Design Manual. Versione 2.1 italiano. La versione più recente del Design Manual può essere consultata sul sito

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Design Manual. Versione 2.1 italiano. La versione più recente del Design Manual può essere consultata sul sito www.prohelvetia."

Transcript

1 Design Manual Versione 2.1 italiano La versione più recente del Design Manual può essere consultata sul sito

2 Sommario SOMMARIO 2 3 Introduzione 6 Scopo del Design Manual 8 I tre livelli di applicazione 10 Elementi di base 12 Logotipo 14 Osservazioni generali 14 Uso del logo 16 Applicazioni cromatiche del logo 18 Specificazione del logo 20 Frase di spiegazione del logo 22 Formulazione del testo (Wording) 24 Lingue 24 Modalità di scrittura 26 Sedi 28 Livello di applicazione 1: Istituzione 30 Colori 32 Colore principale e colori supplementari 32 Carattere 34 Carattere ufficiale 34 Ulteriori tipi di caratteri 36 Layout 38 La cornice bianca 38 All interno della cornice bianca 40 Esempi di realizzazione 42

3 Sommario Livello di applicazione 2: Iniziative 54 Iniziative 56 Osservazioni generali 56 Programmi d impulso 58 Osservazioni generali 58 Programmi d impulso con partner di produzione 60 Programmi d impulso con partner promotori 68 Programmi di scambio 76 Osservazioni generali 76 Identità visiva specifica del programma 78 Pubblicazioni dei partner 80 Livello di applicazione 3: Richieste 82 Richieste 84 Osservazioni generali sul sostegno da parte di Pro Helvetia

4 INTRODUZIONE 6 7 Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

5 Introduzione SCOPO DEL DESIGN MANUAL In qualità di istituzione attiva a livello nazionale e internazionale con un ampio raggio d intervento, la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia necessita di un identità visiva coerente. L impiego degli elementi formali descritti nel manuale accresce il grado di riconoscimento e contribuisce a rafforzare la percezione di Pro Helvetia come partner per attività culturali in Svizzera e all estero. Il Design Manual non prescrive rigidamente l aspetto dei singoli mezzi di comunicazione ma lascia spazio a soluzioni specifiche in funzione del singolo caso, del momento e del target. Il manuale mostra sulla base di semplici regole ed esempi come si possa creare tramite l impiego ponderato degli elementi formali disponibili un identità visiva dinamica, dotata di un potenziale di sviluppo e al tempo stesso inconfondibile. 8 9 Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

6 Introduzione I TRE LIVELLI DI APPLICAZIONE I supporti di comunicazione di Pro Helvetia sono per principio attribuiti a uno dei tre livelli di applicazione, per i quali valgono regole formali diverse. Queste regole e i relativi esempi di realizzazione si trovano nei capitoli seguenti: Livello di applicazione 1: Istituzione > p. 30 Livello di applicazione 2: Iniziative > p. 54 Livello di applicazione 3: Richieste > p. 82 Prima di procedere nella realizzazione grafica è quindi sempre necessario determinare il livello di applicazione. Per eventuali chiarimenti in merito potete rivolgervi al settore Comunicazione di Pro Helvetia: Pro Helvetia Schweizer Kulturstiftung Kommunikation Hirschengraben 22 CH-8024 Zürich T F Livello di applicazione 1: Istituzione Misure di comunicazione interne ed istituzionali (corrispondenza, rapporti annuali, verbali, ecc.) Livello di applicazione 2: Iniziative Misure di comunicazione per programmi e poli d intervento promossi da Pro Helvetia oppure da altre istituzioni con la partecipazione della Fondazione svizzera per la cultura. Livello di applicazione 3: Richieste Misure di comunicazione per singoli progetti culturali, la cui realizzazione è sostenuta finanziariamente da Pro Helvetia. A questo livello viene di regola impiegato solo il logo Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

7 ELEMENTI DI BASE Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

8 Elementi di base Logo LOGOTIPO Osservazioni generali Il logo è il riferimento grafico centrale attorno al quale si sviluppa l intera identità visiva. La realizzazione tipografica del logotipo di Pro Helvetia, mediante la croce svizzera integrata, veicola anche l identità nazionale. Al tempo stesso, la croce svizzera funge da elemento d unione dei termini «Pro» ed «Helvetia». Nello sviluppo del logo è stata prestata particolare attenzione a conferirgli un carattere compatto, di marchio, affinché possa emergere visivamente nelle più disparate applicazioni grafiche. Le seguenti regole valgono sempre e in tutti i livelli applicativi. Link per scaricare i file dei logo: Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

9 Elementi di base Logo ingrandimento a piacimento Uso del logo Il logo va ripreso senza alcuna modifica. Non può essere deformato o tagliato. Per quanto possibile, il logo va utilizzato in orizzontale (non collocato in verticale). Per limitare il meno possibile le applicazioni, è definita unicamente una dimensione minima del logotipo (senza byline), che deve essere assolutamente rispettata (> p. 17). Attorno al logo va lasciato uno spazio libero corrispondente almeno alla larghezza, risp. all altezza della lettera «a» nel logo. 18 mm dimensione minima (senza byline) non deformare non tagliare Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

10 Elementi di base Logo applicazione normale applicazione senza magenta Applicazioni cromatiche del logo Se la tecnica di stampa adottata lo consente, il logo va stampato nel colore originale (100% magenta). Se il magenta non figura tra i colori di stampa, è ammessa anche l applicazione in 100% nero (o nel colore di stampa utilizzato). Per contro, non è permessa la retinatura del logo in una mezzatinta. applicazione negativa su sfondo scuro Su sfondi scuri è ammesso l uso della versione negativa del logotipo. In ogni caso occorre assicurare una buona leggibilità e un sufficiente contrasto del logo rispetto allo sfondo. Il logo va collocato sempre liberamente sullo sfondo (quindi senza cornice o riquadro). Lo sfondo del logo dovrebbe, per quanto possibile, essere neutro e monocromatico. È sconsigliata la collocazione del logo su fotografie o superfici strutturate. non retinare assicurare una buona leggibilità Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

11 Elementi di base Logo In Svizzera: senza byline All estero: a) Lingue internazionali Byline in inglese Byline in spagnolo Specificazione del logo Per determinate applicazioni, il logo viene completato con una specificazione (byline). In Svizzera si presuppone un determinato grado di notorietà dell istituzione e una comprensione intuitiva dei termini («Pro» e «Helvetia»). Per questa ragione, il logotipo viene utilizzato senza byline. Per contro, viene completato con un testo esplicativo predefinito che illustra l attività di Pro Helvetia (> p. 22). All estero, il logo viene sempre completato con una byline monolingue. In funzione del contesto dei supporti di comunicazione, la specificazione (byline) sarà utilizzata nelle due lingue internazionali inglese o spagnolo oppure nelle lingue nazionali svizzere parlate anche all estero, rispettivamente nelle lingue della sfera di competenza degli uffici all estero di Pro Helvetia. Non è ammesso l uso di una byline bilingue sopra lo stesso logotipo. I supporti di comunicazione bilingui possono impiegare entrambe le varianti linguistiche del logo con byline, ma non sulla stessa pagina. Nei supporti di comunicazione monolingue distribuiti sia in Svizzera sia all estero, il logo viene usato insieme alla byline. b) Lingue nazionali svizzere che sono parlate anche all estero, rispettivamente lingue nella sfera di competenza degli uffici all estero di Pro Helvetia Byline in tedesco Byline in francese Byline in italiano Byline in portoghese Byline in polacco Byline in cinese Byline in arabo Byline in russo Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

12 Elementi di base Logo Frase di spiegazione del logo Sui supporti di comunicazione in Svizzera con il logo va collocato, al posto della specificazione, la frase di spiegazione a lato. La frase di spiegazione non ha vincoli formali con il logo e può essere collocata e posizionata liberamente. Va però assicurato un collocamento ben visibile e leggibile (preferibilmente copertina, risvolto ecc.). La frase di spiegazione viene utilizzata nella lingua/nelle lingue dei rispettivi vettori di comunicazione (> p. 24). Nell impiego del logotipo su supporti di comunicazione del livello di applicazione 3 (richieste) (> p. 82), la frase esplicativa può essere omessa. In questo caso il logo appare da solo senza alcuna aggiunta. Nell impiego del logotipo su oggetti o stampati molto piccoli (per es. giveaway, cartoncini, display, targhe ecc.) l impiego della frase di spiegazione non è obbligatorio. Frase di spiegazione in tedesco: Die Stiftung Pro Helvetia fördert und vermittelt Schweizer Kultur in der Schweiz und rund um die Welt. Frase di spiegazione in francese: La Fondation Pro Helvetia soutient la culture suisse et favorise sa diffusion en Suisse et dans le monde. Frase di spiegazione in italiano: La Fondazione Pro Helvetia sostiene la cultura svizzera e ne promuove la diffusione in Svizzera e nel mondo. Frase di spiegazione in romancio: La Fundaziun Pro Helvetia sustegna la cultura svizra e promova sia derasaziun en Svizra ed en tut il mund. Frase di spiegazione in inglese: Pro Helvetia supports and promotes Swiss culture in Switzerland and throughout the world Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

13 Elementi di base Wording FORMULAZIONE DEL TESTO (WORDING) Lingue La scelta della lingua dipende in primo luogo dal pubblico destinatario. Eventi o programmi che comprendono più regioni linguistiche vengono di conseguenza comunicati in più lingue. Per esempio, tutti i supporti di comunicazione di Pro Helvetia Il Cairo sono pubblicati in inglese e arabo, poiché il pubblico mirato è reclutato in due diverse regioni linguistiche. In questo caso, è sempre preferibile allestire supporti di comunicazione separati per le diverse lingue. Sul prodotto si menziona la disponibilità di ulteriori versioni linguistiche con l indicazione del recapito a cui indirizzarsi per ottenerne copia. Fanno eccezione a questa regolamentazione della lingua gli indirizzi degli uffici di Pro Helvetia. Questi vengono sempre scritti nella lingua del luogo e mai tradotti, indipendentemente della lingua dei vettori di comunicazione Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

14 Elementi di base Wording tedesco fuori testo: Pro Helvetia, Schweizer Kulturstiftung tedesco nel testo:... die Schweizer Kulturstiftung Pro Helvetia... Modalità di scrittura (grafia) L identica menzione di Pro Helvetia su tutti i supporti di comunicazione costituisce una componente importante di un immagine coordinata coerente e facilita il riconoscimento. Nel testo corrente può essere omessa la byline (Fondazione svizzera per la cultura); la modalità di scrittura di Pro Helvetia rimane tuttavia invariata. Tutte le altre grafie (ProHelvetia, pro helvetia, prohelvetia, PRO HELVETIA ecc.) vanno evitate. La designazione Pro Helvetia non viene mai messa tra virgolette. francese fuori testo: Pro Helvetia, Fondation suisse pour la culture francese nel testo:... la Fondation suisse pour la culture Pro Helvetia... italiano fuori testo: Pro Helvetia, Fondazione svizzera per la cultura italiano nel testo:... la Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia... romancio fuori testo: Pro Helvetia, Fundaziun svizra per la cultura romancio nel testo:... la Fundaziun svizra per la cultura Pro Helvetia... inglese fuori testo: Swiss Arts Council Pro Helvetia inglese nel testo... Pro Helvetia, the Swiss Arts Council, Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

15 Elementi di base Wording Sede in Svizzera Pro Helvetia Schweizer Kulturstiftung Hirschengraben 22 CH-8024 Zürich T F Sedi all estero (uffici di collegamento) Sedi Pro Helvetia gestisce uffici in Svizzera e all estero. Se vengono menzionate tali sedi, la modalità di scrittura a lato è vincolante. Pro Helvetia Cairo Swiss Arts Council c/o Embassy of Switzerland 10, Abdel Khaleq Tharwat Street EG-Cairo, Egypt T F Pro Helvetia New Delhi Swiss Arts Council D-9 Gulmohar Park Second Floor New Delhi India T F Pro Helvetia Johannesburg Swiss Arts Council Heerengracht Building PO Box De Korte Street Braamfontein 2017 Johannesburg, South Africa T F Pro Helvetia Shanghai Swiss Arts Council c/o swissnex China Consulate General of Switzerland Rm. 2210, Building A Far East Intl. Plaza 319 Xianxia Road Shanghai , China T ext. 302 F Pro Helvetia Warszawa Szwajcarska Fundacja dla Kultury ul. Chocimska 3/1 PL Warszawa T/F Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

16 LIVELLO DI APPLICA ZIONE 1: ISTITUZIONE Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

17 Livello di applicazione 1: Istituzione Colori Colore principale COLORI Pantone Process Magenta C=0 M=100 Y=0 K=0 R=209 G=0 B=116 Colore principale e colori secondari Oltre all impiego nel logo, il colore principale magenta funge da colore di accentuazione (p. es. titolo, evidenziature, linee ecc.). Colori secondari Quattro colori secondari definiscono l aspetto cromatico dei supporti di comunicazione di Pro Helvetia. Per rafforzare la coerenza visiva dei singoli supporti di comunicazione, sono previsti solo questi colori (oltre a magenta, bianco e nero). Tutti i colori possono essere utilizzati sia nella piena tonalità, sia in sfumature graduali. La sovrastampa delle singole tinte amplia le possibilità creative. I colori speciali, p. es. oro e argento, possono essere utilizzati eccezionalmente all estero per stampati (biglietti d auguri per il nuovo anno, agenda, ecc.). Pantone 1235 C=0 M=40 Y=100 K=0 R=255 G=182 B=18 Pantone 102 C=0 M=0 Y=95 K=0 R=250 G=231 B=0 Pantone 639 C=100 M=0 Y=5 K=5 R=0 G=153 B=204 Pantone 340 C=100 M=0 Y=85 K=0 R=0 G=152 B=95 Le immagini, fotografie e illustrazioni possono ovviamente essere utilizzate nell aspetto originale Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

18 Livello di applicazione 1: Istituzione Carattere B-ProHelvetia-2 Thin abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Thin Italic abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Carattere Carattere ufficiale Il carattere ufficiale di Pro Helvetia è B-ProHelvetia-2. Creato dal designer svizzero Nik Thönen, è stato ampliato e adattato appositamente per la Fondazione svizzera per la cultura. Prescrizioni tipografiche In genere per tutte le pubblicazioni viene usato il carattere ufficiale B-ProHelvetia-2. I documenti digitali che non devono essere elaborati vengono creati preferibilmente come documento PDF o MS-Word, con i dati integrati che consentano di utilizzare il carattere ufficiale B-ProHelvetia-2. Tipi di caratteri non latini B-ProHelvetia-2 comprende un alfabeto cirillico completo. Per Pro Helvetia Mosca valgono le regole menzionate più sopra. Pro Helvetia Il Cairo e Pro Helvetia Shanghai utilizzano caratteri standard diversi, in funzione del supporto di comunicazione: arabo: Manal per stampati istituzionali e Arabic Transparent o Arial per documenti digitali; cinese: Hei per stampati istituzionali e per documenti digitali. B-ProHelvetia-2 Book abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Book Italic abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Medium abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Medium Italic abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Bold abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 Bold Italic abcdefghijklmnopqrstuvwxyz abcdefghijklmnopqrstuvwxyz B-ProHelvetia-2 HEAVY abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

19 Livello di applicazione 1: Istituzione Carattere Sende lignis mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel. accum faccus, ullectur aligend Pilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt. Ulteriori tipi di caratteri Per dare maggiore spazio alla creatività ed evitare in certi casi problemi di incompatibilità, vengono applicate tre eccezioni per l impiego esclusivo del carattere ufficiale B-ProHelvetia-2. Per elementi di testo a fini illustrativi si può ricorrere a qualsiasi tipo di carattere. Lo stesso vale naturalmente per le didascalie di illustrazioni e fotografie. Per titoli ed evidenziature, anche nella parte interna di una pubblicazione, i grafici possono scegliere liberamente il tipo di carattere; il testo corrente va tuttavia inserito sempre in B-ProHelvetia-2. Per siti web e documenti digitali (MS Word, Excel e PowerPoint) che devono poter essere elaborati da tutti viene utilizzato il carattere Arial Pro Helvetia Design Manual Version 2.1 Sende ligniscim es il mil mi, quoditaquis mol orestium ressit accu facus, mi ulli. Looking for cultural exchange Nonsende ligniscim es il mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibu. Lotrm ispdum dolor sit Tamos ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibusa nestincimint re molupturibus et apellab ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua eceaqui dunt. Biidilung definizieret Pilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum Sende ligniscim es il mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Non Sende ligniscim es il mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibu. Tamos ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibusa nestincimint re molupturibus et apellab ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua eceaqui dunt. ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua. Looking for cultural exchange Nonsende ligniscim es il mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibu. Lotrm ispdum dolor sit Tamos ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibusa nestincimint re molupturibus et apellab ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua eceaqui dunt. Biidilung definizieret Pilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibusa nestincimint re molupturibus et apellab ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua eceaqui dunt. 1. Mimunikatis zur linkusatimur Nonsende ligniscim es il mil mi, quoditaquis molorestium ressit accum faccus, ullectur aligend icipsandae. Sed ut omnis idit preptat endipsam quis ilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam etur aut que eum quatempernam rem quae sunt, ne vid ent, ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibu. 2. jodomuotrm ispdum dolor sit Tamos ommolup tasiti ommolum harunt aborecabo. Arum eum essequibusa nestincimint re molupturibus et apellab ipsusanti odigent quo vitis magni nos eatur adi ommodite serci dollupt atisqua eceaqui dunt. 3. Hunikturim sat est Pilis dest quae. Ita quibeaquo tem quaerae con endusandel essunt, tenecatae inciae repereius es peris dolor alignis dipsae diam essit accum faccus, ullec tur aligend icipsan dae. Sed Videsed et voluptat evelita eruptatem et, solorem faccusam fugit mod que repta vides molestiam faccabo rporest esedipic totaque nullictenis sam restibus eici ut! hdxcscn fj MEHHNOMIA L. MUSTER T. HIRSCHHORN Arum eum essequibu nestincimint re molu turibus et apellab ipsusanti od quo vitis ma eatur adi o ite serci d

20 Livello di applicazione 1: Istituzione Layout D C B LAYOUT La cornice bianca Pro Helvetia mette a disposizione un quadro organizzativo, istituzio - nale o finanziario per attività culturali e crea con ciò uno spazio in cui la cultura si presenta vitale e autonoma. Questo mandato specifico è accolto come idea di base anche nella realizzazione grafica. Tutti i mezzi di comunicazione del livello di applicazione 1 (istituzione) presentano un comune elemento formale: la cornice bianca. Esso è costituito da un bordo bianco aperto verso il basso, nel quale il logotipo è posizionato in alto a sinistra a dipendenza del luogo d impiego dei vettori di comunicazione con o senza byline (> p. 20). La cornice bianca viene utilizzata su tutti i supporti di comunicazione di una sola pagina (inserzioni, manifesti, ecc.). Per i supporti di comunicazione con più pagine (opuscoli, cataloghi, pieghevoli e così via) essa è utilizzata sulla prima pagina, mentre il layout delle parti all interno può essere realizzato liberamente, a eccezione del carattere e dei colori (> p ). a La larghezza del formato determina le proporzioni del margine bianco: Formato A B C D fino A6 4 mm 18 mm 3 mm 32 mm fino A5 5 mm 21 mm 4 mm 36 mm fino A4 7 mm 30 mm 6 mm 50 mm fino A3 9 mm 40 mm 9 mm 72 mm Per larghezze del formato superiori ad A3 le misure vanno calcolate in proporzione. a Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

21 Livello di applicazione 1: Istituzione Layout HAB GUT + Pro Helvetia lädt ein zur Vernissage am: 12. Juli Centre PasquArt, Biel Kulturen im Austausch. Ein Projekt zum Jahr 2011 von Pro Helvetia All interno della cornice bianca Lo spazio libero all interno della cornice può essere utilizzato liberamente per il tema del supporto di comunicazione e il suo specifico aspetto visivo. Fatte salve alcune prescrizioni minime inerenti al colore e alla tipografia (> p ), la superficie all interno della cornice può essere utilizzata liberamente. La realizzazione grafica nello spazio disponibile deve comunque rendere visibile e percepibile la cornice. PRO HELVETIA cairo Liaison office of the Swiss Arts Council in Egypt sinumquae ped quia dessin nostio bea et dictasim quam quos ad quod quiscium si con cuptam everume nonsequas eicitio rendips ament, te volupta doluptis molecep tiatectianis eum laut platemp erupta ium quatiundis quo erferferias verovit maios magnisquatur seque expel id utaerfersped quat molendustrum eic temquias exerchil modis aut id quam que voluptate pos idelit, que nobit quodit et harum apedic tem il invelendebit ea sinumquae ped quia dessin nostio bea et dictasim quam quos ad quod quiscium si con cuptam everume nonsequas eicitio rendips ament, te volupta doluptis molecep tiatectianis eum laut platemp erupta ium quatiundis quo erferferias verovit maios magnisquatur seque exbshxbxbhsxpel id utaerfersped quat molendustrum eic temquias exerchil modis aut id quam que voluptate pos idelit, que nobit quodit et harum axsxsic tem il invelendebi tealoterem fcdjfdsi fkfgotz MUSIK «LOREM IPSUM DOLOR SIT AMTET» sinumquae ped quia dessin nostio bea et dictasim quam quos ad quod quiscium si con cuptam everume nonsequas eicitio rendips ament, te volupta doluptis molecep tiatectianis eum laut platemp erupta ium quatiundis quo erferferias verovit maios magnisquatur seque expel id utaerfersped quat molendustrum eic temquias exerchil modis aut id quam que voluptate pos idelit, que nobit quodit et harum apedic tem il invelendebit ea TANZ Videsed et voluptat evelita eruptatem et, solorem faccusam fugit mod que repta vides molestiam faccabo rporest esedipic totaque nullictenis sam restibus eici ut facearum dit re pel molupta tianis asime pliquam. LITERATUR VISUELLE KÜNSTE VOLKSKULTUR Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

22 Livello di applicazione 1: Istituzione Esempi di realizzazione 4 5 ESEMPI DI REALIZZAZIONE Pro Helvetia Schweizer Kulturstiftung Hirschengraben 22 CH-8024 Zürich T F Caratteristiche formali La missione culturale e l ampio campo d attività di Pro Helvetia esigono un identità visiva flessibile, che offra la massima libertà alla creatività grafica individuale. Die Stiftung Pro Helvetia fördert und vermittelt Schweizer Kultur in der Schweiz und rund um die Welt. JahresberichT 25 auf 9 Mitglieder zu verkleinern. Kulturelles Fachwissen, künstlerische Qualität, politische Erfahrung, juristische Kenntnisse, Finanzexpertise, Managementfähigkeiten, Männer, Frauen, deutsch, französisch, italienisch und romanischsprachige Schweizerinnen und Schweizer viele Profile und Persönlichkeitsmerkmale werden noch enger verzahnt in diesem verkleinerten Gremium, dessen Mitglieder der Bundesrat im Frühjahr 2011 ernennt. Parallel dazu ruft Pro Helvetia eine Expertenkommission ins Leben, die Gesuche um namhafte Beiträge prüft und die stiftungseigenen Programme evaluiert. Eine längst fällige Renovation 2011 nimmt Pro Helvetia zudem die zweite Etappe der baulichen Sanierung des Centre Culturel Suisse (CCS) in Paris an die Hand. Nach der Buchhandlung sollen nun die Ausstellungsflächen und der Veranstaltungssaal dieser lebendigen Plattform für das Schweizer Kunstschaffen renoviert werden, die 2010 ihr 25 jähriges Bestehen gefeiert hat. Diese Arbeiten sind längst fällig. Die Infrastruktur ist technisch veraltet und entspricht überdies nicht mehr den aktuellen Sicherheitsanforderungen. Der Zeitpunkt ist günstig für das CCS, denn dank des initiativen Direktoren Gespanns bahnen sich immer mehr Schweizer Kunstschaffende einen Weg ins kulturelle Labyrinth der französischen Hauptstadt. Dabei sind nicht nur die visuellen Künste vertreten. Das Programm des CCS ist bewusst spartenübergreifend und umfasst Veranstaltungen in den Bereichen Tanz, Musik, Theater, Literatur und Film. Auch für die privaten Anleger ist die Rechnung aufgegangen: Durch die hohe Attraktivität des CCS wurden ihre Unterstützungsbeiträge gebührend beachtet und gewürdigt. Vom Erfolg des CCS zu sprechen, heisst unweigerlich auch, einmal mehr darauf hinzuweisen, wie wichtig die Präsenz des zeitgenössischen Schweizer Kunstschaffens im Ausland ist. Im Jahr 2010 wandte Pro Helvetia wie bisher einen grossen Teil ihrer Mittel dafür auf, um jenseits ihrer Landesgrenzen tätige Schweizer Künstlerinnen und Künstler zu unterstützen. Unsere Verbindungsbüros in Kairo, New Delhi, Warschau und Kapstadt sowie unsere Partner in New York, Rom und San Francisco haben trotz ihrer nicht immer einfachen Arbeitsbedingungen erfolgreich dazu beigetragen. Auch künftig werden wir auf dieses Ziel hin arbeiten. Nach der Eröffnung unserer neuen Aussenstelle in Shanghai wo die Schweiz übrigens von den chinesischen Behörden für ihre kulturelle Leistung an der Weltausstellung anlässlich ihres Nationalfeiertags im August 2010 mit einem Preis ausgezeichnet wurde werden wir von nun an unsere Blicke auf neue Horizonte lenken, um in allen grossen Weltregionen ein Büro einzurichten. Die nächsten Etappen lauten Russland und über die nächste Finanzperiode hinaus Lateinamerika. Mario Annoni Präsident der Schweizer Kulturstiftung Pro Helvetia Bericht des direktors Pertanto, oltre alle prescrizioni menzionate, non vi sono regole vincolanti per quanto concerne la realizzazione grafica dei mezzi di comunicazione di e su Pro Helvetia. Indipendentemente dai criteri specifici per i prodotti, è comunque auspicata una realizzazione grafica professionale, rigorosa e di elevata qualità. Tenendo conto del crescente numero di stampati realizzati con una grafica approssimativa e puramente funzionale va tenuto in debita considerazione l aspetto tipografico. 10 statistiken Aufteilung Organigramm der zugesprochenen Beiträge Stiftungsrat Die Schweizer Kulturstiftung Pro Helvetia (9 Mitglieder) operiert mit einem alle vier Jahre vom Parlament gesprochenen Rahmenkredit. Für die Periode 2008 bis 2011 verfügt sie Geschäftsstelle über 135 Millionen Franken. Die Kredittranche für 2010 betrug 34 Millionen. Insgesamt sprach Pro Helvetia 2010 Geschäftsleitung Beiträge an kulturelle Vorhaben von 24,2 Millionen Franken. Sie verteilen sich wie folgt auf die verschiedenen Aktivitäten der Stiftung: Kommunikation Förderung Programme Administration Kulturinformation Visuelle Künste Kulturzentren Finanzen und Controlling Öffentlichkeitsarbeit Beiträge nach Bereichen Musik in Millionen Schweizer Franken Verbindungsbüros Personal Interne Kommunikation Literatur und Gesellschaft Impulsprogramme Informatik Theater Austauschprogramme Technischer Dienst 0,6 Mio. Tanz 2,9 Mio. Fachkommission (13 Mitglieder) 4,2 Mio. 16,5 Mio. Gesuche 68% Der Stiftungsrat besteht aus 9 Mitgliedern; sie vertreten die Bereiche Finanzen, Aussenstellen 17% Kommunikation, künstlerisches Schaffen, Kultureinrichtung, Kulturvermittlung, Programme 12% Kulturunternehmung, Kulturwissenschaft, Politik und Recht. Kulturinformation 2% Die Fachkommission besteht aus 13 Expertinnen und Experten aus den Bereichen digitale Kultur, kulturelle Vielfalt, Literatur, Musik, Tanz, Theater und visuelle Künste. Die Gliederung der Beiträge nach dem gesetzlichen Auftrag von Pro Helvetia zeigt, dass die Stiftung 2010 über drei Viertel der operativen Mittel für die Kulturverbreitung und den kulturellen Austausch in der Schweiz und im Ausland einsetzte. Beiträge nach gesetzlichem Auftrag in Millionen Schweizer Franken 2,2 Mio. 3,0 Mio. 19,0 Mio. Kulturverbreitung und kultureller Austausch 78% Werkbeiträge 13% Kulturvermittlung 9% Esempio: rapporto annuale Pro Helvetia Design Manual Version 2.1

Una panoramica su oltre 70 anni di Pro Helvetia

Una panoramica su oltre 70 anni di Pro Helvetia Una panoramica su oltre 70 anni di Pro Helvetia La Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia vanta più di 70 anni di esperienza in materia di sostegno alla cultura. Fu fondata nel 1939, poco prima

Dettagli

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS.

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Ultimo aggiornamento: dicembre 2014 Inhalt. 1 Indicazioni generali sul CI/CD delle FFS.... 2 1.1 Principi relativi all immagine

Dettagli

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C 2 Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva di 50&PiùEnasco. Il presente documento è destinato agli utilizzatori al fine di riprodurre correttamente il simbolo di 50&PiùEnasco,

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Thermo Shrinking Machines

Thermo Shrinking Machines Thermo Shrinking Machines EAGLE 100 Macchina confezionatrice manuale per film termoretraibile Manual heat-shrinking wrapping machine Soudouse manuel de thermo-retracion Schrumpfmaschine Màquina manual

Dettagli

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali

Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Il successo di una partnership La nostra offerta per investitori istituzionali Semplicemente in vantaggio con Credit Suisse 4 Esperienza e competenza 7 Consulenza personale e partnership 8 Offerta prestazioni

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

Guida sull utilizzo del logo

Guida sull utilizzo del logo Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza http://www.csv-vicenza.org 2011 Perché questa Guida? La Guida fornisce indicazioni sull utilizzo del logo del CSV di Vicenza al fine di

Dettagli

PRO HELVETIA NEL MONDO

PRO HELVETIA NEL MONDO PRO HELVETIA NEL MONDO Tramite i suoi cinque uffici di collegamento a Johannesburg, Il Cairo, Nuova Delhi, Shanghai e Varsavia e i centri culturali in Francia, Italia e negli Stati Uniti, Pro Helvetia

Dettagli

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni:

ITALIA IN MUSICA. Istituzioni: Rassegna Stampa ITALIA IN MUSICA Il concerto Italia in Musica ha ottenuto un forte impatto mediatico. Gli articoli usciti sui vari giornali e le altre attività mediatiche hanno un valore complessivo di

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

TAGESZEITUNG BOH. Ma. 24.06.2014 Di. ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI

TAGESZEITUNG BOH. Ma. 24.06.2014 Di. ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI TAGESZEITUNG BOH Ma. 24.06.2014 Di.!gelli 2,0- Nr. 06!ghelli 2,0- ABO TAXI IST JETZT MÖGLICH - ORA È POSSIBILE FARE L ABO TAXI Wir von del Gesunden Gemeinde haben uns gedacht, ein ABO für Taxi yu machen.

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15

Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15 Scuola primaria classe quinta Scuola secondaria primo grado classe prima Accoglienza 2014-15 Usate un solo foglio risposta per ogni esercizio; per ognuno deve essere riportata una sola soluzione, pena

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI

CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI CONSIGLI PER I CONSUMATORI RICONOSCERE LE CONTRAFFAZIONI Nessun settore è al riparo dalla contraffazione e dalla pirateria. I truffatori copiano di tutto: medicinali, pezzi di ricambio, CD, DVD, generi

Dettagli

Font e tipi di carattere

Font e tipi di carattere Font e tipi di carattere Un font è un insieme di caratteri e simboli creato con un determinato stile. Lo stile viene definito tipo di carattere. Tramite l'uso dei diversi tipi di carattere, è possibile

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Queste linee guida spiegano nel dettaglio con quali regole e modalità l identità visiva della Carta Regionale dei Servizi debba essere rigorosamente

Dettagli

si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto

si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto si a Contratto d appalto No. 1023 2013 Oggetto Oggetto del contratto Per l oggetto sopraccitato, il committente affida all assuntore i seguenti lavori o forniture testo del contratto tra schweizerischer

Dettagli

Incompatibilità con il mandato parlamentare

Incompatibilità con il mandato parlamentare Incompatibilità con il mandato parlamentare Principi interpretativi dell Ufficio del Consiglio nazionale e dell Ufficio del Consiglio degli Stati per l applicazione dell articolo 14 lettere e ed f della

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Il lavoro: garanzia del futuro

Il lavoro: garanzia del futuro Pubblicazione semestrale a cura della UIL-SGK - Unione Italiana del Lavoro Südtiroler Gewerkschaftskammer Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (convertito in Legge

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT APRILE 2011 INDICE INDICE... 2 DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

CANTIAMO INSIEME «SE SEI FELICE TU LO SAI...»

CANTIAMO INSIEME «SE SEI FELICE TU LO SAI...» CANTIAMO INSIEME «TU LO SAI...» BY IDEE AIMILINE Una canzoncina accompagnata dai movimenti del corpo: impariamo :: aimchild la coordinazione :: aimschool divertendoci! :: aimteacher DESTINATARI Questa

Dettagli

F.G.3. 220 Volt INTONACATRICE PLASTER SPRAYER

F.G.3. 220 Volt INTONACATRICE PLASTER SPRAYER INTONACATRICE PLASTER SPRAYER F.G.3. 220 Volt PER INTONACI ASCIUTTI E BAGNATI PER FINITURE INIEZIONI FUGATURE - INTONACI TRADIZIONALI FOR DRY AND WET FINISHING PLASTER INJECTION FOR LEAK - TRADITIONAL

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster)

PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster) PROCEDURE DI AMMISSIONE per i programmi triennali IED Italia (BA - IED Diploma - BAH convalidato dall University di Westminster) A. REQUISITI D AMMISSIONE GENERALI 1. REQUISITI DI AMMISSIONE STABILITI

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale

Le nostre proposte Advisory. La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory La consulenza patrimoniale professionale Le nostre proposte Advisory la consulenza patrimoniale su misura per voi Cosa vi offriamo? Desiderate beneficiare di un monitoraggio

Dettagli

Font residenti. Informazioni sui font. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. Amministrazione.

Font residenti. Informazioni sui font. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. Amministrazione. Font residenti La stampante è dotata di font residenti memorizzati in modo permanente. In emulazione PCL 6 e PostScript 3 sono disponibili diversi font. Alcuni tipi di carattere tra i più diffusi, quali

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive.

che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Crediamo... che gli spunti visivi possano modificare ogni prospettiva andando a toccare profonde connessioni emotive. Collaborazione di ampi gruppi, problem-solving e progettazione di soluzioni Conferenze,

Dettagli

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED

Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Così lo screening cutaneo diventa rapido, semplice e chiaro. HEINE DELTA 20 Plus Dermatoscopio a LED Era considerato insuperabile. Ora lo abbiamo reso ancora migliore. MIGLIORE IN OGNI PARTICOLARE, IMBATTIBILE

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France

Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Maggior comfort e snellezza tariffaria sui voli lungo raggio Air France Servizio stampa di Air France - Ottobre 2009 - http://corporate.airfrance.com A BORDO : IL COMFORT INNANZITUTTO IN AEROPORTO : TRATTAMENTO

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10

Le novità di QuarkXPress 10 Le novità di QuarkXPress 10 INDICE Indice Le novità di QuarkXPress 10...3 Motore grafico Xenon...4 Interfaccia utente moderna e ottimizzata...6 Potenziamento della produttività...7 Altre nuove funzionalità...10

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT LUGLIO 2012 INDICE DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ... 3 1.3 REGIMI TARIFFARI...

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Capire il certificato di previdenza

Capire il certificato di previdenza Previdenza professionale Capire il certificato di previdenza Questo foglio informativo illustra la struttura del certificato di previdenza. Fornisce spiegazioni e contiene informazioni utili su temi importanti.

Dettagli

Dialogo alla Biglietteria

Dialogo alla Biglietteria Alla stazione Am Bahnhof Siamo alla stazione centrale di Milano. Pronto al secondo binario c è il treno direttissimo diretto in Sicilia. Il convoglio contiene carrozze di prima e seconda classe dirette

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Metodologie di comunicazione con persone disabili

Metodologie di comunicazione con persone disabili Metodologie di comunicazione con persone disabili Eleonora Castagna Terapista della Neuropsicomotricità dell Età Evolutiva Antonia Castelnuovo Psicomotricista Villa Santa Maria, Tavernerio Polo Territoriale

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Informazioni sui pedaggi in base alle classi di emissioni. ammesso superiore a 3,5 t a partire dal 1.1.2010

Informazioni sui pedaggi in base alle classi di emissioni. ammesso superiore a 3,5 t a partire dal 1.1.2010 Informazioni sui pedaggi in base alle classi di emissioni EURO Informazioni per veicoli sui pedaggi con peso in complessivo base alle classi massimo di emissioni ammesso EURO per superiore veicoli con

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

2 Rappresentazioni grafiche

2 Rappresentazioni grafiche asi di matematica per la MPT 2 Rappresentazioni grafiche I numeri possono essere rappresentati utilizzando i seguenti metodi: la retta dei numeri; gli insiemi. 2.1 La retta numerica Domanda introduttiva

Dettagli

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare

Diventate membri dell associazione. L unione delle forze del settore solare Diventate membri dell associazione L unione delle forze del settore solare Il vostro supporto neutrale per informazioni, formazione, assicurazione di qualità e pubblicità comune Il vostro portavoce per

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Un vademecum della SIA per futuri committenti. sia. Progettare e costruire

Un vademecum della SIA per futuri committenti. sia. Progettare e costruire Un vademecum della SIA per futuri committenti sia Progettare e costruire Progettare e costruire Un vademecum della SIA per futuri committenti Un vademecum della SIA per futuri committent Progettare e

Dettagli

LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO

LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO LE LINGUE NELL UNIONE EUROPEA IL MULTILINGUISMO Perché una questione linguistica per l Unione europea? Il multilinguismo è oggi inteso come la capacità di società, istituzioni, gruppi e cittadini di relazionarsi

Dettagli

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com

TIP-ON BLUMOTION. Due funzioni combinate in modo affascinante. www.blum.com TIP-ON BLUMOTION Due funzioni combinate in modo affascinante www.blum.com Tecnologia innovativa TIP-ON BLUMOTION unisce i vantaggi del supporto per l apertura meccanico TIP-ON con il collaudato ammortizzatore

Dettagli

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic Famiglie di font Nella maggior parte dei casi, un font appartiene a una famiglia I font della stessa famiglia hanno lo stesso stile grafico, ma presentano varianti Le varianti più comuni sono: roman (

Dettagli

Il pacchetto di prestazioni bancarie per giovani e studenti. Libertà finanziaria con Viva

Il pacchetto di prestazioni bancarie per giovani e studenti. Libertà finanziaria con Viva i Il pacchetto di prestazioni bancarie per gioani e studenti Libertà finanziaria con Via i i Access All Areas: Via Moie Days Via i inita ogni gioedì* ai Via Moie Days. Come clienti Via potete goderi al

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it NEL BLU I NOSTRI SERVIZI: - Corsi aziendali - Traduzioni - Traduzioni con

Dettagli

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente

Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1. Manuale dell'utente Strumenti 3D per SMART Notebook 11.1 Manuale dell'utente Registrazione del prodotto Se si registra il prodotto SMART, si verrà informati delle nuove funzionalità e aggiornamenti software disponibili. Registrazione

Dettagli

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio http://www.tuv.it/tuvitalia/guidamarchi.asp L'organizzazione deve predisporre e - dopo essere stata certificata mettere in

Dettagli

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4

Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 Guida Utente: Indicatore Trading Central per la MetaTrader4 1 Indice Descrizione...2 Installazione...3 Caratteristiche e parametri...7 Processo di aggiornamento... 10 2 Descrizione L`Indicatore Trading

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

Lo Schema BIAS FREE. Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute.

Lo Schema BIAS FREE. Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute. Lo Schema BIAS FREE Uno strumento pratico per identificare ed eliminare il pregiudizio sociale nella ricerca sulla salute di Mary Anne Burke Global Forum for Health Research Ginevra, Svizzera e Margrit

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Traduzione di TeamLab in altre lingue

Traduzione di TeamLab in altre lingue Lingue disponibili TeamLab è disponibile nelle seguenti lingue nel mese di gennaio 2012: Traduzioni complete Lingue tradotte parzialmente Inglese Tedesco Francese Spagnolo Russo Lettone Italiano Cinese

Dettagli

«Illuminazioni» (ISSN: 2037-609X), n. 26, ottobre-dicembre 2013. Maria Irene Curatola THOMAS MANN E IL SUO APPROCCIO ALL ARTE GOETHIANA

«Illuminazioni» (ISSN: 2037-609X), n. 26, ottobre-dicembre 2013. Maria Irene Curatola THOMAS MANN E IL SUO APPROCCIO ALL ARTE GOETHIANA Maria Irene Curatola THOMAS MANN E IL SUO APPROCCIO ALL ARTE GOETHIANA ABSTRACT. La figura di Goethe diventa per Thomas Mann, nel corso della sua esistenza, un modello al quale ispirarsi e con cui identificarsi.

Dettagli

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA COME DEFINISCE LA QUALITÀ DI UNA BEVANDA CALDA? Esigenze per la macchina da caffè del futuro. Il piacere di una deliziosa bevanda aggiunge qualità in

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

Regole semplici per creare una buona presentazione

Regole semplici per creare una buona presentazione Regole semplici per creare una buona presentazione di Maria Rosa Mazzola Alla cl@sse 2.0 G.B. Piranesi Roma A.S. 2011-12 Le presentazioni offrono la possibilità di organizzare in modo sintetico i dati

Dettagli

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale

La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale La partecipazione finanziaria per una nuova Europa sociale Il Cammino verso una Regolamentazione Europea: L Approccio Modulare Employee Stock Ownership Plans (ESOP): Un veicolo per garantire la successione

Dettagli

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO

GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO GUIDA PER ORIENTARE I RICHIEDENTI NELLA COMPILAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO Si prega di prestare particolare attenzione ai "PUNTI ESSENZIALI" Nota bene: la presente guida ha lo scopo di aiutare i richiedenti

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT

S.A.S. Principe Max von und zu Liechtenstein, CEO di LGT Breve ritratto «Focalizzazione, continuità, prospettiva globale e l opportunità per i clienti di coinvestire con la proprietaria e i collaboratori ci hanno aiutato a sviluppare ulteriormente la nostra

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

Ola 20. Design Fuoriserie.

Ola 20. Design Fuoriserie. Ola 20. Design Fuoriserie. Design Fuoriserie OLA 20. NUOVE RISPOSTE A NUOVE SFIDE Ola, un progetto che esprime la necessitá di cambiare lo spazio domestico / una nuova dimensione estetica / una nuova consapevolezza

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1

Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni. Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 Criteri di valutazione e certificazione della sicurezza delle informazioni Cesare Gallotti Milano, 14 maggio 2004 1 AGENDA Introduzione Valutazione dei prodotti Valutazione dell organizzazione per la sicurezza

Dettagli

La Valutazione degli Asset Intangibili

La Valutazione degli Asset Intangibili La Valutazione degli Asset Intangibili Chiara Fratini Gli asset intangibili rappresentano il patrimonio di conoscenza di un organizzazione. In un accezione ampia del concetto di conoscenza, questo patrimonio

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE UFFICIO III BANDO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI E PREMI PER LA DIVULGAZIONE DEL LIBRO ITALIANO E PER LA TRADUZIONE DI OPERE LETTERARIE E SCIENTIFICHE,

Dettagli

Lo scontro si inasprisce

Lo scontro si inasprisce 4 Anno XVIII 18. Jahrgang Periodico del Sindacato e dell Ordine dei Giornalisti del Trentino Alto Adige Infoblatt der Journalistengewerkschaft und der Journalistenkammer von Trentino Südtirol Revista periodica

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

SPECIFICHE DISEGNI TECNICI

SPECIFICHE DISEGNI TECNICI SPECIFICHE DISEGNI TECNICI ISTRUZIONI DI LAVORO IO_SUP02_R1 Cod. file: IO_02_R1-Specifiche tecniche.docx Pagina 1 di 9 INDICE 1. GENERALITA 2. DENOMINAZIONE DISEGNI TECNICI 3. LAYER, LINEE, COLORI E SPESSORI

Dettagli

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale

ICEC CPP Corsi di Perfezionamento Professionale. Corsi di Perfezionamento Professionale Corsi di Perfezionamento Professionale I Corsi di Perfezionamento Professionale costituiscono una struttura creata per fornire determinati servizi centrali all ICEC (Istituto cantonale di economia e commercio)

Dettagli

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu IL NUOVO VOLTO DELL EURO Scopri la nuova banconota da 10 www.euro.ecb.europa.eu LA SERIE EUROPA : CARATTERISTICHE DI SICUREZZA Facili da controllare e difficili da falsificare Le nuove banconote da 5 e

Dettagli