i libri professionale area DIRITTO AMMINISTRATIVO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "i libri professionale area DIRITTO AMMINISTRATIVO"

Transcript

1 G. Giappichelli Editore Ufficio commerciale via Po, Torino tel fax novità marzo 2015 multimedia La prima BANCA DATI interamente dedicata al rapporto tra informatica, diritto e attività forense (pag. 28) PolisWeb Deposito Telematico Pratiche Virtuale Agenda Fattura PA Posta e Pec Timesheet È il gestionale cloud. Semplice, professionale, conveniente Documenti Scadenze Parcelle (pag. 24) le BANCHE DATI de IL FORO ITALIANO un nuovo look e nuove funzionalità (pag. 22)

2 i libri area professionale DIRITTO AMMINISTRATIVO FRANCESCO MERLONI, RAFFAELE CANTONE La nuova Autorità nazionale anticorruzione Focus. n. 10 pp. XII ,00 ISBN Gli Autori. Presentazione (R. Cantone e F. Merloni). I. La soppressione dell AVCP e il trasferimento delle funzioni all ANAC (M. Corradino e I. Lincesso). II. Il piano di riordino dell ANAC: un nuovo modello per una gestione efficiente (A. Bianconi e C. Bova). III. Il trasferimento al Dipartimento della Funzione Pubblica delle funzioni in materia di performance (E. Midena). IV. Il trasferimento all ANAC delle funzioni in materia di prevenzione della corruzione (M. De Rosa e F. Merloni). V. Le funzioni dell ANAC tra cultura della trasparenza e prevenzione della corruzione (I. Nicotra e F. Di Mascio). VI. Le nuove sanzioni dell ANAC e la relativa giurisdizione (B. Neri e V. Scaffa). VII. I poteri del Presidente dell ANAC nel d.l. n. 90 (R. Cantone e B. Coccagna). VIII. Il contributo dell ANAC alla diffusione della cultura della legalità. In particolare: la formazione dei dipendenti pubblici (N. Parisi e S. Vitrano). IX. L ANAC nel contesto delle relazioni internazionali (G. Abbatino e N. Parisi). X. L ANAC nella riforma della pubblica amministrazione (d.d.l. n. 1577) (F. Merloni). XI. L ANAC nella riforma della disciplina dei contratti pubblici: il recepimento delle direttive appalti (M. Corradino e B. Neri). 2 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

3 DIRITTO COMMERCIALE CARLO MARCHETTI La responsabilità degli amministratori nelle società di capitali pp. XIV ,00 ISBN I. La responsabilità degli amministratori di s.p.a. nei confronti della società (art c.c.) (G. Terranova). II. Azione sociale e azione di responsabilità esercitata dai soci: aspetti procedurali (V. Jacometti e F. Poliani). III. Responsabilità verso i creditori sociali (art. 2394) e azioni di responsabilità nelle procedure concorsuali (art bis) (J. Frontali). IV. Azione individuale del socio o del terzo (art c.c.) (L. Velliscig). V. La responsabilità degli amministratori nella s.r.l. (A. De Costa e R. de Paoli Ambrosi). VI. Profili comparati (G. Terranova). GIAN CARLO M. RIVOLTA Diritto delle società. Profili generali Trattato di Diritto Commerciale diretta da Vincenzo Buonocore pp. X ,00 ISBN Ai lettori. I. Nozione giuridica di società e fonti del diritto societario. II. Società, contratto, impresa. III. Autonomia privata, tipicità delle società, tipologie partecipative. IV. Soggettività, personalità, responsabilità. V. Clausole, principi, tendenze. Indice delle principali fonti normative. Indice degli Autori. Indice analitico. Per approfondimenti su Trattato, elenco dei volumi pubblicati e offerta speciale* consultare la pagina dedicata sul nostro sito * Acquistando, in unica soluzione, almeno 10 volumi del Trattato, si ha diritto ad uno sconto del 10%. G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

4 IL NUOVO DIRITTO DEL LAVORO Collana diretta da LUIGI FIORILLO e ADALBERTO PERULLI Una collana, diretta dal Prof. Luigi Fiorillo e dal Prof. Adalberto Perulli, con la collaborazione di una equipe eterogenea di professionisti, magistrati e professori che si propone di affrontare i nuovi temi del diritto del lavoro nell ottica dei futuri sviluppi del Job Act e delle nuove tendenze riformatrici della materia e che riprendendo ogni tema già approfonditamente affrontato nel Trattato sul nuovo diritto del Lavoro, fornisce all operatore del diritto l analisi delle novità e dei cambiamenti dei vari istituti del diritto del lavoro. Un aggiornamento costante, non scevro, però, dall indispensabile grado di scientificità necessario per lo svolgimento dell attività giuridica. LUIGI PERINA, GIANPIERO M. BELLIGOLI vol. I. Il rapporto di agenzia Aggiornato al nuovo Accordo Economico Collettivo prefazione di Adalberto Perulli pp. 370 ca. 40,00 ISBN Sez. I. Profili generali - 1. Il Jobs Act e il contratto a tutele crescenti. Una prospettiva comparata ed europea L ambito di applicazione della nuova disciplina La tutela crescente dei lavoratori nel cambio di appalto. - Sez. II. Il nuovo regime di tutela nei licenziamenti individuali e collettivi La tutela reintegratoria tra ipotesi di nullità e di inefficacia La tutela del lavoratore in caso di licenziamento per giusta causa e giustificato motivo I nuovi effetti del licenziamento per vizi formali e procedurali La nuova conciliazione La questione della qualificazione del fatto nell interpretazione di dottrina e giurisprudenza I licenziamenti collettivi. - Sez. III. La nuova assicurazione sociale per l impiego I nuovi trattamenti di disoccupazione: a piccoli passi verso l Europa La riforma dell ASPI nell ambito del Jobs Act: nasce la NASPI. Come cambia il sussidio di disoccupazione. Le ulteriori novità: la Dis-Coll e l Asdi. vol. II. Contratto a tutele crescenti e NASPI Decreti legislativi n del 4 marzo 2015 a cura di L. Fiorillo e A. Perulli pp. 350 ca. ISBN di prossima pubblicazione vol. III. Tipologie contrattuali e la nuova disciplinadelle mansioni a cura di Luigi Fiorillo e Adalberto Perulli pp. 350 ca. ISBN vol. IV. I contratti di solidarietà intergenerazionale. Nuove politiche attive per il lavoro a cura di Giuseppe Sigillò Massara pp. 350 ca. ISBN iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

5 DIRITTO DEL LAVORO JOBS ACT ROBERTO PESSI, CARLO PISANI, GIAMPIERO PROIA, ANTONIO VALLEBONA Jobs act e licenziamento pp.x ,00 ISBN Prime riflessioni sui decreti attuativi del Jobs Act (R. Pessi) Il nuovo regime di tutele per il licenziamento ingiustificato (C. Pisani. 3. Il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti (G. Proia). 4. Jobs Act e licenziamento (A. Vallebona) DIRITTO PENALE ALESSANDRO DE NICOLA Organismo di vigilanza pp. 200 ca. 22,00 ISBN Focus Prefazione. Postfazione. Introduzione. 1. Ambito dell indagine. 2. Natura giuridica. 3. La disciplina dell Organismo di Vigilanza. 4. OdV e legge anticorruzione. 5. La respon-sabilità dell OdV. 6. Considerazioni conclusive. - Materia-li. Bibliografia. - Indice della giurisprudenza. - Indice analitico. BENIAMINO DEIDDA, LISA MONNI La responsabilità penale del medico del lavoro pp. X ,00 ISBN Focus n. 09 I. Il medico competente nell evoluzione della legislazione italiana. II. La figura del medico competente. III. Gli obblighi del medico competente. IV. I compiti del medico competente. V. Il rischio lavorativo collegato all assunzione di alcol e i compiti del medico competente. VI. Il rapporto tra il medico competente e gli altri soggetti della prevenzione. VII. Il medico competente e gli organi di vigilanza. VIII. La responsabilità penale del medico competente. Bibliografia. Indice della giurisprudenza. Indice analitico. G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

6 DIRITTO PRIVATO GABRIELE FORNASARI, UMBERTO IZZO, LEONARDO LENTI, FRANCESCO MORANDI vol. III. L acqua. Mare, laghi e fiumi pp. XXXIV ,00 ISBN PREZZO SPECIALE La responsabilità civile e penale negli sport del turismo Acronimi. - Informazioni sui Curatori e gli Autori. - Introduzione. - La dimensione turistica degli sport dell acqua e il piano dell opera. - Parte I: I pre-supposti per lo svolgimento degli sport dell acqua Competenze e regime amministrativo (A. Nocerino Grisotti) Sport dell acqua e ruolo del Coordinamento delle Regioni (L. Nicotera) Il diritto privato regionale degli sport dell acqua (L. Nicotera) Profili sanzionatori della legislazione regionale in tema di sport dell acqua (G. Fornasari) I porti turistici (A. Claroni).- 6. Il demanio marittimo (C. Angelone) Il demanio fluviale e lacustre (V. Satta).- 8. I lidi e le concessioni demaniali marittime per lo svolgimento di attività sportivo-ricreative (N. Liberatoscioli). - Parte II: La responsabilità civile e penale negli sport dell acqua Garantire la sicurezza in mare: profili penale e attività di polizia (S. Rossi e F. Bisanti). - Sez. I: I soggetti garanti della sicurezza in mare nel diritto penale. - Sez. II: Le autorità preposte alla sicurezza e alla polizia della navigazione Insegnamento e sport dell acqua: profili generali (G. de Bertolini e S. Rossi) Il diporto nautico: regole di sicurezza e responsabilità (A. Claroni, M. Badagliacca, N. Romana, A. Corrado e S. Rossi). - Sez. I: La responsabilità civile, i contratti di utilizzazione di unità da diporto e il contratto di locazione finanziaria di unità da diporto nel settore sportivo e turistico. - Sez. II: L urto fra unità. - Sez. III: La responsabilità del diportista nei confronti dei terzi. - Sez. IV: Il concorso fra responsabilità contrattuale ed extracontrattuale. - Sez. V: I formulari di contratto relativi alla costruzione e alla distribuzione commerciale delle unità da diporto. - Sez. VI: La responsabilità penale Sport motoristici sull acqua: regole di sicurezza e responsabilità (M.I.A. Pisanu, A.L.M. Sia e S. Rossi). - Sez. I: Gli sport motoristici sull acqua. Regole di responsabilità. - Sez. II: Lo sci nautico e il wakeboard. - Sez. III: La responsabilità penale Sport velistici: regole di sicurezza e responsabilità (L. Trovò, S. Bevilacqua e S. Rossi). - Sez. I: La vela. - Sez. II: La responsabilità civile. - Sez. III: Veleggiare in gara. - Sez. IV: La responsabilità penale nel corso della navigazione di unità veliche e delle regate nautiche Le tavole a propulsione eolica: il windsurf e il kitesurf (R. Ducato e S. Rossi). - Sez. I: Regole di sicurezza e responsabilità. - Sez. II: L attività agonistica Gli sport fluviali o da discesa lungo i corsi d acqua: regole di sicurezza e responsabilità (M. Cocuccio e S. Rossi).- Sez. I: Disciplina delle attività sportive. - Sez. II: La responsabilità civile. - Sez. III. La responsabilità penale Il divertimento in acqua: regole di sicurezza e responsabilità (M.A. Cappelli e S. Rossi). - Sez. I: Piscina e parco acquatico. - Sez. II: Water fun sports. - Sez. III: La responsabilità penale Sport subacquei: regole di sicurezza e responsabilità (S. Di Paola e S. Rossi). - Sez. I: Discipline e profili di responsabilità civile. - Sez. II: La responsabilità penale I «servizi balneari» e la responsabilità del gestore di stabilimento e dell assistente bagnanti (N. Liberatoscioli) Pesca e turismo: regole di sicurezza e responsabilità (N. Carnimeo, V. Prudente, M. La Torre e S. Rossi). - Sez. I: La pesca sportiva. - Sez. II: Il pescaturismo. - Sez. III: La responsabilità penale Le responsabilità dei dirigenti delle associazioni sportive dilettantistiche negli sport dell acqua (G. de Bertolini) I danni risarcibili (A. Masutti e A. Carpineta) Profili assicurativi degli sport dell acqua (M. Carretta). - Bibliografia. già pubblicati vol. I. La montagna a cura di U. IZZO pp. XXVI ,00 ISBN vol. II. L Aria F. MORANDI, U. IZZO pp. XXXII ,00 ISBN iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

7 LA RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE NEGLI SPORT DEL TURISMO Trattato diretto da Gabriele Fornasari, Umberto Izzo, Leonardo Lenti, Francesco Morandi ACQUISTO OPERA INTEGRALE 3 VOLUMI al prezzo di 150,00 anziché 196,00 ISBN MARIO NUZZO (a cura di) Il principio di sussidiarietà nel diritto privato I - Potere di autoregolamentazione e sistema delle fonti. Autonomia privata e diritto di famiglia. Attività negoziale e composizione alternativa delle liti pp. XVIII ,00 ISBN Autori. Prefazione. Parte I. Potere di autoregolamentazione e sistema delle fonti. Sezione I. L esperienza italiana. La sussidiarietà nel linguaggio dei giuristi (R. Carleo). Sussidiarietà orizzontale e dinamica degli spazi sociali. Ipotesi per una corologia giuridica (M. Ricca). Il problema della giuridicità delle regole deontologiche delle professioni (A. Bellelli). Regole deontologiche delle professioni e principio di sussidiarietà (E. del Prato). I codici delle professioni e dell impresa nel quadro del principio di sussidiarietà (E. Bellisario). Principio di sussidiarietà e regole deontologiche: il ruolo della deontologia notarile tra libertà di concorrenza e correttezza professionale (R. Carrano). Ordinamento del notariato e principio di sussidiarietà (G. Celeste). Codice deontologico e responsabilità del medico (M. Pucci). Deontologia medica e regole di responsabilità alla luce del principio di sussidiarietà (A. Valongo). Legge di riforma e Codice deontologico forense (M.L. Magno). Carta delle fondazioni e ordinamento del terzo settore (L. Fernández del Moral Domínguez). Codici di autoregolamentazione, uso della rete e informazione dell utente (G.L. Fusco). Sussidiarietà orizzontale e ordinamento sportivo (M. Cimmino). Sussidiarietà e regole di validità dei contratti sportivi (G. Santorelli). Sezione II. L esperienza di Brasile, spagna, Germania, Grecia, Gran bretagna. Norme deontologiche delle professioni e principio di sussidiarietà orizzontale nell ordinamento brasiliano (M. Fridolin Sommer Santos). Etica e regole deontologiche delle professioni e principio di sussidiarietà. Il valore giuridico dei codici deontologici professionali nell ordinamento spagnolo (E. Llamas Pombo). La giuridicità delle regole deontologiche delle professioni nell ordi-namento tedesco (U. Stein). The Legal Value of Codes of Professional Conduct in the Greek Legal System (Mm. M. Ismini Kriari). The Increasing Importance of Codes of Conduct in the English and Welsh Legal System (A. Sherr and S. Thomson). Parte II. Autonomia privata e diritto di famiglia. Sezione I. L esperienza italiana. Il principio di sussidiarietà nel diritto di famiglia (R. Giampietraglia). Il mosaico delle famiglie nel sistema della Costituzione (A. Papa). Patti di famiglia: competenza normativa dell ordinamento e competenza dispositiva dei privati nel prisma della sussidiarietà (L. Rossi Carleo). Sussidiarietà ed accordi prematrimoniali (R. Bocchini). Gli accordi dei genitori sull affidamento dei figli (E. Bellisario). L affidamento condiviso tra autonomia privata e controllo del giudice (M. Romano). Accordi a latere nella separazione tra autonomia privata e poteri del giudice (F. Zagaria). Sezione II. L esperienza spagnola. Los protocolos familiares: concepto, contenido típico y publicidad (E. Serrano Gómez). La autonomía de la voluntad en la filiación: G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

8 los reconocimientos de complacencia (MP. Represa Polo). La custodia compartida: Modelo ideal de convivencia en situaciones de crisis matrimonial? (J. Ortega Doménech). La situación de las parejas no casadas en España (C. De Amunátegui Rodríguez). Acuerdos prematrimoniales: modelos preventivos de resolución de conflictos matrimoniales (L.A. Anguita Villanueva). Parte III. Attività negoziale e composizione alternativa delle liti. Principio di sussidiarietà sociale e diritto privato (E. del Prato). La tipizzazione dei contratti tra modelli normativi e autoregolazione (L. Rossi Carleo). Potere normativo dei privati, clausole generali e disciplina dei contratti (F. Ricci). Il nuovo riparto di competenze tra legislazione e giurisdizione (G. Furgiuele). Soft law e governance: i fallimenti del mercato e l esperienza dell Arbitro Bancario Finanziario (M. Rabitti). Principio di sussidiarietà e risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia bancaria: l esperienza dell Arbitro Bancario Finanziario (P. Bartolomucci). Negoziazione assistita e mediazione familiare nella prospettiva della sussidiarietà (A. Cilento). II - Coordinamento tra imprese. Responsabilità patrimoniale del debitore. Soluzione negoziale delle crisi d impresa pp. XIV ,00 ISBN Gli Autori. Prefazione. Parte I. Coordinamento tra imprese. Sezione I. Profili giuridici. Autonomia organizzativa e sussidiarietà orizzontale nella disciplina del contratto di rete (R. Rametta). Contratto di rete: piano industriale e disciplina dei contratti di attuazione (M. Nuzzo). La destinazione patrimoniale nella disciplina dei contratti di rete (M. Bianca). Autonomia del patrimonio, autonomia dalla soggettività : l impresa di rete (M. Sciuto). Il contratto di rete e la disciplina della concorrenza (M. Gullì). Sezione II. Profili economicoaziendali. Competitività territoriale e sussidiarietà: lo strumento contratto di rete (F.M. Olivieri). Gli elementi gestionali dei contratti di rete: prime evidenze dall analisi dei contratti (L. Martiniello). Parte II. Responsabilità patrimoniale del debitore. Indivisibilità del patrimonio e responsabilità del debitore: riflessioni sull attualità di un dogma (M. Nuzzo). Sussidiarietà, autonomia privata e limiti alla responsabilità patrimoniale (A. Fusaro). I patrimoni destinati ad uno specifico affare, dalla società per azioni alla sussidiarietà orizzontale (L. Salamone). Fondi comuni d investimento, vincoli di destinazione e trascrizione (R. Rametta). Le clausole regolative dei rapporti intergestori (M. Saraceno). Il contratto di fiducia tipico (G. Iaccarino). Vincolo testamentario di destinazione, sistema rimediale e annualità successive (A. De Donato). Il vincolo testamentario di destinazione (C. D Aprea). Osservazioni sul fondo patrimoniale e atto di destinazione (M. Bellinvia). Patrimoni destinati e meritevolezza degli interessi (G. Pongelli). Autonomía de la voluntad y patrimonio protegido. La constitución voluntaria del patrimonio protegido y la mejora sucesoria de los hijos comunes (M.T. Álvarez Moreno). Parte III. Soluzione negoziale delle crisi d impresa. La soluzione negoziale della crisi d impresa: profili comparatistici (D. Benincasa). La gestione della crisi d impresa nel diritto interno: profili storico-sistematici (R. Rametta). Insolvenza e crisi nella vigente legge fallimentare (M.F. Campagna). Composizione della crisi da sovraindebitamento e controllo del giudice in sede di omologazione (R. Carleo e F. Trubiani). I piani di risanamento: struttura e funzione (A. Belisario). Piani di risanamento e favor per la soluzione negoziale della crisi (C. D Aprea). Attestazione del piano di risanamento e responsabilità del professionista (E. Ferricelli). La natura degli accordi di ristrutturazione (M. Onorato). Accordi di ristrutturazione: elementi costitutivi, funzione e rimedi (R. Tuccillo). Accordo di ristrutturazione ed effetti inter partes (G. Di Lorenzo). Accordi di ristrutturazione dei debiti e creditori non aderenti (M.P. Pignalosa). La relazione del professionista negli accordi di ristrutturazione dei debiti (A. Gallo Carrabba). Il concordato preventivo (A. Azara). 8 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

9 DIRITTO PROCESSUALE CIVILE CRISANTO MANDRIOLI, ANTONIO CARRATTA DIRITTO PROCESSUALE CIVILE XXIV edizione EDIZIONE IN COFANETTO vol. I - Nozioni introduttive e disposizioni generali pp.xvi ,00 ISBN Premessa alla ventiquattresima edizione. Premessa alla ventitreesima edizione. I. L attività giurisdizionale. II. Il processo e i suoi requisiti. III. La situazione giuridica globale del soggetto che chiede la tutela: l azione. IV. La situazione giuridica globale del soggetto che presta la tutela: il dovere decisorio del giudice e i suoi limiti. V. La situazione giuridica globale del soggetto contro il quale è chiesta la tutela: il convenuto. VI. L individuazione dell oggetto del processo: identità delle azioni e limiti della cosa giudicata connessione e concorso di azioni. VII. Il giudice, i suoi ausiliari e gli uffici complementari. Sez. prima. La giurisdizione. Sez. seconda. La competenza. Sez. terza. Le garanzie dell imparzialità del giudice, gli uffici complementari e gli ausiliari del giudice. VIII. Le parti e i difensori. Sez. prima. Qualità di parte, capacità processuale, legittimazione processuale e rappresentanza processuale. Sez. seconda. I difensori e i consulenti tecnici di parte. Sez. terza. I doveri e le responsabilità delle parti e dei difensori. Sez. quarta. Pluralità di parti (litisconsorzio) e mutamenti nella posizione delle parti (intervento, estromissione, successione). IX. Il pubblico ministero. X. Gli atti processuali. Sez. prima. La disciplina formale degli atti del processo in generale. Sez. seconda. Provvedimenti del giudice, comunicazioni e notificazioni. Sez. terza. La nullità degli atti processuali. XI. Il codice vigente ed i principi ai quali è ispirato. vol.ii - Il processo ordinario di cognizione pp.xvi ,00 ISBN Premessa alla ventiquattresima edizione. Premessa alla ventitreesima edizione. I. La disciplina del rito ordinario di cognizione nei suoi aspetti generali. II. Il rito ordinario di cognizione. La fase introduttiva. III. La fase di istruzione. Sez. prima. L istruzione in senso ampio. Sez. seconda. La comparizione e la trattazione. Sez. terza. L intervento dei terzi. Sez. quarta. La rimessione della causa al collegio o in decisione. Sez. quinta. Le cause riservate alla decisione collegiale e il procedimento davanti al tribunale in composizione monocratica. IV. L istruzione in senso stretto o istruzione probatoria. Sez. prima. La prova in generale. Sez. seconda. I procedimenti istruttori di integrazione. Sez. terza. Le regole generali sull assunzione dei mezzi di prova. Sez. quarta. Le prove precostituite o documenti. Sez. quinta. Le prove costituende e il rendimento dei conti. V. La fase di decisione. VI. Le vicende anormali del processo. VII. Particolarità del processo davanti al giudice di pace. VIII. Le impugnazioni. Sez. prima. Le impugnazioni in generale. Sez. seconda. L appello. Sez. terza. Il ricorso per cassazione e il giudizio di rinvio. G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

10 vol. III - I procedimenti speciali. L arbitrato, la mediazione e la negoziazione assistita pp.xiv ,00 ISBN EDIZIONE IN COFANETTO Premessa alla ventiquattresima edizione. Premessa alla ventitreesima edizione. I. I procedimenti e i riti speciali in generale. II. I procedimenti speciali di cognizione. III. I procedimenti sommari di accertamento con prevalente funzione esecutiva. Sez. prima. Il procedimento d ingiunzione. Sez. seconda. Il procedimento per convalida di sfratto. IV. I procedimenti di cognizione speciali non sommari. Sez. prima. I procedimenti in materia di stato e capacità delle persone. Sez. seconda. Il giudizio di divisione. V. Il processo del lavoro e le disposizioni processuali in materia locatizia e di contratti agrari. Sez. prima. Generalità sul «processo del lavoro». Sez. seconda. Le controversie individuali del lavoro. Sez. terza. Le controversie in materia di previdenza e di assistenza obbligatorie. Sez. quarta. Cenni sulle residue disposizioni della l. N. 533/1973 e sull arbitrato in materia di lavoro. Sez. quinta. Cenni sulle disposizioni processuali dello «statuto dei diritti dei lavoratori» e in materia di licenziamenti individuali. Sez. sesta. I procedimenti speciali in materia locatizia e di contratti agrari. VI. La «semplificazione» dei riti. VII. Efficacia ed esecutorietà delle sentenze e degli atti stranieri (i procedimenti di delibazione). VIII. Il giudizio arbitrale. IX. La mediazione e la negoziazione assistita. vol. IV - L esecuzione forzata, i procedimenti sommari, cautelari e camerali pp.xiv ,00 ISBN Premessa alla ventiquattresima edizione. Premessa alla ventitreesima edizione. Parte Prima. Il processo di esecuzione forzata. I. Il processo di esecuzione nei suoi aspetti generali. II. Gli atti preparatori del processo di esecuzione forzata. III. L espropriazione. Sez. prima. L espropriazione forzata in generale. Sez. seconda. L espropriazione mobiliare presso il debitore. Sez. terza. L espropriazione mobiliare presso terzi. Sez. quarta. L espropriazione immobiliare. Sez. quinta. L espropriazione di beni indivisi e l espropriazione contro il terzo proprietario. IV. L esecuzione diretta o in forma specifica. V. Le opposizioni nel processo esecutivo. VI. Sospensione ed estinzione del processo esecutivo. Parte Seconda. I procedimenti sommari. VII. I procedimenti cautelari e possessori. Sez. prima. Le disposizioni comuni ai procedimenti cautelari. Sez. seconda. I sequestri. Sez. terza. Le denunce di nuova opera e di danno temuto e i giudizi possessori. Sez. quarta. I procedimenti di istruzione preventiva. Sez. quinta. I provvedimenti d urgenza. Sez. sesta. Il procedimento sommario di cognizione. VIII. I procedimenti in camera di consiglio. Indice alfabetico per materia. 10 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

11 CRISANTO MANDRIOLI ANTONIO CARRATTA Ventiquattresima edizione 4 volumi cartonati on-line + Caratteristiche Banca Dati on-line.: Regolarmente aggiornata.: Riporta le massime delle sentenze.: Navigabile per mezzo di collegamenti ipertestuali di riferimenti normativi, giurisprudenza di legittimità e merito, dottrina, voci collegate.: Agevole elenco organizzato di tutte le novità legislative nel loro susseguirsi temporale.: Ricerca facilitata grazie alle modalità full text, per sentenze, dottrina e rivista ISBN contiene i CODICI D ACCESSO alla Banca Dati on-line G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

12 ANGELO D ADDESIO, GIANNA MANFERTO Il Nuovo Codice Deontologico degli avvocati In vigore dal 16 dicembre 2014 pp. XII ,00 ISBN Premessa. 1. La Relazione illustrativa. 2. Titolo I. Principi generali. 3. Titolo II. Rapporti con il cliente e con la parte assistita. 4. Titolo III. Rapporti con i colleghi. 5. Titolo IV. Doveri dell avvocato nel processo. 6. Titolo V. Rapporti con terzi e controparti. 7. Titolo VI. Rapporti con le Istituzioni forensi. Appendice normativa. Riferimenti bibliografici. GIANFRANCO DOSI La negoziazione assistita da avvocati pp ,00 ISBN IN EVIDENZA La negoziazione assistita da avvocati è stata introdotta e disciplinata dal decreto legge 12 settembre 2014, n. 132 convertito con modificazioni nella legge 10 novembre 2014, n. 162 all interno di un programma più generale di semplificazione e deflazione giudiziaria. Il legislatore scommette sulla professione forense attribuendo agli avvocati compiti e competenze inedite per la soluzione di controversie su diritti disponibili con l obiettivo di produrre cambiamenti significativi nel funzionamento della giustizia. La valorizzazione dell autonomia negoziale coinvolge anche settori in cui la nostra tradizione giuridica non aveva mai prima rinunciato al controllo pubblicistico, come la separazione e il divorzio che d ora in avanti saranno possibili anche senza passare per il tribunale. Il libro aiuta ad affrontare questi cambiamenti illustrando le novità e gli adempimenti previsti per applicare correttamente la nuova normativa. GIOVANNI FANTICINI, FILIPPO GHIACCI L esecuzione civile Formulario commentato IN EVIDENZA pp. XIV ,00 ISBN I. Atti prodromici e preparatori. II. Atti dell espropriazione forzata in generale. III. Atti dell espropriazione mobiliare. IV. Atti dell espropriazione presso terzi. V. Atti dell espropriazione immobiliare. VI. Atti dell esecuzione per consegna o rilascio. VII. Atti dell esecuzione forzata di obblighi di fare e di non fare. VIII. Opposizioni esecutive. IX. Atti relativi ad estinzione e sospensione. 12 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

13 STEFANO RECCHIONI Diritto processuale cautelare pp. 980 ca. 90,00 ca. ISBN Prefazione. - I. Sistema della tutela cautelare civile. - II. La domanda cautelare, la giurisdizione e la competenza. - Sez. I. La domanda cautelare. - Sez. II. La giurisdizione cautelare. - Sez. III. La disciplina della competenza delle domande cautelari. - III. Il procedimento cautelare ed i suoi esiti. - Sez. I. La trattazione della domanda cautelare. - Sez. II. La cognizione e l istruzione della domanda cautelare. - Sez. III. I provvedimenti di accoglimento e di rigetto, la cauzione e le spese. - Sez. IV. - L assetto del giudizio di merito promosso dopo o congiuntamente al procedimento cautelare. - IV. La perdita di efficacia del provvedimento cautelare. - V. I rimedi contro gli esiti del processo cautelare. - Sez. I. La revoca e la modifica del provvedimento cautelare positivo. - Sez. II. Il reclamo cautelare. - VI. L attuazione delle misure cautelari. - Indice analitico. ANTONINA SCOLARO La consulenza tecnica nel conflitto genitoriale L affidamento dei figli, l assegnazione della casa familiare e gli oneri di mantenimento pp. XVI ,00 ISBN Diritto e Professione. Nuova serie. n. 35 Prefazione. Parte Prima: Il consulente tecnico e la sua attività. I. Gli ausiliari del Giudice. II. Il consulente tecnico. III. La nomina del consulente tecnico. IV. Utilizzo delle risultanze della c.t.u. Parte Seconda: Il figlio: il diritto-dovere della genitorialità. V. Dall affidamento esclusivo all affidamento condiviso. VI. L affidamento: dall art. 155 c.c. al nuovo art. 337 ter c.c.. VII. Affidamento a un solo genitore e opposizione all affidamento condiviso. VIII. Il figlio conteso e la c.t.u. psicologica (G. Barile). IX. L assegnazione della casa familiare e la c.t.u. per la divisibilità. X. Gli oneri economici a carico dei genitori e la c.t.u. per la loro determinazione. Allegato 1. Codici deontologici (avvocati, medici e psicologi). Allegato 2. Tribunale di Roma. Istruzioni per il funzionamento dell Ufficio C.T.U.. Allegato 3 Protocolli, Linee Guida. DIRITTO PROCESSUALE PENALE FRANCESCO CAPRIOLI, LAURA SCOMPARIN Sovraffollamento carcerario e diritti dei detenuti Le recenti riforme in materia di esecuzione della pena pp. XXII ,00 ISBN Gli Autori. Introduzione. Parte Prima: Il contesto giurisprudenziale. I. Una riforma di fonte giurisprudenziale tra obblighi di tutela e scelte discrezionali (D. Vicoli). Parte Seconda: Le novità in tema di sospensione dell ordine di esecuzione delle pene detentive. I. Ordine di esecuzione e meccanismi sospensivi (B. Lavarini). II. L esecuzione presso il domicilio delle pene detentive brevi (K. Natali). Parte Terza: Le modifiche in materia di misure alternative, benefici penitenziari, lavoro dei detenuti, espulsione dello straniero e modalità di esecuzione della pena. Sez. I: G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

14 I presupposti e le modalità esecutive. I. L affidamento in prova al servizio sociale e l affidamento in prova terapeutico (G. Mantovani). II. La detenzione domiciliare e la semilibertà (G. Mantovani). III. La liberazione anticipata speciale (B. Giors). IV. I permessi premio (B. Giors). V. Il lavoro all esterno e gli incentivi volti a favorire l attività lavorativa dei detenuti (B. Giors). VI. L espulsione dello straniero a titolo di sanzione sostitutiva o alternativa alla detenzione (N. Santi). VII. L esecuzione della pena per i giovani adulti (N. Bonino). Sez. II: Le procedure. I. Il procedimento di sorveglianza e i poteri del giudice (S. Renzetti). Parte Quarta: La tutela dei diritti dei detenuti. I. Il reclamo: casi e forme (E. Valentini). II. I rimedi risarcitori (M. Deganello). III. Il garante nazionale (L. Scomparin). Bibliografia. FABIO LICATA, SANDRA RECCHIONE, NICOLA RUSSO Gli stupefacenti: disciplina ed interpretazione Legislazione e orientamenti delle Corti Superiori pp.xx ,00 ISBN Argomenti del Diritto Parte Prima. L evoluzione della disciplina in materia di stupefacenti. I. La successione degli interventi legislativi in materia di stupefacenti (F. Licata). II. L effetto della sentenza della Corte cost. 25 febbraio 2014, n. 32: considerazioni generali sui problemi applicativi e di diritto intertemporale (S. Recchione). Parte Seconda. Disciplina tecnica. I. La disciplina tecnica e le tabelle (N. Russo). II. La disciplina dei precursori delle droghe (G. Marra). Parte Terza. Disciplina amministrativa. I. Competenze Amministrative (F. Licata). II. Autorizzazioni (delle attività concernenti le sostanze stupefacenti e psicotrope (F. Licata). III. Importazione, esportazione e transito (di sostanze stupefacenti o psicotrope) (N. Russo). Parte Quarta. Disciplina penale. A. Figure di reato monosoggettive. I. Le condotte incriminate dall art. 73, commi 1 e 4, d.p.r. n. 309/1990 (F. Licata e S. Recchione). II. Il concorso di persone nel reato (S. Recchione). III. Il problema dell uso personale (S. Recchione). IV. Le singole condotte incriminate (F. Licata, S. Recchione e N. Russo). V. Il fatto di lieve entità (N. Russo). VI. Le altre condotte monosoggettive (F. Licata e N. Russo). B. Figure di reato plurisoggettive. I. Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze di stupefacenti o psicotrope (N. Russo). II. Consumo di gruppo (N. Russo). C. Circostanze e trattamento sanzionatorio. I. Circostanze aggravanti ed attenuanti (N. Russo). II. Trattamento sanzionatorio e questioni applicative e di diritto intertemporale alla luce della sentenza della Corte cost. n. 32/2014 (N. Russo). D. Pene accessorie ed espulsione dello straniero. I. Confisca, sequestro e destinazione di beni e valori (F. Licata). II. Straniero condannato (espulsione) (F. Licata). E. Gli altri reati in materia di sostanze stupefacenti. I. Guida di veicolo sotto l effetto di stupefacenti (S. Recchione). III. Morte o lesioni come conseguenza del reato di cessione (di sostanze stupefacenti o psicotrope) (N. Russo). Parte Quinta. Disciplina procedurale. I. Esecuzione e sospensione della pena detentiva nei confronti di tossicodipendenti (S. Recchione). II. Esecuzione di provvedimenti restrittivi cautelari nei confronti di tossicodipendenti (S. Recchione). III. Profili sostanziali e processuali dell affidamento in prova in casi particolari (C. Iasevoli). IV. Attività sotto copertura (S. Recchione). V. Altre attività di polizia (N. Russo). VI. Lavoro e tossicodipendenza (F. Licata). VII. Terapia volontaria, anonimato e segreto professionale (N. Russo). 14 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

15 DIRITTO TRIBUTARIO IN EVIDENZA SALVATORE MULEO (a cura di) Commento alle semplificazioni (D.Lgs. n. 175 del 2014) pp. XVIII ,00 ca. ISBN Diritto tributario italiano ed europeo Introduzione. (S. Muleo). Capo I. Semplificazioni per le persone fisiche. (Artt. 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10). La dichiarazione precompilata (artt. 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 9, 10, 35) (F. Barone). Visto di conformità e responsabilità del professionista (art. 6) (A. Kostner). Modifiche in tema di dichiarazione di successione: esoneri e documenti da allegare (art. 11) (I. De Pasquale). Capo II. Semplificazioni per i rimborsi. (Artt. 13, 14, 15). La semplificazione dei rimborsi IVA. Il nuovo art. 38 bis D.P.R. n. 602/73 (M. Pierro). Capo III. Semplificazioni per le società. (Artt. 16, 17, 18) (F. Cicognani). Capo IV. Semplificazioni riguardanti la fiscalità internazionale. (Artt. 19, 20, 21, 22, 23, 24, 25). L abrogazione dell obbligo di nomina del rappresentante fiscale per i soggetti residenti in altri Stati membri UE (art. 19) (R. Cordeiro Guerra). Lo spostamento in capo all esportatore abituale dell obbligo di trasmissione della dichiarazione d intento (art. 20) (P. Mastellone). Le modifiche temporali e quantitative all obbligo di comunicazione delle operazioni black list (art. 21) (P. Mastellone). Le nuove modalità di inserimento nell archivio VIES per i soggetti che effettuano operazioni comunitarie (art. 22) (P. Mastellone). L alleggerimento informativo degli elenchi Intrastat per le prestazioni di servizi c.d. generiche (art. 23) (P. Mastellone). La nuova scadenza annuale per la denuncia dei premi incassati dalle imprese assicuratrici europee (art. 24) (P. Mastellone). Mitigato il regime sanzionatorio per i dati statistici contenuti negli elenchi Intrastat (art. 25) (P. Mastellone). Capo V. Eliminazione di adempimenti superflui. (Artt. 26, 27, 28). La disciplina delle società estinte: il profilo dei termini Commento all art. 288, comma quarto e sesto del decreto legislativo 21 novembre 2014 n. 175 (art. 28) (V. Ficari). La responsabilità tributaria dei liquidatori di società di capitali dopo le modifiche apportate dal d.lgs. n. 175/2014 (art. 28) (G. Ragucci). Capo VI. Semplificazioni e coordinamenti normativi. (Artt. 29, 30, 31, 32, 33, 34, 35, 36, 37). Le note di variazione IVA nell ambito degli accordi di ristrutturazione dei debiti e dei piani attestati di risanamento (art. 31) (L. Torzi). Le modifiche sulla tassazione degli immobili dei soggetti sottoposti a sequestro e confisca (art. 32) (M. Mauro). L abolizione del deposito di copia dell appello in Commissione Tributaria Provinciale (art. 36) (M. Basilavecchia). Altre disposizioni finali - Artt. 29, 30, 33, 34 e 37 (C. Quaranta). Appendice. d.lgs. n. 175/2014. G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

16 PER IL CONCORSO DA MAGISTRATO nuove edizioni 2015 totalmente integrabili all edizione 2014 MAURIZIO SANTISE (a cura di) Coordinate ermenuetiche di Diritto civile Aggiornamento 2015 pp ,00 ISBN I. Equità o buona fede? Il dilemma ancora irrisolto. II. Causa del contratto e preliminare di preliminare. III. Il comodato precario e comodato di lunga durata: Cass., SS.UU., 29 settembre 2014, n IV. La legittimazione dell utilizzatore a esperire l azione di risoluzione del contratto di leasing nei confronti del fornitore (Cass., 4 agosto 2014, n ) (Integrazione alla parte I, cap. 4, p. 93). V. Le promesse unilaterali in relazione alla ricognizione di debito, alla promessa di pagamento e alla quietanza (Cass., SS.UU., 22 settembre 2014, 19888). VI. Le impugnative negoziali e il potere di rilievo officioso della nullità. Le Sezioni Unite battono sei colpi!. VII. La risoluzione del contratto ex art c.c.: tra effettività di tutela del contraente adempiente, concentrazione dei rimedi e possibile disorientamento della controparte (Cass., SS.UU., 11 aprile 2014, n. 8510). VIII. La responsabilità medica tra contatto sociale e responsabilità del passante e del nessuno. L incidenza della legge n. 189/2012. IX. La donazione di beni altrui e la donazione di cosa indivisa. X. L incontenibile soggettività del condominio: Cass., SS.UU., 18 settembre 2014, n (Integrazione della parte IV, cap. III). XI. La procreazione medicalmente assistita nuovamente al vaglio della Corte Costituzionale: l illegittimità del divieto di fecondazione eterologa (Integrazione della parte IV, cap. 3 delle Co ordinate Ermeneutiche di Diritto Civile). XII. Il divieto di maternità surrogata. XIII. Danni causati da lastrico solare condominiale: alla ricerca del criterio di imputazione. XIV. Il danno da morte (ri)nasce? (Integrazione della parte VII, cap. 2, p. 467). Appendice di giurisprudenza. Coordinate ermeneutiche di Diritto civile pp. XVIII ,00 ISBN MAURIZIO SANTISE, FABIO ZUNICA Coordinate ermeneutiche di Diritto penale Aggiornamento 2015 pp ,00 ISBN Presentazione. Autori. I. La soglia della consumazione del furto nei supermercati. Le Sezioni Unite dirimono il contrasto (Cass., SS.UU., 16 dicembre 2014, n ). II. Il reato di scambio elettorale politico-mafioso nella recente evoluzione normativa e giurisprudenziale (legge 17 aprile 2014 n. 62) (Cass., Sez. VI, 28 agosto 2014 n e 16 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

17 Cass., Sez. VI, 9 settembre 2014 n ). III. La recidiva e i suoi delicati rapporti con la Costituzione (Corte Cost. 18 aprile 2014, n. 105 e 106; Cass., Sez. V, ord. 10 settembre 2014, n ). IV. La rilevanza delle linee guida in ambito sanitario. Le applicazioni giurisprudenziali all indomani della legge 8 novembre 2012, n (Cass., Sez. III, 4 febbraio 2014, n e Cass., Sez. IV, 17 novembre 2014, n ). V. Le confische e la Suprema Corte: il confronto continua (Cass., SS.UU., 5 marzo 2014, n , Cass., SS.UU., 29 luglio 2014, n e Cass., Sez. III, 20 maggio 2014 n ). VI. L induzione alla prostituzione minorile: condotte punibili e fatti specie ravvisabili (Cass., SS.UU., 14 aprile 2014, n ). VII. Il trattamento illecito di dati personali sul web e il diritto all oblio. Il caso Google Italia e il caso Google Spain (Cass., Sez. III, 3 febbraio 2014, n e Corte di Giustizia UE, 13 maggio 2014, n. c-131/12). VIII. Le linee di demarcazione tra la nuova fattispecie di concussione e quella di induzione indebita a dare o promettere utilità (Cass., SS.UU., 14 marzo 2014, n ). Il caso Ruby (Corte d Appello di Milano, Sez. II, 16 ottobre 2014). IX. Il caso ThyssenKrupp e i suoi risvolti in tema di nesso causale, elemento soggettivo, delega di funzioni e responsabilità delle persone giuridiche (Cass., SS.UU., 18 settembre 2014, n ). X. I rapporti tra i reati di cui agli artt. 648 bis, 648 ter e 416 bis c.p. (Cass., SS.UU., 13 giugno 2014 n ). Il nuovo reato di autoriciclaggio (Legge 15 dicembre 2014, n. 186). XI. La disciplina degli stupefacenti a seguito degli ultimi interventi giurisprudenziali (Corte Cost. 25 febbraio 2014, n. 32 e Cass., SS.UU., 14 ottobre 2014, n ) e normativi (Legge 16 maggio 2014, n. 79). Il superamento dell intangibilità del giudicato. XII. Quale reato si configura in caso di violazione dell obbligo del sorvegliato speciale di portare con sé la carta di permanenza? La risposta delle Sezioni Unite (Cass., SS.UU., 24 luglio 2014, n ). Coordinate ermeneutiche di Diritto amministrativo pp. XVIII ,00 ISBN MAURIZIO SANTISE (a cura di) Coordinate ermeneutiche di Diritto amministrativo Aggiornamento 2015 pp.200 circa 20,00 ISBN I. Pluralismo organizzativo ed enti pubblici. Il ruolo della società in house. - II. Occupazioni illecite e prescrizione della domanda risarcitoria: Sezioni unite 19 gennaio 2015, n III. Inerzia della p.a. - IV. Scia e modifiche normative. - V. Autotutela e contratti Ad pl 13/14. - VI. Giurisdizione esclusiva e diritti fondamentali. - VII. Ottemperanza e astreintes: adunanza plenaria n. 15 del 25 giugno VIII. Ricorso straordinario. - IX. Ricorso incidentale. Coordinate ermeneutiche di Diritto penale pp. XVIII ,00 ISBN G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

18 Forniscono, in modo originale, un testo normativo dinamico, in cui ogni norma viene letta all¹interno del complessivo sistema di diritto positivo, essendo inteso ogni singolo articolo non come una monade isolata, ma quale elemento di un corpus giuridico più ampio. Con questa consapevolezza sono stati quindi effettuati, per ciascun articolo, i rinvii alle norme in sintonia, alle norme che, invece, sono derogatorie dei principi enunciati e, infine, alle disposizioni che si segnalano per operare un differente regime giuridico. Il risultato complessivo consegnerà al lettore un testo in cui, grazie alla tecnica dei rinvii dinamici, il sistema potrà essere letto nel suo insieme, cogliendo la ratio, i limiti e gli equilibri sottesi non solo alla singola disciplina, ma anche al contesto normativo di riferimento. MAURIZIO SANTISE Codice civile Codice di procedura civile e leggi complementari Riferimenti al diritto romano a cura di Cosimo Cascione pp.1400 ca. 70,00 ISBN MAURIZIO SANTISE (a cura di) Codice penale Codice di procedura penale e leggi complementari Riferimenti al diritto romano a cura di Cosimo Cascione pp.1400 ca. 70,00 ISBN MAURIZIO SANTISE Codice amministrativo Leggi complementari pp.1400 ca. 70,00 ISBN iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

19 segnaliamo inoltre DIRITTO AMMINISTRATIVO DIRITTO COMMERCIALE GIAMPAOLO ROSSI (a cura di) Diritto dell ambiente Terza edizione pp. XVIII ,00 ISBN LUIGI FARENGA Diritto delle assicurazioni private pp. XX ,00 ISBN DIRITTO CIVILE DIRITTO DEL LAVORO SALVATORE MAZZAMUTO Il contratto di diritto europeo La didattica del diritto civile diretto da S. Mazzamuto, E. Moscati pp. XVI ,00 ISBN MAURIZIO CINELLI Diritto della previdenza sociale Dodicesima edizione pp. 740 ca. 56,00 ca. ISBN GIANFRANCO PALERMO L autonomia negoziale pp. X ,00 ISBN ANTONIO VALLEBONA Breviario di diritto del lavoro Nona edizione pp. XXX ,00 ISBN G. Giappichelli Editore novità n. 1 marzo

20 DIRITTO PROCESSUALE CIVILE BRUNO CAPPONI Manuale di diritto dell esecuzione civile III edizione pp.xlii ,00 ISBN DIRITTO PROCESSUALE PENALE PAOLO FERRUA La prova nel processo penale Volume I. Struttura e procedimento pp. XIV ,00 ISBN visionionline è un servizio interamente gratuito che la Casa Editrice G. Giappichelli mette a disposizione degli utenti internet. Con pochi semplici passaggi è possibile visionare direttamente dal proprio dispositivo le novità proposte in modo completo ed esaustivo. Grazie ad un codice personale si potrà sfogliare l intero volume e, qualora fosse d interesse, ordinarlo con un semplice click. 20 iscriviti alla Newsletter e ai feed RSS per essere informato sulle novità editoriali.:

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti

Indice sommario. PARTE PRIMA Il contratto e le parti Indice sommario Presentazione (di PAOLOEFISIO CORRIAS) 1 PARTE PRIMA Il contratto e le parti Capitolo I (di CLAUDIA SOLLAI) 13 Le fonti del contratto di agenzia 1. La pluralità di fonti. Il codice civile

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012,

RIFORMA DELLA LEGGE PINTO. Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, RIFORMA DELLA LEGGE PINTO Il DL n. 83/2012, c.d. decreto Sviluppo, convertito in legge n. 134/2012, riforma la legge Pinto (L. n. 89/2001) per l indennizzo per la durata del processo. Le nuove disposizioni

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI

ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI 1 ESECUZIONE DI PENE DETENTIVE. PROBLEMATICHE RELATIVE AL DECRETO DI SOSPENSIONE PER LE PENE DETENTIVE BREVI. LINEAMENTI DELLE MISURE ALTERNATIVE ALLE PENE DETENTIVE BREVI Dott. Umberto Valboa Il pubblico

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI

IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI IL CALCIO VISTO CON GLI OCCHI DEI DILETTANTI DAGLI AMATORI AI PROFESSIONISTI DI FATTO ATTRAVERSO LO STUDIO DELLE SOCIETÀ CALCISTICHE a cura di MATTEO SPERDUTI 2 0 1 5 INDICE ACRONIMI E ABBREVIAZIONI......

Dettagli

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro

RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro N. 1 ANNO 2008 Diritto dei Lavori RIFORMA DEL PROCEDIMENTO CAUTELARE: quali effetti nelle controversie di lavoro di Antonio Belsito* 1 Sommario: 1. Introduzione 2. Il procedimento cautelare dinanzi al

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 78/12/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MARRUCCI / EUTELIA XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A.

L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. L ESECUZIONE FORZATA NEI CONFRONTI DELLA P.A. 1. La responsabilità patrimoniale della P.A. ed i suoi limiti Anche lo Stato e gli Enti Pubblici sono soggetti al principio della responsabilità patrimoniale

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

Art. 54 decreto legge

Art. 54 decreto legge Art. 342 c.p.c. Forma dell appello L appello si propone con citazione contenente l esposizione sommaria dei fatti ed i motivi specifici dell impugnazione nonché le indicazioni prescritte nell articolo

Dettagli

RISOLUZIONE N. 211/E

RISOLUZIONE N. 211/E RISOLUZIONE N. 211/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma,11 agosto 2009 OGGETTO: Sanzioni amministrative per l utilizzo di lavoratori irregolari Principio del favor rei 1. Premessa Al fine

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N.

ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N. Versione 2015 Corso Re Umberto 77 10128 Torino Tel: 011 4546634 - Fax 011.19621008 segreteria@aequitasadr.it ADESIONE ALLA MEDIAZIONE N. Alla sede AEQUITAS ADR di (Indirizzi e contatti delle sedi sono

Dettagli

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa.

IL TRIBUNALE DELLE IMPRESE. Dalle Sezioni Specializzate della proprietà p industriale e intellettuale alle Sezioni Specializzate dell Impresa. Milano, 16 aprile 2012 CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA UFFICIO DEI REFERENTI PER LA FORMAZIONE DECENTRATA DEL DISTRETTO DI MILANO LE RECENTI NOVITA' NORMATIVE E IL LORO IMPATTO SUL MONDO DELLA GIUSTIZIA:

Dettagli

L abuso edilizio minore

L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore L abuso edilizio minore di cui all art. 34 del D.P.R. 380/2001. L applicazione della sanzione pecuniaria non sana l abuso: effetti penali, civili e urbanistici. Brunello De Rosa

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Conti d ordine. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Conti d ordine Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza Per modifica dati SOSTITUZIONE Smarrimento Furto Malfunzionamento/Danneggiamento CARTA

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali)

7 L atto di appello. 7.1. In generale (notazioni processuali) 7 L atto di appello 7.1. In generale (notazioni processuali) L appello è un mezzo di impugnazione ordinario, generalmente sostitutivo, proposto dinanzi a un giudice diverso rispetto a quello che ha emesso

Dettagli

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267

TRIBUNALE DI PORDENONE. Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 TRIBUNALE DI PORDENONE Decreto ex art. 180, comma V, R.D. 16 marzo 1942 n. 267 Il Tribunale, riunito in camera di consiglio nelle persone dei magistrati: - dr. Enrico Manzon - Presidente - dr. Francesco

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII)

DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) DECLINATORIA DI GIURISDIZIONE E CONTINUAZIONE DEL PROCESSO DAVANTI AL GIUDICE MUNITO DI GIURISDIZIONE (C.D. TRANSLATIO IUDICII) CORTE DI CASSAZIONE; sezioni unite civili; sentenza, 22-02-2007, n. 4109

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo?

8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo? 252 Parte Sesta 8. È ammesso l intervento di altri creditori nel processo esecutivo? Riferimenti normativi: artt. 499-500 e segg. c.p.c. Definizione: identificare le categorie di creditori legittimati

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2)

Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) Istanza di fallimento e procedimento di concordato preventivo in bianco Dott. Francesco Pedoja Presidente del Tribunale di Pordenone Aspetti procedurali (1) ed aspetti sostanziali (2) 1- La L. n.134/2012

Dettagli

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI:

LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: LA CORRUZIONE TRA PRIVATI: APPROFONDIMENTI In data 18 ottobre 2012, dopo un lungo iter parlamentare, il Senato ha approvato il maxi-emendamento al Disegno di Legge recante Disposizioni per la prevenzione

Dettagli

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa

Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa Il requisito del pubblico concorso per enti anche formalmente o solo sostanzialmente pubblici. Pubblicizzazione giurisprudenziale e legislativa di Sandro de Gotzen (in corso di pubblicazione in le Regioni,

Dettagli

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990)

PRESENTA LA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO DELL ATTIVITÀ ² (ai sensi dell art. 19 L. 241/1990) Scia/82 ¹ Segnalazione certificata di inizio dell attività pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione (Legge n. 82 del 25/1/94) La/il sottoscritta/o nata/o a (Prov. ) il in

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Il concorso di persone nell illecito amministrativo ambientale: la disciplina normativa e la prassi applicativa

Il concorso di persone nell illecito amministrativo ambientale: la disciplina normativa e la prassi applicativa Il concorso di persone nell illecito amministrativo ambientale: la disciplina normativa e la prassi applicativa A cura della Dott.ssa Stefania Pallotta L art. 5 della legge n. 24 novembre 1981, n. 689

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti

Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti Decorrenza della prescrizione dei crediti retributivi per i lavoratori cui si applicano le tutele crescenti 08 Giugno 2015 Elisa Noto, Mariateresa Villani Sommario La prescrizione breve in materia di rapporto

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro. N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Le Circolari della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro N.6 del 29.05.2013 SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Introduzione Le Societá tra Professionisti, introdotte dalla legge 183/2010, sono una delle novitá

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE

COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE SUBINGRESSO NELL ESERCIZIO DELL ATTIVITÀ DI VENDITA SU AREE PUBBLICHE SIA DI TIPO A (su posteggi dati in concessione per dieci anni) SIA DI TIPO B (su qualsiasi area purché

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie

INDICE GENERALE. Allegato 1 Codice del processo amministrativo. Allegato 2 Norme di attuazione. Allegato 3 Norme transitorie INDICE GENERALE Allegato 1 Codice del processo amministrativo Allegato 2 Norme di attuazione Allegato 3 Norme transitorie Allegato 4 Norme di coordinamento e abrogazioni 1 INDICE SOMMARIO ALLEGATO 1 Codice

Dettagli

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA

STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA STUDIO LEGALE INTERNAZIONALE AVV. ALFONSO MARRA GIURISTA LINGUISTA ABILITATO AL BILINGUISMO TEDESCO - ITALIANO DALLA PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO IDONEO ALL ESAME DI STATO DI COMPETENZA LINGUISTICA CINESE

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Deliberazione n.57/pareri/2008

Deliberazione n.57/pareri/2008 Deliberazione n.57/pareri/2008 REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Nicola Mastropasqua Presidente dott. Giorgio Cancellieri

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014

Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Delibera della Giunta Regionale n. 623 del 15/12/2014 Dipartimento 52 - Dipartimento della Salute e delle Risorse Naturali Direzione Generale 4 - Direzione Generale Tutela salute e coor.to del Sistema

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE DISPOSIZIONI SULLA CERTEZZA DEL DIRITTO NEI RAPPORTI TRA FISCO E CONTRIBUENTE VISTI gli articoli 76 e 87 della Costituzione; IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VISTA la

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

di Roberto Fontana, magistrato

di Roberto Fontana, magistrato 10.1.2014 LE NUOVE NORME SULLA FISSAZIONE DELL UDIENZA E LA NOTIFICAZIONE DEL RICORSO E DEL DECRETO NEL PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO di Roberto Fontana, magistrato Sommario. 1. La nuova

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right

GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI MASTER PART TIME. When you have to be right MASTER PART TIME GESTIONE DEI CONFLITTI AZIENDALI E DELLE RELAZIONI SINDACALI 2 0 1 4 TERZA EDIZIONE R E G G I O E M I L I A When you have to be right LA SCUOLA DI FORMAZIONE IPSOA La Scuola di Formazione

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO

PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE TELEMATICO Pagamento contributo telematico, versione 2.2 del 30/1/2015, SABE SOFT pag. 1 PAGARE IL CONTRIBUTO UNFICATO E MARCA DA BOLLO ONLINE È POSSIBILE E CONSENTE LA COMPLETA REALIZZAZIONE DEL PROCESSO CIVILE

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto

Premessa Se qualcosa non va con la tua banca e sussistano pertanto Guida al Reclamo Indice Premessa 1 La fase del reclamo 3 Il ricorso all Arbitro Bancario Finanziario (ABF) 3 L Associazione Conciliatore BancarioFinanziario 7 L Ombudsman - Giurì bancario 7 La Mediazione

Dettagli

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità

CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI. presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità CURATORI E INFORMATIZZAZIONE PROCEDURE CONCORSUALI presentazione novità Legge 221/2012 e Legge Stabilità Zucchetti Software Giuridico srl - Viale della Scienza 9/11 36100 Vicenza tel 0444 346211 info@fallco.it

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli