Elenco Poster Session Online Congresso Nazionale SIU Firenze Settembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Elenco Poster Session Online Congresso Nazionale SIU Firenze 27-30 Settembre 2014"

Transcript

1 Elenco Poster Session Online Congresso Nazionale SIU Firenze Settembre 2014 N Poster Titolo Poster Nome Autore Cognome Autore P1 CONTINENCE OUTCOMES ROBOTIC ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY IN SUBOPTIMAL PATIENTS Bernardo Rocco P2 P3 P4 P5 DETRUSOR HYPOCONTRACTILITY AFTER OPEN RETROGRADE, ANTEGRADE AND ROBOT-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY: FUNCTIONAL AND URODYNAMIC PRELIMINARY DATA HOW TO OPTIMIZE THE USE OF ROBOTIC ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY: THE ROLE OF PREOPERATIVE PATIENT CHARACTERISTICS TO IDENTIFY IDEAL CANDIDATES FOR MINIMALLY INVASIVE APPROACH IMPACT OF MINIMALLY INVASIVE APPROACH ON THE PROBABILITY OF EARLY COMPLETE FUNCTIONAL RECOVERY AFTER BILATERAL NERVE SPARING RADICAL PROSTATECTOMY. IMPACT OF SURGICAL TECHNIQUE ON THE RISK OF BIOCHEMICAL RECURRENCE IN PATIENTS WITH INTERMEDIATE AND HIGH-RISK PROSTATE CANCER TREATED WITH RADICAL PROSTATECTOMY Gerardo Alberto Luca Vito Pizzirusso Briganti Villa Cucchiara P6 INCIDENCE AND PREDICTORS OF 30-DAY READMISSION IN PATIENTS TREATED WITH ROBOT-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY Vito Cucchiara P7 RALP CAN REDUCE THE RATE OF POSITIVE MARGINS: MATCH PAIR COMPARISON WITH OPEN PROSTATECTOMY Mario Sodano P8 ONCOLOGICAL AND FUNCTIONAL OUTCOMES OF ROBOTIC, EXTRAPERITONEAL, INTRAFASCIAL RADICAL PROSTATECTOMY TECHNIQUE WITH 360 PRESERVATION OF THE VEIL OF APHRODITE Ettore Mearini P9 POSITIVE SURGICAL MARGINS AFTER MINI-INVASIVE RADICAL PROSTATECTOMY: A MULTI-INSTITUTIONAL STUDY Ardit Tafa P10 RETZIUS-SPARING APPROACH FOR ROBOT-ASSISTED LAPAROSCOPIC RADICAL PROSTATECTOMY (RARP) IS IT FEASIBLE AND SAFE IN INTERMEDIATE AND HIGH RISK PROSTATE CANCER Dario Di Trapani P11 SURGICAL MARGINS LESS THAN 1 MM HAVE NO EFFECT ON BIOCHEMICAL RECURRENCE AFTER ROBOTIC RADICAL PROSTATECTOMY Gianluca D'Elia P12 THE SELECTION OF CANDIDATES TO ROBOT-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY IS STRONGLY AFFECTED BY SURGICAL EXPERIENCE: RESULTS FROM A TERTIARY REFERRAL CENTER. Luca Villa

2

3 P26 RASAGILINA NEL TRATTAMENTO DEI SINTOMI DEL BASSO APPARATO URINARIO IN PAZIENTI CON MALATTIA DI PARKINSON Enrico Finazzi Agrò P27 A RETROSPECTIVE ANALYSIS OF A LARGE SERIES OF LAPAROSCOPIC PYELOPLASTY WITH CONCOMITANT LITHOTOMY IN THE TREATMENT OF RENAL STONE- ASSOCIATED UPJO. Luigi Pucci P28 CALCOLOSI ASSOCIATA AD ANOMALIE DELLA VIA ESCRETRICE: TRATTAMENTO ENDOUROLOGICO Laura Bettin P29 CALCOLOSI DI CARBONATO DI CALCIO E URATICA: DIFFERENZIAZIONE IN BASE A UN ANALISI TC Maurizio Delor P30 EFFICACY OF SILODOSIN VS. TAMSULOSIN IN MEDICAL EXPULSIVE THERAPY FOR LOWER URETERAL STONES: OUR EXPERIENCE LUCIO DELL'ATTI P31 ENDOSCOPIC COMBINED INTRA RENAL SURGERY: ANALISI DELLA LEARNING CURVE Cossu P32 ENDOSCOPIC COMBINED INTRA RENAL SURGERY: QUAL È L IMPATTO DEL TEMPO RETROGRADO? Cossu P33 IMPACT OF SURGICAL EXPERIENCE ON SAFETY AND EFFICIENCY OF RIRS FOR KIDNEY STONES Berardinelli P34 L ANATOMIA DEL CALICE INFLUENZA L ESITO DELL URETEROSCOPIA FLESSIBILE INTRARENALE (RIRS) IN PAZIENTI CON CALCOLOSI PIELO-CALICEALE? Letterio D'Arrigo P35 LA CLASSIFICAZIONE DI CLAVIEN NELLA SEGNALAZIONE DELLE COMPLICANZE INFETTIVE POST-RIRS: STUDIO EUROPEO MULTICENTRICO PROSPETTICO Berardinelli P36 LA PCNL TUBELESS NON È UN AZZARDO Roberto Peschechera P37 NEFROLITOTRISSIA PER VIA URETERORENOSCOPICA RETROGRADA (RIRS) PER IL TRATTAMENTO DI CALCOLI RENALI TRA 2 E 3 CM DI DIAMETRO Silvia Proietti P38 RIRS VS PCNL NEL TRATTAMENTO DELLA CALCOLOSI RENALE >2 CM: NOSTRA ESPERIENZA. Pietro Castellan P39 RUOLO DELLA PCR COME NUOVO INDICE PREDITTIVO DI ESPULSIONE SPONTANEA DI CALCOLI. DATI PRELIMINARI. Carla Micheli

4 P40 TRATTAMENTO ENDOSCOPICO DELL'URETEROCELE ASSOCIATO A DOPPIO DISTRETTO RENALE alfredo danti P41 UTILIZZO DELLA DIMETOSSI - DIIDROSSI - APORFINA COME TERAPIA ESPULSIVA NELLA CALCOLOSI RENO-URETERALE DOPO TRATTAMENTO DI LITOTRISSIA EXTRACORPOREA. Alessio Zordani P42 VALUTAZIONE URODINAMICA IN PAZIENTI AFFETTI DA VALVOLE DELL URETRA POSTERIORE Maria Taverna P43 P44 P45 P46 P47 CARDIOVASCULAR SAFETY OF DAPOXETINE IN PATIENTS TREATED FOR PREMATURE EJACULATION: RESULTS FROM A LARGE OBSERVATIONAL POST-MARKETING EUROPEAN STUDY. EFFETTI ANTALGICI DELLA TECAR TERAPIA NEL TRATTAMENTO DELLA PATOLOGIA DI LA PEYRONIE. STUDIO RANDOMIZZATO A SINGOLO CIECO CON GRUPPO SHAM SU UN TOTALE DI 96 PAZIENTI. EIACULAZIONE PRECOCE: TRATTAMENTI A CONFRONTO. TERAPIA MEDICA VS TERAPIA MEDICA IN ASSOCIAZIONE CON PSICOTERAPIA DI GRUPPO VS PSICOTERAPIA DI GRUPPO HEALTHCARE PROVIDERS ADHERENCE TO THE RISK MINIMIZATION MEASURES FOR PRESCRIBING DAPOXETINE SIGNIFICANTLY REDUCES THE TEAES INCIDENCE: RESULTS FROM A LARGE EUROPEAN OBSEREVATIONAL STUDY MINIMAL CLINICALL IMPORTANT DIFFERENCES (MCIDS) IMPROVEMENT OF THE IIEF-ERECTILE FUNCTION DOMAIN IS A PROXY OF PATIENT WEANING FROM TADALAFIL OAD IN MEN WITH PSYCHOGENIC ERECTILE DYSFUNCTION REALISTIC PICTURE FROM THE EVERYDAY CLINICAL PRACTICE Paolo CARLO Paolo Verze PAVONE Vella Franco Capogrosso P48 PELVIC FLOOR MUSCLE REHABILITATION FOR PATIENTS WITH LIFELONG PREMATURE EJACULATION: A NOVEL THERAPEUTIC APPROACH Antonio Luigi Pastore P49 PREDICTORS OF TEAES CAUSED BY DAPOXETINE IN PATIENTS TREATED FOR PE: RESULTS FROM A LARGE EUROPEAN OBSERVATIONAL STUDY Franco P50 RESULTS FROM A PROSPECTIVE OBSERVATIONAL STUDY OF MEN WITH PREMATURE EJACULATION TREATED WITH DAPOXETINE OR ALTERNATIVE CARE: THE PAUSE STUDY Roberto La Rocca P51 RIABILITAZIONE ANDROLOGICA POST-PROSTATECTOMIA RADICALE CON TECNICA NERVE-SPARING: MODELLO TOSCANO Agostino Tuccio P52 SEVERE OBSTRUCTIVE SLEEP APNEA SYNDROME AND ERECTILE DYSFUNCTION: A PROSPECTIVE RANDOMISED STUDY TO COMPARE SILDENAFIL VERSUS NASAL CONTINUOUS POSITIVE AIRWAY PRESSURE Antonio Luigi Pastore

5 P53 TADALAFIL OAD IMPROVES SYMPTOMS ASSOCIATED WITH PEYRONIE'S DISEASE THROUGHOUT THE ACUTE INFLAMMATORY PHASE - RESULTS OF A PROOF OF CONCEPT PSYCHOMETRIC STUDY Luca Boeri P54 TADALAFIL ONCE DAILY AND INTRALESIONAL VERAPAMIL INJECTION: A NEW THERAPEUTIC DIRECTION IN PEYRONIE S DISEASE. LUCIO DELL'ATTI P55 TERAPIA FARMACO-RIABILITATIVA DINAMICA E COMPORTAMENTALE DELL EIACULAZIONE PRECOCE : RISULTATI DI UNO STUDIO PROSPETTICO RANDOMIZZATO Franco Mantovani P56 UROTENSIN-II RECEPTOR HIGH AFFINITY AGONIST LIGANDS: A NEW THERAPEUTIC APPROACH TO ERECTILE DYSFUNCTION Capece P57 A MORE EXTENSIVE PELVIC LYMPH NODE DISSECTION IS ASSOCIATED WITH IMPROVED SURVIVAL OF PATIENTS WITH NODE POSITIVE PROSTATE CANCER. Bianchi P58 ASSESSING THE OPTIMAL EXTENT OF SALVAGE LYMPH NODE DISSECTION IN PATIENTS WITH SINGLE PELVIC NODAL UPTAKE AT [11C]-CHOLINE PET/CT SCAN FROM RECURRING PROSTATE CANCER Fabio Castiglione P59 ASSESSING THE OPTIMAL POST-OPERATIVE MANAGEMENT OF NODE POSITIVE PROSTATE CANCER PATIENTS: RESULTS FROM A LARGE, MULTI-INSTITUTIONAL SERIES. Alberto Briganti P60 P61 CLINICAL RECURRENCE OF SURGICALLY TREATED PATIENTS WITH NODE POSITIVE PROSTATE IS NOT INVARIABLY SYSTEMIC: IMPORTANCE OF OPTIMAL PELVIC DISEASE CONTROL EXTENSION AND RATE OF LYMPH NODE INVASION OF PELVIC LYMPH NODE DISSECTION DURING ROBOT- ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY ACCORDING TO D AMICO CLASSIFICATION. AN ANALYSIS OF A SINGLE- CENTER EXPERIENCE. ELISA Bianchi DE LORENZIS P62 ROBOTIC-ASSISTED EXTENDED PELVIC LYMPH- ADENECTOMY FOR HIGH-RISK PROSTATE CANCER TECHNICAL FEASIBILITY AND RESULTS AFTER 153 CASES. Porpiglia P63 P64 P65 HYPOGONADISM IS AN INDEPENDENT PREDICTOR OF NODAL METASTASES IN PROSTATE CANCER PATIENTS UNDERGOING EXTENDED PELVIC LYMPH NODE DISSECTION INDIVIDUAL SURGEON COMMITMENT TO PELVIC LYMPH NODE DISSECTION RATHER THAN SURGICAL VOLUME IS A MAJOR DETERMINANT OF THE EXTENT OF NODAL DISSECTION DURING ROBOT-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY LONG TERM OUTCOMES OF SALVAGE LYMPH NODE DISSECTION FOR CLINICALLY RECURRENT PROSTATE CANCER: RESULTS OF A SINGLE INSTITUTION SERIES WITH A MINIMUM FOLLOW-UP OF 5 YEARS. Eugenio Emanuele Ettore Ventimiglia Zaffuto Di Trapani

6 P66 P67 P68 NODAL OCCULT METASTASES IN INTERMEDIATE AND HIGH RISK PROSTATE CANCER PATIENTS DETECTED BY SERIAL SECTION, IMMUNOHISTOCHEMISTRY AND REAL-TIME REVERSE TRANSCRIPTASE POLYMERASE CHAIN REACTION: PERSPECTIVE EVALUATION WITH MATCHED PAIR ANALYSIS. MORE EXTENSIVE PELVIC LYMPH NODE DISSECTIONS DURING ROBOTIC ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY ARE ASSOCIATED WITH HIGHER RATES OF PERI-OPERATIVE COMPLICATIONS. RESULTS OF A SINGLE INSTITUTION SERIES. PELVIC LYMPH NODE DISSECTION CAN BE SAFELY OMITTED IN MEN WITH A RISK OF NODAL METASTASES 5% BASED ON THE BRIGANTI NOMOGRAM: VALIDATION OF THE EAU GUIDELINS RECCOMENDATIONS FOR NODAL DISSECTION BASED ON PATIENT OUTCOME. Cristian Vincenzo Damiano Nazareno Pultrone Vizziello Suardi P69 SENTINEL LYMPH NODE SURGERY IN PROSTATE CANCER: RESULTS AFTER 10 YEARS FOLLOW UP Giansilvio Marchioro P70 ANALISI DELLA CURVA DI APPRENDIMENTO DOPO 300 PROSTATECTOMIE ROBOTICHE Fabrizio Gallo P71 ANASTOMOSI VESCICO-URETRALE CON IMPIEGO DEL DISPOSITIVO FILBLOC IN CORSO DI PROSTATECTOMIA RADICALE LAPAROSCOPICA: RISULTATI DI UNO STUDIO RETROSPETTIVO DI CONFRONTO CON ANASTOMOSI MEDIANTE TECNICA VAN VELTHOVEN E SUTURA VYCRIL. Vittorio Imperatore P72 COST-EFFECTIVENESS ANALYSIS OF MONEY-SAVING PROCEDURES IN ROBOT-ASSISTED UROLOGIC SURGERY Federica Scipioni P73 CURVA DI APPRENDIMENTO MODULARE NELLA PROSTATECTOMIA RADICALE ROBOTICA VALUTAZIONE E CONSIDERAZIONI SULLA NOSTRA ESPERIENZA Carlo Ambruosi P74 IMPACT OF SURGICAL VOLUME ON SURGICAL MARGIN STATUS IN PATIENTS TREATED WITH ROBOT-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY Ettore Di Trapani P75 MULTI-INSTITUTIONAL VALIDATION OF THE ERUS ROBOTIC SURGERY TRAINING CURRICULUM Alessandro Volpe P76 PERIOPERATIVE, PATHOLOGICAL AND FUNCTIONAL OUTCOMES OF ROBOTIC RADICAL PROSTATECTOMY: 500 CONSECUTIVE CASES WITH A MINIMUM 12 MONTH FOLLOW-UP Gianluca D'Elia P77 PREDICTORS OF EARLY COMPLICATIONS IN PATEINTS SUBMITTED TO ROBOTIC-ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY. A SINGLE-INSTITUTION ANALYSIS. Giuliana Lista

7 P78 P79 RICOSTRUZIONE MUSCOLO FASCIALE ANATOMICA COMPLETA E CONTINENZA PRECOCE DOPO PROSTATECTOMIA RADICALE: RISULTATI DI UNA TECNICA PERSONALE SIMULAZIONE IN LAPAROSCOPIA 3D VS 2D, ANALISI DEI TEMPI E DELL APPROPRIATEZZA DI ESECUZIONE IN UN AMPIA COORTE DI SENIOR RESIDENTS DEL PROGRAMMA EUREP (EUROPEAN UROLOGY RESIDENCY EDUCATION PROGRAMME) Cristian Giampaolo Fiori Siena P80 THE IMPACT OF PREVIOUS PROSTATIC SURGERY ON LAPAROSCOPIC RADICAL PROSTATECTOMY: EFFECTS ON SURGICAL, ONCOLOGIC AND FUNCTIONAL OUTCOMES. Paolo Verze P81 THE USE OF BIDIRECTIONAL BARBED SUTURE DURING ROBOTIC ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY: IMPACT ON THE PERIOPERATIVE AND FUNCTIONAL OUTCOMES. Bernardo Rocco P82 P83 P84 P85 A PROSPECTIVE, MULTICENTER EVALUATION OF PREDICTIVE FACTORS FOR POSITIVE SURGICAL MARGINS AFTER NEPHRON SPARING SURGERY FOR RENAL CELL CARCINOMA: THE RECORD1 ITALIAN PROJECT. CARATTERISTICHE ANATOMO-PATOLOGICHE E PROGNOSTICHE DELLE NEOPLASIE RENALI CANDIDABILI A SORVEGLIANZA ATTIVA: STUDIO RETROSPETTIVO SU 650 PAZIENTI SOTTOPOSTI AD INTERVENTO CHIRURGICO DECREASING RATES OF LYMPH NODE DISSECTION AND LYMPH NODE YIELD DURING RADICAL NEPHRECTOMY FOR RENAL CELL CARCINOMA OVER THE LAST 30 YEARS IN A LARGE MULTICENTRE EUROPEAN EXPERIENCE FINO A QUANDO E GIUSTIFICATO IL FOLLOW UP DEI PAZIENTI CON CARCINOMA RENALE? ANALISI DI UNA COORTE DI 550 PAZIENTI CON ALMENO 10 ANNI DI CONTROLLI. Riccardo Maria Luisa Alessandro Schiavina Furlan Zegna Antonelli P86 HAS THE NEW EDITION OF THE TNM IMPROVED THE LYMPH NODE STAGING FOR RENAL CELL CARCINOMA? Carlo Terrone P87 IMPACT OF GENDER IN NEPHRON SPARING SURGERY: COMPARISON OF PERIOPERATIVE OUTCOMES FROM THE DEFINITIVE RESULTS OF RECORD PROJECT Andrea Mari P88 P89 LA CONSISTENZA (FRIABILE VS COMPATTA) E UN FATTORE PROGNOSTICO INDIPENDENTE NEI PAZIENTI CON CARCINOMA RENALE NON METASTATICO CON TROMBOSI VENOSA PERIOPERATIVE AND ONCOLOGICAL OUTCOMES IN PATIENTS WITH RENAL CELL CARCINOMA INVADING SUPRADIAPHRAGMATIC VENA CAVA AND TREATED WITH NEPHRECTOMY AND CAVAL THROMBECTOMY WITH EXTRACORPOREAL CIRCULATION AND DEEP HYPOTHERMIC CIRCULATORY ARREST Alessandro Roberto Antonelli Bertini

8 P90 PREDICTIVE VALUE OF INTRAOPERATIVE ENLARGED LYMPH NODES DURING RADICAL NEPHRECYTOMY Paolo De Angelis P91 THE PROGNOSTIC IMPACT OF TUMOR SIZE ON CANCER- SPECIFIC AND OVERALL SURVIVAL AMONG PATIENTS WITH PATHOLOGIC T3A RENAL CELL CARCINOMA. Borghesi P92 "TRAPIANTO DI RENE DA DONATORE VIVENTE: CASISTICA IN SINGOLO CENTRO" Roberto Tarabuzzi P93 A TWO-INSTITUTIONAL EXPERIENCE WITH ROBOTIC SINGLE-SITE PYELOPLASTY: SURGICAL AND FUNCTIONAL OUTCOMES Giuliana Lista P94 ACCESSO LAPAROSCOPICO: ANALISI DI DATI MULTICENTRICI RIGUARDANTI PIU DI PROCEDURE Eugenio Martorana P95 NATURAL ORIFICE TRANSLUMINAL ENDOSCOPIC SURGERY (NOTES): ESPERIMENTO IN VIVO PER UNA NUOVA CHIUSURA ENDOSCOPICA RIASSORBIBILE DELL ACCESSO VESCICALE. Antonio Cicione P96 PROSTATECTOMIA RADICALE RETRO PUBICA PER CARCINOMA PROSTATICO NEI PAZIENTI TRAPIANTATI RENALI Simone Caroassai P97 SINGLE SITE DAVINCI DISMEMBERED PYELOPLASTY: NOSTRA ESPERIENZA Valentina Giommoni P98 TRATTAMENTO DELLE STENOSI URETERALI DOPO TRAPIANTO RENALE. ANALISI DEI RISULTATI Ettore Dalmasso P99 TRATTAMENTO LAPAROSCOPICO E ROBOTICO DELLE STENOSI URETERALI (S.U.), DI UNO STUDIO MULTICENTRICO A TRE ANNI DI FOLLOW UP. Stefano Zaramella P100 UTILIZZO DELLA RISONANZA MAGNETICA SENZA MEZZO DI CONTRASTO NELLA DIAGNOSTICA DELLE COMPLICANZE UROLOGICHE IN PAZIENTI SOTTOPOSTI A TRAPIANTO RENALE Marta Fusano P101 VALORE PREDITTIVO NELLA SOPRAVVIVENZA DEL GRAFT DELL INDICE DI RESISTENZA INTRARENALE Saverio Forte P102 CLAMPLESS ROBOT-ASSISTED RENAL TUMORAL ENUCLEATION: INTRA AND POSTOPERATIVE IMPLICATIONS OF CONTROLLED HYPOTENSION Federica Scipioni

9 P103 CONVERSION FROM ROBOTIC TO OPEN SURGERY: TRANSLATING KNOWLEDGE FROM MOTOR RACING TO HEALTHCARE Fabio Zattoni P104 EARLY VS LATE UNCLAMPING IN LAPAROSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY: EFFECT ON RENAL FUNCTION AND EVALUATION OF THE INTRAOPERATIVE COMPLICATIONS. Vincenzo Maria Altieri P105 LAPAROSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY IN OBESE PATIENTS: EVALUATION OF THE SURGICAL AND FUNCTIONAL OUTCOMES. Greco P106 ZERO ISCHEMIA PARTIAL NEPHRECTOMY: OUR EXPERIENCE Giuseppe Lucarelli P107 MINI-RETROPERITONEOSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY FEASIBILITY, SAFETY AND EFFICACY IN A TERTIARY LAPAROSCOPIC CENTRE Porpiglia P108 ROBOT-ASSISTED PARTIAL NEPHRECTOMY FOR CT1B-T2 RENAL TUMORS: PERIOPERATIVE OUTCOMES FROM A LARGE MULTICENTRE INTERNATIONAL DATASET (VATTIKUTI GLOBAL QUALITY INITIATIVE ON ROBOTIC UROLOGIC SURGERY) Alessandro Volpe P109 ROBOT-ASSISTED VERSUS LAPAROSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY. A MULTICENTER MATCHED-PAIR ANALYSIS Andrea Minervini P110 SIMPLE TUMOR ENUCLEATION AND STANDARD PARTIAL NEPHRECTOMY HAVE SIMILAR PERIOPERATIVE RESULTS AND TRIFECTA OUTCOMES: COMPARISON BASED ON A MATCHED-PAIR ANALYSIS OF 400 PATIENTS FROM THE DEFINITIVE RESULTS OF RECORD1 PROJECT Andrea Minervini P111 SLIDING CLIPS VERSUS SEPARATED STITCHES RENORRAPHY AT TIME OF LOMBOTOMIC PARTIAL NEPHRECTOMY: A PROSPECTIVE RANDOMIZED TRIAL Luigi Gallo P112 SUTURELESS LAPAROSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY BY USING FIBRIN GEL (TISSUCOL ) IS ABLE TO REDUCE THE ISCHEMIA TIME WITH RENAL FUNCTION PRESEVING Daniele Tiscione P113 TRI MATCH COMPARISON OF THE EFFICACY OF FLOSEAL VS TACHOSIL VS NO HEMOSTATIC AGENTS FOR PARTIAL NEPHRECTOMY: RESULTS FROM A LARGE MULTICENTER DATASET (RECORD PROJECT) Alessandro Antonelli P PROTESI PENIENE PROPOSTE, IMPIANTATE E SEGUITE DALLO STESSO SPECIALISTA. CONSIDERAZIONI GENERALI Diego Pozza P115 RELIABILITY AND SAFETY OF DYNAMIC SENTINEL NODE BIOPSY (DSNB) IN CLINICALLY NEGATIVE INGUINAL NODES (CN0) PENILE SQUAMOUS CELL CARCINOMA (PSCC). Mario Achille Catanzaro

10 P116 GENITOPLASTICA FEMMINILIZZANTE NEL DISTURBO DELL IDENTITA DI GENERE,TECNICA DI CONFEZIONAMENTO DEL NEOCLITORIDE DI MEATOPLASTICA URETRALE, ASPETTI FUNZIONALI ED ESTETICI Simone Caroassai P117 IL PATCH DERMICO NELLA CHIRURGIA DELL'IPP: FOLLOW- UP A 18 ANNI Aldo Franco De Rose P118 P119 IMPLANT OF AN INTRACORPORAL PHANTOM IN ORDER TO PREVENT PENILE SHORTENING AFTER PENILE PROSTHESIS REMOVAL DUE TO PROSTHETIC DEVICE INFECTION OR DISTAL URETHRAL EROSION LA "SLIDING TECHNIQUE" PER INDURATIO PENIS PLASTICA END-STAGE CON GRAVE ACCORCIAMENTO DELL'ASTA:OUTCOME CHIRURGICI E SODDISFAZIONE DEI PAZIENTI Massimiliano Ennas Timpano P120 LA BIOPSIA DINAMICA DEL LIFONODO SENTINELLA NELLA STADIAZIONE CLINICA DEL TUMORE DEL PENE: ESPERIENZA DI DUE CENTRI DI TERZO LIVELLO. Anna Palazzetti P121 LA CURVA DI APPRENDIMENTO E LE COMPLICANZE POST- OPERATORIE DELLA CHIRURGIA DI RIASSEGNAZIONE DEI CARATTERI SESSUALI IN SENSO ANDRO-GINOIDE: UNO STUDIO PROSPETTICO UNICENTRICO Falcone P122 OUTCOME FUNZIONALI DELLA CORPOROPLASTICA CON PATCH DI MUCOSA BUCCALE IN PAZIENTI CON MALATTIA DI LA PEYRONIE Alessandro Zucchi P123 PROPOSTA TERAPEUTICA PER IL TRATTAMENTO DEL PRIAPISMO INVETERATO Grasso P124 SODDISFAZIONE A LUNGO TERMINE DOPO CHIRURGIA PROTESICA SEMPLICE E PROCEDURE COMPLESSE DI CHIRURGIA DI PLACCA PER INDURATIO PENIS PLASTICA Carlo Ceruti P125 STANDARDIZZAZIONE DELLE TECNICHE DI REPORT E GRADING DELLE COMPLICANZE IN CHIRURGIA PROTESICA : CREAZIONE DI UN MODELLO UNIVOCO DI VALUTAZIONE DELLE COMPLICANZE LEGATE ALLE PROCEDURE DI IMPLANTOLOGIA NELLA CHIRURGIA ANDROLOGICA Luigi Pucci P126 *** Giovanni Cochetti P127 ANALYSIS OF CLINICAL PREDICTIVE FACTORS OF THE TRIFECTA OUTCOME AFTER PARTIAL NEPHRECTOMY. AN AGILE STUDY Andrea Minervini P128 NEPHRON SPARING SURGERY DOES NOT ALWAYS DECREASE OTHER-CAUSES MORTALITY RELATIVE TO RADICAL NEPHRECTOMY IN PATIENTS WITH NORMAL PREOPERATIVE RENAL FUNCTION Umberto Capitanio

11 P129 NEPHRON SPARING TECHNIQUES INDEPENDENTLY REDUCE THE RISK OF CARDIOVASCULAR EVENTS AFTER SURGERY IN PATIENTS WITH A SMALL RENAL MASS AND A NORMAL PREOPERATIVE RENAL FUNCTION Roberto Bertini P130 PARTIAL NEPHRECTOMY FOR PATIENTS WITH A SOLITARY KIDNEY: ONCOLOGICAL AND FUNCTIONAL LONG TERM FOLLOW UP Mauro Seveso P131 P132 PREDICTIVE FACTORS OF SURGICAL COMPLICATION, ISCHEMIA TIME AND TRIFECTA OUTCOME IN CT1B RENAL MASSES. REPORT OF A MULTICENTRIC INTERNATIONAL PROSPECTIVE STUDY RENAL FUNCTION IMPAIRMENT AFTER NEPHRON SPARING SURGERY OR RADICAL NEPHRECTOMY IN PATIENTS WITH A SMALL RENAL MASS AND NORMAL PREOPERATIVE RENAL FUNCTION Umberto Porpiglia Capitanio P133 ROBOT-ASSISTED VERSUS OPEN PARTIAL NEPHRECTOMY. A MATCHED-PAIR ANALYSIS OF AN INTERNATIONAL MULTICENTER SERIES Vincenzo Ficarra P134 P135 ROBOT-ASSISTED PARTIAL NEPHRECTOMY FOR RENAL TUMORS WITH RENAL NEPHROMETRY SCORE >=10: PERIOPERATIVE OUTCOMES FROM A LARGE MULTICENTRE INTERNATIONAL DATASET (VATTIKUTI GLOBAL QUALITY INITIATIVE ON ROBOTIC UROLOGIC SURGERY) EVALUATION OF KIDNEY INJURY FOLLOWING CLAMPLESS AND CLAMPED LAPAROSCOPIC PARTIAL NEPHRECTOMY CAN NEUTROPHIL GELATINASE-ASSOCIATED LIPOCAIN (NGAL) BE HELPFUL Craig Rogers Porpiglia P136 SIMPLE ENUCLEATION FOR THE TREATMENT OF HIGHLY COMPLEX RENAL TUMORS: PERIOPERATIVE, FUNCTIONAL AND ONCOLOGICAL RESULTS. Gianni Vittori P137 DIFFERENT PATTERN OF PELVIC URETERAL ENDOMETRIOSIS. WHAT IS THE BEST TREATMENT? RESULTS OF A RETROSPECTIVE ANALYSIS Salvatore Butticè P138 P139 EFFICACY AND SAFETY OF ALFA1-BLOCKERS FOR THE TREATMENT OF RECURRENT URINARY TRACT INFECTIONS IN WOMEN WITH DYSFUNCTIONAL VOIDING: A PROSPECTIVE STUDY. INTERIM ANALYSIS OF THE LONG-TERM EFFICACY AND SAFETY OF REPEAT ONABOTULINUMTOXINA IN THE TREATMENT OF OVERACTIVE BLADDER AND URINARY INCONTINENCE, MEDIAN 2.4 YEARS FOLLOW UP Daniele STEFANO Minardi SALVATORE P140 PERCUTANEOUS TIBIAL NERVE STIMULATION IMPROVES FEMALE SEXUAL FUNCTION IN WOMEN WITH OAB Stefania Musco P141 MANAGEMENT OF RECURRENT OR PERSISTENT STRESS URINARY INCONTINENCE: WHICH ROLE FOR MID- URETHRAL SLINGS Elisabetta Costantini

12 P142 OUTCOMES AND POST-OPERATIVE COMPLICATIONS OF ROBOT-ASSISTED LAPAROSCOPIC HYSTEROSACROPEXY: INITIAL EXPERIENCE Pierpaolo Curti P143 POP REPAIR WITH TROCAR-GUIDED TRANS-VAGINAL MESH SURGERY. NOT ONLY ANATOMIC RESULTS BUT ALSO IMPACT ON URINARY INCONTINENCE AND FUNCTIONAL OUTCOMES Elisabetta Costantini P144 ROBOTIC SACROCOLPOPEXY: A SINGLE CENTER EXPERIENCE ON OUR FIRST 65 CASES Lorenzo Dutto P145 TREATMENT OF VESICO-VAGINAL FISTULA THROUGH A LAPAROSCOPIC TRANSPERITONEAL EXTRAVESICAL APPROACH Giuseppe Giusti P146 *** Luigi Mearini P147 URINARY RETENTION AFTER TRANS OBTURATOR TAPE (TOT) PROCEDURE. ONE CENTER EXPERIENCE. Vikiela Galica P148 URODYNAMICS BEFORE SURGERY FOR STRESS URINARY INCONTINENCE IN FEMALE PATIENTS: IS IT NECESSARY? Enrico Finazzi Agrò P149 UTERINE PRESERVATION IN PELVIC ORGAN PROLAPSE USING ROBOT ASSISTED LAPAROSCOPIC SACROHYSTEROPEXY: QUALITY OF LIFE AND TECHNIQUE. Roberto Nucciotti P150 ANALYSIS OF RADICAL CYSTECTOMY COMPLICATIONS IN PATIENTS PREVIOUSLY TREATED BY PELVIC RADIOTHERAPY Allasia P151 ASSOCIATION BETWEEN URINARY DIVERSION AND HEALTH RELATED - QUALITY OF LIFE (HR-QOL) AFTER RADICAL CYSTECTOMY: RESULTS FROM A MULTICENTRE CROSS- SECTIONAL COHORT STUDY Maria Angela Cerruto P152 CONTINENCE RECOVERY IN PATIENTS UNDERGONE RADICAL CYSTECTOMY AND ILEAL ORTHOTOPIC NEOBLADDER Gerardo Pizzirusso P153 CORRELATION BETWEEN METABOLIC PARAMETERS AND RADICAL CYSTECTOMY COMPLICATIONS: A CLAVIEN CALSSIFICATION SYSTEM-BASED ANALYSIS Cantiello P154 DEVELOPMENT OF A QUESTIONNAIRE SPECIFIC FOR PATIENTS WITH ILEAL ORTHOTOPIC NEOBLADDER (IONB) Stefano Ciciliato

13 P155 P156 DIAGNOSTIC ACCURACY OF 11C-CHOLINE PET/CT COMPARED TO CONTRAST-ENHANCED CT IN THE POSTOPERATIVE RESTAGING OF RECURRENT BLADDER CANCER: ANALYSIS OF 20 CONSECUTIVE PATIENTS. DIAGNOSTIC ACCURACY OF 11C-CHOLINE PET/CT IN COMPARISON WITH CONTRAST-ENHANCED CT IN THE PREOPERATIVE LYMPH-NODE STAGING OF BLADDER CANCER USING THE PATHOLOGICAL SPECIMENS AS REFERENCE STANDARD. Valerio Lorenzo Vagnoni Bianchi P157 LA CISTECTOMIA RADICALE (CR) NEI PAZIENTI OTTUAGENARI: RISULTATI A LUNGO TERMINE DI DUE CENTRI UROLOGICI Maurizio Brausi P158 LONG-TERM FOLLOW-UP AND HRQOL IN PATIENTS UNDERGOING RADICAL CISTECTOMY: STATISTICAL AND CLINICAL ISSUES Salvatore Siracusano P159 NEOVESCICA ILEALE A "Y" CON L'UTILIZZO DI SUTURATRICI MECCANICHE: VALUTAZIONE RETROSPETTIVA DEI NOSTRI 243 CASI. Carlo Ambruosi P160 NOSTRA ESPERIENZA NELL APPLICAZIONE DEL PROTOCOLLO FAST TRACK NEI PAZIENTI SOTTOPOSTI A CISTECTOMIA RADICALE Massimiliano Poggio P161 QUALITY OF LIFE OF 171 PATIENTS WITH BLADDER CANCER UNDERGOING ILEAL ORTHOTOPIC NEOBLADDER: A MULTICENTRE STUDY AMONG LONG-TERM SURVIVORS Salvatore Siracusano P162 TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI CON FLUORO FLUORO-2-DESOSSI-D-GLUCOSIO (FDG-PET/CT) VS TOMOGRAFIA COMPUTERIZZATA (TC) NELLA STADIAZIONE LINFONODALE PRE-CISTECTOMIA: LA NOSTRA ESPERIENZA Andrea Buffardi P163 AKT ACTIVATION IS INVOLVED IN OLEATE-INDUCED DOCETAXEL RESISTANCE IN ANDROGEN-INDEPENDENT PROSTATE CANCER CELLS Daniela Terracciano P164 CXCR4 INHIBITION REDUCES BONE METASTASES BY AFFECTING TUMOUR GROWTH AND TUMORIGENIC POTENTIAL IN PROSTATE CANCER PRECLINICAL MODELS. Giovanni Luca Gravina P165 FINGERPRINTING OF ULTRACONSERVED GENOMIC REGIONS(UCRS) IN BLADDER CANCER Michele Olivieri P166 METABOLIC PATHWAYS IN CLEAR CELL RENAL CELL CARCINOMA: POSSIBLE THERAPEUTIC TARGETS Cristina Bianchi P167 MICRORNA E KALLIKREINE SIERICHE PRIMA E DOPO PROSTATECTOMIA RADICALE Giovanni Cochetti

14 P168 RUOLO DELLE TREG CD8+ NEI TUMORI DI RENE E VESCICA Paolo Traverso P169 SERUM TESTOSTERONE REDUCTION DURING TARGETED THERAPIES FOR MRCC Alessandra Mosca P170 P171 TUMOR VEGF EXPRESSION CORRELATES WITH TUMOR STAGE AND IDENTIFIES PROGNOSTICALLY DIFFERENT GROUPS IN CLEAR CELL RENAL CELL CARCINOMA PATIENTS XPO1/CRM1-SELECTIVE INHIBITORS OF NUCLEAR EXPORT (SINE) REDUCE TUMOR SPREADING AND IMPROVE OVERALL SURVIVAL IN PRECLINICAL MODELS OF PROSTATE CANCER (PCA). Daniele Giovanni Luca Minardi Gravina P YEAR EXPERIENCE WITH ORAL ETHINYLESTRADIOL IN CASTRATION RESISTANT PROSTATE CANCER Stefano Salciccia P173 CAN WE CONSIDER PATIENTS WITH LIMITED BIOPSY GLEASON SCORE 3+4 ELIGIBLE FOR ACTIVE SURVEILLANCE? Emanuele Zaffuto P174 EFFECTS OF PRIOR USE OF STATINS IN A PHASE 3 STUDY OF INTERMITTENT VERSUS CONTINUOS COMBINED ANDROGEN DEPRIVATION Maurizio Brausi P175 FIDUCIAL MARKERS FOR ADAPTIVE IGRT IN LOCALIZED PROSTATE CANCER:7 YEARS SINGLE CENTRE EXPERIENCE Vito Lacetera P176 HOW TO EXPAND INDICATIONS FOR ACTIVE SURVEILLANCE WITHOUT COMPROMISING CANCER CONTROL: A SYSTEMATIC ASSESSMENT OF THE CURRENTLY USED CRITERIA FOR PROSTATE CANCER PATIENTS Nicola Fossati P177 MULTIPARAMETRIC MAGNETIC RESONANCE IMAGING SHORT-TERM FOLLOW-UP AFTER FOCAL HEMIABLATIVE BRACHYTHERAPY FOR LOCALISED PROSTATE CANCER Mistretta P178 PREDICTION OF LONG-TERM CLINICAL PROGRESSION FREE SURVIVAL AFTER RADICAL PROSTATECTOMY AND ADJUVANT RADIATION THERAPY IN PROSTATE CANCER PATIENTS WITHOUT LYMPH NODE INVASION: RESULTS OF CONDITIONAL SURVIVAL ANALYSES Paolo Dell'Oglio P179 PREDICTORS FOR RESPONSE TO INTERMITTENT ANDROGEN DEPRIVATION (IAD) IN PROSTATE CANCER CASES WITH BIOCHEMICAL PROGRESSION AFTER SURGERY Stefano Salciccia P180 PREDICTORS OF EARLY FAILURE AFTER TIMELY ADMINISTERED SALVAGE RADIOTHERAPY FOR BIOCHEMICAL RECURRENCE AFTER RADICAL PROSTATECTOMY Nazareno Suardi

15 P181 SELECTING THE OPTIMAL CANDIDATE FOR ADJUVANT RADIOTHERAPY AFTER RADICAL PROSTATECTOMY AMONG PATIENTS WITH LYMPH NODE METASTASES FROM PROSTATE CANCER Damiano Vizziello P182 SIURO-PRIAS-ITA PROJECT: FOUR YEAR EXPERIENCE ON ACTIVE SURVEILLANCE Cristina Marenghi P183 VOIDING SYMPTOMS, INCLUDING BLADDER PAIN, RELATED TO POST RADIATION TREATMENT FOR PCA ARE IMPROVED BY IALURIL : A PROSPECTIVE OBSERVATIONAL STUDY Claudia Giannessi P184 WATCHFULL WAITING (WW) FOR INCIDENTAL CARCINOMA OF THE PROSTATE (CAP) : LONG TERM RESULTS Maurizio Brausi P185 A PROPOSED NEW RISK CLASSIFICATION FOR INTERMEDIATE RISK PATIENTS WITH PROSTATE CANCER (PCA) TREATED WITH RADICAL PROSTATECTOMY (RP) Maurizio Brausi P186 GLYCATED HEMOGLOBIN (HBA1C) LEVELS ARE INDEPENDENTLY ASSOCIATED WITH UNFAVOURABLE PROSTATE CANCER AND DISEASE RECURRENCE AFTER RADICAL PROSTATECTOMY Andrea Gallina P187 IMPACT OF PROSTATE VOLUME ON THE RISK OF BIOCHEMICAL RECURRENCE AFTER RADICAL PROSTATECTOMY Alessandro Nini P188 CAN THE PREOPERATIVE PROSTATIC MULTIPARAMETRIC- MRI IMPROVE THE RESULTS OF LAPAROSCOPIC ROBOTIC- ASSISTED RADICAL PROSTATECTOMY Porpiglia P189 NOMOGRAM FOR PREDICTING THE GLEASON SUM UPGRADING IN CLINICALLY DIAGNOSED LOCALIZED PROSTATE CANCER Luigi Benecchi P190 OUTCOME OF RADICAL PROSTATECTOMY FOR MISCLASSIFIED ACTIVE SURVEILLANCE CANDIDATES Nicola Fossati P191 PERIOPERATIVE AND ONCOLOGICAL OUTCOMES IN HIGH RISK ELDERLY PATIENTS Elisa De Lorenzis P192 PROPOSAL OF NOVEL RISK GROUPS FOR OUTCOME PREDICTION FOLLOWING RADICAL PROSTATECTOMY IN CONTEMPORARY PROSTATE CANCER PATIENTS Andrea Gallina P193 PROSTATE HEALTH INDEX IS A PREOPERATIVE PREDICTOR OF EARLY BIOCHEMICAL RECURRENCE IN PATIENTS WITH PROSTATE CANCER TREATED WITH RADICAL PROSTATECTOMY AND BILATERAL LYMPH NODE DISSECTION Giovanni Lughezzani

16 P194 PROGNOSTIC ASSESSMENT OF NEOPLASTIC INVOLVEMENT OF THE PROSTATIC APEX IN RADICAL PROSTATECTOMY. Chiara Cini P195 CAN THE CELL CYCLE PROGRESSION SCORE BE CONSIDERED A PROGNOSTIC TOOL IN PROSTATE CANCER PRELIMINARY DATA IN A LARGE ITALIAN SITE Enrico Bollito P196 SURVIVAL, CONTINENCE AND POTENCY (SCP) RECOVERY AFTER RADICAL RETROPUBIC PROSTATECTOMY: A LONG- TERM COMBINED EVALUATION OF SURGICAL OUTCOMES. Borghesi P197 P198 THE IMPACT OF TIME TO BIOCHEMICAL RECURRENCE ON CANCER-SPECIFIC MORTALITY IN PATIENTS WITH HIGH- RISK PROSTATE CANCER TREATED WITH RADICAL PROSTATECTOMY: A COMPETING-RISKS REGRESSION ANALYSIS EFFECTS OF POLLEN EXTRACT IN ASSOCIATION WITH VITAMINS (DEPROX 500 ) FOR PAIN RELIEF IN PATIENTS AFFECTED BY CHRONIC PROSTATITIS/CHRONIC PELVIC PAIN SYNDROME: RESULTS FROM RANDOMIZED, CONTROLLED STUDY. Giorgio Tommaso Gandaglia Cai P199 RELAZIONE TRA PSA E CARDIOPATIA ISCHEMICA Rossella Manco P200 P201 SERENOA REPENS, LICOPENE E SELENIUM VS. TAMSULOSINA PER IL TRATTAMENTO DEI LUTS: UNO STUDIO ITALIANO MULTICENTRICO RANDOMIZZATO COMPARATIVO TRA LA MONOTERAPIA O LA COMBINAZIONE (PROCOMB STUDY) TERAPIA CON DUTASTERIDE 0.5 MG PRECEDUTA DA TADALAFIL 5 MG NEL TRATTAMENTO DEI LUTS DA IPB: PUNTIAMO SUL TRATTAMENTO SEQUENZIALE PER AUMENTARE LA COMPLIANCE Giuseppe Gianni Morgia Malossini P202 THE MEDICAL TREATMENT OF BENIGN PROSTATIC HYPERPLASIA EFFECTIVENESS AND DRUG ADHERENCE: RESULTS FROM A RECORD-LINKAGE ANALYSIS Luca Cindolo P203 UTILIZZO PROLUNGATO DI ALFA-LITICI: QUALI EFFETTI SULLA MUSCOLATURA IRIDEA? Pietro Saldutto P204 WHEN TO PERFORM PRESSURE FLOW STUDY IN PATIENTS WITH LOWER URINARY TRACT SYMPTOMS AND BENIGN PROSTATIC ENLARGEMENT: EXTERNAL VALIDATION OF A NOVEL CLINICAL NOMOGRAM Fabrizio Presicce P205 18F-FACBC COMPARED WITH 11C-CHOLINE PET/CT IN PATIENTS WITH BIOCHEMICAL RELAPSE AFTER RADICAL PROSTATECTOMY: A PROSPECTIVE STUDY IN 79 PATIENTS. Riccardo Schiavina

17 P206 ACCURACY OF P2PSA AND DERIVATIVES (%P2PSA AND PHI) IN PREDICTING PROSTATE CANCER IN OBESE MEN FROM A MULTICENTER EUROPEAN STUDY Alberto Abrate P207 MAGNETIC RESONANCE SPECTROSCOPIC IMAGING 3T WITHOUT ENDORECTAL COIL AND PROSTATE CANCER: CORRELATION WITH TRANSPERINEAL ULTRASOUND GUIDED PROSTATE BIOPSY Roberto Castellucci P208 CARDIOVASCULAR RISK AND PROSTATE CANCER: A POSSIBLE LINK TO PROSTATE CANCER AGGRESSIVENESS Fabrizio Presicce P209 *** Stefano De Luca P210 DECISION CURVE ANALYSIS TO EVALUATE COST/BENEFIT RATIO OF MULTIPARAMETRIC MAGNETIC RESONANCE (MMRI) TOGETHER WITH PROSTATE CANCER ANTIGEN 3 (PCA3) IN THE DIGNOSIS OF PROSTATE CANCER Gian Maria Busetto P211 HIGHLY-TRAINED DOGS OLFACTORY SYSTEM DETECTS PROSTATE CANCER IN URINE SAMPLES Gianluigi Taverna P212 MULTIPARAMETRIC MRI (MP-MRI) IN THE DETECTION OF PROSTATE CANCER INDEX LESIONS A PROSPECTIVE STUDY USING WHOLE-MOUNT HISTOLOGICAL SECTIONS AS THE REFERENCE STANDARD. Filippo Russo P213 MULTIPARAMETRIC MAGNETIC RESONANCE IMAGING (MPMRI) OF PROSTATE CANCER LESIONS - HOW MUCH DO WE HAVE TO LEARN? Giulio Patruno P214 PLASMA CIRCULATING MIRNAS: A NEW POTENTIAL BIOMARKER FOR PROSTATE CANCER DIAGNOSIS Simona Giglio P215 PSA KINETICS PARAMETERS ARE PREDICTIVE OF PET FEATURES WORSENING IN PATIENTS WITH BIOCHEMICAL RELAPSE AFTER PROSTATE CANCER TREATMENT WITH RADICAL INTENT: RESULTS FROM A LONGITUDINAL COHORT STUDY Giampaolo Siena P216 SATURATION BIOPSY CON SINGOLO ACCESSO TRANS- PERINEALE E SCHEMA A 32 PRELIEVI: DESCRIZIONE DELLA TECNICA E ANALISI DEGLI OUTCOME IN 152 PAZIENTI. Salvatore Micali P217 SIDE-EFFECTS AND COMPLICATIONS OF TRANSPERINEAL PROSTATE (TP) BIOPSIES - THE FIRST PROSPECTIVE EVALUATION USING A PATIENT REPORTED OUTCOME MEASURES (PROM) TOOL Gabriele Gaziev P218 THE INFLUENCE OF PHYSICAL ACTIVITY ON PROSTATE CANCER DIAGNOSIS: A BIOPSY COHORT ANALYSIS Andrea Tubaro

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI

SISTEMA ROBOTICO DA VINCI SISTEMA ROBOTICO DA VINCI Dalla Laparoscopia urologica alla Chirurgia robotica. S I S T E M A R O B O T I C O D A V I N C I CHE COSA BISOGNA SAPERE SUL SISTEMA ROBOTICO DA VINCI: 1 IL VANTAGGIO PRINCIPALE

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

December 6-7th, 2013 rezzo S. Donato Hospital

December 6-7th, 2013 rezzo S. Donato Hospital obotic Surgery in Urology: Seniors vs Juniors. Second da Vinci Junior Users Meeting. Chairman of scientific committee: Michele De Angelis, Giorgio Guazzoni Whit the Endorsment of December 6-7th, 2013 rezzo

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un

La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un 1 Introduzione La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un aumento nell incidenza del Carcinoma Prostatico (tasso d incidenza di 55 casi per 100.000 e quello di mortalità di 22,6

Dettagli

LASER Holmium CALCULASE II 20 W:

LASER Holmium CALCULASE II 20 W: URO 32 10.0 05/2015-IT LASER Holmium CALCULASE II 20 W: Campi di applicazione ampliati LASER Holmium CALCULASE II 20 W CALCULASE II rappresenta la concreta possibilità di effettuare, rapidamente e con

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine

DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine DA PORTO A., NANINO E., DEL TORRE M., SECHI L.A., CAVARAPE A. CLINICA MEDICA - Azienda Ospedaliero-Universitaria S.Maria Misericordia di Udine VITAMINA D: SINTESI, METABOLISMO E CARENZA Il 40-50% della

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Metodologia diagnostica dell incontinenza urinaria da sforzo nella donna DR. CORVASCE TOMMASO

Metodologia diagnostica dell incontinenza urinaria da sforzo nella donna DR. CORVASCE TOMMASO Metodologia diagnostica dell incontinenza urinaria da sforzo nella donna DR. CORVASCE TOMMASO Continenza urinaria e incontinenza urinaria La continenza urinaria è la capacità di posporre l atto minzionale

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE

TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE TARIFFARIO LIBERA PROFESSIONE INDIVIDUALE Unità operativa BAISI DOTT. BENIAMINO LP0972 (AGO) BIOPSIA PROSTATA ECOGUIDATA 206,71 LP8141 ASPORTAZIONE CONDILOMI O ALTRA LESIONE DEL PENE 160,00 LP8108 ASPORTAZIONE

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Linee Guida sull Incontinenza

Linee Guida sull Incontinenza 4ª Consultazione Internazionale sull Incontinenza Linee Guida sull Incontinenza Raccomandazioni ICI 2009 Traduzione in lingua italiana A cura di Roberto Carone Linee Guida sull Incontinenza Prefazione

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE

SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE SINOSSI PROTOCOLLO STUDIO OSSERVAZIONALE Studio prospettico, non interventistico, di coorte, sul rischio di tromboembolismo venoso (TEV) in pazienti sottoposti a un nuovo trattamento chemioterapico per

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Seminario Valutazione PON Roma, 29 marzo 2012 La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Elena Meroni - Università di Padova e INVALSI Daniele Vidoni

Dettagli

Lo screening cervicale.

Lo screening cervicale. Lo screening cervicale. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire e gli esercizi di riabilitazione)

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino

LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Compagnia di San Paolo LABORATORIO DI INGEGNERIA DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE (LISiN) Via Cavalli 22H, 10138 Torino Comunità Europea European Space Agency Attività extraveicolare sulla Stazione Spaziale

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA

ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA ELENCO DRG AD ALTO RISCHIO DI NON APPROPRIATEZZA IN REGIME DI DEGENZA ORDINARIA Codice Descrizione DRG 006 Decompressione tunnel carpale Allegato 6 A 008 INTERVENTI SU NERVI PERIFERICI E CRANICI E ALTRI

Dettagli

Edema maculare diabetico e trattamento laser

Edema maculare diabetico e trattamento laser Edema maculare diabetico e trattamento laser Diabetic macular edema and laser treatment Del Re A, Frattolillo A Centro Oculistico Del Re - Salerno Dr. Annibale Del Re e Dr. A. Frattolillo 18 RIASSUNTO

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE

DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE DIAGNOSTICA DI LABORATORIO NELL ARTRITE REUMATOIDE Dr.ssa ANNALISA BIANO ASL 2 SAVONESE S.S.D. LABORATORIO DI PATOLOGIA CLINICA P.O. CAIRO MONTENOTTE GRUPPO LIGURE di AUTOIMMUNITA ARTRITE REUMATOIDE: PROBLEMATICHE

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze

Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Misurazione e monitoraggio della complessità assistenziale Monitoraggio dei livelli ottimali di staffing Strumenti disponibili e tendenze Filippo Festini Università di Firenze, Dipartimento di Pediatria,

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I)

ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ANALISI DELLA SOPRAVVIVENZA: IL MODELLO DI COX (parte I) ESEMPIO 1 (continua): La costruzione del modello di Cox viene effettuata tramite un unico comando. Poiché il modello contiene una covariata categoriale

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity

a state of complete physical, men al , an social well ll-bei ng an not merely the absence of disease or infirmity SALUTE: definizione Nel 1948, la World Health Assembly ha definito la salute come a state of complete physical, mental, and social well-being and not merely the absence of disease or infirmity. Nel1986

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione

UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI Edizione Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e I Congresso della Società Italiana di Neuroetica - SINe UNO SGUARDO DA QUALE MENTE? LA PROSPETTIVA NEUROETICA Incontri su Neuroscienze e Società, VI

Dettagli