Carta dei Servizi. Carta dei Servizi - Sezione IV: Adozione Internazionale. Adozione Internazionale. Chi Siamo. Che cosa facciamo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Carta dei Servizi. Carta dei Servizi - Sezione IV: Adozione Internazionale. Adozione Internazionale. Chi Siamo. Che cosa facciamo"

Transcript

1 Carta dei Servizi Chi Siamo Che cosa facciamo Come Lavoriamo Cooperazione allo Sviluppo Dove Siamo Centro Studi Adozione Internazionale Ultimo aggiornamento Marzo 2014 Sez.IV - 1 /21

2 Indice Indice... 2 Adozione Internazionale... 3 Descrizione del Settore... 3 A chi si rivolge il Settore Adozione Internazionale... 3 Attività... 5 Standard Attività, Procedure, Assistenza e Accompagnamento... 8 Costi Percorso Adozione Standard Attività di Post-Adozione obbligatoria: Follow- Up Costi Percorso Post-Adozione (attività di Follow-Up dopo i primi due anni) Standard Attività Post-Adozione facoltativa Sez.IV - 2 /21

3 Adozione Internazionale Descrizione del Settore L adozione internazionale è un intervento finalizzato alla protezione del bambino solo, orfano di entrambi i genitori o abbandonato, attraverso l accoglienza in una famiglia sostitutiva. Per CIAI questo intervento deve inserirsi nel quadro di una politica globale di protezione dell infanzia dove sono prioritarie altre azioni che promuovano innanzitutto l inserimento o il re-inserimento nella famiglia d origine o, quando possibile, la permanenza del bambino nel proprio Paese attraverso l accoglienza in una famiglia adottiva in loco. CIAI, quindi, si impegna a trovare in Italia una famiglia per bambini stranieri in reale stato di abbandono, che non abbiano altra possibilità di inserimento familiare nel Paese di appartenenza. CIAI propone l adozione internazionale in Italia come concreto riconoscimento dell uguaglianza di tutti i bambini e del fondamentale diritto alla famiglia intesa come ambiente insostituibile in cui si realizzino le condizioni necessarie per l equilibrato sviluppo del minore. L adesione al CIAI non può prescindere da un autentica disponibilità ad accogliere un bambino, senza discriminazioni o preclusioni circa il suo Paese di provenienza o il colore della sua pelle. A chi si rivolge il Settore Adozione Internazionale All estero CIAI rivolge la propria azione a bambini di età compresa tra gli 0 ed i 10 anni, in molti casi fratelli, già dichiarati in stato di abbandono dall autorità del Paese, che vivono in Istituto o presso famiglie affidatarie. Sono presi in considerazione anche casi di bambini più grandi, gruppi di fratelli, bambini con problemi di salute. Tutti i bambini sono segnalati a CIAI direttamente dalle Autorità Straniere competenti. CIAI è autorizzato dalla Commissione per le Adozioni Internazionali ad operare nei seguenti Paesi: Burkina Faso, Etiopia, Costa D Avorio, Colombia, Perù, Ecuador, Guatemala, India, Thailandia, Cambogia, Cina e Vietnam. In Italia CIAI in Italia si rivolge a coppie o a famiglie desiderose di accogliere uno o più bambini in stato di abbandono. Possono offrire la propria disponibilità all adozione solo le coppie di coniugi che rispondano ai requisiti previsti dalle leggi 476/98 e 149/01. CIAI è autorizzato dalla Commissione per le Adozioni Internazionali ad operare su tutto il territorio nazionale. Sez.IV - 3 /21

4 Sez.IV - 4 /21

5 Attività Le attività svolte dal Settore Adozione Internazionale di CIAI possono così sinteticamente riassumersi: Prima dell adozione 1. Attività Informativa (INFO) E rivolta alle coppie aspiranti all adozione che desiderino ricevere informazioni specifiche sulla procedura e sui servizi offerti dall ente, nonché sulla situazione aggiornata dell Adozione Internazionale nei Paesi in cui CIAI opera. 2. Attività di preparazione all Adozione Internazionale (CORSO) E rivolta alle coppie aspiranti all adozione. Costituisce un occasione di confronto con operatori esperti e con altri aspiranti genitori che condividono lo stesso progetto. L obiettivo è fornire stimoli che aiutino la coppia a riflettere sulle proprie motivazioni, sulle risorse e sui punti deboli; proponendo un approccio sia cognitivo che emotivo. 3. Attività di verifica delle concrete possibilità di adozione (COLLOQUIO) Incontri con gli psicologi, rivolti alle coppie già dichiarate idonee dal Tribunale per i Minorenni, che hanno lo scopo di approfondire la conoscenza reciproca, confrontando le risorse e la disponibilità della coppia con le richieste ed i bisogni espressi dalle Autorità dei Paesi relativamente all età, al numero di minori, alla condizione di salute ed alle storie dei bambini. 4. Presa in carico della coppia (MANDATO) Rivolta alle coppie che hanno scelto di conferire incarico a CIAI. Da questo momento, cioè dalla firma del conferimento di incarico, la coppia sarà tenuta in considerazione in vista di una proposta di adozione, coerentemente con quanto discusso e stabilito insieme agli operatori nella fase di verifica delle concrete possibilità di adozione. Corso Colloquio Mandato INFO Attesa generica Colloquio Mandato Corso Colloquio Sez.IV - 5 /21

6 5. Attività di assistenza, accompagnamento e supporto per la realizzazione dell adozione Questa attività prevede l assistenza alle coppie in tutto l iter procedurale, dal sostegno all attesa, all individuazione del Paese, all abbinamento con il bambino, all espletamento di tutto l iter legale fino al completamento dell adozione. Le coppie che si recano all'estero per realizzare l'adozione internazionale continuano ad essere assistite da CIAI: un referente è presente in ogni Paese straniero per supportare la coppia nelle questioni amministrative, procedurali, logistiche, culturali e psicologiche. 6. Attività di approfondimento sul bambino segnalato per l adozione Questa attività prevede la raccolta del maggior numero possibile di informazioni, presso l Autorità Straniera, sul bambino da essa segnalato per l adozione. Sulla base di queste informazioni, sia all estero sia in Italia, si attiva la richiesta di approfondimenti, ad opera di personale medico e degli psicologi, allo scopo di avere un quadro il più possibile completo sul bambino, sulle sue condizioni di salute e sul suo vissuto. Ove possibile, l attività prevede anche una fase di preparazione psicologica del bambino. Abbinamento paese Approfondimenti Approfondimenti Abbinamento bambino Attesa generica Incontro Abbinamento bambino Sez.IV - 6 /21

7 Dopo l adozione L attività di sostegno post-adozione è rivolta alle famiglie adottive per offrire uno spazio utile alla riflessione e allo scambio di esperienze. Si articola in diversi momenti: Follow-up (attività obbligatoria) Consiste nell invio all autorità straniera, tramite l ente, di relazioni periodiche sull andamento dell adozione. Interventi di sostegno (attività facoltativa) Colloqui di coppia o di famiglia condotti preferibilmente dallo psicologo che ha accompagnato la coppia nel corso di tutti gli incontri al CIAI. E un momento di confronto personale sulle difficoltà eventualmente emerse nella relazione con il figlio. Percorso post-adozione (attività facoltativa) Percorsi individuali e di gruppo rivolti alle famiglie adottive. L obiettivo è di individuare, con l aiuto del conduttore, strategie utili ad affrontare i problemi che emergono nella relazione con il bambino nelle diverse fasi della sua crescita. Le iniziative di questi percorsi sono organizzate in collaborazione con il Settore Centro studi, formazione e educazione. Sez.IV - 7 /21

8 Standard Attività, Procedure, Assistenza e Accompagnamento 1. Attività Informativa Sedi e sportelli informativi in cui è possibile svolgere l attività A chi si rivolge l Attività Milano, Padova, Roma, Bari, Cagliari Aspiranti genitori adottivi interessati all'attività di CIAI, indipendentemente dal loro stato di avanzamento della procedura per il rilascio dell idoneità. Figure professionali che conducono l attività Contenuti dell incontro Operatori e volontari opportunamente formati. Si forniscono informazioni in merito alle finalità statutarie di CIAI, alla procedura, ai tempi e ai costi dell'adozione, ai bambini (salute, età, gruppi di fratelli), ai Paesi di provenienza dei bambini, ai tempi di permanenza della coppia all estero, ai costi preventivabili. Materiale Informativo Si faccia riferimento al sito della Commissione Adozioni Internazionali ( CAI): per acquisire le informazioni relative alle misure di sostegno pubblico vigenti per la coppia che ha conluso una adozione internazionale. Modalità di iscrizione E' necessaria la prenotazione telefonica o per posta elettronica presso la sede di riferimento. Costi Modalità e tempi di disdetta L attività è gratuita. Disdetta telefonica entro il giorno precedente all'incontro. Frequenza tempi di attesa Numero partecipanti Orari - Durata degli incontri Documentazione rilasciata Milano: 1 volta a settimana; tempo d attesa massimo 15 gg. Roma, Padova, Bari e Cagliari: 2 volte al mese; tempo d attesa massimo 15 gg. Massimo 24 persone 3 ore circa A ciascuna coppia viene consegnato il materiale informativo contenente i principali temi trattati Sez.IV - 8 /21

9 durante l'incontro e la Carta dei Servizi CIAI. 2. Attività di Preparazione all Adozione Internazionale Sedi in cui è possibile svolgere l attività A chi si rivolge l Attività Milano, Roma, Bari, Padova e Cagliari Aspiranti genitori adottivi. Figure professionali che conducono l attività Contenuti dell Attività I corsi sono condotti da psicologi esperti in formazione. Tra i temi trattati: caratteristiche del bambino straniero adottabile, risorse e fragilità della coppia candidata, disponibilità della coppia, la comunicazione e la funzione genitoriale, la dimensione corporea nella dimensione con l altro sconosciuto, l'abbandono e il confronto con la storia del bambino, l'informazione al figlio della condizione di adottivo, le differenze culturali e somatiche, il rischio sanitario. Materiale Informativo Il materiale consegnato nel corso dell Attività Informativa. Modalità di iscrizione E necessario telefonare alla sede di riferimento per verificare la disponibilità di posti e compilare la scheda di adesione (scaricabile dal sito ) da inviare alla sede unitamente al modulo di consenso legge Privacy e alla fotocopia della ricevuta di versamento. Costi La modalità di erogazione dei corsi di formazione si differenzia a seconda del modello previsto nella Regione di riferimento. Il costo dei corsi di formazione è di 450. Modalità di Pagamento Bonifico bancario o versamento postale. Modalità e Tempi di Disdetta - Rimborso La disdetta può essere scritta o telefonica entro 7 gg lavorativi dall'inizio del corso. In caso di disdetta nei tempi previsti, è possibile richiedere per iscritto il rimborso della quota già versata. Frequenza Tempi di Attesa Milano e Padova: mensile Sez.IV - 9 /21

10 2. Attività di Preparazione all Adozione Internazionale Roma, Bari e Cagliari: bimestrale/trimestrale Chiunque risieda in aree di pertinenza di sedi decentrate potrà comunque accedere a percorsi presso altre sedi in date più ravvicinate. Numero partecipanti Orari - Durata degli incontri Da 8 a 12 coppie I corsi di formazione hanno una durata che varia a seconda del modello. Si va da minimo di 8 ore ad un massimo di 16 ore, distribuiti in due giornate. Locale dedicato all attività I corsi si svolgono in sale ampie e attrezzate per i lavori di gruppo. Questionario di valutazione Al termine del percorso viene chiesto di compilare un questionario di valutazione, con lo scopo di raccogliere informazioni e suggerimenti. Documentazione rilasciata Attestato di partecipazione completo di contenuti e monte ore, riferimenti bibliografici, eventuali altri documenti ritenuti utili. Sez.IV - 10 /21

11 3. Attività di Verifica delle concrete possibilità di Adozione (colloqui) Sedi in cui è possibile svolgere l Attività A chi si rivolge l Attività Milano, Roma, Padova, Bari e Cagliari. A coppie che hanno ottenuto il decreto di idoneità. Figure professionali che conducono l Attività Contenuti dell Attività Psicologo CIAI. A partire dalle informazioni contenute nella relazione psicosociale dei servizi territoriali ed eventualmente dei risultati del corso di formazione, si confrontano e si analizzano i desideri e le risorse della coppia con la realtà e i bisogni rilevati e segnalati dalle Autorità dei Paesi stranieri. Modalità di Adesione/Iscrizione La coppia invia alla sede di riferimento la documentazione consegnata ai fini del colloquio (questionari CIAI, decreto di idoneità, relazione della ASL, fotocopia della ricevuta di versamento, modulo di consenso legge Privacy, se non ancora trasmesso a CIAI). Un operatore CIAI contatta la coppia per concordare la data dell appuntamento con lo psicologo. Costi Il costo è di 180 per un colloquio ad una coppia senza figli. Eventuali altri colloquio pre-incarico sono a pagamento. Modalità di Pagamento Bonifico bancario o versamento postale. Modalità e Tempi di Disdetta L appuntamento si può disdire telefonicamente, preferibilmente con almeno 7 gg lavorativi di anticipo. Tempi di attesa Numero partecipanti Orari - Durata dell incontro Il colloquio potrà essere fissato entro 20 gg. dal ricevimento della documentazione. I coniugi ed i figli di età superiore ai 3 anni. Circa 2 ore e mezza Sez.IV - 11 /21

12 4. Attività di Presa in Carico della Coppia Sedi in cui è possibile svolgere l Attività La documentazione relativa al conferimento di incarico viene inviata alla coppia la quale dovrà provvedere a compilarla e rispedirla controfirmata. A chi si rivolge l Attività Alle coppie che abbiano deciso di conferire incarico al CIAI. Figure professionali che conducono l attività Un operatore CIAI si occupa di spedire le carte del conferimento e di controllare alla ricezione la loro completezza. Modalità di Adesione Vengono spedite: due copie del conferimento di incarico, l impegno all invio di relazioni all estero (follow up) una lettera di informazioni generali scheda riassuntiva della disponibilità circa le problematiche sanitarie La firma del conferimento di incarico presuppone la piena consapevolezza ed accettazione di quanto concordato in sede di colloquio. Il conferimento è controfirmato dal Responsabile dell Ufficio Adozioni di CIAI. Costi 1.000, a titolo di primo anticipo. Modalità di Pagamento Bonifico bancario o versamento postale. Presa in carico di coppie provenienti da altro Ente Documentazione Rilasciata La coppia che si rivolge a CIAI provenendo da un altro Ente, seguirà la procedura completa del percorso descritto. Il documento di Conferimento di Incarico. Sez.IV - 12 /21

13 5. Attività di Assistenza e Accompagnamento Sedi in cui è possibile svolgere l Attività A chi si rivolge l Attività Sedi Italia e estero, per le proprie competenze. Alle coppie in attesa di abbinamento, in preparazione dei documenti, in soggiorno all'estero e nelle fasi conclusive dell'adozione. Figure professionali che conducono l attività Tutti gli operatori CIAI della sede locale e delle sedi estere, ognuno secondo la propria competenza specifica (legale, psicologica, pedagogica, sociologica, medica). Contenuti dell Attività Tempi di attesa L attività di assistenza e accompagnamento consiste in: accompagnamento costante della coppia da parte degli uffici CIAI Italia e Estero; organizzazione di incontri e seminari di aggiornamento e approfondimento; attività di supporto e sostegno all attesa; attività di presentazione e approccio al Paese in cui la coppia adotterà; incontri per la preparazione e la traduzione della documentazione da inviare all estero; stesura della relazione necessaria al dossier; procedura di abbinamento (uno o più colloqui con lo psicologo); predisposizione, traduzione, legalizzazione e invio della documentazione all autorità straniera: il deposito del fascicolo all estero viene effettuato secondo le modalità e i tempi previsti dalle Autorità di riferimento del Paese; assistenza e accompagnamento durante il periodo all'estero; assistenza per le formalità richieste ai fini del riconoscimento in Italia del provvedimento estero di adozione. Dal conferimento di incarico alla proposta del bambino i tempi non sono prevedibili, in quanto risentono di alcune variabili diverse, quali le caratteristiche e la disponibilità della famiglia, i limiti del decreto di idoneità, il numero di bambini in stato di adottabilità, le caratteristiche dei bambini, la compatibilità tra disponibilità offerta dalla coppia e le caratteristiche dei bambini. Dalla proposta del bambino all incontro: dai 3 ai 12 mesi, a seconda dei Paesi. Sez.IV - 13 /21

14 5. Attività di Assistenza e Accompagnamento Revoca disponibilità adozione nazionale La revoca della disponibilità all adozione nazionale viene richiesta all abbinamento con il minore o all approvazione della coppia da parte dell autorità straniera (a seconda delle procedure dei diversi paesi). Abbinamento coppia-bambino A seguito segnalazione del minore da parte dell autorità straniera, verificate le informazioni pervenute sul bambino (stato di abbandono, età, condizioni di salute psichica e fisica, ecc.) e la compatibilità con la disponibilità offerta dalla coppia, si procede a convocazione per il colloquio di abbinamento. Metodologia di abbinamento coppia-bambino La coppia viene incontrata dall operatore di riferimento per la verifica della compatibilità e dallo specialista paese per la messa a punto della documentazione e l informativa sulla fase successiva della procedura. Durata della procedura di abbinamento Circa 2 ore per ogni colloquio. Preparazione alla partenza Espletata la procedura all estero da parte del personale CIAI nel Paese, la coppia viene incontrata: dallo specialista paesein prossimità della partenza per la messa a punto del programma di viaggio, permanenza all estero e consegna documenti; dall operatore per la preparazione di carattere psicologico all incontro con il bambino. Durata della preparazione alla partenza Documentazione Rilasciata Circa 2-3 ore. La documentazione relativa alla finalizzazione della procedura adottiva, promemoria per il viaggio ed il soggiorno all estero. Sez.IV - 14 /21

15 Revoca del Mandato Revoca da parte della coppia E facoltà della coppia chiedere la revoca del mandato. La revoca deve essere comunicata tramite lettera raccomandata da inviare a CIAI e, per conoscenza, al Tribunale dei Minori e alla CAI (Commissione Adozioni Internazionali). Alla ricezione della lettera, CIAI comunica la revoca al Tribunale dei Minori, alla CAI, a tutte le Istituzioni competenti e, se già coinvolta, alla Autorità straniera. Revoca da parte di CIAI E facoltà di CIAI decidere di revocare l incarico, in forza delle clausole previste dal mandato. In questo caso, CIAI, dopo un preavviso di 30 giorni, invia lettera raccomandata alla coppia, al Tribunale dei Minori, alla CAI, a tutte le Istituzioni competenti e, se già coinvolta, all Autorità straniera. Sez.IV - 15 /21

16 Costi Percorso Adozione Costo dell Attività di Assistenza e Accompagnamento in Italia Costi per i servizi resi in Italia. I servizi offerti in italia hanno i seguenti costi: 450 per il corso di formazione; 180 per il colloquio di verifica; per la cura della pratica in Italia; 800 per i servizi di post-adozione. Costi Procedure e Assistenza Estero PAESE SERVIZI RESI DALL ENTE SPESE VARIE NON RICONDUCIBILI ALL ENTE TOTALE Procedurali Variabili Supplementari Obbligatorie Procedurali Burkina Faso Cambogia (*) Cina (**) , Colombia Ecuador Non operativo Etiopia India Perù Non operativo Thailandia Vietnam (*) costo ancora da confermare da parte delle autorità cambogiane, attualmente in fase di riaccreditamento degli enti (**) COSTI PER SERVIZI OBBLIGATORI VARIABILI Alcuni Costi Obbligatori Variabili previsti dal CCCWA-Autorità Centrale Cinese per la procedura adottiva (relativi al supporto fornito dal BLAS, Agenzia facente parte del CCCWA e comprensivo delle spese di pernottamento, eventuale volo interno alla Cina per recarsi nella Provincia di origine del bambino, altri trasporti interni, alcuni pasti e presenza di una guida locale) possono essere conteggiati solo poco prima della partenza della famiglia. Indicativamente questi Costi Obbligatori Variabili ammontano a circa 5.000/ Sez.IV - 16 /21

17 Modalità Di Pagamento Modalità di pagamento 1. primo anticipo: al conferimento dell incarico (vedi tabella Attività di Presa in Carico ) 2. secondo anticipo: al momento della consegna da parte della coppia dei documenti da inviare all Autorità Estera, è richiesto il versamento di ( a copertura dei servizi resi in Italia dall Ente e a copertura di quelli resi all estero) Per il Vietnam è prevista una tranche di pagamento intermedia pari a da versare al CIAI nel momento in cui l Autorità Centrale vietnamita richiede l aggiornamento di alcuni documenti che compongono il dossier della famiglia. 3. terzo anticipo: al momento dell abbinamento con il bambino ( a copertura dei servizi resi in Italia dall Ente e a copertura di quelli resi all estero CIAI all estero) Per la Cina (2470 Italia e 4200 estero) 4. solo per la Cina, un versamento di alla conferma dell abbinamento da parte dell Autorità Estera Cinese (a copertura dei servizi resi all estero) 5. Saldo: prima della partenza. Sono escluse le spese di viaggio, vitto e alloggio. (Per la Cina il saldo comprende le spese di vitto e alloggio). Il pagamento va effettuato tramite bonifico bancario. Modalità e Tempi di revoca / interruzione della pratica In caso di interruzione della pratica per volontà della coppia o in forza delle clausole previste dal mandato, o per altre motivazioni dipendenti dall Autorità Estera, o per revoca dell incarico da parte di CIAI, rimangono in carico alla coppia le spese sostenute a titolo di anticipo. Per quanto riguarda le altre somme, versate dalla coppia in tempi successivi (secondo il prospetto sopra indicato -Modalità di Pagamento-), CIAI applica la seguente politica di rimborso, che tiene conto delle spese vive sostenute dall Ente, della valorizzazione del lavoro effettuato dagli operatori CIAI in Italia e all estero, del momento in cui avviene la revoca e del Paese di riferimento: In caso di revoca dopo che la coppia ha consegnato la documentazione da produrre all estero, CIAI rimborsa: o per le pratiche in Colombia e Burkina Faso o 500 per le pratiche in Cina, Thailandia o in fase di definizione per le pratiche in India, Vietnam e Cambogia o 0 per le pratiche negli altri Paesi In caso di revoca dopo l abbinamento con il bambino, CIAI rimborsa alla coppia la somma complessiva di Solo per le pratiche in Cina: in caso di revoca dopo la Sez.IV - 17 /21

18 conferma dell abbinamento da parte dell Autorità Estera Cinese, CIAI rimborsa alla coppia la somma complessiva di NOTE sul Trattamento Fiscale Che cosa dice la legge Che cosa fa CIAI Tra le novità introdotte dalla nuova legge 476/98, è anche previsto che il 50% delle spese sostenute dai genitori adottivi per l espletamento della procedura d adozione possa essere dedotto dalla dichiarazione dei redditi. La normativa fiscale in materia di oneri deducibili derivanti dall espletamento delle procedure per l adozione internazionale è contenuta nell articolo 10 comma 1 lettera I bis del T.U.I.R, così come modificato dall art. 4 della legge 476/98. Certifica l ammontare complessivo delle spese sostenute dalla coppia, come richiesto dall articolo 31, comma 3 della legge in oggetto. Che cosa deve fare la coppia La coppia deve custodire gli originali dei giustificativi di tutte le spese sostenute (ad es. contributi all ente per percorsi, colloqui, cura della pratica, quota associativa, spese per traduzioni e legalizzazioni, biglietti aerei, spese di soggiorno all estero, ecc.). L omissione da parte della coppia di questo fondamentale compito impedisce all Ente di effettuare la certificazione stessa, necessaria ai fini della deducibilità in sede di dichiarazione dei redditi. Si consiglia inoltre di tenere sotto costante controllo il sito CAI (Commissione per le Adozioni Internazionali) per ogni informazione relativa ad eventuali ulteriori misure di agevolazioni economiche, che potrebbero essere definite di anno in anno. Sez.IV - 18 /21

19 Standard Attività di Post-Adozione obbligatoria: Follow-Up Follow-Up (Post-Adozione attività obbligatoria-) Sedi e gruppi locali con cui è possibile svolgere l attività Tutte le sedi CIAI Italia A chi si rivolge l attività L'attività si rivolge alle famiglie che abbiano accolto uno o più minori, con CIAI. Figure professionali che conducono l attività Psicologi, psicoterapeuti, psicomotricisti, professionisti con esperienza specifica. Contenuti dell attività Incontri in sede in occasione della stesura dei rapporti periodici (follow up): o Colloqui in sede o Elaborazione del rapporto o Traduzione del rapporto o Invio all estero del rapporto e inoltro presso l Autorità competente Modalità di iscrizione E necessaria la prenotazione telefonica. Modalità di Pagamento Bonifico bancario o versamento postale. Modalità e Tempi di Disdetta - Rimborsi L appuntamento può essere disdetto telefonicamente, preferibilmente con almeno 7 gg lavorativi di anticipo. Documentazione rilasciata Alla coppia è rilasciato un promemoria con indicazioni relative a modalità e scadenze previste per i follow-up dal Paese di riferimento. E rilasciata inoltre copia dei rapporti inviati all estero. Sez.IV - 19 /21

20 Costi Percorso Post-Adozione (attività di Follow-Up dopo i primi due anni) Il valore delle attività relative all espletamento dei servizi di post-adozione (colloqui, elaborazione, traduzione ed invio all estero delle relazioni) per i primi due anni dall ingresso in Italia del bambino è quantificato in 800 (*) ed è compreso nei costi per i servizi resi in Italia (ref. Tabella pag.16). Il costo per il percorso post-adozione dopo i primi due anni dall ingresso in Italia del bambino non è compreso nei costi per i servizi resi in Italia ed è schematizzato nella tabella sotto riportata, dove si riportano i costi unitari, perché il numero delle relazioni varia in rapporto all età del bambino adottato e al Paese di provenienza. POST-ADOZIONE PAESE COSTO RELAZIONE COSTO COLLOQUIO Burkina Faso 45,00 Cambogia 45,00 Cina 150,00 Colombia -- Ecuador Etiopia 45, ,00 (solo coppia) o 150,00 (intero nucleo familiare) India -- Perù Thailandia Vietnam 45,00 (*) Questa quota si riduce a 500 per le coppie che scelgono di effettuare i colloqui presso i Servizi del Territorio. Sez.IV - 20 /21

21 Standard Attività Post-Adozione facoltativa Post-Adozione attività facoltative- Sedi e gruppi locali con cui è possibile svolgere l attività Tutte le sedi CIAI Italia. La effettiva realizzazione di uno specifico evento nella singola sede è subordinata al numero di richieste pervenute per la sede stessa. A chi si rivolge l attività L'attività si rivolge alle famiglie adottive e ai ragazzi. Figure professionali che conducono l attività Psicologi, psicoterapeuti, psicomotricisti, professionisti con esperienza specifica Contenuti dell attività L'attività di post adozione si compone di: incontri tematici di gruppo corsi e seminari tematici sia per genitori che per ragazzi; colloqui personalizzati attività di osservazione psicomotoria per i bambini entro gli 8 anni incontri personali con figli adolescenti incontri con insegnanti psicoterapia individuale e familiare Materiale Informativo Il sito CIAI: riporta le informazioni sulle singole attività proposte, nel momento in cui vengono programmate. Ogni iniziativa è anche regolarmente divulgata attraverso newsletter telematica e comunicazioni via posta elettronica e/o tradizionale, ad ampio indirizzario, secondo il target di riferimento. Costi I costi relativi alle diverse attività di supporto alla famiglia dopo l adozione sono diversificati secondo tipo, durata, metodologia dell intervento e numero di partecipanti. L ammontare dei costi delle diverse attività è indicato nello specifico materiale informativo. Alcune delle attività facoltative di Post-Adozione sono organizzate in collaborazione con il settore Centro Studi e Formazione. Nella corrispondente sezione della Carta dei Servizi (sezione III) è disponibile l ulteriore dettaglio degli standard di riferimento. Sez.IV - 21 /21

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI

CARTA DEI SERVIZI PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI CARTA DEI SERVIZI PER LE ADOZIONI INTERNAZIONALI INDICE 1. Carta dei Servizi per l adozione internazionale: perchè 2. Presentazione della Fondazione AVSI Chi è AVSI Paesi per i quali è autorizzata, accreditata

Dettagli

Per una famiglia adottiva. Informazioni per le famiglie interessate all adozione internazionale

Per una famiglia adottiva. Informazioni per le famiglie interessate all adozione internazionale Per una famiglia adottiva Informazioni per le famiglie interessate all adozione internazionale Presidenza del Consiglio dei Ministri Ministro per le Pari Opportunità Commissione per le adozioni internazionali

Dettagli

Rimborso delle spese di viaggio nell AI

Rimborso delle spese di viaggio nell AI 4.05 Stato al 1 gennaio 2008 Rimborso delle spese di viaggio nell AI In generale 1 L assicurazione invalidità (AI) rimborsa le spese di viaggio giudicate appropriate e necessarie all attuazione dei provvedimenti

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO.

L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. L ADOZIONE NELLA PROVINCIA DI TRENTO: LE PROBLEMATICHE DELLE FAMIGLIE E LE RISPOSTE DEI SERVIZI NEL PERIODO SUCCESSIVO AL PRIMO ANNO POST- ADOTTIVO. Ricercatrice: Serena Bezzi Trento, gennaio 2009 - giugno

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE

ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione del SERVIZIO INTEGRATO TERRITORIALE su AFFIDO ed ADOZIONE CASARANO COLLEPASSO MATINO PARABITA RUFFANO SUPERSANO TAURISANO AMBITO TERRITORIALE SOCIALE DI CASARANO PROVINCIA di LECCE Assessorato alle Politiche Sociali ACCORDO e Protocollo Operativo per la realizzazione

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3

FAQ 2015 I) CHI DEVE INVIARE LA COMUNICAZIONE... 3 FAQ 2015 Flusso telematico dei modelli 730-4 D.M. 31 maggio 1999, n. 164 Comunicazione dei sostituti d imposta per la ricezione telematica, tramite l Agenzia delle entrate, dei dati dei 730-4 relativi

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N.

SELEZIONI INTERNE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N.5 POSTI DI OPERATORE TECNICO SPECIALIZZATO-AUTOMEZZI, N. Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Alessandria Via Venezia, 16 15121 ALESSANDRIA Tel. 0131 206111 www.ospedale.al.it asoalessandria@pec.ospedale.al.it C. F. P. I. 0 1 6

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM

Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program. Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Pagina1 Direzione Centrale Credito e Welfare Progetto High School Program Bando di Concorso HIGH SCHOOL PROGRAM Per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione utenti

Dettagli

Progetti per l Inclusione Sociale

Progetti per l Inclusione Sociale Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana ASSESSORADU DE S'IGIENE E SANIDADE E DE S'ASSISTÈNTZIA SOTZIALE ASSESSORATO DELL IGIENE, SANITA E DELL ASSISTENZA SOCIALE Direzione Generale delle

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale La fase amministrativa Nella prima fase, amministrativa, le autorità competenti in materia di protezione sono la Polizia uffici di frontiera

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi

1. Premessa. 2. Finalità ed obiettivi Allegato B REGOLAMENTO PER LA PREDISPOSIZIONE E PER IL FINANZIAMENTO DELLE IMPEGNATIVE DI CURA DOMICILIARE PER PERSONE CON GRAVE DISABILITÀ PSICHICA ED INTELLETTIVA (ICDp) 1. Premessa La normativa nazionale

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI

AMBITO TERRITORIALE DI DALMINE PER L ATTUAZIONE DEL PIANO DI ZONA DEL SISTEMA INTEGRATO DI INTERVENTI E SERVIZI SOCIALI All ente erogatore dell assistenza educativa del CRE di DOMANDA DI ASSISTENTE EDUCATORE PER LA FREQUENZA CENTRO RICREATIVO ESTIVO (in attuazione della Decreto Regionale n.1961 del 6 marzo 2013) (modulo

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it

Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Mantenimento dei figli maggiorenni: quanto dura?la legge per tutti.it Maria Monteleone Anche i figli maggiorenni hanno diritto a essere mantenuti dai propri genitori fino a quando non siano completante

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355

Codice IBAN: IT 52 H 07601 03200 001013078355 Pagamenti Per iscriversi a uno dei corsi di lingua italiana della Scuola Romit è necessario il pagamento della tassa di iscrizione di 50 euro più l importo equivalente al 20% del totale costo del corso,

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali?

1. Quali sono gli estremi per l iscrizione all Albo Nazionale Gestori Ambientali? Domanda: Risposta (a cura di Maurizio Santoloci): Oggi un impresa edile che trasporta in proprio i rifiuti non pericolosi con proprio mezzo al contrario di quanto accadeva nella previdente disciplina deve

Dettagli

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA

COMUNE DI SORAGA COMUN DE SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA BANDO DI CONCORSO PER LA REALIZZAZIONE DI UN OPERA D ARTE PER L ABBELLIMENTO DE LA GRAN CIASA NEL COMUNE DI SORAGA ai sensi dell art. 20 della L.P. 3 gennaio 1983 n.2 e s.m. e i. e del relativo Regolamento

Dettagli

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O.

UNIONE TERRED ACQUA IL RESPONSABILE P.O. SERVIZIO PERSONALE SCADENZA 13/08/2015 AVVISO DI MOBILITA PER EVENTUALE ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO E TEMPO PIENO, DI N. 1 POSTO DI ISTRUTTORE DIRETTIVO AMMINISTRATIVO CAT. GIUR. D1, DEL COMUNE DI

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Giustizia.it 5 septembre 2001 LEGGE 4 maggio 1983 n. 184 (Modificata dalla legge 476/98 e dalla legge 149/2001)

Giustizia.it 5 septembre 2001 LEGGE 4 maggio 1983 n. 184 (Modificata dalla legge 476/98 e dalla legge 149/2001) Legge 28 marzo 2001 n 149 Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n 184, recante «Disciplina dell adozione e dell affidamento dei minori nonché al titolo VIII del primo libro del codice civile (Gazetta Ufficiale

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014

CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 CIRCOLARE N. 65 del 10 aprile 2014 Modalità per l accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività di conservazione dei documenti informatici di cui all'articolo 44-bis,

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

Legislazione italiana ed europea a confronto

Legislazione italiana ed europea a confronto Legislazione italiana ed europea a confronto NATI INDESIDERATI Riconoscimento del nato e parto anonimo di Graziana Campanato 1 Filiazione legittima e naturale La nostra legislazione distingue la filiazione

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli