LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI PRODUZIONE, DEPOSITO E VENDITA DI SOSTANZE ESPLODENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI PRODUZIONE, DEPOSITO E VENDITA DI SOSTANZE ESPLODENTI"

Transcript

1 LA SICUREZZA NELLE ATTIVITA DI PRODUZIONE, DEPOSITO E VENDITA DI SOSTANZE ESPLODENTI (da dispense VVF crs 818 rdine ingegneri NA) La parla "esplsiv" appare spess cme l'esatta antitesi della "sicurezza". E, purtrpp, il frequente ripetersi di incidenti, svente luttusi, sembran vler cnfermare la triste fama che tali materiali si sn fatta. Il prim cncett cui bisgna sempre cnfrmarsi è che le leggi della chimica e della fisica sn fisse ed immutabili nel temp. Il cmprendere il cme ed il perché gli esplsivi scppian significa aver già cmpres, in buna parte, ciò che si deve e nn si deve fare. La cnsapevlezza che gli eventi incidentali sn quasi sempre il frutt amar di cmprtamenti di sttvalutazine se nn di sfida dei pericli, dvrebbe indurre all'sservanza quasi maniacale della nrmativa di sicurezza. Ancra ggi il lavr del pirtecnic nn è distribuit unifrmemente nell arc dell ann, ma è più cncentrat nei mesi estivi, peraltr i men indicati per questini climatiche. Gran parte dei manufatti sn allestiti nell'immediatezza dell'esecuzine, cn i cnseguenti prblemi cnnessi al depsit della merce. Tutt ciò, però, nn esime gli peratri dall'adzine di tutte le misure dettate dalla vigente nrmativa e sprattutt dal bun sens e dalla prfessinalità. Il pirtecnic è e deve rimanere un artigian, ma ciò nn l esime dall'bblig di assunzine di una sempre maggire prfessinalità. 1

2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO Le fabbriche, i depsiti, gli esercizi di minuta vendita di sstanze espldenti sn sggetti al cntrll del C.N.VV.F. in quant attività individuate ai numeri 24 e 25 dell elenc dei depsiti e industrie periclse sggetti alle visite di cntrll di prevenzine incendi allegat al D.M N. 24 Stabilimenti ed impianti ve si prducn, impiegan detengn sstanze espldenti classificati cme tali dal reglament di esecuzine del TULPS apprvat cn R.D n. 635 e succ. md. e integraz. nnché perssidi rganici (peridicità della visita 3 anni) N. 25 Esercizi di minuta vendita di sstanze espldenti di cui al capitl VI dell All.t B al Reglament di esecuzine del TULPS apprvat cn R.D. 635/40 e succ. md. e integraz. (peridicità della visita 6 anni) LEGISLAZIONE R.D , n. 773 Test unic delle leggi di pubblica sicurezza Cap V Della prevenzine di infrtuni e disastri R.D , n. 635 Reglament di attuazine del TULPS A Classificazine dei prdtti esplsivi Allegat B, Capitl II (Nrme per l impiant di fabbriche di esplsivi della 4ª categria - Artifici) Allegat B, Capitl IV (Depsiti di fabbrica) Allegat B, Capitl X (Recinzine cantieri, fabbriche e depsiti) Allegat B, Capitl XI (Igiene e sicurezza degli perai) Allegat C, Capitl II (Nrme per il trasprt degli esplsivi) Allegat D (Prtezine cntr le scariche elettriche atmsferiche depsiti sstanze esplsive) D.P.R. 547/55 Nrme di prevenzine sugli infrtuni D.P.R n. 302 Nrme di prevenzine degli infrtuni sul lavr integrative di quelle generali emanate cn D.P.R. 547/55 D.P.R. 303/56 Nrme generali per l igiene del lavr D.M. 18.1O.1973 (Mdifiche all allegat B al reglament per l esecuzine del T.U. delle leggi di P.S., apprvat cn R.D , n. 635) L , mdificata cn D.L , n. 152, cnv. in L , n. 203 (Nrme integrative della disciplina vigente per il cntrll delle armi, delle munizini e degli esplsivi) L , n. 533 (Dispsizini in materia di rdine pubblic) D.t L.v 626/94 cme mdificat del D.t L.v 242/96 Decret Mdificazine agli allegati A e B al Reglament di esecuzine del TULPS (riguarda sprattutt gli esercizi di minuta vendita) 2

3 L articl 82 del Reglament per l esecuzine del TULPS classifica prdtti esplsivi: ESPLOSIVI DI I CATEGORIA Plveri e prdtti affini negli effetti espldenti ESPLOSIVI DI II CATEGORIA Dinamiti e prdtti affini negli effetti espldenti ESPLOSIVI DI III CATEGORIA Detnanti e prdtti affini negli effetti espldenti ESPLOSIVI DI IV CATEGORIA Artifici e prdtti affini negli effetti espldenti ESPLOSIVI DI V CATEGORIA Munizini di sicurezza e gicattli pirici Quelli di cmune interesse sn: Tra gli esplsivi della I categria: la plvere pirica nera rdinaria da mina e da pirtecnici di qualunque prvenienza e frma, il clrat di bari e il clrat di ptassi Tra gli esplsivi di IV categria: fuchi e miscugli pirtecnici di tutte le specie e da segnale Tra gli esplsivi di V categria: le cartucce cariche per fucili e pistle, le micce a lenta cmbustine, i gicattli pirici (bengala, candele, stelle giappnesi, ecc.) In pratica: gli artifici che vediam utilizzati in ccasine delle cmuni ricrrenze tip feste patrnali appartengn alla IV categria ciò che ci prcuriam ed acquistiam nelle festività natalizie sn talvlta di IV ma più spess di V categria gli artifici che nn ricadn in nessuna della categrie indicate, pure se nell us hann un cert effett snr e di illuminazine, sn stati giudicati inffensivi, nn più periclsi di una scatla di fiammiferi di un accendin: sn i csiddetti declassificati. ORGANI AUTORIZZATIVI Crp Nazinale dei Vigili del Fuc: rilascia il Certificat di Prevenzine Incendi Prefettura: rilascia la Licenza di Esercizi Il C.P.I. cstituisce un att il cui rilasci è prpedeutic all tteniment della Licenza prefettizia Per la valutazine tecnica dei siti d interesse (fabbriche, depsiti, esercizi di minuta vendita) la lcale Prefettura si avvale della Cmmissine Tecnica Prvinciale per gli Esplsivi, istituita ai sensi dell art. 49 del TULPS e cstituita cme da art. 89 del relativ Reglament di attuazine. REGIME AUTORIZZATIVO Art. 47 del TULPS Senza licenza del prefett è vietat fabbricare, tenere in depsit, vendere trasprtare plveri piriche qualsiasi altr esplsiv divers da quelli Art. 48 del TULPS Chi fabbrica accende fuchi artificiali deve dimstrare la sua capacità tecnica Art. 49 del TULPS Una cmmissine tecnica nminata dal prefett detrermina le cndizini alle quali devn sddisfare i lcali destinati alla fabbricazine al depsit di materie espldenti 3

4 Art. 89 del Reglament di esecuzine La cmmissine tecnica prvinciale di cui all art. 49 della legge è cmpsta di un ufficiale dell esercit, della marina dell aernautica; del cmandante prvinciale dei vigili del fuc; di un ingegnere dell uffici tecnic di finanza del geni civile delle miniere cmpetente in materie di esplsivi, nnché di un funzinari di pubblica sicurezza. Art. 101 del Reglamet di esecuzine Chi chiede la licenza per fabbricare accendere fuchi d artifici deve ttenere un certificat di idneità rilasciat dal prefett su cnfrme parere della cmmissine tecnica prevista dall art. 49 del TULPS, integrata da due ispettri del lavr, di cui un laureat in ingegneria chimica e l altr in medicina. L aspirante deve dimstrare, mediante un esperiment pratic, la cnscenza delle sstanze impiegate nella preparazine dei fuchi artificiali e la tecnica della lr fabbricazine e accensine. PROCEDIMENTO RELATIVO ALLA PREVENZIONE INCENDI E reglamentat del DPR e prevede, cme per gni attività sggetta al cntrll del C.N.VV.F. i seguenti passaggi: a) parere di cnfrmità al prgett (i cntenuti della dmanda sn specificati cn D.M ) b) sprallug per il rilasci del C.P.I. (espletat dal Cmand VVF nell ambit della C.T.P.E.) c) rinnv del C.P.I., mediante il prcediment di cui all art. 4 ( dichiarazine del respnsabile dell attività attestante che la situazine riscntrata alla data del rilasci del CPI nn è mutata perizia giurata resa da prfessinista iscritt negli elenchi del M.I. attestante l efficienza dei dispsitivi, sistemi ed impianti di prtezine attiva antincendi) mediante sprallug La peculiarità delle attività in questine è cstituita dall esistenza, per esse, di un dppi regime autrizzativi: quell istruit press il C.P.VV.F. e quell della lcale Prefettura. Cme già dett, l iter press il Cmand Prv.le VV.F. è prpedeutic all att finale del rilasci della licenza di vendita di fabbricazine, da parte della Prefettura. MODIFICA DI ATTIVITA ESISTENTE La prcedurra di apprvazine da parte del Cmand VVF della mdifica dell attività esistente passa per le fasi di esame di cnfrmità alla nrmativa anrtrincendi del prgett e di sprallug di verifica, cndtte entrambe cn le prcedure tecnic-amministrative stabilite per le nuve attività. SOPRALLUOGHI DI PREVENZIONE INCENDI In generale l attività ispettiva finalizzata alla prevenzine incendi è cndtta, ltre che in ccasine del rilasci del C.P.I., anche a seguit di espsti e visite a campine. Il risultat dell accertament cndtt press le attività della quali si tratta in tali circstanze è cmunicat al cmpetente uffici delle Prefettura al fine di cnsentire l adzine dei prvvedimenti di cmpetenza. 4

5 ARTIFICI PIROTECNICI E GIOCATTOLI PIRICI NON CLASSIFICATI TRA I PRODOTTI ESPLODENTI L assegnazine della categria di appartenenza di un artifici pirtecnic, ad esmpi, di nuva creazine, viene stabilita da un rgan centrale: la Cmmissine cnsultiva per le sstanze esplsive ed infiammabili. Talvlta detta cmmissine può giudicare l artifici - vui per la minima quantità di sstanze esplsive presenti nel su intern, vui per la sua struttura, per la presenza di sstanze inerti praticamente inffensiv e nn assegnarl a nessuna delle citate categrie. Si parla allra di prdtt nn classificat declassificat, se appartenente riginariamente alla V ctg e ne sia stat successivamente esclus. Questa pssibilità, nn senza effetti sulle nrme di prevenzine incendi, è stata intrdtta cn il D.M Al test riginari dell allegat A del reglament di attuazine del TULPS, riguardante per l appunt le categrie degli esplsivi, si è aggiunt il test cntenut nel citat decret, che ha stabilit la nn classificazine tra i prdtti espldenti di: a) artifici pirtecnici ad effett illuminante esenti da accensine spntanea ed di impssibile esplsine b) artifici pirtecnici ad effett di scppi esenti da accensine spntanea e giudicati inffensivi dalla cmmissine cnsultiva per le sstanze esplsive e infiammabili c) artifici pirtecnici tip dischi di carta, capsule sddisfacenti i requisiti stabiliti cn l stess decret L effett di tale mdifica del test riginari dell Allegat A al reglament di esecuzine del TULPS ha determinat di fatt che le attività di rivendita e depsit dei prdtti suindicati: a) nn sian più sggetti al cntrll della cmmissine tecnica prvinciale per gli esplsivi e quindi dalla Prefettura b) nn sian più sggetti ai cntrlli del C.N.VV.F. in quant le attività n. 24 e n. 25 del D.M si riferiscn a sstanze esplsive prpriamente dette, incluse, ciè nell Allegat A del reglament per l esecuzine del TULPS Tale situazine, accettabile per esercizi di vendita e depsit di tip ccasinale, è apparsa imprpnibile per i depsiti di grssisti srti anche nell area urbana napletana, stt la spinta della cnvenienza ecnmica che induce gli imprenditri del settre a rifrnirsi di cspicui quantitativi direttamente dai Paesi asiatici di prduzine. La questine, pur se alcuni interventi crrettivi è stat tentat di intrdurre, è all stat attuale irrislta e l assggettabilità ai cntrlli di prevenzine incendi è all stat di fatt cllegata alle dimensini del lcale di espsizine e vendita (att. n. 87 del DM )) dei depsiti (att. n. 88 del DM ) piuttst che al tip di merce venduta depisitata. 5

6 CRITERI DI PREVENZIONE INCENDI Reglament di esecuzine del T.U.L.P.S. ALLEGATO "B" CAPITOLO II. Nrme per l'impiant di fabbriche di materie esplsive della quarta categria (Artifici) Struttura e psizine l. -Le fabbriche di esplsivi della quarta categria, nelle quali nn si pssn fabbricare plveri, dinamiti, fulmictne, fulminati, ne altri prdtti similari, devn srgere in lug islat, lntan nn men di cent metri dai lughi di pubblic ritrv, da strade pubbliche, da fiumi e canali navigabili e da qualunque casa abitata, fatta eccezine per quella del fabbricante del guardian e rispettiva famiglia, di cui al successiv n. 4. La sua cstituzine e struttura è dipendente dalla principale misura di prevenzine cnsiderata dalla nrma, cstituita nella fattispecie dalle distanze di sicurezza, interne ed esterne. 2. -L 'impiant della fabbrica dev'essere fatt in md che l'fficina di preparazine dei fuchi artificiali, e il depsit di questi, dp ultimati, sian ciascun in lcali distinti e lntani l'un dall'altr almen venti metri, riducibili però della metà quand sian divisi da terrapien da tagliafuc in muratura, senza aperture e dell spessre di almen quaranta centimetri. Le diverse lavrazini dei fuchi d'artifici devn essere fatte, secnd la lr natura, in lcali distinti e lntani l'un dall'altr, cme spra è dett, in md che nella fabbrica esistan almen: - un casell per la cnfezine delle bmbe, per il caricament dei mrtai e simili; - un casell per i preparati esplsivi, ma nn detnanti; - un casell per la preparazine delle miscele clranti, per il cnfezinament dei bengala e simili. La nrma prevede strutture distinte per: la cnfezine dei fuchi artificiali (labratri) il depsit delle plveri e dei clrati la preparazine delle miscele clranti il depsit di prdtti finiti l allggi del guardian Nrmalmente ad esse si aggiungn le altre strutture di servizi (servizi igienici, spgliati, uffici) depsit inerti (carta, cartne, il crp dei mrtai, spag e simili) allggi mlazza, pressa, betniera Le distanze di sicurezza sn stabilite in: - 30m tra il depsit delle plveri e qualunque altr lcale della fabbrica - 20m tra i lcali periclsi e tra questi e i lughi che nn l sn (depsiti inerti, pressa, ecc.) - 30m tra l allggi del fabbricante del guardian e i lcali periclsi 6

7 Tali distanze di sicurezza interne sn riducibili alla metà quand si interpne tra i lcali periclsi un mur tagliafuc in muratura, senza aperture, dell spessre di almen 40cm un terrapien Il quantitativ massim di plvere nera che è pssibile detenere è di 100 Kg Il quantitativ massim di clrat di ptassi di bari che è pssibile detenere è stabilit in 100Kg Tali sstanze, in virtù di un recente chiariment avvenut da parte della CCSEI, pssn essere detenute nell stess castt se quest presenta una separazine cstituita da mur tagliuafuc ed ingressi separanti per due distinti lcali cntenenti le due distinte sstanze (plvere nera e clrat) 3. -Il depsit delle plveri ccrrenti alla preparazine degli esplsivi della quarta categria, può cntenere chilgrammi 100 di plveri e dev'essere situat alla distanza di almen trenta metri, riducibili della metà, cme al n. 2, dagli altri lcali della fabbrica. Nel cas in cui si vglia impiantare un depsit di plveri per quantità superire ai 100 chilgrammi, devn sservarsi le nrme stabilite al Capitl IV del presente allegat. 4. -L 'allggi del fabbricante, quell del guardian e rispettiva famiglia, deve distare nn men di trenta metri dal depsit delle plveri e da quell dve si lavran si cnservan i fuchi d'artifici. 5. -Nell'impiant e nell'esercizi delle fabbriche di esplsivi della quarta categria, devn sservarsi le nrme cntenute nelle lettere a), b), c), d), i ), del n. 5 del capitl precedente. Inltre, l'apertura delle casse, delle btti e di qualunque recipiente cntenente materie espldenti dev'essere fatta cn utensili di legn, rame, ttne, brnz allumini. 6. -Nn si pssn impiegare, nella cmpsizine dei fuchi artificiali, materie prime, che, per la lr natura per il lr stat di impurità, pssan dar lug a decmpsizine reazini suscettibili di prdurre accensini spntanee degli artifici. È pribit inltre rimpieg delle dinamiti, e quelle del miscugli di clrat di ptassi, zlf e antimni, ppure quell di clrat di ptassi e fsfr. È permess invece rimpieg di miscugli di clrat di ptassi, zlf e carbne, ppure di clrat di ptassi, zlf e pece greca, anche di clrat di ptassi, gmma lacca e slfat di rame ammniacale (slf-ammniur di rame), a cndizine che tali miscugli sian preparati in lcale speciale e limitati alla quantità strettamente necessaria per la preparazine di vlta in vlta dei fuchi artificiali, senza lasciare residui. Al sl scp di sicurezza cntr intrusine dall estern la fabbrica va dtata di pprtuna recinzine cntinua di accertata efficacia cstituita da rete metallica alta 2,5 m mur nn scalabile. Tale recinzine deve essere dispsta a nn men di 40m dai lcali periclsi, riducibili a 20m se esistn stacli naturali artificiali. In quest cas la recinzine viene innalzata a 3,50m. I caselli destinati a cnteniment di inerti pssn essere anche a ridss della recinzine. Di recinzine è d us circndare anche il lcale materie prime e il depsit prdtti finiti. 7

8 Caselli I tetti dei lcali devn essere realizzati cn materiali leggeri ed infrangibili all stess temp. Quest in md che il tett ffra: il minim stacl pssibile all azine dirmpente la resistenza alla ricaduta di materiali e frammenti dvuti alla esplsine di un altr castt la salvaguardia da ricaduta di frammenti incendiati csì che sia scngiurat un effett dmin che cinvlga successivamente i vari castti. Le finestre devn essere munite di vetri di sicurezza atti ad impedire l spargiment di frammenti di vetr in cas di esplsine. Le prte devn aprirsi vers l estern e devn essere mntate su cardini di metall antiscintilla e dtate di serrature dell stess metall. Le pareti dei castti sn in muratura e talvlta in legn, trattate, almen esternamente, cn pprtune vernici al fine di miglirarne la caratteristica di reazine al fuc del materiale. Nrme di esercizi A parte il rispett dei cntenuti generali di cui alle nrme di prevenzine infrtuni vigenti si raccmanda in particlare: negli edifici destinati alla fabbricazine di materie espldenti gli perai devn utilizzare abiti da lavr fatti cnfezinare appsitamente devn evitarsi nelle calzature chidate elementi in metall che nn sian di ttne rame durante le lavrazini, quand il temp l permetta, le prte, di massima, devn restare aperte, in cas divers, i lr battenti devn essere semplicemente scchiusi e nn mai fissati, né cn serrature a chiave, né cn saliscendi, né cn chiavistelli, né in alcun altr md, talchè sia sempre pssibile agli perai di uscire rapidamente dai lcali in gni istante il riscaldament degli essiccati per gli esplsivi e dei lcali ve si fabbrican maniplan gli esplsivi deve essere esclusivamente a vapre, a liquidi caldi, ad aria elettrici. Lalimentazine elettrica degli essiccati e la realizzazine dell impianmt di illuminazine e frzamtrice va realizzat secnd la regla dell arte (nrme CEI 64-2) nei lcali destinati alla fabbricazine, maniplazine depsiti degli esplsivi deve essere pribit al persnale di fumare e di tenere fiammiferi altre sstanze atte a far fuc i lcali devn essere peridicamente puliti le aperture di casse, delle btti e di qualunque recipiente cntenente materie espldenti deve essere fatta cn utensili di legn, rame, ttne, brnz allumini nn pssn utilizzarsi materie prime che per la lr natura presenza di impurità, pssn decmprsi dare lug a reazini suscettibili di prdurre accensini spntanee degli artifici della miscele diviet di lavr ntturn Altre raccmandazini: - Nei labratri deve trvare pst sl il minim indispensabile di materiali attivi. Tutt il rest, sia ess esplsiv inerte, deve essere sistemat altrve, in rdine e nel rispett dei criteri di cmpatibilità che tutti cnscn, ma che ben pchi rispettan. - Avventurarsi nell'impieg di miscele che nn hann mai avut il suffragi di una crretta sperimentazine significa slamente creare ingiustificabili rischi. 8

9 - All'intern della fabbrica nn si devn intrdurre fiammiferi, accendini ed gni altra fnte di fuc di fiamma. E nn fumare! - Tenere materie prime ed artifici finiti lntani dall'azine dei raggi diretti del sle, specie nei mesi caldi. - Trasprtare gli esplsivi e gli artifici evitand urti e cadute in idnei cntenitri nei lr imballaggi. - Evitare altresì lunghi tragitti a piedi e pesi eccessivi; la stanchezza fa perdere lucidità. - Distruggere il materiale deterirat, evitand asslutamente di recuperarl attravers incaute perazini di smntaggi. - Maneggiare cn attenzine le cnfezini, specie di esplsiv scilt; nn aprirle mai all'intern - di depsiti. - Impiegare sl attrezzi di materiale antiscintilla quand si maniplan esplsivi quand si aprn i lr imballaggi. - Richiudere sempre gli imballaggi che cntengn ancra dell'esplsiv. Materiali La pirtecnica è l arte di mesclare sstanze atte a frnire ssigen cn i cmbustibili. Tipica sstanza pirtecnica è la plvere pirica plvere nera che è per l appunt una miscela di nitrat di ptassi, zlf e carbne vegetale. E usata cme spacc per l apertura delle bmbe, cme mina di lanci, per la cnfezine degli stppini. In generale in una fabbrica di prdtti pirtecnici ritrviam i seguenti materiali: - avvlgenti: sn la carta di imballaggi per la preparazine dei cartcci e l spag impecciat per rivestire btti e bmbe; - agglutinanti: servn a fare presa e sn, tra gli altri, la destrina e la gmma arabica; - islanti: il terren stacciat, la creta e la segatura usata in fnd ai bengala per esempi; - cmbustibili: metallici, quali l allumini, il magnesi, il titani; nn metallici: zlf, fsfr (trpp reattiv); rganici; - ssidanti: slidi inici che decmpngn cn l increment di temperatura liberand ssigen quali nitrat di ptassi, perclrat di ptassi, clrat di ptassi, clrat di bari, perclrat di ammni; - clranti delle fiamme. Si vule sttlineare che il clrat di ptassi, errneamente annverat tra i cmbustibili in più di un articl appars anche su riviste specializzate, è un ssidante: Per la periclsità e reattività delle sue miscele cn i cmbustibili e perché cinvlt direttamente nella maggir parte dei disastri cinvlgenti fabbriche di prdtti pirtecnici ess è riprtat nell Allegat A al reglament cme prdtt espldente d prima categria grupp B. La quantità di tale sstanza presente nella fabbrica è limitata a 100 Kg in presenza di appsit depsit, seppure ricavat in adiacenza a quell della plvere nera e separat da ess da mur tagliafuc di pprtun spessre. 9

10 CAPITOLO IV. Cndizini da sddisfarsi nell'impiant, adattament, di un fabbricat ad us di depsit di materie esplsive. l. -I depsiti di esplsivi si dividn in: - depsiti di fabbrica di cantiere di scaricament, ripristin e caricament priettili; - depsiti di vendita; - depsiti di cnsum permanenti tempranei; - depsiti girnalieri; - depsiti per usi agricli. Depsiti di fabbrica. 2. -Per depsit di fabbrica s'intende quel lcale magazzin, grupp di lcali, situat entr il recint della fabbrica, destinat a cntenere gli esplsivi fabbricati e destinati alla vendita. L 'esercizi di tale depsit è subrdinat alla sservanza delle cndizini di cui alle lettere c) ed f) del n. 4 del precedente Capitl I. Le distanze che debbn intercrrere tra detti depsiti e gli abitati, le strade ferrate, strade pubbliche, ecc., sn quelle derivanti dall'applicazine della frmula d = K*radC, in cui i valri del cefficiente di sicurezza K, sn dati dalla seguente tabella: TABELLA 2 Ovviamente il cefficiente K è tant più grande quant maggire è la periclsità dell esplsiv e quant più imprtanti sn i siti da prteggere. Tali distanze pssn essere dimezzate quand i depsiti esplsivi sn terrapienati cnvenientemente, ed anche ulterirmente ridtte quand esistn stacli naturali (clline, ecc.) quand la strada ferrvia, casa islata da prteggere abbian scarsa imprtanza. Il giudizi in prpsit sarà dat, cas per cas, e previ esame sul terren, dalla Cmmissine Cnsultiva per le sstanze esplsive ed infiammabili. Depsiti di vendita e depsiti di cnsum permanenti (1). (1) Si veda il D.M. 181ugli 2001, recante mdificazini a quest allegat nella parte relativa ai depsiti di fabbrica. di vendita e di cnsum permanente per cartucce per armi di piccl calibr. Per depsit di vendita e di cnsum permanente si intende quel lcale islat, grupp di lcali, che è autrizzat, cn licenza della cmpetente autrità, a cntenervi gli esplsivi in quantità dai 200 Kg in su, per l esercizi della vendita, per la frnitura a lavri cntinuativi diversi. La distanza minima in linea retta che deve intercrrere tra il lcale, gruppi di lcali che cstituiscn il depsit prpriamente dett, e i lughi abitati, strade pubbliche simili è stabilit cn il criteri dett precedentemente. Il fabbricat deve essere cstruit in muratura, ad un sl pian, cn il tett cme indicat alla lett. d) del n. 6 del Cap. 1 del presente Allegat, ssia in md da ffrire il minim pssibile stacl all azine dirmpente, evitand la pssibilità di priezine di materiali pesanti e frtemente dannsi Il depsit deve essere circndat a distanza nn minre di 3 metri da un recint, senza finestre né discntinuità, cstruit da una rbusta palizzata reticlat metallic, ppure in muratura, altr nn men di 2,50 metri e munit di una sla prta, rbusta e pesante. 3. -Per depsit di vendita e per depsit di cnsum permanente si intende quel lcale islat, grupp di lcali, che è autrizzat, cn licenza della cmpetente autrità, a cntenervi gli esplsivi 10

11 in quantità dai chilgrammi 200 in su, per l'esercizi della vendita, per la frnitura a lavri cntinuativi diversi. 4. -L 'autrizzazine per aprire tali depsiti, è subrdinata alle seguenti cndizini: a) la distanza minima in linea retta che deve intercedere tra il lcale, grupp di lcali che cstituiscn il depsit prpriamente dett e i lughi abitati, strade pubbliche e simili, deve essere, per i vari casi, quella che risulta dai seguenti prspetti: TABELLA 3 - TABELLA 4 - TABELLA 5 AVVERTENZE. -Le distanze dei prspetti, sn dimezzate se il depsit è terrapienat, e ptrann essere ulterirmente ridtte se sussistan cndizini di prtezine particlarmente favrevli cme indicat alla lettera c) del n. 2 del Cap. I. Nel cas di depsit cstituit da più magazzini cntenenti esplsivi di diverse categrie, il cmput delle distanze da strade, pifici, abitati, ecc. dev'essere riferit alla smma cmplessiva degli esplsivi cntenuti nel depsit, cnsiderati cme appartenenti tutti alla categria per la quale il cefficiente K è più elevat. b) il fabbricat deve essere cstruit in muratura, a un sl pian, cl tett cme indicat alla lett. d) del n. 6 del Cap. I, e che nessuna parte del depsit può essere destinata ad us di abitazine. Ove pssibile, ed all scp di creare un'efficace difesa antiaerea, i magazzini per la cnservazine delle sstanze esplsive pssn essere situati in grtte avvertend però che gli sbcchi delle gallerie di access ai vari magazzini, nn debbn essere rivlti vers sbcchi di altre gallerie, ne vers strade, pifici, abitati, ecc. In quest cas le distanze che debbn intercedere tra i vari magazzini, e quelle che debbn separarli da strade, pifici, abitati, ecc., ptrann essere ridtte ad un quart di quelle risultanti dalla applicazine delle nnne spra indicate; c) il depsit dev'essere circndat a distanza nn minre di tre metri, da un recint, senza finestre ne discntinuità, cstruit cn rbusta palizzata reticlat metallic, ppure in mura- tura, alt nn men di metri due e cinquanta centimetri, e munit di una sla prta rbusta e resistente; d) gli ambienti destinati al depsit della dinamite devn essere bene ventilati, in md che siavi la sicurezza che, anche nelle girnate più calde, la temperatura nn si elevi a più di 50 centigradi; e) l'abitazine del guardian e della sua famiglia deve essere cllcata a nn men di trenta metri e nn più di metri duecentcinquanta dal depsit e sempre in tale psizine da ptere esercitare una cntinua vigilanza; f) le finestre del depsit devn essere munite di inferriata e di reticlat metallic a piccle maglie, in md da impedire l'intrduzine di crpi d ggetti nell'intern del lcale; g) nell'impiant e nell'esercizi dei depsiti di esplsivi si sservan le prescrizini stabilite dai nn. 4, lett..f) e 5, lettere d), i), l), m), del Capitl I, nnché dal capvers del n. 5 del Capitl II del presente allegat; h) è vietat cllcare nell stess lcale di un depsit esplsivi di categria diversa cmunque incmpatibili tra essi. Ogni lcale destinat a cntenere esplsivi della prima della secnda della terza categria deve avere sede e cstruzine prprie, secnd le nrme del presente allegat. Nell stess depsit (lcale unic grupp di lcali) nn pssn essere cntenuti più di 80 tnn. dell stess esplsiv, di esplsivi tra lr cmpatibili. Qualra tale quantitativ dvesse essere superat, vann cstituiti depsiti distinti, ciascun della capacità nn superire alle 80 tnn. e fra lr dvrann intercrrere le distanze risultanti dall'applicazine della frmula di cui alla lett. c) del n. 4 del Cap. I. Se trattasi di acid picric di esplsivi che abbian caratteristiche analghe, il dett quantitativ massim sarà ridtt a 60 tnn. e se trattasi di esplsivi della terza categria sarà invece ridtt a 3 tnnellate. Le distanze di rispett ptrann essere dimezzate d ulterirmente ridtte cme dett per i depsiti di fabbrica (V. n. 2, lett. c del Cap. I). Le micce di sicurezza e gli inneschi privi di detnatre pssn essere cnservati cn esplsivi di qualunque categria in quantità illimitata; i) le capsule detnanti e gli inneschi muniti di detnatre debbn essere cnservati in appsit lcale la cui distanza dai depsiti di esplsivi di altre categrie, nn deve essere inferire a quella 11

12 che risulta dall'applicazine della frmula d =, indicata alla lettera c) del n. 4 del Cap. I, e, in gni cas, mai inferire a m 25. L 'applicazine di detta frmula va riferita al quantitativ di esplsiv cntenut nelle capsule detnanti negli inneschi muniti di detnatre; l) le cartucce cariche da fucili per caccia per tir pssn essere cllcate in lcale adiacente a quelli delle plveri piriche e delle plveri infumi (prima categria), ma separat da questi cn tagliafuc in muratura ed avente un prpri ingress. Nel cmput del quantitativ cmplessiv di esplsivi per il quale il depsit è autrizzat, le cartucce da caccia cariche devn calclarsi in ragine di cinque chilgrammi di esplsiv per gni 1500 cartucce; m) nei depsiti deve essere permanentemente assicurata la buna cnservazine degli esplsivi che debbn rimanere negli stessi imballaggi cn i quali prvengn dalle fabbriche. Le casse i barili, cntenenti gli esplsivi, debbn essere situati in appsiti scaffali ppure in cataste; sia gli scaffali che le cataste, nn debbn superare in altezza m. 1,60 dal paviment del depsit. Le casse, i barili, nn debbn essere gettate a terra trascinate spinte capvlgendle, ma debbn essere trasprtate cn precauzine in md da evitare urti scsse; n) la dinamite, scilta d in cartucce, che trasuda ppure sviluppa dre acre vapri rutilanti, segni della sua imperfetta preparazine della sua alterazine, deve essere rimssa, infssandla in terren umid ed appartat ed in lug sicur, prcedend, appena sia pssibile, alla sua distruzine. La distruzine dev'essere fatta bruciand la dinamite per piccle quantità dispnendla a strisce in cartucce aperte ai due capi, una di seguit all'altra, e dandvi fuc ad un degli estremi cn una miccia stppin slfrat (esclusa gni capsula materia fulminante), di lunghezza sufficiente perchè, dp l'accensine della miccia stppin, l'perante abbia il temp necessari per allntanarsi e mettersi al ripar. Tale perazine dev'essere fatta all'apert e in lug nn pietrs, seguend tutte le prescrizini per evitare danni nel cas che la dinamite espldesse, anziche bruciare lentamente; ) il cmpnente slid del «Prmèthèe» di qualsiasi esplsiv frmat dall'unine per imbeviment di due prdtti - l'un slid (cmburente) e l'altr liquid (cmbustibile) -può essere cnservat insieme cn le plveri cn le dinamiti, nn cn le capsule detnanti. Il cmpnente liquid può essere custdit in lcale adatt, nella casa del guardian, se il titlare del depsit nn preferisca cstruire appsit casell nei mdi suggeriti dalla Cmmissine prvinciale. I due cmpnenti debbn essere cnservati divisi e racchiusi nei rispettivi recipienti, cme prvengn dalla fabbrica, fin al mment dell'us. L 'unine di essi dev'essere fatta furi del depsit, in lcalità adatta prssima a quella in cui l'esplsiv dev'essere impiegat e nella stretta misura del cnsum, in md che nelle re di rips serale nn spravanzi alcuna quantità di prdtt cnfezinat; pssn essere cstruiti appsiti vascni interrati, a pareti rbuste e rivestite di materiale impermeabile, pprtunamente prtetti da cperture leggere ignifugate e circndati da rbusti terrapieni. L 'esplsiv dev'essere cstantemente ricpert da un strat d'acqua, di almen 20 centimetri, da rinnvarsi quand si presenti in essa una reazine nettamente acida. La capacità massima di gni singl vascne e le distanze di rispett sarann, cas per cas, fissate dalla Cmmissine Cnsultiva per le sstanze esplsive ed infiammabili. 5. -Cn licenza del prefett pssn aut- rizzarsi depsiti di cnsum dirett destinati a cntenere cmplessivamente nn più di 200 kg. di esplsivi di prima e di secnda categria pur- che situati in lcale islat, in castt di legn imbevut di sstanze ignifughe secnd il tip apprvat dal Minister dell'intern, per gli esplsivi da impiegarsi nell'agricltura. 12

13 Per tali impianti nn è necessaria la visita della Cmmissine tecnica prvinciale; ma de- vn essere in tutti i casi sservate le distanze stabilite nel prspett anness alle nrme per l'impiant di depsiti per 2 quintali di esplsivi. Agli esplsivi di secnda categria pssn essere aggiunti nn più di 2000 detnatri da cnservarsi in rbusta cassa di legn chiusa cn lucchett a chiave. 6. -Le licenze per trasprtare fin a 5 chili di esplsivi di secnda categria e fin a 50 capsule detnanti, indicate nell'ultim cmma dell'art. 97 del reglament, pssn, dal prefett, essere rilasciate, per una più vlte determinate, alle persne che prvin di avere bisgn di materie espldenti per l'esercizi della lr prfessine, arte mestiere, ma debbn essere vinclate all'bblig di cnsumarli nel girn stess dell'arriv sul pst in cui debbn essere impiegati. Per il depsit di detti esplsivi è sufficiente una cassa di legn chiusa cn lucchett a chiave. Depsiti di cnsum temprane Sn magazzini tempranei quelli stabiliti per il depsit degli esplsivi, in quantità nn superire a Kg, da impiegarsi nell0esecuzine di un lavr determinat, che ne segun l svilupp e che sn destinati a sparire quand il lavr sia ultimat. Ferma l sservanza delle nrme già dettate e il limite stabilit circa la quantità massima, le altre cndizini di sicurezza devn essere stabilite dalla cmmissine tecnica di vlta in vlta a secnda dell imprtanza del lavr e tenut cnt dell ubicazine dei medesimi. 7. -Sn magazzini tempranei quelli stabiliti per il depsit di esplsivi, in quantità nn superire a chilgrammi , da impiegarsi nella esecuzine di un determinat lavr, che ne segun 10 svilupp e che sn destinati a scmparire, quand il lavr sia ultimat. 8. -Tali depsiti magazzini pssn esse- re autrizzati per la durata presunta del lavr e devn srgere islati dagli altri edifici. 9. -Nei depsiti tempranei pssn cl- lcarsi plveri e dinamiti, a cndizine che si trvin in lcali distinti nn cmunicanti fra lr, e divisi da mur tagliafuc. Pssn esservi depsitati anche detnanti in numer che nn ltrepassi i 5000, ma sempre in lcale distint nn cmunicante direttamente cgli altri e di- vis da tagliafuc in muratura. Ove ne ccrresse un numer maggire, si deve stabilire per questi un magazzin speciale, la cui distanza è determinata cn le mdalità indicate alla lettera c) del n. 4 del Cap. I Ferma l'sservanza delle nnne sulle distanze cntenute nel n. 4 del Capitl IV, le altre cndizini di sicurezza cui devn sddisfare i depsiti tempranei, e la quantità di esplsivi che si pssn autrizzare a cntenere, entr il limite massim di cui al precedente n. 7, devn essere di vlta in vlta stabilite dalla Cmmissine tecnica, di cui all'art. 89 del reglament, a secnda dell'imprtanza dei lavri e tenut cnt della ubicazine dei medesimi. Depsiti girnalieri Appartengn a questa classe quei magazzini che, ai sensi dell art. 100 del Reglament, servn per i bisgni girnalieri di un determinat lavr a carattere temprane e che nn imprtin la necessità di depsitarvi più di 200 Kg di esplsivi della prima della secnda categria, ppure 200 Kg delle due categrie cmplessivamente. I depsiti girnalieri devn essere situati a nn men di 50 metri da altri depsiti dell stess genere da case islate e abitate Appartengn a questa classe quei magazzini che, ai sensi dell'art. 100 del reglament, servn per i bisgni girnalieri di un determinat lavr a carattere temprane, bisgni da descriversi sulla relativa licenza, e che nn imprtin la necessità di depsitarvi più di chilgrammi 200 di esplsivi della prima della secnda categria, ppure di chilgrammi 200 delle due 13

14 categrie cmplessivamente. Vi si pssn cntempraneamente cllcare sin a 1000 detnatri. Gli esplsivi devn essere cnservati nei rispettivi recipienti cme prvengn dalla fabbrica, e i detnatri, ltre a ciò, devn essere chiusi cn lucchett a chiave, in appsita cassa I depsiti girnalieri devn essere situati a nn men di cinquanta metri da altri depsiti dell stess genere da case islate e abitate Nei magazzini girnalieri si pssn depsitare anche le micce e gli inneschi privi di detnatre. Circ. Min. Int Del 14/10/1995 depsiti di fabbrica e depsiti di vendita di esplsivi di I, IV e V categria - interpretazine delle nrme previste nel cap. IV punti 2 e 3 dell'allegat "B" al reglament di esecuzine DPL T.U.L.P.S. Sn pervenuti negli ultimi tempi, a quest Minister, numersi quesiti in merit alla pssibilità di immagazzinare nel depsit di fabbrica ltre che gli esplsivi fabbricati anche quelli imprtati prvenienti da altre scietà, nnchè alla pssibilità di cstruire entr il recint di fabbrica un depsit di vendita. Quest minister in cnsiderazine della necessità di frnire una più cmpiuta interpretazine delle nrme in materia cntenute nel reglament di esecuzine del T.U.L.P.S., ha sttpst la questine ad un accurat esame della Cmmissine Cnsultiva Centrale per il cntrll delle armi - Per le funzini cnsultive in materia di sstanze esplsive ed infiammabili. Tale cllegi si è prnunciat al riguard nei termini di seguit specificati, che quest Minister pienamente cndivide; Depsit di fabbrica: ferm restand quant espressamente previst nel punt 2 del cap IV dell'allegat "B" al reglament di esecuzine del T.L.P.S. - attes che palesemente il grad di periclsità nn risulta mdificat qualra in un depsit sian cnservati manufatti prdtti dalla stessa fabbrica di altra prvenienza purchè ricnsciuti e classificati ed appartenenti alla medesima categria - si ritiene pssan essere immagazzinati in un medesim depsit sia gli esplsivi fabbricati dalla stessa ditta sia quelli imprtati prvenienti da altre scietà, a cndizine che nn venga mai superat cmplessivamente il quantitativ massim di esplsiv autrizzat per dett depsit e che l'access al medesim venga permess sl al persnale appsitamente incaricat. Depsit di vendita: la cmmissine ribadisce che all'intern della recinzine di una fabbrica di esplsivi di I, IV e V categria, nn è cnsentit l'esercizi della minuta vendita csì cme previst dal cap VI dell'allegat "B" al reglament di esecuzine del T.U.L.P.S.. Tuttavia, ferme restand le dispsizini di cui ai punti 2 e 3 del cap IV del citat allegat "B" cncernente i depsiti di fabbrica, di vendita e di cnsum permanente, è cnsentit, mediante la riduzine dell'area riginaria di fabbrica, edificare al su intern un depsit di vendita purchè ubicat all'estern della nuva recinzine di fabbrica che si verrà a creare e purchè sian rispettate tute le cndizini di sicurezza previste dal T.U.L.P.S. e da reglament di esecuzine al T.U.L.P.S.. In particlare deve escludersi la pssibilità al tett lcale direttamente della fabbrica. Per l'esercizi di minuta vendita si applican tassativamente le dispsizini previste nel cap VI del citat allegat. 14

15 CAPITOLO VI 1 Esercizi di minuta vendita. Gli esercizi di minuta vendita di sstanze espldenti - attività n. 25 del DM sn disciplinati dai DM e che mdifican il Regi Decret n Negli esercizi di minuta vendita di esplsivi si pssn tenere e vendere: - plveri della prima categria - cartucce per armi cmuni della V categria grupp A - manufatti della IV categria e V categria grupp C Nn pssn tenersi né vendere: - prdtti espldenti cmunque destinati all impieg bellic - manufatti che pssn espldere per semplice urt per decmpsizine spntanea Nessun limite è pst alla detenzine e vendita dei seguenti cmpnenti di munizini per armi cmuni: priettili, pallini, bssli, inneschi e bssli innescati. Nessun limite altresì è pst alla detenzine e vendita dei manufatti nn classificati tra i prdtti espldenti ai sensi del decret ministeriale 4 aprile La vendita delle plveri deve essere fatta per recipienti interi, riginali di fabbrica, dal cntenut massim di 1 kg nett. È vietat tenere nell'esercizi e vendere recipienti di plvere aperti. I manufatti della IV e della V categria grupp C devn essere apprvviginati nei lr imballaggi di fabbrica sigillati. Pssn essere cmmercializzati sl se racchiusi nelle prprie cnfezini riginali sigillate, single multiple in ragine delle dimensini del manufatt. 3. Le indicazini sulla massa (cme definita nel decret del Presidente della Repubblica 12 agst 1982, n. 802, «Attuazine della direttiva CEE 80/181 relativa alle unità di misura») frnite al successiv art. 3 si riferiscn alla massa netta dei prdtti attivi (sn prdtti attivi quelli esplsivi, incendivi, clranti, fumgeni ed illuminanti); la massa netta (il quantitativ nett) di prdtti attivi deve essere indicata sul singl manufatt di IV e di V categria e/ sulla cnfezine, in cnfrmità a quant riprtat nel relativ decret di ricnsciment e classificazine. La massa degli invlucri e di quant'altr frmi la struttura dei manufatti, ancrché cstituita da materiale cmbustibile, quale carta, legn, plimeri, ecc., è esclusa dal cmput della massa dei prdtti attivi. 4. Negli esercizi di minuta vendita si pssn tenere e vendere fin a cmplessivi kg 200 netti di prdtti espldenti. Oltre tale limite trva applicazine il capitl IV del presente allegat. 5. Sulle istanze per il rilasci delle licenze per gli esercizi di minuta vendita il prefett acquisirà il parere della cmmissine tecnica prvinciale. Prescrizini sui lcali. l. I lcali degli esercizi di minuta vendita nn devn essere interrati seminterrati vver cntigui, svrastanti sttstanti a lcali di lavrazine depsit di materie facilmente cmbustibili infiammabili; nn devn inltre avere cmunicazine diretta cn abitazini e cn 1 Quest capitl è stat csì mdificat dalla parte secnda, art. l, del D.M. 23 settembre

16 ambienti che nn abbian attinenza cn l'attività dell'esercizi stess, fatta eccezine per i lcali di servizi. Nn devn essere ubicati in edifici nei quali vi sian anche asili, scule, case di cura, cmunità religise, alberghi, grandi magazzini, lughi di cult, di pubblic spettacl e simili. Negli esercizi di minuta vendita nn devn essere tenute ne pste in vendita materie infiammabili, cme tali individuate dalla circlare Minister dell'intern n. 2452/4179 del 3 maggi Derghe a tali divieti pssn essere cnsentite previ parere favrevle della cmmissine tecnica prvinciale, che ptrà prescrivere le cautele ritenute pprtune nei singli casi per la tutela dell'inclumità pubblica. Negli ambienti in cui è ammess il pubblic ptrann essere tenuti, cme mstra, manufatti della IV e della V categria grupp C inertizzati (privi di prdtti attivi) e/ simulacri; le perazini di inertizzazine dei manufatti devn essere cmpiute da sggett legittimat alla fabbricazine dei manufatti stessi. Si pssn altresì esprre i manufatti nn classificati tra i prdtti espldenti ai sensi del decret ministeriale 4 aprile Il caric cmplessiv di prdtti espldenti sarà fissat in accrd cn gli articli le 3 e in funzine dei limiti derivanti dalle dimensini del lcale ( dei lcali), cme di seguit specificat. Ogni lcale in cui sn tenuti prdtti espldenti deve avere una altezza nn inferire a m 2,40, una superficie nn inferire a mq 6 e una cubatura nn inferire a mc 18; inltre la cubatura nn deve essere inferire a mc 1 per gni chilgramm nett di plveri di I categria, a mc 1 per gni chilgramm nett di manufatti di IV e di V categria e a mc 1 per gni 3,5 kg netti di plvere stt frma di cartucce, in accrd alle equivalenze indicate all'art. 3, lettera h). Le plveri di I categria e le cartucce di V categria grupp A devn essere custdite in lcale ( lcali) distint, anche se cntigu a quell ( a quelli) nel quale sn custditi i ma nufatti di IV e di V categria grupp C. Questi ultimi pssn essere cnservati insieme; nel medesim lcale ( lcali) pssn altresì tenersi manufatti nn classificati tra i prdtti espldenti ai sensi del decret ministeriale 4 aprile È vietat l'access al pubblic nel lcale ( nei lcali) ve vengn custditi i manufatti di IV e di V categria. I prdtti espldenti devn essere cllcati su scaffali metallici di legn ignifugat, di adeguata resistenza meccanica, alti nn ltre m 2,10, chiusi eventualmente sl ai lati, ed ancrati in md da garantirne la stabilità; gli scaffali metallici devn essere cllegati a dispersri di terra. I prdtti espldenti pssn altresì essere cnservati su pallets; tra pallets e scaffali deve restare una luce libera nn inferire a m 1,20. In relazine alle dimensini del lcale ( dei lcali) è ammessa la presenza di un massim di 5 pallets; ltre tale limite i pallets devn essere realizzati cn materiale ignifug res tale. Le munizini per armi crte devn essere custdite in armadi metallici cn sprtelli dtati di serratura di sicurezza. Negli ambienti in cui è ammess il pubblic sn cnsentiti sl gli scaffali 2, sui quali pssn essere cllcati plveri di I categria, cartucce di V categria grupp A per armi lunghe, manufatti di IV e V categria inertizzati e/ lr simulacri, manufatti nn classificati tra i prdtti espldenti ai sensi del decret ministeriale 4 aprile devn essere cllcati in md da impedire il facile access da parte del pubblic stess. 16

17 Negli esercizi islati si può cncedere licenza per tenere e vendere prdtti espldenti della I, IV e V categria grupp A e grupp C in quantitativi elevabili fin al tripl di quant stabilit nell'art. 3, fermi restand i limiti di cubatura anzi indicati. Qualra, per cause spravvenute, l'esercizi nn si trvi più in cndizini tali da pter essere cnsiderat islat, dvrann in ess limitarsi la detenzine dei prdtti espldenti e il caricament delle cartucce secnd le nrme che reglan gli esercizi di minuta vendita nell'abitat. I muri perimetrali degli ambienti dell'esercizi in cui sn tenuti prdtti espldenti devn essere in mattni pieni da almen due teste in altra struttura muraria di resistenza equivalente (REI 120), cn pareti interne intnacate. Sn ammesse anche strutture nn murarie di resistenza equivalente. I slai di cpertura e di calpesti devn essere in cement armat cn sletta di spessre nn inferire a cm 7 realizzati cn altra struttura di resistenza equivalente, cn caratteristiche REI 120; tale prescrizine nn si applica nel cas in cui la sletta di calpesti sia psta a dirett cntatt cn terren sttstante il fabbricat. I serramenti pssn essere di metall di legn; in quest'ultim cas devn essere trattati cn prdtti vernicianti mlgati di classe «1» di reazine al fuc, secnd le mdalità e le indicazini cntenute nel decret ministeriale 6 marz In gni cas devn avere caratteristiche REI 120. Qualra muniti di vetri, questi devn essere infrangibili retinati altrimenti prtetti per evitare l'eventuale priezine di schegge vers l'estern in cas di esplsine all'intern. Il lcale ( i lcali) in cui sn psti i manufatti di IV e di V categria deve ( devn) essere separat dagli altri mediante prta cn apertura vers l'estern, cn caratteristiche REI 120. L'impiant elettric deve essere realizzat in cnfrmità alla legge l marz 1968, n La rispndenza alle vigenti nrme deve essere attestata cn le prcedure di cui alla legge 5 marz 1990, n. 46, e relativ reglament di attuazine (decret del Presidente della Repubblica n. 477 del 6 dicembre 1991). L'impiant di riscaldament deve essere realizzat cn generatri di calre cllcati in ambiente islat dai lcali dell'esercizi, eseguiti a regla d'arte in cnfrmità alle vigenti dispsizini (UNI-CIG 7129 vver dal decret ministeriale 12 aprile 1996 qualra gli apparecchi abbian ptenza superire a 34,8 Kw); nn sn ammessi caminetti, stufe ed apparecchi a fclare dirett in genere. La dtazine di mezzi antincendi dell'esercizi deve risultare dal certificat di prevenzine incendi rilasciat dal cmand prvinciale dei vigili del fuc a mente del decret del Presidente della Repubblica n. 37 del 12 gennai In gni cas all'ingress del lcale ( dei lcali) in cui sn custditi manufatti della IV e della V categria dvrann essere installati nn men di n. 2 estintri prtatili di tip apprvat ai sensi del decret ministeriale 20 dicembre 1982, cn capacità estinguente nn inferire a 21A 89 BC. 17

18 3. - Cntenut della licenza. Può essere cncessa licenza per tenere nell'esercizi e vendere i prdtti espldenti elencati da a) a d) cme di seguit specificat: a) fin a cmplessivi 25 kg netti di plveri da lanci e/ da mina appartenenti alla I categria. Ogni chilgramm nett di plveri di I categria può essere sstituit cn due chilgrammi netti di plveri da lanci stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, secnd le equivalenze indicate al successiv punt b). In cas di rinuncia ttale: alle sle plveri da mina, si ptrann tenere e vendere fin a 50 kg netti di plveri da lanci, csì suddivisi: 25 kg netti di plveri da lanci, fermi restand gli bblighi ed i divieti di cui all'art. I, punt 2; 25 kg netti di plveri da lanci stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze di cui al successiv punt b); ai 25 kg di plveri da lanci e/ da mina si ptrann tenere e vendere: 75 kg netti di plveri da lanci stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze indicate al successiv punt b); in alternativa si ptrann tenere e vendere manufatti della IV e della V categria, incrementandne il quantitativ previst ai successivi punti c) e d) di 10 kg netti per la IV categria e di 20 kg netti per la V categria. Si ptrà raddppiare tale ultim quantitativ ve ricrra la cndizine di cui al successiv punt d) (gicattli pirici blisterati); b) fin a 50 kg netti di plveri da lanci della I categria, stt frma di cartucce cariche per armi cmuni. Ai fini del cmput delle cartucce un chilgramm nett di plvere di lanci di I categria è cnsiderat pari a: n. 300 cartucce per armi lunghe ad anima liscia rigata caricate cn plvere nera, ppure n. 560 cartucce per armi lunghe ad anima liscia rigata caricate cn plvere senza fum, ppure n cartucce per arma crta, ppure n cartucce a percussine anulare per arma crta lunga, ppure n cartucce per armi Flbert, ppure n cartucce da salve; c) fin a 20 kg netti di prdtti attivi cntenuti in manufatti della IV categria. Ogni chilgramm nett di prdtti attivi cntenut nei manufatti della IV categria può essere sstituit cn quattr chilgrammi netti stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze indicate al precedente punt b); in alternativa gni chilgramm della IV categria può essere sstituit cn due chilgrammi netti della V categria. In cas di rinuncia ttale ai manufatti della IV categria, questi pssn essere sstituiti cn 120 kg netti di plveri da lanci stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze indicate al punt b); in alternativa si pssn sstituire i 20 kg netti della IV categria cn 50 kg netti della V categria. Si ptrà raddppiare tale ultim quantitativ ve ricrra la cndizine di cui al successiv punt d) (gicattli pirici blisterati); d) fin a 20 kg netti di prdtti attivi cntenuti in manufatti della V categria. Ogni chilgramm nett di prdtti attivi cntenuti nei manufatti della V categria può essere sstituit cn due chilgrammi netti stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze indicate al punt b). In cas di rinuncia ttale ai manufatti della V categria, questi pssn essere sstituiti cn 160 kg netti di plveri da lanci stt frma di cartucce cariche per armi cmuni, in accrd cn le equivalenze indicate al punt b). 18

19 Nn è in alcun cas cnsentita la sstituzine di manufatti della V categria cn manufatti della IV categria. I 20 kg netti di prdtti attivi cntenuti nei manufatti della V categria ptrann essere raddppiati nel cas in cui si tratti di gicattli pirici in cnfezine «blister», purché i «blister» medesimi sian realizzati cn materiale plimeric autestinguente. In relazine a particlari situazini ambientali a specifiche ragini di pubblica sicurezza può essere prescritta la riduzine del quantitativ massim cnsentit di cartucce e di plveri di I categria. Nel crs di validità della licenza il titlare, previa cmunicazine alla cmpetente autrità di pubblica sicurezza, può effettuare sstituzini per categria e quantità dei prdtti espldenti autrizzati in sede di rilasci rinnv, applicand le equivalenze indicate nel presente articl e ferm restand il quantitativ massim autrizzat. Tali variazini devn essere anntate nel registr di cui all'art. 55 del T.U.L.P.S. 19

Falegnameria (Scheda)

Falegnameria (Scheda) Ultim aggirnament: 1 feb. 2007 Falegnameria Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire a 1000 V in crrente alternata

Dettagli

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto

Oggetto : norme e leggi europee concernenti produzione ed istallazione di Cancelli a battente. Contenuto A VV. M AURIZIO I ORIO 20122 Milan, Crs di Prta Vittria, 17 Tel. +39. 335.13.21.041 ; +39. 348.25.19.305 ; +39.02 36593383 ; Fax +39.02 36594845 : +30.0373 779119 Indirizzi e-mail : avv.maurizi.iri@fastpiu.it

Dettagli

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio)

Distributori di carburanti liquidi per autotrazione (benzina, gasolio) Distributre benzina gasli Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 Distributri di carburanti liquidi per auttrazine (benzina, gasli) Sistema di alimentazine: TT, TN-S, Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari:

Cabina MT/BT. Prescrizioni particolari: Prescrizini Particlari e Verifiche Ultim aggirnament: dicembre 2008 Prescrizini particlari: Nelle cabine elettriche d'utente MT/BT ccrre installare il cmand di emergenza se l'attività alimentata dalla

Dettagli

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I

STUDIO TECNICO A. BORGOGNI & A. PISPICO I N G E G N E R I A S S O C I A T I Cmmessa: ASPSIENA090915AI\PROGETTO File: RAI011015_0 Data: 27/10/2015 ASP AZIENDA PUBBLICA SERVIZI ALLA PERSONA CITTA DI SIENA STRUTTURA CAMPANSI VIA CAMPANSI N 18 - SIENA (SI) RELAZIONE TECNICA LAVORI

Dettagli

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n,

della Mappa Censuaria del Comune di Salo/Campoverde. Pratica Edilizia n.. all Ordine/Albo de della provincia di al n, Spett.le Amministrazine Cmunale di Salò Oggett: Dichiarazine attestante la tiplgia di intervent in relazine a quant dispst dal punt 9.2 delle Dispsizini inerenti all efficienza energetica allegate alla

Dettagli

ASCENSORI E MONTACARICHI

ASCENSORI E MONTACARICHI Ascensri e mntacarichi Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 ASCENSORI E MONTACARICHI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine nminale nn superire

Dettagli

Manuale d uso e manutenzione

Manuale d uso e manutenzione Manuale d us e manutenzine Archivi Cmpattabile TECROLL Dcument generic riferit al prdtt Tecnrll. Per dettagli specifici riferiti ad gni singl impiant persnalizzat cntattare l Uffici Tecnic de La Tecnica

Dettagli

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte)

Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impianto elettrico (prima parte) Impianti elettrici nelle strutture alberghiere Caratteristiche generali dell impiant elettric (prima parte) Pubblicat il 21/01/2008 Aggirnat al: 21/01/2008 di Gianluigi Saveri 1 Generalità Le strutture

Dettagli

Protocollo operativo delle macellazioni per uso familiare

Protocollo operativo delle macellazioni per uso familiare Dipartiment di Prevenzine Servizi Igiene degli Alimenti di Origine Animale Via Blgna 9 09025 SANLURI VS - tel.070/9359502 - fax 070/9359504 Direttre del Servizi: Dr. ssa Maria Givanna Pitzus Prtcll perativ

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 21 aprile 2015 Prt. N. 68/U/2015 Alla Presidenza del Cnsigli dei Ministri Alla c. a. Dtt.ssa Elisa Grande Via Mercede, 9 00187 - Rma AI Cmmissari

Dettagli

La tecnica FMEA di prodotto

La tecnica FMEA di prodotto ISI MANUALE PER CORSI QUALITÀ dispensa data mdifica del livell Q-052 01.01.1996 0 01.01.1996 BLU La tecnica FMEA di prdtt MANUALE DI UTILIZZO ISI La tecnica FMEA di prdtt pagina 2 di 10 1.0 Intrduzine

Dettagli

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia

Il/La sottoscritt nat_ il a provincia codice fiscale residente in via e n. provincia DOMANDA N. PRESENTATA IL AL COMUNE DI FOLLONICA Larg Cavalltti 1 58022 FOLLONICA (GR) DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER CAMBIO DI ALLOGGI ALL INTERNO DEL PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE

Dettagli

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica

Informazioni generali minime per una corretta esecuzione dell attestato di prestazione energetica Infrmazini generali minime per una crretta esecuzine dell attestat di prestazine energetica Si prega il richiedente dell attestat di prestazine energetica dell edific di rispndere alle seguenti dmande

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Illuminazine e sicurezza gallerie Ultim aggirnament: 1 nv. 2006 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE E SICUREZZA DI GALLERIE STRADALI Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti

Dettagli

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011

PROVINCIA DI BIELLA. Ambiente e Agricoltura - DT Impegno n. DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 PROVINCIA DI BIELLA Ambiente e Agricltura - DT Impegn n. Dirigente / Resp. P.O.: SARACCO GIORGIO DETERMINAZIONE N. 1239 IN DATA 13-05-2011 Oggett: ATTIVITÀ DI STOCCAGGIO DI OLI MINERALI di cui all art.

Dettagli

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 -

SOMMARIO STUDIO TECNICO CONTE & PEGORER VIA SIORA ANDRIANA DEL VESCOVO, 7 31100 TREVISO - 2 - SOMMARIO 1. PREMESSA... 3 2. DESCRIZIONE DELLE SEZIONI IMPIANTISTICHE... 3 3. RESPONSABILITÀ E COMPETENZE... 5 3.1. COMPETENZE DEL RESPONSABILE DEL... 5 4 IL MONITORAGGIO E CONTROLLO AMBIENTALI... 6 5

Dettagli

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione

Panoramica sulla Direttiva attrezzature in pressione Panramica sulla Direttiva attrezzature in pressine La Direttiva Attrezzature in pressine, cmunemente detta PED dalla denminazine inglese Pressure Equipment Directive, è una direttiva di prdtt (rif. 97/23/CE)

Dettagli

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT

AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT Allegat B AL SERVIZIO DI PREVENZIONE E SICUREZZA AMBIENTI DI LAVORO - ASL AT SCHEDA INFORMATIVA PER LA NOTIFICA RELATIVA A COSTRUZIONE, AMPLIAMENTO O RISTRUTTURAZIONE DI EDIFICI O LOCALI DA ADIBIRE AD

Dettagli

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI

AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI C O M U N E D I SABBIO CHIESE P R O V I N C I A D I B R E S C I A via Caduti 1, 25070 SABBIO CHIESE (BS) AREA UFFICIO TECNICO SETTORE LAVORI PUBBLICI ----------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

REGOLE SULLA PRIVACY

REGOLE SULLA PRIVACY REGOLE SULLA PRIVACY Premessa ed infrmativa ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (Cdice Privacy) Per l Azienda Agricla della Cngregazine Benedettina Olivetana (di seguit Az. Agr. Abbazia Mnte Olivet

Dettagli

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI

DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Bll (nn dvut dalle ONLUS) Al Cmune di Mntecchi Emilia DOMANDA DI LICENZA TEMPORANEA PER SPETTACOLI E TRATTENIMENTI PUBBLICI NELL'AMBITO DI SAGRE, FIERE O ALTRE MANIFESTAZIONI Il sttscritt Cgnme Nme Cdice

Dettagli

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO

CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO CITTA DI SAN SALVATORE MONFERRATO PROVINCIA DI ALESSANDRIA R EGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA E L'ACCESSO AGLI INCENTIVI PER I LAVORI DI RIMOZIONE DEI MANUFATTI IN AMIANTO ANCORA PRESENTI NEL TERRITORIO DI

Dettagli

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE

IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Illuminazine stradale Ultim aggirnament: 1 apr. 2009 IMPIANTO ELETTRICO DI ILLUMINAZIONE STRADALE Sistema di alimentazine: TT, TN Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo.

Codice di autodisciplina e regolamentazione per l adesione al Progetto Qualità dei servizi turistici della Provincia di Palermo. Agriturismo. Cdice di autdisciplina e reglamentazine per l adesine al Prgett Qualità dei servizi turistici della Prvincia di Palerm Agriturism Premess Che l A.A.P.I.T di Palerm in cllabrazine cn l Università di Palerm,

Dettagli

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006

MODULISTICA PRIVACY PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 LA PRIVACY MODULISTICA PAGINA 2 20 GIUGNO 2006 PREMESSA Il Cdice della Privacy prevede che, per effettuare legittimamente il trattament dei dati persnali, si attuin una serie di incmbenti frmali quali

Dettagli

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA

1. AI FINI DELL ESERCIZIO DELL ATTIVITA DICHIARA Da far pervenire 30 GIORNI prima della manifestazine MODELLO 6 A.P. Al COMUNE DI TORINO DI SANGRO Piazza Dnat Iezzi 15 66020 TORINO DI SANGRO (CH) Pec: prtcll@cmunetrindisangr.legalmail.it Fax 0873.913175

Dettagli

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO

Prot. A00DRAB 2688 L Aquila, 24.02.2011 REGIONE ABRUZZO AI GESTORI DELLE SCUOLE PARITARIE DI OGNI ORDINE E GRADO DELLA REGIONE ABRUZZO Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L ABRUZZO DIREZIONE GENERALE - L AQUILA Uffici di Vigilanza e Crdinament delle Scule nn Statali, Paritarie e nn

Dettagli

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.)

CENTRALE TERMICA A GAS METANO O GPL (riscaldamento, produzione acqua calda, grandi cucine, forni da pane, etc.) CENTRALE TERMICA A GAS METANO O (riscaldament, prduzine acqua calda, grandi cucine, frni da pane, etc.) Sistema di alimentazine: TT Nrme di riferiment: Nrma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatri a tensine

Dettagli

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web

Note Legali - Modalità e condizioni di utilizzo del sito web Nte Legali - Mdalità e cndizini di utilizz del sit web Chiunque acceda utilizzi quest sit web accetta senza restrizini di essere vinclat dalle cndizini qui specificate. Se nn le accetta nn intende essere

Dettagli

Città di Marsala. Medaglia d oro al Valore Civile SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AREA SERVIZI SOCIALI

Città di Marsala. Medaglia d oro al Valore Civile SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AREA SERVIZI SOCIALI Spazi riservat all uffici 00.02 Cat. Classe Prt. del Città di Marsala Medaglia d r al Valre Civile SETTORE SERVIZI AL CITTADINO AREA SERVIZI SOCIALI ESENTE DA BOLLO AL COMUNE DI MARSALA SETTORE SERVIZI

Dettagli

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità

Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione - Criteri di sostenibilità Servizi di pulizia ed altri servizi per le - Criteri di sstenibilità 1. Oggett dell iniziativa La Cnvenzine prevede la frnitura del servizi di pulizia ed altri servizi tesi al manteniment del decr e della

Dettagli

Bando della CCIAA di Roma

Bando della CCIAA di Roma LHYRA srl ROMA Band della CCIAA di Rma La Camera di Cmmerci di Rma al fine di cntribuire alle spese sstenute dalle imprese della Capitale clpite dall'alluvine del 20 ttbre scrs, che ha causat al sistema

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE

DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE. Settore LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE COP IA COMUNE DI SANTO STEFANO BELBO Prvincia di Cune DETERMINAZIONE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNALE Settre LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE N. 33 del 30/05/2012 Il Respnsabile del Servizi: Gem. Luigi BIESTRO

Dettagli

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI

LE NUOVE REGOLE IN SINTESI INFORMAZIONE FISCALE OTTOBRE 2012 Ai Sig.ri Clienti Lr Sedi OGGETTO: In vigre le nuve regle sulle cessini di prdtti agralimentari Il 24 ttbre 2012 sn entrate in vigre le nuve regle sulla cmmercializzazine

Dettagli

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH)

Regolamento 1907/2006 (conosciuto come regolamento REACH) 1 GUIDA MINI REACH 2 Reglament 1907/2006 (cnsciut cme reglament REACH) REACH è l acrnim di: Registratin, Evaluatin and Autrizatin f CHemicals. Il reglament è cmunitari ed è entrat in vigre a giugn 2006

Dettagli

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere

Impianti per l applicazione delle vernici inpolvere Impianti per l applicazine delle vernici inplvere Gianluigi Barni Gema Eurpa Lay ut tipic dell impiant Lay ut tipic dell impiant Per la prduzine di piccle serie spess è sufficiente una cabina per l applicazine

Dettagli

CITTA DI PIOVE DI SACCO

CITTA DI PIOVE DI SACCO CITTA DI PIOVE DI SACCO Prvincia di Padva Piazza Mattetti, 4 35028 Pive di Sacc Allegat alla determinazine dirigenziale n. 1428 del 06/09/2012 Oggett: Band per l ergazine di cntributi per l smaltiment

Dettagli

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, comma 1, del R.D. 18/6/1931 n. 773 e ss. mm*)

INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, comma 1, del R.D. 18/6/1931 n. 773 e ss. mm*) Al Cmune di CASTELFRANCO EMILIA tit.... prt. n del / / Respnsabile del prcediment Cm.te Plizia Municipale S. C. I. A. INSTALLAZIONE ED ESERCIZIO DI GIOCHI LECITI (art. 86, cmma 1, del R.D. 18/6/1931 n.

Dettagli

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DIPARTIMENTO GIUSTIZIA MINORILE CENTRO PER LA GIUSTIZIA MINORILE PER LA CALABRIA E LA BASILICATA CATANZARO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (Art. 26, D.Lgs 9 aprile 2008 n. 81) OGGETTO: Prcedura

Dettagli

LETTERA DI INVITO. Oggetto: Progetto di. Realizzazione di opere di urbanizzazione. Invito a gara d appalto. Richiesta di offerta.

LETTERA DI INVITO. Oggetto: Progetto di. Realizzazione di opere di urbanizzazione. Invito a gara d appalto. Richiesta di offerta. LETTERA DI INVITO ALLEGATO 6) Spett.le impresa Oggett: Prgett di. Realizzazine di pere di urbanizzazine. Invit a gara d appalt. Richiesta di fferta. Si invita cdesta spett.le ditta se interessata - a vler

Dettagli

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE]

DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE POSSESSO REQUISITI DI PARTECIPAZIONE PROCEDURA IN ECONOMIA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SMALTIMENTO RIFIUTI CIG[ZF811840FE] DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA REDATTA AI SENSI DEL D.P.R. N. 445

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 531 del 13/08/2015 Registr del Settre N. 69 del 07/08/2015 Oggett: Acquist del servizi di assistenza e manutenzine

Dettagli

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE)

MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) MODULO DI RICHIESTA AGGIORNAMENTO DELL ISTANZA: AGGIORNAMENTO, INSERIMENTO O CANCELLAZIONE RESPONSABILI TECNICI E AMMINISTRATIVI (PERSONE FISICHE) ANAGRAFICA (cme da art. 5, c. 1, lett. a), del D.P.R.

Dettagli

Parte 1 di 2 - MODULO DI DELEGA E ISTRUZIONI DI VOTO

Parte 1 di 2 - MODULO DI DELEGA E ISTRUZIONI DI VOTO Atlantia S.p.A. Assemblea dei titlari di Obbligazini Atlantia 2009-2016, cn cedla fissa 5,625%, di valre nminale cmplessiv pari a 1.500 milini di Eur 31 lugli 2012 (prima cnvcazine) 1 agst 2012 (secnda

Dettagli

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello :

Data Inizio : Non Specificato Termine : Non Specificato Gruppo : Costo : 3000 EUR Location : Viterbo, Roma, Latina Livello : Data Inizi : Nn Specificat Termine : Nn Specificat Grupp : Cst : 3000 EUR Lcatin : Viterb, Rma, Latina Livell : Crs ASPP-RSPP mdul Atec B (dal B1 al B9) Crs prfessinalizzante per la figura esterna di Respnsabili

Dettagli

A. Relazione illustrativa

A. Relazione illustrativa Cntrattintegrativecnmicperl utilizzazinedelfnddelpersnalenn dirigenzialeann2012sttscrittil24settembre2012.relazineillustrativae tecnicfinanziaria(articl 40, cmma 3 sexies, Decret Legislativ n.165/2001;

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL VOLONTARIATO INDIVIDUALE IN ATTIVITA DI PUBBLICA UTILITA Apprvat cn Deliberazine C.C. nr. 48 del 28/11/2013 Smmari Art. 1 Oggett... 3 Art. 2 Stat giuridic dei vlntari...

Dettagli

F.A.Q. MATERNITA. 1. In che cosa consistono i controlli pre-natali e cosa fare per usufruire dei relativi permessi?

F.A.Q. MATERNITA. 1. In che cosa consistono i controlli pre-natali e cosa fare per usufruire dei relativi permessi? F.A.Q. MATERNITA 1. In che csa cnsistn i cntrlli pre-natali e csa fare per usufruire dei relativi permessi? Le dipendenti gestanti hann diritt a permessi retribuiti per l'effettuazine di esami prenatali,

Dettagli

COMUNE DI SERMONETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI

COMUNE DI SERMONETA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI COMUNE DI SERMONETA (Prvincia di Latina) REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CELEBRAZIONE DEI MATRIMONI CIVILI Apprvat cn deliberazine di Cnsigli Cmunale n. 43 in data 22/12/2012 Entrat in vigre il 08/01/2012

Dettagli

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13

ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 ISTANZA di ADESIONE AL COMMA 3 DELL ART. 3 DEL DPR 59/13 Marca da bll 16,00 1 Al Respnsabile SUAP territrialmente SUAP cmpetente Via della Pineta 117 00040 Rcca Prira RM Marca da bll 1 OGGETTO: Istanza

Dettagli

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014.

Prot. n. A00DRAB 365 L Aquila, 16.01.2013. OGGETTO: Riconoscimento della parità scolastica - Indicazioni operative. Anno scolastico 2013/2014. Respnsabile del prcediment: Agnese Giusti - Tel:. 0862/574220 e-mail: agnese.giusti@istruzine.it Minister dell Istruzine, dell Università e della Ricerca Uffici Sclastic Reginale per l Abruzz Direzine

Dettagli

ABI ASSONIME ASSOSIM

ABI ASSONIME ASSOSIM ABI ASSONIME ASSOSIM Linee guida per l invi delle cmunicazini assembleari ex art. 22 del Prvvediment cngiunt Banca d Italia/Cnsb del 22 febbrai 2008 recante la disciplina dei servizi di gestine accentrata,

Dettagli

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE

COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE 1 Lrenz Dmenic Parill: e-mail: urbanistica@cmune.merne.c.it COMUNE DI MERONE REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO UFFICIO TECNICO COMUNALE C.Fisc./ P. I.V.A.: 00549420131 Tel.: 031/650000 Fax: 031/651549

Dettagli

CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA

CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA CONFERENZA EPISCOPALE LOMBARDA DIOCESI DI CREMONA DISPOSIZIONI PER LA RIPRODUZIONE DI IMMAGINI DEI BENI ARTISTICI ECCLESIASTICI 1. Riprduzini di immagini 1.1 Qualsiasi ripresa, ftgrafica, vide cn altri

Dettagli

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08

Le figure del sistema di Prevenzione aziendale secondo il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema di Prevenzine aziendale secnd il D.Lgs.81/08 Le figure del sistema SICUREZZA Rappresentante dei lavratri per la sicurezza (RLS). Datre di lavr (DL), prepsti e dirigenti. Respnsabile

Dettagli

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI

1. REQUISITI PER BENEFICIARE DEI VOUCHER 2. CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DEI VOUCHER SETTIMANALI Allegat C alla delibera di Giunta Cmunale n ----- del ------- CRITERI E MODALITA DI ASSEGNAZIONE ALLE FAMIGLIE DI 100 VOUCHER SETTIMANALI A PARZIALE COPERTURA DEL COSTO PER LA FREQUENZA AI CENTRI ESTIVI

Dettagli

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale

COMUNE DI NOVARA. IL CONSIGLIO COMUNALE Su proposta della Giunta Comunale COMUNE DI NOVARA OGGETTO: I.U.C. ANNO 2014; Aliquta Tributi Servizi Indivisibili -TASI. IL CONSIGLIO COMUNALE Su prpsta della Giunta Cmunale Premess che: l art. 1 della Legge del 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Chi deve fare la valutazione dei rischi

Chi deve fare la valutazione dei rischi VALUTARE I RISCHI L biettiv della lezine è frnire le cnscenze di base ai Rappresentanti dei lavratri per la sicurezza per metterli in cndizine di partecipare al prcess di valutazine dei rischi. Verrann

Dettagli

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015

Il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Il Cmmissari Unic delegat del Gvern per Exp Milan 2015 Milan, 15 maggi 2015 Prt. N. 74/U/2015 Ordinanza n. 2 del 15 maggi 2015 Oggett: Organizzazini di vlntariat di prtezine civile nelle attività cnnesse

Dettagli

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27

Prot. n. 6570/A23 Roma, 09/12/2015. Circolare n. 27 M I N I S T E R O D E L L I S T R U Z I O N E D E L L U N I V E R S I T À E D E L L A R I C E R C A U F F I C I O S C O L A S T I C O R E G I O N A L E P E R I L L A Z I O L I C E O S T A T A L E C L A

Dettagli

c h i e d e o nuova autorizzazione per noleggio da rimessa con conducente o sostituzione automezzo o autorizzazione per subingresso a

c h i e d e o nuova autorizzazione per noleggio da rimessa con conducente o sostituzione automezzo o autorizzazione per subingresso a Md. DNO 4443 AL COMUNE di BUCINE Impsta di bll OGGETTO: TRASPORTI Dmanda autrizzazine per il servizi di nleggi da rimessa cn cnducente. Il sttscritt nat a il residente a Via/P.zza/Fraz. n. Cdice fisc.

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * *

TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * * TRIBUNALE CIVILE DI BOLOGNA GIUDICE DELEGATO DR. MAURIZIO ATZORI CURATORE DOTT.SSA CRISTINA BENINI * * * FALLIMENTO IF ENERGIA Spa * * * CONSISTENZA E UBICAZIONE IMMOBILI N. 79/14 R.G. LOTTO 4 (n 1 immbiliare)

Dettagli

MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO

MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO MODULO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI RECESSO Mittente Nme: Cgnme: Indirizz: CAP: Città: E-mail: Telefn: Numer d rdine: Data di cnsegna: Cp.va Venditrice: DESTINATARIO MERCE COOP ITALIA CONS.NAZ.NON ALIM.

Dettagli

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o

inquinamento acustico inquinamento elettromagnetico o o o o o 1 TUTELA DELL ARIA impianti industriali inquinament atmsferic (cause antrpiche) veicli a mtre impianti termici inquinament acustic Inquinament dell aria inquinament elettrmagnetic Elettrdtti Impianti radielettrici

Dettagli

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE

QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE STRUMENTO N 5 QUESTIONARIO SERVIZI ON LINE MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Fnd Pensine Nazinale per il Persnale delle Banche di Credit Cperativ / Casse Rurali ed Artigiane Iscritt all Alb tenut dalla Cvip cn il n. 1386 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE PREMESSA Le infrmazini cntenute

Dettagli

La certificazione energetica degli edifici

La certificazione energetica degli edifici La certificazine energetica degli edifici Che cs è la certificazine energetica? si definisce certificazine energetica il cmpless delle perazini svlte da un tecnic abilitat per il rilasci dell attestat

Dettagli

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo

Comunicazione di inizio lavori attività edilizia libera che non necessita di titolo abilitativo AL RESPONSABILE DEL SETTORE III Gestine del territri DEL COMUNE DI BRUSAPORTO Cmunicazine di inizi lavri attività edilizia libera che nn necessita di titl abilitativ ai sensi dell art. 6 cmma 2 del D.P.R.

Dettagli

La Carta Acquisti è una carta di pagamento elettronico, le spese sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.

La Carta Acquisti è una carta di pagamento elettronico, le spese sono addebitate e saldate direttamente dallo Stato. La Carta Acquisti Scial - Card La Carta Acquisti è una carta di pagament elettrnic, le spese sn addebitate e saldate direttamente dall Stat. E spendibile press gli esercizi cmmerciali cnvenzinati e permette

Dettagli

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche)

Ascensori e montacarichi (Prescrizioni particolari e verifiche) Ascensri e mntacarichi (Prescrizini particlari e verifiche) Ultim aggirnament: 1 apr. 2008 Prescrizini particlari Cmand di emergenza (vedi scheda "Cmand di emergenza"): In base al DM 8/3/85 il cmand di

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 DOCUMENTO FIRMATO DIGITALMENTE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 124 del 27/08/2015 OGGETTO: PROVVEDIMENTI IN MERITO ALLA DELIBERAZIONE DELL'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA'

CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' Allegat parte integrante Allegat n. 2 ALLEGATO N. 2 CRITERI DI AMMISSIONE A FINANZIAMENTO DELLA QUOTA RISERVATA ALLA PROGRAMMAZIONE DEGLI INVESTIMENTI DELLE COMUNITA' La quta di risrse riservata alle Cmunità

Dettagli

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1

POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Competitività BANDO PUBBLICO. Voucher Startup Incentivi per la competitività delle Startup innovative ALLEGATO 1 POR FESR Sardegna 2007-2013 Asse VI Cmpetitività BANDO PUBBLICO Vucher Startup Incentivi per la cmpetitività delle Startup innvative ALLEGATO 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE DATI IMPRESA TRATTAMENTO DEI DATI

Dettagli

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO

MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Cmune di Terruggia Servizi Tecnic Via Marcni, 9 15030 Terruggia (AL) Tel.0142.401400 Fax 0142.401471 e-mail: tecnic@cmune.terruggia.al.it C.F. 00458160066 MATERIALI CONTENENTI AMIANTO Elenc nn esaustiv

Dettagli

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET

QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET STRUMENTO N 7 QUESTIONARIO VALUTAZIONE SITO INTERNET MigliraPA è un prgett del Dipartiment per la Funzine Pubblica realizzat da FORUM PA e Lattanzi E Assciati. 06.684251 inf@miglirapa.it http://www.qualitapa.gv.it/it/custmer-satisfactin/miglirapa/

Dettagli

Prov. di Ragusa. Sportello Unico Attività Produttive S.U.A.P. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) ALBERGO/MOTEL/VILLAGGIO ALBERGO

Prov. di Ragusa. Sportello Unico Attività Produttive S.U.A.P. SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) ALBERGO/MOTEL/VILLAGGIO ALBERGO Data di avvi del Prcediment PROTOCOLLO Respnsabile del prcediment COMUNE DI MODICA Prv. di Ragusa Sprtell Unic Attività Prduttive S.U.A.P. SUAP Sprtell Unic Attività Prduttive C.s Umbert I n 149 97015

Dettagli

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori,

Tale autocertificazione non è comunque consentita, nonostante il numero dei lavoratori, Sede Operativa: Viale Svezia 20 35020 Pnte San Niclò (PD) Tel. 049/8033033 Fax 049/8591204 www.idramanagement.cm inf@idramanagement.cm Oggett: dcument di valutazine dei rischi pubblicate le prcedure standardizzate

Dettagli

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA

Tabarelli Giulio -Ingegnere Ambientale REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA REGIONE DEL VENETO PROVINCIA DI VERONA COMUNE DI SOMMACAMPAGNA PROGETTO DI NUOVA REALIZZAZIONE IMPIANTO DI RECUPERO RIFIUTI INERTI DEL COMPARTO EDILE SCAVI MEC S.R.L. Via dell Industria, 27 Smmacampagna

Dettagli

Regolamento Campionati Pallavolo AICS Roma (AGGIORNAMENTO 30 DICEMBRE 2014) Le modifiche di rilievo sono evidenziate con il colore giallo

Regolamento Campionati Pallavolo AICS Roma (AGGIORNAMENTO 30 DICEMBRE 2014) Le modifiche di rilievo sono evidenziate con il colore giallo Reglament Campinati Pallavl AICS Rma (AGGIORNAMENTO 30 DICEMBRE 2014) Le mdifiche di riliev sn evidenziate cn il clre giall 1 Indice 1. SISTEMA DI PUNTEGGIO... 3 2. REGOLAMENTO... 3 2.1. OPEN VOLLEY...

Dettagli

CASA DI RIPOSO COMM. A. MICHELAZZO Sossano (VI)

CASA DI RIPOSO COMM. A. MICHELAZZO Sossano (VI) CASA DI RIPOSO COMM. A. MICHELAZZO Sssan (VI) Prt. n. 1170 Sssan, 21/08/2013 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI UN POSTO IN CATEGORIA C CON QUALIFICA DI INFERMIERE PROFESSIONALE. (art. 30

Dettagli

COMUNE DI BAGNACAVALLO (Provincia di Ravenna)

COMUNE DI BAGNACAVALLO (Provincia di Ravenna) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI MUTUI AGEVOLATI FINALIZZATI ALL ACQUISIZIONE DELLA PRIMA CASA A BAGNACAVALLO Art. 1 - Premessa Il Cmune di Bagnacavall pne in essere azini finalizzate a favrire l increment

Dettagli

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A

all interno del quale la sottoscritta svolge il ruolo di mandataria o responsabile del consorzio. D I C H I A R A ALLEGATO 1 DICHIARAZIONE ED ISTANZA DI PARTECIPAZIONE PER CONCORRENTI SINGOLI, SOCIETA MANDATARIE (IN CASO DI R.T.I.) O SOCIETA RESPONSABILI DEL CONSORZIO resa ai sensi degli articli 38, 46 e 47 D.P.R.

Dettagli

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA

Regione del Veneto AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Regine del Venet AZIENDA U.L.S.S. N. 16 PADOVA Accrd Cntrattuale ex art. 17 l.r. 16.8.2002, n. 22 ed art. 8 quinquies d.lgs. 30.12.1992, n. 502 tra L Azienda Ulss e gli ergatri privati accreditati per

Dettagli

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA

ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA ALLEGATO A SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA PER LA REALIZZAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI CONNESSI ALLA RETE DI POTENZA NOMINALE COMPRESA TRA 20 E 50 kw p SCOPO L scp della presente specifica è quell di

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE SISTEMA INFORMATIVI ASSOCIATI --- SIA Determinazine dirigenziale Registr Generale N. 170 del 11/03/2015 Registr del Settre N. 30 del 09/03/2015 Oggett: Acquist del servizi di access ai dati del

Dettagli

3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA. S.S. S. Giorgio Jonico s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981

3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA. S.S. S. Giorgio Jonico s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981 3 REPARTO GENIO A.M. RELAZIONE TECNICO - DESCRITTIVA S.S. S. Girgi Jnic s.n.c. GROTTAGLIE (TA) ATA0981 1 Indice 1. OGGETTO E SCOPO DELLA RELAZIONE 2. UBICAZIONE 3. DESCRIZIONE E STATO DI MANUTENZIONE 4.

Dettagli

COMUNE DI VERRAYES. n. 42 del 27/12/2012. OGGETTO: Adozione variante non sostanziale al P.R.G.C.: aggiornamento parziale tab.

COMUNE DI VERRAYES. n. 42 del 27/12/2012. OGGETTO: Adozione variante non sostanziale al P.R.G.C.: aggiornamento parziale tab. Originale REGIONE AUTONOMA VALLE D AOSTA RÉGION AUTONOME VALLÉE D AOSTE COMUNE DI VERRAYES Verbale di deliberazine del Cnsigli cmunale n. 42 del 27/12/2012 OGGETTO: Adzine variante nn sstanziale al P.R.G.C.:

Dettagli

Modello EM-SUB: Dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare subordinato ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo n.109 del 16 luglio 2012

Modello EM-SUB: Dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare subordinato ai sensi dell'art. 5 del decreto legislativo n.109 del 16 luglio 2012 Mdell EM-SUB: Dichiarazine di emersine dal lavr irreglare subrdinat ai sensi dell'art. 5 del decret legislativ n.109 del 16 lugli 2012 Istruzini di cmpilazine In attuazine della direttiva 2009/52/CE vlta

Dettagli

PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Economico Finanziari Servizio Personale- Servizi Scolastici DETERMINAZIONE N 47 DEL 11.7.2013

PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Economico Finanziari Servizio Personale- Servizi Scolastici DETERMINAZIONE N 47 DEL 11.7.2013 COMUNE DI SAN MARCELLO PISTOIESE PROVINCIA DI PISTOIA 2^ AREA Servizi Ecnmic Finanziari Servizi Persnale- Servizi Sclastici DETERMINAZIONE N 47 DEL 11.7.2013 OGGETTO: Riscssine cattiva entrate cmunali.

Dettagli

TEATRO LIRICO DI CAGLIARI

TEATRO LIRICO DI CAGLIARI (in carta libera) Cttim fiduciari per servizi di manvalanza - CIG 3469513CB0 Il sttscritt nat a Prv cittadin italian vver cittadin dell Stat (appartenente all Unine Eurpea) vver cittadin dell Stat e residente

Dettagli

[da rendere su carta intestata della concorrente]

[da rendere su carta intestata della concorrente] Spett. Camera di Cmmerci I.A.A. di Verna Crs Prta Nuva n. 96 37122 Verna Oggett: ISTANZA DI QUALIFICAZIONE PER IL PUBBLICO INCANTO PER L ALIENAZIONE DI PARTECIPAZIONI DETENUTE DALLA CCIAA DI VERONA Il/la

Dettagli

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti;

Premesso che. 4. che un ulteriore trasferimento ad altro fondo sia autorizzato solo alle medesime condizioni di cui ai punti precedenti; Cpia per l Aderente DOCUMENTO INTEGRATIVO PER EX FUNZIONARI ED EX AGENTI DELLE COMUNITA EUROPEE RELATIVO AL TRASFERIMENTO DELLE SOMME ACCUMULATE NEL REGIME PENSIONISTICO DELLE COMUNITA EUROPEE Premess

Dettagli

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO

PROGETTO I - CAST Integrazione delle ICT nella catena del valore delle imprese del sistema Tessile Abbigliamento AVVISO PROGETTO I - CAST Integrazine delle ICT nella catena del valre delle imprese del sistema Tessile Abbigliament AVVISO Dispnibilità della piattafrma tecnlgica di scambi dcumentale Pagina 1 di 7 1. PREMESSA

Dettagli

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai

Procedura operativa per l'organizzazione del servizio alternativo di fornitura gas mediante carri bombolai Prcedura perativa per l'rganizzazine del servizi alternativ di frnitura gas mediante carri bmblai La presente prcedura descrive le mdalità di attivazine e di ergazine del servizi alternativ di frnitura

Dettagli

COMUNE DI COLONNA. Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP

COMUNE DI COLONNA. Provincia di Roma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP COMUNE DI COLONNA Prvincia di Rma REGOLAMENTO PER LA TRASFORMAZIONE DEL DIRITTO DI SUPERFICIE IN DIRITTO DI PROPRIETA NELLE AREE PEEP (art. 31 cmma 45 e ss. Legge n. 448 del 23 dicembre 1998 e ss.mm.ii.)

Dettagli

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA

COMUNE di IMPRUNETA Provincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA COMUNE di IMPRUNETA Prvincia di Firenze SERVIZIO GESTIONE DEL TERRITORIO UFFICIO EDILIZIA PUBBLICA E PRIVATA (spazi riservat all uffici Prtcll) (spazi riservat all uffici Edilizia Privata) Al Dirigente

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE dell Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino con sede in Thiene (VI), via Rasa 9

IL DIRETTORE GENERALE dell Azienda U.L.SS. n. 4 Alto Vicentino con sede in Thiene (VI), via Rasa 9 AVVISO PUBBLICO riservat ai sggetti di cui all art. 1 della Legge n. 68/1999 per la selezine mediante chiamata numerica a sensi dell art. 9, cmma 5, della Legge 12 marz 1999, n. 68 di n. 3 COADIUTORI AMMINISTRATIVI

Dettagli

DICHIARAZIONE ICEF QUADRI C3 e C4

DICHIARAZIONE ICEF QUADRI C3 e C4 DICHIARAZIONE ICEF QUADRI C3 e C4 C3 - REDDITI DA LAVORO AUTONOMO PROFESSIONALE E DA IMPRESA INDIVIDUALE Va espst il reddit calclat sulla base dei parametri e degli studi di settre (valre puntuale) se

Dettagli

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia

C O M U N E D I M I R A Provincia di Venezia ORIGINALE C O M U N E D I M I R A Prvincia di Venezia Lavri Pubblici\\Edilizia pubblica e prgettazine realizzazine Infrastrutture, D. Lgs 81/2008 DETERMINAZIONE DI IMPEGNO N 1938 Del 12/10/2012 Oggett:

Dettagli