Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA - Via Terraglio, Preganziol (TV) Enti co-progettanti: NZ03017 Comune di TREVISO ALBO REGIONALE REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. NZ05868 Comune di ISTRANA ALBO REGIONALE REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. NZ02889 Comune di TREVIGNANO REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. 2) Titolo del progetto: Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità 3) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Settore: D - Patrimonio artistico e culturale Aree: D01 Cura e conservazione biblioteche, D02 Valorizzazione centri storici minori; D03 Valorizzazione storie e culture locali; D04 valorizzazione sistema museale pubblico e privato; 4) Obiettivi del progetto: Come visto nel punto precedente la redazione del progetto muove da un analisi attenta dei bisogni del territorio e di quanto segnalato dai singoli enti partecipanti. Da detta verifica vengono definite le criticità o le aree di interesse sui cui andare ad incidere, in una parola sono definiti gli obiettivi a carattere generale e poi specifico. La classificazione degli obiettivi procede poi su due livelli: a livello generale vi sono obiettivi ad ampio raggio e obiettivi generali maggiormente focalizzati sul tema progettuale; vi sono poi obiettivi specifici comuni ai vari enti e obiettivi specifici dei singoli. Se ne dà conto nelle pagine seguenti. In un progetto come quello qui descritto, specie se inserito in un contesto fatto 1

2 di altri elaborati e quindi descrivente complesse azioni sinergiche, sono distinguibili i seguenti profili. Obiettivi Generali ad ampio raggio: - promuovere il servizio civile come strumento di cittadinanza attiva e propulsore di buone politiche giovanili; - favorire l accesso al sistema servizio civile degli enti locali ed alle realtà del volontariato attraverso azioni coordinate, facendo rete; - ottimizzare le risorse attraverso un utilizzo condiviso e virtuoso; Obiettivi Generali peculiari del progetto - rafforzare l azione delle strutture pubbliche dedicate al patrimonio culturale e storico della zona, oltre che alla diffusione della cultura in tutte le modalità; - coordinare l interazione tra il pubblico e il privato allargando l azione progettuale alle organizzazioni di volontariato e del privato sociale presenti sui territori degli enti partecipanti; - implementare quantità e qualità dei servizi resi ai cittadini, attraverso una risorsa umana originale giovane e motivata grazie anche alla formazione preliminare ex Linee Guida UNSC; - fornire ai giovani che sceglieranno di prestare questo servizio un opportunità formativa originale da intendersi come momento di educazione alla cittadinanza attiva, alla solidarietà e al volontariato: un occasione di conoscere il territorio e i suoi complessi apparati da un ottica inusuale, ovvero non quella di fruitore dei servizi ma quella di erogatore degli stessi, in pratica fornire competenze trasversali; Anche quest anno come negli anni scorsi è stato promosso un questionario tra gli ex-volontari facenti capo all Associazione Comuni della Marca Trevigiana, al fine di chiedere quanti avessero avuto benefici quali agevolazioni all entrata nel mondo del lavoro o come CFU o tirocini riconosciuti, o valori aggiunti più impalpabili. La risposta, poi ripresa e riscontrata in un iniziativa simile a cura dello C.S.E.V. (coordinamento spontaneo enti e volontari), ha sancito come quasi il 30% degli ex volontari abbia avuto giovamento dallo svolgimento del servizio anche sotto il profilo lavorativo. Il dato che emerge con forza quindi è che il servizio come svolto presso l ACMT ha qualificato l anno oltre che sotto il profilo umano, anche sotto quello professionale e professionalizzante. Gli Obiettivi Specifici In merito agli Obiettivi Specifici comuni nel progetto si evidenziano: affermare il ruolo di polo culturale costituito dalle biblioteche: promuovere la cultura del libro e della lettura, sia quale mezzo di 2

3 conoscenza del passato che quale chiave di lettura del presente; migliorare qualitativamente i servizi base: Front Office e rapporti con l utenza, consulenza e gestione prestiti e restituzioni reperimento libri e materiale, riordino volumi e materiale revisione del catalogo e scarto back-office inventariazione; catalogazione migliorare quantitativamente i servizi base e nuovi: incontri con autori visite guidate alla biblioteca promozioni culturali ludoteca laboratori di lettura animata valorizzare il patrimonio locale, culturale e storico, in particolare i siti legati al Centenario Come detto la biblioteca pubblica è un centro culturale di fatto, riconosciuto come tale a ciò oramai preposto. Il servizio civile in tali sedi è e vuole essere impulso innovativo e sostegno operativo. Se gli obiettivi finora delineati sono da intendersi comuni a tutti gli enti partecipanti al progetto si evidenziano ora quelli propri di ogni sede partecipante, ulteriori e più particolari, che evidenziano alcune mansioni e compiti, fermo restando che grazie al volontario in servizio sarà possibile ampliare ed aumentare le attività indicate, magari arricchendole di nuove non esplicitate, ma comunque congrue con il progetto e con le aree di intervento proprie del settore D. Mansioni e compiti indicati sono dunque punti di partenza, gli spunti, le urgenze, i servizi che attualmente sono idealmente i più consoni ad utilizzare il servizio civile. E possibile quindi che in fase di attuazione, stante il lasso temporale intercorrente tra la presentazione dei progetti e l eventuale entrata in servizio dei volontari, vi sia la possibilità o la necessità di aggiornare l intervento, i compiti, gli obiettivi, sempre nel rispetto dell azione progettuale e dell ambito di servizio. Per ogni sede sono descritti gli obiettivi primari, nella scheda viene dato un cenno a quanto in lavorazione per il Centenario. Comune di Altivole L opportunità di avere un volontario del servizio civile in questi anni ha permesso di poter seguire con più attenzione gli utenti, di aiutarli maggiormente nella ricerca dei documenti richiesti, di 3

4 svolgere ricerche per la scuola, di allestire scaffali in modo più attento, efficace ed accattivante, per esempio mettendo in evidenza testi presenti in biblioteca a tema a seconda delle giornate internazionali. Si sono attivati nuovi laboratori come quelli delle letture animate con cadenza bimestrale e altre attività di invito alla lettura indirizzati alle scuole primarie. Inoltre una risorsa in più che gestisce le varie attività della biblioteca ha dato l opportunità ai dipendenti di svolgere riordini di magazzino che altrimenti sarebbero rimasti in sospeso. Attraverso una nuova risorsa giovane ed entusiasta si vuole consolidare i positivi risultati raggiunti, migliorando ancora di più la qualità e la quantità dei servizi resi dalla biblioteca. In particolare gli obiettivi si incentrano sulle varie attività che coinvolgono l utenza: assicurare una presenza sempre più puntuale per quel che riguarda il reference, con un attenzione particolare alle fasce d età più giovani; il volontario, considerata la sua età e il ruolo meno istituzionale che ricopre, si ritroverà ad essere fondamentale elemento di collegamento tra i giovani e la biblioteca, contribuendo in modo attivo ad avvicinare i primi alle numerose offerte culturali che il territorio offre loro. Un altro importante obiettivo che si vuole raggiungere è quello di implementare ulteriormente l offerta delle attività culturali proposte dalla biblioteca: la presenza del volontario sarà molto utile nelle fasi di progettazione e realizzazione di rassegne teatrali per bambini e famiglie, incontri con l autore, laboratori di letture animate ed eventi di invito alla lettura, attività che la biblioteca si è prefissata di proporre con sempre maggiore continuità. Un importante obiettivo, infine, è quello di rendere la biblioteca più accessibile,, rendere più facile la conoscenza e la pubblicizzazione di tutti gli eventi proposti attraverso un importante implementazione del sito web. Comune di Casier Dopo alcuni anni di positive esperienze presso l ufficio cultura del Comune in cui si sono ottenuti numerosi risultati positivi, con questo progetto si intende spostare l attenzione al settore bibliotecario dove sono stati individuati alcuni importanti obiettivi specifici raggiungibili solo grazie all apporto di un volontario di servizio civile. Il giovane in servizio civile, infatti, può diventare un agente di cambiamento in senso positivo se viene messo in gioco all interno dei meccanismi di funzionamento della biblioteca pubblica. Arrivando dall esterno, con gli occhi del cittadino e l entusiasmo della gioventù aiuterà e vedere i servizi erogati in maniera critica e probabilmente costruttiva. Tali obiettivi riguardano in maniera estremamente prevalente il mondo della tecnologia applicato alla cultura e l attenzione alla parte più giovane della popolazione. L utilizzo di una risorsa abituata da sempre all utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione e informazione, che sa come comunicare con l universo giovanile diviene strumento fondamentale per la buona riuscita di tali obiettivi. Scendendo maggiormente nel dettaglio, taglio, attraverso questo progetto, si vuole migliorare la comunicazione e la diffusione degli eventi e delle attività strutturali, utilizzando in modo più corretto ed efficace i vari strumenti, dallo studio grafico delle comunicazioni tradizionali, all uso della rete e dei social network, al miglioramento del sito web della biblioteca. Inoltre ci si prefigge l obiettivo di rendere più efficaci la spedizione di newletter e le operazioni di 4

5 registrazione e prestito di materiale. Si vuole cercare di raggiungere in modo più capillare, accattivante e continuo l utenza giovane, quella meno incline ad avvicinarsi spontaneamente al mondo della biblioteca e della lettura in generale. Una parte importante di questo obiettivo è quella di far conoscere maggiormente la biblioteca come polo culturale, dove ritrovare i valori civici, in un ambiente sempre e più accogliente e dinamico. Infine, con la presenza del volontario, si vuole migliorare anche la capacità di incontrare i gusti letterari dei più giovani ampliando di fatto to sia quantitativamente che qualitativamente l ampiezza dell utenza. Comune di Castello di Godego Gli scopi raggiunti attraverso gli scorsi progetti di servizio civile sono davvero significativi e importanti. Grazie alla presenza dei volontari è stata ampliata l apertura al pubblico della biblioteca. In particolare si è riusciti ad avere un attenzione in più per gli studenti universitari. L apertura mattutina della biblioteca, infatti, ha permesso a molti studenti di utilizzare la biblioteca come aula studio e punto fondamentale di ritrovo. Inoltre si è riusciti a fornire un servizio di assistenza più puntuale e continuo. Alla luce di questi risultati, con questo nuovo progetto si intende ripartire da dove ci si è fermati proponendoci di continuare l opera di miglioramento di un servizio così importante quale è una biblioteca comunale. Innanzi tutto si intende mantenere l ampliamento di orario per far sì che la biblioteca continui ad essere il punto di riferimento per gli studenti del territorio. Si vuole continuare il percorso di miglioramento del servizio di prestiti e restituzioni in biblioteca, di aiuto e assistenza all utenza, in modo sempre più mirato in relazione alle diverse tipologie di frequentatori. Un servizio così strutturato ha anche l obiettivo tivo di fidelizzare chi già frequenta la biblioteca e nel contempo invogliare nuove persone a scoprire questo luogo di cultura. Un nuovo obiettivo che si vuole raggiungere anche grazie all apporto di un volontario di servizio civile è quello della promozione dell alfabetizzazione telematica e digitale: si punta ad avere un sito della biblioteca più efficace e funzionale e a migliorare la gestione delle newsletter, un servizio che si rivela essere sempre più efficace. In determinati periodi dell anno c è la volontà di realizzare diversi laboratori culturali: : con la presenza del volontario si vuole rendere questa sezione della biblioteca sempre più attiva, propositiva e coinvolgente. Dal momento che sono iniziate le ricorrenze per il Centenario della Grande Guerra si vorrebbe, attraverso questo progetto, coinvolgere il volontario in alcune delle attività proposte dalla biblioteca relative a questa ricorrenza. In particolare si vorrebbe riuscire a realizzare 2 progetti storico-culturali collaborando gli studenti del territorio (istituto Comprensivo del Comune): il primo progetto, consiste nella creazione di un elaborato sul tema della Grande Guerra. Il secondo progetto consiste nel coinvolgere le scuole in un attività di ricerca e di raccolta di fonti di memoria storica come racconti, storie e vicende che gli anziani ricordano di aver sentito dai propri genitori o parenti. Oltre a questi 2 progetti si vorrebbero organizzare, con il supporto del volontario, mostre semi- permanenti e visite guidate sui siti che riguardano il conflitto. 5

6 Comune di Colle Umberto Dopo alcune positive annualità di servizio Civile all ufficio cultura del Comune, si è deciso, questa volta, di richiedere un volontario per la biblioteca perché si ritiene che una risorsa importante quale è un volontario di Servizio Civile potrà essere di grande aiuto a questo Ente. D altro canto, per il giovane potrà essere un esperienza formativa e di crescita non inferiore a quelle proposte ai ragazzi di Colle Umberto nelle progettualità passate. Gli obiettivi che si vuole raggiungere con questo progetto riguardano 3 macro aree delle attività della biblioteca: - Front Office; - Back Office; - attività laboratoriale Per quel che riguarda la prima area l obiettivo consiste nel migliorare l attività di reference: : offrire, cioè, un supporto più puntuale all utenza sia nella ricerca del materiale sia per quel che riguarda consigli alla lettura. Con il miglioramento del servizio offerto all utenza si spera di ottenere un aumento dell utenza e un aumento dei prestiti. Per la seconda area l obiettivo è quello di riorganizzare la collocazione dei libri a scaffale e gli scarti,, attività che renderà più fruibile il materiale presente agevolando sia l utenza sia il personale della biblioteca. Per la terza area l obiettivo è quello di creare nuovi laboratori di lettura ad alta voce per bambini e incrementare il numero di altri eventi che la biblioteca già organizza per l utenza adulta e anziana. Comune di Fontanelle Il Comune di Fontanelle beneficia del supporto dei volontari di Servizio civile già da molti anni. Grazie anche a tali preziosi aiuti si è riuscito a garantire un ottima promozione di attività culturali nonché un assistenza agli utenti della biblioteca di alto livello. Inoltre, aspetto non certo trascurabile, la costante presenza di volontari di servizio civile ha permesso di ampliare di un pomeriggio a settimana l apertura della biblioteca e nello stesso tempo ha favorito l avvicinamento e il coinvolgimento o dei giovani della comunità. Infine il coinvolgimento dei giovani in servizio nella realizzazione del centro estivo presso la biblioteca ha consentito di ampliare l attività venendo incontro alle esigenze lavorative dei genitori dei bambini iscritti. I nuovi obiettivi di questo progetto dunque ripartono da qui. Poter continuare ad offrire alla cittadinanza quanto reso possibile finora grazie al supporto del Servizio Civile e provare a migliorare ancora l offerta della biblioteca, sia da un punto di vista quantitativo sia, soprattutto, da un punto di vista qualitativo, dando sempre più un tocco di ringiovanimento a tutte le attività culturali proposte per avvicinare maggiormente i giovani, compito sempre più difficile ma di fondamentale importanza per un centro di aggregazione culturale quale la biblioteca è. In quest ottica si vuole perciò mantenere gli orari ampliati, sfruttare le 6

7 capacità di utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione da parte del volontario per modernizzare lo stile di comunicazione da parte della biblioteca. Relativamente al Centenario della Grande Guerra l obiettivo principale da raggiungere con il supporto del volontario sarà quello di coinvolgere i ragazzi delle scuole dell obbligo nella realizzazione di ricerche e lavori inerenti la Prima Guerra Mondiale a Fontanelle, lavori che poi saranno sviluppati anche nel contesto del Consiglio Comunale dei Ragazzi attivo da oltre 15 anni. Inoltre il volontario sarà indispensabile aiuto per l attivazione di un progetto di raccolta storica di opere e memorie riguardanti il Comune di Fontanelle. Comune di Godega di Sant Urbano I progetti scorsi hanno raggiunto molti degli obiettivi che si erano posti. In particolare si è potuto constatare un potenziamento, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, dei servizi bibliotecari, in particolar modo nell attenzione per le attività di promozione della lettura e dei libri (visite guidate, incontri con l autore, letture animate). Detto questo, con il nuovo o progetto si vuole continuare sulla strada del miglioramento del servizio reso.. Mediante l impiego dei volontari verrà potenziato il servizio di prestito interbibliotecario e l attività di assistenza agli utenti nell utilizzo di internet, verrà resa più efficiente l attività di riordino e scarto dei libri,, mentre, per quanto riguarda le attività culturali, sarà intensificata la divulgazione delle iniziative, la collaborazione con le scuole e l attivazione di laboratori creativi,, valorizzando le capacità, la freschezza e l entusiasmo che un volontario di servizio civile porta all interno della propria sede di servizio. Per la ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale, il comune di Godega di Sant Urbano avrebbe intenzione di coinvolgere in modo attivo il volontario nel progetto di attivazione di un tavolo di lavoro con il GAL dell Alta Marca per progettualità d area sul tema della valorizzazione del patrimonio della Grande Guerra e di realizzazione di una serie di conferenze e mostre dedicate a tale argomento. Comune di Mansué L obiettivo principale raggiunto grazie all ultimo progetto è stato quello di aver attivato un laboratorio realizzato con la rete di cooperazione Libermarca per la realizzazione di un libro per ogni classe stampato a cura della biblioteca caporete Oderzo. Sono state invitate 5 classi per 4 incontri ciascuna. I libri sono stati caricati on line e l edizione cartacea è catalogata e resa disponibile al prestito bibliotecario e interprestito provinciale. Gli obiettivi che si vogliono raggiungere con questo progetto partono da qui: l intenzione è quella di riuscire, grazie al volontario, a riproporre il laboratorio sopra descritto,, coinvolgendo, se possibile almeno una classe in più rispetto a quanto fatto finora. Inoltre si vuole migliorare l offerta di Front Office,, in particolar modo per quel che riguarda il rapporto con l utenza più 7

8 giovane, facendo leva sull età e sull entusiasmo del volontario. Infine, un importante obiettivo sarà quello di migliorare, rendendo più moderna e accattivante, la pubblicizzazione e la realizzazione delle numerose attività culturali proposte dalla biblioteca di Mansuè. Comune di Meduna di Livenza I principali scopi raggiunti grazie ai volontari precedenti sono quello di un aumento dell orario di apertura al pubblico e della possibilità di seguire l utenza in modo più puntuale e mirato. Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono quelli di mantenere questi standard raggiunti, sia in termine di orario (si vogliono garantire 3 ore alla settimana in più), sia in termine di qualità del servizio reso e, di conseguenza, riuscire ad incrementare il numero degli utenti abituali, i, con un occhio di riguardo ai cittadini più giovani della comunità. La presenza del volontario sarà condizione indispensabile per provare a raggiungere questi obiettivi. Inoltre, con questo progetto, si vuole migliorare la promozione della lettura e rendere più frequenti e proficui i legami con le scuole del territorio Comune di Orsago Nello scorso biennio la presenza del volontario ha permesso l apertura della biblioteca durante i periodi di ferie e di malattia del bibliotecario per un totale indicativo di 25 giorni. E un incremento dei giorni di apertura pari al 14,5%. E lo svolgimento delle letture animate con un incremento del 14%. Infine, anche se difficilmente misurabile, è molto apprezzato dagli utenti il miglioramento qualitativo del servizio garantito dai volontari gli utenti che beneficiano per esempio di una maggior assistenza nelle ricerche o l aiuto offerto agli utenti stranieri o più anziani, nell accesso ai sevizi erogati dalla biblioteca. Alla luce di questi dati gli obiettivi specifici di questo progetto per la biblioteca di Orsago non potranno che essere quelli di mantenere tutti questi miglioramenti acquisiti grazie al Servizio Civile e, se possibile, cercare di far crescere ulteriormente la qualità del servizio specialmente in relazione a 2 attività: l assistenza all utenza nelle ricerche e nella guida alla lettura e i laboratori di letture animate. Comune di Ponzano Veneto Un obiettivo importante che è stato raggiunto grazie alla presenza del volontario è quello dell ampliamento dell orario di apertura della biblioteca al pubblico per 3 ore in più alla settimana con notevoli benefici riscontrati dall utenza, in special modo dagli studenti universitari. Gli obiettivi di questo nuovo progetto sono quelli di poter, grazie alla presenza del volontario, mantenere e consolidare l ampliamento dell orario di apertura della biblioteca così da poter continuare ad offrire all utenza un servizio di eccellente livello, rispondendo alle diverse richieste delle varie fasce d età. L obiettivo di migliorare i servizi di reference non si limita però ad un ampliamento orario ma vuole essere più ambizioso: si vuole infatti potenziare anche da un punto di vista qualitativo i servizi già esistenti nella biblioteca quali, per esempio, l assistenza nelle ricerche e le attività di promozione alla 8

9 lettura.. Utilizzando una risorsa di giovane età si vuole migliorare alcune attività rivolte ai bambini come le letture animate e i laboratori di invito e scoperta della lettura dedicate a chi si affaccia per le prime volte al mondo dei libri. Comune di Povegliano La presenza del volontario ha fatto sì che la Biblioteca rimanesse sempre aperta, anche nei periodi estivi e delle grandi festività. E un opportunità non da poco che permette di non interrompere il servizio ai cittadini. Inoltre ha permesso l apertura della Biblioteca per ben 35 ore settimanali, compreso il sabato mattina e una sera fino alle ore 22.00, permettendo le possibili assenze del personale, impiegato anche per le incombenze dell ufficio cultura e sport. Questo miglioramento del servizio reso ha sicuramente contribuito ad incrementare il numero degli iscritti alla biblioteca di più di 200 unità in un solo anno, passando da iscritti ai più di attuali. Il volontario si è rivelato un prezioso aiuto nella gestione delle attività della biblioteca in quanto è stato in grado di far fronte, una volta istruito, sia all attività organizzativa che alle richieste dell utenza, arrivando ad apportare in modo autonomo alcune migliorie nella gestione dei materiali a disposizione dell utenza. In particolare poi è stata fondamentale la sua collaborazione alla manifestazione A misura di bambino, alle settimane della Biblioteche e al progetto NPL. Gli obiettivi perseguiti attraverso l impiego di un volontario che si vogliono raggiungere con questo nuovo progetto sono principalmente legati a riconfermare i miglioramenti dell attività gestionale della biblioteca, al potenziamento dei servizi di base, quali la gestione dei prestiti e delle restituzioni (anche attraverso il servizio di interprestito provinciale), l inventariazione, il reperimento di libri, il riordino di volumi e materiale multimediale. Inoltre, obiettivo importante e ambizioso, anche alla luce delle precedenti positive esperienze sopra descritte, si vuole rendere ancora più efficace e accattivante l organizzazione di attività di promozione alla lettura e alla cultura attraverso percorsi di lettura e la predisposizione di apposite bibliografie, sforzo notevole che risulterebbe impossibile senza la presenza di una risorsa strutturata e preparata come può essere un volontario di servizio civile. Anche il territorio di Povegliano è stato segnato da fatti relativi alla Prima Guerra Mondiale; in particolare è stato coinvolto in occasione della Battaglia del Solstizio (15-22 giugno 1918) e dalla Battaglia di Vittorio Veneto (24 ottobre-4 novembre 1918). In occasione dell avvio delle manifestazioni per il Centenario di questo tragico e sconvolgente evento è intenzione dell Amministrazione Comunale, attraverso l Assessorato alla Cultura e la Biblioteca, provvedere alla valorizzazione dei luoghi di memoria e delle testimonianze ancora presenti nel territorio, attraverso attività di ricerca e studio che portino alla realizzazione di itinerari storici, incontri con esperti, proiezioni e pubblicazioni. Vi sono ancora memorie orali presenti nella popolazione: vi sarà pertanto la necessità, da parte di associazioni, enti e privati di iniziare una sistematica 9

10 raccolta delle informazioni. La Biblioteca sarà l Ente di riferimento per queste azioni e farà da stimolo e collegamento tra tutti i collaboratori del territorio coinvolti in queste iniziative. Comune di Resana La presenza dei volontari di Servizio Civile in questi anni ha permesso di seguire contemporaneamente più utenti del servizio al pubblico. Senza la garanzia della presenza di questa figura non sarebbe stato possibile realizzare tutte quelle attività di promozione della lettura e della biblioteca. A Resana i laboratori di lettura dipendono, quindi, esclusivamente dalla la presenza del volontario. Con l ausilio del volontario si intende: 1. promuovere il valore delle istituzioni, quali il comune e la biblioteca 2. creare l opportunità per conoscere i meccanismi e i requisiti del mondo del lavoro. 3. Un altro obiettivo sarà quello di favorire lo scambio tra la visione del bibliotecario e quella di una persona giovane, ma non completamente ignara del servizio di biblioteca ma con un punto di vista originale. 4. Continuare le attività di promozione della lettura e della la biblioteca 5. avere un supporto consistente nello svolgimento o delle varie attività proposte, specialmente per quel che riguarda le iniziative rivolte ai bambini. Relativamente al Centenario della Prima Guerra Mondiale obiettivo di questo progetto sarà quello di avviare un programma di ricerca su fonti orali e scritte finalizzato a riscoprire e valorizzare siti ed eventi poco o noti. I risultati saranno poi pubblicati sul sito del Comune, in collaborazione con l Istituto Comprensivo di Resana. Comune di Roncade Un importante risultato raggiunto grazie alla presenza dell ultimo volontario è stato quello di riuscire ad ampliare l orario di apertura della biblioteca, in particolare durante il sabato, migliorando quindi la qualità del servizio reso alla comunità. Gli obiettivi che si cercheranno di ottenere attraverso questo progetto sono essenzialmente tre, tra l altro collegati tra di loro: Erogare un servizio più efficiente e puntuale,, migliorando l assistenza nelle sale e il servizio di Front Office, riconfermando quindi anche l aumento di orario; Seguire ed aiutare maggiormente chi sfrutta le postazioni internet, aiutandolo nelle ricerche e on line e nell uso delle nuove tecnologie Migliorare la promozione delle iniziative della biblioteca, cercando di coinvolgere maggiormente i giovani del Comune di Roncade. Comune di Sarmede Grazie alla presenza dei volontari passati è stato possibile ottenere 10

11 molti risultati: - ampliare l orario di apertura al pubblico per circa 70 ore annue - incentivare le visite guidate e i laboratori di lettura per circa 10 incontri annui; - far fronte in tempo reale alle richieste dell utenza in modo più puntuale; - creazione di una bibliografia specifica per la sezione del progetto Nati per Leggere ; - aumento dei laboratori con i bambini; - creazione di sezioni temporanee tematiche. Questo progetto si prefissa come obiettivo minimo quello di riconfermare tutti i risultati ottenuti; inoltre, in un ottica di continua ricerca di miglioramento si cercherà di ottenere i seguenti risultati: 1) collaborazione orazione con le istituzioni scolastiche per la promozione delle attività culturali; 2) collaborazione con il Comitato Biblioteca e le istituzioni scolastiche per la promozione della lettura Anche alla biblioteca di Sarmede si stanno avviando dei progetti relativi alla Grande Guerra. Per quel che riguarda il Servizio Civile, un importante obiettivo che si vuole raggiungere grazie alla presenza del volontario sarà di realizzare una serie di incontri con gli studenti su queste tematiche e realizzare un adeguata promozione alle varie iniziative proposte da diverse associazioni. Comune di Zero Branco I volontari sono stati preziosissimi in questi anni perché grazie alla loro presenza: - è stato possibile garantire la continuità dei servizi erogati e realizzare nuove iniziative di promozione alla lettura. - si è potuto garantire l orario di apertura della biblioteca (al ore settimanali di apertura al pubblico) anche in momenti di diminuzione del personale. - è stato possibile continuare le attività di promozione alla lettura rivolte ai bambini, e in particolare il progetto Libralbero: storie e laboratori in biblioteca. Il progetto è nato nel 2005 e consiste in un calendario annuale di incontri per bambini dai 4 agli 8 anni. Dei lettori (volontari della Biblioteca, volontari del Servizio Civile o il personale della biblioteca) leggono delle storie ai bambini e viene realizzato poi un piccolo laboratorio manuale a tema. Per preparare i laboratori bisogna dedicare del tempo sia nell ideazione e sia per realizzare il campione che poi verrà fornito ai bambini come modello. Inoltre i bambini vengono assistiti dal volontario nella fase creativa del laboratorio. - viene facilitata l organizzazione e la gestione degli eventi culturali, in quanto i volontari aiutano nella distribuzione di volantini e locandine sul territorio e garantiscono la presenza ad alcuni eventi, cosa importante in quanto in Villa Guidini durante tutto l anno ci sono moltissimi eventi soprattutto presso l Auditorium Comunale. 11

12 Infine grazie al loro entusiasmo sono di aiuto e di stimolo anche per il personale della Biblioteca. Alla fine dell anno di Servizio Civile l esperienza diretta ha dimostrato che con alcuni volontari in particolare si creano dei proficui rapporti di collaborazione, e in particolare: - una volontaria ha prestato servizio come volontaria alla fine dell anno di Servizio Civile e ora è rimasta all interno della biblioteca tramite una Cooperativa - una volontaria tramite un associazione del territorio ha collaborato a tutte le 4 edizioni della Mostra ZeroSarmede facendo le visite guidate alle classi. - una volontaria che ha studiato per diventare illustratrice continua a collaborare alla realizzazione di alcuni laboratori e ha donato alla Biblioteca delle bellissime illustrazioni per le bibliografie estive. Detto tutto questo, arriviamo a presentare i nuovi obiettivi che si vogliono raggiungere con questo nuovo progetto: L anno di Servizio Civile si prefigge di inserire i volontari nei servizi e nella attività della Biblioteca, promuovere la stessa verso l esterno, nonché collaborare alle attività culturali e giovanili.. Attraverso i volontari si riesce a dare qualcosa di nuovo e di positivo sia nell erogazione dei servizi sia attraverso nuove proposte/idee dei volontari stessi. In relazione al Centenario della Prima Guerra Mondiale sarebbe interessante ideare e sviluppare un progetto di rete tra biblioteche, scuole e associazioni.. In particolare ai volontari potrebbe essere affidata l indagine iniziale sul territorio, finalizzata a raccogliere dati, luoghi, personaggi e peculiarità collegati alla Grande Guerra di ogni singolo territorio. In un secondo momento i volontari potrebbero fare un indagine sul territorio tra le associazioni che in qualche modo potrebbero essere coinvolte (es. amici della montagna, cai, associazione anziani, alpini, ecc ) per sondare la possibilità di una cooperazione e disponibili a lavorare in rete con le biblioteche e le scuole. Da questa collaborazione si potrebbero poi sviluppare, a seconda dei diversi territori delle proposte per le scuole medie (es. uscite con visite didattiche sul Monte Grappa con supporto delle associazioni, letture di brani di autori che hanno scritto sulla la Grande Guerra, confronti e incontri con persone del territorio esperte della Grande Guerra, ecc). Comune di Istrana Gli obiettivi realizzati grazie alla presenza di un volontario sono stati sostanzialmente 2, entrambi di grande rilievo: si è riusciti ad implementare i servizi resi al pubblico, riuscendo a tenere la biblioteca aperta in modo continuativo, senza interruzioni durante la giornata; si è ampliato il servizio ai plessi scolastici con il prestito dei libri direttamente nelle varie sedi delle scuole. Con questo nuovo progetto si intende, in aggiunta a quanto già fatto, riuscire a potenziare i servizi all utenza con particolare riguardo ai bambini e ai ragazzi. Una risorsa giovane e motivata come è un volontario di Servizio Civile 12

13 potrà sicuramente riuscire a coinvolgere maggiormente l utenza più giovane nelle attività proposte dalla biblioteca. Inoltre si vuole avviare un gruppo di lettura per gli adolescenti del territorio per avvicinare questa fascia d età, così importante ma anche così impegnativa, alle attività culturali proposte dalla loro comunità. Nell ambito del Centenario della Prima Guerra Mondiale si vuole attivare un progetto di ricerca di materiale e documenti nell archivio comunale,, nell archivio dell istituto Comprensivo e presso i privati con lo scopo di organizzare una mostra con quanto raccolto, in collaborazione con l Istituto Comprensivo di Istrana e con la Pro-loco. Comune di Treviso La biblioteca di Treviso impiega da sempre i propri volontari in molteplici settori, permettendo loro di vivere un esperienza estremamente formativa e completa. Grazie al loro impegno ed entusiasmo si sono raggiunti molti risultati in tutti i campi di cui si occupa la biblioteca. Qui di seguito si cercherà di riassumere i più importanti miglioramenti al servizio offerto che si sono potuti ottenere attraverso la presenza e l impegno dei volontari di Servizio Civile. Grande attenzione è stata messa, dai giovani, nella promozione degli eventi, nella realizzazione del materiale e nella pubblicizzazione. Tutte queste attività di promozione hanno portato ad un notevole incremento dei risultati della biblioteca: nel 2013 rispetto al 2012 i nuovi iscritti sono aumentati del 42% e i prestiti sono aumentati del 37% (arrivando al numero di nella sola biblioteca dei ragazzi). L aiuto del volontario è essenziale per garantire una buona qualità ad un servizio così fortemente in crescita. Con i ragazzi del progetto è stato possibile avviare l inventariazione e catalogazione in formato elettronico di una parte dei periodici correnti e storici della biblioteca consentendo agli utenti di richiederli con un click. L attività ha impegnato 3 VSC e 1 bibliotecario (quasi a tempo pieno), oltre ad un numero di ore non quantificato dei commessi di biblioteca che hanno collaborato negli spostamenti dei materiali dai depositi alla zona di lavoro. Il risultato conseguito è stata la catalogazione di 708 testate con l assegnazione di oltre numeri di inventario ciascuno corrispondente ad una annata di periodico. Durante il lavoro è stato controllato lo stato di conservazione del materiale e sono state annotate le necessità di restauro più immediate. La realizzazione del progetto ha portato ad un raddoppio delle consultazioni sui periodici storici collocati in deposito: poiché gli utenti trovano i periodici nel catalogo on line, e non più negli schedoni cartacei, la ricerca è molto facilitata e le richieste di consultazione del materiale sono aumentate. Consultazioni di periodici collocati cati in deposito (esclusa emeroteca a scaffale aperto) richieste attraverso moduli cartacei 13

14 richieste dal catalogo on line richieste dal catalogo on line Inoltre sono stati portati alla luce periodici ottocenteschi poco noti al pubblico, per i quali si ricevono richieste di riproduzioni anche da utenti remoti visto che le catalogazioni sono visibili nell Opac nazionale SBN (www.sbn.it). In questo progetto l innovazione è stata messa a servizio del patrimonio storico per il quale si è aperta la strada ad una maggiore conoscenza e fruibilità a tutto vantaggio degli utenti locali e remoti. La biblioteca di Treviso si caratterizza per la compresenza di compiti relativi alla conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e di compiti e servizi relativi alla pubblica lettura. Con i volontari assegnati si intende lavorare su entrambi i fronti con due distinte attività che di seguito sono brevemente descritte. La prima attività costituisce l ideale prosecuzione dei lavori svolti durante i precedenti progetti sul fronte della tutela e valorizzazione del patrimonio storico e consiste nel recupero catalografico di documenti non ancora catalogati ovvero catalogati solo in formato cartaceo. L obiettivo finale del progetto è favorire la conoscenza del patrimonio documentario posseduto dalla biblioteca ai fini della sua maggiore fruibilità e della sua migliore conservazione. In modo più specifico il progetto ha questi scopi: - catalogare in formato elettronico almeno 8000 volumi dei circa attualmente ancora presenti nel catalogo a schede per autore e titolo relativo agli anni immettendo i dati nel catalogo nazionale SBN, allo scopo di ridurre questo catalogo cartaceo fino alla sua completa eliminazione; - rendere il patrimonio catalogato noto e disponibile per la circolazione localmente, nel circuito della Rete delle biblioteche trevigiane e in quello delle biblioteche aderenti al Polo della Regione del Veneto SBNVIA, a livello nazionale nel catalogo collettivo delle biblioteche italiane aderenti al Servizio Bibliotecario Nazionale, tramite la sua pubblicazione sul web attraverso gli opac delle entità di cooperazione indicate; - individuare tra i volumi catalogati quelli in cattivo stato che necessitano di interventi di salvaguardia; - promuovere nei volontari la consapevolezza del valore delle raccolte documentarie delle biblioteche, dell importanza della loro catalogazione e buona conservazione per i cittadini e gli studiosi di oggi e del futuro, dotarli delle conoscenze necessarie a catalogare i libri moderni attraverso procedure elettroniche. Risultati attesi: 1) incremento del patrimonio complessivo della biblioteca catalogato in formato elettronico - obiettivo = volumi catalogati 14

15 - obiettivo verificabile attraverso dati estraibili dal sistema di catalogazione Sebina Open Library 2) miglioramento dell indice di circolazione del patrimonio acquisito negli anni obiettivo = aumento del 25% - obiettivo verificabile attraverso dati estraibili dal sistema di catalogazione Sebina Open Library 3) produzione di un report sullo stato di conservazione dei documenti catalogati nel progetto - obiettivo = produrre un elenco in formato elettronico con n. di inventario, titolo, collocazione, stato di conservazione del documento, proposta di eventuali interventi di salvaguardia da attuare 4) rendere i volontari capaci di operare con autonomia la catalogazione di libri moderni (verificabile nel corso del progetto dalla qualità delle registrazioni prodotte) La seconda attività è legata ai servizi di pubblica lettura, in particolare alla promozione della lettura nella BRaT - Biblioteca dei ragazzi. Lo scopo del progetto è migliorare l esperienza dei bambini in biblioteca specie in occasione delle visite con le classi e delle aperture nei giorni festivi e di conseguenza aumentare il numero degli iscritti e dei prestiti in biblioteca. Collaborano con le attività di promozione della lettura gli operatori della biblioteca e diverse associazioni di volontariato: la presenza di un volontario consentirà di dare maggiore continuità, organizzazione e coerenza proprio alle attività legate alla promozione della lettura. In particolare gli sarà assegnato il compito di collaborare all iniziativa Aiutaci a crescere: regalaci un libro. Questa iniziativa, promossa dalle librerie Giunti a favore delle scuole primarie, vede coinvolte le librerie, i cittadini, le scuole e la biblioteca. Aderendo a questa iniziativa i cittadini hanno la possibilità di donare alle scuole della città dei libri di loro scelta; i libri vengono affidati alla biblioteca BRaT (nel 2013 ne sono stati donati oltre 1200) che li ripartisce equamente e li dona alle classi che aderiscono al progetto. La consegna avviene in occasione di una visita in biblioteca: i bambini vengono coinvolti in una piacevole esperienza di lettura animata che li sorprende a lascia loro un bel ricordo dei libri, della lettura e inoltre apprendono cos è la biblioteca e come funziona. Le attività collegate a questa iniziativa sono per la biblioteca piuttosto onerose, ma la ricaduta in termini di iscrizioni alla biblioteca e prestiti di libri è notevole come indicato sopra: la biblioteca è sempre affollata e questo significa nuovi piccoli utenti che imparano il piacere della lettura e lo coltivano. In questo modo la biblioteca raggiunge il suo scopo primario. Per la gestione di tutte le attività l aiuto di un volontario è essenziale. Il risultato ottenuto sarà misurabile dal numero di incontri che verranno svolti e dal numero di iscritti e di prestiti registrati attraverso il sistema Sebina Open Library. Gli obiettivi per il volontario, oltre all acquisizione di una competenza generale sulle principali attività svolte in biblioteca, sono: acquisire competenze relazionali con le diverse tipologie di utenti, sviluppare la capacità di parlare ad un gruppo di bambini mantenendo viva l attenzione, 15

16 apprendere i passi necessari per l organizzazione di incontri (dalla progettazione, dalla predisposizione dei materiali pubblicitari, all organizzazione degli spazi e dei materiali necessari, all accoglienza delle persone, alla verifica dei risultati). Comune di Trevignano Prima di indicare gli obiettivi che questo progetto si propone di raggiungere attraverso il volontario si vuole fare una panoramica sulla situazione in biblioteca cercando di evidenziare i contributi positivi che sono derivati in questi anni dalla presenza costante di giovani del Servizio Civile: la presenza del volontario permette alla biblioteca di poter organizzare un maggior numero di attività fino a un 60% in più - e dare un miglior servizio all utente, seguendolo e riservandogli il tempo che necessita, senza dover affrettare il tutto perché ci sono altre persone o lavoro di back-office che incombe. La partecipazione del volontario ha permesso la cooperazione, con un associazione comunale, nell organizzazione del cineforum tematico e la collaborazione con gli altri uffici comunali. Il volontario permette al bibliotecario la possibilità di partecipare a corsi di formazione esterni e, in sede, dà l opportunità di maggiore documentazione e preparazione relativa ai documenti che vengono inseriti. Considerando che l ufficio prevede una sola risorsa dipendente, il volontario diviene possibilità di confronto, onto, di scambio ed è la voce/conoscenza dei ventenni grazie al quale poter fare acquisti mirati. Grazie alla sua presenza si è potuto avviare la catalogazione pregressa dei DVD. Quest anno, se non ci fosse stato il volontario, non si sarebbe potuto individuare, predisporre e allestire una nuova sezione e neppure fare una revisione controllo/scarto dell intero patrimonio documentario rivolto all utenza adulta. Detto questo, si elencano qui di seguito i nuovi obiettivi che si vuole raggiungere con la nuova annualità di servizio civile: - migliorare ulteriormente la gestione del Front Office - Catalogazione da zero di tutti i periodici posseduti dalla biblioteca - Revisione, controllo e scarto del materiale documentario dei ragazzi - Potenziare la sezione Giovani Adulti - Terminare la catalogazione pregressa dei DVD - aumentare le attività culturali proposte dalla biblioteca 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto Ad integrazione di quanto scritto finora, si riporta ciò che le singole sedi esplicitano quale attività previste 16

17 Comune di Altivole L anno di Servizio Civile Percentuali d'impiego presso la Biblioteca di Altivole sarà 45% per il volontario un importante Front Office occasione per mettersi quotidianamente alla prova sia dal punto di vista 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali professionale (acquisendo nozioni e 15% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, apertura ludoteca modalità), sia dal punto di vista relazionale. Il fatto di svolgere attività presso un servizio pubblico insegnerà al volontario a divenire per l utenza una figura rassicurante, contribuendo a creare un ambiente dove possa sentirsi accolto e trovare adeguate risposte alle proprie esigenze. 10% Promozione della lettura Il volontario verrà impiegato in azioni di promozione della lettura e del libro, supporterà il bibliotecario nelle attività di Front Office migliorandone l efficacia e l efficienza, seguendo con particolare attenzione le fasce d età più giovani. A tale proposito avrà modo di curare l apertura e la gestione della ludoteca e della mediateca; collaborerà a numerosi progetti culturali (incontri con l autore, rassegne teatrali, spettacoli/letture animate, Biblioweek) seguendone tutte le fasi, dall ideazione alla realizzazione per quel che riguarda i nuovi progetti e dall implementazione al miglioramento per quelli già esistenti; favorirà la conoscenza della biblioteca e dei suoi servizi collaborando al miglioramento del sito della biblioteca già esistente, attraverso il progetto web 2.0, già avviato negli scorsi anni e che si intende implementare. Comune di Casier Il volontario di servizio civile Percentuali d'impiego ha molte opportunità di rendersi utile 45% Front Office alla comunità di riferimento presso la 30% Promozione della lettura biblioteca comunale di Casier. La 15% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali Biblioteca è attiva sotto vari punti di 10% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, apertura ludoteca vista e ritiene l apporto del volontario fondamentale anche per portare innovazione nei suoi servizi. Gli ambiti di attività possono essere suddivisi tra back-office e front-office, office, le due anime della biblioteca che interagiscono l una con l altra e che devono necessariamente funzionare al meglio per offrire ai cittadini un servizio di qualità. Il volontario avrà la possibilità di mettersi in gioco in entrambi i settori potendo così apprendere competenze che spaziano in tutti gli ambiti del settore bibliotecario. Nel front-office si tratterà di rispondere ai bisogni informativi ivi dei cittadini (dal consiglio di lettura ai ragazzi, alla funzione di prestito, alla consulenza in ricerche più impegnative). Nel back-office il lavoro è vario e differenziato dalla fisica ricollocazione dei documenti alla più complessa revisione delle raccolte. Il volontario si troverà coinvolto nell organizzazione di attività ed eventi relativi alla 17

18 promozione della lettura e della biblioteca e ad alcune attività culturali promosse dalla biblioteca stessa. Molto importante sarà il contributo che potrà dare nel lavoro di comunicazione con la cittadinanza,, utilizzando varie modalità che possono andare da quelle più tradizionali cartacee a quelle informatiche legate al progetto web 2.0, migliorando la qualità del sito e del modo di utilizzarlo. Comune di Castello di Godego Il volontario verrà coinvolto in molteplici attività anche molto diverse tra loro rendendo il Servizio stimolante e ricco di opportunità di apprendimento. Percentuali d'impiego Durante tutto l anno di servizio il 30% Front Office volontario sarà chiamato a collaborare 15% Promozione della lettura nella gestione del front office, con 20% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali particolare attenzione alle aperture 15% Facilitazione utilizzo internet e consultazione mattutine. Importante supporto sarà 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, richiesto nella gestione e nell implementazione del sito internet e delle newsletter. In alcuni periodi dell anno il volontario collaborerà alla realizzazione di laboratori culturali come visite guidate, letture animate, laboratori di lettura, incontri con l autore. Per quel che riguarda le attività relative al Centenario della Prima Guerra Mondiale, il volontario sarà chiamato a supportare la biblioteca in alcune iniziative: sarà importante aiuto nella realizzazione di 2 progetti dedicati ai ragazzi e attuati in sinergia con le scuole del territorio. Oltre a ciò avrà modo di collaborare attivamente nella fase di ideazione e realizzazione di mostre tematiche e di visite guidate ai siti della Grande Guerra presenti sul territorio di Castello di Godego. Comune di Colle Umberto Il volontario presso la biblioteca di Colle Umberto avrà l opportunità di sperimentare tutte le mansioni che richiede il lavoro all interno di una biblioteca. Verrà infatti impiegato sia in attività di Front Office, sia in attività di Back Office. Inoltre collaborerà con la bibliotecaria in tutte gli eventi e i laboratori che la biblioteca propone ai suoi iscritti di tutte le età. Nelle attività di Front Office il volontario supporterà la biblio- Percentuali d'impiego tecaria nel lavoro di reference: avrà, 30% Front Office perciò, a che fare quotidianamente 20% Promozione della lettura con l utenza, seguendone tutte le 10% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali richieste. Seguirà iscrizioni, prestiti, 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, resi, supporterà la ricerca di materiali, 20% Riordino materiali e catalogazione darà consigli di lettura, pubblicizzerà i nuovi arrivi. 18

19 Nelle attività di back office invece sarà impegnato nel riordino del materiale, nella collocazione a scaffale nella gestione degli scarti.. Tutte queste azioni, a prima vista meno accattivanti di quelle precedentemente descritte, sono tuttavia assolutamente indispensabili per un buon funzionamento di una biblioteca e per questo l implemento che il volontario saprà dare a queste attività concorrerà in maniera decisiva al miglioramento del servizio che la biblioteca riuscirà a dare alla comunità di Colle Umberto. Infine avrà molte occasioni di cimentarsi in laboratori culturali e di invito alla lettura: : seguirà in prima persona l ideazione e la realizzazione delle letture ad alta voce nell ambito del progetto Nati per Leggere a cui la biblioteca aderisce. Verrà poi coinvolto dalla bibliotecaria in altre iniziative di promozione alla lettura per giovani, adulti e anziani e in altri eventi legati al mondo della cultura. Comune di Fontanelle Il volontario che presterà servizio presso la biblioteca di Percentuali d'impiego Fontanelle sarà chiamato ad 30% Front Office affiancare il personale nella 10% Promozione della lettura gestione della biblioteca. Oltre a 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali questa fondamentale attività di 10% Facilitazione utilizzo internet e consultazione supporto nel Front Office il 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, volontario verrà coinvolto in tutte le iniziative culturali promosse dalla biblioteca: rassegne musicali e teatrali, allestimento e gestione di mostre permanenti e non (circa 12 in un anno); visite guidate alla biblioteca riservate ai bambini e ai ragazzi delle scuole (circa 6 in un anno); sarà di supporto agli incontri formativi per genitori e studenti (circa 5 in un anno) e sui temi di attualità (previsti 2 in un anno). Il volontario sarà coinvolto attivamente anche nelle iniziative previste per il Centenario della Grande Guerra e specificatamente ente nelle 2 iniziative organizzate dalla biblioteca: realizzazione di ricerche e lavori inerenti la Prima Guerra Mondiale a Fontanelle in collaborazione con le scuole del territorio e il Consiglio Comunale dei ragazzi; progetto di raccolta storica di opere e e memorie riguardanti il Comune di Fontanelle. Comune di Godega di Sant Urbano Svolgere il Servizio Civile Percentuali d'impiego presso la Biblioteca di Godega di 30% Front Office Sant Urbano sarà una concreta 30% opportunità di crescita sul piano Aiuto nell organizzazione di eventi culturali 10% umano, professionale e sociale Facilitazione utilizzo internet e consultazione perché darà l opportunità di 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, relazionarsi con un utenza 10% Riordino materiali estremamente varia, che comprende tutte le fasce d età, e di occuparsi non solo 19

20 dei servizi strettamente bibliotecari (Front office) come inventariazione dei documenti, riordino scaffali, prestito e interprestito, consulenza bibliografica e assistenza internet,, ma anche di organizzare,, in maniera creativa e propositiva, insieme al personale della Biblioteca, numerose iniziative culturali,, legate alla lettura animata, all incontro con l autore, ai laboratori grafico-pittorici,, al teatro, agli incontri d arte, ai concerti, ai progetti con le scuole. Una parte del tempo il volontario verrà impiegato per attività legate al ricordo della Prima Guerra Mondiale. In particolare il giovane parteciperà agli incontri di lavoro col GAL dell Alta Marca in cui si parlerà della Grande Guerra e collaborerà all ideazione e implementazione di mostre e conferenze inerenti queste tematiche. Comune di Mansuè I volontari, oltre al Percentuali d'impiego normale lavoro di biblioteca 25% Front Office (reference, prestito, interil lavoro di 25% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali 20% Promozione alla lettura prestito,), svolgeranno catalogazione derivata e prestala bibliotecaria in 5% Facilitazione utilizzo internet e consultazione no supporto alla 25% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, tutte le attività di promozione alla lettura programmate nell anno. Attività importante sarà quella di relazionarsi con i bambini che frequentano la biblioteca,, accompagnandoli attraverso laboratori, giochi e guida alla lettura all interno del mondo della cultura. Un esempio di questa tipologia di attività è il laboratorio realizzato con la rete di cooperazione Libermarca per la realizzazione e pubblicazione di piccoli libri in collaborazione con le scuole del territorio. Inoltre si occuperà della realizzazione, stampa e divulgazione delle attività culturali programmate annualmente dall assessorato alla cultura. Per esempio il volontario realizzerà la parte di pubblicità relativa all evento (realizzazione di locandine e depliants, stampa e affissioni/volantinaggio presso le scuole e gli ambienti pubblici) e parteciperà alle fasi di implementazione delle varie attività. Comune di Meduna di Livenza Il volontario nell anno di Percentuali d'impiego Servizio Civile verrà a contatto con 30% Front Office il mondo del libro e della sua 20% Promozione della lettura promozione. Verrà coinvolto in 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali prima persona nella ideazione, 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, realizzazione e promozione di attività con le scuole,, laboratori di lettura per ragazzi e adulti e di letture animate per i bambini, attività culturali come spettacoli e concerti; imparerà a relazionarsi con l utenza grazie ad una costante presenza nelle attività di Front Office divenendo un riferimento fondamentale soprattutto per i ragazzi che troveranno nel volontario una 20

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 Scheda progetto Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Bibliotechiamo ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

Biblio 1.2: storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità

Biblio 1.2: storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA - Via Terraglio, 58 31022 Preganziol (TV) Enti co-progettanti:

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PIÙ BIBLIOTECA Obiettivi del progetto:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO)

CAMBIANO (TO) CANDIOLO (TO) SCALENGHE (TO) Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40 VINOVO (TO) TITOLO DEL PROGETTO ENTE PROGETTANTE COMUNE DOVE INDIRIZZO CODICE SEDE DI ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO pezzettino AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois

BIBLIOTECAMENTE Comune di Caprie Istituto di Istruzione Superiore Des Ambrois Progetto Ente promotore Sede di attuazione del progetto e numero volontari Settore e area di intervento Numero volontari Orario di servizio dei volontari Obiettivi Generali BIBLIOTECAMENTE Istituto di

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA

STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG REGIONE CAMPANIA SETTORE POLITICHE GIOVANILI E DEL FORUM REGIONALE DELLA GIOVENTU STANDARD DI QUALITA DEI SERVIZI INFORMAGIOVANI SIRG ALLEGATO REGIONE 1 CAMPANIA AZIONE A DI SISTEMA COMUNE DI Allegato F SETTORE POLITICHE

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Venezia interculturale: percorsi per diventare cittadini del mondo SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale attività interculturali

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) DETERMINAZIONE SINDACALE N 16... del 24/01/2011 OGGETTO: Richiesta contributo per la Biblioteca Feliciana del Comune di Naro a carico del capitolo

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale - Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) SETTORE e Area di Intervento: D 01 PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2015 Denominazione Ente: MART MUSEO D ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA DI TRENTO E ROVERETO Indirizzo: CORSO BETTINI, 43 38068 ROVERETO (TN) Recapito telefonico: 0464/454119

Dettagli

ESTRATTO DELLA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

ESTRATTO DELLA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ESTRATTO DELLA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1. Ente proponente il progetto: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE 2. Codice di accreditamento: NZ00347 3. Classe

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GlocalzzAzione SETTORE e Area di Intervento: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Educazione e Promozione culturale. Interventi di animazione nel territorio OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

IN MUSEO DALL OGGETTO AL CON-TESTO

IN MUSEO DALL OGGETTO AL CON-TESTO IN MUSEO DALL OGGETTO AL CON-TESTO SCUOLA: Istituto comprensivo di Crespellano (Valsamoggia, Bologna) MUSEO: Museo civico archeologico Arsenio Crespellani di Bazzano (Valsamoggia, Bologna) ALTRI PARTNER:

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: La rosa dei venti SETTORE e Area di Intervento: SETTORE: Educazione e Promozione culturale Area di Intervento: Sportelli Informa OBIETTIVI

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina Via E. Mach, 2 38010 San Michele all Adige (TN) Tel. 0461 650314 Referente per i contatti con i giovani:

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi D. Lgs. 33/2013 Art. 32 - costi dei servizi di Reference prestito promozione della lettura Biblioteca per Ragazzi reference, iscrizione, consultazione e prestito

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA

COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Emilia Gangemi COMITATO TECNICO SCUOLA E UNIVERSITA Linee di indirizzo 12 dicembre 2012 Il quadro disegnato dai dati più recenti, tra cui le indagini ISTAT, in merito al mercato del lavoro nel Lazio non

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO Verso la Biblioteca digitale del patrimonio culturale molisano SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area

Dettagli

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12.

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12. GUIDA INFORMATIVA E CARTA DEI SERVIZI Biblioteca Comunale A. Cabiati Via De Mari 28/D 17028 Bergeggi (SV) 019/25790216 b.biblioteca@comune.bergeggi.sv.it ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00

Dettagli

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE CULTURALE SCUOLA DI MUSICA I MINIPOLIFONICI TRENTO VILLAZZANO-POVO RAVINA-ROMAGNANO COGNOLA SOPRAMONTE BESENELLO SCHEDA RIASSUNTIVA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Nel Sol.Co. della cooperazione (Brescia, Ospitaletto, Gardone val Trompia) SETTORE e Area di Intervento: Codifica: A12 Settore: ASSISTENZA

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE 2 (Allegato 1) SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE GIOVANI AL SERVIZIO SOCIALE ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: GIOVANI AL

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA - Fondazione Allegato a) alla decisione n. 23/PR del 8.03.2006 REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO E CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA DEL MUSEO INTERNAZIONALE DELLE CERAMICHE IN FAENZA Art. 1 - Istituzione

Dettagli

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO

Allegato C SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO SCHEDA TECNICA DEL SERVIZIO Allegato C Presentazione del progetto di realizzazione: I servizi Informagiovani PAAS hanno sede temporanea presso il Palazzo Municipale, sono servizi integrati, con finalità

Dettagli

Educando nella Provincia di Varese 2012

Educando nella Provincia di Varese 2012 Scheda progetto Educando nella Provincia di Varese 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica comune

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale

ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Giovani e Europa: rete a sostegno della mobilità internazionale SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e promozione culturale

Dettagli

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012

FOMULARIO L. R. DELLA CALABRIA N. 8/88 ISTANZE CONTRIBUTI COMUNI PER CENTRI POLIVALENTI GIOVANI SCADENZA 30 MARZO 2012 COMUNE DI LONGOBARDI ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI Con delibera di giunta n. 25 del 29 marzo 2012, il comune di Longobardi, di cui è sindaco Giacinto Mannarino, ha presentato istanza alla Regione,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Promozione culturale nella provincia di Como

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Promozione culturale nella provincia di Como ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Promozione culturale nella provincia di Como SETTORE e Area di Intervento: D01 e D04 - Patrimonio artistico e culturale: Cura e conservazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI MEZZOJUSO 2) Codice di accreditamento: NZ00607 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Configurazione del contesto di riferimento

Configurazione del contesto di riferimento Configurazione del contesto di riferimento Il Sistema Bibliotecario di Valle Trompia, istituito nel 1992 dalla Comunità Montana di Valle Trompia, ad oggi comprende 20 comuni della zona a nord di Brescia:

Dettagli

ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE 2 ART. 4 - PATRIMONIO 3 ART. 5 - COOPERAZIONE 3

ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE 2 ART. 4 - PATRIMONIO 3 ART. 5 - COOPERAZIONE 3 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE DI CERVIA APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIB. N 49 DEL 23 AGOSTO 2007 TITOLO I - PRINCIPI GENERALI 2 ART. 1 - FINALITA' 2 ART. 2 - FUNZIONI 2 ART. 3 - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG)

Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) Mod. A2 PGZ Scheda di presentazione progetto del Piano Operativo Giovani (POG) 1. Codice Progetto APG_1_ 2015 2. Titolo del progetto G.I.GI. all'altropiano 3. Riferimenti del compilatore Nome Giuliana

Dettagli

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI

SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI SCHEDA SINTETICA DEL PROGETTO PER L IMPIEGO DEI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA E CRITERI DI SELEZIONE ADOTTATI ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI LAINO CASTELLO Piazza I Maggio n 18

Dettagli

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI TITOLO DEL PROGETTO: LEGGERE È UGUALE PER TUTTI SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO PRIMO Finalità Funzionamento e gestione Articolo 1 - Finalità La Biblioteca Comunale è organismo dell Ente Locale

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva

Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva Istituto Comprensivo M. Anzi di Bormio Scuola Primaria di S. Antonio Valfurva DI TUTTE LE CLASSI DEL PLESSO DI S. ANTONIO a. s. 2014/2015 Le insegnanti del Plesso già nel mese di giugno avevano verificato

Dettagli

Educando nelle Province di Cremona e Mantova

Educando nelle Province di Cremona e Mantova Scheda progetto Educando nelle Province di Cremona e Mantova Il progetto si sviluppa in cinque comuni delle province di Cremona e Mantova. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: CENASCA CISL 2) Codice di accreditamento: 3) Classe di iscrizione all albo: NZ00765 I CARATTERISTICHE

Dettagli

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia

Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Scheda progetto Educando nelle Province di Bergamo e Brescia Il progetto si sviluppa in otto comuni delle province di Bergamo e Brescia. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto si pone i seguenti

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste La terra ci insegna Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari Singoli cittadini e famiglie residenti nei

Dettagli

PIANO GENERALE PER L ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014-2015

PIANO GENERALE PER L ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014-2015 PIANO GENERALE PER L ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014-2015 REDATTO DA FANTOLI MARIA GIOVANNA PIANO GENERALE DELLA PROGETTAZIONE_ ORIENTAMENTO IN USCITA Premessa L intero progetto trae la sua ispirazione

Dettagli

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI LA CITTA AMICA DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Azioni positive per lo sviluppo dei diritti di cittadinanza delle bambine e dei bambini e loro partecipazione attiva alla vita della comunità. OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza. Da cosa. nasce cosa

Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza. Da cosa. nasce cosa Servizio Bibliotecario Provinciale di Vicenza Da cosa nasce cosa Cosa abbiamo fatto per la promozione della lettura Abbiamo creato un gruppo di lavoro su base volontaria che si è dato alcuni impegni su

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Cooperativa Sociale Lo Spazio delle idee scsarl 2) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TORTONA 2) Codice di accreditamento: NZ01098 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015

Associazione S.D. GAM - Gioco Animazione in Movimento CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 CORSO DI FORMAZIONE PER ANIMATORI PROFESSIONALI 2015 L idea del progetto nasce da una parte dall esigenza di formare nuovi operatori con l intento di creare un più ampio bacino di risorse e dall altra

Dettagli

Giosue Carducci: audioguida on line per smartphone

Giosue Carducci: audioguida on line per smartphone Giosue Carducci: audioguida on line per smartphone Istituzione scolastica capofila: Istituto comprensivo 12 di Bologna Scuola secondaria di primo grado Luigi Carlo Farini Museo: Biblioteca-archivio Casa

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: A SCUOLA CON EMMANUEL GARANZIA GIOVANI SETTORE e Area di Intervento: Settore E - EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE; Area d intervento: 06.

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: CambiaMenti per un mondo altro SETTORE e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA Area di intervento: Immigrati, Profughi; Giovani. OBIETTIVI DEL PROGETTO Gli obiettivi generali

Dettagli

Attività extracurriculari

Attività extracurriculari 8 Attività extracurriculari Ipsar Petronio Pof.2010 2011 Attività extracurriculari pag 1 di 6 Attività di orientamento L attività di orientamento, finalizzata a garantire scelte consapevoli per acquisire

Dettagli

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015

SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 UFFICIO SERVIZIO CIVILE SINTESI SCHEDA PROGETTUALE BANDO SCN 2015 Titolo progetto Trieste Naturalmente bimbi Ambito/settore di intervento Tipologia destinatari N. giovani in servizio civile richiesti Coop

Dettagli

Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria

Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria Carta dei Servizi della Biblioteca pubblica comunale Cesare Musatti di Folgaria PREMESSA La Carta dei Servizi rappresenta un patto fra la biblioteca Comunale C. Musatti di Folgaria, aderente al Sistema

Dettagli

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data)

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data) definitivo (scheda basata sulla Relazione Finale) validata dal status scheda proponente Valdarno Inferiore - Società della salute PROPONENTE con i Comuni di San Miniato e Santa Croce PROVINCIA PI sull

Dettagli

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL

PROGETTO GIOVANI CITTA. Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile SCHEDA DI DETTAGLIO DEL PROGETTO GIOVANI CITTA Percorsi di cittadinanza attiva per uno sviluppo sociale sostenibile REALIZZAZIONE DELL AZIONE 2 Promuovere stili di vita sani e modelli positivi di comportamento. Educare alla legalità.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi

DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA. IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi DIREZIONE DIDATTICA 2 CIRCOLO SANTARCANGELO DI ROMAGNA IL PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI STRANIERI A cura di Barbara Tosi PREMESSA L impegno che oggi è richiesto ad ogni cittadino della Terra,

Dettagli

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO

Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Regolamento di organizzazione e funzionamento del MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE DI SCHILPARIO Premessa Il MUSEO ETNOGRAFICO COMUNALE di Schilpario successivamente indicato solamente come MUSEO ETNOGRAFICO

Dettagli

Ministero dell istruzion e dell unive r si t à e della

Ministero dell istruzion e dell unive r si t à e della ALLEGATO TECNICO ALL ACCORDO NAZIONALE 12 MARZO 2009 tra il Ministero dell istruzione, della ricerca e dell università e le Organizzazioni sindacali concernente l attuazione dell articolo 2, comma 3, della

Dettagli

Progetto La casa di Pollicino

Progetto La casa di Pollicino Progetto La casa di Pollicino Un servizio completo per rispondere alle necessità di bambini autistici e delle loro famiglie Mai più soli insieme si può! www.solidarietaeservizi.it 1 L ORIGINE Il progetto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SEDE DI Biblioteca Civica Via Padre Reginaldo Giuliani, 1 Tel.039.386984 TITOLO PROGETTO Dal centro alla periferia: i confini della lettura 4 OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI Giustino Pasciuti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016

CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 CARTA DEI SERVIZI SERVIZI AI BAMBINI DI 0-6 ANNI COMUNALI ANNO SCOLASTICO 2015-2016 Direzione Scuola e Politiche Giovanili Settore Gestione Servizi per l Infanzia e le Scuole dell Obbligo Via di Francia

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA ALBO REGIONALE REGIONE VENETO

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA ALBO REGIONALE REGIONE VENETO SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA Enti co-progettanti: NZ05868 Comune di ISTRANA ALBO REGIONALE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE ALTA VAL TAGLIAMENTO (Comuni di: Ampezzo, Forni di Sopra, Forni di Sotto, Preone, Sauris, Socchieve) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto:

ENTE CARATTERISTICHE PROGETTO. 1) Ente proponente il progetto: ENTE 1) Ente proponente il progetto: Ente Capofila: COMUNE DI CELLOLE Enti partecipanti: NZ0316 COMUNE DI PIETRAMELARA NZ007 COMUNE DI MARZANO APPIO NZ0492 CONSORZIO TURISTICO BALNEARE BAIA DOMIZIA NZ04736

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011

VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011 SCHEDA PROGETTO VIVERE LA CULTURA IN PROVINCIA DI PAVIA 2011 PREMESSA ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9

1.3 Sportello Psicologico pag. 8 1.4 Accogliamo gli alunni stranieri pag. 7 1.5 Formazione, Ricerca e Sperimentazione pag. 9 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Calolziocorte Via F. Nullo,6 23801 CALOLZIOCORTE (LC) e.mail: lcic823002@istruzione.it - Tel: 0341/642405/630636

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8

ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 1562 del 31 luglio 2012 pag. 1/8 PROTOCOLLO D INTESA TRA Regione del Veneto Ministero dell'istruzione,dell'università e della Ricerca - Ufficio Scolastico

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di 1 grado Via Porta Buia - Arezzo Tel. 0575/20626 Fax 0575/28056 e mail: media.cesalpino@tin.it sito internet: www.iccesalpino.it

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Biblioteca della Persona Istituto Internazionale Jacques Maritain

CARTA DEI SERVIZI. Biblioteca della Persona Istituto Internazionale Jacques Maritain CARTA DEI SERVIZI Biblioteca della Persona Istituto Internazionale Jacques Maritain Via Torino, 125/A 00184 Roma Tel.: 06.4874336 Fax: 06.4825188 biblioteca@maritain.org www.maritain.org Principi di erogazione

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

BIBLIO TE CHE ARCHI VI

BIBLIO TE CHE ARCHI VI 2. SETTO RE E BIBLIO TE CHE ARCHI VI 2. SETTORE BIBLIOTECHE E ARCHIVI 1. Gestione servizi bibliotecari 2. Catalogazione 3. Promozione della lettura 1. SETTORE BIBLIOTECHE E ARCHIVI I servizi alle biblioteche

Dettagli

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII

Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Scheda di Progetto Mod. PRO rev. 0 del 04.10.06 Parte prima Denominazione Servizio : OSSERVATORIO PERMANENTE E SUPPORTO AL SERVIZIO SOCIALE TERRITORIALE DEL MUNICIPIO XIII Premessa: Un sistema integrato

Dettagli

Presidenza viale p. Umberto 49 Complesso Le Terrazze - Sede legale via Dogali 50 Tel. 090/713129 email pippoprac@virgilio.

Presidenza viale p. Umberto 49 Complesso Le Terrazze - Sede legale via Dogali 50 Tel. 090/713129 email pippoprac@virgilio. ASSOCIAZIONE UMANESIMO e SOLIDARIETA Presidenza viale p. Umberto 49 Complesso Le Terrazze - Sede legale via Dogali 50 Tel. 090/713129 email pippoprac@virgilio.it 98122 Messina TITOLO DEL PROGETTO Tersicore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: SCUOLA MAESTRA DI VITA ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale Area di intervento: Centri di Aggregazione

Dettagli