La redazione del primo bilancio d esercizio successivo alla trasformazione di una società di persone in società di capitali di Fabio Giommoni *

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La redazione del primo bilancio d esercizio successivo alla trasformazione di una società di persone in società di capitali di Fabio Giommoni *"

Transcript

1 La reazione el primo bilancio esercizio successivo alla trasformazione i una società i persone in società i capitali i Fabio Giommoni * La reazione el bilancio esercizio a parte i una società i capitali risultante alla trasformazione i una società i persone (es. trasformazione a Snc a Srl), si presenta particolarmente problematica, tenuto conto elle ifferenze che caratterizzano le ue tipologie societarie nella reazione e pubblicità el bilancio. In particolare, ci si chiee se il primo bilancio ella Srl risultante alla trasformazione i una Snc ebba riferirsi all intero esercizio nel quale è realizzata la trasformazione o comprenere soltanto la frazione i esso successiva alla ata i effetto ell operazione. Inoltre, ci si chiee se tale bilancio ebba essere presentato in forma comparativa con l esercizio preceente, ancorché in tale esercizio la società trasformata rivestiva la forma i società i persone (e quini non era tenuta alla presentazione el bilancio). La isciplina fiscale ella trasformazione omogenea progressiva e il frazionamento ell esercizio ai fini ella eterminazione el reito i impresa Come è noto, la trasformazione i una società i persone in una società i capitali (c.. trasformazione omogenea progressiva ), ai fini ella isciplina el reito i impresa impone il frazionamento ell esercizio in ue perioi i imposta, in quanto la moifica ella forma societaria etermina il passaggio all imposizione Irpef a quella Ires. Al riguaro, il secono comma ell art.170 el Tuir stabilisce, infatti, che in caso i trasformazione i una società soggetta a Irpef in società soggetta a Ires: il reito el perioo compreso tra l'inizio el perioo i imposta e la ata in cui ha effetto la trasformazione è eterminato secono le isposizioni applicabili prima ella trasformazione in base alle risultanze i apposito conto economico. Pertanto, nell ipotesi i trasformazione a Snc a Srl risulta necessario istinguere ue iversi perioi imposta, e i conseguenza sarà necessario presentare ue autonome ichiarazioni ei reiti: 1 2 PERIODI DI IMPOSTA quello che ecorre all inizio ell esercizio fino alla ata i effetto ella trasformazione 77, con riferimento al quale la tassazione avviene in base alle regole Irpef, ovvero per trasparenza in capo ai soci. quello che ecorre alla ata i effetto ell operazione fino alla fine ell esercizio, con riferimento al quale si applica l Ires sul reito prootto. DICHIARAZIONI DEI REDDITI Mo. Unico Società i Persone, per il perioo i imposta ecorrente all inizio ell esercizio fino alla ata i effetto ella trasformazione 78. Mo. Unico Società i Capitali per il perioo i imposta ecorrente alla ata i effetto ella trasformazione fino al termine ell esercizio. * Dottore commercialista e revisore legale Si ricora che gli effetti ella trasformazione, ai fini sia civilistici che fiscali, si proucono alla ata i iscrizione nel registro elle imprese ell atto i trasformazione a norma ell art.2500 el Coice civile. Tuttavia si ritiene possibile ifferire l efficacia ella trasformazione rispetto all iscrizione ell atto nel registro elle imprese, purché tale ifferimento non sia superiore a 60 giorni (cfr. massima K.A.10 el Notariato el Triveneto). In particolare, l art.5 bis, co.1 el DPR n.322/98 e successive moificazioni, stabilisce che in caso i trasformazione i una società soggetta a Irpef in società soggetta a Ires, eliberata nel corso el perioo 'imposta, la ichiarazione relativa alla frazione i esercizio compresa tra l'inizio el perioo 'imposta e la ata in cui ha effetto la trasformazione eve essere presentata in via telematica entro l'ultimo giorno el nono mese successivo a tale ata. elle razioni 38

2 Il primo bilancio successivo alla trasformazione e la urata ell esercizio i riferimento Mentre nell ambito ella isciplina el reito i impresa l esercizio in cui ha effetto la trasformazione subisce il frazionato in ue perioi i imposta, ai fini ella presentazione el bilancio, l esercizio eve essere consierato in moo unitario, in quanto la trasformazione non etermina, salvo specifica elibera assembleare, la moifica egli elementi costitutivi ella società, quale la see, l oggetto sociale e anche la ata i chiusura ell esercizio ella società oggetto i trasformazione. Pertanto, il primo bilancio esercizio presentato alla società i capitali risultante alla trasformazione ovrà riferirsi all intero esercizio e comprenere anche il risultato reituale ella frazione ello stesso urante la quale la società era gestita sotto la forma i società i persone 79. La trasformazione societaria, infatti, secono l impostazione ottrinale e giurispruenziale 80 prevalente, comporta unicamente un mutamento ella forma giuriica originariamente aottata alla società trasformana, senza necessità i aivenire alla sua preventiva estinzione 81. In altre parole, la trasformazione costituisce una moifica ella forma ella società, lasciano inalterati gli aspetti sostanziali quali l attività, il soggetto economico e i rapporti con i terzi. L estinzione ella società trasformana non si verifica nemmeno quano, a seguito ella trasformazione a un tipo personalistico a uno capitalistico, la società risultante alla trasformazione acquisisce la personalità giuriica. Anche in questa eventualità il soggetto rimane il meesimo opo la trasformazione, in quanto la nozione i personalità giuriica è ben iversa e ulteriore rispetto a quella i soggettività. In conclusione, poiché la trasformazione societaria non prouce l estinzione el soggetto giuriico, con contestuale creazione i un nuovo soggetto, bensì esclusivamente una moifica ell atto costitutivo, non si interrompe il regolare ecorso ell esercizio sociale 82. Esempio La società Alfa Snc effettua la trasformazione in Srl con atto el 20 novembre 2010 iscritto al Registro imprese in ata 30 novembre Ai fini fiscali occorrerà unque suiviere l esercizio 2010 in ue perioi i imposta: quello al 1/1/2010 al 30/11/2010, il cui risultato sarà soggetto a tassazione Irpef in capo ai soci per trasparenza; quello al 1/12/2010 al 31/12/2010, il cui risultato sarà soggetto a tassazione Ires. Ai fini ella presentazione el bilancio la società risultante alla trasformazione Alfa Srl preisporrà un unico bilancio esercizio per il perioo 1/1/ /12/2010, che sarà soggetto alla isciplina i reazione, approvazione e pubblicità tipica el bilancio elle società i capitali 83. La presentazione i un unico bilancio esercizio a parte ella Srl risultante alla trasformazione i una Snc, riferito all intero esercizio nel corso el quale è realizzata la trasformazione, non pare in contrasto con la necessità, evienziata alla ottrina, i reigere alla ata i effetto ella trasformazione i seguenti bilanci 84 : 1. bilancio i trasformazione : è un bilancio straorinario, costituito alla sola situazione patrimoniale 85, che ha lo scopo i eterminare il capitale netto i trasformazione, ovvero il valore el Tale tesi è sostenuta, in particolare, alla Fonazione Aristeia nel Documento n.55, La perizia i stima nella trasformazione (omogenea) progressiva, gennaio Dello stesso avviso G. Savioli, Le operazioni i gestione straorinaria, Giuffrè, Milano, 2003, pag.65. Per quanto riguara la posizione ella giurispruenza si vea, in particolare, Cassazione n el 4 novembre Il legislatore elegato, come veremo più avanti, ha fatto propria tale interpretazione nell attuale art.2498 c.c., secono il quale con la trasformazione, l ente trasformato conserva i iritti e gli obblighi e prosegue in tutti i rapporti, anche processuali, ell ente che ha effettuato la trasformazione. Secono tale impostazione, unque, la trasformazione non è evento interruttivo ella vita ella società, ma si inserisce senza soluzione i continuità nella inamica ell esercizio, il cui risultato va eterminato e sottoposto alla pubblicità propria ella società trasformata. In tal senso G. Anreani, G. Cristofori e R. Santini, La trasformazione i società, EGEA, Milano, 2001 e L. Potito, Bilanci straorinari, Utet, Torino, Artt.2423 e segg. el Coice civile. Per maggiori approfonimenti sugli aspetti contabili ella trasformazione sia consentito il rimano a M. Busico, F. Giommoni, F. Facchini, F. Salvaori, Il manuale elle operazioni s, Gruppo Euroconference Spa, e Tale situazione patrimoniale è reatta in base allo schema previsto all art c.c. e eve essere opportunamente aattata se la società i partenza è una società i persone. elle razioni 39

3 patrimonio ella società trasformata, che nell ambito ella trasformazione progressiva eve essere oggetto i relazione giurata i stima, ai sensi ell art.2500 ter c.c.; 2. bilancio i chiusura ella società trasformana: è un bilancio infrannuale (costituito a stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa) avente lo scopo, principalmente, i evienziare il risultato economico el perioo anteceente alla ata i efficacia ella trasformazione 86 ; 3. bilancio i apertura ella società trasformata: costituito al solo stato patrimoniale, ha lo scopo i eterminare, in particolare, la suivisione el capitale netto i trasformazione tra capitale sociale e altre poste el patrimonio netto e i evienziare le eventuali maggiori o minori entità elle attività e passività azienali conseguenti al recepimento ei valori i perizia. La reazione i tali bilanci non risulta in contrasto con la presentazione i un unico bilancio esercizio a parte ella società trasformata, in quanto questi rappresentano ocumenti i natura interna, che non sono oggetto i approvazione a parte ei soci 87. Il primo bilancio successivo alla trasformazione rappresenta invece il ocumento nel quale è evienziata la situazione patrimoniale, economica e finanziaria ella società con riferimento all intero esercizio e eve essere oggetto i regolare approvazione a parte ell assemblea ei soci ella società risultante alla trasformazione. Peraltro, vi è autorevole ottrina che ritiene necessaria nella trasformazione progressiva la preisposizione i ue separati bilanci sui quali si rifletteranno gli effetti patrimoniali e economici ella gestione svolta nei ue istinti tronconi in cui viene suiviso l originario esercizio sociale 88. Tale conclusione, motivata sulla base elle raicali ifferenze che caratterizzano la reazione el bilancio nell ambito elle società i persone rispetto alle società i capitali, sembrerebbe confermata alla esigua prassi ministeriale sull argomento (alla quale peraltro gran parte elle Camere i Commercio si sono uniformate nell ambito elle istruzioni al eposito ei bilanci), in base alla quale: le società i persone che iscrivono l atto i trasformazione in società i capitali sono tenute al eposito el bilancio a ecorrere all anno successivo a quello i trasformazione (salvo iversa inicazione el Conservatore o el Giuice el Registro) 89. La soluzione che prevee la reazione i ue istinti bilanci non appare tuttavia convincente, soprattutto in consierazione el citato principio i continuità ei rapporti giuriici che è stato efinitivamente sancito con la riformulazione ell art.2498 c.c. a opera ella riforma el iritto societario 90. Infatti, il isposto ell art.2498 c.c., assicurano la continuità elle posizioni giuriiche attive e passive, esclue ogni interferenza ella trasformazione sulla continuità ell esercizio impresa, le cui risultanze patrimoniali, economiche e finanziarie, evono essere unque rappresentate a un unico bilancio esercizio. Le esigenze informative consistenti nell iniviuazione el risultato reituale ell'ultimo perioo ella società trasformana 91, che assumono particolare rilevanza proprio quano muta la responsabilità el socio, come nella trasformazione progressiva, potranno essere soisfatte al bilancio i chiusura Il bilancio i chiusura integra unque anche l apposito conto economico previsto alla normativa fiscale al fine i eterminare il reito el perioo compreso tra l inizio el perioo imposta e la ata in cui ha effetto la trasformazione, soggetto a ifferente imposizione. La conferma i tale tesi può essere ricercata nella isciplina ella liquiazione, ove è prevista la reazione i un prospetto i bilancio infrannuale con riferimento alla ata i effetto ello scioglimento (Reniconto ella gestione), che non assume valenza esterna e che eve essere allegato, a norma ell art.2490, co.4, c.c., al primo bilancio annuale successivo alla liquiazione, il quale comprene anche la frazione ell esercizio preceente all avvio ella liquiazione. M. Caratozzolo, I bilanci straorinari, Giuffrè, Milano, II eizione, pag.391. Circolare Ministero Inustria n.3450/c el 27 ottobre 1998, pag.56. Attuata con D.Lgs. n.6/03. Al riguaro, è stato tuttavia osservato che anche il risultato ell esercizio è unico e è quello emergente all unico bilancio; alla eventuale istribuzione egli utili si applicheranno perciò le regole previste per il tipo sociale risultante alla trasformazione, a nulla rilevano l evienziazione nel bilancio infrannuale i un risultato esercizio provvisorio. Così, a esempio, nel caso i trasformazioni a società i persone a società i capitali, gli utili relativi a tutto l esercizio, compresi quelli maturati quano l impresa era gestita nella veste i società i persone, saranno, a norma ell art.2433 a isposizione ell assemblea senza che i soci abbiano alcun iritto i creito sui meesimi, come, invece avveniva nel vecchio tipo (G. Savioli, op. cit., pag.66). A tale riguaro, il bilancio i chiusura ella società trasformana potrà essere utilmente allegato al primo bilancio esercizio successivo alla trasformazione, in analogia con quanto previsto, in materia i liquiazione societaria, all art.2490, co.4, c.c., per quanto riguara il Reniconto ella gestione egli amministratori. elle razioni 40

4 Per le ragioni che saranno esposte in seguito, si ritiene inoltre che la reazione i unico bilancio contenente i ati ell intero esercizio non rappresenti un particolare problema, in quanto tale attività consiste essenzialmente nell aggregazione ei ati elle ue frazioni i esercizio, caratterizzati a criteri i valutazione sostanzialmente analoghi e rappresentati sulla base i un piano i conti che, normalmente, non subisce significative moifiche a seguito ella trasformazione. Qualche maggior ifficoltà potrebbe sorgere nel caso in cui la società i persone trasformana aotti la contabilità semplificata, in quanto in tale ipotesi non si ispone i una situazione patrimoniale a inizio esercizio, ma soltanto el bilancio i apertura ella società risultante alla trasformazione. In conclusione, si ritiene che il primo bilancio successivo alla trasformazione i una società i persone in società i capitali ebba essere reatto secono la isciplina i cui agli artt.2423 e segg. el Coice civile e ebba comprenere l intero esercizio nel quale è realizzata la trasformazione. Di conseguenza, nel caso in cui si voglia evitare i incluere in tale bilancio la frazione i esercizio preceente alla ata i effetto ella trasformazione, sarà necessario inserire una specifica previsione nell atto i trasformazione rivolta a stabilire la chiusura (anticipata) ell esercizio sociale ella Snc trasformana (e i inizio el nuovo esercizio ella Srl risultante alla trasformazione) in concomitanza con la ata i effetto ella trasformazione 93. Una simile previsione potrebbe essere particolarmente opportuna nei casi i trasformazione effettuata a riosso ella chiusura ell esercizio, in quanto consentirebbe i stabilire la chiusura el primo esercizio ella Srl al 31 icembre ell anno successivo, evitano quini i presentare un bilancio per l esercizio in cui è realizzata la trasformazione. Esempio Ripreneno l esempio preceente (ove gli effetti ella trasformazione ecorrevano al 30/11/2010) nell atto i trasformazione viene prevista la chiusura anticipata ell esercizio ella Alfa Snc alla meesima ata el 30/11/2010 e il conseguente inizio el nuovo esercizio ella Alfa Srl a partire al 1/12/2010. Nell atto viene inoltre stabilito che il primo esercizio sociale ella Alfa Srl chiuerà il 31/12/2011. In tal caso il primo bilancio che la Alfa Srl eve presentare sarà quello chiuso al 31/12/2011 (relativo a un esercizio i 13 mesi, ovvero al 1/12/2010 al 31/12/2011). Con riferimento all ultimo esercizio ella Alfa Snc (1/1/ /11/2010) non vi è invece obbligo i presentazione el bilancio. Il primo bilancio successivo alla trasformazione e la presentazione ei ati comparativi ell esercizio preceente Chiarito che il primo bilancio esercizio successivo alla trasformazione i una Snc in una Srl eve essere riferito all intero esercizio nel quale ha avuto effetto l operazione (salvo iversa previsione ell atto i trasformazione), rimane a approfonire la questione relativa alla presentazione ei ati comparativi con l esercizio preceente, urante il quale la società oggetto i trasformazione rivestiva la forma i società i persone. Nella pratica si assiste sovente alla presentazione i bilanci post trasformazione con la sola colonna relativa all esercizio in cui è realizzata l operazione, ma tale moalità operativa, oltre a fornire un informazione patrimoniale, economica e finanziaria scarsamente significativa, non risulta conforme al ettato el comma 5 ell art.2423 ter, c.c., in base al quale per ogni voce ello stato patrimoniale e el conto economico eve essere inicato l importo ella voce corrisponente ell esercizio preceente Tale possibilità sembrerebbe confermata alle istruzioni fornite alla Camera i Commercio i Roma con la Guia al eposito igitale ei bilanci i esercizio e egli elenchi soci, eizione el 2008, ove si legge (pag. 37) che le società i persone trasformate in società i capitali che hanno iscritto nel Registro elle Imprese l atto i trasformazione evono effettuare il eposito el bilancio esercizio a secona ella ata i chiusura el primo esercizio prevista nell atto i trasformazione. Lo stesso comma aggiunge inoltre che: se le voci non sono comparabili, quelle relative all esercizio preceente evono essere aattate; nella nota integrativa si evono segnalare e commentare: la non comparabilità, l aattamento o l impossibilità ell aattamento. elle razioni 41

5 La necessità i una comparazione con i ati ell esercizio preceente iscene all esigenza (accolta al legislatore el D.Lgs. n.127/91, che ha introotto il citato 2423 ter c.c.) i fornire un termine i paragone al lettore el bilancio, per permettere l analisi ell evoluzione ella situazione patrimoniale, economica e finanziaria ell aziena e non soltanto ei ati puntuali ell esercizio in corso. Infatti, la ottrina azienalistica sottolinea a sempre come la lettura i un solo bilancio fornisca scarse informazioni, mentre quella i più bilanci (o ei ati el bilancio raffrontati con quelli el bilancio preceente) consenta i percepire molte più informazioni circa l evoluzione ella gestione azienale 95. In tal senso i principi contabili nazionali, al i là el semplice richiamo alla previsione el comma 5 ell art.2423 ter c.c., non preveono particolari obblighi i comparazione con l esercizio preceente, mentre i principi contabili internazionali stabiliscono che le informazioni comparative evono essere fornite per il perioo preceente per tutti gli ammontari esposti nel bilancio (a meno che un altro principio consenta o isponga iversamente), in quanto la comparabilità elle informazioni tra esercizi aiuta gli utilizzatori a prenere ecisioni economiche, permetteno specialmente la valutazione egli anamenti nelle informazioni finanziarie per scopi previsionali 96. Nell ambito ella trasformazione progressiva taluni ritengono invece non necessario riportare i valori ell esercizio preceente, sulla base ella consierazione che, poiché prima ella trasformazione la società i persone non era obbligata alla reazione el bilancio, o comunque non vi era tenuta nella forma prevista per le società i capitali, non eve ritenersi sottoposta a questo obbligo in conseguenza ella trasformazione. Tale tesi non può essere accolta, in quanto le società i persone sono comunque tenute a reigere un reniconto annuale, a norma ell art.2261, co.2, c.c., il quale stabilisce che i soci, se l attività elle società ura oltre un anno, hanno iritto i avere il reniconto ell amministrazione al termine i ogni anno, salvo che il contratto sociale stabilisca un termine iverso. Inoltre l art.2217 c.c. impone agli imprenitori commerciali, e quini anche alle società i persone commerciali, i reigere il bilancio annuale e il conto ei profitti e elle perite, per le cui valutazioni l imprenitore eve attenersi ai criteri stabiliti per il bilancio elle società per azioni, in quanto compatibili. 97 Pertanto, in caso i trasformazione i Snc in Srl, nella maggior parte ei casi, vi sono tutte le informazioni necessarie per fornire i ati comparativi relativi all esercizio preceente, con riferimento al quale la Snc ovrebbe aver preisposto un bilancio annuale sulla base ei criteri i reazione e i valutazione previsti per i bilanci elle società i capitali. Di conseguenza, le sole ifferenze rispetto alla Srl ovrebbero riguarare le moalità i rappresentazione el bilancio. A tale riguaro risulta tuttavia possibile operare una riclassificazione ei conti ella Snc sulla base ello schema i bilancio i cui agli artt.2424 e segg. el Coice civile. Vi saranno, tuttavia, alcune ifferenze che non potranno essere eliminate e per le quali ovrà essere ata opportuna informazione in nota integrativa 98. A esempio, poiché il reito ella Snc è tassato per trasparenza in capo ai soci, la stessa in bilancio evienzia esclusivamente l Irap, per cui nell ambito ella comparazione tra i risultati economici ei ue esercizi a confronto si ovrà tenere conto che l utile netto ell esercizio preceente non comprene le imposte sul reito pagate ai soci. L unico caso in cui la società risultante alla trasformazione può essere esentata alla presentazione ei ati comprativi ell esercizio preceente si verifica quano la società i persone trasformana ha aottato la contabilità semplificata, in base alla quale non vi è obbligo i reazione el bilancio esercizio. In tale ipotesi, infatti, non vi sono le informazioni sufficienti a preisporre un informativa comparativa con riferimento all esercizio preceente, ma i tale situazione va comunque fornita aeguata informazione nella nota integrativa 99. Si vea, in particolare, S. Terzani, Le comparazioni i bilancio, Ceam, Paova, Cfr. IAS 1 Presentazione el bilancio, par.36 e par.40. Per maggiori approfonimenti sugli aspetti contabili elle società i persone si rimana a L. Scappini, F. Facchini e M. G. Facchini, Le società i persone , Gruppo Euroconference Spa, e. 2008, pagg.125 e ss.. In generale, il principio Contabile nazionale n.11 Bilancio esercizio: finalità e postulati, rivisto all OIC nel 2005, prescrive che gli eventi i natura straorinaria (come la trasformazione societaria) ebbano essere chiaramente evienziati (par.10). In tal senso I. Facchinetti, Aattamento elle voci el bilancio el preceente esercizio, in Contabilità Finanza e Controllo, n.4/00. elle razioni 42

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014

SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI. Bologna, 22 luglio 2014 SOCIETA COOPERATIVE TRA PROFESSIONISTI: ASPETTI FISCALI Bologna, 22 luglio 2014 INQUADRAMENTO NORMATIVO FISCALE La nuova disciplina sulle società tra professionisti non contiene alcuna norma in merito

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 16 15.05.2014 Unico in caso di trasformazione Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Scadenze Ai sensi dell art. 5-bis, comma 1, del D.P.R.

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Copertura delle perdite

Copertura delle perdite Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 107 09.04.2014 Copertura delle perdite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Le assemblee delle società di capitali che, nelle

Dettagli

Soluzioni Esercitazione VIII. p(t)dt = R

Soluzioni Esercitazione VIII. p(t)dt = R S. a Si ha Soluioni Esercitaione VIII PT > + ptt ptt perché pt per t u + perché

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 79 Aspetti contabili della fusione inversa

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 79 Aspetti contabili della fusione inversa DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 79 Aspetti contabili della fusione inversa settembre 2007 Aspetti contabili della fusione inversa DOCUMENTO ARISTEIA N. 79 ASPETTI CONTABILI DELLA FUSIONE INVERSA Sommario:

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle

Stefano Falorsi. di seconda e quinta elementare rispettivamente di numerosità e N. I test somministrati alle Nota metooogica sua strategia i campionamento e sistema nazionae i vautazione ee competenze per e cassi secona e quinta e primo cico ea scuoa primaria Stefano Faorsi. Obiettivi I Sistema Nazionae i Vautazione

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria).

Consiglio nazionale del notariato, Studio 98-2013/I; Codice civile, art. 2363; D.lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma societaria). Luogo di convocazione dell assemblea nelle società di capitali della Dott.ssa Roberta De Pirro L ADEMPIMENTO Il Consiglio nazionale del notariato, nello Studio n. 98-2013/I ha fatto il punto sul luogo

Dettagli

Risoluzione n. 104/E

Risoluzione n. 104/E Risoluzione n. 104/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 21 aprile 2009 OGGETTO: Istanza di interpello ART. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Articolo 11, comma 1, lettera a), numero 5, del

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista

Patrimoni destinati ad uno specifico affare. A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Patrimoni destinati ad uno specifico affare A cura di Davide Colarossi Dottore Commercialista Riferimenti normativi D.Lgs. Numero 6 del 17 gennaio 2003 Introduce con gli articoli 2447-bis e seguenti del

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Bilateralità e fiscalità di Eugenio della Valle

Bilateralità e fiscalità di Eugenio della Valle Bilateralità e fiscalità di Eugenio della Valle 1) Premessa. Con le lenti del tributarista il tema della bilateralità può essere affrontato avendo riguardo ai seguenti tre aspetti: (i) la natura, commerciale

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l.

La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Il bilancio delle società di capitali La sua impugnazione Firenze 15 giugno 2010 La normativa civilistica in tema di impugnativa di bilancio di s.p.a. e s.r.l. Francesco D Angelo (Università di Firenze)

Dettagli

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE

La CANCELLAZIONE di: dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Registro Imprese La CANCELLAZIONE di: Imprese Individuali Società di Persone Società di Capitale dal REGISTRO delle IMPRESE e dall ALBO delle IMPRESE ARTIGIANE Indice Introduzione pag. 3 Cancellazione

Dettagli

Swisscodes 2003 Corso di postformazione SUP

Swisscodes 2003 Corso di postformazione SUP Swisscoes 2003 Corso i postformazione SUP SIA 267 Geotecnica Basi e concetto i imensionamento 23/01/2014 Corso i applicazione ella norma SIA 267 - Geotecnica 1 Basi e concetti i imensionamento 1. Introuzione,

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

La prescrizione dell azione sociale di responsabilità nelle procedure concorsuali

La prescrizione dell azione sociale di responsabilità nelle procedure concorsuali La prescrizione dell azione sociale di responsabilità nelle procedure concorsuali SOMMARIO: 1. - La fattispecie concreta 2. Le azioni di responsabilità contro gli amministratori: caratteri essenziali 3.

Dettagli

I NUMERI DECIMALI A. Osserva il bruco: è formato da 10 parti. Colora l intero bruco, 1 bruco.

I NUMERI DECIMALI A. Osserva il bruco: è formato da 10 parti. Colora l intero bruco, 1 bruco. I NUMERI DECIMALI A.Osserva il brco: è formato a parti. Colora l intero brco, 1 brco. Hai colorato s parti el brco, ieci ecimi el brco, cioè 1 brco. Ne poi colorare meno i no? Prova! B.Colora 2/ el brco.

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo Catalogo isowel Il sistema i fissaggio a inuzione Nuovo isowel l innovativo sistema i fissaggio a inuzione i SFS intec Il nuovo sistema isowel TM i SFS intec è un sistema i fissaggio a inuzione innovativo

Dettagli

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE

GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE GLI ADEMPIMENTI PUBBLICITARI DELLE SOCIETA DI PERSONE CHE RICHIEDONO LA CANCELLAZIONE DAL REGISTRO DELLE IMPRESE di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. La cancellazione della società senza apertura

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER L ISCRIZIONE E IL DEPOSITO DEGLI ATTI AL REGISTRO DELLE IMPRESE - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MAGGIO 2014 INDICE E SOMMARIO P r e s e n t a z i o n e 9 N O T E G E N E R

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere.

Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Prima di parlare di Bilancio consolidato è importante sapere. Cos è un gruppoaziendale L evoluzione del processo di armonizzazione contabile Le principali caratteristiche del bilancio IAS/IFRS a seguito

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Società immobiliari CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Ai sensi dell art. 2249 c.c., le società che hanno

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE

Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE Guida agli adempimenti del REGISTRO DELLE IMPRESE (Modulistica Fedra e programmi compatibili) Versione 1.3 rilasciata in data 20.4.2009 Area Studi Giuridici Settore Anagrafico La redazione del documento

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015

CIRCOLARE N. 20/E. Roma, 11 maggio 2015 CIRCOLARE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 11 maggio 2015 OGGETTO: Trattamento agli effetti dell IVA dei contributi pubblici relativi alle politiche attive del lavoro e alla formazione professionale

Dettagli

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 42/E QUESITO RISOLUZIONE N. 42/E Direzione Centrale Normativa Roma, 27 aprile 2012 OGGETTO: Interpello (art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212) - Chiarimenti in merito alla qualificazione giuridica delle operazioni

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE UTILIZZO DEL SOFTWARE FEDRA PLUS - MODULISTICA FEDRA E PROGRAMMI COMPATIBILI - MODELLO S1 TRASFERIMENTO SEDE DA ALTRA PROVINCIA ISTRUZIONI TRIVENETO PARAGRAFO 5.4 E 12.4 Si fa presente

Dettagli

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l.

Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Studio n. 836-2014/I Pegno, usufrutto e sequestro parziali su partecipazione di s.r.l. Approvato dall Area Scientifica Studi d Impresa il 10 ottobre 2014 Approvato dal CNN nella seduta del 9 gennaio 2015

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott.

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott. COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca Giovanardi Dott.ssa Enrica Luppi Dott.ssa Stefania Menetti Dott. Pietro Marco Pignatti

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015

CIRCOLARE N. 1/E. Roma, 9 febbraio 2015 CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 febbraio 2015 OGGETTO: IVA. Ambito soggettivo di applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti Articolo 1, comma 629, lettera b), della

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE)

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE) RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. III, Fasc. 1, 2007 IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti

SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti SPLIT PAYMENT: IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2015 di Antonio Gigliotti Premessa - Dallo scorso 1 Gennaio è entrato in vigore il particolare meccanismo c.d. split payment, il quale prevede per le cessione di

Dettagli

Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio

Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio Gli interessi moratori, il principio della compentenza ed il bilancio di esercizio di Tiziano Sesana (*) Gli interessi legali di mora ex D.Lgs. n. 231/2002 così come modificato dal D.Lgs. n. 192/2012 sono

Dettagli

GUIDA ALL IMPRENDITORIA. Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa

GUIDA ALL IMPRENDITORIA. Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa GUIDA ALL IMPRENDITORIA Guida alla scelta della forma giuridica dell impresa A cura di Tiziana Zagni Provincia di Ferrara Indice Le forme giuridiche dell impresa pag. 3 L Impresa individuale pag. 4 L Impresa

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri. La società tra professionisti

Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri. La società tra professionisti Centro Studi Consiglio Nazionale Ingegneri La società tra professionisti (c.r.385) Roma, maggio 2013 Ing. Armando Zambrano Ing. Fabio Bonfà Ing. Gianni Massa Ing. Riccardo Pellegatta Ing. Michele Lapenna

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane

L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane CIRCOLARE N. 12 DEL 20 APRILE 2015 DIRITTO SOCIETARIO MERCATO DEI CAPITALI E SOCIETA QUOTATE L applicazione delle tassonomie XBRL alle società italiane www.assonime.it ABSTRACT Nel corso del 2014 si è

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile.

MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO. Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. MONTEFIBRE S.p.A. RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI AMMINISTRATORI SULLE MODIFICHE DELLO STATUTO Provvedimenti ai sensi dell art. 2446 del Codice Civile. Signori Azionisti, come illustrato nella Relazione sulla

Dettagli

Bologna 22 maggio 2014

Bologna 22 maggio 2014 FRANCESCO CIRIANNI L'ESCLUSIONE DEL SOCIO MOROSO O PER CAUSE STATUTARIE: TECNICHE DI ATTUAZIONE. norma di riferimento art. 2466 c.c. Bologna 22 maggio 2014 - I - ESCLUSIONE DEL SOCIO MOROSO ARTICOLO N.2466

Dettagli

Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte)

Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte) CONSIGLIO NAZIONALE DEL NOTARIATO Studio n. 140-2011/I Le modificazioni del capitale nominale senza modificazione del patrimonio netto (seconda parte) Approvato dalla Commissione studi d impresa il 14

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA

ASS.CO.FI. ASSOCIAZIONE SINDACALE DEI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DELLA PROVINCIA DI FIRENZE PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA PERDITE SU CREDITI: LE NUOVE DEDUCIBILITA 1. PREMESSA L art. 33, comma 5, del D.L. 22.6.2012, n. 83, così come modificato dalla legge di conversione 7.8.2012 n. 134, ha sostituito il comma 5 dell articolo

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

GLI ENTI NO PROFIT: Norme giuridiche e fiscali ed adempimenti amministrativi. Ufficio Centrale Orientamento e Formazione Professionale dei Lavoratori

GLI ENTI NO PROFIT: Norme giuridiche e fiscali ed adempimenti amministrativi. Ufficio Centrale Orientamento e Formazione Professionale dei Lavoratori GLI ENTI NO PROFIT: Norme giuridiche e fiscali ed adempimenti amministrativi Ufficio Centrale Orientamento e Formazione Professionale dei Lavoratori 1 INDICE Prefazione Parte prima ENTI NO PROFIT secondo

Dettagli

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli