Ing. Roberto Anzanello Consigliere ANSI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ing. Roberto Anzanello Consigliere ANSI"

Transcript

1 Ing. Roberto Anzanello Consigliere ANSI

2 w w w. s a n i t a i n t e g r a t i v a. o r g Institutional Presentation Sede Legale in Via Cesare Battisti 23, Miilano

3 Costituzione ANSI Fondi Integrativi Sanitari presenti in ANSI: Mutua Basis Assistance MBA CASPIE C.a.s.p.i.e. Mutua CASPIE Caspie Open Cassa Basis Mutua Unica Anaprom Mutua Primula CAB Cassa di Assistenza e Benessere FAB Fondo di Assistenza e Benessere Mutua Sarda Mutua Calabra ITALPREVIASS

4 Chi Siamo ANSI nasce dalla volontà di alcuni fondi sanitari integrativi che vogliono fornire innovazione al Servizio Sanitario Nazionale. ANSI è il primo vero punto di riferimento nazionale "indipendente" del settore, che vuole trasmettere know-how competenze e servizi ai propri associati. ANSI non ha fini di lucro e prevede solo una quota associativa; promuove il welfare attraverso le proprie associate che grazie adessa possono accedere a servizi che non potrebbero offrire singolarmente grazie all'articolo 148 del TUIR. ANSI si propone di fornire un valido supporto alle istituzioni per regolamentare il settore. Oggi ANSI, attraverso le casse, i fondi sanitari e le mutue soccorso offre l'assistenza ad oltre assistiti. In Italia mancava il punto di riferimento Nazionale e Internazionale della Sanità Integrativa. Oltre 600 anni di storia della mutualità, più di 10 atti legislativi, oltre associati, un cammino che percorre parallelamente la storia del nostro paese dal rinascimento in poi, la peculiarità della valenza sociale dell'assistenza reciproca non hanno mai avuto un punto di riferimento preciso

5 Citazione "Nel primo periodo della nostra vita abbiamo lavorato per il popolo non col popolo. Bisogna farlo ora, per molte ragioni morali e politiche che indovinerai. A questo fine ho tentato di scendere in una classe numerosa anche fuori: quella dei nostri operai. Ne ho trovati un nucleo, d'uomini di poche idee, ma di volontà buona e fermissima; poche parole hanno bastato a suscitare in essi quel senso che dorme purtroppo anc'oggi in seno al nostro popolo, sol perché non abbiamo avuto fede sufficiente per meritare di suscitarlo." GIUSEPPE MAZZINI primo anno in esilio - Londra 1837.

6 Ufficio Studi ANSI si è dotata sin da subito di un Ufficio di Studi coordinato dalla Professoressa Avvocato Albina Candian docente di Diritto Privato Comparato presso la facoltà di Giurisprudenza dell'università degli studi di Milano ed Avvocato in Milano e socio fondatore dello Studio Legale Albina Candian & Partners nonché consulente di diverse istituzioni nazionali e dei più importanti organismi di controllo dei mercati regolamentati. L'ufficio studi ha lo scopo di approfondire tutte le tematiche legali fiscali e di dottrina inerenti i fondi integrativi sanitari per fornire un valido e concreto supporto a tutti gli associati. Ogni associati può richiedere il supporto all'ufficio studi ed avere quindi risposte concrete a problematiche che spesso richiedono gravosi approfondimenti ed importanti investimenti.

7 Coperture prestate dalle Associate RIMBORSO SPESE MEDICHE GRANDI INTERVENTI CHIRURGICI INVALIDITA PERMAMENTE DA MALATTIA INVALIDITA PERMANENTE DA INFORTUNIO LONG TERM CARE (Rimborsuale) DIARIE DA INFORTUNIO E DA MALATTIA DIARIA DA GESSATURA CURE TERMALI CHECK-UP DI PREVENZIONE HOME TEST DI AUTODIAGNOSI TEST DI PREVENZIONE NELLE AZIENDE ASSISTENZA IN EMERGENZA

8 Servizi Servizi offerti da ANSI Ansi offre agli associati un'ampia gamma di servizi, tra cui: Dati, studi e ricerche sul mondo della Sanità Integrativa Consulenza mirata Sviluppo di coperture sanitarie Service Provider dedicato Accesso a network nazionali e internazionali di strutture sanitarie convenzionate Consulenza giuridica e fiscale Organizzazione di convegni nazionali di settore Accesso a coperture non erogabili direttamente Accesso a know-how specifici Studi attuariali Assistenza, realizzazione piattaforme e siti web

9 Rassegna Stampa La rassegna stampa a disposizione per tutti gli associati Nella rassegna stampa di ANSI potrai trovare numerosi articoli di giornale, notizie dal web e tante altre notizie del settore, sempre aggiornati e disponibili per il download Si è parlato di ANSI anche al convegno sulla Sanità Integrativa tenutosi presso l Università Statale di Milano il 19 Dic. 2011

10 La Salute La salute è una dimensione essenziale del benessere individuale. Essa ha conseguenze che impattano su tutte le dimensioni della vita delle persone e in tutte le sue diverse fasi, modificando le condizioni di vita e condizionando i comportamenti, le relazioni sociali, le opportunità e le prospettive dei singoli e, spesso, delle loro famiglie. Riconoscendole una caratteristica multidimensionale, l OMS (1948) definisce la salute come la capacità dei soggetti di essere in equilibrio con se stessi e con il proprio contesto e di godere, quindi, di un completo benessere fisico, mentale e sociale e non soltanto come assenza di malattia. Sul piano del diritto, l art. 32 della Costituzione Italiana riconosce la salute come un diritto fondamentale dell individuo e interesse della collettività. A fronte dell evoluzione favorevole dello stato di salute della popolazione nei decenni, i progressi ottenuti non hanno interessato equamente tutti i cittadini creando (o perpetuando) per alcune dimensioni più che per altre, diseguaglianze tra individui, gruppi sociali e territori in appropriatezze ed esiti perversi. Le principali dimensioni di questo dominio sono misurate attraverso indicatori riguardanti: le condizioni oggettive e soggettive di salute e di benessere fisico e mentale; i fattori di rischio. Fonti

11 Parliamo di Sanita Servizio sanitario Nazionale: Grandi Criticità Scarsa Assistenza e Comunicazione Strutture Fatiscenti Burocrazia eccessiva Tempi di attesa infiniti Sfiducia Cause naturali: Attesa di vita Blocco delle nascite

12 Stato Sociale - Evoluzione Lo stato sociale in Italia ha molte anime: La tradizione della beneficenza cattolica (faire liberale e delega al mondo cattolico) Quella della mutualità operaia. Il centralismo burocratico della parte centrale del secolo scorso (Fascismo e 1a Repubblica) Il decentramento dagli anni 70 in poi. Fonte Censis...intanto le esigenze cambiavano... Anni 60: bisogni semplici, grandi soggetti, centralismo burocratico, volontariato collaterale Anni 70: benessere, proliferazione di interventi, decentramento, nuovi soggetti Anni 80: sofisticazione dei bisogni, mix pubblico-privato, associazionismo Anni 90: autoregolazione, privatizzazione, razionalizzazione della spesa, autoaiuto.

13 Il cambiamento tra oggettività e politica SQUILIBRI CRESCENTI Invecchiamento Denatalità Innovazione tecnologica, nuovi lavori Segmentazione dei bisogni Nuove povertà (post-materialistiche) Ricchi più ricchi, poveri più poveri LA SFASATURA DEGLI ANNI 90 (FONTE CENSIS) Il sovraccarico generazionale Lo stallo della redistribuzione La domanda inevasa di qualità Il riformismo mancato La mancata gerarchizzazione SALUTE E MALATTIA NEGLI ANNI SECONDO L OMS Stato di completo benessere (anni 50) Primary Health Care Assistenza sanitaria primaria (1978) 38 obiettivi di salute per tutti al 2000 ( malattie!) (1984) Italia seconda per rendimento (aspetti tecnici e economici), ma ventiduesima per risposta alle aspettative (aspetti sociali e di umanizzazione) nei dati 2000

14 Le Cause - Attesa di Vita Ricerca e Medicinali Tecnologia Lavori meno faticosi Guerre - Democrazia

15 Attesa di vita - Il Video

16 Vita più lunga - conseguenze Vita più lunga! Costi superiori!

17 Le Cause - Evoluzione Sociale Ecco una fotografia di come nel tempo l evoluzione sociale ha cambiato persone e famiglie con conseguente trasformazione delle esigenze personali e di collettività Semplicità, centralità famiglia, nuclei estesi e coesi. Lavoro 80% agricoltura Look fuori dalle righe, emulazione star della TV, indipendenza, divorzio, mito americano, lavoro donna Multirazzialità, nuclei 3/4 persone, nuove professioni, ricerca benessere, incertezze previdenziali...

18 Le Cause - Blocco delle Nascite Le cause sono dovuti a mutamenti naturali dell uomo come ad esempio: FIGLI CHE NON LAVORANO PIU NELLE AZIENDE FAMIGLIARI, LA DONNA CHE LAVORA, GLI ANTICONCEZIONALI, IL COSTO DELLA VITA, L EGOISMO

19 Le Cause - Divorzi e Speranza di Vita Numeri che cambiano dall Unità d Italia ad oggi anche questo fattore ha contribuito alla crescita 0 del paese l Questo parametro ha sconvolto gli equilibri sociali italiani a partire da quelli pensionistici e sanitari

20 Le Cause - Nuovi Parametri Numeri che cambiano dall Unità d Italia ad oggi media del nucleo famigliare 2,5 persone La donna raggiunge l indipendenza e sempre piu spazio nel mondo del lavoro, cambiando in modo significativo l assetto famigliare...

21 Le Cause - SSN per gli Stranieri Numeri che cambiano dall Unità d Italia ad oggi

22 Le Cause - La Previdenza Numeri che cambiano dall Unità d Italia ad oggi Tassi di mortalità sempre più bassi ed esigenze Previdenziali e Sanitarie sempre più importanti

23 Vita piu lunga - LTC Simulazione di lungo periodo della spesa sanitaria pubblica (% sul PIL) Fonte: Dipartimento ragioneria Generale dello stato L Italia è tra i paesi con più anziani al mondo Solo il 33% degli anziani non autosufficienti sono reclutati da programmi pubblici e in ogni caso la compartecipazione privata out-of-pocket è rilevante (50-60% del costo delle strutture protette) il 22% provvede in proprio con personale medico c/o il proprio domicilio

24 Cara Costituzione... Art. 32 della Costituzione: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo Attese Infinite Trend Attese dal 1996 al 2006

25 Cara Costituzione... Attese Infinite Art. 32 della Costituzione: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo

26 Manovre dei Governi - Tagli Cara Costituzione... Art. 32 della Costituzione: La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo Tagliando posti letto diminuisce l assistenza Tagliando gli investimenti sulla ricerca, NO evoluzione medica. Aumento mortalità

27 Manovre dei Governi - Tagli da posti letto a posti letto

28 La spesa per la Sanità ,5 34, Finanziato in MLD 62,5 70, Speso in MLD 103,4106, Spesa pubblica 2010: 116,5 Mld Spesa pubblica 2011: 121,0 Mld BRUCIATI (70MILIARDI DI )

29 Spesa Sanità Mondiale Dall'esame dei dati relativi alla spesa sanitaria totale procapite (Figura 4) in relazione ai modelli organizzativi dei sistemi sanitari schematicamente denominati in Paesi con SSN e Paesi senza SSN (sistema assicurativo, con casse mutue senza fini di lucro o assicurazioni volontarie con presenza di organizzazioni for profit), si rileva che i Paesi con SSN spendono meno di quelli che ne sono privi.

30 Spesa Sanità Mondiale In figura 1 si può osservare quali sono le quote di spesa Out of Pocket nei paesi occidentali; il valore italiano corrisponde esattamente al valore medio dei paesi OECD e cioè è del 20% il che significa che si stima sia il 25% della spesa sanitaria pubblica e se questa si aggira sui 100 miliardi allora l Out of Pocket sarebbe di circa 25 miliardi. Ci sono stime anche maggiori per l Italia che arrivano anche a superare il 30% della spesa sanitaria pubblica

31 Out of pocket Visite Specialistiche 57,2% a carico delle famiglie GRATUI TE 15% 0% Esami Diagnostici 21% a carico delle famiglie TICKET 28% OUT OF POCKET 57% Ricovero 5,2% a carico delle famiglie La spesa nazionale è per la maggiore a carico delle famiglie italiane le quali, di fronte a prestazioni gratuite ma con liste di attesa infinite, mettono mano al portafoglio per pagare la prestazione ed avere l immediatezza. Fonte: università Bocconi - Cislaghi e Giuliani 2008

32 Spesa Sanitaria procapite ITALIA 1589 ANNUE pari ad 132 mensili per Nucleo famigliare IL PARAMETRO E ALTISSIMO POICHE NEL NOSTRO PAESE E PRESENTE IL SSN Spesa sanitaria Annua nei principali stati del mondo. Fonte: (da Anderson e Poullier Health spending, access, and outcomes: trends in industrialized countries ; Health Affairs, vol. 18, 3, May/June 1999)

33 Criticità SSN 9.5% di infezioni su ricoveri: Zona Geografica - tipo intervento tempo degenza rispetto protocollo sorveglianza Circ. 52/1985 Controllo Infezioni Ospedaliere Circ. 8/1988 sorveglianza e prevenzione on.min. Donat-cattin Il Comitato designerà un ristretto Gruppo Operativo cui affidare specifiche mansioni attinenti al programma: 1 Medico Igienista della direzione Sanitaria 1 Esperto in malattie infettive 1 Caposala 3 Infermieri professionali (addestrati in materia) 1 Farmacologo clinico o farmacista ospedaliero Su 267 ospedali Italiani solo 167 hanno sperimentato il Protocollo di Sorveglianza 10% 11-25% 26-50% > 50% Media Nazionale 21% 67% infezioni superficiali 14% infezioni profonde 8% infezioni organiche Fonte: Tribunale del Malato INESISTENZA O INOSSERVANZA DI PROTOCOLLI DI SORVEGLIANZA

34 Criticità SSN - Malpractice Come si può evincere dalla figura 2, le segnalazioni sulle condizioni delle strutture sanitarie evidenziano per l anno 2010 un peggioramento delle condizioni igieniche delle strutture, che dal 43,4% sono passate al 46,9%. Anche il dato di individuazione di strutture fatiscenti risulta essere aumentato, passando dal 20,2 del 2009 al 27,5 del Fonte: Tribunale del Malato

35 Criticità SSN nelle 872 Strutture Sanitarie esistono Strumentazioni elettromedicali età media 12 anni per molte macchine il produttore non risponde più sull efficenza Qualità del Servizio: a causa dei tagli i medici in attività sono sottoposti a turni estenuanti, stress da prestazione ed oltre cause l anno per oltre 50 mln di di risarcimenti per errori di diagnosi o danni post-intervento

36 Ritardo di diagnosi tumorale, per sottovalutazione dei sintomi riferiti. Errata esecuzione ecografica che non ha visto la neoformazione presente. Errata o mancata diagnosi di presenza di metastasi. Errato prelievo con ago aspirato, che non ha centrato la neoformazione dando un falso negativo. Errata esecuzione e /o lettura di accertamenti radiografici. Prescrizione di accertamenti non idonei alla rilevazione della neoplasia. Mancata prescrizione di accertamenti utili alla rilevazione della patologia (es. TAC ; RMN; Total Bod; ecografie; ecc.). Mancata prescrizione di esami per la verifica della presenza di markers tumorali. Mancata comunicazione all interessato di risultati positivi di patologia oncologica (es. rispo sta pap test; accertamenti casuali fatti in occasione di altri interventi; ecc.). Errata lettura di esami istologici estemporanei e definitivi. Errata valutazione della stadiazione del tumore. Errata valutazione di fattori di rischio concomitanti (es. collocazione della neoplasia aderente a vasi, nervi o ad altri organi). Errata diagnosi radio e chemioterapica. Mancata rivalutazione diagnostica post radio e chemioterapia. Criticità SSN

37 Malpractice - I Risultati 2012 PRESUNTA MALPRACTICE E SICUREZZA DELLE STRUTTURE Trend in aumento (18,5% nel % nel 2009) LISTE D ATTESA Trend in aumento (16% nel % nel 2009) INFORMAZIONI Trend in aumento (14% nel ,3% nel 2009) ASSISTENZA OSPEDALIERA Trend in diminuzione (7,2% nel ,8% nel 2009) ASSISTENZA TERRITORIALE Trend in diminuzione (11,5% nel ,7% nel 2009) INVALIDITÀ Trend in aumento (10,3% nel ,1% nel 2009) ACCESSO AI SERVIZI Trend in aumento (9,7% nel ,5% nel 2009) UMANIZZAZIONE Trend in diminuzione (6,2% nel ,2% nel 2009)

38 International Care Olanda L esempio della riforma Hoogervorst, attuata in Olanda nel gennaio 2006: - Tutti i residenti maggiorenni devono acquistare una polizza sanitaria individuale presso una compagnia di assicurazione privata. La copertura base è stabilita per legge. - Obbligo per le compagnie di offrire copertura a tutti, senza differenziare i prezzi in base alla condizione dell assicurato. - Ogni assicuratore fissa una tariffa unica (a livello provinciale) in concorrenza con gli altri assicuratori. - Lo stato sovvenziona le persone meno abbienti con un contributo in base al reddito, con un buono sanità, conferito direttamente alla compagnia scelta dall assicurato. - Un fondo di equalizzazione del rischio compensa le compagnie che assumono i rischi più 8 elevati (anziani, cronici, disabili). Il fondo è finanziato con un prelievo sul reddito e riceve un finanziamento a carico della fiscalità generale solo per la copertura dei minori. - Il sistema è calibrato in modo che circa metà della spesa sanitaria sia coperta attraverso il fondo. - Prezzo medio per la copertura base nel :

39 International Care Germania Concorrenza fra enti finanziatori (assicurazioni e fondi), oltre che fra strutture che erogano il servizio. Universalità e solidarietà: Obbligo per le compagnie di assicurare tutti.divieto di differenziare le tariffe in base alle condizioni dell assicurato. Sussidi ai redditi bassi. Qualità: gli assicurati sono liberi di scegliere assicurazioni e strutture sanitarie, anche sulla base di rankings e indicatori di qualità del servizio, predisposti da un autorità indipendente preposta ai controlli. Efficienza: assicurazioni in concorrenza fra loro controllano i costi meglio di una amministrazione 9 pubblica. Si eliminano i conflitti di interesse all interno 8 della P.A. La P.A. non può al tempo stesso: regolare, finanziare, produrre, controllare. Se ciò accade, i controlli non funzionano e vengono tenute in vita anche le strutture pubbliche più inefficienti; la politica esce dalla gestione della sanità. A monte, ciò richiede che le aziende sanitarie pubbliche siano trasformate in S.p.A., con identici diritti e doveri delle strutture private. Il paziente che và dal medico per un malore riceve diagnosi all istante e referto immediato.

40 Statistiche che fanno riflettere Ogni anno 11 MLN di giornate di ricovero sono evitabili. Necessaria maggior Prevenzione Fonte Istituto Superiore di Sanità 2011 In Una Italia che invecchia sempre di più nel 2018 ci sarà una carenza di 22 mila medici a causa del non ricambio generazionale professionale (la professione del medico non è più un mito) I Cybernauti italiani che ogni giorno accedono alla rete sono 23 mln. Di questi ben il 78% (pari a 18 mln) a effettuato ricerche sulla Salute. Fonte Istat 2010 Continuerà la migrazione verso le città (i 2/3 della popolazione) Il numero di ultra 65enni supererà quello dei bambini sotto i 5 anni. (Per la prima volta nella storia dell umanità) Entro il 2040 gli ultra 65enni aumenteranno del 160% e gli ultra 80enni del 250%

41 Statistiche che fanno riflettere Critiche al sistema. Il 70% dei cittadini del nostro paese non è soddisfatto del Ssn. Il dato ci fa raggiungere il secondo posto della classifica internazionale fra le popolazioni che registrano maggior malessere rispetto ai servizi sanitari ricevuti, subito dopo i polacchi (82%). L'Austria è invece il paese in assoluto più soddisfatto del proprio sistema sanitario (86%), seguita da Gran Bretagna e Spagna che registrano, rispettivamente, il 72% e il 69% di giudizi positivi Prevenzione. In materia di prevenzione, l'italia è il fanalino di coda tra i paesi coinvolti nell'indagine: sono infatti solo il 23% (con un calo di 10 punti negli ultimi 3 anni) i cittadini che dichiarano di aver effettuato di propria iniziativa un check up generale nel corso degli ultimi 5 anni. Il tema di un programma di prevenzione vitalizio rimane praticamente sconosciuto: il 79% degli italiani non ne è a conoscenza, anche se il campione si dichiara molto o abbastanza interessato a questo argomento (93%). Tecnologie e cura. Il 55% degli intervistati usa internet per cercare informazioni di carattere sanitario, ma la relazione personale con il medico è un aspetto fondamentale per un italiano su due. Per questo è diffuso il timore che l'utilizzo delle nuove tecnologie possa in qualche modo condizionare negativamente la relazione umana fra il paziente e il camice bianco. Sono invece valutati bene dall'83% degli intervistati i dispositivi e i sistemi di sorveglianza a distanza, come il braccialetto elettronico o il rilevatore di caduta, per la cura degli anziani. Il 54% dei cittadini ritiene che il telemonitoraggio delle condizioni di salute via telefono o internet regali maggiore indipendenza alle persone non autosufficienti, permettendo loro di essere più autonome. Telesorveglianza e robotica non cancellano comunque l'importanza e l'indispensabilità dell'assistenza domiciliare indicata in assoluto (96%) come la migliore soluzione per prolungare il mantenimento a casa delle persone anziane o non autosufficienti.

42 Il nostro Welfare Tagli progressivi sulla spesa pubblica Meno investimenti = Aumento mortalità 1980 = 2005 STUDIO EUROPEO Con un taglio della spesa pubblica sulla sanità di 85 a persona/anno +1,2% di mortalità per malattie cardiovascolari +2,8% di mortalità per malattie legate all alcolismo La gente comune PAGA IL PREZZO FINALE Altre statistiche... Nel 2011 riduzione del Fondo Sanitario Nazionale, rispetto ai 600 mln stanziati in precedenza. Taglio di 4 miliardi nel 2011 alle regioni e di 4,5 miliardi nel 2012 Riduzione dei regimi di esenzione, esclusione e favore fiscale. Introduzione nel 2012 di nuovi ticket sulla diagnostica.

43 Soluzioni Le Soluzioni dal Mercato per la Sanità integrativa - Le Assicurazioni - Le casse

44 Soluzioni - Le Assicurazion Le POLIZZE SANITARIE sono poco diffuse e rappresentano il solo 2,5% del mercato. RAMO D AZIENDA SEMPRE IN PERDITA Perche??? in Italia non c è cultura di Prevenzione e le polizze sanitarie si richiedono solo quando devono essere usate con conseguente perdita della compagnia il tutto si trasforma in costi piu elevati! NESSUN INVESTIMENTO DELLE COMPAGNIE SULLA PREVENZIONE PRINCIPALI INDICATORI ANDAMENTO COSTO POLIZZA CHE POSSONO DETERMINARE LA NON ASSICURAZIONE O LA LIMITAZIONE DEL MASSIMALE GARANTITO Età Assicurato Numero Componenti Nucleo Professione ed Hobby Abitudini e Stile di Vita Malattie Pregresse Durata max 5 anni Residenza (qualità della vita) Recesso Nessun vantaggio fiscale Costi variabili e Alti

45 Soluzioni - Le Casse Le Casse Sanitarie erogano importanti vantaggi e sussidi agli iscritti, operano senza scopo di lucro che si propone di erogare, in attuazione dello Statuto, a favore dei Soci e dei loro familiari, in occasione di malattie e/o di infortuni, prestazioni integrative e/o migliorative di trattamenti sanitari forniti dal Servizio Sanitario Nazionale o da altri Enti convenzionati con quest ultimo o da strutture diverse da quelle facenti capo allo stesso, comunque previste e regolate dalle disposizioni di legge in materia.: MEDICI AVVOCATI CHIMICI BANCARI INGEGNERI ETC E PER CHI NON FA PARTE DI QUESTE CATEGORIE????

46 REGIO DECRETO legge aprile 1886 Soluzioni - Le Mutue Le Mutue si rivolgono a tutti e rimangono l organizzazione piu vicina in assoluto alle famiglie di ogni estrazione sociale. a) La mutua è una entità No Profit. b) Il Capitale Sociale è rappresentato dalle quote associative di base. c) Dipende dal Ministero delle Attività Produttive d) Iscritte all anagrafe dei Fondi Sanitari del min. Salute

47 GRAZIE PER L ATTENZIONE

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa

Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa www.unil.ch/share Risultati dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa Cosa accadrà in futuro? Il passo successivo dell inchiesta sugli ultracinquantenni in Europa sarà completare la base dati già

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA

REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA REGOLAMENTO PER L ASSISTENZA NON SANITARIA (ANS) NELLE AREE DI DEGENZA DEI PRESIDI OSPEDALIERI DELL AZIENDA USL DI RAVENNA PREMESSA Il ricovero in ambiente ospedaliero rappresenta per la persona e la sua

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30

TRATTAMENTI. Elaborazione piani di trattamento in radioterapia con fasci esterni e 30 TRATTAMENTI 1 Accesso e custodia C/C DH 2 Accesso e custodia dati pazienti informatizzati 3 Accesso e custodia faldoni cartacei referti 4 Agenda prenotazione esami interni 5 Agenda prenotazione visite

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSISTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE

SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE SCHEDA DI VALUTAZIONE SOCIALE DATI ASSTITO Cognome Nome Data di nascita Cod. fiscale INDICATORE ADEGUATEZZA CONDIZIONE AMBIENTALE (Valutazione rete assistenziale + valutazione economica di base + valutazione

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E

V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E V I C T O R I A A G E N C Y S E R V I C E Assistenza sanitaria e sociale a domicilio Servizio medico specialistico: Cardiologi, Chirurghi, Dermatologi Ematologi, Nefrologi, Neurologi Pneumologi, Ortopedici,

Dettagli

DRG e SDO. Prof. Mistretta

DRG e SDO. Prof. Mistretta DRG e SDO Prof. Mistretta Il sistema è stato creato dal Prof. Fetter dell'università Yale ed introdotto dalla Medicare nel 1983; oggi è diffuso anche in Italia. Il sistema DRG viene applicato a tutte le

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

La disassuefazione dal fumo

La disassuefazione dal fumo Piano regionale del Veneto per la prevenzione delle malattie legate al fumo La disassuefazione dal fumo Obiettivi Nei paesi industrializzati occidentali gli interventi che riducono i danni da fumo sono

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE

GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE GUIDA ALLE PRESTAZIONI SANITARIE - REGIME DI ASSISTENZA DIRETTA E REGIME RIMBORSUALE La presente guida descrive le procedure operative che gli Assistiti dovranno seguire per accedere alle prestazioni garantite

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Elenco provvidenze nuova mutualità

Elenco provvidenze nuova mutualità Elenco provvidenze nuova mutualità Tipologia sussidio Importo erogato Periodicità del sussidio Documentazione da allegare Ricovero 15,00 al giorno (per massimo 20 giorni all anno) Ogni anno Certificato

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza

Legge 22 maggio 1978, n. 194. Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza Legge 22 maggio 1978, n. 194 Norme per la tutela sociale della maternità e sull interruzione volontaria della gravidanza (Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale Gazzetta Ufficiale del 22 maggio 1978, n. 140)

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande

FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande FARE COOPERATIVA La cooperativa in 10 domande 1. Quali sono le caratteristiche distintive dell impresa cooperativa? L impresa cooperativa è un impresa costituita da almeno 3 soci e può avere la forma della

Dettagli

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS.

RISOLUZIONE N. 10/E. OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. RISOLUZIONE N. 10/E Direzione Centrale Normativa Roma, 23 gennaio 2015 OGGETTO: Interpello Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Attività consultoriale a pagamento - Qualificazione ONLUS. Con l interpello

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA:

RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: RAPPORTO GLI ALUNNI CON DISABILITÀ NELLA SCUOLA ITALIANA: BILANCIO E PROPOSTE Edizioni Erickson Presentano il Rapporto: Attilio Oliva Vittorio Nozza Andrea Gavosto Intervengono: Valentina Aprea Maria Letizia

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale

Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale Obblighi dei medici nei casi di infortunio e malattia professionale A cura di: - Inail Direzione Regionale Lombardia - Regione Lombardia - Direzione Generale Sanità Documento realizzato nell ambito della

Dettagli

Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori

Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori Febbraio 2011 Assistenza agli anziani in Europa - Sfide per i lavoratori Sintesi e Raccomandazioni Per il testo integrale del rapporto si rimanda a: www.epsu.org/a/7431 A cura di Jane Lethbridge, PSIRU

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE

DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE DOCUMENTO SULL EROGAZIONE DELLE RENDITE Il presente documento costituisce parte integrante della nota informativa della forma pensionistica individuale denominata Piano Individuale Pensionistico di tipo

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI)

LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) LA PENSIONE DI REVERSIBILITA (O AI SUPERSTITI) La pensione di reversibilità (introdotta in Italia nel 1939 con il Rdl. n. 636) spetta ai: Superstiti del pensionato per invalidità, vecchiaia o anzianità,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012

Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 Disegnato il percorso di riforma dell'adi per il 2012 martedì, 17 gennaio, 2012 http://www.lombardiasociale.it/2012/01/17/disegnato-il-percorso-di-riforma-delladi-per-il-2012/ L'analisi del Contesto E

Dettagli

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA

LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO Servizio Studi Dipartimentale LA SPESA DELLO STATO DALL UNITÀ D ITALIA Anni 1862-2009 Gennaio 2011 INDICE PREMESSA...

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA PROTOCOLLO DI INTESA TRA L Associazione Fare Ambiente, Movimento Ecologista Europeo, già riconosciuta con Decreto del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare del 27 febbraio 2009,

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti

Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti Sostenibilità del Ssn: un problema culturale e non soltanto finanziario. Presentata l indagine al Senato. De Biasi: Governo ci ascolti di L.Va. pdf L indagine conoscitiva sulla sostenibilità del Ssn Questa

Dettagli

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA

L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INFORTUNIO SUL LAVORO, IN ITINERE, LA MALATTIA PROFESSIONALE E L ASSISTENZA L INAIL, IL DATORE DI LAVORO, IL LAVORATORE, COSA DEVONO FARE COSA DEVE SAPERE IL LAVORATORE QUANDO SUBISCE UN INFORTUNIO O

Dettagli