Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada"

Transcript

1 Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di comune accordo tra i conducenti, ma senza un'organizzazione esterna (per esempio, con scommesse aperte al pubblico). Art. 142 Comma 9 Eccesso di velocità superiore ai 40 Km/h. Art. 143 Comma 12 Circolazione contromano in curva, con scarsa visibilità o su strada con carreggiate separate. Art. 148 Comma 16, 3 periodo Sorpasso a destra Art. 148 Comma 16, 2 periodo Sorpasso effettuato alla guida di veicoli pesanti Art. 148 Comma 11 e 16 Sorpasso ad incroci, passaggi a livello, curve, dossi o scarsa visibilità, quando vietato Art. 168 Comma 8 trasporto di merci pericolose senza autorizzazione o senza rispettare i limiti e le condizioni dettate nell'autorizzazione Art. 168 Comma 9 trasporto di merci pericolose violando le norme di sicurezza dettate dai decreti ministeriali sulla materia Art. 176 Comma 19 Inversione di marcia in autostrada Art. 176 Comma 20, con rif. al comma 1, lettera b) Retromarcia in autostrada Art. 176 Comma 20, con rif. al comma 1, lettera c) e d)

2 In autostrada: circolazione sulla corsia di emergenza oppure su quelle di accelerazione e decelerazione (pur non provenendo da una rampa o non essendovi diretti) Art. 179 Comma 2 Circolazione con cronotachigrafo (se prescritto per la categoria del veicolo) mancante o manomesso Art. 186 Comma 2 e 7 Guida in stato d'ebbrezza Art. 187 Comma 7 e 8 Guida sotto l'effetto di droghe Art. 189 Comma 6 Fuga in caso d'incidente con danni a persone, causato dal conducente Art. 192 Comma 7 Inosservanza dell'alt o mancata osservazione degl'obblighi verso funzionari, ufficiali e agenti (ove il fatto costituisca reato) Art. 149 Comma 6 8 Mancato rispetto della distanza di sicurezza che abbia causato incidente con gravi danni alle persone Art. 150 Comma 5 con rif. art. 149 comma 6 8 Comportamento irregolare o percoloso nelle strettoie che abbia causato gravi danni a persone Art. 154 Comma 7 8 Inversione di marcia all'altezza di curve, dossi o intersezioni Art. 145 Comma 6 Mancato rispetto dello stop Art. 146 Comma 3 6 Passaggio col semaforo rosso o giallo o nonostante il vigile stia facendo passare prima altri flussi di traffico Art. 147 Comma 5 6 Violazioni commesse ai passaggi a livello Art. 141 Comma 8 5 Velocità pericolosa in curve, incroci, discese, luoghi frequentati, di notte, con scarsa visibilità, etc, etc. Art. 145 Comma 5 Mancata precedenza

3 Art. 149 Art. 150 Art. 171 Comma 5 5 Mancato rispetto della distanza di sicurezza che abbia causato incidente con gravi danni ai veicoli Comma 5 con rif. art. 149 comma 5 5 Comportamento irregolare o pericoloso nelle strettoie che abbia causato gravi danni a veicoli Comma 2 5 Guida di veicoli a motore a due, tre o quattro ruote (ove non presente cellula di sicurezza) senza indossare il casco (anche maggiorenni), ovvero trasportare altro passeggero in tali condizioni. Art. 172 Comma 8 5 Mancato allacciamento o manomissione delle cinture di sicurezza, mancato uso dei seggiolini per bambini Art. 172 Comma 9 5 Trasportare un minore senza cinture allacciate o alterazione, sostituzione o manomissione delle cinture con tipo non omologato. Art. 173 Comma 3 5 Mancato uso delle lenti (se prescrite sulla patente), uso del telefonino senza vivavoce durante la guida. Art. 191 Comma 1 5 Mancata precedenza a pedoni Art. 191 Comma 3 5 Mancata precedenza a invalidi, bambini e anziani che abbiano già intrapreso l'attraversamento di una strada senza strisce pedonali. Art. 141 Comma 9, 1 periodo 4 Gare di velocità su animali o veicoli non a motore; "sfide" improvvisate tra conducenti che percorrono la stessa strada. Art. 143 Comma 11 4 Circolazione contromano. Art. 143 Comma 13, con rif. al comma 5 4 Circolazione al centro o a sinistra della carreggiata quando la corsia di destra è libera (strada a carreggiate separate) Art. 161 Comma 2 4

4 Art. 167 Art. 167 Art. 168 Art. 169 Art. 175 Art. 189 Art. 148 Art. 149 Art. 153 Art. 164 Art. 167 Art. 167 Art. 169 Caduta o spargimento sulla carreggiata di materie che potrebbero creare pericolo Comma 2, 5 e 6 4 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza superiore a 3t Comma 3, 5 e 6 4 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza superiore al 30% Comma 7 4 Sovraccarico durante il trasporto di merci pericolose Comma 8 4 trasporto a pagamento in sovrannumero o in sovraccarico su veicoli classificati a uso proprio Comma 13 4 Circolazione in autostrada con carico disordinato, instabile, sporgente o (se liquido) stivato in contenitori che perdono Comma 5 senza le condizioni del 2 periodo 4 Fuga in caso d'incidente con danni solo a cose, causato dal conducente Comma 15, con rif. al commi 2 3 Mancato accertamento delle condizioni per effettuare un sorpasso. Comma 4 3 Mancato rispetto della distanza di sicurezza Comma 3 Uso improprio degli abbaglianti Comma 8 3 Irregolare sistemazione del carico (non è fissato bene o limita la visuale del conducente) Comma 2, 5 e 6 3 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore a 3t Comma 3, 5 e 6 3 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore al 30% Comma 7 3 trasporto di persone in sovrannumero o di cose in sovraccarico (se effettuati alla guida di veicoli leggeri diversi dalle autovetture)

5 Art. 191 Comma 4 3 Mancata precedenza a pedoni e disabili Art. 192 Comma 6 3 Mancata osservazione degl'obblighi verso funzionari, ufficiali e agenti Art. 142 Comma 8 2 Eccesso di velocità compreso tra gli 11 e i 40 Km/h. Art. 146 Comma 2 2 Mancato rispetto della segnaletica, ad eccezione dei segnali stradali di divieto di sosta Art. 148 Comma 15, con rif. ai commi 2 e 8 2 Sorpasso a destra Art. 154 Comma 8 2 Svolte o cambi di corsia irregolari o senza freccia Art. 161 Comma 1 e 3 2 Omettere di liberare la carreggiata da eventuali ingombri provocati dal proprio veicolo; e mancata esposizione del triangolo. Art. 161 Comma 4 2 Mancata esposizione del "triangolo" in caso di caduta di materiali sulla carreggiata Art. 162 Comma 5 2 Mancata esposizione del "triangolo" Art. 165 Comma 3 2 Mancata segnalazione della fune durante il traino Art. 167 Comma 2, 5 e 6 2 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore a 2t Art. 167 Comma 3, 5 e 6 2 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore al 20% Art. 169 Comma 9 2 trasporto di persone in sovrannumero o di cose in sovraccarico (se effettuati alla guida di autovetture) Art. 174 Comma 4 2 Superamento dei periodi di guida prescritti o non osservanza dei periodi di pausa (autisti camion e autobus) Art. 174 Comma 5 2

6 Art. 175 Irregolarità nei documenti degli autisti di camion e autobus Comma 14, con rif. al comma 7, lettera a) 2 traino dei veicoli in autostrada Art. 175 Comma 16 2 In autostrada: circolazione con ciclomotori e simili o a piedi, sosta oltre 24 ore, soccorso abusivo eccetera Art. 176 Comma 21 2 In autostrada: mancato pagamento del pedaggio, posizione di sosta errata in caso di ingorgo, abbandono di veicoli, marcia di mezzi pesanti sulla corsia di sorpasso (con 3 corsie) Art. 177 Comma 5 2 Mancata precedenza verso veicolo di pronto intervento con dispositivo acustico attivo Art. 178 Comma 3 2 Mancata osservanza dei periodi di riposo per gli autisti di camion e autobus muniti di cronotachigrafo Art. 189 Comma 9 2 Comportamento irregolare dopo un incidente: intralcio della strada, rifiuto di dare i propri dati ai danneggiati ecc. Art. 191 Comma 2 2 Mancata precedenza a pedoni che abbiano già intrapreso l'attraversamento di una strada senza strisce pedonali. Art. 152 Comma 3 1 Mancata accensione delle luci (anche durante la sosta notturna all'interno della carreggiata in luoghi non illuminati) Art. 153 Comma 11 1 Uso improprio dei fari Art. 167 Comma 2, 5 e 6 1 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore a 1t Art. 167 Comma 3, 5 e 6 1 Sovraccarico dei mezzi: eccedenza non superiore al % Art. 169 Comma 1

7 trasporto irregolare di persone, animali od oggetti Art. 170 Art. 174 Art. 178 Comma 6 1 trasporto irregolare di persone, animali od oggetti sui veicoli a motore e due ruote Comma 7 1 Irregolarità nei documenti degli autisti di camion e autobus (registro di servizio o copia dell'orario di servizio) Comma 4 1 Documenti incompleti o alterati

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

SCHEMI RIPARTIZIONE RESPONSABILITA' INCIDENTI STRADALI (BAREM DI RESPONSABILITA')

SCHEMI RIPARTIZIONE RESPONSABILITA' INCIDENTI STRADALI (BAREM DI RESPONSABILITA') SCHEMI RIPARTIZIONE RESPONSABILITA' INCIDENTI STRADALI (BAREM DI RESPONSABILITA') DEFINIZIONI (ai soli fini dell'applicazione degli schemi di ripartizione) CARREGGIATA parte della strada normalmente destinata

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Convenzione sulla circolazione stradale

Convenzione sulla circolazione stradale Convenzione sulla circolazione stradale Conclusa a Vienna l 8 novembre 1968 Le Parti contraenti, nell intento di facilitare la circolazione stradale internazionale e di accrescere la sicurezza nelle strade

Dettagli

Ministero dei lavori pubblici

Ministero dei lavori pubblici Ministero dei lavori pubblici ISPETTORATO GENERALE PER LA CIRCOLAZIONE E LA SICUREZZA STRADALE Prot. n. 3698 Alle Amministrazioni Comunali Loro Sedi Oggetto: Linee guida per la redazione dei piani urbani

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO 10 luglio 2002 (Pubblicato sulla GU n. 226 del 26-9-2002- Suppl. Straordinario) Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati

Dettagli

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Visione d insieme Una pista ciclabile su corsia riservata è uno spazio sulla strada riservato

Dettagli

A piedi, in sella o al volante quant è pericoloso il traffico in città?

A piedi, in sella o al volante quant è pericoloso il traffico in città? A piedi, in sella o al volante quant è pericoloso il traffico in città? Giornata dedicata ai media e agli ospiti Giovedì, 1 luglio 2010 Pista dei crash test a Wildhaus 1 Contenuto Benvenuto 4 Programma

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche

SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Dipartimento di Sanità Pubblica SALUTE E SICUREZZA nell autotrasporto: le condizioni psicofisiche Giorgio Ghedini Medico

Dettagli

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie.

Le patenti sono 15, ciascuna con una sua autonomia, senza categorie e sottocategorie. ENTRA IN VIGORE LA PATENTE UNICA EUROPEA (parte generale) 19 gennaio 2013: entra in vigore la patente dell Unione Europea, unica ed uguale per tutti i cittadini europei, in formato card, con la foto digitale

Dettagli

INCROCI CON ROTATORIA

INCROCI CON ROTATORIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON ROTATORIA Visione d insieme Le rotatorie semplici a una sola corsia costituiscono il tipo di incrocio più sicuro

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

A 03 - Viaggiando con pneumatici dello stesso asse gonfiati a pressioni diverse:

A 03 - Viaggiando con pneumatici dello stesso asse gonfiati a pressioni diverse: ELENCO DI QUIZ RELATIVI ALLA PROVA SCRITTA DELL'ESAME DI CUI ALL'ART. 6 COMMA 3 DELLA LEGGE 15/1/1992 N 21 ELABORATI SULLA BASE DEL PROGRAMMA DI CUI ALL'ART. 19 DELLA LEGGE REGIONALE N 58 DEL 26/10/1993.

Dettagli

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI

ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI ORARIO DI LAVORO DEI LAVORATORI MOBILI NEL SETTORE TRASPORTI Sommario: 5064.0 QUADRO GENERALE 5064.1 ORARIO DI LAVORO 5064.1.1 Durata dell'orario di lavoro settimanale 5064.1.2 Riposi intermedi 5064.1.3

Dettagli

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE Alcuni criteri di pianificazione delle rotatorie Cenni alla manualistica della Regione Piemonte, della Regione Lombardia e di altri Paesi europei Torino, 14 DICEMBRE

Dettagli

Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada

Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada (Decreto Presidente della Repubblica 16 Dicembre 1992 nr.495 aggiornato al D.P.R. 6 marzo 2006, n.153) TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

POLITICA AZIENDALE PER LA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO... 4 PREMESSA... 6

POLITICA AZIENDALE PER LA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO... 4 PREMESSA... 6 LINEE GUIDA PER LA SICUREZZA DELL OPERATORE SU STRADA INDICE POLITICA AZIENDALE PER LA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO... 4 PREMESSA... 6 1. NORME DI COMPORTAMENTO GENERALI PER L ESECUZIONE DELLE MANOVRE

Dettagli

La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti. 10 domande per gli operatori a terra OSDE

La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti. 10 domande per gli operatori a terra OSDE La sicurezza durante la raccolta e il trasporto di rifiuti 10 domande per gli operatori a terra OSDE 1. Sono sempre visibile agli altri? Indosso sempre un indumento ad alta visibilità, anche quando fa

Dettagli

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime.

Articolo 3, comma 3- Viene così riformulato Il Contrassegno è predisposto per una validità di cinque anni. Approvato unanime. 1 2 3 Preso atto, inoltre, che la I Commissione consiliare permanente - Affari Generali e Istituzionali con verbale del 29 settembre 2011, qui allegato, ha espresso parere favorevole, sulla proposta in

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne

SCHEMI OPERATIVI. Indice: COPIA AGGIORNATA 07.04.2013. Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne SCHEMI OPERATIVI COPIA AGGIORNATA 07.04.2013 Redatti dal Commissario Aggiunto Gianni Sansonne Indice:. Pagina 2: Equiparazione delle patenti rilasciate fino al 18.01.13 alle nuove categorie previste dal19.01.13;.

Dettagli

Decreto del Presidente della Repubblica del 15 giugno 1959, n. 393

Decreto del Presidente della Repubblica del 15 giugno 1959, n. 393 Decreto del Presidente della Repubblica del 15 giugno 1959, n. 393 Gazzetta Ufficiale del 23 giugno 1959, n. 147 Testo unico delle norme sulla circolazione stradale. Abrogato dall'art. 231, D.Lgs. 30.04.1992,

Dettagli

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI SISTEMI DI REGOLAZIONE DEL TRAFFICO LINEE GUIDA Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione,

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE

Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE PROINCIA DI TARANTO Cons. autom. Serie A CIRCOLAZIONE STRADALE A0001 A0002 A0003 A0004 A0005 A0006 Sono classificati veicoli secondo il CDS 1 le macchine uso bambini 2 i ciclomotori 3 le macchine uso disabili

Dettagli

Manuale operativo per la gestione e la manutenzione delle strade ai fini della tutela della sicurezza dei lavoratori

Manuale operativo per la gestione e la manutenzione delle strade ai fini della tutela della sicurezza dei lavoratori Manuale operativo per la gestione e la manutenzione delle strade ai fini della tutela della sicurezza dei lavoratori PRESENTAZIONE La presente pubblicazione si inserisce nell'ambito delle iniziative

Dettagli

Gazzetta Ufficiale n. 301 del 28 dicembre 2000 MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

Gazzetta Ufficiale n. 301 del 28 dicembre 2000 MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI Gazzetta Ufficiale n. 301 del 28 dicembre 2000 MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI DIRETTIVA 24 ottobre 2000 - Direttiva sulla corretta ed uniforme applicazione delle norme del codice della strada in materia

Dettagli

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI DIRETTIVA SULLA CORRETTA ED UNIFORME APPLICAZIONE DELLE NORME DEL CODICE DELLA STRADA IN MATERIA DI SEGNALETICA E CRITERI PER L INSTALLAZIONE E LA MANUTENZIONE (G.U. n. 301

Dettagli

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio AIPCR - Comitato Tecnico Nazionale C. Infrastrutture Stradali più Sicure 008-0 WORKSHOP La DIRETTIVA 008/96/CE Roma, 9 luglio 009 Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio Davide

Dettagli

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione).

(Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). (Gli asterischi indicano punti di interesse per i disabili visivi o modifiche richieste nel caso che la circolare fosse sottoposta a revisione). CIRCOLARE N 4 del 1 MARZO 2002 OGGETTO: Linee guida per

Dettagli

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali.

TITOLO I Ambito di applicazione. TITOLO II Disposizioni generali. Regolamento d uso del verde Adottato dal Consiglio Comunale nella seduta del 17.7.1995 con deliberazione n. 173 di Reg. Esecutiva dal 26.10.1995. Sanzioni approvate dalla Giunta Comunale nella seduta del

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO MINISTERIALE 20 settembre 2013 (G.U. n. 115 del 20.5.2014)

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI. DECRETO MINISTERIALE 20 settembre 2013 (G.U. n. 115 del 20.5.2014) MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI DECRETO MINISTERIALE 20 settembre 2013 (G.U. n. 115 del 20.5.2014) Disposizioni in materia di corsi di qualificazione iniziale e formazione periodica per

Dettagli

T.Esposito R.Mauro M.Corradini LE INTERSEZIONI STRADALI E LE NUOVE NORME FUNZIONALI E GEOMETRICHE PER LA COSTRUZIONE DELLE INTERSEZIONI

T.Esposito R.Mauro M.Corradini LE INTERSEZIONI STRADALI E LE NUOVE NORME FUNZIONALI E GEOMETRICHE PER LA COSTRUZIONE DELLE INTERSEZIONI LE INTERSEZIONI STRADALI E LE NUOVE NORME FUNZIONALI E GEOMETRICHE PER LA COSTRUZIONE DELLE INTERSEZIONI Luglio 2007 La presente monografia costituisce l aggiornamento del Cap.11 del testo T.Esposito,

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali

PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali PROVINCIA DI BOLOGNA SETTORE VIABILITA Servizio Manutenzione Strade Ufficio Trasporti Eccezionali LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI D OPERA NEL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA LE DISPOSIZIONI DI LEGGE NAZIONALI

Dettagli

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso

Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso PRESS info P09X02IT / Per-Erik Nordström 15 ottobre 2009 Cambio di marcia completamente automatizzato tutt'altro che un lusso per un autobus di lusso Il nuovo Scania Opticruise per autobus completamente

Dettagli

Moto sul piano inclinato (senza attrito)

Moto sul piano inclinato (senza attrito) Moto sul piano inclinato (senza attrito) Per studiare il moto di un oggetto (assimilabile a punto materiale) lungo un piano inclinato bisogna innanzitutto analizzare le forze che agiscono sull oggetto

Dettagli

Impatti. Volu mi. Veloci tà

Impatti. Volu mi. Veloci tà I risultati conseguiti dagli interventi di moderazione del traffico Nella determinazione dei dati sull incidenza sulla velocità vanno tenuti presenti il luogo e il tempo del rilevamento: i conducenti rallentano

Dettagli

ORDINANZA N. 324 / 2008 DISCIPLINA ACCESSO E SOSTA Z.T.L. DELIBERAZIONE G.C. N. 124 DEL 13/05/2008. IL DIRIGENTE

ORDINANZA N. 324 / 2008 DISCIPLINA ACCESSO E SOSTA Z.T.L. DELIBERAZIONE G.C. N. 124 DEL 13/05/2008. IL DIRIGENTE COMANDO POLIZIA MUNICIPALE ORDINANZA N. 324 / 2008 Oggetto : DISCIPLINA ACCESSO E SOSTA Z.T.L. DELIBERAZIONE G.C. N. 124 DEL 13/05/2008. IL DIRIGENTE Visto l atto deliberativo del Consiglio Comunale n

Dettagli

4.03 Stato al 1 gennaio 2013

4.03 Stato al 1 gennaio 2013 4.03 Stato al 1 gennaio 2013 Mezzi ausiliari dell AI Professione e vita quotidiana 1 Gli assicurati dell AI hanno diritto, nei limiti fissati in un elenco allestito dal Consiglio federale, ai mezzi ausiliari

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

e zone sotto la lente

e zone sotto la lente e zone sotto la lente Condizioni Funzioni Effetti Premessa Già oggetto di una gran polemica, chiusa nel 2001 dal rifiuto massiccio del popolo d introdurre nelle località il limite generalizzato di 30 km/h,

Dettagli

1^A - Esercitazione recupero n 4

1^A - Esercitazione recupero n 4 1^A - Esercitazione recupero n 4 1 In un cartone animato, un gatto scocca una freccia per colpire un topo, mentre questi cerca di raggiungere la sua tana che si trova a 5,0 m di distanza Il topo corre

Dettagli

Oggetto dell appalto:

Oggetto dell appalto: ALLEGATO 5 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI (art. 26 comma 3 D.Lgs. 81/08) Oggetto dell appalto: Servizio di vigilanza armata da effettuarsi con guardie giurate particolari fornite

Dettagli

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA

ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA ACQUISTO AUTO: IVA AGEVOLATA Al momento dell'acquisto di un veicolo, nuovo o usato, le persone disabili o i familiari che le hanno fiscalmente in carico possono usufruire di una riduzione dell'aliquota

Dettagli

Accendi le luci. Ora anche di giorno.

Accendi le luci. Ora anche di giorno. Accendi le luci. Ora anche di giorno. Più luce, maggiore sicurezza. I veicoli che circolano con le luci anabbaglianti o di marcia diurna accese vengono riconosciuti prima, riducendo così notevolmente il

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE

COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE COMUNE DI BARLETTA PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI E DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE: NORME TECNICHE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 03 del 19 gennaio 2005

Dettagli

PER UNA CITTA' CICLABILE: LE COSE DA NON FARE

PER UNA CITTA' CICLABILE: LE COSE DA NON FARE PER UNA CITTA' CICLABILE: LE COSE DA NON FARE La prima e più importante questione che le azioni per la difesa e diffusione della mobilità ciclistica urbana devono saper affrontare è quella della costruzione

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO

DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE STRADE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO DETERMINAZIONI IN ORDINE ALLE DIMENSIONI DELLE ED ALLE DISTANZE DI RISPETTO STRADALI E DEI TRACCIATI FERROVIARI DI PROGETTO (articolo 70 della legge provinciale 5 settembre 1991, n. 22 articolo 64 della

Dettagli

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA

Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA COMUNE DI RAVENNA Scheda Progetto: UN PIEDIBUS TARGATO RAVENNA Anno scolastico 2007/2008 PREMESSA Il Piedibus è il modo più sano, sicuro, divertente ed ecologico per andare e tornare da scuola. E un autobus

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

CATENE DA NEVE, PNEUMATICI DA NEVE E CHIODATI

CATENE DA NEVE, PNEUMATICI DA NEVE E CHIODATI CATENE DA NEVE, PNEUMATICI DA NEVE E CHIODATI A cosa servono In genere, in caso di neve, vi sono due alternative per viaggiare sicuri: gli pneumatici da neve o le catene. Mentre i primi sono molto più

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 138 DEL 09-11-1994 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI TESTO IN VIGORE DAL 01/01/2013

DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 138 DEL 09-11-1994 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI ED INTEGRAZIONI TESTO IN VIGORE DAL 01/01/2013 COMUNE di ROVIGO REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE DI CARTELLI PUBBLICITARI ED ALTRI IMPIANTI SIMILI E PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SULLA PUBBLICITA E DEL DIRITTO SULLE PUBBLICHE AFFISSIONI http://www.comune.rovigo.it

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT

EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI VOLT EQUIPAGGIAMENTI E PREZZI LUGLIO 2012 LISTINO PREZZI Volt CHIAVI IN MANO CON IVA MESSA SU STRADA PREZZO DI LISTINO CON IVA PREZZO LISTINO (IVA ESCLUSA) 44.350 ALLESTIMENTI 1.400,00 42.950,00 35.495,87 SPECIFICHE

Dettagli

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati.

Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. I TRASPORTI INTERNAZIONALI Per trasporto internazionale di cose s intende lo spostamento, a carico o a vuoto, del veicolo fra due o più Stati. Per effettuare trasporti internazionali di merci su strada

Dettagli

Verso uno spazio europeo della sicurezza stradale

Verso uno spazio europeo della sicurezza stradale Verso uno spazio europeo della sicurezza stradale orientamenti 2011-2020 per la sicurezza stradale ON THE MOVE Per strade più sicure in Europa Sintesi per i cittadini Orientamenti UE 2011-2020 per la

Dettagli

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI Direttive per la redazione, adozione ed attuazione dei piani urbani del traffico. (Art. 36 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285. Nuovo codice della strada). 1 2

Dettagli

Sicurezza nei quartieri

Sicurezza nei quartieri Sicurezza nei quartieri Orientamento sulle sistemazioni e sui dispositivi stradali Membri del TCS gratuito (1 copia) Non membri CHF 10. touring club suisse schweiz svizzero Prefazione La prevenzione degli

Dettagli

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note:

Approvato: con delibera di Consiglio Comunale n. 30 del 21.04.2009 Revisioni: Note: REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COLLOCAZIONE DI INSEGNE DI ESERCIZIO, CARTELLI, ALTRI MEZZI PUBBLICITARI, SEGNALI TURISTICI E DI TERRITORIO E SEGNALI CHE FORNISCONO INDICAZIONE DI SERVIZI UTILI Approvato:

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Progetto I-Bus Telecontrollo Bus Turistici e pagamento elettronico dei permessi Sintesi Roma Servizi per la mobilità ha messo a punto un sistema di controllo

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus

Maggior comfort e sicurezza in movimento. Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Maggior comfort e sicurezza in movimento Sistemi di riscaldamento e di condizionamento per veicoli speciali, mini e midibus Comfort e sicurezza ti accompagnano in ogni situazione. Ecco cosa significa Feel

Dettagli

Progetto ideato e realizzato da

Progetto ideato e realizzato da PREFETTURA DI ENNA Progetto ideato e realizzato da CONSIGLI SULLA SICUREZZA Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Enna Comando Provinciale Vigili del Fuoco Enna Associazione Nazionale Vigili del

Dettagli

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA)

VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) La Valutazione di Impatto Ambientale e lo Studio di Impatto Ambientale VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE (VIA) E LO STUDIO DI IMPATTO AMBIENTALE (SIA) http://people.unica.it/maltinti/lezioni Link: SIAeVIA

Dettagli

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773;

- - Visto l'art. 63 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773; Decreto Ministeriale del 12/09/2003 Approvazione della regola tecnica di prevenzione incendi per l'installazione e l'esercizio di depositi di gasolio per autotrazione ad uso privato, di capacita' geometrica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Per il quieto vivere e la sicurezza gli automezzi vanno usati il meno possibile ed in ogni caso l'andatura deve essere a passo d'uomo.

Per il quieto vivere e la sicurezza gli automezzi vanno usati il meno possibile ed in ogni caso l'andatura deve essere a passo d'uomo. REGOLAMENTO Il presente Regolamento con il Listino Prezzi viene consegnato agli Ospiti al momento dell'arrivo ed è esposto in ufficio accettazione. L'entrata in campeggio ne costituisce piena accettazione.

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DECRETO n. 429 del 15 dicembre 2011 Direttive e calendario per le limitazioni alla circolazione stradale fuori dai centri abitati per l anno 2012 IL MINISTRO

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA SEGNALETICO INFORMATIVO E PUBBLICITARIO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA SEGNALETICO INFORMATIVO E PUBBLICITARIO COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL SISTEMA SEGNALETICO INFORMATIVO E PUBBLICITARIO Allegato A alla delibera del C.C. n. 5 del 08.02.2011 1 INDICE CAPO

Dettagli

Andare a scuola da soli

Andare a scuola da soli Bollettino a cura del Progetto di Ricerca "La città dei bambini", Reparto di Psicopedagogia, Istituto Psicologia del CNR di Roma via U. Aldrovandi, 18-00197 Roma, Tel. 06 3221198, Fax 06 3217090, cittbamb@kant.irmkant.rm.cnr.it

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di CONDUCENTE Cognome Nome 1 a EMISSIONE RINNOVO Per scadenza

Dettagli

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 305 del 29.11.2006 modificato con deliberazioni del C. C. n. 183 del 03.08.2007, n. 270

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I

REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I REGOLAMENTO COMUNALE PER I SERVIZI DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA CAPO I SERVIZIO DI NOLEGGIO CON CONDUCENTE SVOLTI MEDIANTE AUTOVETTURA ART.1 - DEFINIZIONE DEL SERVIZIO Sono definiti

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI

TERMINI E CONDIZIONI GENERALI TERMINI E CONDIZIONI GENERALI Leggere attentamente Termini e Condizioni prima di noleggiare una vettura con Atlaschoice. I Termini si applicano a qualsiasi prenotazione effettuata con Atlaschoice tramite

Dettagli

Premessa. Gli scopi del presente documento sono:

Premessa. Gli scopi del presente documento sono: Premessa La società EUR Congressi Roma S.r.l. (di seguito Committente) in un ottica di Global Service ha affidato alla Marcopolo S.p.a., mediante contratto di servizio, la gestione dei servizi di Facility

Dettagli

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario Esercizi lezioni 00_05 Pag.1 Esercizi relativi alle lezioni dalla 0 alla 5. 1. Qual è il fattore di conversione da miglia a chilometri? 2. Un tempo si correva in Italia una famosa gara automobilistica:

Dettagli

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di

in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito dell'incontro a Milano di Rubano, 24 febbraio 2010 Prot. 455 Sez. 0801 C. 13 Alle sigg.re Sindache ed ai sigg.ri Sindaci dei Comuni del Veneto Loro indirizzi Cari colleghi, in relazione all'emergenza smog, dichiarata a seguito

Dettagli

F.Gerola; L. Mattevi INTRODUZIONE

F.Gerola; L. Mattevi INTRODUZIONE Misurazioni fonometriche del rumore prodotto dal traffico stradale e dai veicoli F.Gerola; L. Mattevi Agenzia provinciale per la protezione dell'ambiente - Provincia autonoma di Trento INTRODUZIONE Il

Dettagli