C.C. Per una rappresentazione più chiara delle voci di bilancio non sono state indicate le voci precedute da numeri arabi o lettere minuscole non valorizzate sia per l'esercizio in corso che per l'esercizio precedente. Ai sensi dell'art ter del Codice Civile, si precisa che tutte le voci di bilancio sono risultate comparabili con l esercizio precedente; non vi è stata pertanto necessità di adattare alcuna voce dell'esercizio precedente. Ai sensi dell art del Codice Civile si conferma che non esistono elementi dell'attivo o del passivo che ricadano sotto più voci del prospetto di bilancio. Criteri di valutazione I criteri applicati nella valutazione delle voci di bilancio e nelle rettifiche di valore sono conformi alle disposizioni del Codice Civile. Gli stessi inoltre non sono variati rispetto all esercizio precedente. Di seguito sono illustrati i più significativi criteri di valutazione adottati nel rispetto delle disposizioni contenute all art del Codice Civile, e con particolare riferimento a quelle voci di bilancio per le quali il legislatore ammette diversi criteri di valutazione e di rettifica o per le quali non sono previsti specifici criteri. Immobilizzazioni Le immobilizzazioni sono iscritte al costo di acquisto e/o di produzione. Per quanto riguarda i costi di produzione, gli stessi comprendono anche costi di indiretta imputazione per la quota ragionevolmente imputabile a ciascuna immobilizzazione, relativi al periodo di fabbricazione e fino al momento a partire dal quale il bene poteva essere oggettivamente utilizzato. Ai costi di produzione non sono stati aggiunti oneri relativi al finanziamento della fabbricazione, interna o presso terzi. Ai sensi e per gli effetti dell'art.10 della legge 19 marzo 1983, N. 72, e così come anche richiamato dalle successive leggi di rivalutazione monetaria, si precisa che per i beni materiali e immateriali tuttora esistenti in patrimonio non è stata mai eseguita alcuna rivalutazione monetaria. Immobilizzazioni Immateriali Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte nell attivo di Stato patrimoniale al costo di acquisto e/o di produzione, e vengono ammortizzate in quote costanti in funzione della loro utilità futura. Il valore delle immobilizzazioni è esposto al netto dei fondi di ammortamento e di svalutazione. L'ammortamento è stato operato in conformità al seguente piano prestabilito, che si ritiene assicuri una corretta ripartizione del costo sostenuto lungo la vita utile delle immobilizzazioni in oggetto: Voci immobilizzazioni immateriali Concessioni, licenze, marchi e diritti simili (Software) Altre immobilizzazioni immateriali Periodo (mediamente) 10 anni in quote costanti In base alla durata stimata del loro utilizzo Nota Integrativa 2

127 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Il criterio di ammortamento delle immobilizzazioni immateriali è stato applicato con sistematicità ed in ogni esercizio, in relazione alla residua possibilità di utilizzazione economica di ogni singolo bene o spesa. Si evidenzia che su tali oneri immobilizzati non è stato necessario operare svalutazioni ex art comma 1 n. 3 del Codice Civile. Immobilizzazioni Materiali I cespiti appartenenti alla categoria delle immobilizzazioni materiali sono iscritti in bilancio al costo di acquisto e/o di produzione, aumentato degli oneri accessori sostenuti fino all entrata in funzione del bene. Il costo di produzione corrisponde all insieme di tutti i costi di fabbricazione sostenuti fino all entrata in funzione del bene, sia che si tratti di costi ad esso direttamente riferibili, sia che si tratti di costi relativi a lavorazioni comuni. I criteri di ammortamento delle immobilizzazioni materiali non sono variati rispetto a quelli applicati nell esercizio precedente. Si evidenzia che non è stato necessario operare svalutazioni ex art comma 1 n. 3 del Codice Civile. Terreni e fabbricati Con particolare riferimento agli immobili sociali costituiti da terreni, si precisa che gli stessi non sono stati assoggettati ad ammortamento, dal momento che tali cespiti non subiscono significative riduzioni di valore per effetto dell uso. Attivo circolante Crediti I crediti sono stati esposti in bilancio al presumibile valore di realizzazione, conformemente a quanto previsto dall'art. 2426, comma 1, n.8 del Codice Civile; l'adeguamento a tale valore è stato effettuato mediante stanziamento di un fondo svalutazione crediti. Relativamente alla voce in esame si segnala che, nel corso del 2012, è stata affidata alla società Finservice SPA la gestione delle riscossioni degli insoluti in forma stragiudiziale, previa valutazione sull effettiva possibilità di recupero di ogni singolo credito, per un totale di ,51. Le società cui avevamo affidato le riscossioni coattive nel 2011 e precedenti hanno proseguito in questa attività anche nell anno 2012 incassando ,49 (Equitalia), ,98 (Sorit) Nel corso del 2012 si è proceduto alla cancellazione di crediti ritenuti inesigibili mediante utilizzo del fondo svalutazione crediti per ,99, del fondo rischi su crediti per ,38 oltre all iscrizione a perdita per l anno 2012 di ,97 per un totale complessivo di ,34 di cui ,47 per fallimenti e ,87 per crediti scaduti da oltre 2 anni e ritenuti inesigibili per irreperibilità del debitore oltre alla lieve entità di ogni singola posta. Gli eventi sismici occorsi nel nostro territorio a fine maggio hanno provocato consistenti ritardi nei pagamenti anche a causa delle notizie diffuse dai media che erroneamente informavano i cittadini che il pagamento della TIA poteva essere sospeso come quelli relativi alle bollette di acqua-luce-gas e dei tributi. Per i disagi subiti dai cittadini dei territori colpiti abbiamo ritenuto opportuno sospendere anche il servizio di recupero crediti chiedendo alla società Finservice di riprenderlo solamente verso fine anno. Prima della sospensione sono stati comunque incassati ,76 Per questo motivo l entità dei crediti verso clienti ha subito consistenti incrementi rispetto all esercizio precedente. Le procedure per il recupero dei crediti sopraindicate, non essendosi di fatto ancora completate, non permettono di quantificare con esattezza la quota di crediti non incassabili in via definitiva per il recupero dei quali si renderanno applicabili gli incrementi dei piani economici finanziari atti al calcolo tariffario ai sensi della normativa di riferimento (D.L. 22/1997 art.49 comma 5; D.Lgs. 152/2006 art.238 comma 5; D.P.R. 158/1999 art.3 comma 3e relativo Allegato 1.2). Per gli effetti della procedura individuata dall Assemblea dei Soci con delibera del 27/10/2011 rivolta alla copertura degli insoluti pregressi, nell esercizio 2012 è stato possibile accantonare al fondo svalutazione ,49. Nota Integrativa 3

128 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 L accantonamento al fondo svalutazione, pur essendo stato stimato prudentemente ed al meglio delle nostre possibilità di previsione, potrebbe non comprendere eventuali importi che dovessero risultare definitivamente inesigibili al termine della predetta riscossione coattiva, non possedendo tuttora una ragionevole ed adeguata conoscenza in ordine ai predetti esiti. Imposte anticipate Tra i crediti tributari sono iscritte attività per imposte anticipate per originate da differenze temporanee non deducibili nell'esercizio in chiusura; per il dettaglio relativo si rimanda al paragrafo sulla fiscalità differita della presente Nota integrativa. La contabilizzazione delle suddette imposte differite attive è stata effettuata sulla base della ragionevole certezza di conseguire, negli esercizi futuri, redditi imponibili. Ratei e risconti attivi I ratei e risconti sono stati calcolati sulla base del principio della competenza, mediante la ripartizione dei costi e/o ricavi comuni a due esercizi. Nell' iscrizione, così come nel riesame di ratei e risconti attivi di durata pluriennale, è stata verificata l'esistenza ovvero la permanenza della condizione temporale. Laddove tale condizione risulti cambiata sono state apportate le opportune variazioni. Trattamento di Fine Rapporto Il T.F.R. è stato calcolato conformemente a quanto previsto dall'art del Codice Civile, tenuto conto delle disposizioni legislative e delle specificità dei contratti e delle categorie professionali, e comprende le quote annue maturate e le rivalutazioni effettuate sulla base dei coefficienti ISTAT. L'ammontare del fondo è rilevato al netto degli acconti erogati e delle quote utilizzate per le cessazioni del rapporto di lavoro intervenute nel corso dell'esercizio e rappresenta il debito certo nei confronti dei lavoratori dipendenti alla data di chiusura del bilancio. Debiti I debiti sono esposti in bilancio al loro valore nominale, eventualmente rettificato in occasione di successive variazioni. Ratei e Risconti passivi I ratei e risconti sono stati calcolati sulla base del principio della competenza, mediante la ripartizione dei costi e/o ricavi comuni a due esercizi Nell' iscrizione, così come nel riesame di ratei e risconti passivi di durata pluriennale, è stata verificata l'esistenza ovvero la permanenza della condizione temporale. Laddove tale condizione risulti cambiata sono state apportate le opportune variazioni. Conti d'ordine Sono esposti in calce allo Stato patrimoniale così come richiesto dall' art c. 3 del Codice Civile. Nota Integrativa 4

129 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Movimenti delle Immobilizzazioni Nel presente paragrafo della Nota integrativa si analizzano i movimenti riguardanti le immobilizzazioni immateriali, materiali e finanziarie. Per ciascuna voce delle immobilizzazioni è stato specificato: il costo storico; le precedenti rivalutazioni, svalutazioni ed ammortamenti delle immobilizzazioni esistenti all'inizio dell'esercizio; le acquisizioni, gli spostamenti da una voce ad un altra, le alienazioni e le eliminazioni avvenute nell'esercizio; le rivalutazioni, le svalutazioni e gli ammortamenti effettuati nell'esercizio; la consistenza finale dell'immobilizzazione.. Movimenti delle Immobilizzazioni Immateriali Dopo l iscrizione in Conto economico delle quote di ammortamento dell esercizio, pari ad , le immobilizzazioni immateriali ammontano ad Per una valutazione ed analisi completa sulle movimentazioni delle immobilizzazioni in oggetto si rimanda a quanto riportato dettagliatamente nelle pagine in allegato. Movimenti delle Immobilizzazioni Materiali Le immobilizzazioni materiali al lordo dei relativi fondi ammortamento ammontano ad ; i fondi di ammortamento risultano essere pari ad Per una valutazione ed analisi completa sulle movimentazioni delle immobilizzazioni in oggetto si rimanda a quanto riportato dettagliatamente nelle pagine in allegato. Composizione dei costi pluriennali Non esistono costi di impianto e di ampliamento o costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità di cui indicare la composizione. Riduzione di valore delle Immobilizzazioni Le immobilizzazioni materiali e immateriali sono state sistematicamente ammortizzate tenendo conto della residua possibilità di utilizzo, come evidenziato in precedenza. Si ritiene che non sussistano i presupposti per la riduzione di valore delle immobilizzazioni iscritte in bilancio. Variazione consistenza altre voci dell'attivo e del passivo Con riferimento all esercizio in chiusura, e in ossequio a quanto disposto dall art. 2427, comma 1, n. 4 del Codice Civile, nei seguenti prospetti vengono illustrati per ciascuna voce dell'attivo e del passivo diversa dalle immobilizzazioni la consistenza iniziale, i movimenti dell'esercizio e la correlata consistenza finale. Nota Integrativa 5

130 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Per una maggiore chiarezza espositiva, la variazione nella consistenza delle voci viene rappresentata in termini assoluti e percentuali. Crediti Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Varia z. % Crediti verso clienti Fatture da emettere a clienti terzi Note credito da emettere a clienti terzi Clienti terzi Italia Fondo svalutaz. crediti verso clienti Arrotondamento 1-1- Totale Crediti tributari Erario c/liquidazione Iva Erario c/ritenute su altri redditi Altre ritenute subite Erario c/acconti IRES Erario c/acconti IRAP Arrotondamento Totale Imposte anticipate Crediti per imposte anticipate Totale Crediti verso altri Depositi cauzionali vari Crediti vari v/terzi INAIL c/anticipi Totale Nota Integrativa 6

131 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Disponibilità liquide Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Variaz. % Depositi bancari e postali Banca c/c Arrotondamento Totale Denaro e valori in cassa Cassa contanti Arrotondamento Totale Ratei e Risconti attivi Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Variaz. % Ratei e risconti attivi Ratei attivi Risconti attivi Arrotondamento Totale Patrimonio Netto Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Variaz. % Capitale Capitale sociale Totale Riserva legale Riserva legale Arrotondamento Totale Nota Integrativa 7

132 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Variaz. % Riserva straordinaria Riserva straordinaria Totale Utile (perdita) dell'esercizio Utile d'esercizio Totale Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Accanton. Utilizzi Consist. finale TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO Fondo T.F.R Arrotondamento 1 1 Totale Debiti Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Varia z. % Debiti verso banche Banca c/c Banca c/anticipazioni Finanz.a medio/lungo termine bancari Arrotondamento 1-1- Totale Debiti verso fornitori Fatture da ricevere da fornitori terzi Note credito da ricevere da fornit.terzi Nota Integrativa 8

133 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Varia z. % Fornitori terzi Italia Arrotondamento Totale Debiti tributari Erario c/riten.su redd.lav.dipend.e assim. Erario c/ritenute su redditi lav. auton. Erario c/imposte sostitutive su TFR Erario c/ires Erario c/irap Erario c/altri tributi Arrotondamento Totale Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale INPS dipendenti INAIL dipendenti/collabor atori INPS c/retribuzioni differite Enti previdenziali e assistenziali vari Arrotondamento Totale Altri debiti Debiti v/collaboratori Sindacati c/ritenute Debiti per contributi ambientali Dipendenti c/retribuzioni differite Totale Nota Integrativa 9

134 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Ratei e Risconti passivi Descrizione Dettaglio Consist. iniziale Increm. Spost. nella voce Spost. dalla voce Decrem. Consist. finale Variaz. assoluta Variaz. % Ratei e risconti passivi Ratei passivi Totale Partecipazioni in imprese controllate e collegate Nel presente paragrafo non viene fornito l elenco delle partecipazioni come richiesto dall art.2427 n.5 del Codice Civile per assenza di partecipazioni di controllo e /o collegamento. Crediti e debiti distinti per durata residua e Debiti assistiti da garanzie reali Nei seguenti prospetti, distintamente per ciascuna voce, sono indicati i crediti e i debiti sociali con indicazione della loro durata residua, così come richiesto dal Documento OIC n. 1. Crediti distinti per durata residua Descrizione Italia Altri Paesi UE Resto d'europa Resto del Mondo Crediti verso clienti Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Crediti tributari Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Imposte anticipate Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Nota Integrativa 10

135 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Italia Altri Paesi UE Resto d'europa Resto del Mondo Crediti verso altri Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Debiti distinti per durata residua Descrizione Italia Altri Paesi UE Resto d'europa Resto del Mondo Debiti verso banche Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Debiti verso fornitori Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Debiti tributari Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni Altri debiti Importo esigibile entro l'es. successivo Importo esigibile oltre l'es. succ. entro 5 anni Importo esigibile oltre 5 anni DEBITI ASSISTITI DA GARANZIE Descrizione Importo Scadenza Garante Debiti verso banche BENEFICIARIO BANCA ENTRO EMILIA /07/2030 Ipoteca immobiliare volontaria Totale Nota Integrativa 11

136 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Tale ipoteca grava sul terreno edificabile acquistato con rogito in data 23 luglio Effetti delle variazioni nei cambi valutari La società, alla data di chiusura dell esercizio, non detiene attività e passività in valuta estera. Operazioni con obbligo di retrocessione a termine La società nel corso dell' esercizio non ha posto in essere alcuna operazione soggetta all'obbligo di retrocessione a termine. Composizione delle voci Ratei e Risconti, Altri Fondi, Altre Riserve Ratei e Risconti attivi Nel seguente prospetto è illustrata la composizione delle voci di cui in oggetto, in quanto risultanti iscritte in bilancio. Con riferimento ai ratei e risconti attivi aventi competenza pluriennale, si precisa che l'importo iscritto in bilancio si riferisce alla competenza degli esercizi In ogni caso si è proceduto a verificare le condizioni che ne avevano determinato l'iscrizione originaria e sono state apportate le necessarie variazioni. Descrizione Dettaglio Importo esercizio corrente Ratei e risconti attivi Ratei attivi Risconti attivi Totale I ratei attivi sono composti da: Contributi Ministeriali Incentivi Fotovoltaico Contributi Istituzionali Totale I risconti attivi sono così composti: Canoni e interessi passivi leasing immobiliari Imposte mutui (risconti di durata superiore a 5 anni) Contratti di assistenza e manutenzione. 638 Assicurazioni Canoni telefonici. 518 Locazioni e noleggi Spese pubblicità Costi fidejussioni Totale Nota Integrativa 12

137 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Ratei e Risconti passivi Nel seguente prospetto è illustrata la composizione delle voci di cui in oggetto, in quanto risultanti iscritte in bilancio. Descrizione Dettaglio Importo esercizio corrente Ratei e risconti passivi Ratei passivi Totale I ratei passivi sono costituiti da: Franchigie su assicurazioni Quote associative Totale Non risultano risconti passivi iscritti in bilancio. Altre riserve Nel seguente prospetto è illustrata la composizione della voce di cui in oggetto, in quanto risultante iscritta in bilancio. Descrizione Dettaglio Importo esercizio corrente Riserva straordinaria Riserva straordinaria Totale Indicazione analitica delle voci di Patrimonio Netto Nei seguenti prospetti sono analiticamente indicate le voci di patrimonio netto, con specificazione della loro origine, possibilità di utilizzazione e distribuibilità, nonché della loro avvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi. Composizione del Patrimonio Netto Descrizione Tipo riserva Possibilità di utilizzo Quota disponibile Quota distribuibile Quota non distribuibile Capitale Capitale C Totale Riserva legale A,B, Utili Totale Nota Integrativa 13

138 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Tipo riserva Possibilità di utilizzo Quota disponibile Quota distribuibile Quota non distribuibile Riserva straordinaria A,B,C Utili Totale Riserva per differenza da arrotondamento all'unità di Euro Utili Totale Totale Composizione voci PN LEGENDA: "A" aumento di capitale; "B" copertura perdite; "C" distribuzione soci Movimenti del Patrimonio Netto Per una valutazione ed analisi completa sui movimenti del Patrimonio Netto in oggetto, si rimanda a quanto riportato dettagliatamente nella tabella seguente: Capitale Riserva legale Altre riserve, distintamente indicate Utile (perdita) dell'esercizio Totale Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Nota Integrativa 14

139 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Capitale Riserva legale Altre riserve, distintamente indicate Utile (perdita) dell'esercizio Totale - Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Il dettaglio delle variazioni della voce "Altre riserve, distintamente indicate" viene esposto nella tabella seguente: Riserva straordinaria Riserva per differenza da arrotondamento all'unità di Euro Totale Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: Nota Integrativa 15

140 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Riserva straordinaria Riserva per differenza da arrotondamento all'unità di Euro Totale - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Saldo iniziale al 1/01/ Destinazione del risultato dell'esercizio: - Attribuzione di dividendi Altre destinazioni Altre variazioni: - Copertura perdite Operazioni sul capitale Distribuzione ai soci Altre variazioni Risultato dell'esercizio Saldo finale al 31/12/ Oneri finanziari imputati ai valori iscritti nell'attivo Tutti gli interessi e gli altri oneri finanziari sono stati interamente spesati nell'esercizio. Ai fini dell art. 2427, c. 1, n. 8 del Codice Civile si attesta quindi che non sussistono capitalizzazioni di oneri finanziari. Impegni non risultanti dallo Stato Patrimoniale Non esistono conti d'ordine iscritti in bilancio, nè altri impegni, non risultanti dallo Stato patrimoniale tali da dover essere indicati in Nota integrativa in quanto utili al fine della valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria della società. I conti d ordine, così come esposti in bilancio, si riferiscono rispettivamente a: Nota Integrativa 16

141 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Debitore/Creditore Importo conto d ordine Totale voce Garanzie fideiussorie prestate Compagnia delle Costruzioni (Impegni) Atersir Hera Ambiente srl Ministero dell Ambiente ATO Campo Scrl Feronia S.r.l Garanzie fideiussorie ricevute Aristea service (Garanzie) Ditta CPL Concordia Autotrasporti Benati La Vetri S.r.l Reale Mutua Assicurazioni Specialtrasporti Cons. Serv. Special Dulevo International Spa Movendo S.r.l Calimero Fini S.r.l Sartori Ambiente S.r.l Multicom s.r.l E.V.F. S.p.A Rossi oleodinamica S.r.l La città verde La piccola carovana Cons. corp. l arcolaio S.I.C Assoplast s.r.l Nota Integrativa 17

142 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Aimeri Ambiente Beni di terzi in concessione o locazione finanziaria Beni dei Soci Ditta Leasint, leasing immobiliari In ossequio a quanto previsto dal Principio Contabile Nazionale n "CONTI D'ORDINE" - B.II.h), emanato dai Consigli Nazionali dei Dottori Commercialisti e Ragionieri (CNDCeR), così come integrato dall'o.i.c., nel presente bilancio abbiamo omesso l'annotazione - fra i conti d'ordine in calce allo stato patrimoniale - delle garanzie ricevute dai soci a favore del sistema creditizio. Così come previsto dal Principio Contabile citato, invece, provvediamo in questa sede a segnalare l'esistenza della predetta informazione, indicandone altresì la consistenza e ciò al fine di consentire una migliore valutazione della situazione finanziaria e patrimoniale della società. L'importo delle garanzie ricevute dai soci, costituite rispettivamente da lettere di patronage vincolante e lettere di patronage impegnative, risulta essere il seguente: a favore di Banca Popolare Etica S.c.p.a.; a favore della Cassa di Risparmio in Bologna S.p.A.; a favore della Cassa di Risparmio di Cento S.p.A. Ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni Nel seguente prospetto è illustrata la ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività e secondo aree geografiche. Descrizione Dettaglio Importo Italia Altri Paesi UE Resto d'europa Resto del Mondo Ricavi delle vendite e delle prestazioni Vendita merci Prestazioni di servizi Altri ricavi e proventi Totale Nel seguente prospetto è illustrata la ripartizione tra i ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo categorie di attività. La ripartizione secondo aree geografiche non é indicata in quanto non ritenuta significativa per la comprensione e il giudizio dei risultati economici. Nota Integrativa 18

143 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Descrizione Dettaglio Importo Italia Ricavi delle vendite e delle prestazioni Ricavi da Tariffa igiene ambientale Altri Paesi UE Resto d'europa Resto del Mondo Servizi ai Comuni soci di Geovest S.r.l. Ricavi dal Consorzio CONAI e sua filiera Vendita rottami e materiale di recupero Vendita energia elettrica da fotovoltaico Ricavi da Contributi RAEE Contributi in c/to esercizio per incentivi statali su energia elettrica da fotovoltaico Altri contributi Ricavi diversi (risarcimento danni; rivalsa spese legali; rivalsa oneri amm.vi ecc.) Totale Proventi da Partecipazioni diversi dai dividendi Non sussistono proventi da partecipazioni di cui all'art. 2425, n. 15 del Codice Civile. Suddivisione interessi ed altri oneri finanziari Nel seguente prospetto si dà evidenza degli interessi e degli altri oneri finanziari di cui all'art. 2425, n. 17 del Codice Civile, con specifica suddivisione tra quelli relativi a prestiti obbligazionari, ai debiti verso banche ed a altre fattispecie. Descrizione Dettaglio Importo Relativi a prestiti obbligazionari Relativi a debiti verso le banche Altri verso altri Interessi passivi bancari Interessi passivi su mutui Interessi passivi commerciali Sconti passivi di natura finanziaria Totale Nota Integrativa 19

144 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Composizione dei Proventi e degli Oneri Straordinari Proventi straordinari La voce relativa ai proventi straordinari accoglie i componenti di reddito non riconducibili alla gestione ordinaria dell impresa. La composizione degli stessi è indicata nel seguente prospetto: Descrizione Differenza da arrotondamento all'unità di Euro Dettaglio Differenza di arrotondamento all' EURO Importo esercizio corrente 1 Totale 1 Altri proventi straordinari Altri proventi straordinari Totale Oneri straordinari La voce relativa agli oneri straordinari accoglie i componenti di reddito non riconducibili alla gestione ordinaria dell impresa. La composizione degli stessi è indicata nel seguente prospetto: Descrizione Imposte relative a esercizi precedenti Dettaglio Minori Imposte relative esercizi precedenti Importo esercizio corrente -100 Totale -100 Imposte differite e anticipate La società ha provveduto allo stanziamento delle imposte dell esercizio sulla base dell applicazione delle norme tributarie vigenti. Le imposte di competenza dell esercizio sono rappresentate dalle imposte correnti, così come risultanti dalle dichiarazioni fiscali, dalle imposte differite e dalle imposte anticipate, relative a componenti di reddito positivi o negativi rispettivamente soggetti ad imposizione o a deduzione in esercizi diversi rispetto a quelli di contabilizzazione civilistica. Nota Integrativa 20

145 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Nei seguenti prospetti sono analiticamente indicate: - la descrizione delle differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte differite e anticipate, specificando l'aliquota applicata e le variazioni rispetto all'esercizio precedente, gli importi accreditati o addebitati a conto economico oppure a patrimonio netto; - l'ammontare delle imposte anticipate contabilizzato in bilancio attinenti a perdite dell'esercizio o di esercizi precedenti e le motivazioni dell'iscrizione, l'ammontare non ancora contabilizzato e le motivazioni della mancata iscrizione; - le voci escluse dal computo e le relative motivazioni. Le imposte anticipate e differite sono state calcolate utilizzando rispettivamente le seguenti aliquote: Aliquote Es Es Es Es Oltre IRES 27,5 % 27,5 % 27,5 % 27,5 % 27,5 % IRAP 3,9% 3,9% 3,9% 3,9% 3,9% Fiscalità differita IRES/IRAP Descrizione Esercizio 2012 Ammontare differenze Effetto fiscale Imposte Anticipate: Accantonamento rischi su crediti Totale Imposte Anticipate Effetto netto sul risultato dell esercizio Imposte sul reddito dell esercizio Saldo al 31/12/2012 Saldo al 31/12/2011 Variazioni Le imposte sono così suddivise: Correnti (Ires ed Irap ) Anticipate (nette) Differite 0 TOTALE Nota Integrativa 21

146 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Si informa che la società ha provveduto a presentare nei termini di legge l istanza di rimborso IRES per mancata deduzione dell IRAP relativa alle spese per il personale dipendente di cui all art. 2, comma 1- quater, Decreto legge n. 201/2011; l importo del rimborso ammonta ad Tale importo verrà allocato nel bilancio dell esercizio in cui avverrà materialmente la riscossione del rimborso da parte dell Agenzia delle Entrate. Numero medio dipendenti Nel seguente prospetto è indicato il numero medio dei dipendenti, ripartito per categoria e calcolato considerando la media giornaliera. Dipendenti Quadri 2 3 Impiegati Operatori Altri / / Totale Il contratto applicato per tutti i dipendenti è quello di Federambiente. Compensi amministratori e sindaci L'ammontare dei compensi spettanti all'organo Amministrativo è indicato nel seguente prospetto: Compensi Importo esercizio corrente Amministratori: Compenso Sindaci: Compenso Gli onorari erogati nel corso dell esercizio per l attività di revisione legale dei conti ammontano ad Numero e Valore Nominale delle azioni della società Il presente paragrafo della nota integrativa non è pertinente in quanto il capitale sociale non è rappresentato da azioni. Nota Integrativa 22

147 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Azioni di godimento; Obbligazioni convertibili; Altri Titoli La società non ha emesso alcun titolo o valore simile rientrante nella previsione di cui all'art n. 18 codice civile. Il presente paragrafo della nota integrativa non è pertinente in quanto il capitale sociale è suddiviso in quote di partecipazione. Altri strumenti finanziari emessi La società non ha emesso altri strumenti finanziari di cui al n. 19 del 1 comma dell art del Codice Civile. Finanziamenti dei soci La società non ha ricevuto alcun finanziamento da parte dei soci. Rivalutazioni monetarie Ai sensi e per gli effetti dell art. 10 della Legge 19 marzo 1983, n. 72, così come anche richiamato dalle successive leggi di rivalutazione monetaria, si precisa che per i beni tuttora esistenti in patrimonio non è stata eseguita alcuna rivalutazione monetaria. Patrimoni destinati ad uno specifico affare Si attesta che alla data di chiusura del bilancio non sussistono patrimoni destinati ad uno specifico affare di cui al n. 20 del 1 comma dell art del Codice Civile. Finanziamenti destinati ad uno specifico affare Si attesta che alla data di chiusura del bilancio non sussistono finanziamenti destinati ad uno specifico affare di cui al n. 21 del 1 comma dell art del Codice Civile. Operazioni di locazione finanziaria La società nel corso dell esercizio 2011 aveva attivato il contratto di locazione finanziaria nr /002 stipulato con la Leasint S.p.A. relativamente all ampliamento della palazzina di Via dell Oasi nr. 373 a Crevalcore, in cui è localizzata la sede amministrativa, già detenuta con altro contratto di leasing stipulato sempre con la Leasint S.p.A. (contratto di locazione finanziaria nr /001). Il legislatore nazionale prevede che la rappresentazione contabile dei contratti di locazione finanziaria avvenga secondo il metodo patrimoniale con rilevazione dei canoni leasing tra i costi di esercizio. Nel seguente prospetto vengono fornite tutte le informazioni richieste dall'art n. 22 del Codice Civile integrate delle nuove disposizioni previste dall Organismo Italiano di Contabilità (OIC). In particolare, si forniscono le informazioni sugli effetti che si sarebbero prodotti sul Nota Integrativa 23

148 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 patrimonio netto e sul Conto economico rilevando le operazioni di locazione finanziaria con il metodo finanziario rispetto al metodo patrimoniale seguito in contabilità. Dati del contratto di leasing/dati della categoria di beni Società di Leasing Leasint S.p.A. Descrizione del bene Leasint S.p.A. - Contratto n /001 Costo del bene per il concedente Valore di riscatto Data inizio del contratto 27/11/2006 Data fine del contratto 18/02/2025 Tasso di interesse implicito 1,76053 Aliquota di ammortamento 3,00 a) Contratti in corso Effetti sul Patrimonio Netto - Attivita' a.1) a.2) a.3) Beni in leasing finanziario alla fine dell'esercizio precedente - di cui valore lordo di cui fondo ammortamento di cui rettifiche - - di cui riprese di valore - Beni acquisiti in leasing finanziario nel corso dell'esercizio Beni in leasing finanziario riscattati nel corso dell'esercizio a.4) Quote di ammortamento di competenza dell'esercizio a.5) Rettifiche/riprese di valore su beni in leasing finanziario - a.6) Beni in leasing finanziario al termine dell'esercizio di cui valore lordo di cui fondo ammortamento di cui rettifiche - - di cui riprese di valore - a.7) Risconti attivi su interessi di canoni a cavallo d'esercizio - a.8) Decurtazione risconti attivi metodo patrimoniale b) Beni riscattati - b.1) Maggiore/Minor valore complessivo dei beni riscattati, determinato secondo la metodologia finanziaria, rispetto al loro valore netto contabile alla fine dell'esercizio - TOTALE [a.6+(a.7-a.8)+b.1] Nota Integrativa 24

149 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 c) Debiti impliciti Effetti sul Patrimonio Netto - Passivita' c.1) Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario alla fine dell'esercizio precedente - di cui scadenti nell'esercizio successivo di cui scadenti oltre l'es. succ. entro 5 anni di cui scadenti oltre i 5 anni c.2) Debiti impliciti sorti nell'esercizio - c.3) c.4) Rimborso delle quote capitale e riscatti nel corso dell'esercizio Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario al termine dell'esercizio - di cui scadenti nell'esercizio successivo di cui scadenti oltre l'es. succ. entro 5 anni di cui scadenti oltre i 5 anni c.5) Ratei passivi su interessi di canoni a cavallo d'esercizio - c.6) Decurtazione ratei passivi metodo patrimoniale - d) Effetto complessivo lordo alla fine dell'esercizio [a.6+(a.7-a.8)+b.1-c.4+(c.5-c.6)] e) Effetto fiscale f) Effetto sul Patrimonio Netto alla fine dell'esercizio (d-e) Effetti sul Conto Economico g) Effetto sul risultato prima delle imposte (minori/maggiori costi) (g.1-g.2-g.3+g.4+g.5) g.1) Storno di canoni su operazioni di leasing finanziario g.2) g.3) g.4) g.5) Rilevazione degli oneri finanziari su operazioni di leasing finanziario Rilevazione di quote di ammortamento su contratti in essere Rilevazione differenziale di quote di ammortamento su beni riscattati Rilevazione di rettifiche/riprese di valore su beni in leasing finanziario h) Rilevazione dell'effetto fiscale i) Effetto netto sul risultato d'esercizio delle rilevazioni delle operazioni di leasing con il metodo finanziario rispetto al metodo patrimoniale adottato (g-h) Dati del contratto di leasing/dati della categoria di beni Società di Leasing Leasint S.p.A. Nota Integrativa 25

150 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Dati del contratto di leasing/dati della categoria di beni Descrizione del bene Ampliamento immobile Via dell'oasi n /002 Costo del bene per il concedente Valore di riscatto Data inizio del contratto 14/07/2010 Data fine del contratto 18/02/2025 Tasso di interesse implicito 3,74642 Aliquota di ammortamento 3,00 a) Contratti in corso Effetti sul Patrimonio Netto - Attivita' a.1) a.2) a.3) Beni in leasing finanziario alla fine dell'esercizio precedente - di cui valore lordo di cui fondo ammortamento di cui rettifiche - - di cui riprese di valore - Beni acquisiti in leasing finanziario nel corso dell'esercizio Beni in leasing finanziario riscattati nel corso dell'esercizio a.4) Quote di ammortamento di competenza dell'esercizio a.5) Rettifiche/riprese di valore su beni in leasing finanziario - a.6) Beni in leasing finanziario al termine dell'esercizio di cui valore lordo di cui fondo ammortamento di cui rettifiche - - di cui riprese di valore - a.7) Risconti attivi su interessi di canoni a cavallo d'esercizio 156 a.8) Decurtazione risconti attivi metodo patrimoniale b) Beni riscattati - b.1) Maggiore/Minor valore complessivo dei beni riscattati, determinato secondo la metodologia finanziaria, rispetto al loro valore netto contabile alla fine dell'esercizio - TOTALE [a.6+(a.7-a.8)+b.1] Effetti sul Patrimonio Netto - Passivita' Nota Integrativa 26

151 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 c) Debiti impliciti Effetti sul Patrimonio Netto - Passivita' c.1) c.2) c.3) c.4) Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario alla fine dell'esercizio precedente - di cui scadenti nell'esercizio successivo di cui scadenti oltre l'es. succ. entro 5 anni di cui scadenti oltre i 5 anni Debiti impliciti sorti nell'esercizio Rimborso delle quote capitale e riscatti nel corso dell'esercizio Debiti impliciti per operazioni di leasing finanziario al termine dell'esercizio - di cui scadenti nell'esercizio successivo di cui scadenti oltre l'es. succ. entro 5 anni di cui scadenti oltre i 5 anni c.5) Ratei passivi su interessi di canoni a cavallo d'esercizio - c.6) Decurtazione ratei passivi metodo patrimoniale - d) Effetto complessivo lordo alla fine dell'esercizio [a.6+(a.7-a.8)+b.1-c.4+(c.5-c.6)] e) Effetto fiscale 572 f) Effetto sul Patrimonio Netto alla fine dell'esercizio (d-e) Effetti sul Conto Economico g) Effetto sul risultato prima delle imposte (minori/maggiori costi) (g.1-g.2-g.3+g.4+g.5) g.1) Storno di canoni su operazioni di leasing finanziario g.2) g.3) g.4) g.5) Rilevazione degli oneri finanziari su operazioni di leasing finanziario Rilevazione di quote di ammortamento su contratti in essere Rilevazione differenziale di quote di ammortamento su beni riscattati Rilevazione di rettifiche/riprese di valore su beni in leasing finanziario h) Rilevazione dell'effetto fiscale 686 i) Effetto netto sul risultato d'esercizio delle rilevazioni delle operazioni di leasing con il metodo finanziario rispetto al metodo patrimoniale adottato (g-h) Nota Integrativa 27

152 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Operazioni con parti correlate Nel corso dell esercizio sono state poste in essere operazioni con parti correlate, riferite all attività connessa al servizio TARSU e T.I.A. svolto per conto dei Comuni soci. Si tratta di operazioni rilevanti e concluse secondo le condizioni del mercato regolamentato in cui opera la società. Non esistono altre operazioni diverse dalla precedenti, svolte con soggetti qualificabili giuridicamente come parti correlate, essendo il settore, come detto, regolamentato. In particolare nei confronti dei Comuni di Crevalcore e Calderara di Reno, che hanno mantenuto la TARSU, l intero servizio viene svolto sulla base delle Convenzioni in essere. Accordi non risultanti dallo Stato Patrimoniale Nel corso dell esercizio non è stato posto in essere alcun accordo non risultante dallo Stato Patrimoniale. Informazioni relative al fair value degli strumenti finanziari In osservanza di quanto richiesto dall art bis del Codice Civile, nel rispetto del principio della rappresentazione veritiera e corretta degli impegni aziendali, si forniscono di seguito le opportune informazioni circa il fair value, l entità e la natura degli strumenti finanziari derivati detenuti. La società alla data del 31/12/2012 ha ancora in essere tre contratti di interest rate swap stipulati negli esercizi precedenti a garanzia dei rischi di oscillazione dei tassi variabili sui finanziamenti concessi alla società dagli istituti di credito. Dette operazioni si sono rese necessarie, oltre che per coprire i rischi di oscillazione dei tassi, anche per espressa richiesta degli stessi Istituti di credito concedenti, stante la mancata assistenza di garanzie societarie prestate in proprio o prestate dai soci, a supporto dei mutui concessi. Si tratta, pertanto, di strumenti derivati di copertura e non speculativi. Al 31/12/2012 il fair value ( mark to market ) risulta essere di (come da documentazione richiesta e fornita dalla banca stessa). Il tutto risulta descritto riassuntivamente nel seguente prospetto: N. Tipo contratto Scadenza Capitale di rifer. Capitale in vita Mark to market 1 I.R.S. nr /09/ , , I.R.S. nr /04/ , I.R.S. nr /12/ La tendenza aggiornata al mese di febbraio 2013 del fair value ( mark to market ) risulta essere di (come da documentazione richiesta e fornita dalla banca stessa). Il tutto risulta descritto riassuntivamente nel seguente ulteriore prospetto: N. Tipo contratto Scadenza Capitale di rifer. Capitale in vita Mark to market 1 I.R.S. nr /09/ , , I.R.S. nr /04/ , I.R.S. nr /12/ Nota Integrativa 28

153 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Informativa sull'attività di direzione e coordinamento Ai sensi dell art bis c. 4 del Codice Civile, si attesta che la società non è soggetta all altrui attività di direzione e coordinamento. Analisi della situazione finanziaria Si ritiene che non ci siano ulteriori informazioni da fornire, oltre a quelle precedentemente esposte, al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale della società e del risultato economico dell'esercizio. Al fine, invece, di rappresentare più compiutamente la situazione delle fonti e degli impieghi delle risorse finanziarie, riportiamo di seguito il rendiconto finanziario redatto secondo gli schemi consigliati dal Principio Contabile n. 12 del CNDCeR così come modificato dall O.I.C. (Organismo Italiano di contabilità), nella triplice analisi relativa a: - variazioni di capitale circolante netto; - variazioni di liquidità; - variazioni delle risorse finanziarie totali. Nota Integrativa 29

154 Rendiconto Finanziario Rendiconto Finanziario delle Variazioni di Capitale Circolante Netto Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % FONTI DI FINANZIAMENTO A) FONTI DELLA GESTIONE REDDITUALE Utile (perdita) dell'esercizio ,96 % ,33 % Ammortamenti ,47 % ,96 % Svalutazioni Accantonamenti al TFR ,05 % ,32 % Minusvalenze Plusvalenze = CCN GENERATO DALLA GESTIONE REDDITUALE ,47 % ,61 % B) APPORTI DI CAPITALE NETTO (1) C) ACCANTONAMENTI AI FONDI RISCHI ED ONERI D) AUMENTI DI DEBITI A MEDIO LUNGO TERMINE Aumenti di prestiti obbligazionari e mutui Aumenti di debiti commerciali Aumenti di altri debiti = TOTALE AUMENTI DI DEBITI A MEDIO LUNGO TERMINE E) RIDUZIONI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO Nota Integrativa 30

155 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Riduzioni di immobilizzazioni immateriali Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Riduzioni di immobilizzazioni materiali ,53 % ,19 % Riduzioni di immobilizzazioni finanziarie = TOTALE RIDUZIONI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,53 % ,19 % F) RIDUZIONI DI CREDITI A MEDIO LUNGO TERMINE ,20 % = TOTALE FONTI ESTERNE ,53 % ,39 % = TOTALE FONTI DI FINANZIAMENTO % % IMPIEGHI DI FONDI G) AUMENTI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO Aumenti di immobilizzazioni immateriali ,22 % ,09 % Aumenti di immobilizzazioni materiali ,25 % ,47 % Aumenti di immobilizzazioni finanziarie TOTALE AUMENTI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,47 % ,56 % H) RIDUZIONE DI DEBITI A MEDIO LUNGO TERMINE - Riduzione di prestiti obbligazionari e mutui ,04 % ,09 % - Riduzione di debiti commerciali - Riduzione di altri debiti ,17 % = TOTALE RIDUZIONI DI DEBITI A MEDIO LUNGO TERMINE ,04 % ,26 % I) PAGAMENTO DI INDENNITA' DI FINE RAPPORTO ,24 % ,18 % L) UTILIZZO ALTRI FONDI PASSIVI ESCLUSI DAL CAPITALE CIRCOLANTE Nota Integrativa 31

156 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % M) AUMENTO DI CREDITI A MEDIO LUNGO TERMINE ,25 % N) PAGAMENTO DIVIDENDI O) DIMINUZIONE DI CAPITALE NETTO = TOTALE IMPIEGO DI FONDI % % = AUMENTO (DIMINUZIONE) DEL CCN ( ) AUMENTO (DIMINUZIONE) DELLE ATTIVITA' A BREVE Disponibilità liquide ,28 % ( ) (94,53) % Rimanenze Crediti a breve ,90 % ,01 % Attività finanziarie Ratei e risconti attivi (3.839) (0,18) % ,51 % = VARIAZIONE DELLE ATTIVITA' A BREVE % % AUMENTO (DIMINUZIONE) DELLE PASSIVITA' A BREVE Debiti verso banche ( ) (39,45) % ,35 % Debiti commerciali ,19 % ( ) (21,07) % Debiti tributari ,23 % ,83 % Altri debiti ,68 % ,77 % Ratei e risconti passivi ,35 % (5.026) (0,87) % = VARIAZIONE DELLE PASSIVITA' A BREVE % % = AUMENTO (DIMINUZIONE) DEL CCN ( ) Nota Integrativa 32

157 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Differenza Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Rendiconto Finanziario delle variazioni di Liquidità FONTI DI FINANZIAMENTO A) LIQUIDITA' GENERATA DALLA GESTIONE REDDITTUALE Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Utile (perdita) dell'esercizio ,14 % ,88 % RETTIFICHE IN PIU' (MENO) RELATIVE A VOCI CHE NON HANNO EFFETTO SULLA LIQUIDITA': Ammortamenti ,97 % ,64 % Accantonamento al TFR ,65 % ,76 % Pagamento quote di TFR (74.545) (4,31) % (57.927) (4,28) % Svalutazioni Minusvalenze Plusvalenze Riduzione di crediti a breve termine ,61 % ,25 % Nota Integrativa 33

158 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Riduzione di crediti a medio lungo termine ,90 % Aumento di crediti a breve termine ( ) (111,48) % ( ) (48,00) % Aumento di crediti a lungo termine (3.565) (0,21) % Riduzione di rimanenze Aumento di rimanenze Riduzione di ratei e risconti attivi ,22 % Aumento di ratei e risconti attivi ( ) (14,17) % Aumento di debiti commerciali a breve termine ,60 % Aumento di debiti commerciali a lungo termine Riduzione di debiti commerciali a breve termine ( ) (8,97) % Riduzione di debiti commerciali a lungo termine Aumento di debiti tributari a breve termine ,23 % ,10 % Diminuzione di debiti tributari a breve termine Aumento di debiti verso banche a breve termine ,19 % Diminuzione di debiti verso banche a breve termine ( ) (38,70) % Aumento di ratei e risconti passivi ,32 % Diminuzione di ratei e risconti passivi (5.026) (0,37) % = LIQUIDITA' GENERATA DALLA GESTIONE REDDITUALE ,05 % ,92 % Aumento di altri debiti a breve termine ,66 % ,60 % Aumento di altri debiti a lungo termine Nota Integrativa 34

159 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Accantonamento ai fondi rischi ed oneri Aumenti di capitale netto (1) Riduzioni di attivo immobilizzato: di immobilizzazioni immateriali di immobilizzazioni materiali ,28 % ,47 % di immobilizzazioni finanziarie = TOTALE RIDUZIONI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,28 % ,47 % = LIQUIDITA' GENERATA DA FONTI ESTERNE ,95 % ,08 % = TOTALE FONTI DI FINANZIAMENTO % % TOTALE IMPIEGHI DI LIQUIDITA' Aumenti di attivo immobilizzato: di immobilizzazioni immateriali ,41 % ,13 % di immobilizzazioni materiali ,23 % ,08 % di immobilizzazioni finanziarie = TOTALE AUMENTI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,63 % ,21 % Riduzione di altri debiti a breve termine Riduzione di altri debiti a lungo termine ,37 % ,79 % Utilizzo altri fondi passivi Pagamento dividendi Diminuzione di capitale netto Nota Integrativa 35

160 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % = TOTALE IMPIEGHI DI LIQUIDITA' % % = AUMENTO (DIMINUZIONE) DI LIQUIDITA' ( ) Disponibilità liquide all'inizio dell'esercizio Disponibilità liquide alla fine dell'esercizio = AUMENTO (DIMINUZIONE) DI LIQUIDITA' ( ) Differenza Nota Integrativa 36

161 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Rendiconto Finanziario delle variazioni delle Risorse Finanziarie Totali Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % FONTI DI FINANZIAMENTO FONTI GENERATE DALLA GESTIONE REDDITUALE Utile (perdita) dell'esercizio ,29 % ,65 % Ammortamenti ,49 % ,83 % Svalutazioni Minusvalenze Plusvalenze = TOTALE FONTI DELLA GESTIONE REDDITUALE ,78 % ,48 % Apporti di capitale netto (1) Aumento di passività: per prestiti obbligazionari e mutui per debiti verso banche ,19 % per debiti commerciali ,37 % per debiti tributari ,09 % ,20 % per altri debiti ,27 % ,78 % per ratei e risconti passivi ,54 % per accantonamenti ai fondi rischi ed oneri Nota Integrativa 37

162 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % per accantonamenti al TFR ,38 % ,30 % = TOTALE AUMENTO DI PASSIVITA' ,66 % ,47 % Riduzioni di attività: per disponibilità liquide ,21 % per rimanenze per crediti per attività finanziarie per ratei e risconti attivi ,09 % = TOTALE RIDUZIONI DI ATTIVITA' ,09 % ,21 % Riduzioni di attivo immobilizzato: di immobilizzazioni immateriali di immobilizzazioni materiali ,47 % ,84 % di immobilizzazioni finanziarie = TOTALE RIDUZIONI DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,47 % ,84 % = TOTALE FONTI ESTERNE ,22 % ,52 % = TOTALE FONTI DI FINANZIAMENTO % % IMPIEGHI DI FONDI Aumento di attività: per disponibilità liquide ,17 % per rimanenze Nota Integrativa 38

163 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % per crediti ,17 % ,22 % per attività finanziarie per ratei e risconti attivi ,10 % = TOTALE AUMENTO DI ATTIVITA' ,34 % ,32 % Aumento di attivo immobilizzato: per immobilizzazioni immateriali ,09 % ,84 % per immobilizzazioni materiali ,34 % ,06 % per immobilizzazioni finanziarie = TOTALE AUMENTO DI ATTIVO IMMOBILIZZATO ,43 % ,89 % Riduzioni di passività: per prestiti obbligazionari e mutui per debiti verso banche ,47 % per debiti commerciali ,13 % per debiti tributari per debiti verso altri per ratei e risconti passivi ,21 % per utilizzi di fondi per rischi ed oneri per pagamento quote di TFR ,77 % ,45 % = TOTALE RIDUZIONI DI PASSIVITA' ,24 % ,79 % Pagamento dividendi Nota Integrativa 39

164 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Voce Importo al 31/12/2012 % Importo al 31/12/2011 % Riduzione di capitale netto = TOTALE IMPIEGO DI FONDI % % Differenza Nota Integrativa 40

165 Considerazioni finali Vi confermo infine, che il presente bilancio - composto da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa - rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria della società e corrisponde alle risultanze dei libri e delle scritture contabili; Vi invito pertanto ad approvare il progetto di bilancio al 31/12/2012 così come da me predisposto. Crevalcore, 20/03/2013 Dott. Florio CAVANI - Amministratore Unico Nota Integrativa 41

166 Allegati: Movimenti delle Immobilizzazioni Movimenti delle Immobilizzazioni Immateriali Descrizione Costo storico Prec. Rivalutaz. Prec. Svalutaz. Prec. Ammort. Consist. iniziale Acquisiz. Spost. nella voce Spost. dalla voce Alienaz. Eliminaz. Rivalutaz. Svalutaz. Ammort. Arroton dament o Consist. Finale Totale Rivalutaz. Diritto di brevetto industriale e diritti di utilizzazione di opere dell'ingegno Immobilizzazioni in corso e acconti Altre immobilizzazioni immateriali Totale Nota Integrativa 42

167 GEOVEST S.r.l. Bilancio al 31/12/2012 Movimenti delle Immobilizzazioni Materiali Descrizione Costo storico Prec. Rivalutaz. Prec. Svalutaz. Prec. Ammort. Consist. iniziale Acquisiz. Spost. nella voce Spost. dalla voce Alienaz. Eliminaz. Rivalut az. Svaluta z. Ammort. Arrotond amento Consist. Finale Totale Rivalutaz. Terreni e fabbricati Impianti e macchinario Attrezzature industriali e commerciali Altri beni materiali Immobilizzazioni in corso e acconti Totale Nota Integrativa 43

168

169

170

171

172

173

174 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 06/04/2013 LEPIDA S.P.A. Sede in BOLOGNA - via VIALE ALDO MORO, 64 Capitale Sociale versato Euro Iscritto alla C.C.I.A.A. di BOLOGNA Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese Partita IVA: N. Rea: Bilancio al 31/12/2012 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/ /12/2011 A) CREDITI VERSO SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI Totale crediti verso soci per versamenti ancora dovuti (A) 0 0 B) IMMOBILIZZAZIONI I - Immobilizzazioni immateriali 1) Costi di impianto e di ampliamento ) Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno ) Avviamento Totale immobilizzazioni immateriali (I) II - Immobilizzazioni materiali 1) Terreni e fabbricati ) Impianti e macchinario ) Altri beni Totale immobilizzazioni materiali (II) III - Immobilizzazioni finanziarie Totale immobilizzazioni finanziarie (III) 0 0 Totale immobilizzazioni (B) C) ATTIVO CIRCOLANTE Pag. 1

175 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. I) Rimanenze 3) Lavori in corso su ordinazione Totale rimanenze (I) II) Crediti 1) Verso clienti Esigibili entro l'esercizio successivo Totale crediti verso clienti (1) bis) Crediti tributari Esigibili entro l'esercizio successivo Esigibili oltre l'esercizio successivo Totale crediti tributari (4-bis) ) Verso altri Esigibili entro l'esercizio successivo Totale crediti verso altri (5) Totale crediti (II) III - Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni Totale attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni (III) 0 0 IV - Disponibilità liquide 1) Depositi bancari e postali ) Danaro e valori in cassa Totale disponibilità liquide (IV) Totale attivo circolante (C) D) RATEI E RISCONTI Ratei e risconti attivi Totale ratei e risconti (D) TOTALE ATTIVO Pag. 2

176 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. STATO PATRIMONIALE PASSIVO 31/12/ /12/2011 A) PATRIMONIO NETTO I - Capitale II - Riserva da soprapprezzo delle azioni 0 0 III - Riserve di rivalutazione 0 0 IV - Riserva legale V - Riserve statutarie 0 0 VI - Riserva per azioni proprie in portafoglio 0 0 VII - Altre riserve, distintamente indicate Riserva straordinaria o facoltativa Differenza da arrotondamento all'unità di Euro 1-1 Totale altre riserve (VII) VIII - Utili (perdite) portati a nuovo 0 0 IX - Utile (perdita) dell'esercizio Utile (perdita) dell'esercizio Utile (Perdita) residua Totale patrimonio netto (A) B) FONDI PER RISCHI E ONERI Totale fondi per rischi e oneri (B) 0 0 C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO D) DEBITI 4) Debiti verso banche Esigibili entro l'esercizio successivo 0 2 Totale debiti verso banche (4) 0 2 6) Acconti Esigibili entro l'esercizio successivo Totale acconti (6) Pag. 3

177 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. 7) Debiti verso fornitori Esigibili entro l'esercizio successivo Totale debiti verso fornitori (7) ) Debiti tributari Esigibili entro l'esercizio successivo Totale debiti tributari (12) ) Debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale Esigibili entro l'esercizio successivo Totale debiti verso istituti di previdenza e di sicurezza sociale (13) ) Altri debiti Esigibili entro l'esercizio successivo Totale altri debiti (14) Totale debiti (D) E) RATEI E RISCONTI Ratei e risconti passivi Totale ratei e risconti (E) TOTALE PASSIVO CONTI D'ORDINE 31/12/ /12/2011 Rischi assunti dall'impresa Fideiussioni ad altre imprese Totale fideiussioni Altri rischi Totale rischi assunti dall'impresa TOTALE CONTI D'ORDINE CONTO ECONOMICO Pag. 4

178 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. 31/12/ /12/2011 A) VALORE DELLA PRODUZIONE: 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Altri ricavi e proventi Altri Contributi in conto esercizio Totale altri ricavi e proventi (5) Totale valore della produzione (A) B) COSTI DELLA PRODUZIONE: 6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci ) Per servizi ) Per godimento di beni di terzi ) Per il personale: a) Salari e stipendi b) Oneri sociali c) Trattamento di fine rapporto d) Trattamento di quiescenza e simili e) Altri costi Totale costi per il personale (9) ) Ammortamenti e svalutazioni: a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali Totale ammortamenti e svalutazioni (10) ) Oneri diversi di gestione Totale costi della produzione (B) Differenza tra valore e costi della produzione (A-B) C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI: 16) Altri proventi finanziari: Pag. 5

179 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. d) Proventi diversi dai precedenti Altri Totale proventi diversi dai precedenti (d) Totale altri proventi finanziari (16) ) Interessi e altri oneri finanziari Altri Totale interessi e altri oneri finanziari (17) bis) Utili e perdite su cambi 0 1 Totale proventi e oneri finanziari (C) ( bis) D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE: Totale rettifiche di attività finanziarie (D) (18-19) 0 0 E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI: 20) Proventi Differenza da arrotondamento all'unità di Euro 0 1 Altri Totale proventi (20) ) Oneri Altri Totale oneri (21) Totale delle partite straordinarie (E) (20-21) RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+-C+-D+-E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate Imposte correnti Imposte anticipate Totale imposte sul reddito dell'esercizio (22) ) UTILE (PERDITA) D'ESERCIZIO Pag. 6

180 Bilancio al 31/12/2012 LEPIDA S.P.A. Il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Il Consigliere Il Consigliere Ing. Gabriele Falciasecca Avv. Lorenzo Broccoli Ing. Gianluca Mazzini Pag. 7

181 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 06/04/2013 LEPIDA SPA Sede in Bologna - Viale Aldo Moro, 64 Capitale Sociale versato Euro Iscritto alla C.C.I.A.A. di Bologna Codice Fiscale e N. Iscrizione Registro Imprese Partita IVA: N. Rea: Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 Premessa Signori Azionisti, Il Bilancio che sottoponiamo alla Vostra attenzione chiude con un'utile d'esercizio di dopo avere imputato al Conto Economico per ammortamenti ed per imposte dell esercizio. Ai sensi dell'art. 2423, comma 1 del Codice Civile, e in ottemperanza dell'art si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione di quelle espresse dai valori contabili dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico sopra riportati. Il bilancio, corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute ed è redatto conformemente agli articoli 2423, 2423 ter, 2424, 2424 bis, 2425, 2425 bis del Codice Civile, secondo principi di redazione conformi a quanto stabilito dall'art bis, comma 1 c.c., e criteri di valutazione di cui all'art c.c.. I criteri di valutazione di cui all'art 2426 Codice Civile sono conformi a quelli utilizzati nella redazione del bilancio del precedente esercizio, e non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui agli artt bis, secondo comma e 2423, quarto comma del Codice Civile. Ove applicabili sono stati, altresì, osservati i principi e le raccomandazioni pubblicati dagli organi professionali competenti in materia contabile, al fine di dare una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica. Le voci dell'attivo e del Passivo appartenenti a più voci dello Stato patrimoniale sono specificatamente richiamate. 1

182 Criteri di redazione Conformemente al disposto dall'articolo 2423 bis del Codice Civile, nel bilancio, redatto nel presupposto della continuità aziendale, si è provveduto a: valutare le singole voci secondo prudenza ed in previsione di una normale continuità aziendale, nonché tenendo conto della funzione economica dell'elemento dell'attivo o del passivo considerato; includere i soli utili effettivamente realizzati nel corso dell'esercizio; determinare i proventi ed i costi nel rispetto della competenza temporale, ed indipendentemente dalla loro manifestazione finanziaria; comprendere tutti i rischi e le perdite di competenza, anche se divenuti noti dopo la conclusione dell'esercizio; considerare distintamente, ai fini della relativa valutazione, gli elementi eterogenei inclusi nelle varie voci del bilancio; mantenere immutati i criteri di valutazione adottati rispetto al precedente esercizio. Criteri di valutazione I criteri applicati nella valutazione delle voci di bilancio, esposti di seguito, sono conformi a quanto disposto dall'art del Codice Civile. Immobilizzazioni immateriali Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione interna, inclusi tutti gli oneri accessori di diretta imputazione, e sono sistematicamente ammortizzate in quote costanti in relazione alla residua possibilità di utilizzazione del bene. In particolare, le concessioni, licenze, marchi e diritti simili sono ammortizzati in base alla loro presunta durata di utilizzazione, comunque non superiore a quella fissata dai contratti di licenza. I costi di impianto ed ampliamento derivano dalla capitalizzazione degli oneri riguardanti le fasi di avvio e di sviluppo delle attività svolte. La valutazione indicata in bilancio e la procedura di ammortamento adottata tengono conto di un'utilità futura stimata in 5 anni. Il valore dell 'avviamento è riferibile al valore di conferimento accertato da perizia di stima ed è stato ammortizzato tenendo conto di un'utilità futura stimata in 15 anni. L'iscrizione e la valorizzazione delle poste inserite nella categoria delle immobilizzazioni immateriali sono state operate con il consenso del Collegio Sindacale, ove previsto dal Codice 2

183 Civile. Immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto al netto dei relativi fondi di ammortamento, inclusi tutti i costi e gli oneri accessori di diretta imputazione. Non sono state effettuate delle rivalutazioni delle immobilizzazioni materiali in applicazione di leggi di rivalutazione. Il costo delle immobilizzazioni la cui utilizzazione è limitata nel tempo è sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio sulla base di aliquote economico-tecniche determinate in relazione alla residua possibilità di utilizzazione. Sono state applicate le seguenti aliquote che rispecchiano il risultato dei piani di ammortamento tecnici, confermate dalle realtà aziendali e ridotte del 50% in caso di acquisizioni nell esercizio: Impianti Rete radiomobile regionale Erretre (parte edile ed infrastrutturale): 3% Rete radiomobile regionale Erretre (parte teconologica): 8% Impianti generici: 25% Altri beni: mobili e arredi: 12% macchine ufficio elettroniche: 20% Immobilizzazioni finanziarie Non risultano iscritte nel Bilancio immobilizzazioni finanziarie. Rimanenze Sono iscritti Lavori in corso su Ordinazione per Euro , con il metodo della Crediti commessa completata, in base ai costi sostenuti nell esercizio. I crediti dell'attivo circolante sono iscritti al valore di presunto realizzo. Detto valore è stato determinato rettificando il valore nominale dei crediti esistenti in modo da tenere conto di tutti i rischi di mancato realizzo. Le attività per imposte anticipate connesse alle differenze temporanee deducibili, in aderenza al principio generale della prudenza, sono state rilevate sussistendo la ragionevole certezza 3

184 dell'esistenza, negli esercizi in cui le stesse si riverseranno, di un reddito imponibile non inferiore all'ammontare delle differenze che si andranno ad annullare. Disponibilità liquide Le disponibilità liquide sono esposte al loro valore nominale. Ratei e risconti I ratei e i risconti sono stati iscritti sulla base del principio della competenza economicotemporale. Fondi per rischi ed oneri I fondi per rischi ed oneri sono stati accantonati in misura da coprire adeguatamente le perdite ed i debiti determinabili in quanto a natura e certezza o probabilità dell evento, ma non definiti in rapporto all ammontare o alla data di insorgenza. Gli stanziamenti riflettono la migliore stima possibile sulla base degli elementi che sono a disposizione. TFR Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato è iscritto nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente e corrisponde all effettivo impegno della Società nei confronti dei singoli dipendenti alla data di chiusura del bilancio, dedotte le anticipazioni corrisposte. Debiti I debiti sono indicati tra le passività in base al loro valore nominale. Impegni, garanzie e rischi Sono esposti impegni, garanzie e rischi nel presente Bilancio. Costi e ricavi Sono esposti secondo il principio della prudenza e della competenza economico-temporale. Informazioni sullo Stato Patrimoniale ATTIVITA' A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Risulta interamente versato il Capitale Sociale di Euro al 31/12/

185 B) Immobilizzazioni I. Immobilizzazioni immateriali Le immobilizzazioni immateriali, iscritte al netto dell ammortamento, sono pari a ( nel precedente esercizio). Descrizione Costo storico al 31/12/2012 Amm.ti esercizi precedenti Saldo al 31/12/2011 Incrementi dell'esercizio Decrementi dell'esercizio Amm.ti dell'esercizio Saldo al 31/12/2012 Costi di impianto e ampliamento Licenze, marchi e diritti simili Avviamento Totale !!"#!$$%&'('))*)'%+'#$*,-.'*('# L importo, al netto dei fondi di ammortamento, ammonta a ( nel precedente esercizio) La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: Descrizione Costo storico al 31/12/2012 Amm.ti esercizi precedenti Saldo al 31/12/2011 Incrementi dell'esercizio Decrementi dell'esercizio Amm.ti dell'esercizio Saldo al 31/12/2012 Terreno Rete radiomobile opere edili ed infrastrutturali Rete radiomobile Erretre componente teconologica Impianti generici Macchine elettroniche d'ufficio Attrezzature varie e minute < 516,46 Mobili ed arredi d'ufficio Totale

186 Le variazioni intervenute nell'esercizio nei fondi ammortamento sono esposte nella tabella seguente: Descrizione Rete radiomobile Erretre opere edili ed infrastrutturali Saldo al 31/12/2011 Ammortamenti dell'esercizio Decrementi dell'esercizio Saldo al 31/12/ Rete radiomobile Erretre componente teconologica Impianti generici Macchine elettroniche d'ufficio Attrezzature varie e minute < ,46 Mobili ed arredi d'ufficio Totale C) Attivo circolante I. Rimanenze Le rimanenze comprese nell'attivo circolante sono pari a ( 0 nel precedente esercizio). La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: Saldo al 31/12/2012 Saldo al 31/12/2011 Variazioni La voce che compare per attiene alle rimanenze di: Anno 2012 Anno 2011 Variazione - Lavori in corso su ordinazione II. Crediti I crediti compresi nell'attivo circolante sono pari ad ( nel precedente esercizio). La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: Composizione dei crediti dell'attivo circolante: Descrizione 31/12/ /12/2011 Variazione 6

187 Clienti Fondo svalutazione crediti Altri crediti v/clienti Fatture da emettere Crediti verso l'erario per ritenute su int. attivi Crediti vari IRES a credito in compensazione IRAP a credito in compensazione Erario c/iva Credito per rimborso IRES D.L. 201/ Crediti per imposte anticipate Totale Del totale crediti di la parte relativa ai contratti con la Regione Emilia-Romagna ammonta ad Il Fondo rischi di Euro è a copertura del rischio di esigibilità di parte del credito verso la Regione Emilia-Romagna relativo alla diversa interpretazione circa l applicabilità o meno dell aliquota IVA ridotta. Esso e stato apposto nell esercizio 2010 e non ha subito incremento nell esercizio. Anche nel 2012, la società ha seguito con la propria associazione di categoria, l evoluzione della problematica che potrà essere risolta opportunamente con un intervento del legislatore nazionale. Dei crediti vari Euro sono relativi a crediti per cauzioni. Distinzione per scadenza Vengono di seguito riportati i dati relativi alla suddivisione dei crediti per scadenza, ai sensi dell'art. 2427, punto 6 del Codice Civile: Crediti esigibili entro l'esercizio successivo Euro Crediti esigibili oltre l esercizio successivo Euro III. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni Non sono presenti attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni. IV. Disponibilità liquide 7

188 Le disponibilità liquide comprese nell'attivo circolante sono pari a ( nel precedente esercizio). La composizione delle singole voci sono così rappresentati: Depositi bancari Euro Cassa Euro 348 D) Ratei e risconti attivi I ratei e risconti attivi sono pari a ( nel precedente esercizio). Essi sono così rappresentati: Risconti attivi per fitti passivi Euro Risconti attivi per abbonamenti riviste/giornali Euro Risconti attivi per canoni di manutenzione periodica Euro Risconti attivi per servizi vari Euro Totale risconti attivi Euro PASSIVITA' A) Patrimonio Netto Il patrimonio netto esistente alla chiusura dell'esercizio è pari a ( nel precedente esercizio). Nel prospetto riportato di seguito viene evidenziata la movimentazione subita durante l'esercizio dalle singole poste che compongono il Patrimonio Netto. Descrizione Saldo iniziale Riparto utile/(dest. perdita) 8 Aumenti/R iduzioni di capit. Altri movimenti Saldo finale Capitale Riserva Legale Riserva Straordinaria Utile (perdita) dell'esercizio Totali Si precisa che la società è a capitale interamente pubblico. Le informazioni richieste dall'articolo 2427, punto 7-bis del Codice Civile relativamente alla specificazione delle voci del patrimonio netto con riferimento alla loro origine, possibilità di utilizzazione e distribuibilità, nonché alla loro avvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi, sono

189 desumibili dai prospetti seguenti: Descrizione Saldo Apporti dei finale soci Utili Altra natura Capitale Riserva legale Riserva Straordinaria Descrizione Liberam. Disponibile Distribuibil e con vincoli Non distribuibil e Utilizzo per copertura perdite Altri utilizzi Capitale Riserva legale Riserva Straordinaria Come richiesto dall art. 2427, punto 17 del Codice Civile, relativamente ai dati sulle azioni che compongono il capitale della società, al numero ed al valore nominale delle azioni sottoscritte nell esercizio, si precisa che il capitale sociale è costituito da n azioni da nominali Euro cadauna regolarmente emesse. Non vi sono azioni di solo godimento, obbligazioni convertibili in azioni e/o titoli e valori similari emessi dalla società. Nel mese di Marzo 2013 il CDA ha deliberato in coerenza con i mandati ad esso attribuito dalla Statuto e in linea con il Piano Industriale l aumento del Capitale Sociale per Euro mediante conferimento in natura da parte di Regione Emilia-Romagna della porzione della rete Lepida realizzata nelle provincie di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. La Regione Emilia-Romagna ha comunicato inoltre la propria intenzione di cedere, al valore nominale di Euro 1.00, venti delle proprie azioni in favore di altrettanti Enti Pubblici che operano sul territorio regionale che nel corso del 2012 hanno formalizzato il proprio interesse ad entrare nella compagine sociale. Strumenti finanziari Non vi sono strumenti finanziari emessi dalla società. B) Fondi per rischi e oneri 9

190 Non risultano iscritti in Bilancio fondi per rischi e oneri. Trattamento di fine rapporto Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato è iscritto tra le passività per complessivi ( nel precedente esercizio). Tale importo corrisponde al debito per tutto il personale dipendente, tranne per sei dipendenti per i quali la quota maturata è stata versata al Fondo FONTE. Descrizione Saldo al 31/12/2011 Decrementi dell'esercizio Incrementi dell'esercizio Saldo al 31/12/2012 Trattamento di fine rapporto Totale D) Debiti I debiti sono iscritti nelle passività per complessivi ( nel precedente esercizio). La composizione delle singole voci è così rappresentata: Descrizione Saldo iniziale Saldo finale Variazione Acconti da clienti Fornitori Altri debiti commerciali Fatture da ricevere Note di credito da emettere Debito IRES Erario ritenute lavoro dipendente Erario ritenute lavoro autonomo INPS INAIL Debiti per retribuzioni personale dipendente e Collaboratori Altri debiti Totali I debiti verso fornitori e le fatture da ricevere sono costituiti da debiti per fornitura da beni e servizi e sono riconducibili all'area di attività caratteristica dell'impresa. I debiti commerciali sono funzionali alla normale dinamica aziendale. La società non ha debiti derivanti da operazioni che prevedono l obbligo per l acquirente di 10

191 retrocessione a termine (art. 2427, punto 6-ter del Codice Civile). Debiti - Distinzione per scadenza Qui di seguito vengono riportati i dati relativi alla suddivisione dei debiti per scadenza, ai sensi dell'art. 2427, punto 6 del Codice Civile: Descrizione Entro i 12 mesi Oltre i 12 mesi Oltre i 5 anni Totale Acconti da clienti Fornitori Altri debiti commerciali Fatture da ricevere Debito IRES Erario ritenute lavoro dipendente Erario ritenute lavoro autonomo Altri debiti tributari INPS Fondi Pens. complementari 0 0 Debiti per retribuzioni personale dipendente e Collaboratori Altri debiti Totali Debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali Non esistono debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali. Finanziamenti effettuati dai soci Non risultano finanziamenti soci al 31/12/2012. E) Ratei e risconti passivi I ratei e risconti passivi sono iscritti nelle passività per complessivi ( nel precedente esercizio). I movimenti delle singole voci sono così rappresentati: Ratei passivi Ratei passivi per incentivi dirigenti Euro Ratei passivi ferie permessi Euro Ratei passivi mensilità agg. Euro Ratei passivi diritti autorità vigilanza Euro

192 Totale ratei passivi Euro Risconti passivi Risconti passivi corrispettivi prestazione servizi Euro Conti d ordine È stata iscritta la fidejussione che la società ha prestato ad un cliente per Euro Informazioni sul Conto Economico! A) Valore della produzione Il valore della produzione è pari Euro (Euro nel precedente esercizio), così ripartiti: - Per ricavi delle vendite e delle prestazioni Euro Descrizione delle vendite e delle prestazioni Ricavi per i servizi di connettività erogati mediante fibra ottica agli Importo Euro Enti locali Ricavi per i servizi di connettività erogati mediante rete XDSL agli Enti locali Ricavi conseguiti nell'ambito dell allegato 1 al Contratto di servizio in essere con Regione Emilia-Romagna Canoni per l'utilizzo della rete e canoni per attività di manutenzione sulla stessa Ricavi per utilizzo piattaforma Altre prestazioni di servizi Totale ricavi delle vendite e delle prestazioni Si precisa, che tutti i ricavi, dal punto di vista dell area geografica, sono conseguiti nella Regione Emilia-Romagna. 12

193 Altri ricavi e proventi - Abbuoni e sconti attivi Euro 20 - Sopravvenienze attive Euro Altri proventi Euro Totale altri ricavi e proventi Euro TOTALE VALORE DELLA PRODUZIONE EURO B) Costi della produzione La posta "Costi della produzione" di complessivi Euro ( nel precedente esercizio) comprende gli oneri correlati all'attività svolta. Le voci più significative sono riassunte di seguito (espressi in Euro): DESCRIZIONE 31/12/ /12/2011 COSTI PER MATERIE PRIME, SUSSID. E DI CONSUMO Costi per materie prime, sussid. e di consumo COSTI PER SERVIZI INDUSTRIALI Servizi industriali Consulenze tecniche Totale costi per servizi industriali COSTI PER SERVIZI COMMERCIALI Spese varie commerciali Totale costi per servizi commerciali COSTI PER SERVIZI GENERALI Spese telefoniche Consulenza legale, amministrativa, fiscale e del lavoro Software Buoni pasto

194 Rimborsi a piè di lista Viaggi e trasferte Congressi e convegni Spese di rappresentanza Spese varie Totale costi per servizi generali SPESE AMMINISTRATIVE Collaborazione coordinata e continuativa Inps coll.coor.cont Emolumenti amministratori Emolumenti sindaci Servizi amministrativi vari Totale costi per servizi amministrativi SPESE PER GODIMENTO DI BENI DI TERZI Locazione Sede Fitti passivi Licenze software Noleggio impianti Noleggi vari Totale SPESE PER IL PERSONALE Spese per il personale TFR Totale spese per il personale AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI 14

195 Ammortamenti beni immateriali Ammortamenti beni materiali Svalutazione dei crediti verso clienti - Totale ammortamenti dell'esercizio ONERI DIVERSI DI GESTIONE Oneri diversi di gestione C) Proventi e oneri finanziari 16) Altri proventi finanziari L importo di Euro è rappresentato dagli interessi attivi bancari lordi. 17) Interessi e altri oneri finanziari L importo di Euro 48 è rappresentato da altri Interessi passivi. E) Proventi e oneri straordinari 20) Proventi straordinari L importo di Euro è dato da Sopravvenienza attiva relativa al rimborso della maggiore IRES versata (dal 2007 al 2011) a causa della mancata deduzione dell IRAP relativa al costo del lavoro come previsto dall art. 2, comma 1 del D.L. 201/ ) Oneri straordinari L importo di Euro è dato da Sopravvenienze passive di Euro e da Minusvalenze di Euro ) Imposte sul reddito d'esercizio Descrizione Saldo iniziale Incremento Decremento Saldo finale Imposte corr., ant. e diff Totali La voce imposte compare per complessivi Euro ed attiene a: Descrizione Imposte Totale Imposte Totale IRAP IRES Imposte correnti Imposta anticipata IRES

196 Imposta anticipata IRAP Utilizzo credito imp.ant. 481 Totale imposte anticipate Totali Nel seguito si espone la riconciliazione tra l'onere fiscale risultante dal bilancio e l'onere fiscale teorico: Riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico (IRES) Per procedere al calcolo dell IRES di competenza dell esercizio 2012 si è proceduto, sulla base di quanto previsto dal T.U.I.R. DPR. 917/86, ad effettuare le variazioni in aumento e in diminuzione dal risultato civilistico. Tale conteggio ha comportato un reddito imponibile del periodo d imposta 2012 pari ad Euro L'aliquota IRES per l'anno 2012 ammonta a 27,50%. Risultato d'esercizio civile risultante dal conto economico: Descrizione Valore Imposte Risultato d'esercizio prima delle imposte Variazioni in aumento - Sopravvenienze indeducibili Spese telefoniche Spese Auto Ammortamento avviamento Altri oneri e spese indeducibili Totale delle variazioni in aumento: Variazioni in diminuzione - Deduzione IRAP Rimborso IRES Totale delle variazioni in diminuzione: Utile fiscale Perdita esercizi precedenti ACE Reddito imponibile Determinazione dell imponibile IRAP Per procedere al calcolo dell IRAP di competenza dell esercizio 2012 si è proceduto, sulla base di quanto previsto dal D.Lgs 15 dicembre 1997, N. 446 e successive modificazioni, ad effettuare le variazioni in aumento e in diminuzione dal risultato civilistico. Tale conteggio ha comportato un reddito imponibile pari ad Euro Sull imponibile come sopra determinato è stata calcolata l IRAP nella misura del 4,82%, così come determinata dalla Regione Emilia-Romagna, pari a Euro

197 Fiscalità anticipata e differita Descrizione delle differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte differite e anticipate, aliquote applicate Il seguente prospetto, redatto sulla base delle indicazioni dall O.I.C., riporta le informazioni richieste dall art. 2427, punto 14, lett. a) e b) del Codice Civile. In particolare, separatamente per l Ires e per l Irap sono esposte analiticamente le differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte anticipate, specificando in corrispondenza di ogni voce l effetto fiscale per l anno corrente e per l anno precedente, determinato mediante l applicazione delle aliquote d imposta che si presume siano in vigore nel momento in cui le differenze temporanee si riverseranno. Descrizione IRES IRAP Differenze temporanee tassabili in esercizi successivi Differenze temporanee deducibili in esercizi successivi Quota acc.to sval. Crediti Quota amm.to avviamento Quota amm.to marchi Utilizzo differenze temp. deducibili esercizi precedenti Utilizzo differenze temp. tassabili esercizi precedenti Per il calcolo delle imposte anticipate sono state utilizzate le seguenti aliquote: IRES 27,50% IRAP 4,82% Composizione e movimenti intervenuti nelle attività per imposte anticipate La composizione ed i movimenti della voce "Crediti per imposte anticipate" concernenti le differenze temporanee deducibili sono così rappresentati: IRES IRES IRAP Descrizione da diff. da perdite da diff. tempor. fiscali tempor. TOTALE 1. Importo iniziale Aumenti 2.1. Imposte anticipate sorte nell'esercizio Altri aumenti 0 3. Diminuzioni 3.1. Imposte anticipate

198 annullate nell'esercizio 3.2. Altre diminuzioni 0 4. Importo finale Altre Informazioni Operazioni di locazione finanziaria Non sono state effettuate operazioni di locazione finanziaria nell esercizio (art. 2427, punto 22 del Codice Civile). Composizione del personale Nel corso dell'anno 2012, la società ha operato con un organico di 52 risorse, di cui la totalità dipendenti. La suddivisione per livello di inquadramento e la seguente: Dirigenti: n 3 Quadri: n 13 Impiegati I livello del CCNL commercio: n 20 Impiegati II livello del CCNL commercio: n 12 Impiegati III livello del CCNL commercio: n 4 Nel corso del 2012 ci sono state 4 assunzioni e 6 cessazione di rapporto. Compensi agli organi sociali Nell esercizio corrente sono stati corrisposti compensi agli organi sociali per complessivi Euro e compensi al collegio sindacale pari ad Euro Informazioni sulle società o enti che esercitano attività di direzione e coordinamento bis del Codice Civile La società è soggetta all'attività di direzione e coordinamento da parte della Regione Emilia- Romagna. Vengono di seguito esposti i dati essenziali del bilancio consuntivo 2011 della Regione, che esercita l'attività di direzione e coordinamento. 18

199 015/750#2!#349;0501>7 =;0=0#2!#349;0501>7!"#$%&'()'#**)$)+,-#%)&$. /0// #9(&'$.:#,)"&'(.99;.+.-<)%)&' =-.<.(.$,. =-&=-)'(.99#'E.:)&$.5'(#9':.,,),&'()',-)CD,)'.-#-)#9)'&'()'FD&,.'()'.++&'(."&9D,.'#99#' E.:)&$.0 60GGH0HH/07>4562'?&,#9.'I#-,.'>J'8=.+.'.KK.,,)".'=.-')9' <&$+.:D)*.$,&'(.99.'K!"#$!%&' (.99;.$,.' (.99MN$)&$.'BD-&=.#5'(.99&'8,#,&'.'()'#9,-)' #9).$#%)&$)5'(#',-#+K&-*#%)&$.'()'<#=),#9.5' (#'-)+<&++)&$.'()'<-.(),)'.'(#',-#+K.-)*.$,)')$'<&$,&'<#=),#9.0?),&9&'P'L'B$,-#,.'(.-)"#$,)'(#'*D,D)5' H6603G ' 24037H016G5H3' 6G024G036352G' G07/ ' 20/32032H '?&,#9.'I#-,.'GJ'8=.+.' <&$+.:D.$,)'&=.-#%)&$)' K)$#$%)#-).'$&$'*&()K)<#,)".' (.9'=#,-)*&$)&'-.:)&$# !"#$%&'($)#&'*+',"-#$./%/#0' +=.<)#9) 20/32032H %,*(-#0+,.*,-#/-C'%+*('# 5%,*(-#=K-L-#/-C'%+*(' Rapporti con imprese controllate, collegate e controllanti e parti correlate Società "in house providing" La società è stata costituita "in house providing" dalla Regione Emilia Romagna, in data 1 Agosto 2007, con lo scopo di assicurare in modo continuativo il funzionamento dell'infrastruttura, delle applicazioni e dei servizi. La società è soggetta alla Direzione e al Coordinamento della Regione Emilia Romagna e realizza con essa la parte più importante della propria attività. La società è inoltre assoggettata al controllo analogo a quello esercitato dalla Regione Emilia Romagna e dagli altri Enti partecipanti sulle proprie strutture organizzative d'intesa con il Comitato permanente di indirizzo e coordinamento con gli enti locali di cui alla Legge Regionale 11/2004. La società non possiede né società controllate né collegate. Ciò premesso con riferimento agli obblighi informativi in tema di trasparenza per le operazioni con parti correlate, si precisa che è stato stipulato con la Regione Emilia Romagna, Ente controllante, un 19

200 contratto di servizi pluriennale soggetto a periodiche revisioni in funzione della necessità di nuove iniziative legate al Piano Telematico Regionale. Relativamente al fatturato dell esercizio la parte di cui al contratto con la Regione ha pesato per Euro Sempre ai fini della trasparenza, anche se non necessario, si comunica che al Direttore Generale, che ricopre anche il ruolo di Consigliere di Amministrazione, è stata attribuita la componente variabile prevista dal contratto. I compensi complessivi di natura variabile attribuiti ai dirigenti ammontano ad Euro lordi così come deliberato dal Consiglio di Amministrazione. Non sono state effettuate altre operazioni con parti correlate. Destinazione del risultato dell'esercizio Signori azionisti, Vi proponiamo di approvare il Bilancio di esercizio al 31/12/2012 e di voler destinare l utile d esercizio pari ad Euro come segue: - 5% pari ad euro a riserva legale - i restanti euro a riserva straordinaria. Il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Il Consigliere Il Consigliere Ing. Gabriele Falciasecca Avv. Lorenzo Broccoli Ing. Gianluca Mazzini 20

201 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 06/04/2013

202

203

204

205 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 06/04/2013 LEPIDA SPA Sede in Bologna - Viale Aldo Moro, 64 Capitale Sociale versato Euro Iscritto alla C.C.I.A.A. di Bologna Codice Fiscale e N. Iscrizione Registro Imprese Partita IVA: N. Rea: Relazione sulla gestione ai sensi dell'art c.c. Bilancio al 31/12/2012 1

206 Signori Azionisti, Nella Nota Integrativa Vi sono state fornite le notizie attinenti il bilancio al 31/12/2012; nella presente relazione, conformemente a quanto previsto dall'art C.C., Vi forniamo le notizie attinenti la situazione della Vostra società e le informazioni sull'andamento della gestione. Informazioni di carattere generale La società è stata costituita nel Il capitale sociale al 31/12/2011 ammontava ad ed è rimasto invariato. Con deliberazione dell Assemblea Straordinaria del 28 marzo 2011 è stato attribuita agli Amministratori, ai sensi dell'art c.c., la facoltà di aumentare in una o più volte, il capitale sociale fino ad un ammontare massimo complessivo di Euro (novantamilioni virgola zero zero) e quindi per l'ammontare massimo di Euro (settantunmilioniseicentoseimila virgola zero zero), stabilendo di volta in volta la scindibilità o meno dei singoli aumenti, per il periodo massimo di 5 (cinque) anni dalla data dell'iscrizione presso il Registro Imprese di Bologna della delibera. Al 31/12/2012 la compagine sociale di Lepida S.p.A. si compone di 412 soci tra cui tutti i 348 Comuni del territorio, le 9 Provincie, i 9 consorzi di Bonifica, le 17 tra Aziende Sanitarie e Ospedaliere e la maggioranza delle Università della Regione Emilia-Romagna. Il socio di maggioranza è Regione Emilia-Romagna con una partecipazione pari al 97,765% del Capitale Sociale; tutti gli altri 411soci hanno una partecipazione paritetica del valore nominale di Euro 1.00 e pari allo 54% del Capitale Sociale; per un totale complessivo di Euro , complessivamente pari al 2,234% del Capitale Sociale. Il 2013 ha visto la redazione del Piano Industriale triennale , approvato in via definitiva dall Assemblea in data 04/02/2013 e dal Comitato Permanente di Indirizzo e Coordinamento con gli Enti Locali che esercita su Lepida S.p.A. il controllo analogo ai sensi della Legge Regionale 11/2004 così come modificata dalla Legge Regionale 4/2010 in data 01/02/2013, prevede tra l altro un ampliamento delle competenze affidate a Lepida SpA in ambito strategico, mediante l assegnazione delle funzioni tecnologiche e organizzative ad oggi svolte dalla CN-ER, territoriale, da realizzarsi anche mediante l istituzione di uno o più presidi territoriali per far fronte alla continua e crescente richiesta 2

207 dei Soci, e funzionale da realizzarsi anche mediante la progettazione, il dispiegamento e la gestione di nuovi servizi da mettere a disposizione dei Soci. Con il Piano Industriale sono state pertanto definite le linee di intervento strategico su cui fondare la creazione di valore per gli shareholder e stakeholder nel corso del triennio considerato, articolando gli interventi sulle Reti, sui Servizi, arricchiti con i Servizi a Riuso, e sulle attività di Ricerca & Sviluppo, oltre agli interventi in corso di realizzazione nell ambito delle progettualità europee. In particolare nel Piano Industriale, è stato ribadito il ruolo strumentale di Lepida S.p.A. per i propri Soci. La società, svolgendo servizi di interesse generale, implementando piattaforme tecnologiche sulla base di quanto definito dalla attività di programmazione e pianificazione dei propri Soci e in coerenza con quanto previsto nel Piano Telematico Regionale e nel rispetto di quanto indicato negli eventuali piani di governance adottati dai singoli Soci, rappresenta lo strumento tecnico degli Enti partecipanti, nella definizione organica e nella valorizzazione sistemica degli interventi da effettuare nel territorio con riferimento sia alle telecomunicazioni, con enfasi agli interventi volti al superamento del Digital Divide regionale, sia ai servizi IT e sia alle attività di Ricerca e Sviluppo. E stato altresì presentata e approvata la nuova struttura organizzativa che tra l altro prevede il rinnovamento e l ampliamento della Divisione Servizi in linea con le nuove competenze affidate alla società. Il rinnovato assetto organizzativo, presentato nel Piano Industriale, che valorizza le competenze acquisite nel tempo da Lepida S.p.A. svolgerà le proprie attività bilanciando più che in passato il ricorso alle risorse interne verso il ricorso al mercato, anche ai fini di una riduzione dei costi. Nel corso del 2012 è stato tra l altro consolidato il portfolio di asset materiali e immateriali che rappresentano la struttura portante della creazione di valore per i soci. I principali elementi caratterizzanti tale portfolio sono: la rete radiomobile regionale (ERretre); l uso esclusivo della rete Lepida di proprietà della RER; l iscrizione al Registro degli Operatori di Comunicazione (ROC) come operatore di telecomunicazioni e produttore di audiovisivi; la licenza SIAE per la fruizione di contenuti multimediali "su richiesta" protetti da diritti d autore; 3

208 la titolarità dell Autorizzazione Ministeriale per l esercizio di reti private; l autorizzazione Ministeriale per l esercizio di reti pubbliche; l autorizzazione Ministeriale per l interconnessione delle reti pubbliche; l autorizzazione Ministeriale per l esercizio delle reti wireless; il mandato di esercizio esclusivo da parte di molti Enti Soci delle reti di loro proprietà; il mandato da Regione Emilia-Romagna per mettere a disposizione infrastrutture, fibre ottiche, trasporto e banda ad operatori in aree in digital divide; il mandato da Regione Emilia-Romagna per la gestione del Nodo Tecnico di aggregazione della CN-ER Inoltre Lepida S.p.A. è responsabile dell Autonomous System che qualifica la connessione della CN-ER dell Emilia-Romagna al Sistema Pubblico di Connettività SPC ed è il soggetto che registra per gli Enti domini internet in ambito italiano, europeo, mondiale. La struttura dei ricavi prevista nel Piano Industriale e di conseguenza nel Budget per il 2013, approvato nella stesse sede, è stata definita sulla base delle seguenti considerazioni: per l erogazione dei principali servizi, in riferimento ai listini stabiliti dal Comitato Permanente di Indirizzo e Coordinamento, a copertura dei costi diretti esterni e a copertura del costo pieno medio aziendale del personale tecnico rispettivamente allocato per le attività di sviluppo, sulla base della copertura dei costi esterni, del valore aggiunto apportato da Lepida SpA in termini di Ricerca & Sviluppo, di progettazione e delle attività di direzione lavori e di project management. Nel corso del triennio si prevede un graduale incremento dei ricavi degli altri Soci diversi da Regione Emilia-Romagna e derivanti dall erogazione dei servizi già in esercizio. Il Piano Industriale evidenzia, inoltre, la progressiva stabilizzazione del fatturato originata dalle attività di erogazione dei servizi già consolidati e in esercizio oltre ad una sostanziale riduzione della quota originate da realizzazione di nuove iniziative, mentre si prevede una ulteriore fonte di ricavo relativa ai progetti europei. Dal punto di vista organizzativo va ricordato che l attuale Consiglio di Amministrazione sarà in scadenza con l approvazione del bilancio al 31/12/

209 Si rileva, inoltre, il mantenimento della politica di incentivazione al personale determinata su opportuni parametri; nonché la determinazione di procedure di acquisto pubbliche, trasparenti e orientate al confronto competitivo. Nel corso del 2012 Lepida SpA ha ottenuto la certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 e la certificazione ISO/IEC 27001:2005 relativa ai sistemi di gestione per la sicurezza delle informazioni. L Organismo di Vigilanza ha costantemente valutato l attività di diffusione e implementazione del Modello, all interno di ogni funzione aziendale, sia attraverso interviste rivolte ai soggetti in posizione apicale sia attraverso la somministrazione ai dipendenti di Lepida S.p.A. di un questionario, volto anche a verificare il recepimento da parte dei dipendenti di Lepida S.p.A. dei principi contenuti nel Dlgs 231/2001. Durante il 2012, l Organismo di Vigilanza non ha riscontrato criticità, rilevando che la Società con il supporto dell Organismo di Vigilanza, ha svolto puntualmente l attività di diffusione del Modello all interno della struttura societaria. In tutte le verifiche effettuate è stata riscontrata una sostanziale applicazione del Modello. Andamento della gestione La caratterizzazione di Lepida S.p.A. come società in-house e strumentale dei propri Enti (soci), comporta il rispetto dei vincoli posti sia in riferimento alla composizione del portafoglio clienti sia in termini di politica dei prezzi applicabili agli stessi per i singoli servizi erogati. A tal fine si precisa che in riferimento al proprio portafoglio clienti Lepida S.p.A. ha operato prevalentemente nei confronti dei propri Enti soci e in particolare con il socio di maggioranza al quale va imputato circa il 58% del totale contro il 71% dell anno precedente. La restante quota di fatturato è ascrivibile per il 32% a ricavi per servizi erogati in favore degli altri soci, contro il 20% riferibile al 2011, mentre circa il 10% è per i canoni di utilizzo della rete. Il suddetto andamento nella distribuzione dei ricavi risulta in linea con le attese formulate nel precedente Piano Industriale ed è coerente con la politica di definizione dei listini approvata nel Comitato di Indirizzo. In riferimento alla politica dei prezzi applicabili si ribadisce come il percorso di definizione degli stessi ha coinvolto oltre agli organi di governo societari anche la Regione Emilia- Romagna e il Comitato Permanente di Indirizzo e Coordinamento con gli Enti locali nel 5

210 rispetto dell esercizio del controllo analogo che lo stesso deve esercitare nei confronti di Lepida S.p.A.. Nel corso del 2012 sono stati assunti due dipendenti a tempo indeterminato a copertura di altrettante posizioni resesi vacanti in corso d anno. Non sono stati sottoscritti contratti di collaborazione a progetto e non si è fatto ricorso a risorse poste in comando da Regione Emilia-Romagna o da altri Enti. Nel corso del 2012 sono state realizzate importanti attività e iniziative relative sia alle reti che ai Servizi. Qui di seguito se ne offre una sintetica descrizione. Relativamente alle reti, è stata svolta la gestione diretta delle reti, in ottica integrata e unitaria, con un contenimento dei costi di esercizio e garantendo al tempo stesso la qualità del servizio e la soddisfazione degli esigenze degli Enti utilizzatori. Va evidenziato l aggiornamento delle modalità operative e la messa in atto ed il perfezionamento di nuove procedure di policy per l implementazione delle attività di gestione. Inoltre si segnala un significativo avanzamento nelle attività di sviluppo delle reti sia in termini di realizzazioni che in termini di attivazioni di ulteriori punti di accesso. Per quanto riguarda le attività di realizzazione si segnala l avanzamento della realizzazione della rete Lepida unitaria e della migrazione di oltre 100 nodi dalla rete esistente, del completamento della realizzazione della MAN nella città di Ferrara e l avvio della realizzazione di 33 MAN (15 nella Provincia di Ravenna, 15 nella Provincia di Forlì- Cesena e 3 nella Provincia di Bologna). Sono stati realizzati ulteriori 7 siti della rete radiomobile Erretre e sono proseguite le ottimizzazioni tecniche relative alla rete di trasporto e la razionalizzazione dei costi di esercizio. Le attività di realizzazione sono state implementate proseguendo nello sviluppo e integrazioni delle reti in ottica NGN. Per quanto riguarda l attivazioni di ulteriori punti di accesso si evidenziano ulteriori 159 punti in fibra. Sul fronte del Digital Divide, oltre alla messa a punto di un piano complessivo per risolverlo entro il 2013, sono proseguite le attività per la realizzazione dei due principali interventi infrastrutturali: sono stati accesi i primi 2 siti dei 5 realizzati per il progetto della dorsale Sud Radio, sono stati progettati ulteriori 14 siti e presentati i relativi progetti agli Enti per l approvazione; realizzati i progetti definitivi ed esecutivi per le 13 tratte in fibra ottica da realizzare in aree rurali montane, che verranno finanziate con i fondi provenienti dal Piano di Sviluppo Rurale e prodotta la documentazione tecnica per la procedura di gara per i lavori di realizzazione. Entrambi i progetti hanno visto una forte internalizzazione dei 6

211 processi con l impiego di risorse interne a Lepida S.p.A., in linea con la strategia generale di massima attenzione alla spesa. Oltre all avanzamento delle nuove infrastrutture di rete sul territorio regionale finalizzate alla abilitazione dei servizi per il contrasto al digital divide, sono stati conseguiti altri importanti risultati, sia in termini di realizzazioni di nuove infrastrutture, sia in termini di accordi volti ad garantire la disponibilità dei servizi di banda larga da parte degli operatori di telecomunicazione. In particolare si segnala il ruolo di Lepida S.p.A. nei lavori del Comitato Tecnico Paritetico con RER e TI che ha consentito di attivare ulteriori 30 centrali di Telecom Italia che interessano abitanti, grazie alle fibre ottiche di proprietà pubblica già esistenti o di nuova realizzazione. Inoltre è stata definita la strategia per offrire agli operatori pubblici di telecomunicazione della connettività, tramite la rete Lepida in fibra o tramite la Dorsale Sud Radio, tipicamente in aree in digital divide. I nuovi accordi con gli operatori sono stati 16 ed operativamente sono state attivate 10 porte di accesso alla connettività. Si segnala la messa a punto di modelli sperimentali per l infrastrutturazione delle area industriali per rispondere alle esigenze delle imprese in termini di connettività a banda ultra larga. I principali obiettivi relativi alle reti raggiunti e consolidati della società al 31/12/2012 sono sintetizzabili nella seguente scheda: Rete Indicatore Valore Rete Lepida Km cavidotti rete Lepida geografica gestiti Km fibre ottiche rete Lepida geografica gestiti N. Enti collegati con altre tecnologie offerte dal mercato N. Enti collegati con tecnologia wireless N. siti radio di dorsale per la Rete Lepida Wireless N. sedi complessive collegate in fibra ottica Km Km

212 Lepida N. sedi della sanità collegate in fibra ottica N. sedi della sanità collegate in fibra ottica Lepida N. Teatri collegati alla rete Lepida N. Scuole collegate alla rete Lepida N. Enti in VoIP su rete Lepida Rete Erretre N. siti ERretre Attivi 81 N. terminali ERretre Attivi Reti MAN Riduzione Digital Divide N. Polizie Locali utilizzano ERretre % popolazione servita da Polizie Locali su ERretre N. chiamate di gruppo al mese in ERretre N. messaggi SDS al mese in ERretre Numero Sedi Man Realizzate per anno Km fibre ottiche MAN realizzate per anno Km fibre ottiche consegnati per digital divide Km infrastrutture consegnate per digital divide % Km Km 510 km Km di infrastruttura 521 8

213 acquisiti da operatori per il digital divide Km di fibre acquisiti da operatori per il digital divide Relativamente ai servizi erogati da Lepida S.p.A. per l anno 2012 possiamo individuare due trend relativi alla penetrazione ed all uso. Il primo trend mostra il consolidamento del numero degli utenti: rispetto a questo si può affermare che FedERa, SUAP-ER, PayER, ICAR, Datacenter, Conference e Multipler, chiaramente con diverse caratteristiche dettate dalla maturità dell offerta, stanno raggiungendo la saturazione del numero di utenti. In alcuni casi è consolidamento strutturale (raggiungimento del numero massimo di aderenti possibili), in altri è legato alla capacità degli Enti di integrare il servizio all interno dei propri flussi gestionali/amministrativi. Molto positivi in generale sono invece i numeri relativi all uso: importantissimi sono gli exploit di SUAP-ER, che mostra la sua efficacia di piattaforma digitale per lo Sportello delle Attività Produttive, e di PayER, che rivolgendosi anche alle Aziende dei Trasporti e alla Sanità (per il 2012, 2 delle 17 Aziende regionali), raggiunge un pubblico interessato a pagamenti possibilmente ripetitivi. L integrazione tra i due strumenti è stato uno degli sviluppi del 2012 (agevolando gli utenti SUAP, in generale nei pagamenti e gli Enti riscossori nel ricevimento e nella gestione dei flussi economici). Prende piede la cooperazione applicativa ICAR, strumento ancora ostico per il suo livello di astrazione, ma finalmente percepito nella sua necessità per il dialogo interistituzionale. FedERa raddoppia i suoi accessi medi giornalieri, dimostrando la sua diffusione sul territorio regionale e supportando la diffusione del WiFi pubblico dispiegato da Regione e dagli Enti. È continuata, durante l anno 2012, la gestione delle piattaforme SELF, l erogazione di servizi già affidati in esercizio (a puro titolo di esempio, la validazione dei progetti VoIP degli Enti soci), nonché le attività affidate da Regione Emilia-Romagna nell ambito del Contratto di Servizio, in coerenza con il Piano Telematico Regionale (PitER) : UltraNet; SchoolNet; WiFed; CloudNet; OpensourcER; TeatroNEt; GreenNEt; VideoNet; SensorNet; TappEr; SonoIo. 9

214 Anche il numero di numero di video complessivamente presenti nel palinsesto di LepidaTV è cresciuto, raggiungendo quasi i contenuti e sono incrementate anche le ore di ripresa rispetto all anno precedente. Servizio/Attività Indicatore Valore FedERa N. aderenti a FedERa 370 N. Servizi federati 75 N. Accessi medi annui / die 2000 SuapER N. aderenti a SuapER 196 N. Pratiche annue caricate 4445 ConfERence N. ore di videoconferenze annue gestite 6500 PayER N. Contratti sottoscritti PayER 134 % diffusione Payer (Enti aderenti/totale Enti) % N. Canali di pagamenti attivati su PayER Già in produzione 2 Previsti 7 N. strumenti di pagamento attivati su PayER Già in produzione 4 Previsti 5 N. transazioni annue Payer 5440 ICAR Numero di aderenti a icar 358 Numero di servizi integrati 3 Numero di messaggi transati Datacenter N. enti utilizzatori 18 Lepida TV N. Video complessivamente presenti nel palinsesto di LepidaTV

215 N. ore annue di riprese fatte da LepidaTV approssimativame nte 150 MultiplER N. enti utilizzatori 7 Ricerca & Sviluppo N. Prototipi realizzati 32 N enti coinvolti nella fase di sperimentazione 206 N. membri del Club Stakeholder di Lepida 94 Documento programmatico sulla sicurezza Con la modifica di cui al d.l. 9 febbraio 2012, n. 5 è stata prevista la soppressione integrale del paragrafo dedicato all adozione del documento programmatico sulla sicurezza. Attività di Ricerca e Sviluppo Lepida S.p.A. svolge attività di Ricerca e Sviluppo ideando soluzioni per rispondere alle esigenze dei propri Soci e per garantire l evoluzione di soluzioni esistenti. In tale contesto, le attività del 2012 sono state: Laboratorio ICT per la PA: nell ambito del Laboratorio, che prevede il coinvolgimento di Università ed Imprese, con la finalità di sviluppare prototipi partendo dalle esperienze e competenze presenti nel territorio, è stato sviluppato un modello ed un prototipo di catasto federato che prevede una piattaforma stand alone ed un sistema di federazione. Lepida Store: è stato utilizzato il modello messo a punto nell anno precendente, sono stati identificati alcuni servizi pilota ed è stata effettuata la procedura di selezione per un primo insieme di servizi a favore degli Enti Soci. Sistema Wireless Federato: è stato raffinato il prototipo per la navigazione gratuita ed autenticata di cittadini in luoghi pubblici con la possibilità di personalizzare il portale di accesso in base a criteri di geolocalizzazione. Webfiltering: è stato messo a punto un prototipo di sistema centralizzato di filtraggio di contenuti web, configurabile, con data set di filtraggi condivisi, utilizzabile dalle scuole e dagli Enti Soci. 11

216 Sistema di teatri in rete: è stato messo a punto un modello ed un prototipo di condivisione degli spettacoli a distanza presso altri teatri, via internet e via digitale terrestre, oltre che a un sistema per la fruizione di contenuti aggiuntivi relativi al backstage. Sistema di interconnessione ibrido della scuole: è stato sperimentato un modello ibrido tra cablato e radio sfruttando frequenze libere a microonde recentemente liberalizzate (17GHz) oltre che a sistemi avanzati di tunneling per offrire i servizi del progetto SchoolNet sfruttando connessioni esistenti. Sistema di Videosorveglianza: evoluzione del prototipo di centralizzazione delle funzioni con valorizzazione della rete Lepida inserendo nuove funzionalità e nuovi meccanismi di gestione, tra cui la videoanalisi delle targhe. Sistema MultiplER: definizione ed implementazione di un prototipo open source con gestione delle dirette, capacità di registrazione, sottotitolazione, immagini con risoluzione scalabile, API per lo sviluppo da parte di terzi delle componenti. Sistemi di messaging: prototipo di Gateway per l invio e la ricezione di messaggi di testo sulla rete ERretre. Modelli di sostenibilità tecnologica ed economica per l introduzione di sistemi innovativi di efficienza energetica per impianti di illuminazione pubblica. Energie rinnovabili: definizione di un modello e di un prototipo per la produzione di dati relativi a indicatori energetici relativi a impianti, bilanci e consumi regionali. Progetti Europei: progettazione preliminare, validazione scientifica, validazione tecnica e partecipazione alle attività nei progetti in essere. Redazione di lavori scientifici a disposizione della comunità che utilizzano le infrastrutture di Lepida S.p.A. come elemento abilitante. Si precisa che tutti i costi di ricerca e sviluppo sostenuti nell esercizio sono stati spesati sul Conto Economico. Principali dati economici, patrimoniali, finanziari Ai fini di fornire un migliore quadro conoscitivo dell andamento e del risultato della gestione, le tabelle sottostanti espongono una riclassificazione del Conto Economico a valore aggiunto, una riclassificazione dello Stato Patrimoniale per aree funzionali e su base finanziaria e i più significativi indici di bilancio. Conto Economico Riclassificato 31/12/ /12/

217 Ricavi delle vendite Produzione interna Valore della produzione operativa Costi esterni operativi Valore aggiunto Costi del personale Margine Operativo Lordo Ammortamenti e accantonamenti Risultato Operativo Risultato dell'area accessoria (60.046) Risultato dell'area finanziaria (al netto degli oneri finanziari) Ebit normalizzato Risultato dell'area straordinaria ( ) Ebit integrale Oneri finanziari Risultato lordo Imposte sul reddito Risultato netto Indicatori di finanziamento delle immobilizzazioni 31/12/ /12/2011 Margine primario di struttura Quoziente primario di struttura 1,37 1,26 Margine secondario di struttura Quoziente secondario di struttura 1,40 1,28 Indici sulla struttura dei finanziamenti Quoziente di indebitamento complessivo Quoziente di indebitamento finanziario 31/12/ /12/2011 0,61 0,61 0,03 0,03 Stato Patrimoniale per aree 31/12/ /12/

218 funzionali IMPIEGHI Capitale Investito Operativo Passività Operative Capitale Investito Operativo netto Impieghi extra operativi Capitale Investito Netto FONTI Mezzi propri Debiti finanziari Capitale di Finanziamento Indici di redditività 31/12/ /12/2011 ROE netto 2,24 % 0,76 % ROE lordo 3,85 % 2,43 % ROI 2,33 % 2,11 % ROS 4,65 % 3,7 % Stato Patrimoniale finanziario 31/12/ /12/2011 ATTIVO FISSO Immobilizzazioni immateriali Immobilizzazioni materiali Immobilizzazioni finanziarie ATTIVO CIRCOLANTE Magazzino Liquidità differite Liquidità immediate CAPITALE INVESTITO MEZZI PROPRI Capitale Sociale Riserve PASSIVITA' CONSOLIDATE

219 PASSIVITA' CORRENTI CAPITALE DI FINANZIAMENTO Indicatori di solvibilità 31/12/ /12/2011 Margine di disponibilità (CCN) Quoziente di disponibilità 152,12 % 138,64 % Margine di tesoreria Quoziente di tesoreria 151,49 % 138,64 % Investimenti Gli investimenti realizzati nell esercizio si sono limitati all acquisto di un piccolo fabbricato tecnologico funzionale alla gestione della rete Lepida nella Città di Modena. Rapporti con imprese controllate, collegate e controllanti e parti correlate Società "in house providing" La società è stata costituita "in house providing" dalla Regione Emilia Romagna, in data 1 Agosto 2007, con lo scopo di assicurare in modo continuativo il funzionamento dell'infrastruttura, delle applicazioni e dei servizi. La società è soggetta alla Direzione e al Coordinamento della Regione Emilia-Romagna e realizza con essa la parte più importante della propria attività. La società è inoltre assoggettata al controllo analogo a quello esercitato dalla Regione Emilia-Romagna sulle proprie strutture organizzative d'intesa con il Comitato permanente di indirizzo e coordinamento con gli enti locali di cui alla Legge Regionale 11/2004. La società non possiede partecipazioni né in società controllate né collegate. Ciò premesso con riferimento agli obblighi informativi in tema di trasparenza per le operazioni con parti correlate, si precisa che è stato stipulato con la Regione Emilia- Romagna, Ente controllante, un contratto di servizi pluriennale soggetto a periodiche revisioni in funzione della necessità di nuove iniziative legate al Piano Telematico Regionale. 15

220 Relativamente al fatturato dell esercizio la parte di cui al contratto di servizio con la Regione ha pesato per Euro ,95. Si precisa inoltre, ai soli fini della trasparenza, che è stata riconosciuta al Direttore Generale, che ricopre anche il ruolo di Consigliere di Amministrazione, la componente variabile prevista dal contratto in essere con il Dirigente nella misura di Euro lordi così come deliberato dal Consiglio di Amministrazione. Azioni proprie La società non possiede azioni proprie. Fatti di rilievo dopo la chiusura dell esercizio e prevedibile evoluzione dell attività Nel mese di Marzo 2013 il CDA ha deliberato in coerenza con i mandati ad esso attribuito dalla Statuto e in linea con il Piano Industriale l aumento del Capitale Sociale per Euro mediante conferimento in natura da parte di Regione Emilia-Romagna della porzione della rete Lepida realizzata nelle provincie di Bologna, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini. La Regione Emilia-Romagna ha comunicato la propria intenzione di cedere, al valore nominale di Euro 1.00, 20 delle proprie azioni in favore di altrettanti Enti Pubblici che operano sul territorio regionale che nel corso del 2012 hanno formalizzato il proprio interesse ad entrare nella compagine sociale. La Regione Emilia-Romagna ha formalizzato con il Ministero dello Sviluppo Economico un accordo per la riduzione del Digital Divide che prevede complessivi Euro stanziati per il territorio regionale e che vede il diretto coinvolgimento di Lepida S.p.A. nella fase attuativa. Destinazione del risultato d esercizio Signori azionisti vi proponiamo di approvare il bilancio di esercizio chiuso al 31/12/2012 con la seguente destinazione dell utile d esercizio: 16

221 Utile d'esercizio al 31/12/2012 Euro % a riserva legale Euro Residuo a riserva straordinaria Euro Il Consiglio di Amministrazione Il Presidente Il Consigliere Il Consigliere Ing. Gabriele Falciasecca Dott. Lorenzo Broccoli Ing. Gianluca Mazzini 17

222 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 28/03/2013 SUSTENIA S.R.L. Sede legale in Crevalcore (BO) - Via Argini Nord n 3351 Capitale sociale di ,00= - interamente versato Registro imprese di Bologna e codice fiscale n Iscritta al n del R.E.A. della C.C.I.A.A. di Bologna SUSTENIA S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f BILANCIO DELL'ESERCIZIO AL 31/12/ /12/2011 STATO PATRIMONIALE - ATTIVO A) CREDITI VS. SOCI PER VERSAMENTI ANCORA DOVUTI 0 0 a) Soci c/sottoscrizone 0 0 b) Soci c/decimi richiamati 0 0 B) IMMOBILIZZAZIONI I) IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI costo (+) Ammortamenti (-) (4.420) (3.536) Svalutazioni (-) 0 0 II) IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI costo (+) Ammortamenti (-) (2.692) (2.204) Svalutazioni (-) 0 0 III) IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE 0 0 costo (+) 0 0 Svalutazioni (-) 0 0 TOTALE IMMOBILIZZAZIONI C) ATTIVO CIRCOLANTE I) RIMANENZE II) CREDITI esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l' esercizio successivo 0 0 III) ATTIVITA' FINANZIARIE CHE NON COST. IMMOBILIZZ. 0 0 IV) DISPONIBILITA' LIQUIDE TOTALE ATTIVO CIRCOLANTE D) RATEI E RISCONTI TOTALE ATTIVO (A+B+C+D)

223 SUSTENIA S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f STATO PATRIMONIALE - PASSIVO A) PATRIMONIO NETTO I) CAPITALE II) RISERVA DA SOPRAPPREZZO DELLE AZIONI 0 0 II) RISERVE DI RIVALUTAZIONE 0 0 IV) RISERVA LEGALE V) RISERVE STATUTARIE 0 0 VI) RISERVA PER AZIONI PROPRIE IN PORTAFOGLIO 0 0 VII) ALTRE RISERVE a) riserva straordinaria b) versamenti c/capitale 0 0 c) riserva per contributi a fondo perduto 0 0 d) riserva conferimenti agevolati L. 904/ e) riserva conferimenti in sospensione di imposta 0 0 f) riserva da condono L. 516/ g) riserva da condono L. 413/ h) riserva da condono L. 289/ i) avanzo di fusione 0 0 l) avanzo di scissione 0 0 m) disavanzo di fusione (-) 0 0 n) disavanzo di scissione (-) 0 0 o) riserva da arrotondamenti 0 0 p) riserva da ex società di persone 0 0 q) riserva da utili in regime di trasparenza fiscale 0 0 r) riserva ex art. 2423, quarto comma, del Codice Civile 0 0 u) altre riserve 0 0 VIII) UTILI / (PERDITE-) PORTATI A NUOVO 0 0 IX) UTILE / (PERDITA-) DELL' ESERCIZIO TOTALE PATRIMONIO NETTO B) FONDI PER RISCHI E ONERI 0 0 C) TRATT.TO FINE RAPP. LAVORO SUBORDINATO D) DEBITI: esigibili entro esercizio successivo esigibili oltre l' esercizio successivo 0 0 E) RATEI E RISCONTI 0 0 TOTALE PASSIVO E PATRIMONIO (A+B+C+D+E)

224 SUSTENIA S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f CONTO ECONOMICO A) VALORE DELLA PRODUZIONE 1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni ) Variaz. riman. prodotti in corso di lavoraz., semilav. e finiti 0 0 3) Variazione lavori in corso su ordinazione 0 0 4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni 0 0 5) Altri ricavi e proventi a) altri ricavi e proventi 2 2 b) contributi in c/esercizio TOTALE VALORE PRODUZIONE B) COSTI DELLA PRODUZIONE 6) Materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci ) Per servizi ) Per godimento di beni di terzi 0 0 9) Per il personale: a) salari e stipendi b) oneri sociali c) trattamento di fine rapporto d) trattamento di quiescenza e simili 0 0 e) altri costi Totale costi per il personale ) Ammortamenti e svalutazioni: a) ammortamenti delle immobilizzazioni immateriali b) ammortamenti delle immobilizzazioni materiali c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni 0 0 d) svalutaz. dei crediti dell'attivo circolante e disp.liquide 0 0 Totale ammortamenti e svalutazioni ) Variaz.rimanenze mat.prime, sussid., di consumo e merci (1.936) ) Accantonamento per rischi ) Altri accantonamenti ) Oneri diversi di gestione TOTALE COSTI DI PRODUZIONE DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DI PRODUZIONE (A-B)

225 SUSTENIA S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f C) PROVENTI ED ONERI FINANZIARI 15) Proventi da partecipazioni: a) da imprese controllate 0 0 b) da imprese collegate 0 0 c) da altri 0 0 Totale proventi da partecipazioni ) Altri proventi finanziari: a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni: da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri 0 0 b) da titoli iscritti nelle immobilizzioni diversi dalle partec. 0 0 c) da titoli iscritti nell'attivo circolante diversi dalle partecip. 0 0 d) proventi finanziari diversi dai precedenti da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri Totale altri proventi finanziari ) Interessi ed altri oneri finanziari da imprese controllate da imprese collegate da imprese controllanti da altri bis) Utili e perdite su cambi 0 0 DIFFERENZA PROVENTI ED ONERI FINANZIARI ( /-17-bis) D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITA' FINANZIARIE 18) Rivalutazioni: a) di partecipazioni 0 0 b) di immobilizz. finanziarie che non costituiscono partecip. 0 0 c) di titoli iscritti nell'attivo circol. che non costituiscono part. 0 0 Totale rivalutazioni ) Svalutazioni: a) di partecipazioni 0 0 b) di immobilizz. finanziarie che non costituiscono partecip. 0 0 c) di titoli iscritti nell'attivo circol. che non costituiscono part. 0 0 Totale svalutazioni 0 0 TOTALE DELLE RETTIFICHE (18-19) 0 0 E) PROVENTI ED ONERI STRAORDINARI 20) Proventi straordinari a) plusvalenze alienazione immobilizzazioni 0 0 b) altri proventi straordinari Totale proventi straordinari

226 SUSTENIA S.R.L. Via Argini Nord, Crevalcore (BO) c.f ) Oneri straordinari: a) minusvalenze alienazione immobilizzazioni 0 0 b) imposte esercizi precedenti 0 0 c) altri oneri straordinari 0 0 Totale oneri straordinari 0 0 TOTALE DELLE PARTITE STRAORDINARIE (20-21) RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B+/-C+/-D+/-E) ) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate ) UTILE/(PERDITA-) DELL'ESERCIZIO

227 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 28/03/2013!! SUSTENIA S.R.L. Sede legale in Crevalcore (Bo) - Via Argini Nord n 3351 Capitale sociale di euro ,00 = interamente versato Registro imprese di Bologna e codice fiscale n Iscritta al n del R.E.A. della C.C.I.A.A. di Bologna NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31/12/2012 CRITERI DI FORMAZIONE Il presente bilancio è stato redatto in forma abbreviata in quanto sussistono i requisiti di cui all art bis, 1 comma del Codice civile; non è stata pertanto redatta la Relazione sulla gestione. I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31/12/2012, non si discostano da quelli utilizzati per la formazione del bilancio del precedente esercizio. CRITERI DI VALUTAZIONE Il bilancio dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2012, di cui la presente nota integrativa redatta ai sensi dell art del C.C. costituisce parte integrante ai sensi dell art e seguenti del C.C., corrisponde alle risultanze delle scritture contabili regolarmente tenute, ed è redatta osservando le disposizioni normative contenute nel Codice Civile. I criteri utilizzati nella formazione del bilancio chiuso al 31 dicembre 2012 non si discostano dai medesimi previsti dalla normativa civilistica. In particolare, si precisa che non si sono verificati casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui all art. 2423, comma 4, del Codice Civile. Nella redazione si sono osservati i principi generali della chiarezza e della rappresentazione veritiera e corretta di cui all art c.c., e più precisamente: - la valutazione delle voci è stata fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell attività (principio della prudenza e della continuità d impresa); - sono stati considerati i proventi e gli oneri di competenza dell esercizio, indipendentemente dalla data dell incasso o del pagamento (principio della competenza economica); - i rischi e le perdite di competenza sono stati tenuti in considerazione, anche se conosciuti dopo la chiusura dell esercizio; 6

228 !! - gli utili sono stati, invece, indicati esclusivamente se realizzati alla data di chiusura dell esercizio; - gli elementi eterogenei compresi nelle singole voci sono stati valutati separatamente, in ossequio al principio della chiarezza. In particolare, i criteri di valutazione adottati nella formazione del bilancio sono stati i seguenti: IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI Le immobilizzazioni immateriali aventi utilità pluriennale sono iscritte al costo di acquisto e riguardano le spese per la costituzione della società. Tali spese sono ammortizzate in quote costanti in cinque esercizi in funzione della vita economicamente utile. MATERIALI Le immobilizzazioni materiali sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, comprensivo degli oneri accessori, al netto di ammortamenti e svalutazioni e, se del caso, rivalutate a norma di legge. L ammortamento effettuato in base alla stimata vita utile dei beni, tenuto conto della residua possibilità di utilizzazione di ogni singolo cespite, risulta coerente con l andamento produttivo: le quote di ammortamento delle varie categorie omogenee di immobilizzazioni sono state calcolate in base ad aliquote rappresentative della stimata vita utile dei cespiti. RIMANENZE Le rimanenze di prodotti insetticidi sono iscritte al costo di acquisto utilizzando il metodo del costo in quanto minore rispetto al costo di presunto realizzo desunto dall andamento del mercato. CREDITI I crediti verso clienti sono esposti al presumibile valore di realizzo. L adeguamento del valore nominale dei crediti al valore presunto di realizzo, è ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti, determinato in base alla stima della presumibile perdita per inesigibilità, con riferimento ai singoli crediti, che vengono quindi esposti al netto. 7

229 !! DISPONIBILITA LIQUIDE Sono costituite dalle consistenze dei conti correnti bancari al 31 dicembre 2012, già considerate le competenze nette maturate alla stessa data, nonché dalla consistenza di cassa alla medesima data, tutte iscritte al valore nominale. RATEI E RISCONTI ATTIVI I ratei attivi rilevano quote di proventi di competenza dell esercizio che troveranno manifestazione numeraria nei futuri esercizi secondo il principio della competenza temporale. I risconti attivi riguardano quote di costo di competenza di esercizi futuri che hanno trovato manifestazione numeraria nell esercizio, in ossequio al principio della competenza economica. FONDO T.F.R. Rappresenta l effettivo debito maturato verso i dipendenti in conformità di legge e dei contratti di lavoro vigenti, considerando ogni forma di remunerazione avente carattere continuativo. Il fondo corrisponde al totale delle singole indennità maturate a favore dei dipendenti alla data di chiusura del bilancio ed è pari a quanto si sarebbe dovuto corrispondere ai dipendenti nell ipotesi di cessazione del rapporto di lavoro in tale data. DEBITI I debiti verso fornitori e gli altri debiti sono iscritti in bilancio al valore nominale. Tali debiti non sono assistiti da alcuna forma di garanzia. PATRIMONIO NETTO Rappresenta la differenza tra tutte le voci dell'attivo e quelle del passivo determinate secondo i principi sopra enunciati. L iscrizione del capitale sociale è avvenuta al valore nominale delle quote sottoscritte dai soci. COSTI E RICAVI I costi e i ricavi sono stati imputati in linea con criteri di prudenza e competenza al netto dei resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi e delle imposte direttamente connesse con le prestazioni di servizi effettuate. IMPOSTE SUL REDDITO DELL ESERCIZIO Le imposte sono accantonate secondo il principio della competenza e rappresentano pertanto gli accantonamenti per imposte liquidate o da liquidare per l esercizio determinate secondo l aliquota vigente. 8

230 !! COMMENTO GENERALE ALLE VOCI DELL ATTIVO E DEL PASSIVO Variazioni intervenute nelle voci dell attivo Movimenti intervenuti nelle immobilizzazioni immateriali, materiali e finanziarie (art. 2427, comma 1, n 2) Le variazioni intervenute nelle immobilizzazioni sono le seguenti: Immobilizzazioni immateriali SPESE DI CONS.INIZIALI ACQUISIZIONI DISMISSIONI AMMORTAMENTI CONS.FINALE COSTITUZIONE Immobilizzazioni materiali MACCHINE CONS.INIZIALI ACQUISIZIONI DISMISSIONI AMMORTAMENTI CONS.FINALE ELETTR. UFFICIO ATTREZZATURE VARIE TOTALE Variazioni intervenute nella consistenza delle altre voci dell attivo e del passivo e, in particolare, per i fondi e per il trattamento di fine rapporto, le utilizzazioni e gli accantonamenti (art n 4) CREDITI SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

231 !! Il saldo è così suddiviso secondo le scadenze: DESCRIZIONE ENTRO OLTRE 12 OLTRE TOTALE 12 MESI MESI 5 ANNI VERSO CLIENTI VERSO ALTRI TOTALI I crediti verso clienti al 31/12/2012 sono così costituiti: DESCRIZIONE TOTALE CREDITI V/CLIENTI FATTURE EMESSE CREDITI V/CLIENTI FATTURE DA EMETTERE FONDO SVALUTAZIONE CREDITI TOTALE I crediti verso altri al 31/12/2012, esigibili entro 12 mesi, sono così costituiti: DESCRIZIONE TOTALE CREDITI V/ERARIO PER ACCONTO IRES 219 ALTRI CREDITI V/ERARIO CREDITI V/ISTITUTI PREV.LI E ASSIST.LI CONTRIBUTI DA RICEVERE TOTALE E stata iscritta la somma di a seguito dell istanza presentata in data 21/2/2013 per rimborso IRES relativa all IRAP pagata sul costo del lavoro non dedotto, ai sensi dell art. 2, comma 1-quater del D.L. 201/2011 e successive modificazioni. Tale importo è stato iscritto nella voce E20 del conto economico. 10

232 !! L adeguamento del valore nominale dei crediti al valore di presunto realizzo è stato ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti che non ha subito alcuna movimentazione nel corso dell esercizio. DESCRIZIONE TOTALE FONDO ALL 1/1/ UTILIZZO ANNO QUOTA ACCANTONATA ANNO TOTALE DISPONIBILITA LIQUIDE SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ Il saldo è così suddiviso: DESCRIZIONE 31/12/ /12/2011 CASSA CONTANTI VALORI IN CASSA DEPOSITI BANCARI TOTALI Il saldo rappresenta l esistenza di numerario e di valori alla data di chiusura dell esercizio. RATEI E RISCONTI Risconti attivi SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

233 !! Rappresentano le partite di collegamento dell esercizio conteggiate col criterio della competenza temporale. Non sussistono, al 31/12/2012, ratei e risconti aventi durata superiore a cinque anni. DESCRIZIONE MANUTENZIONE SITO WEB 61 TOTALI 61 Variazioni intervenute nelle voci del passivo PATRIMONIO NETTO SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ VARIAZIONI DEL PATRIMONIO NETTO SALDO SALDO INIZIALE INCREMENTI DECREMENTI AL 31/12/12 I CAPITALE SOCIALE IV RISERVA LEGALE VII RISERVA STRAORDINARIA IX UTILE DELL ESERCIZIO TOTALE Il Capitale Sociale interamente versato è rappresentato da n quote del valore nominale di 1 ciascuna. TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/

234 !! La variazione è costituita dalle seguenti movimentazioni: FONDO ALL 1/1/ TFR LIQUIDATO - IMPOSTA SOSTITUTIVA - 32 TFR MATURATO TOTALE Il fondo accantonato rappresenta l effettivo debito della società al 31/12/2012 verso il dipendente in forza a tale data. DEBITI SALDO AL 31/12/ SALDO AL 31/12/ I debiti sono valutati al loro valore nominale e la scadenza degli stessi è così suddivisa: DESCRIZIONE ENTRO 12 OLTRE 12 OLTRE 5 TOTALE MESI MESI ANNI DEBITI V/FORNITORI FATTURE DA RICEVERE DEBITI TRIBUTARI DEBITI V/IST. PREV.ZA DEBITI V/PERSONALE E COLLAB DEBITI V/ASSICURAZIONI ALTRI DEBITI TOTALE I debiti verso fornitori sono iscritti al netto degli sconti commerciali. Il valore nominale di tali debiti è stato rettificato in occasione di resi o di abbuoni (rettifiche di fatturazione), nella misura corrispondente all ammontare definitivo con la controparte. 13

235 !! La voce debiti tributari accoglie solo le passività per imposte certe e determinate. I debiti verso soci derivano da concessioni di crediti infruttifere previste dai contratti di servizio. I debiti sono interamente dovuti nell area geografica italiana. IMPOSTE CORRENTI Le imposte per complessivi , derivano da accantonamento IRAP per ed IRES per 5.601, importo determinato in funzione della previsione dell onere d imposta di pertinenza dell esercizio secondo le norme fiscali vigenti. Dalla base imponibile IRAP sono stati dedotti euro per deduzioni cuneo fiscale introdotte dall art.1, comma 206 della legge 296/06, che ha modificato il previgente art.11 del d.lgs.446/97. ALTRE INFORMAZIONI RICHIESTE DAL CODICE CIVILE Art n 5 La società non possiede direttamente o per tramite di società fiduciaria o per interposta persona partecipazioni in imprese controllate e collegate. Art n 6 La società non ha crediti o debiti di natura residua superiore a 5 anni né debiti assistiti da garanzia reale. Art n 6 bis La società non ha rilevato debiti o crediti espressi in valuta estera. Art n 6 ter La società non ha crediti e debiti relativi ad operazioni che prevedono l obbligo per l acquirente di retrocessione a termine. Art n 8 Nessun onere finanziario è stato imputato ai valori iscritti all attivo dello stato patrimoniale. Art n 11 La società non ha percepito proventi da partecipazioni diversi dai dividendi. Art n 19 La società non ha emesso altri strumenti finanziari. Art n 19 bis I soci non hanno effettuato alcun finanziamento a favore della società. 14

236 !! Art n 20 e n 21 La società non ha costituito né patrimoni né finanziamenti destinati a specifico affare. Art n 22 La società non ha effettuato alcuna operazione di locazione finanziaria. Art n. 22 bis La società non ha realizzato operazioni con parti correlate. Art n. 22 ter La società non ha sottoscritto accordi non risultanti dallo stato patrimoniale. Art bis La società non ha utilizzato strumenti finanziari derivati. Art septies del C.C. La società non ha destinato patrimoni ad uno specifico affare. Art decies del C.C. La società non ha stipulato contratti relativi al finanziamento di uno specifico affare. Informazioni ai sensi dell'art bis, 6 comma C.C. Art comma n 3 del C.C. Numero e valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti possedute dalla società La società non possiede azioni proprie né azioni o quote di società controllanti, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona. Art comma n 4 del C.C. Numero e valore nominale sia delle azioni proprie sia delle azioni o quote di società controllanti acquistate od alienate dalla società nel corso dell esercizio, anche per tramite di società fiduciaria o per interposta persona. La società non ha effettuato alcun tipo di operazione di tale specie. PROPOSTA DI DESTINAZIONE DELL UTILE Si propone di destinare l utile d esercizio di per euro 452,00 a riserva legale e per euro 8.591,00 a riserva straordinaria. 15

237 !! Il presente bilancio, composto da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria nonché il risultato economico dell esercizio e corrisponde alle risultanze delle scritture contabili. Crevalcore, lì L amministratore unico 16

238 COMUNE DI ARGELATO (c_a392) - Codice AOO: aoocomune - Reg. nr /2013 del 28/03/2013

239 !"!"#$% "& '"()*% '#"'$ *%#"" "&& %(#$+( ",(%%$$ #'"$$- # $ % & % ' "!! ' " (" " "" '" ' " ) " * + %! %,-.! " "" / "' %.0,1 % " % %! ' % " 2 # 3!"" " % " " % " " ' 4560, :,6 1

240 ! %!,4 "! ' "! " '" $( & ; " < =<3" ' -.' " >?-> %#$(%&&% " '%()"/& #* -,&& (" "& $"(($%(%,"( &#)+ *%#" " &"&!# *%#" "!-(%%-%& & () &.! '% "! "" ' " "".60 '#"'$ *%#" " %-%& & () & #!%)0& 1''$"! "&& $%!0# $+( 2 *+ " " %" 6 10 ' #3'? 6 " % 7 :8, 3 " ' " " <> " ' '/ " " " ' % ' 6 " '% 2

241 " ' ' " ' " % ' % " " 76 A ' " 60B 10B% ' #%(! *%#" " '"#'0&** *%#" "&& -$$ # #*.C "! " % ' '! " '" >?- > $ ; & ' "' " " ( $$!"#$ +&$- > "! "!.460 %! "..40 %#$%( //% -%# %)$(,,%&" '$ # ( % ' #.0,. / " " :4,, " %.! / '3 ( * " " "% 14 ".?' / '3 ( *" "! ' - # 3

242 .80 %!+#" # %) ## # "('-"$% '< 3" %.0,. " " D ;! % $ % &' * D 66 ;! " " ' " ' "80 #! % " ;!D % ; " 5,7 8".0,. " % % D.,6,18 + %E.00 3 % " ; % ' " "" " % ; " F / F;D '"" " % " " D ' " '.0,. '" 4

243 % "! " # "; ' ' # * 3 "!! ) %* 3 *" " *" " ;! 3 ' 'G? /E %',80F * 3 ; % % D % H ; ' " "!,7=0:=.0,, ' ; " " D ; '" " "" " "! "! / " + $ & '" D % % '" D 3 ' I " "" 5

244 C % '! $ & " " " " ' Data Nominativo residenza Note Consegna un piccione investito in località Biancolina. Considerate le condizioni dell'animale e il fatto che il Sig. Rossi risiede a Bologna, l'animale viene lasciato in sua custodia in attesa di essere consegnato alla 03/01/2012 Rossi Fabio Bologna LIPU nel pomeriggio, previo accordo con il CRAS di via delle Tofane. 24/01/2012 Forni Via Bergnana 4 Problema piccioni, da contattare per sopralluogo 27/03/2012 Vecchi Andrea Piazza del Popolo 6 Sopralluogo per problema zecche piccioni in appartamento dopo disinfestazione. 03/05/2012 Canali Cristina ENPA SGPersiceto Conferito piccione poi portato alla LIPU 05/06/2012 Romagnoli Stefania Sant'Agata Bolognese conferito piccione ferito (ala fratturata) trovato in via Fanin a SGP poi portato alla LIPU 13/06/2012 Benetti Lara Via Magellano 8 conferito piccione ferito (ha sbattuto contro un vetro) poi portato alla LIPU 24/08/2012 Donini Via Gramsci 40 Recuperato un piccione di pochi giorni. Consegnato alla LIPU problematica causata da alcuni piccioni che frequentano il capannone aziendale. Sono stati fornite indicazioni sia sul posizionamento di dissuasori meccanici a protezione dei punti di appoggio, sia su alcuni stratagemmi per provare a ostacolare l accesso al capannone. Successivamente, tramite invio via , sono stati forniti anche schemi 04/09/2012 Coop CR Imballaggi Via Fleming, 4 esemplificativi dei sistemi dissuasori per ostacolare l accesso dei piccioni. 04/10/2012 Iurucovici Cristian Piazza Guazzatoio Conferito un piccione adulto apparentemente in buona salute ma che non vola. Portato alla LIPU $ & < "!J - '<>'<3" = 9-9 -! " 9 -! "" 9 - '<3" "! ' " / '3 (( >3K? ; ' "" " *! " ; " K <' L % "! 6

245 " "" " "E > E > " E > ""! % % " >!! F3! " "" "" =! # '!" "" " '! ' * % "!! ' " ' " = %#$%( //% & )"'-"#* %( $ "&& )$".! E ( '3 (>3K? #'! "" ', 000% #.0,. + ' ' % "! "" "" %! "" ' ' ""!! #! + 7

246 ' ""%! + '! "" % *""! = "" '! = "'$%#" "&&(" "3+&0(% -%&%/-% 4 5 %!+# &&"( " ")" "#$% #.0,. ' ; * ' " > '" ' ' % / 3 < '" ( > < (M.0,. " "'$%#" "&&(" "3+&0(% -%&%/-% 4 %( 5 %!+#" # %) ## # "('-"$% #.0,. '3 >%"?! I J - J " 9 - " "9-9 - '" " " C9 - " % >3"> 9 8

247 -! " '9 " >39, ' 9 - N" 'NNN " 9 - ' 9 - ' " ' /? F! ' 9 - D "9 - < '"! /3 (M.0,.9 -.0,. ( D '3" :5 000 "'$%#" "&&(" "3+&0(% -%&%/-% 4 '-6""78*+--6"(-%5 %!+#" (") &-%(" #.0,. '3 >%"?! J - J 1 " 9 - "-" "! " % " " E 3 3% ' ' 9 -! $"! & 9 - " % = 9 9

248 - < '"! /3 (M.0,. "'$%#" "&&(" "3+&0(% -%&%/-% 4%&"# # $ &"5 %!+#" &"( ( "#% /.0,. J - " '3>%"? " 9 - < '"! /3 (M.0,. "'$%#" "& $%!,%($ #* %!+#$ ( 4 '-6" )%&5 %!+#" # %) ## # "('-"$%!.0,. J - " ' "((?9 -! "" 9 - " " 9 - < '"! /3 (M.0,. "'$%#" "&& (" ("3+&0(% "-%&%/-% 4 # &" %&&"$$%(" "&&" -3+" &$"5 %!+#" # %) ## # "('-"$% #.0,. 3%3! '%3>%"? (( - ' F 10

249 ""!.0,1 "",::1 % %! / 3 ',4.0,, - %#$%( //% 0%&%/-% # &** $% && /"'$%#" # $+( &'$- "&& '' "', #'%#" "&&" +(" %!+#" # %) ## # "('-"$% #.0,. " " ' ( "! " ' %" ' ( >>?-> ( / ' /3 / 3 #.0,. ' > #.000' "! D '3" %!+#" # %) ## # "('-"$% %!+#" #$/ $ %&%/#"'" %!+#" (") &-%(" %!+#" &"( ( "#% %!+#" & %&%/#"'" %!+#" #*%&!&.0,.!! # ' % " E D + ' " %" < 3" 11

250 3! " " J -$ J &9 -$ 'J% &9 -$' J &9 -$; J & 3 3" (%/"$$% 4&,%&&#" && $!%'"( &&" &&"(/"5 1'$ *%#!%#$%( //% # %) ## # "('-"$% "#$)%/&% " # ** (% )"# 2 D / (C1L/( (F 3 '? > ( '3 ( / 3 ( D " C'? - '! " " "" <"" = '!.000 /.008 ( 3 3 / # " 3>3 3 <! ( ( 3 3" 3!'<! ( % " ' I D " " % % " " " " '.0,.,1," C " " " F.000 ' $ & / '( " 3>39 12

251 .6G 7 <#,,,05 < ' " / 3>3" = 1 ' I" "? " ' -=G ' D! '? "" <><"" ' $3 & ' " "" % 3% ' $3&J 13

252 !.0,. J -! 8 "! " D - E"O" "! ' ( 3 - NO$" "%! '" &-.7.0,./ " " ' "! 3 > 3>3 ' " "; 3 ;! "" < ( NO " " 3' '3 '3" >?-> "E'; 3>3 F ( ;!""<(>"; 3>3 E D 3 3 /#! " - '" " =.0,.9 % " ' - " - F '.0,.% %? 14

253 (%,%'$" $$)$9 "+- *%#"!0"#$ &" 3 " %% ' " '% ;! "! >?- > % &$9 / ; % 15

254 3 3 ' %?! %!+#" (%/"$$% & ''-%#)%&$" $ & > 737(77; / ( / / '3?-> $ & >?-> $ & >?-> $ & >?-> $ & >?L> F? 3 $ & >?L> $ & >?L> $ & >?L> " $'%& " $ %& " "! $ & >?-> 737(77; 7? 7P 7P 636( 636(6 737( 737( 131( 131( 737( (77; 6;6? 737(77; %%J ( 1 ;1?737( J7(7 J73 J737(7 %%737(7 737(7,3,(,, 3,(,,; 737(7 16

255 COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERA GIUNTA COMUNALE N. 1 del 22/01/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE E CANONI DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - ANNO 2014 Nella Sede del Comune di Argelato alle ore 15:00 del seguente giorno mese ed anno: 22 gennaio 2014 In seguito a convocazione del Sindaco ai sensi dell'art. 50 del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei Signori: TOLOMELLI ANDREA CAPARRINI GABBRIELLO BENFENATI ELISABETTA BORGHI GIAN PAOLO FRATTI DANIELA Sindaco Assessore Assessore Assessore Assessore Presente Assente Presente Presente Presente Partecipa il DOTT. MAZZA FAUSTO Segretario Generale. Il sindaco, TOLOMELLI ANDREA riconosciuta legale l'adunanza ai sensi degli articoli 47 del D.Lgs. 267/2000 e 29 del Vigente Statuto Comunale, invita la Giunta a prendere in esame l'oggetto sopra indicato.

256 Numero 1 Seduta del 22/01/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE E CANONI DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - ANNO 2014 Premesso che: - con deliberazione di Giunta Comunale n. 5 del 29 gennaio 2013, esecutiva, venivano determinate, fra l altro, le tariffe del Settore Servizi alla Persona per l anno 2013; - con deliberazione di Consiglio Comunale n. 3 del , esecutiva, si è approvata l ultima modifica al regolamento per l applicazione delle tariffe nei servizi per l infanzia e scolastici; - in tale atto è previsto che annualmente la Giunta Comunale provveda a determinare: 1. la percentuale di ISEE per determinare la retta personalizzata degli utenti del Nido; 2. l importo minimo e massimo della retta per gli utenti del Nido d'infanzia; 3. l'importo della quota da anticipare dopo l'ammissione al nido; 4. la quota giornaliera a carico degli utenti del servizio mensa; 5. la retta annua a carico degli utenti per il servizio di trasporto scolastico; 6. la retta annua per il servizio di pre e post scuola; 7. la quota di iscrizione settimanale a carico degli utenti dei Centri Estivi; Considerato che: - con determina n. Soc/140 del è stato affidato alla Ditta Telesan il servizio di Telesoccorso per l anno 2014; - con delibera di Consiglio Comunale n. 104 del è stato istituito il servizio di Trasporto anziani e disabili e con delibera di Consiglio Comunale n. 55 del è stato modificato il relativo regolamento; - con deliberazione del C.C. n. 95 del 14/11/2007 e successiva deliberazione di G.C n. 19 del 31/03/2008 è stata conferita, a decorrere dal 01/04/2008, all ASP Luigi Galuppi Francesco Ramponi la gestione dei servizi di Assistenza Domiciliare agli anziani e Centro Diurno di Funo; - con successive deliberazioni di G. C n. 42 e 43 del 10/06/2011 e determinazione Soc/48 del 29/06/2012 si sono approvati gli schemi di contratto relativi ai servizi sociosanitari per anziani e disabili, accreditati transitoriamente fino al 31/12/2013, fra i quali rientrano i Servizi di Assistenza Domiciliare e Centro Diurno, contratti prorogati con successiva determinazione n. Soc/148 del rispettivamente fino al per il Servizio di Assistenza Domiciliare e fino al per il Servizio di Centro Diurno ; - il Comitato Distrettuale socio-sanitario ha approvato nella seduta del 4 dicembre 2013 le nuove tariffe del Servizio di Assistenza Domiciliare unificate per tutti i Comuni del Distretto per l anno 2014; Vista la delibera del Consiglio Comunale n. 82 del 30 settembre 2003 e successive 13/2004 e 34/2008, con le quali furono approvati gli indirizzi in tema di canoni di locazione di Edilizia Residenziale Pubblica di cui all art. 35, comma 1, della L. R. n. 24 dell 8 agosto 2001, in attuazione delle delibere del Consiglio regionale 395/2002 e

257 Numero 1 Seduta del 22/01/ /2003 con le quali furono approvati e successivamente modificati ed integrati i criteri generali per la determinazione dei canoni di ERP; Richiamata la comunicazione prot. n del 7/12/2010 inviata dal Vice presidente della Provincia con la quale si trasmetteva il verbale del Tavolo di concertazione Provinciale del 26 novembre 2010, durante il quale, fra l altro, sono stati approvati, con decorrenza 1 gennaio 2011, gli adeguamenti dei canoni ERP, ridefinendo alcuni parametri (limiti delle fasce e sottofasce, percentuale di incidenza valore ISE ecc.) che concorrono a determinare i singoli canoni; Ritenuto di: - confermare la percentuale di ISEE per determinare la retta personalizzata degli utenti del Nido, la quota da anticipare dopo l'ammissione al nido, le tariffe del Centro Bambini e Genitori; - confermare la tariffa minima e massima del nido d infanzia, il costo pasto giornaliero a carico degli utenti compreso quelli del centro diurno e a domicilio, la retta annua del trasporto scolastico, la retta annua del servizio di pre e post scuola e la quota di iscrizione settimanale dei centri estivi; - confermare le tariffe del servizio accreditato di Centro Diurno anziani, le tariffe del trasporto assistenziale anziani e disabili e la gratuità per il servizio di Telesoccorso; - recepire le nuove tariffe unificate 2014 del servizio accreditato di Assistenza Domiciliare; - confermare i criteri per la determinazione dei canoni ERP; Visti: - il T.U. 267/2000; - lo Statuto Comunale; - gli allegati pareri, resi ai sensi dell art. 49, 1 comma del Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267; Con voti favorevoli, unanimi, espressi nei modi e nelle forme di legge; D E L I B E R A 1. di approvare le tariffe, i canoni ERP e relative decorrenze dei Servizi alla Persona così come risultano nelle tabelle allegate, facenti parte integrante e sostanziale della presente deliberazione, dando atto che tutte le tariffe dei servizi scolastici, compresa la mensa anche per gli anziani, vengono applicate dall'inizio dell'anno scolastico 2014/2015 mentre tutte le altre,compreso i canoni ERP, decorrono dall'1/01/2014; 2. di dare atto che si intende determinare volta per volta le contribuzioni a carico degli utenti per altri servizi che verranno eventualmente attivati e non previsti in questa deliberazione, sulla base del criterio appositamente stabilito nel regolamento delle tariffe sui servizi per l'infanzia;

258 Numero 1 Seduta del 22/01/ comunicare tempestivamente le nuove tariffe a tutti gli utenti interessati ; sarà cura dell Acer comunicare agli assegnatari l ammontare dei relativi canoni. Successivamente la presente deliberazione viene dichiarata a voti favorevoli e unanimi immediatamente eseguibile ai sensi ed effetti dell art. 134, 4 comma del D.Lgs 267/2000, stante l urgenza di provvedere in merito.

259 COMUNE DI ARGELATO PROVINCIA DI BOLOGNA DELIBERA GIUNTA COMUNALE N. 1 del 22/01/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE TARIFFE E CANONI DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - ANNO 2014 Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto come segue: FIRMATO IL SINDACO TOLOMELLI ANDREA FIRMATO IL SEGRETARIO GENERALE DOTT. MAZZA FAUSTO Documento prodotto in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art. 20 del "Codice dell'amministrazione digitale" (D.Leg.vo 82/2005).

260 TARIFFE SERVIZI ALLA PERSONA Anno 2014 ASILO NIDO Percentuale ISEE 2,10 invariata retta minima mensile 9 invariata retta massima mensile 515,00 invariata quota anticipo ammissione 10 invariata decorrenza anno scolastico 2014/2015 CENTRO BAMBINI-GENITORI Quota di iscrizione annuale 5 invariata decorrenza anno scolastico 2014/2015 MENSA Costo pasto giornaliero 5,85 invariata (vedi prospetto costo pasto allegato) decorrenza anno scolastico 2014/2015 TRASPORTO SCOLASTICO retta annua 398,00 invariata 50% solo andata o solo ritorno 199,00 invariata decorrenza anno scolastico 2014/2015 PRE E POST SCUOLA retta annua per 1 solo servizio 14 invariata retta annua per entrambi i servizi 28 invariata decorrenza anno scolastico 2014/2015 CENTRI ESTIVI quota di iscrizione settimanale 55,00 invariata decorrenza estate 2014 continua

261 TELESOCCORSO confermata la gratuità per tutto anno 2014 ASSISTENZA DOMICILIARE (vedi prospetto allegato) decorrenza CENTRO DIURNO (vedi prospetto allegato) decorrenza TRASPORTO ANZIANI E DISABILI (vedi prospetto allegato) decorrenza CRITERI CANONI ALLOGGI ERP (vedi prospetto allegato) decorrenza invariata aggiornata invariata invariata invariati

262 TARIFFE SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE - ANNO 2014 TIPOLOGIE DI INTERVENTI E NUMERO INTERVENTI PER TIPOLOGIA ISEE < 4.00 ISEE DA 4.00 FINO A > RETTA PERSONALIZZATA % APPLICATA AL VALORE ISEE -> RETTA PERSONALIZZATA RETTA MINIMA RETTA MASSIMA < ISEE > RETTA MAX ISEE > O IN ASSENZA DI ISEE MAGGIORAZIONE DEL 20% RETTA MAX RIDUZIONI INTERVENTO FESTIVO plurintesivo intensivo settimanale da 7 a 12 int./settimana da 3 a 6 int./settimana da 1 a 2 int./settimana ESENZIONE 1,00% ,50 328,20 0,80% 32, ,00 262,80 0,30% 12,00 75,00 82,50 99,00 saltuario max 3 int./mese 0,18% 7,20 45,00 49,50 59,40 90% 4-5 sett. assenza 65% 3 sett. assenza 40% 2 sett. assenza 15% 1 sett. assenza 20% per pluriutenza sul nucleo all'anziano con la retta più alta 2 a prestazione

263 QUOTE DI CONTRIBUZIONE PER CENTRO DIURNO - ANNO 2014 QUOTA ASSISTENZIALE Fasce di reddito Anziano solo Anziano con conviventi pro-capite Prestaz. assistenziali Prestaz. assistenziali Fino al Minimo INPS ( E 495,43 per l'anno 2013) 1% 46,10 15,00% 69,15 495,43 522,33 2% 99,09 104,47 3% 148,63 156,70 522,34 549,22 22,00% 114,91 120,83 32,00% 167,15 175,75 549,23 601,91 23,00% 126,32 138,44 33,50% 183,99 201,64 601,92 654,60 25,50% 153,49 166,92 35,50% 213,68 232,38 654,61 707,29 28,00% 183,29 198,04 38,50% 252,02 272,31 707,30 759,98 31,00% 219,26 235,59 41,00% 289,99 311,59 759,99 812,67 33,50% 254,60 272,24 43,50% 330,60 353,51 812,46 865,14 36,00% 292,49 311,45 46,00% 373,73 397,96 865,15 917,83 38,50% 333,08 353,36 48,50% 419,60 445,15 917,84 e oltre 41,00% 376,31 51,00% 468,10 QUOTA MAX A CARICO DEGLI UTENTI Frequenza settimanale Per gli anziani che intendono frequentare il Centro Diurno part-time (1-2-3 giorni a settimana, ecc,) si applicherà una rariffa mensile calcolata dividendo la quota assistenziale per il numero di giorni di apertura del Centro. Frequenza saltuaria Giornata intera Mezza giornata 2 11, ,00 QUOTA DI CONTRIBUZIONE PER PASTI - ANNO 2014 QUOTA PER TRASPORTO: Fasce di reddito Anziano solo Anziano con conviventi pro-capite Costo pasto Costo pasto Fino al Minimo INPS 50% del costo 100% del costo Oltre il Minimo INPS 100% del costo 2,70 giornaliere COSTO PASTO a.s.2014/15 5,85 Il reddito pro-capite mensile è determinato sommando tutti i redditi annui dell'anziano e del coniuge, da cui può essere detratto il canone d'affitto e le spese per farmaci e tickets (per la sola percentuale ammessa in detrazione nella dichiarazione dei redditi) e l'importo così calcolato viene rapportato a 12 mensilità, Pagina 1

264 In applicazione della deliberazione della Giunta Regionale n. 474/2001, nella valutazione reddituale non vengono considerati i redditi esenti ai fini IRPEF (pensioni di Invalidità, rendite INAIL, pensioni di guerra, indennità di accompagnamento ecc.) QUOTA DI CONTRIBUZIONE PER PASTI A DOMICILIO - ANNO 2014 Fasce di reddito Anziano solo Anziano con conviventi pro-capite Costo pasto Costo pasto Fino al Minimo INPS 50% del costo 100% del costo Oltre il Minimo INPS 100% del costo COSTO PASTO a.s.2014/15 5,85 Pagina 2

265 TARIFFE SERVIZIO TRASPORTO SOCIALE 2014 TARIFFE (Andata e ritorno) Tariffe giornaliere (1 solo viaggio) Tariffe settimanali (almeno 5 viaggi) FINO A 20 KM: Bentivoglio Castelmaggiore Pieve di Cento San Giorgio di Piano San Pietro in Casale 8,00 35,00 DA 20 A 40 KM: Cento Crevalcore Minerbio San Giovanni in Persiceto 12,00 55,00 DA 40 A 60 KM: Bologna Budrio Molinella 18,00 8 OLTRE 60 KM: Ferrara Modena 25,00 115,00

266 TABELLA PER CALCOLO CANONI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA Anno 2014 RICOLLOCAZIONE UTENTI IN AREA, FASCIA, SOTTOFASCIA IN BASE AD ISE ED ISEE A SEGUITO AGGIORNAMENTO LIMITI DRSPA n DEL AREA FASCIA LIVELLO ISE EURO SOTTO FASCIA LIVELLO ISEE EURO CALCOLO APPLICATO INCIDENZA MASSIMA CANONE su ISE a da 0 a %ISE (minimo 30 /mese) ACCESSO PROTEZIONE ACCESSO inferiore o uguale a ,60 b da a %ISE (minimo 30 /mese) c da a %ISE (minimo 35 /mese) d da a ,5%ISE (minimo 35 /mese) e da a α x β x 12 x mq. Sc + 5% ISE 14% f da a α x β x 14 x mq. Sc + 5% ISE 14% g da a α x β x 16 x mq. Sc + 5% ISE 14% h da a ,30 α x β x 18 x mq. Sc + 6% ISE 14% PERMANENZA DECADENZA PERMANENZA DECADENZA DECADENZA DICHIARATA OCCUPANTI SENZA TITOLO superiore a ,60 inferiore o uguale a ,90 superiore a ,90 superiore a ,90 i l m n Inferiore a ,30 α x β x 45 x mq. Sc 14% da ,31a α x β x 55 x mq. Sc 16% da a α x β x 57,5 x mq. Sc 17% da a ,60 α x β x 60 x mq. Sc 18% Superiore a ,60 α x β x 60 x mq. Sc Superiore a ,60 α x β x 60 x mq. Sc + 20% non prevista NON DOCUMENTATI α x β x 60 x mq. Sc Eccezioni: quando il canone di una sottofascia è più elevato rispetto a quello di uno delle sottofascia che lo precede verrà applicato questo ultimo, facendo valere in ogni caso il minor onere per l assegnatario

267 COSTO PASTO ANNO ============================================================= COSTI PRESUNTI GESTIONE SERVIZIO MENSA EURO ============================================================= Personale addetto alla mensa - rimborso 289,95 Personale amministrativo Appalto gestione mensa Utenze Manutenzioni 4.50 Servizio controllo 2.00 Interessi passivi su mutui 6.567,10 Ammortamento 6.00 ============================================================= TOTALE ,05 ============================================================= Totale spesa presunta anno ,05 Numero presunto pasti anno ,05 : pasti = 5,97 a pasto Il costo pasto massimo da richiedere agli utenti del servizio con decorrenza dall'inizio anno scolastico 2014/2015 è di 5,85

268 Argelato Bentivoglio Castello D'Argile Castel Maggiore Galliera Pieve di Cento S. Giorgio di Piano S. Pietro in Casale (Provincia di Bologna) DELIBERA CONSIGLIO DELL'UNIONE N. 11 del 23/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE RENDICONTO DI GESTIONE 2012 ED ELIMINAZIONE DEI RESIDUI ATTIVI INESIGIBILI. Nella solita sala delle Adunanze alle ore 20:30 del seguente giorno mese ed anno: 23 Aprile 2013 In seguito a convocazione del Presidente Consiglio Unione ai sensi dell' articolo 39 del D.Lgs. 267/2000 e articolo 13 dello Statuto dell'unione, notificata a ciascun consigliere nelle forme prescritte dalla legge, si è oggi adunato il Consiglio nelle persone dei Signori: MAZZINI CLAUDIA LONGHI VLADIMIRO GIOVANNINI MICHELE TOLOMELLI ANDREA VERGNANA ANNA MACCAGNANI SERGIO GUALANDI VALERIO BRUNELLI ROBERTO MEOGROSSI MATTEO PAGANI PAOLO TASINI MARIA MONESI MARCO BORSARI STEFANO VERONESE PAOLO P P P P P P P P P A P P P A VACCARI SONIA RAMPONI ALBERTINA MONTANARI MARCO MARCHESI MAURO PASSARINI SILVIA SEIDENARI BRUNO BERNARDI ROBERTO FAGIOLI ELENA LEPORATI GIOVANNI ZANNI STEFANO FERIOLI STEFANIA MUGAVERO ROBERTO ALBERGHINI MARCO P P P P P A A P P A P P P Presenti n.: 22 - Assenti n.: 5 Assume la presidenza la Sig.ra MAZZINI CLAUDIA Presidente Consiglio Unione. Partecipa il Dott. MAZZA FAUSTO Segretario Unione per la seduta. La Presidente, dato atto che il numero dei presenti è legale per la validità delle deliberazioni, ai sensi dell'art. 38, 2 comma, del D.Lgs. 267/2000 dichiara aperta la seduta.

269 Numero 11 Seduta del 23/04/2013 Premesso che: OGGETTO: APPROVAZIONE RENDICONTO DI GESTIONE 2012 ED ELIMINAZIONE DEI RESIDUI ATTIVI INESIGIBILI. Entrano i Consiglieri Meogrossi e Gualandi. Sono presenti 22 consiglieri IL CONSIGLIO DELL UNIONE ai sensi ed effetti dell art comma 2 - del D. L.vo 267/00, così come modificato dalla L. 189/2008, il Rendiconto della Gestione deve essere deliberato dal Consiglio dell Ente entro il 30 aprile dell anno successivo; il Tesoriere dell Unione Unicredit Banca S.p.A ha reso il rendiconto dell entrata e della spesa di questo Ente per l esercizio finanziario 2012, con tutti i documenti relativi; le spese sono state erogate con mandati di pagamento debitamente quietanzati e corredati con i documenti giustificativi; gli Agenti contabili e l Economo hanno regolarmente reso il conto; ai sensi dell art. 16, comma 26, del D.L. 13/8/2011 n. 138 al rendiconto 2012 dovrà essere allegato apposito prospetto elencante le spese di rappresentanza sostenute per ciascun anno e che tale prospetto dovrà essere inviato alla Corte dei Conti e pubblicato sul sito dell Ente entro 10 giorni dall approvazione del rendiconto; Dato atto che il predetto Rendiconto, unitamente alla documentazione prescritta, è stato messo a disposizione dei consiglieri nel rispetto dei termini previsti dal vigente Regolamento di Contabilità, nonché degli articoli comma 2 - e comma 1, lettera D) - del D. L.vo 267/00; Viste: - la deliberazione di Giunta dell Unione n. 16 del 02/04/2013 con la quale si provvedeva all approvazione dello schema del rendiconto di gestione 2012 e della relazione illustrativa ; - la determinazione/fin n. 2 del 28/03/2013 di riaccertamento dei residui attivi e passivi; - la deliberazione consiliare n. 23 del 25/09/2012 di salvaguardia degli equilibri di bilancio; Acquisita la relazione del Revisore dei Conti redatta ai sensi dell art comma 1 lett. D) del D. L.vo 267/00, in data 08/04/2013 ; Accertato che i risultati dell esercizio 2012 sono stati esattamente ripresi dal conto in esame; Precisato che nel conto economico sono evidenziati i componenti positivi e negativi dell attività dell Ente e che per l anno 2012 tale conto è stato redatto mediante conciliazione della contabilità finanziaria a fine esercizio con l utilizzo di dati extracontabili; Rilevato che le risultanze finali consentono di accertare un avanzo di amministrazione di ,51;

270 Numero 11 Seduta del 23/04/2013 Dato atto, altresì, che i Responsabili di servizio hanno attestato l inesistenza al 31/12/2012 di debiti fuori bilancio riconoscibili ex art. 194 D. L.vo 267/2000; Visti: gli allegati pareri resi ex art. 49, comma 1, del D.Lgs. 267/2000; il D.Lgs , n. 267; il DPR 194/96; lo Statuto dell Unione; il Regolamento di contabilità vigente; Udita la relazione del Consigliere Maccagnani; Uditi gli interventi e repliche dei Consiglieri Leporati, Ferioli, Montanari, Borsari, Brunelli, Presidente Tolomelli, Mugavero; Con diciassette voti favorevoli, n. quattro contrari (Gruppo consiliare Reno Galliera: Consiglieri Mugavero, Ferioli, Fagioli; Gruppo Misto Reno Galliera: Consigliere Leporati), n. uno astenuto (Gruppo Misto Reno Galliera: Consigliere Alberghini), resi nei modi di legge; D E L I B E R A 1) di approvare i rendiconti degli agenti contabili che vengono conservati agli atti dell Unione e successivamente inviati alla Corte dei Conti; 2) di approvare il Rendiconto finanziario ed economico - patrimoniale di questo Ente per l esercizio finanziario 2012 come da documentazione allegata: 01. Il rendiconto per l esercizio 2012 comprendente: 1. Rendiconto Finanziario Entrate; 2. Rendiconto Finanziario Spese; 3. Quadro riassuntivo della Gestione; 4. Elenco residui attivi eliminati per ,39 relativi a partite legalmente estinte od erroneamente accertate 5. Elenco residui passivi eliminati per ,33 relativi ad economie di spesa 6. Elenco residui attivi e passivi suddivisi per anno di provenienza 02. Relazione economico patrimoniale composta da: 1. Prospetto di Conciliazione Entrate; 2. Prospetto di Conciliazione Uscite; 3. Conto Economico; 4. Conto del Patrimonio Attivo; 5. Conto del Patrimonio Passivo; 03. I prospetti finali Siope relativi a entrate, uscite e situazione delle disponibilità liquide art. 77-bis co. 11 D.L. 112/2008 così come forniti dalla Banca d Italia; 3) di approvare l elenco delle spese di rappresentanza sostenute dagli organi di governo dell ente nell anno 2012 di cui al prospetto allegato alla presente e che tali spese saranno inviate alla Corte dei Conti e pubblicate sul sito dell Ente entro 10 giorni dall approvazione del Conto Consuntivo per l anno 2012

271 Numero 11 Seduta del 23/04/2013 4) di dare atto che si provvederà alla comunicazione degli elenchi di cui al punto 06 Tesoriere Unicredit Banca SpA; 5) di dare atto che lo schema di rendiconto unitamente alla relazione tecnica al conto del bilancio 2012, e a una breve relazione sul risultato finanziario, allegati al presente atto, e a tutti i documenti previsti per legge, sono stati approvati dalla Giunta dell Unione con deliberazione n. 16 del 02/04/2012 6) di prendere atto che gli agenti contabili, legittimati con atti di Giunta dell Unione n. 50 del 20/12/2011, hanno reso il conto della propria gestione 2012, a norma dell art. 233 del D.Lgs. 267/2000; 7) Di dare atto che è stato assunto il provvedimento relativo alla salvaguardia degli equilibri di bilancio con atto consiliare n. 23 del 25/09/2012, che viene allegata al presente provvedimento; 8) Di dare atto che al 31/12/2012 non esistono debiti fuori bilancio relativi all anno 2012 e precedenti, come risulta dalle attestazioni dei Responsabili di Settore, agli atti conservate, per cui viene meno l esigenza dell adozione dei provvedimenti di cui all art. 194 del D.Lgs. 267/00; 9) Di dare atto che: a) l avanzo di amministrazione 2012 risulta così costituito: FONDI VINCOLATI FONDI PER IL FINANZIAMENTO SPESE IN CONTO CAPITALE 1.320,51 FONDI DI AMMORTAMENTO 0 FONDI NON VINCOLATI ,00 TOTALE ,51 b) sono allegati alla presente deliberazione i pareri favorevoli del Responsabile del Servizio interessato, in ordine alla regolarità tecnica del provvedimento, e del Responsabile del Servizio Finanziario, in ordine alla regolarità contabile, ai sensi dell art. 49 del D. L.vo 267/2000; c) è allegato alla presente deliberazione la relazione del Revisore dei Conti redatta ai sensi dell art comma 1 lett. D) del D. L.vo 267/00, in data 08/04/2013; 8) Di prendere atto che visto l anticipazione al 30 aprile del termine utile per l approvazione del rendiconto di gestione (legge 189/2008), non è stato possibile allegare allo stesso i bilanci delle società che verranno comunque successivamente acquisiti agli atti; 9) Con successiva e separata votazione, con n. diciassette voti favorevoli, n. quattro contrari (Gruppo consiliare Reno Galliera: Consiglieri Mugavero, Ferioli, Fagioli; Gruppo Misto Reno Galliera: Consigliere Leporati), n. uno astenuto (Gruppo Misto Reno Galliera: Consigliere Alberghini), la presente deliberazione, stante l urgenza, viene dichiarata immediatamente eseguibile, ai sensi dell art. 174 comma 4 del D.Lgs. 267/2000.

272 Numero 11 Seduta del 23/04/2013 Il presente verbale viene letto, approvato e sottoscritto come segue: FIRMATO LA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MAZZINI CLAUDIA FIRMATO IL SEGRETARIO PER LA SEDUTA MAZZA FAUSTO Documento prodotto in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art. 20 del "Codice dell'amministrazione digitale" (D.Leg.vo 82/2005).

273 Argelato Bentivoglio Castello D'Argile Castel Maggiore Galliera Pieve di Cento S. Giorgio di Piano S. Pietro in Casale (Provincia di Bologna) SERVIZIO FINANZIARIO RAGIONERIA-ECONOMATO DELIBERA CONSIGLIO DELL'UNIONE N. 11 del 23/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE RENDICONTO DI GESTIONE 2012 ED ELIMINAZIONE DEI RESIDUI ATTIVI INESIGIBILI. PARERE DI REGOLARITA' TECNICA Espressione del parere in ordine alla sola regolarità tecnica ai sensi dell'art. 49, comma 1 del Decreto legislativo 18 agosto 2000 N. 267: [ X] Favorevole [ ] Contrario FIRMATO IL DIRETTORE-RESPONSABILE dott.ssa BERTI NARA Documento prodotto in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art. 20 del "Codice dell'amministrazione digitale" (D.Leg.vo 82/2005).

274 Argelato Bentivoglio Castello D'Argile Castel Maggiore Galliera Pieve di Cento S. Giorgio di Piano S. Pietro in Casale (Provincia di Bologna) SERVIZIO FINANZIARIO RAGIONERIA-ECONOMATO DELIBERA CONSIGLIO DELL'UNIONE N. 11 del 23/04/2013 OGGETTO: APPROVAZIONE RENDICONTO DI GESTIONE 2012 ED ELIMINAZIONE DEI RESIDUI ATTIVI INESIGIBILI. Premesso che tutto quanto relativo gli adempimenti amministrativi rientra nella responsabilità del responsabile del servizio interessato che rilascia il parere tecnico. PARERE DI REGOLARITA' CONTABILE Espressione del parere in ordine alla sola regolarità contabile ai sensi dell'art. 49, comma 1 del Decreto legislativo 18 agosto 2000 N. 267: [ X ] Favorevole [ ] Contrario FIRMATO IL RESPONSABILE SERVIZI FINANZIARI Dott.ssa BERTI NARA Documento prodotto in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art. 20 del "Codice dell'amministrazione digitale" (D.Leg.vo 82/2005).

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata

CONSORZIO TURISTICO AREA PISANA società consortile a responsabilità limitata società consortile a responsabilità limitata Sede Via Pietrasantina c/o Bus Terminal - 56100 PISA (PI) Codice Fiscale, partita IVA e iscrizione Registro Imprese di Pisa n. 0170429 050 9 Repertorio Economico

Dettagli

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010

ETICA SERVIZI S.R.L. SOC. UNIPERSONALE. Bilancio al 31/12/2010 Società soggetta a direzione e coordinamento di BANCA POPOLARE ETICA S.C. Sede in VIA NAZARIO SAURO N. 15-35100 PADOVA (PD) Capitale sociale Euro 150.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2010 Reg. Imp. 04464490285

Dettagli

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009 SOCIOSANITARIA SONNINESE S.R.L. Reg. Imp. 02329330597 Rea 162878 Sede in PIAZZA GARIBALDI SNC - 04010 SONNINO (LT) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2009

Dettagli

FONDAZIONE CRESCI@MO

FONDAZIONE CRESCI@MO FONDAZIONE CRESCI@MO Sede in 41123 MODENA (MO) VIA CRISTOFORO GALAVERNA 8 Codice Fiscale 03466300369 - Numero Rea MO 390164 P.I.: 03466300369 Capitale Sociale Euro 50.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

DYNAMO ACADEMY SRL IMPRESA SOCIALE UNIPERSONALE. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2010

DYNAMO ACADEMY SRL IMPRESA SOCIALE UNIPERSONALE. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2010 DYNAMO ACADEMY SRL IMPRESA SOCIALE UNIPERSONALE Sede in VIA XIMENES N. 662-51028 SAN PARCELLO PISTOIESE (PT) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Cod. fisc. e Reg. Imp. Pistoia 01722500475 - Rea 173738

Dettagli

CAPRIS S.R.L. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata

CAPRIS S.R.L. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata Reg. Imp. 08635330015 Rea 988433 CAPRIS S.R.L. Sede in VIA SANTA MARIA N.1-10100 TORINO (TO) Capitale sociale Euro 60.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2012 Redatto in forma abbreviata Stato patrimoniale attivo

Dettagli

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O

SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O SILA SVILUPPO AGENZIA PERMANENTE PER L'O Sede in SPEZZANO DELLA SILA Codice Fiscale 02328170788 - Numero Rea COSENZA 157898 P.I.: 02328170788 Capitale Sociale Euro 42.400 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2014. redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CAVA DE' TIRRENI viale GUGLIELMO MARCONI, 52 Capitale Sociale versato e 100.000,00 C.C.I.A.A. SALERNO n. R.E.A317123 Partita IVA: 03734100658 Codice Fiscale: 03734100658 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

azienda di prova srl

azienda di prova srl azienda di prova srl Sede in sede in Codice Fiscale - Numero Rea RM Capitale Sociale Euro 100.000 Società in liquidazione: no Società con socio unico: no Società sottoposta ad altrui attività di direzione

Dettagli

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014

FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI. Relazione sulla gestione alla relazione economico patrimoniale al 31/12/2014 FONDAZIONE DELL'ORDINE DEGLI INGEGNERI Sede in VIA CEFALONIA 70-25100 BRESCIA (BS) Fondo di Dotazione dell Ordine degli Ingegneri di Brescia Euro 51.661,00 I.V. Relazione sulla gestione alla relazione

Dettagli

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011

EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2011 EUROLEADER Soc.Cons. r.l. Codice fiscale 02225450309 Partita iva 02225450309 VIA CARNIA LIBERA 1944, 15-33028 TOLMEZZO UD Numero R.E.A. 244558 Registro Imprese di UDINE n. 02225450309 Capitale Sociale

Dettagli

UNIONE MUSICALE ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013

UNIONE MUSICALE ONLUS. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013 UNIONE MUSICALE ONLUS Rea 878729 Sede in PIAZZA CASTELLO N.29-10123 TORINO (TO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2013 Premessa Signori Associati, il presente bilancio, sottoposto al Vostro

Dettagli

VERSILIA AMBIENTE SRL

VERSILIA AMBIENTE SRL VERSILIA AMBIENTE SRL Sede in VIAREGGIO - VIETTA DEI COMPARINI, 186 Codice Fiscale 02286460460 - Numero Rea LUCCA LU-212120 P.I.: 02286460460 Capitale Sociale Euro 10.000 Forma giuridica: SRL Società in

Dettagli

RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012

RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012 Reg. Imp. 05314400960 Rea 1811719 RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A Sede in VIA VIVAIO 1-20100 MILANO (MI) Capitale sociale Euro 72.510,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012

Dettagli

FASE UNO SRL UNIPERSONALE

FASE UNO SRL UNIPERSONALE Reg. Imp. 03085840928 Rea 245496 FASE UNO SRL UNIPERSONALE Sede in VIALE TRENTO 69-09100 CAGLIARI (CA) Capitale sociale Euro 120.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.400,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: C.E.A.M. CULTURA E ATTIVITA' MISSIONARIA SRL VIA

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L.

AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. AZIENDA TERRITORIALE ENERGIA E SERVIZI A.T.E.S. S.R.L. Sede in VIA ROMA 1 20056 TREZZO SULL'ADDA MI Codice Fiscale 05064840969 - Numero Rea Milano 1793521 P.I.: 05064840969 Capitale Sociale Euro 80.000

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio DICEMBRE 2015 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Note Note Le tabelle con le

Dettagli

FIARC. FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154. Bilancio al 31/12/2012

FIARC. FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154. Bilancio al 31/12/2012 FIARC FIARC FEDERAZIONE ITALIANA ARCIERI DI CAMPAGNA 20142 MILANO (MI) Codice Fiscale 08888610154 Bilancio al 31/12/2012 Stato patrimoniale attivo 31/12/2012 31/12/2011 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

FANCY PIXEL SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro FANCY PIXEL SRL Sede in VIA SARAGAT N.1 FERRARA FE Codice Fiscale 01910420387 - Numero Rea P.I.: 01910420387 Capitale Sociale Euro 20.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Settore di

Dettagli

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO

OPERA DELLA PROVVIDENZA SANT ANTONIO OPERADELLAPROVVIDENZASANT ANTONIO ViadellaProvvidenzan.6835030Rubano BILANCIOESERCIZIO2015 (RAMOATTIVITÀONLUS) Opera della Provvidenza Sant'Antonio Sede legale Via della Provvidenza n. 68 35030 Rubano

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO

ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO ASSOCIAZIONE ONLUS COMITATO ADDIO PIZZO Sede: via Lincoln n. 131 Palermo (PA) Codice Fiscale: 972585825 PEC: addiopizzo@pec.it BILANCIO D'ESERCIZIO AL 31/12/213 STATO PATRIMONIALE ATTIVO 31/12/213 31/12/212

Dettagli

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

CONSORZIO POLO TECNOLOGICO MAGONA. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in CECINA - VIA MAGONA, ND Fondo consortile Euro 186.000 di cui versato Euro 172.114 Iscritta alla C.C.I.A.A. di LIVORNO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 01228620496 Partita IVA: 01228620496

Dettagli

PUBLICOM SRL - UNIPERSONALE

PUBLICOM SRL - UNIPERSONALE PUBLICOM SRL - UNIPERSONALE Sede in PISTOIA Codice Fiscale 01440660478 - Numero Rea PISTOIA 149810 P.I.: 01440660478 Capitale Sociale Euro 14.295 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA

Dettagli

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO Sede in ARIANO IRPINO Codice Fiscale 02318880644 - Numero Rea AVELLINO 150113 P.I.: 02318880644 Capitale Sociale Euro 1.067.566 i.v. Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: ATM Spa Capitale sociale: 696.800,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: Via Leonardo da Vinci 13 PIOMBINO LI sì

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Dati anagrafici Denominazione: ENOTECA REGIONALE DEL ROERO SO C.CONS.A.R.L. Sede: Capitale sociale: 11.352,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: VIA

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014

Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota integrativa al Bilancio chiuso al 31-12-2014 Nota Integrativa parte iniziale Ai sensi delle disposizioni del codice civile in tema di bilancio si forniscono le informazioni seguenti ad integrazione

Dettagli

SI SERVIZI IN LIQUIDAZIONE SRL

SI SERVIZI IN LIQUIDAZIONE SRL SI SERVIZI IN LIQUIDAZIONE SRL Sede in VIA MAZZINI 39 CARBONIA (CA) Codice Fiscale 03167550924 - Rea - 251190 P.I.: 03167550924 Capitale Sociale Euro 10000.00 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA'

Dettagli

S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ

S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ S.R.R. TRAPANI PROV NORD SOC. CONS. P.AZ Sede in C/DA RIGALETTA MILO-VIALE CROCCI 2 ERICE (TP) Codice Fiscale 02484440819 - Numero Rea TP 174377 P.I.: 02484440819 Capitale Sociale Euro 120000.00 Settore

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA Copertina pag. 1 Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di LATINA Dati di identificazione della richiesta Utente : CLT0121 Annotazione : TERME DI SUIO S.R.L. Data richiesta : 19/09/2013

Dettagli

SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE ESAGRAMMA IL MULINO DELLE NOTE ONLUS

SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE ESAGRAMMA IL MULINO DELLE NOTE ONLUS Reg. Imp. 12639100150 Rea 1576261 Albo Nazionale Cooperative n. A119670 SOCIETÀ COOPERATIVA SOCIALE ESAGRAMMA IL MULINO DELLE NOTE ONLUS Sede in VIA LOSANNA 1-20154 MILANO (MI) Bilancio al 31/12/2009 Stato

Dettagli

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

ALFA SPA. Bilancio al 2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro ALFA SPA Sede in Via Medicei 123 - MILANO (MI) 20100 Codice Fiscale 01234567890 - Rea CCIAA 211471 P.I.: 01234567890 Capitale Sociale Euro 101.400 i.v. Forma giuridica: Soc.a responsabilita' limitata A

Dettagli

LUMI INDUSTRIES S.R.L.

LUMI INDUSTRIES S.R.L. LUMI INDUSTRIES S.R.L. Sede in RONCADE (TV) - VIA SILE 41 Codice Fiscale 04684500269 - Rea TV TV - 370113 P.I.: 04684500269 Capitale Sociale Euro 116 i.v. Forma giuridica: SRL Bilancio al 31-12-2014 Gli

Dettagli

INNOVAETICA SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

INNOVAETICA SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro INNOVAETICA SRL Sede in ROMA Codice Fiscale 12170501006 - Numero Rea ROMA 1355872 P.I.: 12170501006 Capitale Sociale Euro 10.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA Società in liquidazione:

Dettagli

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 AMBRA-AGENZIA PER LA MOBILITA DEL BACINO DI RAVENNA SRL Codice fiscale 02143780399 Partita iva 02143780399 VIALE DELLA LIRICA 21-48124 RAVENNA RA Numero R.E.A. 175498 Registro Imprese di Ravenna n. 02143780399

Dettagli

CONSORZIO CALEF. Nota Integrativa al Bilancio chiuso il 31/12/2012

CONSORZIO CALEF. Nota Integrativa al Bilancio chiuso il 31/12/2012 Reg. Imp. 00672990777 Rea 64392 Premessa CONSORZIO CALEF Sede in CENTRO RICERCHE ENEA - S.S. 106 KM. 419+500-75026 ROTONDELLA (MT) Capitale sociale Euro 90.130,66 I.V. Nota Integrativa al Bilancio chiuso

Dettagli

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL

LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL LIBERE PROFESSIONI INTELLETTUALI MB SRL CON UNICO SOCIO 20900 MONZA (MI) VIA LARIO, 15 Capitale sociale:. 50.000,00 interamente versato Codice fiscale: 06660880961 Partita IVA: 06660880961 Iscritta presso

Dettagli

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. METELLIA SERVIZI SRL UNIPERSONALE Sede in CAVA DE' TIRRENI - CORSO UMBERTO I, 395 Capitale Sociale versato Euro 100.000,00 Iscritta alla C.C.I.A.A. di SALERNO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese

Dettagli

AMBIENTE SURL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

AMBIENTE SURL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro AMBIENTE SURL Sede in SORA Codice Fiscale 02013850603 - Numero Rea FROSINONE 124380 P.I.: 02013850603 Capitale Sociale Euro 80.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA CON UNICO SOCIO

Dettagli

SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE LA PRIMULA ONLUS. Bilancio al 31/12/2011

SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE LA PRIMULA ONLUS. Bilancio al 31/12/2011 Reg. Imp. 03076710262 Rea 219063 Albo Nazionale Cooperative a Mutualità Prevalente n. A151631 Sede in VIA BASSE 2-31030 CASIER (TV) Capitale sociale variabile Bilancio al 31/12/2011 Stato patrimoniale

Dettagli

SIBILLA SOCIETA' CONSORTILE A R. L.

SIBILLA SOCIETA' CONSORTILE A R. L. SIBILLA SOCIETA' CONSORTILE A R. L. Sede in CAMERINO LOCALITA' RIO 1 Codice Fiscale 01451540437 - Numero Rea 01451540437 153418 P.I.: 01451540437 Capitale Sociale Euro 2.860 Forma giuridica: SOCIETA' CONSORTILE

Dettagli

Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012

Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2012 Reg. Imp. 01538960491 Rea 136501 S.E.FI. CAMPIGLIA MARITTIMA SRL unipersonale Società soggetta a direzione e coordinamento di COMUNE DI CAMPIGLIA MARITTIMA Società unipersonale Sede in VENTURINA Via don

Dettagli

MELAMANGIO S.P.A. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

MELAMANGIO S.P.A. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro MELAMANGIO S.P.A. Sede in VIA GUIDO ROSSA N. 5/2, CASALECCHIO DI RENO (BO) Codice Fiscale 02472281209 - Numero Rea 02472281209 BO - 442211 P.I.: 02472281209 Capitale Sociale Euro 692.359 Forma giuridica:

Dettagli

FONDAZIONE SLALA Iscritta nel registro delle persone giuridiche presso la Prefettura di Alessandria al n 33/2008

FONDAZIONE SLALA Iscritta nel registro delle persone giuridiche presso la Prefettura di Alessandria al n 33/2008 FONDAZIONE SLALA Iscritta nel registro delle persone giuridiche presso la Prefettura di Alessandria al n 33/2008 Sede in CORSO LAMARMORA 31-15100 ALESSANDRIA (AL) Nota integrativa al bilancio al 31/12/2008

Dettagli

MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2010

MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2010 MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Reg. Imp. 07068730725 Rea 529866 Sede in VIA ROSARIO LIVATINO - 70125 BARI (BA) Capitale sociale Euro 3.000,00 i.v. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2010

Dettagli

CIS RUBICONE SOC.COOP.SOC.ARL ONLUS

CIS RUBICONE SOC.COOP.SOC.ARL ONLUS CIS RUBICONE SOC.COOP.SOC.ARL ONLUS Sede in VIA ANTOLINA, 273 SAVIGNANO SUL RUBICONE Codice Fiscale 01465520409 - Numero Rea 197375 197375 P.I.: 01465520409 Capitale Sociale Euro 12377.12 Forma giuridica:

Dettagli

RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A.R.L. Bilancio al 31/12/2013

RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A.R.L. Bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 05314400960 Rea 1811719 RETE DI SPORTELLI PER L'ENERGIA E L'AMBIENTE S.C.A.R.L. Sede in VIA VIVAIO 1 - MILANO MI Capitale sociale Euro 72.510,00 I.V. Bilancio al 31/12/2013 Stato patrimoniale

Dettagli

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE

CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE CONSORZIO MEDIO TIRRENO IN LIQUIDAZIONE Sede in TORRE EUROPA - VIA ANNOVAZZI, 00053 CIVITAVECCHIA (RM) Codice Fiscale 03908900586 - Numero Rea RM 911152 P.I.: 01259061008 Capitale Sociale Euro - i.v. Forma

Dettagli

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 AMBRA-AGENZIA PER LA MOBILITA DEL BACINO DI RAVENNA SRL Codice fiscale 02143780399 Partita iva 02143780399 VIALE DELLA LIRICA 21-48124 RAVENNA RA Numero R.E.A. 175498 Registro Imprese di Ravenna n. 02143780399

Dettagli

LIVORNO SPORT SRL IN LIQUIDAZIONE Società unipersonale. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011

LIVORNO SPORT SRL IN LIQUIDAZIONE Società unipersonale. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011 Registro Imprese di Livorno n.00967250499 Rea 88815 LIVORNO SPORT SRL IN LIQUIDAZIONE Società unipersonale Sede in piazza del Municipio n 1 - Livorno Capitale sociale Euro 19.500,00 i.v. Nota integrativa

Dettagli

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE PERUGIASSISI 2019 Sede in Perugia - via Mazzini 21 Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

Dettagli

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013

FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013 FONDI RUSTICI S.P.A. A SOCIO UNICO Codice fiscale 02108740503 Partita iva 02108740503 VIA MARCONI 5-56037 PECCIOLI PI Numero R.E.A 181649 Registro Imprese di PISA n. 02108740503 Capitale Sociale 9.000.000,00

Dettagli

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014

Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Nota integrativa al Bilancio al 31 Dicembre 2014 Introduzione Ai sensi delle disposizioni contenute nel Codice Civile in tema di bilancio di esercizio e in ottemperanza a quanto previsto dall art. 2427,

Dettagli

NOXI SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

NOXI SRL. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro NOXI SRL Sede in 30172 VENEZIA-MESTRE (VE) VIA ALEARDI 152 Codice Fiscale 04200810275 - Numero Rea VE 374465 P.I.: 04200810275 Capitale Sociale Euro 10.000 Forma giuridica: SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA

Dettagli

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013

FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI. Bilancio al 31/12/2013 FONDO INTERBANCARIO DI TUTELA DEI DEPOSITI Registro Imprese 640399 Rea 8508/87 Sede in via Plebiscito, 102-00186 Roma Fondo Consortile 439.916,51 Codice Fiscale 08060200584 Partita IVA 01951041001 Bilancio

Dettagli

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011

CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 CASINO' S.P.A. BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011 Sede legale: Corso degli Inglesi, 18 - Sanremo (Im) Capitale Sociale 120.000,00 i.v. Registro Imprese di Imperia 01297620088 - R.E.A. 114547 Codice fiscale 01297620088

Dettagli

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Azienda Territoriale Energia e Servizi A.T.E.S. SRL Via Padre Benigno Calvi n.3, Trezzo sull Adda (MI) Capitale sociale 73.450 i.v. Registro delle imprese di Milano n.05064840969 REA 1793521 Nota integrativa

Dettagli

CANOTTIERI SERVIZI SRL A SOCIO UNICO. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c.

CANOTTIERI SERVIZI SRL A SOCIO UNICO. Nota Integrativa al bilancio chiuso al 31/12/2012 redatta in forma abbreviata ai sensi dell'art. 2435 - bis c.c. Sede in MANTOVA - VIA SANTA MARIA NUOVA, 15 Capitale Sociale versato Euro 10.000,00 Registro Imprese di MANTOVA n. 243667 Partita IVA: 02330440203 - Codice Fiscale: 02330440203 Nota Integrativa al bilancio

Dettagli

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL

AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL AZIENDA AGRICOLA DIMOSTRATIVA SRL Sede in VIA PALLODOLA 23 SARZANA Codice Fiscale 00148620115 - Numero Rea P.I.: 00148620115 Capitale Sociale Euro 844.650 Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono

Dettagli

ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31.10.2012

ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO AL 31.10.2012 Antica Fiera del Soco Srl - società con unico socio ANTICA FIERA DEL SOCO SRL Società con unico socio Sede in Grisignano di Zocco (VI) Capitale Sociale: Euro 235.400,00= i.v. Codice Fiscale e Numero Iscrizione

Dettagli

SELLF SRL Sede in Via Sile n. 41 31056 RONCADE (TV) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Registro Imprese di Treviso e C.F.

SELLF SRL Sede in Via Sile n. 41 31056 RONCADE (TV) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Registro Imprese di Treviso e C.F. SELLF SRL Sede in Via Sile n. 41 31056 RONCADE (TV) Capitale sociale Euro 10.000,00 i.v. Registro Imprese di Treviso e C.F. 04608990265 Bilancio chiuso al 31/12/2013 Stato patrimoniale attivo 31/12/2013

Dettagli

HOTEL PARCO DEI PRINCIPI S.R.L. UNIPERSONALE

HOTEL PARCO DEI PRINCIPI S.R.L. UNIPERSONALE HOTEL PARCO DEI PRINCIPI S.R.L. UNIPERSONALE Sede legale: LUNGOMARE DE GASPERI 70 GROTTAMMARE (AP) Iscritta al Registro Imprese di ASCOLI PICENO C.F. e numero iscrizione 01151770441 Iscritta al R.E.A.

Dettagli

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio

Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio Tassonomia XBRL Principi Contabili Italiani Contenuto tabellare della nota integrativa al bilancio d'esercizio VERSIONE OTTOBRE 2014 Tavolo di lavoro società non quotate XBRL Italia Versione: 20141024-1

Dettagli

INFRATARAS SPA IN LIQUIDAZIONE. Controllata da Comune di Taranto Societa' per azioni con socio unico

INFRATARAS SPA IN LIQUIDAZIONE. Controllata da Comune di Taranto Societa' per azioni con socio unico Sede in TARANTO - VIA CESARE BATTISTI 1016, 1018 Capitale Sociale versato Euro 516.400,00 Iscritto alla C.C.I.A.A. di TARANTO Codice Fiscale e N. iscrizione Registro Imprese 90110860732 Partita IVA: 02255820736

Dettagli

GOLEM SOCIETA CONSORTILE A R.L.

GOLEM SOCIETA CONSORTILE A R.L. GOLEM SOCIETA CONSORTILE A R.L. VIA ROMA 41 2557 SALE MARASINO BS Registro Imprese di Brescia N. di iscrizione e Cod. Fiscale: 315765981 Rea n. 511 Capitale sociale 14.25, i.v. Bilancio al 31/12/211 GOLEM

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A) Crediti verso soci per versamenti

Dettagli

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA

CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Bilancio al 31/12/2014 CONSORZIO ENERGIA LIGURIA CONSORZIO ENERGIA LIGURIA Sede legale: VIA PESCHIERA 16 GENOVA (GE) Iscritta al Registro Imprese di GENOVA C.F. e numero iscrizione 01323550994 Iscritta al R.E.A. di Genova n. 400879 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

FONDAZIONE SAN SALVATORE. Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014

FONDAZIONE SAN SALVATORE. Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 Reg. Imp. 01209290293 Rea 136127 FONDAZIONE SAN SALVATORE Sede in VIA PIAVE 67-45036 FICAROL0 (RO) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 Premessa Signori Consiglieri, il presente bilancio,

Dettagli

ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Bilancio al 31/12/2014

ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Bilancio al 31/12/2014 ASCOLI SERVIZI COMUNALI S.R.L. Reg. Imp. 01765610447 Rea 171608 Sede in PIAZZA ARRINGO, 1-63100 ASCOLI PICENO (AP) Capitale sociale Euro 20.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

Informazioni generali sull'impresa

Informazioni generali sull'impresa Informazioni generali sull'impresa Denominazione Sede Codice fiscale Codice CCIAA Partita iva Numero REA Forma giuridica Capitale Sociale Settore attività prevalente (ATECO) Numero albo cooperative Appartenenza

Dettagli

E.S.CO. BERICA SRL Bilancio al 31/12/2013

E.S.CO. BERICA SRL Bilancio al 31/12/2013 E.S.CO. BERICA SRL Sede legale: VIA CASTELGIUNCOLI, 5 LONIGO (VI) Iscritta al Registro Imprese di VICENZA C.F. e numero iscrizione 03510890241 Iscritta al R.E.A. di Vicenza n. 221382 Capitale Sociale sottoscritto

Dettagli

MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011

MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011 MAGIC DOODLE SOC. COOP. SOCIALE A R.L. Reg. Imp. 07068730725 Rea 529866 Sede in VIA ROSARIO LIVATINO - 70125 BARI (BA) Capitale sociale Euro 5.000,00 I.V. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011

Dettagli

Bilancio al 31/12/2004

Bilancio al 31/12/2004 A.AM.P.S. Azienda Ambientale di Pubblico Servizio s.p.a. Sede Legale Via G. Bandi 15 57122 Livorno CF/PI 01168310496 Capitale sociale Euro 16.476.400,00 i.v. Reg. Imp. 18305 Rea 103518 Bilancio al 31/12/2004

Dettagli

TECHNE SOCIETA' CONSORTILE A RESPONSABILITA' LIMITATA

TECHNE SOCIETA' CONSORTILE A RESPONSABILITA' LIMITATA TECHNE SOCIETA' CONSORTILE A RESPONSABILITA' LIMITATA Sede in VIA SAVOLINI 9 CESENA FC Codice Fiscale 02604400404 - Numero Rea FC 281072 P.I.: 02604400404 Capitale Sociale Euro 120.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE

IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE IL GRATICOLATO SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE Sede in SAN GIORGIO DELLE PERTICHE Codice Fiscale 02191560289 - Numero Rea PADOVA 214291 P.I.: 02191560289 Capitale Sociale Euro 72.800 Forma giuridica: SOCIETA'

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 0,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: FONDAZIONE OAGE PIAZZA SAN MATTEO 18 GENOVA GE sì Partita

Dettagli

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL

GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL GAL OLTREPO' MANTOVANO SOC.CONS.ARL Sede in PIAZZA PIO SEMEGHINI 1-46026 QUISTELLO (MN) Codice Fiscale 02277540205 - Numero Rea MN 000000239049 P.I.: 02277540205 Capitale Sociale Euro 27.200 i.v. Forma

Dettagli

RADIOLOGIACLINICASRL. Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013

RADIOLOGIACLINICASRL. Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013 RADIOLOGIACLINICASRL Bilancio dell esercizio chiuso al 31/12/2013 Sede legale VIA LUIGI CADORNA N. 19 PADOVA PD Iscritta al Registro Imprese di PADOVA C.F. e numero iscrizione 01506850286 Iscritta al R.E.A

Dettagli

FONDAZIONE THEVENIN - Onlus. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014

FONDAZIONE THEVENIN - Onlus. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 C.F. 80000150518 P.I. 02106220516 FONDAZIONE THEVENIN - Onlus Sede in via Sassoverde n.32-52100 AREZZO (AR) Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2014 Premessa Attività svolte La Fondazione svolge

Dettagli

Nota integrativa al 31 dicembre 2014

Nota integrativa al 31 dicembre 2014 Nota integrativa al 31 dicembre 2014 Premessa Sig.ri Associati, nell che si è appena concluso la Vostra Associazione ha mantenuto la qualifica di ONLUS ricorrendone tutti i requisiti di legge. Nel corso

Dettagli

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti

BILANCIO ESERCIZIO. Stato patrimoniale. A) Crediti verso soci per versamenti ancora dovuti Pagina 1 di 9 BILANCIO ESERCIZIO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici MERCOGLIANO Denominazione: SERVIZI S.R.L. CON UNICO SOCIO PIAZZA MUNICIPIO N. Sede: 1-83013 MERCOGLIANO (AV) Capitale

Dettagli

VENETO PROMOZIONE S.C.P.A.

VENETO PROMOZIONE S.C.P.A. VENETO PROMOZIONE S.C.P.A. Sede in VIA DELLE INDUSTRIE 19/D VENEZIA VE Codice Fiscale 04064180278 - Numero Rea VE P.I.: 04064180278 Capitale Sociale Euro 500.000 i.v. Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO

AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO AZIENDA MOBILITA' UFITANA S.P.A. A SOCIO UNICO Sede in VIA TRIBUNALI SNC - 83031 ARIANO IRPINO (AV) Codice Fiscale 02318880644 - Numero Rea AVELLINO 150113 P.I.: 02318880644 Capitale Sociale Euro 1.067.566

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013 VALORI ESPRESSI IN UNITA DI EURO

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO DI ESERCIZIO AL 31/12/2013 VALORI ESPRESSI IN UNITA DI EURO 1 GIOVANI E AMICI COOPERATIVA SOCIALE A RL Sede in TERRASSA PADOVANA, VIA NAVEGAURO, 50 Codice Fiscale e Partita Iva: 02269930281 Iscrizione Albo Cooperative n. A122759 Sezione Cooperative Mutualità Prevalente

Dettagli

MOKU S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro

MOKU S.R.L. Bilancio al 31-12-2014 Gli importi presenti sono espressi in Euro MOKU S.R.L. Sede in VIA SILE 41 31056 RONCADE TV Codice Fiscale 04589330267 - Numero Rea Treviso 632195 P.I.: 04589330267 Capitale Sociale Euro 10.000 Forma giuridica: Societa' a responsabilita' limitata

Dettagli

Bilancio al 31/12/2014

Bilancio al 31/12/2014 Informazioni generali sull impresa Denominazione: Dati anagrafici Sede: Capitale sociale: 10.000,00 Capitale sociale interamente versato: Codice CCIAA: DOCCIA SERVICE S.R.L. PIAZZA VITTORIO VENETO 1 SESTO

Dettagli

BILANCIO CONSOLIDATO

BILANCIO CONSOLIDATO Page 1 of 9 BILANCIO CONSOLIDATO Informazioni generali sull'impresa Dati anagrafici Denominazione: MEP SPA 20121 MILANO (MI) - PIAZZA DEL Sede: LIBERTY, 2 Capitale Sociale: 10.372.791 Capitale Sociale

Dettagli

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014

FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO. Bilancio al 31/12/2014 Sede in VIA SAN FRANCESCO DA PAOLA, 3-10123 TORINO (TO) Fondo di dotazione Euro 100.000,00 i.v. Bilancio al 31/12/2014 FONDAZIONE PER LA CULTURA TORINO Stato patrimoniale attivo 31/12/2014 31/12/2013 A)

Dettagli

FERROVIA ADRIATICO SANGRITANA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014

FERROVIA ADRIATICO SANGRITANA S.P.A. Bilancio al 31/12/2014 FERROVIA ADRIATICO SANGRITANA S.P.A. Reg. Imp. 01935320695 Rea 139547 Sede in VIA DALMAZIA, N. 9-66034 LANCIANO (CH) Capitale sociale Euro 2.582.300,00 I.V. Bilancio al 31/12/2014 Stato patrimoniale attivo

Dettagli

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33

Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 Stato Patrimoniale Conto Economico Nota integrativa Al 31 dicembre 2014 33 34 COOPERLAT SOC.COOP. AGRICOLA Sede in 60035 JESI (AN) VIA PIANDELMEDICO, 74 Codice Fiscale 00807560420 - Numero Rea AN 91950

Dettagli

IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011

IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2011 IMERA SVILUPPO 2010 SOC. CONSORTILE A.R.L. Reg. Imp. 96015140823 Rea 259417 Sede in VIA GARIBALDI 2 C/O UFFICI COMUNALI - 90018 TERMINI IMERESE (PA) Capitale sociale Euro 100.000,00 di cui Euro 79.250,00

Dettagli

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA

COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA COLLEGIO DEI PERITI INDUSTRIALI E DEI PERITI INDUSTRIALI LAUREATI DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA Sede in BOLOGNA VIA DELLA BEVERARA 123 Codice fiscale 80064010376 Partita IVA 03132661202 NOTA INTEGRATIVA AL

Dettagli

AGROMED SOCIETA' CONSORTILE A RL

AGROMED SOCIETA' CONSORTILE A RL AGROMED SOCIETA' CONSORTILE A RL Sede in VIALE VIRGILIO 152-74121 TARANTO (TA) Codice Fiscale 02576730739 - Numero Rea TA 000000155815 P.I.: 02576730739 Capitale Sociale Euro 150.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

LURA AMBIENTE S.P.A.

LURA AMBIENTE S.P.A. LURA AMBIENTE S.P.A. Sede in VIA LAINATE 1200-21042 CARONNO PERTUSELLA (VA) Codice Fiscale 02259590129 - Numero Rea VA 000000242557 P.I.: 02259590129 Capitale Sociale Euro 120.000 i.v. Forma giuridica:

Dettagli

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014

COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 COLLEGIO DEI GEOMETRI DELLA PROVINCIA DI MODENA Sede in VIA SCAGLIA EST 144-41100 MODENA (MO) Nota integrativa al bilancio al 31/12/2014 Premessa La presente nota integrativa è redatta in ossequio a quanto

Dettagli

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO il 31/12/2011

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO il 31/12/2011 NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO CHIUSO il 31/12/2011 Criteri di formazione Il presente bilancio è stato redatto in forma abbreviata in quanto sussistono i requisiti di cui all articolo 2435 bis, 1 comma del

Dettagli

CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2006

CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA. Nota integrativa al bilancio chiuso il 31/12/2006 CENTRO AGROALIMENTARE RIMINESE SPA Sede legale: Via Emilia Vecchia n. 75 - RIMINI (RN) Registro Imprese C.c.i.a.a. di Rimini 02029410400 Capitale sociale: Euro 11.798.463,00 C.f. e P.iva.: 02029410400

Dettagli

SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A.

SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A. Registro Imprese 06258150827 Rea 309030 SRR PALERMO PROVINCIA EST S.C.P.A. Sede in Via Falcone e Borsellino 100/D - 90018 Termini Imerese (PA) Capitale Sociale Euro 120.000,00 di cui Euro 102.299,17 versati

Dettagli

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato

FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato FONDAZIONE OAT TORINO - Via Giolitti n. 1 CAPITALE SOCIALE: euro 77.468,53 interamente versato BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2012 SITUAZIONE PATRIMONIALE ATTIVO A) CREDITI VERSO SOCI B) IMMOBILIZZAZIONI I. IMMOBILIZZAZIONI

Dettagli