Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità"

Transcript

1 SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA 1) Ente proponente il progetto: ASSOCIAZIONE COMUNI DELLA MARCA TREVIGIANA - Via Terraglio, Preganziol (TV) Enti co-progettanti: NZ03017 Comune di TREVISO ALBO REGIONALE REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. NZ05868 Comune di ISTRANA ALBO REGIONALE REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. NZ02889 Comune di TREVIGNANO REGIONE VENETO, giusto provvedimento allegato. 2) Titolo del progetto: Biblio 1.1 storie & memorie biblioteche trevigiane tra memoria e modernità 3) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Settore: D - Patrimonio artistico e culturale Aree: D01 Cura e conservazione biblioteche, D02 Valorizzazione centri storici minori; D03 Valorizzazione storie e culture locali; D04 valorizzazione sistema museale pubblico e privato; 4) Obiettivi del progetto: Come visto nel punto precedente la redazione del progetto muove da un analisi attenta dei bisogni del territorio e di quanto segnalato dai singoli enti partecipanti. Da detta verifica vengono definite le criticità o le aree di interesse sui cui andare ad incidere, in una parola sono definiti gli obiettivi a carattere generale e poi specifico. La classificazione degli obiettivi procede poi su due livelli: a livello generale vi sono obiettivi ad ampio raggio e obiettivi generali maggiormente focalizzati sul tema progettuale; vi sono poi obiettivi specifici comuni ai vari enti e obiettivi specifici dei singoli. Se ne dà conto nelle pagine seguenti. In un progetto come quello qui descritto, specie se inserito in un contesto fatto 1

2 di altri elaborati e quindi descrivente complesse azioni sinergiche, sono distinguibili i seguenti profili. Obiettivi Generali ad ampio raggio: - promuovere il servizio civile come strumento di cittadinanza attiva e propulsore di buone politiche giovanili; - favorire l accesso al sistema servizio civile degli enti locali ed alle realtà del volontariato attraverso azioni coordinate, facendo rete; - ottimizzare le risorse attraverso un utilizzo condiviso e virtuoso; Obiettivi Generali peculiari del progetto - rafforzare l azione delle strutture pubbliche dedicate al patrimonio culturale e storico della zona, oltre che alla diffusione della cultura in tutte le modalità; - coordinare l interazione tra il pubblico e il privato allargando l azione progettuale alle organizzazioni di volontariato e del privato sociale presenti sui territori degli enti partecipanti; - implementare quantità e qualità dei servizi resi ai cittadini, attraverso una risorsa umana originale giovane e motivata grazie anche alla formazione preliminare ex Linee Guida UNSC; - fornire ai giovani che sceglieranno di prestare questo servizio un opportunità formativa originale da intendersi come momento di educazione alla cittadinanza attiva, alla solidarietà e al volontariato: un occasione di conoscere il territorio e i suoi complessi apparati da un ottica inusuale, ovvero non quella di fruitore dei servizi ma quella di erogatore degli stessi, in pratica fornire competenze trasversali; Anche quest anno come negli anni scorsi è stato promosso un questionario tra gli ex-volontari facenti capo all Associazione Comuni della Marca Trevigiana, al fine di chiedere quanti avessero avuto benefici quali agevolazioni all entrata nel mondo del lavoro o come CFU o tirocini riconosciuti, o valori aggiunti più impalpabili. La risposta, poi ripresa e riscontrata in un iniziativa simile a cura dello C.S.E.V. (coordinamento spontaneo enti e volontari), ha sancito come quasi il 30% degli ex volontari abbia avuto giovamento dallo svolgimento del servizio anche sotto il profilo lavorativo. Il dato che emerge con forza quindi è che il servizio come svolto presso l ACMT ha qualificato l anno oltre che sotto il profilo umano, anche sotto quello professionale e professionalizzante. Gli Obiettivi Specifici In merito agli Obiettivi Specifici comuni nel progetto si evidenziano: affermare il ruolo di polo culturale costituito dalle biblioteche: promuovere la cultura del libro e della lettura, sia quale mezzo di 2

3 conoscenza del passato che quale chiave di lettura del presente; migliorare qualitativamente i servizi base: Front Office e rapporti con l utenza, consulenza e gestione prestiti e restituzioni reperimento libri e materiale, riordino volumi e materiale revisione del catalogo e scarto back-office inventariazione; catalogazione migliorare quantitativamente i servizi base e nuovi: incontri con autori visite guidate alla biblioteca promozioni culturali ludoteca laboratori di lettura animata valorizzare il patrimonio locale, culturale e storico, in particolare i siti legati al Centenario Come detto la biblioteca pubblica è un centro culturale di fatto, riconosciuto come tale a ciò oramai preposto. Il servizio civile in tali sedi è e vuole essere impulso innovativo e sostegno operativo. Se gli obiettivi finora delineati sono da intendersi comuni a tutti gli enti partecipanti al progetto si evidenziano ora quelli propri di ogni sede partecipante, ulteriori e più particolari, che evidenziano alcune mansioni e compiti, fermo restando che grazie al volontario in servizio sarà possibile ampliare ed aumentare le attività indicate, magari arricchendole di nuove non esplicitate, ma comunque congrue con il progetto e con le aree di intervento proprie del settore D. Mansioni e compiti indicati sono dunque punti di partenza, gli spunti, le urgenze, i servizi che attualmente sono idealmente i più consoni ad utilizzare il servizio civile. E possibile quindi che in fase di attuazione, stante il lasso temporale intercorrente tra la presentazione dei progetti e l eventuale entrata in servizio dei volontari, vi sia la possibilità o la necessità di aggiornare l intervento, i compiti, gli obiettivi, sempre nel rispetto dell azione progettuale e dell ambito di servizio. Per ogni sede sono descritti gli obiettivi primari, nella scheda viene dato un cenno a quanto in lavorazione per il Centenario. Comune di Altivole L opportunità di avere un volontario del servizio civile in questi anni ha permesso di poter seguire con più attenzione gli utenti, di aiutarli maggiormente nella ricerca dei documenti richiesti, di 3

4 svolgere ricerche per la scuola, di allestire scaffali in modo più attento, efficace ed accattivante, per esempio mettendo in evidenza testi presenti in biblioteca a tema a seconda delle giornate internazionali. Si sono attivati nuovi laboratori come quelli delle letture animate con cadenza bimestrale e altre attività di invito alla lettura indirizzati alle scuole primarie. Inoltre una risorsa in più che gestisce le varie attività della biblioteca ha dato l opportunità ai dipendenti di svolgere riordini di magazzino che altrimenti sarebbero rimasti in sospeso. Attraverso una nuova risorsa giovane ed entusiasta si vuole consolidare i positivi risultati raggiunti, migliorando ancora di più la qualità e la quantità dei servizi resi dalla biblioteca. In particolare gli obiettivi si incentrano sulle varie attività che coinvolgono l utenza: assicurare una presenza sempre più puntuale per quel che riguarda il reference, con un attenzione particolare alle fasce d età più giovani; il volontario, considerata la sua età e il ruolo meno istituzionale che ricopre, si ritroverà ad essere fondamentale elemento di collegamento tra i giovani e la biblioteca, contribuendo in modo attivo ad avvicinare i primi alle numerose offerte culturali che il territorio offre loro. Un altro importante obiettivo che si vuole raggiungere è quello di implementare ulteriormente l offerta delle attività culturali proposte dalla biblioteca: la presenza del volontario sarà molto utile nelle fasi di progettazione e realizzazione di rassegne teatrali per bambini e famiglie, incontri con l autore, laboratori di letture animate ed eventi di invito alla lettura, attività che la biblioteca si è prefissata di proporre con sempre maggiore continuità. Un importante obiettivo, infine, è quello di rendere la biblioteca più accessibile,, rendere più facile la conoscenza e la pubblicizzazione di tutti gli eventi proposti attraverso un importante implementazione del sito web. Comune di Casier Dopo alcuni anni di positive esperienze presso l ufficio cultura del Comune in cui si sono ottenuti numerosi risultati positivi, con questo progetto si intende spostare l attenzione al settore bibliotecario dove sono stati individuati alcuni importanti obiettivi specifici raggiungibili solo grazie all apporto di un volontario di servizio civile. Il giovane in servizio civile, infatti, può diventare un agente di cambiamento in senso positivo se viene messo in gioco all interno dei meccanismi di funzionamento della biblioteca pubblica. Arrivando dall esterno, con gli occhi del cittadino e l entusiasmo della gioventù aiuterà e vedere i servizi erogati in maniera critica e probabilmente costruttiva. Tali obiettivi riguardano in maniera estremamente prevalente il mondo della tecnologia applicato alla cultura e l attenzione alla parte più giovane della popolazione. L utilizzo di una risorsa abituata da sempre all utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione e informazione, che sa come comunicare con l universo giovanile diviene strumento fondamentale per la buona riuscita di tali obiettivi. Scendendo maggiormente nel dettaglio, taglio, attraverso questo progetto, si vuole migliorare la comunicazione e la diffusione degli eventi e delle attività strutturali, utilizzando in modo più corretto ed efficace i vari strumenti, dallo studio grafico delle comunicazioni tradizionali, all uso della rete e dei social network, al miglioramento del sito web della biblioteca. Inoltre ci si prefigge l obiettivo di rendere più efficaci la spedizione di newletter e le operazioni di 4

5 registrazione e prestito di materiale. Si vuole cercare di raggiungere in modo più capillare, accattivante e continuo l utenza giovane, quella meno incline ad avvicinarsi spontaneamente al mondo della biblioteca e della lettura in generale. Una parte importante di questo obiettivo è quella di far conoscere maggiormente la biblioteca come polo culturale, dove ritrovare i valori civici, in un ambiente sempre e più accogliente e dinamico. Infine, con la presenza del volontario, si vuole migliorare anche la capacità di incontrare i gusti letterari dei più giovani ampliando di fatto to sia quantitativamente che qualitativamente l ampiezza dell utenza. Comune di Castello di Godego Gli scopi raggiunti attraverso gli scorsi progetti di servizio civile sono davvero significativi e importanti. Grazie alla presenza dei volontari è stata ampliata l apertura al pubblico della biblioteca. In particolare si è riusciti ad avere un attenzione in più per gli studenti universitari. L apertura mattutina della biblioteca, infatti, ha permesso a molti studenti di utilizzare la biblioteca come aula studio e punto fondamentale di ritrovo. Inoltre si è riusciti a fornire un servizio di assistenza più puntuale e continuo. Alla luce di questi risultati, con questo nuovo progetto si intende ripartire da dove ci si è fermati proponendoci di continuare l opera di miglioramento di un servizio così importante quale è una biblioteca comunale. Innanzi tutto si intende mantenere l ampliamento di orario per far sì che la biblioteca continui ad essere il punto di riferimento per gli studenti del territorio. Si vuole continuare il percorso di miglioramento del servizio di prestiti e restituzioni in biblioteca, di aiuto e assistenza all utenza, in modo sempre più mirato in relazione alle diverse tipologie di frequentatori. Un servizio così strutturato ha anche l obiettivo tivo di fidelizzare chi già frequenta la biblioteca e nel contempo invogliare nuove persone a scoprire questo luogo di cultura. Un nuovo obiettivo che si vuole raggiungere anche grazie all apporto di un volontario di servizio civile è quello della promozione dell alfabetizzazione telematica e digitale: si punta ad avere un sito della biblioteca più efficace e funzionale e a migliorare la gestione delle newsletter, un servizio che si rivela essere sempre più efficace. In determinati periodi dell anno c è la volontà di realizzare diversi laboratori culturali: : con la presenza del volontario si vuole rendere questa sezione della biblioteca sempre più attiva, propositiva e coinvolgente. Dal momento che sono iniziate le ricorrenze per il Centenario della Grande Guerra si vorrebbe, attraverso questo progetto, coinvolgere il volontario in alcune delle attività proposte dalla biblioteca relative a questa ricorrenza. In particolare si vorrebbe riuscire a realizzare 2 progetti storico-culturali collaborando gli studenti del territorio (istituto Comprensivo del Comune): il primo progetto, consiste nella creazione di un elaborato sul tema della Grande Guerra. Il secondo progetto consiste nel coinvolgere le scuole in un attività di ricerca e di raccolta di fonti di memoria storica come racconti, storie e vicende che gli anziani ricordano di aver sentito dai propri genitori o parenti. Oltre a questi 2 progetti si vorrebbero organizzare, con il supporto del volontario, mostre semi- permanenti e visite guidate sui siti che riguardano il conflitto. 5

6 Comune di Colle Umberto Dopo alcune positive annualità di servizio Civile all ufficio cultura del Comune, si è deciso, questa volta, di richiedere un volontario per la biblioteca perché si ritiene che una risorsa importante quale è un volontario di Servizio Civile potrà essere di grande aiuto a questo Ente. D altro canto, per il giovane potrà essere un esperienza formativa e di crescita non inferiore a quelle proposte ai ragazzi di Colle Umberto nelle progettualità passate. Gli obiettivi che si vuole raggiungere con questo progetto riguardano 3 macro aree delle attività della biblioteca: - Front Office; - Back Office; - attività laboratoriale Per quel che riguarda la prima area l obiettivo consiste nel migliorare l attività di reference: : offrire, cioè, un supporto più puntuale all utenza sia nella ricerca del materiale sia per quel che riguarda consigli alla lettura. Con il miglioramento del servizio offerto all utenza si spera di ottenere un aumento dell utenza e un aumento dei prestiti. Per la seconda area l obiettivo è quello di riorganizzare la collocazione dei libri a scaffale e gli scarti,, attività che renderà più fruibile il materiale presente agevolando sia l utenza sia il personale della biblioteca. Per la terza area l obiettivo è quello di creare nuovi laboratori di lettura ad alta voce per bambini e incrementare il numero di altri eventi che la biblioteca già organizza per l utenza adulta e anziana. Comune di Fontanelle Il Comune di Fontanelle beneficia del supporto dei volontari di Servizio civile già da molti anni. Grazie anche a tali preziosi aiuti si è riuscito a garantire un ottima promozione di attività culturali nonché un assistenza agli utenti della biblioteca di alto livello. Inoltre, aspetto non certo trascurabile, la costante presenza di volontari di servizio civile ha permesso di ampliare di un pomeriggio a settimana l apertura della biblioteca e nello stesso tempo ha favorito l avvicinamento e il coinvolgimento o dei giovani della comunità. Infine il coinvolgimento dei giovani in servizio nella realizzazione del centro estivo presso la biblioteca ha consentito di ampliare l attività venendo incontro alle esigenze lavorative dei genitori dei bambini iscritti. I nuovi obiettivi di questo progetto dunque ripartono da qui. Poter continuare ad offrire alla cittadinanza quanto reso possibile finora grazie al supporto del Servizio Civile e provare a migliorare ancora l offerta della biblioteca, sia da un punto di vista quantitativo sia, soprattutto, da un punto di vista qualitativo, dando sempre più un tocco di ringiovanimento a tutte le attività culturali proposte per avvicinare maggiormente i giovani, compito sempre più difficile ma di fondamentale importanza per un centro di aggregazione culturale quale la biblioteca è. In quest ottica si vuole perciò mantenere gli orari ampliati, sfruttare le 6

7 capacità di utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione da parte del volontario per modernizzare lo stile di comunicazione da parte della biblioteca. Relativamente al Centenario della Grande Guerra l obiettivo principale da raggiungere con il supporto del volontario sarà quello di coinvolgere i ragazzi delle scuole dell obbligo nella realizzazione di ricerche e lavori inerenti la Prima Guerra Mondiale a Fontanelle, lavori che poi saranno sviluppati anche nel contesto del Consiglio Comunale dei Ragazzi attivo da oltre 15 anni. Inoltre il volontario sarà indispensabile aiuto per l attivazione di un progetto di raccolta storica di opere e memorie riguardanti il Comune di Fontanelle. Comune di Godega di Sant Urbano I progetti scorsi hanno raggiunto molti degli obiettivi che si erano posti. In particolare si è potuto constatare un potenziamento, sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, dei servizi bibliotecari, in particolar modo nell attenzione per le attività di promozione della lettura e dei libri (visite guidate, incontri con l autore, letture animate). Detto questo, con il nuovo o progetto si vuole continuare sulla strada del miglioramento del servizio reso.. Mediante l impiego dei volontari verrà potenziato il servizio di prestito interbibliotecario e l attività di assistenza agli utenti nell utilizzo di internet, verrà resa più efficiente l attività di riordino e scarto dei libri,, mentre, per quanto riguarda le attività culturali, sarà intensificata la divulgazione delle iniziative, la collaborazione con le scuole e l attivazione di laboratori creativi,, valorizzando le capacità, la freschezza e l entusiasmo che un volontario di servizio civile porta all interno della propria sede di servizio. Per la ricorrenza del Centenario della Prima Guerra Mondiale, il comune di Godega di Sant Urbano avrebbe intenzione di coinvolgere in modo attivo il volontario nel progetto di attivazione di un tavolo di lavoro con il GAL dell Alta Marca per progettualità d area sul tema della valorizzazione del patrimonio della Grande Guerra e di realizzazione di una serie di conferenze e mostre dedicate a tale argomento. Comune di Mansué L obiettivo principale raggiunto grazie all ultimo progetto è stato quello di aver attivato un laboratorio realizzato con la rete di cooperazione Libermarca per la realizzazione di un libro per ogni classe stampato a cura della biblioteca caporete Oderzo. Sono state invitate 5 classi per 4 incontri ciascuna. I libri sono stati caricati on line e l edizione cartacea è catalogata e resa disponibile al prestito bibliotecario e interprestito provinciale. Gli obiettivi che si vogliono raggiungere con questo progetto partono da qui: l intenzione è quella di riuscire, grazie al volontario, a riproporre il laboratorio sopra descritto,, coinvolgendo, se possibile almeno una classe in più rispetto a quanto fatto finora. Inoltre si vuole migliorare l offerta di Front Office,, in particolar modo per quel che riguarda il rapporto con l utenza più 7

8 giovane, facendo leva sull età e sull entusiasmo del volontario. Infine, un importante obiettivo sarà quello di migliorare, rendendo più moderna e accattivante, la pubblicizzazione e la realizzazione delle numerose attività culturali proposte dalla biblioteca di Mansuè. Comune di Meduna di Livenza I principali scopi raggiunti grazie ai volontari precedenti sono quello di un aumento dell orario di apertura al pubblico e della possibilità di seguire l utenza in modo più puntuale e mirato. Gli obiettivi che si vogliono raggiungere sono quelli di mantenere questi standard raggiunti, sia in termine di orario (si vogliono garantire 3 ore alla settimana in più), sia in termine di qualità del servizio reso e, di conseguenza, riuscire ad incrementare il numero degli utenti abituali, i, con un occhio di riguardo ai cittadini più giovani della comunità. La presenza del volontario sarà condizione indispensabile per provare a raggiungere questi obiettivi. Inoltre, con questo progetto, si vuole migliorare la promozione della lettura e rendere più frequenti e proficui i legami con le scuole del territorio Comune di Orsago Nello scorso biennio la presenza del volontario ha permesso l apertura della biblioteca durante i periodi di ferie e di malattia del bibliotecario per un totale indicativo di 25 giorni. E un incremento dei giorni di apertura pari al 14,5%. E lo svolgimento delle letture animate con un incremento del 14%. Infine, anche se difficilmente misurabile, è molto apprezzato dagli utenti il miglioramento qualitativo del servizio garantito dai volontari gli utenti che beneficiano per esempio di una maggior assistenza nelle ricerche o l aiuto offerto agli utenti stranieri o più anziani, nell accesso ai sevizi erogati dalla biblioteca. Alla luce di questi dati gli obiettivi specifici di questo progetto per la biblioteca di Orsago non potranno che essere quelli di mantenere tutti questi miglioramenti acquisiti grazie al Servizio Civile e, se possibile, cercare di far crescere ulteriormente la qualità del servizio specialmente in relazione a 2 attività: l assistenza all utenza nelle ricerche e nella guida alla lettura e i laboratori di letture animate. Comune di Ponzano Veneto Un obiettivo importante che è stato raggiunto grazie alla presenza del volontario è quello dell ampliamento dell orario di apertura della biblioteca al pubblico per 3 ore in più alla settimana con notevoli benefici riscontrati dall utenza, in special modo dagli studenti universitari. Gli obiettivi di questo nuovo progetto sono quelli di poter, grazie alla presenza del volontario, mantenere e consolidare l ampliamento dell orario di apertura della biblioteca così da poter continuare ad offrire all utenza un servizio di eccellente livello, rispondendo alle diverse richieste delle varie fasce d età. L obiettivo di migliorare i servizi di reference non si limita però ad un ampliamento orario ma vuole essere più ambizioso: si vuole infatti potenziare anche da un punto di vista qualitativo i servizi già esistenti nella biblioteca quali, per esempio, l assistenza nelle ricerche e le attività di promozione alla 8

9 lettura.. Utilizzando una risorsa di giovane età si vuole migliorare alcune attività rivolte ai bambini come le letture animate e i laboratori di invito e scoperta della lettura dedicate a chi si affaccia per le prime volte al mondo dei libri. Comune di Povegliano La presenza del volontario ha fatto sì che la Biblioteca rimanesse sempre aperta, anche nei periodi estivi e delle grandi festività. E un opportunità non da poco che permette di non interrompere il servizio ai cittadini. Inoltre ha permesso l apertura della Biblioteca per ben 35 ore settimanali, compreso il sabato mattina e una sera fino alle ore 22.00, permettendo le possibili assenze del personale, impiegato anche per le incombenze dell ufficio cultura e sport. Questo miglioramento del servizio reso ha sicuramente contribuito ad incrementare il numero degli iscritti alla biblioteca di più di 200 unità in un solo anno, passando da iscritti ai più di attuali. Il volontario si è rivelato un prezioso aiuto nella gestione delle attività della biblioteca in quanto è stato in grado di far fronte, una volta istruito, sia all attività organizzativa che alle richieste dell utenza, arrivando ad apportare in modo autonomo alcune migliorie nella gestione dei materiali a disposizione dell utenza. In particolare poi è stata fondamentale la sua collaborazione alla manifestazione A misura di bambino, alle settimane della Biblioteche e al progetto NPL. Gli obiettivi perseguiti attraverso l impiego di un volontario che si vogliono raggiungere con questo nuovo progetto sono principalmente legati a riconfermare i miglioramenti dell attività gestionale della biblioteca, al potenziamento dei servizi di base, quali la gestione dei prestiti e delle restituzioni (anche attraverso il servizio di interprestito provinciale), l inventariazione, il reperimento di libri, il riordino di volumi e materiale multimediale. Inoltre, obiettivo importante e ambizioso, anche alla luce delle precedenti positive esperienze sopra descritte, si vuole rendere ancora più efficace e accattivante l organizzazione di attività di promozione alla lettura e alla cultura attraverso percorsi di lettura e la predisposizione di apposite bibliografie, sforzo notevole che risulterebbe impossibile senza la presenza di una risorsa strutturata e preparata come può essere un volontario di servizio civile. Anche il territorio di Povegliano è stato segnato da fatti relativi alla Prima Guerra Mondiale; in particolare è stato coinvolto in occasione della Battaglia del Solstizio (15-22 giugno 1918) e dalla Battaglia di Vittorio Veneto (24 ottobre-4 novembre 1918). In occasione dell avvio delle manifestazioni per il Centenario di questo tragico e sconvolgente evento è intenzione dell Amministrazione Comunale, attraverso l Assessorato alla Cultura e la Biblioteca, provvedere alla valorizzazione dei luoghi di memoria e delle testimonianze ancora presenti nel territorio, attraverso attività di ricerca e studio che portino alla realizzazione di itinerari storici, incontri con esperti, proiezioni e pubblicazioni. Vi sono ancora memorie orali presenti nella popolazione: vi sarà pertanto la necessità, da parte di associazioni, enti e privati di iniziare una sistematica 9

10 raccolta delle informazioni. La Biblioteca sarà l Ente di riferimento per queste azioni e farà da stimolo e collegamento tra tutti i collaboratori del territorio coinvolti in queste iniziative. Comune di Resana La presenza dei volontari di Servizio Civile in questi anni ha permesso di seguire contemporaneamente più utenti del servizio al pubblico. Senza la garanzia della presenza di questa figura non sarebbe stato possibile realizzare tutte quelle attività di promozione della lettura e della biblioteca. A Resana i laboratori di lettura dipendono, quindi, esclusivamente dalla la presenza del volontario. Con l ausilio del volontario si intende: 1. promuovere il valore delle istituzioni, quali il comune e la biblioteca 2. creare l opportunità per conoscere i meccanismi e i requisiti del mondo del lavoro. 3. Un altro obiettivo sarà quello di favorire lo scambio tra la visione del bibliotecario e quella di una persona giovane, ma non completamente ignara del servizio di biblioteca ma con un punto di vista originale. 4. Continuare le attività di promozione della lettura e della la biblioteca 5. avere un supporto consistente nello svolgimento o delle varie attività proposte, specialmente per quel che riguarda le iniziative rivolte ai bambini. Relativamente al Centenario della Prima Guerra Mondiale obiettivo di questo progetto sarà quello di avviare un programma di ricerca su fonti orali e scritte finalizzato a riscoprire e valorizzare siti ed eventi poco o noti. I risultati saranno poi pubblicati sul sito del Comune, in collaborazione con l Istituto Comprensivo di Resana. Comune di Roncade Un importante risultato raggiunto grazie alla presenza dell ultimo volontario è stato quello di riuscire ad ampliare l orario di apertura della biblioteca, in particolare durante il sabato, migliorando quindi la qualità del servizio reso alla comunità. Gli obiettivi che si cercheranno di ottenere attraverso questo progetto sono essenzialmente tre, tra l altro collegati tra di loro: Erogare un servizio più efficiente e puntuale,, migliorando l assistenza nelle sale e il servizio di Front Office, riconfermando quindi anche l aumento di orario; Seguire ed aiutare maggiormente chi sfrutta le postazioni internet, aiutandolo nelle ricerche e on line e nell uso delle nuove tecnologie Migliorare la promozione delle iniziative della biblioteca, cercando di coinvolgere maggiormente i giovani del Comune di Roncade. Comune di Sarmede Grazie alla presenza dei volontari passati è stato possibile ottenere 10

11 molti risultati: - ampliare l orario di apertura al pubblico per circa 70 ore annue - incentivare le visite guidate e i laboratori di lettura per circa 10 incontri annui; - far fronte in tempo reale alle richieste dell utenza in modo più puntuale; - creazione di una bibliografia specifica per la sezione del progetto Nati per Leggere ; - aumento dei laboratori con i bambini; - creazione di sezioni temporanee tematiche. Questo progetto si prefissa come obiettivo minimo quello di riconfermare tutti i risultati ottenuti; inoltre, in un ottica di continua ricerca di miglioramento si cercherà di ottenere i seguenti risultati: 1) collaborazione orazione con le istituzioni scolastiche per la promozione delle attività culturali; 2) collaborazione con il Comitato Biblioteca e le istituzioni scolastiche per la promozione della lettura Anche alla biblioteca di Sarmede si stanno avviando dei progetti relativi alla Grande Guerra. Per quel che riguarda il Servizio Civile, un importante obiettivo che si vuole raggiungere grazie alla presenza del volontario sarà di realizzare una serie di incontri con gli studenti su queste tematiche e realizzare un adeguata promozione alle varie iniziative proposte da diverse associazioni. Comune di Zero Branco I volontari sono stati preziosissimi in questi anni perché grazie alla loro presenza: - è stato possibile garantire la continuità dei servizi erogati e realizzare nuove iniziative di promozione alla lettura. - si è potuto garantire l orario di apertura della biblioteca (al ore settimanali di apertura al pubblico) anche in momenti di diminuzione del personale. - è stato possibile continuare le attività di promozione alla lettura rivolte ai bambini, e in particolare il progetto Libralbero: storie e laboratori in biblioteca. Il progetto è nato nel 2005 e consiste in un calendario annuale di incontri per bambini dai 4 agli 8 anni. Dei lettori (volontari della Biblioteca, volontari del Servizio Civile o il personale della biblioteca) leggono delle storie ai bambini e viene realizzato poi un piccolo laboratorio manuale a tema. Per preparare i laboratori bisogna dedicare del tempo sia nell ideazione e sia per realizzare il campione che poi verrà fornito ai bambini come modello. Inoltre i bambini vengono assistiti dal volontario nella fase creativa del laboratorio. - viene facilitata l organizzazione e la gestione degli eventi culturali, in quanto i volontari aiutano nella distribuzione di volantini e locandine sul territorio e garantiscono la presenza ad alcuni eventi, cosa importante in quanto in Villa Guidini durante tutto l anno ci sono moltissimi eventi soprattutto presso l Auditorium Comunale. 11

12 Infine grazie al loro entusiasmo sono di aiuto e di stimolo anche per il personale della Biblioteca. Alla fine dell anno di Servizio Civile l esperienza diretta ha dimostrato che con alcuni volontari in particolare si creano dei proficui rapporti di collaborazione, e in particolare: - una volontaria ha prestato servizio come volontaria alla fine dell anno di Servizio Civile e ora è rimasta all interno della biblioteca tramite una Cooperativa - una volontaria tramite un associazione del territorio ha collaborato a tutte le 4 edizioni della Mostra ZeroSarmede facendo le visite guidate alle classi. - una volontaria che ha studiato per diventare illustratrice continua a collaborare alla realizzazione di alcuni laboratori e ha donato alla Biblioteca delle bellissime illustrazioni per le bibliografie estive. Detto tutto questo, arriviamo a presentare i nuovi obiettivi che si vogliono raggiungere con questo nuovo progetto: L anno di Servizio Civile si prefigge di inserire i volontari nei servizi e nella attività della Biblioteca, promuovere la stessa verso l esterno, nonché collaborare alle attività culturali e giovanili.. Attraverso i volontari si riesce a dare qualcosa di nuovo e di positivo sia nell erogazione dei servizi sia attraverso nuove proposte/idee dei volontari stessi. In relazione al Centenario della Prima Guerra Mondiale sarebbe interessante ideare e sviluppare un progetto di rete tra biblioteche, scuole e associazioni.. In particolare ai volontari potrebbe essere affidata l indagine iniziale sul territorio, finalizzata a raccogliere dati, luoghi, personaggi e peculiarità collegati alla Grande Guerra di ogni singolo territorio. In un secondo momento i volontari potrebbero fare un indagine sul territorio tra le associazioni che in qualche modo potrebbero essere coinvolte (es. amici della montagna, cai, associazione anziani, alpini, ecc ) per sondare la possibilità di una cooperazione e disponibili a lavorare in rete con le biblioteche e le scuole. Da questa collaborazione si potrebbero poi sviluppare, a seconda dei diversi territori delle proposte per le scuole medie (es. uscite con visite didattiche sul Monte Grappa con supporto delle associazioni, letture di brani di autori che hanno scritto sulla la Grande Guerra, confronti e incontri con persone del territorio esperte della Grande Guerra, ecc). Comune di Istrana Gli obiettivi realizzati grazie alla presenza di un volontario sono stati sostanzialmente 2, entrambi di grande rilievo: si è riusciti ad implementare i servizi resi al pubblico, riuscendo a tenere la biblioteca aperta in modo continuativo, senza interruzioni durante la giornata; si è ampliato il servizio ai plessi scolastici con il prestito dei libri direttamente nelle varie sedi delle scuole. Con questo nuovo progetto si intende, in aggiunta a quanto già fatto, riuscire a potenziare i servizi all utenza con particolare riguardo ai bambini e ai ragazzi. Una risorsa giovane e motivata come è un volontario di Servizio Civile 12

13 potrà sicuramente riuscire a coinvolgere maggiormente l utenza più giovane nelle attività proposte dalla biblioteca. Inoltre si vuole avviare un gruppo di lettura per gli adolescenti del territorio per avvicinare questa fascia d età, così importante ma anche così impegnativa, alle attività culturali proposte dalla loro comunità. Nell ambito del Centenario della Prima Guerra Mondiale si vuole attivare un progetto di ricerca di materiale e documenti nell archivio comunale,, nell archivio dell istituto Comprensivo e presso i privati con lo scopo di organizzare una mostra con quanto raccolto, in collaborazione con l Istituto Comprensivo di Istrana e con la Pro-loco. Comune di Treviso La biblioteca di Treviso impiega da sempre i propri volontari in molteplici settori, permettendo loro di vivere un esperienza estremamente formativa e completa. Grazie al loro impegno ed entusiasmo si sono raggiunti molti risultati in tutti i campi di cui si occupa la biblioteca. Qui di seguito si cercherà di riassumere i più importanti miglioramenti al servizio offerto che si sono potuti ottenere attraverso la presenza e l impegno dei volontari di Servizio Civile. Grande attenzione è stata messa, dai giovani, nella promozione degli eventi, nella realizzazione del materiale e nella pubblicizzazione. Tutte queste attività di promozione hanno portato ad un notevole incremento dei risultati della biblioteca: nel 2013 rispetto al 2012 i nuovi iscritti sono aumentati del 42% e i prestiti sono aumentati del 37% (arrivando al numero di nella sola biblioteca dei ragazzi). L aiuto del volontario è essenziale per garantire una buona qualità ad un servizio così fortemente in crescita. Con i ragazzi del progetto è stato possibile avviare l inventariazione e catalogazione in formato elettronico di una parte dei periodici correnti e storici della biblioteca consentendo agli utenti di richiederli con un click. L attività ha impegnato 3 VSC e 1 bibliotecario (quasi a tempo pieno), oltre ad un numero di ore non quantificato dei commessi di biblioteca che hanno collaborato negli spostamenti dei materiali dai depositi alla zona di lavoro. Il risultato conseguito è stata la catalogazione di 708 testate con l assegnazione di oltre numeri di inventario ciascuno corrispondente ad una annata di periodico. Durante il lavoro è stato controllato lo stato di conservazione del materiale e sono state annotate le necessità di restauro più immediate. La realizzazione del progetto ha portato ad un raddoppio delle consultazioni sui periodici storici collocati in deposito: poiché gli utenti trovano i periodici nel catalogo on line, e non più negli schedoni cartacei, la ricerca è molto facilitata e le richieste di consultazione del materiale sono aumentate. Consultazioni di periodici collocati cati in deposito (esclusa emeroteca a scaffale aperto) richieste attraverso moduli cartacei 13

14 richieste dal catalogo on line richieste dal catalogo on line Inoltre sono stati portati alla luce periodici ottocenteschi poco noti al pubblico, per i quali si ricevono richieste di riproduzioni anche da utenti remoti visto che le catalogazioni sono visibili nell Opac nazionale SBN (www.sbn.it). In questo progetto l innovazione è stata messa a servizio del patrimonio storico per il quale si è aperta la strada ad una maggiore conoscenza e fruibilità a tutto vantaggio degli utenti locali e remoti. La biblioteca di Treviso si caratterizza per la compresenza di compiti relativi alla conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e di compiti e servizi relativi alla pubblica lettura. Con i volontari assegnati si intende lavorare su entrambi i fronti con due distinte attività che di seguito sono brevemente descritte. La prima attività costituisce l ideale prosecuzione dei lavori svolti durante i precedenti progetti sul fronte della tutela e valorizzazione del patrimonio storico e consiste nel recupero catalografico di documenti non ancora catalogati ovvero catalogati solo in formato cartaceo. L obiettivo finale del progetto è favorire la conoscenza del patrimonio documentario posseduto dalla biblioteca ai fini della sua maggiore fruibilità e della sua migliore conservazione. In modo più specifico il progetto ha questi scopi: - catalogare in formato elettronico almeno 8000 volumi dei circa attualmente ancora presenti nel catalogo a schede per autore e titolo relativo agli anni immettendo i dati nel catalogo nazionale SBN, allo scopo di ridurre questo catalogo cartaceo fino alla sua completa eliminazione; - rendere il patrimonio catalogato noto e disponibile per la circolazione localmente, nel circuito della Rete delle biblioteche trevigiane e in quello delle biblioteche aderenti al Polo della Regione del Veneto SBNVIA, a livello nazionale nel catalogo collettivo delle biblioteche italiane aderenti al Servizio Bibliotecario Nazionale, tramite la sua pubblicazione sul web attraverso gli opac delle entità di cooperazione indicate; - individuare tra i volumi catalogati quelli in cattivo stato che necessitano di interventi di salvaguardia; - promuovere nei volontari la consapevolezza del valore delle raccolte documentarie delle biblioteche, dell importanza della loro catalogazione e buona conservazione per i cittadini e gli studiosi di oggi e del futuro, dotarli delle conoscenze necessarie a catalogare i libri moderni attraverso procedure elettroniche. Risultati attesi: 1) incremento del patrimonio complessivo della biblioteca catalogato in formato elettronico - obiettivo = volumi catalogati 14

15 - obiettivo verificabile attraverso dati estraibili dal sistema di catalogazione Sebina Open Library 2) miglioramento dell indice di circolazione del patrimonio acquisito negli anni obiettivo = aumento del 25% - obiettivo verificabile attraverso dati estraibili dal sistema di catalogazione Sebina Open Library 3) produzione di un report sullo stato di conservazione dei documenti catalogati nel progetto - obiettivo = produrre un elenco in formato elettronico con n. di inventario, titolo, collocazione, stato di conservazione del documento, proposta di eventuali interventi di salvaguardia da attuare 4) rendere i volontari capaci di operare con autonomia la catalogazione di libri moderni (verificabile nel corso del progetto dalla qualità delle registrazioni prodotte) La seconda attività è legata ai servizi di pubblica lettura, in particolare alla promozione della lettura nella BRaT - Biblioteca dei ragazzi. Lo scopo del progetto è migliorare l esperienza dei bambini in biblioteca specie in occasione delle visite con le classi e delle aperture nei giorni festivi e di conseguenza aumentare il numero degli iscritti e dei prestiti in biblioteca. Collaborano con le attività di promozione della lettura gli operatori della biblioteca e diverse associazioni di volontariato: la presenza di un volontario consentirà di dare maggiore continuità, organizzazione e coerenza proprio alle attività legate alla promozione della lettura. In particolare gli sarà assegnato il compito di collaborare all iniziativa Aiutaci a crescere: regalaci un libro. Questa iniziativa, promossa dalle librerie Giunti a favore delle scuole primarie, vede coinvolte le librerie, i cittadini, le scuole e la biblioteca. Aderendo a questa iniziativa i cittadini hanno la possibilità di donare alle scuole della città dei libri di loro scelta; i libri vengono affidati alla biblioteca BRaT (nel 2013 ne sono stati donati oltre 1200) che li ripartisce equamente e li dona alle classi che aderiscono al progetto. La consegna avviene in occasione di una visita in biblioteca: i bambini vengono coinvolti in una piacevole esperienza di lettura animata che li sorprende a lascia loro un bel ricordo dei libri, della lettura e inoltre apprendono cos è la biblioteca e come funziona. Le attività collegate a questa iniziativa sono per la biblioteca piuttosto onerose, ma la ricaduta in termini di iscrizioni alla biblioteca e prestiti di libri è notevole come indicato sopra: la biblioteca è sempre affollata e questo significa nuovi piccoli utenti che imparano il piacere della lettura e lo coltivano. In questo modo la biblioteca raggiunge il suo scopo primario. Per la gestione di tutte le attività l aiuto di un volontario è essenziale. Il risultato ottenuto sarà misurabile dal numero di incontri che verranno svolti e dal numero di iscritti e di prestiti registrati attraverso il sistema Sebina Open Library. Gli obiettivi per il volontario, oltre all acquisizione di una competenza generale sulle principali attività svolte in biblioteca, sono: acquisire competenze relazionali con le diverse tipologie di utenti, sviluppare la capacità di parlare ad un gruppo di bambini mantenendo viva l attenzione, 15

16 apprendere i passi necessari per l organizzazione di incontri (dalla progettazione, dalla predisposizione dei materiali pubblicitari, all organizzazione degli spazi e dei materiali necessari, all accoglienza delle persone, alla verifica dei risultati). Comune di Trevignano Prima di indicare gli obiettivi che questo progetto si propone di raggiungere attraverso il volontario si vuole fare una panoramica sulla situazione in biblioteca cercando di evidenziare i contributi positivi che sono derivati in questi anni dalla presenza costante di giovani del Servizio Civile: la presenza del volontario permette alla biblioteca di poter organizzare un maggior numero di attività fino a un 60% in più - e dare un miglior servizio all utente, seguendolo e riservandogli il tempo che necessita, senza dover affrettare il tutto perché ci sono altre persone o lavoro di back-office che incombe. La partecipazione del volontario ha permesso la cooperazione, con un associazione comunale, nell organizzazione del cineforum tematico e la collaborazione con gli altri uffici comunali. Il volontario permette al bibliotecario la possibilità di partecipare a corsi di formazione esterni e, in sede, dà l opportunità di maggiore documentazione e preparazione relativa ai documenti che vengono inseriti. Considerando che l ufficio prevede una sola risorsa dipendente, il volontario diviene possibilità di confronto, onto, di scambio ed è la voce/conoscenza dei ventenni grazie al quale poter fare acquisti mirati. Grazie alla sua presenza si è potuto avviare la catalogazione pregressa dei DVD. Quest anno, se non ci fosse stato il volontario, non si sarebbe potuto individuare, predisporre e allestire una nuova sezione e neppure fare una revisione controllo/scarto dell intero patrimonio documentario rivolto all utenza adulta. Detto questo, si elencano qui di seguito i nuovi obiettivi che si vuole raggiungere con la nuova annualità di servizio civile: - migliorare ulteriormente la gestione del Front Office - Catalogazione da zero di tutti i periodici posseduti dalla biblioteca - Revisione, controllo e scarto del materiale documentario dei ragazzi - Potenziare la sezione Giovani Adulti - Terminare la catalogazione pregressa dei DVD - aumentare le attività culturali proposte dalla biblioteca 8.3 Ruolo ed attività previste per i volontari nell ambito del progetto Ad integrazione di quanto scritto finora, si riporta ciò che le singole sedi esplicitano quale attività previste 16

17 Comune di Altivole L anno di Servizio Civile Percentuali d'impiego presso la Biblioteca di Altivole sarà 45% per il volontario un importante Front Office occasione per mettersi quotidianamente alla prova sia dal punto di vista 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali professionale (acquisendo nozioni e 15% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, apertura ludoteca modalità), sia dal punto di vista relazionale. Il fatto di svolgere attività presso un servizio pubblico insegnerà al volontario a divenire per l utenza una figura rassicurante, contribuendo a creare un ambiente dove possa sentirsi accolto e trovare adeguate risposte alle proprie esigenze. 10% Promozione della lettura Il volontario verrà impiegato in azioni di promozione della lettura e del libro, supporterà il bibliotecario nelle attività di Front Office migliorandone l efficacia e l efficienza, seguendo con particolare attenzione le fasce d età più giovani. A tale proposito avrà modo di curare l apertura e la gestione della ludoteca e della mediateca; collaborerà a numerosi progetti culturali (incontri con l autore, rassegne teatrali, spettacoli/letture animate, Biblioweek) seguendone tutte le fasi, dall ideazione alla realizzazione per quel che riguarda i nuovi progetti e dall implementazione al miglioramento per quelli già esistenti; favorirà la conoscenza della biblioteca e dei suoi servizi collaborando al miglioramento del sito della biblioteca già esistente, attraverso il progetto web 2.0, già avviato negli scorsi anni e che si intende implementare. Comune di Casier Il volontario di servizio civile Percentuali d'impiego ha molte opportunità di rendersi utile 45% Front Office alla comunità di riferimento presso la 30% Promozione della lettura biblioteca comunale di Casier. La 15% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali Biblioteca è attiva sotto vari punti di 10% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, apertura ludoteca vista e ritiene l apporto del volontario fondamentale anche per portare innovazione nei suoi servizi. Gli ambiti di attività possono essere suddivisi tra back-office e front-office, office, le due anime della biblioteca che interagiscono l una con l altra e che devono necessariamente funzionare al meglio per offrire ai cittadini un servizio di qualità. Il volontario avrà la possibilità di mettersi in gioco in entrambi i settori potendo così apprendere competenze che spaziano in tutti gli ambiti del settore bibliotecario. Nel front-office si tratterà di rispondere ai bisogni informativi ivi dei cittadini (dal consiglio di lettura ai ragazzi, alla funzione di prestito, alla consulenza in ricerche più impegnative). Nel back-office il lavoro è vario e differenziato dalla fisica ricollocazione dei documenti alla più complessa revisione delle raccolte. Il volontario si troverà coinvolto nell organizzazione di attività ed eventi relativi alla 17

18 promozione della lettura e della biblioteca e ad alcune attività culturali promosse dalla biblioteca stessa. Molto importante sarà il contributo che potrà dare nel lavoro di comunicazione con la cittadinanza,, utilizzando varie modalità che possono andare da quelle più tradizionali cartacee a quelle informatiche legate al progetto web 2.0, migliorando la qualità del sito e del modo di utilizzarlo. Comune di Castello di Godego Il volontario verrà coinvolto in molteplici attività anche molto diverse tra loro rendendo il Servizio stimolante e ricco di opportunità di apprendimento. Percentuali d'impiego Durante tutto l anno di servizio il 30% Front Office volontario sarà chiamato a collaborare 15% Promozione della lettura nella gestione del front office, con 20% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali particolare attenzione alle aperture 15% Facilitazione utilizzo internet e consultazione mattutine. Importante supporto sarà 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, richiesto nella gestione e nell implementazione del sito internet e delle newsletter. In alcuni periodi dell anno il volontario collaborerà alla realizzazione di laboratori culturali come visite guidate, letture animate, laboratori di lettura, incontri con l autore. Per quel che riguarda le attività relative al Centenario della Prima Guerra Mondiale, il volontario sarà chiamato a supportare la biblioteca in alcune iniziative: sarà importante aiuto nella realizzazione di 2 progetti dedicati ai ragazzi e attuati in sinergia con le scuole del territorio. Oltre a ciò avrà modo di collaborare attivamente nella fase di ideazione e realizzazione di mostre tematiche e di visite guidate ai siti della Grande Guerra presenti sul territorio di Castello di Godego. Comune di Colle Umberto Il volontario presso la biblioteca di Colle Umberto avrà l opportunità di sperimentare tutte le mansioni che richiede il lavoro all interno di una biblioteca. Verrà infatti impiegato sia in attività di Front Office, sia in attività di Back Office. Inoltre collaborerà con la bibliotecaria in tutte gli eventi e i laboratori che la biblioteca propone ai suoi iscritti di tutte le età. Nelle attività di Front Office il volontario supporterà la biblio- Percentuali d'impiego tecaria nel lavoro di reference: avrà, 30% Front Office perciò, a che fare quotidianamente 20% Promozione della lettura con l utenza, seguendone tutte le 10% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali richieste. Seguirà iscrizioni, prestiti, 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, resi, supporterà la ricerca di materiali, 20% Riordino materiali e catalogazione darà consigli di lettura, pubblicizzerà i nuovi arrivi. 18

19 Nelle attività di back office invece sarà impegnato nel riordino del materiale, nella collocazione a scaffale nella gestione degli scarti.. Tutte queste azioni, a prima vista meno accattivanti di quelle precedentemente descritte, sono tuttavia assolutamente indispensabili per un buon funzionamento di una biblioteca e per questo l implemento che il volontario saprà dare a queste attività concorrerà in maniera decisiva al miglioramento del servizio che la biblioteca riuscirà a dare alla comunità di Colle Umberto. Infine avrà molte occasioni di cimentarsi in laboratori culturali e di invito alla lettura: : seguirà in prima persona l ideazione e la realizzazione delle letture ad alta voce nell ambito del progetto Nati per Leggere a cui la biblioteca aderisce. Verrà poi coinvolto dalla bibliotecaria in altre iniziative di promozione alla lettura per giovani, adulti e anziani e in altri eventi legati al mondo della cultura. Comune di Fontanelle Il volontario che presterà servizio presso la biblioteca di Percentuali d'impiego Fontanelle sarà chiamato ad 30% Front Office affiancare il personale nella 10% Promozione della lettura gestione della biblioteca. Oltre a 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali questa fondamentale attività di 10% Facilitazione utilizzo internet e consultazione supporto nel Front Office il 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, volontario verrà coinvolto in tutte le iniziative culturali promosse dalla biblioteca: rassegne musicali e teatrali, allestimento e gestione di mostre permanenti e non (circa 12 in un anno); visite guidate alla biblioteca riservate ai bambini e ai ragazzi delle scuole (circa 6 in un anno); sarà di supporto agli incontri formativi per genitori e studenti (circa 5 in un anno) e sui temi di attualità (previsti 2 in un anno). Il volontario sarà coinvolto attivamente anche nelle iniziative previste per il Centenario della Grande Guerra e specificatamente ente nelle 2 iniziative organizzate dalla biblioteca: realizzazione di ricerche e lavori inerenti la Prima Guerra Mondiale a Fontanelle in collaborazione con le scuole del territorio e il Consiglio Comunale dei ragazzi; progetto di raccolta storica di opere e e memorie riguardanti il Comune di Fontanelle. Comune di Godega di Sant Urbano Svolgere il Servizio Civile Percentuali d'impiego presso la Biblioteca di Godega di 30% Front Office Sant Urbano sarà una concreta 30% opportunità di crescita sul piano Aiuto nell organizzazione di eventi culturali 10% umano, professionale e sociale Facilitazione utilizzo internet e consultazione perché darà l opportunità di 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, relazionarsi con un utenza 10% Riordino materiali estremamente varia, che comprende tutte le fasce d età, e di occuparsi non solo 19

20 dei servizi strettamente bibliotecari (Front office) come inventariazione dei documenti, riordino scaffali, prestito e interprestito, consulenza bibliografica e assistenza internet,, ma anche di organizzare,, in maniera creativa e propositiva, insieme al personale della Biblioteca, numerose iniziative culturali,, legate alla lettura animata, all incontro con l autore, ai laboratori grafico-pittorici,, al teatro, agli incontri d arte, ai concerti, ai progetti con le scuole. Una parte del tempo il volontario verrà impiegato per attività legate al ricordo della Prima Guerra Mondiale. In particolare il giovane parteciperà agli incontri di lavoro col GAL dell Alta Marca in cui si parlerà della Grande Guerra e collaborerà all ideazione e implementazione di mostre e conferenze inerenti queste tematiche. Comune di Mansuè I volontari, oltre al Percentuali d'impiego normale lavoro di biblioteca 25% Front Office (reference, prestito, interil lavoro di 25% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali 20% Promozione alla lettura prestito,), svolgeranno catalogazione derivata e prestala bibliotecaria in 5% Facilitazione utilizzo internet e consultazione no supporto alla 25% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, tutte le attività di promozione alla lettura programmate nell anno. Attività importante sarà quella di relazionarsi con i bambini che frequentano la biblioteca,, accompagnandoli attraverso laboratori, giochi e guida alla lettura all interno del mondo della cultura. Un esempio di questa tipologia di attività è il laboratorio realizzato con la rete di cooperazione Libermarca per la realizzazione e pubblicazione di piccoli libri in collaborazione con le scuole del territorio. Inoltre si occuperà della realizzazione, stampa e divulgazione delle attività culturali programmate annualmente dall assessorato alla cultura. Per esempio il volontario realizzerà la parte di pubblicità relativa all evento (realizzazione di locandine e depliants, stampa e affissioni/volantinaggio presso le scuole e gli ambienti pubblici) e parteciperà alle fasi di implementazione delle varie attività. Comune di Meduna di Livenza Il volontario nell anno di Percentuali d'impiego Servizio Civile verrà a contatto con 30% Front Office il mondo del libro e della sua 20% Promozione della lettura promozione. Verrà coinvolto in 30% Aiuto nell organizzazione di eventi culturali prima persona nella ideazione, 20% Letture animate, visite alla biblioteca, corsi, realizzazione e promozione di attività con le scuole,, laboratori di lettura per ragazzi e adulti e di letture animate per i bambini, attività culturali come spettacoli e concerti; imparerà a relazionarsi con l utenza grazie ad una costante presenza nelle attività di Front Office divenendo un riferimento fondamentale soprattutto per i ragazzi che troveranno nel volontario una 20

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Inform@lmente SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione Culturale - Codice: E11 Sportelli Informa OBIETTIVI DEL PROGETTO

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro

PROGETTO REGIONALE IN-DIPENDENTI Per un effettivo reinserimento delle persone svantaggiate e la promozione della salute negli ambienti di lavoro REGIONE VENETO Assessorato alle Politiche Sociali, Volontariato, e Non-Profit Direzione Regionale per i Servizi Sociali - Servizio Prevenzione delle devianze D.G.R. 4019 del 30/12/2002 FONDO REGIONALE

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009

Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Corso SOL Gestione catalogo libro moderno 21-22 settembre 2009 Introduzione generale Autenticazione dell operatore https://sebina1.unife.it/sebinatest Al primo accesso ai servizi di Back Office, utilizzando

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

1 Configurazioni SOL per export SIBIB

1 Configurazioni SOL per export SIBIB Pag.1 di 7 1 Configurazioni SOL per export SIBIB Le configurazioni per l export dei dati verso SIBIB si trovano in: Amministrazione Sistema > Import-Export dati > Configurazioni. Tutte le configurazioni

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL

STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL STATISTICHE DOCUMENTI PMV IN SOL INTRODUZIONE A cura del Coordinamento del Polo regionale del Veneto Vicenza, 12 ottobre 2011 PREMESSA Le istruzioni fornite nel 2010 per la compilazione del PMV riferito

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI

REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI REGIONE EMILIA-ROMAGNA ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI LIBRARI E DOCUMENTARI ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI, CULTURALI E NATURALI DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: GIARDINO BRANCACCIO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Educazione e Promozione culturale: 01 Centri di aggregazione (bambini, giovani, anziani):

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE Ente proponente il progetto: O.N.M.I.C. - Opera Nazionale Mutilati Invalidi Civili- Codice di accreditamento: NZ01189 Albo e

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE. Albo nazionale. PASS (Pubbliche Assistenze per i Servizi Sociali) GARANZIA GIOVANI

ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE. Albo nazionale. PASS (Pubbliche Assistenze per i Servizi Sociali) GARANZIA GIOVANI CARATTERISTICHE PROGETTO ENTE Ente proponente il progetto: ANPAS ASSOCIAZIONE NAZIONALE PUBBLICHE ASSISTENZE Codice di accreditamento: NZ 01704 Albo e classe di iscrizione: Albo nazionale 1 CARATTERISTICHE

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

INTRODUZIONE 17. Introduzione

INTRODUZIONE 17. Introduzione INTRODUZIONE 17 Introduzione Questo libro nasce dal desiderio di raccogliere e condividere le idee elaborate dal nostro gruppo di lavoro nel corso della progettazione e realizzazione di progetti inerenti

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library

Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library Esperienza di interoperabilità tra servizi bibliotecari tramite protocollo ISO-ILL. Colloquio standard ILL- SBN/Aleph e ILL-SBN /Sebina Open Library A. Bardelli (Univ. Milano Bicocca), L. Bernardis (Univ.

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA

ATTIVITA' DIDATTICA PER LE SCUOLE DELL'INFANZIA P9.07.1 attività didattica scuoleinfanzia.doc P9.07.1 Comune di Rimini p.za Cavour, 27 47921 Rimini http://qualità.comune.rimini.it Direzione e di Protezione Sociale via Ducale, 7 47900 Rimini tel. 0541/

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO

MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI. inseriti nel PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA TITOLO Liceo Ginnasio D. A. Azuni Via Rolando, 4 - Sassari Tel 079 235265 Fax 079 2012672 Mail: lcazuni@tin.it Web: http://www.liceoazuni.it MODULISTICA PER L ESECUZIONE DI PROGETTI inseriti nel PIANO DELL OFFERTA

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali

Classe di abilitazione - A076 Trattamento Testi, Calcolo, Contabilità elettronica ed applicazioni industriali Classe di abilitazione - A076 Trattamento elettronica ed applicazioni industriali Calendario e modalità di delle prove Per lo degli esami sono previste più date in tre diversi periodi (maggio/giugno 2015,

Dettagli

Verbale 2/14 Altri Comuni

Verbale 2/14 Altri Comuni Tavolo Tecnico Zonale Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell Atmosfera Verbale 2/14 Altri Comuni L'anno duemilaquattordici, il giorno 3 del mese di dicembre, alle ore 11.30 presso la sede della Provincia

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli