Le terapie di supporto nella gestione dei trattamenti chemio-radioterapici. neoplasie del testa-collo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le terapie di supporto nella gestione dei trattamenti chemio-radioterapici. neoplasie del testa-collo"

Transcript

1 Le terapie di supporto nella gestione dei trattamenti chemio-radioterapici concomitanti per le neoplasie del testa-collo Paolo Bossi Head and Neck Medical Oncology Unit Istituto Nazionale Tumori Milan, Italy

2 IMPORTANZA PER LA COMPLIANCE E PER L OUTCOME

3 Importanzadi sapermisuraretossicità Terapiedi supportoe tossicità Qualiterapiedi supporto?

4 TERAPIA DI SUPPORTO E TOSSICITA Come si valuta l importanza della terapia di supporto sulla gestione delle tossicità? dipende da come misuriamo le tossicità.

5 PATIENT REPORTED OUTCOME e PHYSICIAN ASSESSED TOXICITIES - A seconda del metodo con cui valuto le tossicità, posso trovare differenti risultati negli studi clinici MEASUREMENT - le valutazioni di Patient Reported Outcome (PRO) sono in grado di valutare più accuratamente le tossicità e la loro traiettoria

6 PATIENT REPORTED OUTCOME e PHYSICIAN ASSESSED TOXICITIES - Il personale medico tende a sottostimare la presenza e la severità dei sintomi rispetto alla valutazione diretta del paziente MEASUREMENT

7 MEASUREMENT PATIENT REPORTED OUTCOME e PHYSICIAN ASSESSED TOXICITIES

8 PATIENT REPORTED OUTCOME e PHYSICIAN ASSESSED TOXICITIES MEASUREMENT PRO aumentano l accuratezza della valutazione dei sintomi soggettivi

9 PATIENT REPORTED OUTCOME e PHYSICIAN ASSESSED TOXICITIES Il caso di Palifermine il valore dei PRO: hematopoietic cancer stem-cell transplantation head and neck

10 Entrambi i trials sono risultati positivi nella valutazione della mucosite da parte del medico hematopoietic stem-cell transplantation head and neck cancer MEASUREMENT Paliferminriduce significativamente l intensità e la durata della mucositegrado 3-4 WHO rispetto a placebo

11 MEASUREMENT Ma risultati differenti quando si utilizzano I PRO (OMDQ or OMWQ) hematopoietic stem-cell transplantation OMDQ rileva variazione significativa della mucosite head and neck cancer Beneficio di palifermin nella mucosite physician-assessed non trovaun parallelonellamucosite rilevata dal paziente.

12 IL TERZO ASSE: IL TEMPO MEASUREMENT FREQUENCY INTENSITY

13 IL TERZO ASSE: IL TEMPO -Valutare l impatto della durata degli eventi avversi sulla qualità di vita MEASUREMENT -Notevole importanza in terapie di lunga durata e intense come per Head and Neck

14 - QUALE TOSSICITA E PEGGIORE? grade time time MEASUREMENT - COME MISURO EVENTI AVVERSI RICORRENTI? grade time

15 SIAMO PRONTI PER AUC? 4 4 grade time time MEASUREMENT grade time

16 Misurare la Qualità di Vita Cancer 2014

17 La traiettoria dei sintomi durante CTRT

18 IMPORTANZA TERAPIA DI SUPPORTO 1) Riduzione delle tossicità acute 2) Riduzione della morbiditàe mortalità da late effects 3) Incremento compliancee dose intensity 4) Riduzione dei costi 5) Omogeneità negli studi clinici 6) Miglioramento sopravvivenza

19 1) RIDUZIONE TOSSICITA ACUTE Toxic death STUDIO TRATTAMENTO MORTALITA DA TX Brizel NEJM 1998 HFRT +/- cddp5fu 2% Calais JNCI 1999 RT - cddprt 1-2% Adelstein JCO 2003 RT RTcddp RTcddp5fu 2-3% Argiris CCR 2004 CTRT (5 trials) 5.5% Adelstein JCO 2006 RT+cddp5FU 1% Pfister JCO 2006 RT+cddp+cet 9% Bonner 2006 RT +/- cet No toxic death Givens ArchOto 2009 IMRT + CT 2-4% Lefebvre JNCI 2009 Seq/alt RTcddp 3-6% Toxicdeath= deathresulting from treatment within 30 days of treatment completion

20 Cause di morte in pz durante il trattamento Mell, Journal of Clinical Oncology 2010

21 Cause di morte in pz durante il trattamento We found that even within a relatively homogeneous cohortof patientswith nonmetastaticstage III to IV HNC, itwaspossibleto identifylarge subsetsof patientswith similar DFS, but markedly different risk for competing events In additionto testingnew cancertherapies, multimodalitytherapyfor HNC shouldfocus on ameliorating treatment toxicity and improving management of comorbid diseases

22 2) Riduzione tossicità tardive Non cancer mortality

23 Riduzione tossicità tardive

24 3) Incremento compliancee dose-intensity Chemotherapy Radiation

25 4) Riduzione dei costi Nonzee N, Cancer 2008

26 I costi

27 5) Rendereomogeneoiltrattamentodi supportoneglistudiclinici Lancet Oncology 2012

28 Rendereomogeneoiltrattamento di supportoneglistudiclinici

29 Rendereomogeneoiltrattamento di supportoneglistudiclinici

30 6) Possibileincrementosopravvivenza?

31 Qualeterapiadisupporto?

32 Sviluppata da più di 40 esperti con approccio multidisciplinare(aiom, AIRO, AIOCC) UtilizzatametodologiaASCO: a) revisione sistematica letteratura b) costruzione consenso con metodo di Delphi (3 rounds) c) revisione esterna e approvazione

33 Daris Ferrari Fabio Trippa Giuseppe Sanguineti Lisa Licitra Paolo Bossi Vitaliana De Sanctis Anna Merlotti Antonio Schindler Daniela Alterio Fausto Chiesa Marco Merlano Massimo Spadola Nerina Denaro Nicole Pizzorni Orietta Caspiani Sergio Riso Valeria Zurlo Antonello Lombardo Francesco Moretto Marco Benasso Mario Grosso Monica Rampino Ombretta Ciotti Fabiola Paiar Graziella Pinotti Maria Grazia Ghi Salvatore Grisanti Agostino Paccagnella Alessandro Gava Carla Ripamonti Cecilia Gavazzi Francesco Caponigro Francesco Valduga Giovanni Pavanato Jessica Lops Maria Cossu Rocca Maria Soloperto Almalina Bacigalupo Aurora Mirabile Elvio Russi Fulvio Crippa Gianmauro Numico Andrea Bolner Enzo Ruggeri Giuseppe Azzarello Mario Airoldi Alessandra Majorana Corrado Paganelli Ester Orlandi Federico Di Rosario Giorgio Gastaldi Lucia Vassalli Michela Buglione Piero Nicolai Roberta Cavagnini Robero Maroldi Stefano A. Salgarello Stefano Magrini Le società scientifiche AIOM AIRO AIOCC

34 Comitato scientifico: G Numico, E Russi, P Bossi, L Licitra Facilitatoriper singolotopic: M Airoldi, V De Sanctis, A Mirabile, N Denaro, MG Ghi, C Ripamonti, A Gava, F Moretto, M Buglione Revisoriesterni: J Vermorken, H Langendijk, B Murphy, J Raber- Durlacher

35 TOPICS MUCOSITE DISFAGIA TOSSICITA EMATOLOGICA INFEZIONI NUTRIZIONE/IDRATAZIONE DOLORE TOSSICITA CUTANEA PROBLEMATICHE DENTARIE

36 Take-home messages dalconsensoottenuto

37 Considerale tossicitànon singolarmentema come un unicum Russi E, 2014

38 ApproccioMultidisciplinare (prima, durante, dopo)

39 Valutatossicitàcon ipro

40 Mucosite Identifica il paziente a rischio Oral care make the difference

41 Disfagia Valuta pz regolarmente e consulta specialista Mantieni attiva la deglutizione

42 Infezioni Ricerca la SIRS, valuta l infezione e tratta presto Usa antibiotici ad ampio spettro

43 Infezioni Cosafare in casodisepsi+ insufficienzad organo

44 Dermatite Igiene preventiva è cruciale Limita steroidi e usa medicazioni

45 Tossicitàematologica Neutropenia febbrile è sempre ad alto rischio Limitausodifattoridicrescita

46 Terapia sistemica Dolore Terapia topica

47 Nutrizione Screening nutrizionale Quando iniziare nutrizione enterale?

48 Problemiodontoiatrici L importanza della valutazione preterapia Follow up: prevenzione high risk pts - interventi

49 NEXT STEPS COSTRUZIONE DI UN ALGORITMOPER IL GRUPPO MULTIDISCIPLINARE: check list della terapiadi supportoin CTRT TRADUZIONE DEGLI STATEMENTS E PUBBLICAZIONE SUL SITO SOCIETA SCIENTIFICHE AGGIORNAMENTO PERIODICO Grazie!

Consensus conference

Consensus conference Consensus conference on supportive care in concurrent chemo-radiation treatment of head and neck cancers Milan, May 5 2014 Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori with the support of AIOM - AIRO

Dettagli

FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015

FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015 GRANDANGOLO UN ANNO DI ONCOLOGIA FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015 BOLOGNA, 11-12 MAGGIO 2015 DIRETTORi Andrea Antonuzzo Paolo Bossi Carla Ida Ripamonti Fausto Roila 14 CREDITI FORMATIVI SEZIONE DI ONCOLOGIA

Dettagli

FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015

FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015 GRANDANGOLO UN ANNO DI ONCOLOGIA FOCUS SU TERAPIE DI SUPPORTO 2015 BOLOGNA, 11-12 MAGGIO 2015 DIRETTORi Andrea Antonuzzo Paolo Bossi Carla Ida Ripamonti Fausto Roila 14 CREDITI FORMATIVI SEZIONE DI ONCOLOGIA

Dettagli

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere

Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Sperimentazione Clinica: ruolo e responsabilità dell Infermiere Documenti per lo studio Giuseppe Caracciolo, Cardiologist e Clinical Research Physician, Menarini Ricerche Alessandra Milani, Coordinatore

Dettagli

programma M. Ansarin (Milano) 09.30 Introduzione ai lavori G. Cortesina (Torino), M. Benasso (Savona), R. Corvò (Genova), G.

programma M. Ansarin (Milano) 09.30 Introduzione ai lavori G. Cortesina (Torino), M. Benasso (Savona), R. Corvò (Genova), G. programma 09.30 Introduzione ai lavori G. Cortesina (Torino), M. Benasso (Savona), R. Corvò (Genova), G. Peretti (Genova) SESSIONE 1 Chair: F. Chiesa (Milano), G. Paludetti (Roma) 09.40 ruolo, validazione

Dettagli

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica

Bruno Meduri. Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena. Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Bruno Meduri Radioterapia Oncologica - A.O.U. Policlinico di Modena Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica Follow up condiviso Il follow-up attivo della donna trattata è parte integrante del

Dettagli

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA

SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA SCREENING PER LA PREVENZIONE DEL TUMORE DELLA MAMMELLA Controversie sullo screening mammografico: pro e contro Edda Simoncini Breast Unit A.O.Spedali Civili Brescia Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera

Dettagli

LINEE GUIDA PRATICHE MASCC/ISOO BASATE SULL EVIDENZA PER LA PREVENZIONE ED IL TRATTAMENTO DELLA MUCOSITE CAUSATA DA TERAPIE ONCOLOGICHE.

LINEE GUIDA PRATICHE MASCC/ISOO BASATE SULL EVIDENZA PER LA PREVENZIONE ED IL TRATTAMENTO DELLA MUCOSITE CAUSATA DA TERAPIE ONCOLOGICHE. Riassunto LINEE GUIDA PRATICHE MASCC/ISOO BASATE SULL EVIDENZA PER LA PREVENZIONE ED IL TRATTAMENTO DELLA MUCOSITE CAUSATA DA TERAPIE ONCOLOGICHE Data del documento originale: 7 novembre 2014 MUCOSITE

Dettagli

TOSSICITA CUTANEA M.MOLTENI A.O.OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI POLO UNIVERSITARIO VARESE

TOSSICITA CUTANEA M.MOLTENI A.O.OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI POLO UNIVERSITARIO VARESE TOSSICITA CUTANEA M.MOLTENI RADIOTERAPIA A.O.OSPEDALE DI CIRCOLO E FONDAZIONE MACCHI POLO UNIVERSITARIO VARESE HEAD & NECK CANCER 645.000 NUOVI CASI/ANNO NEL MONDO 75% III-IV STADIO CHIRURGIA CHIRURGIA+RADIOTERAPIA

Dettagli

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA

LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA LA CHEMIOTERAPIA ORALE IN ASSOCIAZIONE ALLA RADIOTERAPIA G.Lazzari, G. Silvano S. C. Radioterapia Oncologica ASL TA/ 1 - Taranto Taranto, 21 gennaio 2005 BACKGROUND Le formulazioni orali di chemioterapia

Dettagli

Il gruppo multidisciplinare L esperienza dell Istituto Europeo di Oncologia

Il gruppo multidisciplinare L esperienza dell Istituto Europeo di Oncologia Il gruppo multidisciplinare L esperienza dell Istituto Europeo di Oncologia Fausto Chiesa Direzione Scientifica Istituto Europeo di Oncologia IEO HEAD & NECK TASK FORCE 2012 Anaesthesiology Antonella

Dettagli

Le nuove molecole in oncologia prostatica. Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta

Le nuove molecole in oncologia prostatica. Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta Le nuove molecole in oncologia prostatica Gianmauro Numico Direttore SC Oncologia Azienda USL della Valle d Aosta Castration 2013 Abiraterone 1996 Mitoxantrone 2004 Docetaxel Death Tumor volume Local Therapy

Dettagli

La PEG nel paziente anziano demente: il punto di vista del Geriatra

La PEG nel paziente anziano demente: il punto di vista del Geriatra La PEG nel paziente anziano demente: il punto di vista del Geriatra Dr. A. Zurlo U.O. Geriatria e Ortogeriatria AOUFE Convegno L Appropriatezza in Endoscopia Digestiva Ferrara 25/11/2011 La letteratura

Dettagli

A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) (pubblicato a maggio 2014) Aggiornata alla pubblicazione della negoziazione AIFA (luglio 2014)

A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) (pubblicato a maggio 2014) Aggiornata alla pubblicazione della negoziazione AIFA (luglio 2014) Raccomandazioni evidence-based Pertuzumab Nel carcinoma mammario avanzato HER2/neu positivo (I linea di terapia) A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione d uso n. 26 Settembre

Dettagli

Spring Event. Spring Event 2011 NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA

Spring Event. Spring Event 2011 NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA Centro Congressi Palazzo delle Stelline Spring Event NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA In copertina: particolare da Il Cenacolo di Leonardo da Vinci. NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO

Dettagli

NOVITÀ NELLA RADIOTERAPIA

NOVITÀ NELLA RADIOTERAPIA ASSOCIAZIONE ITALIANA RADIOTERAPIA ONCOLOGIA PIEMONTE VALLE D AOSTA LIGURIA VI CONVEGNO GRUPPO INTERREGIONALE AIRO NOVITÀ NELLA RADIOTERAPIA DEI TUMORI GINECOLOGICI Presidente del Convegno Pietro Gabriele

Dettagli

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare

Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Dati tumore al seno in Piemonte; il significato del percorso multidisciplinare Isabella Castellano Dipartimento di Scienze Mediche Università di Torino Breast Unit Città della Salute e della Scienza-Torino

Dettagli

OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.).

OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.). Deliberazione n. 916 del 29 07 2009 OGGETTO: nomina componenti organismi dedicati alla prevenzione, sorveglianza e controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza (I.C.A.). IL DIRETTORE AMMINISTRATIVO

Dettagli

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri

Safe Surgery Saves Lives and Resourses. Dott. Francesco Venneri Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri CLINICAL RISK MANAGEMENT Safe Surgery Saves Lives and Resourses Dott. Francesco Venneri Clinical Risk Manager Azienda Sanitaria Firenze Tutti

Dettagli

Curriculum vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione. Titoli di studio. Piazzale D Errico n 92,Palazzo S.

Curriculum vitae. Informazioni personali. Istruzione e formazione. Titoli di studio. Piazzale D Errico n 92,Palazzo S. Curriculum vitae Informazioni personali Nome Cognome Indirizzo Luciana Rago Piazzale D Errico n 92,Palazzo S.Gervasio (PZ) Telefono ufficio 0972-726480 E-mail Cittadinanza ragoluy@gmail.com Italiana Data

Dettagli

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VI WORKSHOP

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VI WORKSHOP L infermiere NEL sostegno nutrizionale E NELLA promozione della salute VI WORKSHOP Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio

Dettagli

INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO

INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO INTERVISTA AL DR ENRICO BRIGNARDELLO Responsabile SSCVD "Unità di Transizione per Neoplasie Curate in Età Pediatrica" c/o AOU S.Giovanni Battista di Torino D. Dr Brignardello, ci può dire che differenza

Dettagli

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VIWORKSHOP

L infermiere NEL sostegno nutrizionale. 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio d Alba Viale Giorgio Ribotta, 5-00144 Roma VIWORKSHOP L infermiere NEL sostegno nutrizionale E NELLA promozione della salute VIWORKSHOP Centro di Eccellenza per la Cultura e la Ricerca Infermieristica 29APRILE2014 Ministero della Salute Auditorium Biagio

Dettagli

Dott. Nicola Balestrieri

Dott. Nicola Balestrieri CENTRO DI SENOLOGIA ULSS 9 TREVISO LILT SEZ. TREVISO Dott. Nicola Balestrieri le chance di guarigione di una paziente dipendono sempre di più dal livello di competenza del centro presso il quale viene

Dettagli

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona

Dott.ssa Chiara Dell Agnola. MdA Oncologia,AOUI Verona Dott.ssa Chiara Dell Agnola MdA Oncologia,AOUI Verona Malattia metastatica La neoplasia del testa-collo si presenta in oltre la metà dei pazienti in stadio avanzato (Stadio III e IV) 40-80% recidiva loco-regionale

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole

Tossicita da chemioterapia e differenze di genere. Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tossicita da chemioterapia e differenze di genere Ilaria Pazzagli U.O.Oncologia medica P.O.Pescia Azienda USL3 Pistoia e Valdinievole Tumori e genere:quali dati? Pochi dati prospettici e da trials clinici

Dettagli

Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici

Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici Prima del trattamento con bifosfonati endovena. Misure preventive per pazienti oncologici ed ematologici A.FASCIOLO, S.O.C. ORL. Direttore Dott. Raffaele Sorrentino ONJ Fattori di rischio Tipo bifosfonato

Dettagli

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano

GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano GRAVIDANZA DOPO CANCRO: QUANDO? Giovanna Scarfone - Stefania Noli Fondazione IRCCS Ca Granda Opsedale Maggiore Policlinico, Milano Timing e outcome della gravidanza dopo carcinoma Inquadramento ed Entità

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

C U R R I C U L U M. Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel. Ospedale S. Barbara 0781 3922327

C U R R I C U L U M. Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel. Ospedale S. Barbara 0781 3922327 C U R R I C U L U M D O T T. S S A E L I S A G R O S S O NATA A CARLOFORTE IL 20/SETTEMBRE/1963 Residente a Quartu Sanr Elena, Viale Colombo, 226 09045 Tel. abitazione 070-825802 - Mobile 347 2644206 Tel.

Dettagli

Fondazione Italiana Linfomi ONLUS. Fondazione Italiana Linfomi ONLUS

Fondazione Italiana Linfomi ONLUS. Fondazione Italiana Linfomi ONLUS Fondazione Italiana Linfomi ONLUS Sede legale : piazza Turati 5, 15121 - Alessandria Segreteria: c/o S.C. Ematologia Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo, Via Venezia 16, 15121 Alessandria

Dettagli

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza

Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Pesaro, 20 Marzo 2015 Sindrome dell intestine irritabile (IBS): Ruolo del farmacista nell inquadramento del paziente ed opzioni terapeutiche di Sua competenza Dott. Andrea Lisotti UOC Gastroenterologia

Dettagli

Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014

Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014 Corrado Tinterri BREAST UNIT BOLOGNA 2014 Le BREAST UNITS : Quale integrazione con lo screening? We found that the introduction of teams providing multidisciplinary care for the treatment of breast cancer

Dettagli

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari?

Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Quali farmaci antidolorifici utilizzare nell anziano con malattie cardiovascolari? Stefano Maria Zuccaro 12 GIUGNO 2015 18 marzo 2014 Cascata dell acido arachidonico CASCATA DELL ACIDO ARACHDONICO Il mismatch

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Maturita classica conseguita presso il Liceo Classico di Melito P.S. (RC) nell anno scolastico 1978/79.

CURRICULUM VITAE. Maturita classica conseguita presso il Liceo Classico di Melito P.S. (RC) nell anno scolastico 1978/79. CURRICULUM VITAE Dottor SERRANO FRANCESCO nato a Melito P.S. (RC) il 09-04-1960 abitante a Siderno M. in via Fiume 64 RC Cell. 348-9041758. e mail: serranofrancesco çyahoo,it Dal 01.10.1999 a tutt oggi,

Dettagli

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici Percorsi e processi organizzativi nei trattamenti integrati dei tumori gastrointestinali Associazione Dossetti Roma, 25-26 ottobre 2011 Stato dell arte e prospettive della Target Therapy nei Tumori gastroenterici

Dettagli

INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto

INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto INCARICHI INDIVIDUALI 2014 Atto di nomima Tipologia contratto Cognome Nome Cod. Fisc. Costo Ente Dal Al Responsabile 1-14 Collaborazione a progetto PERRONE FEDERICA PRRFRC85S57C523V 11040 01/01/2014 31/05/2014

Dettagli

Programma Quality Week. Ieo Milano Novembre 2013

Programma Quality Week. Ieo Milano Novembre 2013 Lunedì 4 Quality Week Ieo Milano Novembre 2013 Martedì 5 Mercoledì 6 venerdì 8 Giovedì 7 1 2 SI RINGRAZIANO: La trasparenza è un elemento forte per la qualità Lunedì 4 9-18 CORSO LEAN - YELLOW BELT Aula

Dettagli

Abiraterone e cabazitaxel

Abiraterone e cabazitaxel Raccomandazioni evidence-based Abiraterone e cabazitaxel nel carcinoma della prostata metastatico (II linea di terapia) A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione d uso n. 18

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA INFORMAZIONI PERSONALI Nome Riccardo Valdagni Indirizzo Via G. Venezian 1-20133 Milano Telefono 02 23903033 Fax 02 23903015 E-mail riccardo.valdagni@istitutotumori.mi.it Nazionalità Italiana Data di nascita

Dettagli

! Grandangolo!! Neoplasie!del!! Distre1o!Cervico5Facciale! Daniela'Alterio' Advanced(Radiotherapy(Center( Istituto(Europeo(di(Oncologia,(Milano(

! Grandangolo!! Neoplasie!del!! Distre1o!Cervico5Facciale! Daniela'Alterio' Advanced(Radiotherapy(Center( Istituto(Europeo(di(Oncologia,(Milano( ! Grandangolo!! Neoplasie!del!! Distre1o!Cervico5Facciale! Daniela'Alterio' Advanced(Radiotherapy(Center( Istituto(Europeo(di(Oncologia,(Milano( DICHIARAZIONE Relatore: DANIELA ALTERIO NESSUN CONFLITTO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE INFORMAZIONI PERSONALI Nome ANGILERI MARIA GRAZIA Data di nascita 17/05/1979 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERA S. ANTONIO ABATE

Dettagli

L ALIMENTAZIONE NEL BAMBINO IMMUNODEPRESSO

L ALIMENTAZIONE NEL BAMBINO IMMUNODEPRESSO L ALIMENTAZIONE NEL BAMBINO IMMUNODEPRESSO Dott.ssa F. Fagioli S.C. Oncoematologia Pediatrica e Centro Trapianti O.I.R.M. Torino Centri AIEOP Ogni anno in Italia vengono diagnosticati circa 1500 casi di

Dettagli

Cancro della mammella nelle teen-agers

Cancro della mammella nelle teen-agers Cancro della mammella nelle teen-agers Società Triveneta di Chirurgia Padova 12 dicembre 2014 Dott.ssa E. Goldin Dott. A. Marchet Dott. A. Varotto Prof. D. Nitti U.O. Clinica Chirurgica I Padova CASO CLINICO

Dettagli

NUTRIZIONE CLINICA incontra la GASTROENTEROLOGIA

NUTRIZIONE CLINICA incontra la GASTROENTEROLOGIA la NUTRIZIONE CLINICA incontra la GASTROENTEROLOGIA direttori del corso G. Biolo, M. Muscaritoli, D. Alvaro ROMA, 4 5 GIUGNO 2015 Villa Malta CON IL PATROCINIO DI: la NUTRIzIONe clinica incontra la GAsTROeNTeROLOGIA

Dettagli

IL CARCINOMA ESOFAGEO

IL CARCINOMA ESOFAGEO II Università degli tudi di Napoli Corso di laurea in Medicina e Chirurgia ede di Caserta IL CARCINOMA EOFAGEO A.A. 07/08 00 casi/anno ETIOLOGIA Alcol (per le forme squamose) Tabacco Dieta LEIONI PRECANCEROE

Dettagli

Spring Event. Spring Event 2011 NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA

Spring Event. Spring Event 2011 NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA 2011 Centro Congressi Palazzo delle Stelline NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE PROGRAMMA In copertina: particolare da Il Cenacolo di Leonardo da Vinci. 2011 NUTRIZIONE ED ONCOLOGIA VERSO L INTEGRAZIONE

Dettagli

PET e Radioterapia. Diana Salvo. Cagliari 21-06-08

PET e Radioterapia. Diana Salvo. Cagliari 21-06-08 PET e Radioterapia Diana Salvo Cagliari 21-06-08 Nuove tecnologie in radioterapia clinica 2D planning 3D conformal IMRT IMRT (Intensity Modulated Radiation Therapy) IMRT è una tecnica di elevata precisione

Dettagli

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani

Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Cosa fare quando è presente una predisposizione genetica? Olivia Pagani Probabilità nella Popolazione Generale Carcinoma mammario 11% Carcinoma dell ovaio 0.7% PERCHE UNA CONSULENZA GENETICA ONCOLOGICA?

Dettagli

dr Sherkat Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate

dr Sherkat Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate Trattamento dei gliomi maligni Terapie combinate Epidemiologia Epidemiologia - 1 Incidenza delle neoplasie cerebrali In Europa 5 casi su 100.000 abitanti/anno 2% di tutte le morti per cancro Negli ultimi

Dettagli

SINOSSI. Studio di Fase II: Obiettivo primario Determinare l attività antitumorale della combinazione in termini di tempo alla progressione

SINOSSI. Studio di Fase II: Obiettivo primario Determinare l attività antitumorale della combinazione in termini di tempo alla progressione SINOSSI TITOLO Studio di fase I-II con Lapatinib in combinazione con capecitabina e vinorelbina come seconda linea di trattamento in pazienti con carcinoma mammario con iperespressione di ErbB2 localmente

Dettagli

NEWS & VIEWS IN GASTROENTEROLOGIA E NUTRIZIONE PEDIATRICA

NEWS & VIEWS IN GASTROENTEROLOGIA E NUTRIZIONE PEDIATRICA ROMA GASTRO PEDIaTRIA 2015 NEWS & VIEWS IN GASTROENTEROLOGIA E NUTRIZIONE PEDIATRICA Presidente: Prof. Salvatore Cucchiara Sapienza Università di www.gastropediatriaroma.it con il Patrocinio di:, 13-14

Dettagli

PRESIDENTI COMITATO ORGANIZZATORE BOARD SCIENTIFICO SEGRETERIA SCIENTIFICA SEDE LAVORI. Eugenio Maiorano Nicola Marzano

PRESIDENTI COMITATO ORGANIZZATORE BOARD SCIENTIFICO SEGRETERIA SCIENTIFICA SEDE LAVORI. Eugenio Maiorano Nicola Marzano PRESIDENTI Eugenio Maiorano Nicola Marzano COMITATO ORGANIZZATORE Vincenzo Contursi Giovanni Battista D Errico BOARD SCIENTIFICO Antonietta Ancona Filippo Anelli Giovanni Battista D Errico Giuseppe Giudice

Dettagli

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC

CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC CASO CLINICO carcinoma mammario ErbB2+ con M+ SNC METASTASI CEREBRALI DA CA MAMMELLA 10-30% delle pazienti con tumore mammario in fase avanzata Insorgono tardivamente nella storia naturale della malattia

Dettagli

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione

A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione A.O. MONALDI HIGHLY SPECIALISED HOSPITAL GENERAL SURGERY DEPT. SIC: School of Advanced Laparoscopy Dept. Chief: Prof. F. Corcione Il ruolo del chirurgo generale in chirurgia oncologica dell'adolescente

Dettagli

Caso clinico: Gli accessi vascolari e lo stravaso di farmaco tra linee guida, protocolli e responsabilità dell infermiere. Bologna 10-11 Maggio 2014

Caso clinico: Gli accessi vascolari e lo stravaso di farmaco tra linee guida, protocolli e responsabilità dell infermiere. Bologna 10-11 Maggio 2014 Caso clinico: Gli accessi vascolari e lo stravaso di farmaco tra linee guida, protocolli e responsabilità dell infermiere Bologna 10-11 Maggio 2014 Antonio Negro 1 Il sottoscritto ANTONIO NEGRO ai sensi

Dettagli

Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it)

Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) Market Access, HTA e valutazione economica dei farmaci (claudio.jommi@pharm.unipmn.it) pag. 1 Agenda Il concetto di market access ed i suoi quattro elementi base Il ruolo dell Health Technology Assessmemt

Dettagli

Radiochemioterapia nei tumori del retto nel paziente anziano: irradiare i linfonodi pelvici?

Radiochemioterapia nei tumori del retto nel paziente anziano: irradiare i linfonodi pelvici? Radiochemioterapia nei tumori del retto nel paziente anziano: irradiare i linfonodi pelvici? Carlo Greco Radioterapia Oncologica Università Campus Bio-Medico di Roma - Via Álvaro del Portillo, 21-00128

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

Errori medico-assistenziali ed organizzativi nelle attività sanitarie

Errori medico-assistenziali ed organizzativi nelle attività sanitarie Il Risk Management in sanità come opportunità di sviluppo EXPOSANITA Bologna, 25-26 Maggio 2006 Errori medico-assistenziali ed organizzativi nelle attività sanitarie Alessandro Ghirardini Ministero della

Dettagli

APPELLI D'ESAME SEDE DI MANTOVA

APPELLI D'ESAME SEDE DI MANTOVA Corso Acquedotti e fognature Analisi matematica Analisi matematica A (mn) Analisi matematica B (mn) Chimica Controlli automatici e controllo dei processi Disegno e metodi CAD per l'ingegneria Disegno e

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE

RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE RELAZIONE TRIMESTRALE ATTIVITA DI CLINICAL RISK MANAGEMENT - IV TRIMESTRE ott - dic 2013 1 In linea con quanto indicato nel Piano di Previsione delle attività di Clinical Risk Management relative all anno

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016

PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 PROPOSTE FORMATIVE - PFA 2016 Responsabile Scientifico Titolo Evento Tipo Corso Trimestre di svolgimento Durata attività formativa in ore Numero partecipanti Obiettivo formativo 1 Giancarlo Proietti Necci

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia - Guida dello studente A. A. 2014 / 2015 MANIFESTO DEGLI STUDI ORGANIZZAZIONE DIDATTICA: corsi integrati e coordinatori Primo anno Fisica (esame) 3 I

Dettagli

1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica

1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica LAZIO 1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica SIE Regione Lazio 16-17 gennaio 2015 ROMA Consiglio Direttivo SIE Presidente: Francesco Trimarchi Presidente eletto: Andrea Lenzi Segretario generale:

Dettagli

1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica

1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica LAZIO 1 Corso di Aggiornamento in Endocrinologia Clinica SIE Regione Lazio 16-17 gennaio 2015 ROMA Consiglio Direttivo SIE Presidente: Francesco Trimarchi Presidente eletto: Andrea Lenzi Segretario generale:

Dettagli

PROCEDURA CHECKLIST PER LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA (ver.1.0 Marzo 2012)

PROCEDURA CHECKLIST PER LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA (ver.1.0 Marzo 2012) PROCEDURA CHECKLIST PER LA SICUREZZA IN SALA OPERATORIA (ver.1.0 Marzo 2012) Pagine 10 Bracciale Luigi Corea Gerardo B. A. Passafaro Salvatore Valeri Patrizio Camicioli Ivo Russo Ornella D Elia Gianluca

Dettagli

II CONVEGNO REGIONALE CIPOMO PIEMONTE - VALLE D'AOSTA 2015: " IMMUNO-TERAPIA DEI TUMORI E IL FUTURO GESTIONALE DELL'ONCOLOGIA IN PIEMONTE "

II CONVEGNO REGIONALE CIPOMO PIEMONTE - VALLE D'AOSTA 2015:  IMMUNO-TERAPIA DEI TUMORI E IL FUTURO GESTIONALE DELL'ONCOLOGIA IN PIEMONTE II CONVEGNO REGIONALE CIPOMO PIEMONTE - VALLE D'AOSTA 2015: " IMMUNO-TERAPIA DEI TUMORI E IL FUTURO GESTIONALE DELL'ONCOLOGIA IN PIEMONTE " Venerdì, 10 luglio 2015 Centro Congressi del Bioindustry Park

Dettagli

Anziani e rischio nutrizionale

Anziani e rischio nutrizionale Firenze, 5 ottobre 2011 Anziani e rischio nutrizionale Fattori fisiologici Fattori patologici PREVALENZA MALNUTRIZIONE PROTEICO-ENERGETICA PER DIFETTO FINO A 85% Fattori socio-economici Fattori psicologici

Dettagli

LA MUCOSITE ORALE (STOMATITE) E LA SECCHEZZA DELLA BOCCA NEL CORSO DELLA TERAPIA ONCOLOGICA

LA MUCOSITE ORALE (STOMATITE) E LA SECCHEZZA DELLA BOCCA NEL CORSO DELLA TERAPIA ONCOLOGICA LA MUCOSITE ORALE (STOMATITE) E LA SECCHEZZA DELLA BOCCA NEL CORSO DELLA TERAPIA ONCOLOGICA Negli ultimi anni si sono compiuti importanti progressi per la prevenzione, il trattamento e il controllo dei

Dettagli

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO

LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO LA RETE ONCOLOGICA DEL PIEMONTE E VALLE D AOSTA NOVITA E CONTROVERSIE ASCO 2015 TUMORI TESTA-COLLO Dott.ssa Marina Schena SC Oncologia Medica I AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Head and

Dettagli

Un problema di attualità: l osteonecrosi da bifosfonati

Un problema di attualità: l osteonecrosi da bifosfonati Odontoiatria di comunità: criteri di appropriatezza clinica, tecnologica e strutturale Roma, 29 marzo 2011 Auditorium Biagio d Alba, Ministero della Salute - Roma Un problema di attualità: l osteonecrosi

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013

La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto. Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 La centrale operativa nell organizzazione del nuovo Distretto Incontro CARD San Bonifacio 13 XII 2013 Dalla multidimensionalità al Riconoscimento di Interdipendenze.interconnessioni Nodi e non solo RISOLVERLI

Dettagli

Il Il modello screening nell integrazione di prevenzione e cura

Il Il modello screening nell integrazione di prevenzione e cura La Qualità del Sistema Sanitario Strategie per un sistema di welfare equo ed etico: il ruolo dei servizi sanitari Va Sessione Efficacia Effectiveness Reggio Emilia 9 novembre 2007 Programma Screening classico

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 La Corte Federale, composta dai Sigg.ri: COMUNICATO UFFICIALE N. 10/Cf (2006/2007) Dott. Pasquale de LISE Prof.

Dettagli

MULTIDISCIPLINARIETA E PROCESSO GISMa 26-27 settembre 2013

MULTIDISCIPLINARIETA E PROCESSO GISMa 26-27 settembre 2013 Antonio Maestri UOC Oncologia/Hospice Ospedale Santa Maria della Scaletta Azienda USL di Imola PERCORSI E RIPERCORSI SENOL RT CHIR AN PAT ONCO DIAGNOSTICA SENOLOGICA MULTIDISCIPLINARIETA E PROCESSO CHIRURGIA

Dettagli

TOTALE 3320 TOTALE 3855

TOTALE 3320 TOTALE 3855 Aggiornamento del 19/11/2014 Tab. GRADELLINI TEX MASTER Pinotti Roberto Serie A Tab. GRADELLINI TEX MASTER 450 Pagano Bruno Serie A Tab. GRADELLINI TEX MASTER 495 Galazzo Andrea Serie A Tab. GRADELLINI

Dettagli

Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA OSPEDALE BUSINCO

Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA OSPEDALE BUSINCO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Farci Daniele Data di nascita 04/06/1961 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia ASL DI CAGLIARI Dirigente - S.C. ONCOLOGIA MEDICA

Dettagli

CURRICULUM VITAE DOTT. SABINO CIRULLI

CURRICULUM VITAE DOTT. SABINO CIRULLI CURRICULUM VITAE DOTT. SABINO CIRULLI Nato a Roma il 12-04-1961 e ivi residente in Via Antonino Giuffrè 129 Laureato in Medicina e Chirurgia presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza il 07-04-1988

Dettagli

Relatore. Gianfilippo BERTELLI

Relatore. Gianfilippo BERTELLI Relatore Gianfilippo BERTELLI Stili di comunicazione: similitudini e differenze tra Italia e Regno Unito Gianfilippo Bertelli Consultant Medical Oncologist Honorary Senior Lecturer Swansea University Similitudinie

Dettagli

Azacitidina. Nelle sindromi mielodisplastiche (I linea di terapia) Raccomandazioni evidence-based

Azacitidina. Nelle sindromi mielodisplastiche (I linea di terapia) Raccomandazioni evidence-based Raccomandazioni evidence-based Azacitidina Nelle sindromi mielodisplastiche (I linea di terapia) A cura del Gruppo Regionale Farmaci Oncologici (GReFO) Raccomandazione d uso n. 13 Settembre 2011 Direzione

Dettagli

TORNEO SERIE B UGIRONE A

TORNEO SERIE B UGIRONE A U TORNEO SERIE B UGIRONE A CLASSIFICA GIR. A p. G. V. N. P. RF RS DR N MACELLERIA CAMPOLESE 9 3 3 0 0 22 11 +11 1 CLUB ATLETICO SAN LORENZO D.A. 9 4 3 0 1 17 16 +1 2 I SENZA NOME 6 3 2 0 1 15 6 +9 3 ATLETICO

Dettagli

REGISTRO CONTRATTI Esercizio finanziario 2014. (Art.29 c. 1 l.g) Ore* Retr. Lorda / Imp. Contratto. Periodo* Pagina n. 1. Oneri a carico Amm.

REGISTRO CONTRATTI Esercizio finanziario 2014. (Art.29 c. 1 l.g) Ore* Retr. Lorda / Imp. Contratto. Periodo* Pagina n. 1. Oneri a carico Amm. Pagina n. 1 1 08/01/2014 ESPOSITO AGOSTINO Supplenza breve e saltuaria (N01) 08/01/2014 05/02/2014 18,00 19.324,27 0,00 19.324,27 N 2 08/01/2014 ACITOUR Altra (N09) 14.800,00 0,00 14.800,00 N 3 08/01/2014

Dettagli

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale

l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Esperienze di cure primarie l innovazione 2.0 nell assistenza territoriale Centrale operativa territoriale: strumento di integrazione della filiera assistenziale Bologna, 31 marzo - 1 aprile 2014 Maria

Dettagli

Componenti della Commissione

Componenti della Commissione ESAMI DI LAUREA IN IGIENE DENTALE (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI IGIENISTA DENTALE) Iª Sessione A.A. 2012/13 Aula Magna - Edificio U8 Via Cadore, 48 20900 Monza Inizio Prova Pratica ore 8:30

Dettagli

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia.

Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Progetto di SIMULTANEOUS HOME CARE del paziente oncologico in fase avanzata di malattia. Unità Operativa di Oncologia Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese Area territoriale: Distretto di Varese,

Dettagli

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale

GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale Arezzo, Centro Affari e Convegni 28 novembre 1 dicembre 2007 II FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITÀ GESTIONE DEL RISCHIO: tecnologia sanitaria e strategia globale C. Favaretti Presidente SIHTA Direttore Generale

Dettagli

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini

Alcune considerazioni Sul diabete. Anna Carla Babini Alcune considerazioni Sul diabete Anna Carla Babini Quali argomenti Assolutamente pratici Criteri diagnostici metformina come utilizzarla insulina basale? QUALE VOI VORRETE HbA1c 6,5% il cut-point diagnostico

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico a domicilio: un modello proattivo per una presa in carico permanente.

Scompenso cardiaco cronico a domicilio: un modello proattivo per una presa in carico permanente. Scompenso cardiaco cronico a domicilio: un modello proattivo per una presa in carico permanente. Azienda USL di Parma Dipartimento delle Cure Primarie del Distretto di Fidenza Unità Operativa di Cardiologia

Dettagli

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE

FOLLOW-UP DEL TUMORE POLMONARE Linee Guida ITT Istituto Toscano Tumori ORDINE DEI MEDICI CHIRURGHI e degli ODONTOIATRI della PROVINCIA di AREZZO 3 gennaio 2007 Ivano Archinucci UO di Pneumologia ASL 8 STADI DEL CARCINOMA POMONARE STADIO

Dettagli

-UP NEI PAZIENTI CON NEOPLASIA CERVICO FACCIALE

-UP NEI PAZIENTI CON NEOPLASIA CERVICO FACCIALE L ERRORE DI SET-UP NEI PAZIENTI CON NEOPLASIA CERVICO-FACCIALE TRATTATI CON TECNICA IMRT Studio Osservazionale Descrittivo Relatori: Massimiliano Contesini 1, Emilio Abbati 2. 1 Coordinatore Attività Formative

Dettagli

micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia

micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia CRO AVIANO Michele Avanzo micro: un software per il calcolo della dose equivalente in radioterapia SOC Fisica Medica, Centro di Riferimento Oncologico, Aviano, PN Venezia, 19/11/2010 Game of life - J.H.

Dettagli

Dipartimento Area Radiologica Struttura Complessa Radioterapia

Dipartimento Area Radiologica Struttura Complessa Radioterapia OSPEDALI GALLIERA GENOVA Fondo terapia tumori Clotilde Rubiola ONLUS Dipartimento Area Radiologica Struttura Complessa Radioterapia a cura di Filippo Grillo Ruggieri Direttore Struttura Complessa Radioterapia

Dettagli

Odontostomatologia CARTA DEI SERVIZI. Spedali Civili di Brescia. Pronto Soccorso Odontoiatrico Direttore: Dott. Livio CORDONE. Azienda Ospedaliera

Odontostomatologia CARTA DEI SERVIZI. Spedali Civili di Brescia. Pronto Soccorso Odontoiatrico Direttore: Dott. Livio CORDONE. Azienda Ospedaliera Spedali Civili di Brescia Azienda Ospedaliera Odontostomatologia Direttore: Prof. Pier Luigi SAPELLI Pronto Soccorso Odontoiatrico Direttore: Dott. Livio CORDONE CARTA DEI SERVIZI INFORMAZIONI E NOTIZIE

Dettagli

D O T T. S S A I R E N E C U T U L I

D O T T. S S A I R E N E C U T U L I D O T T. S S A I R E N E C U T U L I INFORMAZIONI PERSONALI Data di nascita: 20.01.1958 Luogo di nascita: Laureana di Borrello Residenza: Via Orto Carmine, 7 Laureana di Borrello Domicilio: Via Trento,

Dettagli

Giovanna Tagliabue. giovanna.tagliabue@istitutotumori.mi.it

Giovanna Tagliabue. giovanna.tagliabue@istitutotumori.mi.it F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Giovanna Tagliabue giovanna.tagliabue@istitutotumori.mi.it Nazionalità Italiana

Dettagli

Il RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLA IDENTIFICAZIONE DELLE PERSONE CON SOSPETTA DEMENZA. T. Mandarino (MMG ASL RMA )

Il RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLA IDENTIFICAZIONE DELLE PERSONE CON SOSPETTA DEMENZA. T. Mandarino (MMG ASL RMA ) Il RUOLO DEL MEDICO DI MEDICINA GENERALE NELLA IDENTIFICAZIONE DELLE PERSONE CON SOSPETTA DEMENZA T. Mandarino (MMG ASL RMA ) La Malattia di Alzheimer La malattia di Alzheimer è la forma più frequente

Dettagli

Reazione cutanea delle mani e dei piedi associata all uso del farmaco Regorafenib (Stivarga).

Reazione cutanea delle mani e dei piedi associata all uso del farmaco Regorafenib (Stivarga). Reazione cutanea delle mani e dei piedi associata all uso del farmaco Regorafenib (Stivarga). A cura di A.I.G. Associazione Italiana GIST Onlus Luglio 2015 La reazione cutanea delle mani e dei piedi, detta

Dettagli