Manuale ad uso interno del personale DS H3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale ad uso interno del personale DS H3"

Transcript

1 Pagina 1 di 26 Manuale ad uso interno del personale DS H3 PIANIFICAZIONE LAVORO UFFICIO ASSISTENZA PROTESICA INDICE DELLE EDIZIONI.REVISIONI N DATA DESCRIZIONE Paragrafi variati Pagine variate Prima emissione Tutti Tutte A CURA DI : Elaborazione Maria Luisa Cuzzocrea Daniela Parisi Verifica Resp. UO Dott. Stefano Cocca Dott.ssa Silvana Esposito Approvazione Direttore Sanitario Dott. Raffaele Galli FIRMA Firmato in originale Firmato in originale Firmato in originale Pag.1

2 Pagina 2 di 26 Pianificazione lavoro Ufficio Assistenza protesica A. accettazione B. ricerca n fascicolo (vedi procedura archiviazione fascicoli) C. estrarre fascicolo dal relativo contenitore D. numerazione nuovo fascicolo (vedi procedura archiviazione fascicoli) E. inserimento della nuova documentazione e lavorazione Protesica A. trasmissione della documentazione al medico responsabile B. ritorno documentazione in ufficio C. la documentazione approvata e firmata dal Dirigente Medico viene consegnata al protocollo per apposizione numero di protocollo D. ritorno della documentazione alla protesica che provvederà alla consegna preventivo autorizzato (vedi procedura accettazione preventivi) E. scarico preventivo (vedi procedura accettazione preventivi) F. esaurite le fasi della lavorazioni reinserire i fascicoli secondo l ordine numerico G. inserire all interno dei fascicoli i collaudi (vedi procedura collaudi) Documentazione non approvata dal medico responsabile A. viene iniziato un processo lavorativo per la risoluzione dei problemi se possibile a cura dell ufficio B. diversamente viene chiamato l utente, rappresentato il problema, consegnati documenti in originale (previa conservazione delle fotocopie firmate dall utente) per la soluzione del problema Pag.2

3 Pagina 3 di 26 Ausili presenti nella lista dei materiali riciclabili Attenersi alla procedura riciclo ausili protesici. Incontinenza A. incontinenza inserire nuova documentazione e trasmettere la pratica all incaricato della ditta per l incontinenza B. trasmissione dei contratti per incontinenza al medico responsabile per approvazione e firma C. registrazione nuovo contratto su file excel spesa incontinenza 2013 D. esaurite le fasi della lavorazioni reinserire i fascicoli secondo l ordine numerico Pag.3

4 Pagina 4 di 26 Arrivo utente DS H3 Accettazione documentazione Ricerca fascicolo NO Presente in archivio? Nuovo fascicolo SI Inserire documentazione Lavorazione documentazione SI Protesica? NO Lavorazione ausili per incontinenza Ausili riciclabili SI Lavorazione procedura riciclo materiali Passaggio documentazione all addetto NO Trasmissione documentazione al medico NO Disponibili c/o ditta appaltatrice? Trasmissione documentazione al medico SI Pag.4 FINE

5 Pagina 5 di 26 Preventivo approvato? NO Risoluzione problemi Registrazione dati su file excel SI Protocollo dei preventivi autorizzati SI Risoluzion e positiva? Archiviazione fascicolo Consegna preventivo autorizzato all utente NO Riconsegna documenti all utente Scarico preventivo Archiviazione fascicolo Inserire collaudo DS H3 FINE Pag.5

6 Pagina 6 di 26 PROCEDURA di accettazione preventivi Documentazione A. Fotocopia verbale di invalidità civile B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Autorizzazione tutela dei dati F. Delega G. Richiesta specialista pubblico H. Preventivo spesa I. Compilazione allegato Mod. protocollo Eccezioni alla presentazione di certificazione di invalidità civile 1. urgenza per dimissioni sia da struttura privata sia da struttura pubblica: stessa documentazione eccetto la fotocopia verbale di invalidità civile in quanto è sufficiente la ricevuta di richiesta di riconoscimento inviata all INPS 2. patologia grave che obbliga all allettamento, previa presentazione redatta da specialista del SSN per quanto riportato nel decreto 31 maggio 2001, n previa presentazione di certificazione medica per quanto riportato nel decreto 31 maggio 2001, n.321 ai soggetti amputati di arto, le donne con malformazione congenita che comporti l assenza di una o di entrambe le mammelle o della sola ghiandola mammaria, ovvero che abbiano subito un intervento di mastectomia ed i soggetti che abbiano subito un intervento demolitore dell occhio. Per le varie fasi lavorative vedere pianificazione lavoro ufficio assistenza protesica. Pag.6

7 Pagina 7 di 26 PROCEDURA RICICLO AUSILI PROTESICI RITIRO UTENTI DECEDUTI A. Dalla lista excel ritiro protesica selezionare i nominativi, compilare modello ritiro e riciclo ort 2000 e far firmare al Responsabile. B. Far protocollare il modello e inviarlo alla ditta appaltatrice tramite fax al n. 06/ C. Inserire il modello con la ricevuta del fax inviato all interno del fascicolo dell utente deceduto. D. Portare il fascicolo nella stanza del Dirigente Medico Servizio Protesica. RICICLO All accettazione della documentazione se vi sono ausili presenti nella lista dei materiali riciclabili: A. Compilare il modello ritiro e riciclo ort 2000 chiedendo la disponibilità dell ausilio alla ditta appaltatrice, farlo firmare al Responsabile, protocollare ed inviarlo alla ditta tramite fax al n. 06/ B. Inserire il modello con la ricevuta del fax inviato all interno del fascicolo dell utente. C. Quando la ditta invia, tramite fax, il preventivo della spesa, farlo firmare al Medico Responsabile, protocollare e reinviarlo alla Ditta tramite fax n. 06/ D. Inserire il preventivo della spesa con la ricevuta del fax inviato all interno del fascicolo dell utente. E. Qualora la risposta fosse negativa procedere con l iter di autorizzazione del preventivo presentato dall utente. Pag.7

8 Pagina 8 di 26 PROCEDURA di accettazione richieste per incontinenza Documentazione A. Fotocopia verbale invalidità civile (vedi decreto 31 maggio 2001 n. 321) B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Autorizzazione tutela dei dati F. Delega G. Richiesta specialista pubblico H. Compilazione allegato Mod. protocollo n.b. la certificazione per il rinnovo della fornitura annuale viene redatta dal medico curante su impegnativa 1. I contratti della fornitura di materiale per incontinenza vengono compilati entro la settimana dall incaricato della ditta fornitrice. 2. I rinnovi annuali delle forniture per materiale assorbente verranno redatti solo alla scadenza del precedente contratto. Per le varie fasi lavorative vedere pianificazione lavoro ufficio assistenza protesica. Pag.8

9 Pagina 9 di 26 PROCEDURA di ritiro preventivi autorizzati A. entro 20 gg dalla consegna della documentazione a questo ufficio ad eccezione delle urgenze che devono essere evase entro 5 gg secondo DM 332/99. B. viene consegnato all utente o ad un suo delegato il preventivo con autorizzazione e n protocollo in originale. C. resta in fascicolo la richiesta del prescrittore in originale e una copia del preventivo autorizzato firmato dall utente o da un suo delegato per ricevuta D. i preventivi autorizzati e consegnati all utente vengono registrati su file excel cartel anno 2013, viene aggiornata la scheda paziente posta all interno del fascicolo, in mancanza se utente già presente cercare nello schedario (3 4 cassetto) ed inserirla nel fascicolo, o se nuovo utente redigerne una nuova. Pag.9

10 Pagina 10 di 26 PROCEDURA di accettazione richieste U.O. HOSPICE A. Le richieste effettuate dagli specialisti degli Hospice devono essere confermate da visita medica richiesta su Mod. Hospice al responsabile del C.A.D. RM/H3. B. Si inviano al C.A.D. tramite fax al numero 06/ C. E il C.A.D. che conclude la pratica inviandoci, di ritorno, la documentazione richiesta, oppure contattando l utente. D. Quindi l ufficio prosegue per l approvazione del preventivo o per la messa in lavorazione della fornitura per incontinenza. NB.. Per l eventuale mancanza del verbale di invalidità civile vedi eccezioni in procedura di accettazioni preventivi. Pag.10

11 Pagina 11 di 26 PROCEDURA COLLAUDI La presentazione del collaudo è la chiusura della procedura di assegnazione dell ausilio o del presidio. Si rimanda per la presa visione delle procedure legislative alla lettura dell articolo 4 comma 10 del D.M. del 332 anno A. il documento approvato dal medico prescrittore deve rientrare presso questo ufficio ed essere protocollato B. può essere sia consegnato a mano che spedito per posta C. il documento deve essere inserito nel fascicolo e spillato alla pratica autorizzata D. in caso di parere negativo si apre una procedura di sospensione del pagamento (da inviare alla sezione Amministrativa Med. Legale). L officina sanitaria ha l obbligo di effettuare le modifiche richieste dallo specialista prescrittore. L ausilio/presidio deve essere sottoposto a nuovo controllo da parte dello specialista prescrittore e il collaudo ripresentato presso questo ufficio. Pag.11

12 Pagina 12 di 26 PROCEDURA di archiviazione fascicoli I nuovi fascicoli inerenti l utenza di questo servizio vengono registrati con numerazione progressiva secondo file excel lista 6000 in poi iniziata novembre I fascicoli degli anni precedenti sono registrati e numerati nel file copia di indice A. I fascicoli inviati all archivio Bucap sono registrati e numerati nel file indice B. (!) Nel fascicolo deve essere conservata tutta la documentazione inerente all utente. N.B. periodicamente viene stampata una copia dei suddetti archivi Pag.12

13 Pagina 13 di 26 PROCEDURA UTENTI EMIGRATI DAL NOSTRO DISTRETTO (in uscita) A. La nuova ASL di residenza dell utente invia una richiesta di trasmissione fascicolo. B. In caso di urgenza inviare una anticipazione via fax degli ausili o della fornitura per incontinenza autorizzati. C. Inviare il fascicolo, in copia, con raccomandata A/R. D. Togliere il nominativo dalla lista del file excel Lista 6000 in poi e/o copia di indice A e spostarlo sul foglio TRASF degli stessi file. E. Mettere il fascicolo originale nei contenitori Trasferiti ambito ASL RM H e/o Trasferiti in altre ASL. F. I precedenti invii sono inseriti nel file excel Richieste altre ASL. Pag.13

14 Pagina 14 di 26 PROCEDURA UTENTI IMMIGRATI NEL NOSTRO DISTRETTO (in entrata) A. Accertarsi dell avvenuto trasferimento (possibilmente attraverso certificazione del Comune di Marino o del Comune di Ciampino). B. Inviare fax di richiesta fascicolo all Ufficio protesica della ASL di provenienza. C. In caso di urgenza si può richiedere una anticipazione via fax degli ausili o della fornitura per incontinenza autorizzati. D. Le precedenti richieste sono inserite nel file excel Richieste altre ASL. E. Per il nuovo fascicolo vedi procedura archiviazione fascicoli. Pag.14

15 Pagina 15 di 26 PROCEDURA DECEDUTI A. Comunicazione del decesso(o con certificato di morte o con autocertificazione del familiare con indicata la data del decesso o attraverso le liste inviate dai comuni di Marino e di Ciampino). B. Inviare fax a Sanidor Arcobaleno ( ) per sospendere la fornitura per incontinenza. C. Inserire il fascicolo del deceduto, con ricevuta del fax, nel lavoro da svolgere dall incaricato agli ordini delle forniture per incontinenza. D. Se ci sono ausili da ritirare aggiornare la lista nel file excel Ritiri ausili protesica e procedere all invio della richiesta di ritiro alla ditta incaricata. E. Stornare il nominativo dalla lista attiva nel file excel Lista 6000 in poi e/o copia di indice A e spostarlo nella pagina DEC degli stessi file. F. Mettere il fascicolo nella stanza del Dirigente Medico Settore Protesica. Pag.15

16 Pagina 16 di 26 PROCEDURA ARCHIVIO BUCAP Invio fascicoli inattivi A. Selezionare i fascicoli inattivi B. Cancellarli dalle liste operative lista 6000 in poi copia indice A C. Inserire i nominativi nella lista indice B, registrali con numerazione progressiva e trascrivere il numero sul fascicolo D. Stampare i nominativi da inviare all archivio in triplice copia. E. Radunare i fascicoli nei faldoni F. Inserire i faldoni nei contenitori Bucap unitamente alla 1 copia della lista dei nominativi inseriti G. Compilare l esterno del contenitore H. Compilare modello Bucap per ritiro contenitori ed inviare via fax all archivio Bucap I. Allegare la 2 copia della lista nominativi al modello Bucap da consegnare a mano all incaricato J. La 3 copia della lista dei nominativi deve essere inserita nel raccoglitore Bucap Richiesta fascicoli A. Compilare modello Bucap con riportato nome, numero di lista indice b e numero contenitore. B. Indicare se la consegna del fascicolo richiesto è urgente o ordinaria ed inviarlo via fax all archivio Bucap Pag.16

17 Pagina 17 di 26 Protocollo Ventilatori polmonari Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile o fotocopia della domanda B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Consegna doppia copia Allegato 1 (1 con firma di ricevuta ) E. Recapiti telefonici F. Richiesta specialista G. Autorizzazione tutela dei dati H. Compilare allegato Mod. protocollo La documentazione viene consegnata ai Dirigenti Medici della U.O. M.L. per invio alla MedicAir Pag.17

18 Pagina 18 di 26 Protocollo Aspiratori Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile o fotocopia della domanda B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Richiesta specialista F. Autorizzazione tutela dei dati G. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax 1. richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla Farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: A. Autocertificazione di residenza B. Fotocopia documento di identità C. Recapiti telefonici D. Richiesta specialista Ufficio acquisti DS Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.18

19 Pagina 19 di 26 Protocollo Saturimetro Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile o fotocopia della domanda B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Richiesta specialista F. Autorizzazione tutela dei dati G. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax Si allegano: A. richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ B. si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla Farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ a) Autocertificazione di residenza b) Fotocopia documento di identità c) Recapiti telefonici d) Richiesta specialista Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.19

20 Pagina 20 di 26 Protocollo Ventilatore UNIKO Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile o fotocopia della domanda B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Richiesta specialista F. Autorizzazione tutela dei dati G. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax a) richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ b) si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: 1. Autocertificazione di residenza 2. Fotocopia documento di identità 3. Recapiti telefonici 4. Richiesta specialista Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.20

21 Pagina 21 di 26 Protocollo Ventilatore VITAGUARD (bambini) Documentazione da presentare all ufficio A. Autocertificazione di residenza B. Fotocopia documento di identità del genitore C. Recapiti telefonici D. Richiesta specialista E. Autorizzazione tutela dei dati F. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax a) richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ b) si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla Farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: 1. Autocertificazione di residenza 2. Fotocopia documento di identità del genitore 3. Recapiti telefonici 4. Richiesta specialista Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.21

22 Pagina 22 di 26 Protocollo Apparecchio FreeAspire Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile o fotocopia della domanda B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Richiesta specialista F. Autorizzazione tutela dei dati G. Dichiarazione prodotto infungibile (se non presente questo ufficio lo richiede allo specialista prescrittore con Mod. Richiesta infungibilità a cui si allega Mod. Infungibilità ufficio gare e contratti Frascati ) H. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax a) richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati fax 06/ Tel.06/ b) si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla farmacia dell Ospedale di Marino fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: 1. Autocertificazione di residenza 2. Fotocopia documento di identità 3. Recapiti telefonici 4. Richiesta specialista 5. Mod. infungibilità ufficio gare e contratti Frascati compilato dallo specialista prescrittore (in mancanza si invia copia della richiesta inviata allo specialista prescrittore) Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Pag.22

23 Pagina 23 di 26 Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Protocollo Microinfusori Documentazione da presentare all ufficio A. Invalidità civile (vedere circolare del Ministero della Salute del 12/03/2012) B. Autocertificazione di residenza C. Fotocopia documento di identità D. Recapiti telefonici E. Richiesta specialista F. Autorizzazione tutela dei dati G. Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax a) richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ b) si invia per il seguito di competenza alla Commissione Centro diabetologico Ospedale di Marino per approvazione Fax 06/ Tel. 06/ c) si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla Farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: 1. Autocertificazione di residenza 2. Fotocopia documento di identità 3. Recapiti telefonici 4. Richiesta specialista Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Commissione Centro diabetologico Ospedale di Marino FAX 06/ Dott. TATTI Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.23

24 Pagina 24 di 26 Protocollo : Pary Baby - Pary Boy Pep Mask Microjet Cronopar per M. Parkinson ed altre apparecchiature Documentazione da presentare all ufficio Invalidità civile o fotocopia della domanda ( non richiesta per i minori) Autocertificazione di residenza Fotocopia documento di identità Recapiti telefonici Richiesta specialista Autorizzazione tutela dei dati Compilare allegato Mod. protocollo Documentazione da compilare da parte dell ufficio e da inviare via fax 3. richiesta di acquisto all ufficio gare e contratti Frascati Fax 06/ Tel. 06/ si invia per il seguito di competenza, per acquisto materiali di consumo, alla Farmacia Ospedale di Marino Fax 06/ Tel. 06/ Si allegano: Autocertificazione di residenza Fotocopia documento di identità Recapiti telefonici Richiesta specialista Ufficio acquisti Frascati FAX 06/ Dott. PERA Tel. 06/ Sig.ra MEO RITA Tel. 06/ Farmacia Territoriale FAX 06/ Dott.ssa CIOFFI Tel. 06/ Pag.24

25 Pagina 25 di 26 Matrice di responsabilità Ufficio protesica Distretto RM H3 Funzione Medici Infermiere Protocoll o Attività Generale ASL Pianificazione lavoro R R Procedura di accettazione preventivi R C Procedura riciclo ausili protesici R C C Procedura di accettazione richieste per R C incontinenza Procedura ritiro preventivi autorizzati R C Protocollo di accettazione richieste Hospice R R C Procedura collaudi R C Procedura di archiviazione fascicoli R Procedura trasferimenti in entrata e in R C C uscita Procedura deceduti R R Procedura archivio bucap R R Protocollo ventilatori Ditta MedicAir (gara R C C ASL) Protocollo ventilatore Uniko Vitaguard R C C Protocollo Aspiratore R C C Protocollo FreeAspire R C C Protocollo Saturimetro R C C Protocollo Microinfusori R C C Protocollo Pari Baby Pari Boy - Pep Mask - Mircrojet Cronopar per M. Parkinson-altre apparecchiature R C C LEGENDA [R] Responsabile di una specifica attività [C] Coinvolto, in quanto fornisce un contributo essenziale di attività o informazioni Pag.25

26 Pagina 26 di 26 Legislazione di riferimento ufficio protesica Decreto Ministeriale 27 agosto 1999 N. 332 Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità di erogazione e tariffe. (Nomenclatore Tariffario delle Protesi). Decreto Ministero della Sanità 31 maggio 2001, n. 321 Modifica del regolamento recante norme per le prestazioni nell ambito del Servizio sanitario nazionale (G.U. serie generale n. 183 del 08 agosto 2001). Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 174 del 29 luglio Supplemento Ordinario n Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 5 marzo 2007 Pubblicazione sulla G.U. n. 104 del 07/05/2007 Modifica del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 29 novembre 2001, recante definizione dei livelli essenziali di assistenza. Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 "Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni. (09G0164)" pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 ottobre 2009, n Supplemento Ordinario n Decreto del Presidente in qualità di Commissario ad acta Regione Lazio 24 novembre 2011, n Tariffazione degli ausili ortopedici di serie di cui agli elenchi 2 e 3 del D.M. 27 agosto 1999, n Circolare DGPROG n P-12/03/2012 Ministero della Salute Microinfusori per il Diabete. Gara ASL RM H Fornitura incontinenza ditta Fater. Gara ASL RM H Fornitura ventilatori polmonari ditta MedicAir. Pag.26

27 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax All U.O. Gare e Contratti FRASCATI Fax Tel OGGETTO: Richiesta acquisto Si richiede con urgenza, per il Sig. in quanto avente diritto ai sensi del D.M. del 29/12/1992, esclusivamente per i presidi previsti dall allegato C, l acquisto di come da relazione allegata. Il Responsabile del Servizio di Medicina Legale Distretto RM/H3 Mod. richiesta acquisto

28 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Ufficio Assistenza Protesica Via F. Baracca Ciampino Distretto RMH/3 Tel. 06/ Fax 06/ Spett.le ditta Arcobaleno Srl Via del Commercio 2/ San Cesareo (RM) Fax Oggetto: sospensione fornitura ausili per incontinenza Si comunica, ai fini della sospensione degli ausili in oggetto, che il/la Sig./Sig.ra.. residente a è deceduto/a il..... ovvero è ricoverato/a in ambiente ospedaliero. Si prega di effettuare il recupero del materiale residuo. Ciampino li, Mod. sospensione fornitura incontinenza

29 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Medicina Legale - Distretto RM/H3 Dott. Stefano COCCA Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax A: Al Responsabile della Farmacia territoriale RM/H3 osp di Marino Da: Dott. Stefano COCCA Fax: 06/ Data: Tel.: Ogg.: Pag.: CC: Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti: Si invia per il seguito di competenza richiesta di microinfusore con ricambi e materiale di consumo per

30 l Borgo Garibaldi Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Medicina Legale - Distretto RM/H3 Dott. Stefano COCCA Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax a Commissione centro Diabetologico Da: Dott. Stefano COCCA RM/H Ospedale di Marino Fax: 06/ Data: Tel.: Ogg.: Pag.: CC: Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti: Si invia per il seguito di competenza richiesta di microinfusore con ricambi e materiale di consumo per

31 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Medicina Legale - Distretto RM/H3 Dott. Stefano COCCA Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax a Al Responsabile della Farmacia Da: Dott. Stefano COCCA territoriale RM/H3 Osp. di Marino Fax: 06/ Data: Tel.: Ogg.: Pag.: CC: Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti:

32 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Ufficio Protesico - Distretto RM/H3 Dott.ssa Silvana ESPOSITO Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax A: Al Responsabile della Farmacia territoriale RM/H3 Osp. di Marino Da: Dott.ssa Silvana ESPOSITO Fax: 06/ Data: Tel.: Ogg.: Pag.: CC: Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti: Si invia per il seguito di competenza richiesta di microinfusore con ricambi e materiali di consumo per

33 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Ufficio Protesico - Distretto RM/H3 Dott.ssa Silvana ESPOSITO Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax A: Fax: Tel.: Ogg.: Commissione Centro Diabetologico Da: RM/H Ospedale di Marino 06/ Data: Pag.: CC: Dott.ssa Silvana ESPOSITO Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti: Si invia per il seguito di competenza richiesta di microinfusore con ricambi e materiali di consumo per

34 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Responsabile Ufficio Protesico - Distretto RM/H3 Dott.ssa Silvana ESPOSITO Via F. Baracca Ciampino Tel. 06/ Fax 06/ Fax A: Al Responsabile della Farmacia territoriale RM/H3 Osp. di Marino Da: Dott.ssa Silvana ESPOSITO Fax: 06/ Data: Tel.: Ogg.: Pag.: CC: Urgente Da approvare Vs. commenti RSVP Da inoltrare Commenti:

35 Io sottoscritto.. consegno in data. N.... preventivi della ditta.... N... richiesta per incontinenza N. collaudo Altro a nome di.. Firma Mod. protocollo/utenti

36 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax Io sottoscritto/a.... mi impegno a comunicare tempestivamente all Ufficio Protesica del Distretto RM/H3 l eventuale ricovero in strutture ospedaliere o di lunga degenza o il decesso di. ai fini della sospensione della fornitura degli ausili per l incontinenza e/o per la protesica e consentire il recupero dei materiali ed eventuali cambi di residenza. Ciampino li, Firma Mod. responsabilità/utenti

37 ALLEGATO 1 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax VENTILATORI POLMONARI CONSEGNA RICHIESTE Ufficio Protesica U.O.S. Medicina Legale Via F. Baracca 19, Ciampino. MARTEDI e GIOVEDI dalle ore alle ore Tel Fax RECAPITI NUMERO VERDE DITTA MEDICAIR: PER ASSISTENZA FUORI DAL PROPRIO DOMICILIO: AVVERTIRE LA DITTA MEDICAIR NUMERO VERDE: NUMERO TELEFONIC ASSISTENZA APPARECCHIATURE CONSEGNATE PRIMA DEL 31/12/2011: (Call Center Ingegneria Clinica) In caso di inutilizzo dell apparecchiatura si prega di darne comunicazione immediata alla Ditta MEDICAIR e all Ufficio Protesica. Direttore Distretto RM/H3 Dott. Raffaele Galli

38 Borgo Garibaldi, Albano Laziale (Roma) Tel Fax UFFICIO PROTESICA E RIABILITAZIONE - INVALIDI CIVILI DISTRETTO H/3 CIAMPINO Tel. 06/ Fax 06/ Spett.le CENTRO ORTOPEDICO 2000 fax 06/ [ ] Si chiede la disponibilità dei seguenti ausili per la consegna all utente avente diritto: [ ] Essendo cessate le condizioni di necessità si autorizza a ritirare, revisionare, igienizzare, incellofanare e immagazzinare. PROTOCOLLO N DEL TIMBRO E FIRMA (Il Responsabile ASL) ASSISTITO: COGNOME NOME VIA CITTÀ TELEFONO TABELLA A Dispositivi medici riutilizzabili - Elenco Barrare la riga del presidio da ritirare o da consegnare DESCRIZIONE CODICE CLASSIFICAZIONE ISO DEAMBULATORE(Con due ruote e due puntali) DEAMBULATORE rigido con (appoggio al terreno) DEAMBULATORE(con ruote piroettanti e freno a mano) DEAMBULATORE(con 4 ruote piroett e freno su ruote) BICICLETTA A DUE RUOTE CARROZZINA COMODA (telaio rigido con ruote e wc) CARROZZINA COMODA RIGIDA RECLINABILE CARROZZINA COMODA SERVOASSISTITA PASSEGGINO (Richiudibile ad ombrello) ALZAMALATI SOLLEVATORE MOBILE ELETT (con imbrac.polif) SOLLEVATORE MOBILE OLEODINAMICO(imbrac.pol) LETTO ARTICOLATO ELETTRICO BASE- ELETTRICA LETTO ORTOPEDICO ( 1 manovella) LETTO ORTOPEDICO ( 2 manovelle) BASE OLEODINAMICA PER LETTO SPONDE MONTASCALE MOBILE ( a cingoli) CARROZZINA PIEGHEVOLE CARROZZINA PIEGHEVOLE MATERASSO AD ARIA CON COMPRESSORE DATA RITIRO/RICONSEGNA /------/ FIRMA (N.B. lasciare una copia all utente, firma leggibile ove necessita grado di parentela di chi sottoscrive)

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999 Allegato alla Deliberazione Azienda USL 2 Lucca n. 505 del 08/08/2007 REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA CONCESSIONE DI PRESIDI (PROTESI ED AUSILI) ex DM n. 332 del 27/8/1999 PREMESSA Il presente regolamento

Dettagli

ASSISTENZA PROTESICA

ASSISTENZA PROTESICA Aventi diritto alle prestazioni ANFFAS Brescia Onlus ASSISTENZA PROTESICA 1) invalidi civili (con valutazione superiore al 33%), di guerra, per servizio, ciechi e sordomuti 2) minori di anni 18 che necessitano

Dettagli

ASSISTENZA PROTESICA

ASSISTENZA PROTESICA Trieste, 11 giugno 2005 Aspetti medico-legali nella gestione dei pazienti con Sclerosi Multipla ASSISTENZA PROTESICA Dott.ssa Viviana VARONE ASS n. 5 Bassa Friulana Dipartimento di Prevenzione SOGGETTI

Dettagli

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti

L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti REGIONE PIEMONTE ASL NO SEDE LEGALE: VIA DEI MILLE 2-28100 NOVARA P.IVA 01522670031 L'assistenza integrativa e protesica nei soggetti in età geriatrica non autosufficienti dott. Lorenzo Brusa Novara 17

Dettagli

Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili

Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili «Ripartiamo dal territorio 2015 Lavori in corso» Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili Dott. Giuseppe Coluzzi Azienda ASL LATINA DISTRETTO 2 ASSISTENZA RIABILITATIVA SONO UTILIZZATI, A SECONDA

Dettagli

DM 332/1999 CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE

DM 332/1999 CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE NOMENCLATORE TARIFFARIO DM 332/1999 Il Nomenclatore Tariffario è l'elenco delle Protesi e degli Ausili Tecnici (Dispositivi) diretti al recupero funzionale e sociale dei soggetti affetti da minorazioni

Dettagli

.. QUANDO?.. DOVE?... COME?

.. QUANDO?.. DOVE?... COME? S.S.V.D. ASSISTENZA INTEGRATIVA E PROTESCA CHI?.. QUANDO?.. DOVE?... COME? Rag. Coll. Amm. Rita Papagna Dott.ssa Laura Signorotti PRESIDI EROGABILI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE D.M. n.332 del 27 agosto

Dettagli

PROCEDURA APPLICATIVA. Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA

PROCEDURA APPLICATIVA. Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA pag. 1 di 18 DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE: Rev. DESCRIZIONE MODIFICA DATA 1 Eliminate linee guida plantari e sostituite con Indirizzi per la prescrizione di ausili per la mobilita personale, scarpe e plantari

Dettagli

PROTESICA E PRESIDI IN DIMISSIONE Dott. Maurizio Maria Fiorentino ASL RM C Responsabile UOSD Medicina Legale D9 Coordinatore Attività Protesica Aziendale Roma, 13 Giugno 2015 DECRETO MINISTERIALE 332/99

Dettagli

Come ottenere un AUSILIO o una PROTESI o un ORTESI

Come ottenere un AUSILIO o una PROTESI o un ORTESI Come ottenere un AUSILIO o una PROTESI o un ORTESI Riferimenti di legge L Assistenza Sanitaria protesica è sancita dalla L. 118/71, art. 3, comma 1, ulteriormente precisata dal D.M.S. 332/99 a cui è allegato

Dettagli

PRESIDI, PROTESI, ORTESI E AUSILI

PRESIDI, PROTESI, ORTESI E AUSILI REGIONE ABRUZZO Azienda Sanitaria Locale di Teramo DIPARTIMENTO ASSISTENZA SANITARIA TERRITORIALE Direttore: Dott. Valerio F. Profeta SERVIZIO TERRITORIALE DI RIABILITAZIONE Dirigente Responsabile: Dott.sa

Dettagli

Indicazioni operative per la compilazione dei modelli regionali per la prescrizione delle prestazioni in Assistenza Protesica

Indicazioni operative per la compilazione dei modelli regionali per la prescrizione delle prestazioni in Assistenza Protesica Allegato 4 Indicazioni operative per la compilazione dei modelli regionali per la prescrizione delle prestazioni in Assistenza Protesica Premessa Il documento fornisce le indicazioni operative all utilizzo

Dettagli

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità S.It.I. Milano 8 febbraio 2012 Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità 16-02-2012 1 Nomenclatore Tariffario delle Protesi DECRETO MINISTERIALE n. 332. 27 agosto

Dettagli

ESTRATTO DAL DECRETO MINISTERIALE 27 AGOSTO 1999, N. 322 SUPPLEMENTO ORDINARIO ALLA GAZZETTA UFFICIALE N. 227 DEL 27SETTEMBRE 1999 SERIE GENERALE

ESTRATTO DAL DECRETO MINISTERIALE 27 AGOSTO 1999, N. 322 SUPPLEMENTO ORDINARIO ALLA GAZZETTA UFFICIALE N. 227 DEL 27SETTEMBRE 1999 SERIE GENERALE ESTRATTO DAL DECRETO MINISTERIALE 27 AGOSTO 1999, N. 322 SUPPLEMENTO ORDINARIO ALLA GAZZETTA UFFICIALE N. 227 DEL 27SETTEMBRE 1999 SERIE GENERALE Aventi diritto alle prestazioni di assistenza protesica

Dettagli

PROTES Assistenza Integrativa e Protesica. Definizione dei Cataloghi Regionali

PROTES Assistenza Integrativa e Protesica. Definizione dei Cataloghi Regionali ASSISTENZA INTEGRATIVA E ICA Pag. 1 di 11 Assistenza Integrativa e Protesica Definizione dei Cataloghi Regionali Versione 1.0 VERIFICHE E APPROVAZIONI VERSIONE REDAZIONE CONTROLLO APPROVAZIONE AUTORIZZAZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FORNITURA DI PROTESI E AUSILI

REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FORNITURA DI PROTESI E AUSILI REGOLAMENTO AZIENDALE PER LA FORNITURA DI PROTESI E AUSILI Il presente regolamento, condiviso con l UOC Anziani ed A.D.I. è parte integrante delle Linee Guida per l Assistenza Protesica, e la modulistica

Dettagli

ITER PRESCRITTIVO ED AUTORIZZATIVO PER LA FORNITURA DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA AI MINORI DI ANNI 18

ITER PRESCRITTIVO ED AUTORIZZATIVO PER LA FORNITURA DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA AI MINORI DI ANNI 18 ITER PRESCRITTIVO ED AUTORIZZATIVO PER LA FORNITURA DELLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA PROTESICA AI MINORI DI ANNI 18 Dott. Leonardo Bonafede Medico del distretto Fossano-Savigliano NORME DI RIFERIMENTO NORMATIVA

Dettagli

Azienda U.S.L. ROMA H

Azienda U.S.L. ROMA H DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO Piazza della Rotonda 4 00041 ALBANO (RM) Tel. 06/93275330 Fax 06/93275317 NOTA INFORMATIVA PER L UTENTE AUTORIZZAZIONE ex

Dettagli

CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE AVENTI DIRITTO:

CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE AVENTI DIRITTO: CARTA DEI SERVIZI Azienda convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale 7 CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE AVENTI DIRITTO: - invalidi civili, di guerra e per servizio

Dettagli

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona PROGRAMMA Ausili ortesi protesi (definizione e concetti generali) Nomenclatore tariffario (concetti generali) Ausili: per la deambulazione, antidecubito Carrozzina e sistemi di postura (componenti e criteri

Dettagli

LINEE GUIDA REGIONALI PER L ASSISTENZA PROTESICA

LINEE GUIDA REGIONALI PER L ASSISTENZA PROTESICA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA DIREZIONE CENTRALE SALUTE, INTEGRAZIONE SOCIOSANITARIA E POLITICHE SOCIALI LINEE GUIDA REGIONALI PER L ASSISTENZA PROTESICA INDICE 1. PERCORSO DI ASSISTENZA PROTESICA

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA FORNITURA PRESIDI PROTESICI

SCHEDA INFORMATIVA FORNITURA PRESIDI PROTESICI 1 corsetti, busti, reggispalle, collari, minerve docce e tutori per arto superiore docce,stecche, staffe e tutori per arto inferiore o invalidi civili, di guerra e di servizio o minori di anni 18 per i

Dettagli

COMUNE DI NAPOLI COME CURARSI A CASA. Per gli anziani e le famiglie del distretto 29 (ex 49) Stella, S. Carlo all Arena

COMUNE DI NAPOLI COME CURARSI A CASA. Per gli anziani e le famiglie del distretto 29 (ex 49) Stella, S. Carlo all Arena COMUNE DI NAPOLI COME CURARSI A CASA Per gli anziani e le famiglie del distretto 29 (ex 49) Stella, S. Carlo all Arena INDICE AUSILI PER L INCONTINENZA AUSILI ORTOPEDICI OSSIGENOTERAPIA DOMICILIARE MEDICAZIONI

Dettagli

BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/01/2010 AL 30/04/2010

BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/01/2010 AL 30/04/2010 Allegato A alla deliberazione n. del composto da n. 9 fogli. BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/01/2010 AL 30/04/2010 Numero Numero verbale inventario Descrizione Descrizione causale 1 1281 SCRIVANIA

Dettagli

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e 30 LUGLIO 2010

Regione Piemonte - Azienda Sanitaria Locale CN2 Alba Bra. D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e 30 LUGLIO 2010 i:\delibere\delibere da pubblicare\delib2010\1176.doc - Aff. Ausili tecnic per disabili D e t e r m i n a z i o n e D i r e t t o r i a l e NUMERO GENERALE 1176 CODICE PROPOSTA BUDGET ADOTT. ANNO PROGR.

Dettagli

Relativamente alla procedura di gara per l affidamento della fornitura di ausili per persone disabili ex DM 332/99.

Relativamente alla procedura di gara per l affidamento della fornitura di ausili per persone disabili ex DM 332/99. Bollo 14,62 Modulo offerta economica Allegato 6 da inserire nella busta C -OFFERTA ECONOMICA Il/ la sottoscritto/a: nato a (prov. ), il / /, domiciliato per la carica a: Via/Piazza: n. ; Codice fiscale:

Dettagli

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale

Il distretto sanitario di Cividale si presenta. A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il distretto sanitario di Cividale si presenta A cura di Graziella Mauro Responsabile infermieristica Distretto di Cividale Il Distretto è una struttura dell Azienda per i servizi sanitari territoriali

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

(Pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 settembre 1999 n. 227)

(Pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 settembre 1999 n. 227) Decreto Ministeriale - Ministero della Sanità - 27 agosto 1999, n. 332 "Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell'ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità

Dettagli

(Pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 settembre 1999 n. 227)

(Pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 27 settembre 1999 n. 227) Decreto Ministeriale - Ministero della Sanità - 27 agosto 1999, n. 332 "Regolamento recante norme per le prestazioni di assistenza protesica erogabili nell'ambito del Servizio sanitario nazionale: modalità

Dettagli

VENTILAZIONE MECCANICA NON INVASIVA NEL DISTRETTO DI SASSARI: RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI DI MONITORAGGIO

VENTILAZIONE MECCANICA NON INVASIVA NEL DISTRETTO DI SASSARI: RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI DI MONITORAGGIO Distretto di Sassari Direttore Dott. N. Licheri VENTILAZIONE MECCANICA NON INVASIVA NEL DISTRETTO DI SASSARI: RIORGANIZZAZIONE DEI PROCESSI DI MONITORAGGIO Distretto di Sassari 1 VENTILAZIONE MECCANICA

Dettagli

Distretto Socio-Sanitario

Distretto Socio-Sanitario Distretto Socio-Sanitario Direttore: Dr.ssa Giuliana Pieracci E-mail: dss@aslvallecamonicasebino.it Il distretto socio sanitario è struttura complessa (UOC) extra dipartimentale, che assicura il coordinamento

Dettagli

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO 1158850

FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO 1158850 FEDERAZIONE SOVRAZONALE PIEMONTE 3 TORINO OVEST s.c.a r.l. Codice Fiscale Partita IVA 10751090019 REA:TO 1158850 GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE E MANUTENZIONE DI AUSILI E PRESIDI TERAPEUTICI

Dettagli

AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI

AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI AIUTI E RICONOSCIMENTI SOCIO-ASSISTENZIALI La conoscenza di quelli che sono i diritti di chi è affetto da una disabilità, permette ai familiari di compiere i giusti passi per agevolare il reinserimento

Dettagli

SCHEDA REQUISITI AUSILI

SCHEDA REQUISITI AUSILI ALLEGATO F4) SCHEDA REQUISITI AUSILI Procedura aperta per la Fornitura e affidamento del servizio di gestione manutentiva e di logistica distributiva di montascale di proprietà delle AA.SS.LL. della Regione

Dettagli

SEZIONE A CAPITOLATO TECNICO

SEZIONE A CAPITOLATO TECNICO SEZIONE A CAPITOLATO TECNICO Procedura aperta per la Fornitura e affidamento del servizio di gestione manutentiva e di logistica distributiva di montascale di proprietà delle AA.SS.LL. della Regione Liguria

Dettagli

DATI IDENTIFICATIVI DEL FAMILIARE RICHIEDENTE (se diverso dal destinatario)

DATI IDENTIFICATIVI DEL FAMILIARE RICHIEDENTE (se diverso dal destinatario) Spett.le Azienda Sanitaria Locale Provincia di Monza e Brianza Viale Elvezia n. 2-20900 Monza Oggetto: Domanda per Richiesta di Finanziamenti L.R. n. 23/99, art. 4, commi 4 e 5 (Decreto Direzione Generale

Dettagli

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.)

PROCEDURA PER LA GESTIONE DELLA MEDICINA NECROSCOPICA RELATIVA AI PAZIENTI DECEDUTI IN OSPEDALE (C.O.B.) Pagina 1 di 11 REGIONE LAZIO PROCEDURA PER LA NECROSCOPICA RELATIVA AI (C.O.B.) Data Rev. Redatto Verificato e approvato 10/10/2003 01/12/2011 0 1 Dott. Luca Guerini Dirigente Medico D.S. COB Dott. Franco

Dettagli

PARTE TERZA CURE PRIMARIE

PARTE TERZA CURE PRIMARIE PARTE TERZA CURE PRIMARIE a cura del Dott. Oliviero Zanardi UNITA ORGANIZZATIVA COMPLESSA CURE PRIMARIE E l Unità organizzativa che all interno del D.S.S.B. comprende i servizi e gli interventi rivolti

Dettagli

Letti e Materassi antidecubito

Letti e Materassi antidecubito Letti e Materassi antidecubito Allegato alla Delib.G.R. n. 51/16 del 28.12.2012 Codifica CND Y18.12 18.12 Letti 18.12.07 Letti e reti smontabili a regolazione manuale Y181207 18.12.07.006 (1) 501.01.03

Dettagli

Timbro e firma della ditta offerente

Timbro e firma della ditta offerente DITTA: SEDE IN: CODICE FISCALE PARTITA IVA a b c a x c b x c A AUSILI PER EVACUAZIONE A.1 B 09.1.03.003 09.1..3 1.03.06.003 SEDIA PER WC E DOCCIA A.1.1 09.1.03.3 RUOTE ALMENO DA CM 60 A. A..1 A.. B.1 B.

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 830 del 13-11-2014 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 830 del 13-11-2014 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 830 del 13-11-2014 O G G E T T O Ripristino igienico e manutentivo dei montascale (CIG 59882815CE) Proponente: Coordinamento

Dettagli

Informazioni per l acquisto di Mexiletina Cloridrato 50 mg capsule rigide

Informazioni per l acquisto di Mexiletina Cloridrato 50 mg capsule rigide STABILIMENTO CHIMICO FARMACEUTICO MILITARE UFFICIO PROGRAMMAZIONE Informazioni per l acquisto di Mexiletina Cloridrato 50 mg capsule rigide La fornitura del farmaco è subordinata all invio contemporaneo

Dettagli

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MARCHE GIUNTA REGIONALE 1 ALLEGATO C Comune di ASUR AREA VASTA Unità Multidisciplinare per l età DICHIARAZIONE DI IMPEGNO PER L ASSISTENZA DOMICILIARE INDIRETTA AL DISABILE IN SITUAZIONE DI PARTICOLARE GRAVITA Io sottoscritto

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale n. 2 dell Umbria. degliausili. Come orientarsi nel mondo

Azienda Sanitaria Locale n. 2 dell Umbria. degliausili. Come orientarsi nel mondo Azienda Sanitaria Locale n. 2 dell Umbria degliausili Come orientarsi nel mondo Sommario GLI AUSILI 6 CHE COS È UN AUSILIO? 6 A CHI PUÒ ESSERE NECESSARIO UN AUSILIO? 7 COME OTTENERE UN AUSILIO? 7 DOVE

Dettagli

FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio

FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio FORNITURA DI PROTESI ED AUSILI nella continuità terapeutica e assistenziale tra ospedale e territorio OGGETTO DELLA SEGUENTE PROCEDURA AUSILI ANTIDECUBITO (cuscini, materassi) AUSILI PER LA PREVENZIONE

Dettagli

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI

MEDICINA INTERNA. Ospedale di Santa Margherita Ligure DOVE SIAMO. Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI MEDICINA INTERNA Ospedale di Santa Margherita Ligure Responsabile: Prof. Roberto FRANCESCHINI Capo Sala : Sig.ra Giulia PARETI DOVE SIAMO La struttura è situata al TERZO piano dell Ospedale di Santa Margherita

Dettagli

Integrazione Ospedale-Territorio:

Integrazione Ospedale-Territorio: Integrazione Ospedale-Territorio: malattie rare ed assistenza integrativa Relatore Dott.ssa Francesca Canepa S.C. Assistenza Farmaceutica Convenzionata LEA I Livelli essenziali di assistenza (LEA) sono

Dettagli

1) Servizi di Emergenza Territoriale

1) Servizi di Emergenza Territoriale Disposizioni relative agli oneri dei Servizi di Soccorso e Trasporto Sanitario (DGRV 1411/2011) 1) Servizi di Emergenza Territoriale Interventi di soccorso sanitario Attribuzione dell onere: A carico del

Dettagli

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel

I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel APPROVATO CON DELIBERAZIONE N.2002/67 DEL 3/12/2002 I dati personali degli Utenti le strutture di RETE Reggio Emilia Terza Età sono registrati in forma cartacea nella Cartella Personale Utente e nel raccoglitore

Dettagli

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66

AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 DISTRETTO SANITARIO H4 U.O.S. CAD H4 Tel/fax 06/93275260 AZIENDA USL ROMA H Borgo Garibaldi,12 00041 Albano Laziale (Roma) Tel. 06 93.27.1 Fax 06 93.27.38.66 CARTA DEI SERVIZI CENTRO ASSISTENZA DOMICILIARE

Dettagli

GESTIONE DEGLI HOME CARE DEVICE: ESPERIENZA DI UN AZIENDA SANITARIA. Annalisa Cozzarini, Università degli Studi di Trieste.

GESTIONE DEGLI HOME CARE DEVICE: ESPERIENZA DI UN AZIENDA SANITARIA. Annalisa Cozzarini, Università degli Studi di Trieste. GESTIONE DEGLI HOME CARE DEVICE: ESPERIENZA DI UN AZIENDA SANITARIA Annalisa Cozzarini, Università degli Studi di Trieste. Nelle nazioni industrializzate l aspettativa di vita della popolazione è in continuo

Dettagli

ALL. 1 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SUI PERCORSI ORGANIZZATIVI NELL ASSISTENZA PROTESICA, ORTESICA E FORNITURA DI AUSILI TECNOLOGICI

ALL. 1 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SUI PERCORSI ORGANIZZATIVI NELL ASSISTENZA PROTESICA, ORTESICA E FORNITURA DI AUSILI TECNOLOGICI ALL. 1 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SUI PERCORSI ORGANIZZATIVI NELL ASSISTENZA PROTESICA, ORTESICA E FORNITURA DI AUSILI TECNOLOGICI 1. OBIETTIVO DEL DOCUMENTO Il D.M. 332/99 e ss. mm. reca le norme e

Dettagli

ELENCO N. 3 : Nomenclatore degli apparecchi acquistati direttamente dalle aziende USL e da assegnarsi in uso agli invalidi

ELENCO N. 3 : Nomenclatore degli apparecchi acquistati direttamente dalle aziende USL e da assegnarsi in uso agli invalidi 172 ELENCO N. 3 : Nomenclatore degli apparecchi acquistati direttamente dalle aziende USL e da assegnarsi in uso agli invalidi 173 ELENCO N. 3: Tavola di corrispondenza fra sistemi di classificazione FAMIGLIE

Dettagli

UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro

UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro UU.OO. di Pneumologia e Rianimazione Azienda Ospedaliera Ospedale San Salvatore Pesaro Progetto Assistenza Domiciliare Integrata per Pazienti con quadro di grave insufficienza respiratoria (ADIGIR) dr.

Dettagli

ALLEGATO 4 TABELLA ELENCO LOTTI. 1 di 8

ALLEGATO 4 TABELLA ELENCO LOTTI. 1 di 8 ALLEGATO 4 TABELLA ELENCO LOTTI Procedura aperta per l aggiudicazione dell Appalto Specifico indetto da Regione Lazio per la fornitura di Ausili tecnici per persone disabili di cui 1 di 8 LOTTO DESCRIZIONE

Dettagli

C O M U N E DI C A M P A G N A

C O M U N E DI C A M P A G N A C O M U N E DI C A M P A G N A PROVINCIA DI SALERNO UFFICIO INVALIDI CIVILI GUIDA ALLE PRESENTAZIONI RELATIVE ALL INVALIDITA CIVILE 1 INDICE - PRESENTAZIONE 1)- INVALIDITA CIVILE 2)-PROCEDIMENTO 3)-MODALITA

Dettagli

Paolo Albè. Gorla Servizi S.r.l. (socio unico) Domanda d Ammissione

Paolo Albè. Gorla Servizi S.r.l. (socio unico) Domanda d Ammissione Mod CDI 03 Revisione 3 Emissione Luglio 2011 Gorla Servizi S.r.l. (socio unico) Via Toti n. 5 21050 Gorla Maggiore (Va) Capitale Sociale 75.000,00 interamente versato Reg. Imp. di Varese, C.F. e P. I.V.A.

Dettagli

ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO

ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO ALLEGATO A - DOMANDA DI ASSEGNAZIONE BUONO SOCIALE CAREGIVER FAMILIARE FAMILIARI CHE ASSISTONO 1 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETA In relazione a quanto disposto dall art. 47 D.P.R. n 445

Dettagli

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA

SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA SERVIZI PER LA NON AUTOSUFFICIENZA Certificazioni di invalidità civile e handicap La certificazione di invalidità civile e la certificazione di handicap non sono la stessa cosa e danno diritto a benefici

Dettagli

MODULO DI ACCOGLIMENTO R.S.A. DI MANTOVA

MODULO DI ACCOGLIMENTO R.S.A. DI MANTOVA ALLEGATI 1 Allegato 1 Modello di domanda di accoglimento R.S.A. di Mantova Allegato 2 Modello di domanda di accoglimento C.D.I. Allegato 3 Modello di domanda di accoglimento I.D.R. Allegato 4 Modello di

Dettagli

l sottoscritto/a... (cognome e nome di chi presenta la domanda) nato a.. il residente nel comune di...

l sottoscritto/a... (cognome e nome di chi presenta la domanda) nato a.. il residente nel comune di... SLA Alla ASL della Provincia di Mantova Dipartimento ASSI - Servizio Fragilità Sociali (da consegnarsi presso lo sportello unico socio-sanitario del distretto di residenza) OGGETTO: Richiesta contributo

Dettagli

Tabella trattamento dei dati DISTRETTI

Tabella trattamento dei dati DISTRETTI a) Distretto Sanitario di Cividale del Friuli Via Carraria 29 Tabella trattamento dei dati DISTRETTI STRUTTURE AREA TRATTAMENTO MODALITA TRATTAMENTO NATURA DEL DATO CONSERVAZIONE E ARCHIVI SERVIZI AMMINISTRATIVI

Dettagli

SINTESI PERCORSO ORGANIZZATIVO EROGAZIONE DI: PROTESI, ORTESI, AUSILI TECNICI, PRODOTTI DIETETICI. NELLA ASL 6 DI SANLURI

SINTESI PERCORSO ORGANIZZATIVO EROGAZIONE DI: PROTESI, ORTESI, AUSILI TECNICI, PRODOTTI DIETETICI. NELLA ASL 6 DI SANLURI SINTESI PERCORSO ORGANIZZATIVO EROGAZIONE DI: PROTESI, ORTESI, AUSILI TECNICI, PRODOTTI DIETETICI. NELLA ASL 6 DI SANLURI Il presente documento è stato elaborato facendo particolare riferimento alle linee

Dettagli

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono

Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono Ciascuna ricetta medica a lettura ottica deve riportare, scritti in modo chiaro e leggibile tutti i dati previsti. Quelli sottolineati sono obbligatori: -cognome, nome dell assistito o iniziali, dove prescritto

Dettagli

PROCEDURA PER LA PREOSPEDALIZZAZIONE

PROCEDURA PER LA PREOSPEDALIZZAZIONE Pagina 1 di 5 REGIONE LAZIO REV. DATA REDATTO VERIFICATO APPROVATO 0 1 2 16/07/2007 14/11/2008 12/02/2010 Dott. F. Sileoni - Dirig. Med. DS POC Dott. L. Guerini - Dirig. Med. DS POC Dott. R. Riccardi -

Dettagli

Deliberazione n. 553 del 04 settembre 2014

Deliberazione n. 553 del 04 settembre 2014 Deliberazione n. 553 del 04 settembre 204 Direttore Generale Dr. Roberto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Direttore Amministrativo Carlo Alberto Tersalvi Direttore Sanitario Giuseppe Giorgio

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

SANITA, SERVIZI, MERCATO. Evoluzione e prospettive.

SANITA, SERVIZI, MERCATO. Evoluzione e prospettive. SANITA, SERVIZI, MERCATO. Evoluzione e prospettive. IL MONDO DEGLI OPERATORI ECONOMICI Maria Teresa Agati, CSR. Padova, 30 novembre2013 5/29/2014 1 Chairman: G. Buonanno (Piacenza) Discussant: M. Zampolini

Dettagli

Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA DI MEDICINA LEGALE

Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA DI MEDICINA LEGALE Regione Veneto Azienda U.L.S.S. n. 19 Comuni di: Adria Ariano nel Polesine Corbola Loreo Papozze Pettorazza Grimani Porto Tolle Porto Viro Rosolina Taglio di Po OPUSCOLO INFORMATIVO DELL UNITA OPERATIVA

Dettagli

Distinti Saluti, IL DIRETTORE DEL SERVIZIO INGEGNERIA CLINICA (Ing. M. Garagnani)

Distinti Saluti, IL DIRETTORE DEL SERVIZIO INGEGNERIA CLINICA (Ing. M. Garagnani) Servizio Ingegneria Clinica Il Direttore Modena, li 16/10/2009 Riferimento : Classificazione : PRO Filecode : \\Sic-asp Documenti-SIC\Lettere prova\aa_pa809_pdi_roche_diabetologia Carpi_09 Pagine : 1 Prot.

Dettagli

Il sottoscritto..., nato/a a:... (prov.:.. ) domiciliato nel comune di... e-mail:... chiede

Il sottoscritto..., nato/a a:... (prov.:.. ) domiciliato nel comune di... e-mail:... chiede RICHIESTA INDENNITA ECONOMICHE A FAVORE DI PERSONE AFFETTE DA TBC NON ASSICURATE PRESSO L INPS O NON ASSISTITE PER DIFETTO ASSICURATIVO (Legge 4 marzo 1987, n. 88 art. 5) All Azienda Sanitaria Locale di

Dettagli

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE

SERVIZIO CARTELLE CLINICHE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA SERVIZIO CARTELLE CLINICHE Guida informativa per l utente 1 Modalità di richiesta di copia della cartella clinica o altra documentazione Requisito essenziale:

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE

MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCOROSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE Div.Pers.II Sez.II Roma, 20 dicembre 2002 Prot.n. 65719 Allegati : 1 Al Sig, Ispettore Generale Capo

Dettagli

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5

Allegato E D.M. 332/99 LOTTO 5 D.M. 332/99 LOTTO 5 Allegato E Specifiche tecniche vincolanti 1.1Dispositivi a pressione positiva continua (C-PAP) 1. essere in grado di erogare una pressione positiva continua fino a 20 cm H2O; 2. consentire

Dettagli

BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/05/2014-31/08/2014

BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/05/2014-31/08/2014 Allegato A della deliberazione n. del composto da n. 15 fogli. BENI MOBILI ED ATTREZZATURE DA CANCELLARE 01/05/2014-31/08/2014 Numero Numero Descrizione Descrizione verbale inventario causale 1.112 27547

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

MODELLO A : per persone maggiorenni ( + di 18 anni)

MODELLO A : per persone maggiorenni ( + di 18 anni) MODELLO A : per persone maggiorenni ( + di 18 anni) ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ACCERTAMENTO/AGGRAVAMENTO DI - INVALIDITÁ CIVILE (comprende anche l indennità di accompagnamento) -

Dettagli

Centrale Regionale Acquisti. Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti

Centrale Regionale Acquisti. Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti Come acquistare in convenzione con i contratti stipulati dalla Centrale Regionale Acquisti Tutta la documentazione relativa alle Convenzioni è disponibile sul portale www.centraleacquisti.regione.lombardia.it,

Dettagli

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese

KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese KIT SINISTRI Assicuratrice Milanese Gestione del rischio scolastico COSA DEVE FARE LA SCUOLA? GESTIONE DEI SINISTRI SE IL SINISTRO AVVIENE A SCUOLA O DURANTE ATTIVITÀ CHE COMPORTANO LA PRESENZA DI PERSONALE

Dettagli

1. OBIETTIVI 2. BENEFICIARI

1. OBIETTIVI 2. BENEFICIARI All.1 alla Deliberazione n 389 del 10 agosto 2007 REGOLAMENTO GESTIONE DOMANDE PER L OTTENIMENTO DEL CONTRIBUTO REGIONALE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE AVANZATI EX L.R. 23/99 ART.4, COMMI

Dettagli

Dati identificativi del familiare richiedente (se diverso)

Dati identificativi del familiare richiedente (se diverso) Domanda per il contributo alle famiglie di persone con disabilità o al singolo soggetto disabile per l acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati L.R. 23/99 - ANNO 2011 (Decreto n. 9815 del 25.10.2011)

Dettagli

CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE

CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE CUP AZIENDALE E RECUP REGIONALE Il sistema di prenotazione RECUP con adozione di giuste deliberazioni della Regione Lazio del 2005/2006, è gestito dalla stessa Regione Lazio,

Dettagli

Carta dei Servizi. Rev. 3 del 12/03/2015 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

Carta dei Servizi. Rev. 3 del 12/03/2015 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Carta dei Servizi Rev. 3 del 12/03/2015 ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA Gentile Utente, La ringraziamo in anticipo qualora voglia scegliere o abbia scelto la nostra Cooperativa sociale per il servizio

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA INSERIMENTO NELL ELENCO PER AFFIDAMENTO INCARICHI PROFESSIONALI AVVISO. Delibera n. 1359 del 18/07/2008

OGGETTO: RICHIESTA INSERIMENTO NELL ELENCO PER AFFIDAMENTO INCARICHI PROFESSIONALI AVVISO. Delibera n. 1359 del 18/07/2008 Mod. A COPERTINA DOCUMENTAZIONE ALL A.S.L. Roma H U.O. G.P.I.I. Borgo Garibaldi, 12 00041 ALBANO LAZIALE (RM) OGGETTO: RICHIESTA INSERIMENTO NELL ELENCO PER AFFIDAMENTO INCARICHI PROFESSIONALI AVVISO Delibera

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI

GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI GUIDA AI SERVIZI ASSISTENZIALI FASIE è una associazione senza scopo di lucro che persegue lo scopo di garantire ai propri assistiti trattamenti sanitari integrativi del Servizio Sanitario Nazionale. Inoltre,

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO Allegato C3 FAC SIMILE Contratto estimatorio Protesi ortopediche e mezzi di sintesi Premessa Il contratto estimatorio è il contratto con cui una parte consegna una o più cose mobili all altra parte e questa

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda ULSS 22 Reg. Veneto Distretto Sociosanitario n.5 Villafranca di Verona ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA AD INTENSITA ELEVATA RIVOLTA A PAZIENTI CON VENTILAZIONE MECCANICA:

Dettagli

Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012. Chiarimenti richiesti via fax in data 27 novembre 2012

Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012. Chiarimenti richiesti via fax in data 27 novembre 2012 Chiarimenti richiesti via fax in data 26 novembre 2012 QUESITO N. 65: La scrivente società chiede se sia possibile avere gli allegati E2 (Dichiarazione Amministrativa), E5 (Sopralluogo) ed E6 (Scheda di

Dettagli

REGIONE PIEMONTE PROTES FASE 2 EVOLUZIONE TECNOLOGICA E FUNZIONALE DEFINIZIONE DEI REQUISITI FUNZIONALI

REGIONE PIEMONTE PROTES FASE 2 EVOLUZIONE TECNOLOGICA E FUNZIONALE DEFINIZIONE DEI REQUISITI FUNZIONALI Pag. 1 di 46 PROTES FASE 2 Evoluzione tecnologica e funzionale Medicina Integrativa e Protesica Definizione dei requisiti funzionali Versione 2.0 VERIFICHE E APPROVAZIONI VERSIONE REDAZIONE CONTROLLO APPROVAZIONE

Dettagli

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO

MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Allegato A) MODALITA DI ORGANIZZAZIONE E REMUNERAZIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA DOMICILIARE A CARATTERE OSPEDALIERO Attività di ospedalizzazione presso il domicilio Si definisce attività di ospedalizzazione

Dettagli

Servizio sanitario nazionale Regione Liguria Azienda Unità Sanitaria Locale n. 5 Spezzino AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI

Servizio sanitario nazionale Regione Liguria Azienda Unità Sanitaria Locale n. 5 Spezzino AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI Servizio sanitario nazionale Regione Liguria Azienda Unità Sanitaria Locale n. 5 Spezzino AVVISO RELATIVO AGLI APPALTI AGGIUDICATI ESITO DI GARA per la fornitura di ausili per disabili di cui agli Elenchi

Dettagli

Assistenza Riabilitativa

Assistenza Riabilitativa Assistenza Riabilitativa Che cos è l assistenza riabilitativa Chi può chiederla Il piano di intervento riabilitativo La fornitura di ausili e protesi Prescrizione di dispositivi protesici La fornitura

Dettagli

MODALITA OPERATIVE. 1 di 12

MODALITA OPERATIVE. 1 di 12 MODALITA OPERATIVE 1 di 12 PROCEDURE Raggiunta l ubicazione dell impianto, con il tesserino di riconoscimento in vista, procedere come segue: SITUAZIONE ATTIVITA' PRESENZA RESPONSABILE IMPIANTO, PERSONA

Dettagli

COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 0933/881310

COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 0933/881310 COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Servizi Sociali tel/fax 933/883 SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE SOCIO-ASSISTENZIALE (ADA) IN FAVORE DI ANZIANI ULTR65ENNI NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

Ausili per il superamento delle barriere architettoniche

Ausili per il superamento delle barriere architettoniche Ausili per il superamento delle barriere architettoniche Spesso le abitazioni private non sono completamente accessibili per coloro che si spostano con una carrozzina o che comunque hanno difficoltà nella

Dettagli

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA

UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA UNITA OPERATIVA SEMPLICE DIPARTIMENTALE L.34/97 ANAGRAFE CANINA Le funzioni di questo servizio sono le seguenti: Anagrafe canina informatizzata (iscrizione, cancellazione, trasferimenti di residenza, trasferimenti

Dettagli

REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI

REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI REGIONE LOMBARDIA A.S.L. DELLA PROVINCIA DI VARESE DIPARTIMENTO AMMINISTRATIVO SERVIZIO GESTIONE APPROVVIGIONAMENTI GARA IN UNIONE TRA LE AZIENDE SANITARIE LOCALI DELLE PROVINCE DI VARESE, COMO, LECCO,

Dettagli

Modalità operative di vigilanza sui farmaci stupefacenti

Modalità operative di vigilanza sui farmaci stupefacenti Corso residenziale interattivo a cura della sezione regionale SIFO Emilia Romagna «La vigilanza ispettiva territoriale e la vigilanza ospedaliera in contesti tradizionale e di nuova istituzione» Modalità

Dettagli

Il giorno DODICI del mese di FEBBRAIO dell anno DUEMILADIECI in Alessandria, presso la Sala riunioni della Direzione Generale

Il giorno DODICI del mese di FEBBRAIO dell anno DUEMILADIECI in Alessandria, presso la Sala riunioni della Direzione Generale PROTOCOLLO D INTESA PER LA REALIZZAZIONE DI UN SISTEMA SPERIMENTALE DI EROGAZIONE DI PRODOTTI DI ASSISTENZA INTEGRATIVA ASSORBENTI URINA E PRESIDI PER DIABETICI TRA L AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA

Dettagli