COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari"

Transcript

1 COMUNE DI MONSERRATO Provincia di Cagliari COMANDO POLIZIA LOCALE Oggetto: Capitolato speciale d appalto per la gestione del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi catturati nel territorio comunale. ART 1-OGGETTO DELL APPALTO Il presente appalto ha per oggetto l affidamento del servizio di ricovero, custodia e mantenimento dei cani randagi catturati nel territorio comunale a cura del competente Servizio Veterinario dell Azienda Sanitaria Locale 8 di Cagliari, ai sensi della L. 14 Agosto 1991 n 281, della LR n. 21 del 18 maggio 1994 e sue modifiche ed integrazioni, nonché delle direttive emanate dalla giunta regionale con deliberazione n. 17/39 del L attività oggetto dell appalto prevede, in particolare, la gestione dei seguenti servizi: a)trasporto dei cani accalappiati nel territorio comunale di Monserrato, dal servizio Veterinario della ASL 8 di Cagliari, o da altra ditta autorizzata; b)custodia, cura e mantenimento dei cani presso struttura di ricovero idonea e conforme alla normativa e munita delle necessarie autorizzazioni sanitarie di proprietà dell appaltatore; c)tutti gli interventi e le cure sanitarie ordinarie e straordinarie atte a garantire la regolarità dello stato igienico e sanitario degli animali custoditi; d)trasporto, smaltimento e distruzione delle carcasse dei cani deceduti presso impianto autorizzato di incenerimento (la carcassa dovrà essere conservata integralmente tramite congelamento). ART 2-REQUISITI DELLA STRUTTURA Sono ammessi a partecipare alla gara tutti i soggetti gestori in possesso di una struttura adibita a canile, munita di regolari autorizzazioni rilasciate dal Comune, dalla ASL competente territorialmente e da altri enti competenti. La struttura dovrà, a pena di esclusione, essere in possesso di tutti i requisiti contenuti nel DPRG 1/99 art.3 e 4 ed essere ubicata ad una distanza non superiore ai 50 km dal comune di Monserrato, così come stabilito dalla Direttiva Regionale La stazione appaltante si riserva di effettuare i relativi sopralluoghi per la verifica delle dichiarazioni fornite dalla ditta aggiudicataria che avverranno anche con il supporto di un esperto del settore Polizia Locale del Comune di Monserrato, alla presenza del responsabile della struttura, riservandosi la revoca dell aggiudicazione laddove i requisiti rilevati non fossero rispondenti alle dichiarazioni presentate in sede di gara. Il personale addetto alla struttura dovrà, a pena di esclusione essere in regola con le posizioni assicurative e contrattuali vigenti ed in regola con il versamento di oneri previdenziali e fiscali alla data di pubblicazione del bando di gara. La ditta deve, a pena di esclusione, essere in regola alla data di pubblicazione del bando con gli adempimenti previsti dal D.Lgs 81/08 e smi relativamente agli obblighi per la sicurezza sul lavoro.

2 In tal senso dovranno essere comunicati in sede di gara, a pena di esclusione, i nominativi dei responsabili della sicurezza e del responsabile dei lavoratori. La ditta dovrà essere in regola con tutte le autorizzazioni di legge, sia di carattere sanitario che fiscale, per quanto riguarda la custodia ed il mantenimento di tutti i tipi di cani sia nella fase di osservazione sanitaria che in quella di rifugio. ART 3-CONSEGNA E RITIRO DEGLI ANIMALI Il servizio di cattura dei cani randagi o vaganti sarà effettuato dalla ASL 8 di Cagliari. La consegna ed il trasferimento dei cani catturati sul territorio comunale presso la struttura canile sanitario/rifugio della ditta affidataria su disposizione del Responsabile del Settore Polizia Locale del Comune di Monserrato o suo delegato. Il ritiro degli animali dal territorio comunale di Monserrato ed il trasporto alla struttura alla struttura canile sarà a carico della ditta affidataria. ART 4-LA STRUTTURA DI RICOVERO L Azienda Sanitaria Locale dove è situato il canile, provvederà all identificazione dei cani catturati mediante l inoculazione di microchip e la ditta affidataria dovrà trasmettere all ufficio Polizia Amministrativa del Settore Polizia Locale del Comune di Monserrato una scheda contenente i seguenti dati: -data e numero del verbale d affidamento; -i dati segnaletici dell animale; -numero microchip. La ditta aggiudicataria dovrà assicurare la tenuta di un registro di carico e scarico con tutti i dati segnaletici del cane (data e numero verbale affidamento, data e numero microchip, decesso o affidamento a terzi), nonché garantire tutte le vaccinazioni occorrenti in caso di affido. I cani, per essere facilmente individuabili, oltre al microchip, che sarà effettuato dal servizio veterinario ASL 8, dovranno essere dotati, a cura del titolare del rifugio, di collare con numero di identificazione corrispondente a quello riportato su apposito registro di carico e scarico degli animali nonché della data di ingresso dell identificativo Comune di Monserrato. La ditta aggiudicataria non potrà in nessun caso accettare la diretta consegna di animali se non previa autorizzazione del Comandante della Polizia Locale di Monserrato. ART 5-OBBLIGHI DELL AFFIDATARIO Il servizio dovrà essere svolto con la stretta osservanza di quanto previsto dal presente capitolato e dalle seguenti fonti normative: Comunitarie: Regolamento 2003/998/CE Nazionali: DPR 320/1954 (Reg.Polizia Veterinaria); DPR ; L.281/1991; L.266/91 (legge quadro sul volontariato); D.Lgs 267/2000 (T.U. Enti Locali); Circolare n.5 del Ministero della Sanità; DPCM ; L.189/2004; Circolare 2725/PI.8.d/318 del del Ministero della Salute; DM ; Ordinanza del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali (identificazione e registrazione della popolazione canina); del , modificata il (norme sul divieto di utilizzo di detenzione di esche e di bocconi avvelenati); OM , e successive proroghe (tutela dell incolumità pubblica dall aggressione dei cani). Regionali: LR n. 39 del ; LR n. 21 del ; LR n.35 del ; DPRG , N. 1 (Regolamento di attuazione delle Leggi 281, 21 e 35); delibera di Giunta Regionale n. 17/39 del e relativo allegato contenente direttive in materia di lotta al randagismo e protezione degli animali da affezione. Comunali: Regolamento di Polizia Urbana

3 La Ditta affidataria dovrà provvedere a : a)sistemare i cani in gabbie consecutive; b)garantire la custodia ed il mantenimento quotidiano degli animali in modo da assicurare il più elevato stato di benessere possibile per gli animali ospitati, secondo regole di buona condotta e diligente cura; c)alimentare giornalmente i cani avuti in consegna dal Comune con mangimi bilanciati, somministrati in quantità tale da assicurare il mantenimento degli animali in buona salute; d)assicurare a ciascun cane la superficie minima prevista dalla vigente normativa; e)tenere gli spazi destinati agli animali nelle condizioni igienico sanitarie ottimali rimuovendo giornalmente le deiezioni liquide e solide; f)effettuare periodici ed adeguati interventi di disinfezione, disinfestazioni antiparassitarie e derattizzazione dell intera area adibita a canile. I cani ricoverati dovranno essere inoltre seguiti sotto il profilo sanitario per eventuali visite, cure, interventi chirurgici, terapie e quanto altro dovesse rendersi necessario per la salute degli stessi, a spese della ditta affidataria; g)consentire l accesso al canile secondo il calendario stilato di comune accordo, a cittadini, scolaresche e associazioni di protezione animale stimolando lo sviluppo di esperienze interattive con i cani presenti, al fine di fornire le basi per un corretto rapporto uomo-cane-ambiente e garantendo una decorosa accoglienza e la sicurezza per i visitatori. In particolare la ditta aggiudicataria si impegna a mantenere un orario di apertura al pubblico di almeno 3 ore giornaliere per almeno 6 giorni la settimana (festivi esclusi); h)garantire tutte le necessarie vaccinazioni e sterilizzazioni occorrenti in caso di affido e non; i)eseguire la pulizia costante dell area di pertinenza; j)nel caso in cui si tratti di struttura ubicata al di fuori del territorio di competenza della ASL n.8 di Cagliari, la ditta aggiudicataria dovrà garantire il trasporto degli animali catturati sul territorio comunale presso la struttura stessa. In tal caso, in accordo con il personale del servizio veterinario dovrà effettuare il ritiro degli animali catturati presso il luogo concordato dalle parti, senza alcun onere aggiuntivo per l ente; l)garantire la reperibilità h24 tutti i giorni compresi i festivi al ricevimento dei cani catturati; m)il carteggio relativo agli affidamenti verrà inviato al Responsabile del Settore Polizia Locale ogni mese, per le verifiche del caso; n)la formalizzazione dell atto di affidamento/adozione deve avvenire mediante compilazione di un documento specifico. Il responsabile del canile, o l incaricato del Comando Polizia Locale, trasmette entro tre giorni l atto di adozione al Comune e alla ASL presso la quale è registrato il cane; quest ultima aggiorna la variazione anagrafica nella banca dati regionale. L adozione non può avvenire prima che siano trascorsi 15 giorni dalla cattura del cane, ed ha natura di affidamento temporaneo fino a che non siano trascorsi i 60 giorni di tempo previsti dalla legge perché un eventuale proprietario reclami la proprietà del cane catturato. Trascorsi i 60 giorni dalla cattura senza che nessuno abbia reclamato la proprietà del cane (e senza che l interessato abbia formalmente rinunciato all adozione), l affidamento temporaneo diventa automaticamente definitiva e l affidatario acquista la piena proprietà del cane adottato. Sono a carico del proprietario che né richiede la restituzione i costi di cattura, trasporto, custodia e mantenimento. ART 6- CONTROLLI L ufficio competente del Settore Polizia Locale del Comune di Monserrato, cui è demandato il controllo sull esatto e corretto svolgimento del servizio, dovrà assolvere i seguenti compiti: -controllo e verifica dei verbali di affidamento; -visite periodiche, previa comunicazione telefonica alla struttura per accertare l esistenza in vita degli animali affidati e ispezioni per accertare le idonee condizioni igieniche di mantenimento dei cani ;

4 -rilascio di autorizzazioni a privati o associazioni che ne facessero richiesta di visita alla struttura, previo accordo con la ditta aggiudicataria; -liquidazione, con cadenza mensile, delle competenze spettanti alla ditta affidataria del servizio dietro presentazione di regolare fattura e di tutti i documenti e dati necessari per la liquidazione (dati relativi alla trasparenza sui flussi finanziari) e previo accertamento da parte del Comune della regolarità contributiva della ditta. ART 7-DECESSO DEI CANI RICOVERATI In caso di decesso di un animale ad essa affidato, la ditta aggiudicataria provvederà a dare immediata comunicazione al Settore Polizia Locale e al Servizio Veterinario competente, il quale provvederà a redigere apposito verbale prima dell inoltro della carcassa presso un impianto autorizzato ai sensi del D.Lgs 508/92 e smi. ART. 8 AFFIDAMENTO A TERZI Nel caso di richiesta d affidamento da parte di privati di animali in custodia, la ditta aggiudicataria potrà procedere direttamente, previo parere del servizio veterinario ASL competente per territori, dandone comunicazione al Comando di Polizia Locale. In tal caso la ditta dovrà provvedere, a propria cura e spese, a tutte le necessarie vaccinazioni, sterilizzazione e non avrà nulla a pretendere dall Ente per la riduzione degli introiti. ART.9 DURATA E IMPORTO A BASE D ASTA L appalto avrà durata di mesi ventitré con decorrenza , anche in pendenza di stipula del contratto e fino al L'importo a base d'asta è fissato in 2,60 oltre I.V.A., per il costo giornaliero di ogni cane (comprensiva delle spese per medicinali), e in 30,00 oltre I.V.A. per lo smaltimento e trasporto per ogni singola carcassa animale, per una spesa complessiva di euro ,00 oltre I.V.A (di cui ,00 oltre IVA per il 2013 ed ,00 oltre IVA per il 2014). Il prezzo a base d asta è riferito a tutti i tipi di cani compresi i cuccioli nati da cagne gravide al momento della cattura ed è onnicomprensivo di qualsiasi altro onere relativo a mezzi e personale per l espletamento del servizio di ricovero, custodia, cure sanitarie e mantenimento. ART. 10 RISPETTO DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI TUTELA DELLA SICUREZZA E DELLA SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO. L impresa è tenuta all osservanza delle disposizioni in vigore in materia di sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro ed in particolare a quanto disposto dal D.Lgs 81/08. L impresa dovrà ottemperare alle norme relative alla prevenzione degli infortuni dotando il personale di mezzi di protezione atti a garantire la massima sicurezza in relazione ai servizi svolti, e dovrà adottare tutti gli accorgimenti e cautele atte a garantire l incolumità delle persone addette e di terzi. L impresa dovrà comunicare, al momento della stipula del contratto, il nominativo del Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione ai sensi dell art.4 c4 ex Dlgs 626/94, così come modificato e/o integrato dal D.lgs 81/08 e smi. In considerazione che le attività relative alla presente procedura di appalto verranno svolte in locali propri dell appaltatore con proprie attrezzature utilizzate per l esercizio della sua attività, risultando sia i locali che le attrezzature estranee al committente, non trova applicazione quanto previsto dall art.26 del D.Lgs 81/08. ART.11- DEPOSITO CAUZIONALE A garanzia dell impegno assunto e dell osservanza del presente capitolato, la ditta aggiudicataria dovrà versare un deposito cauzionale pari al 10% dell importo dell appalto nei modi previsti dalla vigente normativa (art.113 D.Lgs 163/2006). Detta cauzione potrà essere effettuata con fidejussione bancaria o polizza assicurativa, rilasciata da compagnie assicurative debitamente autorizzate ed operanti nel territorio italiano. La fideiussione bancaria o la polizza assicurativa

5 dovrà prevedere espressamente l operatività incondizionata e senza riserva alcuna della garanzia entro 15 giorni dalla semplice richiesta scritta della stazione appaltante, la rinuncia al beneficio della preventiva escussione di cui all art cc e la rinuncia all eccezione di cui all art.1957, commi 1 e 2 del c.c. ART RESPONSABILITA PER RISCHI E DANNI La ditta aggiudicataria del servizio in argomento, solleva il Comune da ogni responsabilità derivanti da rischi o danni provocati nell espletamento del servizio stesso, a persone o Enti pubblici o privati. ART. 13 FATTURAZIONE E PAGAMENTO DEL COMPENSO I compensi spettanti per effetto dell appalto, corrispondenti all importo unitario moltiplicato per ogni animale ospitato ed i giorni di effettivo ricovero, nonché per lo smaltimento e trasporto di carcasse, verranno erogati con cadenza mensile entro 30 gg dalla presentazione dei prospetti riepilogativi circa la presenza dei cani ed ogni altra indicazione necessaria, e di regolare fatturaemessa a norma di legge. La fattura dovrà riportare le indicazioni sulle modalità di accredito dell importo indicato secondo le norme vigenti sulla tracciabilità dei flussi finanziari. A detta fattura dovrà essere allegata una scheda riepilogativa riportante: -l elenco dei cani ospitati presso la struttura (con numero microchip); -la data di entrata e di uscita; -i relativi giorni di presenza. Sarà cura del Settore Polizia Locale del comune di Monserrato verificare la posizione contributiva della ditta, richiedendo agli enti previdenziali e assicurativi il relativo documento (DURC). ART. 14 VERIFICHE E CONTROLLI Al servizio veterinario della ASL 8 di Cagliari è demandata l attività di vigilanza e controllo sulla struttura convenzionata. Il Comune si riserva inoltre la più ampia ed insindacabile facoltà, senza che l affidatario possa nulla eccepire, di effettuare in qualsiasi momento, mediante personale proprio o incaricato, verifiche e controlli circa attrezzature, locali, regolare svolgimento del servizio ect, al fine di accertare l osservanza di tutte le norme stabilite dalla vigente legislazione e dal presente capitolato. Per la funzionalità dei controlli l affidatario è obbligato a fornire tutta la collaborazione necessaria. Eventuali contestazioni verranno effettuate in contraddittorio con il responsabile della struttura. ART. 15 INADEMPIENZE E PENALITA In caso di insufficiente prestazione di servizio o di inosservanza di quanto prescritto dalla vigente legislazione e dal presente capitolato, constatato dagli organi di controllo di cui al precedente art.14 sarà applicata una penale pecuniaria nella misura prevista dalla normativa vigente in materia. Detta penale sarà applicata sull importo netto della fattura del mese cui si riferisce il disservizio o l inosservanza. ART. 16 RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Il comune ha facoltà, ai sensi e per effetto delle norme al Codice Civile, di procedere alla risoluzione del contratto, con incameramento della cauzione prestata e facendo salvi i maggiori danni subiti in conseguenza della mancata esecuzione del contratto, qualora le violazioni non vengano eliminate in seguito a formale diffida e comunque vengano ripetute più di tre volte l anno. La stazione appaltante si riserva la facoltà di recesso anticipato, con avviso 60 gg prima, qualora nel corso di vigenza del contratto, venga presentata una proposta di convenzione da parte di un associazione di volontariato (art. 7, L.R. n. 21/1994 e punto 13 della Direttiva regionale in materia di lotta al randagismo, all. alla Del. G.R. n. 17/39 del ) che sia in possesso dei requisiti previsti dal punto 5 della Direttiva regionale in materia di lotta al randagismo, all. alla Del.

6 G.R. n. 17/39 del e che comunque risulti essere economicamente più vantaggiosa per l amministrazione.

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE

COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE COMUNE DI SESTU Provincia di Cagliari -------------------------------- COMANDO POLIZIA LOCALE Via Verdi 4/6 Tel. 070/260123 - Fax 070/230021 e-mail polizia.municipale@comune.sestu.ca.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

COMUNE DI GIOIOSA JONICA

COMUNE DI GIOIOSA JONICA COMUNE DI GIOIOSA JONICA Via Garibaldi n. 16/18-89042 Provincia di Reggio Calabria Comando Polizia Municipale (Partita IVA 00288960800 - Tel. e Fax 0964/51537 e-mail: pmgioiosaionica1957@tiscali.it ) CAPITOLATO

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO

CAPITOLATO D APPALTO CAPITOLATO D APPALTO APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO DEL PARCO DEL MOLENTARGIUS. Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente

Dettagli

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE

REGOLAMENTO CANILE COMUNALE COMUNE DI MEDE (Provincia di Pavia) APPROVATO CON DELIBERA C.C. N. 55 DEL 30.12.2005 MODIFICATO CON DELIBERA C.C. N. 31 DEL 03.06.2008 REGOLAMENTO CANILE COMUNALE INDICE Art. 1 - Titolarità... 3 Art. 2

Dettagli

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA

CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA CITTA DI GRAVINA IN PUGLIA Provincia di Bari COMANDO POLIZIA MUNICIPALE Servizio: Randagismo -Iigiene Urbana- Verde Pubblico Via Tagliamento - tel. 080/3267463 - Fax :080/3267672 CAPITOLATO SPECIALE D

Dettagli

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139

SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 Comune di Triggiano SETTORE POLIZIA MUNICIPALE E AMBIENTE Ufficio Polizia Amministrativa Piazza V. Veneto, 23 Tel. 080/4628300 Fax 080/4681139 CAPITOLATO D ONERI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO,

Dettagli

L anno duemiladodici il giorno.. del mese di Maggio presso la sede legale del Consorzio del Parco in Cagliari, via La Palma (Edificio Sali Scelti).

L anno duemiladodici il giorno.. del mese di Maggio presso la sede legale del Consorzio del Parco in Cagliari, via La Palma (Edificio Sali Scelti). Affidamento del servizio di custodia, ricovero e cura dei cani abbandonati o randagi catturati nel territorio del Parco Naturale Regionale Molentargius-Saline, nell ambito della lotta e della prevenzione

Dettagli

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto.

Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. &2081(',0('( 3URYLQFLDGL3DYLD!#"%$ &!' ' $$ 5(*2/$0(172 &$1,/(&2081$/( $577LWRODULWj Il Comune di Mede è proprietario del canile sito in località Castelletto. $57*HVWLRQH Il canile è gestito di norma dal

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO COMUNE DI NISCEMI Provincia di Caltanissetta Ripartizione Lavori Pubblici e Ambiente CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO SERVIZIO CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI Art. 1 - OGGETTO DELL APPALTO L'Appalto

Dettagli

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO

COMUNE DI SCIARA. 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO COMUNE DI SCIARA L i b e r o C o n s o r z i o C o m u n a l e d i P a l e r m o 1 Settore POLIZIA MUNICIPALE e AMMINISTRATIVO CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI CATTURA, RICOVERO, VITTO E MANTENIMENTO IN

Dettagli

Comune di Cutrofiano

Comune di Cutrofiano Allegato 1 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL CANILE SANITARIO E DEL CANILE RIFUGIO COMUNALE SITO IN VIA DEL CIMITERO - IMPORTO A BASE D ASTA EURO 1,46 GIORNALIERI PER UNITA, OLTRE I.V.A..

Dettagli

COMUNE di NOLA PROVINCIA di NAPOLI Settore STAFF POLIZIA MUNICIPALE Servizio SANITA E RANDAGISMO

COMUNE di NOLA PROVINCIA di NAPOLI Settore STAFF POLIZIA MUNICIPALE Servizio SANITA E RANDAGISMO COMUNE di NOLA PROVINCIA di NAPOLI Settore STAFF POLIZIA MUNICIPALE Servizio SANITA E RANDAGISMO CAPITOLATO SPECIALE PRESTAZIONALE SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA, CURA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI -Premesso

Dettagli

C O M U N E D I P I A N O R O

C O M U N E D I P I A N O R O CAPITOLATO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA PER ALUNNI DISABILI Art. 1 - Oggetto e modalità di svolgimento del servizio Oggetto del presente capitolato è la gestione delle attività di

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SUB A 2 SETTORE: RAGIONERIA-FINANZA-PROVVEDITORATO CED SERVIZIO ECONOMATO-PROVVEDITORATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI MANUTENZIONE, VERIFICA E RICARICA DEL PARCO ESTINTORI INSTALLATI NEGLI

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI CAPOTERRA CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari 5 Settore - Servizio Polizia Locale CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO DI VALLATA

REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO DI VALLATA COMUNITA MONTANA ALTA VALMARECCHIA AMBITO TERRITORIALE ZONA A SEDE DI NOVAFELTRIA (PU) REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO

Dettagli

C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8

C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8 C A P I T O L A T O DI GARA SERVIZIO TRIENNALE DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO COMUNALE CIG 6017118AD8 Art. 1. OGGETTO DELL APPALTO L appalto disciplinato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI

REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO TITOLO II CATTURA CANI VAGANTI REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI ACCALAPPIATURA CANI E GESTIONE DEL CANILE COMUNALE. INDICE TITOLO I FINALITA E OGGETTO Art. 1 - Finalità. Art. 2 - Oggetto del Regolamento. Art. 3 - Definizioni e principi generali.

Dettagli

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI

COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE ORISTANO COMUNI DE ARISTANIS DISCIPLINARE PER L ADOZIONE DEI CANI Approvato con Deliberazione G.C. n. 34 del 25.03.2015 INDICE - PREMESSA ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE ART. 3 -

Dettagli

COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO

COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO COMUNE DI VOLLA ( Provincia di Napoli) Via A. Moro n 1 80040 Volla (NA) UFFICIO ECOLOGIA-AMBIENTE-TERRITORIO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. Art.

Dettagli

Art. 2 - Modalità di esecuzione del servizio

Art. 2 - Modalità di esecuzione del servizio UNIONE VAL D ENZA Capitolato per il servizio di cattura e custodia temporanea dei cani randagi di cui all art. 16, comma 1, lett. a) e b) della Legge Regionale 07/04/2000 n. 27, per il servizio di ricovero

Dettagli

si conviene e si stipula quanto segue:

si conviene e si stipula quanto segue: Convenzione tipo tra Comune ed Associazione/Ente o Ditta privata erogatrice, per il servizio di ricovero, custodia, cura e mantenimento di cani randagi catturati sul territorio comunale, in esecuzione

Dettagli

SERVIZIO DI GESTIONE DEL CANILE RIFUGIO E SANITARIO COMUNALE SITO IN CONTRADA RINALDA TORCHIAROLO CAPITOLATO D ONERI

SERVIZIO DI GESTIONE DEL CANILE RIFUGIO E SANITARIO COMUNALE SITO IN CONTRADA RINALDA TORCHIAROLO CAPITOLATO D ONERI SERVIZIO DI GESTIONE DEL CANILE RIFUGIO E SANITARIO COMUNALE SITO IN CONTRADA RINALDA TORCHIAROLO CAPITOLATO D ONERI 1 Art. 1 Oggetto e valore dell appalto La gara ha per oggetto l affidamento del servizio

Dettagli

U N I O N E C O M U N I "MARMILLA"

U N I O N E C O M U N I MARMILLA U N I O N E C O M U N I "MARMILLA" Barumini Collinas Furtei Genuri Gesturi Las Plassas - Lunamatrona Pauli Arbarei Sanluri Segariu Setzu - Siddi Tuili - Turri - Ussaramanna Villanovafranca - Villanovaforru

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SETTORE POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO E MANTENIMENTO CANI CANILE RIFUGIO Art.1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto disciplinato dal presente Capitolato ha

Dettagli

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI)

COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI) Alleg. C COMUNE DI LOCATE DI TRIULZI (MI) CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO E MANTENIMENTO DEGLI ANIMALI RANDAGI DA AFFEZIONE RINVENUTI SUL TERRITORIO L anno........ il giorno.........

Dettagli

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI

COMUNE DI FIRENZE. Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI ALLEGATO A COMUNE DI FIRENZE Direzione Patrimonio Immobiliare CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI REGOLARIZZAZIONE CATASTALE DI BENI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE ART. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E FUNZIONAMENTO DEL CANILE RIFUGIO DI SAN LAZZARO DELIBERA DI CONSIGLIO n. 11 del 02-03-2012 - Pag. 1 - COMUNE DI GUALDO TADINO Articolo 1- Oggetto del regolamento TITOLO 1

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE CAPITOLATO PER AFFIDAMENTO TRIENNALE DEL SERVIZIO ACCALAPPIAMENTO E TRASPORTO CANI RANDAGI E COLONIE FELINE SU TUTTO IL TERRITORIO AFFERENTE

Dettagli

Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi.

Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi. All. A alla D.D. nr. 27 del 16/06/09 Sett. VII COMUNE DI CORATO PROVINCIA DI BARI CAPITOLATO D APPALTO Servizio di ricovero, custodia e mantenimento in vita di cani randagi. Art. 1 - Oggetto La gara ha

Dettagli

CIÒ PREMESSO, TRA SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

CIÒ PREMESSO, TRA SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: Allegato sub E) Capitolato speciale d appalto/schema di convenzione tra Comune ed Associazione/Ente/Ditta per il servizio di ricovero, custodia, cura e mantenimento di cani randagi catturati sul territorio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI FRATTAMINORE PROVINCIA DI NAPOLI REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n.23 del 29/09/2008 INDICE ART.1 OGGETTO ART.2 MODALITA DI ADESIONE ART.3 INCENTIVI

Dettagli

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo

Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014. Città di Randazzo Allegato B ) alla determina n. 74 del 15/05/2014 Città di Randazzo CAPITOLATO D ONERI Servizio per il ricovero, il mantenimento e la cura dei cani randagi catturati nel territorio del Comune di Randazzo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI.

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI CATTURA, CUSTODIA E MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI. Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente capitolato ha per oggetto l insieme delle norme che costituiscono

Dettagli

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265

COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 COMUNE DI GAETA Provincia di Latina DIPARTIMENTO II Ufficio AMBIENTE Telefono 0771.469227 Fax 0771.469265 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DI CANI

Dettagli

COMUNE DI CAROVIGNO (Provincia di Brindisi) VI Settore Gestione del Territorio Urbanistica Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa

COMUNE DI CAROVIGNO (Provincia di Brindisi) VI Settore Gestione del Territorio Urbanistica Sezione Attività Produttive SUAP Polizia Amministrativa CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO, CUSTODIA, INTERRAMENTO DEI CANI RANDAGI E GESTIONE DEL CANILE MUNICIPALE DEL COMUNE DI CAROVIGNO. Art. 1 SCOPI E LIMITI Il (qui

Dettagli

CITTÀ DI CASTELVETRANO

CITTÀ DI CASTELVETRANO CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani ttttt UN FIDO AIUTO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DI CANI Approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 10 del 27 febbraio 2013 INDICE ART. 1 OGGETTO ART.

Dettagli

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO

Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO Comune di S. PANCRAZIO SALENTINO PIAZZA UMBERTO I N.4 - tel. Fax 0831/666026 SETTORE V - POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN GESTIONE DEL CANILE COMUNALE IN SAN PANCRAZIO SALENTINO

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE tra il COMUNE DI PANTELLERIA e l Organizzazione di Volontariato PANTELLERIABAU Tra il Comune di Pantelleria con sede in Piazza Cavour n 1 (codice fiscale n 00247990815) rappresentato

Dettagli

COMUNE DI VILLASIMIUS Provincia di Cagliari

COMUNE DI VILLASIMIUS Provincia di Cagliari COMUNE DI VILLASIMIUS Provincia di Cagliari SETTORE PROVVEDITORATO ED ECONOMATO CAPITOLATO D ONERI RELATIVO AL SERVIZIO DI CUSTODIA, RICOVERO E CURA DEI CANI ABBANDONATI O RANDAGI CATTURATI NEL TERRITORIO

Dettagli

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta

Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Via Unità Italiana, 28 81100 Caserta Servizio Provveditorato TEL.0823/445189 - FAX 0823/279581 AVVISO DI GARA CIG: LOTTO N. 1 CIG 5758272460 LOTTO N. 2 CIG 57582870C2 Questa ASL di Caserta indice procedura

Dettagli

COMUNE DI POLLENA TROCCHIA

COMUNE DI POLLENA TROCCHIA CAPITOLATO D APPALTO PER RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI E PERICOLOSI PER LA DURATA DI DUE ANNI ART. 1 Oggetto dell Appalto L'appalto ha per oggetto la fornitura del servizio di ricovero,

Dettagli

COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA

COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA COMUNE DI. PROVINCIA DI ALESSANDRIA CONVENZIONE PER: - IL SERVIZIO DI CATTURA DI CANI RANDAGI E IL SUCCESSIVO RICOVERO PRESSO IL CANILE SANITARIO; - IL RICOVERO, IL MANTENIMENTO, LA CURA E LA PULIZIA DI

Dettagli

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA

COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA COMUNE DI PIANA DI MONTE VERNA PROVINCIA DI CASERTA REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Allegato alla delibera di Consiglio comunale n. 32 del 27/11/2009 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI ADESIONE

Dettagli

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE

COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE COMUNE DI PALMARIGGI Provincia di Lecce REGOLAMENTO COMUNALE PER L ADOZIONE DI CANI RANDAGI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 29.12.2015 1 INDICE

Dettagli

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA

FORNITURA BUONI PASTO. L anno 2012, il giorno del mese di, TRA Contratto n. /2012 FORNITURA BUONI PASTO L anno 2012, il giorno del mese di, TRA.. con sede legale in vi., partita IVA, in persona del legale rappresentante., in seguito denominata Committente E con sede

Dettagli

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303

Lavori di Sistemazione dell edifico ex Caserma C.C. in Via Vallecine da adibirsi a nuova sede comunale 2 E 3 LOTTO CIG 0084984303 C O M U N E D I B O R B O N A P R O V I N C I A D I R I E T I VIA NICOLA DA BORBONA 02010 BORBONA Tel. 0746/940037 Fax 0746/940285 P.I. C.F. 00113410575 E-Mail: borbona@comune.borbona.rieti.it Indirizzo

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO ATTREZZATURE INDICE Art. 1 Oggetto della fornitura Art. 2 Importo dell appalto Art. 3 Caratteristiche della fornitura Art. 4 Criteri di aggiudicazione Art. 5 Termini e luoghi

Dettagli

APPALTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO, CUSTODIA E TRATTAMENTO SANITARIO DEI CANI RANDAGI

APPALTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO, CUSTODIA E TRATTAMENTO SANITARIO DEI CANI RANDAGI .Comune di S E R I N O - Provincia di Avellino APPALTO DEL SERVIZIO DI MANTENIMENTO, CUSTODIA E TRATTAMENTO SANITARIO DEI CANI RANDAGI L anno 2016, il giorno del mese, nella Sede Municipale di Serino,

Dettagli

Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale

Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale SETTORE AFFARI GENERALI E ATTIVITA PRODUTTTIVE Capitolato speciale per la concessione del servizio di gestione del canile rifugio comunale Art.1 Oggetto L'appalto ha per oggetto, così come definito ai

Dettagli

COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa

COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa COMUNE DI PALAIA Provincia di Pisa Disciplinare contenente le modalità per l adozione dei cani ricoverati presso il canile convenzionato, erogazione contributi e accesso al canile convenzionato Progetto

Dettagli

C O M U N E DI F A L E R N A

C O M U N E DI F A L E R N A C O M U N E DI F A L E R N A (Provincia di Catanzaro) Piazza Municipio 88040 Falerna - Tel. 0968.95002 Fax 0968.95043 E-mail info@comune.falerna.cz.it PEC:comune.falerna@asmepec.it - web www.comune.falerna.cz.it

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN VITO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO OGLIASTRA SOCCORSO AMICI DEGLI ANIMALI.

SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI SAN VITO E L ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO OGLIASTRA SOCCORSO AMICI DEGLI ANIMALI. Allegato A) alla determinazione del Servizio AA.GG. n. 103 del 24/04/2013 Il Responsabile del Servizio F.to Dott.ssa Veronica Anedda COMUNE DI SAN VITO PROVINCIA DI CAGLIARI SCHEMA DI CONVENZIONE TRA IL

Dettagli

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI

Comune di Galatina. Provincia di Lecce *********** GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI GESTIONE DEL SERVIZIO DI AFFISSIONE MANIFESTI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI GALATINA E FRAZIONI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO Oggetto dell Appalto è il Servizio di affissione

Dettagli

Comune di Boscotrecase (Provincia di Napoli)

Comune di Boscotrecase (Provincia di Napoli) COMUNE DI BOSCOTRECASE Provincia di Napoli CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO E CURA DEI CANI RANDAGI, PRESENTI SUL TERRITORIO COMUNALE. ART. 1 OGGETTO

Dettagli

Comune di Sorso Provincia di Sassari

Comune di Sorso Provincia di Sassari CIG 6564345CD9 Comune di Sorso Provincia di Sassari 2 Settore - Gestione del Territorio Servizio 2.3 - Servizio Manutenzioni ed Impianti Tecnologici CAPITOLATO D APPALTO PER RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO

Dettagli

COMUNE DI SAN TAMMARO Provincia di Caserta CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO CIG 639549409C ART.1 OGGETTO DELL'APPALTO

COMUNE DI SAN TAMMARO Provincia di Caserta CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO CIG 639549409C ART.1 OGGETTO DELL'APPALTO COMUNE DI SAN TAMMARO Provincia di Caserta PROT. 12EL1 f 2'/ 6 SETI 2015: Iflflh$... CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI CANI RANDAGI E SMALTIMENTO

Dettagli

CONSORZIO DEI COMUNI PER LO SVILUPPO DEL VERCELLESE CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL CANILE CONSORTILE DI BORGO VERCELLI

CONSORZIO DEI COMUNI PER LO SVILUPPO DEL VERCELLESE CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL CANILE CONSORTILE DI BORGO VERCELLI CONSORZIO DEI COMUNI PER LO SVILUPPO DEL VERCELLESE Via F.lli Garrone n. 20-13100 V E R C E L L I Tel. 0161 259006 Fax 0161 211467 CAPITOLATO D ONERI PER LA GESTIONE DEL CANILE CONSORTILE DI BORGO VERCELLI

Dettagli

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO

SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA E MANTENIMENTO DI CANI CATTURATI O PER I QUALI NON E POSSIBILE LA RESTITUZIONE AI PROPRIETARI O L AFFIDAMENTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Canile_Capitolato_rev2.doc Pagina

Dettagli

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente

ROMA CAPITALE Municipio 18 Roma Aurelio U.O.S.E.C.S. Servizi Sociali Il Dirigente CONVENZIONE Attività di ballo e ginnastica presso i Centri Anziani del Municipio 18 CIG n. 5110477308 Il giorno. del mese di. dell anno 2013 presso la sede del Servizio Sociale del Municipio 18 Roma Aurelio,

Dettagli

COMUNE DI MASCALUCIA

COMUNE DI MASCALUCIA CAPITOLATO D ONERI Appalto per l affidamento del servizio di buoni pasto in sostituzione del servizio mensa in favore dei dipendenti comunali. Art.1 - Oggetto dell Appalto. L appalto ha per oggetto il

Dettagli

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE:

SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE: CONVENZIONE TRA L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PERO E LA DITTA ALLEVAMENTO CASCINA CROCE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO A MANTENIMENTO DEI CANI VAGANTI CATTURATI SUL TERRITORIO

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI

REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI REGOLAMENTO PER L'ADOZIONE DI CANI RITROVATI SUL TERRITORIO COMUNALE RICOVERATI NELLA STRUTTURA CONVENZIONATA CON IL COMUNE DI BARADILI ART. 1 Finalità La finalità del presente regolamento è l incentivazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI

REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI COMUNE DI SAN GIULIANO DEL SANNIO PROVINCIA DI CAMPOBASSO REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI Adottato con delibera di Consiglio comunale n. 3 del 07.03.2014 INDICE ART. 1 - OGGETTO ART. 2 - MODALITA DI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1(

)2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( )2*/,2&21',=,21, $33$/72 3(5 / $)),'$0(172 '(/ 6(59,=,2 ', 6200,1,675$=,21( ', /$9252 $ 7(50,1( ART.1 OGGETTO Il presente appalto ha ad oggetto il servizio di somministrazione di lavoratori a termine,

Dettagli

RETTIFICA BANDO DI GARA

RETTIFICA BANDO DI GARA AREA TECNICA SETTORE 7 URBANISTICA E AMBIENTE PEC: edilizia@pec.comune.roggianogravina.cs.it Via Bufaletto n 18-87017 Roggiano Gravina Tel. 0984/501538 Fax 0984/507389 C.F. 00355760786 Prot. 3418 del 17/04/

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO. Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Servizio Protezione Civile CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Affidamento incarico Responsabile Servizio Protezione e Prevenzione (RSPP) CIG ZAC14E789D ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

Dettagli

Comune di Panicale. Provincia di Perugia Area VIGILANZA E COMMERCIO

Comune di Panicale. Provincia di Perugia Area VIGILANZA E COMMERCIO Comune di Panicale Provincia di Perugia Area VIGILANZA E COMMERCIO CAPITOLATO D APPALTO SERVIZIO DI RICOVERO, CUSTODIA, CURA E MANTENIMENTO CANI RANDAGI CATTURATI NEL COMPRENSORIO DEL TRASIMENO Art. 1

Dettagli

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO

ART.1- OGGETTO DELL APPALTO CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ACCALAPPIAMENTO CANI E PROBLEMI D IGIENE URBANA VETERINARIA NELLA CITTA DI REGGIO CALABRIA DI CUI ALL ART. 10 DEL DPGR N. 197 DEL 20 DICEMBRE

Dettagli

COMUNE DI COGOLETO PROVINCIA DI GENOVA. Regolamento struttura comunale di ricovero per cani

COMUNE DI COGOLETO PROVINCIA DI GENOVA. Regolamento struttura comunale di ricovero per cani COMUNE DI COGOLETO PROVINCIA DI GENOVA Regolamento struttura comunale di ricovero per cani Approvato con Deliberazione Consiliare n. 46 del 29.11.2011 1 SOMMARIO ART.1 FINALITA DEL REGOLAMENTO ART.2 ATTIVITA

Dettagli

A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI

A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI A V V I S O P U B B L I C O OGGETTO: ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO PUBBLICO DI RICOVERO E CUSTODIA DEI CANI PRESSO IL RIFUGIO UBICATO IN COMUNE DI TALAMELLO LOCALITA FAGNANO DI SOTTO. PROGETTO DI GESTIONE.

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

COMUNE DI SINISCOLA. Art. 1 Oggetto dell appalto

COMUNE DI SINISCOLA. Art. 1 Oggetto dell appalto NUORO COMUNE DI SINISCOLA PROVINCIA DI CORPO POLIZIA MUNICIPALE CAPITOLATO D APPALTO PER IL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO, CUSTODIA, CURA E SMALTIMENTO DEI CANI RANDAGI DEL COMUNE SINISCOLA. Art.

Dettagli

COMUNE DI ORZINUOVI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI. Provincia di Brescia

COMUNE DI ORZINUOVI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI. Provincia di Brescia COMUNE DI ORZINUOVI Provincia di Brescia REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI RIMOZIONE COATTA DEI VEICOLI Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 13 del 22/02/2010 Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Il presente

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI

COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI COMUNE DI RIETI PROVINCIA DI RIETI CONVENZIONE/CAPITOLATO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI RICOVERO, MANTENIMENTO DEI CANI RANDAGI RINVENUTI SUL TERRITORIO DEL COMUNE DI RIETI CONVENZIONE/CAPITOLATO PER

Dettagli

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO

SOMMA DISPONIBILE 24.590,16 OLTRE I.V.A. ART. 1) DESCRIZIONE DEL SERVIZIO COMUNE DI PALERMO Area AMMIN ISTRATIVA DELLA R IQUALIF ICAZIONE URBANA E DELLE INFRASTRUTTURE Ufficio Contratti ed Approvvigionamenti Via Roma, 209 90133 Palermo T e l. 0 9 1 7 4 0 3 5 9 2 - m a i l :

Dettagli

COMUNE DI FABRO PROVINCIA DI TERNI Tel. 0763-831020 - Fax 0763-831120

COMUNE DI FABRO PROVINCIA DI TERNI Tel. 0763-831020 - Fax 0763-831120 COMUNE DI FABRO PROVINCIA DI TERNI Tel. 0763-831020 - Fax 0763-831120 CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO SERVIZI TURISTICI DI FABRO L anno il giorno del mese di TRA Il/la Sig./sig.ra

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI O VAGANTI SUL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI CATTURATI

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO REGIONALE DELLA TOSCANA BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE DEI VEICOLI DEL COMITATO REGIONALE CRI DELLA TOSCANA CIG: 28951999C9

Dettagli

Le strutture per il controllo e la tutela dei cani

Le strutture per il controllo e la tutela dei cani Le strutture per il controllo e la tutela dei cani piacenza, 25 gennaio 2012 1988 CATTURA ABBATTIME NTO dopo 3 gg L.R. nr. 5 del 25 febbraio 1988 CATTUR A RICOVE RO IN CANILE LEGGE 14 agosto 1991, nr.

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L Amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. 7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

C O M U N E D I SINNAI P R O V I N C I A D I C A G L I A R I

C O M U N E D I SINNAI P R O V I N C I A D I C A G L I A R I C O M U N E D I SINNAI P R O V I N C I A D I C A G L I A R I SETTORE POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE P AR C O D E LLE R IM E M B R AN Z E - 09048 - S IN N AI (CA) - T E L. 070/76901 - F AX 070/761247

Dettagli

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE.

PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. PROVINCIA DI PRATO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER LA FORNITURA DI AUTOVETTURE PER L AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE. Articolo 1 OGGETTO DELLA FORNITURA Le prestazioni richieste al soggetto appaltatore

Dettagli

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI)

COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) COMUNE DI FIAMIGNANO P.ZZA G. D Annunzion. 2, Fiamignano (RI) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO OGGETTO: Procedura aperta per la progettazione, fornitura e installazione di impianti solari termici e fotovoltaici,

Dettagli

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI

COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI CATTURA MANTENIMENTO CUSTODIA CANI RANDAGI DISCIPLINARE Pag. 1 di 1 COMUNE DI GROSSETO DIREZIONE AMBIENTE U.O.S. AFFARI ANIMALI Documentazione complementare al bando relativa al DISCIPLINARE per il Servizio

Dettagli

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa

COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa COMUNE DI PONSACCO Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 58 ORIGINALE DATA 28/06/2013 OGGETTO: DETERMINA DI AFFIDAMENTO DIRETTO PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ACCALAPPIAMENTO, MANTENIMENTO E CUSTODIA DEI

Dettagli

COMUNE DI ALTOPASCIO

COMUNE DI ALTOPASCIO COMUNE DI ALTOPASCIO PROVINCIA DI LUCCA C.A.P. 55011 tel. 0583 / 216455 c.f. 00197110463 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO per affidamento incarico del servizio di brokeraggio assicurativo 1 INDICE ART.1 Oggetto

Dettagli

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO

N. Rep... SCHEMA DI CONTRATTO SCHEMA DI CONTRATTO N. Rep.... LAVORI PER LA NUOVA PAVIMENTAZIONE IN CALCESTRUZZO STAMPATO COME ESISTENTE NEL CORTILE INTERNO DELLA SEDE DI PIAZZA CARDINAL FERRARI DELL AZIENDA OSPEDALIERA ISTITUTO ORTOPEDICO

Dettagli

ALLEGATO D Prefettura di PADOVA Ufficio Territoriale del Governo

ALLEGATO D Prefettura di PADOVA Ufficio Territoriale del Governo ACCORDO QUADRO CIG: 6153151CD3 CODICE UNIVOCO UFFICIO UV32NN L anno duemilaquindici addì del mese di, nella sede della Prefettura - UTG di Padova sono presenti: - il Dr. in rappresentanza della Prefettura

Dettagli

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109

P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 Estratto web C O M U N E D I C A V A G N O L O P R O V I N C I A D I T O R I N O V E R B A L E D I D E L I B E R A Z I O N E D E L L A G I U N T A C O M U N A L E N. 109 OGGETTO: APPROVAZIONE BOZZA DI

Dettagli

COMUNE DI SEMIANA (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SEMIANA (Provincia di Pavia) COMUNE DI SEMIANA (Provincia di Pavia) CODICE ENTE: 11285 n.reg.delib. 16 n.reg.pubbl. 34 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE L anno duemilaquattordici addì 03 del mese di aprile alle ore 20.45 convocata

Dettagli

COMUNE DI LECCO Servizio economato e provveditorato Capitolato speciale d appalto per l affidamento con le modalità previste dal Regolamento comunale per la disciplina delle acquisizioni in economia di

Dettagli

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI

COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI COMUNE DI TORINO DI SANGRO PROVINCIA DI CHIETI Tel. 0873.913121-913106 Fax 0873.913175 P.I. 00243570694 Piazza Donato Iezzi, 15 66020 Torino di Sangro PEC protocollo@comunetorinodisangro.legalmail.it www.comune.torinodisangro.ch.it

Dettagli

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013

Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013 COMUNE DI PALO DEL COLLE Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L ADOZIONE DEI CANI RANDAGI RICOVERATI NEL CANILE RIFUGIO CONVENZIONATO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 35 del 05.06.2013

Dettagli