Approcci innovativi e buone pratiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Approcci innovativi e buone pratiche"

Transcript

1 CAPITOLO QUINTO CONFERENZA INTERNAZIONALE SPAZI PUBBLICI E QUALITà URBANA Approcci innovativi e buone pratiche libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

2 libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

3 Con il patrocinio di: Con il patrocinio di: Ministero per i Beni Ministero e le Attività per i Beni Culturali e le Attività Culturali Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. Università degli Studi di Parma Università degli Studi di Parma Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Soprintendenza Paesaggio delle per Province i Beni Architettonici di Parma e e Piacenza del Paesaggio delle Province di Parma e Piacenza La progettazione degli spazi pubblici nelle città La contemporanee progettazione degli gioca spazi un pubblici ruolo fondamentale nelle città contemporanee gioca un ruolo fondamentale nella risposta alla pressante domanda sociale nella risposta alla pressante domanda sociale di bellezza, vivibilità e sicurezza. di bellezza, vivibilità e sicurezza. Attraverso rappresentanti di prestigiose Attraverso rappresentanti di prestigiose istituzioni e progettisti, il convegno intende istituzioni e progettisti, il convegno intende approfondire in che modo e con quali esiti approfondire in che modo e con quali esiti i differenti approcci focalizzati sugli spazi i differenti approcci focalizzati sugli spazi pubblici pubblici abbiano abbiano interpretato interpretato questa questa domanda domanda di qualità di qualità urbana. urbana. CoNfERENZA INTERNAZIoNALE SPAZI PUBBLICI E QUALITà URBANA approcci innovativi e buone pratiche PARMA - CENTRo CoNGRESSI via ToSCANA, 5/A venerdì 11 GIUGNo 2010, ore ore 9.30 CoMUNE di PARMA CoMUNE di PARMA Agenzia per la Qualità Urbana e Architettonica Agenzia per la Qualità Urbana e Architettonica ordine degli ARChITETTI P.P.C. ordine degli ARChITETTI P.P.C. Provincia di Parma Provincia di Parma Programma ore 9,30 ore 9,30 PIETRO PIETRO VIGNALI VIGNALI Sindaco Sindaco di Parma di Parma PAOLO PAOLO CONFORTI CONFORTI Agenzia Agenzia per per la Qualità la Qualità Urbana Urbana e Architettonica e Architettonica ALESSANDRO TASSI-CARBONI Presidente Presidente Ordine Ordine Architetti Architetti P.P.C. P.P.C. Provincia Provincia di Parma di Parma LUCIANO SERCHIA Soprintendente ai Beni ai Beni Architettonici e del e Paesaggio del Paesaggio Moderatore, LUCA LUCA MOLINARI ISTITUZIoNI MONICA OLIVERES Centre Centre de Cultura de Cultura Contemporània, Barcellona Barcellona ANTONIA FAUST FAUST Royal Royal Institute Institute of British of British Architects, Architects, Londra Londra SHIGEMORI KANAZAWA KANAZAWA City City planning planning institute institute of Japan, of Japan, Tokyo Tokyo DARIO DARIO NADDEO NADDEO Agenzia Agenzia per per la Qualità la Qualità Urbana Urbana e Architettonica, e Architettonica, Parma Parma PHILIPPE PHILIPPE DAVERIO DAVERIO Estetica degli spazi pubblici Estetica degli spazi pubblici Light lunch Light lunch ProgETTI ore 14,30 ProgETTI ore 14,30 EVA PRATS E RICARDO FLORES EVA PRATS E RICARDO FLORES Flores & Prats Arquitectos, Barcellona Flores & Prats Arquitectos, Barcellona ANDREA BOSCHETTI ANDREA BOSCHETTI Metrogramma, Milano Metrogramma, Milano MAARTEN VAN DE VOORDE West MAARTEN 8, RotterdamVAN DE VOORDE West 8, Rotterdam BORIS PODRECCA Architektur BORIS Atelier, PODRECCA Vienna Architektur Atelier, Vienna TAVOLA ROTONDA TAVOLA ROTONDA libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

4 libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

5 Conferenza Internazionale Spazi pubblici e qualità urbana Approcci innovativi e buone pratiche Parma, 11 giugno 2010 Relatori LUCA MOLINARI Architetto e critico, professore a contratto per il corso di teoria della progettazione architettonica presso la facoltà di architettura della II Università di Napoli, attualmente è responsabile per il settore architettura e membro del comitato scientifico della Triennale di Milano. Collabora con numerose riviste italiane e straniere tra cui Abitare, Lotus e Vanity Fair. Dal 1996 è editor per l architettura della casa editrice Skira e ha curato numerose mostre nell ambito dell architettura contemporanea e della fotografia. Recentemente ha dato vita alla prima festa per l architettura della triennale di Milano. PAOLO CONFORTI (Comune di Parma) Architetto, laureato presso l Istituto Universitario di Architettura di Venezia nel Membro del Consiglio comunale di Parma, è delegato del Sindaco all Agenzia per la Qualità Urbana e Architettonica. Ha affrontato il tema della riqualificazione degli spazi pubblici della periferia e dei centri urbani minori, dove maggiori sono le contraddizioni della città contemporanea, mettendo a fuoco l inedito modello normativo dei Concetti regolativi per la Qualità Urbana. Nel corso dei precedenti mandati amministrativi ha ricoperto la carica di Presidente della Commissione Dipartimentale Urbanistica del Comune di Parma. Membro dell English Heritage, dal 1995 è iscritto all Architects Registration Board del Regno Unito. É membro dell Associazione Dimore Storiche Italiane (ADSI), affiliata alla Union of European Historic Houses Associations. Svolge attività di progettazione e restauro con particolare riferimento agli edifici sottoposti a tutela architettonica e ambientale. Ha partecipato a numerosi convegni sul tema del riuso della città storica e sulla riqualificazione dei centri urbani. É autore di saggi e pubblicazioni sulla storia dell urbanistica e dell architettura, con particolare riferimento all architettura militare del Rinascimento e alla città Neoclassica. Iscritto all Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Parma dove ha rivestito la carica di Consigliere. É stato nei ruoli della Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio con la qualifica di architetto, a seguito di concorso nazionale del Dal 2006 al 2009 è Presidente del Consorzio della Bonifica Parmense, operante in un comprensorio che interessa 49 Comuni su una superficie complessiva di circa ettari. libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

6 328 Cento proposte per lo spazio pubblico Alessandro Tassi-Carboni (Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Parma) Fin dalla più tenera età subisce l irresistibile fascino trasmesso dal mestiere di Architetto del padre Alberto e dalla passione con cui lo esercita: impegno professionale misto a dovere sociale. Molti anni più tardi, salda il debito con i suoi sogni di bambino e si laurea in Architettura a Firenze nel La sua matrice culturale e le relazioni ereditate lo conducono ad esercitare la propria professione quasi esclusivamente nel settore urbanistico, senza tralasciare però qualche significativa esperienza nel campo della progettazione di opere pubbliche oltre che di restauro. All altro capo si colloca invece la traduzione dell intima esigenza di occuparsi della comunità nella quale vive: sia essa identificabile più strettamente nell ambito professionale che in quello, più ampio, sociale: consigliere dell Ordine degli Architetti P.P.C. di Parma dal 1996 (attualmente in carica in qualità di Presidente); coordinatore Federazione Ordini Architetti P.P.C. Emilia- Romagna 2008/2009; rappresentante regionale alla Delegazione Consultiva presso il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. dal 2008 (attualmente in carica); componente della Commissione Formazione permanente presso il Consiglio Nazionale Architetti P.P.C. dal 2008 (attualmente in carica); co-autore de Tutte le parcelle sui lavori pubblici, Grafill, 2001; commissario in vari concorsi di progettazione e di idee e relatore in vari convegni; rappresentante provinciale o regionale in vari tavoli tecnici di coordinamento (energia, sismica, edilizia, urbanistica, ecc.); coordinatore iniziativa Ordini Architetti Modena, Parma, Piacenza e Reggio Emilia in occasione del Congresso Mondiale UIA TORINO 2008; coordinatore iniziativa Ordini Federazione Emilia-Romagna in occasione del Congresso Mondiale UIA TOKYO 2011 (in corso). MONICA OLIVERES (Centre de Cultura Contemporània de Barcelona, Barcellona) Dopo il conseguimento della laurea all Escola Politècnica d Arquitectura de Barcelona nel 2000, apre lo studio di Architettura a Granolles. Consegue il Master in Territory and Urban Planning a Barcellona nel Fa parte dal 2002 del Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona. È responsabile dei contenuti dell Archivio del Premio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani. Ha ideato e curato il sito www. publicspace.org e gestisce il Centro di Documentazione del CCCB. È dirigente dello Sviluppo Urbanistico del City Council di Vilanova del Vallès, Barcellona. ANTONIA FAUST (Royal Institute of British Architects, Londra) Dopo aver ottenuto la laurea (first class) in Architettura, esercita la professione per due anni prima di ottenere una posizione di rilievo all interno del Royal Institute of British Architecture nel Come responsabile dei Progetti e degli Eventi per Il RIBA di Londra, Antonia ha organizzato diversi eventi di interesse pubblico. Questi hanno incluso il RIBA Awards per Londra, il London Festival of Architecture, Arts Spaces of the Future, lavorando con una serie di partners di alto profilo come Arts Council England, English Heritage, la BBC, Royal libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

7 Capitolo 5 - Conferenza internazionale Spazi pubblici e qualità urbana 329 Engineers, Design for London, Ordnance Survey e Architecture Centre Network. Antonia ha ideato Forgotten Spaces e lo ha interamente seguito dal progetto iniziale fino alla consegna dei premi. SHIGEMORI KANAZAWA (City Planning Institute of Japan, Tokyo) Consegue la laurea in Architettura nel 1975, il Master all Università di Kyoto e il Dottorato di ricerca (PhD) in Pianificazione Urbana e Regionale presso la Cornell University, USA. Nel trascorre 10 mesi come studente ospite all Istituto Universitario di Venezia. Dal 1978 al 1991 esercita come pianificatore urbano e designer presso lo studio Nikken Sekkei di Tokyo. Dal 1992 al 2001 è prima assistente e poi Professore Associato alla Saga University, Giappone e dal 2001 è professore alla Sangyo University di Osaka. DARIO NADDEO (Agenzia per la Qualità Urbana e Architettonica, Parma) Architetto, Dottore di ricerca (PhD) in Pianificazione Territoriale, ha effettuato attività di progettazione urbana e territoriale per numerose amministrazioni pubbliche ed ha svolto molteplici attività di ricerca e di consulenza per il Politecnico di Milano, per il Ministero dell Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica e per il Consiglio Nazionale delle Ricerche. Per il Politecnico di Milano è anche stato Coordinatore della scuola di specializzazione post-laurea in Pianificazione del Territorio e dell Ambiente e ha diretto vari laboratori di ricerca e di laurea. Per il Comune di Parma, dopo essere stato Responsabile del Servizio Pianificazione Generale e Tutela e conservazione centro storico, è attualmente Dirigente del Servizio Qualità Urbana e Architettonica. Tra i progetti direttamente elaborati: i Concetti regolativi per la qualità urbana, la formulazione metodologica e normativa della Perequazione urbanistica, la Variante generale alla Disciplina particolareggiata per gli interventi nel centro storico. PHILIPPE DAVERIO Specializzato in arte italiana del XX secolo, ha dedicato i suoi studi al rilancio internazionale del Novecento. Nel 1975 ha inaugurato la Galleria che portava il suo nome a Milano in Via Montenapoleone n. 6 specializzata in arte italiana del XX secolo, seguita poi da diverse altre a Milano e New York. Nel 1981 ha iniziato un attività di editore in società con Leonardo Mondadori. Dal 1993 al 1997 è stato Assessore al Comune di Milano con le deleghe alla Cultura, all Educazione, ai Grandi Eventi e Relazioni Internazionali. Nel 1994 con provvedimento della Giunta Comunale si è occupato della ristrutturazione di tutto l edificio costituente il Palazzo Reale ed il suo adattamento a Museo d arte contemporanea. Ha realizzato importanti e numerose mostre espositive: I Goti, Alberto Giacometti, Fausto Pirandello, Enzo Cucchi, Ottone Rosai, Auguste Rodin, da Monet a Picasso, Alessandro Magnasco ecc. Dal 1993 al 1997 ha organizzato diversi Grandi Eventi. È stato scoperto come storico dell arte dal pubblico televisivo: nel 1999 come inviato speciale della trasmissione di Raitre Art è e nel 2000 come conduttore Dal 2006 Philippe Daverio è Professolibro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

8 330 Cento proposte per lo spazio pubblico re Ordinario di Sociologia dei processi artistici, presso l Università degli Studi di Palermo, facoltà di Architettura - dipartimento Design. Da marzo 2008 è il nuovo direttore della prestigiosa rivista d arte Art e Dossier, della casa editrice fiorentina Giunti. ANDREA BOSCHETTI (Metrogramma, Milano) Si laurea in Architettura a Venezia e ivi consegue il PhD in Urbanistica. Nel 1994 collabora con l Ufficio di Architettura Metropolitana (OMA) di Rotterdam. Nel è assistente del Professor Bernardo Secchi all Università di Venezia e fino al 1999 collabora con lo studio associato Secchi-Viganò di Milano. Nel 1998 fonda lo studio Metrogramma insieme ad Alberto Francini. Sin dal 2001 tiene conferenze in tutta Italia e in alcune università americane. Nel 2004 vince la medaglia di bronzo della presidenza della Repubblica Italiana per l arte e la cultura italiana. Dal 2006 è professore di Disegno Architettonico al Politecnico di Torino e dal 2008 è Visiting Professor alla Kent State University di Cleveland (USA). Metrogramma è responsabile dei progetti concernenti importanti trasformazioni urbanistiche come il nuovo masterplan dell area Rozzano-Assago a Milano, il porto industriale di Ravenna. Attualmente lo studio è stato scelto per ridisegnare il Piano di Governo del Territorio (PGT) di Milano. EVA PRATS E RICARDO FLORES (Flores & Prats, Barcellona) Flores & Prats Arquitectos è uno studio di architettura fondato a Barcellona nel 1998 da Eva Prats e Ricardo Flores. Lo studio è stato coinvolto in differenti tipi di progetti, soprattutto per l Amministrazione Pubblica, attraverso la partecipazione a concorsi aperti. Tali progetti comprendono edifici ad uso pubblico e abitazioni, ma anche spazi pubblici a Barcellona e progetti di allestimenti per istituzioni culturali e musei, come la Fondazione Tàpies, la Fondazione Mirò e il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona. Hanno ottenuto tra l altro i seguenti riconoscimenti: il Premio Europan III; il Premio del Collegio degli Architetti delle Baleari per il Museo dei Mulini di Palma di Maiorca, opera selezionata per il Prize for Contemporary Architecture-Mies Van der Rohe Award 2005 e finalista alla IV Biennale Iberoamericana di Lima 2004; il primo premio alla Triennale di Architettura di Baix Llobregat 2005 per la Riabilitazione della Nave Yutes a Sant Just Desvern, progetto finalista dei Premi FAD Infine recentemente hanno ottenuto il Grand Award for the Best Work in Architecture nel Summer Show 2008 della Royal Academy of Arts di Londra. Oltre all esercizio della pratica professionale, sono entrambi professori alla ETSAB e alla ESARQ-UIC. Hanno tenuto conferenze e laboratori di architettura in università di diversi paesi. Hanno inoltre diretto laboratori con Enric Miralles (1998), John Hejduk (1999), Juan Navarro Baldeweg (2000), Cedric Price (2001) e Clorindo Testa (2002). libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

9 Capitolo 5 - Conferenza internazionale Spazi pubblici e qualità urbana 331 MAARTEN VAN DE VOORDE (West 8, Rotterdam) Fa parte dello studio West 8 dal 1998 e vi lavora come direttore per i progetti di architettura e di urban design dal In questo ruolo ha lavorato a progetti in Belgio e Francia tra i quali il concorso per le Halles Parigi (insieme a MVRDV), il progetto e la realizzazione del Parco JB Lebas a Lille e Falconsquare e piazzale della Stazione ad Anversa. Dopo aver vinto il concorso per un tetto scultura e un ponte a Brugge, dirige i progetti e le realizzazioni di una serie di spazi pubblici, installazioni architettoniche, ponti e prodotti di design. Dal 2001 sta progettando un masterplan per l area della Stazione della città di Hasselt, attualmente in costruzione: il progetto è condotto insieme a Adriaan Geuze, storico fondatore di West 8. Ha insegnato in diverse scuole ed università tra le quali St. Lucas, l Accademia per l Architettura e l Urban design di Gant e Brussels. BORIS PODRECCA (Architektur Atelier, Vienna) Poliglotta, architetto viennese cresciuto a Trieste. I suoi riferimenti culturali principali sono gli architetti della Donaumonarchie, Adolf Loos, Joze Plecnik. Suggestionato dalle teorie di Semper, è attirato dallo studio dei materiali, che associa con abilità ed ingegno. Attraverso questo attento lavoro, filtra le innumerevoli suggestioni della tradizione viennese, a cui appartiene per formazione, e di cui è un interprete fedele. La sua poetica della diversità lo rende capace di affrontare con successo incarichi progettuali molto diversi tra loro. Studia Architettura al Politecnico e all Accademia di Vienna. È professore ad invito a Losanna, Parigi, Venezia, Philadelphia, Londra e Harvard-Cambridge, Boston. Dal 1988 è ordinario e direttore del Dipartimento di progettazione architettonica e teoria dello spazio a Stoccarda. Inoltre è stato insignito Dott. honoris causae delle Università di Maribor e Belgrado. Svolge attività professionale negli atelier di Vienna, Stoccarda, e Venezia. Ha vinto numerosi concorsi internazionali. Fra i lavori realizzati si trovano più di 30 spazi pubblici e numerosi centri commerciali e residenziali in 8 paesi europei. Un altro campo di vasta attività comprende l allestimento di grandi mostre. Abstract - Interventi istituzioni MONICA OLIVERES (Centre de Cultura Contemporània de Barcelona, Barcellona) The archive of the European Prize for Urban Public Space as a mirror of urban policies in Europe. Data l eccessiva semplificazione di alcuni dei progetti urbani a larga scala assunti in Europa in anni recenti, e il rischio di omogeneizzazione e impoverimento del paesaggio urbano, il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona ritiene che promuovere gli spazi pubblici e fare conoscere il carattere politico e plurale e la diversità di funzione che possono abbracciare, possa essere un modo ideale di stimolare i progetti urbani con lo scopo di reinventare e rafforzare il ruolo strutturale che questo spazio ha sempre giocato nelle città europee. Con questo scopo il CCCB insieme ad altre prestigiose istituzioni europee ha creato fin dalle origini un Archivio strettamente correlato al Premio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani (www.publicspalibro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

10 332 Cento proposte per lo spazio pubblico ce.org). Ad oggi l archivio contiene e pubblica una selezione dei migliori interventi presentati per il Premio sin dal suo primo apparire: ciò significa che l Archivio Europeo per gli Spazi Pubblici Urbani offre una prospettiva su circa 400 interventi su spazi pubblici di 240 città europee. L Archivio mette insieme una selezione dei migliori progetti attraverso testi e immagini, inclusi alcuni dei più significativi interventi per dinamizzare lo spazio pubblico portati avanti in Europa negli ultimi 20 anni. Lo scopo del premio è sempre stato quello di riconoscere e stimolare il carattere pubblico degli spazi urbani a la loro capacità di incoraggiare la coesione sociale. Il Premio viene dato sia all architetto progettista, che al ramo della pubblica amministrazione che ha preso la decisione politica di effettuare l intervento e, non di rado, di sostenerlo finanziariamente. ANTONIA FAUST (Royal Institute of British Architects, Londra) Forgotten Spaces - A RIBA London Competition and Exhibition. Nel gennaio del 2010 il RIBA di Londra lancia un concorso di idee insieme a Design for London e Qatari Diar per cercare spazi dimenticati (Forgotten Spaces) e negletti a Londra e dintorni. Ai partecipanti viene chiesto di localizzare un luogo dimenticato situato all interno della Grande Londra e di proporre un idea tale da ottimizzare le potenzialità di quell ambiente urbano a beneficio dei residenti e della comunità. I migliori progetti vengono esposti al Southbank di Londra (24 maggio-4 luglio) e alcuni di questi verranno illustrati nell intervento. Il progetto ha catturato l attenzione della stampa e delle agenzie governative. Si auspica che il progetto possa provocare discussione tra autorità, residenti, proprietari terrieri e investitori sul tema della rigenerazione, permettendo agli artisti locali e ai progettisti di poter finalmente rivitalizzare aree che sono state a lungo dimenticate. SHIGEMORI KANAZAWA (City Planning Institute of Japan, Tokyo) Another Perspective on Public Space: Dynamism of Japanese Street Space. Lo spazio pubblico è l anima delle forme collettive di spazio urbano e dell urbanistica nelle città. Non è semplicemente uno spazio vuoto per il traffico, ma è il luogo dei contatti e delle comunicazioni sociali nella quotidianità e il palcoscenico per i riti e le feste e gli intrattenimenti in alcuni momenti specifici. Come la frase in Europa hanno le piazze ma noi in Giappone abbiamo le strade ci suggerisce, le strade giapponesi hanno a lungo rivestito un ruolo fondamentale con un grande varietà di significati per la vita della gente, la maggior parte delle quali sono stati eliminate dall uso predominante delle auto nei nostri tempi. A differenza delle strade e piazze europee lo spazio delle strade giapponesi si caratterizza per una forte invadenza del privato : venditori, bancarelle, mercati nei tempi passati, cartelloni, distributori automatici al giorno d oggi: questa tendenza si manifesta in quasi tutte le città asiatiche. Questa caratteristica genera uno scenario di confusione, ma nello stesso di vigore, di vitalità e di libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

11 Capitolo 5 - Conferenza internazionale Spazi pubblici e qualità urbana 333 dinamismo, mentre le strade europee con la loro rigida divisione tra spazio pubblico e privato tendono a essere più ordinate e di conseguenza più statiche. Le città non sono semplicemente un insieme di funzioni urbane: esse sono l espressione visibile delle differenti dimensioni di significati che la società ha creato. É quindi necessario comprendere a fondo i rapporti fra la città e le sue singole parti. Gli input fornitici dalla psicologia ambientale ci suggeriscono che un ambiente percepito come desiderabile o bello dovrebbe essere ordinato e leggibile, ma nello stesso tempo avere attributi contradditori quali sorpresa mistero e complessità. É quindi dosando accuratamente queste componenti che il progetto dello spazio pubblico potrà risultare efficace, tenendo sempre presente che la varietà degli approcci progettuali dovrà però accordarsi con le caratteristiche specifiche del luogo. DARIO NADDEO (Agenzia per la Qualità Urbana e Architettonica, Parma) Progettare gli spazi pubblici. Percorsi di qualità urbana a Parma. L Agenzia per la Qualità urbana e architettonica di Parma si è posta come obiettivo l individuazione di pratiche e di strumenti in grado di determinare uno sviluppo qualitativo e sostenibile del territorio comunale attraverso il raggiungimento di importanti livelli di vivibilità, sicurezza e decoro, in quanto garanzia di crescita del benessere dei cittadini e di salvaguardia dei diritti delle future generazioni. In questa prospettiva, l Agenzia ha coordinato numerosi progetti fondati sulla necessità di rendere gli spazi pubblici attrattivi, vivaci e privi di pericoli. A partire da una illustrazione delle esperienze di progettazione compiute, verranno effettuate alcune riflessioni sulla progettazione degli spazi pubblici, evidenziandone criticità, tendenze e fattori di successo. Progetti EVA PRATS E RICARDO FLORES (Flores & Prats, Barcellona) Paesaggi intermedi. Tutte le volte che abbiamo lavorato su progetti di spazi aperti lo abbiamo fatto con l intenzione di lavorare sullo spazio intermedio, cercando di trovare e stabilire connessioni. Sia nel caso della piazza Pio XII come nell edificio di abitazioni a Terrassa o nella piazza di Guissona, il nostro progetto è sempre venuto dopo gli edifici esistenti. Cosí, in qualche maniera, riprendono quello che c è già, seguendo il profilo delle costruzioni che hanno già fissato il luogo. Sono progetti che trattano il tema della invisibilità, perché esprimono la necessità di introdurre qualcosa che non esisteva nell idea degli spazi di questo sito, ovvero un paesaggio intermedio tra l orizzonte aperto che definisce queste aree e il profilo degli edifici. Questi progetti cercano d introdurre la capacità di dialogo tra le parti che si trovano nel luogo, lavorando nello spazio vuoto lasciato tra loro, generando un rapporto tra costruzioni esistenti. ANDREA BOSCHETTI (Metrogramma, Milano) L architettura dello Spazio Urbano. Verso un Nuovo Rinascimento. L evoluzione storica dello spazio pubblico è il filo libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

12 334 Cento proposte per lo spazio pubblico conduttore con il quale è descritta la storia delle città: l agorà dell antica Grecia, il foro romano, le piazze medievali come luoghi di scambio commerciale e simboli dell identità comunale, le piazze e strade romane in epoca barocca, i boulevard di Parigi, il Central Park a New York: attraverso gli spazi pubblici è stata tessuta la trama ordinatrice delle città. Dal XIX secolo la rivoluzione industriale induce a modificare gli assetti urbani per favorire la mobilità di persone e merci grazie all evoluzione tecnica dei sistemi di trasporto che hanno costretto le città ad adattare i loro spazi pubblici a ferrovie, tram, automobili. Questo processo ha avuto come conseguenza la riduzione di alcuni spazi pubblici a spazi monofunzionali e tecnici privi dei valori sociali, culturali e simbolici generalmente attribuiti allo spazio pubblico della città storica. Le riflessioni contemporanee dell urbanistica sono tese a restituire valore allo spazio pubblico inteso come luogo di socialità, di riconoscimento dei valori comunitari, ove si esercita il diritto all uso democratico della città e del territorio. Del resto, nella storia della città europea, lo spazio aperto pubblico, che comprende verde, servizi e mobilità - sia lenta che veloce, sia individuale che collettiva - ha da sempre rappresentato la struttura qualitativa portante ed invariante delle città. La discriminante principale per occuparsi di sostenibilità sin dalla scala urbanistica, come dicono gli inglesi, è non consumare green field, e preoccuparsi, invece, di edificare nuove parti di città sul brown field, vale a dire sulle aree insalubri, sugli scali ferroviari in disuso e/o sulle ex aree industriali oggi dismesse o in procinto di esserlo. In tale ottica occorre meglio organizzare e strutturare i suoli della città non dando affatto per assunto che ciò che è esistente sia meglio di quanto possa essere nuovamente realizzato in un contesto giustificato da un piano di ampie vedute, fatte salve, naturalmente, le cautele di sensibilità ambientale. Oggi il vuoto tra il costruito può essere letto come un bene prezioso dal punto di vista ambientale e paesaggistico all interno del territorio metropolitano, e come una straordinaria risorsa per offrire nuove opportunità progettuali in termini di qualità urbana. Un piano che poggia le sue ambizioni sulla sostenibilità e qualità dei vuoti urbani come prospettiva di certezza e garanzia futura per i suoi cittadini, implica a sua volta una politica dei pieni. Un processo di ascolto orientato alla definizione dell interesse pubblico per immaginare una città futura sussidiaria, aperta, innovativa ed attenta a rispondere ai bisogni di chi quotidianamente in città abita e/o lavora. MAARTEN VAN DE VOORDE (West 8, Rotterdam) Lo scopo del miglioramento degli spazi pubblici è di accrescere e rinforzare il carattere di una città. I progetti illustrati durante il convegno rappresentano una narrativa con il contesto e con la tradizione. L uso frequente dei materiali sostenibili utilizzati e installati in accordo con i nuovi metodi o secolari tradizioni costruttive ottengono una patina ben definita. Lo spazio pubblico ci offre la possibilità di svolgere differenti attività, incoraggia a incontrarsi, a fare appello alla fantasia libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

13 Capitolo 5 - Conferenza internazionale Spazi pubblici e qualità urbana 335 BORIS PODRECCA (Architektur Atelier, Vienna) Contestuale e anti-contestuale. La Poetica della diversità prende corpo dai molteplici percorsi intrapresi, dalle numerose suggestioni e influenze recepite, rintracciabili già nell iter educativo, dal mio stesso lavoro in 8 diversi paesi europei, dalla Francia alla Serbia, fra culture, profumi e luoghi specifici di forti identità. Se dovessi costruire ad Atlanta o in Lagos potrei condividere la teoria del non-luogo, per cui la contestualità si esprime nel proprio oggetto senza grandi pretese o necessità di dialogo con il con-testo. Nella maggior parte dei casi l ascolto è l atteggiamento con cui affronto il momento progettuale, un atteggiamento che nell interpretazione della storia, degli stili, dello sfondo culturale e sociale di un luogo induce ad interpretare e reinterpretare, attraverso un linguaggio mai scontato né ossessivamente ripetitivo, architetture che siano mediazione e compenetrazione della pluralità degli interessi. La riconoscibilità di una poetica della diversità sta dunque dietro, nella struttura compositiva mentale dell architettura. Non si esprime con un segno, con un ductus, con un marchio di una riconoscibilità troppo svelta come quella di molte archi-star, tende invece ad operare in modo tale che dal contesto possano emergere echi che ne determinino le reali vocazioni future. Resistere su questa posizione non è facile in un tempo di percezione immediata, di appariscenza e seguente connotazione. libro qualita urbana 2a versione.indd /01/11 15:49

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840

Premessa. 11100 Aosta (Ao) 2/A, via Promis telefono +39 0165272866 telefax +39 0165272840 Assessorat des Ouvrages Publics de la protection des sols et du logement public Assessorato Opere Pubbliche, Difesa del Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica Premessa Le fondamentali indicazioni riportate

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA

CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Assessorato all Urbanistica, enti locali e personale CODICE DELL URBANISTICA E DELL EDILIZIA SETTEMBRE 2010 Dipartimento Urbanistica e ambiente Servizio Urbanistica e tutela

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Copyright 2006 Meltemi editore srl, Roma

Copyright 2006 Meltemi editore srl, Roma Copyright 2006 Meltemi editore srl, Roma È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo effettuata compresa la fotocopia, anche a uso interno o didattico, non autorizzata. Meltemi editore

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment

Interreg IIIB CADSES. Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment Interreg IIIB CADSES Common best practices in spatial planning for the promotion of sustainable POLYcentric DEVelopment POLY.DEV. Seminario Progetti INTERREG III Sala Verde, Palazzo Leopardi - 8 novembre

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

La Ville Radieuse di Le Corbusier

La Ville Radieuse di Le Corbusier Modelli 8: la città funzionale La Ville Radieuse di Le Corbusier Riferimenti bibliografici: - Le Corbusier, Verso una architettura, a cura di P. Cerri e P. Nicolin, trad. it., Longanesi, Milano, 1987 -

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o

e r r e 3 s t u d i o t e c n i c o a s s o c i a t o a r c h. c r i s t i n a r o s t a g n o t t o Come disposto nelle norme di attuazione, artt. 15, 16, 17 e dall Allegato 5 alle NTA del PTC2 gli strumenti urbanistici generali e le relative varianti assumono l obbiettivo strategico e generale del contenimento

Dettagli

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca

Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Parere n. 5 del 22/6/2011 Al Direttore Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo studio universitario del Ministero Istruzione, Università e Ricerca Oggetto: Programmazione nazionale dei

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE INFORMAZIONI PERSONALI Nome DAL ZOTTO FIORENZA Indirizzo Via Bologna n. 4/9, Mirano Venezia cap. 30035 Telefono 340.75.42.966 349.50.68.205 Fax 041.54.11.201 E-mail

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione)

(adottata dal Comitato dei Ministri l 11 maggio 2010 alla sua 120 Sessione) Raccomandazione CM/Rec(2010)7 del Comitato dei Ministri agli stati membri sulla Carta del Consiglio d Europa sull educazione per la cittadinanza democratica e l educazione ai diritti umani * (adottata

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale

È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale Cos è un piano urbanistico? È un insieme di documenti disegnati e scritti che contengono gli indirizzi per le trasformazioni territoriali in un determinato contesto territoriale È uno strumento prima di

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA

FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA novembre 2004 FAR CRESCERE LA CULTURA DI MARCA IN AZIENDA CICLO DI FORMAZIONE SUL RUOLO E SULLA VALORIZZAZIONE DELLA MARCA NELLA VITA AZIENDALE 3, rue Henry Monnier F-75009 Paris www.arkema.com TEL (+33)

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Nuovi ascensori per edifici preesistenti. ThyssenKrupp Elevator Italia

Nuovi ascensori per edifici preesistenti. ThyssenKrupp Elevator Italia Nuovi ascensori per edifici preesistenti ThyssenKrupp Elevator Italia Chiedete il meglio Tecnologia Design Servizio Qualità ThyssenKrupp Elevator Italia offre il proprio know-how tecnico al servizio di

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

draco dottorato in architettura e costruzione

draco dottorato in architettura e costruzione draco dottorato in architettura e costruzione XXIX ciclo ANTONIADIS STEFANOS LOCURCIO MARCO CIOTOLI PINA CAMPOREALE ANTONIO DESIDERI ANDREA OLTREMARINI ALESSANDRO LEFOSSE DEBORAH CHIARA SALAMONE GIANCARLO

Dettagli

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI

EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI EQUIPARAZIONI TRA LAUREE DI VECCHIO ORDINAMENTO, LAUREE SPECIALISTICHE E LAUREE MAGISTRALI Ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi: nei bandi che fanno riferimento all ordinamento previgente

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Roger Read. Architetto e Urbanista Segretario Generale di METREX, la Rete delle Regioni e delle aree metropolitane europee

Roger Read. Architetto e Urbanista Segretario Generale di METREX, la Rete delle Regioni e delle aree metropolitane europee Quale governance per le Aree metropolitane europee? Roger Read. Architetto e Urbanista Segretario Generale di METREX, la Rete delle Regioni e delle aree metropolitane europee METREX Nye Bevan House 2 20

Dettagli

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA

PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA PROPOSTA DI DISEGNO DI LEGGE PER LA BELLEZZA Premessa La proposta di un Disegno di Legge che abbia al centro il tema della bellezza trova le sue motivazioni in almeno due obiettivi principali che si vogliono

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Programma delle lezioni CORSO DI URBANISTICA

Programma delle lezioni CORSO DI URBANISTICA a CORSO DI URBANISTICA STRUMENTI INNOVATIVI PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO Obiettivi formativi Il corso di è un insegnamento importante per il curriculum formativo dell ingegnere edile che vorrà operare

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

KATE OTTEN Sudafrica

KATE OTTEN Sudafrica Creare edifici che nutrano lo spirito umano e ispirino l immaginazione. Raggiungere l eccellenza architettonica nel contesto specifico dell Africa. Trovare una risposta adeguata alle peculiarità di ogni

Dettagli