QUALITÀ DEI PRODOTTI E DEI PROCESSI PRODUTTIVI LOGISTICA E PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE OTTIMIZZAZIONE E GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUALITÀ DEI PRODOTTI E DEI PROCESSI PRODUTTIVI LOGISTICA E PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE OTTIMIZZAZIONE E GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI"

Transcript

1 CATALOGO CORSI

2 QUALITÀ DEI PRODOTTI E DEI PROCESSI PRODUTTIVI IL CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO CORSO BASE PER LA QUALITA E PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO L INNOVAZIONE DI PRODOTTO E IL QUALITY FUNCTION DEPLOYMENT (QFD) SEMINARIO SPECIALISTICO: AFFIDABILITA DI PRODOTTO E FMEA CORSO PROGREDITO PER LA QUALITA E PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO LOGISTICA E PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE FONDAMENTI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE CORSO DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT SEMINARIO SPECIALISTICO: STRATEGIE DI APPROVVIGIONAMENTO SEMINARIO SPECIALISTICO: LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEI MATERIALI A SCORTA SEMINARIO SPECIALISTICO: LA RAZIONALIZZAZIONE DEI FLUSSI LOGISTICI E PRODUTTIVI OTTIMIZZAZIONE E GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI CORSO INTRODUTTIVO AL TOYOTA PRODUCTION SYSTEM IL WORLD CLASS MANUFACTURING SEMINARIO SPECIALISTICO: LA GESTIONE STRATEGICA DELLA CAPACITA PRODUTTIVA SEMINARIO SPECIALISTICO: LA METODOLOGIA 5S. SEMINARIO SPECIALISTICO: TECNICHE DI ATTREZZAMENTO RAPIDO (SMED) LA GESTIONE DELLA MANUTENZIONE E DELL ENERGIA CORSO BASE IN GESTIONE DELLA MANUTENZIONE CORSO PROGREDITO IN GESTIONE DELLA MANUTENZIONE SEMINARIO SPECIALISTICO: L INGEGNERIA DELLA MANUTENZIONE SEMINARIO SPECIALISTICO: ANALISI DELL EFFICIENZA DEGLI IMPIANTI CHECK-UP DEL SISTEMA DI GESTIONE DELL ENERGIA LA GESTIONE DELLA PROGETTAZIONE E DELL INNOVAZIONE CORSO BASE DI PROJECT MANAGEMENT METODOLOGIE INNOVATIVE PER LA GESTIONE DEI PROGETTI GENERARE IDEE AL SERVIZIO DELL INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE LA PROGETTAZIONE DI UN ORGANIZZAZIONE CORSO DI COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO E LEADERSHIP (PER CAPIREPARTO) CORSO SPECIALISTICO: IL MODELLO ORGANIZZATIVO DELLA LEAN PRODUCTION IL CAMBIAMENTO ORGANIZZATIVO AMMINISTRAZIONE & FINANZA CORSO BASE DI ANALISI DI BILANCIO CORSO BASE DI CONTROLLO DI GESTIONE IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO. ANALISI FINANZIARIA DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI STRATEGIA, MARKETING & BUSINESS IL BUSINESS PLAN L ANALISI STRATEGICA DEL SETTORE E DEL MERCATO FONDAMENTI DI MARKETING: ASPETTI STRATEGICI E OPERATIVI DEL B2B SVILUPPARE UN PIANO DI MARKETING

3 LA QUALITÀ DEI PRODOTTI E DEI PROCESSI PRODUTTIVI IL CONTROLLO STATISTICO DI PROCESSO Concetti base di statistica descrittiva. Carte di Controllo (carte x-r e carte P). Indici di capacità delle macchine e dei processi. Indici di capacità degli strumenti di misura. Piani di campionamento in accettazione. Esercitazione di compilazione, tracciatura e interpretazione di una carta x-r. Responsabili di Produzione, Responsabili Assicurazione Qualità, Addetti al Controllo Qualità. 20 ore CORSO BASE PER LA QUALITA E PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO I sette strumenti principali per la gestione della Qualità: fogli raccolta dati, istogrammi, diagrammi di Pareto, diagrammi causa-effetto, diagrammi di correlazione, diagrammi di concentrazione dei difetti, carte di controllo. Il problem solving e la procedura 8D. Il Total Quality Management. Esempi di applicazione del TQM nelle aziende automotive. Responsabili di Produzione, Responsabili Assicurazione Qualità, Addetti al Controllo Qualità. 20 ore L INNOVAZIONE DI PRODOTTO E IL QUALITY FUNCTION DEPLOYMENT (QFD) L innovazione dei prodotti e dei processi. Come impostare e costruire la matrice QFD per lo sviluppo di un nuovo prodotto. L analisi delle esigenze degli utilizzatori. Esercitazione: costruzione di una matrice QFD ed analisi dei risultati. Direzione Tecnica, Responsabili di Progettazione, Responsabili Assicurazione Qualità, Progettisti. SEMINARIO SPECIALISTICO: AFFIDABILITA DI PRODOTTO E FMEA Definizione e scopo dell analisi FMEA di prodotto e di processo. La FMEA come base per il Piano di Controllo Qualità. Esempio dettagliato di applicazione dell analisi FMEA nell industria automotive. Le prove affidabilistiche. Direzione Tecnica, Responsabili di Produzione, Responsabili di Progettazione CORSO PROGREDITO PER LA QUALITA E PER IL MIGLIORAMENTO CONTINUO Il Processo di sviluppo dei nuovi prodotti (SNP) nell automotive. Progettare prodotti robusti (Robust Design). L analisi ed il controllo della variabilità. Le tecniche di Design of Experiments per ottimizzare il prodotto. Esempi di applicazione del DOE per la riduzione degli scarti in produzione. Direzione Tecnica, Responsabili di Progettazione, Responsabili di Produzione, Responsabili Qualità, Progettisti. LOGISTICA E PIANIFICAZIONE DELLA PRODUZIONE

4 FONDAMENTI DI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE Principi generali di pianificazione e programmazione della produzione. I sistemi di pianificazione a scorta. Il calcolo del punto di riordino e della scorta di sicurezza. Il modello del lotto economico. Il sistema MRP. La programmazione operativa. Simulazione di un caso di pianificazione della produzione. Responsabili di produzione. Responsabili della logistica. Responsabili della programmazione della produzione. Responsabili degli approvvigionamenti. 16 ore CORSO DI SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La filiera logistico-produttiva. L approccio collaborativo cliente-fornitore per il miglioramento delle prestazioni della SupplyChain. Sistemi avanzati per la gestione della Supply Chain. La rete web e l'informatizzazione dei processi. Valutare un nuovo sistema informativo gestionale. Lo stato dell arte nelle PMI. Direttori di Stabilimento. Responsabili della logistica. Responsabili della programmazione della produzione. Responsabili degli approvvigionamenti. SEMINARIO SPECIALISTICO: STRATEGIE DI APPROVVIGIONAMENTO Analisi Make or Buy. Il processo di acquisto nel B2B. L analisi strategica degli approvvigionamenti: la matrice di Kralic. Analisi ABC degli acquisti. Qualificazione dei fornitori: il vendor rating. Il costo totale di acquisto (TCO). Le tecnologie RFID. Direttori di Stabilimento. Responsabili degli approvvigionamenti. Responsabili degli acquisti. SEMINARIO SPECIALISTICO: LA GESTIONE E IL CONTROLLO DEI MATERIALI A SCORTA La filiera logistico-produttiva. I sistemi di pianificazione a scorta. Il calcolo del punto di riordino e della scorta di sicurezza per massimizzare il livello di servizio. Simulazione e discussione su un caso aziendale. Le nuove tecnologie RFID. Responsabili degli acquisti. Addetti alla programmazione della produzione. Responsabili di magazzino. SEMINARIO SPECIALISTICO: RAZIONALIZZARE I FLUSSI LOGISTICI E PRODUTTIVI La razionalizzazione del flusso dei materiali. Lo studio del lay-out e dei processi (tempi di percorrenza, trasporti, tempi di lavorazione del prodotto, ergonomia), handling, trasparenza (linearità flusso logistico). Le nuove tecnologie RFID. Direttori di Stabilimento. Responsabili della logistica. Responsabili di magazzino.

5 OTTIMIZZAZIONE E GESTIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI CORSO INTRODUTTIVO AL TOYOTA PRODUCTION SYSTEM Cosa è il Toyota Production System. Lo stato dell arte nelle PMI. Filmato Toyota. I 7 kinds of waste. Differenze con il sistema tradizionale. Pre-requisiti. Simulazione: Lean Game. One-piece-flow. Schedulazione livellata. Kaizen. SMED. Poka Yoke. Il miglioramento continuo. Gestione a vista. 5S. VSM. Indice di valore. Calcolo del Takt Time. Kanban. Barriere al cambiamento organizzativo. Casi aziendali. Imprenditori, Direttori generali, Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Direttori e responsabili delle Risorse Umane. 20 ore IL WORLD CLASS MANUFACTURING Obiettivi e basi del World Class Manufacturing. Integrazione fra TPM, Lean Manufacturing e TQM. Il TPM. La Lean Manufacturing. Il TQM. La metodologia six-sigma. Esempi di applicazione del WCM in grandi aziende del settore industrial. Imprenditori, Direttori generali, Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Direttori e responsabili delle Risorse Umane. 20 ore SEMINARIO SPECIALISTICO: LA GESTIONE STRATEGICA DELLA CAPACITA PRODUTTIVA Determinanti economiche e strategiche. Anticipazione o inseguimento della domanda: pro e contro. Scorte, outsourcing e attività complementari. Grado di incertezza. Analisi degli scenari. Unità di cambiamento. Calcolo del personale. Imprenditori, Direttori generali, Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione. SEMINARIO SPECIALISTICO: LA METODOLOGIA 5S Definizione e spiegazione della metodologia 5S. Un livello di standard più elevato. Esempi di applicazione presso le PMI. L Audit 5S ed il ruolo dell Assicurazione Qualità. Responsabili di produzione, Direttori e responsabili delle Risorse Umane, Capireparto. SEMINARIO SPECIALISTICO: TECNICHE DI ATTREZZAMENTO RAPIDO (SMED) La metodologia SMED (Single Minute Exchange of Die). Correlazione tempo di attrezzamento ed efficienza dell azienda. Esempi di applicazione presso le PMI. Vantaggi concreti nell applicazione della metodologia. Responsabili di produzione, Capireparto, Attrezzisti.

6 LA GESTIONE DELLA MANUTENZIONE E DELL ENERGIA CORSO BASE IN GESTIONE DELLA MANUTENZIONE Le forme di manutenzione. Impostazione organizzativa della manutenzione. L indicatore OEE. I principali indicatori di performance di manutenzione: MTTR, MTBF, MTD. Affidabilità, disponibilità e ridondanza. Cenni all MCCE. Piano di manutenzione. Gestione delle risorse umane. La gestione dei materiali tecnici. Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Responsabili della Manutenzione. CORSO PROGREDITO IN GESTIONE DELLA MANUTENZIONE Multi-criterion classification of critical equipment (MCCE) e l impostazione del piano di manutenzione. Nuove forme organizzative di manutenzione. La pianificazione degli interventi di manutenzione. Diagrammi di Gantt. Il visible planning. Elementi di Controllo Statistico di Processo e ISO TS Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Responsabili della Manutenzione. + di check-up del sistema manutentivo presso l azienda cliente SEMINARIO SPECIALISTICO: L INGEGNERIA DELLA MANUTENZIONE L ingegneria della manutenzione e le tecniche affidabilistiche. Reliability Centered Maintenance. Multi-criterion classification of crititcal equipment (MCCE) e l impostazione del piano di manutenzione. Life Cycle Cost. Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Responsabili della Manutenzione. SEMINARIO SPECIALISTICO: ANALISI DELL EFFICIENZA DEGLI IMPIANTI L indicatore OEE (Efficienza Globale degli impianti) e l analisi delle perdite. I principali indicatori di performance di manutenzione: MTTR, MTBF, MTD. Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Responsabili della Manutenzione. CHECK-UP DEL SISTEMA DI GESTIONE DELL ENERGIA Verrà fatta una fotografia energetica dell azienda per dare soluzioni per gli aspetti tecnici e gestionali più carenti. Un primo livello stabilirà quali sono i sistemi Energy intensive, fornendo un indicazione su dove concentrare gli sforzi. Il secondo livello permetterà di confrontare i rendimenti con Benchmark di settore. Direttori Tecnici o di Stabilimento, Responsabili di produzione, Responsabili della Manutenzione. LA GESTIONE DELLA PROGETTAZIONE E DELL INNOVAZIONE

7 CORSO BASE DI PROJECT MANAGEMENT L'organizzazione del progetto e il ruolo del Project Manager. Anticipazione delle criticità. Tecniche e strumenti di pianificazione e controllo dei progetti: Gantt, WBS, Pert/CPM. Metodo C/S CSC: criterio del sistema di controllo dei costi/tempi. Cenni alla metodologia Visible Planning. Direttori Tecnici, Responsabili di produzione, Product Manager, Responsabili di commessa. METODOLOGIE INNOVATIVE PER LA GESTIONE DEI PROGETTI Come ridurre il Time-to-Market con le tecniche Lean e riorganizzare il flusso di lavoro nell ufficio tecnico. La metodologia basata sul Visible Planning qualitativo e quantitativo. Direttori Tecnici, Responsabili di produzione, Product Manager, Responsabili di commessa. GENERARE IDEE AL SERVIZIO DELL INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO Come e perché vincere la competizione facendo innovazione. Elementi di project Management. Lo schema della gestione delle innovazioni. Generazione dell idea. Screening. Definizione del progetto. Definizione del Budget. Valutazione del progetto. Selezione dei progetti strategici o di portafoglio. Metodi analitici per lo sviluppo dei nuovi prodotti. Creare un ambiente favorevole all innovazione: KVP e il Knowledge Management. Imprenditori, Amministratori delegati, Direttori Generali, Direttori Tecnici, Product Manager.

8 ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLE RISORSE UMANE LA PROGETTAZIONE DI UN ORGANIZZAZIONE Basi teoriche per un progetto di riorganizzazione aziendale. Compiti, mansioni e ruoli. Le basi dell organizzazione aziendale. Miglioramento continuo e innovazione radicali. Business Process Re-engineering. Progettazione dell organizzazione. La progettazione delle mansioni: Specializzazione, Meccanismi di coordinamento, Formalizzazione. La progettazione della Macrostruttura: Criteri di raggruppamento, Meccanismi e ruoli di collegamento, Organigramma. Analisi dei Processi aziendali: Business Process Improvement. Direttori Generali, Responsabili delle Risorse Umane e/o del Personale, Responsabili dello Sviluppo Organizzativo, Addetti all Ufficio del Personale. CORSO DI COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO E LEADERSHIP (PER CAPIREPARTO) Comunicazione efficace in azienda. Tecniche di focalizzazione e condivisione degli obiettivi. Gestione della delega. Proattività-assertività-leadership. Gli stili di leadership (secondo Hersey & Blanchard). Manager e leader. Fattori di contesto che influenzano l efficacia dell azione del team. Ciclo di vita del team. Esercitazione di gruppo: la performance del team. Responsabili delle Risorse Umane e/o del Personale, Responsabili dello Sviluppo Organizzativo, Capireparto e/o Capifunzione 16 ore CORSO SPECIALISTICO: IL MODELLO ORGANIZZATIVO DELLA LEAN PRODUCTION Una nuova filosofia. Filmato Toyota. Focus sul processo. Un organizzazione basata sul Team. Fiducia e coinvolgimento. Kaizen. Ampliamento delle mansioni. Massimizzare la comunicazione. Semplificare le operazioni. Sistemi visuali. Riduzione dei livelli gerarchici. Flessibilità. Sistemi premianti. Barriere e agenti di cambiamento. Esempi di successo nelle PMI. Direttori Generali, Responsabili delle Risorse Umane e/o del Personale, Responsabili dello Sviluppo Organizzativo, Responsabili della Produzione. IL CAMBIAMENTO ORGANIZZATIVO Il cambiamento radicale: le sfide e le opportunità del cambiamento radicale; il BPR come approccio di cambiamento radicale. Business Process Re-engineering e Business Process Management. Metodologia di analisi e ridisegno dei processi: Analisi del prodotto/servizio e dei confini del processo; Rappresentazione del processo; Analisi delle prestazioni; Diagnosi del processo e individuazione delle criticità; Riprogettazione del processo; Valutazione delle alternative di miglioramento. La gestione del cambiamento organizzativo. Direttori Generali, Responsabili delle Risorse Umane e/o del Personale, Responsabili dello Sviluppo Organizzativo, Addetti all Ufficio del Personale.

9 AMMINISTRAZIONE & FINANZA CORSO BASE DI ANALISI DI BILANCIO Gli obiettivi ed i principi contabili che guidano la redazione di un bilancio di impresa. I documenti di bilancio: Stato patrimoniale, Conto economico, Nota integrativa. Esame di un bilancio redatto secondo la vigente normativa. Relazione e significato delle macrovoci di bilancio. I criteri di riclassificazione dei bilanci. Analisi del bilancio ad indici (ROE, ROI, ROS). Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI. CORSO BASE DI CONTROLLO DI GESTIONE Definizione e classificazione dei costi industriali. Schemi contabili e calcolo dei costi di prodotto. Job order costing. Process costing. Operation costing. Activity Based Costing. Sistemi innovativi per il controllo di gestione. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI. IL PROCESSO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO. Il processo di pianificazione e controllo. Il ciclo di pianificazione: generalità. Il Master Budget. Il budget delle vendite. Il budget della produzione e delle scorte finali. Il budget del costo del venduto. Budget dei costi di periodo. Budget degli investimenti. I Budget finanziari: il prospetto fonti-impieghi ed il budget di cassa. L Analisi dei risultati. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI. ANALISI FINANZIARIA DEGLI INVESTIMENTI INDUSTRIALI Il valore economico. Le determinanti per la valutazione di un investimento. I criteri di valutazione DCF e NDCF. Net Present Value. IRR. Pay-back time. WACC. Kd e Ke. Le componenti del Ke: il parametro beta. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI.

10 STRATEGIA, MARKETING & BUSINESS IL BUSINESS PLAN Obiettivi di un Business Plan. Contenuti di un business plan: Sommario; Descrizione del business: Descrizione generale dell impresa, Descrizione generale del prodotto/servizio; Piano strategico; Piano di marketing; Piano operativo; Piano organizzativo e delle risorse umane; Piano finanziario; Proiezioni economico-finanziarie. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI, Direzione Amministrazione e Finanza. L ANALISI STRATEGICA DEL SETTORE E DEL MERCATO Il concept di prodotto. Il vantaggio competitivo del prodotto. Il mercato target. Analisi di settore lato offerta: analisi e descrizione dei competitor. Ripartizione delle vendite per area geografica. Analisi di settore lato domanda. Le esigenze degli utilizzatori finali. Diagramma di Abel. La competitività del prodotto rispetto ai competitors. L analisi delle competenze critiche. L analisi SWOT: punti di forza e di debolezza, opportunità e minacce. Le 5 forze competitive di Porter. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI FONDAMENTI DI MARKETING: ASPETTI STRATEGICI E OPERATIVI DEL B2B Market share. Mercato potenziale. Previsioni di mercato. Stima delle dimensioni del mercato. Trend di produzione nel mondo: dati consolidati. Elasticità della domanda. Survey. Fissazione del prezzo. Maturità della tecnologia. Marketing strategy e analisi della propensione all acquisto: WTP - Willing to Pay. Mercato target. Leve di marketing. Il Marketing Mix: Prodotto, Prezzo, Promozione, Punto vendita. Marketing operativo. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI SVILUPPARE UN PIANO DI MARKETING Analisi SWOT: punti di forza e di debolezza, opportunità e minacce. Leve di marketing. Il Marketing Mix: Prodotto, Prezzo, Promozione, Punto vendita. Marketing & Comunicazione. Obiettivo vendite. Piano delle vendite e tasso di penetrazione. Organizzazione e dimensionamento rete di vendita. Imprenditori, Amministratori delegati di start-up o di PMI

11 MET Company S.r.l. Sede Legale: Via Bellini, 7/ Roè Volciano (BS) Unità operativa: Via Calchera, Villanuova s/clisi (BS) Tel Fax C.F. e P.IVA: REA: BRESCIA Capitale Sociale: euro i.v.

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione

il materiale contenuto nel presente documento non può essere utilizzato o riprodotto senza autorizzazione Reliability Management La gestione del processo di Sviluppo Prodotto Ing. Andrea Calisti www.indcons.eu Chi sono... Andrea CALISTI Ingegnere meccanico dal 1995 al 2009 nel Gruppo Fiat Assistenza Clienti

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli

tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli tratto da Economia e Management delle Imprese (DiBernardo, Gandolfi, Tunisini) A cura di Tonino Pencarelli Linda Gabbianelli Organizzazione come sistema Ambiente interno Missione strategica Sistema tecnico

Dettagli

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP

PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP www.formazione.ilsole24ore.com PROJECT MANAGEMENT CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE PMP ROMA, DAL 19 NOVEMBRE 2012-1 a edizione MASTER DI SPECIALIZZAZIONE In collaborazione con: PER PROFESSIONISTI

Dettagli

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI

SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling. settembre dicembre 2014 OBIETTIVI Organizzato da Impact Hub Rovereto in collaborazione con TrentunoTre con la supervisione scientifica di ISIPM SHORT MASTER: FROM ZERO TO HERO Dal project management al business modeling settembre dicembre

Dettagli

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria

IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria IT Plant Solutions IT Plant Solutions Soluzioni MES e IT per l Industria s Industrial Solutions and Services Your Success is Our Goal Soluzioni MES e IT per integrare e sincronizzare i processi Prendi

Dettagli

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP

Storia ed evoluzione dei sistemi ERP Storia ed evoluzione dei sistemi ERP In questo breve estratto della tesi si parlerà dei sistemi ERP (Enterprise Resource Planning) utilizzabili per la gestione delle commesse; questi sistemi utilizzano

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si

DEFINIZIONI 1. 1 Queste definizioni sono di necessità sintetiche e quindi non necessariamente molto precise. Si DEFINIZIONI 1 5W+1H Regola delle cinque domande che iniziano con W ed una che inizia con H (in inglese): What, When, Where, Why, Who and How. La regola fu introdotta seguendo una famosa novella di Rudyard

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda.

Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. EASY 7 SUITE EASY MANAGER 7 Easy Manager 7. Il Modulo per la Riclassificazione del Bilancio. La Gestione ed il Controllo Economico-Finanziario dell Azienda. Il Bilancio di un Azienda, rappresenta un potente

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme.

BRINGING LIGHT. il sistema informativo direzionale BUSINESS INTELLIGENCE & CORPORATE PERFORMANCE MANAGEMENT. i modelli funzionali sviluppati da Sme. Sme.UP ERP Retail BI & CPM Dynamic IT Mgt Web & Mobile Business Performance & Transformation 5% SCEGLIERE PER COMPETERE BI e CPM, una necessità per le aziende i modelli funzionali sviluppati da Sme.UP

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

ADVANCED MES SOLUTIONS

ADVANCED MES SOLUTIONS ADVANCED MES SOLUTIONS PRODUZIONE MATERIALI QUALITA MANUTENZIONE HR IIIIIIIIIaaa Open Data S.r.l. all rights reserved About OPERA OPERA MES è il software proprietario di Open Data. È un prodotto completo,

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali

Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Corso Tecnologie dell informazione applicata ai processi aziendali. Il sistema di misurazione delle prestazioni aziendali Simone.cavalli@unibg.it Bergamo, Febbraio 2008 Il sistema di misurazione delle

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE

MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE Management Risorse Umane MASTER TRIENNALE DI FORMAZIONE MANAGERIALE La formazione di eccellenza al servizio dei Manager PRESENTAZIONE Il Master Triennale di Formazione Manageriale è un percorso di sviluppo

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

La gestione dei servizi non core: il Facility Management

La gestione dei servizi non core: il Facility Management La gestione dei servizi non core: il Facility Management ing. Fabio Nonino Università degli studi di Udine Laboratorio di Ingegneria Gestionale Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Gestionale e Meccanica

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Business Process Redesign

Business Process Redesign Business Process Redesign I servizi offerti da Nòema 1 Riorganizzare le strutture organizzative significa cercare di conciliare l efficienza delle attività con le aspettative delle persone che costituiscono

Dettagli

Master Universitario di I livello

Master Universitario di I livello Master Universitario di I livello In Obiettivi e sbocchi professionali: Il nostro obiettivo è quello di fornire ai partecipanti, gli strumenti adatti per gestire con efficacia progetti nel settore delle

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso

UMB Power Day. 15-11-2012 Lugano-Paradiso UMB Power Day 15-11-2012 Lugano-Paradiso Mission Competenza e flessibilità al fianco delle imprese che necessitano di esperienza nel gestire il cambiamento. Soluzioni specifiche, studiate per migliorare

Dettagli

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking

ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking INFORMAZIONE FORMAZIONE E CONSULENZA benchmark ingbenchmark ingbenchmarking benchmarkingbench marking ACQUISTO DI SERVIZI DI TRASPORTO MERCI E DI LOGISTICA DI MAGAZZINO In collaborazione con Acquisto di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

LIVELLO STRATEGICO E TATTICO

LIVELLO STRATEGICO E TATTICO Corso di Laurea Triennale in INGEGNERIA GESTIONALE Anno Accademico 2012/13 Prof. Davide GIGLIO 1 ESEMPI DI PROBLEMI DECISIONALI LIVELLO STRATEGICO Capacity growth planning LIVELLO TATTICO Aggregate planning

Dettagli

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E

R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E R I S K M A N A G E M E N T & F I N A N C E 2010 Redexe S.u.r.l., Tutti i diritti sono riservati REDEXE S.r.l., Società a Socio Unico Sede Legale: 36100 Vicenza, Viale Riviera Berica 31 ISCRITTA ALLA CCIAA

Dettagli

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono

Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Venture Capitalist: chi sono, cosa fanno e a cosa servono Ing. Stefano Molino Investment Manager Innogest SGR SpA Torino, 31 Marzo 2011 Venture Capital: che cos è? L attività di investimento istituzionale

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL

Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL SAP Customer Success Story Prodotti Industriali Raffineria Metalli Capra Raffineria Metalli Capra. Utilizzata con concessione dell autore. Raffineria Metalli Capra: innovazione nel settore METAL Partner

Dettagli

Il Data Quality, un problema di Business!

Il Data Quality, un problema di Business! Knowledge Intelligence: metodologia, modelli gestionali e strumenti tecnologici per la governance e lo sviluppo del business Il Data Quality, un problema di Business! Pietro Berrettoni, IT Manager Acraf

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate

Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate 6.1 Metodi per lo sviluppo di nuovi prodotti (MSNP) Parole Chiave: Sviluppo di un nuovo prodotto, MSNP, design di prodotto, Stage-Gate Questo capitolo presenta alcune metodologie per gestire al meglio

Dettagli

REINGEGNERIZZAZIONE DEI PROCESSI

REINGEGNERIZZAZIONE DEI PROCESSI Gabriele Lazzi REINGEGNERIZZAZIONE DEI PROCESSI Contributo al libro "Sistemi Informativi per la Pubblica Amministrazione: tecnologie, metodologie, studi di caso". agosto 1999 INDICE 1. Reingegnerizzazione

Dettagli

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone

Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Convegno 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone pag. 1 6 giugno 2013 Federlazio Frosinone Introduzione alla Business Intelligence Un fattore critico per la competitività è trasformare la massa di dati prodotti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014

CISITA. Executive TOOLS PARMA IMPRESE. sviluppo risorse per l azienda STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 sviluppo risorse per l azienda CISITA PARMA IMPRESE Executive TOOLS STRUMENTI AVANZATI PER LO SVILUPPO MANAGERIALE 17 OTTOBRE 28 NOVEMBRE 2014 IN COLLABORAZIONE CON Executive TOOLS Executive Tools - Strumenti

Dettagli

GUIDA ALLA REDAZIONE DEL. Business Plan

GUIDA ALLA REDAZIONE DEL. Business Plan GUIDA ALLA REDAZIONE DEL Business Plan INDICE GENERALE 1. Il Business Plan 1.1 La funzione del Business Plan 1.2 Consigli per la predisposizione 2. L articolazione del Business Plan 2.1 L Executive summary

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

un occhio al passato per il tuo business futuro

un occhio al passato per il tuo business futuro 2 3 5 7 11 13 17 19 23 29 31 37 41 43 47 53 59 61 un occhio al passato per il tuo business futuro BUSINESS DISCOVERY Processi ed analisi per aziende virtuose Che cos è La Business Discovery è un insieme

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Le decisioni relative al prodotto: Cap. 6

Le decisioni relative al prodotto: Cap. 6 Le decisioni relative al prodotto: Cap. 6 Il prodotto Tre punti fondamentali 1. Elementi di base nella gestione del prodotto 2. Sviluppo di nuovi prodotti 3. L organizzazione per il prodotto 1.Elementi

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE

Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO FORMAZIONE Ambiente e Sicurezza Innovazione Miglioramento Sostenibile CATALOGO 2015 FORMAZIONE HSE - HEALTH SAFETY ENVIRONMENT Salute e Sicurezza RLS - Formazione Base S.S.1 32 RLSA S.S.2 64 RLS - Aggiornamento S.S.3

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO

CenTer - SCHEDA DOCUMENTO CenTer - SCHEDA DOCUMENTO N 2467 TIPO DI DOCUMENTO: PROGRAMMA CORSO DI FORMAZIONE TIPOLOGIA CORSO: Corso universitario TIPO DI CORSO: Master di 1 Livello TITOLO: Gestione Integrata dei Patrimoni Immobiliari

Dettagli

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale

Il Business Process Management: nuova via verso la competitività aziendale Il Business Process Management: nuova via verso la competitività Renata Bortolin Che cosa significa Business Process Management? In che cosa si distingue dal Business Process Reingeneering? Cosa ha a che

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita;

Supporto alle decisioni e strategie commerciali/mercati/prodotti/forza vendita; .netbin. è un potentissimo strumento SVILUPPATO DA GIEMME INFORMATICA di analisi dei dati con esposizione dei dati in forma numerica e grafica con un interfaccia visuale di facile utilizzo, organizzata

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Che cos è la Qualità?

Che cos è la Qualità? Che cos è la Qualità? Politecnico di Milano Dipartimento di Elettrotecnica 1 La Qualità - Cos è - La qualità del prodotto e del servizio - L evoluzione del concetto di qualità - La misura della qualità

Dettagli

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta

L idea. 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta Guardare oltre L idea 43.252.003.274.489.856.000 combinazioni possibili di cui solo una è quella corretta I nostri moduli non hanno altrettante combinazioni possibili, ma la soluzione è sempre una, PERSONALIZZATA

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli