Organizzazione. Tempi. Spazi. Servizi. Risorse

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Organizzazione. Tempi. Spazi. Servizi. Risorse"

Transcript

1 Organizzazione Tempi Spazi Servizi Risorse

2 Ricevimento uffici Il Dirigente Scolastico, ALFONSO MIRABELLI, riceve tutti i giorni compatibilmente con le esigenze della scuola, fino alle ore Il DSGA, LEO PAOLO FERNANDO, riceve tutti i giorni dalle ore 11,30 alle ore Sportello di segreteria Responsabile Orario URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) SEGRETERIA DIRIGENTE SCOLASTICO Conti Sonia Lunedì - Giovedì AREA PERSONALE Del Balzi Stefania Lunedì - Giovedì AREA INFORMATICA Sellaro Paola Lunedì - Giovedì AREA FINANZIARIA Antonetti Miranda Lunedì - Giovedì AREA PROTOCOLLO Golemme Clorinda Lunedì - Giovedì Per gli uffici della scuola valgono le seguenti regole: Al di fuori dei giorni destinati al ricevimento non si riceve se non per autorizzazione superiore Le comunicazioni dirette al DS che riceve tutti i giorni compatibilmente con le esigenze della Scuola, così come le richieste di incontro, passano tramite l AA Conti Sonia che, da subito, riveste l incarico di addetta alla Segreteria del Dirigente Tutte le richieste vanno presentate per iscritto ed evase entro 5 giorni dall assunzione al Protocollo. Occorre rispettare le regole connesse ai diversi livelli di responsabilità e ad esse attenersi scrupolosamente Negli Uffici è consentito l accesso, oltre all orario e ai giorni di ricevimento, solo ai Docenti Collaboratori, allo Staff, alle Figure Strumentali al Pof, ai Presidenti di Interclasse e Intersezione che hanno apposita stanza riservata Per altre figure professionali saranno adottati distinti provvedimenti E appena il caso di rilevare che valgono tutte le norme emanate dalle disposizioni vigenti e che si è tenuti a conoscere. 7

3 Tempo scolastico Scuola dell infanzia Orario settimanale dei docenti L'orario settimanale dei docenti destinato alle attività didattiche ed educative è distribuito in cinque giorni, dal lunedì al venerdì, alternando i turni antimeridiani e pomeridiani come da prospetto orario di ciascuna sezione. TURNO ANTIMERIDIANO: 8.30 / TURNO POMERIDIANO: 11,30 / Orario alunni Sezioni a tempo pieno, 40 ( quaranta ) ore settimanali dal lunedì al venerdì comprensive di servizio mensa. - Pre-scuola dalle ore 7.30 alle ore Ingresso regolamentare dalle ore 8.30 alle ore 9,00 - Uscita regolamentare dalle ore alle ore Scuola primaria Orario settimanale dei docenti L'orario settimanale dei docenti destinato alle attività didattiche ed educative è distribuito in cinque giorni, dal lunedì al venerdì, a turni antimeridiani e pomeridiani alternati come da prospetto orario di ciascuna classe. TURNO ANTIMERIDIANO : 8.30 / TURNO POMERIDIANO : / Due ore settimanali di compresenza per ogni docente. Orario alunni Classi a tempo pieno, 40 ( quaranta) ore settimanali, dal lunedì al venerdì, comprensive di servizio mensa, -- Pre-scuola dalle ore 7.30 alle ore Ingresso ore Uscita ore

4 Adempimenti in caso di ritardo del personale docente Il docente uscente affida gli alunni al Collaboratore Scolastico di piano o di plesso ed informa della circostanza il Docente Collaboratore o l Ufficio del Dirigente se questi è assente Il collaboratore scolastico vigila sugli alunni fino a 30 minuti dall affidamento Trascorso tale periodo provvede ad informare il Docente Collaboratore o l Ufficio del Dirigente se questi è assente e divide gli alunni su tutte le classi dell edificio. I docenti riceventi hanno l obbligo di segnare l evento sul foglio giornaliero annotando l ora, i nomi dei bambini, la classe di provenienza. In caso di più classi con docenti assenti oltre i 30 minuti si provvede ad analogo comportamento ricordando che in questa circostanza la vigilanza sul minore prevale sull attività di insegnamento. Quanto sopra vale anche per i bambini della scuola dell infanzia. Il docente ritardatario sarà sottoposto agli accertamenti di rito previsti dalle vigenti disposizioni. Se il fatto si verifica in turno antimeridiano valgono le stesse regole partendo dal secondo capoverso che viene così modificato: Il Collaboratore Scolastico vigila sugli alunni fino a 30 minuti dal loro ingresso in aula. QUALORA SI DOVESSERO VERIFICARE RITARDI E CONDIZIONI NON PREVISTE DALLA PRESENTE DISPOSIZIONE ASSENZA DEL DOCENTE E MANCATA ACCETTAZIONE NOMINA PERSONALE SUPPLENTE VALGONO LE REGOLE FISSATE DAL CODICE PENALE SULL OBBLIGO DI VIGILANZA SUI MINORI DA PARTE DEL PERSONALE COMUNQUE IN SERVIZIO PRESSO L ISTITUZIONE SCOLASTICA Orario collaboratori scolastici I collaboratori Scolastici partecipano ai tempi della scuola secondo il piano dei servizi adottato. 9

5 Entrata e uscita alunni Gli alunni della scuola dell'infanzia sono accompagnati fino alla propria sezione dai genitori o da chi ne assume la delega. Gli alunni della scuola primaria sono tenuti ad entrare in classe dopo il suono della campanella. Terminata l'entrata degli alunni, i cancelli vanno richiusi per garantire la sicurezza della scuola. I genitori sono tenuti a non sostare negli atri e negli spazi esterni recintati. Gli alunni della scuola dell'infanzia, al momento dell'uscita, verranno affidati ai genitori o a chi ne ha delega. Gli alunni della scuola primaria usciranno dalla scuola al termine delle lezioni e solo dopo il suono della campanella, sotto la vigilanza del proprio insegnante, che li accompagnerà fuori dal portone. I collaboratori scolastici collaboreranno con gli insegnanti a vigilare l'entrata e l'uscita degli alunni. A norma del D.Lgs. 626/94 e del Documento di Valutazione dei Rischi, elaborato nel luglio 2004 dal Responsabile per la Sicurezza e per la Prevenzione e Protezione (RSPP) del nostro Istituto e firmato dal Dirigente Scolastico e dal Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS), si precisa che l ingresso nell immobile scolastico di persone non espressamente invitate, ivi compresi i genitori degli alunni, i parenti ed ogni altra persona che non ne abbia specifico motivo, è vietato per motivi di sicurezza. Il superamento della LINEA ROSSA posta fuori del nostro Istituto, ma all interno del confine, è consentito solo con autorizzazione del D.S. o di chi ne faccia le veci. Uscite anticipate Dovendo la Scuola adempiere, unitamente alle Famiglie, al principio costituzionale dell'assolvimento dell'obbligo scolastico e al fine di evitare danni al profitto scolastico degli alunni, diventa urgente regolamentare l'uscita anticipata degli stessi che con preoccupante sistematicità, spesso senza motivazioni, i signori genitori esercitano durante lo svolgimento delle attività didattiche. L'uscita degli alunni è consentita prima della conclusione delle attività esclusivamente: A) NEI CASI ECCEZIONALI DI ASSOLUTA NECESSITA' presentando motivazione scritta al docente di classe o sezione che decide il provvedimento da adottare. Se la domanda viene sistematicamente reiterata dai genitori, i docenti informeranno della circostanza questo Ufficio. B) NEI CASI SISTEMATICI, MOTIVATI E DOCUMENTATI, CHE RIGUARDANO TERAPIE SPECIALISTICHE O ESONERI PARTICOLARI, il permesso verrà rilasciato dal D.S. presentando domanda come per il punto A. Nel caso di alunni che necessitano di uscire anticipatamente dalla scuola, per motivi di salute, i docenti sono tenuti a chiamare telefonicamente i genitori. In caso di urgenze per malori gravi o infortuni si provvederà a chiamare il genitore e contemporaneamente il Servizio di Pronto Soccorso. In assenza del genitore, l'alunno può essere accompagnata dal personale della Scuola. E' pertanto sospesa, a far data dal 1 OTTOBRE 2003, ogni altra consuetudine che non sia quella espressamente indicata nella presente nota. Assenze degli alunni Per malattia, dopo cinque giorni di assenza si presenta il certificato medico. In merito alle malattie infettive, per la riammissione a scuola, risulta valido il certificato del Medico Scolastico, presso l'asl. Si avrà cura di comunicare, tempestivamente, in Direzione i casi di non frequenza o di assenza prolungata delle lezioni, inviando relazione dettagliata sugli interventi messi in atto e sulle comunicazioni con le famiglie degli alunni interessati.. 10

6 Piano delle visite d istruzione Gli insegnanti della scuola dell infanzia effettueranno uscite sul territorio e visite guidate a musei, fattorie, teatri o luoghi che possono arricchire e illustrare meglio quanto proposto nelle programmazioni. Gli insegnanti della scuola primaria, in relazione agli obiettivi indicati in ciascuna programmazione parteciperanno a visite d istruzione, spettacoli teatrali, iniziative proposte dal Comune, dalla Regione e da Enti privati. Gli insegnanti, inoltre, si riservano di partecipare a tutte le iniziative culturali promosse da Enti pubblici o Associazione private (Città come Scuola, Lazio-Scuola ) di cui verranno a conoscenza nel corso dell anno scolastico e che riterranno utili al raggiungimento delle finalità fissate nel P.O.F. o che siano interessanti per sviluppare i progetti in cui sono impegnati. La durata delle uscite didattiche potrà essere di metà giornata scolastica o intera. La documentazione relativa all uscita dovrà essere presentata completa almeno 5 (cinque) giorni prima dell effettuazione della stessa. Non troveranno accoglienza le domande presentate fuori dai tempi indicati. Campi scuola Su delibera del Consiglio d Istituto, nel corso dell'anno scolastico e durante il periodo estivo: Potranno essere svolti campi scuola o viaggi di istruzione autogestiti e organizzati direttamente dai genitori e dai docenti delle classi interessate in Italia e all estero. Potranno essere gestiti, in Italia e all estero, dal Municipio V, dal Comune di Roma, campi scuola e viaggi di istruzione secondo le indicazioni fornite per la realizzazione di tali attività. La gestione delle risorse economiche necessarie nella forma autogestita, avviene sulla base del regolamento di contabilità attualmente vigente. Se in regola con le norme vigenti in materia di viaggi di istruzione, ogni campo scuola autogestito si ritiene implicitamente deliberato dal Consiglio d Istituto. La formale autorizzazione viene rilasciata dal Dirigente Scolastico competente a ricevere le domande con gli allegati prescritti. La polizza assicurativa stipulata con la CARIGE copre dal rischio infortuni e R.C.T. gli alunni, i docenti e il personale A.T.A. accompagnatore. Modalità Per effettuare le uscite verranno utilizzati sia i mezzi pubblici (autobus, metro, tram) sia i mezzi di trasporto privati, previa autorizzazione scritta del genitore e del Dirigente Scolastico. Si richiede la partecipazione dell intera classe o di almeno tre quarti di essa. Si rispetta il rapporto di vigilanza almeno di uno a dieci con la partecipazione del team di classe, laddove necessario è prevista la presenza del personale A.E.C., dei genitori e del personale A.T.A. 11

7 Iscrizione degli alunni Le iscrizioni degli alunni della Scuola dell'infanzia e primaria avvengono nel mese di Gennaio presso la Segreteria, con moduli forniti dalla Scuola stessa. Criteri di formazione delle sezioni La formazione delle sezioni è affidata ai docenti della scuola dell infanzia secondo le modalità dei progetti Continuità e Accoglienza I criteri utilizzati sono i seguenti: Formazione di sezioni con alunni dai tre ai cinque anni, tenendo conto della distribuzione territoriale Equilibrio numerico fra le sezioni Salvaguardia dell'equilibrio tra maschi e femmine Inserimento dei fratelli in sezioni diverse Suddivisione di eventuali bambini portatori di handicap Eventuale passaggio da una sezione all'altra con adeguata motivazione valutata dal Consiglio d'intersezione. Criteri di formazione delle classi La formazione delle classi è affidata ad una Commissione composta da docenti della scuola dell'infanzia, docenti delle classi quinte, docente referente dei progetti Accoglienza e Continuità. I criteri utilizzati sono i seguenti: Equilibrio numerico fra le classi, tenendo conto della distribuzione territoriale Equilibrio fra maschi e femmine Inserimento di fratelli in classi diverse Classi eterogenee al loro interno in riferimento ai livelli di maturazione. Suddivisioni di alunni portatori di handicap Flessibilità nelle prime due settimane di attività scolastiche per il passaggio da una classe all'altra. Rispetto della scelta del genitore in relazione al plesso scolastico, a condizione che non si determini aumento delle classi in organico. 12

8 Calendario scolastico LA GIUNTA REGIONALE SU PROPOSTA DELL ASSESSORE ALL ISTRUZIONE, DIRITTO ALLO STUDIO E FORMAZIONE VISTO l art. 74 del D. Lgs n. 297 e successive modificazioni ed integrazioni VISTO l art. 138 del D. Lgs , n. 112 che delega alle Regioni funzioni amministrative in materia di istruzione, tra cui la determinazione del calendario scolastico, a decorrere dall anno scolastico 2002/2003; OMISSIS DELIBERA Di approvare il calendario scolastico 2007/ 2008, determinato come segue: a) Nelle scuole del primo ciclo, funzionanti nella Regione Lazio, le lezioni iniziano il 12 settembre 2007 e terminano il 7 giugno b) Nella scuola dell infanzia le attività educative iniziano il 12 settembre 2007 e terminano il 30 giugno c) Il calendario delle festività, in conformità alle disposizioni vigenti, è il seguente: tutte le domeniche, 1 novembre: Festa di tutti i Santi, 8 dicembre: Immacolata Concezione, 25 dicembre: Natale, 26 dicembre: Santo Stefano, 1 gennaio: Capodanno 6 gennaio: Epifania, 23 marzo: Pasqua, 24 marzo: Lunedì dopo Pasqua, 25 aprile: Anniversario della Liberazione, 1 maggio: Festa del Lavoro, 2 giugno: Festa nazionale della Repubblica, Festa del Santo Patrono; d) La sospensione delle lezioni è stabilita nei seguenti periodi: dal 23 dicembre 2007 al 6 gennaio 2008: vacanze natalizie dal 20 marzo 2008 al 25 marzo 2008: vacanze pasquali e) I giorni utili per lo svolgimento delle attività didattiche nelle scuole del primo ciclo sono n. 210 calcolati tenendo conto delle festività e della sospensione obbligatoria delle lezioni. f) Fermo restando l obbligo di destinare allo svolgimento delle lezioni almeno 200 giorni a cui va equiparata l articolazione delle lezioni in non meno di cinque giorni settimanali con il rispetto del monte ore annuale, pluriennale o di ciclo di cui all Art.5, c. 3, del DPR n 275/1999 le Istituzioni scolastiche nell esercizio dell Autonomia organizzativa e didattica, hanno facoltà di adattare il calendario scolastico regionale, all interno dei 210 giorni, alle esigenze specifiche derivanti dal Piano dell Offerta Formativa. Viene concessa alle Istituzioni scolastiche la facoltà di usufruire di due giorni di ponte tra i seguenti: 2 novembre (venerdì), 3 novembre (sabato), 26 aprile (sabato), 2 maggio (venerdì), 3 maggio (sabato). 13

9 Calendario annuale delle attività Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gennaio 1 Program. primaria 2 Ponte 3 Avvio anno scol. Program. primaria Intersezione rappr. genitori e tecnica 4 5 Program. primaria Interclasse rappr. genitori e tecnica 6 Corso di Formazione 7 Fine vac. natalizie Program. Primaria 8 Programmazione progetti plesso 9 10 Assemblea dei genitori cl. prime Interclasse tecnica 11 Elezioni Consiglio d istituto 12 Entrata alunni Elez. Cons. Istituto Program. progetti 13 Programmazione progetti 14 Program progetti Assemblea dei genitori infanzia 15 Program. primaria Assemblea dei genitori infanzia Program. primaria Program. primaria Program. primaria Program. primaria 22 Elezione rappres genitori Consiglio di Intersezione e di Interclasse Program. progetti primaria - infanzia Assemblea dei genitori primaria 27 Programmazione di plesso Inizio vacanze natalizie 28 Programmazione di plesso Assemblea dei genitori primaria 31 14

10 Calendario annuale delle attività Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno 1 Festa 2 Ponte 3 Program. primaria 4 Program. primaria Festa della scuola 5 Program. Primaria Festa della scuola 6 7 Program. primaria Fine lezioni primaria Program. progetti Intersezione rappr genitori e tecnica 11 Programmazione progetti infanzia e primaria 12 Program progetti Assemblea genitori infanzia Program progetti Intersez. tecnica Program. primaria 18 Program. primaria Assemblea genitori primaria 19 Program. primaria 20 Consegna documento di valutazione Inizio vacanze pasquali 21 Program. primaria Interclasse rappr. genitori e tecnica Programmazione di plesso Fine vacanze pasquali Festa 26 Programmazione di plesso Programmazione di plesso Collegio Docenti Fine attività infanzia 31 Programmazione di plesso 15

11 I laboratori La biblioteca di Fabriano La biblioteca di Pennabilli La biblioteca di Corinaldo Il laboratorio scientifico Una delle aule multimediali 16

12 Il teatro: uno degli spazi per le attività espressive dei bambini L angolo della psicomotricità Una delle palestre Un laboratorio di cucina Un laboratorio grafico-pittorico 17

13 Avvenimenti e ricorrenze connesse ai curricoli formativi Ricorrenze e avvenimenti Data ANNIVERSARIO DELLE TORRI GEMELLE 11 settembre GIORNATA DELLA BONTA ( Premio Livio Tempesta) GIORNATA DEL RICORDO ( Commemorazione dei Defunti) 2 novembre GIORNATA DELLA VITTORIA ( I Guerra Mondiale) 4 novembre NATALE 25 dicembre GIORNATA MONDIALE PER LA PACE 1 gennaio GIORNATA DELLA MEMORIA ( Shoà) 27 gennaio ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI GANDHI 30 gennaio GIORNATA DELLA FESTA ( Carnevale) 5 febbraio GIORNATA DEL VOLONTARIATO (operazione scuole pulite) 15 marzo FESTA DELLA DONNA 8 marzo GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO IL RAZZISMO 21 marzo FESTA DEGLI ALBERI 21 marzo GIORNATA MONDIALE DELL ACQUA 22 marzo ANNIVERSARIO DELL FOSSE ARDEATINE 23 marzo GIORNATA DELLA SICUREZZA A SCUOLA (in coll. con l INAIL) da definire PASQUA 23 marzo FESTA DELLA LIBERAZIONE 25 aprile FESTA DEL LAVORO 1 maggio GIORNATA NAZIONALE DELLA MUSICA A SCUOLA 5 maggio STRAGE DI CAPACI (la mafia uccide Giovanni Falcone e la scorta) 23 maggio FESTA DELLA REPUBBLICA 2 giugno FESTA DEL SANTO PATRONO STRAGE DI VIA D AMELIO (la mafia uccide Paolo Borsellino e la scorta) 30 giugno 19 luglio La scuola Gandhi riconosce agli avvenimenti o ricorrenze sopra citate specifica importanza ai fini educativi degli alunni. La scuola Gandhi intende adeguatamente valorizzarle dando l opportunità alle singole classi o a gruppi di esse, a livello di plesso o di Interplesso, di programmare, nel tempo necessario, attività di studio, di ricerca, di esposizione anche in collaborazione con Enti e Associazioni esterni alla scuola e legalmente riconosciuti. La partecipazione di personale di Enti e Associazioni alle attività sarà autorizzata, di volta in volta, con apposito tesserino di riconoscimento, secondo le norme vigenti in materia di collaborazione saltuaria esterna senza fini di lucro. Le eventuali domande di proposta di Enti e Associazioni, corredate dai relativi progetti, dovranno pervenire all ufficio del Dirigente Scolastico almeno due mesi prima della data prevista dalla ricorrenza. I docenti singolarmente o collegialmente, non sono obbligati dalle richieste presentate se, a loro insindacabile giudizio, non rispondono ai requisiti necessari. 18

14 Servizi Servizio pre-scuola Il servizio è affidato alla Associazione genitori per gli alunni della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, su richiesta e a carico delle famiglie. Servizio trasporto Il servizio, per gli alunni della scuola dell'infanzia e primaria, è attivato dal MUNICIPIO V su richieste e previo contributo economico delle famiglie. Il servizio trasporto per alunni portatori di handicap è gratuito. Servizio mensa La mensa è in regime di autogestione con la Ditta CIR. Il servizio si articola su due o tre turni per consentire ai bambini di usufruire di un idoneo tempo mensa, considerando educativo anche il momento del pasto. Biblioteche scolastiche La scuola dispone di quattro biblioteche situate nei plessi di Via Corinaldo, Via Pennabilli, Largo Paolo Rossi e Via Fabriano, quest ultima offre i seguenti servizi: prestito librario, sala di lettura, informazioni bibliografiche di iniziative culturali di promozione alla lettura. Assicurazione Tutto il personale e gli alunni della Scuola Gandhi fruiscono della tutela assicurativa completa dei rischi per infortuni che possono subire in qualunque momento di permanenza nella sede della scuola, dei vari plessi e durante le attività scolastiche organizzate anche al di fuori delle strutture scolastiche, e per responsabilità civile per danni cagionati a terzi in conseguenza delle attività scolastiche. La quota assicurativa è individuale, per gli adulti, ed a carico delle famiglie, per gli alunni. La compagnia assicuratrice è la CARIGE. Attività extra curricolare Palestra di Via Corinaldo, gestita dall Associazione Sportiva POLAS. Palestra di Largo Paolo Rossi, gestita dall Associazione Genitori Scuola Gandhi ABC SOS, centro aggregativo Lupo Alberto ( vedi progetto a pagina 60 ) 19

15 Risorse Risorse interne Dirigente Scolastico: Dott. Alfonso Mirabelli Direttore dei Servizi Generali Amministrativi: Paolo Fernando Leo Docenti scuola elementare: Alessandrini Rosa, Appolloni Chiara Maria, Baldassarre Roberta, Blasi Raffaella, Bongarrà Calogera Lidia, Brevetti Patrizia, Camelli Anna, Capitani Lucia, Castellano Rosa, Catinella Maria Rosaria, Cavallo Filomena, Cenciarelli Emma, Censullo Donatella, Cimino Giuliana, Colanera Sonia, Corciulo Carla, Correddu Alessandra, Cozza Antonella, Cozzolino Walter, Cristiani Natalina, Cusimano Anna Maria, De Meo Lidia, De Propris Lidia, Di Giovenale Sabrina, Di Pasquali Sabrina, Di Porto Sandra, Di Rocco Giuseppina, Esposito Marroccella Antonietta, Esposito Renata, Fabrizio Vera, Faraone Roberta, Ferente Maria Vincenza, Forgnone Clelia, Gentile Maria, Giannetti Maria Cristina, Greco Rosamaria, Iacuitto Franca Maria, Iavagnilio Viviana, Ierardi Gennarino, Infantino Giuseppina, Iocca Rachela, Ippolito Giuditta, Lancia Dina, Lepore Delia, Liberati Francesca, Ligotino Bernarda Arcangela, Lorusso Luigi, Magliocchetti Roberta, Malaganesi Stefania, Mambro Valentina, Mambro Vania, Manzoni Guida, Marini Maria Antonia, Melchionno Albina, Miceli Rosa, Miliucci Floriana, Murgia Sabrina, Musca Nia, Napoletano Rosanna, Nerone Tiziana, Novello Maria Grazia, Pagliarulo Maria, Pagliazzo Pina, Pallante Antonia, Palumbo Rosetta, Pandolfi Maria Gabriella, Pepe Giuseppina, Pettrone Michela, Picconi Maria Rita, Pietropaoli Stefania, Pitaro Maria Carolina, Pitocco Antonio Tommaso, Pizzicaroli Michela, Pontrelli Gina, Potenzone Giuseppina, Procopio Anna Maria, Proietti Rossana, Rago Laura, Ravà Gabriella, Rennella Elvira, Rughetti Daniela, Satriano Rita, Serra Maurizia, Scafetta Laura, Scafetta Maria Renata, Scurci Paola, Stefanini Catia, Sturabotti Norma, Tartaro Giuseppa Patrizia,Tata Antonella, Tavini Vittoria, Teodori Lucia, Toro Violetta, Torre Vincenza, Trusiani Rosanna, Visalli Antonietta, Zollo Antonietta. Docenti scuola dell infanzia: Albace Diamante Lina, Andreozzi Silvia, Badia Arcangela, Buttafava Fabiola, Calabretta Aurora, Catanzariti Silvana, Cavaliere Daniela, Ciamarra Pasqualina, Cirrone Bianca, Coppola Raffaella, Errico Piccarini Anna Maria, Fedele Giuseppina, Finori Luciana, Giudice Cesaria, Gobbo Paola Gina, Iannotta Lorenzo, Miccinelli Antonella, Napoli Raffaella, Papa Anna, Pecci Tiziana, Rende Maria Concetta, Rossano Stefano, Spadaccini Anna, Sposato Rosa, Togliani Lorella, Tolve Valeria, Zilli Iole. Docenti di sostegno scuola elementare: Amatulli Rosa, Andreuzzi Fiorella, Asaro Graziella, Ciorra Nadia, Ciucci Maria Lucia, Cristiani Maria Stella, D Agostino Claudia, De Simone Maria, Di Giuseppe Maria Laura, Fico Rosaria, Librera Antonia, Lollobrigida Sara, Lombardi Rita, Maiorana Anna Rita, Marinucci Monica, Picazio Antonella, Pitocco Claudia, Proietti Antonella, Pucci Maria Antonietta, Turbessi Anna Maria, Ventrici Domenica. Docenti di sostegno scuola dell infanzia: Cimaszewska Elzbieta, De Sanctis Silvia, Lucchi Agnese. Docenti di Religione Cattolica: Bassi Elio, Cattivera Fiorella, Di Pasquale Maria, Lenci Gabriella, Norelli Antonio, Renzi Laura, Ricchione Ombretta. Docenti di Lingua Straniera: Moretti Fiorella, Paoli Federica, Santi Giovanni, Iacucci Ermida (specialisti); Capitani Lucia, Catinella Maria Rosaria, Censullo Donatella, Corciulo Carla, Di Rocco Giuseppina, Lorusso Luigi Maria, De Propris Lidia, Musca Nia, Mambro Valentina, Ravà Gabriella, Rennella Elvira, Scafetta Maria Renata ( specializzati ). Docente bibliotecaria: Sabino Cecilia Alunni scuola dell infanzia Alunni scuola primaria 20

16 Assistenti educativi comunali ( AEC ): Alfano Annunziata, Aniello Crescenzo, Colasuga Daniela, Cosciotti Fabiana, Donadio Giulia, Marini Anna Maria, Rago Massimiliano, Scortichini Danilo. Assistenti Amministrativi A.T.A.: Antonetti Miranda, Conti Sonia, Del Balzi Stefania, Golemme Clorinda, Sellaro Paola. Custodi: Vardeu Rosaria, Tosi Brandi Anna Collaboratori scolastici: Angelillo Franca, Bagorda Catuscia, Belardelli Anna, Carrino Sabina, Corsi Stefania, Di Lellio Angela, Gervasio Giuseppina, Lioy Luisa, Macci Sonia, Orlando Claudia, Orsini Rosetta, Pomponi Pasquale, Proietti Nazzarena, Roocha Sheelah, Savi Fabiola, Tosi Brandi Anna, Troiani Iole, Varano Cinzia, Venditelli Anna Maria. Personale mensa: La mensa è in regime di autogestione con la Ditta CIR. Commissione Mensa: E costituita per la componente genitori dalle signore Angelosanto Marina, Gallo Maria, Piovesan Tamara; per la componente docenti da Palumbo Rosetta. Personale di pulizia: la pulizia della scuola è gestita dalla ditta Roma Multiservizi. Ruoli istituzionali Collaboratori: Censullo Donatella collaboratore vicario plesso Pennabilli Magliocchetti Roberta collaboratore plesso Corinaldo Pietropaoli Stefania responsabile plesso Fabriano Di Pasquale Maria responsabile plesso Paolo Rossi Consigli di Intersezione: presieduti dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato. Consigli di Interclasse: presieduti dal Dirigente Scolastico o da un suo delegato. Genitori eletti Rappresentanti di Intersezione Corinaldo: Antonacci Luana ( A ), Murino Simonetta ( B ), Taglioni Egizia ( C ), Matulli Angela ( D ). Fabriano: Cioffi Catia ( A ), Rancan Nicoletta ( B ), Piselli Sabrina ( C ), Foschi Barbara ( D ). Pennabilli: Baiocco Laura ( A ), Costa Anna Maria ( B ), Costanzo Paola ( C), Di Carlo Patrizio (D). 21

17 Genitori eletti Rappresentanti di Interclasse Corinaldo: Parolin Jessica (I A), Sicurella Elisabetta (I B), Petrucci Adele (II A), Crea Maria Grazia (III A), Patrizi Paolo (III B), Zannin Paola (IV A), Erbi Vittoria (IV B), Braul Brigitte (V A), Minniti Sonia (V B). Fabriano: Cavaliere Marina (I A), Bilotta Fiorella (II A), De Angelis Patrizia (II B), Mestre Luisa (III A), Squadrani Debora (III B), Erbi Antonella (IV A), Rossi Filippo (IV B), Iacopo Carmela (V A), Artico Paola (V B). Pennabilli: Batistini Carla (I A), Scattone Katia (I B), Fracassi Viviana (I C), De Fattore Consuelo (II A), Conidi Rosanna (II B), Aquilani Nadia (III A), Silvestri Manola (III B), Bonasera Luigia (IV A), Formisano Antonietta (IV B), Puzzuoli Patrizia (V A), D Angelo Daniele (V B), Capogna Sonia (V C). Paolo Rossi: Cennamo Giovanna (I A), Amicucci Paola (II A), Biassoni Marzia (II B), Nascenzi Maria T. (II C), Roccuzzo Simonetta (II D), Capece Daniela (III A), Ancora Maria Stella (III B), Carbonari Daniela (III C), Piccinno Loredana (III D), Spione Nunzio (III E), Turrini Serenella (IV A), Stigliano Giuseppina (IV B), Carucci Eugenia (V A), Piemontese Pasquale ( V B). Membri del Consiglio d Istituto: D.S. Alfonso Mirabelli; D.S.G.A. Leo Paolo Fernando. Docenti : Andreozzi Silvia, Badia Arcangela, Censullo Donatella, Corciulo Carla, Cozzolino Walter, Cristiani Maria Stella, Paoli Federica, Palumbo Rosetta. Personale A.T.A.: Conti Sonia, Tosi Brandi Anna. Genitori: Baiocco Loredana, Borra Massimo, Lacopo Carmela, Palombi Massimo, Pietropaoli Andrea, Presello Silvia ( Presidente ), Russo Gianluca, Scattone Katia. Giunta Esecutiva: D.S., D.S.G.A., Corciulo Carla, Tosi Brandi Anna, Borra Massimo, Lacopo Carmela. Comitato di Valutazione Scuola dell Infanzia: Andreozzi Silvia, Errico Piccarini Anna Maria. (Supplente: Lucchi Agnese ). Comitato di Valutazione Scuola Primaria: Lepore Delia, Paoli Federica, Pietropaoli Stefania, Rughetti Daniela. ( Supplenti: Corciulo Carla, Scurci Paola). R.S.U.: Corciulo Carla, Cozza Antonella, Pitocco Antonio Tommaso. Commissione Continuità: scuola dell infanzia // scuola primaria scuola primaria // scuola secondaria di 1 grado. Commissione Piano dell Offerta Formativa: E composta da tutte le componenti che operano nella scuola: Dirigente Scolastico, docenti, personale ATA, genitori, alunni. Commissione Eventi 22

18 Funzioni strumentali al Piano dell Offerta Formativa Docente: Procopio Anna Maria Area 1 Gestione del piano dell offerta formativa Coordinamento del piano dell offerta formativa Coordinamento gestione e programmazione curriculare Valutazione delle attività del piano dell offerta formativa Docente: Lorusso Luigi Area 2 Sostegno al lavoro dei docenti Coordinamento delle nuove tecnologie Cura della documentazione educativa Docente: Palumbo Rosetta Area 3 Interventi e servizi per studenti Progetto Accoglienza alunni e genitori Coordinamento e gestione delle attività di continuità con la scuola dell infanzia e con la scuola secondaria di I grado Coordinamento delle attività di tutoraggio connessa alla formazione dei docenti Docente: Tartaro Giuseppa Patrizia Area 3 Interventi e servizi per studenti Coordinamento delle attività di compensazione, integrazione, recupero Rapporti con le AA.SS.LL., Enti ed Associazioni: gestione piscopedagogica ed organizzativa Rapporti scuola e famiglia Area 4 Realizzazione di Progetti formativi d intesa con enti ed istituzioni esterni alle scuole Docente: Pitocco Antonio Tommaso Coordinamento progetto Area a Rischio Coordinamento dei rapporti Scuola Famiglia Territorio con particolare riferimento alle attività extra curriculari 23

19 (DL 626/94) ALFONSO MIRABELLI ARCH. A.M. MEUCCI INS. ANTONIO T. PITOCCO LEO PAOLO FERNANDO Dirigente Scolastico Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) Rappresentante del lavoratori per la sicurezza (RLS) Coadiutore per la compilazione dei registri a norma del d.l.626/94 FIGURE SENSIBILI VIA CORINALDO Addetti ad attuare le misure di prevenzione incendi Addetti ad attuare le misure di evacuazione dei lavoratori Addetti ad attuare le misure di pronto soccorso VIA FABRIANO Addetti ad attuare le misure di prevenzione incendi Addetti ad attuare le misure di evacuazione dei lavoratori Addetti ad attuare le misure di pronto soccorso Ins. Toro Violetta Ins. Cozzolino Walter Ins. Sturabotti Norma Ins. Appolloni Chiara Ins. Blasi Raffaella Ins. Pietropaoli Stefania Ins Faraone Roberta Ins. Brevetti Patrizia VIA PENNABILLI Addetti ad attuare le misure di prevenzione incendi Addetti ad attuare le misure di evacuazione dei lavoratori Addetti ad attuare le misure di pronto soccorso Ins. De Propris Lidia Ins. Camelli Anna Ins. Scafetta Maria Renata Ins. Pepe Giuseppina LARGO PAOLO ROSSI Addetti ad attuare le misure di prevenzione incendi Addetti ad attuare le misure di evacuazione dei laboratori Addetti ad attuare le misure di pronto soccorso Ins. Nerone Tiziana Ins. Melchionno Albina Ins. Di Porto Sandra Ins. Pallante Antonia 24

20 Prova di evacuazione: Le prove di evacuazione, in numero minimo di 2 all anno ( D.M. 26/08/ punto 12.0), hanno lo scopo di verificare le procedure contenute nel Piano di Evacuazione. Assegnazione incarichi: PLESSO CORINALDO Diffusione dell ordine di evacuazione: suono della campanella secondo il segnale del S.O.S. e poi quello della tromba ANGELILLO FRANCA Apertura delle porte e dei cancelli ANGELILLO FRANCA Interruzione del traffico ANGELILLO FRANCA, TROIANI IOLE Interruzione dell erogazione della corrente elettrica; ANGELILLO FRANCA Interruzione dell erogazione dell acqua; ANGELILLO FRANCA Interruzione dell erogazione del gas della centrale termica FERRARI PATRIZIA Interruzione dell erogazione del gas della cucina FERRARI PATRIZIA Controllo delle operazioni di evacuazione ai piani CORSI STEFANIA, VARANO CINZIA, DI LELLIO ANGELA Telefonate di soccorso CONTI SONIA, DEL BALZI STEFANIA, ANTONETTI MIRANDA PLESSO PENNABILLI Diffusione dell ordine di evacuazione suono della campanella secondo il segnale del S.O.S. e poi quello della tromba TOSI BRANDI ANNA Apertura delle porte e dei cancelli; ORLANDO CLAUDIA, ROOCHA SHELAH Interruzione del traffico BELARDELLI ANNA Interruzione dell erogazione della corrente elettrica; TOSI BRANDI ANNA Interruzione dell erogazione dell acqua; RONCHETTI ENZO Interruzione dell erogazione del gas della centrale termica RONCHETTI ENZO Interruzione dell erogazione del gas della cucina VACCARI IRMA Controllo delle operazioni di evacuazione ai piani BELARDELLI ANNA, ROOCHA SHELAH, RONCHETTI ENZO, MACCI SONIA Telefonate di soccorso TOSI BRANDI ANNA 25

esigenze della scuola, fino alle ore 13.00. Il DSGA, LEO PAOLO FERNANDO, riceve tutti i giorni dalle ore 11,30 alle ore 13.00.

esigenze della scuola, fino alle ore 13.00. Il DSGA, LEO PAOLO FERNANDO, riceve tutti i giorni dalle ore 11,30 alle ore 13.00. Sportello di segreteria Responsabile Orario Conti Sonia Lunedì - Giovedì 8.30 10.30 AREA FINANZIARIA Antonetti Miranda Lunedì - Giovedì 11.00 13.00 AREA PERSONALE Dell Uomo Daniela Lunedì - Giovedì 11.00

Dettagli

2. ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA: strutture, risorse, spazi

2. ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA: strutture, risorse, spazi 2. ORGANIZZAZIONE SCOLASTICA: strutture, risorse, spazi - Organizzazione scolastica - Organigramma - Area dirigenziale - Funzioni strumentali al POF - Partecipazione come risorsa - Articolazione tempo

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA A. S. 2014/2015 ATTIVITA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE 1) CALENDARIO SCOLASTICO Definito per le parti di propria competenza, dal Ministro dell Istruzione, dalla

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Anno Scolastico 2014/15

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Anno Scolastico 2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LITTARDI Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Viale della Rimembranza, 16 18100 IMPERIA Codice Fiscale/P. Iva 91037880084 Tel/Fax 0183 667430 ~ e-mail: imic81000q@istruzione.it

Dettagli

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori

19 ottobre Elezione rappresentanti di sezione dei genitori 21 ottobre Elezione rappresentanti di classe dei genitori Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Vito Fabiano di Latina Via Don Vincenzo Onorati s.n.c., Borgo Sabotino, 04100 Latina

Dettagli

- Formazione Sicurezza 17. G Presentazione liste per Elezioni Organi Collegiali - Formazione Sicurezza

- Formazione Sicurezza 17. G Presentazione liste per Elezioni Organi Collegiali - Formazione Sicurezza SETTEMBRE 2015 1. M Collegio dei Docenti (Organigramma, Piano Attività, ) 2. M Incontro Commissione PON FSE FESR 3. G 4. V Collegio dei Docenti (POF, PTOF e RAV) - Sorteggio abbinamento classi 5. S 6.

Dettagli

Regolamento di Istituto

Regolamento di Istituto Regolamento di Istituto Art. 1 Criteri per la formazione delle classi Classi prime La commissione, designata dal Collegio dei Docenti, opererà secondo i seguenti criteri: Rispetto della scelta del genitore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PONTELANDOLFO

ISTITUTO COMPRENSIVO PONTELANDOLFO ISTITUTO COMPRENSIVO PONTELANDOLFO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI PONTELANDOLFO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Sant Anna, 4-82027 PONTELANDOLFO BN - tel. 0824 851880

Dettagli

GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016

GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016 GIORNO DOPO GIORNO. PER IMPARARE, CONOSCERE E CRESCERE INSIEME. A.S. 2015/2016 8.15: ingresso a scuola 8.20: inizio lezioni 10.20 / 10.40 : ricreazione 12.20/14.20: pranzo e pausa con giochi in classe

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

Prot. N 7414 Del 12/09/2014 Ai Sigg. Collaboratori Scolastici Loro Sedi Agli atti All Albo

Prot. N 7414 Del 12/09/2014 Ai Sigg. Collaboratori Scolastici Loro Sedi Agli atti All Albo Prot. N 7414 Del 12/09/2014 / C1 Ai Sigg. Collaboratori Scolastici Loro Sedi Agli atti All Albo Oggetto : disposizioni relative alla prestazione dell orario di lavoro e attribuzione dei compiti del personale

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO FANO, SAN LAZZARO A. S. 2014/2015 PROGETTO DI PLESSO T. NORMALE SCUOLA PRIMARIA FILIPPO CORRIDONI

CIRCOLO DIDATTICO FANO, SAN LAZZARO A. S. 2014/2015 PROGETTO DI PLESSO T. NORMALE SCUOLA PRIMARIA FILIPPO CORRIDONI CIRCOLO DIDATTICO FANO, SAN LAZZARO A. S. 2014/2015 PROGETTO DI PLESSO T. NORMALE SCUOLA PRIMARIA FILIPPO CORRIDONI EDIFICIO SCOLASTICO - Presentazione della struttura: il plesso Corridoni è ubicato in

Dettagli

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER VISITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO D ISTITUTO PER VISITE E VIAGGI DI ISTRUZIONE MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Scuola Media Statale Sperimentale GIUSEPPE MAZZINI Via Delle Carine, 2-00184 Roma C.F. 80197770581 COD. RMMM056001 Distretto

Dettagli

art. 28, comma 4, CCNL/(2007)

art. 28, comma 4, CCNL/(2007) PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA'' DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N.. INGANNAMORTE art. 28, comma 4, CCNL/(2007) Il Dirigente Scolastico, prima dell'inizio delle lezioni, ha sottoposto all approvazione

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI+ RODARI

ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI+ RODARI ISTITUTO COMPRENSIVO GRAMSCI+ RODARI Via Dante N 1-09028 Sestu (CA) : 070/260144 - : Fax 070.262518 E.mail: caic89400b@istruzione.it P.E.C.: caic89400b@pec.istruzione.it - C.F.: Sito: www.icsestu.gov.it

Dettagli

3 CIRCOLO DIDATTICO DI QUALIANO ( NA) PIANO DELLE ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/15

3 CIRCOLO DIDATTICO DI QUALIANO ( NA) PIANO DELLE ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/15 3 CIRCOLO DIDATTICO DI QUALIANO ( NA) PIANO DELLE ATTIVITA FUNZIONALI ALL INSEGNAMENTO PER LA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2014/15 Il presente Piano delle attività, proposto dal Dirigente

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA

REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA REGOLAMENTO DI ISTITUTO SCUOLA PRIMARIA Entrata 8.10 8.15 Chiusura cancelli: 8.20 Ingresso Gli alunni non possono accedere nei locali scolastici se non 5 minuti prima dell inizio delle lezioni. L ingresso

Dettagli

Piano delle attività del personale docente Anno scolastico 2014-2015

Piano delle attività del personale docente Anno scolastico 2014-2015 Ministero della Pubblica Istruzione ISTITUTO COMPRENSIVO G. Deledda di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Via Elini, s.n.c. Tel. 0782 33048 Fax 0782 349128 08040 - ILBONO - (Ogliastra)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE BORGATA PARADISO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE BORGATA PARADISO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE MARTIN LUTHER KING Dirigente Scolastico Prof. Elena Sorrisio PRESIDENZA E SEGRETERIA Viale Radich, 3 10095 GRUGLIASCO

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA DI ISTITUTO a.s. 2014/2015

FUNZIONIGRAMMA DI ISTITUTO a.s. 2014/2015 FUNZIONIGRAMMA DI ISTITUTO a.s. 2014/2015 A) FIGURE DI SUPPORTO AL DS E ALL ORGANIZZAZIONE DELL ISTITUTO INCARICO COMPITI Collaboratore vicario del DS Collaboratore del DS Martina Riviera Coordinamento

Dettagli

SCUOLA INFANIZA 2014-20152015

SCUOLA INFANIZA 2014-20152015 Istituto Comprensivo Statale Caprino veronese SCUOLA INFANIZA VIA SANDRO PERTINI, 22 37013 CAPRINO VERONESE - Tel. 045/7241026 Fax 045/6230723 E-mail: vric86300e@istruzione.it WWW.ICSCAPRINOVERONESE.IT

Dettagli

INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015

INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015 INCONTRO DI PRESENTAZIONE SCUOLE PRIMARIE ISTITUTO COMPRENSIVO LUCA BELLUDI PIAZZOLA SUL BRENTA A.S. 2014-2015 FINALITA DELLA SCUOLA DEL PRIMO CICLO Acquisire conoscenze ed abilità fondamentali per sviluppare

Dettagli

SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITÀ RICERCA DIREZIONE REGIONALE TOSCANA UFFICIO TERRITORIALE DI AREZZO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE MEDIA DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA INFORMAZIONI ESSENZIALI

Dettagli

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono.

Durante i periodi di sospensione delle attività didattiche i colloqui docenti-genitori non si svolgono. Carate Brianza, 13 settembre 2013 Comunicazione interna n. 15 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2013-2014 1. COLLOQUI DOCENTI GENITORI

Dettagli

Scuola Primaria di Grosotto Classe DOCENTE INSEGNAMENTI Tot. Baionetta Daniela Italiano (8) - Storia (2) Larsa (1) 11 1^

Scuola Primaria di Grosotto Classe DOCENTE INSEGNAMENTI Tot. Baionetta Daniela Italiano (8) - Storia (2) Larsa (1) 11 1^ Scuola dell Infanzia Grosotto Sezione ORGANIGRAMMA DEL PERSONALE DOCENTE Insegnanti A De Maron Katia Lovato Antonella Tomerini Rita Cusini Margherita Religione Cattolica Tutte le sezioni Gruppi di livello

Dettagli

SEDE di Via Massaua. Scuola Primaria.

SEDE di Via Massaua. Scuola Primaria. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.C.S. CARDARELLI - MASSAUA Via Scrosati, 4-20146 Milano Centralino 02.884.41534 - Fax 02.884.44514 - Didattica 02.884.44511 Amministrazione 02.884.41541-

Dettagli

Organizzazione del plesso

Organizzazione del plesso Istituto Comprensivo statale di Malo Scuola Primaria E. De Amicis Case di Malo Organizzazione del plesso Anno scolastico 2014/2015 PROGRAMMAZIONE ORGANIZZATIVA DI PLESSO CASE DI MALO A.S. 2014/2015 1.

Dettagli

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1

Istituto Comprensivo Donadoni via Torquato Tasso Bergamo. Scuole per l'infanzia - Scuola Primaria - Scuola Potenziata - Scuola Secondaria di 1 SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL'INFANZIA La scuola dell infanzia per bambini dai 3 ai 6 anni di età non è obbligatoria, ma è di fondamentale importanza per la promozione di competenze essenziali, quali:

Dettagli

COD. PRATICA: 2015-001-333. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 351 DEL 23/03/2015

COD. PRATICA: 2015-001-333. Regione Umbria. Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 351 DEL 23/03/2015 Regione Umbria Giunta Regionale DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 351 DEL 23/03/2015 OGGETTO: Determinazione del Calendario scolastico per l anno 2015/2016 per la Regione Umbria. PRESENZE Marini

Dettagli

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI PARTE SECONDA 5. LA SCUOLA PRIMARIA DELL'ISTITUTO 5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI La scuola Primaria promuove il benessere dei bambini e si impegna ad educarli tenendo conto delle diverse dimensioni

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA. Approvato nel Collegio dei docenti 11/09/2015 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania DIREZIONE DIDATTICA STATALE di CARDITO Gianni Rodari VIA G. PRAMPOLINI 80024 CARDITO (NA) C. M.:

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA. PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI. Via Loreto 40 4. Centrale 40 5. De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30

SCUOLA DELL INFANZIA. PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI. Via Loreto 40 4. Centrale 40 5. De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30 SCUOLA DELL INFANZIA PLESSO ARTICOLAZIONE h N SEZIONI Via Loreto 40 4 Centrale 40 5 De Amicis 40 4 TOTALE ALUNNI N 299 TOTALE INSEGNANTI N 30 di cui N 3 INSEGNANTE DI SOSTEGNO N 1 INSEGNANTE DI RELIGIONE

Dettagli

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ

PIANO ANNUALE delle ATTIVITÀ Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Sermide Via Zambelli, 2 46028 Sermide (MN) Tel. 0386 61101 Fax. 0386 960476 email: mnic82200r@istruzione.it - info@icsermide.it

Dettagli

art. 28, comma 4, CCNL/(2007)

art. 28, comma 4, CCNL/(2007) PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA'' DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N.. INGANNAMORTE art. 28, comma 4, CCNL/(2007) Il Dirigente Scolastico, prima dell'inizio delle lezioni, ha sottoposto all approvazione

Dettagli

VERBALE N 1 Collegio unitario Perotto-Orsini

VERBALE N 1 Collegio unitario Perotto-Orsini VERBALE N 1 Collegio unitario Perotto-Orsini Il giorno tre del mese di settembre Duemiladodici, alle ore nove e trenta, presso l Aula Magna del plesso Card. V. M. Orsini, sotto la presidenza della Dirigente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "TORRI DI QUARTESOLO SCUOLA PRIMARIA STATALE "CAP. P. LORENZI" DI MAROLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO

ISTITUTO COMPRENSIVO TORRI DI QUARTESOLO SCUOLA PRIMARIA STATALE CAP. P. LORENZI DI MAROLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO ISTITUTO COMPRENSIVO "TORRI DI QUARTESOLO SCUOLA PRIMARIA STATALE "CAP. P. LORENZI" DI MAROLA PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI PLESSO Anno Scolastico 2013-2014 ISTITUTO COMPRENSIVO "TORRI DI QUARTESOLO" SCUOLA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino

Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino Istituto Comprensivo Statale Marano Vicentino Iscrizione Scuola dell Infanzia Il castello colorato Santa Lucia L arca San Lorenzo Il nostro Istituto una scuola per tutti 2 Scuole dell Infanzia «Il castello

Dettagli

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA

10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Informazioni generali: direzione, amministrazione e segreteria 51 10. INFORMAZIONI GENERALI: DIREZIONE, AMMINISTRAZIONE E SEGRETERIA Dirigente scolastico Dott. Barca Daniele Tel. 059 358161 Fax 059 299126

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola.

1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. REGOLAMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA 1. Modalità per la vigilanza degli alunni durante l ingresso, l uscita e la permanenza a scuola. 1.1 La presenza degli alunni è obbligatoria, oltre che alle lezioni, a

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

ai docenti al personale ATA

ai docenti al personale ATA Carate Brianza, 11 settembre 2015 Circolare interna n. 16 agli studenti e ai loro genitori ai docenti al personale ATA Oggetto: Comunicazioni per l anno scolastico 2015-2016 1. FORME DI COMUNICAZIONE Tutte

Dettagli

REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI

REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI I.I.S. "PAOLO FRISI" Via Otranto angolo via Cittadini n. 1-20157 Milano Tel. 02/3575716/8 fax 02/39001523 E mail: paolofrisimi@tin.it - Sito web:www.ipsfrisi.it REGOLAMENTO SULLA VIGILANZA DEGLI STUDENTI

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole primarie Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole primarie gennaio 2010 Istituto Comprensivo di Sedegliano Presentazione Questo opuscolo contiene alcune informazioni utili

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SARROCH Via Dante, 17 09018 SARROCH (CA) Tel. 070.900183 Fax 070.901114 C.F.: 80014400925 e-mail: icsarroch@email.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SARROCH Via Dante, 17 09018 SARROCH (CA) Tel. 070.900183 Fax 070.901114 C.F.: 80014400925 e-mail: icsarroch@email. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SARROCH Via Dante, 17 09018 SARROCH (CA) Tel. 070.900183 Fax 070.901114 C.F.: 80014400925 e-mail: icsarroch@email.it Prot.n. 5224/A2 Sarroch, 08.10.2014 Piano annuale delle

Dettagli

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente. ISTITUTO COMPRENSIVO "G. CURIONI" Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado: Romagnano Sesia - Ghemme Scuola Primaria: Prato Sesia - Sizzano Sede: Vicolo Asilo, 3-28078 Romagnano Sesia (NO) Tel.

Dettagli

D.S. Sandra Vignoli. Responsabili di plesso. Responsabili Sicurezza. Addetti Emergenza

D.S. Sandra Vignoli. Responsabili di plesso. Responsabili Sicurezza. Addetti Emergenza 5. RISORSE UMANE - ORGANIGRAMMA D.S. Sandra Vignoli COLLEGIO DOCENTI STAFF DI PRESIDENZA: 1 coll.: De Dominicis 2 coll.: Valletta D.S.G.A Rag.ra Nirvana Iermini CONSIGLIO D ISTITUTO Pres. Sig. Cacciamani

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI PLESSO

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA C. COLLODI PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA DI PLESSO ANNO SCOLASTICO 20012/ 13 NORME ANNO SCOLASTICO 20012/2013 1. La divisa regolamentare della Scuola è il grembiule nero (per le femmine), la

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI PIANEZZA (TO) 1 Le nostre Scuole Primarie DIRIGENTE

Dettagli

Verbale n.10 del Consiglio d Istituto

Verbale n.10 del Consiglio d Istituto Verbale n.10 del Consiglio d Istituto Il giorno 22/09/ 2014, alle ore 16.30, nella sala riunioni della scuola Primaria di via Merlini 8, si è riunito, su convocazione ordinaria, il Consiglio d Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE

REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE REGOLAMENTO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA COMUNALE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 6 del 13.01.1998 Revisioni: NOTE: 1 TITOLO I FINALITA DELLE SCUOLE DELL INFANZIA COMUNALI ART. 1 - FINALITA

Dettagli

PROT. n 2261/B19a Curno, 09.09.2011

PROT. n 2261/B19a Curno, 09.09.2011 Email : bgic84500a@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CURNO Via De Amicis, 13 24035 CURNO (Bg) +39 035 614445 +39 035 613112 Sito web

Dettagli

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015)

CALENDARIO IMPEGNI COLLEGIALI A.S. 2014-2015 (ottobre 2014 - agosto 2015) MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO CREMONA TRE Via San Lorenzo, 4-26100 Cremona Tel. 0372 27786 - Fax 0372 534835 e-mail: CRIC82000X@ISTRUZIONE.IT

Dettagli

REGISTRO DELLE NOMINE DEGLI ADDETTI AL PIANO DI EMERGENZA

REGISTRO DELLE NOMINE DEGLI ADDETTI AL PIANO DI EMERGENZA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE I.C. "51 A. ORIANI - G.B. GUARINO" Primaria: Via G. Pascale, 34-80144 Napoli - Tel/Fax 081-7361008 Via G. Pascale, 52-56 - 80144 Napoli - Tel/Fax 081-7385476 Succursale: Via

Dettagli

Scuola Primaria E. De Amicis Case di Malo

Scuola Primaria E. De Amicis Case di Malo Scuola Primaria E. De Amicis Case di Malo Organizzazione del plesso Anno scolastico 2015/2016 L'EDIFICIO SCOLASTICO L edificio scolastico è articolato in quattro cupole e un ala costruita successivamente.

Dettagli

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16

Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo. P.O.F. Piano Offerta Formativa. Anno Scolastico 2015/16 Scuola dell InfanzIa paritaria angelo pedretti Via Capersegno 17 Presezzo P.O.F. Piano Offerta Formativa Anno Scolastico 2015/16 Saluto di benvenuto Carissimi genitori e bambini, benvenuti nella nostra

Dettagli

LA SCUOLA E LE PERSONE

LA SCUOLA E LE PERSONE LA SCUOLA E LE PERSONE SEZIONE ETA MASCHI FEMMINE TOTALE PERSONALE A 5/6 18 14 32 gialla B blu C rossa grandi 4/5 medi 3/4 11 12 23 9 15 24 DOCENTE: 7 Insegnanti su posto comune, 1 Insegnante di religione

Dettagli

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO

LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO LA SCUOLA DELL INFANZIA LO SCRICCIOLO SCUOLA STATALE DELL INFANZIA Lo Scricciolo Via Quasimodo, 2 Tel. 0522 347412 Ricevimento ed informazioni in sezione dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI -SILVI. Sezione POF 2014-2015

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI -SILVI. Sezione POF 2014-2015 ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI -SILVI Sezione POF 2014-2015 CARATTERISTICHE DELLE STRUTTURE SCOLASTICHE Come ricordato nell ambito della presentazione della nostra scuola, l Istituto comprensivo G.Pascoli

Dettagli

VISTO l art. 3 della Legge Costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, che reca modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione;

VISTO l art. 3 della Legge Costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, che reca modifiche al Titolo V della parte seconda della Costituzione; A.G.C. 17 - Istruzione - Educazione - Formazione Professionale - Politica Giovanile e del Forum Regionale della Gioventù - Osservatorio Regionale del Mercato del Lavoro (O.R.ME.L.) - Deliberazione n. 509

Dettagli

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CARLO DEL PRETE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado (CON SEDI IN CASSOLNOVO MOLINO DEL CONTE -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455 ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SUOR CELESTINA DONATI 27 Distretto - XIX Municipio Plesso Via Taggia, 70 Tel. 063017567 Fax 0635059455 Prot.n Alle famiglie OGGETTO: Piano annuale a.s. 2014/2015 Nell augurare

Dettagli

GERRI LUCIANO BARESI PAOLO BENEDETTI FABIO FACCHINETTI NADIA MENNI MARINA MONDINI GIUSEPPINA ZUGNO ANNA ELISABETTA

GERRI LUCIANO BARESI PAOLO BENEDETTI FABIO FACCHINETTI NADIA MENNI MARINA MONDINI GIUSEPPINA ZUGNO ANNA ELISABETTA Ministero Dell Istruzione, Dell Università e Della Ricerca Istituto Comprensivo Statale Via IV Novembre 2 TRAVAGLIATO Tel. 030 660242 Fax 030 6864241 bsic89200c@istruzione.itpec: bsic89200c@pec.istruzione.it

Dettagli

CONSIGLIO D ISTITUTO VERBALE N.12

CONSIGLIO D ISTITUTO VERBALE N.12 CONSIGLIO D ISTITUTO VERBALE N.12 Il giorno 10 del mese di Aprile dell anno 2015, alle ore 18,30, a seguito della convocazione del Presidente presso i locali della Secondaria di Primo Grado Frate Francesco,

Dettagli

Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo;

Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo; PREMESSA Spazi di autonomia organizzativa Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo; - Il regolamento dell autonomia (Dpr 275/1999) offre spazi normativi e gestionali per sperimentare

Dettagli

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO)

Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 12 40026 Imola (BO) Istituto Comprensivo N 5 Via Pirandello 4006 Imola (BO) dal Piano dell Offerta Formativa che: esplicita la nostra progettazione curricolare, extracurricolare educativa ed organizzativa e si configura,

Dettagli

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE

REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE REGIONE MOLISE GIUNTA REGIONALE Mod. B Atto che non comporta impegno di spesa Seduta del 13-05-2014 DELIBERAZIONE N. 175 OGGETTO: CALENDARIO DELLE LEZIONI PER L'ANNO SCOLASTICO 2014/2015. - PROVVEDIMENTI

Dettagli

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale.

grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Roma, 16 luglio 2015 Gentili famiglie, Cari genitori, grazie alla vostra stima le nostre scuole mantengono la loro solidità anche nella non semplice situazione attuale. Avete ricevuto la bellissima lettera

Dettagli

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi

Art.22. Premesse. Art.23. Criteri generali. Art.24. Assegnazione ai plessi Capo 3. Funzionamento delle scuole Art.22. Premesse a) Il processo di realizzazione dell autonomia deve essere inteso come l acquisizione graduale, da parte di tutti i plessi dell Istituto, di responsabilità

Dettagli

IC A.STRADELLA DI NEPI VERBALE N 4/14

IC A.STRADELLA DI NEPI VERBALE N 4/14 VERBALE N 4/14 Il giorno 27/6/14 presso la sede centrale dell Istituto Comprensivo A. Stradella di Nepi si apre alle ore 17:00 la seduta del Consiglio d Istituto presieduto dal Vice Presidente sig.ra Trani.

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Via Codussi, 5 24124 Bergamo Tel 035243373 Fax: 0353831961 e-mail: segreteria@darosciate.it -bgic81400p@pec.istruzione.it

Dettagli

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012

INFORMATIVA SU MODALITA DELL ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E DELL ORARIO DI SERVIZIO DEL PERSONALE DOCENTE E ATA ANNO SCOLASTICO 2011/2012 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE GIUSEPPE PEANO 00142 Roma - Via Francesco Morandini, 38 - XIX Distretto e-mail:

Dettagli

GUIDA PER GENITORI STRANIERI

GUIDA PER GENITORI STRANIERI GUIDA PER GENITORI STRANIERI SUL FUNZIONAMENTO DELLA SCUOLA IN ITALIA Prime informazioni per l'accoglienza dei vostri figli e delle vostre figlie a scuola pag. 2 BENVENUTI, BENVENUTE A E NELLE SUE SCUOLE

Dettagli

I. C. - AZZANO S. PAOLO

I. C. - AZZANO S. PAOLO Ministero della Pubblica Istruzione I. C. - AZZANO S. PAOLO Via don Gonella, 4 24052 AZZANO S. PAOLO TEL. 035 530078 FA 035 530791 INDIRIZZO INTERNET: www.azzanoscuole.gov.it E-MAIL bgic82300dstruzione.it

Dettagli

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea

Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Associazione Genitori Scuola Fabbri Verbale di Assemblea Milano, 20 ottobre 2014 Lunedì 20 ottobre 2014 alle ore 21,00 si è tenuto nei locali della Scuola Primaria F. e T. Fabbri, il primo incontro dell

Dettagli

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016 Brescia 2015-2016 LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE definiscono nel POF le articolazioni del tempo-scuola le Famiglie potranno RICHIEDERE Uno dei modelli a richiesta Tempo 30 ore Tempo Pieno 40 ore Scuola primaria

Dettagli

SEDUTA n. 6-13.10.2005 Il giorno 13/10/05 alle ore 17 è riunito il Consiglio di Istituto della S.M.S.S. G. Mazzini, presso la sede di Roma, via delle

SEDUTA n. 6-13.10.2005 Il giorno 13/10/05 alle ore 17 è riunito il Consiglio di Istituto della S.M.S.S. G. Mazzini, presso la sede di Roma, via delle SEDUTA n. 6-13.10.2005 Il giorno 13/10/05 alle ore 17 è riunito il Consiglio di Istituto della S.M.S.S. G. Mazzini, presso la sede di Roma, via delle Carine 2, convocato con il seguente ordine del giorno:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio I.T.C.G.S. PAOLO TOSCANELLI 00122 Roma Lido - Via Delle Rande, 22 - XXI Distretto Rmtd640001@istruzione.it

Dettagli

Organigramma 2014/15

Organigramma 2014/15 ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Enrico MEDI GALATONE (LE) Istituto Tecnico Tecnologico con Indirizzi di Informatica e Telecomunicazioni, Elettronica ed Elettrotecnica, Grafica e Comunicazione

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015

Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015 Delibera della Giunta Regionale n. 326 del 21/07/2015 Dipartimento 54 - Dipartimento Istr., Ric., Lav., Politiche Cult. e Soc. Direzione Generale 11 - Direzione Generale Istruzione, Formazione,Lavoro e

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE

ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO. a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE ISTITUTO COMPRENSIVO L. NICCOLINI PONSACCO PROGETTO EDUCATIVO DI PLESSO a.s. 2014-15 SCUOLA PRIMARIA LE MELORIE Docenti a.s. 2014/2015 Classe 1 Classe 2 Classe 3 Classe 4 Classe 5 Macchi Elena Brandolini

Dettagli

OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Prot. 26351 All. 2 Lì 22/12/2014 OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Ai sigg. genitori dei bambini nati tra il 1 gennaio 2012 e il 31 dicembre 2012

Dettagli

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Stanno con voi ma non vi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Nizza Monferrato Reg. Campolungo 14049 Nizza Monferrato

Istituto Comprensivo di Nizza Monferrato Reg. Campolungo 14049 Nizza Monferrato Istituto Comprensivo di Nizza Monferrato Reg. Campolungo 14049 Nizza Monferrato PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA ANNO SCOL. 2007-08 ANDRA LONTANO? FARA FORTUNA? RADDRIZZERA TUTTE LE COSE STORTE DI QUESTO

Dettagli

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa

Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova. REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione. Premessa Istituto Comprensivo San Giorgio di Mantova REGOLAMENTO uscite didattiche, visite guidate e viaggi d istruzione Approvato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 4 del 20/12/2012 Premessa Le uscite didattiche,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA C. CASSOLA SALINE DI VOLTERRA PROGRAMMAZIONE DI PLESSO a.s. 2015/2016

SCUOLA PRIMARIA C. CASSOLA SALINE DI VOLTERRA PROGRAMMAZIONE DI PLESSO a.s. 2015/2016 SCUOLA PRIMARIA C. CASSOLA SALINE DI VOLTERRA PROGRAMMAZIONE DI PLESSO a.s. 2015/2016 COLLOCAZIONE DELLA SCUOLA La scuola si trova al centro del paese, ma non in una via principale. E' situata in un edificio

Dettagli

Via Brodolini, 19 Casoria (NA) e-mail:_naic8eu009@istruzione.it

Via Brodolini, 19 Casoria (NA) e-mail:_naic8eu009@istruzione.it Via Brodolini, 19 Casoria (NA) Tel. e Fax 081/737 09 72 e-mail:_naic8eu009@istruzione.it Secondo quanto stabilito dall'art. 3 del Regolamento dell'autonomia Scolastica (DPR 275/99), è la carta d'identità

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2014/15

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2014/15 ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di primo grado Via Porrettana, 258 40037 SASSO MARCONI - Tel. 051.84.11.85 Fax 051.84.32.24 e.mail: ic.sassomarconi@libero.it

Dettagli

Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it

Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it Istituto Scolastico MICHELANGELO BUONARROTI Ponte A Egola - San Miniato www.istitutocomprensivobuonarroti.it SCUOLA dell INFANZIA 2016 2017 L ISTITUTO COMPRENSIVO è un Istituto Scolastico che raggruppa

Dettagli

Consiglio di Istituto. Verbale n 2. Seduta del 08 febbr. 2006

Consiglio di Istituto. Verbale n 2. Seduta del 08 febbr. 2006 1 ISTITUTO COMPRENSIVO "G. RODARI" - ROSSANO VENETO Consiglio di Istituto Verbale n 2 Seduta del 08 febbr. 2006 Ordine del giorno: 1) Lettura e approvazione verbale seduta precedente; 2) Saluto dell Assessore

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini www.icsaldomorobuccinasco.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini Anno Scolastico 2015-2016 Iscrizioni 2016-2017

Dettagli

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI

AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASALE SUL SILE Piazza All arma dei Carabinieri, 7/a 31032 Casale sul Sile (TV) AREA SERVIZI AMMINISTRATIVI Tutti i servizi di segreteria sono informatizzati. Gli uffici di segreteria,

Dettagli

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. -

CIRCOLARE N. 20 OGGETTO: - PROCEDURA PER LA DENUNCIA DEGLI INFORTUNI IN AMBITO SCOLASTICO ED EXTRASCOLASTICO. - REPUBBLICA ITALIANA - REGIONE SICILIANA MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria

Dettagli

PIANO USCITE DIDATTICHE 2012-13

PIANO USCITE DIDATTICHE 2012-13 Istituto comprensivo Arbe - Zara Viale Zara n. 96-20125 MILANO - C.F. 80124730153 - Cod. mecc. MIIC8DG00L Milano 026080097 - fax 02 60730936 e-mail : SEGRETERIA : segreteria.arbezara@tiscali.it - DIRIGENTE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO I - ALGHERO

ISTITUTO COMPRENSIVO I - ALGHERO ISTITUTO COMPRENSIVO I - ALGHERO VERBALE CONSIGLIO D ISTITUTO n. 10 Il giorno trenta del mese di giugno dell anno 2014, alle ore 17,30, nell aula della 1^A, presso la sede centrale di Via XX Settembre

Dettagli

PIANO DELLA OFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE ORGANIZZATIVA: PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA

PIANO DELLA OFFERTA FORMATIVA PROGRAMMAZIONE ORGANIZZATIVA: PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA SCUOLA INFANZIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale Emilia Romagna DIREZIONE DIDATTICA 8 CIRCOLO Via Nicoli,152-41124 MODENA tel. 059/352184 fax 059/345956 cod.fisc.

Dettagli