PAG 2/43. Aggiornamento 18/12/2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PAG 2/43. Aggiornamento 18/12/2014"

Transcript

1 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 1/43 NORME CONTRATTUALI PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI BANCA TELEMATICA DA PARTE DI IW BANK S.p.A INDICE PARTE A PARTE B PARTE C PARTE D PARTE E Disposizioni generali del Servizio di Banca Telematica. Norme relative ai conti correnti di corrispondenza e servizi connessi Norme relative al servizio di deposito di strumenti finanziari a custodia e amministrazione Disposizioni generali per la negoziazione in conto proprio, l esecuzione di ordini per conto dei clienti, la ricezione e trasmissione di ordini e il collocamento di strumenti finanziari Norme che disciplinano il prestito degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente ALLEGATO ECONOMICO nel quale sono riportate le condizioni economiche applicate ai servizi disciplinati nelle precedenti parti A, B, C, D, E. ALLEGATO 1 ALLEGATO 2 ALLEGATO 3 ALLEGATO 4 Privacy Regolamento dell Arbitro Bancario Finanziario e dell Ombudsman Giurì Bancario Informativa pre-contrattuale riguardante: (i) la banca e i servizi di investimento offerti; (ii) le misure di salvaguardia degli strumenti finanziari e delle somme di denaro del Cliente; (iii) le tipologie di strumenti finanziari; (iv) i costi e gli oneri per la prestazione dei servizi di investimento) Documento di sintesi sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini adottata dalla Banca ai sensi della Normativa MIFID (come in appresso definita) PREMESSE - IW BANK S.p.A, Società con Socio Unico appartenente al gruppo bancario Unione di Banche Italiane Società cooperativa per azioni (in forma abbreviata UBI Banca ), soggetta all'attività di direzione e coordinamento di UBI Banca, appartenente al gruppo bancario Unione di Banche Italiane Società cooperativa per azioni (in forma abbreviata UBI Banca ), iscritta all albo delle banche e aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi e al Fondo Nazionale di Garanzia, soggetta ai controlli esercitati dalla Banca d Italia, con sede in Via Nazionale Roma, offre un servizio di banca telematica, alle condizioni di seguito riportate; - il Servizio consente al Cliente di effettuare le operazioni bancarie di interrogazione e disposizione attualmente disponibili, o che vengano in seguito rese disponibili dalla Banca, nonché le operazioni di negoziazione in conto proprio, esecuzione degli ordini per conto dei clienti, ricezione e trasmissione d ordini, custodia e amministrazione di strumenti finanziari e collocamento di strumenti finanziari ai sensi del Testo Unico dell Intermediazione Finanziaria; - il Cliente intende avvalersi del servizio offerto dalla Banca mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza; - il Cliente ha ricevuto dalla banca il documento contenente le informazioni pre-contrattuali (qui allegato sub n. 3), prima di iniziare la prestazione dei servizi e comunque in tempo utile per consentirgli di leggerlo e comprenderlo (tale documento include informazioni riguardanti: (i) la banca e i servizi di investimento offerti; (ii) le misure di salvaguardia degli strumenti finanziari e delle somme di denaro del Cliente; (iii) le tipologie di strumenti finanziari; (iv) i costi e gli oneri per la prestazione dei servizi di investimento); - il Cliente ha preso visione della Nota Informativa sul trattamento dei dati personali, ai sensi del decreto legislativo 30 giugno 2003 n.196; - il Cliente ha altresì cognizione delle modalità di funzionamento del sistema di collegamento via Internet a IWBank dettagliatamente descritte nel sito ; - il Cliente dà atto di aver ricevuto, mediante l utilizzo di tecniche di comunicazione a distanza, copia del presente contratto; - il Cliente prende atto di quanto previsto dall articolo 1853 del codice civile, in ordine alla compensazione dei saldi attivi o passivi in caso di sussistenza di più conti e/o rapporti con la banca ancorché intrattenuti presso altre dipendenze italiane o estere; - l esecuzione del Contratto è subordinata all identificazione e all adeguata verifica del Cliente, ai sensi di quanto previsto dai successivi articoli A3 ed A4; - il Cliente ha preso atto del divieto di ridistribuzione, pubblicazione o cessione a terzi, a qualsivoglia titolo, in modo diretto o indiretto, in tutto o in parte ed in qualsiasi forma, dei dati di mercato, cui avrà accesso in ragione del Servizio; tutto ciò premesso, da intendersi insieme agli allegati, parte integrante del Contratto, si conviene quanto segue PARTE A - Disposizioni generali del Servizio di Banca Telematica Articolo A1 Ambito di applicazione 1. Le norme contenute nella presente Parte A si applicano in via generale a tutti i tipi di servizi prestati tempo per tempo dalla Banca, salvo che non sia diversamente specificato negli accordi contrattuali che disciplinano l esecuzione dei singoli servizi da parte della Banca, nel qual caso le norme specifiche prevalgono su quelle di questa parte A. 2. Gli Allegati degli accordi contrattuali sono parte integrante e necessaria dei contratti tempo per tempo stipulati tra la Banca e il Cliente. Articolo A2 Definizioni Ai fini del presente Contratto, le parole indicate assumono il seguente significato: Banca: IWBank S.p.A., società appartenente al gruppo Unione di Banche Italiane Società cooperativa per azioni (informa abbreviata UBI Banca ), iscritta all Albo delle Banche, codice ; Cliente: è qualsiasi soggetto, persona fisica o giuridica, che sottoscriva il presente contratto; Codice del consumo: indica il D.lgs. 6 settembre 2005, n. 206; Contratto: indica il presente contratto; Normativa MIFID: indica la direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio del n. 2004/39/CE e la direttiva della Commissione europea del n. 2006/73/CE, così come recepite in Italia con il decreto legislativo n. 58/1998 e successive modificazioni e integrazioni nonchè con il Regolamento Consob in materia di Intermediari; Parti: indica il Cliente e la Banca; Regolamento Intermediari: è il regolamento adottato dalla Consob in materia di intermediari. Servizio: significa il servizio di banca telematica offerto dalla Banca al Cliente. Il Servizio può consentire al Cliente di: - ricevere dalla Banca i dati dei saldi contabili, dei movimenti e ogni altra informazione inerente ai rapporti allo stesso intestati tramite l utilizzo dei supporti informatici; - impartire alla Banca ordini, disposizioni e istruzioni per l esecuzione di una serie di operazioni attinenti ai servizi di conto corrente di corrispondenza, servizi elettromagnetici di pagamento e di prelevamento, addebito utenze; - impartire alla Banca ordini, disposizioni ed istruzioni in relazione alla negoziazione, ricezione e trasmissione di ordini, collocamento e custodia ed amministrazione di strumenti finanziari. Testo Unico Bancario/TUB: è il D.lgs.1 settembre 1993 n. 385; Testo Unico dell Intermediazione Finanziaria/TUF: è il D.lgs.24 febbraio 1998 n. 58. Articolo A3 Deposito della firma 1. Il Cliente è tenuto a depositare l originale della propria firma (specimen di firma) e quelle delle persone autorizzate a rappresentarlo nei suoi rapporti con la Banca, precisando, per iscritto, i limiti eventuali delle facoltà loro accordate. 2. Il Cliente ed i soggetti di cui al comma precedente sono tenuti ad utilizzare, nei rapporti con la Banca, la propria sottoscrizione autografa in forma grafica corrispondente alla firma depositata, ovvero previo accordo tra le parti nelle altre forme consentite dalle vigenti leggi (es. firma elettronica). 3. Le revoche e le modifiche delle facoltà concesse alle persone autorizzate, nonché le rinunce da parte delle medesime, non saranno opponibili alla Banca finché questa non abbia ricevuto la relativa comunicazione a mezzo di lettera raccomandata, telegramma, telex, telefax, e non siano trascorsi 3 giorni lavorativi bancari per provvedere; ciò anche quando dette revoche, modifiche e rinunce siano state rese di pubblica ragione. 4. Le altre cause di cessazione delle facoltà di rappresentanza non sono opponibili alla Banca sino a quando questa non ne abbia avuto notizia legalmente certa. Articolo A4 Identificazione e adeguata verifica del Cliente 1. Nel rispetto di quanto previsto dalla normativa antiriciclaggio vigente, la Banca adempie agli obblighi relativi all adeguata verifica della clientela. Pertanto, il Cliente (o l eventuale titolare effettivo del rapporto) verrà identificato dalla Banca secondo le modalità previste dalla normativa e verrà valutato sulla base delle informazioni contenute nella Sezione Profilo Finanziario, che egli stesso dovrà obbligatoriamente rilasciare. 2. La Banca e il Cliente si danno reciprocamente atto che le informazioni acquisite dalla Banca nella Sezione Profilo Finanziario sono finalizzate esclusivamente a consentire alla Banca di adempiere agli obblighi imposti dalla normativa antiriciclaggio. 3. Nell ambito di ciascun servizio ed in generale di ogni altro rapporto intrattenuto con la Banca, il Cliente nei suoi contatti telematici o telefonici verrà identificato dalla Banca esclusivamente mediante la verifica dei codici di sicurezza, ferma restando la facoltà della Banca di acquisire i dati anagrafici del Cliente. Il Cliente riconosce fin d ora validi gli addebiti e gli accrediti operati dalla Banca in dipendenza dei servizi ed autorizza la Banca ad effettuare registrazioni in via continuativa o non, senza ulteriore preavviso, delle conversazioni telefoniche e dei contatti a mezzo rete telematica o strumenti informatici in genere intervenuti fra le parti. 4. La prova delle disposizioni impartite dal Cliente, come di ogni altra comunicazione relativa allo svolgimento dei servizi, sarà validamente fornita per mezzo delle scritture contabili della Banca congiuntamente alle registrazioni delle conversazioni telefoniche e dei collegamenti informatici, effettuate dalla Banca stessa.

2 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 2/43 Articolo A5 Attivazione del rapporto e modalità di svolgimento dei servizi di banca virtuale 1. Il Cliente prende atto ed accetta che la Banca consentirà l effettuazione di operazioni a valere sul conto accesoa nome del Cliente solo a seguito del versamento sul conto stesso dell importo minmo complessivo di 50 euro. 2. Il Cliente effettua le operazioni collegandosi alla Banca attraverso le reti telematiche o, alternativamente, tramite la rete telefonica. 3. Lo svolgimento delle operazioni a mezzo della rete telematica di cui al comma 2 dovrà essere necessariamente preceduto dall accesso al sistema previa digitazione dei codici di sicurezza, user ID e password, impostati dal Cliente e di un ulteriore codice generato, volta per volta, da uno specifico dispositivo tecnico denominato one-time password token. I codici di sicurezza (user ID e password) sono impostati dal Cliente attraverso l uitlizzo del codicepin 1 fornito dalla Banca, secondo quanto descritto nell apposita sezione del sito, mentre il dispositivo tecnico one-time password token viene trasmesso al Cliente a mezzo posta prioritaria all indirizzo di corrispondenza indicato al momento della registrazione. Tale dispositivo viene attribuito al Cliente in comodato gratuito, con applicazione della penale di cui all Allegato economico in caso di mancata restituzione dello stesso alla chiusura del rapporto. L esecuzione delle operazioni tramite rete telematica, a seguito dell accesso al sistema, comporta altresì la digitazione a cura del Cliente dell ulteriore codice di sicurezza generato, volta per volta, dal dispositivo one-time password token. Nel caso in cui il Cliente utilizzi la rete telefonica, lo stesso dovrà fornire all operatore i codici di sicurezza da lui impostati. 4. La Banca potrà mettere a disposizione tempo per tempo del Cliente ulteriori funzionalità di sicurezza, eventualmente supportate da specifici dispositivi, per l accesso ai servizi della Banca medesima. Le caratteristiche tecniche e le istruzioni di utilizzo delle predette funzionalità di sicurezza nonché le modalità per farne richiesta saranno rese note ai clienti di volta in volta nel sito internet della Banca. Le eventuali condizioni economiche applicate dalla Banca in relazione alle funzionalità di sicurezza disciplinate in questo comma saranno specificate e rese note ai clienti nell apposito allegato economico. 5. I codici di sicurezza (user ID e password),, il Codice PIN 1,, il dispositivo tecnico one-time password token nonché le ulteriori funzionalità di cui al precedente comma 4 (di seguito denominati Dispositivi di Sicurezza ) sono strettamente personali e non possono essere in alcun caso comunicati e/o ceduti ad altri soggetti. Pertanto, il Cliente è responsabile della custodia e del corretto utilizzo dei Dispositivi di sicurezza: non potendo la Banca verificare in alcun modo l identità di chi accede al Servizio, il Cliente risponde dell eventuale indebito uso, da chiunque operato, dei Dispositivi di sicurezza. 6. Nel caso di smarrimento o di furto dei Dispositivi di Sicurezza, il Cliente è tenuto a darne immediata comunicazione al numero verde della Banca, confermandolo successivamente, tramite lettera raccomandata da inviarsi entro le 48 ore successive alla presa di coscienza dello smarrimento o del furto, ed allegando copia della denuncia presentata alle autorità competenti. 7. Per ragioni di tutela della sicurezza informatica, i Dispositivi di Sicurezza potranno essere periodicamente sostituiti a cura della Banca, previa comunicazione al Cliente. Qualora il Cliente abbia fondato timore che terzi estranei siano a conoscenza dei Dispositivi di Sicurezza, dovrà darne immediata comunicazione alla Banca, la quale avrà facoltà di sospendere temporaneamente l operatività del Servizio nei suoi confronti. Articolo A6 Comunicazioni 1. Le comunicazioni tra la Banca e il Cliente avvengono tramite tecniche di comunicazione a distanza (rete internet, posta elettronica, telefono, telefax, posta, telex, telegramma), salvo che la normativa ovvero gli accordi tra le Parti relativi agli specifici servizi e prodotti della Banca prevedano specificamente particolari forme di comunicazione. Il Cliente comunica con la Banca utilizzando i recapiti indicati nell informativa precontrattuale dal medesimo ricevuta prima della sottoscrizione del Contratto (sito internet, indirizzo di posta elettronica, numeri telefonici e di telefax). La Banca comunica con il Cliente utilizzando i recapiti indicati dal Cliente al momento dell apertura del rapporto, ovvero con successive comunicazioni. In alcune località, la Banca dispone di proprie succursali, attraverso le quali il Cliente può comunicare con la Banca. L elenco aggiornato delle succursali è disponibile in via continuativa sul sito internet della Banca. 2. Salvo quanto previsto nel comma precedente, la Banca trasmette le proprie comunicazioni all indirizzo di posta elettronica comunicato dal Cliente all apertura del rapporto, ovvero ai successivi indirizzi di posta elettronica comunicati dal Cliente alla Banca. In ogni caso l invio di carte multifunzione, di codici segreti e password sarà effettuata a mezzo posta, con invio al Cliente all indirizzo indicato nel Contratto ovvero fatto conoscere successivamente alla Banca, presso il proprio recapito indicato nel Contratto, per iscritto a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento almeno dieci prima dell invio della relativa corrispondenza. 3. Il Cliente e la Banca riconoscono la validità delle comunicazioni effettuate tramite tecniche di comunicazione a distanza. Articolo A7 Rapporti cointestati 1. Quando il rapporto è intestato a più persone, in mancanza di speciali disposizioni impartite congiuntamente da tutti i cointestatari, questo si intende ad uso disgiunto. Tutte le disposizioni a valere sul rapporto, compresi gli ordini e le revoche degli stessi, potranno essere effettuate da ciascun cointestatario autonomamente e con piena liberazione della Banca nei confronti degli altri cointestatari. Comunque la Banca può effettuare le comunicazioni, le notifiche e l invio degli estratti conto ad uno solo dei contestatari, con pieno effetto anche nei confronti degli altri. 2. Le persone autorizzate a rappresentare i cointestatari dovranno essere nominate per iscritto da tutti. La revoca delle facoltà di rappresentanza potrà essere effettuata anche da uno solo dei cointestatari, mentre la modifica delle facoltà dovrà essere effettuata da tutti. Per ciò che concerne la forma e gli effetti delle revoche, modifiche e rinunce vale quanto stabilito al terzo comma dell articolo A3. 3. Le altre cause di cessazione delle facoltà di rappresentanza avranno effetto anche se relative soltanto ad uno dei cointestatari. In ogni caso però si applica quanto disposto al terzo comma dell articolo A3. 4. La Banca ha facoltà di comunicare, a proprio insindacabile giudizio, ogni informazione relativa alle operazioni bancarie e finanziarie agli eventuali fideiussori. 5. In ogni caso, delle eventuali esposizioni che si venissero a creare, per qualsiasi ragione, sul conto stesso, anche per atto o fatto di un solo contestatario, risponderanno nei confronti della Banca tutti i cointestatari in solido fra loro. 6. Tutte le obbligazioni del Cliente verso la Banca si intendono assunte in via indivisibile anche per i suoi aventi causa. 7. Ciascun cointestatario è ritenuto responsabile nei confronti della Banca della custodia e del corretto utilizzo dei codici PIN e della password a lui assegnata, fermo restando che in ogni caso le operazioni effettuate tramite l utilizzo dei predetti codici saranno imputate a tutti i cointestatari del conto in via tra loro solidale. Articolo A8 Morte o sopravvenuta incapacità di uno dei cointestatari. 1. Nel caso di morte o di sopravvenuta incapacità di agire di uno dei cointestatari del conto ai sensi dell articolo precedente, ciascuno degli altri cointestatari conserva il diritto di disporre separatamente sul conto ad eccezione del caso in cui questo sia ad uso congiunto. Analogamente lo conservano gli eredi del cointestatario, che saranno però tenuti ad esercitarlo tutti insieme, ed il legale rappresentante dell interdetto o inabilitato. 2. Nei casi di cui al precedente comma, la Banca si riserva il diritto di pretendere il concorso di tutti i cointestatari e degli eventuali eredi e del legale rappresentante dell incapace, all atto di disposizione, quando da uno di questi le sia stata notificata opposizione anche solo con lettera raccomandata. Articolo A9 Garanzie 1. Il Cliente riconosce espressamente che il conto corrente e il deposito titoli, e comunque altri conti intrattenuti dallo stesso con la Banca, fungono da rapporto di provvista per tutti i servizi svolti e le operazioni effettuate dalla Banca e sono vincolati a garanzia per tutta la durata del Contratto per la soddisfazione di ogni e qualsiasi ragione creditoria della Banca nonché di ogni importo maturato a suo favore rinveniente dalla suddetta operatività. Articolo A10 Diritto di ritenzione e di compensazione 1. La Banca, in garanzia di qualunque suo credito verso il Cliente, presente o futuro, anche se non liquido ed esigibile ed anche se assistito da altra garanzia reale o personale, è investita di diritto di pegno e di diritto di ritenzione su tutti i titoli o valori di pertinenza del Cliente che siano comunque e per qualsiasi ragione detenuti dalla Banca o pervengano ad essa successivamente. 2. In particolare, le cessioni di credito e le garanzie pignoratizie a qualsiasi titolo fatte o costituite a favore della Banca stanno a garantite con l intero valore anche ogni altro credito, in qualsiasi momento sorto, anche se non liquido ed esigibile, della Banca medesima, verso la stessa persona. 3. Quando esistono tra la Banca ed il Cliente più rapporti o più conti di qualsiasi genere, valuta o natura, anche di deposito, ancorché intrattenuti presso altre dipendenze italiane o estere, al verificarsi di una delle ipotesi di cui all articolo 1186 del codice civile (insolvenza del debitore, diminuzione delle garanzie fornite o mancata prestazione di quelle promesse) o comunque al prodursi di eventi che incidano negativamente sulla situazione patrimoniale, finanziaria od economica del Cliente, in modo tale da porre palesemente in pericolo il recupero del credito vantato dalla Banca, quest ultima ha altresì il diritto di valersi della compensazione ancorché i crediti non siano liquidi ed esigibili ed anche qualora il credito del Cliente derivi da rapporti di mandato, fermo restando che dell intervenuta compensazione, contro la cui attuazione non potrà in nessun caso eccepirsi la convenzione di assegno, la Banca darà prontamente comunicazione al Cliente, anche per via telefonica o telematica. 4. Per consentire l esercizio dei diritti di cui ai commi precedenti e per effettuare la compensazione, la Banca è autorizzata dal Cliente a chiedere in suo nome e per suo conto la liquidazione, il riscatto od il rimborso di tutte le attività del Cliente, inclusi, a titolo esemplificativo, strumenti finanziari, gestioni di patrimoni mobiliari, certificati di deposito e polizze assicurative presso la Banca e presso società del gruppo creditizio di appartenenza di quest ultima. 5. La Banca può altresì accreditare o addebitare tutte le poste attive o passive derivanti dai rapporti bancari e finanziari intercorrenti con il Cliente sul conto corrente di quest ultimo, anche cointestato ed indipendentemente dall esistenza di un saldo attivo. 6. Parimenti la Banca potrà stornare di propria iniziativa le registrazioni effettuate per errore, salvo il diritto del Cliente di chiederne giustificazione. 7. Le spese di qualunque genere che la Banca avesse a sostenere in dipendenza di pignoramenti o di sequestri sulle attività del Cliente, sono interamente a carico di quest ultimo, anche se le dette spese non fossero ripetibili nei confronti di chi ha promosso o sostenuto il relativo procedimento. 8. La facoltà di compensazione prevista nel comma 3 è esclusa nei rapporti in cui il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell articolo 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo, salvo diverso accordo con il Cliente stesso e salvi i casi previsti dalla legge. Articolo A11 Durata e facoltà di recesso 1. I rapporti regolati dalle presenti norme si intendono a tempo indeterminato. Ai sensi dell art. 33 Codice del Consumo, ad ognuna delle Parti è riservato il diritto di recedere da tutti o da singoli rapporti, in qualsiasi momento, con il preavviso di 15 giorni o, qualora sussista giustificato motivo, senza preavviso. L efficacia del recesso si verificherà nel momento in cui la parte non recedente ne riceva comunicazione. Resta impregiudicata l esecuzione degli ordini impartiti anteriormente alla ricezione della comunicazione di recesso e non espressamente revocati con comunicazione tempestiva rispetto all esecuzione dell ordine. Articolo A12 Modifiche unilaterali delle condizioni contrattuali 1. La Banca si riserva la facoltà di modificare ai sensi dell art. 118 del Testo Unico Bancario, i tassi, le norme e le condizioni economiche che disciplinano i singoli servizi. La Banca effettua la relativa comunicazione, tramite invio di e mail all indirizzo di posta elettronica indicato dal Cliente, utilizzando il documento di sintesi, che aggiorna quello unito al Contratto, nel quale sono chiaramente evidenziate le variazioni intervenute nelle singole condizioni economiche e/o contrattuali. 2. Qualunque modifica unilaterale delle condizioni contrattuali effettuata ai sensi del comma precedente, prevede un preavviso minimo al Cliente di due mesi, da effettuarsi in forma scritta, anche tramite posta elettronica. Il Cliente ha diritto, entro la data prevista per l applicazione delle nuove condizioni contrattuali, di recedere dal contratto senza spese e di ottenere, in sede di liquidazione del rapporto, l applicazione delle condizioni precedentemente praticate. 3. Se la modifica ha a oggetto il tasso di interesse, la comunicazione al Cliente indica altresì le eventuali conseguenze della modifica sull importo e sulla periodicità delle rate. Per le modifiche del tasso di interesse connesse a variazioni di tassi di riferimento, le informazioni sulle modifiche del tasso di interesse sono fornite periodicamente in forma scritta, anche tramite posta elettronica o pubblicazione sul sito internet. Il tasso di riferimento è comunque reso pubblico con mezzi appropriati ed è disponibile presso le dipendenze della Banca. Articolo A13 Esecuzione degli incarichi 1. La Banca è tenuta ad eseguire gli incarichi conferiti dal Cliente, anche per via telematica e/o telefonica, nei limiti e secondo le previsioni contenute nei singoli contratti dallo stesso conclusi, salva la possibilità della Banca di rifiutarsi di assumere l incarico richiesto, dandone tempestiva comunicazione al Cliente. 2. In assenza di particolari istruzioni del Cliente, la Banca determina le modalità di esecuzione degli incarichi con la necessaria diligenza e comunque tenendo conto degli interessi del Cliente e della natura degli incarichi stessi. 3. In relazione agli incarichi assunti, la Banca, oltre alla facoltà ad essa attribuita dall articolo 1856 codice civile, è comunque autorizzata, ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 1717 codice civile, a farsi sostituire nell esecuzione dell incarico da un proprio corrispondente anche non bancario, senza che per questo risulti diminuita la tutela dei diritti del Cliente. 4. Il Cliente ha facoltà di revocare, ai sensi dell articolo 1373 codice civile, l incarico conferito alla Banca finché l incarico stesso non abbia avuto un principio di esecuzione, compatibilmente con le modalità dell esecuzione medesima. La revoca dell incarico non inficia il vincolo contrattuale esistente tra la Banca e il Cliente.

3 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 3/43 5. In assenza di istruzioni particolari del Cliente, il sistema di esecuzione degli ordini di pagamento o di bonifico sarà determinato dalla Banca in relazione alle procedure utilizzate nell ambito della propria organizzazione. 6. Per le operazioni più ricorrenti e/o ripetitive, quali ad esempio prelevamenti e pagamenti effettuati con la Carta Bancomat e con carte di altro tipo, la Banca si riserva di non inviare al Cliente la relativa lettera contabile, salvo espressa richiesta del Cliente. 7. Le operazioni stesse verranno singolarmente riportate nell estratto conto con specifica causale. 8. La limitazione di responsabilità ai sensi e per gli effetti di cui all articolo 1717 codice civile, prevista nel comma 3, è esclusa nei rapporti in cui il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell articolo 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo, salvo diverso accordo con il Cliente stesso e salvi i casi previsti dalla legge. Articolo A14 Reclami 1. Gli eventuali reclami in merito alle operazioni effettuate dalla Banca per conto del Cliente dovranno essere effettuati entro 90 giorni dalla ricezione da parte del Cliente dell avviso di esecuzione, per lettera, telegramma o per via informatica, a seconda che la comunicazione gli sia stata data per lettera, telegramma o per via informatica. Trascorso il termine indicato al comma precedente, l operato della Banca si intenderà approvato. 2. Il Cliente può rivolgere i reclami di cui al comma precedente all Ufficio reclami della Banca, anche utilizzando l apposita modulistica messa a disposizione del Cliente nell area riservata del sito internet della Banca e, ove ne ricorrano i presupposti, all Arbitro Bancario Finanziario e all Ombudsman Giurì Bancario, seguendo le modalità indicate negli appositi regolamenti il cui testo è allegato al Contratto (Allegato n.2). Articolo A15 Cessione del rapporto Il Cliente autorizza sin d ora la Banca a cedere il Contratto e i diritti e gli obblighi da esso scaturenti ad altro istituto di credito in caso di cessione di rapporti giuridici in blocco così come previsto e regolamentato dall art. 58 del decreto Testo Unico Bancario. Articolo A16 Diligenza - Cause di esclusione della responsabilità Cause di forza maggiore 1. Nei rapporti con il Cliente e, in generale, con tutta la clientela, la Banca osserverà criteri di diligenza in conformità con quanto previsto dall articolo 1176 codice civile. 2. È esclusa la responsabilità della Banca per gli eventuali disservizi e/o pregiudizi che derivino al Cliente da: sospensione o cattivo funzionamento del servizio telefonico, postale o di erogazione dell energia elettrica; serrate o scioperi, anche del personale della Banca, ovunque verificatisi; impedimenti od ostacoli determinati da disposizioni di legge o da atti di autorità nazionali od estere; provvedimenti od atti di natura giudiziaria o fatti di terzi; altre cause non imputabili alla Banca ed in genere ogni impedimento od ostacolo che non possa essere superato con l ordinaria diligenza. 3. L utilizzo del Servizio è consentito 24 ore al giorno per 365 giorni all anno. Il Servizio potrà essere sospeso o interrotto, per motivi tecnici o di forza maggiore, senza che la Banca possa essere ritenuta responsabile delle conseguenze di eventuali interruzioni. La Banca non sarà, in ogni caso, responsabile della mancata fornitura del Servizio in conseguenza di cause ad essa non imputabili tra le quali si indicano, a titolo esemplificativo, quelle dovute a difficoltà ed impossibilità di comunicazioni, a interruzioni nell erogazione dell energia elettrica, a scioperi anche del proprio personale o a fatti di terzi e, in genere, ad ogni impedimento od ostacolo che non possa essere superato con l ordinaria diligenza. Articolo A17 Sospensione o abolizione del servizio 1. La Banca ha facoltà di sospendere e o abolire il Servizio in qualsiasi momento dandone preavviso, ove possibile, per ragioni connesse all efficienza e sicurezza del Servizio medesimo, nonché di sospendere l operatività di singoli clienti, per motivi cautelari. La sospensione o abolizione del Servizio, non inficia il rapporto contrattuale tra le Parti. Articolo A18 Obblighi di riservatezza 1. La Banca adotterà le opportune precauzioni per garantire la riservatezza delle informazioni trattate nell ambito del Servizio. Tuttavia, la Banca non sarà responsabile per la perdita, alterazione o diffusione di informazioni, trasmesse attraverso il Servizio, ascrivibili a difetti di funzionamento del Servizio stesso alla stessa Banca non imputabili o dovuti ad eventi al di fuori del controllo diretto della Banca, fermo restando l onere della prova a suo carico. Articolo A19 Risoluzione stragiudiziale delle controversie. Condizioni di procedibilità. 1. In relazione all obbligo sancito dall art 5, comma 1, del d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28 di esperire il procedimento di mediazione, quale condizione di procedibilità nei casi previsti dalla legge per l esercizio di azioni individuali davanti all Autorità Giudiziaria, le Parti concordano (in attuazione del richiamato art. 5, comma 5) di sottoporre le controversie che dovessero sorgere dal presente contratto all Organismo costituito dal Conciliatore BancarioFinanziario Associazione per la risoluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie ADR, iscritto nel registro degli organismi tenuto presso il Ministero della Giustizia. Nel rispetto della libertà di scelta dell organismo, le Parti anche dopo la sottoscrizione del presente contratto - potranno comunque concordare di rivolgersi ad altro organismo iscritto nel medesimo registro del Ministero di Giustizia. 2. Resta ferma, nei limiti previsti dalla normativa, la possibilità per il Cliente di attivare: a) Con riferimento a controversie attinenti alle operazioni e servizi bancari e finanziari il procedimento di cui all art. 128-bis del d.lgs. 1 settembre 1993 n. 385, e cioè il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario, sistema stragiudiziale gestito da Banca d Italia, che parimenti assolve la condizione di procedibilità di cui al richiamato art. 5 comma 1; b) Con riferimento a controversie attinenti alle operazioni e servizi di investimento il procedimento di cui al d.lgs. 8 ottobre 2007, n. 179, e cioè il ricorso alla Camera di conciliazione istituita presso Consob, che parimenti assolve la condizione di procedibilità di cui al richiamato art. 5 comma 1. Articolo A20 Foro competente 1. Per ogni controversia che potesse sorgere tra il Cliente e la Banca in dipendenza dei rapporti di conto corrente e/o di deposito titoli, e di ogni altro rapporto, di qualunque natura, regolamentato in questo Contratto, il foro competente per le azioni per cui la Banca è convenuta è esclusivamente quello di Milano, mentre quello competente per le azioni intraprese dalla Banca è anche quello in cui si trova la dipendenza della Banca presso cui è incardinato il rapporto oppure il domicilio dichiarato dal Cliente all atto della sottoscrizione del presente contratto. 2. Qualora il Cliente sia un consumatore ai sensi dell articolo 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo il foro competente è quello nella cui circoscrizione si trova la residenza o il domicilio eletto dal Cliente. Articolo A21 Condizione sospensiva 1. L efficacia del Contratto, in relazione all attivazione dei Servizi con la connessione alla rete, è subordinata all ottenimento da parte della Banca della seguente documentazione: a) copia del Contratto sottoscritto dal Cliente con espressa accettazione delle clausole ai sensi degli articoli 1341 e 1342 codice civile; nonché b) avvenuta identificazione e adeguata verifica del Cliente, ai sensi delle disposizioni in materia di antiriciclaggio tempo per tempo vigenti e di quanto previsto all art. A4 del Contratto. A tal fine la Banca confermerà al Cliente su supporto cartaceo o elettronico, l avvenuta ricezione dei documenti richiesti e la regolarità degli stessi. Articolo A22 Limiti operativi 1. Il Cliente, nell impartire disposizioni, è tenuto ad operare entro i limiti assegnati e comunque a fronte del saldo disponibile dei rapporti intrattenuti. Articolo A23 Risoluzione del Contratto 1. Si conviene espressamente la risoluzione del Contratto a norma dell articolo 1456 codice civile, qualora il Cliente: a) non si attenga alle limitazioni tecnico-operative imposte dalla Banca in relazione ai servizi prestati e, in particolare, alla disciplina relativa ai versamenti e alle garanzie richieste per l operatività in strumenti finanziari; b) non corrisponda alla Banca le commissioni e le spese dovute in relazione ai servizi svolti. 2. La risoluzione si verificherà di diritto alla data in cui la Banca comunicherà al Cliente, mediante lettera raccomandata, telegramma o telex che essa intende avvalersi della presente clausola risolutiva espressa. 3. In ogni caso di risoluzione del Contratto ai sensi del presente articolo, la Banca potrà sospendere l esecuzione degli ordini, procedere alla liquidazione anticipata delle operazioni in corso e adottare tutte le misure opportune ai fini dell adempimento delle obbligazioni derivanti da operazioni poste in essere per conto del Cliente, senza pregiudizio di qualsiasi altro rimedio o del risarcimento degli eventuali danni. PARTE B - Norme relative ai conti correnti di corrispondenza e servizi connessi PARTE B Norme relative ai conti correnti di corrispondenza e servizi connessi Profili di conto La Banca rende disponibili ai Clienti i profili di conto specificati nel Contratto. L estensione dei servizi resi disponibili dalla Banca al Cliente è collegata all opzione relativa al profilo di conto prescelto, secondo quanto specificato nel Contratto. Le condizioni economiche applicate dalla Banca, dettagliatamente indicate nell Allegato economico e comunque mantenute costantemente aggiornate nel sito internet della Banca, sono fissate anche in base al profilo di conto prescelto dal Cliente. Sezione I Conto IW La normativa contrattuale riportata in questa sezione I è applicabile al conto IW Articolo B1 Oggetto del contratto di conto corrente 1. Il conto corrente è un contratto con il quale la Banca svolge un servizio di cassa per il Cliente: custodisce le somme depositate e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile). 2. Al conto corrente possono essere collegati altri servizi accessori quali: la carta di debito, la carta di credito, la convenzione assegni, la domiciliazione di pagamenti ricorrenti o utenze, l accensione diun apertura di credito, ecc. Questi servizi sono facoltativi e devono essere oggetto di specifica richiesta del Cliente, accettata dalla Banca. 3. Il presente conto corrente costituisce conto di pagamento ai sensi e per gli effetti dal d.lgs. 27 gennaio 2010 n. 11 e relative disposizioni di attuazione. Articolo B2 Articolazione tecnico-operativa del conto corrente 1. Il conto corrente, articolato in due comparti: (i) comparto ordinario ; (ii) comparto IWPower, rappresenta un rapporto unitario. 2. La Banca effettua gli accrediti a favore del Cliente sul conto corrente ivi inclusi quelli a titolo di interessi secondo quanto previsto nelle relative disposizioni contrattuali imputandole al comparto ordinario. 3. La Banca effettua gli addebiti sul conto corrente secondo quanto previsto nelle relative disposizioni contrattuali imputandole al comparto ordinario. 4. Il Cliente si obbliga a mantenere nel comparto ordinario la disponibilità necessaria a far fronte agli addebiti ivi imputati, fermo restando che, trattandosi di un unico rapporto, la Banca medesima può provvedervi di propria iniziativa a valere dal comparto IWPower. 5. Il Cliente conferisce alla Banca le disposizioni finalizzate ad alimentare il comparto IWPower a valere dal comparto ordinario nonché le disposizioni finalizzate ad alimentare il comparto ordinario a valere dal comparto IWPower seguendo le istruzioni rese note sul sito internet della Banca. 6. La Banca riconosce gli interessi attivi secondo quanto previsto nelle relative condizioni economiche. Articolo B3 Rapporti di dare e avere 1. I rapporti di dare e avere relativi al conto, sia esso debitore o creditore, vengono regolati con identica periodicità, portando in conto con valuta data di regolamento dell operazione gli interessi, e le spese postali, telegrafiche e simili nonché le spese di tenuta e chiusura del conto ed ogni eventuale altra con valuta data di regolamento. 2. Gli interessi - in misura fissa o indicizzata - sono riconosciuti al Cliente o dallo stesso corrisposti nella misura pattuita ed indicata nell Allegato economico e comunque mantenuti costantemente aggiornati nel sito internet della Banca e producono a loro volta interessi nella stessa misura. Qualora l interesse sia indicizzato, le variazioni di tasso conseguenti a variazioni dei parametri prescelti dalle parti e la cui determinazione è sottratta alla volontà delle medesime non sono soggette ad alcuna comunicazione al Cliente da parte della Banca.

4 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 4/43 3. Sul saldo dei conti debitori venuti a cessare per qualsiasi motivo ed anche quando il debito venga ad essere rappresentato da effetti cambiari, gli interessi continueranno a decorrere senza capitalizzazione fino alla data di estinzione del debito e vengono regolati e computati come ai precedenti commi. 4. Salvo diverso accordo, escludendo le ipotesi di apertura di credito o di altra sovvenzione, ad ognuna delle parti è sempre riservato il diritto di esigere il pagamento di tutto quanto sia comunque dovuto. 5. Tutte le obbligazioni del Cliente verso la Banca, ed in particolare quelle dipendenti da eventuali concessioni di fido, si intendono assunte in via indivisibile anche per i suoi aventi causa a qualsiasi titolo. Articolo B4 Estratti conto 1. L invio degli estratti conto in cui sono annotati i movimenti del conto relativi ad entrambi i comparti sarà effettuato dalla Banca, ad ogni chiusura entro il termine di trenta giorni dalla data di chiusura, anche in adempimento degli obblighi di cui all art Cod. Civ. 2. Trascorsi sessanta giorni dalla data di ricevimento degli estratti conto senza che sia pervenuto alla Banca per iscritto un reclamo specifico, gli estratti conto si intenderanno senz altro approvati dal Cliente con pieno effetto riguardo a tutti gli elementi che hanno concorso a formare le risultanze del conto. 3. Nel caso di errori di scritturazione o di calcolo, omissioni o duplicazioni, il Cliente deve proporre l impugnazione, sotto pena di decadenza, entro sei mesi dalla data di ricevimento degli estratti conto; la Banca può ripetere quanto dovuto per le stesse causali e per indebiti accreditamenti entro il termine di prescrizione ordinaria. 4. I libri e le altre scritture contabili della Banca fanno piena prova nei confronti del Cliente e/o dei suoi aventi causa a qualsiasi titolo. 5. La comunicazione dell estratto conto viene effettuata, salva diversa esplicita richiesta del Cliente, con la messa a disposizione nell area riservata del sito Internet della Banca. Articolo B5 Utilizzo di valuta estera e conti in valuta estera 1. Qualora la Banca consenta di utilizzare il conto anche per operazioni da effettuarsi in valuta diversa da quella corrente in Italia, il Cliente può eseguire i versamenti in una qualsiasi delle valute concordate ed il relativo controvalore viene accreditato in conto, previa conversione in Euro o nella valuta pattuita al cambio corrente pubblicizzato dalla Banca alla data di esecuzione della disposizione. 2. Per i conti correnti in valuta estera e le cessioni di cambio a consegna, la Banca si assume unicamente, con espresso esonero da ogni maggiore o diversa obbligazione, l impegno di mettere a disposizione del Cliente (a sua richiesta o a scadenza) crediti verso banche nel Paese dove la valuta stessa ha corso legale o, a scelta della Banca, assegni sulle banche medesime. 3. Resta comunque a carico del Cliente, ai sensi dell articolo 1218 codice civile, ogni vincolo, restrizione, aggravio o perdita dipendente da forza maggiore o da caso fortuito o da disposizioni di Autorità emanate in Italia o all estero o comunque derivante da causa non imputabile alla Banca. Articolo B6 Conti non movimentati 1. Qualora il conto non abbia avuto alcun movimento da oltre un anno e presenti un saldo creditore non superiore a 258,23 (duecentocinquantotto/23) la Banca cessa di corrispondere gli interessi, di addebitare le spese di gestione del conto corrente e di inviare l estratto conto. 2. Non costituiscono movimento del conto le disposizioni del Cliente disciplinate nel comma 5 dell articolo B2. Sezione II Conto Trading e Corporate La normativa contrattuale riportata in questa sezione II è applicabile al conto Trading e Corporate Articolo B7 Oggetto del contratto di conto corrente 1. Il conto corrente è un contratto con il quale la Banca svolge un servizio di cassa per il Cliente: custodisce le somme depositate e gestisce il denaro con una serie di servizi (versamenti, prelievi e pagamenti nei limiti del saldo disponibile). 2. Al conto corrente possono essere collegati altri servizi accessori quali: la carta di debito, la carta di credito, la convenzione assegni, la domiciliazione di pagamenti ricorrenti o utenze, l accensione diun apertura di credito, ecc. Questi servizi sono facoltativi e devono essere oggetto di specifica richiesta del Cliente, accettata dalla Banca. 3. Il presente conto corrente costituisce conto di pagamento ai sensi e per gli effetti dal d.lgs. 27 gennaio 2010 n. 11 e relative disposizioni di attuazione. Articolo B8- Rapporti di dare e avere 1. I rapporti di dare e avere relativi al conto, sia esso debitore o creditore, vengono regolati con identica periodicità, portando in conto con valuta data di regolamento dell operazione gli interessi, e le spese postali, telegrafiche e simili nonché le spese di tenuta e chiusura del conto ed ogni eventuale altra con valuta data di regolamento. 2. Gli interessi - in misura fissa o indicizzata - sono riconosciuti al Cliente o dallo stesso corrisposti nella misura pattuita ed indicata nell Allegato economico e comunque mantenuti costantemente aggiornati nel sito internet della Banca e producono a loro volta interessi nella stessa misura. Qualora l interesse sia indicizzato, le variazioni di tasso conseguenti a variazioni dei parametri prescelti dalle parti e la cui determinazione è sottratta alla volontà delle medesime non sono soggette ad alcuna comunicazione al Cliente da parte della Banca. 3. Sul saldo dei conti debitori venuti a cessare per qualsiasi motivo ed anche quando il debito venga ad essere rappresentato da effetti cambiari, gli interessi continueranno a decorrere senza capitalizzazione fino alla data di estinzione del debito e vengono regolati e computati come ai precedenti commi. 4. Salvo diverso accordo, escludendo le ipotesi di apertura di credito o di altra sovvenzione, ad ognuna delle parti è sempre riservato il diritto di esigere il pagamento di tutto quanto sia comunque dovuto. 5. Tutte le obbligazioni del Cliente verso la Banca, ed in particolare quelle dipendenti da eventuali concessioni di fido, si intendono assunte in via indivisibile anche per i suoi aventi causa a qualsiasi titolo. Articolo B9 Estratti conto 1. L invio degli estratti conto in cui sono annotati i movimenti del conto relativi ad entrambi i comparti sarà effettuato dalla Banca, ad ogni chiusura entro il termine di trenta giorni dalla data di chiusura, anche in adempimento degli obblighi di cui all art Cod. Civ. 2. Trascorsi sessanta giorni dalla data di ricevimento degli estratti conto senza che sia pervenuto alla Banca per iscritto un reclamo specifico, gli estratti conto si intenderanno senz altro approvati dal Cliente con pieno effetto riguardo a tutti gli elementi che hanno concorso a formare le risultanze del conto. 3. Nel caso di errori di scritturazione o di calcolo, omissioni o duplicazioni, il Cliente deve proporre l impugnazione, sotto pena di decadenza, entro sei mesi dalla data di ricevimento degli estratti conto; la Banca può ripetere quanto dovuto per le stesse causali e per indebiti accreditamenti entro il termine di prescrizione ordinaria. 4. I libri e le altre scritture contabili della Banca fanno piena prova nei confronti del Cliente e/o dei suoi aventi causa a qualsiasi titolo. 5. La comunicazione dell estratto conto viene effettuata, salva diversa esplicita richiesta del Cliente, con la messa a disposizione nell area riservata del sito Internet della Banca. Articolo B10 Utilizzo di valuta estera e conti in valuta estera 1. Qualora la Banca consenta di utilizzare il conto anche per operazioni da effettuarsi in valuta diversa da quella corrente in Italia, il Cliente può eseguire i versamenti in una qualsiasi delle valute concordate ed il relativo controvalore viene accreditato in conto, previa conversione in Euro o nella valuta pattuita al cambio corrente pubblicizzato dalla Banca alla data di esecuzione della disposizione. 2. Per i conti correnti in valuta estera e le cessioni di cambio a consegna, la Banca si assume unicamente, con espresso esonero da ogni maggiore o diversa obbligazione, l impegno di mettere a disposizione del Cliente (a sua richiesta o a scadenza) crediti verso banche nel Paese dove la valuta stessa ha corso legale o, a scelta della Banca, assegni sulle banche medesime. 3. Resta comunque a carico del Cliente, ai sensi dell articolo 1218 codice civile, ogni vincolo, restrizione, aggravio o perdita dipendente da forza maggiore o da caso fortuito o da disposizioni di Autorità emanate in Italia o all estero o comunque derivante da causa non imputabile alla Banca. Articolo B11 Conti non movimentati 1. Qualora il conto non abbia avuto alcun movimento da oltre un anno e presenti un saldo creditore non superiore a 258,23 (duecentocinquantotto/23) la Banca cessa di corrispondere gli interessi, di addebitare le spese di gestione del conto corrente e di inviare l estratto conto. Sezione III Disposizioni comuni al Conto IW e al Conto Trading e Corporate La normativa contrattuale riportata in questa sezione III è applicabile al conto IW al conto Trading e Corporate Sottosezione I Servizi di pagamento - Disposizioni Generali Articolo B12 - Ambito di applicazione. 1. La presente sottosezione si applica a tutti i servizi di pagamento regolati sul conto corrente di cui al presente contratto (come, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo: bonifici, carte di pagamento, addebiti diretti, rimesse di denaro), se prestati all interno della Comunità europea ed effettuati in euro o nella valuta ufficiale di uno Stato membro dell Unione europea non appartenente all area dell euro (per esempio, sterlina inglese) o di uno Stato appartenente allo Spazio Economico Europeo. 2. La presente sottosezione non si applica ai servizi di pagamento non soggetti alla normativa sui servizi di pagamento tra cui le operazioni di pagamento collegate all amministrazione degli strumenti finanziari, compresi i dividendi, le entrate o altre distribuzioni, nonché i rimborsi e i proventi di cessioni. Articolo B13 - Utilizzazione dei servizi di pagamento. 1. Per l utilizzazione dei servizi di pagamento e dei relativi strumenti di pagamento il Cliente deve seguire scrupolosamente le specifiche istruzioni, norme e condizioni stabilite per i singoli servizi e riportate nel presente capitolo. 2. In ogni caso, fermi restando i diritti del Cliente, la Banca è autorizzata a farsi sostituire da soggetti terzi per l esecuzione degli ordini di pagamento. Articolo B14 - Misure di tutela e correttive. 1. Il Cliente ottiene una rettifica dalla Banca solo se, venuto a conoscenza di un operazione di pagamento non autorizzata o effettuata in modo difforme da quanto correttamente disposto, ne dà pronta e immediata comunicazione alla Banca 2. In ogni caso la Banca può non procedere ad alcuna rettifica se il Cliente effettua la comunicazione di cui al comma precedente oltre 13 mesi dalla data di addebito dell operazione di pagamento non autorizzata o effettuata in modo difforme rispetto a quanto previsto. 3. Fermo restando quanto previsto dai precedenti commi 1 e 2, nel caso di un operazione non autorizzata o eseguita in modo inesatto la Banca, effettuati i dovuti riscontri e fatto salvo il caso di frode del Cliente, provvede a rimborsare senza indugio il Cliente, riportando il conto corrente addebitato nello stato in cui si sarebbe trovato se l operazione di pagamento non autorizzata o eseguita in modo inesatto non avesse avuto luogo. Articolo B15 - Mancata o inesatta esecuzione di operazioni di pagamento. 1. Per le operazioni di pagamento disposte dal Cliente, la Banca risponde della loro corretta esecuzione solo fino al momento del ricevimento dell importo dell operazione da parte della banca o del prestatore di servizi di pagamento del beneficiario. 2. Per le operazioni di pagamento di cui il Cliente è beneficiario, la Banca risponde della corretta esecuzione dell operazione dal momento della ricezione dei fondi fino al momento della messa a disposizione dell importo dell operazione a favore del Cliente medesimo. 3. Se la Banca è responsabile ai sensi dei precedenti commi 1 e 2, risarcisce senza indugio al Cliente l importo dell operazione di pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto e, se del caso, riporta il conto corrente addebitato nello stato in cui si sarebbe trovato se l operazione di pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto non avesse avuto luogo, salvo che il Cliente voglia mantenere ferma l esecuzione dell operazione di pagamento eseguita in modo inesatto. 4. In ogni caso di mancata o inesatta esecuzione, il Cliente può chiedere alla Banca di rintracciare l operazione di pagamento e di esserne prontamente informato. 5. Nei confronti del Cliente che sia beneficiario di un operazione di pagamento che risulti non autorizzata o inesatta o legittimamente ripudiata, ai sensi di legge, da parte del pagatore, così come in caso di mancata o parziale ricezione dei relativi fondi da parte dell intermediario del pagatore o di un suo tramite, la Banca può stornarne il relativo importo, dandone comunicazione, con qualsiasi mezzo, al Cliente.

5 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 5/43 Articolo B16 - Identificativo unico. 1. Quando un operazione di pagamento è eseguita conformemente all eventuale identificativo unico stabilito per ciascun servizio e fornito dal Cliente, l ordine di pagamento si ritiene eseguito correttamente per quanto riguarda il beneficiario e/o il conto indicato dall identificativo unico, anche se l ordine reca ulteriori informazioni anche non coerenti con il medesimo identificativo unico. 2. Se l identificativo unico fornito dal Cliente è inesatto, la Banca non è responsabile della mancata o inesatta esecuzione dell ordine di pagamento. Su richiesta del Cliente e previo pagamento delle relative spese, la Banca si attiva comunque per recuperare, per quanto possibile, i fondi oggetto dell operazione di pagamento eseguita in presenza di un identificativo unico inesatto. Articolo B17 - Ripartizione delle spese. 1.Per le operazioni di pagamento che non comportano alcuna conversione valutaria da parte della Banca del pagatore, il pagatore e il beneficiario sostengono ciascuno le spese applicate dalle rispettive banche o prestatori di servizi di pagamento. Articolo B18 - Autorizzazione a eseguire un operazione di pagamento e revoca dell autorizzazione. 1. Il Cliente deve disporre le operazioni di pagamento collegandosi con la Banca attraverso la rete telematica o, alternativamente, per via telefonica, in base a quanto previsto dalle disposizioni di cui alla Parte A Disposizioni Generali del Servizio di Banca Telematica e autorizzando, nei modi previsti, la disposizione dei singoli ordini di pagamento, fermo restando le specifiche disposizioni previste in caso di utilizzo di strumenti di pagamento. 2. In mancanza di autorizzazione espressa conformemente al comma precedente, l operazione di pagamento si considera non autorizzata e, pertanto, la Banca può non darvi seguito alcuno. 3. Il Cliente può revocare le operazioni di pagamento, già autorizzate, non oltre il momento in cui le stesse abbiano avuto un principio di esecuzione, fatti salvi eventuali diversi termini di irrevocabilità previsti per i singoli servizi di pagamento. 4. Una volta spirati i termini di irrevocabilità di cui al comma precedente, l ordine di pagamento può essere revocato solo se, compatibilmente con le modalità di esecuzione, vi è accordo fra il Cliente e la Banca. 5. Nel caso di autorizzazione di incarichi soggetti a esecuzione continuata o periodica, l eventuale revoca non ha effetto alcuno sugli ordini già eseguiti o in corso di esecuzione. 6. In ogni caso la revoca va comunicata alla Banca in forma scritta, fatta salva ogni diversa modalità previamente ed esplicitamente pattuita con la Banca, anche in relazione ai singoli servizi di pagamento. Articolo B19 - Ricezione degli ordini. 1. Salvo il caso in cui sia diversamente indicato, il momento di ricezione di un ordine di pagamento è quello in cui l ordine medesimo è ricevuto dalla Banca. 2. Se il momento di ricezione cade in una giornata non operativa della Banca, l ordine di pagamento è considerato ricevuto la prima giornata operativa successiva. 3. La Banca può stabilire per i singoli servizi di pagamento un limite orario (cut-off) oltre il quale gli ordini di pagamento ricevuti non saranno respinti (fatto comunque salvo quanto previsto dall art. B15), ma verranno eseguiti considerandoli ricevuti la prima giornata operativa successiva. 4. Il Cliente, salvo se diversamente previsto, può disporre ordini di pagamento con data di esecuzione futura: in questo caso l ordine si intende ricevuto in tale data e il conto corrente di addebito dovrà presentare disponibilità sufficienti al momento dell esecuzione dell ordine, diversamente la Banca può non darvi corso restando esonerata da qualsiasi responsabilità in proposito. Se detta data futura cade in una giornata non operativa della Banca, vale quanto disposto dal precedente comma La Banca darà esecuzione a eventuali ordini di pagamento recanti una data di esecuzione anteriore a quella di ricezione degli stessi considerando come data di esecuzione la data di effettiva ricezione. 6. Se il Cliente dispone un ordine di pagamento fornendo, oltre alla data di esecuzione richiesta o determinata ai sensi dei precedenti commi, ulteriori indicazioni (per esempio, la data valuta banca beneficiario) incompatibili con la predetta data di esecuzione, la Banca esegue l ordine facendo prevalere, in ogni caso, la data di esecuzione richiesta o determinata ai sensi dei precedenti commi. 7. La Banca può chiedere il rimborso degli oneri eventualmente richiesti da altri intermediari o dai sistemi di pagamento se il Cliente chiede l accredito al beneficiario (o l addebito al pagatore, se il Cliente opera in veste di beneficiario) in data o con valuta di accredito o di addebito non compatibile con la data di ricezione dell ordine (quando l operazione sia comunque consentita dalla Banca e dai sistemi di pagamento previo pagamento di penali o altre somme a titolo di compensazione dell intermediario). 8. In ogni caso la Banca procede, ai sensi dei precedenti commi, all esecuzione degli ordini di pagamento disposti dal Cliente solo se il conto corrente di addebito presenta disponibilità sufficienti al momento dell esecuzione medesima: in caso contrario, la Banca può non darvi corso, restando esonerata da ogni e qualsiasi responsabilità al riguardo. Articolo B20 - Rifiuto degli ordini di pagamento. 1. Se sono soddisfatte tutte le condizioni stabilite per i singoli servizi di pagamento, la Banca non può rifiutarsi di dare esecuzione a un ordine di pagamento regolarmente autorizzato, salvo che ciò sia vietato da pertinenti disposizioni di legge (come nel caso, a titolo meramente esemplificativo e non esaustivo, di motivi di antiriciclaggio o di antiterrorismo). 2. Se la Banca si rifiuta di dare esecuzione a un ordine di pagamento, ne dà comunicazione al Cliente, salvo che ciò sia vietato da pertinenti disposizioni di legge, con qualsiasi mezzo, entro il giorno operativo successivo alla ricezione dell ordine e, comunque, non oltre il termine entro il quale l ordine, se non fosse rifiutato, verrebbe eseguito; in questa comunicazione indica, ove possibile, i motivi del rifiuto e, se del caso, le procedure per correggere eventuali errori materiali che abbiano condotto al rifiuto. 3. Un ordine di pagamento rifiutato si considera come mai ricevuto. 4. In caso di rifiuto obiettivamente giustificato, la Banca può addebitare le spese previste nell allegato documento di sintesi per la comunicazione del rifiuto. 5. La Banca non risponde di eventuali disservizi derivanti da errata interpretazione delle istruzioni impartite dal Cliente che siano imprecise o di difficile lettura. Articolo B21 - Momento di ricezione, tempi di esecuzione, disponibilità delle somme, termini di stornabilità, data valuta di addebito o di accredito, tassi, spese, oneri, commissioni e penali. 1. Il momento di ricezione e i tempi di esecuzione degli ordini di pagamento, la disponibilità delle somme accreditate, i termini di stornabilità delle operazioni, la data di valuta dell addebito o dell accredito, i tassi di riferimento, le spese, gli oneri, le commissioni e le penali a carico del Cliente sono indicati nelle norme disciplinanti i singoli servizi ovvero nell Allegato Economico. Articolo B22 - Informazioni in merito alle singole operazioni di pagamento. 1. Prima dell esecuzione di un ordine di pagamento la Banca, ove consentito dal mezzo o dal canale utilizzato per disporre l ordine, su richiesta del Cliente fornisce informazioni sui tempi massimi di esecuzione e sulle spese che il Cliente medesimo deve corrispondere, con le stesse modalità con le quali il Cliente intende disporre l ordine di pagamento o con qualsiasi altro mezzo idoneo. 2. Successivamente all esecuzione di un ordine di pagamento, fatti salvi diversi obblighi di legge, la Banca rende disponibili al Cliente le seguenti informazioni: a) un riferimento che consenta al Cliente di individuare l operazione di pagamento; b) per gli ordini di pagamento disposti dal Cliente: i dati relativi al beneficiario (ove disponibili) e la data di valuta dell addebito; c) per gli ordini di pagamento di cui il Cliente è beneficiario: i dati relativi all ordinante (ove disponibili), le eventuali informazioni trasmesse con la medesima operazione di pagamento nonché la data di valuta dell accredito; d) l importo dell operazione espresso nella valuta del conto corrente di regolamento o in quella utilizzata per disporre l ordine di pagamento; e) l importo di tutte le spese (compresa la loro suddivisione) e degli eventuali interessi; f) se del caso, il tasso di cambio utilizzato e l importo dell operazione prima e dopo la conversione valutaria. 3. Le informazioni di cui al precedente comma saranno disponibili presso la Banca per un periodo non superiore a 13 mesi dalla data di regolamento di ciascuna operazione di pagamento. 4. Le informazioni di cui al precedente comma 2 sono rese al Cliente per via telematica, su supporto durevole Se il Cliente richiede informazioni ulteriori o più frequenti rispetto a quelle indicate al precedente comma 2, oppure la trasmissione di informazioni con strumenti diversi da quelli specificati nel presente contratto, il Cliente dovrà corrispondere le relative spese 5. Una volta decorso il termine di cui al precedente comma 3, restano in ogni caso fermi, ai sensi di legge, gli eventuali diritti del Cliente e dei suoi successori di ottenere copia delle operazioni previo pagamento delle relative spese. 6. Se il Cliente ha già ottenuto, in qualunque modo, le informazioni di cui al precedente comma 2, eventuali copie delle stesse (purché relative a operazioni di pagamento poste in essere negli ultimi 10 anni) saranno fornite entro 90 giorni dalla data di richiesta e previo pagamento delle relative spese. Articolo B23 Esecuzione di operazioni tramite altri intermediari abilitati 1. La Banca può consentire, previa stipula di apposite convenzioni con altri intermediari abilitati, che il Cliente, rivolgendosi alle strutture operative di altri intermediari abilitati, possa effettuare: (i) operazioni di versamento e prelevamento, che verranno contabilizzati sul proprio conto corrente presso la Banca; (ii) operazioni di carattere amministrativo e, in particolare, il ritiro dei libretti di assegni. 2. Nei casi di cui al precedente comma 1, il Cliente prende atto che la Banca può imporre particolari limiti operativi anche nell importo dei versamenti e dei prelevamenti. 3. In relazione alle convenzioni con altri intermediari abilitati stipulate o che saranno successivamente stipulate dalla Banca, il Cliente prende atto che la Banca le rende note ai Clienti, unitamente alle istruzioni tecnico-operative e alle limitazioni di cui al precedente comma 2 di questo articolo, mediante apposite pagine del proprio sito Internet. 4. Le condizioni economiche applicate ai servizi prestati per il tramite di altri intermediari abilitati sono specificate nell Allegato Economico e comunque mantenute costantemente aggiornate nel sito Internet della Banca. 5. Il Cliente prende atto ed accetta che la Banca si riserva la facoltà di sospendere o abolire i servizi disciplinati in questo articolo in qualsiasi momento, previa comunicazione ai clienti effettuata anche in forma generalizzata tramite avviso inserito nel proprio sito internet. Articolo B24 -Esclusione di responsabilità. 1.La Banca non risponde dei casi di forza maggiore e di caso fortuito che possono verificarsi presso la Banca medesima o presso corrispondenti, anche non bancari, così come ogni qual volta essa abbia agito in conformità con i vincoli derivanti da obblighi di legge o da disposizioni delle competenti Autorità. Articolo B25 - Rinvio. 1. Per quanto non espressamente previsto nelle Disposizioni Generali della presente Sottosezione, trovano applicazione le disposizioni e le condizioni previste dalle presenti Norme contrattuali per la prestazione del servizio di Banca telematica. Articolo B26 - Conto di pagamento e contratto quadro. 1. Le presenti Norme contrattuali, relativamente alla disciplina del conto corrente, sono da intendersi quale contratto quadro ai sensi della normativa per tutti i servizi di pagamento regolati a valere sul medesimo conto corrente. 2. La cessazione per qualsiasi motivo (ivi compresa l ipotesi di recesso da parte del Cliente o della Banca) dei rapporti contrattuali relativi ai singoli servizi di pagamento non comporta di per sé alcun effetto sulle presenti Norme contrattuali, che rimangono in essere. 3. Il recesso da parte del Cliente o della Banca dalle presenti Norme Contrattuali costituisce giustificato motivo per l automatico e contestuale recesso da tutti i rapporti contrattuali relativi ai singoli sistemi di pagamento che siano regolati a valere sul medesimo conto corrente, senza che vi sia necessità di apposita comunicazione. Ciò vale anche in caso di cessazione, per qualsiasi altro motivo, del rapporto contrattuale relativo al conto corrente. Articolo B27 - Modifiche delle condizioni contrattuali. 1. In qualunque momento la Banca può modificare unilateralmente le condizioni contrattuali relative ai servizi di pagamento, dandone comunicazione al Cliente con un preavviso di almeno 2 mesi rispetto alla data di applicazione prevista. Tale comunicazione sarà effettuata tramite invio di e mail all indirizzo di posta elettronica indicato dal Cliente. 2. Nell ipotesi di cui al comma precedente, la modifica delle condizioni contrattuali si ritiene accettata dal Cliente a meno che questi non comunichi alla Banca, prima della data prevista per l applicazione della modifica, che non intende accettarla, recedendo dal contratto senza spese, purché il recesso avvenga prima della data prevista per l applicazione della modifica. 3. Le modifiche dei tassi di interesse o di cambio relativi ai servizi di pagamento possono essere applicate con effetto immediato e senza preavviso purché, nel caso di variazioni sfavorevoli per il Cliente, ciò sia conseguenza della variazione dei tassi di interesse o di cambio di riferimento prescelti e convenuti fra le parti e, se la modifica riguarda i tassi di interesse, di ciò ne sia fornita comunicazione al Cliente, anche nell ambito delle comunicazioni periodiche dovute per legge. 4. Se il Cliente riveste la qualità di consumatore ai sensi della normativa, la Banca può modificare le condizioni contrattuali solo se sussiste un giustificato motivo.

6 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 6/43 Articolo B28 - Recesso. 1. Fermo restando quanto previsto dall art. B27, in qualunque momento il Cliente può recedere dai servizi e dagli strumenti di pagamento a valere sul contratto quadro, senza penalità e senza spese di chiusura, dandone preventiva comunicazione alla Banca a mezzo lettera raccomandata a.r. 2. Fermo restando quanto previsto dall art. B27 la Banca può recedere dai servizi e dagli strumenti di pagamento a valere sul contratto quadro, dandone preavviso almeno 2 mesi prima al Cliente, fermo restando che, in caso di giustificato motivo ai sensi dell art. 33, terzo comma, del D. Lgs. n. 206/2005, la Banca può recedere senza necessità di preavviso, dandone tempestiva comunicazione al Cliente. La comunicazione di recesso viene trasmessa tramite invio di e mail all indirizzo di posta elettronica indicato dal Cliente. 3. Le spese addebitate periodicamente per i servizi di pagamento, di cui all art. B13, prestati nel periodo antecedente il recesso sono dovute in misura proporzionale a tale periodo e, se pagate anticipatamente per intero, sono proporzionalmente rimborsate. Articolo B29 - Esposti. Il Cliente può presentare esposti alla Banca d Italia. Sottosezione II Versamenti sul conto corrente Articolo B30 Accredito di bonifici e rimesse di mezzi di pagamento 1. Salvo espressa istruzione contraria, resta convenuto che tutti i bonifici e le rimesse, disposti da terzi a favore del Cliente, gli saranno accreditati in conto corrente. 2. Perché l ordine di pagamento tramite bonifico sia eseguito correttamente sul conto corrente del Cliente beneficiario, è necessaro che l ordinante indichi, oltre il corretto nominativo del Cliente beneficiario, il corretto codice IBAN (International Bank Account Number) del conto corrente da accreditare. Tale codice deve essere fornito preventivamente dal Cliente al proprio pagatore prima dell esecuzione del bonifico. 3. L errata indicazione del nominativo del Cliente beneficiario e/o il mancato o errato utilizzo del codice IBAN comporta, qualora non sia possibile per la Banca identificare in modo certo e univoco il beneficiario, il rifiuto dell operazione di pagamento alla Banca dell ordinante. 4. Sui conti correnti cointestati verranno accreditati anche i bonifici e le rimesse indirizzati solo ad uno dei cointestatari, purché sia univoca l indicazione del codice IBAN (International Bank Account Number) del conto di destinazione. 5. L importo degli assegni bancari, assegni circolari, vaglia od altri titoli similari è accreditato con riserva di verifica e salvo buon fine ed è disponibile appena decorsi i termini indicati nell Allegato Economico. La Banca può prorogare detti termini solo in presenza di cause di forza maggiore verificatesi presso la Banca medesima e/o presso corrispondenti, anche non bancari. Di tale proroga la Banca dà pronta notizia ai Clienti, mediante comunicazione inviata via posta elettronica. 6. La valuta applicata all accreditamento determina unicamente la decorrenza degli interessi senza conferire al Cliente alcun diritto circa la disponibilità dell importo. 7. Qualora tuttavia la Banca consenta di disporre, in tutto o in parte, di tale importo prima che siano decorsi i termini di disponibilità ed ancorché sull importo sia iniziata la decorrenza degli interessi, ciò non comporterà affidamento di analoghe concessioni per il futuro. Prima del decorso di detti termini, la Banca si riserva il diritto di addebitare in qualsiasi momento l importo dei titoli accreditati, nonché di esercitare in caso di mancato incasso tutti i diritti ed azioni, compresi quelli di cui all articolo 1829 codice civile, nonché la facoltà di effettuare, in qualsiasi momento, l addebito in conto 8. Decorsi i termini di disponibilità, resta comunque inteso che la Banca mantiene il diritto, ove ne ricorrano i presupposti, di agire direttamente nei confronti del Cliente per il recupero dell importo dei titoli direttamente pagati. 9. L importo di effetti, ricevute e documenti similari è accreditato con riserva di verifica e salvo buon fine, e non è disponibile prima che la Banca ne abbia effettuato la verifica o l incasso e che dell avvenuto incasso abbia avuto conoscenza. Ai versamenti di questi titoli si applicano le disposizioni di cui ai precedenti conti, in quanto compatibili. Articolo B31 Disponibilità e valute dei bonifici da accreditare nel mercato interno europeo 1. Per i bonifici in euro ricevuti nell ambito del mercato interno europeo, la Banca rende disponibile sul conto del proprio Cliente l importo del bonifico non appena riceve i fondi, a condizione che i dati relativi al nominativo del Cliente e il codice IBAN del conto da addebitare siano corretti. 2. Qualora il nominativo del Cliente e/o il codice IBAN non siano corretti, ma sia possibile individuare in modo certo e univoco il beneficiario, poiché la procedura informatica sottostante, per motivi di sicurezza, tiene in sospeso le partite e richiede un intervento manuale, l importo è reso disponibile immediatamente appena effettuato il controllo e l identificazione certa del Cliente beneficiario. Articolo B32 Versamenti per corrispondenza tramite i servizi postali 1. Il Cliente può versare per corrispondenza contanti, assegni e vaglia allegando la distinta di presentazione valori, datata e firmata, dalla quale deve risultare il dettaglio dei valori contenuti, il numero del conto corrente nonché l esatta intestazione del medesimo. La spedizione del plico, a cura del Cliente, può avvenire esclusivamente tramite vettori specializzati ed il relativo rischio è esclusivamente a carico del Cliente, non rispondendo la Banca dello smarrimento, sottrazione o distruzione durante il trasporto. Non è consentito effettuare in un unico plico versamenti su più di un conto corrente e ciascuna spedizione deve riguardare un solo plico. La Banca provvede ad aprire il plico apponendo sulla stessa il timbro di ricezione con l indicazione della data di arrivo che determina il giorno in cui si considera effettuato il versamento e dà notizia dell accreditamento sul conto corrente dei valori ricevuti tramite l estratto conto inviando direttamente per posta o per via telematica al Cliente la conferma dell operazione. 2. Il versamento e la presentazione dei titoli si considerano avvenuti solo al momento in cui essi pervengono materialmente allo sportello bancario della Banca e, qualora venga accertata una irregolarità nei titoli o una discordanza tra le indicazioni risultanti nella distinta di presentazione e l accertata consistenza dei valori, la Banca stessa procederà, dandone comunicazione al Cliente, alla registrazione del versamento per il solo importo accertato e regolare, e facendo fede, ad ogni fine, le risultanze del controllo compiuto dalla Banca. Se sono versati valori contanti, ai fini del rispetto della normativa sui servizi di pagamento nel mercato interno europeo e dei termini di esecuzione dalla stessa indicati, il versamento si intende effettuato in tale giorno lavorativo bancario.qualsiasi azione o reclamo del Cliente, da inoltrarsi per iscritto, inerente ai versamenti in tal modo effettuati per corrispondenza devono essere proposti nel termine di 120 giorni decorrenti dalla data di spedizione del plico. Articolo B33 Servizi di incasso e di accettazione 1. I servizi di incasso e di accettazione di effetti, di documenti e di assegni sono fatti per conto del Cliente ed a suo rischio, non rispondendo la Banca delle conseguenze derivanti da cause ad essa non imputabili, ivi compresi, esemplificativamente, scioperi del proprio personale, irregolarità dei titoli, indicazioni erronee o contraddittorie del Cliente, la consegna da parte del Cliente degli effetti e degli assegni in termini tali da non consentire ragionevolmente la presentazione in tempo utile, disservizi imputabili al servizio postale o a corrieri autorizzati, fatti od omissioni imputabili alle banche trattarie od emittenti degli assegni o domiciliatarie degli effetti. Sottosezione III - Servizi accessori al conto corrente Capitolo I - Servizio assegni Articolo B34 Disposizioni con assegni 1. Le disposizioni con assegni sul conto presso la Banca si effettuano, salvo diverso accordo, mediante l uso di moduli per assegni forniti dalla Banca contro rimborso del costo. 2. Il Cliente è tenuto a custodire con ogni cura i moduli di assegni ed i relativi moduli di richiesta, restando responsabile, salvo il caso di dolo o colpa grave della Banca, di ogni dannosa conseguenza che potesse risultare dalla perdita, dalla sottrazione, o dall uso abusivo o illecito dei moduli stessi, della cui perdita o sottrazione deve dare comunicazione alla Banca. Nel caso in cui il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art.. 3, comma 1, lettera a), del codice del Consumo resta salva la responsabilità della Banca ogni volta che la conseguenza dannosa derivante dalla perdita, dalla sottrazione, o dall uso abusivo od illecito dei moduli di assegni possa essere evitata dalla Banca utilizzando l ordinaria diligenza. 3. Con la cessazione del rapporto di conto corrente i moduli non utilizzati devono essere restituiti alla Banca. 4. In caso di prelievi effettuati mediante strumenti di pagamento elettronici in conformità alle Norme che regolano ciascuno di detti servizi, la Banca - qualora per effetto di tali prelievi le disponibilità in conto fossero divenute insufficienti - non provvederà al pagamento degli eventuali assegni che ad essa pervenissero per il pagamento, ancorché emessi in data anteriore a quella del prelievo ed ancorché del prelievo stesso la Banca abbia notizia successivamente al ricevimento o alla presentazione degli assegni stessi, ma prima dell addebito in conto. 5. In caso di pluralità di conti, la Banca non è tenuta al pagamento degli assegni tratti su conti con disponibilità insufficiente, indipendentemente dalla eventuale presenza di fondi su altri conti di pertinenza dello stesso Cliente. 6. Il Cliente è impegnato nei confronti della Banca a mantenere nel comparto ordinario del conto la disponibilità sufficiente al pagamento degli assegni tratti sul conto medesimo, fermo restando che la Banca può provvedervi di sua iniziativa a valere sul comparto IWPower. Articolo B35 Pagamento degli assegni 1. Il pagamento degli assegni emessi dal Cliente, in caso di cessazione della relativa facoltà di disposizione, è regolato come segue: a) in caso di recesso, da parte del Cliente o della Banca, dal contratto di conto corrente e/o dalla inerente convenzione di assegno, la Banca non può onorare gli assegni emessi con data posteriore a quella in cui il recesso è divenuto operante con la comunicazione di recesso; b) in caso di recesso, da parte della Banca, dall apertura di credito di cui al successivo articolo B70, il Cliente è tenuto a costituire indilatamente i fondi necessari per il pagamento degli assegni emessi prima del ricevimento della comunicazione di recesso dei quali non sia decorso il termine di presentazione; c) la Banca, quando intenda avvalersi della compensazione tra crediti non liquidi ed esigibili, non può onorare gli assegni emessi dal Cliente con data posteriore alla ricezione, da parte di quest ultimo, della comunicazione relativa alla volontà di valersi della compensazione, nei limiti in cui sia venuta meno la disponibilità esistente nel conto. Nel caso, invece, in cui la Banca comunichi il recesso dall apertura di credito ai sensi dell art. B70 lettera c), la compensazione si intende operata al momento stesso in cui il Cliente deve provvedere al pagamento di quanto dovuto. Il Cliente è inoltre tenuto a costituire indilatamente i fondi necessari anche per il pagamento degli assegni emessi prima del ricevimento della comunicazione di recesso, e dei quali non sia spirato ancora il termine di presentazione, sul conto o sui conti a debito dei quali la compensazione si è verificata e nei limiti in cui la disponibilità del conto o dei conti medesimi sia venuta meno per effetto della compensazione stessa. Analogo obbligo fa carico al Cliente in ogni caso in cui si verifichi la compensazione di legge tra crediti liquidi ed esigibili. 2. Le disposizioni del presente articolo si applicano anche nel caso di conti intestati a più persone. Articolo B36 Termine di esecuzione delle disposizioni con assegni 1. Gli assegni pagati dalla Banca vengono addebitati sul conto del Cliente con valuta data di emissione; nel caso di assegni postdatati, la valuta è quella della data di pagamento ai sensi dell art. 31 della Legge assegni. 2. Gli assegni versati vengono accreditati sul conto del Cliente con i giorni valuta indicati nell Allegato economico, che decorrono dalla data di versamento dell assegno. Qualora l assegno sia presentato allo sportello bancario di IWBank, quale data di versamento si considera il giorno in cui il titolo è presentato allo sportello della Banca entro l orario di svolgimento del servizio di pagamento assegni, definito nell Allegato economico. In caso di presentazione dell assegno oltre l orario di svolgimento del servizio, quale data di versamento si considera il giorno di calendario successivo rispetto a quello di presentazione dell assegno. Qualora l assegno sia presentato presso altri intermediari abilitati convenzionati con IWBank, quale data di versamento si intende la data in cui l assegno perviene materialmente allo sportello bancario di IWBank, a seguito di trasmissione da parte dell intermediario convenzionato. 3. Salvo diverso accordo e fermo restando quanto disposto nel successivo articolo B70 per l ipotesi di apertura di credito o di sovvenzione, ad ognuna delle parti è sempre riservato il diritto di esigere l immediato pagamento di tutto quanto sia comunque dovuto, nonché di recedere, in qualsiasi momento, con il preavviso di un giorno, dal contratto di conto corrente e dalla inerente convenzione di assegno.

7 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 7/43 Capitolo II - Operazioni di Pagamento Attive Articolo B37 Descrizione del servizio e termini di esecuzione dei bonifici 1. Il bonifico è un servizio di pagamento mediante il quale il Cliente può trasferire una somma di denaro a favore di un altro soggetto beneficiario. 2. La provvista necessaria per l esecuzione del bonifico deve essere messa disposizione della banca, consentendo l addebito del Conto Corrente del Cliente per una somma pari all importo dell operazione di pagamento 3. Per i pagamenti in euro effettuati nell ambito del mercato interno europeo, dal momento della ricezione di un ordine di pagamento, l importo dell operazione di pagamento è reso disponibile alla banca del beneficiario entro la giornata lavorativa successiva alla data di esecuzione. 4. Le previsioni di cui al precedente comma 3 di questo articolo non si applicano ai bonifici effettuati su incarico del Cliente al di fuori del mercato interno europeo o in valuta diversa dall euro. 5. Salvo quanto previsto dall articolo A13, comma 1, di questo contratto, la Banca provvede, nei casi di cui al precedente comma 4, a comunicare al Cliente il termine entro il quale essa mette a disposizione i fondi sul conto dell ente del beneficiario del bonifico contestualmente all accettazione dell ordine di bonifico. 6. Il Cliente prende altresì atto che per i bonifici da eseguire negli Stati Uniti d America, le Banche statunitensi danno corso alle relative istruzioni facendo prevalere il codice di conto rispetto alla denominazione del beneficiario esplicitata in chiaro. Pertanto, qualsiasi inconveniente o danno che dovesse derivare dall eventuale errato pagamento determinato dalla inesatta indicazione del codice da parte del Cliente resterà a completo carico dello stesso. Sarà inoltre facoltà della Banca addebitare in ogni momento gli importi reclamati dalle Banche corrispondenti in relazione alle eventuali richieste risarcitorie alle stesse opposte dal beneficiario, nel caso di errata esecuzione degli ordini dipendente da inesatta indicazione del predetto codice. Articolo B38 Esecuzione del bonifico: presupporti e responsabilità 1. Perché l ordine di pagamento tramite bonifico sia eseguito correttamente sul conto corrente del beneficiario, è necessario che il Cliente indichi con precisione i dati identificativi del beneficiario, l Istituto di Credito presso il quale accreditare le somme con gli eventuali codici bancari, il numero o codice del conto corrente da accreditare. 2. Per i bonifici da effettuarsi nell ambito del mercato interno europeo, va indicato in particolare il corretto codice IBAN (International Bank Account Number) del conto da accreditare. Il codice IBAN deve essere fornito al Cliente pagatore dal beneficiario prima dell esecuzione del bonifico. Il mancato o errato utilizzo del codice IBAN comporta, qualora non sia possibile per la Banca identificare in modo certo l Istituto di Credito presso il quale effettuare l accredito e/o il nominativo del beneficiario, il rifiuto della Banca ad eseguire l operazione di pagamento. La Banca non è tenuta a verificare la correttezza dal codice IBAN fornito dal Cliente. Di conseguenza, se il codice IBAN o gli altri dati necessari per la corretta esecuzione del bonifico sono inesatti, la Banca non è responsabile della mancata esecuzione o dell esecuzione inesatta dell operazione di pagamento richiesta. 3. Il Cliente prende atto che la Banca è autorizzata ad accreditare il conto del Cliente sulla base dell IBAN, indipendentemente dalla coincidenza o meno tra IBAN stesso e anagrafica del Cliente. 4. Fermo l esonero di responsabilità per la Banca prevista nel comma precedente, la mancata o inesatta esecuzione dell operazione di pagamento non è imputabile alla Banca quando la Banca stessa dimostri che l operazione di pagamento è stata autenticata, correttamente registrata e contabilizzata e che non ha subito le conseguenze del malfunzionamento delle procedure necessarie per la sua esecuzione o di altri inconvenienti. 5. Le spese sostenute dalla Banca per rintracciare, su richiesta del Cliente, l operazione di pagamento non eseguita o eseguita in modo inesatto per i motivi non imputabili alla Banca, sono addebitate al Cliente dietro presentazione della relativa documentazione. 6. In relazione al fatto che le Banche degli Stati Uniti d America e di altri Paesi esigono dai cedenti di assegni e di effetti cambiari la garanzia del rimborso qualora, successivamente al pagamento, venga comunque contestata la regolarità formale di detti titoli o l autenticità e la completezza di una qualunque girata apposta sugli stessi, il cedente di assegni o di effetti su detti Paesi è tenuto a rimborsarli in qualunque tempo a semplice richiesta della Banca nel caso che alla Banca stessa pervenisse analoga domanda dal suo corrispondente o dal trattario. 7. Il cedente è tenuto altresì ad accettare, a legittimazione e prova della richiesta di rimborso, i documenti idonei a tale scopo secondo la rispettiva legge estera, anche se sostitutivi del titolo di credito. 2-SEPA CREDIT TRANSFER Articolo B39 Descrizione del servizio e termini di esecuzione 1. Il Sepa Credit Transfer (SCT) è un Servizio di Pagamento in Euro, basato su regole stabilite a livello interbancario europeo, mediante il quale il Cliente può disporre un operazione di pagamento per trasferire una somma di denaro in euro ad un altro soggetto beneficiario all interno dell area unica dei pagamenti definita Single Euro Payment Area (cd SEPA). 2. Il servizio è utilizzabile dal Cliente a condizione che la banca del beneficiario aderisca al SEPA Credit Transfer Scheme. La Banca, con esonero di responsabilità, può rifiutare l esecuzione o non dare seguito all ordine di esecuzione di un SCT in caso di impossibilità ad eseguire il trasferimento a causa della mancata adesione della Banca del beneficiario alle procedure interbancarie per l esecuzione di un SCT. 3. Dal momento di ricezione di un ordine di disposizione mediante lo schema SCT l importo dell operazione di pagamento è reso disponibile alla banca del beneficiario entro la giornata lavorativa successiva alla data di esecuzione. 4. Il cliente che intende disporre un ordine di pagamento mediante lo schema SCT deve obbligatoriamente indicare, oltre l importo in euro della disposizione e il nome del beneficiario, il codice IBAN del conto del beneficiario e il codice BIC della Banca del Beneficiario. 5. Agli Ordini Pagamento disposti mediante lo schema SCT si applicano, ove compatibili le previsioni relative al servizio di Bonifico. In particolare le misure disciplinate dal precedente articoli B39 comma 2,3,4. 6. In virtù del piano europeo di migrazione dei servizi di Pagamento, disciplinato dal Regolamento UE n.260/2012, a partire dal 1 febbraio 2014 tutti i bonifici disposti in euro, tra paesi appartenenti all area SEPA, saranno processati, ricorrendone i presupposti, esclusivamente a valere sullo schema di pagamento europeo SCT. Capitolo III - Addebiti Diretti in Euro Articolo B40 Oggetto e ambito del servizio. 1. Si definisce addebito diretto un servizio di pagamento nazionale o trasfrontaliero per l addebito in conto corrente di operazioni di pagamento disposte da un Creditore in forza di un preventiva autorizzazione rilasciata da parte di un Debitore. 2. Le norme della presente sezione si applicano alle sole operzione di addebito diretto in euro. 1-RID ADDEBITO DIRETTO NAZIONALE Articolo B41 Oggetto del servizio e diciplina degli addebiti 1.Mediante il servizio nazionale di autorizzazione permanente di addebito in conto corrente il Cliente dispone una preventiva autorizzazione continuativa di addebitare gli ordini di pagamento provenienti da un creditore individuato. 2. L autorizzazione è rilasciata mediante la compilazione per via telematica dell apposito modulo trasmesso alla Banca dal Cliente stesso. 3. L autorizzazione può contenere delle clausole limitative relative: - l importo massimo; - periodi di riferimento per gli addebiti; - numero massimo di addebiti. 4. Il Cliente ha diritto di richiedere alla Banca il rimborso delle somme pagate su richiesta del beneficiario o per il suo tramite solo in caso di dolo o colpa grave della Banca. 5. Qualora il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3 lettera a) del Decreto Legislativo 6 settembre 2005, n. 206 ( Codice del consumo ), il rimborso delle somme pagate su richiesta del beneficiario, fermo restando il disposto del comma 1, può essere richiesto quando si verifichino una o più delle seguenti condizioni, di cui il cliente deve fornire, su richiesta, adeguata prova alla Banca: a. l autorizzazione preventivamente rilasciata dal Cliente non specificava al momento del rilascio l importo esatto delle operazioni di pagamento e l importo dell operazione di pagamento supera l importo che il pagatpre avrebbe potuto ragionevolmente aspettarsi avuti presenti il suo precedente modello di spesa, le condizioni del suo contratto e le circostanze del caso; b. non si tratti di ragioni legate al cambio, se è stato applicato il tasso di cambio di riferimento concordato con la Banca; c. l informativa sulla futura operazione di pagamento, ove possibile, non sia stata fornita o messa a disposizione del Cliente almeno 4 settimane prima della scadenza; d. il consenso ad eseguire l operazione di pagamento non sia stato dato direttamente alla Banca; e. non sia trascorso il termine di 8 settimane dalla data in cui i fondi sono stati addebitati. 6. Al verificarsi dei presupposti di cui al precedente comma, la Banca rimborsa l intero importo dell operazione di pagamento entro 10 giorni lavorativi dalla richiesta, ovvero fornisce una giustificazione per il rifiuto del rimborso. 7. In caso di rifiuto del rimborso, il Cliente può presentare un esposto alla Banca d Italia, ovvero ricorrere ad uno degli organismi di risoluzione stragiudiziale delle controversie. 2-SEPA DIRECT DEBIT Articolo B42 - Oggetto del servizio e disciplina degli addebiti 1. Il Sepa Direct Debit (SDD) è un servizio di pagamento simile al R.I.D. nazional, basato sulle regole stabilite a livello interbancario europe, per dare seguito a richieste di addebiti diretti in euro all interno dell area unica dei pagamento definita Single Euro Payment Area (cd SEPA). 2. Il Sepa Direct Debit (SDD) opera a seguito di una preventiva autorizzazione (cd Mandato) rilasciata dal debitore al creditore di addebitare sul proprio conto gli ordini di pagamento, ricorrenti o anche singoli, provenienti da un creditore appartenente all area SEPA. 3. Il debitore deve rilasciare la propria autorizzazione direttamente al Creditore mediante il Mandato: il conto sarà addebitato sulla base degli ordini presentati dal creditore mediante lo schema SDD, salvo diverse ordini pattuite dal debitore con la sua banca. 4. Il Mandato, sottoscritto dal debitore in qualità di titolare del conto di addebito o da un suo rappresentante, deve presentare i requisiti minimi previsti dallo schema SDD. 5. Il rilascio del Mandato e le sue eventuali modifiche ( ad es. la modifica del conto di addebito o la revoca dello stesso) sono gestite direttamente fra il debitore e il creditore. La Banca rimane pertanto esonerata da ogni responsabilità a riguardo. 6. Il debitore potrà fornire alla Banca precise istruzioni per la gestione delle abilitazioni alla ricezione degli ordini di addebito sul proprio conto, sulla base di parametri concordati con la Banca stessa, nel rispetto delle procedure del sistema e delle funzionalità messe a disposizioni dalla Banca. 7. In assenza di specifiche indicazioni da parte del debitore, la banca considera il conto completamente abilitato alla ricezione degli ordini e pertanto, ricorrendone i presupposti, addebita ogni eventuale richiesta di pagamento presentata da qualunque creditore mediante lo schema SDD. Resta fermo diritto del debitore di richiedere, in qualsiasi momento, l inibizione totale o selettiva degli addebiti mediante SDD sul proprio conto. 8. Il creditore può, anche senza i consenso del debitore, attivare a suo onere, uno specfico servizio opzionale e aggiuntivo denominato SEDA, per una migliore esecuzione dell addebito in conto. In tal caso il debitore autorizza la Banca a trasmettere al Creditore i dati caratteristici del Mandato ed addebitare gli ordini sul conto corrente confermato nell ultimo allineamento elettronico andato a buon fine, anche in caso di diversa comunicazione tra il debitore e il creditore. 9. Non esistono, fatto salvo eventuali vincoli tecnici e procedurali, limiti di importo degli addebiti. Almeno 14 giorni di calendario prima della data di scadenza, salvo diversi accordi fra le parti, il Creditore è tenuto ad informare il Debitore dell importo e della data di scadenza relativi al pagamento

8 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 8/ Nel rispetto del Dlgs n.11/2010 il debitore, consumatore o non consumatore ha facoltà di richiedere alla Banca a) il rimborso di una transazione comunque autorizzata fino a 8 settimane dopo la data di addebito (solo per gli SDD Core utilizzabile dal creditore nei confronti di tutte le categorie di debitori) ;b) il rimborso di una transazione non autorizzata fino a 13 mesi dopo la data di addebito, 11. Il debitore di una disposizione d incasso B2B (utilizzabile esclusivamente nei confronti di debitori che non rientrano nella categoria consumatori ) non ha diritto di richiedere il rimborso di una transazione autorizzata. 12. Fatte salve inderogabili previsioni di legge, la banca rimane del tutto estranea al rapporto sottostante fra il Correntista e il Creditore, pertanto, eventuali eccezioni opposte al correntista medesimo alla Banca, concernenti le merci acquistate e/o i servizi ottenuti o da ottenere non invalida gli addebiti effettuati dalla Banca nei confronti del Correntista conformemente al Mandato e alle presenti condizioni contrattuali relative al SDD. 13. Parimenti la Banca rimane del tutto estranea a qualsiasi vertenza o disaccordo o contestazione di qualsiasi natura che in qualunque modo e in qualsiasi tempo e luoga, insorga fra il correntista e il Creditore, anche in relazione agli Ordini da questi presentati: in tutti questi casi tali eventi non invalidano gli addebiti effettuati dalla Banca nei confronti del Corentista conformemente al Mandato e alle presenti condizioni contrattuali relative al SDD. 14. In virtù del piano europeo di migrazione dei servizi di Pagamenti, disciplinato dal Regolamento UE n.260/2012, a partire dal 1 febbraio 2014 tutti gli addebiti diretti in euro, tra paesi appartenenti all area SEPA, saranno processati, ricorrendone i presupposti, esclusivamente a valere sullo schema di pagamento europeo SDD, pertanto una autorizzazione rilasciata dal Cliente e non revocata prima del 1 febbraio 2014 per lì esecuzione dei RID sarà ritenuta valida per l esecuzione degli addebit SDD, anche in assenza di istruzioni ricevute dal creditore di migrazione al nuovo schema SDD. Capitolo IV - Pagamento bollettini MAV, RAV, Ri.ba. e Freccia Pagamenti vari Articolo B43 - Oggetto. 1. Mediante il servizio di pagamento dei bollettini MAV, RAV, Ri.ba. e Freccia (di seguito: i Bollettini o, al singolare, il Bollettino ) il Cliente può pagare una determinata somma a favore di un beneficiario (bollettini MAV, Ri.ba e Freccia ) nonché pagare imposte iscritte al ruolo con la procedura di riscossione mediante avviso (bollettini RAV ). Il pagamento avviene attraverso l ordine, impartito dal Cliente alla Banca, di pagare il relativo Bollettino tramite addebito sul proprio conto corrente. Articolo B44 - Esecuzione del pagamento dei Bollettini. 1. Affinché la Banca possa eseguire correttamente il pagamento dei Bollettini disposti dal Cliente, questi deve impartire il relativo ordine di pagamento per via telematica, indicando il codice identificativo del Bollettino (da considerarsi quale identificativo unico ),nonché il conto corrente di addebito, la data di esecuzione del pagamento e l importo. Articolo B45 - Estensione ai servizi di pagamenti vari. 1.La disciplina di cui ai precedenti articoli B39 e B40 si applica, in quanto compatibile, anche per disporre ordini di pagamento relativi a pagamenti vari quali, a mero titolo esemplificativo e non esaustivo, il pagamento di tasse scolastiche, di bollette telefoniche o relative al consumo di acqua, gas, luce, ecc., escludendosi in ogni caso il pagamento di effetti cambiari o titoli assimilati. Articolo B46 -. Regole particolari per il pagamento delle Ri.ba. (Ricevute bancarie). 1. Nel rispetto di quanto previsto dall art. B15, la data di scadenza della Ri.ba. sarà intesa quale data di ricezione dell ordine di pagamento della stessa. 2. Una volta che sia spirata la data di scadenza della Ri.ba., la Banca non può più procedere al pagamento della stessa, in quanto inibito dalle procedure interbancarie: il Cliente, pertanto, deve scrupolosamente trasmettere alla Banca gli ordini di pagamento delle Ri.ba. al più tardi nel giorno stesso della loro scadenza, restando sollevata la Banca da qualsiasi responsabilità in merito. Capitolo V - Servizio Bancomat/Pagobancomat, Cirrus/ Maestro e Fastpay NORME GENERALI Articolo B47 Oggetto 1. Salvo quanto previsto nel successivo comma 2, la Carta include le funzionalità BANCOMAT, PagoBANCOMAT, CIRRUS, MAESTRO, FAST PAY (di seguito Servizi ). 2. Le Carte che includono la funzionalità CARTA DI CREDITO, che è disciplinata con separato contratto, non includono le funzionalità CIRRUS e MAESTRO, con la conseguenza che a tali Carte non si applicano le disposizioni del presente Capitolo. 3. L'uso congiunto della Carta e del «Codice Personale Segreto», di seguito denominato P.I.N. (Personal Identification Number), identifica e legittima il titolare della Carta medesima ad utilizzare con modalità elettroniche i Servizi, salvo quanto previsto negli articoli B68, B69 e B70 di questo contratto relativamente al Servizio FAST PAY per il quale non è previsto l utilizzo del P.I.N. 4. L'utilizzo dei Servizi deve avvenire presso le apparecchiature contrassegnate, o comunque individuate, dai relativi Marchi, entro i limiti d'importo e con le modalità indicate in apposita pagine del sito Internet della Banca ed in ogni caso entro il limite di importo rappresentato dal saldo disponibile del conto corrente, qualora inferiore ai predetti limiti di importo comunicati nell apposita pagina del sito Internet della Banca. Il Cliente, nel corso del rapporto, può concordare con la Banca la modifica dei limiti di importo da essa previsti in via generalizzata. 5. I limiti di importo e le modalità di cui al comma precedente, in relazione ad esigenze di efficienza e/o di sicurezza dei Servizi, possono essere modificati dalla Banca in qualunque momento mediante comunicazione scritta al Cliente e tramite avvisi esposti nei locali della Banca stessa, sulle apparecchiature che consentono l utilizzo dei Servizi, o nei locali nei quali le stesse sono installate, indicando in ogni caso, con preavviso di almeno cinque giorni di banca aperta, la data di entrata in vigore delle modifiche medesime. I predetti servizi potranno essere sospesi, a discrezione della Banca, qualora il saldo disponibile sul conto corrente del cliente sia inferiore a 258, I limiti di importo e le modalità di cui al comma 4 possono essere modificati dalla Banca anche senza preavviso solo in relazione ad esigenze tecniche, di efficienza del servizio o di sicurezza. Articolo B48 Rilascio della Carta 1. La Carta resta di proprietà della Banca, è strettamente personale e non può essere ceduta a terzi. 2. Ad ogni Carta viene assegnato un P.I.N., che viene elaborato con modalità che ne rendono impossibile la conoscenza da parte della Banca e di terzi e lo stesso viene consegnato al Cliente in un plico sigillato. 3. Soltanto dopo la sottoscrizione del presente contratto, la Banca può consegnare personalmente al Cliente sia la Carta che il P.I.N. Nel caso di utilizzo della posta la Banca può inviare solo la Carta o solo il P.I.N. Dietro richiesta scritta scritta del Cliente ed a rischio del medesimo, la banca puo provvedere alla spedizione separata della Carta e del P.I.N. 4. La Banca ha facoltà di inviare per posta la Carta anche in caso di sostituzione di quella in scadenza, laddove tale termine di validità venga gestito. Articolo B49 Poteri di rappresentanza 1. Il Cliente é tenuto a comunicare per iscritto alla Banca le persone autorizzate a ritirare e/o utilizzare la Carta ed il P.I.N., restando responsabile di ogni conseguenza dannosa che possa derivare dall'uso della Carta e del P.I.N. medesimi da parte di tali persone. 2. Su richiesta del Cliente ed in caso di persone giuridiche, la Carta può essere rilasciata ed intestata a soggetto autorizzato ad operare sul conto, ovvero ad altro soggetto appositamente delegato, che ne diviene titolare, previa sottoscrizione da parte di quest'ultimo del presente contratto. 3. In caso di variazione del soggetto autorizzato ai sensi del precedente comma 2, fermo restando quanto disposto dall'art. B56, la Banca procederà al rilascio di una nuova Carta e del P.I.N. 4. La revoca ovvero la perdita dell'autorizzazione ad operare di cui ai precedenti commi sono opponibili alla Banca decorsi tre giorni di banca aperta dalla data della comunicazione. Articolo B50 Custodia della Carta e del P.I.N. 1. Il Cliente è tenuto a custodire con ogni cura la Carta ed il P.I.N.; quest ultimo, in particolare, deve restare segreto e non deve essere riportato sulla Carta né conservato insieme ad essa. 2. Prima della comunicazione di cui all articolo B51, comma 1, il Cliente sostiene tutte le perdite relative all utilizzo non autorizzato della carta, qualora agisca in modo fraudolento o non adempia, con dolo o colpa grave, ad uno o più degli obblighi a lui incombenti nelle modalità di utilizzo della carta e/o di pronta informazione alla Banca dell avvenuto furto, smarrimento, appropriazione indebita o uso non autorizzato della carta stessa. Salvo agisca con i comportamenti fraudolenti appena indicati, il Cliente sopporta la perdita relativa all utilizzo non autorizzato della carta per un importo non superiore complessivamente a 150 euro. 3. Dopo la comunicazione alla Banca di cui all articolo B51, comma 1, il Cliente non sopporta alcuna perdita né conseguenza finanziaria derivante dall uso della carta smarrita, rubata o oggetto di appropriazione indebita, salvo il caso in cui abbia agito in modo fraudolento. 4. In caso di danneggiamento o deterioramento della Carta, il Cliente è tenuto a non effettuare ulteriori operazioni ed a consegnare la Carta alla Banca nello stato in cui si trova. Articolo B51 Smarrimento, furto, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato della Carta e/o del P.I.N. 1. In caso di smarrimento furto, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato della Carta, da sola ovvero unitamente al P.I.N., il Cliente è tenuto a chiedere immediatamente il blocco della Carta medesima telefonando tempestivamente, in qualunque momento del giorno e della notte, al Numero Verde, indicato dalla Banca contestualmente all invio della carta e del PIN e comunque pubblicizzato dalla Banca nel suo sito Internet, e comunicando almeno le informazioni indispensabili per procedere al blocco della Carta e cioè: nome, cognome, luogo e data di nascita del Cliente medesimo; inoltre è tenuto a farne denuncia all'autorità Giudiziaria o di Polizia. 2. Nel corso della telefonata l'operatore del Numero Verde comunicherà al Cliente il numero di blocco. Successivamente, e comunque entro due giorni lavorativi bancari da quello della telefonata al Numero Verde, il Cliente dovrà confermare l'avvenuta segnalazione di blocco alla propria Banca personalmente ovvero mediante lettera raccomandata, nel qual caso farà fede la data di invio, telegramma o fax, fornendo non appena possibile copia della denuncia presentata all'autorità Giudiziaria o di Polizia ed indicando il numero di blocco. 3. Nel caso di impossibilità di utilizzo del Numero Verde, il Cliente è tenuto comunque a segnalare nel più breve tempo possibile l'accaduto alla propria Banca, personalmente ovvero mediante lettera accomandata, telegramma o fax, fornendo copia della denuncia presentata all'autorità Giudiziaria o di Polizia. 4. Il Cliente ottiene la rettifica delle movimentazioni non autorizzate solo se informa la Banca senza indugio, non appena venuto a conoscenza del furto, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato della Carta. A tal fine, il Cliente si impegna a verificare periodicamente le movimentazioni sul proprio conto e gli estratti conto inviati periodicamente dalla Banca. Il diritto alla rettifica delle movimentazioni non autorizzate, in ogni caso, decade decorsi 13 mesi dalla data di addebito. 5. Appena ricevute le segnalazioni di cui ai precedenti commi di questo articolo, la Banca provvede al blocco della Carta. 6. La segnalazione di smarrimento, furto, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato è opponibile alla Banca dalle ore 24 del giorno lavorativo di ricevimento della relativa comunicazione a condizione che venga consegnata anche la denuncia presentata all Autorita Giudiziaria o di Polizia. Articolo B52 Erogazione dei Servizi 1. La Banca assicura il regolare funzionamento di tutte le apparecchiature di cui all art. B48, comma 4, negli orari indicati nelle Sezioni. 2. La Banca si riserva la facoltà di modificare l'ubicazione delle apparecchiature di cui all'art. B48, comma 4, sospendere o abolire i Servizi in qualsiasi momento, in relazione ad eventi connessi all'efficienza ed alla sicurezza dei servizi medesimi. Articolo B53 Addebito in conto e prova delle operazioni 1. L'addebito in conto delle operazioni compiute viene eseguito dalla Banca in base alle registrazioni effettuate automaticamente dall'apparecchiatura presso la quale è stata eseguita l'operazione. 2. Dell'addebito delle operazioni eseguite costituisce un elemento di prova la comunicazione scritta rilasciata dall'apparecchiatura al momento dell'operazione, così come la documentazione della Banca ed ogni altro elemento di prova non documentale. 3. Qualora il titolare del conto corrente neghi di aver autorizzato l operazione, l utilizzo della Carta non costituisce di per sé dimostrazione che l operazione sia stata autorizzata dal Cliente, né che questi abbia agito in modo fraudolento o non abbia adempiuto, con negligenza grave o intenzionale, agli obblighi di pronta informazione alla Banca ai sensi dell art. B52 del presente contratto. 4. La Banca, qualora debba procedere alla rettifica o all'eliminazione della registrazione effettuata, è tenuta a ricostituire la posizione contabile del Cliente e la disponibilità della Carta quali sarebbero risultate ove la registrazione stessa fosse stata correttamente eseguita o non avesse avuto luogo.

9 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 9/43 Articolo B54 Recesso della Banca 1. La Banca si riserva la facoltà di recedere dal presente Contratto in qualsiasi momento con preavviso di almeno 15 giorni, dandone comunicazione scritta al Cliente, il quale è tenuto a restituire immediatamente la Carta, nonché ogni altro materiale in precedenza consegnato. 2. Qualora ricorra un giustificato motivo ai sensi dell'art. 33, comma 3, lettera a) Codice del consumo, la Banca ha facoltà di recedere dal Contratto senza preavviso, dandone immediata comunicazione al Cliente. 3. II Cliente resta responsabile di ogni conseguenza dannosa che possa derivare dalla prosecuzione dell'uso dei Servizi dal ricevimento della comunicazione scritta del recesso della Banca o dell'esistenza di un temporaneo divieto di utilizzazione della Carta. Articolo B55 Recesso del Cliente ed obbligo di restituzione della Carta 1. II Cliente ha facoltà di recedere dal presente Contratto in qualunque momento, dandone comunicazione scritta alla Banca e restituendo la Carta, nonché ogni altro materiale in precedenza consegnato. 2. Il Cliente inoltre è tenuto a restituire alla Banca la Carta ed il materiale di cui al comma precedente: - in caso di richiesta da parte della Banca, dovuta a motivi diversi da quelli di cui al precedente art. B55, entro il termine da questa indicato; - alla scadenza dell eventuale periodo di validità della Carta o del presente Contratto; - in caso di variazione del soggetto autorizzato ai sensi dell'art. B49, comma 2 ; - contestualmente alla richiesta di estinzione del conto corrente. 3. La Carta deve essere restituita dagli eredi in caso di decesso del Cliente e, in caso di sopravvenuta incapacità di agire del medesimo, dal legale rappresentante. 4. In ogni ipotesi di mancata restituzione, la Banca dovrà procedere al blocco della Carta e le spese del blocco della Carta resteranno a carico del Cliente o dei suoi eredi. 5. L'uso della Carta che non è stata restituita ai sensi del precedente art. B54 e del presente articolo, o in eccesso rispetto al saldo disponibile del conto corrente o al limite d'importo comunicato dalla Banca, ferme restando le obbligazioni che ne scaturiscono, è illecito. Articolo B56 Operazioni effettuate su conti intestati a più persone 1. Le operazioni effettuate a mezzo della Carta, nel caso di conto corrente intestato a più nominativi con firma congiunta, costituiscono deroga alla pattuizione di firma congiunta. Articolo B57 Comunicazioni al Cliente 1. L'invio di lettere e di ogni altra comunicazione della Banca sarà fatto al Cliente con il pieno effetto con le modalità e all'indirizzo indicato ai sensi delle norme che regolato il conto corrente di corrispondenza. Articolo B58 Misure adottabili dalla Banca 1. Al fine di tutelare il buon funzionamento di ciascuno dei Servizi e di garantirne la sicurezza, la Banca si riserva la facoltà di istituire limiti di importo e di variare le modalità di esecuzione delle singole operazioni, nonchè di modificare, sospendere o abolire ciascuno dei Servizi in qualsiasi momento, anche nei confronti di un singolo Cliente senza assumere responsabilità, anche in assenza di comunicazioni allo stesso. Articolo B59 Responsabilità 1. II Cliente si assume completa responsabilità dei danni di qualsiasi genere, diretti o indiretti, derivanti alla Banca dal danneggiamento delle apparecchiature, anche per l operato delle persone eventualmente delegate all'uso dell'impianto in sua vece. 2. In nessun caso la Banca risponde delle conseguenze eventualmente derivanti al Cliente dal mancato o difettoso funzionamento dell'impianto, nonchè da eventuali e temporanee interruzioni dei Servizi, qualunque ne sia la causa. Articolo B60 Norme applicabili 1. Per quanto non espressamente previsto dalle presenti disposizioni sono applicabili le norme che regolano o comunque sono applicabili al conto corrente di cui il Cliente è titolare. Articolo B61 Controversie 1. Salvo che il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo, per ogni controversia che potesse sorgere tra il Cliente e la Banca in dipendenza dei Servizi inclusi nella Carta, é competente l'autorità Giudiziaria nella cui giurisdizione trovasi la Sede Legale della Banca, fermo restando che quest ultima ha la facoltà di intraprendere azioni giudiziali nei confronti del Cliente avanti l'autorità Giudiziaria nella cui giurisdizione si trova la Filiale della Banca presso la quale é costituito il rapporto di conto corrente. NORME PARTICOLARI PER IL SERVIZIO BANCOMAT/ATM Articolo B62 Oggetto del servizio 1. Il Servizio BANCOMAT consente al Cliente di prelevare contante a valere sul suo conto corrente presso qualunque apparecchiatura contraddistinta dal marchio BANCOMAT esistente sul territorio nazionale. 2. La Banca assicura il regolare funzionamento in circolarità del Servizio dalle ore 00,00 alle ore 2,00 e dalle ore 6,00 alle ore 24,00 di tutti i giorni, fatta eccezione per le apparecchiature situate all'interno di sportelli bancari o di altri locali in cui vi sia un orario di apertura al pubblico. 3. In caso di utilizzo errato o comunque con modalità difformi dalle presenti disposizioni, o per motivi di sicurezza, l'apparecchiatura può trattenere la Carta ed il Cliente è tenuto a contattare la Banca secondo quanto indicato nelle istruzioni medesime. 4. In caso di difettoso funzionamento delle apparecchiature il Cliente è tenuto a non effettuare ulteriori operazioni. NORME PARTICOLARI PER IL SERVIZIO PagoBANCOMAT Articolo B63 Oggetto del servizio 1. II Servizio PagoBANCOMAT consente al Cliente titolare della Carta con marchio Pago BANCOMAT di effettuare pagamenti nei confronti degli esercizi convenzionati con il «Sistema nazionale di terminali nei punti di vendita P.O.S.», ove siano state installate apparecchiature contrassegnate o comunque individuate dal marchio PagoBANCOMAT, mediante ordine irrevocabile di giroconto elettronico a valere sul conto corrente del Cliente medesimo. 2. Il Servizio funziona negli orari di apertura al pubblico degli esercizi convenzionati, restando esclusa ogni responsabilità della Banca per fatti imputabili a terzi, quali eventuali interruzioni del Servizio causate da chiusure degli esercizi medesimi o da mancato od irregolare funzionamento delle apparecchiature. NORME PER IL SERVIZIO CIRRUS (ATM Esteri) Articolo B64 Oggetto del Servizio 1. La funzione Cirrus consente al Titolare di prelevare denaro contante all'estero, a valere sul suo conto corrente, presso tutti gli sportelli automatici ATM contrassegnati dal simbolo Cirrus. 2. L'ubicazione degli ATM è determinata dagli enti installatori. Detti enti si riservano la facoltà di modificare tale ubicazione, nonché di sospendere o abolire il servizio Cirrus. 3. Le operazioni di prelievo avvengono nella moneta avente corso legale nel Paese in cui è effettuato il prelievo. Agli addebiti relativi alle operazioni di prelievo è applicata la valuta del giorni cui avviene l'operazione e, di norma, il cambio del giorno lavorativo bancario successivo. NORME PER IL SERVIZIO MAESTRO (POS Esteri) Articolo B65 Oggetto del servizio 1. La funzione Maestro consente al Titolare di effettuare all'estero mediante ordine irrevocabile di giroconto elettronico, pagamenti nei confronti degli esercizi che hanno installato appositi terminali nei punti vendita, qui di seguito definiti P.O.S., contrassegnati dal simbolo Maestro (funzione P.O.S. mondiale). 2. II servizio funziona di norma negli orari vigenti nei singoli paesi. 3. L'ubicazione dei P.O.S. è determinata dagli enti installatori. Detti enti si riservano la facoltà di modificare tale ubicazione, nonché di sospendere o abolire servizio Maestro. Articolo B66 Operazioni di pagamento 1. Le operazioni di pagamento avvengono nella moneta avente corso legale nel Paese in cui è effettuato il pagamento. Agli addebiti relativi alle operazioni di prelievo è applicata la valuta del giorno in cui avviene l'operazione e, di norma, il cambio del giorno lavorativo bancario successivo. NORME PER IL SERVIZIO FASTpay Articolo B67 Oggetto del Servizio 1. II Servizio di pagamento dei pedaggi autostradali e degli altri servizi accessori - a titolo esemplificativo pagamento parcheggi - (di seguito per brevità, Servizio FASTpay) consente al Cliente titolare della Carta di effettuare, presso le barriere autostradali dotate di apposite apparecchiature e contraddistinte dal marchio FASTpay, il pagamento dei pedaggi autostradali relativi a percorsi su tratti gestiti da Società od Enti convenzionati, autorizzando irrevocabilmente l'addebito sul proprio conto corrente dei relativi importi. 2. Il Cliente è tenuto ad utilizzare il Servizio FASTpay entro i limiti d'importo e con le modalità che sono indicati nelle istruzioni portate a sua conoscenza mediante comunicazione scritta. 3. Il Cliente prende atto che la Banca è, parimenti, in tal modo irrevocabilmente autorizzata ad accreditare a dette Società od Enti l'importo dei pedaggi sulla base delle registrazioni effettuate automaticamente sulle apparecchiature elettroniche installate presso i varchi autostradali e parcheggi o altri luoghi. 4. Il Cliente prende, altresi, atto che, per l'utilizzo del Servizio FASTpay non è prevista la digitazione del «Codice Personale Segreto» e che la Carta potrà essere utilizzata, di volta in volta, per un solo autoveicolo, non essendo, pertanto, consentito convalidare il transito di altro veicolo, anche se al seguito del primo. Articolo B68 Funzionamento del Servizio 1. II Servizio FASTpay funziona, di norma, 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Resta esclusa ogni responsabilità della Banca per interruzioni, sospensioni, irregolare o mancato funzionamento del Servizio per cause ad essa non imputabili, tra le quali si indicano, a titolo meramente esemplificativo, il mancato o irregolare funzionamento delle apparecchiature elettroniche installate presso i varchi autostradali, sciopero anche del proprio personale, o altre cause di forza maggiore. 2. La Banca rimane totalmente estranea ad eventuali controversie tra il Cliente e Società convenzionate in ordine ai pedaggi pagati utilizzando il Servizio. Articolo B69 Contabilizzazione degli importi 1. La contabilizzazione in conto corrente dell'importo dei pedaggi effettuati dal Cliente avviene con un unico addebito mensile, comprensivo dei pagamenti effettuati nel mese antecedente a quello dell'addebito, con valuta media ponderata calcolata sulla base delle date e degli importi dei singoli pedaggi. Capitolo VI - Aperture di credito in conto corrente Articolo B70 Aperture di credito 1. Le aperture di credito che la Banca ritenesse eventualmente di concedere al Cliente nel caso di indisponibilità di fondi sul conto corrente (in entrambi i comparti) sono soggette alle seguenti statuizioni: a) il Cliente può utilizzare in una o più volte la somma messagli a disposizione e può con successivi versamenti ripristinare la sua disponibilità;

10 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 10/43 b) se l apertura di credito è a tempo determinato, il Cliente è tenuto ad eseguire alla scadenza il pagamento di quanto da lui dovuto per capitali, interessi, spese, imposte, tasse ed ogni altro accessorio, anche senza una espressa richiesta della Banca; c) la Banca ha la facoltà di recedere in qualsiasi momento, anche con comunicazione verbale, dall apertura di credito, ancorché concessa a tempo determinato, nonché di ridurla o di sospenderla; per il pagamento di quanto dovuto sarà dato al Cliente, con lettera raccomandata, un preavviso non inferiore a un giorno. Qualora il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera a) del Codice del consumo, e l apertura di credito sia stata stipulata a tempo indeterminato, la Banca ha facoltà di: (i) recedere dandone comunicazione scritta al Cliente consumatore con un preavviso di almeno due mesi; (ii) sospendere, qualora ricorra una giusta causa, l utilizzo del credito da parte del Cliente consumatore, dandogliene comunicazione scritta in anticipo ovvero, ove ciò non sia possibile, immediatamente dopo la sospensione. Il Cliente consumatore ha il diritto di recedere dall apertura di credito a tempo indeterminato in ogni momento senza penalità e senza spese, mediante preavviso di un mese. Qualora il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo. e l apertura di credito sia stata stipulata a tempo determinato, la Banca ha facoltà di recedere o ridurre l affidamento esclusivamente al ricorrere di una giusta causa. In ogni caso, per il pagamento di quanto dovuto sarà dato al Cliente-consumatore, con lettera raccomandata, un preavviso di almeno quindici giorni. Le medesime facoltà di recesso previste a favore della Banca nei rapporti con il Cliente-consumatore, sono concesse anche al Cliente consumatore; tuttavia, nel caso di esercizio delle facoltà di recesso da parte del Cliente-consumatore, quest ultimo ha l obbligo di pagare tutto quanto dovuto alla Banca contestualmente all esercizio della facoltà di recesso. In ogni caso, il Cliente che rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera a) del Codice del consumo, in conformità a quanto previsto dal Codice del Consumo "Sezione IV BIS Commercializzazione a distanza di servizi finanziari ai consumatori", ha facoltà di recedere dall apertura di credito entro quattordici giorni dalla data di conclusione del contratto, senza penali e senza dover indicarne il motivo, mediante comunicazione di recesso da inviarsi presso la sede legale della Banca a mezzo lettera raccomandata A.R.. La comunicazione può essere inviata, entro lo stesso termine, anche mediante telegramma, telex, posta elettronica e fax, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le quarantotto ore successive. Se il contratto di apertura di credito ha avuto esecuzione in tutto o in parte, entro trenta giorni dall invio della comunicazione di recesso il Cliente consumatore è tenuto a restituire il capitale, a pagare gli interessi maturati fino al momento della restituzione ed a rimborsare alla Banca le somme non ripetibili da questa eventualmente corrisposte alla pubblica amministrazione. d) in ogni caso il recesso ha l effetto di sospendere immediatamente l utilizzo del credito concesso; e) le eventuali disposizioni allo scoperto che la Banca ritenesse di eseguire dopo la scadenza convenuta o dopo la comunicazione del recesso non comportano il ripristino dell apertura di credito neppure per l importo delle disposizioni eseguite. L eventuale scoperto consentito oltre il limite dell apertura di credito non comporta l aumento di tale limite; f) in caso di cessione del contratto di apertura di credito, il Cliente, qualora rivesta la qualità di consumatore ai sensi dell art. 3, comma 1, lettera a), del Codice del consumo, può sempre opporre al cessionario tutte le eccezioni che poteva far valere nei confronti della Banca, ivi inclusa la compensazione, anche in deroga al disposto dell articolo 1248 del codice civile. La Banca notifica tempestivamente al Cliente consumatore la cessione mediante raccomandata A.R. g) le norme sub c), d) ed f) si applicano ad ogni altro credito o sovvenzione comunque e sotto qualsiasi forma concessi dalla Banca al Cliente. 2. Con periodicità almeno annuale la Banca fornisce al Cliente consumatore la comunicazione prevista dalla vigente normativa in merito allo svolgimento del rapporto di apertura di credito. Il Cliente prende atto ed accetta espressamente che la comunicazione viene effettuata, salva diversa esplicita richiesta del Cliente medesimo, con la messa a disposizione nell area riservata del sito Internet della Banca. 3. La comunicazione di cui al precedente comma 2, resa sotto forma di estratto conto, indica: il periodo al quale l estratto conto si riferisce; gli importi prelevati e la data del prelevamento; il saldo e la data dell'estratto conto precedente; il nuovo saldo; la data e l'importo dei rimborsi effettuati; il tasso di interesse applicato; le eventuali spese addebitate; l'eventuale importo minimo da pagare. Il consumatore è altresì informato degli aumenti del tasso di interesse o delle spese a suo carico, secondo quanto previsto dall Articolo A12, comma In caso di sconfinamento consistente che si protragga per oltre un mese, la Banca comunica al Cliente consumatore, anche attraverso posta elettronica: (i) lo sconfinamento; (ii) l importo interessato; (iii) il tasso di interesse; (iv) le penali, le spese o gli interessi di mora eventualmente applicabili. Lo sconfinamento è consistente quando riguarda un importo pari o superiore al 5 per cento dell importo totale del credito previsto dal contratto di apertura di credito. La comunicazione dello sconfinamento è effettuata entro tre giorni lavorativi successivi al compimento di un mese dal momento in cui lo sconfinamento è divenuto consistente; essa non è necessaria se è stata effettuata, al superamento della soglia, in un momento antecedente. Restano fermi gli obblighi relativi alle comunicazioni periodiche sul conto corrente previsti dal precedente comma 3. PARTE C - DEPOSITO DI STRUMENTI FINANZIARI A CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE Articolo C1 Definizioni 1. Il depositante prende atto che in questa parte C: a) per strumenti finanziari, si intendono gli strumenti di cui all art. 1, comma 2, del Testo Unico dell Intermediazione Finanziaria; b) per titoli si intendono gli strumenti finanziari non dematerializzati. Le clausole che presuppongono l esistenza di un documento fisico si applicano, indipendentemente dalla terminologia utilizzata, solo ai titoli; c) Depositante: indica la persona fisica o giuridica che ha in essere un deposito di custodia e amministrazione titoli presso la Banca. Articolo C2 Svolgimento del servizio 1. Il servizio di deposito in amministrazione di strumenti finanziari disciplinato dal Contratto ha per oggetto titoli e strumenti finanziari dematerializzati. 2. La Banca è autorizzata ad utilizzare, nell interesse proprio o di terzi, gli strumenti finanziari di pertinenza del Depositante, secondo le clausole contenute nei relativi contratti di prestito titoli, pronti contro termine e riporto che saranno stipulati tra le Parti. 3. Fatte salve le disposizioni in materia di titoli immessi nei sistemi di gestione accentrata, la Banca riceve i titoli consegnati dal Depositante e li immette nel deposito a lui intestato. La consegna dei titoli deve essere accompagnata da una distinta contenente gli estremi necessari per la loro identificazione. 4. Nel caso di strumenti finanziari dematerializzati, il servizio si espleta in regime di gestione accentrata attraverso la registrazione, nel conto intestato al Depositante presso la Banca, degli strumenti finanziari di sua pertinenza, nonché degli atti di trasferimento, di esercizio e di costituzione di vincoli disposti dal depositante o a carico del depositante medesimo, restando esclusa ogni possibilità di rilascio dei certificati in forma cartacea. Articolo C3 Subdeposito presso organismi di deposito centralizzato 1. La Banca è autorizzata a subdepositare gli strumenti finanziari presso la Monte Titoli Spa, società autorizzata alla gestione accentrata di strumenti finanziari ai sensi degli art. 80 e ss. del Testo Unico dell Intermediazione Finanziaria, nonché presso altri organismi di deposito centralizzato. 2. In relazione ai titoli subdepositati ai sensi del precedente comma 1 del presente articolo, il Depositante prende atto che può disporre in tutto o in parte dei diritti inerenti a detti titoli a favore di altri depositanti ovvero chiedere la consegna di un corrispondente quantitativo di titoli della stessa specie di quelli subdepositati, tramite la Banca nella sua qualità di depositaria aderente. 3. In relazione agli strumenti finanziari dematerializzati, si applicano le disposizioni di cui al comma 4 del precedente articolo C2. Articolo C4 Subdeposito presso depositari abilitati 1. La Banca è autorizzata, nel rispetto della normativa tempo per tempo vigente, a subdepositare gli strumenti finanziari dei Depositanti presso depositari abilitati i quali, a loro volta, per particolari esigenze, possono utilizzare altri depositari. 2. La Banca comunica al Depositante gli estremi identificativi dei depositari abilitati di cui si avvale nonché le eventuali variazioni con apposita comunicazione o nell ambito della rendicontazione di cui al successivo art. C10, comma 1 del Contratto. 3. Il Cliente prende atto ed accetta che il subdeposito degli strumenti finanziari di sua proprietà può essere effettuato dalla Banca presso altri depositari abilitati utilizzando dei conti omnibus, vale a dire conti intestati alla Banca (con l indicazione che si tratta di beni di terzi) in cui vengono immessi strumenti finanziari di pertinenza di una pluralità di clienti. Ai fini del rilascio della predetta autorizzazione al subseposito in conti omnibus, il Cliente dà atto che la Banca lo ha preventivamente informato dei rischi conseguenti a tale subdeposito nei conti omnibus. 4. Se il subdeposito ha per oggetto strumenti finanziari dematerializzati, si applicano le disposizioni di cui al comma 4 del precedente articolo C2. 5. Se il subdeposito ha per oggetto titoli, si applicano le disposizioni di cui al comma 2 del precedente articolo C3 del Contratto, fermo restando che l esercizio dei diritti inerenti ai titoli avviene tramite la Banca. 6. Qualora i titoli presentino caratteristiche di fungibilità o quando altrimenti possibile - ferma restando la responsabilità del Depositante in ordine alla regolarità dei titoli - la Banca è anche autorizzata a procedere al loro raggruppamento ovvero a consentire il raggruppamento da parte dei predetti depositari abilitati ed il Depositante accetta di ricevere in restituzione altrettanti titoli della stessa specie e qualità. Articolo C5 Ritiro 1. Per il parziale o totale ritiro dei titoli il Depositante deve fare pervenire avviso alla Banca almeno 2 giorni prima del ritiro medesimo. In caso di mancato ritiro nel giorno fissato l avviso deve essere rinnovato. È peraltro in facoltà della Banca restituire il deposito anche senza preavviso. 2. All atto del ritiro il Depositante deve rilasciare alla Banca una dichiarazione di scarico. 3. In caso di parziale o totale ritiro degli strumenti finanziari e dei titoli subdepositati a norma dei precedenti artt. C3 e C4, la Banca provvederà alla loro restituzione al Depositante nel tempo ragionevolmente occorrente, tenuto conto anche della necessità di ricevere i titoli stessi dagli enti presso i quali sono subdepositati. Articolo C6 Amministrazione 1. La Banca custodisce i titoli e tiene le registrazioni contabili relative agli strumenti finanziari dematerializzati, esige gli interessi ed i dividendi, verifica i sorteggi per l attribuzione dei premi o per il rimborso del capitale, cura le riscossioni per conto del Depositante ed in generale provvede alla normale tutela dei diritti inerenti agli strumenti finanziari. 2. In mancanza di istruzioni contrarie, che il Depositante deve conferire alla Banca entro quindici giorni dalla data di negoziazione ex cedola o ex dividendo, la Banca cura l incasso delle cedole e dei dividendi. 3. Nel caso di esercizio del diritto di opzione, conversione degli strumenti finanziari o versamento dei decimi, la Banca chiede istruzioni al Depositante e provvede all esecuzione dell operazione soltanto a seguito di ordine scritto e previo versamento dei fondi occorrenti. 4. In relazione all esercizio dei diritti di opzione, il temine ultimo entro il quale il Depositante deve far pervenire alla Banca le sue istruzioni viene fissato nel quinto giorno lavorativo precedente a quello della scadenza dell opzione, onde consentire alla Banca di eseguire le istruzioni ricevute, ovvero, in mancanza di istruzioni nel predetto termine, la vendita dei diritti per conto del Depositante, nonché ogni altra incombenza relativa. 5. Nel caso di strumenti finanziari dematerializzati, la Banca provvede a rilasciare, su richiesta del Depositante, le certificazioni necessarie per l esercizio dei diritti relativi agli strumenti finanziari. 6. Il diritto di voto inerente agli strumenti finanziari depositati non viene esercitato dalla Banca, salvo il caso in cui il Depositante conferisca, con i limiti e le modalità previsti dalla vigente normativa, specifica delega alla Banca. 7. Per i titoli non quotati nei mercati regolamentati Italiani, il Depositante è tenuto a dare alla Banca tempestivamente le opportune istruzioni, in mancanza delle quali essa non può essere tenuta a compiere alcuna relativa operazione. Articolo C7 Vincoli 1. Qualora la Banca lo consenta, il deposito può essere sottoposto a particolari vincoli a richiesta del Depositante. Nel caso di strumenti finanziari dematerializzati la costituzione dei vincoli trova attuazione esclusivamente attraverso il sistema delle registrazioni nel conto intestato al Depositante presso la Banca. Articolo C8 Commissione e spese 1. In relazione al servizio di custodia ed amministrazione, il Cliente è tenuto a pagare le commissioni indicate nell Allegato economico e comunque mantenute costantemente aggiornate nel sito internet della Banca. 2. La Banca può consentire al Cliente di prescegliere una tra le strutture commissionali da essa proposte, mediante opzione da esercitare, al momento della sottoscrizione del Contratto ovvero successivamente mediante comunicazione telefonica al call center della Banca.

11 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 11/43 3. Nel caso di esercizio dell opzione di cui al precedente comma 2 mediante comunicazione telefonica il Cliente dà atto ed accetta che la registrazione della conversazione telefonica fa piena prova nei suoi confronti, rinunciando sin d ora a qualsiasi eccezione o contestazione al riguardo. 4. Le spese di qualunque genere, che la Banca avesse a sostenere, in dipendenza di pignoramenti o di sequestri operati su titoli, sono interamente a carico del Depositante, anche se le dette spese non fossero ripetibili nei confronti di chi ha promosso o sostenuto il relativo procedimento. 5. La Banca è autorizzata a provvedere, anche mediante addebito in conto, al regolamento di quanto ad essa dovuto a norma dei commi precedenti. Articolo C9 Inadempimento 1. Se il Depositante non adempie puntualmente ed interamente alle sue obbligazioni, di cui all'articolo precedente, la Banca lo diffida, a mezzo di lettera raccomandata, a pagare entro il termine di 15 giorni dalla spedizione della lettera. 2. Se il Depositante rimane in mora, la Banca può valersi dei diritti di cui agli art. 2761, commi 3 e 4, e 2756, commi 2 e 3, codice civile, realizzando, secondo le modalità di cui all art codice civile, un adeguato quantitativo dei titoli depositati. 3. La Banca si soddisfa sul ricavo netto della vendita e tiene il residuo a disposizione del Cliente. 4. Se la Banca non ha fatto vendere che parte dei titoli, tiene in deposito gli altri alle stesse condizioni. Articolo C10 Comunicazioni 1. La Banca comunica al Cliente con cadenza annuale il rendiconto del deposito di custodia e amministrazione titoli, unitamente al documento di sintesi del Contratto. 2. La comunicazione di cui al precedente comma 1 può essere omessa quando il valore nominale dei titoli in deposito non supera la somma di euro ,00 e non si siano registrati movimenti da oltre un anno. 3. Trascorsi 60 giorni dalla data di ricevimento di tale posizione, senza che sia pervenuta alla Banca per iscritto un reclamo specifico, la posizione stessa si intenderà senz altro riconosciuta esatta ed approvata. 4. La predetta comunicazione viene effettuata, salva diversa esplicita richiesta del Cliente, con la messa a disposizione nell area riservata del sito internet della Banca. PARTE D - Disposizioni generali per la negoziazione per conto proprio, l esecuzione di ordini per conto dei clienti, la ricezione e trasmissione di ordini e il collocamento di strumenti finanziari Articolo D1 Servizi prestati 1. Il Contratto regola ciascun ordine e/o operazione del Cliente successivi alla conclusione di questo Contratto. 2. La Banca presta al Cliente i seguenti servizi e attività di investimento secondo i termini e le condizioni previsti nel Contratto: (i) la negoziazione per conto proprio e l esecuzione di ordini per conto dei clienti; (ii) la ricezione e trasmissione di ordini; (iii) il collocamento con o senza assunzione a fermo ovvero con assunzione di garanzia nei confronti dell emittente. 3. Nella prestazione dei servizi di cui al Contratto, la Banca può agire in nome proprio e per conto del Cliente. In ogni caso, la Banca è sin d ora autorizzata, ai sensi dell art codice civile a concludere le singole operazioni aventi ad oggetto strumenti finanziari con se stessa e ad assumere quindi, oltre alla veste di rappresentante del Cliente, anche la veste di controparte dell operazione. 4. Salvo quanto previsto nel successivo articolo D10, comma 2, la Banca non presta al Cliente il servizio di consulenza, così come definito dall art. 1, comma 5-septies del TUF, con la conseguenza che il Cliente impartisce gli ordini alla Banca in piena autonomia senza che la Banca medesima interferisca in alcun modo sulle specifiche disposizioni del Cliente. 5. La prestazione dei servizi ha per oggetto gli strumenti finanziari di cui all art. 1, comma 2, del TUF. 6. Nel caso di operazioni aventi ad oggetto strumenti finanziari derivati, ad eccezione dei covered warrant e dei certificates, nonché nel caso in cui la Banca accordi al Cliente un finanziamento per consentirgli l operatività in strumenti finanziari con l intervento della Banca medesima, la Banca può richiedere la sottoscrizione di apposita documentazione ad integrazione delle disposizioni contenute in questo Contratto. Articolo D2 Rischi delle operazioni in strumenti finanziari 1. Il Cliente dà atto che la Banca gli ha consegnato il documento contenente le informazioni pre-contrattuali (qui allegato sub n. 3) prima di iniziare la prestazione dei servizi e comunque in tempo utile per consentirgli la lettura e la comprensione del documento medesimo. In particolare, il Cliente dà atto che la Banca lo ha informato sui rischi connessi alle tipologie di strumenti finanziari nonché a particolari tecniche operative che risultano dalla combinazione dei servizi di investimento e del servizio accessorio di finanziamento. 2. Il Cliente dà altresì atto che per le quote di fondi comuni di investimento e le azioni di Sicav, la Banca lo ha informato che i rischi dell investimento sono indicati nel prospetto semplificato di cui il Cliente è invitato a prendere visione prima di procedere a conferire una disposizione di investimento. Articolo D3 Conflitti di interesse 1. La Banca organizza la propria attività in modo tale da ridurre al minimo il rischio di conflitti di interesse e, in situazioni di conflitto, agire in modo da assicurare comunque al Cliente trasparenza ed equo trattamento. 2. In particolare, la Banca attua una politica di gestione dei conflitti di interesse (descritta nel documento contenente le informazioni pre-contrattuali qui allegato sub.n.3) che consente di individuare le circostanze che generano o potrebbero generare un conflitto di interessi idoneo a danneggiare in modo significativo gli interessi di uno o più clienti. La Banca garantisce comunque al Cliente la possibilità di ottenere, previa specifica richiesta scritta in tal senso, maggiori dettagli relativamente alla politica di gestione dei conflitti di interessi adottata. 3. Nell ipotesi in cui la politica di gestione dei conflitti di interesse e le disposizioni organizzative adottate dalla Banca per gestire i conflitti di interesse non siano sufficienti per assicurare, con ragionevole certezza, che il rischio di nuocere gli interessi del Cliente sia evitato, la Banca informa chiaramente il Cliente prima di agire per suo conto, della natura e delle fonti dei conflitti affinché esso possa assumere una decisione informata, tenuto conto del contesto in cui le situazioni di conflitto si manifestano. Articolo D4 Conferimento degli ordini 1. Il Cliente trasmette alla Banca i propri ordini aventi ad oggetto strumenti finanziari tramite mezzi di comunicazione a distanza (a titolo esemplificativo, rete internet, canale telefonico), secondo le modalità che la Banca rende note al Cliente nel proprio sito internet. L utilizzo delle piattaforme proprietarie e non proprietarie che la Banca mette a disposizione del Cliente è disciplinata dal successivo articolo D6 del Contratto. 2. Al fine di conferire gli ordini, il Cliente deve identificarsi utilizzando i propri codici di sicurezza, che sono strettamente personali e non possono essere in alcun caso comunicati ad altri soggetti. Il Cliente si impegna a custodire con ogni cura i codici di sicurezza, restando responsabile di ogni conseguenza che possa derivare dall abuso o dall uso illecito dei codici di sicurezza, da parte di chicchessia, nonché del loro smarrimento o sottrazione. Resta inteso che la Banca non assume alcun tipo di responsabilità per qualunque ipotesi di mancata cautela da parte del Cliente nella conservazione dei codici di sicurezza e della password. 3. Il Cliente prende atto che gli ordini eventualmente impartiti telefonicamente vengono registrati dalla Banca su nastro magnetico o su altro supporto equivalente, ai sensi di quanto previsto dalla normativa in materia. 4. ll Cliente prende atto ed accetta che i tracciati dei collegamenti tramite rete internet ovvero le registrazioni dei contatti telefonici di cui al precedente comma 3 fanno piena prova delle disposizioni impartite dal Cliente. Articolo D5 Conferimento di ordini condizionati e conferimento di una pluralità di ordini 1. ll Cliente, seguendo le istruzioni appositamente fornite e le procedure descritte nel sito Internet della Banca, può disporre che l ordine di acquisto o di vendita di uno strumento finanziario venga trasmesso dalla Banca agli intermediari autorizzati alla negoziazione o, sussistendone i presupposti, eseguito direttamente, all avverarsi di una o più condizioni quali il raggiungimento da parte di tale strumento finanziario di un valore di mercato o di ulteriori parametri determinati e specificati dal Cliente stesso al momento dell impostazione dell ordine. Qualora la condizione apposta non dovesse avverarsi entro il termine indicato dal Cliente, l ordine si intende cancellato automaticamente. 2. Il Cliente, seguendo le istruzioni appositamente fornite in proposito, nonchè le procedure descritte nel sito Internet della Banca, può disporre la trasmissione dalla Banca agli intermediari autorizzati alla negoziazione o, sussistendone i presupposti, eseguiti direttamente, di una pluralità di ordini aventi ad oggetto la compravendita di strumenti finanziari specificando modalità, parametri e tempistica di esecuzione degli ordini medesimi. 3. Resta inteso che anche agli ordini disciplinati in questo articolo D5 si applicano tutte le altre pattuizioni del precedente articolo D4. Articolo D6 Piattaforme proprietarie e non proprietarie e utilizzo dei dati di mercato 1. La Banca è l esclusiva titolare dei diritti di sfruttamento economico relativi alle piattaforme proprietarie e non proprietarie che la Banca medesima mette a disposizione del Cliente. 2. Nell ipotesi in cui il Cliente che prescelga il conto Trading intenda utilizzare le piattaforme non proprietarie otterrà la concessione di una licenza d uso non esclusiva e non trasferibile, seguendo le istruzioni contenute di volta in volta nel sito Internet della Banca e secondo le condizioni specificate nell Allegato economico del Contratto. In forza di tale licenza e secondo le modalità indicate nel sito internet della Banca, il Cliente potrà effettuare il down-load delle Piattaforme sul proprio sistema informatico, accedendo, pertanto, alla stessa ed ai servizi tempo per tempo disponibili e selezionati. 3. Con riferimento al contenuto software delle piattaforme non proprietarie, il Cliente si obbliga sin da ora a (i) utilizzare le Piattaforme solo ed esclusivamente per usufruire dei Servizi della Banca secondo le indicazioni fornite di volta in volta nel sito Internet della Banca; (ii) non copiare, in tutto o in parte, in qualunque modo o forma, le Piattaforme; (iii) non adattare, riprodurre, tradurre, trasformare, modificare, in tutto o in parte, in qualsiasi modo o forma, per un periodo permanente o transitorio, le Piattaforme. 4. La Banca non assume alcun obbligo relativo all'installazione delle Piattaforme non proprietarie che verrà effettuata dal Cliente, a proprie cure e spese, sotto la propria diretta responsabilità. Qualora, nonostante le istruzioni fornite nel sito internet della Banca, il Cliente necessiti di assistenza per l installazione delle Piattaforme, potrà contattare il Call Center messo a disposizione dalla Banca digitando il numero verde indicato nel sito. 5. Il Cliente riconosce che la Banca non assume alcuna responsabilità, e non sarà pertanto tenuta ad alcun risarcimento, in relazione ad eventuali danni diretti o indiretti, incidentali o conseguenti dallo stesso subiti a causa dell'utilizzazione delle Piattaforme non proprietarie, inclusi eventuali mancati guadagni o perdite di profitto. La limitazione di responsabilità sopra indicata non opererà nell'ipotesi di dolo o colpa grave della Banca. 6. In relazione ai dati di mercato che la Banca rende disponibili ai clienti sulle proprie piattaforme proprietarie e non proprietarie, il Cliente dà atto e garantisce che i dati di mercato resi disponibili dalla Banca: (i) verranno utilizzati esclusivamente per l esecuzione nel proprio ed esclusivo interesse, tramite la Banca, delle operazioni previste nei contratti stipulati con la Banca; (ii) non verranno utilizzati per finalità di natura commerciale, ivi inclusa l operatività posta in essere nell ambito dell esercizio di una delle attività commerciali di cui all art codice civile; (iii) non verranno utilizzati in alcun caso e in alcun momento a favore di terze persone diverse dal Cliente; (iv) non verranno in alcun caso e in alcun momento distribuiti ovvero resi disponibili a terzi; (v) verranno mantenuti strettamente riservati e non verranno riprodotti in alcun caso e in alcun momento neppure parzialmente. Articolo D7 Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini 1. Nella prestazione dei servizi, la Banca si attiene, ove richiesto dalla normativa MIFID, a quanto stabilito nella propria strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini (c.d execution e transmission policy ), redatta in conformità alle disposizioni della Normativa MIFID e qui allegata come documento di sintesi informativo sub n.4). 2. La Banca, sulla base della strategia adottata, garantisce al Cliente il raggiungimento in modo duraturo del miglior risultato possibile, inteso come scelta della sede di esecuzione che consente di eseguire ogni singolo ordine del Cliente nel rispetto di una gerarchia di fattori (prezzo dello strumento finanziario, costi di esecuzione, rapidità e probabilità di esecuzione e di regolamento, natura dell ordine, altri fattori rilevanti) individuata dalla Banca nell interesse dell investitore. L ordine di importanza dei fattori, nonché le sedi di esecuzione che consentono il raggiungimento del miglior risultato possibile per il Cliente, sono stati scelti tenuto conto della classificazione del Cliente contenuta nel Contratto sottoscritto al momento dell apertura del rapporto, degli strumenti finanziari negoziati e delle caratteristiche delle sedi di esecuzione stesse. 3. Per consentire l esecuzione degli ordini sulla base della strategia adottata dalla Banca, il Cliente rilascia il proprio consenso nel Contratto. 4. La Banca per talune tipologie di strumenti finanziari individuati nella propria strategia di esecuzione opera al di fuori dei mercati regolamentati ovvero dei sistemi multilaterali di negoziazione A tal fine, Il Cliente rilascia esplicitamente alla Banca nel Contratto il proprio consenso in via generale all esecuzione degli ordini al di fuori di un mercato regolamentato o di un sistema multilaterale di negoziazione. Articolo D8 Gestione degli ordini dei clienti 1. La Banca può trattare gli ordini dei Clienti o le operazioni per conto proprio in aggregazione con gli ordini di altri clienti qualora siano soddisfatte le condizioni previste dalla Normativa MIFID. Fermo restando l impegno in via generale della Banca di minimizzare i rischi derivanti dall aggregazione degli ordini, il Cliente dà comunque atto di essere edotto che l effetto dell aggregazione potrebbe andare a suo discapito in relazione a singoli ordini. 2. La Banca stabilisce una strategia di assegnazione delle operazioni eseguite sulla base degli ordini aggregati nel rispetto dei criteri previsti dalla Normativa MIFID.

12 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 12/43 3. Nel caso di invio di un ordine con limite di prezzo, di dimensione inferiore ai limiti specificati dalla Normativa MIFID, su azioni quotate su un mercato regolamentato che non può essere immediatamente eseguito, il Cliente autorizza la Banca a valutare, a sua discrezione, se è appropriato rendere pubblico l ordine in questione in modo da renderlo facilmente accessibile agli altri partecipanti al mercato. Nel dare tale autorizzazione, il Cliente prende atto che in alcune circostanze ciò implica che il suo ordine non sarà mostrato al mercato. Articolo D9 Svolgimento dei servizi 1. Nello svolgimento dei servizi, la Banca si attiene alle istruzioni impartite dal Cliente, senza interferire in alcun modo nelle scelte da questi effettuate quanto all oggetto, alla tipologia, alla quantità ed alla frequenza degli investimenti, fatto salvo quanto stabilito dal successivo comma 3, in tema di operazioni non appropriate. 2. La Banca ha tuttavia facoltà di rifiutare l ordine, previa immediata comunicazione al Cliente, anche attraverso mezzi di comunicazione a distanza. In ogni caso, la Banca rifiuta l ordine qualora: (i) abbia fondato motivo di ritenere che i codici di sicurezza del Cliente siano conosciuti da soggetti terzi; (ii) il conto del Cliente attivato presso la Banca risulti privo dei margini di copertura necessari ai fini del perfezionamento dell operazione. La comunicazione del rifiuto determina la cancellazione dell ordine ed il Cliente, dopo aver reintegrato il margine di copertura, qualora intenda confermarlo, dovrà effettuare un nuovo ordine; (iii) la disponibilità di titoli nel dossier attivato dal Cliente presso la Banca non sia sufficiente a coprire integralmente l ordine impartito. 3. La Banca verifica, sulla base delle informazioni rilasciate dal Cliente nel Contratto che il Cliente possieda un livello di conoscenza ed esperienza necessario a comprendere i rischi dell operazione richiesta. Il Cliente dà atto di essere edotto che il mancato o parziale rilascio delle informazioni di cui al presente comma può impedire alla Banca di stabilire se le operazioni da lui disposte siano o meno per lui appropriate. Qualora la Banca riceva dal Cliente disposizioni relative ad una o più operazioni non appropriate sulla base delle predette informazioni, la Banca medesima avverte il Cliente di tale circostanza.. Nel caso in cui il Cliente intenda comunque dare corso ad una operazione ritenuta dalla Banca non appropriata, ovvero nel caso in cui il Cliente non abbia rilasciato informazioni sufficienti per la formulazione del giudizio di appropriatezza, la Banca potrà comunque eseguire l operazione stessa. 4. Nella prestazione dei servizi di esecuzione di ordini per conto dei clienti e/o di ricezione e trasmissione di ordini aventi ad oggetto strumenti finanziari non complessi (azioni, obbligazioni non strutturate) effettuata dalla Banca su iniziativa esclusiva del Cliente, la Banca medesima non valuta l appropriatezza dell operazione richiesta. Il Cliente dà atto che la Banca lo ha informato prima di prestare il servizio che, nella situazione disciplinata in questo comma, egli non beneficia della protezione offerta dalle disposizioni in materia di appropriatezza di cui al precedente comma 3. Articolo D10 Particolari modalità di svolgimento del servizio di collocamento di quote di OICR 1. Nella prestazione del servizio di collocamento senza preventiva sottoscrizione o acquisto a fermo avente per oggetto quote di OICR italiani ovvero quote di OICR armonizzati, la Banca mette a disposizione del Cliente in via continuativa nell apposita sezione del proprio sito internet, per ciascun fondo e/o comparto di OICR, oltre ai documenti prescritti dalla normativa vigente, informazioni aggiornate riguardanti: (i) la composizione del patrimonio dell OICR con l evidenza della sua suddivisione per asset class (azioni, obbligazioni, liquidità, altro), per aree geografiche, per settore economico; (ii) indici per la misurazione della rischiosità ; (iii) dati sui rendimenti storici. 2. Esclusivamente previa esplicita richiesta del Cliente, la Banca può, altresì, raccomandare al Cliente l investimento in uno o più specifici OICR tra quelli che essa colloca. In questo caso, la Banca richiede al Cliente le informazioni previste dalla normativa MIFID al fine di raccomandare OICR adeguati al profilo del Cliente. 3. In relazione ai servizi forniti al Cliente ai sensi dei precedenti commi 1 e 2 di questo articolo, la Banca percepisce dai gestori (ad es. SGR, Sicav) degli OICR collocati compensi (cd. inducements) periodici commisurati in misura percentuale al valore delle commissioni di gestione a loro volta percepite dai gestori sulla porzione di patrimonio dell OICR riferibile ai clienti della Banca. 4. La Banca si impegna a fornire ai Clienti che lo richiedano i dettagli dei compensi di cui al precedente comma La Banca può stabilire che i predetti inducements, da essa percepiti in relazione ai servizi prestati ai sensi dei precedenti commi 1 e 2 di questo articolo D10, possano essere, in tutto o in parte, destinati ai clienti, secondo le modalità e i criteri che la Banca renderà noti tempo per tempo sul proprio sito internet. 6. In relazione a quanto previsto al precedente comma 5, le Parti si danno reciprocamente atto che l iniziativa ha natura promozionale e che la Banca potrà, pertanto, modificare le modalità e i criteri dell iniziativa, senza che ciò possa configurare in alcun modo una modifica unilaterale da parte della Banca, ai sensi dell art. 118 del TUB e dell art. 33 del Codice del Consumo. 7. La facoltà di modificare le modalità e i criteri dell iniziativa, di cui al precedente comma 6 di questo articolo D10, sarà in ogni caso subordinata al rispetto di quanto comunicato dalla Banca ai clienti, anche attraverso messaggi pubblicitari. Articolo D11 Margini di garanzia 1. Il Cliente prende atto che le operazioni da lui disposte possono comportare l obbligo di versamento alla Banca di provvista o di margini di garanzia previsti per l operazione disposta. In tal caso, il Cliente deve versare alla Banca le somme richieste prima di dare corso all operazione. 2. Successivamente all apertura della posizione, il Cliente deve mantenere nel continuum in deposito presso la Banca i margini di garanzia previsti, pena la facoltà della Banca di procedere, di sua iniziativa, alla chiusura delle posizioni del Cliente medesimo. 3. I versamenti della provvista e dei margini devono avvenire secondo le modalità prescritte dalla Banca e rese note al Cliente nel suo sito internet. 4. Nella prestazione dei servizi di negoziazione per conto proprio, esecuzione degli ordini per conto dei clienti nonché di ricezione e trasmissione di ordini, la Banca richiede al Cliente di indicare - in relazione all operatività che possa determinare passività effettive o potenziali superiori al costo di acquisto degli strumenti finanziari un importo (non inferiore alle sue disponibilità complessive presso la Banca) al quale commisurare la soglia delle perdite di cui al successivo comma 5 di questo articolo ( Capitale di Riferimento ). 5. Nella prestazione dei servizi di negoziazione per conto proprio, esecuzione degli ordini per conto dei clienti nonché di ricezione e trasmissione di ordini, la Banca comunica al Cliente le perdite superiori alla soglia del 50% del Capitale di Riferimento, quando tali perdite derivino dall operatività che possa determinare passività effettive o potenziali superiori al costo di acquisto degli strumenti finanziari. Articolo D12 Rendicontazione al Cliente 1. Nella prestazione dei servizi di investimento, la Banca fornisce prontamente al Cliente la relativa rendicontazione. In particolare la Banca, nella prestazione dei servizi di esecuzione, ricezione e trasmissione di ordini, nonché di collocamento, mette a disposizione del Cliente nell area riservata del sito Internet, salva diversa esplicita richiesta del Cliente, per ogni operazione, entro il primo giorno lavorativo successivo a quello di esecuzione o a quello in cui si è ricevuta conferma dell esecuzione dell ordine trasmesso, la nota di cui al Regolamento Intermediari. 2. Qualora il Cliente non faccia pervenire alla Banca alcun reclamo motivato scritto, a mezzo raccomandata a.r. entro cinque giorni lavorativi dalla ricezione della documentazione, la stessa si intenderà tacitamente approvata, fatto salvo il caso di errore manifesto. Articolo D13 Limitazioni di responsabilità 1. Qualora il servizio offerto dalla Banca sia interrotto, sospeso, ritardato o comunque oggetto di anomalie a causa di motivi tecnici riguardanti il sevizio stesso o le borse valori, la Banca si adopererà per fare quanto necessario al fine di superare i suddetti inconvenienti. Resta inteso che la Banca sarà responsabile in via contrattuale ed extracontrattuale esclusivamente per danni di natura immediata e diretta derivanti da dolo o colpa grave nei limiti della loro prevedibilità all'atto della stipulazione del Contratto. Articolo D14 Condizioni, commissioni e spese relative ai servizi di investimento 1. Le condizioni economiche, le commissioni e le spese applicate ai servizi di investimento sono riportate nell Allegato economico e comunque mantenute costantemente aggiornate nel sito Internet della Banca. 2. Il Cliente sarà altresì tenuto al pagamento dei seguenti costi: a) eventuali imposte o tasse; b) spese risultanti dal rapporto, ivi incluse spese postali, spese per tasse sui contratti di borsa relative alle operazioni soggette a tale tributo, spese sostenute per la partecipazione alle assemblee o per la perdita di valuta sui conferimenti in liquidità; c) eventuali spese e commissioni documentate, corrisposte dalla Banca ad altro intermediario. 3. La Banca è autorizzata ad addebitare sul conto corrente del Cliente le spese e le commissioni di cui al presente articolo. Se tale conto risulterà privo della provvista, il Cliente dovrà provvedere a ripristinare la provvista immediatamente e comunque entro 15 giorni dalla richiesta di adempimento formulata dalla Banca. Articolo D15 Modalità di deposito delle somme di denaro 1. Contestualmente alla sottoscrizione del Contratto, il Cliente dovrà depositare nel suo conto corrente in essere presso la Banca e disciplinato nella precedente parte B del Contratto. 2. ll conto potrà essere chiuso solo dopo l avvenuta liquidazione di tutte le operazioni ancora pendenti al momento dello scioglimento del Contratto. Articolo D16 Modalità di deposito di strumenti finanziari 1. Gli strumenti finanziari detenuti dalla Banca per l esecuzione delle operazioni regolate dal presente Contratto sono immessi in depositi individuali amministrati, intestati al Cliente e disciplinati dalla precedente parte C delle presenti pattuizioni contrattuali. PARTE E - Norme che disciplinano il prestito degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente Articolo E1 Definizioni 1. In questa Parte E, si intende per: - Parti : la Banca e il Cliente; - Mutuante : il Cliente; - Mutuatario : la Banca o il terzo soggetto prenditore degli strumenti finanziari; - Contratto di deposito : il contratto di deposito a custodia e amministrazione di strumenti finanziari stipulato e attualmente in essere le tra le Parti; - Deposito amministrato : il conto in essere presso la Banca a nome del Cliente in dipendenza del contratto di deposito; - Mercati regolamentati : i mercati iscritti nell elenco di cui all art. 63, comma 2, del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, ovvero iscritti nell apposita sezione di cui all art. 67, comma 1, del decreto legislativo 24 febbraio 1998 n. 58, nonché ogni altro mercato regolarmente funzionante per il quale siano stabiliti criteri di accesso e di funzionamento; - Strumenti finanziari : i titoli quotati nei mercati regolamentati di proprietà del Cliente immessi nel deposito amministrato che possono formare oggetto dei singoli contratti di prestito; - Valore di mercato degli strumenti finanziari : per i titoli azionari quotati nei mercati regolamentati che prevedono la pubblicazione di un prezzo di riferimento è rappresentato dal prezzo di riferimento; per i titoli azionari quotati in mercati regolamentati che non prevedono la pubblicazione di un prezzo di riferimento, è rappresentato dal prezzo di quotazione ottenibile da un information provider generalmente utilizzato dagli operatori del settore (a titolo esemplificativo Bloomberg, Reuters) individuato secondo buona fede dalla Banca; - Conferma di operazione : la conferma dei singoli contratti di prestito di strumenti finanziari conclusi dalla Banca in nome e per conto del Cliente in esecuzione dell incarico conferito dal Cliente alla Banca, che riporta la specie e la quantità di strumenti finanziari oggetto del prestito, la data dell operazione, la data di decorrenza e la remunerazione spettante al Cliente; - Giorno lavorativo : ogni giorno di funzionamento dei mercati regolamentati nei quali sono quotati gli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito; - Giacenza : la quantità di ciascuno degli strumenti finanziari immessi nel Deposito amministrato. Articolo E2 Esecuzione del mandato 1. La Banca conclude in nome e per conto del Cliente i singoli contratti di prestito di strumenti finanziari con piena discrezionalità senza la preventiva autorizzazione del Cliente, decidendo autonomamente, entro i limiti specificamente previsti in questo accordo quadro, la tipologia e la quantità di strumenti finanziari da concedere in prestito, le giornate di esecuzione dei singoli contratti e le controparti contrattuali. 2. La Banca non assume nei confronti del Cliente alcun obbligo di esecuzione di specifici contratti di prestito di strumenti finanziari anche nel caso in cui il Cliente impartisca specifiche disposizioni alla Banca. 3. La Banca garantisce al Cliente il buon fine delle singole operazioni di prestito di strumenti finanziari concluse in attuazione delle norme di questo capo. Articolo E3 Contratti conclusi dalla Banca con se stessa 1. La Banca è sin d ora autorizzata, ai sensi dell art cod. civ., a concludere le singole operazioni di prestito di strumenti finanziari con se stessa e ad assumere quindi, oltre alla veste di rappresentante del Cliente, anche la veste di Mutuatario.

13 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 13/43 2. Anche nel caso di cui al precedente comma 1 di questo articolo, resta ferma la garanzia del buon fine dei singoli contratti di prestito di cui al precedente art. E2, comma 3, di questo contratto. Articolo E4 Oggetto e durata dei singoli contratti di prestito 1. I singoli contratti di prestito hanno ad oggetto gli strumenti finanziari ed hanno durata non superiore ad 1 giorno lavorativo. 2. I singoli contratti di prestito si intendono conclusi, ai sensi dell art cod. civ., con il prelievo degli strumenti finanziari dal deposito amministrato ed il contestuale trasferimento al Mutuatario. Articolo E5 Consegna degli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito 1. Il Cliente conferisce alla Banca mandato affinché la Banca medesima compia, in nome e per conto del Cliente, ogni attività necessaria per il trasferimento degli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito dal proprio deposito amministrato a favore del Mutuatario. Articolo E6 Effetti dei singoli contratti di prestito 1. I singoli contratti di prestito determinano, ai sensi e per gli effetti dell art cod. civ., il trasferimento della proprietà degli strumenti finanziari dal Cliente al Mutuatario. 2. Il diritto di voto, i proventi degli strumenti finanziari accordati in prestito nonché gli altri diritti accessori sugli strumenti finanziari spettano, salvo quanto previsto nei successivi commi 3 e 5 di questo articolo, al Mutuatario, per l intera durata del prestito. 3. Nel caso in cui gli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito attribuiscano il diritto al dividendo e/o ad altri proventi in denaro che il Mutuatario incassa nel corso della durata del prestito, la Banca si impegna, anche per conto del Mutuatario, ad effettuare a favore del Cliente un pagamento equivalente al dividendo e/o al provento in denaro, al netto delle ritenute previste dalle disposizioni fiscali tempo per tempo vigenti. 4. Il pagamento di cui al precedente comma 3 di questo articolo viene effettuato con accredito del conto corrente che il Cliente ha in essere presso la Banca, con data valuta coincidente con la data del termine di durata del prestito. 5. Nel caso in cui gli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito attribuiscano il diritto di ottenere quantità aggiuntive di strumenti finanziari della medesima tipologia di quelli oggetto del prestito ovvero di altra tipologia e/o altri valori e tali strumenti finanziari e/o valori vengono consegnati al Mutuatario nel corso della durata del prestito, la Banca si impegna, anche per conto del Mutuatario, a consegnare al Cliente, al termine del periodo di durata del prestito, anche le predette quantità aggiuntive di strumenti finanziari e/o valori ricevuti dal Mutuatario. Articolo E7 Remunerazione 1. In relazione a ciascun singolo contratto di prestito concluso la Banca riconosce al Cliente una remunerazione calcolata applicando il tasso pubblicato in apposita pagina del sito internet della Banca in ragione del valore di mercato degli strumenti finanziari alla data di consegna degli stessi al Mutuatario per la durata effettiva del prestito con divisore La Banca, nella sua qualità di sostituto di imposta, applica sulla remunerazione di cui al precedente comma 1 le ritenute di cui ala normativa fiscale tempo per tempo vigente. 3. La remunerazione di cui al precedente comma 1 viene corrisposta alla scadenza di ogni mese solare, con data valuta coincidente con la fine del medesimo mese solare, sulla base dei singoli contratti di prestito conclusi nel mese solare secondo le condizioni di volta in volta applicate alle singole operazioni di prestito. 5. Resta fermo che quanto riconosciuto al Cliente ai sensi dei commi 3 e 5 del precedente art. E6 di questo contratto non costituisce remunerazione. 6. La Banca non addebita al Cliente alcuna spesa sui singoli contratti di prestito conclusi in esecuzione dell accordo quadro disciplinato in questo Capo. Articolo E8 Comunicazioni al Cliente 1. Salvo quanto previsto nel successivo articolo E12, la Banca comunica al Cliente la conferma di operazione relativa a ciascun singolo contratto di prestito nell ambito dell estratto conto titoli trasmesso periodicamente al Cliente. Articolo E9 Restituzione di strumenti finanziari equivalenti e diritto di recall 1. La Banca si impegna, anche per conto del Mutuatario, a restituire al Cliente, al termine del periodo di durata di ciascun singolo contratto di prestito, strumenti finanziari della stessa specie e quantità di quelli presi a prestito. 2. La Banca riconosce espressamente il diritto di recall del Cliente, che consiste nel diritto del Cliente di richiedere alla Banca in ogni momento la restituzione degli strumenti finanziari, o di parte di essi, che hanno formato oggetto di ciascun singolo contratto di prestito in esecuzione di questo accordo quadro. 3. In relazione alla durata di ciascun singolo contratto di prestito, il diritto di recall di cui al precedente comma 2 di questo articolo viene esercitato dal Cliente tramite il conferimento alla Banca dell ordine di vendita di tutta o di una parte della quantità di strumenti finanziari che la Banca, in forza di questo accordo quadro, ha concesso in prestito al Mutuatario, ovvero tramite il conferimento alla Banca di un ordine di trasferimento ad un altra Banca di tutta o di una parte della quantità di strumenti finanziari che la Banca, in forza di questo accordo quadro, ha concesso in prestito al Mutuatario. Articolo E10 Risoluzione 1. Il presente accordo e ciascun singolo contratto di prestito si risolvono, ai sensi dell art cod. civ., quando ricorra almeno una delle seguenti fattispecie: a) mancata restituzione alla scadenza anche di uno solo degli strumenti finanziari oggetto dei singoli contratti di prestito; b) mancato adempimento di una delle Parti di una delle obbligazioni derivanti dal presente accordo e relative ad ogni singolo contratto di prestito di strumenti finanziari. 2. In ogni caso di risoluzione del contratto, tutti i singoli contratti di prestito in essere si concluderanno automaticamente e la Banca dovrà restituire gli strumenti finanziari entro il primo giorno successivo alla data di risoluzione, fatto salvo ogni diritto delle Parti, ivi compreso il risarcimento degli eventuali danni. Articolo E11 Durata - Recesso 1. L accordo disciplinato in questo Capo è a tempo indeterminato e il Cliente può recedervi in ogni momento; la Banca potrà esercitare analoga facoltà anche ai sensi dell art cod. civ. dando un preavviso di almeno 15 giorni. La comunicazione di recesso deve essere effettuata tramite lettera raccomandata A.R.. 2. Il recesso del Cliente diviene efficace decorsi tre giorni lavorativi bancari dalla data in cui la Banca ha ricevuto la comunicazione di recesso del Cliente. 3. Il recesso non pregiudica la validità e l esecuzione dei singoli contratti di prestito già posti in essere, come pure i conseguenti obblighi e diritti delle Parti, salvo il diritto di Recall esercitabile dal Cliente mediante disposizione di vendita dei titoli. 4. Il recesso dal presente accordo non comporta recesso dal contratto di deposito di strumenti finanziari a custodia e amministrazione e dal contratto di ricezione e trasmissioni di ordini e negoziazione. Il recesso dal contratto di deposito di strumenti finanziari a custodia e amministrazione e dal contratto di ricezione e trasmissione di ordini e negoziazioni comporta invece anche il recesso dall accordo disciplinato in questo capo. Articolo E12 Norme applicabili 1. Per tutto quanto qui non espressamente disciplinato, si rinvia al contratto di deposito di strumenti finanziari a custodia e amministrazione, nonché alle norme generali di cui alla parte A di questo atto. SOTTOSCRIZIONE DELLE NORME CONTRATTUALI Il Cliente Prende atto che la sottoscrizione del presente documento rappresenta una sua proposta e che pertanto il Contratto si concluderà nel momento in cui il Cliente avrà ricevuto accettazione dalla Banca; Il Cliente con la presente sottoscrizione dichiara Di aver ricevuto su supporto duraturo attraverso il sito Internet della Banca l'informativa precontrattuale, allegata al Contratto sub 3, in tempo utile prima della prestazione di servizi di investimento o accessori; Di essere consapevole che la Banca può sottoscrivere il Contratto per accettazione, oltre che con firma autografa, anche mediante apposizione della firma digitale e che tale documento informatico, ai sensi e per gli effetti del Codice dell Amministrazione Digitale (Dlgs 7 marzo 2005, n.82 e successive modifiche ed integrazioni), soddisfa i requisiti della forma scritta. La copia informatica del Contratto sottoscritta per accettazione dalla Banca mediante firma digitale si intenderà dal Cliente ricevuta a seguito di messa a disposizione nell area privata del sito. Copia cartacea del Contratto potrà eventualmente essere richiesta alla Banca tramite Customer Care. Di conferire il consenso al trattamento dei dati personali per finalità tecnico-operative della Banca e al trattamento dei dati sensibili a seguito di specifiche operazioni o per l'erogazione di prodotti e servizi richiesti, presa visione dell'informativa fornita dalla Banca ex art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 e consapevole di poter, in qualunque momento, modificare la propria decisione mediante richiesta alla Banca. Di conferire/non conferire il consenso al trattamento dei dati personali per finalità commerciali come indicato nell apposita Sezione Privacy e di aver preso visione dell'informativa fornita dalla Banca ex art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 e consapevole di poter, in qualunque momento, modificare la propria decisione mediante richiesta alla Banca. Di prendere atto dell'informativa fornita ai sensi del Codice di deontologia e di buona condotta per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.300 del , nonché dei diritti che competono al Cliente in forza di detto Codice. Di essere a conoscenza della comunicazione e del corretto trattamento - a enti terzi che rilevano i rischi finanziari e società di gestione di sistemi nazionali e internazionali per il controllo delle frodi ai danni della banche e degli intermediari finanziari (il cui elenco è a disposizione presso tutti gli Sportelli nonché nel sito Internet della Banca) - dei dati che sono e saranno forniti, ivi compresi i dati inerenti la stipulazione e l'andamento dell'eventuale Contratto che dovesse essere in prosieguo perfezionato, in tutte le sue fasi, anche di eventuale inadempimento o contenzioso. Di prestare il consenso alla conservazione da parte delle banche dati anche dei dati positivi (puntualità e regolarità dei pagamenti). Di prendere atto che con la sottoscrizione del presente Contratto verrà classificato come cliente al dettaglio e potrà godere del massimo livello di protezione previsto dalla normativa. Il Cliente potrà richiedere in qualsiasi momento una classificazione differente alla Banca, che avrà piena facoltà di non accogliere tale richiesta. Infatti, la tutela applicata all'investitore classificato come professionale o come controparte qualificata è notevolmente ridotta rispetto a quella prevista per la categoria al dettaglio. Di aver preso visione della strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini adottata dalla Banca (in Allegato al Contratto sub n. 4) e di conferire il proprio consenso in relazione alla stessa. Di conferire espressamente alla Banca il proprio consenso all'esecuzione degli ordini al di fuori di un mercato regolamentato o di un sistema multilaterale di negoziazione Di essere/non essere, ai fini fiscali, residente in Italia e di scegliere il regime fiscale espresso nell'apposita Sezione. Di fornire, sotto la propria responsabilità, tutte le informazioni necessarie e aggiornate per consentire alla Banca di adempiere agli obblighi di adeguata verifica della clientela, nella Sezione Profilo Finanziario. Di voler/non voler rilasciare le informazioni relative alla propria esperienza e conoscenza per comprendere i rischi dello strumento o del servizio richiesto, come espresso nel riquadro della Sezione Profilo Finanziario. Ho/Abbiamo ricevuto e conserviamo copia del Documento di Sintesi che riporta tutte le Condizioni economiche e del Foglio informativo relativo al conto IW; Di aver, letto, esaminato e compreso le NORME CONTRATTUALI PER LA PRESTAZIONE DEI SERVIZI DI BANCA TELEMATICA DA PARTE DI IW BANK S.p.A disciplinanti le Condizioni Generali che regolano i rapporti e i servizi con IW Bank contenente le norme contrattuali, sopra riportate che dichiaro di accettare integralmente; Di aver ricevuto, letto e compreso gli allegati che fanno parte integrante del Contratto ed in particolare: Allegato Economico nel quale sono riportate le condizioni economiche applicate ai servizi disciplinati nelle precedenti parti A, B, C, D, E, Allegato 1 Privacy, Allegato 2 Regolamento dell Arbitro Bancario Finanziario e dell Ombudsman Giurì Bancario, Allegato 3

14 Aggiornamento 18/12/2014 PAG 14/43 Informativa pre-contrattuale riguardante: (i) la banca e i servizi di investimento offerti; (ii) le misure di salvaguardia degli strumenti finanziari e delle somme di denaro del Cliente; (iii) le tipologie di strumenti finanziari; (iv) i costi e gli oneri per la prestazione dei servizi di investimento), Allegato 4 Documento di sintesi sulla strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini adottata dalla Banca ai sensi della Normativa MIFID. Tutto ciò detto richiedo/richiediamo l apertura del conto corrente in euro, del conto di deposito del deposito titoli e strumenti finanziari in custodia ed amministrazione nonché l attivazione dei servizi di custodia e amministrazione di titoli e strumenti finanziari, ricezione e trasmissione di ordini, esecuzione ordini per conto del cliente anche mediante negoziazione in conto proprio di strumenti finanziari, collocamento e distribuzione di strumenti finanziari e prodotti finanziari emessi da banche ed imprese di assicurazione, nonché di eventuali altri servizi come sopra indicati. Luogo Data FIRMA TITOLARE FIRMA 1 COINTESTATARIO FIRMA 2 COINTESTATARIO FIRMA 3 COINTESTATARIO La firma/le firme sopra riportata/e valgono, altresì, quale deposito ai sensi e per gli effetti di cui all articolo A3, comma 1 del Contratto. APPROVAZIONE SPECIFICA DI CLAUSOLE Ai sensi e per gli effetti degli art.1341 e 1342 c.c., e degli artt.117 e seg. del D.lgs. 1 settembre 1993 n.385, il Cliente accetta - in base al profilo prescelto specificatamente le clausole di seguito richiamate: Parte A - Art. A4, commi 3 e 4 (Identificazione - Validità delle disposizioni impartite e prova delle disposizioni impartite dal cliente); Art. A6 (Comunicazioni); Art. A7 (Rapporti cointestati); Art.A9 (Garanzie); Art. A10 (Diritto di ritenzione e di compensazione); Art. A11 (Durata del Contratto e facoltà di recesso); Art. A12 (Modifiche contrattuali); Art. A14 (Reclami - Termine per le impugnazioni delle comunicazioni effettuate dalla Banca); Art. A16 (Diligenza-Cause di esclusione della responsabilità- Cause di forza maggiore); Art. A17 (Sospensione o abolizione del servizio); Art. A20 (Foro competente). PARTE B - Sezione I (Conto IW) - Art. B2, comma 4 (Disponibilità liquide detenute sul comparto ordinario: obblighi del cliente e facoltà della banca), Art. B2, comma 6 (Interessi attivi); Art. B3 (Rapporti di dare e avere ); Art. B4 (Estratti conto -Impugnazione, valore probatorio delle scritture e modalità di invio); Art. B6 (Conti non movimentati). PARTE B - Sezione II (Conto Trading e Corporate) - Art. B8 (Rapporti di dare e avere ); Art. B9 (Estratti conto - Impugnazione, valore probatorio delle scritture e modalità di invio); Art. B11 (Conti non movimentati). PARTE B - Sezione III (Disposizioni comuni al Conto IW e al Conto Trading e Corporate) - Art. B23, comma 5 (Versamenti tramite altri intermediari abilitati - facoltà di sospensione dei Servizi); Art. B30, comma 7 (Facoltà di addebitare in qualsiasi momento l'importo dei titoli accreditati); Art. B32 (Versamenti per corrispondenza tramite servizi postali - Esclusione di responsabilità della Banca e computo degli importi versati); Art. B34, comma 2 (Disposizioni con assegno - Smarrimento ed esonero di responsabilità); Art. B47, commi 5 e 6 (Oggetto servizio Carte di debito - Modifica dei limiti di importo); Art. B48 (Rilascio della Carta - Rischi connessi alla spedizione della carta e del PIN); Art. B49 (Poteri di rappresentanza - Opponibilità della revoca e/o della revoca della rappresentanza); Art. B50 (Custodia della Carta e del PIN); Art. B51 (Smarrimento, furto, appropriazione indebita o utilizzo non autorizzato della Carta e/o del P.I.N.); Art. B52 (Erogazione dei servizi - Sospensione o abolizione dei Servizi); Art. B53 (Addebito in conto e prova delle operazioni); Art. B54 (Recesso della Banca); Art. B58 (Misure adottabili dalla Banca); Art. B59, comma 2 (Limitazione di responsabilità della Banca per malfunzionamento degli impianti e interruzioni o sospensione nell'erogazione dei servizi); Art. B61 (Deroga di competenza giudiziaria); Art. B67 (Oggetto del servizio FastPay - addebito dei pedaggi); Art. B70, punti c) ed f) (Apertura di credito - Facoltà di recesso ed obbligo di restituzione) e comma 4 (sconfinamento). PARTE C - Art. C2, comma 2 (Utilizzo degli strumenti finanziari di proprietà del cliente); Artt. C3 e C4 (Sub-deposito degli strumenti finanziari di proprietà del Cliente); Art. C10 (Comunicazioni - Termine per le impugnazioni e modalità di invio). PARTE D - Art. D1, comma 3 (Contratti conclusi dalla Banca con se stessa); Articolo D4 (Conferimento degli ordini - Validità degli ordini conferiti e prova degli ordini conferiti); Art. D6 (Piattaforme non proprietarie - Esclusione di responsabilità della Banca); Art. D8 (Gestione degli ordini dei clienti - Facoltà della Banca di aggregazione degli ordini anche con gli ordini della Banca e assegnazione delle operazioni); Art. D9 (Svolgimento dei servizi - Facoltà della Banca di rifiutare gli ordini); Art. D12 (Rendicontazione al Cliente - Termine per la contestazione delle operazioni); Art. D13 (Limitazioni di responsabilità). PARTE E - Art. E2 (Esecuzione del mandato - insussistenza dell'obbligo della banca di eseguire specifiche operazioni); Art. E3 (Contratti conclusi dalla banca con se stessa); Art. E11 (durata e recesso). Luogo Data FIRMA TITOLARE FIRMA 1 COINTESTATARIO FIRMA 2 COINTESTATARIO FIRMA 3 COINTESTATARIO SPAZIO RISERVATO ALLA BANCA Abbiamo ricevuto la proposta qui riprodotta in copia, che sottoscriviamo per integrale accettazione. Firma per accettazione IW Bank S.p.A. Luogo Data Firma Della Banca

15 Aggiornamento 28/04/2015 PAG 15/43 Allegato Economico NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Prospetto delle spese e commissioni applicabili ai rapporti in essere tra il Cliente e la Banca. Le commissioni ed i rimborsi spese sono indicati nella misura massima praticata. Le condizioni di seguito riportate sono valide sino a nuovo avviso. SERVIZI BANCARI E SERVIZI BANCOMAT- Pagobancomat - Cirrus Maestro - Fastpay OPERAZIONI DI RACCOLTA: CONTO CORRENTE IN EURO CONTO IW CONTO TRADING CONTO IWORK PRO CONTO IWORK AZ Tasso annuo comparto ordinario 0,00% 0,00% 0,00% 0,25% Tasso creditore annuo comparto IWPower Tasso BCE - Spread 0,50%* n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special A Vista A 0,25 % lordo annuo n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 Winter ,50% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 Winter 2014 (dal 20 febbraio 2014 al 31 marzo 2015) B 1,50 % lordo annuo fino al ,50 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 Spring ,50% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 Spring 2014 (dal 1 aprile 2014 al 30 aprile 2015) C 1,50 % lordo annuo fino al ,50 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 3+3 Summer ,50% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 3+3 Summer 2014 (dal 12 giugno 2014 al 31 gennaio 2015) D 1.00% lordo annuo fino al % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 Summer ,50% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 Summer 2014 (dal 12 giugno 2014 al 31 luglio 2015) E 1,25 % lordo annuo fino al ,25 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 9+9 Summer ,50% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 9+9 Summer 2014 (dal 12 giugno 2014 al 31 gennaio 2016) F 1,50 % lordo annuo fino al ,50 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 3+3 Autumn ,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 3+3 Autumn 2014 (dal 11 settembre 2014 al 31 marzo 2015) G 0.85 % lordo annuo fino al % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 Autumn ,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 Autumn 2014 (dal 11 settembre 2014 al 30 giugno 2015) H 1,10 % lordo annuo fino al ,10 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 9+9 Autumn ,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 9+9 Autumn 2014 (dal 11 settembre 2014 al 31 marzo 2016) I 1,35 % lordo annuo fino al ,35 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 3+3 Winter ,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 3+3 Winter 2015 (dal 28 novembre 2014 al 30 giugno 2015) J 0.85 % lordo annuo fino al % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 Winter ,15% n.d. n.d. n.d.

16 Aggiornamento 28/04/2015 Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 Winter 2015 (dal 28 novembre 2014 al 31 dicembre 2015) K 1,10 % lordo annuo fino al ,10 % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 3+3 SMARTYOU 0,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 3+3 SMARTYOU (dal 22 gennaio 2015 al 31 agosto 2015) L 0.85 % lordo annuo fino al % lordo annuo dal al n.d. n.d. n.d. Tasso annuo comparto IWPower Special 6+6 SMARTYOU 0,15% n.d. n.d. n.d. Rendimento bonus comparto IWPower Special 6+6 SMARTYOU (dal 22 gennaio 2015 al 29 febbraio 2016) M 1,10 % lordo annuo fino al ,10 % lordo annuo dal al BCE 1 + 6,50% (base 365) n.d. n.d. n.d. PAG 16/43 Tasso annuo massimo per scoperto di conto e tasso di mora BCE 1 + 6,50% BCE 1 + 6,50% BCE 1 + 6,50% (base 365) (base 365) (base 365) Commissione di massimo scoperto Nessuna Nessuna Nessuna Nessuna Interessi creditori e debitori, commissione di massimo scoperto semestrale semestrale semestrale semestrale Interessi creditori comparto IWPower mensile n.d. n.d. n.d. Anno civile Anno civile Anno civile Anno civile Divisore (365 giorni/ 366 giorni (365 giorni/ 366 giorni (365 giorni/ 366 giorni (365 giorni/ 366 giorni negli anni bisestili) negli anni bisestili) negli anni bisestili) negli anni bisestili) * La remunerazione prevede un tasso floor pari a: zero. A Rendimento riconosciuto sulle giacenze tempo per tempo in essere dal dal 22 gennaio 2015 al 14 maggio Sul comparto "IWPower Special A Vista è possibile depositare solo nuova liquidità apportata in IWBank dopo il 1 luglio B Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.50%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 20 febbraio 2014 al 31 marzo 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 20 febbraio 2014 al 31 marzo C Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.50%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 1 aprile 2014 al 11 giugno 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 1 aprile 2014 al 11 giugno D Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.50%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 12 giugno 2014 al 10 settembre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 12 giugno 2014 al 10 settembre E Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.50%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 12 giugno 2014 al 10 settembre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 12 giugno 2014 al 10 settembre F Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.50%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 12 giugno 2014 al 10 settembre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 12 giugno 2014 al 10 settembre G Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 11 settembre 2014 al 27 novembre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 11 settembre 2014 al 27 novembre H Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 11 settembre 2014 al 27 novembre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 11 settembre 2014 al 27 novembre I Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 11 settembre 2014 al 29 ottobre 2014 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 11 settembre 2014 al 29 ottobre J Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 28 novembre 2014 al 21 gennaio 2015 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 28 novembre 2014 al 21 gennaio K Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 28 novembre 2014 al 21 gennaio 2015 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 28 novembre 2014 al 21 gennaio L Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 22 gennaio 2015 al 14 maggio 2015 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal 22 gennaio 2015 al 14 maggio M Rendimento riconosciuto in aggiunta al tasso ordinario dello 0.15%, per la nuova liquidità apportata dal Cliente dal 22 gennaio 2015 al 14 maggio 2015 e non movimentata neanche parzialmente fino alla data di corresponsione dell'extra rendimento. Il comparto è attivabile dal dal 22 gennaio 2015 al 14 maggio Il tasso BCE è il tasso applicato dalla Banca Centrale Europea sulle operazioni di mercato aperto (MRO Main Refinancing Operations) Quanto costa il conto corrente Indicatore Sintetico di Costo (ISC) Secondo i profili di clienti tipo individuati dalle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti del 29 luglio 2009 PROFILO ONLINE SPORTELLO Giovani (n. operazioni 164) 3,75 NA Famiglie con operatività Bassa (n. operazioni 201) 0 NA Famiglie con operatività Media (n. operazioni 228) 0 NA Famiglie con operatività Elevata (n. operazioni 0 NA 253) Pensionati con operatività Bassa (n. operazioni 0 NA 124) Pensionati con operatività Media (n. operazioni 0 NA 189) Oltre a questi costi vanno considerati (l imposta di bollo di 34,20 obbligatoria per legge) gli eventuali interessi attivi e/o passivi maturati e le spese per l apertura del conto. I costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono a 6 profili di operatività, meramente indicativi. I costi tengono conto delle modifiche alle condizioni economiche apportate nei confronti delle generalità dei Clienti e non di quelle apportate alle condizioni negoziate su base individuale o praticate in base a convenzioni.

17 Aggiornamento 28/04/2015 VALUTE E DISPONIBILITÀ SPORTELLI IWBANK fino al 24/05/2015 Prelevamento e versamento contanti Versamento assegni bancari IWBank Versamento assegni di altre banche Versamento assegni circolari Versamento assegni esteri 3 SPORTELLI BANCHE GRUPPO UBI fino al 24/05/2015 Giorno operazione e disponibilità immediata Giorno operazione e disponibilità immediata 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 sulla valuta, 5 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 per la disponibilità 1 g lavorativo successivo alla data del versamento 2 sulla valuta, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 per la disponibilità 2 gg di calendario sulla valuta, disponibilità dopo incasso effettivo Versamento contanti Valuta e disponibilità 2 gg lavorativi Prelievo contanti e assegni circolari 4 gg lavorativi antecedenti alla data di prelievo indicata Versamento assegni bancari IWBank Valuta e disponibilità alla data di versamento presso IWBank 4 Versamento assegni di altre banche Versamento assegni circolari SPORTELLI IWBANK a partire dal 25/05/2015 Prelevamento e versamento contanti/ assegni circolari e bancari stessa Filiale, assegni di traenza stessa Banca Versamento assegni bancari altra Filiale Versamento assegni bancari altri Istituti, titoli postali standard Versamento assegni circolari altri Istituti, vaglia Banca d'italia Versamento titoli postali non standardizzati Versamento assegni esteri 3 SPORTELLI BANCHE GRUPPO UBI a partire dal 25/05/2015 Versamento contanti Prelievo contanti e assegni circolari Versamento assegni circolari e bancari stessa Filiale, assegni di traenza stessa Banca Versamento assegni bancari altra Filiale Versamento assegni bancari altri Istituti, titoli postali standard Versamento assegni circolari altri Istituti, vaglia Banca d'italia Versamento titoli postali non standardizzati POSTE ITALIANE Versamento contanti Prelievo contanti ALTRI SERVIZI Prelievo a mezzo sportello automatico Bonifico in uscita Bonifico in entrata PAG 17/43 2 gg lavorativi successivi alla data di versamento presso IWBank 4 sulla valuta, 5 gg lavorativi successivi alla data di versamento presso IWBank 4 per la disponibilità 1 g lavorativo successivo alla data di versamento presso IWBank 4 sulla valuta, 2 gg lavorativi successivi alla data di versamento presso IWBank 4 per la disponibilità 0 gg lavorativi successivi alla data del versamento disponibilità e valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 sulla valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 sulla valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità. 1 g lavorativo alla data di versamento sulla valuta 2 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 2 sulla valuta assegni tratti su Nostro Istituto: 3 gg lavorativi per la disponibilità, 3 gg lavorativi dalla data operazione per la valuta; assegni tratti su Banche italiane presentate in Stanza 3 gg lavorativi per la disponibilità, 3 gg lavorativi dalla data operazione per la valuta; assegni tratti su Paesi Euro con accordi di Cash Letter 20 gg lavorativi per la disponibilità, 8 gg lavorativi dalla data operazione per la valuta; assegni tratti su Paesi extra Euro con accordi di Cash Letter 25 gg lavorativi per la disponibilità, 15 gg lavorativi dalla data operazione per la valuta; traveller's cheques 20 gg lavorativi per la disponibilità, 8 gg lavorativi dalla data operazione per la valuta; Valuta e disponibilità 2 gg lavorativi 4 gg lavorativi antecedenti alla data di prelievo indicata 0 gg lavorativi successivi alla data del versamento disponibilità e valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 4 sulla valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 4 sulla valuta 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità. 1 g lavorativo alla data di versamento sulla valuta 4 3 gg lavorativi successivi alla data del versamento per la disponibilità, 2 gg lavorativi successivi alla data del versamento 4 sulla valuta 4 gg lavorativi sulla valuta, 4 gg lavorativi per la disponibilità Giorno operazione per la valuta, 4 gg lavorativi per la disponibilità Giorno operazione 1 giorno lavorativo dalla data esecuzione dell ordine. 1 gg lavorativo in assenza di indicazione della valuta beneficiario 2 Per data del versamento si intende la data in cui l assegno è presentato dal Cliente presso lo sportello bancario di IWBank per il versamento del relativo importo sul conto corrente. Si specifica che la presentazione degli assegni bancari o circolari presso gli sportelli IWBank è consentita entro le ore 16.00, orario in cui termina lo svolgimento del servizio di pagamento assegni. In caso di presentazione del titolo successivamente alle ore 16.00, l assegno potrà essere trattenuto dall addetto di IWBank, ma quale data di versamento sarà preso in considerazione il giorno lavorativo successivo rispetto a quello di presentazione dell assegno. 3 Non si incassano assegni in valuta Dollaro. 4 Per data del versamento presso IWBank si intende la data in cui l assegno perviene materialmente allo sportello bancario di IWBank, a seguito della trasmissione da parte delle banche del Gruppo UBI. COMMISSIONI E SPESE CONTO IW CONTO TRADING CONTO IWORK PRO CONTO IWORK AZ Spese per operazione Gratis Gratis Gratis Gratis Canone mensile tenuta conto Gratis Gratis Gratis 30 Canone semestrale tenuta conto Gratis Gratis Gratis Gratis Spese di invio (opzionale) estratto conto cartaceo (con periodicità mensile) fino al /05/2015 Spese di invio (opzionale) estratto conto cartaceo (con periodicità trimestrale) a partire dal 25/05/2015 1,11 Euro 1,11 Euro 1,11 Euro 1,11 Euro

18 Aggiornamento 28/04/2015 Emissione estratto conto online con periodicità mensile fino al 24/05/2015 Emissione estratto conto online con periodicità trimestrale a partire dal 24/05/2015 Spese di chiusura annuale e di liquidazione interessi Gratis Gratis Gratis Gratis 0,00 0,00 0,00 0,00 Gratis Gratis Gratis Gratis Spese di chiusura conto Gratis Gratis Gratis Gratis PAG 18/43 Spese per versamento e prelevamento contanti presso sportelli UBI 2,95 2,95 2,95 2,95 Spese per versamento assegni (bancari e circolari) presso sportelli UBI 2,95 2,95 2,95 2,95 Spese per emissione e prelevamento assegni circolari presso sportelli UBI 2,95 2,95 2,95 2,95 Spese per versamento presso Uffici Postali 5,50 5,50 5,50 5,50 Spese per prelevamento contanti presso Uffici Postali Spese per prelevamento contanti (Euro o divisa non Euro) presso Forexchange 2,50 2,50 2,50 2,50 Opzione di riacquisto valuta servizio Forexchange 3,50 3,50 3,50 3,50 Nella misura prevista per Imposta annua di bollo attualmente in vigore Nella misura prevista per Nella misura prevista per (addebito mensile pro rata) fino al 24/05/2015 legge N legge N legge (privati) N Nella misura prevista per legge 100,00 100,00 (aziende) Domiciliazione RID utenze/ SEPA Direct Debit Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento MAV - RAV Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento F23, F24, Cartelle Esattoriali 5, ICI Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento Ricevute Bancarie (Ri.Ba.) Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento Canone TV 5 Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento bollette Telecom Gratis Gratis Gratis Gratis Pagamento bollettini Poste Italiane (più commissioni postali tempo per tempo vigenti) 1,5 (più commissioni postali) 1,5 (più commissioni postali) 1,5 (più commissioni postali) Pagamento Bollo Auto/Moto (più costo di Costo di riscossione Costo di riscossione Costo di riscossione riscossione tempo per tempo vigente per il dovuto per legge dovuto per legge dovuto per legge concessionario ACI) Bonifici (SEPA Credit Transfer) Gratis Gratis 3 3 Bonifici transfrontalieri 6 Gratis Gratis 3 3 1,5 (più commissioni postali) Costo di riscossione dovuto per legge Bonifici Urgenti Bonifici esteri non transfrontalieri Penale bonifici con Coord. Banc. beneficiario errate/incomplete Notifiche via Gratis Gratis Gratis Gratis Notifiche via SMS (gratuiti i primi 10 dall apertura conto) 0,2 cad 0,2 cad 0,2 cad 0,2 cad Incasso assegni in divisa non Euro (per 3 assegno) Richiesta dettaglio su assegni emessi (per assegno) Richiesta informazioni storiche di qualsiasi tipo sul conto corrente o dossier (spesa per ogni richiesta) 2,50 per documento (più eventuali spese postali) con un massimo di 50 2,50 per documento (più eventuali spese postali) con un massimo di 50 2,50 per documento (più eventuali spese postali) con un massimo di 50 2,50 per documento (più eventuali spese postali) con un massimo di 50 Canone utilizzo servizio Token Gratis Gratis Gratis Gratis Penale mancata resituzione Token Invio opzionale quietanza pagamento a domicilio Operazioni con l estero Cambio di riferimento (quotazione circuito UBS) rilevato al momento dell'esecuzione dell'operazione. N Se il cliente è persona fisica, l'imposta non è dovuta quando il valore medio della giacenza risultante dagli estratti conto è complessivamente non superiore a Euro 5.000" 5 Invio opzionale quietanza pagamento a domicilio. 6 Si definiscono transfrontalieri i bonifici in valuta Euro, di importo non superiore a Euro, destinati ad un paese dell Unione Europea, all Islanda e alla Norvegia, ovvero in valuta Corona Svedese e Leu Rumeno di importo non superiore a Euro, destinati alla Svezia e alla Romania, le cui spese vengono pagate con modalità share (ciascun soggetto, ordinante e beneficiario, pagherà le spese previste dalle proprie banche). COMUNICAZIONI/INFORMAZIONI dal 25/05/2015 (PER TUTTI I PROFILI DI CONTO CORRENTE) Periodicità addebito spese per produzione ed invio trimestrale comunicazioni/informazioni Periodicita' di invio estratto conto O trimestrale Periodicita' invio Documento di Sintesi annuale Comunicazioni di modifiche unilaterali 0,00 Comunicazioni/informazioni obbligatorie per Legge (per ogni documento): - spedite per posta ordinaria, se non esenti per Legge P 1,11 - comunicate mediante tecniche di comunicazione a distanza o messe a disposizione nell area riservata del sito internet della Banca 0,00 Comunicazioni/informazioni non obbligatorie per Legge (per ogni documento) Q :

19 Aggiornamento 28/04/ spedite per posta ordinaria 1,11 - comunicate mediante tecniche di comunicazione a distanza o messe a disposizione nell area riservata del sito internet della Banca 0,00 Comunicazioni/informazioni ulteriori (o a contenuti ulteriori) o più frequenti rispetto agli obblighi di Legge o trasmesse con strumenti diversi da quelli standard previsti da contratto, se accettati dalla Banca Rilascio elenco movimenti allo Sportello 1,00 Imposta di bollo sull'estratto conto R : - conto intestato a persona fisica o a Ditta nella misura prevista per legge Individuale/cointestato PAG 19/43 determinazione delle spese al momento della richiesta in base al contenuto della stessa e comunque nei limiti dei costi sostenuti (produzione ed invio) O Periodicità di invio estratto conto: in assenza di scelta diversa da parte del Cliente, la periodicità di invio estratto conto, è da intendersi trimestrale. P In particolare, le comunicazioni obbligatorie in base alla normativa sui servizi di pagamento (ricevute post esecuzione messe a disposizione in filiale). Q Comunicazioni/informazioni Non obbligatorie per legge: trattasi di comunicazioni richieste con periodicità più frequente rispetto agli obblighi di legge (ad esempio, estratti conto decadali/giornalieri), delle contabili di conto corrente (diverse dalle ricevute per singole operazioni di pagamento, messe a disposizione in filiale/online) e di eventuali altre comunicazioni o documenti non obbligatori. R Imposta di Bollo sull'estratto conto: l'imposta viene addebitata in conto con periodicita' trimestrale, con valuta fine trimestre. Per i conti aperti o estinti nel corso di un trimestre, l'imposta e' conteggiata applicando il rateo mensile ad ogni mese o frazione in cui il rapporto risulta aperto; l'addebito sui conti in estinzione viene effettuato in fase di liquidazione contabile. Limiti di orario di accettazione (CUT-OFF)** per Pagamenti Ri.Ba. e MAV in vigore dal 25/05/2015 (validi per tutti i profili di conto corrente): Tipo disposizione Giornate Sportello Internet Banking Phone Banking Disposizioni di pagamento Ri.Ba. Disposizioni di pagamento MAV Lavorative orario di chiusura al pubblico ore 18,00 in data scadenza ore 18,00 in data scadenza Semifestive orario di chiusura al pubblico ore 13,00 in data scadenza ore 13,00 in data scadenza Lavorative orario di chiusura al pubblico ore 17,30 in data scadenza ore 17,30 in data scadenza Il 14 agosto, 24 e 31 dicembre (qualora semifestivi) orario di chiusura al pubblico Ore 12,30 Ore 12,30 Limiti massimi di accettazione (CUT-OFF)** per ordini di pagamento in vigore dal 25/05/2015 (validi per tutti i profili di conto corrente): Tipo disposizione Giornate Sportello Internet Banking Phone Banking Per disposizioni di bollettini Poste Italiane Per disposizioni RAV (riscossione mediante avviso) Tutte orario di chiusura al pubblico Ore 23,45 Ore 22,00 Lavorative orario di chiusura al pubblico ore 17,30 ore 17,30 Il 14 agosto, 24 e 31 dicembre (qualora semifestivi) orario di chiusura al pubblico ore 12,30 ore 12,30 Per altre disposizioni Tutte orario di chiusura al pubblico Ore 23,45 Ore 22,00 Orari limite di accettazione (CUT-OFF)** per Bonifici, Bonifici esteri transfrontalieri, Bonifici Urgenti e Bonifici esteri non transfrontalieri soggetti a PSD in vigore dal 25/05/2015 (validi per tutti i profili di conto corrente): Tipo disposizione Giornate Sportello Internet Banking Phone Banking Bonifici o Bonifici esteri transfrontalieri Bonifico Urgente Bonifico o Bonifico estero con importo fino a Bonifico o Bonifico estero con importo superiore a Tutte Orario di chiusura al pubblico ore 17,30 ore 17,30 Lavorative ore 15,30 n.d. ore 15,30 Semifestive Orario di chiusura al pubblico n.d. ore 15,30 Tutte Orario di chiusura al pubblico ore 17,30 ore 17,30 Tutte Orario di chiusura al pubblico ore 17,30 ore 17,30 **Per Cut-off si intende l orario limite oltre il quale le disposizioni sono considerate ricevute nella giornata lavorativa successiva. INCASSI COMMERCIALI CONTO IW CONTO TRADING CONTO IWORK PRO CONTO IWORK AZ Emissione MAV n.d. n.d. 3 3 STRUMENTI DI INCASSO CONTO IW CONTO TRADING CONTO IWORK PRO CONTO IWORK AZ Attivazione Pos Fisico n.d. n.d. Gratis Gratis Canone mensile POS fisico (Stand alone, Gratis il primo, n.d. n.d. 25 GSM, GPRS) 25 i successivi Commissioni su transato n.d. n.d. fino ad un max di: - Pagobancomat 1% - Visa/Mastercard 2% fino ad un max di: - Pagobancomat 1% - Visa/Mastercard 2%

20 Aggiornamento 28/04/2015 Lavori sul punto vendita (iva esclusa) n.d. n.d. 50 per installaz. (succ.ve la prima) sostituz. disinstallaz. PAG 20/43 50 per installaz. (succ.ve la prima) sostituz. disinstallaz. COSTI e COMMISSIONI per operazioni tramite OPERATORE CALL CENTER o IVR OPERATORE 7 Identificazione accesso telefonico 0,50 Blocco/Sblocco utenza, Richiesta reinvio codici personali, Reset password dispositiva, Richiesta quotazioni degli indici di mercato/dei derivati 8, Richiesta quotazioni titoli/fondi e SICAV 8 Monitoraggio quotazioni di una lista predefinita di titoli 7 1 Saldo conto corrente 8, Cambio dati anagrafici ( , tel., indirizzo), Richiesta status pratiche mezzi di pagamento, Disposizione di bonifico e giroconto, disposizione di prelevamento contanti presso Uffici Postali, disposizione o revoca di domiciliazione delle utenze, disposizione di Ricarica Cellulare, pagamento F23 e F24, Cartelle Esattoriali, ICI, pagamento MAV RAV e Ri.Ba., pagamento bollettini postali, pagamento 5 Bollo Auto/Moto, richiesta/attivazione carte (Bancomat/Carte di credito), Canone TV, richiesta/attivazione carnet Assegni, richiesta invio carnet bollettini postali per versamento. RISPONDITORE AUTOMATICO (IVR) Operazioni self service IVR - identificazione accesso telefonico Gratis Operazioni self service IVR - blocco/sblocco utenza, richiesta reinvio codici personali, reset password dispositiva Gratis Operazioni self service IVR - saldo del conto corrente, monitoraggio quotazioni degli indici mercato/dei derivati, quotazioni titoli/fondi e SICAV 0,20 Monitoraggio quotazioni di una lista predefinita di titoli 7 0,50 7 L addebito delle commissioni vale per OGNI tipologia di richiesta informativa anche se effettuata nella medesima telefonata. 8 Se richiesti contestualmente ad una operazione dispositiva verrà addebitata solo quest'ultima. CARNET ASSEGNI Costo libretti Gratuito il 1 carnet su base annua, 5 per le richieste successive Costo libretti in forma libera (spese per imposta di bollo) 15 CARTE DI PAGAMENTO CARTA BANCOMAT Canone annuo Gratis Carta Aggiuntiva, Riemissione Carta smarrita 10 Commissioni prelievo su ATM/Bancomat area Euro Gratis Commissioni prelievo su ATM estero (circuito CIRRUS) 3% (con min. 3,62 ) Commissioni pagamenti su POS/PagoBancomat area Euro Gratis Commissioni pagamenti su POS estero (circuito MAESTRO) 1,5% (con max. 3,62 ) Commissioni per il servizio FastPay Gratis CARTA DI CREDITO CARTA IW CONTO IW CONTO TRADING CARTA VISA BUSINESS CONTO IWORK CARTA VISA CORPORATE CONTO IWORK Quota di adesione annuale carta principale Gratis 25 (Gratis la prima carta) 40 (Gratis le prime 2 carte) Spese ri-generazione PIN Blocco carta Gratis Gratis Gratis Sostituzione carta a scadenza Gratis Gratis Gratis Rifacimento carta (smagnetizzazione, furto, smarrimento) 10 Gratis Gratis Spese di emissione invio estratto conto on-line Gratis Gratis Gratis Spese di emissione invio estratto conto cartaceo 2,50 2,50 2,50 Imposta di bollo su estratto conto superiore a 77,47 Non applicata Non applicata Non applicata Commissione su pagamenti e rifornimenti carburante Gratis Gratis Gratis Commissione prelievo contanti su ATM in Italia ed all estero 2,75 2,90 2,90 Commissione prelievo tramite Visa Resto Cash 1 n.d. n.d. Prelievo massimo giornaliero su ATM in Italia e all estero Numero massimo di prelievi giornalieri su ATM in Italia e all estero Maggiorazione sul cambio applicato dal circuito internazionale 2% 2% 2% Plafond di spesa mensile Min/Max / / / Modalità di rimborso A saldo / a rate A saldo / a rate A saldo Cambio modalità di rimborso (da saldo a rateale) Gratis Gratis n.d. Cambio modalità di rimborso (da rateale a saldo) 1% dell importo trasferito 1% dell importo trasferito n.d. T.A.N. e T.A.E.G. per rimborso a saldo 0,00% 0,00% n.d. T.A.N. per rimborso rateale 12,00% 12,00% n.d. T.A.E.G. per rimborso rateale 12,68% 12,68% n.d. Importo dovuto mensilmente a fronte del mancato utilizzo della Carta 2,5 / mese 2,5 / mese 2,5 / mese Valuta di addebito Quota di adesione annuale Polizza TotalCare, con addebito mensile (Facoltativa) Giorno 15 del mese successivo Giorno 15 del mese successivo Giorno 15 del mese successivo 24 Gratis Gratis CARTA PREPAGATA RICARICABILE CARTA IW BAG CONTO IW CONTO TRADING CARTA VISA BUSINESS ELECTRON CONTO IWORK Quota di adesione annuale carta principale Gratis 5 Spese ri-generazione PIN 1 1 Blocco carta Gratis Gratis Sostituzione carta a scadenza Gratis 5 Rimborso disponibilità (scarico del credito) 2,00 2,00

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE INFORMATIVA PRECONTRATTUALE Con il presente documento, la Banca fornisce al Cliente che ne faccia richiesta un informativa completa relativa al testo contrattuale e alle condizioni economiche applicate

Dettagli

29 FOGLIO INFORMATIVO relativo al contratto di Internet Banking Plus

29 FOGLIO INFORMATIVO relativo al contratto di Internet Banking Plus 29 FOGLIO INFORMATIVO relativo al contratto di Internet Banking Plus Sezione I: Informazioni sulla Banca Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale:

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto BinckBank

Condizioni Generali di Contratto BinckBank Condizioni Generali di Contratto BinckBank 1. Condizioni generali del servizio 1.1. Ambito di applicazione 1.1.1. Le norme contenute nella presente Parte 1 si applicano in via generale a tutti i tipi di

Dettagli

CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI SEZIONE I PRINCIPI CHE REGOLANO IL RAPPORTO

CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI SEZIONE I PRINCIPI CHE REGOLANO IL RAPPORTO CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO E SERVIZI DI PAGAMENTO: CONDIZIONI GENERALI Il contratto tra cliente e Banca Privata Leasing è costituito da tre elementi: queste Condizioni Generali; il Foglio informativo

Dettagli

Norme Contrattuali e Documento MiFID. 1 di 44

Norme Contrattuali e Documento MiFID. 1 di 44 Norme Contrattuali e Documento MiFID 1 di 44 2 di 44 CONTRATTO UNICO RELATIVO AI SERVIZI ING DIRECT, Divisione Retail di ING BANK N.V. Milan Branch INDICE: NORME CONTRATTUALI pag. 4 DEFINIZIONI E PREMESSE:

Dettagli

Fidejussione specifica Foglio Informativo. Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa

Fidejussione specifica Foglio Informativo. Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa Fidejussione specifica Foglio Informativo Sezione I: Informazioni sulla Banca Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa Sede legale e amministrativa : Via Vittorio

Dettagli

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887)

Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Foglio informativo relativo al conto corrente CONTO FISCALE (cod. 0887) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e Pertegada - Banca

Dettagli

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

MOD:FICDE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI CONTO DEPOSITO CONTOSUIBL NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO S.p.A.

Dettagli

31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza

31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza Sezione I - Informazioni sulla Banca 31 Foglio informativo relativo al conto corrente di corrispondenza Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa sede legale:

Dettagli

PATTI CHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO CONTRATTO SPIEGATO agg. 30/11/2006

PATTI CHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO CONTRATTO SPIEGATO agg. 30/11/2006 PARTE A - Disposizioni generali del Servizio di Banca Telematica. Articolo A1 Ambito di applicazione 1. Le norme contenute nella presente Parte A si applicano in via generale a tutti i tipi di servizi

Dettagli

CONTO CORRENTE ARANCIO ING DIRECT N.V. SUCCURSALE ITALIANA

CONTO CORRENTE ARANCIO ING DIRECT N.V. SUCCURSALE ITALIANA CONTO CORRENTE ARANCIO ING DIRECT N.V. SUCCURSALE ITALIANA CONTRATTO UNICO Indice: PREMESSE pag. 4 SEZIONE I - NORME GENERALI DEL SERVIZIO DI HOME BANKING pag. 4 SEZIONE II - NORME CHE REGOLANO I CONTI

Dettagli

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO "SEN. PIETRO GRAMMATICO" - PACECO

BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SEN. PIETRO GRAMMATICO - PACECO Sezione I - Informazioni sulla Banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO SEN. PIETRO GRAMMATICO DI PACECO Società Cooperativa Sede Legale e Amministrativa: Via Amendola, 11/13 91027 Paceco (TP) Sito internet:

Dettagli

Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA

Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA Foglio Informativo n. SCS1 Aggiornamento n. 40 Data ultimo aggiornamento: 13/11/2014 FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA SANTANDER CONSUMER BANK S.p.A. Capitale Sociale: 573.000.000

Dettagli

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO

Libretto di deposito nominativo BRUCOCONTO 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Libretto di deposito nominativo

Dettagli

48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS

48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS Sezione I - Informazioni sulla Banca 48 Foglio informativo relativo al CONTO GIOVANI TEENAGERS Cassa Rurale ed Artigiana di Boves Banca di Credito Cooperativo - Società Cooperativa sede legale: Boves Piazza

Dettagli

Servizio di Remote Banking Foglio Informativo

Servizio di Remote Banking Foglio Informativo Servizio di Remote Banking Foglio Informativo Sezione I: Informazioni sulla Banca Banca Don rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale Società Cooperativa Sede legale e amministrativa : Via Vittorio

Dettagli

Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3)

Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3) Foglio informativo relativo ai CREDITI AL CONSUMO (vedi descrizione sezione III: CC2, CC3) Sezione I Informazioni sulla banca Banca S. Biagio del Veneto Orientale di Cesarolo, Fossalta di Portogruaro e

Dettagli

Norme Contrattuali 1

Norme Contrattuali 1 Norme Contrattuali 1 2 CONTO ARANCIO SOMMARIO NORME CONTRATTUALI DI CONTO ARANCIO E DI DEPOSITO ARANCIO 3 PREMESSE SEZIONE I NORME GENERALI SUI SERVIZI 3 1 Premesse ed Allegati 3 2 Diligenza della Banca,

Dettagli

Bancomat/Pagobancomat - FastPay

Bancomat/Pagobancomat - FastPay Foglio N. 4.03.0.MC informativo Redatto in ottemperanza alla deliberazione CICR del 4 marzo 2003, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n 72 del 27 marzo del 2003 e delle Istruzioni di Vigilanza emanate

Dettagli

CERTIFICATI DI DEPOSITO

CERTIFICATI DI DEPOSITO Informazioni sulla Banca FOGLIO INFORMATIVO (Decreto legislativo n. 385/93 - Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari) CASSA DI RISPARMIO DI ORVIETO S.P.A. CERTIFICATI DI DEPOSITO Sede Sociale

Dettagli

CONTO CORRENTE, SERVIZI DI PAGAMENTO E CARTA DI DEBITO DISPOSIZIONI CONTRATTUALI SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI

CONTO CORRENTE, SERVIZI DI PAGAMENTO E CARTA DI DEBITO DISPOSIZIONI CONTRATTUALI SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI CONTO CORRENTE, SERVIZI DI PAGAMENTO E CARTA DI DEBITO DISPOSIZIONI CONTRATTUALI SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI A. IL RAPPORTO BANCA-CLIENTE 1 B. I SERVIZI BANCARI 4 SEZIONE II - DISPOSIZIONI SPECIALI:

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI RELATIVE ALLA BANCA SEZIONE I NORME GENERALI CHE REGOLANO IL RAPPORTO BANCA CLIENTE. Edizione 01/2014

INFORMAZIONI ESSENZIALI RELATIVE ALLA BANCA SEZIONE I NORME GENERALI CHE REGOLANO IL RAPPORTO BANCA CLIENTE. Edizione 01/2014 Edizione 01/2014 (documento depositato in originale presso lo studio del dott. Nicola Mancioppi, notaio in Navacchio, in data 24/01/2014, repertorio n. 41871, raccolta n. 23870) INFORMAZIONI ESSENZIALI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari

FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari FOGLIO INFORMATIVO ai sensi delle vigenti disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Servizio Finanziamenti Commerciali Estero - Clienti non-consumatori

Dettagli

Cessione in uso di cassette di sicurezza Foglio Informativo

Cessione in uso di cassette di sicurezza Foglio Informativo Sezione I: Informazioni sulla Banca Cessione in uso di cassette di sicurezza Foglio Informativo Banca Don Rizzo Credito Cooperativo della Sicilia Occidentale - Società Cooperativa Sede legale e amministrativa

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA

FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS. 385 del 1/9/1993 delibera CICR del 4/3/2003) Data decorrenza 01/03/2009 FOGLIO INFORMATIVO PER OPERAZIONI DI APERTURA DI CONTO WEB@BPSA

Dettagli

Foglio informativo Conto IWSMILE

Foglio informativo Conto IWSMILE PAG 1/5 Foglio Informativo relativo al servizio IWSmile Documento n 19 relativo alle condizioni praticate al 1 aprile 2014 "FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi della Delibera CICR 4 marzo 2003 e del Titolo

Dettagli

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente

NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente NORME CHE REGOLANO IL SERVIZIO PAGAMENTI Operazioni rientranti in un contratto di conto corrente SEZIONE III SERVIZIO DI INCASSI E PAGAMENTI DISPOSIZIONI COMUNI Art. 1 Oggetto 1. Il servizio di incassi

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR)

MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO PER IL CREDITO AL CONSUMO Sezione I Informazioni sulla banca -A TASSO FISSO -A TASSO INDICIZZATO (EURIBOR) Alla data del 01/10/2009 BANCA DI RIPATRANSONE CREDITO

Dettagli

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI

Aperture di credito in conto corrente ordinario CONSUMATORI 04/08/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Aperture di credito in conto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Estero: cassa valuta

FOGLIO INFORMATIVO Estero: cassa valuta INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO Estero: cassa valuta Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto

Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto Contratto idoneo per la stipula La consegna non obbliga le parti alla stipula del contratto Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Caratteristiche e rischi tipici

FOGLIO INFORMATIVO. Caratteristiche e rischi tipici BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI CAMBIANO (Castelfiorentino Firenze) società cooperativa a responsabilità limitata Sede legale e amministrativa: Piazza Giovanni XXIII, 6 50051 Castelfiorentino Tel. 05716891

Dettagli

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO TIME DEPOSIT 365. Richiesta nr. DOCUMENTO DI SINTESI

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO TIME DEPOSIT 365. Richiesta nr. DOCUMENTO DI SINTESI Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119 - Cap. Soc. 512.000.000 i.v. - C.F./P. IVA/R.I. 05634190010 - Codice ABI 03191 Iscritta

Dettagli

Aperture di credito in conto corrente ordinario NON CONSUMATORI

Aperture di credito in conto corrente ordinario NON CONSUMATORI 04/08/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Aperture di credito in conto

Dettagli

Certificati di Deposito a Tasso Fisso One Coupon ed a Tasso Fisso con Cedola Semestrale

Certificati di Deposito a Tasso Fisso One Coupon ed a Tasso Fisso con Cedola Semestrale Pag. 1/5 Certificati di Deposito a Tasso Fisso One Coupon ed a Tasso Fisso con Semestrale INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Popolare Società Cooperativa per Azioni Gruppo Bancario Banca di Credito

Dettagli

Documento Informativo PSD (Payment Services Directive)

Documento Informativo PSD (Payment Services Directive) Allegato 1 Documento Informativo PSD (Payment Services Directive) INFORMAZIONI SULLA BANCA UBS (Italia) S.p.A. Via del Vecchio Politecnico, 3-20121 - Milano Tel.: 800-220398 (Numero Verde Gratuito) Fax:

Dettagli

CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI

CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI CONTRATTO CONTO CORRENTE CONSUMATORI Il testo del nostro contratto di conto corrente è il frutto di un processo di progressive semplificazioni, finalizzate ad offrire al Cliente pur nell ambito dei molti

Dettagli

SERVIZI TELEMATICI - BANKPASS WEB INFORMAZIONI SULLA BANCA

SERVIZI TELEMATICI - BANKPASS WEB INFORMAZIONI SULLA BANCA SERVIZI TELEMATICI - BANKPASS WEB SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa in Modena, via San Carlo n.

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACO

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACO FOGLIO INFORMATIVO Remote Banking TELEMACO INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito a Risparmio Conto 44 gatti

FOGLIO INFORMATIVO. Deposito a Risparmio Conto 44 gatti FOGLIO INFORMATIVO Deposito a Risparmio Conto 44 gatti INFORMAZIONI SULLA BANCA SANFELICE 1893 BANCA POPOLARE Soc. Coop. p. a. Piazza Matteotti, 23-41038 San Felice sul Panaro (MO) Tel.: 0535/89811 Fax:

Dettagli

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO

CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO CONTO ARANCIO e DEPOSITO ARANCIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO (VERSIONE DEL 09/10/2013) relativo ai: Conti di deposito Conto Arancio e Deposito Arancio ING DIRECT N.V. è una banca di diritto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

COMMISSIONI E DIRITTI PER IL SERVIZIO TITOLI

COMMISSIONI E DIRITTI PER IL SERVIZIO TITOLI Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. COMMISSIONI E DIRITTI PER IL SERVIZIO TITOLI Sezione I - Informazioni sulla Banca Cassa Rurale di Trento

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO relativo a: CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI BARBARANO ROMANO VIA 4 NOVEMBRE, 3/5/7-01010 - BARBARANO ROMANO (VT) n. telefono e fax: 0761/414608

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto

Condizioni Generali di Contratto Condizioni Generali di Contratto Contenuto della proposta contrattuale I Sezione II Sezione Allegato 1 Allegato 2 Normativa contrattuale applicabile a tutti i rapporti e servizi di FinecoBank S.p.A. (Norme

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA LIBERO Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società Coop.

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA BANCA

INFORMAZIONI SULLA BANCA UBS (Italia) S.p.A. Foglio Informativo Servizio UBS E-Banking INFORMAZIONI SULLA BANCA UBS (Italia) S.p.A. Via del Vecchio Politecnico, 3-20121 - Milano Tel.: 800-220398 (Numero Verde Gratuito) Fax: 02-76265449

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Banca di Bologna Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Piazza Galvani, 4 40124 Bologna Indirizzo telematico:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD

FOGLIO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA DOCUMENTO INFORMATIVO PSD INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e Forma Giuridica: Banca di Credito Peloritano S.p.A Sede Legale e Direzione Generale: 98122 Messina [ME] Via Oratorio San Francesco, 2 Capitale sociale al 31.12.2014:

Dettagli

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE

LIBRETTI NOMINATIVI LIBRETTI AL PORTATORE Foglio informativo relativo al contratto di DEPOSITO A RISPARMIO Sezione I Informazioni sulla banca Banca di Credito Cooperativo di Tarsia (CS) soc. coop. Sede legale e amministrativa: Tarsia, Via Olivella,

Dettagli

Dati per l accesso e la gestione del Servizio Deposito Sicuro

Dati per l accesso e la gestione del Servizio Deposito Sicuro Filiale 398 Filiale On Line Il documento è conforme al contratto idoneo per la stipula e non impegna né la banca né il cliente alla conclusione del contratto. La Banca si riserva di modificare il contenuto

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE

FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO PERSONE FISICHE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Farmafactoring S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Via Domenichino, n 5 20149 Milano Numero di telefono al quale il

Dettagli

FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia

FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI PER OPERAZIONI CON L' ESTERO Foglio informativo standardizzato redatto ai sensi delle istruzioni di vigilanza della Banca d'italia Informazioni sulla banca Denominazione

Dettagli

CHE COSA È IL DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA O CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE

CHE COSA È IL DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA O CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA O CUSTODIA E AMMINISTRAZIONE DI TITOLI E DI STRUMENTI FINANZIARI E SERVIZI DI INVESTIMENTO (NEGOZIAZIONE, ESECUZIONE DI ORDINI PER CONTO DEI CLIENTI, RICEZIONE

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito

Foglio Informativo Conto Deposito INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Terra d Otranto Società Cooperativa. Sede Legale Via Cesare Battisti, n. 27, 73041 Carmiano (Lecce) Sede Amministrativa Viale Leopardi, n. 73, 73100,

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO SANTANDER CONSUMER. Richiesta nr.

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO SANTANDER CONSUMER. Richiesta nr. Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119 - Cap. Soc. 512.000.000 i.v. - C.F./P. IVA/R.I. 05634190010 - Codice ABI 03191 Iscritta

Dettagli

Destinatari Clienti titolari di una utenza INTERNET da utilizzare per ricevere o trasmettere dati e informazioni.

Destinatari Clienti titolari di una utenza INTERNET da utilizzare per ricevere o trasmettere dati e informazioni. SERVIZI TELEMATICI - HOME BANKING INTERNET SEZ. I) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA POPOLARE DELL EMILIA ROMAGNA (codice ABI 5387.6) Società cooperativa con sede legale e amministrativa in Modena, via San

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

SERVIZIO AL DOPO INCASSO DI ASSEGNI, EFFETTI E DOCUMENTI SULL ESTERO

SERVIZIO AL DOPO INCASSO DI ASSEGNI, EFFETTI E DOCUMENTI SULL ESTERO FOGLIO INFORMATIVO (Decreto legislativo n. 385/93 - Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari) SERVIZIO AL DOPO INCASSO DI ASSEGNI, EFFETTI E DOCUMENTI SULL ESTERO Informazioni sulla Banca CASSA

Dettagli

CONTO CORRENTE SOVVENZIONI DIVERSE TASSO VARIABILE

CONTO CORRENTE SOVVENZIONI DIVERSE TASSO VARIABILE INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS È IL CONTO CORRENTE Banca Capasso Antonio SpA Piazza Termini n 1. 81011 ALIFE (CE) Tel. 0823 78 31 25-0823 78 72 28 FAX: 0823 91 82 31-0823 78 31 55 E-Mail: info@bancacapasso.it

Dettagli

DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E/O AMMINISTRAZIONE

DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E/O AMMINISTRAZIONE FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO TITOLI A CUSTODIA E/O AMMINISTRAZIONE Sezione I - Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DEGLI ULIVI - TERRA DI BARI - Società

Dettagli

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE

Foglio Informativo AFFIDAMENTI IN CONTO CORRENTE Informazioni sulla banca Denominazione e forma giuridica: BANCA DEL SUD S.p.A. Sede legale e amministrativa: VIA CALABRITTO, 20 80121 NAPOLI Indirizzo telematico: info@bancadelsud.com Codice ABI: 03353

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZI TELEMATICI PER LE IMPRESE: Business Way BNL Enti I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZI TELEMATICI PER LE IMPRESE: Business Way BNL Enti I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

Foglio Informativo relativo ai servizi bancari offerti da BinckBank N.V. - Succursale Italiana Condizioni praticate al 1 Gennaio 2016

Foglio Informativo relativo ai servizi bancari offerti da BinckBank N.V. - Succursale Italiana Condizioni praticate al 1 Gennaio 2016 Foglio Informativo Conto Binck 1 Foglio Informativo relativo ai servizi bancari offerti da BinckBank N.V. - Succursale Italiana Condizioni praticate al 1 Gennaio 2016 Foglio informativo Redatto ai sensi

Dettagli

C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE

C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE FOGLIO INFORMATIVO relativo a: INFORMAZIONI SULLA BANCA C/C ANTICIPO SALVO BUON FINE BANCA CASSA DI RISPARMIO DI SAVIGLIANO S.p.A. PIAZZA DEL POPOLO N.15-12038 - SAVIGLIANO (CN) n. telefono e fax: 0172.2031/0172.203203

Dettagli

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente CONTO CORRENTE Con il conto corrente, il Cliente apre presso la Banca un deposito di denaro di cui può disporre per effettuare pagamenti (ad es. con addebito permanente di utenze domestiche o mediante

Dettagli

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente

CONTO CORRENTE. Spiegazione degli articoli che compongono il contratto di conto corrente CONTO CORRENTE Con il conto corrente, il Cliente apre presso la Banca un deposito di denaro di cui può disporre per effettuare pagamenti (ad es. con addebito permanente di utenze domestiche o mediante

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE

FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE FOGLIO INFORMATIVO APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE NON CONSUMATORE Redatto ai sensi del decreto n. 385 del 01/09/1993 e del provvedimento recante le disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni

Dettagli

EDIZIONE DEL 23/12/2013 FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente integralmente garantita da pegno Cash Transformer

EDIZIONE DEL 23/12/2013 FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente integralmente garantita da pegno Cash Transformer FOGLIO INFORMATIVO Apertura di Credito in Conto Corrente integralmente garantita da pegno Cash Transformer INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni Sede Legale e Amministrativa:

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE RELATIVE AI SERVIZI BANCARI OFFERTI DA IW BANK S.P.A.

DOCUMENTO DI SINTESI DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE RELATIVE AI SERVIZI BANCARI OFFERTI DA IW BANK S.P.A. PAG 1/20 DOCUMENTO DI SINTESI DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI ED ECONOMICHE RELATIVE AI SERVIZI BANCARI OFFERTI DA IW BANK S.P.A. Redatto ai sensi della Delibera CICR del 4 marzo 2003 e Titolo X Capitolo

Dettagli

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA

CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA FOGLIO INFORMATIVO relativo a ESTERO - INCASSI EXPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO COOPERATIVO VALDARNO FIORENTINO BANCA DI CASCIA SOC. COOPERATIVA

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Estero: negoziazione assegni

FOGLIO INFORMATIVO Estero: negoziazione assegni FOGLIO INFORMATIVO Estero: negoziazione assegni INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all Albo dei Gruppi

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZI DI MULTICANALITA PER I PRIVATI (Banca via Internet e Banca via Telefono)

F O G L I O I N F O R M A T I V O SERVIZI DI MULTICANALITA PER I PRIVATI (Banca via Internet e Banca via Telefono) I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Tel +390647021 http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACOWEB

FOGLIO INFORMATIVO. Remote Banking TELEMACOWEB FOGLIO INFORMATIVO Remote Banking TELEMACOWEB INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n.5350) e all Albo dei Gruppi bancari

Dettagli

Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA

Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Sezione I - INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: Banca di Bologna Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale e amministrativa: Piazza Galvani, 4 40124 Bologna Indirizzo telematico:

Dettagli

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori

Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori BANCA PRIVATA INDIPENDENTE FONDATA NEL 1888 FOGLIO INFORMATIVO Servizi accessori al Conto Corrente - Consumatori Aggiornato al 1 dicembre 2015 (D.Lgs 1/9/93 n.385 Titolo VI, deliberazione CICR 4/3/2003

Dettagli

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona

Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Foglio Informativo CONTO CORRENTE Soci Bcc Vignole Persona Numero 001/nv Aggiornato al 10 luglio 2009 Sezione I Informazioni sulla banca BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI VIGNOLE SOCIETA COOPERATIVA Sede

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE GESTIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca: Banca del Fucino S.p.A. Indirizzo: Via Tomacelli 107-00186 Roma Telefono: 06.68976.1 Fax: 06.68300129 Sito internet: www.bancafucino.it E-mail: info@bancafucino.net Codice

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di San Marzano di San Giuseppe Taranto - Società Cooperativa Via Vittorio Emanuele s.n. 74020 San Marzano di San Giuseppe (Taranto)

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a SERVIZI TELEMATICI

FOGLIO INFORMATIVO. relativo a SERVIZI TELEMATICI FOGLIO INFORMATIVO relativo a SERVIZI TELEMATICI INFORMAZIONI SULLA BANCA Cassa Padana B.C.C. Società Cooperativa Via Garibaldi, 25-25024 Leno (BS) Tel.: 030 9040265/280 Fax: 030 9068361 e-mail: organizzazione@cassapadana.it

Dettagli

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO

CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA CHE COS E IL CONTO DI DEPOSITO FOGLIO INFORMATIVO CONTO DEPOSITO CONTO DEPOSITO INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO GIUSEPPE TONIOLO Via Sebastiano Silvestri n.113 - cap 00045 - Genzano di Roma (RM) Capitale e riserve al 31/12/2013-34.368.294 Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI

FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi Bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO DEPOSITO E AMMINISTRAZIONE TITOLI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA FINANZIARIA INTERNAZIONALE S.P.A. in breve

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO DEPOSITO. Richiesta nr.

CONDIZIONI E NORME CHE REGOLANO CONTO DEPOSITO. Richiesta nr. Santander Consumer Bank S.p.A. - Direzione Generale Via Nizza 262, 10126 TORINO Tel. 011.63.19.111 Fax 011.63.19.119 - Cap. Soc. 512.000.000 i.v. - C.F./P. IVA/R.I. 05634190010 - Codice ABI 03191 Iscritta

Dettagli

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica

Nome e Cognome Indirizzo Telefono E-mail Qualifica INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cassano delle Murge e Tolve S.C. Via Bitetto n. 2, - 70020 Cassano delle Murge (Ba) Tel. 0803467511 - Fax. 080776369 info@bcccassanomurge.it - www.bcccassanomurge.it

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI IN EURO

FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI IN EURO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO ANTICIPAZIONI FINANZIAMENTI IN EURO Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi e/o registri Iscritta all Albo delle Banche (n. 5350) e all Albo dei

Dettagli

CARTA PREPAGATA TASCA

CARTA PREPAGATA TASCA Iccrea Banca SpA Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma CARTA PREPAGATA TASCA FOGLIO INFORMATIVO Ai sensi della delibera C.I.C.R. del 4 marzo 2003 e delle Istruzioni di Vigilanza della Banca d Italia del

Dettagli

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto.

Variazione in senso sfavorevole delle condizioni economiche (tassi di interesse, commissioni e spese) ove contrattualmente previsto. Foglio informativo relativo all' APERTURA DI CREDITO IN CONTO CORRENTE Sezione I - Informazioni sulla Banca Banca di Credito Cooperativo di Tarsia (CS) soc. coop. Sede legale e amministrativa: Tarsia (CS),

Dettagli

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO

MOD:FICDE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO CONTOSUIBL e CONTOSUIBL Vincolato NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SULL INTERMEDIARIO ISTITUTO BANCARIO DEL LAVORO

Dettagli

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI

DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI Via Caldera, 21 20153 Mil ano DIRITTI E STRUMENTI DI TUTELA DEL CLIENTE PRINCIPALI NORME DI TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI DISCIPLINATA DAL D.LGS. 385/1993 (TESTO UNICO BANCARIO) E

Dettagli