DODICI POLLICI ITALIAN CUP 2016

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DODICI POLLICI ITALIAN CUP 2016"

Transcript

1 DODICI POLLICI ITALIAN CUP 2016 REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO OBBLIGATORIO 7 ETA MINIMA 8 PILOTI AMMESSI LICENZE E COSTI 9 GIORNATA DI GARA 10 PREPARCO 11 PARTENZA ANTICIPATA 12 ARRESTO DI UNA CORSA 13 PROCEDURE FINE GARA 14 INGRESSO ALL INTERNO DEL CIRCUITO 15 TAGLIO PERCORSO 16 COMMISSIONE PILOTI 17 CORSA SOSPESA PER PIOGGIA O PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE 18 TOLLERANZA SULLE MISURE LINEARI 19 TABELLA PUNTEGGI 1

2 20 ASSEGNAZIONE TITOLI DI GIORNATA E CLASSIFICA GENERALE 21 PREMIAZIONI 22 CATEGORIE 22.1 PITBIKE 14CV AMATORI GENTLEMAN 22.2 PITBIKE 14CV AMATORI 22.3 PITBIKE 14CV OVER 22.4 PITBIKE 14CV UNDER 22.5 PITBIKE 16CV 22.6 PITBIKE 20CV 22.7 MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD 22.8 MINIGP UNDER 22.9 MINIGP OVER 23 REGOLAMENTI TECNICI 23.1 PITBIKE 14CV 23.2 PITBIKE 16CV 23.3 PITBIKE 20CV 23.4 MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD 23.5 MINIGP UNDER 23.6 MINIGP OVER 24 GOMME 25 SISTEMA ALIMENTAZIONE MOTORI 26 VERIFICHE TECNICHE BANCO PROVA 27 NORMA TRANSITORIA 2

3 1 ORGANIZZAZIONE L organizzazione delle gare è a cura della Mully racing a.s.d. in regola con le autorità comunali e di pubblica sicurezza. 2 SCOPO La Dodici Pollici Italian CUP è volta a riunire gli appassionati di Pitbike, Minimotard e minigp, organizzando competizioni indirizzate prettamente alla condivisione della passione comune ed al divertimento. 3 NORME COMPORTAMENTALI Ogni iscritto alla Dodici Pollici Italian Cup deve tassativamente mantenere un comportamento corretto e sportivo in pista e nel paddock, non saranno tollerati gesti fisicamente e verbalmente violenti, ogni pilota inoltre è responsabile del comportamento di tutti gli accompagnatori a lui riconducibili, ogni comportamento di pilota o accompagnatore ritenuto non idoneo dall organizzazione potrà essere punito con una sanzione che va dall ammonizione, alla squalifica per una o più gare fino all esculsione dal campionato ed alla cancellazione dalla classifica generale. 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK Nel paddock la circolazione con mezzi a motore è consentita solo a passo d uomo, per le pitbike i minimotard e le minigp con la sola prima marcia inserita, accompagnatori o piloti che verranno sorpresi da qualunque membro dello staff a circolare a velocità ritenute non idonee, verranno puniti con ammonizione. 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE Ogni infrazione del regolamento ritenuta non sanzionabile con squalifica dal direttore di gara, verrà punita con ammonizione ufficiale, l ammonizione verrà verbalizzata e consegnata al pilota sanzionato, alla seconda ammonizione ufficiale, il pilota sarà penalizzato di sec. 30 nella manche successiva alla contestazione dell infrazione. 6 ABBIGLIAMENTO OBBLIGATORIO E obbligatorio l utilizzo della tuta in pelle con protezioni ginocchia gomiti schiena, del casco sia integrale che tipo cross con occhiali omologato, di stivali motocross e/o strada, di guanti con protezioni adatte del paraschiena. L abbigliamento deve essere integro. 7 ETA MINIMA Saranno ammessi a partecipare al campionato Dodici Pollici Italian CUP per la stagione agonistica 2016 tutti i nati dall anno: 2007 per la categoria MiniGP Under 2003 per la categoria MiniGp Over 2005 per le categorie PITBIKE 2003 per il monomarca Honda Redmoto Minimotard 8 PILOTI AMMESSI LICENZE Sono ammessi tutti i piloti di nazionalità italiana e straniera iscritti, in possesso di LICENZA NAZIONALE ASC-AMI, la licenza può essere effettuata in uno qualunque dei moto club affiliati ASC-AMI, i moduli per tesseramento ed iscrizione sono scaricabili dal sito e sono da presentare insieme a visita medica agonistica B1 in corso di validità per l iscrizione a minimotard e pitbike, e di visita medica agonistica A2 in corso di validità per la MiniGP. 3

4 9 GIORNATA DI GARA La giornata di gara sarà così composta per ogni categoria: - Prove libere - Prove cronometrate - Gara 1 - Gara 2 Le prove cronometrate stabiliranno l ordine di partenza di entrambe le manche di gara. In caso di mancata partecipazione alle prove cronometrate, il pilota partirà come ultimo in griglia, se più piloti dovessero non ottenere tempi utili nella sessione di prove cronometrate, verranno schierati ultimi in base al numero di gara. Le manche verranno corse singolarmente per ogni categoria, nel caso che il numero dei piloti della singola categoria superi il numero consentito dall omologazione della pista, potranno essere previste finali A-B-C e così via, nel caso invece il numero dei piloti della singola categoria sia inferiore a 15, la stessa potrà essere accorpata ad un altra con l estrapolazione di classifiche separate. 10 PREPARCO Tutti i motocicli dovranno trovarsi tassativamente nel parco di attesa 10 minuti prima dell orario previsto o segnalato, per l inizio di ogni corsa. 11 PARTENZA ANTICIPATA La partenza anticipata sarà rilevata visivamente dal direttore di gara e dagli ufficiali di percorso e sarà punita con penalizzazione di sec. 10 opportunamente segnalata al pilota penalizzato. 12 ARRESTO DI UNA CORSA Il direttore di gara può arrestare la corsa in qualunque momento, annullarne una parte o tutta, per ragioni di sicurezza e di forza maggiore, mediante esposizione bandiera rossa, se la gara non ha superato il 50% del suo svolgimento, la gara si ripeterà partendo dalle posizioni sancite dalle prove cronometrate, annullando quanto accaduto durante la parte di gara poi sospesa, se invece è stato superato il 50% del tempo di gara, la gara si considererà conclusa, e far fede sarà la classifica sul traguardo del giro precedente alla sospensione. In caso di bandiera rossa dovuta all infortunio di un pilota a seguito di una caduta, qualora non fosse stato superato il 50% del tempo di gara e si procederà quindi alla ripartenza, il pilota conivolto non potrà riprendere il via della manche. 13 PROCEDURE DI FINE GARA Al termine di ogni gara tutti i piloti devono transitare con la propria moto nel parco chiuso senza alcuna interferenza da parte di meccanici o accompagnatori. Nessuno è autorizzato all accesso al parco chiuso salvo diversa comunicazione dei responsabili. Le moto scelte per il controllo della potenza verranno lasciate nel parco chiuso, prelevate da un responsabile e portate nella zona del banco prova, dopo un lasso di tempo adeguato per effettuare tutti i controlli del caso i responsabili comunicheranno l apertura del parco chiuso e le moto potranno essere ritirate. I piloti che al termine della gara non transiteranno dal parco chiuso, verranno squalificati per la gara in questione. 14 INGRESSO ALL INTERNO DEL CIRCUITO L ingresso all interno del circuito e a tutti gli spazzi di verifica è consentito ai soli tesserati ASC autorizzati, non saranno ammessi ingressi di persone non autorizzate, pena una sanzione che va dalla ammonizione alla squalifica per la manche, il pilota è penalizzato per infrazioni proprie o di persone direttamente riconducibili a lui 15 TAGLIO PERCORSO E' proibito tagliare il percorso, ogni vantaggio tratto dal taglio di percorso sarà punito con una sanzione che va dai 5 sec. di penalità alla squalifica dalla manche in corso, eventuali tagli di 4

5 percorso involontari, vanno segnalati dal pilota con il sollevamento della mano destra, ricedendo eventuali posizioni conquistate. 16 COMMISSIONE PILOTI Durante il breafing precampionato che si terrà il sabato pregara della 1 prova, verrà eletta con votazione palese la commissione piloti, che sarà composta da un pilota per categoria, si potranno candidare alla votazione tutti i piloti iscritti purchè maggiorenni, la commissione sarà interpellata dall organizzazione per decisioni riguardanti la sicurezza più varie ed eventuali. 17 CORSA SOSPESA PER PIOGGIA O PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE In caso di pioggia molto forte, condizioni meteorologiche avverse, o cause di forza maggiore, verrà indetto un briefing con la commissione piloti, nel quale si deciderà se proseguire o annullare le gare rimanenti, in caso di annullamento di una parte della giornata di gara non sono previsti rimborsi della quota di iscrizione. 18 TOLERANZA SULLE MISURE LINEARI Alle misure lineari PRE Gara e POST Gara saranno applicate le seguenti tolleranze sui valori letti dallo strumento: Altezza sella: tolleranza 1 CM - Interasse ruote: tolleranza 1 CM 19 TABELLA PUNTEGGI POSIZIONE PUNTEGGIO POSIZIONE PUNTEGGIO POSIZIONE PUNTEGGIO POSIZIONE Dal 63 PUNTEGGIO Per considerarsi classificato un pilota deve transitare sotto la bandiera a scacchi avendo completato almeno il 75% dei giri previsti 20 ASSEGNAZIONE TITOLI DI GIORNATA E DI CLASSIFICA GENERALE La classifica di giornata è stilata in base alla somma dei punteggi delle 2 manche di gara, in caso di parità tra 2 o più piloti, si considera il miglior risultato in gara 2. Il titolo di campione Dodici pollici Italian Cup \è assegnato in base alla somma dei punteggi delle migliori 12 manche di campionato (o di quelle regolarmente dispuatate), in caso di parità si considereranno il maggior numero di vittorie, poi i secondi posti, poi i terzi e così via. Per assegnare il punteggio di giornata ed essere quindi omologata ai fine della classifica generale ogni categoria deve avere un minimo di 6 piloti regolarmente iscritti e verificati per la giornata di gara, per assegnare un titolo di classifica generale ogni categoria deve avere un minimo di 8 manche omologate. 21 PREMIAZIONI Sono previsti premi di natura rappresentativa (coppe, targhe, tabelle), per i primi tre qualificati di ogni categoria, se la categoria avrà più di 10 piloti partenti verranno premiati con medaglie di merito anche il quarto ed il quinto classificato. 5

6 22 CATEGORIE PITBIKE 14CV GENTLEMAN PITBIKE 14CV AMATORI PITBIKE 14 CV OVER PITBIKE 14 CV UNDER PITBIKE 16 CV PITBIKE 20 CV MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD MINIGP UNDER MINIGP OVER 22.1 PITBIKE 14CV GENTLEMAN Categoria aperta ai soli piloti Amatori possessori di Pit bike conformi (vedi punto 23.1 PITBIKE 14CV), categoria dal basso contenuto agonistico, indirizzata ad un utenza meno competitiva, particolare attenzione in questa categoria verrà riservata al comportamento dei piloti in pista, verranno punite con la squalifica eventuali manovre azzardate che mettano a rischio l incolumità propria o altrui, categoria aperta a tutti i piloti iscritti alla stessa nel 2015 (qualunque sia l età) ad esclusione di tutti coloro abbiano raggiunto nella stessa un piazzamento tra i primi 3 classificati della classifica assoluta di giornata in una qualunque delle 6 gare di campionato ed ai primi3 classificati della classifica generale. L organizzazione si riserva il diritto di ammettere a questa categoria tutti i piloti che hanno già partecipato a gare pitbike, valutandone tempi sul giro e risultati raggiunti, tutti i piloti nuovi che si affacciano per la prima volta alle corse o sconosciuti all organizzazione, dovranno iscriversi a categoria superiore e saranno valutati in base ai tempi effettuati durante le prime gare dall organizzazione, che li sposterà qualora abbiano tempi in linea alla categoria e siano nati dopo il Lo spostamento sarà definitivo ed il pilota spostato porterà con se il 100% del punteggio ottenuto fino a quel momento. L organizzazione si riserva di ammettere anche a stagione in corso eventuali piloti che secondo valutazione insindacabile, sono ritenuti idonei per spirito e prestazioni in pista alla categoria stessa, allo stesso tempo si riserva il diritto di escludere coloro non si dimostreranno adatti e conformi allo spirito di pura aggregazione della categoria PITBIKE 14CV AMATORI Categoria aperta ai soli piloti Amatori possessori di Pit bike conformi (vedi punto 23.1 PITBIKE 14CV), non saranno ammessi a tale categoria i primi 3 classificati di classifica generale degli anni 2013, 2014, 2015 delle categorie similari di tutti i campionati Nazionali interregionali o Monomarca ritenuti equivalenti della disciplina (categorie Gentleman escluse), sono inoltre non ammessi tutti coloro abbiano raggiunto nelle categorie Under ed Over Dodici pollici Italian Cup 2015 un piazzamento tra i primi 3 classificati della classifica assoluta di giornata in una qualunque delle 6 gare di campionato ed ai primi 3 classificati della classifica generale. Sono inoltre esclusi i primi 15 classificati delle categorie agonistiche 2015 e tutti i partecipanti al campionato CIV (in qualunque categoria) delle ultime 5 stagioni. L organizzazione si riserva il diritto di ammettere o non amettere a questa categoria tutti i piloti che hanno già partecipato a gare pitbike, valutandone tempi sul giro e risultati raggiunti, tutti i piloti nuovi che si affacciano per la prima volta alle corse o sconosciuti all organizzazione, saranno valutati in base ai tempi effettuati durante le prime gare dall organizzazione, che li confermerà o promuoverà alla categoria 14cv (under o over) di riferimento dalla gara successiva, o retrocederà alla 14cv gentleman Lo spostamento sarà definitivo ed il pilota spostato porterà con se il 50% del punteggio ottenuto fino a quel momento in caso di promozione mentre il 100% in caso di retrocessione PITBIKE 14 CV OVER Categoria aperta a tutti i piloti possessori di Pit bike conformi (vedi punto 23.1 PITBIKE 14CV), con peso superiore agli 80kg in tenuta di gara (peso misurato a fine manche), il pilota sorpreso al di sotto del peso limite, in una qualunque delle verifiche, (che potrenno avvenire dopo: prove 6

7 libere, prove cronometrate, entrambe le manche di gara) verrà spostato in maniera definitiva alla categoria under, perdendo il punteggio ottenuto fino a quel momento PITBIKE 14CV UNDER Categoria aperta a tutti i piloti possessori di Pit bike conformi (vedi punto 23.1 PITBIKE 14CV), con peso inferiore agli 80kg in tenuta di gara PITBIKE 16CV Categoria aperta a tutti i piloti possessori di Pitbike conformi (vedi punto 23.2 PITBIKE 16CV) 22.6 PITBIKE 20CV Categoria aperta a tutti i piloti possessori di Pitbike conformi (vedi punto 23.3 PITBIKE 20CV) 22.7 MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD Categoria aperta a tutti i piloti possessori di Minimotard conformi (vedi punto 23.4 MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD 22.8 MINIGP UNDER Categoria aperta a tutti i piloti possessori di MiniGP conformi (vedi punto 23.5 MINIGP UNDER) 22.9 MINIGP OVER Categoria aperta a tutti i piloti possessori di MiniGP conformi (vedi punto 23.6 MINIGP OVER) 23 REGOLAMENTI TECNICI 23.1 REGOLAMENTO TECNICO PIT BIKE 14CV Pit bike con motore 4t orizzontale, telaio a culla aperta, ruote di diametro max. 12, altezza sella max. 83 CM. (misura presa a centro sella), interasse max. 120 cm, motori ammessi: yx, Zongshen, Lifan, con testa con fusione originale 2 valvole di uno dei 3 modelli (chi utilizza testa con attacchi klx dovrà presentarsi in verifica con i coperchi valvola smontati) (specifichiamo che tutti i motori denominati con nomi diversi dai rivenditori a seconda dell allestimento, ma che montano basamento e testa 2v originali di uno dei 3 modelli sopracitati sono ammessi purchè rispettino il regolamento), marce massime consentite 4, vietati bilanceri a rullo, ammesse solo le centraline ed accensioni cinesi in dotazione con i motori sopraelencati, potenza massima consentita 14cv, coppia max. 1,3 kgm verificate con Banco prova, (le prove al banco verranno effettuate con la ghigliottina del carburatore completamente aperta), divieto di ogni tipo di componente elettronico aggiuntivo (cambi elettronici, centraline aggiuntive ecc.), le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane, di protezione morbida manubrio, di vaschetta recupero liquidi, di paramani chiusi o copri leve rigidi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio, di tasto di spegnimento funzionante, di entrambi i freni funzionanti, le pedane poggia piedi devono essere di tipo richiudibile a molla o se fisse dotate di tampone plastico di diametro minimo 15mm all estremità, semimanubri non consentiti, gomme libere, limite fonometrico 94 db REGOLAMENTO TECNICO PIT BIKE 16CV Pit bike con motore 4t orizzontale, telaio a culla aperta, ruote di diametro max. 12, altezza sella max. 83 CM. (misura presa a centro sella), interasse max. 120 cm, Motore libero, marce massime consentite 4, carburatore libero, l accensione è libera purchè di libera vendita e acquistabile nei comuni canali di vendita, vietate le centraline mappabili ad eccezione delle 2 tipologie di centralina daytona, l eventuale sistema di modifica mappatura (presente sulle centraline daytona) va obbligatoriamente dichiarato e punzonato in fase di verifica tecnica, potenza massima 16cv, coppia massima 1.5kgm, verificata con Banco prova, (le prove al banco verranno effettuate con la ghigliottina del carburatore completamente aperta), divieto di ogni tipo di componente elettronico aggiuntivo (cambi elettronici, centraline aggiuntive ecc.), le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane, di protezione morbida manubrio, di vaschetta recupero liquidi, di paramani chiusi o copri leve rigidi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio, tasto di spegnimento funzionante, entrambi i freni funzionati, le pedane poggia piedi devono essere di 7

8 tipo richiudibile a molla o se fisse dotate di tampone plastico di diametro minimo 15mm all estremità, semimanubri non consentiti, gomme libere, limite fonometrico 94 db REGOLAMENTO TECNICO PIT BIKE 20CV Pit bike con motore 4t orizzontale, telaio a culla aperta, ruote di diametro max. 12, altezza sella max. 83 CM. (misura presa a centro sella), interasse max. 120 cm, Motore libero, marce massime consentite 4, carburatore libero, l accensione è libera purchè di libera vendita e acquistabile nei comuni canali di vendita, vietate le centraline mappabili ad eccezione delle 2 tipologie di centralina daytona, l eventuale sistema di modifica mappatura (presente sulle centraline daytona) va obbligatoriamente dichiarato e punzonato in fase di verifica tecnica, potenza massima 20cv, coppia massima 1.8kgm, verificata con Banco prova, (le prove al banco verranno effettuate con la ghigliottina del carburatore completamente aperta), divieto di ogni tipo di componente elettronico aggiuntivo (cambi elettronici, centraline aggiuntive ecc.), le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane, di protezione morbida manubrio, di vaschetta recupero liquidi, di paramani chiusi o copri leve rigidi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio, tasto di spegnimento funzionante, entrambi i freni funzionati, le pedane poggia piedi devono essere di tipo richiudibile a molla o se fisse dotate di tampone plastico di diametro minimo 15mm all estremità, semimanubri non consentiti, gomme libere, limite fonometrico 94 db REGOLAMENTO TECNICO MONOMARCA HONDA REDMOTO MINIMOTARD Minimotard, aventi motori con cilindro verticale di marca Honda, Telaio di marca honda modello cr85 crf150, forcellone di marca Honda modello cr 85 crf150, ruote diametro max. 12, cilindrata libera, potenza massima 22cv coppia massima 1.5kgm,potenze verificate con Banco prova, (le prove al banco verranno effettuate con la ghigliottina del carburatore completamente aperta), le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane,di protezione morbida manubrio, di vaschetta recupero liquidi, di paramani chiusi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio ed acqua, di tasto di spegnimento funzionante, di entrambi i freni funzionanti, le pedane poggia piedi devono essere di tipo richiudibile a molla o se fisse dotate di tampone plastico di diametro minimo 15mm all estremità, obbligo di centralina originale, semimanubri non consentiti, gomme libere, limite fonometrico 94 db REGOLAMENTO TECNICO MINIGP UNDER MiniGP, aventi ruote diametro max. 12, motori 2t o 4t potenza massima 14cv, coppia massima 1.3kgm, rilevati con banco prova, motori consentiti: motori: 4t di marca yx, Zongshen (Gpx), Lifan, con centraline ed accensioni originali montate di serie sui 3 motori, motori 2t: libero, con cilindrata massima 50cc Divieto di centraline mappabili o interfacciabili con PC Le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane, di vaschetta recupero liquidi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio ed eventuale acqua, di tasto di spegnimento funzionante, di entrambi i freni funzionanti, semimanubri, carenatura completa ed integra, gomme libere, contagiri funzionante, limite fonometrico 94 db REGOLAMENTO TECNICO MINIGP OVER MiniGP, aventi ruote diametro max 12, motore libero, carburatore libero, divieto di centraline mappabili ad esclusione della centralina originale daytona. Potenza massima consentita 22cv verificati con banco prova,. Le moto devono essere dotate di tamponi salva danni su perni ruota e pedane, di vaschetta recupero liquidi, di legature visibili ai tappi di carico e scarico olio ed eventuale acqua, di tasto di spegnimento funzionante, di entrambi i freni funzionanti, semimanubri, carenatura completa ed integra gomme libere, limite fonometrico 94 db. 24 GOMME La scelta delle gomme è libera i treni per la giornata di gara sono contingentati nella seguente maniera: 8

9 Categoria 14cv Gentleman: n 2 gomme anteriori + n 2 gomme posteriori da asciutto punzonabili durante l arco della stagione, ci sarà l obbligo delle gomme punzonate durante la sola giornata di gara, le gomme verranno punzonate in fase di verifica tecnica tramite sticker con logo organizzativo e numero seriale, ogni numero seriale verrà assegnato al pilota che quindi non potrà cederle ad altro pilota a meno che non vengano punzonate nuovamente. Categoria 14cv Amatori, Under Nazione, Over Nazionale: n 3 gomme anteriori + n 3 gomme posteriori da asciutto punzonabili durante l arco della stagione, ci sarà l obbligo delle gomme punzonate durante la sola giornata di gara, le gomme verranno punzonate in fase di verifica tecnica tramite sticker con logo organizzativo e numero seriale, ogni numero seriale verrà assegnato al pilota che quindi non potrà cederle ad altro pilota a meno che non vengano punzonate nuovamente. Altre Categorie: Le gomme da asciutto in tutte le altre categorie sono limitate ad 1 treno per giornata di gara e verranno punzonate in fase di verifica tecnica. Sono ammessi reclami su gomme difettose entro e non oltre il termine delle prime prove cronometrate successive alla punzonatura, la gomma dichiarata difettosa verrà verificata dal personale addetto e se riscontrato il difetto verrà concessa una punzonatura sostitutiva. Eventuali reclami successivi all inizio delle manche di gara non verranno presi in considerazione. In caso di gara bagnata le gomme sono libere in tutte le categorie. 25 SISTEMA ALIMENTAZIONE MOTORI In tutte le categorie il sistema di alimentazione del motore dovrà di tipo a carburatore, è quindi vietato qualunque sistema di iniezione elettronica. 26 VERIFICHE TECNICHE BANCO PROVA Il Banco prova utilizzato per le verifiche tecniche, verrà portato dall organizzatore a tutte le gare del campionato, i piloti verranno messi in condizione di poter provare i propri motori in fase pre-gara negli orari e nei modi comunicati prima di ogni evento, Le moto iscritte dopo le verifiche tecniche potranno essere provate al banco in qualunque momento, chi risulterà oltre il limite consentito, verrà squalificato per la sola manche subito precedente alla prova, in caso di verifica dopo le prove cronometrate il pilota oltre i limiti consentiti partirà ultimo in griglia, in caso di più piloti squalificati per lo schieramento in griglia si farà riferimento al numero di gara. L organizzazione si riserva il diritto di effettuare la prova al banco con una centralina originale uguale a quella della moto in verifica di proprietà dell organizzazione, la moto non dovrà anche con essa superare i limiti consentiti da regolamento. Le moto saranno bancate accelerando fino al raggiungimento della potenza massima espressa che non obbligatoriamente coincide con il regime di rotazione massimo sostenuto dal motore, il limite massimo potrà quindi essere differente da motore a motore, le moto dovranno raggiungere il regime di rotazione di 10000g/m per le categorie pitbike/minigp 14cv, g/m per le categorie pitbike 16-20cv, di g/m per il monomarca Honda redmoto, verranno eseguiti 3 lanci consecutivi ritenuti validi e verranno considerati i 2 lanci con valore massimo più basso espresso, in caso di superamento dei limiti, il pilota verrà squalificato per la manche in questione. L accesso alla zona del banco prova sarà consentito ad una persona per moto, che dovrà rimanere nell area designata dai commissari, tali persone potranno assistere a tutte le bancate della sessione di verifica. Le moto scelte per le prove al banco potranno essere le prime tre, come altre scelte dall organizzazione. La tolleranza delle misure sarà pari a 0.5 CV e 0.1 kgm ogni pilota potrà usufruire della tolleranza per un massimo di 2 volte durante tutto il campionato, le moto al banco prova dovranno risultare funzionanti e con una carburazione che consenta la totale apertura del gas, qualora si dovesse verificare che un concorrente si presenti in fase di verifica con la moto non funzionante o con grossi problemi di carburazione e funzionamento, il pilota verrà squalificato, si ritiene quindi conclusa la gara solo dopo aver superato le verifiche. Al fine delle verifiche in pista farà fede esclusivamente il banco di proprietà della Mully racing asd ed i dati acquisiti in fase di verifica. 9

10 Sono obbligatori i tappi valvola sulle ruote, ed è vietato qualunque sistema di sgonfiaggio rapido gomme, l organizzazione di riserva il diritto di verificare le valvole e squalificare il pilota in caso si riscontrassero anomalie, in caso di assenza del tappo valvola sulla ruota posteriore, il pilota subirà ammonizione ufficiale, verrà verificata la pressione della gomma ed in caso la stessa risultasse con pressione inferiore ai 1.2 bar il pilota verrà squalificato per la manche in questione. 27 NORMA TRANSITORIA L organizzazione si riserva il diritto di modificare o concedere deroghe al presente Regolamento Tecnico/Generale. 10

DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015

DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015 DODICI POLLICI EUROPEAN CUP 2015 REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 ABBIGLIAMENTO OBBLIGATORIO 3 ETA MINIMA 4 PILOTI AMMESSI LICENZE E COSTI 5 GIORNATA DI GARA 6 PREPARCO 7 PARTENZA ANTICIPATA 8 ARRESTO

Dettagli

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C.

DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. DODICI POLLICI ITALIAN CUP CAMPIONATO NAZIONALE A.S.C. REGOLAMENTO INDICE 1 ORGANIZZAZIONE 2 SCOPO 3 NORME COMPORTAMENTALI 4 NORME DI CIRCOLAZIONE NEL PADDOCK 5 PRINCIPIO DI AMMONIZIONE 6 ABBIGLIAMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE STAGE6 MINI MX MOTARD 2015

REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE STAGE6 MINI MX MOTARD 2015 REGOLAMENTO CAMPIONATO NAZIONALE STAGE6 MINI MX MOTARD 2015 SEZIONE 1: REGOLAMENTO TECNICO GENERALE 1. 1.1 SCOPO 2. 1.2 NORME COMPORTAMENTALI 3. 1.3 ETA MINIMA 4. 1.4 CATEGORIE 5. 1.5 REGOLAMENTO TEAM

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD

REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD REGOLAMENTO TECNICO PIT-BIKE MINI MOTARD 1.1 GENERALITA 1.2 CLASSI 1.3 MOTORE 1.4 TELAIO 1.5 ALIMENTAZIONE 1.6 PNEUMATICI 1.7 VERIFICHE TECNICHE BANCO PROVA 1.8 PROCEDURE VERIFICA 1.9 CATEGORIA SPERIMANTALE

Dettagli

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico.

Piloti che non abbiano mai conseguito risultati di rilievo in altri trofei o campionati o al primo tesseramento agonistico. DIPARTIMENTO NAZIONALE SETTORE MOTORISTICO A.S.C. REGOLAMENTO GENERALE 1 TROFEO PITBIKE CROSS MWM 2015 Le gare organizzate dalla MWM sotto l egida della A.M.I. dipartimento nazionale settore motoristico

Dettagli

CAMPIONATI D ITALIA MINI MX CROSS

CAMPIONATI D ITALIA MINI MX CROSS CAMPIONATI D ITALIA MINI MX CROSS 1) CATEGORIE REGOLAMENTO PARTICOLARE 2009 10 SPORT :pit bike con motore 4 t orizzontale, telaio a culla aperta, Ruota posteriore 10", ruota anteriore max 12", altezza

Dettagli

Regolamento Generale MOTOCROSS 2012

Regolamento Generale MOTOCROSS 2012 Regolamento Generale MOTOCROSS 2012 Lega Motociclismo U.I.S.P. Lombardia Art. 1 PARTECIPAZIONE Possono partecipare ai vari Campionati tutti i conduttori con apposita licenza UISP, regolarmente rilasciata

Dettagli

POLINI ITALIAN CUP 2010. TROFEO GRC-POLINI MINI GP 50 cc MONOMARCA GRC-POLINI REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE

POLINI ITALIAN CUP 2010. TROFEO GRC-POLINI MINI GP 50 cc MONOMARCA GRC-POLINI REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE POLINI ITALIAN CUP 2010 TROFEO GRC-POLINI MINI GP 50 cc MONOMARCA GRC-POLINI REGOLAMENTO MANIFESTAZIONE REGOLE GENERALI F1.1 A - GRC MOTO indice per il 2010 in collaborazione con la Polini Motori il 1

Dettagli

REGOLAMENTO NAZIONALE MOTOCROSS 2013

REGOLAMENTO NAZIONALE MOTOCROSS 2013 Centro Sportivo Educativo Nazionale LEGA MOTOCICLISMO ASD Via San Crispino, 26-35129 PADOVA Tel. 049.7800826 328.1055533 Fax 049.8079278-2108820 C.F./P.IVA 04535580288 info@legamotociclismo.it segreteria@csenveneto.it

Dettagli

Regolamento tecnico - IT

Regolamento tecnico - IT Regolamento tecnico - IT SPRINT. ----- Pocketbike Junior Junior A + 8 / 10 anni 40 cc 2T or 90 cc 4T Restriction Junior B + 10 /12 anni 40 cc 2T or 90 cc 4T Restriction RESTRICTIONI 2 Tempi 4 Tempi D.

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO MINIMOTO E MIDIMOTO (RTMMT)

REGOLAMENTO TECNICO MINIMOTO E MIDIMOTO (RTMMT) REGOLAMENTO TECNICO MINIMOTO E MIDIMOTO (RTMMT) Fermo restando le norme riportate nell R.M.M. e nel RTGS i motocicli che partecipano a questa classe devono rispettare i seguenti articoli. ART. 1 GENERALITÀ

Dettagli

REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015

REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015 LEGA MOTOCICLISMO REGOLAMENTO PIT BIKE E MINICROSS 2015 TROFEO CENTRO ITALIA PIT BIKE 15/03/2015 Potenza Picena (MC) 12/04/2015 Poggino (VT) 10/05/2015 Alanno (PE) 04/07/2015 Fiano Romano (RM) notturna

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto

REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto www.mlkasi.mrcmotorsport.com REGOLAMENTO GENERALE MLK ASI -Moto Leggere Minimoto- Pit bike Scooter MiniGP- 125/Moto 3- Supermoto 1. Istituzione. Il settore Nazionale Moto Leggere e Kart (di seguito MLK)

Dettagli

IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA

IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA IRONMAN 1 ora e 30 minuti Martedì 08 Settembre 2015 PROGRAMMA ore 19.30 INIZIO AFFLUENZA, VERIFICHE PILOTI ore 19.50 BRIEFING (Zona Reception) ore 20.05 INIZIO PROVE LIBERE - 10 MINUTI ore 20.20 INIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO MOTOCROSS

REGOLAMENTO MOTOCROSS REGOLAMENTO MOTOCROSS Sono gare di motocross tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgono su piste fuoristrada chiuse ad anello e da percorrersi più volte. Le piste da fuori strada possono essere

Dettagli

STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO

STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO STOCK CAR CROSS REGOLAMENTO SPORTIVO 2012 2013 2014 CON EVENTUALI POSTILLE OBBLIGATORIE DURANTE IL CAMPIONATO Art. 1 Per Stock Car cross s intende: manifestazioni automobilistiche su circuiti permanenti

Dettagli

T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015

T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015 T.A.I. MOTORSPORT A.S.D Via Palazzolo 146 25031 Capriolo Bs Licenza A int. n.352978 ITALIAN SERIES 2015 Regolamento generale 1-Premessa: T.A.I. Motorsport a.s.d organizza per il 2015 una serie composta

Dettagli

REGOLAMENTO 2015 TROFEO MOTODISERIE CLASSI: 600, 1000

REGOLAMENTO 2015 TROFEO MOTODISERIE CLASSI: 600, 1000 ARTICOLO 1 - ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO 2015 TROFEO MOTODISERIE CLASSI: 600, 1000 Il Moto Club Ducale promuove e organizza il 4 trofeo Motodiserie. Cinque gare in programma, tutte valide per l'attribuzione

Dettagli

Regolamento Super Show 2015

Regolamento Super Show 2015 Regolamento Super Show 2015 Art. 1. Chi può partecipare: Sono ammessi all iscrizione della Super Show 2015 i piloti in possesso di licenza agonistica valida per l anno 2015 rilasciata dall'organizzatore

Dettagli

I.DEFINIZIONE Manifestazione di motocross è una prova di velocità in circuito chiuso fuoristrada, con ostacoli naturali e/o artificiali.

I.DEFINIZIONE Manifestazione di motocross è una prova di velocità in circuito chiuso fuoristrada, con ostacoli naturali e/o artificiali. F E D E R A Z I O N E M O T O C I C L I S T I C A I T A L I A N A C O M I T A T O R E G I O N A L E T R E N T O -- B O L Z A N O R E G O L A M E N T O R E G I O N A L E 2 0 1 4 M O T O C R O S S E M I

Dettagli

REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014

REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014 REGOLAMENTO MOTOCROSS PIEMONTE 2014 Sono gare di motocross tutte le manifestazioni motociclistiche che si svolgono su piste fuoristrada chiuse ad anello e da percorrersi più volte. Le piste da fuoristrada

Dettagli

REGOLAMENTO 2011 TROFEO ITALIA SUPERMOTARD PITBIKE MOTARD COUNTRY

REGOLAMENTO 2011 TROFEO ITALIA SUPERMOTARD PITBIKE MOTARD COUNTRY REGOLAMENTO 2011 TROFEO ITALIA SUPERMOTARD PITBIKE MOTARD COUNTRY Ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI 24/06/1976 D.P.R. n 530 del 02/ 8/1974 Associazione con finalità assistenziali riconosciuta

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI. CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN)

REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI. CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN) REGOLAMENTO ENDURANCE SALVA CRISI CIRCUITO di ALA DI TRENTO (TN) 1) Organizzatore: FUN RACE a.s.d. Via A. Volta Arcugnano (VI) Italy, Tel 0039 3489013207, funrace.asd@icloud.com,www.maxtrophy.com, facebook/funrace

Dettagli

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint

ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Sprint ENDAS Motori Formula Sprint Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Sprint Art. 1- Definizione Sono considerate manifestazioni di Formula Sprint le competizioni che si svolgono su percorsi preferibilmente

Dettagli

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono

ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS. Commissione Motoristica Formula Crono ENDAS Motori Formula Crono Pag. 1 ENDAS Commissione Motoristica Formula Crono Art. 1 - Definizione Sono considerate Formula Crono le manifestazioni automobilistiche che prevedono la partenza a cronometro

Dettagli

Km. 70,500 di cui Km. 69,600 di Prove Speciali

Km. 70,500 di cui Km. 69,600 di Prove Speciali Regolamento di Gara PROGRAMMA APERTURA ISCRIZIONI Martedì 01 Ottobre 2013 ore 08.00 CHIUSURA ISCRIZIONI Giovedì 31 Ottobre 2013 ore 24.00 APERTURA ISCRIZIONI SABATO 09 NOVEMBRE 2013 Verifiche Sportive

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO

REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO REGOLAMENTO SPORTIVO PER IL 4 TROFEO SETTEMBRE SAMBONIFACESE IN MOTO 1. NORME GENERALI Il motoclub Team PNL Racing con sede a San Bonifacio (VR) organizza per l'anno 2015, sotto l'egida dell ente di promozione

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015

REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015 REGOLAMENTO PROVINCIALE MTB ANNO SPORTIVO 2015 Art. 1 I campionati CSI di Mountain Bike sono riservati a tutti i tesserati al Centro Sportivo Italiano in regola con il tesseramento che ha validità dal

Dettagli

che sarà disputato in 7/8 gare. Il calendario con le date e il regolamento definitivo sarà pubblicato entro il 12 GENNAIO 2016

che sarà disputato in 7/8 gare. Il calendario con le date e il regolamento definitivo sarà pubblicato entro il 12 GENNAIO 2016 Il MotoClubCiaoLegend ha programmato il campionato CiaoLegendCUP2016 che sarà disputato in 7/8 gare. Il calendario con le date e il regolamento definitivo sarà pubblicato entro il 12 GENNAIO 2016 Abbiamo

Dettagli

12/13 SETTEMBRE CAMPO CROSS CAVALLARA

12/13 SETTEMBRE CAMPO CROSS CAVALLARA LEGA MOTOCICLISMO TROFEO ITALIA 2015 HOBBY CROSS MX1 MX2-2 TEMPI 125/250 AMATORI ESPERTI-AGONISTI -2 TEMPI 125/250 EPOCA TUTTE LE CATEGORIE TROFEO DELLE REGIONI AGONISTI ESPERTI AMATORI MX1+MX2 12/13 SETTEMBRE

Dettagli

ICC Regolamento 2014. ICC Italian Cross Country 2014

ICC Regolamento 2014. ICC Italian Cross Country 2014 ICC Regolamento 2014 ICC Italian Cross Country 2014 1. Regolamento L Italian Cross Country 2014 è una parte della European Cross Country Championship Baboons, nell associazione europea Offroad Association

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO

AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO AUTOMOBILE CLUB CATANZARO 3 CAMPIONATO REGIONALE SLALOM CALABRESE ANNO 2015 REGOLAMENTO Art. 1 Denominazione L Automobile Club Catanzaro, di seguito denominato Comitato Organizzatore (in forma abbreviata

Dettagli

Guida. Organizzatori e Promotori - Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie 2O15

Guida. Organizzatori e Promotori - Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie 2O15 Guida Organizzatori e Promotori - Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie 2O15 Ufficio Licenze Tel: 06.32488252-06.32488285 Fax: 06.32488420 Email: licenze@federmoto.it team.scuderie@federmoto.it

Dettagli

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 CHALLENGE FORMULE STORICHE 2014 REGOLAMENTO SPORTIVO 1. Generalità GPS Classic srl titolare di licenza Promoter CSAI n. 353827 valida per l anno 2014 indice e promuove una serie di gare di velocità in

Dettagli

COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015

COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015 1 COMITATO PROVINCIALE ACSI SETTORE CICLISMO DI PESARO-URBINO REGOLAMENTO ATTIVITA CICLOAMATORIALI PER L ANNO 2015 CICLOTURISMO Campionato Individuale di Cicloturismo (C.I.C.). ( In 16 prove ) Campionato

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO

REGOLAMENTO SPORTIVO REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO 2015 Art. 1 La A.M.U.B. Magione spa indice ed organizza il Trofeo Turismo Magione 2015. Il Trofeo si svolge in conformità con il Codice Sportivo Internazionale e Nazionale,

Dettagli

SETTORE GIOVANILE REGIONALE

SETTORE GIOVANILE REGIONALE Comitato Regionale Basilicata SETTORE GIOVANILE REGIONALE NORME ATTUATIVE 2014 CATEGORIE GIOVANISSIMI Via N.Vaccaro 290-85100 Potenza tel.0971/54521 fax 0971-281297 PREMESSA Le norme di seguito descritte

Dettagli

1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE

1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE CAMPIONATO DI VESPA RALLY 2014 1 VESPA RALLY CITTA DI PONTEDERA REGOLAMENTO GENERALE Questo Campionato di regolarità VESPA consiste in vari eventi turistici organizzati dal Vespa Club Pontedera (VCP) sotto

Dettagli

UISP MOTOCICLISMO LOMBARDIA TROFEI ENDURO HARD RACE E.H.R. REGOLAMENTO GENERALE DI RIFERIMENTO

UISP MOTOCICLISMO LOMBARDIA TROFEI ENDURO HARD RACE E.H.R. REGOLAMENTO GENERALE DI RIFERIMENTO UISP MOTOCICLISMO LOMBARDIA TROFEI ENDURO HARD RACE E.H.R. REGOLAMENTO GENERALE DI RIFERIMENTO Art. 1 Oggetto del regolamento Il Presente regolamento intende disciplinare, le diverse manifestazioni a carattere

Dettagli

REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE

REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE REGOLAMENTO 24 HORAS GRAN CANARIA III CARRERA KART ENDURANCE 6 8 Dicembre 2012 1. Organizzatore 1.1 El Gran Canaria Karting Club GKC organizza la III 24 Horas de Gran Canaria Carrera Kart Endurance 2012.

Dettagli

Prova Data Sede CATEGORIE INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA

Prova Data Sede CATEGORIE INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA INTERNATIONAL CIRCUIT LA CONCA 2015 WSK CHAMPIONS CUP REGOLAMENTO SPORTIVO La WSK Promotion srl indice e organizza la 2015 WSK CHAMPIONS CUP (la Serie). La Serie Internazionale designerà il vincitore della 2015 WSK CHAMPIONS CUP nelle

Dettagli

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015

PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 Yacht Club Porto Rotondo A.S.D. International Sportfishing Association PORTO ROTONDO INTERNATIONAL FISHING CUP 2015 GARA DI PESCA D ALTURA PORTO ROTONDO 21-22 AGOSTO 2015 PROGRAMMA Venerdì 21 agosto pomeriggio

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET

REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET REGOLAMENTO GENERALE PRE AGONISTICA LEGAL STREET INDICE Premessa 1. Vetture Ammesse 2. Partecipanti 3. Sicurezza 4. Pneumatici 5. Benzina 6. Svolgimento della manifestazione 7. Rilevamento Tempi 8. Briefing

Dettagli

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015

CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015 CHALLENGE FORMULE STORICHE 2015 REGOLAMENTO SPORTIVO 1. Generalità GPS Classic srl titolare di licenza Promoter ACI n. 353827 valida per l anno 2015 indice e promuove una serie di gare di velocità in pista

Dettagli

REGOLAMENTO 2013. 2.1 La gara si terrà sul Circuito Internazionale del Friuli Venezia Giulia a Precenicco (Udine), nei giorni 6 e 7 Luglio 2013.

REGOLAMENTO 2013. 2.1 La gara si terrà sul Circuito Internazionale del Friuli Venezia Giulia a Precenicco (Udine), nei giorni 6 e 7 Luglio 2013. REGOLAMENTO 2013 1. Organizzatore 1.1 La società BIREL MOTORSPORT SRL, con licenza da organizzatore CSAI 357311 e con l approvazione della CSAI, indice e organizza la 24 Ore Endurance Kart Racing 2013.

Dettagli

1 gg 2 gg Diritto Servizio Tecnico 200,00 230,00. Mod. FE 2014 - Manifestazioni Territoriali - ENDURO 2014 1

1 gg 2 gg Diritto Servizio Tecnico 200,00 230,00. Mod. FE 2014 - Manifestazioni Territoriali - ENDURO 2014 1 F E D E R A Z I O N E M O T O C I C L I S T I C A I T A L I A N A C O M I T A T O R E G I O N A L E A B R U Z Z O R E G O LA ME N T O E N D U R O R E G I O N A LE I.DEFINIZIONE Le gare di enduro sono manifestazioni

Dettagli

PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015

PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015 PIRELLI SBK TRACK DAY Imola - Lunedì 11 maggio 2015 Caro Motociclista, l appuntamento in pista con Pirelli è l 11 maggio all Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Qui di seguito trovi tutte le informazioni

Dettagli

Organizzatori e Promotori - Gestori Impianti Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie '16

Organizzatori e Promotori - Gestori Impianti Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie '16 Organizzatori e Promotori - Gestori Impianti Industrie e Trofei Monomarca - Team e Scuderie '16 Ufficio Licenze Tel: 06.32488252-06.32488285 Fax: 06.32488420 Email: licenze@federmoto.it team.scuderie@federmoto.it

Dettagli

Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance

Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance Regolamento Particolare di Gara L associazione ZANARDINI RACING, indice un meeting automobilistico (a numero chiuso di 25 vetture) di endurance regolarità denominato 6 ore Pessina Endurance Terra e Pistoni

Dettagli

1 TROFEO MINITRIALARIO 2015

1 TROFEO MINITRIALARIO 2015 1 TROFEO MINITRIALARIO 2015 CALENDARIO CAMPIONATO JUNIORES LOMBARDO U.I.S.P. TRIAL 1) 19/04/2015 Cortenova (LC) 2) 03/05/2015 Cremia (CO) 3) 19/07/2015 Lanzo d Intelvi (CO) 4) 06/09/2015 Buglio in Monte

Dettagli

REGOLAMENTO GARE stag. 2015

REGOLAMENTO GARE stag. 2015 Mini Autodromo la Valletta REGOLAMENTO GARE stag. 2015 GARA DESCRIZIONE DATA RECUPERO Prima Sociale Seconda Sociale Terza Sociale Quarta Sociale Quinta Sociale CONTATTI: Cellulare Matteo 340/2978946 /

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010

REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 REGOLAMENTO SPORTIVO SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 Approvazione CSAI: SCV N.7/2010 del 12/2/2010 e N.22/2010 del 25/2/2010 SEAT LEON SUPERCOPA ITALIA 2010 Regolamento Generale SOMMARIO: PREMESSA 1. NORME

Dettagli

AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO

AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO AUTOMOBILE CLUB PADOVA CAMPIONATO SOCIALE 2015 REGOLAMENTO 1 REGOLAMENTO Art. 1 PREMESSE GENERALI CONCORRENTI CONDUTTORI AMMESSI L Automobile Club Padova, indice ed organizza il Campionato Sociale 2015

Dettagli

2 TROFEO VESPA CHALLENGER

2 TROFEO VESPA CHALLENGER PARMAKIT SRL IN COLLABORAZIONE CON IL CIRCUITO GIACOMO PREMOLI DI CODOGNO ORGANIZZA: 2 TROFEO VESPA CHALLENGER 2015 ISCRIVITI SUBITO Motodromo Giacomo Premoli di Codogno (LO) a 10 minuti uscita Piacenza

Dettagli

REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015

REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015 REGOLAMENTO 24 ORE DI LANZAROTE 2015 SODI WORLD SERIES 2015 1) Organizzatore: FUN RACE a.s.d. Via A. Volta Arcugnano (VI) Italy, Tel 0039 3489013207, funrace.asd@icloud.com,www.maxtrophy.com, facebook/canariasendurance

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale

REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale REGOLAMENTO CAMPIONATO amatoriale 1.1 Modalità di iscrizione 1.2 Informazioni 1.3 Iscrizioni 2.1 Struttura Campionato 2.2 Struttura singolo round 2.3 Peso normalizzato 2.4 Assegnazione Kart 2.5 Guasti

Dettagli

Mod. FE 2015 - Manifestazioni Territoriali - ENDURO 2015 1

Mod. FE 2015 - Manifestazioni Territoriali - ENDURO 2015 1 F E D E R A Z I O N E M O T O C I C L I S T I C A I T A L I A N A C O M I T A T O R E G I O N A L E P II E M O N T E R E G O LA ME N T O E N D U R O R E G I O N A LE I.DEFINIZIONE Le gare d Enduro sono

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012 REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO TURISMO MAGIONE 2012 Art. 1 La AMUB Magione S.p.a. indice ed organizza il Trofeo Turismo Magione 2012. Il Trofeo si svolge in conformità con il Codice Sportivo Internazionale

Dettagli

N.S.K. 1 LICENZE E ASSICURAZIONI CAPITOLO I LICENZE

N.S.K. 1 LICENZE E ASSICURAZIONI CAPITOLO I LICENZE DISPOSIZIONI GENERALI N.S.K. 1 LICENZE E ASSICURAZIONI CAPITOLO I LICENZE Nel dettaglio, le disposizioni relative al tesseramento sportivo CSAI Karting sono pubblicate ogni anno in un apposita circolare

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2015 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo

UISP Challenge CUP. Campionato di pallavolo UISP Challenge CUP Campionato di pallavolo CAMPIONATO DI PALLAVOLO UISP Challenge CUP Il Coordinamento Pallavolo UISP Bari indice e organizza il Campionato "UISP Challenge CUP" per la stagione sportiva

Dettagli

CAMPIONATO ITALIANO F3S 2013 in prova unica. REGOLAMENTO DI GARA e suggerimenti organizzativi

CAMPIONATO ITALIANO F3S 2013 in prova unica. REGOLAMENTO DI GARA e suggerimenti organizzativi CAMPIONATO ITALIANO F3S 2013 in prova unica REGOLAMENTO DI GARA e suggerimenti organizzativi 1 CARATTERISTICHE BASE DEGLI AEROMODELLI F3S: saranno ammesse le seguenti tipologie: MOTORIZZAZIONE: turbina,

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO

REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO REGOLAMENTO ENDURANCE CIRCUITO SAN MARTINO DEL LAGO La mancata osservanza delle regole del presente regolamento e/o degli orari delle varie fasi dell'evento, (briefing, etc...) farà scattare la squalifica

Dettagli

12H Cycling Marathon REGOLAMENTO

12H Cycling Marathon REGOLAMENTO 12H Cycling Marathon REGOLAMENTO INDICE INDICE... 2 1.... Date degli eventi... 4 2.... Percorso... 5 3.... L area dei Paddock... 6 4.... Organizzazione e organigramma... 7 5.... Regolamento 12H Cycling

Dettagli

RT8 PUNTEGGI 1 35 2 30 3 26 4 22 5 18 6 16 7 14 8 12 9 10 10 8 11 6 12 5 13 4 14 3 15 2 16 1

RT8 PUNTEGGI 1 35 2 30 3 26 4 22 5 18 6 16 7 14 8 12 9 10 10 8 11 6 12 5 13 4 14 3 15 2 16 1 Regolamento pag 1 GARA La manifestazione avrà luogo presso il circuito BIG KART di Rozzano e sara così formata da 6 gare endurnce da 2 ore e 4 gare endurance da 3divise in 20 minuti di libere più 10 minuti

Dettagli

vedere SPORTIVA PER TUTTI La CBR 600 RR é una di quelle moto che dà subito confidenza al pilota, anche se non è molto esperto Grazie

vedere SPORTIVA PER TUTTI La CBR 600 RR é una di quelle moto che dà subito confidenza al pilota, anche se non è molto esperto Grazie 11 Prezzo Diffusione : 111660 Pagina 58 : Sportiva Honda Rivista in numerosi aspetti senza stravolgimenti l ultima versione della media sportiva Honda ha un motore più pronto e una ciclistica più efficace.

Dettagli

RCS RALLY CIRCUIT SERIES 2015

RCS RALLY CIRCUIT SERIES 2015 1 RCS RALLY CIRCUIT SERIES 2015 Art.1 ISTITUZIONE E CALENDARIO Rally Circuit Series 2015 è una serie sia per auto moderne che per auto storiche di seguito indicata come RCS per brevità, che si artcola

Dettagli

1 gg 2 gg Diritto Servizio Tecnico 200,00 230,00 Servizio Tecnico Supplementare 200,00 230,00

1 gg 2 gg Diritto Servizio Tecnico 200,00 230,00 Servizio Tecnico Supplementare 200,00 230,00 F E D E R A Z I O N E M O T O C I C L I S T I C A I T A L I A N A C O M I T A T O R E G I O N A L E F R II U L II V E N E Z II A G II U L II A R E G O LA ME N T O T R O F E O R E G O LA R I T À E P O C

Dettagli

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013

MINI CHALLENGE AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 MINI CHALLENGE CIRCOLARE INFORMATIVA N 4 DEL 31.05.2013 AGGIORNAMENTO ART.3 DELLA CIRCOLARE INFORMATIVA N 2 DEL 06.05.2013 3 DISTANZIALI TAMPONI SOSPENSIONI Si autorizza il montaggio di distanziali sugli

Dettagli

Regolamento Serie I.R.C. 2014

Regolamento Serie I.R.C. 2014 Regolamento Serie I.R.C. 2014 Art.1- ISTITUZIONE E CALENDARIO La IRC Sport con sede legale in Bedonia (PR) 43041 Loc. Follo n.26, titolare di Licenza di promoter n 301906, indice una Serie, formata da

Dettagli

Regolamento REGOLAMENTO DEFINITIVO 2014. Campionato Triveneto Ohvale GP0 MOTOASI/CONI. 1. Iscrizione associazione licenza agonistica

Regolamento REGOLAMENTO DEFINITIVO 2014. Campionato Triveneto Ohvale GP0 MOTOASI/CONI. 1. Iscrizione associazione licenza agonistica Regolamento REGOLAMENTO DEFINITIVO 2014 Campionato Triveneto Ohvale GP0 MOTOASI/CONI 1. Iscrizione associazione licenza agonistica Ogni partecipante al campionato deve fornire i propri dati anagrafici

Dettagli

Tutto quanto non è espressamente indicato in questo Regolamento e negli allegati tecnici emessi dal Bureau e/o dalla C.S.A.I. sono vietati.

Tutto quanto non è espressamente indicato in questo Regolamento e negli allegati tecnici emessi dal Bureau e/o dalla C.S.A.I. sono vietati. N.B.1 : Gli aggiornamenti e/o modifiche effettuati rispetto al testo 2011 sono in rosso: Gli aggiornamenti e/o modifiche effettuati nel 2012 sono evidenziati in giallo: Nr. Data Articolo aggiornato 1 9/3/2012

Dettagli

annuario 2010 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa

annuario 2010 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa annuario 2010 NS. 12 indice degli aggiornamenti pubblicati successivamente alla stampa 25-02-2010 N.S.K. 5, cap. II, art. 5.16; 13-05-2010 N.S.K. 1, cap. I, art. 7.1; N.S.K. 1, cap. I, art. 7.2 per visualizzare

Dettagli

Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSAI. Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSAI

Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSAI. Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSAI a) uto Storiche Velocità Circuito Velocità Montagna Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSI Campionati Italiani Trofei Nazionali Coppe CSI Rally Rally Conduttori ( 4 raggruppamenti) RallyScuderie

Dettagli

RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2014

RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2014 RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2014 1. Denominazione. La Lega Automobilismo U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per

Dettagli

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE

Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE Cycling Marathon SPORT INFORMATION GUIDE 1 INDICE INDICE...2 1. Date degli eventi... 2 2. Percorso... 3 3. L area dei Paddock... 4 4. Organizzazione... 5 5. Regolamento 12H Cycling Marathon... 6 Safety

Dettagli

PARTE SPORTIVA ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI

PARTE SPORTIVA ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI PARTE SPORTIVA ART. 1 - DISPOSIZIONI GENERALI ART. 1.5 OPERAZIONI PRELIMINARI (O.P.) I conduttori si devono presentare nel luogo e negli orari indicati sul Regolamento Particolare di gara per espletare

Dettagli

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE

REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE REGOLAMENTO ENDURANCE DI 6 ORE Questa corsa a squadre si svolgerà sulla pista di Baia Sardinia (Kartodromo Pista dei Campioni) il 8 ottobre 2011 su kart forniti dall organizzazione. Il regolamento di questa

Dettagli

TROFEO BRANCADORI 2012

TROFEO BRANCADORI 2012 TROFEO BRANCADORI 2012 Il settore velocità Pista & Salita Autostoriche si arricchisce di una nuova iniziativa per 500 e derivate a ruote coperte e scoperte (Formula Monza 875), da sempre sinonimo di competizione,

Dettagli

Norme partecipazione Campionato Friuli Collinare calcio a 5. Norme partecipazione Campionato Geretti Over 40 calcio a 11

Norme partecipazione Campionato Friuli Collinare calcio a 5. Norme partecipazione Campionato Geretti Over 40 calcio a 11 Lega Calcio Friuli Collinare COMUNICATO UFFICIALE 3 del 24 settembre 2015 STAGIONE 2015/2016 La Normativa 2015/6 costituisce allegato del presente comunicato Modifiche della Normativa Benefici economici

Dettagli

COMITATO REGIONALE LIGURE

COMITATO REGIONALE LIGURE COMITATO REGIONALE LIGURE INTEGRAZIONE ALLE NORME ATTUATIVE NAZIONALI ANNO 2014 CATEGORIA GIOVANISSIMI PREMESSA Le presenti norme integrano quanto stabilito nel Regolamento Tecnico e nelle Norme Attuative

Dettagli

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011

REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011 REGOLAMENTO REGOLAMENTO SPORTIVO TROFEO GREEN SCOUT CUP 2011 INDICE Art. 1 ORGANIZZAZIONE Art. 2 CALENDARIO SPORTIVO Art. 3 CONDUTTORI AMMESSI Art. 4 AUTOVETTURE AMMESSE Art. 5 COMUNICAZIONI Art. 6 SVOLGIMENTO

Dettagli

RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2013

RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2013 RESPONSABILE KART UISP ABRUZZO ALESSANDRO DI BERARDINO TEL3475851702 - REGOLAMENTO GENERALE TROFEO KARTING UISP ABRUZZO 2013 1. Denominazione. La Lega Automobilismo U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per

Dettagli

Stagione Sportiva 2015/2016

Stagione Sportiva 2015/2016 CAMPIONATO AMATORIALE NOTTURNO PROVINCIALE A 11 GIOCATORI OVER 40 NORME DI PARTECIPAZIONE - Regolamento ART. 1 - La Lega Calcio dell U.I.S.P. di Bergamo organizza, in collaborazione con la Associazione

Dettagli

REGOLAMENTO THREETURAGLIA 2015

REGOLAMENTO THREETURAGLIA 2015 REGOLAMENTO THREETURAGLIA 2015 CARATTERISTICHE BASE Sono ammessi solo ciclomotori Moped Classici a frizione automatica (Ciao, Garelli, Peugeot, SI, Bravo, Califfo, Motobecane, Boxer, ecc ecc). Sono vietati

Dettagli

ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori.

ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori. REGOLAMENTO MOTO ORGANIZZAZIONE Il Club Auto Moto Storiche Varese organizza per il 22 23 maggio 2010 la XIX Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori. Art.1- CARATTERISTICHE DELLA MANIFESTAZIONE E DEL

Dettagli

Enduro REGOLAMENTO ENDURO PARTE PRIMA. Norme Generali

Enduro REGOLAMENTO ENDURO PARTE PRIMA. Norme Generali FMI2O15 Enduro 1 REGOLAMENTO ENDURO PARTE PRIMA Norme Generali Art. 1 - DEFINIZIONE 1. Le gare d Enduro sono manifestazioni motociclistiche di regolarità che si svolgono su tratti di strada, aperti al

Dettagli

REGOLAMENTO 2011. Art. 1 COME ISCRIVERSI

REGOLAMENTO 2011. Art. 1 COME ISCRIVERSI REGOLAMENTO 2011 Art. 1 COME ISCRIVERSI somma di 350,00 nei seguenti modi: 1. Bonifico Bancario c.c. 2. Assegno non trasferibile intestato alla A.S.D. Stella Azzurra. 3. In contanti presso la sede in via

Dettagli

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS)

REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) REGOLAMENTO DI BASE Commissione Italiana Karting (CIKA-ENDAS) Prefazione La Commissione Italiana Karting viene istituita dall ENDAS e diretta dal Responsabile Politico Dr. Elio Dalto dal Responsabile Tecnico

Dettagli

REGOLE DI COMPORTAMENTO GENERALI Nel paddock e nell intera area dell autodromo, gli scooter devono essere spinti a mano a motore spento!

REGOLE DI COMPORTAMENTO GENERALI Nel paddock e nell intera area dell autodromo, gli scooter devono essere spinti a mano a motore spento! SCOOTER WEEKEND 2011 Ciao!! Benvenuto al 2 Scooter-Weekend ITALIA presso l Autodromo Daniel Bonara di Franciacorta (BS)! Questo evento, dedicato a tutti gli appassionati di 2 ruote e motori in generale,

Dettagli

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre)

ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) ATTIVITA MASTERS 2013 (35 anni e oltre) DISPOSIZIONI GENERALI 1. PARTECIPAZIONE ALLE GARE 1.1 Gli atleti sia italiani che stranieri per partecipare alle gare devono essere in regola con il tesseramento

Dettagli

PAG.9 Regolamento Disciplinare Lega Motociclismo Csen 2011. PAG.29 Regolamento tecnico nazionale categoria 70 top driver e 70 emergenti

PAG.9 Regolamento Disciplinare Lega Motociclismo Csen 2011. PAG.29 Regolamento tecnico nazionale categoria 70 top driver e 70 emergenti Centro Sportivo Educativo Nazionale LEGA MOTOCICLISMO ASD Via San Crispino, 26-35129 PADOVA Tel. 049.7800826 328.1055533 Fax 049.8079278-2108820 C.F./P.IVA 04535580288 info@legamotociclismo.it segreteria@csenveneto.it

Dettagli

Motorally. Annesso IV R.M.M.

Motorally. Annesso IV R.M.M. Motorally Annesso IV R.M.M. SIGLE E NOMENCLATURE USATE A. A. = Area Assistenza (lungo il percorso) C. d. G. = Commissario di Gara C. d. S. = Codice della Strada C. I. M. R. = Campionato Italiano Motorally

Dettagli

MSP ITALIA REGOLAMENTO TECNICO AUTOMODELLI 1:8 FUORISTRADA OFF ROAD

MSP ITALIA REGOLAMENTO TECNICO AUTOMODELLI 1:8 FUORISTRADA OFF ROAD MSP ITALIA REGOLAMENTO TECNICO AUTOMODELLI 1:8 FUORISTRADA OFF ROAD DEFINIZIONE L'automodello è una riproduzione in scala 1:8 di una autovettura da fuoristrada (buggy) mosso dalla trazione di due o più

Dettagli

GLOSSARIO. di Concorrente dalla F.M.I. SPECIALITÀ settore di un attività sportiva, ramo di una disciplina, regolata da norme specifiche che compongono

GLOSSARIO. di Concorrente dalla F.M.I. SPECIALITÀ settore di un attività sportiva, ramo di una disciplina, regolata da norme specifiche che compongono FMI2O15 Velocità 1 Glossario Velocità GLOSSARIO ACCOMPAGNATORE chiunque sia al seguito di un pilota con pass anche se non tesserato F.M.I. AIUTANTE aiuto del pilota che non sia un meccanico, anche se non

Dettagli

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI

UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI UITS REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO EX ORDINANZA 100 mt 2010 NORME GENERALI AI CAMPIONATI SONO AMMESSI I SOCI TESSERATI UITS ED ISCRITTI AD UNA SEZIONE T.S.N. Armi Modelli di armi adottate fino al 1955

Dettagli

REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI

REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI REGOLE DI GARA SPECIFICHE PER LE CATEGORIE GIOVANILI Tutti gli atleti e, in modo particolare, quelli appartenenti alle categorie giovanili, debbono avere uguali opportunità di esprimere, in sicurezza e

Dettagli

CAMPIONATO A SQUADRE NORD-EST CUP 2015. Specialità. Boccette N O R D - E S T B O C C E T T E WWW. F I B I S V E. A L T E R V I S T A.

CAMPIONATO A SQUADRE NORD-EST CUP 2015. Specialità. Boccette N O R D - E S T B O C C E T T E WWW. F I B I S V E. A L T E R V I S T A. CAMPIONATO A SQUADRE NORD-EST CUP 2015 Specialità Boccette N O R D - E S T B O C C E T T E WWW. F I B I S V E. A L T E R V I S T A. O R G FORMULA DEL CAMPIONATO Il campionato è suddiviso in due fasi: _La

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA SLALOM

REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA SLALOM REGOLAMENTO PARTICOLARE DI GARA SLALOM Denominazione 1 TROFEO LA COLLINA CITTA DI SAMBATELLO Decima prova del Campionato Siciliano UISP e-mail info@uispslalom.it Data 16 AGOSTO 2009 Validità: Regionale

Dettagli

Specifiche tecniche e Regolamento Categoria Rally Cross

Specifiche tecniche e Regolamento Categoria Rally Cross Specifiche tecniche e Regolamento Categoria Rally Cross Edizione valida per 2012 1 DEFINIZIONE DI AUTOMODELLO RALLY CROSS Il Rally Cross è un auto modello di derivazione Off-Road mosso dalla trazione cardanica

Dettagli