Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali"

Transcript

1

2 Linee guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali

3 Indice Presentazine... 1 Ringraziamenti... 5 Premessa... 6 Parte prima: RIFERIMENTI NORMATIVI Nrmative vigenti Italia Le nrmative nel rest del mnd Unine Eurpea Svizzera Francia Regn Unit Stati Uniti Australia India Nuva Zelanda Cnfrnt delle nrmative vigenti Nrme di cmprtament Il pedne Il cnducente La prpsta ACI Parte secnda: CARATTERISTICHE FUNZIONALI Caratteristiche funzinali degli attraversamenti pednali Criteri di prgettazine preliminare Criteri di scelta del tip di attraversament pednale Criteri di psizinament degli attraversamenti pednali Parte terza: CARATTERISTICHE TECNICHE I

4 4 Criteri di prgettazine degli elementi degli attraversamenti pednali Segnaletica rizzntale Marciapiede Rampa Isla pednale salvagente Pavimentazine tattile Attraversament pednale rialzat Rallentatri di velcità Impiant semafric pednale Segnaletica verticale Illuminazine artificiale attraversamenti pednali Parte quarta: ELEMENTI COSTRUTTIVI Schemi di attraversamenti pednali Glssari Bibligrafia Appendice A: RIFERIMENTI NORMATIVI Appendice B: SCHEDE RIASSUNTIVE II

5 Indice delle figure Figura 1-1 Principali elementi gemetrici degli attraversamenti pednali 15 Figura 2-1Brchure "A pass sicur" (pagina esterna) 37 Figura 2-2 Brchure "A pass sicur" (pagina interna) 39 Figura 3-1 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas a) 49 Figura 3-2 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas b) 49 Figura 3-3 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas c) 49 Figura 3-4 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas d) 50 Figura 3-5 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas e) 50 Figura 4-1 Segnaletica rizzntale, le "ZEBRE" 58 Figura 4-2 Segnaletica rizzntale: a "zig-zag" 60 Figura 4-3 Segnaletica rizzntale: dispsitivi integrativi luminsi 62 Figura 4-4 Marciapiede 64 Figura 4-5 Rampa - schema 1a 67 Figura 4-6 Rampa - schema 1b 68 Figura 4-7 Rampa - schema 1c 68 Figura 4-8 Rampa - schema 2a 69 Figura 4-9 Rampa - schema 2b 69 Figura 4-10 Isla pednale salvagente 70 Figura 4-11 Attraversament pednale sfalsat 72 Figura 4-12 Pavimentazine tattile 75 Figura 4-13 Percrs tattile direzinale lung l'attraversament 77 Figura 4-14 Attraversament pednale rialzat 79 Figura 4-15 Dssi artificiali 80 Figura 4-16 Cuscini Berlinesi 82 Figura 4-17 Pannell integrativ dinamic 89 Figura 4-18 Illuminazine artificiale attraversamenti pednali (Bruxelles 2010) 92 Figura 5-1 Attraversament pednale semafrizzat 94 Figura 5-2 Attraversament pednale semafrizzat cn isla salvagente 95 Figura 5-3 Attraversament pednale a ras 96 Figura 5-4 Attraversament pednale cn avanzament del marciapiede 97 III

6 Figura 5-5 Attraversament pednale sfalsat 98 Figura 5-6 Attraversament pednale rialzat 99 Figura 5-7 Attraversament pednale precedut da cuscini berlinesi 100 Figura 5-8 Attraversament pednale precedut da dssi artificiali 101 IV

7 Indice delle tabelle Tabella 1-1 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Italia 14 Tabella 1-2 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Svizzera 18 Tabella 1-3 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Francia 20 Tabella 1-4 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali nel Regn Unit 23 Tabella 1-5 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali negli Sati Uniti 25 Tabella 1-6 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Australia 26 Tabella 1-7 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in India 28 Tabella 1-8 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Nuva Zelanda 30 Tabella 1-9 Cnfrnt tra le nrmative vigenti 32 Tabella 3-1 Individuazine tiplgica degli attraversamenti pednali 46 Tabella 3-2 Disciplina degli attraversamenti pednali 47 Tabella 3-3 Caratteristiche attraversament pednale (parte I) 51 Tabella 3-4 Caratteristiche attraversament pednale (parte II) 52 Tabella 3-5 Caratteristiche attraversament pednale (parte III) 53 Tabella 3-6 Caratteristiche attraversament pednale (parte IV) 54 Tabella 3-7 Caratteristiche attraversament pednale (parte V) 55 Tabella 4-1 Segnaletica rizzntale: le "ZEBRE" 59 Tabella 4-2 Segnaletica rizzntale cmplementare 61 Tabella 4-3 Marciapiede 63 Tabella 4-4 Rampa 67 Tabella 4-5 Isla pednale salvagente 71 Tabella 4-6 Pavimentazine tattile 74 Tabella 4-7 Attraversament pednale rialzat 78 Tabella 4-8 Rallentatri di velcità: Dss artificiale 81 Tabella 4-9 Rallentatri di velcità: Cuscini Berlinesi 83 Tabella 4-10 Impiant semafric pednale 85 Tabella 4-11 Segnaletica verticale 90 Tabella 4-12 Illuminazine artificiale attraversamenti pednali 91 V

8 Presentazine Il Presidente ACI Autmbile Club d Italia Avv. Enric Gelpi Sn liet di presentare le Linee Guida di ACI per la prgettazine degli attraversamenti pednali. Quest dcument rappresenta la naturale cnclusine del prgett EPCA (Eurpean Pedestrian Crssing Assessment) sulla valutazine della sicurezza degli attraversamenti pednali. Il prgett che ha vist ACI cme capfila, ha riguardat 22 paesi eurpei ed è nat nell ambit degli EurTEST della FIA (Fédératin Internatinal de l Autmbile). L iniziativa rivlta ai pedni, tra gli utenti della strada più vulnerabili, ha da subit riscntrat l interesse dei media e degli Autmbile Club eurpei partner di ACI, spingend ad effettuare un numer di test superire a quelli inizialmente preventivati. Al fine di nn disperdere le cnscenze maturate in quest prgett, ACI ha decis di pubblicare queste Linee Guida, per mettere a dispsizine dei decisri, dei tecnici e dei prgettisti del settre cnsigli e suggerimenti per una crretta scelta, prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali. L biettiv è duplice: da un lat si vule aumentare la sicurezza dei pedni, cn l adzine di sluzini funzinali e sicure, dall altr prre le basi per unifrmare la nrmativa eurpea in merit alla realizzazine e all utilizz degli attraversamenti pednali. 1

9 L ACI cn queste Linee Guida vule cnslidare il su pluriennale impegn per la sicurezza stradale. L attenzine agli utenti più vulnerabili si rende necessaria anche alla luce dei dati dell incidentalità stradale che da qualche ann evidenzian un cstante aument degli incidenti cn pedni cinvlti, seppure a frnte di una diminuzine della mrtalità dei sinistri stradali. Il fenmen nn riguarda sltant l Italia ma interessa tutte le nazini eurpee. Ed è prpri in crrispndenza degli attraversamenti pednali, che avviene una parte trpp rilevante (tra il 25% ed il 30%) degli incidenti che vedn cinvlti i pedni, sia perché gli attraversamenti pednali nn sn prgettati, cstruiti e mantenuti crrettamente, sia perché su di essi i pedni credn di essere al sicur, abbassand il livell di attenzine che invece dvrebbe sempre rimanere elevat. L ACI, cn questa iniziativa, vule anche trnare ad essere un punt di riferiment per la redazine di nrmativa tecnica di settre, attent ai prfndi cambiamenti ed alle esigenze della mbilità. Ricrd in prpsit il cstante cntribut dell Ente alla stesura del test iniziale e successive mdifiche del CdS e alla emanazine delle Nrme Tecniche del CNR. Mi augur, pertant, che gli rgani prepsti alla emanazine di nrme e leggi del settre tengan cnt dei suggerimenti e cnsigli cntenuti in queste Linee Guida. 2

10 Il Presidente AIIT Assciazine Italiana per l Ingegneria del traffic e dei Trasprti Prf. ing. Giuli Maternini La pubblicazine di Linee guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali è da ritenersi mlt significativa nell ambit culturale della tecnica del traffic, in quant l attraversament stradale pednale è l attrezzatura più cmune nei nstri centri urbani, ma generalmente la men rispettata e tra le più periclse. Gli attraversamenti sn infatti spess l scenari di numersi incidenti che cinvlgn il pedne, l utente della strada più vulnerabile, nel mment dell attraversament. Quindi i percrsi pednali, da privilegiare in ambiente urban rispett agli altri itinerari dei diversi utenti della strada, presentan generalmente attraversamenti il cui transit risulta ad alt rischi di cnflitt. Le cause d incidente negli attraversamenti sn mlteplici e nn pssn essere sl ricndtte all azine irrespnsabile del pedne, ma vann invece ricercate sprattutt nella mancata pianificazine degli itinerari pednali urbani, nella disrdinata rganizzazine delle funzini urbane, nella scarsa pianificazine del traffic veiclare e nella scarsa qualità di prgettazine dell infrastruttura stradale. Purtrpp si è abituati a vedere l attraversament pednale cme un element che blcca il fluss veiclare transitante sulla strada, ciè il pedne che attraversa è cnsiderat un element che interrmpe, ciè penalizza, il reglare defluss dei veicli. Quest cncett deriva dall abitudine generale di cnsiderare tutte le strade cn le stesse caratteristiche di quelle extraurbane, in cui invece crrettamente si privilegia il transit dei veicli a mtre. In ambiente urban è il fluss veiclare che interrmpe il percrs pednale, ciè sn gli autveicli che, transitand sull attraversament, penalizzan il defluss pednale. A quest riguard, alcuni anni fa, era stat fatt emergere cme la segnaletica rizzntale degli attraversamenti fsse sbagliata, perché le fasce bianche si presentan perpendiclari al percrs del pedne e lngitudinali a quell del veicl, mentre dvrebber essere perpendiclari all asse stradale, per trasmettere il messaggi dell arrest del veicl, risultand lngitudinali al percrs pednale. 3

11 Pertant si dvrebbe far emergere nella città la cntinuità dei diversi itinerari pednali, in md che negli spazi stradali in cui vi è prmiscuità tra pedni e veicli (cme negli attraversamenti pednali) sia l itinerari veiclare ad interrmpersi. Quest cncett, che sembra vvi tant è semplice, nn è stat generalmente assimilat dai tecnici che gestiscn le strade, infatti è cmune vedere nelle nstre città gli attraversamenti realizzati cn il fine di creare men disturb pssibile al defluss veiclare, cn la cnseguenza che pi nn vengn utilizzati dal pedne. E nt cme il pedne tende a cmpiere il percrs più breve, quindi se l attraversament pednale nn è inserit crrettamente lung tale percrs, nn verrà generalmente utilizzat. Si assiste, anche se più raramente rispett al cas precedente, ad un numer eccessiv di attraversamenti lung alcuni trnchi stradali ed in tal cas la cnseguenza è che l autmbilista nn li rispetta. Sarebbe semplicistic però ridurre i pedni ad un sl tip d utente della strada, perché essi si distingun per le diverse abilità (per esempi l ipvedente rispett al nn udente) e per i diversi livelli di capacità mtrie. In particlare i pedni anziani bambini sn cnsiderati utenti più debli rispett al pedne nrmdtat, pure i pedni cn difficltà mtrie tempranee permanenti. L attenzine agli attraversamenti quindi rispnde all esigenza di miglirare la qualità dei nstri ambienti urbani, attravers un aument della sicurezza della mbilità pednale, a cui si deve dare prirità in ambiente urban. Pertant il presente vlume, stt frma di manuale, sarà sicuramente di guida a laureati e ad altri tecnici che peran nel settre, frnend un ntevle cntribut alla tematica della sicurezza degli utenti debli della strada. 4

12 Ringraziamenti Un ringraziament particlare va a tutti quanti hann partecipat cn prfessinalità e dedizine alla stesura delle Linee Guida ed al prgett EPCA, nel dettagli: Respnsabili di prgett (Linee Guida e prgett EPCA): Francesc Mazzne - Area Prfessinale Tecnica, ACI Enric Pagliari - Area Prfessinale Tecnica, ACI Redazine Linee Guida: Rssella Barrass (*) Erica Di Maggi (**) Girgi Gardusi (**) Cllabrazine alle Linee Guida ed al prgett EPCA: Stefania Balestrieri - Area Prfessinale Tecnica, ACI Pal De Angelis - Assciazine Italiana per l Ingegneria del Traffic e dei Trasprti (AIIT) Cllabrazine al prgett EPCA: Luca Agneni - Direzine Studi e Ricerche, ACI Antida Aversa - Direzine Studi e Ricerche, ACI Luigi Di Matte - Area Prfessinale Tecnica, ACI Andrea Guerci - Direzine Studi e Ricerche, ACI Luca Pasctt - Federazine Internazinale dell Autmbile (FIA) Gaia Pelliccili - Fndazine Filipp Caraccil Pietr Penna - Area Prfessinale Tecnica, ACI Federica Petrignani - Direzine Attività Istituzinali, ACI Francesc Prvenzan - Direzine Studi e Ricerche, ACI Elke Schmettw - Direzine Studi e Ricerche, ACI Francesc Sctt - Fndazine Filipp Caraccil (*) argment della tesi finale nell ambit della III edizine del Master in gestine della mbilità sstenibile (a.a. 2008/2009), rganizzat da ACI e dall Università di Rma La Sapienza (**) argment del prgett frmativ e di rientament press ACI (accrd cn Università degli Studi di Rma Tr Vergata", perid aprile-nvembre 2011) 5

13 Premessa Il perché l Autmbile Club d Italia abbia dedicat un manuale alla prgettazine di attraversamenti pednali sicuri, risiede nel prgett ACI Eurpean Pedestrian Crssing Assessment (EPCA). L ACI, dal 2007 è prmtre e capfila dell studi EPCA sulla sicurezza degli attraversamenti pednali, nell ambit degli EurTEST, prgramma eurpe di tutela dei cnsumatri / utenti della strada che vede cinvlti 18 Autmbile Club di 17 paesi eurpei, membri della Federazine Internazinale dell Autmbile (FIA). L biettiv degli EurTEST-FIA è quell di: applicare alle infrastrutture l stess apprcci di success del prgramma EurNCAP, che ha permess di ttenere significativi migliramenti in termini di qualità e sicurezza dei veicli; effettuare valutazini indipendenti per verificare la qualità e la sicurezza delle infrastrutture e dei servizi per la mbilità, e favrire la diffusine di bune pratiche prgettuali. I numeri dell incidentalità stradale che vedn cinvlti i pedni hann cstituit un stiml per la realizzazine di un EurTEST sulla sicurezza dei pedni e sugli attraversamenti pednali; in sintesi: gni girn almen 22 pedni muin sulle strade eurpee (circa nella EU-27); i pedni sn cinvlti nel 15% dei sinistri stradali; in termini di prbabilità di rischi, nel 30% dei casi di incidenti che cinvlgn un pedne, cn il veicl che viaggia a 40 km/h, il pedne mure; 1 incidente su 4, che vede cinvlt un pedne, avviene su un attraversament pednale (stima ACI); mentre i mrti cmplessivi degli incidenti stradali sn in diminuzine (area eurpea), il numer di pedni cinvlti in sinistri aumenta. 6

14 Certamente è una questine di cmprtamenti, ma la creazine di situazini più sicure scraggia i cmprtamenti men crretti e facilita la cndivisine dell spazi urban alle diverse categrie di utenti. Tutte queste cnsiderazini hann rappresentat gli biettivi specifici del prgett EPCA, nel dettagli: evidenziare i rischi ptenziali degli attraversamenti pednali nei diversi Paesi; rendere pedni e cnducenti maggirmente cnsapevli dei rispettivi limiti-rischi e dveri; individuare, in ciascun Paese, le migliri e le peggiri sluzini adttate nella prgettazine e gestine degli attraversamenti pednali; prmuvere il miglirament delle sluzini più critiche; favrire la diffusine di una cultura tecnica finalizzata alle esigenze della sicurezza dei pedni; sensibilizzare le autrità nazinali, reginali e lcali sulla necessità di adttare tutte le pssibili misure utili ad elevare il livell di sicurezza, riducend il numer di incidenti che cinvlgn i pedni, in particlare sugli attraversamenti; adttare regle di bun cmprtament cmuni ed eurpee (unifrmità!). Il cnfrnt tra le diverse sluzini rilevate ha cnsentit di individuare una serie di interventi immediati di realizzazine a breve termine, semplici ma efficaci, in termini di sicurezza, per gli attraversamenti più critici. La metdlgia di valutazine è stata predispsta dall Autmbile Club d Italia in cllabrazine cn l Università di Rma La Sapienza. Nel perid i test EPCA hann riguardat 795 attraversamenti pednali di 46 città in 22 nazini eurpee. Le presenti Linee Guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali, rappresentan la naturale cnclusine del prgett EPCA. Alla presente versine per l Italia, seguirà una versine eurpea che verrà prpsta agli altri partner del prgett, 18 Autmbile Club in rappresentanza di 17 paesi eurpei. 7

15 Le Linee Guida vglin cstituire una guida sulla crretta prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali, vlta sia ad aumentare la sicurezza dei pedni, sia a mettere le basi per unifrmare, quant più pssibile, la nrmativa eurpea in merit alla prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali. Le presenti Linee Guida si riferiscn, tendenzialmente, al sl ambit urban; una lr applicazine è prevista anche in ambit extraurban in presenza di elevati flussi pednali e/ di pli attrattri (strutture spedaliere, case di rips, fermate del trasprt pubblic, ecc.). Quand si realizza un attraversament pednale a ras, indipendentemente da dve quest sia lcalizzat, si deve garantire la sicurezza di pedni e veicli facend riferiment, in fase di prgettazine, agli standard suggeriti in questa pubblicazine. Circa ¼ degli incidenti mrtali (stima ACI), che vedn cinvlti pedni, avviene in crrispndenza degli attraversamenti pednali. Le cause sn addebitabili sia alle carenze dell infrastruttura, sia ai cmprtamenti nn crretti. Sugli attraversamenti i pedni credn di essere al sicur, abbassand mlte vlte il livell di attenzine che, invece, dvrebbe essere sempre elevat. Spess i prgettisti sttvalutan la prgettazine degli spazi dedicati agli attraversamenti ed ai percrsi pednali, nn cnsiderand l imprtanza che questi svlgn. Il diritt a circlare in sicurezza è garantit dalla stessa Cstituzine (artt. 16 e 120 della Cstituzine Italiana) anche per gli utenti debli della strada. Le linee guida si dividn in quattr parti: la prima parte esamina le principali nrmative internazinali riguardanti gli attraversamenti pednali; la secnda parte riguarda le caratteristiche funzinali degli attraversamenti pednali; la terza parte cntiene le caratteristiche tecniche per la realizzazine degli attraversamenti stessi; la quarta parte, infine, riprta graficamente gli elementi cstruttivi di un attraversament pednale. 8

16 Il manuale prende il via dall analisi della nrmativa italiana che tratta, in maniera smmaria, la prgettazine degli attraversamenti pednali; analizza pi la nrmativa mndiale in materia di prgettazine stradale, cn particlare riferiment alle nrme dell Unine Eurpea, svizzere, francesi, britanniche, statunitensi; australiane, indiane e nezelandesi; e dà infine, delle indicazini su cme realizzare crrettamente un attraversament pednale, cnsiderand i singli elementi di cui ess è cmpst. 9

17 Parte prima: RIFERIMENTI NORMATIVI 10

18 1 Nrmative vigenti In questa prima parte del dcument vengn sinteticamente riprtati i riferimenti nrmativi utilizzati per la redazine delle linee guida di prgettazine degli attraversamenti pednali. Nella sintesi, vengn esaminate quali sn le nrme vigenti in materia di attraversamenti pednali nei paesi cnsiderati, le principali caratteristiche della nrmativa ed evidenziati i parametri cn i quali ci si è cnfrntati per la definizine delle presenti Linee Guida. A partire dalla nrmativa italiana, in successine, viene esaminata la nrmativa di riferiment eurpea, e quella di gni singl paese, cn particlare riferiment a Svizzera, Francia e Regn Unit. A livell mndiale il cnfrnt è stat effettuat cn le nrmative degli Stati Uniti, dell Australia, dell India e della Nuva Zelanda. Il cnfrnt tra le varie nrmative italiane ed estere è stat utile per individuare le migliri sluzini per la crretta realizzazine di un attraversament pednale. In particlare, alcune delle sluzini previste nelle nrmative estere hann frnit delle utili indicazini per le sluzini prpste nelle presenti Linee Guida. Una dcumentazine più dettagliata e puntuale di tutte le nrme cnsiderate è riprtata in appendice (cfr. appendici A e B). 1.1 Italia In Italia per la realizzazine di un attraversament pednale si deve far riferiment alle seguenti leggi: Cdice della Strada (D. Lgs del 30 aprile 1992, n. 285 e successivi aggirnamenti); Decret Ministeriale del 5 nvembre 2001 e successive mdifiche; Decret Ministeriale n. 236 del 14 giugn 1989; Decret del Presidente della Repubblica n. 503 del 24 lugli 1996; che frniscn gli standard di prgettazine dell attraversament pednale e di tutt il su arred cme: rampa, marciapiede, isla salvagente, lanterna semafrica, impiant di illuminazine, ecc. 11

19 Il Cdice della Strada, ltre a dare delle indicazini di carattere generale, l attraversament pednale è la parte della carreggiata, pprtunamente segnalata ed rganizzata, sulla quale i pedni in transit dall un all altr lat della strada gdn della precedenza rispett ai veicli, in crrispndenza degli attraversamenti pednali i cnducenti dei veicli devn dare la precedenza ai pedni che hann iniziat l attraversament; ( ). Gli attraversamenti pednali devn essere sempre accessibili anche alle persne nn deambulanti su sedie a rute; a tutela dei nn vedenti pssn essere cllcati segnali a paviment altri segnali di pericl in prssimità degli attraversamenti stessi, nel su Reglament di Esecuzine ed Attuazine (D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992 e successive mdificazini), frnisce standard tecnici per la crretta prgettazine e cstruzine dell attraversament, dand indicazini sulle misure e il psizinament di tutta la segnaletica rizzntale, segnaletica verticale e impiant semafric. Il Cdice della Strada, nell articl 36 intrduce il Pian Urban del Traffic (PUT), che cstituisce un strument tecnic-amministrativ di breve perid, finalizzat a cnseguire il miglirament delle cndizini della circlazine e della sicurezza stradale, la riduzine dell inquinament acustic ed atmsferic ed il cnteniment dei cnsumi energetici, nel rispett dei valri ambientali; bbliga i cmuni cn pplazine residente superire a trentamila abitanti alla redazine del suddett pian. Ess deve essere crdinat, ltre che cn i Piani del Traffic per la Viabilità Extraurbana, previsti dall stess articl 36, anche cn gli strumenti urbanistici, cn i Piani di Risanament e Tutela Ambientale e cn i Piani di Trasprt. Il relativ reglament riguardante l elabrazine dei Piani Urbani del Traffic è stat pubblicat nel 1995 nelle Direttive per la redazine, adzine ed attuazine dei Piani Urbani del Traffic (Direttiva Minister dei LL.PP. del 12/04/95). Il Decret Ministeriale 5/11/2001 riguarda le Nrme sulle caratteristiche funzinali e gemetriche delle intersezini stradali (mdificat in seguit cn i D.M. del 22 aprile 2004 e del 19 aprile 2006). Tale decret, dà indicazini sulle aree destinate ai flussi di utenze debli che devn essere verificate in una fase di prgettazine preliminare e, pi, apprfndite di risluzine tecnica in sede di prgett definitiv ed esecutiv. In particlare, fcalizza l attenzine su prblemi quali la visibilità ntturna, visibilità reciprca veicl-pedne, ingmbr delle carrzzelle per disabili mtri, pprtuna segnaletica rizzntale e verticale (sia per il veicl che per il pedne). Inltre, nel 12

20 decret, viene anche fatta una distinzine a secnda della tiplgia di intersezine in cui si deve realizzare l attraversament. Il Decret Ministeriale n. 236 del 14 giugn 1989, dal titl, Prescrizini tecniche necessarie a garantire l accessibilità, l adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica svvenzinata ed agevlata, ai fini del superament e dell eliminazine delle barriere architettniche, rappresenta il reglament di attuazine della legge 13 del 9 gennai 1989 relativa al superament delle barriere architettniche negli edifici privati. Nel decret, riguard le caratteristiche del percrs pednale, vengn definiti in maniera dettagliata i parametri dimensinali atti a favrire i mvimenti della sedia a rute, si frniscn infrmazini in relazine alla larghezza dell attraversament pednale, alle pendenze lngitudinali e trasversali dei percrsi pednali e delle rampe, si dann inltre specifiche sulla pavimentazine dei percrsi pednali, frnend dei cefficienti di attrit minim da rispettare su asciutt e bagnat. Il Decret del Presidente della Repubblica n. 503 del 24 lugli 1996 riguarda il Reglament recante nrme per l eliminazine delle barriere architettniche negli edifici, spazi e servizi pubblici ed unifica le precedenti nrmative in materia di superament delle barriere architettniche, facend prpri il precedente D.M. 236/89, ma dand ulteriri specifiche sulla cstruzine degli attraversamenti pednali, in merit all illuminazine: nelle strade ad alt vlume di traffic gli attraversamenti pednali devn essere illuminati nelle re ntturne di scarsa visibilità; al fnd stradale: il fnd stradale, in prssimità dell attraversament pednale, ptrà essere differenziat mediante rugsità pste su mant stradale al fine di segnalare la necessità di mderare la velcità; alle isle salvagente: le piattafrme salvagente devn essere accessibili alle persne su sedia a rute e agli impianti semafrici: gli impianti semafrici, di nuva installazine di sstituzine, devn essere dtati di avvisatri acustici che segnalan il temp di via libera anche a nn vedenti e, ve necessari, di cmandi manuali accessibili per cnsentire tempi sufficienti per l attraversament da parte di persne che si muvn lentamente. Nella Tabella 1-1 e nella Figura 1-1 che segun, sn riassunti i principali dati gemetrici, che caratterizzan i vari elementi cstituenti un attraversament pednale, della nrmativa 13

21 italiana attualmente vigente, presi in cnsiderazine per la redazine di quest dcument cme utile cnfrnt. ELEMENTO DESCRIZIONE STANDARD Pendenza i % 15% (MAX) dislivell max 0,15 m (casi di rampe brevi) Rampa Larghezza - R 0,90 m (MIN) Altezza crdl - h c 0,10 m Marciapiede Larghezza al nett di rampe stacli - M l 0,90 m (MIN) Percrs pednale Pendenza trasversale del percrs pednale - i t % 1% (MAX) Pendenza lngitudinale del percrs pednale - i l % 5% Isla pednale Prfndità - L s dimensinata in funzine fluss pednale e ingmbr carrzzine disabili AMPIEZZA sezine di attraversament - A 2,50 m MIN (lcali, quartiere) Strisce pednali "Zebre" SPESSORE singla striscia - S DISTANZA tra strisce successive - D Clre 4,00 m MIN (altre strade) 0,50 m 0,50 m bianc Tabella 1-1 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Italia 14

22 Figura 1-1 Principali elementi gemetrici degli attraversamenti pednali 15

23 1.2 Le nrmative nel rest del mnd Unine Eurpea La direttiva quadr 2003/102/CE (GU L 321 del ) sulla prtezine dei pedni e degli altri utenti della strada vulnerabili si basa su prve e valri limite suggeriti dal Cmitat Eurpe per il miglirament della sicurezza dei veicli (EEVC) e prevede una implementazine in due fasi, ambedue incentrate sulla sicurezza passiva. Successivamente è nata la direttiva 2005/66/CE (GU L 309 del ) relativa all'impieg di sistemi di prtezine frntale sui veicli a mtre, ssia l eliminazine dei paraurti rigidi sugli autveicli. L Unine Eurpea ha infine adttat il reglament N. 631/2009 della Cmmissine, del 22 lugli 2009, recante dispsizini di applicazine dell allegat I del reglament (CE) n. 78/2009 del Parlament Eurpe e del Cnsigli, cncernente l mlgazine dei veicli a mtre in relazine alla prtezine dei pedni e degli altri utenti della strada vulnerabili, che abrga le direttive 2003/102/CE e 2005/66/CE. Il 20 lugli 2010, l Unine Eurpea ha pubblicat gli rientamenti sulla sicurezza stradale cn l scp di frnire un quadr generale, nel cui ambit pssn essere avviate azini cncrete a livell eurpe, nazinale, reginale lcale dal 2011 al In seguit al prgramma d azine , la Cmmissine ha quindi prpst di mantenere l biettiv del dimezzament del numer ttale di vittime della strada nell Unine nel decenni Da segnalare che tra gli bbiettivi strategici fissati dal dcument è presente anche la prtezine degli utenti vulnerabili della strada. 16

24 1.2.2 Svizzera In Svizzera, nel 1994, è stat abrgat l bblig per il pedne di segnalare cn un cenn manuale l intenzine di attraversare il camp stradale e si è, csì, impst un maggir grad di severità nella valutazine delle strutture di attraversament. Per la cstruzine di un attraversament pednale ci si basa sulla seguente legislazine in materia: La legge federale sulla circlazine stradale (LCStr), nell art. 49, descrive il md in cui i pedni devn cmprtarsi nella manvra di attraversament. L rdinanza sulle nrme della circlazine stradale (ONC), cn diversi articli, stabilisce nrme da rispettare, per i cnducenti di veicli e per i pedni, nei pressi di attraversamenti pednali, cme l bblig di cncedere la precedenza al pedne che mstra l intenzine di vlere attraversare, il diviet di fermarsi vlntariamente sulle strisce degli attraversamenti pednali, per i pedni, il crrett cmprtament di apprcci alla carreggiata. L rdinanza sulla segnaletica stradale (OSStr), stabilisce quali sn i cartelli di segnalazine di attraversamenti pednali, cme deve essere la crretta demarcazine delle strisce e di tutta la segnaletica rizzntale nei pressi degli attraversamenti pednali. Le nrme dell Unine dei Prfessinisti della Strada (VSS), stabiliscn le nrme da rispettare per la segnaletica stradale, i percrsi pednali e i sentieri, sia per quant riguarda i segnali che le demarcazini. Inltre, sn state emanate le nrme specifiche per la realizzazine degli attraversamenti pednali, la Nrma VSS SN Trafic des piétns et des deux-rues léger, la Nrma VSS SN Fussgängerverkehr - Fussgängerstreifen, frmulate dall Unine dei Prfessinisti della Strada (VSS) e ratificate dal Dipartiment federale dell Ambiente, dei Trasprti, dell Energia e delle Cmunicazini (DATEC). Le suddette nrme sn giuridicamente vinclanti ai sensi dell Ordinanza del DATEC del 12 giugn 2007, cncernente le nrme applicabili alla segnaletica su strade, percrsi pednali e sentieri. I requisiti minimi fissati in tale nrmativa devn essere rispettati; in cas cntrari, l attraversament pednale è da eliminare nn può essere autrizzat. 17

25 Nella Tabella 1-2 sn riassunti i principali dati gemetrici che caratterizzan i vari elementi cstituenti un attraversament pednale della nrmativa elvetica. ELEMENTO DESCRIZIONE STANDARD Distanza di visibilità Rampa Percrs pednale Isla pednale Sezine di attraversament Distanza di visibilità reciprca pedne-cnducente 50 m su strade cn limite di velcità di 50 km/h 60 m dve il limite è 70 km/h 120 m dve il limite è 80 km/h se la pavimentazine è vecchia usurata i precedenti valri salgn rispettivamente a 60m, 75m, 150m Pendenza i % dal 6% al 12% Larghezza - R da 2,00 a 5,00 m Altezza crdl - h c Pendenza lngitudinale del percrs pednale i l % Prfndità - L s AMPIEZZA sezine di attraversament - A SPESSORE singla striscia - S DISTANZA tra strisce successive - D Cefficiente di luminanza in cndizini di illuminazine diffusa della segnaletica rizzntale Zebre - Q d Clre Zebre 0,10 m 6% (MAX) da 1,50 a 5,00 m (cnsigliat 2,00 m, variabile cn il fluss dei pedni e a secnda della presenza del semafr) da 3,00 a 5,00 m variabile (almen 3 strisce per crsia) cme spessre us di perline rifrangenti giall Tabella 1-2 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Svizzera Da evidenziare inltre che, per la realizzazine di un attraversament pednale, ci si basa su un flussgramma che prende in cnsiderazine sia i flussi pednali che quelli veiclari. Quand la larghezza dell attraversament supera le due crsie è prevista la realizzazine di un isla pednale. 18

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

- Si usa di più la bicicletta laddove le infrastrutture e la regolamentazione del traffico assicurano elevati livelli di sicurezza al ciclista;

- Si usa di più la bicicletta laddove le infrastrutture e la regolamentazione del traffico assicurano elevati livelli di sicurezza al ciclista; Il Cdice della strada all Art. 1 cmma 1 stabilisce.. A seguit di questa enunciazine di principi l spstament in bicicletta dvrebbe essere privilegiat rispett alle altre mdalità di spstament e invece è stt

Dettagli

Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali NORME TECNICHE

Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali NORME TECNICHE Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali NORME TECNICHE Indice Ringraziamenti... 1 Premessa... 2 Parte prima: RIFERIMENTI NORMATIVI... 6 1 Normative vigenti... 7 1.1 Italia... 7

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

Progetto di Istituto LEGALITA

Progetto di Istituto LEGALITA Prgett di Istitut LEGALITA Il seguente prgett investe tutti e tre gli rdini sclastici (infanzia, primaria e secndaria di I grad),in quant l Istitut, pne al centr del Pian dell Offerta Frmativa l educazine

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

Groundbreaking Innovative Financing of Training. in a European Dimension. D2.1 MODELLO GIFTED Novembre 2012

Groundbreaking Innovative Financing of Training. in a European Dimension. D2.1 MODELLO GIFTED Novembre 2012 Grundbreaking Innvative Financing f Training in a Eurpean Dimensin D2.1 MODELLO GIFTED Nvembre 2012 N di riferiment del 517624-LLP-1-2011-1-AT-GRUNDTVIG-GMP prgett N del pian WP 2 Mdelling retributiv Deliverable

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014. Scuola dell Infanzia Sant Efisio. Scuola Paritaria Madre Teresa Quaranta.

PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014. Scuola dell Infanzia Sant Efisio. Scuola Paritaria Madre Teresa Quaranta. PROGETTO EDUCAZIONE STRADALE A.S. 2013\2014 Scula dell Infanzia Sant Efisi Scula Paritaria Madre Teresa Quaranta La Strada Maestra..vita è cme andare in bicicletta: se vui stare in equilibri devi muverti.

Dettagli

Museo & Web. Kit di progettazione di un sito di qualità. per un museo medio-piccolo

Museo & Web. Kit di progettazione di un sito di qualità. per un museo medio-piccolo Dipartiment per la ricerca, l innvazine e l rganizzazine Direzine generale per l innvazine tecnlgica e la prmzine Via del Cllegi Rman, 27 00186 Rma Minister per i beni e le attività culturali Muse & Web

Dettagli

GUIDA ALLA PROGETTAZIONE

GUIDA ALLA PROGETTAZIONE Giunta Reginale d Abruzz Servizi Tecnic GUIDA ALLA PROGETTAZIONE DI INTERVENTI PER L ABBATTIMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Csa sn le barriere architettniche? Cn il termine barriere architettniche

Dettagli

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo

, progettati e realizzati in loco ricorrendo alle risorse umane presenti nelle strutture d Ateneo PROGETTO FORMATIVO COMUNICAZIONE EFFICACE E GESTIONE DEL CONFLITTO NEL FRONT-OFFICE PREMESSA L rientament al cliente è una prergativa indispensabile per la crescita e la cmpetitività di un rganizzazine

Dettagli

Istruzione e formazione all imprenditorialità

Istruzione e formazione all imprenditorialità Istruzine e frmazine all imprenditrialità L istruzine e la frmazine all imprenditrialità è il punt di partenza per sviluppare ed espandere l attività dei prfessinisti, miglirand la lr cnscenza e le lr

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT

SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT ALLEGATO B2 SCHEDA TECNICA PIANO EXPORT Situazine di partenza Frnire infrmazini sulle strategie adttate le mdalità rganizzative cn le quali vengn attualmente serviti i mercati esteri cn l indicazine degli

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein

E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la gioia della creatività e della conoscenza Albert Einstein Lice Classic - Lice Artistic - Lice Scientific - I.P.S.I.A. E l arte suprema dell insegnante, risvegliare la giia della creatività e della cnscenza Albert Einstein Ann Sclastic: 2013/2014 1 Lice Classic

Dettagli

VADEMECUM INCLUSIONE

VADEMECUM INCLUSIONE www.ictramnti.gv.it Autnmia Sclastica n. 24 Istitut Cmprensiv Statale G. Pascli Via Orsini - 84010 Plvica - Tramnti (SA) - Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzine.it-

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro

Sistema di Gestione della Salute e della Sicurezza sul Lavoro Sistema di Gestine della Salute e della Sicurezza sul Lavr versine 1.0 - settembre 2009 1 REVISIONE Prima stesura Versine 1.0 DATA REVISIONE REDAZIONE APPROVAZIONE DATA APPROVAZIONE Revisine 1 2 PREMESSA

Dettagli

PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA'

PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA' PROGETTO: ADEGUAMENTO SITO INTERNET COMUNALE ALLE NORME W3C IN TEMA DI ACCESSIBILITA' ED USABILITA' 1. Finalità Le ragini del prgett: Il sit internet del Cmune è stat realizzat nel 2002 nella sua attuale

Dettagli

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi

Relatori: * Dr. Romeo Di Giuseppe - # Dr. Palmerino Masciotta. Abstract. Introduzione e scopo dello studio. Materiali e Metodi La valutazine dei rischi per la sicurezza e per la salute degli peratri di un servizi veterinari: l esperienza della ASL RM B * e della ASL RM C #. Relatri: * Dr. Rme Di Giuseppe - # Dr. Palmerin Mascitta

Dettagli

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167)

Testo unico dell apprendistato (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Test unic dell apprendistat (D.Lgs. 14 settembre 2011, n. 167) Cntratti cllettivi nazinali del lavr (CCNL) Accrd del 23 aprile 2012 tra Regine del Venet e Parti Sciali per la frmazine degli apprendisti

Dettagli

Linee guida per la determinazione dell ammontare dei crediti

Linee guida per la determinazione dell ammontare dei crediti Linee guida per la determinazine dell ammntare dei crediti edilizi Nta di lavr Antnella Faggiani, Mesa srl Venezia, 15 ttbre 2008 L biettiv della nta è di illustrare i criteri per determinare l ammntare

Dettagli

PICCOLI CONSUMATORI CRESCONO

PICCOLI CONSUMATORI CRESCONO MAPPATURA DEI PROGETTI SULLA PUBBLICITÀ gestiti dai partecipanti al crs di frmazine Cibinnda usiam bene la pubblicità realizzat nell'a.s. 2009/2010 dalla Prvincia di Trevis in cllabrazine cn l'azienda

Dettagli

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano

Carta dei Servizi. educativi e amministrativi del 3 circolo didattico di Adrano DIREZIONE DIDATTICA STATALE 3 CIRCOLO San Nicl Pliti Via dei Diritti del Fanciull, 45 95031 - ADRANO (CT) Tel. 095/7695676 - Fax 095/7602241 Cd. Meccangrafic: CTEE09000V Cdice fiscale 93067380878 email

Dettagli

Introduzione pag. 3. Interventi di adeguamento derivanti da esigenze architettoniche pag. 3

Introduzione pag. 3. Interventi di adeguamento derivanti da esigenze architettoniche pag. 3 1 Indice Intrduzine pag. 3 Interventi di adeguament derivanti da esigenze architettniche pag. 3 Interventi di adeguament derivanti da esigenze strutturali pag. 4 Individuazine degli interventi e particlari

Dettagli

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA

LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA LA FACOLTÀ DI GIURISPRUDENZA STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla rifrma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 509) l impegn dell studente (frequenza dei crsi e studi individuale)

Dettagli

Curriculum dell Ente al 27-10-2010

Curriculum dell Ente al 27-10-2010 Via Dum 214, 80138 Napli, Piazza Filibert 39, 80049 Smma Vesuviana E-mail inf@finetica.net, Web www.finetica.net, CF 94183600637 Curriculum dell Ente al 27-10-2010 FINETICA viene cstituita da un grupp

Dettagli

Il Segretario Generale Enzo Solaro

Il Segretario Generale Enzo Solaro Rma, 03 agst 2015 Al Cmitat di Presidenza Al Cnsigli Direttiv Alla Cmmissine Legale Alla Cmmissine Sindacale Alle Assciazini Territriali Circlare n. 108/2015 Oggett: Verifica della reglarità delle imprese

Dettagli

ASSISTENTE FAMILIARE

ASSISTENTE FAMILIARE ALLEGATO 1 ASSISTENTE FAMILIARE DESCRIZIONE SINTETICA L Assistente familiare è una figura cn caratteristiche pratic-perative, la cui attività è rivlta a garantire assistenza a persne autsufficienti e nn,

Dettagli

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE

PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE PROCEDURA DI ALLARME BLS/DAE INDICAZIONI PER LA GESTIONE E MOBILIZZAZIONE DEI COMPONENTI DELLE RETE DI FIRST RESPONDER CONTONALE Versine 1.5 del 1 febbrai 2010 Indice Indice... 2 Intrduzine... 3 Ambiti...

Dettagli

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO

ALOT - Agenzia della Lombardia Orientale per i Trasporti e la Logistica Società Consortile a Responsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica Scietà Cnsrtile a Respnsabilità Limitata AVVISO PUBBLICO ALOT - Agenzia della Lmbardia Orientale per i Trasprti e la Lgistica è una

Dettagli

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE

SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE SALUTE GLOBALE ED EQUITA' IN SALUTE GLI STRUMENTI DELL'OPERATORE SANITARIO PER LA TUTELA DELLA SALUTE, DI TUTTI Nel 2008 l OMS ha presentat i lavri cnclusivi della Cmmissine sui Determinanti Sciali di

Dettagli

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO

OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO La scelta strategica di un azienda di gestire cn una prpria rganizzazine la Supply Chain di affidarla,

Dettagli

Efficienza energetica: consumare meno, consumare meglio

Efficienza energetica: consumare meno, consumare meglio Inln Engineering Srl Via Zara, 2 19123 La Spezia Italia Tel: +39 334 9104615 Fax: +39 0187 753322 Efficienza energetica: cnsumare men, cnsumare megli L esigenza La razinalizzazine e il miglirament dell

Dettagli

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9

Manuale Utente. Data : 06/06/2012 Versione : 1.9 Sistema Infrmativ di EMITTENTI Data : 06/06/2012 Versine : 1.9 Stria delle mdifiche Data Versine Tip di mdifica 09/07/2006 1.0 Creazine del dcument 10/04/2007 1.1 Mdifica del dcument 24/04/2007 1.2 Mdificata

Dettagli

piano generale di smaltimento delle acque (PGA)

piano generale di smaltimento delle acque (PGA) Abteilung 29 - Landesagentur für Umwelt Amt 29.4 - Amt für Gewässerschutz Ripartizine 29 - Agenzia prvinciale per l'ambiente Uffici 29.4 - Uffici Tutela acque Linee guida per l elabrazine del pian generale

Dettagli

GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA

GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA GUIDA ALL ACCESSO E ALLA NAVIGAZIONE IN PIATTAFORMA Indice Linee guida per accedere alla piattafrma Csa fare al 1 access Csa fare al 2 access e successivi Passwrd Username dimenticata? Ecc csa fare Linee

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SUL SITO WEB

GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SUL SITO WEB COMUNE DI VIMODRONE (MI) SETTORE AFFARI GENERALI E ISTITUZIONALI SERVIZIO SEGRETERIA UFFICIO CED (CENTRO ELABORAZIONE DATI) GUIDA ALLA NAVIGAZIONE SUL SITO WEB VERSIONE 1.0 20 SETTEMBRE 2012 Premessa Nuva

Dettagli

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti

10 suggerimenti per utilizzare PowerPoint per presentazioni brillanti 10 suggerimenti per utilizzare PwerPint per presentazini brillanti 1. Prirità dell'biettiv sttlineata da materiale cnvincente Da un cert punt di vista, la facilità di impieg di PwerPint ptrebbe trasfrmarsi

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze

Unione Amici del cane e del gatto ONLUS - Firenze Unine Amici del cane e del gatt ONLUS - Firenze Via Reginald Giuliani 130/r 50110 - Firenze - Tel. 3478345299 www.unineamicidelcaneedelgatt.it Reglament intern 2009 Reglament per la disciplina dell attività

Dettagli

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE

CTRH - Centro Risorse Territoriale per l Handicap ACCORDO DI RETE AMBITO TERRITORIALE: MILANO CENTRO-SUD ZONE 1-4-5 ACCORDO DI RETE RETE TERRITORIALE PER L INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI ANNI SCOLASTICI 2012/2013 2013/2014 2014/2015 AMBITO TERRITORIALE:

Dettagli

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. Servizi web. Manuale utente

E.C.M. Educazione Continua in Medicina. Servizi web. Manuale utente E.C.M. Educazine Cntinua in Medicina Servizi web Manuale utente Versine 1.0 maggi 2015 E.C.M. Servizi web: invi autmatic Indice 2 eventi e pian frmativ Indice Revisini 3 1. Intrduzine 4 2. 5 2.1 Verifica

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione

Tipo Ente: Trasversale. Ufficio: Servizio Biblioteca. Servizio: Prestito/consultazione Tip Ente: Trasversale Uffici: Servizi Bibliteca Servizi: Prestit/cnsultazine INDICE Smmari 1 Oggett e cntenuti... 3 1.1 Descrizine del servizi ggett di custmer satisfactin... 4 1.2 Descrizine del prcess

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO

ATTO D INDIRIZZO AL COLLEGIO DEI DOCENTI IL DIRIGENTE SCOLASTICO Unine Eurpea Repubblica Italiana Regine Sicilia Istitut Cmprensiv «Santi Bivna» REGIONE SICILIANA-DISTRETTO SCOLASTICO N. 65 ISTITUTO COMPRENSIVO «SANTI BIVONA» Cntrada Sccrs s. n. c. - 92013 Menfi - (AG)

Dettagli

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI

1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI 1. CHE COS È LA CARTA DEI SERVIZI 2. PRESENTAZIONE 3. SERVIZI FORNITI E AREE DI INTERVENTO 4. I PRINCIPI FONDAMENTALI 5. TUTELA E VERIFICA 6. DATI DELLA SEDE 1. CHE COS È LA CARTA DEI

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

Il sistema dei parcheggi viene ridefinito come mostrato in Figura 5; risultano circa:

Il sistema dei parcheggi viene ridefinito come mostrato in Figura 5; risultano circa: Alternativa 4 - Pednalizzazine frte della penisla Questa alternativa si differenzia dalle altre per la reglamentazine degli accessi alla penisla particlarmente rigida: nn sn autrizzati ad accedere in aut,

Dettagli

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future

Politiche Comunitarie. Sintesi dell esistente e progettualità future Plitiche Cmunitarie Sintesi dell esistente e prgettualità future 1. La Cmmissine Eurpa: analisi e prpste di lavr Nel mandat 2005 2009 la Cmmissine UPI Eurpa e Plitiche Internazinali ha raggiunt i seguenti

Dettagli

PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4

PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4 Prvincia di Csenza Settre Mercat del Lavr PROGETTO LAVORO&SVILUPPO 4 OBIETTIVI E FINALITA Scp del prgett è favrire la frmazine di sggetti inccupati/disccupati residenti nelle Regini dell biettiv Cnvergenza

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici.

Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. Sinergie tra la Direttiva Macchine 2006/42/CE e la Direttiva ATEX 94/9/CE (2014/34/UE) campi di applicabilità, marcatura e esempi pratici. 16 dicembre 2015 Cn l'appsizine della marcatura CE il "fabbricante"

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa

Oggetto: presentazione candidature Funzioni Strumentali al Piano dell Offerta Formativa MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE VIA COPERNICO VIA COPERNICO 1 00040 POMEZIA (ROMA) TEL. 06 121127550 FAX 0667666356 CODICE

Dettagli

PERCORSO ISO 9001:2015

PERCORSO ISO 9001:2015 PERCORSO ISO 9001:2015 In cllabrazine cn Intrduzine: Per la fine del 2015 è prevista l entrata in vigre della nuva versine della ISO (Internatinal Organizatin fr Standardizatin) 9001:2015, l standard internazinale

Dettagli

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze

Principi di sicurezza nell attrezzare aree di soccorso. Ester Baldi Infermiera IRCCS Don Carlo Gnocchi Firenze Principi di sicurezza nell attrezzare aree di sccrs Ester Baldi Infermiera IRCCS Dn Carl Gncchi Firenze Obiettivi: Cncett e frme di rischi nel cntest dell emergenza Cme riuscire a ridurre i rischi Cncett

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

QUESTIONARIO INSEGNANTE

QUESTIONARIO INSEGNANTE QUESTIONARIO INSEGNANTE Gentile insegnante, Le chiediam di esprimere la sua pinine su alcuni aspetti della vita sclastica e sul funzinament della scula nella quale attualmente lavra. Le rispste che darà

Dettagli

Regione Siciliana Rafforzamento delle capacità d azione delle Autorità per l Amministrazione della Giustizia della Regione Siciliana Progettazione

Regione Siciliana Rafforzamento delle capacità d azione delle Autorità per l Amministrazione della Giustizia della Regione Siciliana Progettazione Regine Siciliana Raffrzament delle capacità d azine delle Autrità per l Amministrazine della Giustizia della Regine Siciliana Prgettazine Struttura Siti Web Prcure Milan, 8 Maggi 2013 INDICE 1 MAPPA DEL

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI C O M U N E D I SABBIO CHIESE P R O V I N C I A D I B R E S C I A via Caduti 1, 25070 SABBIO CHIESE (BS) AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI ----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326

Prot. n. 10985/U Prot. n. 59168/DB1507 Torino, 30 ottobre 2009 Circ. Reg. nr. 326 Minister dell Istruzine dell Università e Uffici Sclastic Reginale per il Piemnte Direzine Generale Assessrat all Istruzine e Frmazine Prfessinale Prt. n. 10985/U Prt. n. 59168/DB1507 Trin, 30 ttbre 2009

Dettagli

Nota di rilascio protocollo client / server. Vers. 5.02.02

Nota di rilascio protocollo client / server. Vers. 5.02.02 30 gennai 2013 Nta di rilasci prtcll client / server. Vers. 5.02.02 referente Marc Stanisci Stefan Cciancich rivlt a biettiv autrizzat IAQ-AQ-MD-01-bis Pag.1 di 16 30 gennai 2013 SOMMARIO 1. TABELLA ANAGRAFICA...

Dettagli

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI

ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI ASILO NIDO LA CORTE DEI BAMBINI L Asil Nid La Crte dei Bambini ffre ai genitri e bambini accglienza e asclt cn una particlare attenzine ai bisgni persnali di crescita e di svilupp individuali. Pensa al

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Il Collegio Geometri e Geometri Laureati di Monza e Brianza, nella PROTOCOLLO DI INTESA tra Il Cllegi Gemetri e Gemetri Laureati di Mnza e Brianza, nella persna di Cesare Galbiati, in qualità di Presidente del Cllegi e L Istitut di Istruzine Superire Ezi Vanni di Vimercate,

Dettagli

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv

Condizioni tecniche per la connessione alle reti di distribuzione dell energia elettrica a tensione nominale superiore ad 1 kv pubblicata sul sit www.autrita.energia.it in data 20 marz 2008 Delibera ARG/elt 33/08 Cndizini tecniche per la cnnessine alle reti di distribuzine dell energia elettrica a tensine nminale superire ad 1

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Asl. Ufficio: Assistenza 118. Servizio: Servizio 118 CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Asl Uffici: Assistenza 118 Servizi: Servizi 118 INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Trasversale. Servizio: Valutazione Sito internet CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Trasversale Servizi: Valutazine Sit internet INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER SATISFACTION... 4 1.2 DESCRIZIONE

Dettagli

AGGIORNAMENTO CONTINUO ERASMUS PLUS

AGGIORNAMENTO CONTINUO ERASMUS PLUS TITL DEL PRGETT DCENTE REFERENTE AGGIRNAMENT CNTINU ERASMUS PLUS PANNNI GRUPP DI PRGETT/CMMISSINE CLLABRATRI ESTERNI AREA FUNZINE STRUMENTALE DI RIFERIMENT ISTITUZINI (RETE DEURE)CMUNITA' EURPEA PRIVATI

Dettagli

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti;

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti; Cpia per l Aderente DOCUMENTO INTEGRATIVO PER EX FUNZIONARI ED EX AGENTI DELLE COMUNITA EUROPEE RELATIVO AL TRASFERIMENTO DELLE SOMME ACCUMULATE NEL REGIME PENSIONISTICO DELLE COMUNITA EUROPEE Premess

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO (Ente di diritt pubblic ai sensi del D.Lgs. n. 207/2001 e Legge Regine Lmbardia n. 1/2003) Prt. n. /2015 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: ORE 12,00 DEL PROCEDURA

Dettagli

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti

Gli interventi dell AUSL in integrazione con i Servizi Sociali in materia di tutela dei minori e degli adolescenti PROMOZIONE E PROTEZIONE DEI DIRITTI DELL INFANZIA E DELL ADOLESCENZA Incntr cn il Garante dell Emilia-Rmagna Reggi Emilia e Mdena Mdena 11 giugn 2015 Gli interventi dell AUSL in integrazine cn i Servizi

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK)

Microsoft Kinect for Windows Software Development Kit (SDK) Micrsft Kinect fr Windws Sftware Develpment Kit (SDK) Le presenti cndizini di licenza cstituiscn il cntratt tra Micrsft Crpratin (, in base al lug di residenza del licenziatari, una delle sue cnsciate)

Dettagli

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization

WAS Monitoring Valutazione rischio Work organization Mnitring Valutazine rischi Wrk rganizatin Premessa In base ai dcumenti dell WHO(OMS), alle linee guida eurpee, all Accrd Eurpe del 2004 sull stress lavr crrelat e in base al dcument ICF dell OMS 2001 che

Dettagli

La gestione informatizzata del farmaco

La gestione informatizzata del farmaco Azienda Ospedaliera di Verna Dipartiment di Medicina Clinica e Sperimentale Medicina Interna B - Reumatlgia La gestine infrmatizzata del farmac Crdinatre Stefania Discnzi Reggi Emilia 11-12 XII 2008 CRITICITA

Dettagli

Novità relative all assessment tool

Novità relative all assessment tool Nvità relative all assessment tl La dcumentazine e gli strumenti di supprt di Friendly Wrk Space sn sttpsti a cntinui interventi di rielabrazine, aggirnament e perfezinament. Nel 2014 è stata ripetutamente

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Cmune Uffici: Relazini cn il Pubblic Servizi: Assistenza Dmiciliare INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a.

ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE E D APPOLONIA s.p.a. ACCORDO DI COLLABORAZIONE FRA CENTRO REGIONALE DI COMPETENZA "ANALISI E MONITORAGGIO DEL RISCHIO AMBIENTALE" E D APPOLONIA s.p.a. PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA E PROGETTI PER LO SVILUPPO E LA DIFFUSIONE

Dettagli

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI INFORMAZIONE FISCALE OTTOBRE 2012 Ai Sig.ri Clienti Lr Sedi OGGETTO: In vigre le nuve regle sulle cessini di prdtti agralimentari Il 24 ttbre 2012 sn entrate in vigre le nuve regle sulla cmmercializzazine

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015

PIANO DI LAVORO ANNUALE DELLA DISCIPLINA TECNOLOGIA E TECNICHE DI RAPPRESENTAZIONE GRAFICA Classi 1 ITI A.S. 2014-2015 Impssibile visualizzare l'immagine. La memria del cmputer ptrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine ppure l'immagine ptrebbe essere danneggiata. Riavviare il cmputer e aprire di nuv il file. Se

Dettagli

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA

ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA ACCESSO ALLA MISURA DEL REDDITO DI AUTONOMIA PER ANZIANI DGR 4152/2015 REGOLAMENTO DEL DISTRETTO SOCIALE DI MANTOVA OGGETTO Il presente reglament disciplina l ergazine di vucher per finanziare interventi

Dettagli

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego

CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD. Tipo Ente: Provincia. Ufficio: Centri per l impiego CASSETTA DEGLI ATTREZZI STANDARD Tip Ente: Prvincia Uffici: Centri per l impieg Servizi: Supprt alla ricerca del lavr INDICE Smmari 1 OGGETTO E CONTENUTI... 3 1.1 DESCRIZIONE DEL SERVIZIO OGGETTO DI CUSTOMER

Dettagli

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Prot. n 4918/M00 Latina, 30 novembre 2012

Prot. n 4918/M00 Latina, 30 novembre 2012 Prt. n 4918/M00 Latina, 30 nvembre 2012 Spett.le Degli Stefani srl Via Tscanini n. 22 04011 APRILIA FAX 06/92854627 Spett.le CR Uffci di Vignarli G. Via S. Francesc n. 59 FAX 0773/610768 Spett.le Cpyline

Dettagli

PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE SUI MATERIALI

PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE SUI MATERIALI Via di San Salvi 12 50135 Firenze tel. 055 62.631 fax 055 62.63.700 Ospedale Santa Maria Annunziata Intervent di ristrutturazine edilizia per l installazine di una apparecchiatura per la Risnanza Magnetica

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari

Università degli Studi di Cagliari Università degli Studi di Cagliari Direzine per la Ricerca e il Territri Settre Orientament al lavr Prgett di ricerca-azine azine sull Orientament attiv : : sintesi e risultati. Il prgett di ricerca -

Dettagli

È opportuna la stesura di un protocollo operativo sull utilizzo del mezzo da parte di enti ed associazioni del territorio.

È opportuna la stesura di un protocollo operativo sull utilizzo del mezzo da parte di enti ed associazioni del territorio. Prtcll d intesa per l utilizz del mezz Fiat ducat targa EJ 942 CG Premess che : - L Unine Terre di Castelli cn determinazine dirigenziale n. 09 del 19.01.012, avente ad ggett Affidament in cmdat d us di

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli