Un ventaglio di operazioni bancarie tramite apertura di credito

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un ventaglio di operazioni bancarie tramite apertura di credito"

Transcript

1 52 S& Strumenti 11/97 ESERCIZIO 9 INIRIZZO mministrativi Programmatori Igea Mercurio Professionali Un ventaglio di operazioni bancarie tramite apertura di credito di GIULINO PGNIN a) Redigi, con dati a scelta, la scheda, lo scalare interessi e il prospetto trimestrale di competenze e spese relativamente a un apertura di credito per elasticità di cassa, indicando almeno quattro operazioni che diano luogo a un addebito in c/c di corrispondenza e almeno quattro operazioni che diano luogo a un accredito (fido concesso lire ). Nel c/c in esame ipotizza un operazione antergata e un operazione postergata e nello scalare per valuta inserisci una variazione di tassi sia debitori sia creditori, a seguito della riduzione del TUS. Precisa, infine, il grado di utilizzo dell apertura di credito e il tasso effettivo del credito utilizzato. Esprimi le motivazioni che hanno indotto la Bankitalia a ridurre il TUS dello 0,75 e attualmente del 7,5%. b) Tenendo presenti le diverse classificazioni delle aperture di credito, individua il tipo di apertura di credito più adatta a rispondere alle seguenti esigenze: azienda individuale molta nota alla banca che deve acquistare delle merci con pagamento a mezzo cambiali e/o RiBa; per le cambiali e/o RiBa il fornitore richiede la firma di una banca a titolo di garanzia; azienda poco nota alla banca perché operante su una piazza diversa;l azienda intende ave re la possibilità di effe t t u a re nu m e rosi ve rsamenti e nu m e rosi pre l evamenti in conto, alcuni dei quali allo scoperto. Soluzione Punto a Per realizzare le schede richieste dalla tematica, conviene ipotizzare le diverse operazioni che il titolare del c/c di corrispondenza ha intrattenuto con l istituto di credito: a) si considera il 4 trimestre dell anno; in tale ipotesi bisogna ipotizzare il totale Numeri vere dei precedenti trimestri perché la capitalizzazione degli interessi a favore del titolare del conto avviene al 1/12 (da ricordare che gli interessi passivi calcolati sul totale Numeri are vengono addebitati alla fine di ogni trimestre): 1 trimestre Totale Numeri vere trimestre Totale Numeri vere trimestre Totale Numeri vere I tassi previsti dal c/c di corrispondenza in esame vengono così stabiliti: interessi debitori 12,50%; interessi creditori 6%. Nei periodi già trascorsi i tassi pattuiti non hanno subìto alcuna variazione. b) lla fine del trimestre il saldo contabile vere del c/c di corrispondenza è di lire , comprensivo di una partita a scadere di segno vere di lire (è rappresentata da un assegno bancario fuori piazza depositato dal titolare del c/c in data 29/09;tale operazione viene ripresa nell estratto conto del 4 trimestre con segno vere 1 partita ripresa e con valuta 29/ giorni di perdita di valuta = 0/10.Trattasi di un operazione postergata). L operazione di apertura del c/c è rappresentata dal saldo liquido che viene così calcolato:

2 S& Strumenti 11/97 5 saldo contabile vere lire operazione postergata vere lire saldo liquido vere lire con valuta 0/09 c) vvengono successivamente le seguenti operazioni effettuate dalla Rossi & C.S.n.c.intestataria del c/c di corrispondenza e intrattenuto presso la Cassa di Risparmio di Padova & Rovigo - Sede di Padova: 07/10:la banca addebita l /B n 740/85 di lire,emesso dalla cliente in data 27/09; trattasi di un operazione antergata, vale a dire di una particolare operazione che ha avuto manifestazione nel trimestre precedente ma raccolta dalla banca in data 07/10; tale operazione viene registrata in are del c/c di corrispondenza del 4 trimestre con valuta il giorno di emissione dell assegno, cioè il 27/09; 09/10: vengono addebitate le competenze e spese del trimestre precedente per lire ; trattasi di un operazione are del c/c e con valuta 0/09; 10/10: il cliente ottiene dalla banca un apertura di credito in c/c per elasticità di cassa con un fido di lire e rilascia alla banca un effetto,con scadenza in bianco,pari al 110% del credito concesso.il credito verrà utilizzato nel corso del trimestre con operazioni di segno are;lo scalare per valuta provocherà saldi are e di conseguenza Numeri are sui quali matureranno interessi debitori a fine trimestre. tale proposito si può affermare che il conto è scoperto o in rosso ma garantito dall effetto di smobilizzo al 110%; il 10% in più garantisce la copertura degli interessi passivi sugli utilizzi ed eventuali spese (l effetto in esame viene presentato, poi, assieme alla documentazione); 15/10:la cliente ordina alla banca di pagare una cambiale di lire firmata dalla Rossi & C. S.n.c. e scadente il 16/10. Trattasi di un operazione are di lire e con valuta il giorno di scadenza dell effetto, e cioè il 16/10; 27/10:la cliente ordina alla banca di effettuare un bonifico di lire a favore di un suo fornitore, il cui c/c dovrà essere accreditato con valuta 1/10. È un operazione are del c/c di corrispondenza, la cui valuta è il 0/10, giorno antecedente la valuta fi s s a t a, p o i ché l ordinante e il benefi c i a rio hanno conto presso la stessa filiale della Cassa di Risparmio; 1/10: in seguito alla variazione del TUS, la banca comunica che a partire dal 04/11 i tassi precedentemente pattuiti presentano le seguenti variazioni: Variazione tassi a credito: 0,750 Variazione tassi a debito: 0,250 Le variazioni in esame devono manifestarsi nello scalare per valuta con la separazione dei nu m e ri are e ve re dei due peri o d i ; la presente va riazione porta la va l u t a 0/11; : la cliente versa lire in contanti e un /B di lire pagabile a Milano. L operazione per contanti viene registrata in vere con valuta giorno stesso il ; l assegno su Milano viene re gi s t rato al s.b.f. come operazione ve re e con va l u t a 11/11 (si considera una perdita di valuta di 4 gg.); 08/11:la banca accredita le cedole semestrali su BTP nominali ,in amministrazione presso la banca, tasso lordo 9%, god. 01/05-01/11. Il conteggio può così essere rappresentato: Cedola lorda = x 9 x 6 = lire operazione vere con valuta 02/ (e cioè valuta il gi o rno dopo la data di godimento) La cedola viene accreditata in c/c di corrispondenza al lordo della ri t e nuta fi s c a l e, poiché la cliente rientra nel decreto legislativo 01/04/1996, n 29, in vigore dal 1

3 54 S& Strumenti 11/97 gennaio 1997; trattasi di soggetti lordisti, nei cui confronti gli intermediari non applicano alcuna imposta o ritenuta; 24/11: estinzione dell /B n 740/86 di lire emesso dalla cliente in data 21/11. È un operazione are c/c di corrispondenza per lire e con valuta giorno di emissione dell assegno il 21/11; 0/11:la cliente ordina alla banca,come da rispettiva delega,il versamento dell acconto imposte per lire È un operazione are del c/c di corrispondenza per l importo espresso nella delega e con valuta il giorno della presentazione della delega, il 0/11; 14/12: la banca addebita per utenze diverse lire (Telecom, Enel, gas). È un operazione are con valuta il giorno stesso e cioè il 14/12; 1 8 / 1 2 : addebito di una RiBa in scadenza per lire ; estinzione dell /B n 740/87 di lire emesso dalla cliente in data 15/12. La RiBa viene registrata in are del c/c con valuta ; l estinzione dell /B è pure un operazione are ma con valuta il giorno dell emissione, il 15/12. Condizioni per la chiusura del c/c di corrispondenza a) Commissione sul massimo scoperto (CMS): 1,8%; b) spese per la tenuta del conto lire per ogni singola operazione + lire per il rimborso per la produzione e l invio delle comunicazioni previste dalla legge sulla trasparenza bancaria (comunicazione per variazione tassi); c) spese forfettarie per la tenuta del conto, lire 0.000; d) recupero bollo su estratto conto lire per trimestre; e) ritenuta fiscale sugli interessi a credito 27%. Estratto conto al 1/12/199n Cassa di Risparmio di Padova & Rovigo Filiale n 7 Padova n conto corrente: 740/15/P Intestato a: Rossi & C. S.n.c. Via Sarpi n Padova Ci pregiamo inviarvi l elenco delle registrazioni effettuate sul Vostro c/c di corrispondenza nel periodo 01/10/199n - 1/12/199n con allegato scalare per valuta del 4 trimestre e il prospetto delle competenze ate Valute are vere escrizione operazioni S Saldi N. 01/10 01/10 07/10 09/10 15/10 27/10 08/11 24/11 0/11 14/12 1/12 0/09 0/10 27/09 0/09 16/10 0/10 11/11 02/11 21/11 0/11 14/12 15/12 1/ Saldo liquido Partita ripresa Estinto Vs. /B n 740/85 Competenze III trimestre Estinzione effetti Bonifico a favore di terzi Versamento in contanti Vers./B s.b.f fuori piazza ccredito cedole su BTP Estinto /B n 740/86 Pagamento imposte Pagamento utenze diverse ddebito RiBa in scadenza Estinto /B n 740/87 Imposta di bollo

4 S& Strumenti 11/97 55 Scalare per valuta del 4 trimestre Cassa di Risparmio di Padova & Rovigo Filiale n 7 Padova Intestato a: Rossi & C. S.n.c. Via Sarpi n 0 Estratto conto al 1 dicembre 199n 5100 Padova n conto corrente: 740/15/P Scalare sui saldi per valuta relativo ai Vs. movimenti registrati nel 4 trimestre M o v i m e n t i S a l d i Numeri /1.000 Va l u t e G G. a r e v e r e a r e v e r e a r e v e r e /09 27/09 0/09 0/10 16/10 0/10 02/ /11 11/11 21/11 0/11 14/12 15/12 1/

5 56 S& Strumenti 11/97 Prospetto per competenze e spese relativo al 4 trimestre Elementi per il conteggio delle competenze 1) Interessi creditori: ecorrenza Tasso Numeri creditori Interessi creditori 01/01-0/11 6% ( ) /11-1/12 5,25% Ritenuta fiscale 27% sull imponibile di lire (4.12) Totale netto ) Interessi debitori: ecorrenza Tasso Numeri debitori Interessi debitori 01/10-0/11 12,50% (88.6) 04/11-1/12 12,25% ( ) Totale interessi debitori (964.50) ) Commissione massimo scoperto: Valuta scoperto liquota Base di calcolo Importo commissione 1/12 0,125% (65.265) 4) Spese: Operazioni n 14 a lire Importo (28.000) Spese fisse di chiusura Importo (0.000) Totale spese (58.000) La partita n 15 non viene conteggiata per le spese di tenuta conto Riepilogo competenze: a debito a credito 1) Interessi netti a credito ) Interessi a debito ) Commissione massimo scoperto ) Spese Totali Sbilancio competenze L importo di lire viene registrato a Vs. debito sul Vs. c/c n 740/15/P nel 1 trimestre del 199n +1 con valuta 1 dicembre 199n. lcune definizioni L apertura di cre d i t o ra p p resenta il c redito che una banca accorda a un determ i n a t o cliente perché questi lo utilizzi entro un determinato tempo, talvolta indeterminato,in forme convenute e a prestabilite condizioni. L apertura di credito per elasticità di cassa può essere garantita da un effetto di recupero: è una cambiale in bianco avente la forma di pagherò diretto sottoscritto dal beneficiario (affidato) di un fido bancario non assistito da garanzia reale. L effetto di recupero è spesso avallato da terze persone che godono di piena fiducia da parte della banca che concede il fido.nel caso sopra esposto,l effetto di recupero con scadenza in bianco può essere così rappresentato:

6 S& Strumenti 11/ ) La scadenza in bianco permette alla banca di realizzare la somma nel momento in cui lo ritiene opportuno (è un invito al debitore a regolare il proprio debito); 2) l effetto di recupero può essere riscontato presso un istituto maggiore da parte della banca che ha erogato il fido in esame; ) generalmente il fido concesso (lire nel caso in esame) viene maggiorato del 10%, per cui l effetto rilasciato ha un importo pari a lire ; per la banca erogante significa sia la copertura del capitale sia degli interessi e spese; 4) è un semplice vaglia cambiario emesso a favore di un Istituto di credito; in questo caso il bollo viene calcolato su lire 66 milioni e l imposta viene calcolata nella misura di lire 11 per ogni lire o frazione (nel caso in esame il bollo da applicare all effetto di recupero ammonta a lire ). Il grado di utilizzo dell apertura di credito indica in quale misura la Rossi & C. S.n.c.ha utilizzato il credito accordatogli dalla Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Il cliente ha ottenuto l apertura di credito di lire in data 10 ottobre e l ha utilizzata fino al 1/12 (per 82 giorni).se l apertura di credito fosse stata utilizzata interamente, il totale Numeri are dallo scalare per valuta sarebbe risultato: lire x 82 = lire In realtà il totale Numeri are,dallo scalare per valuta, risulta:lire ( ) = per un Totale Numeri are pari a lire Se confrontato con il risultato precedente, si deduce che l apertura di credito non è stata utilizzata integralmente: < Il grado di utilizzo si ottiene come segue: lire x 100 = 58, 0% grado di utilizzo dell apertura di credito nel trimestre da parte del cliente affidato Il costo effettivo del credito utilizzato è rappresentato dagli interessi passivi più la commissione di massimo scoperto e cioè: lire ( ) = lire costo del finanziamento alla formula inversa dell interesse risulta: r = 6,5 x Costo del finanziamento = 6,5 x = 1,11% N/ Il tasso del 1,11% rappresenta il tasso effettivo del credito utilizzato. Se consideriamo, infine, l elasticità dell operazione che è allo studio, possiamo affermare che il grado di utilizzo dell apertura (58,0%) può essere ritenuto apprezzabile sia per la banca sia per la cliente. In realtà un minor utilizzo rappresenta per la banca un minor introito e un mancato utilizzo dell apertura che può essere offerta ad altri clienti interessati. Relativamente alla riduzione dei tassi debitori e creditori per effetto della riduzione del TUS, Bankitalia intende: a) far ridurre il costo del denaro per le imprese e lo Stato; b) incentivare o stimolare gli investimenti. Nel primo caso la riduzione del TUS avrà un significativo effetto ( ) sugli oneri per il debito pubblico e sul miglioramento della situazione debitoria delle imprese (a patto che le banche abbattano coerentemente i loro tassi attivi); nel secondo caso vi può essere qualche perplessità sull efficacia di tale variazione. Tutto dipende dalla situazione generale dell impresa che mette in moto la leva degli investimenti (situazione debitoria, oneri finanziari già accumulati, quota di mercato già posseduta e opportunità di espanderla, ecc). L aumento degli investimenti dovrebbe portare anche a una ripresa economica e dunque alla conseguente diminuzione disoccupazionale.

7 58 S& Strumenti 11/97 Secondo l economista Tancredi Bianchi il livello dei tassi non garantisce automaticamente il posto di lavoro. Punto b Per risolvere i due casi richiesti è conveniente definire il concetto di eccedenza dei costi sui ricavi, problema che si manifesta in particolare nelle imprese industriali dove il prodotto entra nel mercato e trova la sua contropartita monetaria a produzione già attuata e dunque a costi già sostenuti con conseguenti uscite monetarie. Questa eccedenza rappresenta per qualsiasi azienda un esigenza finanziaria che viene soddisfatta attraverso le forme tecniche del Capitale proprio e del Capitale di credito. È in particolare quest ultimo aspetto che ci interessa per la soluzione dei due casi. Il problema delicato del procacciamento dei mezzi finanziari (ottenere credito) costringe l impresa ad attuare processi informativi particolari, al fine di ottenere una concessione di fido, operazione che oggi risulta essenziale per ogni azienda che voglia ampliare la sua influenza sul mercato, o che si trovi in momentanea difficoltà finanziaria. altra parte la banca o qualsiasi altra società finanziaria sarà disponibile a concedere credito alle aziende verso le quali nutre una determinata stima sotto il profilo delle garanzie offerte e della condotta dimostrata nel passato. Per l istituto di credito erogante il fido fondamentale è un attenta analisi del bilancio dell impresa finanziata, che permetterà di valutare l effettiva bontà delle risorse, nonché l entità delle risorse stesse;si potrà valutare l influenza del capitale di terzi (debiti) in rapporto al totale delle fonti e al Patrimonio netto.subito risulterà evidente (almeno a livello intuitivo) se la nuova richiesta di fido andrà a finanziare la produzione (attivo circolante), o se servirà invece a pagare debiti già contratti, a coprire cioè falle antiche. alle situazioni economica e finanziaria, poi, la banca trarrà tutte le altre informazioni essenziali,concernenti il livello di produzione e di vendita,e soprattutto l incidenza sul risultato d esercizio della gestione non caratteristica (con particolare attenzione al punto 17 del Conto economico). Terminata l indagine, la banca che decide di accordare il fido metterà a disposizione dell impresa-cliente un ampio ventaglio di operazioni tra cui scegliere il trattamento più opportuno, nonché servizi collaterali adeguati e differenziati. E, sempre all interno della necessità di differenziare i propri servizi, è possibile individuare operazioni nuove e molto pratiche, quali l accredito di portafoglio s.b.f., operazione molto utile alle imprese e in particolar modo a quelle che lavorano con una vasta schiera di clienti. Tramite tale operazione è possibile liberarsi dal gravoso compito di gestione di effetti, Riba e fatture, lasciando che sia la banca ad assumersi tali competenze. Il port a foglio s.b.f. assume le cara t t e ri s t i che di una ve ra concessione di credito (e necessita p e rciò di un fido) qualora av venga l accredito anticipato di effe t t i, Riba o fa t t u re : ciò può avve n i re tramite un conto fru t t i fe ro, i n f ru t t i fe ro (conto evidenza) e direttamente nel c/c di c o rri s p o n d e n z a. L utilizzo del fido da parte dell impresa deve essere corretto e deve av ve n i- re con cri t e rio e intellige n z a. L utilizzo immediato o il pre l evamento di grosse somme non può certamente essere accolto con favo re dall impresa bancari a, la quale sare bbe costretta a s e g u i re con sospetto l attività del cl i e n t e. a l t ra part e, il quasi non utilizzo di somme del c redito concesso signifi ch e re bbe eccessiva liquidità per la banca ov ve ro pro fitti mancati. L ottimale utilizzazione del fido dev essere, cioè,progressiva e non deve assolutamente finanziare il pagamento di debiti già contratti, bensì sostenere la produzione. Infine, l impresa deve attenersi ad attenti comportamenti e sfruttare al massimo i servizi della banca, per non incorrere nella poco piacevole conclusione di revoca del fido. opo questa panoramica indichiamo brevemente l apert u ra adatta per le due aziende in esame. 1) Nel caso in esame la banca propone al suo cliente, già ben conosciuto, un apertura di credito semplice di avallo, di fidejussione o di accettazione. Naturalmente a monte di queste aperture la banca aprirà un fido di firma garantito o non garantito. Quest ultima scelta dipende dal cliente richiedente e dai rapporti intrattenuti nel passato con l azienda di credito. 2) In questo caso la banca, trattandosi di un cliente non ben conosciuto e operante su piazza diversa, propone un fido di cassa garantito, ad esempio l anticipazione su titoli in c/c, lo sconto di note di pegno, lo sconto di effetti commerciali garantiti, oppure altre garanzie reali, come ad esempio l ipoteca su beni immobili o altre garanzie reali.

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia

5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia Normativa sulla Trasparenza Bancaria Foglio informativo sulle operazioni e servizi offerti alla clientela 5b Fido per anticipazione di documenti sull Italia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Valconca

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08

FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 FOGLIO INFORMATIVO Edizione 2 del 23/12/08 CONTO CORRENTE di CORRISPONDENZA Sez. I Informazioni sulla Banca Denominazione e forma giuridica: BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE Soc. Coop. per azioni Sede legate:

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 26 del 03.07.2015 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU... 1 B. TASSO

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015

DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 DEPOSITO PIU - SEZIONE INTEGRATIVA DEL FOGLIO INFORMATIVO DEL SOTTOCONTO TECNICO Condizioni dei listini valide fino al 31 luglio 2015 LISTINO BASE 3 mesi Tasso nominale partita 0,25% lordo annuo 6 mesi

Dettagli

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice

- quotazioni (corso tel quel e corso) - tasso effettivo di rendimento semplice UNIVERSITÁ degli STUDI di FOGGIA FACOLTÁ di ECONOMIA Elementi di Calcolo commerciale trattati in seno al corso di Economia aziendale tenuto dal prof. M. Milone nell a.a. 2011-12 Indice: A) Calcolo mercantile

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale;

CIRCOLARE N. 1276. a) istituiti per soddisfare specificatamente esigenze di interesse generale, aventi carattere non industriale o commerciale; CIRCOLARE N. 1276 Condizioni generali per l accesso al credito della gestione separata della Cassa depositi e prestiti società per azioni (CDP), ai sensi dell art. 5 comma 7 lettera a), primo periodo,

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI

AFFIDAMENTI PER ANTICIPI SU FATTURE E CONTRATTI DISCIPLINA DELLA TRASPARENZA DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI - (Titolo VI Testo Unico Bancario - D. Lgs. 385/1993) FOGLIO INFORMATIVO Il presente Foglio

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA

La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA La compensazione impropria nei rapporti di dare avere quale rimedio al maggior danno nei contratti di mutuo. ANALISI TECNICA Per un proficuo approccio alla problematica presa in esame si propone, qui di

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE

FOGLIO INFORMATIVO SERVIZIO DOPO INCASSO EFF/RIBA/RID INFORMAZIONI SULLA BANCA CARATTERISTICHE E RISCHI TIPICI DEL SERVIZIO CONDIZIONI ECONOMICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA ALTO VICENTINO CREDITO COOPERATIVO SCPA - SCHIO Sede Legale, Amministrativa e Direzione Generale Via Pista dei Veneti, 14 36015 Schio (VI) Tel.: 0445/674000 - Fax: 0445/674500

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

n 1 documenti di sintesi appositamente stampati, composti di n 5 pagine complessive, che costituiscono il frontespizio;

n 1 documenti di sintesi appositamente stampati, composti di n 5 pagine complessive, che costituiscono il frontespizio; Il/I sottoscritto/i NDC XXXXXXX Numero pratica XXXXXXXX COGNOME NOME INDIRIZZO CAP CITTÀ SIGLA dichiara/dichiarano di ricevere copia del contratto relativo a: - Condizioni generali relative al rapporto

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI PESCIA-CREDITO COOPERATIVO SOC.COOP. Via Alberghi n. 26-51012 - PESCIA (PT) Tel. : 0572-45941 - Fax: 0572-451621 Email:

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo Agrobresciano Soc. Coop. Piazza Roma, 17-25016 - GHEDI (BS) Tel. : 03090441 - Fax: 0309058501 Email:

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

Il sistema informativo aziendale

Il sistema informativo aziendale Albez edutainment production Il sistema informativo aziendale III classe ITC 1 Alla fine di questo modulo sarai in grado di: conoscere funzioni, obiettivi e struttura del sistema informativo aziendale;

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento Versione 1.0, 16 febbraio 2010 Indice 1 Premessa... 7 1.1 Contenuti di

Dettagli

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue:

TUTTO CIO PREMESSO, si conviene e si stipula quanto segue: CONTRATTO DI GARANZIA CONDIZIONI GENERALI 1 Sviluppo Artigiano Società Consortile Cooperativa di Garanzia Collettiva Fidi, (d ora in avanti Confidi), con sede in 30175 Marghera Venezia - Via della Pila,

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO

PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO PROMOZIONI SU TASSI E CONDIZIONI APPLICATE AI SERVIZI BANCARI E D INVESTIMENTO Edizione n. 13 del 02.10.2014 A. TASSO CREDITORE ANNUO NOMINALE GIACENZE FRUTTIFERE CONTO CORRENTE FREEDOM PIU 1 B. TASSI

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import)

FOGLIO INFORMATIVO. 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) Pagina 1/7 FOGLIO INFORMATIVO 4va - Pagamento di documenti all importazione (documenti import) INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express.

Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit, Carta Gold Credit, Carta Explora e Blu American Express. Regolamento Generale delle Carte di Credito ad Opzione Carta Platinum Credit,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ

PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ Società del Gruppo ALLIANZ S.p.A. CONTRATTO DI ASSICURAZIONE A VITA INTERA A PREMIO UNICO E PRESTAZIONI RIVALUTABILI PROTEZIONE E CRESCITA PIÙ IL PRESENTE FASCICOLO INFORMATIVO CONTENENTE: SCHEDA SINTETICA

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli