Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Linee guida per la progettazione degli attraversamenti pedonali"

Transcript

1

2 Linee guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali

3 Indice Presentazine... 1 Ringraziamenti... 5 Premessa... 6 Parte prima: RIFERIMENTI NORMATIVI Nrmative vigenti Italia Le nrmative nel rest del mnd Unine Eurpea Svizzera Francia Regn Unit Stati Uniti Australia India Nuva Zelanda Cnfrnt delle nrmative vigenti Nrme di cmprtament Il pedne Il cnducente La prpsta ACI Parte secnda: CARATTERISTICHE FUNZIONALI Caratteristiche funzinali degli attraversamenti pednali Criteri di prgettazine preliminare Criteri di scelta del tip di attraversament pednale Criteri di psizinament degli attraversamenti pednali Parte terza: CARATTERISTICHE TECNICHE I

4 4 Criteri di prgettazine degli elementi degli attraversamenti pednali Segnaletica rizzntale Marciapiede Rampa Isla pednale salvagente Pavimentazine tattile Attraversament pednale rialzat Rallentatri di velcità Impiant semafric pednale Segnaletica verticale Illuminazine artificiale attraversamenti pednali Parte quarta: ELEMENTI COSTRUTTIVI Schemi di attraversamenti pednali Glssari Bibligrafia Appendice A: RIFERIMENTI NORMATIVI Appendice B: SCHEDE RIASSUNTIVE II

5 Indice delle figure Figura 1-1 Principali elementi gemetrici degli attraversamenti pednali 15 Figura 2-1Brchure "A pass sicur" (pagina esterna) 37 Figura 2-2 Brchure "A pass sicur" (pagina interna) 39 Figura 3-1 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas a) 49 Figura 3-2 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas b) 49 Figura 3-3 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas c) 49 Figura 3-4 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas d) 50 Figura 3-5 Attraversament nei pressi di fermate del trasprt pubblic (cas e) 50 Figura 4-1 Segnaletica rizzntale, le "ZEBRE" 58 Figura 4-2 Segnaletica rizzntale: a "zig-zag" 60 Figura 4-3 Segnaletica rizzntale: dispsitivi integrativi luminsi 62 Figura 4-4 Marciapiede 64 Figura 4-5 Rampa - schema 1a 67 Figura 4-6 Rampa - schema 1b 68 Figura 4-7 Rampa - schema 1c 68 Figura 4-8 Rampa - schema 2a 69 Figura 4-9 Rampa - schema 2b 69 Figura 4-10 Isla pednale salvagente 70 Figura 4-11 Attraversament pednale sfalsat 72 Figura 4-12 Pavimentazine tattile 75 Figura 4-13 Percrs tattile direzinale lung l'attraversament 77 Figura 4-14 Attraversament pednale rialzat 79 Figura 4-15 Dssi artificiali 80 Figura 4-16 Cuscini Berlinesi 82 Figura 4-17 Pannell integrativ dinamic 89 Figura 4-18 Illuminazine artificiale attraversamenti pednali (Bruxelles 2010) 92 Figura 5-1 Attraversament pednale semafrizzat 94 Figura 5-2 Attraversament pednale semafrizzat cn isla salvagente 95 Figura 5-3 Attraversament pednale a ras 96 Figura 5-4 Attraversament pednale cn avanzament del marciapiede 97 III

6 Figura 5-5 Attraversament pednale sfalsat 98 Figura 5-6 Attraversament pednale rialzat 99 Figura 5-7 Attraversament pednale precedut da cuscini berlinesi 100 Figura 5-8 Attraversament pednale precedut da dssi artificiali 101 IV

7 Indice delle tabelle Tabella 1-1 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Italia 14 Tabella 1-2 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Svizzera 18 Tabella 1-3 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Francia 20 Tabella 1-4 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali nel Regn Unit 23 Tabella 1-5 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali negli Sati Uniti 25 Tabella 1-6 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Australia 26 Tabella 1-7 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in India 28 Tabella 1-8 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Nuva Zelanda 30 Tabella 1-9 Cnfrnt tra le nrmative vigenti 32 Tabella 3-1 Individuazine tiplgica degli attraversamenti pednali 46 Tabella 3-2 Disciplina degli attraversamenti pednali 47 Tabella 3-3 Caratteristiche attraversament pednale (parte I) 51 Tabella 3-4 Caratteristiche attraversament pednale (parte II) 52 Tabella 3-5 Caratteristiche attraversament pednale (parte III) 53 Tabella 3-6 Caratteristiche attraversament pednale (parte IV) 54 Tabella 3-7 Caratteristiche attraversament pednale (parte V) 55 Tabella 4-1 Segnaletica rizzntale: le "ZEBRE" 59 Tabella 4-2 Segnaletica rizzntale cmplementare 61 Tabella 4-3 Marciapiede 63 Tabella 4-4 Rampa 67 Tabella 4-5 Isla pednale salvagente 71 Tabella 4-6 Pavimentazine tattile 74 Tabella 4-7 Attraversament pednale rialzat 78 Tabella 4-8 Rallentatri di velcità: Dss artificiale 81 Tabella 4-9 Rallentatri di velcità: Cuscini Berlinesi 83 Tabella 4-10 Impiant semafric pednale 85 Tabella 4-11 Segnaletica verticale 90 Tabella 4-12 Illuminazine artificiale attraversamenti pednali 91 V

8 Presentazine Il Presidente ACI Autmbile Club d Italia Avv. Enric Gelpi Sn liet di presentare le Linee Guida di ACI per la prgettazine degli attraversamenti pednali. Quest dcument rappresenta la naturale cnclusine del prgett EPCA (Eurpean Pedestrian Crssing Assessment) sulla valutazine della sicurezza degli attraversamenti pednali. Il prgett che ha vist ACI cme capfila, ha riguardat 22 paesi eurpei ed è nat nell ambit degli EurTEST della FIA (Fédératin Internatinal de l Autmbile). L iniziativa rivlta ai pedni, tra gli utenti della strada più vulnerabili, ha da subit riscntrat l interesse dei media e degli Autmbile Club eurpei partner di ACI, spingend ad effettuare un numer di test superire a quelli inizialmente preventivati. Al fine di nn disperdere le cnscenze maturate in quest prgett, ACI ha decis di pubblicare queste Linee Guida, per mettere a dispsizine dei decisri, dei tecnici e dei prgettisti del settre cnsigli e suggerimenti per una crretta scelta, prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali. L biettiv è duplice: da un lat si vule aumentare la sicurezza dei pedni, cn l adzine di sluzini funzinali e sicure, dall altr prre le basi per unifrmare la nrmativa eurpea in merit alla realizzazine e all utilizz degli attraversamenti pednali. 1

9 L ACI cn queste Linee Guida vule cnslidare il su pluriennale impegn per la sicurezza stradale. L attenzine agli utenti più vulnerabili si rende necessaria anche alla luce dei dati dell incidentalità stradale che da qualche ann evidenzian un cstante aument degli incidenti cn pedni cinvlti, seppure a frnte di una diminuzine della mrtalità dei sinistri stradali. Il fenmen nn riguarda sltant l Italia ma interessa tutte le nazini eurpee. Ed è prpri in crrispndenza degli attraversamenti pednali, che avviene una parte trpp rilevante (tra il 25% ed il 30%) degli incidenti che vedn cinvlti i pedni, sia perché gli attraversamenti pednali nn sn prgettati, cstruiti e mantenuti crrettamente, sia perché su di essi i pedni credn di essere al sicur, abbassand il livell di attenzine che invece dvrebbe sempre rimanere elevat. L ACI, cn questa iniziativa, vule anche trnare ad essere un punt di riferiment per la redazine di nrmativa tecnica di settre, attent ai prfndi cambiamenti ed alle esigenze della mbilità. Ricrd in prpsit il cstante cntribut dell Ente alla stesura del test iniziale e successive mdifiche del CdS e alla emanazine delle Nrme Tecniche del CNR. Mi augur, pertant, che gli rgani prepsti alla emanazine di nrme e leggi del settre tengan cnt dei suggerimenti e cnsigli cntenuti in queste Linee Guida. 2

10 Il Presidente AIIT Assciazine Italiana per l Ingegneria del traffic e dei Trasprti Prf. ing. Giuli Maternini La pubblicazine di Linee guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali è da ritenersi mlt significativa nell ambit culturale della tecnica del traffic, in quant l attraversament stradale pednale è l attrezzatura più cmune nei nstri centri urbani, ma generalmente la men rispettata e tra le più periclse. Gli attraversamenti sn infatti spess l scenari di numersi incidenti che cinvlgn il pedne, l utente della strada più vulnerabile, nel mment dell attraversament. Quindi i percrsi pednali, da privilegiare in ambiente urban rispett agli altri itinerari dei diversi utenti della strada, presentan generalmente attraversamenti il cui transit risulta ad alt rischi di cnflitt. Le cause d incidente negli attraversamenti sn mlteplici e nn pssn essere sl ricndtte all azine irrespnsabile del pedne, ma vann invece ricercate sprattutt nella mancata pianificazine degli itinerari pednali urbani, nella disrdinata rganizzazine delle funzini urbane, nella scarsa pianificazine del traffic veiclare e nella scarsa qualità di prgettazine dell infrastruttura stradale. Purtrpp si è abituati a vedere l attraversament pednale cme un element che blcca il fluss veiclare transitante sulla strada, ciè il pedne che attraversa è cnsiderat un element che interrmpe, ciè penalizza, il reglare defluss dei veicli. Quest cncett deriva dall abitudine generale di cnsiderare tutte le strade cn le stesse caratteristiche di quelle extraurbane, in cui invece crrettamente si privilegia il transit dei veicli a mtre. In ambiente urban è il fluss veiclare che interrmpe il percrs pednale, ciè sn gli autveicli che, transitand sull attraversament, penalizzan il defluss pednale. A quest riguard, alcuni anni fa, era stat fatt emergere cme la segnaletica rizzntale degli attraversamenti fsse sbagliata, perché le fasce bianche si presentan perpendiclari al percrs del pedne e lngitudinali a quell del veicl, mentre dvrebber essere perpendiclari all asse stradale, per trasmettere il messaggi dell arrest del veicl, risultand lngitudinali al percrs pednale. 3

11 Pertant si dvrebbe far emergere nella città la cntinuità dei diversi itinerari pednali, in md che negli spazi stradali in cui vi è prmiscuità tra pedni e veicli (cme negli attraversamenti pednali) sia l itinerari veiclare ad interrmpersi. Quest cncett, che sembra vvi tant è semplice, nn è stat generalmente assimilat dai tecnici che gestiscn le strade, infatti è cmune vedere nelle nstre città gli attraversamenti realizzati cn il fine di creare men disturb pssibile al defluss veiclare, cn la cnseguenza che pi nn vengn utilizzati dal pedne. E nt cme il pedne tende a cmpiere il percrs più breve, quindi se l attraversament pednale nn è inserit crrettamente lung tale percrs, nn verrà generalmente utilizzat. Si assiste, anche se più raramente rispett al cas precedente, ad un numer eccessiv di attraversamenti lung alcuni trnchi stradali ed in tal cas la cnseguenza è che l autmbilista nn li rispetta. Sarebbe semplicistic però ridurre i pedni ad un sl tip d utente della strada, perché essi si distingun per le diverse abilità (per esempi l ipvedente rispett al nn udente) e per i diversi livelli di capacità mtrie. In particlare i pedni anziani bambini sn cnsiderati utenti più debli rispett al pedne nrmdtat, pure i pedni cn difficltà mtrie tempranee permanenti. L attenzine agli attraversamenti quindi rispnde all esigenza di miglirare la qualità dei nstri ambienti urbani, attravers un aument della sicurezza della mbilità pednale, a cui si deve dare prirità in ambiente urban. Pertant il presente vlume, stt frma di manuale, sarà sicuramente di guida a laureati e ad altri tecnici che peran nel settre, frnend un ntevle cntribut alla tematica della sicurezza degli utenti debli della strada. 4

12 Ringraziamenti Un ringraziament particlare va a tutti quanti hann partecipat cn prfessinalità e dedizine alla stesura delle Linee Guida ed al prgett EPCA, nel dettagli: Respnsabili di prgett (Linee Guida e prgett EPCA): Francesc Mazzne - Area Prfessinale Tecnica, ACI Enric Pagliari - Area Prfessinale Tecnica, ACI Redazine Linee Guida: Rssella Barrass (*) Erica Di Maggi (**) Girgi Gardusi (**) Cllabrazine alle Linee Guida ed al prgett EPCA: Stefania Balestrieri - Area Prfessinale Tecnica, ACI Pal De Angelis - Assciazine Italiana per l Ingegneria del Traffic e dei Trasprti (AIIT) Cllabrazine al prgett EPCA: Luca Agneni - Direzine Studi e Ricerche, ACI Antida Aversa - Direzine Studi e Ricerche, ACI Luigi Di Matte - Area Prfessinale Tecnica, ACI Andrea Guerci - Direzine Studi e Ricerche, ACI Luca Pasctt - Federazine Internazinale dell Autmbile (FIA) Gaia Pelliccili - Fndazine Filipp Caraccil Pietr Penna - Area Prfessinale Tecnica, ACI Federica Petrignani - Direzine Attività Istituzinali, ACI Francesc Prvenzan - Direzine Studi e Ricerche, ACI Elke Schmettw - Direzine Studi e Ricerche, ACI Francesc Sctt - Fndazine Filipp Caraccil (*) argment della tesi finale nell ambit della III edizine del Master in gestine della mbilità sstenibile (a.a. 2008/2009), rganizzat da ACI e dall Università di Rma La Sapienza (**) argment del prgett frmativ e di rientament press ACI (accrd cn Università degli Studi di Rma Tr Vergata", perid aprile-nvembre 2011) 5

13 Premessa Il perché l Autmbile Club d Italia abbia dedicat un manuale alla prgettazine di attraversamenti pednali sicuri, risiede nel prgett ACI Eurpean Pedestrian Crssing Assessment (EPCA). L ACI, dal 2007 è prmtre e capfila dell studi EPCA sulla sicurezza degli attraversamenti pednali, nell ambit degli EurTEST, prgramma eurpe di tutela dei cnsumatri / utenti della strada che vede cinvlti 18 Autmbile Club di 17 paesi eurpei, membri della Federazine Internazinale dell Autmbile (FIA). L biettiv degli EurTEST-FIA è quell di: applicare alle infrastrutture l stess apprcci di success del prgramma EurNCAP, che ha permess di ttenere significativi migliramenti in termini di qualità e sicurezza dei veicli; effettuare valutazini indipendenti per verificare la qualità e la sicurezza delle infrastrutture e dei servizi per la mbilità, e favrire la diffusine di bune pratiche prgettuali. I numeri dell incidentalità stradale che vedn cinvlti i pedni hann cstituit un stiml per la realizzazine di un EurTEST sulla sicurezza dei pedni e sugli attraversamenti pednali; in sintesi: gni girn almen 22 pedni muin sulle strade eurpee (circa nella EU-27); i pedni sn cinvlti nel 15% dei sinistri stradali; in termini di prbabilità di rischi, nel 30% dei casi di incidenti che cinvlgn un pedne, cn il veicl che viaggia a 40 km/h, il pedne mure; 1 incidente su 4, che vede cinvlt un pedne, avviene su un attraversament pednale (stima ACI); mentre i mrti cmplessivi degli incidenti stradali sn in diminuzine (area eurpea), il numer di pedni cinvlti in sinistri aumenta. 6

14 Certamente è una questine di cmprtamenti, ma la creazine di situazini più sicure scraggia i cmprtamenti men crretti e facilita la cndivisine dell spazi urban alle diverse categrie di utenti. Tutte queste cnsiderazini hann rappresentat gli biettivi specifici del prgett EPCA, nel dettagli: evidenziare i rischi ptenziali degli attraversamenti pednali nei diversi Paesi; rendere pedni e cnducenti maggirmente cnsapevli dei rispettivi limiti-rischi e dveri; individuare, in ciascun Paese, le migliri e le peggiri sluzini adttate nella prgettazine e gestine degli attraversamenti pednali; prmuvere il miglirament delle sluzini più critiche; favrire la diffusine di una cultura tecnica finalizzata alle esigenze della sicurezza dei pedni; sensibilizzare le autrità nazinali, reginali e lcali sulla necessità di adttare tutte le pssibili misure utili ad elevare il livell di sicurezza, riducend il numer di incidenti che cinvlgn i pedni, in particlare sugli attraversamenti; adttare regle di bun cmprtament cmuni ed eurpee (unifrmità!). Il cnfrnt tra le diverse sluzini rilevate ha cnsentit di individuare una serie di interventi immediati di realizzazine a breve termine, semplici ma efficaci, in termini di sicurezza, per gli attraversamenti più critici. La metdlgia di valutazine è stata predispsta dall Autmbile Club d Italia in cllabrazine cn l Università di Rma La Sapienza. Nel perid i test EPCA hann riguardat 795 attraversamenti pednali di 46 città in 22 nazini eurpee. Le presenti Linee Guida per la prgettazine degli attraversamenti pednali, rappresentan la naturale cnclusine del prgett EPCA. Alla presente versine per l Italia, seguirà una versine eurpea che verrà prpsta agli altri partner del prgett, 18 Autmbile Club in rappresentanza di 17 paesi eurpei. 7

15 Le Linee Guida vglin cstituire una guida sulla crretta prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali, vlta sia ad aumentare la sicurezza dei pedni, sia a mettere le basi per unifrmare, quant più pssibile, la nrmativa eurpea in merit alla prgettazine e realizzazine degli attraversamenti pednali. Le presenti Linee Guida si riferiscn, tendenzialmente, al sl ambit urban; una lr applicazine è prevista anche in ambit extraurban in presenza di elevati flussi pednali e/ di pli attrattri (strutture spedaliere, case di rips, fermate del trasprt pubblic, ecc.). Quand si realizza un attraversament pednale a ras, indipendentemente da dve quest sia lcalizzat, si deve garantire la sicurezza di pedni e veicli facend riferiment, in fase di prgettazine, agli standard suggeriti in questa pubblicazine. Circa ¼ degli incidenti mrtali (stima ACI), che vedn cinvlti pedni, avviene in crrispndenza degli attraversamenti pednali. Le cause sn addebitabili sia alle carenze dell infrastruttura, sia ai cmprtamenti nn crretti. Sugli attraversamenti i pedni credn di essere al sicur, abbassand mlte vlte il livell di attenzine che, invece, dvrebbe essere sempre elevat. Spess i prgettisti sttvalutan la prgettazine degli spazi dedicati agli attraversamenti ed ai percrsi pednali, nn cnsiderand l imprtanza che questi svlgn. Il diritt a circlare in sicurezza è garantit dalla stessa Cstituzine (artt. 16 e 120 della Cstituzine Italiana) anche per gli utenti debli della strada. Le linee guida si dividn in quattr parti: la prima parte esamina le principali nrmative internazinali riguardanti gli attraversamenti pednali; la secnda parte riguarda le caratteristiche funzinali degli attraversamenti pednali; la terza parte cntiene le caratteristiche tecniche per la realizzazine degli attraversamenti stessi; la quarta parte, infine, riprta graficamente gli elementi cstruttivi di un attraversament pednale. 8

16 Il manuale prende il via dall analisi della nrmativa italiana che tratta, in maniera smmaria, la prgettazine degli attraversamenti pednali; analizza pi la nrmativa mndiale in materia di prgettazine stradale, cn particlare riferiment alle nrme dell Unine Eurpea, svizzere, francesi, britanniche, statunitensi; australiane, indiane e nezelandesi; e dà infine, delle indicazini su cme realizzare crrettamente un attraversament pednale, cnsiderand i singli elementi di cui ess è cmpst. 9

17 Parte prima: RIFERIMENTI NORMATIVI 10

18 1 Nrmative vigenti In questa prima parte del dcument vengn sinteticamente riprtati i riferimenti nrmativi utilizzati per la redazine delle linee guida di prgettazine degli attraversamenti pednali. Nella sintesi, vengn esaminate quali sn le nrme vigenti in materia di attraversamenti pednali nei paesi cnsiderati, le principali caratteristiche della nrmativa ed evidenziati i parametri cn i quali ci si è cnfrntati per la definizine delle presenti Linee Guida. A partire dalla nrmativa italiana, in successine, viene esaminata la nrmativa di riferiment eurpea, e quella di gni singl paese, cn particlare riferiment a Svizzera, Francia e Regn Unit. A livell mndiale il cnfrnt è stat effettuat cn le nrmative degli Stati Uniti, dell Australia, dell India e della Nuva Zelanda. Il cnfrnt tra le varie nrmative italiane ed estere è stat utile per individuare le migliri sluzini per la crretta realizzazine di un attraversament pednale. In particlare, alcune delle sluzini previste nelle nrmative estere hann frnit delle utili indicazini per le sluzini prpste nelle presenti Linee Guida. Una dcumentazine più dettagliata e puntuale di tutte le nrme cnsiderate è riprtata in appendice (cfr. appendici A e B). 1.1 Italia In Italia per la realizzazine di un attraversament pednale si deve far riferiment alle seguenti leggi: Cdice della Strada (D. Lgs del 30 aprile 1992, n. 285 e successivi aggirnamenti); Decret Ministeriale del 5 nvembre 2001 e successive mdifiche; Decret Ministeriale n. 236 del 14 giugn 1989; Decret del Presidente della Repubblica n. 503 del 24 lugli 1996; che frniscn gli standard di prgettazine dell attraversament pednale e di tutt il su arred cme: rampa, marciapiede, isla salvagente, lanterna semafrica, impiant di illuminazine, ecc. 11

19 Il Cdice della Strada, ltre a dare delle indicazini di carattere generale, l attraversament pednale è la parte della carreggiata, pprtunamente segnalata ed rganizzata, sulla quale i pedni in transit dall un all altr lat della strada gdn della precedenza rispett ai veicli, in crrispndenza degli attraversamenti pednali i cnducenti dei veicli devn dare la precedenza ai pedni che hann iniziat l attraversament; ( ). Gli attraversamenti pednali devn essere sempre accessibili anche alle persne nn deambulanti su sedie a rute; a tutela dei nn vedenti pssn essere cllcati segnali a paviment altri segnali di pericl in prssimità degli attraversamenti stessi, nel su Reglament di Esecuzine ed Attuazine (D.P.R. n. 495 del 16 dicembre 1992 e successive mdificazini), frnisce standard tecnici per la crretta prgettazine e cstruzine dell attraversament, dand indicazini sulle misure e il psizinament di tutta la segnaletica rizzntale, segnaletica verticale e impiant semafric. Il Cdice della Strada, nell articl 36 intrduce il Pian Urban del Traffic (PUT), che cstituisce un strument tecnic-amministrativ di breve perid, finalizzat a cnseguire il miglirament delle cndizini della circlazine e della sicurezza stradale, la riduzine dell inquinament acustic ed atmsferic ed il cnteniment dei cnsumi energetici, nel rispett dei valri ambientali; bbliga i cmuni cn pplazine residente superire a trentamila abitanti alla redazine del suddett pian. Ess deve essere crdinat, ltre che cn i Piani del Traffic per la Viabilità Extraurbana, previsti dall stess articl 36, anche cn gli strumenti urbanistici, cn i Piani di Risanament e Tutela Ambientale e cn i Piani di Trasprt. Il relativ reglament riguardante l elabrazine dei Piani Urbani del Traffic è stat pubblicat nel 1995 nelle Direttive per la redazine, adzine ed attuazine dei Piani Urbani del Traffic (Direttiva Minister dei LL.PP. del 12/04/95). Il Decret Ministeriale 5/11/2001 riguarda le Nrme sulle caratteristiche funzinali e gemetriche delle intersezini stradali (mdificat in seguit cn i D.M. del 22 aprile 2004 e del 19 aprile 2006). Tale decret, dà indicazini sulle aree destinate ai flussi di utenze debli che devn essere verificate in una fase di prgettazine preliminare e, pi, apprfndite di risluzine tecnica in sede di prgett definitiv ed esecutiv. In particlare, fcalizza l attenzine su prblemi quali la visibilità ntturna, visibilità reciprca veicl-pedne, ingmbr delle carrzzelle per disabili mtri, pprtuna segnaletica rizzntale e verticale (sia per il veicl che per il pedne). Inltre, nel 12

20 decret, viene anche fatta una distinzine a secnda della tiplgia di intersezine in cui si deve realizzare l attraversament. Il Decret Ministeriale n. 236 del 14 giugn 1989, dal titl, Prescrizini tecniche necessarie a garantire l accessibilità, l adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica svvenzinata ed agevlata, ai fini del superament e dell eliminazine delle barriere architettniche, rappresenta il reglament di attuazine della legge 13 del 9 gennai 1989 relativa al superament delle barriere architettniche negli edifici privati. Nel decret, riguard le caratteristiche del percrs pednale, vengn definiti in maniera dettagliata i parametri dimensinali atti a favrire i mvimenti della sedia a rute, si frniscn infrmazini in relazine alla larghezza dell attraversament pednale, alle pendenze lngitudinali e trasversali dei percrsi pednali e delle rampe, si dann inltre specifiche sulla pavimentazine dei percrsi pednali, frnend dei cefficienti di attrit minim da rispettare su asciutt e bagnat. Il Decret del Presidente della Repubblica n. 503 del 24 lugli 1996 riguarda il Reglament recante nrme per l eliminazine delle barriere architettniche negli edifici, spazi e servizi pubblici ed unifica le precedenti nrmative in materia di superament delle barriere architettniche, facend prpri il precedente D.M. 236/89, ma dand ulteriri specifiche sulla cstruzine degli attraversamenti pednali, in merit all illuminazine: nelle strade ad alt vlume di traffic gli attraversamenti pednali devn essere illuminati nelle re ntturne di scarsa visibilità; al fnd stradale: il fnd stradale, in prssimità dell attraversament pednale, ptrà essere differenziat mediante rugsità pste su mant stradale al fine di segnalare la necessità di mderare la velcità; alle isle salvagente: le piattafrme salvagente devn essere accessibili alle persne su sedia a rute e agli impianti semafrici: gli impianti semafrici, di nuva installazine di sstituzine, devn essere dtati di avvisatri acustici che segnalan il temp di via libera anche a nn vedenti e, ve necessari, di cmandi manuali accessibili per cnsentire tempi sufficienti per l attraversament da parte di persne che si muvn lentamente. Nella Tabella 1-1 e nella Figura 1-1 che segun, sn riassunti i principali dati gemetrici, che caratterizzan i vari elementi cstituenti un attraversament pednale, della nrmativa 13

21 italiana attualmente vigente, presi in cnsiderazine per la redazine di quest dcument cme utile cnfrnt. ELEMENTO DESCRIZIONE STANDARD Pendenza i % 15% (MAX) dislivell max 0,15 m (casi di rampe brevi) Rampa Larghezza - R 0,90 m (MIN) Altezza crdl - h c 0,10 m Marciapiede Larghezza al nett di rampe stacli - M l 0,90 m (MIN) Percrs pednale Pendenza trasversale del percrs pednale - i t % 1% (MAX) Pendenza lngitudinale del percrs pednale - i l % 5% Isla pednale Prfndità - L s dimensinata in funzine fluss pednale e ingmbr carrzzine disabili AMPIEZZA sezine di attraversament - A 2,50 m MIN (lcali, quartiere) Strisce pednali "Zebre" SPESSORE singla striscia - S DISTANZA tra strisce successive - D Clre 4,00 m MIN (altre strade) 0,50 m 0,50 m bianc Tabella 1-1 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Italia 14

22 Figura 1-1 Principali elementi gemetrici degli attraversamenti pednali 15

23 1.2 Le nrmative nel rest del mnd Unine Eurpea La direttiva quadr 2003/102/CE (GU L 321 del ) sulla prtezine dei pedni e degli altri utenti della strada vulnerabili si basa su prve e valri limite suggeriti dal Cmitat Eurpe per il miglirament della sicurezza dei veicli (EEVC) e prevede una implementazine in due fasi, ambedue incentrate sulla sicurezza passiva. Successivamente è nata la direttiva 2005/66/CE (GU L 309 del ) relativa all'impieg di sistemi di prtezine frntale sui veicli a mtre, ssia l eliminazine dei paraurti rigidi sugli autveicli. L Unine Eurpea ha infine adttat il reglament N. 631/2009 della Cmmissine, del 22 lugli 2009, recante dispsizini di applicazine dell allegat I del reglament (CE) n. 78/2009 del Parlament Eurpe e del Cnsigli, cncernente l mlgazine dei veicli a mtre in relazine alla prtezine dei pedni e degli altri utenti della strada vulnerabili, che abrga le direttive 2003/102/CE e 2005/66/CE. Il 20 lugli 2010, l Unine Eurpea ha pubblicat gli rientamenti sulla sicurezza stradale cn l scp di frnire un quadr generale, nel cui ambit pssn essere avviate azini cncrete a livell eurpe, nazinale, reginale lcale dal 2011 al In seguit al prgramma d azine , la Cmmissine ha quindi prpst di mantenere l biettiv del dimezzament del numer ttale di vittime della strada nell Unine nel decenni Da segnalare che tra gli bbiettivi strategici fissati dal dcument è presente anche la prtezine degli utenti vulnerabili della strada. 16

24 1.2.2 Svizzera In Svizzera, nel 1994, è stat abrgat l bblig per il pedne di segnalare cn un cenn manuale l intenzine di attraversare il camp stradale e si è, csì, impst un maggir grad di severità nella valutazine delle strutture di attraversament. Per la cstruzine di un attraversament pednale ci si basa sulla seguente legislazine in materia: La legge federale sulla circlazine stradale (LCStr), nell art. 49, descrive il md in cui i pedni devn cmprtarsi nella manvra di attraversament. L rdinanza sulle nrme della circlazine stradale (ONC), cn diversi articli, stabilisce nrme da rispettare, per i cnducenti di veicli e per i pedni, nei pressi di attraversamenti pednali, cme l bblig di cncedere la precedenza al pedne che mstra l intenzine di vlere attraversare, il diviet di fermarsi vlntariamente sulle strisce degli attraversamenti pednali, per i pedni, il crrett cmprtament di apprcci alla carreggiata. L rdinanza sulla segnaletica stradale (OSStr), stabilisce quali sn i cartelli di segnalazine di attraversamenti pednali, cme deve essere la crretta demarcazine delle strisce e di tutta la segnaletica rizzntale nei pressi degli attraversamenti pednali. Le nrme dell Unine dei Prfessinisti della Strada (VSS), stabiliscn le nrme da rispettare per la segnaletica stradale, i percrsi pednali e i sentieri, sia per quant riguarda i segnali che le demarcazini. Inltre, sn state emanate le nrme specifiche per la realizzazine degli attraversamenti pednali, la Nrma VSS SN Trafic des piétns et des deux-rues léger, la Nrma VSS SN Fussgängerverkehr - Fussgängerstreifen, frmulate dall Unine dei Prfessinisti della Strada (VSS) e ratificate dal Dipartiment federale dell Ambiente, dei Trasprti, dell Energia e delle Cmunicazini (DATEC). Le suddette nrme sn giuridicamente vinclanti ai sensi dell Ordinanza del DATEC del 12 giugn 2007, cncernente le nrme applicabili alla segnaletica su strade, percrsi pednali e sentieri. I requisiti minimi fissati in tale nrmativa devn essere rispettati; in cas cntrari, l attraversament pednale è da eliminare nn può essere autrizzat. 17

25 Nella Tabella 1-2 sn riassunti i principali dati gemetrici che caratterizzan i vari elementi cstituenti un attraversament pednale della nrmativa elvetica. ELEMENTO DESCRIZIONE STANDARD Distanza di visibilità Rampa Percrs pednale Isla pednale Sezine di attraversament Distanza di visibilità reciprca pedne-cnducente 50 m su strade cn limite di velcità di 50 km/h 60 m dve il limite è 70 km/h 120 m dve il limite è 80 km/h se la pavimentazine è vecchia usurata i precedenti valri salgn rispettivamente a 60m, 75m, 150m Pendenza i % dal 6% al 12% Larghezza - R da 2,00 a 5,00 m Altezza crdl - h c Pendenza lngitudinale del percrs pednale i l % Prfndità - L s AMPIEZZA sezine di attraversament - A SPESSORE singla striscia - S DISTANZA tra strisce successive - D Cefficiente di luminanza in cndizini di illuminazine diffusa della segnaletica rizzntale Zebre - Q d Clre Zebre 0,10 m 6% (MAX) da 1,50 a 5,00 m (cnsigliat 2,00 m, variabile cn il fluss dei pedni e a secnda della presenza del semafr) da 3,00 a 5,00 m variabile (almen 3 strisce per crsia) cme spessre us di perline rifrangenti giall Tabella 1-2 Estratt nrmativa sugli attraversamenti pednali in Svizzera Da evidenziare inltre che, per la realizzazine di un attraversament pednale, ci si basa su un flussgramma che prende in cnsiderazine sia i flussi pednali che quelli veiclari. Quand la larghezza dell attraversament supera le due crsie è prevista la realizzazine di un isla pednale. 18

Cos è il Master Essere HR Business Partner?

Cos è il Master Essere HR Business Partner? Cs è il Master Essere HR Business Partner? Un percrs che aiuta i prfessinisti HR ad andare ltre in termini di autrevlezza e fcalizzazine sul cliente e sui risultati. Quali biettivi permette di raggiungere?

Dettagli

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti.

Abstract: una versione sintetica della tua relazione. Il lavoro di ricerca e progettazione svolto prima di cominciare gli esperimenti. COME SCRIVERE LA RELAZIONE DEL PROGETTO La tua relazine finale deve includere le seguenti sezini: Titl Abstract: una versine sintetica della tua relazine. Indice. Dmanda, variabili e iptesi. Il lavr di

Dettagli

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE

I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE I SERVIZI DI CUI AVETE BISOGNO OVUNQUE VOI SIATE La direttiva Servizi mira a ffrire ai cnsumatri più scelta, più qualità e un access più facile ai servizi in tutt il territri dell UE PERCHÉ LE NUOVE NORME

Dettagli

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014

Annual General Meeting AGM 3-6 Aprile 2014 Annual General Meeting AGM 36 Aprile 2014 Erasmus Student Netwrk Annual General Meeting 2014 Milan Italia COS'E' ESN? Erasmus Student Netwrk (ESN) è una delle più grandi assciazini studentesche in Eurpa.

Dettagli

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14

Sconti e agevolazioni speciali in CONVENZIONE em.01 14 Sigeim Energia srl Ftvltaic Veicli elettrici Batterie slari Scnti e agevlazini speciali in CONVENZIONE em.01 14 Negli ultimi 6 anni la Sigeim Energia si è dedicata alla prgettazine e installazine di impianti

Dettagli

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative

Università degli Studi di Messina Anno Accademico 2014/2015. Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative Università degli Studi di Messina Ann Accademic 2014/2015 Dipartiment di Scienze Ecnmiche, Aziendali, Ambientali e Metdlgie Quantitative I MASTER UNIVERSITARIO DI PRIMO LIVELLO IN ECONOMIA BANCARIA E FINANZIARIA

Dettagli

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO

MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO MODELLO RI2 DOMANDA DI RILASCIO/RINNOVO AUTORIZZAZIONE ALLO SCARICO IN CORPO IDRICO SUPERFICIALE PER IMPIANTI A SCAMBIO TERMICO Riepilg dcumentazine 1 2 Istanza di autrizzazine all scaric in crp idric

Dettagli

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni

Progettare l ambiente di apprendimento. Valorizzare l esperienza e le conoscenze degli alunni Rendiam prduttive le riunini Per prgettare un mdell di scula: un apprcci culturale e filsfic un elabrazine pedaggica una prgettazine didattica frti cnscenze disciplinari L autnmia è: respnsabilità innvazine

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI

D.P.G.R n in data Eventi eccezionali del/dal..al (gg/mese/anno). MODULO PER PRIVATI Md. 1 - Privati D.P.G.R n in data Eventi eccezinali del/dal..al (gg/mese/ann). MODULO PER PRIVATI Cn il presente mdul pssn essere segnalate anche vci di dann nn ricmprese nella LR 4/97 Da cnsegnare al

Dettagli

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione )

(Fonte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmio energetico, le rinnovabili termiche e la cogenerazione ) CERTIFICATI BIANCHI (TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA TEE) (Fnte: Vademecum Nextville 2013, Efficienza energetica, gli incentivi per il risparmi energetic, le rinnvabili termiche e la cgenerazine ) 1) MECCANISMO

Dettagli

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione

La retta è il luogo geometrico dei punti che soddisfano la seguente relazione RETTE Definizine intuitiva La retta linea retta è un dei tre enti gemetrici fndamentali della gemetria euclidea. Viene definita da Euclide nei sui Elementi cme un cncett primitiv. Un fil di ctne di spag

Dettagli

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II

Università degli Studi di Lecce Facoltà di Ingegneria Informatica N.O. A.A. 2003/2004. Tesina Esame di Elettronica Analogica II Università degli Studi di Lecce Facltà di Ingegneria Infrmatica N.O. A.A. /4 esina Esame di Elettrnica Analgica II Studentessa: Laura Crchia Dcente: Dtt. Marc Panare INDICE Presentazine del prgett del

Dettagli

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015

Dati dai questionari. Report preliminare. Maggio 2015 Dati dai questinari Reprt preliminare Maggi 2015 Dati Scule Regine Abruzz 3,9% 16 Basilicata 0,5% 2 Calabria 2,4% 10 Campania 3,9% 16 Emilia Rmagna 4,6% 19 Friuli Venezia Giulia 3,4% 14 Lazi 4,1% 17 Liguria

Dettagli

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale

UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN. Formatore Multimediale UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA' DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE CORSO DI LAUREA IN Frmatre Multimediale METODOLOGIA METACOGNITIVA DEI SISTEMI INTEGRATI PER LA GESTIONE DELL APPRENDIMENTO E DELLA

Dettagli

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA?

EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Analysis N. 284, Aprile 2015 EMERGENZA MEDITERRANEO E MIGRAZIONI: COME PUÒ RISPONDERE L EUROPA? Stefan M. Trelli La tragedia avvenuta nel Canale di Sicilia, cn circa 700 persne che si teme abbian pers

Dettagli

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation.

Silk Enterprise Content Management Collaboration, content, people, innovation. Cllabratin, cntent, peple, innvatin. The Need fr an Enterprise Cntent Management System In un mercat knwledge riented, estremamente cmpetitiv e dinamic, le Imprese di success sn quelle che gestiscn in

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati

PROPOSTA DI LEGGE N. 4091. D iniziativa dei deputati PROPOSTA DI LEGGE N. 4091 D iniziativa dei deputati SANTULLI, ARACU, BIANCHI CLERICI, CARLUCCI, GALVAGNO, GARAGNANI, LICASTRO SCARDINO, ORSINI, PACINI, PALMIERI, RANIERI Statut dei diritti degli insegnanti

Dettagli

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto?

Chi è il soggetto che procede ad erogare il servizio di scambio sul posto? Quali sono i vantaggi di aderire al regime di scambio sul posto? Mdalità di access alla cnvenzine (13) Csa si intende per servizi di scambi sul pst? L scambi sul pst [Deliberazine ARG/elt 74/08, Allegat A Test integrat dell scambi sul pst (TISP)], è un meccanism che

Dettagli

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner

Ingegneria, Qualità e Servizi Engineering Process Owner Engineering Prcess Owner ING. FABIO GIANOLA Dati Anagrafici Nat a Milan il 25/11/1968. Nazinalità: Italiana Residenza: Milan Prfessine: Da Nvembre 2013 Amministratre Unic di I.Q.S. Ingegneria Qualità e

Dettagli

Scheda di sintesi Armenia

Scheda di sintesi Armenia VI. Prgramma prmzinale 2006: ARMENIA SCHEDA DI SINTESI ATTIVITA ne altri 1. EVENTI DI PROMOZIONE TURISTICA 1.1 Manifestazini fieristiche diffusine di ntizie tramite e-mail e Sit Internet dell Ambasciata

Dettagli

IL TESTO ARGOMENTATIVO

IL TESTO ARGOMENTATIVO IL TESTO ARGOMENTATIVO 1. LA STRUTTURA DI UN TESTO ARGOMENTATIVO La struttura base del test argmentativ può essere csì schematizzata: PROBLEMA TEMATICA CONFUTAZIONE DELLE SIN CONCLUSIONE Questa struttura,

Dettagli

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO

PREVENZIONE DEL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGICO ALLETTATO PREVENZIONE EL TROMBOEMBOLISMO VENOSO NEL PAZIENTE NEUROLOGIO ALLETTATO 1. Intrduzine ed biettivi 3 2 Sinssi delle raccmandazini 4 3. Ictus cerebri ischemic acut 10 3.1 Prfilassi meccanica 10 3.2 Prfilassi

Dettagli

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile

Strategia Energetica Nazionale: per un energia più competitiva e sostenibile Strategia Energetica Nazinale: per un energia più cmpetitiva e sstenibile Marz 2013 Premessa Il cntest nazinale e internazinale di questi anni è difficile ed incert. La crisi ecnmica ha investit tutte

Dettagli

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA

rigenerazione urbana volti a promuovere la riqualificazione Pulsano, viale dei Micenei n.70. PREMESSA RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Prgett di un intervent sit in Pulsan, lc. La Fntana, viale dei Micenei n.70 inserit nei prgrammi integrati di rigenerazine urbana vlti a prmuvere la riqualificazine di città

Dettagli

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI

SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI SPINE PER GLI IMPIANTI ELETTRICI Una spina elettrica è un cnnettre elettric che può essere inserit in una presa di crrente cmplementare. Per mtivi di sicurezza, il lat cstantemente stt tensine è sempre

Dettagli

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE,

TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, TURISMO MARITTIMO E COSTIERO SOSTENIBILE, CHIAVE PER LA CRESCITA BLU COM & CAP MARINA-MED #5 SEMINARIO DI CAPITALIZZAZIONE 12 &13 Maggi, 2015 Firenze (Regines Tscana- Italia) Luca Girdan Hall, Palazz Medici

Dettagli

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione

1. Microsoft Power Point: costruire una presentazione Dtt. Pal Mnella Labratri di Infrmatica Specialistica per Lettere Mderne 2 semestre, A.A. 2009-2010 Dispensa n. 3: Presentazini Indice Dispensa n. 3: Presentazini...1 1. Micrsft Pwer Pint: cstruire una

Dettagli

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008

Manuale Amministratore. Edizione Ottobre 2008 Manuale Amministratre Edizine Ottbre 2008 Manuale Amministratre PaschiInTesreria - Ottbre 2008 INDICE 1. Intrduzine 3 2. Access Amministratre 4 3. Funzini Amministrative 6 3.1. Gestine Azienda 6 3.2. Gestine

Dettagli

Alto Apprendistato 2011-2013

Alto Apprendistato 2011-2013 Alt Apprendistat 2011-2013 Dcente: 2010 - CEFRIEL The present riginal dcument was prduced by CEFRIEL fr the benefit and

Dettagli

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DATALOG ITALIA SRL LA FATTURAZIONE ELETTRONICA VERSO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE La Finanziaria 2008 ha stabilit che la fatturazine nei cnfrnti delle amministrazini dell stat debba avvenire esclusivamente

Dettagli

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata.

Per risolvere le equazioni alle differenze si può utilizzare il metodo della Z-trasformata. 8.. STRUMENTI MATEMATICI 8. Equazini alle differenze. Sn legami statici che legan i valri attuali (all istante k) e passati (negli istanti k, k, ecc.) dell ingress e k e dell uscita u k : u k = f(e 0,

Dettagli

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq

Dopo 30 giugno. Totale. TASSA D ISCRIZIONE 30 giugno RICHIESTE E CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE SPAZI. DOPO QUANTITÀ 30 GIUGNO x mq Rma, 29-30-31 ttbre 2003, EUR, Palazz dei Cngressi DOMANDA DI AMMISSIONE A BIBLIOCOM BIBLIOTEXPO 2003 cmpilare in gni sua parte Dati aziendali DATI DELL AZIENDA TITOLARE DELLO STAND DATI PER LA FATTURAZIONE

Dettagli

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800

Soci. Posteggio barche/canoa. Categoria Socio Tassa base Uso barche Uso natante Uso tutto. Socio attivo 150 350 550 800 TARIFFARIO 2015 Valid dal 01.02.2015 Sci Categria Sci Tassa base Us barche Us natante Us tutt Psteggi barche/cana Sci attiv 150 350 550 800 Sci attiv famiglia 160 400 600 800 Sci attiv Junir 50 *1) 100

Dettagli

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x)

Understanding VMware HA. Le meccaniche di ridondanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) Understanding VMware HA Le meccaniche di ridndanza dei cluster VMware vsphere (v5.x) 1 «Chi sn?» Rcc Sicilia, IT Manager e Virtualizatin Architect. Attualmente sn respnsabile del team di Design di un System

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI

MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI MINISTERO DELLA DIFESA UFFICIO CENTRALE DEL BILANCIO E DEGLI AFFARI FINANZIARI II REPARTO- COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 2 Uffici- Trattamenti ecnmici del persnale all'ester All.8 Indirizz Pstale: Via XX

Dettagli

Allegato all'articolo Taglialeggi

Allegato all'articolo Taglialeggi Allegat all'articl Taglialeggi Tip att Titl dispsizi ni da abrgare 1 R.D. 773 18/06/1931 Apprvazine del test unic delle leggi di Le persne che hann l'bblig di prvvedere all'istruzine art. 12, elementare

Dettagli

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi...

Non vuoi disegnare a mano libera? Preferisci usare il computer? Nessun problema! Puoi... Idee per nn far fatica Nn vui disegnare a man libera? Preferisci usare il cmputer? Nessun prblema! Pui... Utilizzare gli emticn In quest blg ci sn numersi emticn a tua dispsizine. Clicca semplicemente

Dettagli

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana

MARTINA ZIPOLI. Curriculum Vitae Martina Zipoli INFORMAZIONI PERSONALI. Sesso Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazionalità Italiana INFORMAZIONI PERSONALI MARTINA ZIPOLI Sess Femmina Data di nascita 14/12/1986 Nazinalità Italiana ESPERIENZA PROFESSIONALE Archelga press cantieri di scav prgrammat ed emergenza, cn ruli di respnsabile

Dettagli

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA

La nuova Strategia Energetica Nazionale per un energia più competitiva e sostenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA La nuva Strategia Energetica Nazinale per un energia più cmpetitiva e sstenibile DOCUMENTO PER CONSULTAZIONE PUBBLICA Settembre 2012 La Nuva Strategia Energetica Nazinale Premessa Il cntest nazinale e

Dettagli

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto.

CONTENUTO INTRODUZIONE. Descrizione della piattaforma Servizio di ricezione di dati Servizio di trading Materiale di supporto. CONTENUTO INTRODUZIONE Descrizine della piattafrma Servizi di ricezine di dati Servizi di trading Materiale di supprt INIZIARE A LAVORARE CON VISUAL CHART V Requisiti del sistema Cme ttenere i dati di

Dettagli

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI

Carta dei Servizi CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO RELATIVA AL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE INDICE 1. Elenc mduli richiamati... 4 2. Riferimenti... 4 3. Scp e generalità... 5 4. Camp di applicazine... 5 5. Standard specifici...

Dettagli

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5.

1. Lessicologia vs terminologia... 4 2. Lessico comune e lessico specialistico... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni storici... 6 5. 1. Lessiclgia vs terminlgia... 4 2. Lessic cmune e lessic specialistic... 4 3. I linguaggi speciali... 6 4. Cenni strici... 6 5. La nrmazine terminlgica... 7 6. Dalla lessicgrafia alla termingrafia, dai

Dettagli

1. CORRENTE CONTINUA

1. CORRENTE CONTINUA . ONT ONTNUA.. arica elettrica e crrente elettrica e e e e P N NP e e arica elementare carica dell elettrne,6 0-9 Massa dell elettrne m 9, 0 - Kg L atm è neutr. Le cariche che pssn essere spstate nei slidi

Dettagli

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO

3) MECCANISMI DI RILASSAMENTO 3) MECCANSM D RLASSAMENTO nuclei eccitati tendn a cedere l'energia acquisita ed a ritrnare nella "psizine" di equilibri. meccanismi del rilassament sn mlt cmplessi (sprattutt nei slidi) e pssn essere classificati

Dettagli

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi

A chi si rivolge: a coloro che già svolgono o svolgeranno mansioni di amministratore di sistemi o ingegnere di sistemi in strutture medio-grandi Via Renat Cesarini, 58/60 00144 Rma Via Scrate 26-20128 - Milan P. IVA: 01508940663 CCIAA: 11380/00/AQ Cisc, Juniper and Micrsft authrized Trainers Esame 70 291: (Btcamp Crs MS-2276 e crs MS-2277 ) Crs

Dettagli

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808

VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 VERBALE DELLA COMMISSIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA E DISINFEZIONE DEI LOCALI CAMERALI CIG N. 1310739808 L ann duemilaundici il girn 11 del mese di Aprile alle re 10:00, press la sede della

Dettagli

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015.

REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denominato Scopri l'azerbaijan e vinci un biglietto per Expo2015. REGOLAMENTO del CONCORSO A PREMI denminat Scpri l'azerbaijan e vinci un bigliett per Exp2015. 1. SOCIETA PROMOTRICE Simmetric SRL Via V. Frcella 13, 20144 Milan P.IVA 05682780969 (di seguit la Prmtrice

Dettagli

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE

PREMESSA PREMESSA PREMESSA PRE PREMESSA PREMESSA I Servizi via internet, cellulare e telefn le permettn di perare in md semplice e dirett cn la Banca, dvunque lei sia, a qualsiasi ra del girn, scegliend di vlta in vlta il canale che

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Eurpass Infrmazini persnali Cgnme(i/)/Nme(i) Gentili Marc Cittadinanza italiana Sess Occupazine desiderata/settre prfessinale Maschile Espert Senir Esperienza prfessinale Date Lavr psizine

Dettagli

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014

Deliberazion G.C. n. 14 dai 23 de jené 2014 Tachèda fora te l albo de Comun ai 31 de jené 2014 Deliberazine G.C. nr. 14 dd. 23.01.2014 Pubblicata all'alb cmunale il 31.01.2014 OGGETTO: Adzine pian triennale di prevenzine della crruzine (p.t.p.c.) ai sensi della legge n. 190 del 06.11.2012. Deliberazin

Dettagli

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it

Condizioni Generali sito SOSartigiani.it Cndizini Generali sit SOSartigiani.it 1. Premesse 1.1 Il presente accrd è stipulat in Italia tra il Dtt. Lrenz Caprini, via Garibaldi 2, Trezzan Rsa 20060 Milan, ideatre di SOSartigiani.it di seguit denminat

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato

RELAZIONE PROGETTO Breve descrizione del problema trattato RELAZIONE PROGETTO Irene Maria Girnacci Fndamenti di prgrammazine I ann laurea triennale Breve descrizine del prblema trattat Il prblema assegnat cnsiste nell svilupp di una agenda elettrnica, cmpsta da

Dettagli

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI

GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI Ringraziamenti Diverse persne hann cntribuit a quest lavr. Tra queste ringrazi l Avv. Rsari Salnia, che nel nstr ambiente, è cnsiderat il miglir giuslavrista di Rma ed il su

Dettagli

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5

Guida alla Convenzione TELEFONIA MOBILE 5 TELEFONIA MOBILE 5 Realizzat da azienda cn sistema di gestine per la qualità certificat ISO 9001:2008 Smmari 1. PREMESSA... 4 1.1 CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE SIM IN CONVENZIONE AI DIPENDENTI DELLE AMMINISTRAZIONI...

Dettagli

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010

Nota tecnica riferita alla nota M.I.U.R. prot. n. 8409 del 30 luglio 2010 Nta tecnica riferita alla nta M.I.U.R. prt. n. 8409 del 30 lugli 2010 Oggett: Istruzini amministrativ-cntabili per le istituzini ggett di dimensinament. Le Istituzini sclastiche, per quant attiene all

Dettagli

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE)

MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) MINIGUIDA SULLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI ORDINARIA NELL'INDUSTRIA (ESCLUSO SETTORE EDILE) "per la nzine di "industria" ai fini del trattament di cig ccrre fare riferiment alla legge 9 marz 1989 n. 88

Dettagli

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H

Manuale d uso. Manuale d uso EPIC 10 codice articolo 5400321-03 Rev. H Manuale d us Manuale d us EPIC 10 cdice articl 5400321-03 Rev. H INDICE Indice... 1 Intrduzine... 4 1. Cnfezine... 5 1.1 Elenc dei cmpnenti del sistema... 5 1.2 Dati Tecnici... 5 2. Descrizine dell apparecchiatura...

Dettagli

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni

Grilamid Poliammide 12 Tecnopolimero per le massime prestazioni Grilamid Pliammide 12 Tecnplimer per le massime prestazini Indice 3 Intrduzine 4 Cnfrnt cn altre pliammidi 5 Nmenclatura Grilamid 6 Esempi di impieghi 8 Caratteristiche tipi Grilamid 10 Prprietà 20 Dati

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE Alcuni criteri di pianificazione delle rotatorie Cenni alla manualistica della Regione Piemonte, della Regione Lombardia e di altri Paesi europei Torino, 14 DICEMBRE

Dettagli

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti

SOAP qwerty Manuale Utente. Ver.1.0.20101105. Contenuti Ver.1.0.20101105 Cntenuti SOAP QWERTY 1. Per la Vstra Sicurezza... 4 2. Prfil del telefn... 7 3. Prim utilizz... 9 Installare la SIM Card... 9 Installare la Memry card... 11 Installare la Batteria... 12

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO

DIREZIONE REGIONALE FORMAZIONE, RICERCA E INNOVAZIONE, SCUOLA E UNIVERSITA', DIRITTO ALLO STUDIO Avvis pubblic per la cncessine di cntributi ecnmici a sstegn di prgetti da attuare nelle Scule del Lazi - Presentazine n demand delle prpste prgettuali ALLEGATO A - Prgetti Esclusi - Scadenza 27 febbrai

Dettagli

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas

Quadri fissi con interruttore automatico tipo NXPLUS C fino a 24 kv, isolati in gas www.siemens.cm/medium-vltage-switchgear Quadri fissi cn interruttre autmatic tip NXPLUS C fin a kv, islati in gas Quadri di media tensine Catalg HA 5. 0 Answers fr infrastructure and cities. R-HA5-6.tif

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione

referente e-mail PEC referente identificatore titolo descrizione referente e-mail PEC referente identificatre titl descrizi Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre Affari Gerali Avv. Pal Brgia - resp. cmu.mnterdibisacciacb@legalmail.it Settre

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli

Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Bisi & Merkus Studio Associato Messa in Sicurezza e Riqualificazione della viabilità e dei percorsi pedonali del centro urbano di Castelnovo ne Monti Via Bagnoli Comune di castelnovo ne monti \ Progettista

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

Consigli per la risoluzione dei problemi

Consigli per la risoluzione dei problemi Cnsigli per la risluzine dei prblei Una parte fndaentale di gni crs di Fisica è la risluzine di prblei. Rislvere prblei spinge a raginare su idee e cncetti e a cprenderli egli attravers la lr applicazine.

Dettagli

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE

PER IMPIEGHI SPECIALI FINO A 1000 VOLT PROGRAMMA. T Giraviti VDE. T Assortimenti VDE. T Pinze VDE. T Cricchetti VDE ER IMIEGHI SECIALI FINO A 1000 VOL ROGRAMMA Giraviti VDE inze VDE Cricchetti VDE Assrtimenti VDE 1 2 UENSILI GEDORE VDE utti gli utensili i sicurezza GEDORE mlgati VDE in plastica mrbia sn tati i islament

Dettagli

Becomingossola.com. Politica della riservatezza

Becomingossola.com. Politica della riservatezza Becmingssla.cm Plitica della riservatezza Infrmativa per prentazini Aurive scietà cperatva sciale, sede legale Crs Cavallt 26/B Nvara, P.IVA 02101050033 Numer REA: NO 215498, e-mail inf@becmingssla.cm,

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione).

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). (Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). CIRCOLARE N 4 del 1 MARZO 2002 OGGETTO: Linee guida per

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 10 luglio 2002 (Pubblicato sulla GU n. 226 del 26-9-2002- Suppl. Straordinario) Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

anno scolastico/school YEAR 2015/2016

anno scolastico/school YEAR 2015/2016 MODULO D ISCRIZIONESERVIZIO TRASPORTO ALUNNI PER LE FAMIGLIE DELLA CANADIAN SCHOOL OF MILAN SCHOOL BUS APPLICATION FORM FOR THE STUDENTS OF CANADIAN SCHOOL OF MILAN ann sclastic/school YEAR 2015/2016 SCRIVERE

Dettagli

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili

Approcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestione rischio asset rinnovabili Mercati energetici e metdi quantitativi: un pnte tra Università e Aziende 22-23 Maggi, Padva Apprcci quantitativi per l Energy Trading & Risk Management: Gestine rischi asset rinnvabili Manuele Mnti, Ph.D.

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO

TRASFORMAZIONI: DALL UVA AL VINO Scuola elementare istituto comprensivo Adro Classi seconde a.s. 2003 2004 TRASFRMAZINI: DALL UVA AL VIN BIETTIV: sservare, porre domande, fare ipotesi e verificarle. Riconoscere e descrivere fenomeni del

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata

Gli acciai inossidabili resistenti all'urto alle basse temperature, impiegati nella costruzione di caldareria saldata Gli acciai inssidabili resistenti all'urt alle basse temperature, impiegati nella cstruzine di caldareria saldata dr. ing- Gabriele DI CAPRIO dirìgente del servizi tecnic del Centr Inx O Le applicazini

Dettagli

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Visione d insieme Una pista ciclabile su corsia riservata è uno spazio sulla strada riservato

Dettagli

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note:

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note: REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COLLOCAZIONE DI INSEGNE DI ESERCIZIO, CARTELLI, ALTRI MEZZI PUBBLICITARI, SEGNALI TURISTICI E DI TERRITORIO E SEGNALI CHE FORNISCONO INDICAZIONE DI SERVIZI UTILI Approvato:

Dettagli

Impatti. Volu mi. Veloci tà

Impatti. Volu mi. Veloci tà I risultati conseguiti dagli interventi di moderazione del traffico Nella determinazione dei dati sull incidenza sulla velocità vanno tenuti presenti il luogo e il tempo del rilevamento: i conducenti rallentano

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

Sicurezza nei quartieri

Sicurezza nei quartieri Sicurezza nei quartieri Orientamento sulle sistemazioni e sui dispositivi stradali Membri del TCS gratuito (1 copia) Non membri CHF 10. touring club suisse schweiz svizzero Prefazione La prevenzione degli

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE

COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 03 del 19 gennaio 2005

Dettagli

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI SISTEMI DI REGOLAZIONE DEL TRAFFICO LINEE GUIDA Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli