Proposte didattiche

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Proposte didattiche 2013-2014"

Transcript

1 Proposte didattiche

2 Gentile Dirigente scolastico, gentile Insegnante, anche quest anno INFORMADARTE prosegue le attività di laboratori sull arte dedicate alla scuola dell infanzia. Per l anno scolastico proponiamo un offerta diversificata di progetti, a seconda della durata, per adattarsi il più possibile alle esigenze della programmazione didattica. A - BREVE DURATA 1 INCONTRO p.16 Alla scoperta della luce p.17 L impronta come traccia di sé p.18 Filo: storia di un libro illeggibile p.19 Saluti e baci p.20 1foglio + 1foglio =? p.21 La bandiera della specie p.22 Siamo tutti diversi, ma ci assomigliamo tutti p.23 Ricicl-arti! B - BREVE DURATA 2 INCONTRI p.24 La materia, visita alla GNAM di Roma p.25 L arte e la città, visita alla GNAM di Roma C - MEDIA DURATA 3 INCONTRI p.26 La texture p.27 Il colore p.28 Il segno p.29 Il movimento p.30 Lo spazio p.31 La ceramica p.32 Ritratto e Autoritratto D-LUNGA DURATA INCONTRI p.33 Arte e cibo p.34 La traccia p.35 Gli elementi: acqua e terra p.36 Gli elementi: aria e fuoco p.37 L aria e gli animali p.38 L acqua e gli animali p.39 La terra e gli animali p.40 Dalla foglia all albero p.41 La magia della luce p.42 In viaggio con Munari p.43 Contemporanea-mente E- CORSI PER INSEGNANTI p.45 Corso in didattica dell arte 2

3 SI RICORDA: Alle scuole che prenoteranno per più di 4 classi, Informadarte effettuerà uno sconto di 2 euro a bambino su ogni ciclo di laboratori. Ricordiamo altresì che per i bambini esenti dalla mensa scolastica il laboratorio sarà gratuito, previa dimostrazione dell esenzione. Per i genitori e gli insegnanti che lo desiderassero, è possibile associarsi all Associazione Culturale Informadarte: il costo della tessera associativa è di 5,00 e ha validità annuale, dà diritto ad essere informati su tutte le nostre iniziative e a parteciparvi con prezzi vantaggiosi PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI Legale rappresentante: Francesca Pacini Coordinatrici, rapporti con le scuole: Claudia Teodonio e Flavia Strati WEB

4 INFORMADARTE PROPONE INOLTRE VISITE GUIDATE E LABORATORI RELATIVI ALLE MOSTRE IN CORSO NELL ANNO 2012/2013 E ALLE COLLEZIONI PERMANENTI DEI PIÙ IMPORTANTI MUSEI DI ROMA; SERVIZIO DI CONSULENZA E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER INSEGNANTI; CONSULENZA E PARTECIPAZIONE A PROGETTI PER LA SCUOLA, BANDI E CONCORSI A CARATTERE CULTURALE E ARTISTICO; NUOVI PROGETTI DI LABORATORIO DA CONCORDARE CON I DOCENTI, RELATIVAMENTE AI PROGRAMMI SCOLASTICI IN CORSO, E PROGETTI EXTRA SCOLASTICI (PRESCUOLA E DOPOSCUOLA); CORSI IN DIDATTICA DELL ARTE RIVOLTI A PERSONALE DOCENTE DELLE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIE E SECONDARIE, PRIVATI E STAGE RICONOSCIUTI PER STUDENTI UNIVERSITARI; PERCORSI LABORATORIALI DA PROGETTARE E CONCORDARE PER LIBRERIE, BIBLIOTECHE, STRUTTURE PRIVATE DEDICATE ALL INFANZIA (LUDOTECHE, BABY PARKING, ASILI PRIVATI, ETC.); LABORATORI CON ARTISTI; ORGANIZZAZIONE DI LABORATORI CREATIVI PER FESTE DI COMPLEANNO IN CASA, IN LIBRERIA O AL PARCO, DELLA DURATA MASSIMA DI 2 ORE; INOLTRE, SU RICHIESTA, SI ALLESTISCONO MOSTRE DEI LAVORI SVOLTI CON I BAMBINI NEGLI SPAZI SCOLASTICI. 4

5 PRESENTAZIONE DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE INFORMADARTE Informadarte, associazione costituita nel 1996 da storici dell arte, nasce con l intento di promuovere la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico attraverso molteplici iniziative: visite guidate, laboratori, mostre, pubblicazioni, conferenze, formazione. A tal fine collabora con istituzioni pubbliche e private presenti sul territorio nell'ideazione e organizzazione di eventi culturali per l infanzia; inoltre, grazie a convenzioni stipulate con gli atenei della capitale, Informadarte contribuisce alla formazione di operatori didattici mediante stage formativi. Tra le attività svolte uno spazio privilegiato è assegnato alla didattica dell arte sia nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie, che in collaborazione con i servizi educativi di musei, biblioteche e spazi culturali. Le esperienze didattiche si rivolgono in particolar modo a bambini e ragazzi ed affiancano momenti di laboratorio -in cui i partecipanti familiarizzano con i principi tecnici ed espressivi del linguaggio visivo nella creazione di un proprio elaborato- a visite presso collezioni permanenti, mostre e luoghi d'interesse storicoartistico. Un recente campo d interesse dell associazione riguarda l editoria per ragazzi, mediante la pubblicazione della guida Atelier -artisti e ragazzi al Castello Colonna di Genazzano, la guida per bambini I dipinti della Galleria Borghese, progetto finanziato dalla regione Lazio, e la preparazione di un piccolo catalogo-guida, Nino Cordio, la mano dell artista e il sorriso del bambino, finanziato dal Comune di S.Ninfa (TP). Tutte le pubblicazioni mirano ad incentivare, nei bambini e ragazzi in età scolare, una autonoma fruizione del Museo, inteso come luogo di interesse culturale ma anche, congiuntamente alla scuola, anello fondamentale nella catena di apprendimento creativo e autonomo dell individuo e futuro cittadino. 5

6 CURRICULUM VITAE INFORMADARTE 1996/2013: laboratori didattici di prima alfabetizzazione artistica e di storia dell arte, presso molteplici istituti scolastici di Roma e provincia, visite animate presso la Galleria Nazionale d Arte Moderna di Roma, l Istituto Nazionale per la Stampa e la Calcografia, Il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali, presso collezioni permanenti, mostre temporanee e luoghi d'interesse storico-artistico. Da dicembre 2007 a giugno 2010: laboratori e visite animate presso il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali di Roma; ideazione e conduzione dei laboratori a cura di Simone Branchesi, didatta della musica; Da giugno 2008: laboratori di prima alfabetizzazione artistica e laboratori tematici presso la libreria per bambini IL BRUCALIBRO, Via Nemorense 39 B, Roma; Da marzo 2009: ideazione e conduzione di laboratori didattici per la scuola primaria e dell infanzia in occasione de LA SETTIMANA DELLA CULTURA; presso e per conto dell Istituto San Leone Magno, Piazza di S. Costanza 1, Roma. Dal 2010: progettazione di laboratori e visite animate alla scoperta del patrimonio storico-artistico di Roma. In collaborazione con PEAK BOOK -libreria, wine bar, viaggi-, Via arco dei banchi 3, Roma; progettazione e conduzione di laboratori d arte e visite al MAXXI. In collaborazione con la libreria KOOB, Via Luigi Poletti 2, Roma; ideazione e conduzione di eventi laboratoriali e presentazioni animate di libri per bambini. In collaborazione con il centro culturale e di promozione sociale COME UN ALBERO, Via Alessandria 153, Roma; ideazione di progetti didattico-educativi e attività laboratoriali a partire da testi per l infanzia; in collaborazione con EDIZIONI ANICIA RAGAZZI ; 6

7 ideazione e conduzione di eventi laboratoriali e presentazioni animate di libri per bambini. In collaborazione con il centro culturale e di promozione sociale COME UN ALBERO, Via Alessandria 153, Roma; ideazione di progetti didattico-educativi e attività laboratoriali a partire da testi per l infanzia; in collaborazione con EDIZIONI ANICIA RAGAZZI ; 2012: 15 febbraio-14 marzo: ideazione e conduzione del progetto gratuito di promozione della lettura Assaggi di lettura presso la scuola Primaria Aurelio Saffi, sita in zona San Lorenzo. Il progetto ha previsto lo svolgimento di letture negli spazi della scuola. I libri oggetto delle letture sono stati diversificati per ogni annualità in modo da proporre ai bambini testi adatti alla loro fascia d età, sia da un punto di vista contenutistico che illustrativo. 2011: ideazione e conduzione di laboratori d arte e sul libro; in collaborazione con la libreria per bambini IL GHIRIGORO, Via Vincenzo Troja 19 C, Roma; e con la libreria ASSAGGI SCIENCE BOOKSHOP, Via degli Etruschi 4; ideazione del catalogo di visite guidate per la scuola primaria e secondaria L Arte di visitare: percorsi tematici alla scoperta della città di Roma, in collaborazione con l agenzia di viaggi tour operator DIVERSO VIAGGIARE, Borgo Pio 11, Roma; 8 giugno 2011: ideazione e conduzione del laboratorio per bambini Animali atomici: quando la realtà supera la fantasia presso la Terrazza del Pincio, Roma; in collaborazione con GREENPEACE; 7

8 15 febbraio-14 marzo 2012 : ideazione e conduzione del progetto gratuito di promozione della lettura Assaggi di lettura presso la scuola Primaria Aurelio Saffi, sita in zona San Lorenzo. Il progetto ha previsto lo svolgimento di letture negli spazi della scuola. I libri oggetto delle letture sono stati diversificati per ogni annualità in modo da proporre ai bambini testi adatti alla loro fascia d età, sia da un punto di vista contenutistico che illustrativo. Dal 2011: ideazione e conduzione di laboratori d arte e sul libro; in collaborazione con la libreria per bambini IL GHIRIGORO, Via Vincenzo Troja 19 C, Roma; e con la libreria ASSAGGI SCIENCE BOOKSHOP, Via degli Etruschi 4; ideazione del catalogo di visite guidate per la scuola primaria e secondaria L Arte di visitare: percorsi tematici alla scoperta della città di Roma, in collaborazione con l agenzia di viaggi tour operator DIVERSO VIAGGIARE, Borgo Pio 11, Roma; 8 giugno 2011: ideazione e conduzione del laboratorio per bambini Animali atomici: quando la realtà supera la fantasia presso la Terrazza del Pincio, Roma; in collaborazione con GREENPEACE; Maggio 2011: quarta edizione del Corso di formazione in didattica dell arte per insegnanti, educatori, operatori museali, studenti e genitori. Il corso si è tenuto presso l Associazione di promozione sociale onlus CASETTA ROSSA, Via della Camilluccia 140, ed è stato strutturato in 6 incontri teorico-laboratoriali sulla sintassi dei linguaggi dell arte contemporanea. I temi affrontati sono stati: il colore, il segno, la materia, i sistemi di rappresentazione dello spazio e l uso dell oggetto. Il corso si è concluso con la visita animata alla Galleria Nazionale d Arte Moderna; 10 aprile 2011: laboratori didattici sul tema del libro illegibile, svolti nell'ambito della manifestazione pubblica Lessico e nuvole-giocare con le parole, Latina scalo; 8

9 20 febbraio 2011: I dipinti della Galleria Borghese presentazione della guida e laboratorio per bambini; presso il centro culturale e libreria BIBLI, Via dei Fienaroli 28, Roma; 15 gennaio 2011: Ho visto una pinna nel mare presentazione animata del libro di Carolina D Angelo, illustrato da Serena Intilia; ideazione e conduzione del laboratorio per bambini La bandiera delle specie, ispirato all opera di Alighiero Boetti e incentrato sui temi della salvaguardia delle specie animali in via di estinzione; in collaborazione con EDIZIONI ANICIA RAGAZZI ; iniziativa realizzata negli spazi del centro culturale COME UN ALBERO; Ottobre 2010: terza edizione del Corso di formazione in didattica dell arte per insegnanti, educatori, operatori museali, studenti e genitori. Il corso si è tenuto presso gli spazi del centro culturale COME UN ALBERO, ed è stato strutturato in 3 incontri teorico-laboratoriali sulla sintassi dei linguaggi dell arte contemporanea. I temi affrontati sono stati: il colore, il segno, la materia, i sistemi di rappresentazione dello spazio e l uso dell oggetto. Il corso si è concluso con la visita animata alla Galleria Nazionale d Arte Moderna; e aprile 2010: collaborazione degli operatori didattici dell Associazione Informadarte all iniziativa AL MUSEO PRAZ CON MAMMA E PAPÀ in occasione della XII edizione de LA SETTIMANA DELLA CULTURA. Gli operatori hanno progettato e condotto il laboratorio Creiamo la nostra stanza ideale! ; presso e per conto del MUSEO MARIO PRAZ, museo satellite della Galleria Nazionale d Arte Moderna di Roma; Dal 20 al 28 febbraio 2010: partecipazione degli operatori di Informadarte all evento SISTEMA MARE per conto dell Associazione Culturale Vivacemente. Durante i nove giorni dell evento organizzato da Retecamere, società di progetti integrati per lo sviluppo e tenutosi presso la Nuova Fiera di Roma, gli operatori hanno condotto laboratori sul tema del mare e collaborato alle attività di animazione per l infanzia.; 22 marzo ottobre 2009: corso di 5 lezioni di didattica dell'arte nell'ambito di un corso d'aggiornamento per insegnanti elementari presso la Giunti, tenute dalla socia Raffaella Giardina. Ogni 9 lezione è collegata ad un'attività di didattica della lingua italiana: textures, collage surrealista, assemblaggio

10 Luglio 2009: soggetto e sceneggiatura del dvd multimediale per bambini Un gigante dell arte: storia del David di Michelangelo, in fase di realizzazione a cura di Tecvision Sistemi Multimediali s.r.l. Un appassionante viaggio nel tempo alla scoperta dell opera e della vita del grande maestro del Rinascimento Italiano; 17 luglio 2009: partecipazione all iniziativa restate AR PARCO presso il Parco Pasolini di Viale Venezia Giulia a Roma dall Associazione di Promozione Sociale FUSOLAB, il Laboratorio socio culturale TANA LIBERI TUTTI e L AIASP - casa dei diritti dei popoli. Una festa popolare per tutti, quattro giorni di iniziative rivolte a giovani, anziani, bambini e adulti; conduzione del laboratorio sul ritratto ispirato all opera dell artista Enrico Baj; Da aprile a dicembre 2009: partecipazione a Il giovedì la casa è dei bambini", evento patrocinato dalla PROVINCIA DI ROMA, che si è tenuto il 1 giovedì di ogni mese presso la Casa Internazionale delle Donne. Ideazione e conduzione di laboratori d arte; 19 aprile e 17 maggio 2009: partecipazione a L altra domenica! presso la CAE-Città dell Altra Economia, ex campo boario di Testaccio; conduzione di laboratori per le giornate dedicate a RIUSO E RICICLO e TURISMO RESPONSABILE; Da marzo a giugno 2009: ideazione e conduzione di laboratori d arte; presso e per conto del baby parking L ALLEGRA BRIGATA, Via R. La Crociera 21, zona Tor Vergata, Roma; Gennaio 2009: laboratori d arte per le scuole primarie di primo grado in collaborazione con la Casa Editrice Giunti, presso la libreria GIUNTI AL PUNTO, piazza SS. Apostoli 59/65, Roma. Letture, visone di diapositive e laboratori artistici; 13 e 14 settembre 2008: laboratori per bambini presso la manifestazione Notti cangianti -blu -rosso - bianco immergerti nel colore, nello stand de LA CITTÀ DEL SOLE. Organizzata dall Associazione Culturale Poliorama, con il sostegno dell Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma e col patrocinio della Provincia, della Regione Lazio e del IX Municipio. 10

11 La manifestazione si è svolta a Piazza Re di Roma, un progetto culturale e popolare allo stesso tempo all insegna della magia di tre colori che hanno ispirato momenti e opere fondamentali nella storia moderna e contemporanea; Da settembre a dicembre 2008: IlluminArti alla città del sole, laboratori d arte per bambini presso il punto vendita CITTÀ DEL SOLE di via Buonarroti, 6, Roma; Maggio e novembre 2008: programma nazionale Scuole Aperte, promosso da Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione Generale Ufficio II; Informadarte partecipa con laboratori pomeridiani di arti figurative presso l ISTITUTO SCOLASTICO G. MAZZINI di Roma, plesso XX Settembre; 29 marzo 2008: prima presentazione con laboratorio della guida per bambini I dipinti della Galleria Borghese presso la ex-libreria MEL RAGAZZI, P.zza SS. Apostoli 29, Roma; con la partecipazione del Prof. Claudio Zambianchi, docente di Storia dell Arte Contemporanea dell università Sapienza; Febbraio 2008: secondo corso in didattica dell arte per insegnanti delle scuole primarie del Comune di S. Ninfa strutturati in 3 incontri teorico-laboratoriali sulle tematiche di segno, colore e ritratto; presso l aula laboratorio del MUSEO NINO CORDIO di S. Ninfa (TP); 13 e 14 dicembre 2008: evento per bambini Fai l albero con noi!, promosso dal sistema delle Biblioteche di Roma e dal Comune di Roma, Assessorato alle politiche culturali e della comunicazione Municipio Roma III, presso la BIBLIOTECA VILLA LEOPARDI di Roma. Laboratori didattici per la creazione di un albero d artista con Anna Minopoli; Novembre 2007: ciclo di laboratori sul tema del Ritratto e Autoritratto presso la libreria-bistrot AGAVE di Roma, accostati all esposizione Istantanee, Donne ritratte a Roma, di Franny Thiery; 11

12 2007/2008: ideazione e prossima pubblicazione della guida per bambini Nino Cordio: la mano dell artista il sorriso del bambino, per conto del MUSEO NINO CORDIO di S. Ninfa (TP), con un testo di Andrea Camilleri; 2006/2008: accreditamento al progetto Segno gesto e movimento, riservato agli alunni della scuola primaria di I e II e secondaria di I, nell ambito dell iniziativa Città come scuola promossa dal Comune di Roma - Dipartimento Politiche Educative e Scolastiche, e svolto presso la Galleria Nazionale d Arte Moderna di Roma. 2006/2007: pubblicazione della guida per bambini I dipinti della Galleria Borghese, finanziata dalla Regione Lazio, con illustrazioni di Francesca Irene Thiery e presentazione del Prof. Claudio Zambianchi dell Università degli studi Sapienza di Roma; 2006/2007: in conformità con la Convenzione di tirocinio, formazione e orientamento con l Università degli Studi Roma Tre si svolgono stage per studenti con curriculum storico-artistico, nell espletamento delle attività svolte dall Associazione e validi per il raggiungimento di crediti formativi; Da novembre 2006 a gennaio 2007: prima edizione del Corso di formazione in didattica dell arte strutturato in 6 incontri teorico-laboratoriali sulla sintassi dei linguaggi dell'arte contemporanea; 7 e 8 ottobre 2006: iniziativa pubblica Piccoli artisti in piazza svolta presso il parco di VILLA TORLONIA, patrocinata dal Municipio Roma III e dalla Regione Lazio; realizzazione collettiva, da parte dei bambini, di due strutture in divenire ispirate ai celebri igloo dell artista contemporaneo Mario Merz; 2004/2005: in conformità con la Convenzione di tirocinio, formazione e orientamento con l Università degli Studi Sapienza, si svolgono stage per studenti con curriculum storico-artistico, nell espletamento delle attività svolte dall Associazione e validi per il raggiungimento di crediti formativi; 12

13 Ottobre 2004/maggio 2005: realizzazione del progetto denominato La scuola in stazione: storie di treni, stazioni e viaggiatori. L attività didattica, rivolta alle scuole elementari e medie di Roma e provincia, svolta in collaborazione con le Ferrovie dello Stato presso la Stazione Termini di Roma, consisteva in un percorso strutturato in una visita animata all interno della stazione e si concludeva con un laboratorio in uno spazio attrezzato; Aprile/maggio 2004: visite animate e laboratori didattici per le scuole presso L ISTITUTO NAZIONALE PER LA GRAFICA a Roma, per conto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali; Aprile /maggio 2002: laboratori didattici sull opera dell artista Giuseppe Penone presso lo SPAZIO ESPOSITIVO PER L ARTE CONTEMPORANEA DI TOR BELLA MONACA (Istituto Comprensivo Via dell Archeologia ) progetto promosso dall Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma; Ottobre/giugno 2002: laboratori sulle tecniche del disegno, incisione e stampa presso L ISTITUTO NAZIONALE PER LA GRAFICA, Roma; Settembre 2001: pubblicazione del catalogo Ateliers. Artisti e bambini al castello Colonna di Genazzano ; Marzo/giugno 2001: laboratori per bambini Il sarcofago misterioso e Figura in due stanze, con l artista Andrea Fogli e mostra finale presso l Istituto Nazionale per la Grafica a Roma; 2000/2001: ottiene l approvazione del Provveditorato agli Studi di Roma per corsi di formazione per insegnanti della scuola materna ed elementare; Febbraio/novembre 2001: realizza il laboratorio didattico per le scuole legato alla mostra di David Tremlett, curata da Daniela Lancioni, nello SPAZIO ESPOSITIVO PER L ARTE CONTEMPORANEA DI TOR BELLA MONACA, in collaborazione con l associazione Beat 72 e il Comune di Roma; Dicembre 2000: laboratori con gli artisti Andrea Fogli, Laura Calmieri e Marina Pareis con mostra finale Ateliers, nel Castello Colonna di Genazzano; 13

14 Aprile/ottobre 2000: organizza il servizio informativo e di accoglienza al pubblico nella serie di mostre Tirannicidi presso L ISTITUTO NAZIONALE PER LA GRAFICA, Roma; Maggio/giugno 2000: laboratori con gli artisti Felice Levini e Maurizio Savini con mostra finale Ateliers nel CASTELLO COLONNA di Genazzano; Gennaio/aprile 2000: serie di 4 laboratori su Colore, Texture e Segno presso la BIBLIOTECA FLAMINIA; Dicembre 1999: con la Regione Lazio realizza una serie di laboratori presso le scuole del Comune di Genazzano, attraverso un lavoro comune tra gli artisti Baldo Diodato, Anna Minopoli, Daniele Monaci, Claudio Calmieri e gli studenti; Febbraio/novembre 1999: laboratorio didattico per le scuole legato alla mostra di Giacinto Cerone, curata da Daniela Lancioni nello SPAZIO ESPOSITIVO PER L ARTE CONTEMPORANEA DI TOR BELLA MONACA, con l Associazione Beat 72; progetto promosso dall Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma; Gennaio1999: collabora all ideazione e all organizzazione della performance di Renato Mambor con un gruppo di bambini, in occasione della mostra personale dell artista presso l Istituto Nazionale per la Grafica a Roma; Giugno/settembre 1998: su incarico della Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Roma sperimenta il modello di Laboratorio Didattico per ragazzi presso la GALLERIA BORGHESE; Gennaio/febbraio 1998: su incarico della Galleria Nazionale d Arte Moderna elabora e sperimenta il modello di Laboratorio Didattico per le scuole elementari, in relazione all esposizione Marcel Duchamp ed altri iconoclasti, anche ; 1997/1998: ottiene l approvazione del Provveditorato agli studi di Roma per un corso di formazione per insegnanti alle scuole elementari; 14

15 Giugno/luglio 1997: promuove le visite guidate con laboratorio A caccia di Scipione l Africano presso lo stand della Biblioteca Centrale per Ragazzi, nell ambito de La città nascosta, a Parco degli Scipioni; Marzo/dicembre 1997: promuove alcuni laboratori per ragazzi sul mosaico nell ambito dell iniziativa Illustriamo Roma, della Biblioteca Centrale per ragazzi; Dicembre 1999: progetta e organizza l installazione di quattro alberi di Natale d artista nelle strade di Genazzano; Settembre 1999: promuove due laboratori presso lo stand della Biblioteca Centrale per ragazzi nell ambito de La città in tasca, organizzato dal Comune di Roma a Parco degli Scipioni; Aprile/giugno 1999: gestisce l attività didattica per le scuole elementari e medie per la mostra I love pop, Europa -Usa anni 60. Mitologie del quotidiano presso il CHIOSTRO DEL BRAMANTE, Roma; Gennaio/aprile 1997: su incarico della Galleria Nazionale d Arte Moderna elabora e sperimenta il modello di Laboratorio Didattico per le scuole elementari, in relazione all esposizione Alighiero e Boetti: l opera ultima ; Giugno/luglio 1996: promuove il laboratorio Giochiamo con l arte per la Biblioteca Centrale per ragazzi nell ambito de La città in tasca, organizzato dal Comune di Roma a Villa Borghese e Valle Giulia; Aprile 1996: in collaborazione con L Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma, promuove il laboratorio Il rettangolo del gioco nell ambito della mostra I cento linguaggi dei bambini, presso il MUSEO DELLA CIVILTÀ di Roma. 15

16 A ALLA SCOPERTA DELLA LUCE FINALITÀ DURATA DEL LABORATORIO: In questo laboratorio ci dedichiamo allo studio della luce e del 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA colore, e giochiamo con dei fenomeni percettivi. Cosa serve COSTO DEL LABORATORIO: per vedere? Siamo sicuri che bastino solo gli occhi? Quando 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) siamo al buio ad esempio cosa vediamo? E se le immagini, le ombre e le luci, fossero solo delle nostre elaborazioni mentali? Impareremo ad osservare come si formano le ombre, a distinguere tra sorgenti di luce naturale e artificiale, a scoprire come è formata la luce, come si propaga, cosa fa quando incontra un corpo, se cambia o viene assorbita. LABORATORIO Dopo un'introduzione sul tema della luce accenderemo il proiettore e, con dei teli, lasceremo che i bambini si trasformino in fantasmi. Osserveremo come vari oggetti diversi per forma, trasparenza e colore, reagiscono davanti alla luce. Si classificheranno e cattureranno, poi, le ombre degli stessi oggetti con un pastello bianco su un foglio bianco. Per rivelare la sagoma disegnata basterà passarci sopra del colore a tempera. L opera che ne risulterà sarà la rappresentazione delle ombre. Infine verrà dato a ogni bambino un quadrato di cartone dipinto con la fluorina per giocare col buio e con la luce. 16

17 A - L IMPRONTA COME TRACCIA DI SE DURATA DEL LABORATORIO: FINALITÀ Sin dall epoca degli uomini primitivi si sono lasciate tracce: 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA sulla sabbia, sulla neve, sul fango e sulla pietra. E prima COSTO DEL LABORATORIO: degli uomini chi? Anche gli animali, le piante, le catastrofi 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) naturali. Noi esseri umani, così come gli animali, siamo stati capaci di leggere le tracce e di interpretarle a nostro favore e, per primi, gli abbiamo dato un significato magico. Lasciare traccia di sé è stata una necessità per marcare il territorio, lasciare testimonianza della propria esistenza, per mettere paura o per ingannare, ma anche per riti propiziatori. LABORATORIO Le nostre mani, i nostri piedi possono lasciare una infinita quantità e varietà di impronte. Procederemo prima a creare un impronta in negativo così da formare un grande quadro preistorico come i primi disegni rupestri. Successivamente sperimenteremo la traccia in positivo: con la colla e le sabbie colorate, con la tempera bianca impressa su cartoncino nero e le tempere colorate impresse su cartoncino bianco, con la creta ed infine con la fusaggine e lo scotch cattureremo l impronta digitale di 17 ogni bambino.

18 A-FILO: STORIA DI UN LIBRO ILLEGGIBILE FINALITÀ DURATA DEL LABORATORIO: 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA COSTO DEL LABORATORIO: 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) Cos è un libro? E cosa sarà un libro illeggibile? Un libro illeggibile non ha parole da leggere, ma ha una storia visiva che si può capire attraverso la lettura dei materiali, delle forme e dei colori con cui è realizzato. Partendo dalla lettura del libro Filo di Fabio De Poli e Andrea Rauch (La Biblioteca Junior, 2008) si sviluppa un laboratorio sulla creazione di un libro illeggibile. LABORATORIO Filo ci racconta, attraverso immagini create con la tecnica del collage, la storia di un pezzettino di filo e delle sue peripezie. I bambini proveranno a giocare con i fili di lana: lasciandoli andare sul foglio, vedranno apparire dei bei disegni e, muovendoli potranno creare infinite varianti anche con ritagli di cartoncini colorati e pezzetti di stoffa, di forme e dimensioni diverse. Si potrà giocare così su un doppio livello: dall astrazione delle forme alla creazione di un racconto di senso compiuto, che parta dalla suggestione che le forme suscitano nel bambino. I bambini potranno quindi inventare partendo dalle immagini una vero e proprio racconto scritto, creando così la loro personale storia di un filo. 18

19 A - SALUTI E BACI FINALITÀ DURATA DEL LABORATORIO: 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA COSTO DEL LABORATORIO: 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) L obiettivo del laboratorio è rendere omaggio all artista Bruno Munari ( ). Il metodo di lavoro, ispirato alla sua opera, stimola la creatività attraverso la manipolazione di oggetti e immagini del quotidiano per la creazione di nuovi oggetti fantastici, in cui fantasia e immaginazione saranno il filo conduttore. LABORATORIO Chi era Bruno Munari? Si parte dall idea di una valigia dell artista ritrovata per caso, un viaggio immaginario per ricostruire oggetti personali, appunti, ricordi di una persona davvero speciale. Partendo dall analisi del libro Saluti e baci, (Corraini), si realizzerà una cartolina surreale usando come base una vera cartolina sulla quale i bambini incolleranno immagini ritagliate da altre cartoline e da riviste, per poi indirizzarla e spedirla a chi vogliono. A seguire, si giocherà con i caratteri grafici del proprio nome, modificandoli e manipolandoli per creare nuove immagini e strani alfabeti proprio come faceva Munari. 19

20 A - 1 FOGLIO + 1 FOGLIO =? FINALITÀ DURATA DEL LABORATORIO: Se 1 passo + 1 passo fanno una passeggiata cosa farà 1 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA pagina + 1 pagina? Dopo la lettura del libro Un foglio più un COSTO DEL LABORATORIO: foglio di Giuseppe Mazza e Anna Cairanti, (Topipittori), i 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) bambini verranno invitati a creare associazioni tra oggetti ed immagini tratte dalla realtà quotidiana. Impareranno quindi a creare e rilegare un proprio libro fatto di tante divertenti equazioni artistiche. LABORATORIO Inizialmente si cercherà di stimolare la fantasia dei bambini nei confronti di alcuni oggetti comuni. Accostandoli, combinandoli e stravolgendoli si scoprirà insieme che ogni cosa, anche la più banale, può esser fonte di nuove ed originali idee. Successivamente, usando sagome estratte da una scatola, la creatività del bambino verrà lasciata libera di correre all inseguimento di associazioni che serviranno a creare una storia. I bambini si dedicheranno infine alla creazione di vero e proprio libro. 20

21 A - SIAMO TUTTI DIVERSI, MA CI ASSOMIGLIAMO TUTTI FINALITA DURATA DEL LABORATORIO: 1 INCONTRO DA 2 ORE CIRCA COSTO DEL LABORATORIO: 8 A PARTECIPANTE (Iva inclusa) Attraverso la lettura del testo Il cerchio di zero, di Anna Maria Gozzi ed Eva Rasano (Edizioni Anicia, 2007) si intende affrontare con i bambini la tematica della diversità sotto molteplici punti di vista. Troppo spesso la diversità è percepita e vissuta come un elemento negativo. La storia di Zero ci insegna quanto la diversità tra gli uomini della terra sia preziosa. Solo guardando la propria immagine riflessa ognuno ha la chiara visione del suo aspetto, ma è negli occhi degli altri che solitamente ci si rispecchia e riconosce. LABORATORIO Inizialmente analizzeremo la diversità dal punto di vista fisico. Prendendo spunto dall opera dell artista Giuseppe Penone, esploreremo la nostra pelle: l osserveremo con una lente di ingrandimento e ne cattureremo l impronta scoprendo così che siamo tutti diversi. Successivamente constateremo che nella diversità siamo tutti comunque simili. Partendo dall isolamento di un elemento corporeo di ciascun bambino e dalla sua realizzazione grafica procederemo alla creazione di un personaggio assemblando i singoli disegni realizzati. 21

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s.

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. Atelier SottoSopra Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. 2014-2015 Obiettivi delle varie proposte: - permettere ai bambini di

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

La fattoria delle quattro operazioni

La fattoria delle quattro operazioni IMPULSIVITÀ E AUTOCONTROLLO La fattoria delle quattro operazioni Introduzione La formazione dei bambini nella scuola di base si serve di numerosi apprendimenti curricolari che vengono proposti allo scopo

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015

Dalle scatole alle figure piane. Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle scatole alle figure piane Percorso di geometria Classe prima Scuola Primaria Rispescia a.s. 2014-2015 Dalle Indicazioni nazionali per il curricolo Le conoscenze matematiche contribuiscono alla formazione

Dettagli

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI

AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING. per bambini di 4-6 anni. di CRISTINA RUINI AVVIAMENTO ALL ORIENTEERING per bambini di 4-6 anni di CRISTINA RUINI Esperienze di gioco-orienteering svolte nell anno scolastico 2009-2010 alla scuola d infanzia di Longera (Trieste) Questa è una raccolta

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI)

LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) LETTURE PER L'INFANZIA (dai 2 ANNI) STORIE PICCINE PICCIO' (dai 2 ai 5 anni) Una selezione di storie adatte ai piu' piccoli. Libri per giocare, libri da guardare da gustare e ascoltare. Un momento di condivisione

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO

PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PROGETTO ALIMENTAZIONE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO PERCORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ALLA SCOPERTA DEL CIBO E DELLE ABITUDINI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE SULLA COLAZIONE DEI BAMBINI IN ETA' SCOLARE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni)

presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) presenta: CUCCIOLI SPRINT (progetto di attività cognitivo-motoria per bambini dai 20 mesi ai tre anni) Premessa: Sportivissimo a.s.d. è un associazione affiliata all ACSI e al CONI che intende promuovere

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO

Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi. Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO Comune di Rimini Direzione dei Servizi Educativi Scuola infanzia Arcobaleno PROGETTO DIDATTICO SCUOLA INFANZIA ARCOBALENO PROGETTO DIDATTICO PREMESSA L azione del documentare necessita sempre di una fase

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime -

Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Pro-seguire INSIEME! - La Valigia delle Rime - Progetto Continuità" Scuola dell Infanzia - Scuola Primaria 2010-11 11 Anno Scolastico 2010 Funzioni Strumentali A. Rubino Scuola Infanzia P. Stramonio Scuola

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli

QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA. Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli QUALE MATEMATICA NELLA SCUOLA DELL INFANZIA Scuola dell Infanzia Don Milani Anni 2006/2007/2008 Ins. Barbara Scarpelli ESPERIENZE MATEMATICHE A PARTIRE DA TRE ANNI QUALI COMPETENZE? L avventura della matematica

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura

CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura CURRICOLI SCUOLA DELL INFANZIA LA CONOSCENZA DEL MONDO Ordine, misura, spazio, tempo, natura TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino raggruppa e ordina secondo criteri diversi, confronta

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano

presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano presenta MILANO, 18-24 maggio 2015 Orto Botanico di Brera dell Università degli Studi di Milano Le piante producono alimenti, legno, carburante, tessuti, carta, fiori e l ossigeno che respiriamo! La vita

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni

Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni Progetto educativo-didattico di lingua inglese per il gruppo di bambini di cinque anni A.S. 2011/2012 Giulia Tavellin Via Palesella 3/a 37053 Cerea (Verona) giulia.tavellin@tiscali.it cell. 349/2845085

Dettagli

NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI)

NIDO D'INFANZIA CARLO MARIA SPADA PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PRESENTAZIONE DELLA SEZIONE EDUCATRICI: SANGIORGI LINDA VENTURA MARIA ANGELA PASINI

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

"IMPARIAMO A RICICLARE"

IMPARIAMO A RICICLARE COLLEGIO ARCIVESCOVILE Castelli PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE "IMPARIAMO A RICICLARE" (progetto di durata annuale) Anno scolastico 2008/2009 Classi terze e quarte - Scuola primaria FINALITA' Il Progetto

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

La guerra delle posizioni

La guerra delle posizioni www.maestrantonella.it La guerra delle posizioni Gioco di carte per il consolidamento del valore posizionale delle cifre e per il confronto di numeri con l uso dei simboli convenzionali > e < Da 2 a 4

Dettagli

DALLA TEORIA ALLA PRATICA

DALLA TEORIA ALLA PRATICA DALLA TEORIA ALLA PRATICA Comunicare a distanza: il telefono a filo La prima esperienza di telecomunicazione (dal greco tele = distante) si realizza con due piccoli contenitori di plastica, cartone o metallo,

Dettagli

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N.

FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO. Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2. ULSS n.1 Belluno PERSONALE AZIENDA ULSS N. FORMAT DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO Scuola secondaria 1 grado S.Ricci di Belluno classe 2 ULSS n.1 Belluno Autori: PERSONALE AZIENDA ULSS N. 1 BELLUNO: Dr.ssa Mel Rosanna Dirigente medico SISP (Dipartimento

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli