Stadiazione dei linfomi di Hodgkin e dei linfomi non-hodgkin aggressivi: confronto con le tecniche convenzionali di stadiazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Stadiazione dei linfomi di Hodgkin e dei linfomi non-hodgkin aggressivi: confronto con le tecniche convenzionali di stadiazione"

Transcript

1 DOI /s NEURORADIOLOGY NEURORADIOLOGIA Role of whole-body [ 18 F] fluorodeoxyglucose positron emission tomography/computed tomography (FDG-PET/CT) and conventional techniques in the staging of patients with Hodgkin and aggressive non Hodgkin lymphoma Stadiazione dei linfomi di Hodgkin e dei linfomi non-hodgkin aggressivi: ruolo dell esame PET/TC total body con 18 F-fluorodesossiglucosio e confronto con le tecniche convenzionali di stadiazione E. Pelosi 1,2 P. Pregno 3 D. Penna 1 D. Deandreis 1 A. Chiappella 3 G. Limerutti 4 U. Vitolo 3 M. Mancini 2 G. Bisi 1 E. Gallo 3 1 SCDU Medicina Nucleare, ASO S. Giovanni Battista, Torino, Italy 2 Centro PET IRMET SpA, Torino, Italy 3 SCDO Ematologia, ASO S. Giovanni Battista, Torino, Italy 4 SCDO Radiologia, ASO S. Giovanni Battista, Torino, Italy Correspondence to: E. Pelosi, Tel.: , Fax: , Received: 16 April 2007/Accepted: 29 May 2007 Springer-Verlag 2008 Abstract Purpose. The aim of this study was to evaluate the role of [ 18 F]fluorodeoxyglucose positron emission tomography/computed tomography (FDG-PET/CT) in the staging of Hodgkin s and aggressive non-hodgkin s lymphoma (HL and NHL), comparing it with conventional diagnostic methods, i.e. contrast-enhanced CT and bone marrow biopsy. Materials and methods. Sixty-five consecutive patients (30 HL and 35 NHL) who underwent conventional disease staging and FDG-PET/CT were included. Concordance between conventional methods and PET was established when both procedures identified the same disease stage. Discordant findings were investigated further by using other diagnostic techniques (ultrasonography or magnetic resonance imaging) and/or clinical follow-up. Results. PET correctly staged 93.8% of enrolled patients (61/65), whereas conventional techniques correctly staged 89.2% (58/65; p=ns, χ 2 test). There was complete concordance in 54/65 patients (83.1%); among the remaining 11 cases, PET upstaged eight patients (seven true positive and one false positive), and downstaged three (all false negative). In 5/65 patients, chemotherapy treatment was modified on the basis of PET findings. Riassunto Obiettivo. Scopo di questo studio è stato quello di valutare il ruolo dell esame PET/TC total body con 18 F-fluorodesossiglucosio (FDG-PET/TC) nella stadiazione dei linfomi di Hodgkin (LH) e non-hodgkin aggressivi (NHL), confrontandolo con le tecniche convenzionali di stadiazione (TC con mezzo di contrasto e biopsia osteo-midollare). Materiali e metodi. Sono stati inclusi 65 pazienti consecutivi (30 LH e 35 NHL) che hanno eseguito stadiazione convenzionale e FDG-PET/TC. Le due procedure sono state definite concordanti quando entrambe hanno identificato il medesimo stadio di malattia; in caso di discordanza sono state eseguiti altri esami (ecografia o risonanza magnetica) e/o follow-up clinico. Risultati. L esame PET ha consentito di stadiare correttamente 61/65 pazienti (93,8%), le metodiche convenzionali 58/65 (89,2%; p=ns, test χ 2 ). Nella stadiazione, entrambe le tecniche risultavano concordare in 54/65 casi (83,1%); nei restanti 11 casi, l esame PET ha determinato una sovrastadiazione in 8 pazienti (7 veri positivi ed 1 falso positivo) e una sotto-stadiazione in 3 casi (tutti falsi negativi). Sulla base dei risultati PET il trattamento chemioterapico è stato modificato in 5 pazienti. Conclusioni. I nostri dati confermano l elevata accuratezza

2 Conclusions. Our data confirm the high accuracy of FDG- PET/CT in staging HL and NHL. FDG-PET/CT should therefore be used routinely in the initial evaluation of both patient subgroups. Keywords FDG-PET/CT Hodgkin s lymphoma Aggressive Non-Hodgkin s lymphoma Disease staging diagnostica dell esame FDG-PET/TC nella stadiazione dei LH e LNH. Questo ne suggerisce un uso di routine nell iter di stadiazione. Parole chiave FDG-PET/CT Linfoma di Hodgkin Linfoma non Hodgkin Stadiazione Introduction Despite several attempts to improve the efficiency of treatment regimens, in only 50% of patients diagnosed with aggressive non-hodgkin s lymphoma (NHL) and 80% of those with Hodgkin s lymphoma (HL) is the event-free survival prolonged [1 4]. At this time, the paradigm of treatment in HL and NHL is moving towards a more risk-adapted therapy based on the individual patient s prognosis. The International Prognostic Index (IPI) and the Hasenclever score, including histopathological and clinical features as prognostic factors, are well-established predictors of treatment outcome and survival [5, 6]. However, considerable variations still remain in the outcome of individual patients within the same prognostic group. Today, a key role in the outcome of these patients seems to be played by disease stage at presentation. Therefore, accurate staging has to be considered crucial. Furthermore, in patients with malignant lymphoma, accurate staging is mandatory to plan an effective chemotherapy regimen and to minimise treatment side effects and toxicity [7]. Conventional staging techniques, considered the reference standard, include neck, chest, abdomen and pelvic contrast-enhanced computed tomography (CE-CT), uni/bilateral bone marrow biopsy (BMB) and in some cases magnetic resonance imaging (MRI). However, CE-CT has some limitations in differentiating malignant from benign small lymph nodes or, after treatment, neoplastic tissue from fibrosis [8]. On the other hand, BMB is an invasive procedure and can be subject to sampling errors [9, 10]. At present, MRI is considered to be a complementary technique to CE-CT and BMB, allowing, in some anatomical districts, further and more specific information [11, 12]. The recent introduction of whole-body [ 18 F]fluorodeoxyglucose positron emission tomography (FDG-PET) scan and the use of the combined PET/CT tomographs has added a new strategic tool to this scenario, allowing abnormal metabolic tissue changes to be correlated with anatomic structures defined at CT imaging. In fact, whole-body FDG- PET has been proved to be the most accurate noninvasive technique in the staging of several malignancies. In particular, FDG-PET, by studying tissue glycolytic activity, allows metabolic characterisation of morphological indeterminate Introduzione Nonostante i numerosi tentativi fatti per migliorare l efficacia dei protocolli terapeutici, attualmente solo il 50% dei pazienti con diagnosi di linfoma non-hodgkin aggressivo (NHL) e l 80% di quelli con linfoma di Hodgkin (HL) hanno una risposta completa e definitiva al trattamento [1 4]. Nei linfomi maligni, la tendenza attuale è quella di impostare un trattamento personalizzato adattato alla classe di rischio di ogni singolo paziente. L International Prognostic Index (IPI) e lo Hasenclever score sono i due score più utilizzati per predire la risposta al trattamento e la sopravvivenza di questi pazienti [5, 6]. Tuttavia, permangono importanti differenze nella risposta e nella sopravvivenza di soggetti inclusi nello stesso gruppo di rischio. Attualmente, lo stadio di malattia al momento della diagnosi è ritenuto elemento di fondamentale importanza, sia dal punto di vista prognostico che per impostare un piano terapeutico efficace, riducendo al minimo gli effetti collaterali e la tossicità del trattamento [7]. Le tecniche convenzionali di stadiazione considerate il gold standard includono la tomografia computerizzata con mezzo di contrasto (TC MdC) delle regioni cervicale, toracica e addomino-pelvica, la biopsia osteo-midollare (BMb) mono- e/o bilaterale della cresta iliaca e, solo in alcuni casi, la risonanza magnetica (MRI). Tuttavia, ognuna di queste metodiche presenta limiti che ne riducono l accuratezza diagnostica; in particolare la TC con MdC non consente di differenziare piccoli linfonodi tra benigni e maligni, né di differenziare il tessuto fibrotico residuo dall eventuale persistenza di malattia dopo il trattamento [8]. D altra parte la BMb oltre ad essere una metodica invasiva, presenta alcuni limiti legati sia ad errori di campionamento che alla modalità di presentazione della malattia (come nel caso dell interessamento midollare di tipo patchy ) [9, 10]. Infine la MRI che è attualmente utilizzata solo in alcuni casi come metodica complementare rispetto alla TC con MdC o alla BMb; ha elevata sensibilità ma limiti di specificità [11, 12]. La recente introduzione della tomografia ad emissione di positroni con 18 F-fluorodesossiglucosio (FDG-PET) e quella dei tomografi ibridi PET/TC ha aggiunto, nel campo diagnostico oncologico, uno strumento essenziale in grado di correlare le caratteristiche metaboliche specifiche dei diffe-

3 findings, detection of early disease before morphological changes occur and differentiation of residual tumour from scar/necrotic tissue. The usefulness of the FDG-PET scan has also been proved by several studies in the management of patients with HL and aggressive NHL [13 16]. On this basis, in the clinical routine setting, whole-body FDG-PET is already considered an essential tool to evaluate therapy response. In fact, it is useful for assessing partial or complete response and differentiating residual disease from therapyinduced fibrosis and/or necrosis after completion of chemoradiotherapy [17 19]. A new and interesting use for FDG-PET is related to the early evaluation of chemotherapy response to identify patients not responding to treatment and who are thus candidates for different therapeutic strategies [20, 21]. However, the role of whole-body FDG-PET in the staging of patients with lymphoproliferative disease and its real impact on clinical outcome and treatment planning remains to be determined. Several studies on this topic report a high diagnostic accuracy of this technique when compared with the standard staging methods [22 25] both in nodal and extranodal disease and in localised bone marrow disease. The aim of this study was to evaluate the role of whole-body FDG-PET/CT compared with conventional staging techniques (CE-CT and BMB) and to evaluate its clinical impact in patients with HL and aggressive NHL. Materials and methods Patients population We included in our study 65 consecutive patients: 42 men, 23 women, with a median age of 46.7 (range 17 83) years. There were 35 cases of aggressive NHL (25 diffuse large B cell, six follicular grade III, two mantle cell and two anaplastic) and 30 cases of HL. Fifty-two of 65 patients were at first diagnosis of disease (32 aggressive NHL and 20 HL) and 13 were being evaluated for disease relapses (three NHL and ten HL; Table 1). All selected patients were evaluated and treated in the same haematology oncology department; all underwent disease staging, treatment and restaging at the end of the treatment. Staging procedures The clinical stage of disease was assessed according to the Ann Arbor classification. Disease staging included general history; physical examination; routine blood tests; echocardiography; CE-CT of the neck, chest, abdomen and pelvis; bilateral BMB; and whole-body FDG PET/CT. The time interval between CE-CT and PET/CT scan was 2 weeks or less. All CE-CT scans were acquired in the same radiology department and evaluated by the same radiologist. PET/CT renti tessuti con le loro eventuali alterazioni/modificazioni strutturali. La FDG-PET/TC si è dimostrata essere la più accurata delle metodiche di stadiazione in numerosi tumori; essa infatti consentendo di studiare l attività glicolitica tessutale, che è particolarmente incrementata nei tessuti neoplastici, permette di caratterizzare modificazioni strutturali di dubbia natura (ad esempio il nodulo polmonare di ndd), identificare la presenza di cellule neoplastiche prima che queste abbiano determinato modificazioni morfologiche (ad esempio in linfonodi di dimensioni normali) e di differenziare la persistenza di tessuto tumorale dalla necrosi e dalla fibrosi. L utilità dell esame FDG-PET/TC è stata provata da numerosi studi anche nel management di pazienti con HL e NHL [13 16]. In questo campo l esame PET è considerato essenziale per valutare la risposta al trattamento (risposta parziale vs risposta completa, caratterizzazione metabolica di masse residue [17 19]). Un nuovo interessante uso della PET con FDG è la valutazione della risposta precoce al trattamento nei linfomi di Hodgkin (ma anche nei NHL aggressivi) con l obiettivo di identificare precocemente i pazienti non responder da candidare a trattamenti più aggressivi [20, 21]. Tuttavia il ruolo dell esame FDG-PET/TC nella stadiazione dei pazienti con malattia linfoproliferativa ed il suo impatto reale sull outcome clinico e sulle strategie terapeutiche rimane da determinare. Diversi studi su questo argomento riportano un accuratezza diagnostica della PET più elevata rispetto alle metodiche di stadiazione convenzionali [22 25], sia per quanto riguarda l identificazione della malattia a livello linfonodale, sia per l interessamento degli organi parenchimatosi, sia per l identificazione di malattia osteo-midollare. Quindi lo scopo di questo studio è quello di valutare il ruolo dell esame FDG-PET/TC nella stadiazione di pazienti con HC e NHL aggressivo, confrontandolo con le metodiche di standard (TC MdC e BMb) e valutandone l impatto clinico in pazienti con HL e NHL aggressivo. Materiali e metodi Popolazione dei pazienti Abbiamo incluso in questo studio 65 pazienti consecutivi: 42 maschi e 23 femmine, di età media 46,7 anni (range anni). Trentacinque pazienti avevano un NHL aggressivo (25 diffuso a grandi cellule B, 6 follicolari di grado 3, 2 mantellari, 2 anaplastici) e 30 HL. Cinquantadue pazienti erano alla prima diagnosi (32 NHL e 20 HL) mentre i restanti 13 presentavano ricaduta di malattia (3 NHL e 10 HL; Tabella 1). Tutti i pazienti inclusi sono stati studiati e trattati presso la stessa Struttura Complessa di Ematologia; tutti hanno eseguito stadiazione di malattia, trattamento e rivalutazione alla fine dello stesso. Stadiazione Lo stadio di malattia è stato valutato secondo la classificazione di Ann Arbor. La stadiazione di tutti i pazienti ha in-

4 Table 1 Clinical characteristics of patients included in the study (n=65) Characteristics Number % Sex: Male Female Age (years): Median 46.7 Range Lymphoma: HL NHL diffuse large B cell 6 follicular grade III 2 mantle cell 2 anaplastic Disease Status: 1st diagnosis Recurrences Disease stage: I-II (Conventional III-IV Procedures) Tabella 1 Caratteristiche cliniche dei pazienti inclusi (n=65) Caratteristiche cliniche N % Sesso: M F Età (anni): Media 46.7 Range Linfoma: HL NHL diffuso grandi cellule B 6 follicolare grado III 2 mantellare 2 anaplastico Riscontro: 1a diagnosi Recidiva Stadio: I-II (imaging III-IV Convenzionale) studies were acquired in two PET centres using two different PET/CT scanners: a Gemini (Philips Medical Systems, Cleveland, OH, USA) and a Discovery ST (General Electric Medical Systems, Waukesha, WI, USA). Patients were instructed to fast for at least 6 h before the scan; at the time of tracer injection, all patients presented a blood glucose level <200 mg/dl. Patients were informed about the procedures and provided written informed consent. Whole-body emission scans (eight to nine bed positions, 2.5 min per position for the Gemini; and six to seven bed positions, 3.5 min per position for the Discovery ST) were acquired beginning 60 min after the intravenous injection of FDG (dose range MBq). No adverse events were observed in any of the patients after the administration of FDG. The acquisition protocol started with a scout view (a CT bidimensional projection of the patient), which was used to define the body axial extension (start and end position) over which to acquire the CT and PET data. Once the scan range had been defined, from the base of the skull to the proximal femur, a CT scan was performed (voltage 140 kv and tube current of 60 ma for Discovery ST, and 120 kv, 80 ma for Gemini). This scan lasted approximately 1 min and was used for both anatomical localisation and attenuation correction of PET emission data. At the end of the CT scan, the bed position was translated into the PET field of view (FOV) for the PET study. PET data of the whole-body distribution of the tracer were acquired in 3D mode (from the pelvis to the neck). Coronal, sagittal and transverse data sets were reconstructed. Images were coregistered by dedicated software: ente- GRA for the Discovery ST; Syntegra for the Gemini. All PET/CT scans were evaluated blinded to the results of CE- CT scan and BMB by two nuclear medicine physicians who produced the clinical reports in conference. At the end of the cluso: anamnesi, esame obiettivo, esami ematologici di routine, studio ecocardiografico, TC con MdC delle regioni cervicale, toracica e addomino/pelvica, biopsia osteo-midollare bilaterale ed esame FDG-PET/TC total body. Il tempo massimo intercorso tra l esame TC MdC e quello PET/TC è stato di 2 settimane. Tutti gli esami TC con mezzo di contrasto sono stati eseguiti presso la stessa Struttura Complessa di Radiologia e refertati dallo stesso medico radiologo. Gli esami PET/TC sono stati acquisiti in due Centri PET, utilizzando due differenti tomografi PET/TC: un Gemini (Philips Medical Systems, Cleveland, Ohio, USA) e un Discovery ST (General Electric medical systems, Waukesha, Wisconsin, USA). Per lo studio PET con FDG, i pazienti sono rimasti a digiuno per almeno sei ore prima dell iniezione del tracciante; tutti prima della somministrazione presentavano livelli glicemici inferiori a 200 mg/dl. I pazienti sono stati informati sulle caratteristiche dell esame ed hanno firmato un consenso informato. L esame emissivo PET (che consisteva nella acquisizione di 8 9 field of view FOV della durata di 2,5 minuti ciascuno nel caso del tomografo Gemini e di 6 7 FOV della durata di 3, 5 minuti ciascuno nel caso del Discovery ST) è stato acquisito 60 minuti dopo la somministrazione endovenosa di FDG (dose compresa tra 222 e 370 MBq). La somministrazione del 18 F- fluorodesossiglucosio non ha determinato l insorgenza di effetti collaterali in nessuno dei pazienti studiati. Il protocollo di acquisizione dell esame PET/TC prevede inizialmente l esecuzione di uno scout view (una proiezione bidimensionale del paziente) che permette di definire la parte del corpo (posizione iniziale e finale) su cui acquisire l esame TC e quello PET. Una volta stabilita l estensione di scansione (normalmente tra la porzione prossimale del femore e la base cranica), viene acquisito l esame TC a basso dosaggio (ld TC: 120 KV, 80 ma/s per la Gemini e 140KV, 60 ma/s per la Discovery ST). Questa scansione, della durata di circa 1 minuto, viene utilizzata sia per la

5 treatment, all 65 patients underwent a second whole-body PET/CT study and CE-CT scan. Standard reference All study results were subsumed in a reference standard, as there is no gold standard to confirm them. Positive findings at whole-body PET and CE-CT or bone marrow biopsy were interpreted as pathologic, whereas discordant findings between PET and conventional techniques were further investigated. In particular, concordance between conventional diagnostics methods (CE-CT and BMB together) and FDG- PET/CT was rated if both procedures provided the same disease stage. In contrast, discordance was established when disease stage identified at conventional diagnostic procedures was different from the stage identified at PET. All discordant cases were reviewed by an interdisciplinary group of physicians from the nuclear medicine, radiology and haematology departments, and were then investigated. The were then investigated with further techniques [ultrasonography (US) for abdominopelvic and inguinal evaluation and MRI for bone marrow evaluation] or evaluated by clinical follow-up, comparing PET and CE-CT scans acquired at staging and at the end of treatment. In all discordant cases, a final consensus was achieved. Statistical analysis Differences between disease stage with FDG-PET/CT and conventional imaging techniques were evaluated with the chi-square test, which was also used to analyse change in disease stage in patients with HL and aggressive NHL. Results Clinical characteristics of the 65 patients are reported in Table 1. Whole-body FDG-PET/CT correctly staged 61/65 patients (93.8%), whereas conventional staging techniques correctly staged 58/65 cases (89.2%; p=ns, chi-square test). In 54 out of 65 patients (83.1%), we obtained concordance on disease stage between whole-body FDG-PET/CT scan and standard staging techniques; in the 11 remaining cases (11/65; 16.9%), there was discordance. Eight of these 11 discordant cases were upstaged by the FDG-PET/CT scan. Further studies and/or clinical follow-up confirmed this result in seven cases (four aggressive NHL and three HL). In particular, in two patients (one B-cell NHL and one HL), PET showed abdominal lymph node involvement (lymph nodes with CT diameter <15 mm), which was no longer evident in the PET/CT images acquired at the end of the treatment. In two patients (one high-grade follicular NHL and correzione dell attenuazione dell esame emissivo PET, sia per il confronto e localizzazione anatomica dei reperti PET. Al termine della scansione TC, la posizione del lettino viene traslata nel FOV della PET per l acquisizione di quest ultimo. L esame PET emissivo viene acquisito in modalità 3D (dalla pelvi alla base cranica). Vengono quindi ricostruite immagini coronali, sagittali e traversali. La co-registrazione delle immagini viene effettuata da un software dedicato: Syntegra per Gemini ed entegra nel caso del tomografo Discovery ST. Tutti gli esami PET/TC sono stati valutati dagli stessi due medici nucleari che hanno firmato congiuntamente tutti i referti senza essere a conoscenza dei risultati della TC MdC e della BMb. Alla fine del trattamento tutti i 65 pazienti hanno ripetuto l esame FDG-PET/TC total body e la TC MdC. Valutazione dei risultati Dal momento che non esiste un gold standard di riferimento che consente di confermare i risultati dei singoli esami di stadiazione eseguiti, abbiamo proceduto come segue. Abbiamo considerato concordanti le metodiche convenzionali (TC MdC e BMb) e l esame FDG-PET/TC quando entrambe le procedure hanno identificato lo stesso stadio di malattia. D altro lato le abbiamo considerate discordanti quando lo stadio di malattia identificato è risultato essere diverso. Tutti i casi discordanti sono stati rivalutati da un gruppo interdisciplinare di medici dei dipartimenti di ematologia, radioterapia, medicina nucleare e radiologia, ed investigati con ulteriori metodiche (ecografia per la valutazione delle regioni addomino-pelvica e di quella inguinale, MRI per la valutazione del midollo osseo) o valutati con follow-up clinico (confrontando lo studio PET/TC e quello TC MdC eseguiti al momento della stadiazione ed alla fine del trattamento). In tutti i casi discordanti, il gruppo interdisciplinare ha raggiunto un accordo finale. Analisi statistica Le differenze tra lo stadio di malattia identificato con la FDG-PET/TC e quello identificato con le tecniche di stadiazione convenzionale sono state valutate con il test del chi quadro; lo stesso test è stato utilizzato per analizzare il cambio di stadio di malattia nel gruppo dei pazienti con HL ed in quello con NHL aggressivo. Risultati Le caratteristiche cliniche dei 65 pazienti inclusi in questo studio sono riportate nella Tabella 1. La FDG-PET/TC total body ha consentito di studiare correttamente 61/65 pazienti (93,8%), mentre le tecniche di stadiazione convenzionali (TC MdC e BMb) 58/65 (89,2%; p=ns, test χ 2 ). In 54 dei 65 pazienti (83,1%), è risultata concordanza tra lo stadio di malattia identificato col solo esame FDG-PET/CT e quello con le metodiche convenzionali; nei restanti 11 casi (11/65; 16,9%) discordanza. Otto di questi 11 casi discordanti sono

6 one HL), further inguinal lymph node and spleen involvement was detected by PET scan (Fig. 1), and confirmed by a US study. In one patient (B-cell NHL), liver involvement was detected by PET and confirmed by US. Finally, in two patients (one B-cell NHL and one HL), bone marrow involvement (L4 and the left femur, respectively; Fig. 2) was detected by PET and confirmed with MRI. In contrast, in one case (HL), the FDG-PET pathological finding at the bone marrow level proved to be false positive at biopsy (bone uptake due to mastocytosis). The remaining three out of the 11 discordant cases (all aggressive NHL) were erroneously downstaged by PET/CT scan (in all of these cases, bone marrow involvement <20% was found on bone marrow biopsy). Therefore, seven out of 65 patients (10.7%) were correctly upstaged by PET/CT scan: 6/30 (20%) with initial disease stage and 1/35 (3%) with advanced stage. In particular, due to the PET scan findings, six cases shifted from an initial stage II (five IIA and one IIB) stated by conventional techniques to an advanced stage III (n = 4) and IV (n = 2); one case shifted from an initial stage IIIA to a final stage IVA. In five out of the seven upstaged patients (5/65, 7.7%), oncological treatment was modified (Table 2). In two patients with bone localisation, involved-field radiation of the bone lesion was added to chemotherapy. In the other three patients (two with inguinal node and spleen involvement and one with liver involvement), the chemotherapy protocol was reinforced. In the two remaining cases, oncological treatment was not modified by FDG-PET findings: in the first case, a patient with disease relapse, stem cell transplantation had already been planned; in the second case, a reinforced chemotherapy protocol had already been planned for a bulky oropharyngeal mass. HL and aggressive NHL subgroups Whole-body FDG-PET/CT allowed correct staging of 29/30 HL and 32/35 NHL (96.7% and 91.4%, respectively; p=ns, chi-square test). In patients presenting with HL, there was complete agreement in disease stage between standard techniques and FDG-PET/CT in 26 cases (86.7%); in three cases (10%), PET/CT correctly upstaged the disease, and in one case (3.3%), the PET/CT finding was false positive. In patients presenting with NHL, there was complete agreement in disease stage in 28 cases (80%); PET/CT correctly upstaged the disease in four cases (11.4%), and the findings were false negative in three case (8.6%). Bone marrow disease Bone marrow disease was evaluated with whole-body FDG- PET and BMB; MRI was used in the case of discordance. At stati sovra-stadiati dalla FDG-PET/TC. Ulteriori approfondimenti diagnostici e/o il follow-up clinico hanno confermato il dato PET/TC in 7 pazienti (4 con NHL aggressivo e 3 con HL). In particolare: in 2 pazienti (1 con NHL a grandi cellule B e 1 con HL) la PET ha evidenziato la presenza di malattia linfoproliferativa a livello di stazioni linfonodali addominali (linfonodi con diametro inferiore a 15mm); tali reperti non erano più presenti nell esame PET eseguito alla fine del trattamento; in 2 pazienti (1 con NHL follicolare ad alto grado e 1 con HL) la PET/TC ha evidenziato ulteriore coinvolgimento di malattia a livello di linfonodi inguinali e a livello splenico (Fig. 1) confermati dallo studio ecografico; infine in 2 pazienti (1 con NHL a grandi cellule B e 1 con HL) la PET ha mostrato interessamento midollare (rispettivamente a livello di L4 e de femore destro, Fig. 2) confermato dalla MRI. Viceversa, in un paziente con HL il reperto di interessamento midollare evidenziato dalla PET è risultato essere falsamente positivo nel confronto con la biopsia (l elevata iperfissazione osteo-midollare era dovuta alla presenza di mastocitosi). Tre degli 11 casi discordanti (tutti NHL aggressivi) sono stati erroneamente sotto-stadiati dalla FDG- PET/TC (in tutti la BMb ha dimostrato la presenza di un infiltrato midollare linfomatoso inferiore al 20%). Pertanto in 7 su 65 pazienti (10,7%) la PET/TC ha correttamente portato ad una sovra-stadiazione della malattia rispetto a TC MdC e BMb. In particolare, in seguito ad esame PET, 6 casi sono passati dallo stadio II (5 IIA e 1 IIB) allo stadio III (n=4) o IV (n=2), mentre 1 paziente è passato dallo stadio IIIA a quello IVA. Il protocollo di trattamento è stato modificato in 5 dei 7 pazienti sovrastadiati (5/65, 7,7%; Tabella 2). In 2 pazienti con localizzazione di malattia a livello osteo-midollare è stato aggiunto al trattamento chemioterapico, un trattamento radioterapico sulla lesione; in altri 3 pazienti (2 casi con interessamento di linfonodi inguinali e splenico ed 1 caso con interessamento epatico) vi è stato un cambiamento del protocollo chemioterapico. Nei restanti due pazienti il trattamento oncologico non è stato modificato sulla base dei risultati dell esame FDG-PET/TC, poiché nel primo caso, trattandosi di una recidiva della malattia, era già stato pianificato un trapianto di cellule staminali, mentre nel secondo caso era già stato previsto un protocollo adeguato per il trattamento di una massa bulky a livello orofaringeo. Sottogruppi: HL e NHL aggressivi L esame FDG-PET/CT total body ha consentito di stadiare correttamente 29/30 pazienti con HL e 32/35 con NHL (rispettivamente 96,7% e 91,4%; p=ns, test χ 2 ). Nel gruppo dei pazienti con HL (n=30) è stato riscontrato completo accordo nella stadizione di malattia tra tecniche convenzionali e FDG-PET/TC in 26 pazienti (86,7%); in 3 casi (10%) l esame PET/CT ha correttamente sovra-stadiato la malattia, mentre in un caso (3,3%) il reperto PET/CT è risultato essere falso positivo. Nel gruppo dei pazienti con NHL aggressivo (n=35) è stato riscontrato completo accordo nella stadizione di malattia tra tecniche convenzio-

7 a b Fig. 1a,b Patient with Hodgkin s lymphoma in stage IIA after conventional evaluation. [ 18 F]fluorodeoxyglucose positron emission tomography/computed tomography scan correctly identified (and ultrasonography confirmed) the presence of disease at the level of the inguinal lymph nodes and the spleen (stage IIIAS). a Positron emission tomography, whole-body coronal section. b Transaxial sections of inguinal lymph nodes. Fig. 1a,b Paziente con LH in stadio IIA al termine della stadiazione convenzionale. La FDG-PET/TC evidenzia correttamente la presenza di malattia a livello dei linfonodi inguinali e della milza (stadio IIIAS). a PET: sezioni coronali. b Sezionali trasversali della regione inguinale.

8 Fig. 2 Bone marrow disease detected by whole-body [ 18 F]fluorodeoxyglucose positron emission tomography/computed tomography scan (magnetic resonance imaging confirmed) at the level of the left femur. Fig. 2 La presenza di malattia osteo-midollare è evidenziata dall esame FDG-PET/TC (e confermata dal successivo esame di MRI), a livello del femore sinistro. the end of the staging workup, 13 of 65 patients (20%) were judged to have bone marrow disease by the interdisciplinary group of physicians. There were four PET positive (+)/BMB+ cases, 51 PET negative ( )/BMB, six PET+/BMB, and four PET /BMB+ (Table 3). Therefore, there was agreement between the two techniques in 55/65 cases and disagreement in the remaining ten cases. In particular, in the six PET+/BMB cases, we had five cases of bone marrow involvement confirmed with MRI and one mastocytosis (PET false positive). In the four PET /BMB+ cases a bone marrow involvement, less than 20% was present (PET false negative). In detecting bone marrow disease, sensitivity, specificity and accuracy of PET/CT and BMB were similar: 69.2 vs. 61.5%, 98.1 vs. 100%, and 92.3 vs. 92.3%, respectively. However, of 13 patients with bone marrow disease, PET identified five patients with BMB findings. Discussion In January 2005, Isasi et al. published a meta-analysis of 20 nali e FDG-PET/CT in 28 pazienti (80%); l esame PET/CT ha correttamente sovra-stadiato la malattia in 4 casi (11,4%), mentre i restanti 3 casi sono risultati falsi negativi (8,6%). Malattia osteo-midollare L interessamento osteo-midollare è stato valutato con l esame FDG-PET/TC total body e con la BMb; la MRI è stata utilizzata in caso di discordanza. Alla fine dell iter di stadiazione il gruppo interdisciplinare di medici ha diagnosticato in 13 dei 65 pazienti (20%) la presenza di malattia osteo-midollare. Ci sono stati 4 casi PET positivi (+)/BMb+; 51 casi PET negativi (-)/BMb-; 6 PET+/BMb-; 4 PET /BMb+ (Tabella 3). Pertanto entrambe le metodiche sono risultate in accordo in 55/65 casi e in disaccordo nei restanti 10. In particolare nei 6 casi PET+/BMb- sono stati riscontrati: 5 casi di malattia midollare confermati dalla MRI ed un caso di mastocitosi (falso positivo PET). Nei 4 casi PET-/BMb+ l interessamento midollare è risultato essere inferiore al 20%. (falsi negativi PET). Nel riscontro della malattia midollare la sensibilità, la specificità e l accuratezza dell esame PET/TC e della BMb sono risultati si-

9 Table 2 Patients (n=7) in whom disease was upstaged and treatment modified after positron emission tomography (PET) scan Lymphoma Disease Stage (pre-pet) Disease Stage (post-pet) Change in Treatment NHL (B cells) IIIA IVA CT 4 CHOP CT 6 CHOP NHL (B cells) IIA IVA + RT NHL (B cells) IIA IIIA No change NHL (High grade follicular) IIA IIIAS CT 4 CHOP CT 6 CHOP HL IIB IVB + RT HL IIA IIIAS CT 4 ABVD CT 6 ABVD HL IIA IIIA No change NHL, non-hodgkin s Lymphoma; HL, Hodgkin s Lymphoma; CT, chemotheraphy; RT, radiotherapy Tabella 2 Pazienti (n=7) che dopo l esame PET hanno subito modifiche di stadio e trattamento Lymphoma Stadio (pre-pet) Stadio (post-pet) Modificazioni di trattamento NHL (cellule B) IIIA IVA CT 4 CHOP CT 6 CHOP NHL (cellule B) IIA IVA + RT NHL (cellule B) IIA IIIA Non modificazioni NHL (follicolare alto grado) IIA IIIAS CT 4 CHOP CT 6 CHOP HL IIB IVB + RT HL IIA IIIAS CT 4 ABVD CT 6 ABVD HL IIA IIIA Non modificazioni NHL, Linfoma non Hodgkin; HL, Linfoma di Hodgkin; CT, chemioterapia; RT, radioterapia studies [26] evaluating the diagnostic performance of wholebody FDG-PET in the staging of patients with HL and NHL, confirming a relative advantage of this technique over standard imaging (CE-CT and BMB and/or MRI). The pooled true positive value of FDG-PET was found to be 90%, with an upstaging rate ranging from 8% to 17% and a downstaging rate ranging from 2% to 23%. Results of our study are coherent with these studies, confirming a higher accuracy of whole-body FDG-PET/CT in HL and aggressive NHL staging (94.3%) when compared with conventional techniques (89.2%). In fact, in our patient population, FDG-PET/CT correctly upstaged seven of 65 patients, but in particular, six of 30 (20%) with limited disease stage. This led to modification of treatment plans in five of 65 cases (7.7%) by adding radiotherapy to the chemotherapy protocol or intensifying the chemotherapy protocol itself. In contrast with Isasi s meta-analysis [26], our study did not show significant differences in PET/CT diagnostic accuracy between HL and aggressive NHL subgroups. This finding was probably due to the fact that in the meta-analysis, several studies included patients with low-grade NHL, which is known to have a low uptake of FDG, with the risk of false negative results [27]. FDG-PET/CT is therefore a diagnostic tool that improves the accuracy of disease staging in patients with lymphoma when compared with standard techniques. At present, in most PET centres, combined PET/CT scanmili: rispettivamente 69,2% vs 61,5%, 91,1% vs 100%, e 92,3% vs 92,3%. Tuttavia, dei 13 pazienti con malattia osteo-midollare, l esame PET ha consentito di identificarne 5 negativi alla BMb. Discussione Nel gennaio del 2005, Isasi et al. [26] hanno pubblicato una meta-analisi di 20 studi nella quale si valutava l accuratezza diagnostica della PET con FDG nella stadiazione dei linfomi di Hodgkin e non-hodgkin. I risultati di questa meta-analisi mettono in evidenza la relativa superiorità dell esame PET rispetto alle metodiche convenzionali di stadiazione (TC MdC, BMb e/o MRI). In questo lavoro, il valore predittivo positivo complessivo dell esame PET risulta essere del 90%, con una percentuale di sovra-stadiazione compresa tra 8% e 17%, ed una di sotto-stadiazione compresa tra 2% e 23%. I risultati del nostro studio sono in accordo con quelli di questa meta-analisi, confermando una maggiore accuratezza diagnostica dell esame FDG-PET/TC total body rispetto alle metodiche di stadiazione convenzionali (94,3% vs 89,2%), in una popolazione di pazienti con HL e NHL aggressivo. Nel presente studio, l esame PET/TC ha portato a sovra-stadiare correttamente la malattia in 7 pazienti dei 65 ed in particolare in 6 dei 30 (20%) con stadio di malattia I- II. Questo ha determinato un cambiamento del protocollo terapeutico in 5 casi (7,7%), con aggiunta di trattamento radioterapico e/o intensificazione dei protocolli chemioterapici. Tuttavia, a differenza di quanto riportato nella meta-ana-

10 Table 3 Comparison between positron emission tomography (PET) and bone marrow biopsy (BMB) in detecting bone marrow disease BMB+ BMB Total PET+ 4 6* 10 PET Total *One False Positive (see text); + positive; negative Table 3 Confronto tra tomografia ad emissione di positroni (PET) e biopsia osteo-midollare (BMb) nell identificazione di malattia ossea BMB+ BMB Totale PET+ 4 6* 10 PET Totale *Un falso positivo (vedi testo); + positivo; - negativo ners are available. The fact that patients undergoing PET are simultaneously imaged by CT (even though at low resolution and without contrast enhancement) should lead us to reconsider the best diagnostic workup for staging patients with lymphoma. In particular, could whole-body FDG-PET/CT alone be sufficient for staging patients with malignant lymphoma, or are BMB and CE-CT still necessary? If we take into consideration bone marrow disease, it is our opinion that PET/CT scan cannot replace BMB. In fact, in our patient population, although FDG-PET/CT showed similar sensitivity, specificity and accuracy to BMB, we observed a concordance between the techniques in only four cases. On the other hand, we had four FDG-PET/CT false negative cases (in all of them, BMB reported a bone marrow involvement less than 20%) and five BMB false negative cases (FDG-PET/CT showed, and MRI confirmed, a focal, patchy, nondisseminated bone marrow involvement). Therefore, even if the role of FDG-PET/CT in bone marrow evaluation has yet to be defined, these results and those reported by other studies [28] suggest that the diagnostic role of the two techniques has to be considered complementary. In particular, PET/CT may improve the sensitivity of BMB, especially in the presence of focal (patchy) nondisseminated bone marrow presentation, whereas BMB alone can detect minimal bone marrow disease [29, 30]. It is also our opinion that the PET/CT scan should be the first step in lymphomastaging workup so that it could be used to guide BMB in the presence of patchy bone marrow disease. On the other hand, considering disease identification at the lymph node and parenchymal level, is FDG-PET/CT lisi di Isasi, il nostro studio non ha posto in evidenza significative differenze dell accuratezza diagnostica dell esame PET/TC tra il gruppo di pazienti con HL e quello con NHL aggressivo. Verosimilmente questo risultato è da imputare al fatto che nella meta-analisi di Isasi, numerosi studi includevano pazienti con NHL a basso grado, linfomi per i quali, attualmente, è nota una bassa fissazione del 18 F-fluorodesossiglucosio, e dunque un alta prevalenza di casi falsi negativi [27]. Dunque l esame FDG-PET/TC total body è un esame in grado di incrementare l accuratezza diagnostica nella stadiazione dei linfomi maligni, rispetto alla TC MdC e alla biopsia osteo-midollare. Attualmente, nella maggior parte dei Centri PET, vengono utilizzati tomografi ibridi PET/TC. Per questo motivo, tenendo in considerazione il fatto che un paziente che si sottopone ad un esame PET esegue contemporaneamente un esame TC (sia pure a bassa risoluzione e senza mezzo di contrasto) e osservando i risultati di questo studio e quelli derivanti dalla letteratura, dovremmo forse rivalutare quale sia il migliore percorso diagnostico per la stadiazione dei linfomi di Hodgkin e dei non Hodgkin aggressivi. In particolare, possiamo pensare di utilizzare da solo l esame PET/TC con FDG oppure l esame TC MdC e la biopsia osteo-midollare sono tuttora necessari e vanno utilizzati con quello PET? Iniziando dalla biopsia osteo-midollare è nostra opinione, basata sull esperienza personale ma anche su recenti pubblicazioni, che questo esame sia assolutamente necessario. In effetti, nella presente esperienza BMb e PET hanno presentato valori simili di sensibilità, specificità ed accuratezza diagnostica; tuttavia la concordanza nei pazienti con malattia osteo-midollare è stata sorprendentemente bassa (solo 4 dei 13 pazienti con malattia osteo-midollare erano infatti positivi ad entrambe le metodiche). D altra parte, abbiamo avuto 4 casi falsi negativi all esame PET (in tutti questi casi la BMb risultava positiva, evidenziando però un infiltrazione midollare inferiore al 20%) e 5 casi falsi negativi alla BMb, nei quali la PET ha mostrato e, la MRI ha confermato, la presenza di interessamento midollare patchy. Per questo motivo, pur necessitando di conferme ulteriori, la nostra opinione e quella di altri autori [28] è che queste due tecniche debbano considerarsi complementari. Infatti la PET è potenzialmente in grado di migliorare la sensibilità della biopsia osteo-midollare in quei casi in cui l interessamento midollare è patchy, mentre solo la BMb è in grado di identificare un diffuso interessamento midollare anche quando minimo (e dunque non rilevabile dalla PET [29, 30]). Tutto questo porta però a suggerire, nella stadiazione del paziente con linfoma maligno, l esecuzione dell esame PET in prima battuta, in modo che le sue immagini possano eventualmente essere utilizzate come guida successiva per la biopsia osteo-midollare nel caso sia risultata la presenza di un interessamento midollare di tipo patchy. Per quanto riguarda invece, la stadiazione di malattia a livello di stazioni linfonodali ed organi parenchimatosi, l esame FDG-PET/TC è sufficiente da solo, oppure la TC con MdC è sempre necessaria? Dai dati disponibili in letteratura, l introduzione del tomografo ibrido PET/TC consen-

11 alone sufficient? From the literature data, the availability of morphological images coregistered with functional ones seems to improve the diagnostic accuracy of PET, allowing better functional characterisation of abnormal pathological findings [31 34]. In particular, the introduction of combined PET/CT scanners has improved the identification and characterisation of lesions in anatomically complicated districts, such as head and neck, and/or in the abdominal pelvic region, where physiological tracer uptake may be confused with pathological lesions. On the utility of PET/CT with FDG in the staging patients with HL and aggressive NHL, to the best of our knowledge, there are only few papers available. Freudenberg et al., from Essen, reported that FDG-PET/CT has higher sensitivity (93%) when compared with CT (78%) and FDG-PET alone (86%) [35]. Schaefer et al., from Zurich, specifically compared whole-body FDG- PET/CT with diagnostic contrast-enhanced CT usually performed to stage this subset of patients. They showed that PET/CT is more sensitive and specific than CE-CT [36] and suggested that PET/CT performed without intravenous contrast media is sufficient for staging patients with HL and aggressive NHL. More recently, Raanani et al., from Tel Aviv, obtained similar results and supported this theory [37]. Our results further confirm this view, especially for patients with limited disease stage. It is our opinion that PET/CT interpreted in conference by both the nuclear medicine physician and the radiologist could replace CE-CT in most cases. In fact, FDG-PET has a high accuracy level (the same or higher than CE-CT), and the evaluation of low-dose CT by an experienced reader can highlight the presence of abnormal findings in complex districts on PET, such as kidney and/or bowel, and/or lead to further investigation with CE- CT. However, although our data are in agreement with other papers on PET/CT, some limitations of our study do not permit a definitive conclusion on this topic. In fact, this is a retrospective study, and the histopathological confirmation of PET pathological findings or, at least of discordant ones, is lacking. Furthermore, we only compared the final disease stage on PET/CT and conventional staging techniques and did not perform a lesion-by-lesion evaluation. In conclusion, our data confirm the high accuracy of FDG-PET/CT in staging HL and aggressive NHL, thus emphasising that it must be considered a standard diagnostic procedure in the initial evaluation of both patient subgroups. Further studies are required to identify the best diagnostic staging technique. However, the combination of BMB and FDG-PET/CT, with an integrated interpretation of PET and CT findings by a nuclear medicine physician and a radiologist, should be considered the best first approach. tendo la co-registrazione di immagini funzionali ed anatomiche, migliora l accuratezza diagnostica dell esame PET, portando ad una miglior caratterizzazione funzionale dei reperti morfologici dubbi [31 34]. In particolare la co-registrazione di immagini PET/TC migliora l identificazione e caratterizzazione di lesioni situate a livello di distretti anatomicamente complessi come il distretto testa-collo, o a livello della regione addomino-pelvica, dove la presenza fisiologica di accumuli di FDG può essere confusa con quella di malattia. Sul ruolo della FDG-PET/TC nella stadiazione dei linfomi di Hodgkin e dei non-hodgkin aggressivi, ci sono attualmente solo alcuni lavori. Freudenberg et al. [35], del gruppo di Essen, riportano che l esame PET/TC ha una migliore sensibilità (93%) se confrontato con quello TC (78%) o PET da solo (86%). Schaefer et al. [36], di Zurigo, confrontano nello specifico l esame PET/TC con FDG con la TC con MdC comunemente utilizzata per la stadiazione di questi pazienti. Nel loro lavoro gli autori evidenziano una maggiore sensibilità e specificità dell esame PET/TC rispetto a quello TC MdC e suggeriscono che l esame PET/TC sia sufficiente da solo per la stadiazione dei linfomi maligni.. Più recentemente Raanani et al. [37], di Tel Aviv, hanno ottenuto risultati simili confermando questa ipotesi. Anche i nostri dati concordano e confermano questa ipotesi, evidenziando un ruolo cruciale della FDG-PET/TC soprattutto nei pazienti con stadio di malattia limitato. È nostra opinione che la refertazione congiunta di questo esame da parte degli specialisti medico nucleare e radiologo possa, nella maggioranza dei casi, sostituire l esame TC con mezzo di contrasto. Infatti lo studio FDG-PET ha un elevata accuratezza diagnostica (maggiore o uguale a quella dell esame TC MdC), e la valutazione della TC da parte di un radiologo esperto può evidenziare alterazioni morfologiche in distretti complicati dal punto di vista PET come quello renale o intestinale e/o richiedere l uso di ulteriori indagini come quella ecografia e/o la TC con mezzo di contrasto. Tuttavia, anche se i nostri dati sono in accordo con quanto riportato in letteratura, alcuni limiti del presente studio non permettono di giungere ad una conclusione definitiva. In effetti questo è un studio retrospettivo e manca la conferma isto-patologica delle fissazioni patologiche di FDG, o perlomeno di quelle discordanti. Inoltre nel nostro studio abbiamo confrontato soltanto lo stadio complessivo di malattia ottenuto con l esame PET/TC a quello ottenuto con le tecniche convenzionali e non abbiamo eseguito un confronto lesione per lesione. In conclusione i nostri dati confermano l elevata accuratezza diagnostica dell esame PET/TC con FDG nella stadiazione dei pazienti con linfoma di Hodgkin e in quella di pazienti con linfoma non-hodgkin aggressivo. Questo ne suggerisce un uso di routine nell iter di stadiazione standard. Tuttavia, ulteriori studi sono necessari per identificare il migliore percorso diagnostico di stadiazione. L uso combinato di biopsia osteo-midollare e PET/TC con FDG refertata congiuntamente dagli specialisti medico nucleare e radiologo potrebbe essere considerato il migliore approccio iniziale.

12 References/Bibliografia 1. Vose JM (1998) Current approaches to the management of non-hodgkin s lymphoma. Semin Oncol 25: Josting A, Rueffer U, Franklin J et al (2000) Prognostic factors and treatment outcome in primary progressive Hodgkin lymphoma: a report from the German Hodgkin Lymphoma Study Group. Blood 96: Coiffier B, Lepage E, Briere J et al (2002) CHOP chemotherapy plus rituximab compared with CHOP alone in elderly patients with diffuse large-bcell lymphoma. N Engl J Med 346: Josting A, Franklin J, May M et al (2002) New prognostic score based on treatment outcome of patients with relapsed Hodgkin s lymphoma registered in the database of the German Hodgkin s lymphoma study group. J Clin Oncol 20: Shipp MA (1993) A predictive model for aggressive non-hodgkin s lymphoma. The International Non- Hodgkin s Lymphoma Prognostic Factors Project. N Engl J Med 339: Hasenclever D, Diehl V (1998) A prognostic score for advanced Hodgkin s disease. International Prognostic Factors Project on Advanced Hodgkin s Disease. N Engl J Med 339: Ng AK, Bernardo MV, Weller E et al (2002) Second malignancy after Hodgkin disease treated with radiation therapy with or without chemotherapy: long-term risks and risk factors. Blood 100: Vinnicombe SJ, Reznek RH (2003) Computerised tomography in the staging of Hodgkin s disease and non- Hodgkin s lymphoma. Eur J Nucl Med Mol Imaging 30:S42 S55 9. Brunning RD, Bloomfield CD, McKenna RW, Peterson LA (1975) Bilateral trephine bone marrow biopsies in lymphoma and other neoplastic diseases. Ann Intern Med 82: Coller BS, Chabner BA, Gralnick HR (1977) Frequencies and patterns of bone marrow involvement in non- Hodgkin lymphomas: observations on the value of bilateral biopsies. Am J Hematol 3: Franco V, Tripodo C, Rizzo A et al (2004) Bone marrow biopsy in Hodgkin s lymphoma. Eur J Haematol 73: Gossmann A, Eich HT, Engert A et al (2005) CT and MR imaging in Hodgkin s disease present and future. Eur J Haematol Suppl 66: Montravers F, McNamara D, Landaman-Parker J et al (2002) [(18)F]FDG in childhood lymphoma: clinical utility and impact on management. Eur J Nucl Med Mol Imaging 29: Burton C, Ell P, Linch D (2004) The role of PET imaging in lymphoma. Br J Haematol 126: Kazama T, Faria SC, Varavithya V et al (2005) FDG PET in the evaluation of treatment for lymphoma: clinical usefulness and pitfalls. Radiographics 25: Divgi C (2005) Imaging: staging and evaluation of lymphoma using nuclear medicine. Semin Oncol 32:S11 S Jerusalem G, Beguin Y, Fassotte MF et al (1999) Whole-body positron emission tomography using 18Ffluorodeoxyglucose for post-treatment evaluation in Hodgkin s disease and non-hodgkin s lymphoma has higher diagnostic and prognostic value than classical computed tomography scan imaging. Blood 94: Weihrauch MR, Re D, Scheidhauer K et al (2001) Thoracic positron emission tomography using 18Ffluorodeoxyglucose for the evaluation of residual mediastinal Hodgkin disease. Blood 98: Jerusalem G, Beguin Y, Fassotte MF et al (2003) Early detection of relapse by whole-body positron emission tomography in the follow-up of patients with Hodgkin s disease. Ann Oncol 14: Jerusalem G, Beguin Y, Fassotte MF et al (2000) Persistent tumor 18F-FDG uptake after a few cycles of polychemotherapy is predictive of treatment failure in non-hodgkin s lymphoma. Haematologica 85: Kostakoglu L, Coleman M, Leonard JP et al (2002) PET predicts prognosis after 1 cycle of chemotherapy in aggressive lymphoma and Hodgkin s disease. J Nucl Med 43: Kotzerke J, Guhlmann A, Moog F et al (1999) Role of attenuation correction for fluorine-18 fluorodeoxyglucose positron emission tomography in the primary staging of malignant lymphoma. Eur J Nucl Med 26:31 38 Radiol med 23. Hutchings M, Eigtved AI, Specht L (2004) FDG-PET in the clinical management of Hodgkin lymphoma. Crit Rev Oncol Hematol 52: Buchmann I, Reinhardt M, Elsner K et al (2001) 2-(fluorine-18)fluoro-2- deoxy-d-glucose positron emission tomography in the detection and staging of malignant lymphoma. A bicenter trial. Cancer 91: Foo SS, Mitchell PL, Berlangieri SU et al (2004) Positron emission tomography scanning in the assessment of patients with lymphoma. Intern Med J 34: Isasi CR, Lu P, Blaufox MD (2005) A metaanalysis of (18)F-2-deoxy-2- fluoro-d-glucose positron emission tomography in the staging and restaging of patients with lymphoma. Cancer 104: Jerusalem G, Beguin Y, Najjar F et al (2001) Positron emission tomography (PET) with 18F-fluorodeoxyglucose (18F-FDG) for the staging of low-grade non-hodgkin s lymphoma (NHL). Ann Oncol 12: Pakos EE, Fotopoulos AD, Ioannidis JP (2005) 18F-FDG PET for evaluation of bone marrow infiltration in staging of lymphoma: a meta-analysis. J Nucl Med 46: Schaefer NG, Strobel K, Taverna C, Hany TF (2007) Bone involvement in patients with lymphoma: the role of FDG-PET/CT. Eur J Nucl Med Mol Imaging 34: Fuster D, Chiang S, Andreadis C et al (2006) Can [18F]fluorodeoxyglucose positron emission tomography imaging complement biopsy results from the iliac crest for the detection of bone marrow involvement in patients with malignant lymphoma? Nucl Med Commun 27: Ell PJ (2005) PET/CT in oncology: a major technology for cancer care. Chang Gung Med J 28: Roman CD, Martin WH, Delbeke D (2005) Incremental value of fusion imaging with integrated PET-CT in oncology. Clin Nucl Med 30: Rusthoven KE, Koshy M, Paulino AC (2005) The role of PET-CT fusion in head and neck cancer. Oncology (Williston Park) 19: Shim SS, Lee KS, Kim BT et al (2005) Non-small cell lung cancer: prospective comparison of integrated FDG PET/CT and CT alone for preoperative staging. Radiology 236:

13 35. Freudenberg LS, Antoch G, Schutt P et al (2004) FDG-PET/CT in re-staging of patients with lymphoma. Eur J Nucl Med Mol Imaging 31: Schaefer NG, Hany TF, Taverna C et al (2004) Non-Hodgkin lymphoma and Hodgkin disease: coregistered FDG PET and CT at staging and restagingdo we need contrast-enhanced CT? Radiology 232: Raanani P, Shasha Y, Perry C et al (2006) Is CT scan still necessary for staging in Hodgkin and non-hodgkin lymphoma patients in the PET/CT era? Ann Oncol 17:

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità

LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità LA REFERTAZIONE DELLA PET-TC ONCOLOGICA con 18F-FDG: istruzioni pratiche per un referto standardizzato e di qualità Maria Lucia Calcagni, Paola Castaldi, Alessandro Giordano Università Cattolica del S.

Dettagli

I linfomi non-hodgkin

I linfomi non-hodgkin LINFOMA NON HODGKIN I linfomi non-hodgkin (LNH) sono un eterogeneo gruppo di malattie neoplastiche che tendono a riprodurre le caratteristiche morfologiche e immunofenotipiche di una o più tappe dei processi

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone?

Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone? Protocollo di studio: Studio Multicentrico AIMN: 18 F-FDG PET-TC con o senza mezzo di contrasto nella stadiazione e ristadiazione del cancro del polmone? Responsabile scientifico: Prof. Alessandro Giordano

Dettagli

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it

La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma. Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it La biopsia del linfonodo sentinella nel carcinoma duttale in situ: : si,no, forse Dott. S.Folli S.C. Senologia AUSL Forlì s.folli@ausl.fo.it Definizione Il carcinoma duttale in situ della mammella è una

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico

Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Cosa dovrebbero sapere i genitori sulla sicurezza delle radiazioni per uso medico Gli esami radiologici consentono ai medici di effettuare la diagnosi e decidere il corretto iter terapeutico dei loro pazienti.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto

Quaderno n. 3 I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO. Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto I QUADERNI DELL ARSS DEL VENETO Quaderno n. 3 TOMOGRAFIA AD EMISSIONE DI POSITRONI (PET): VALUTAZIONE DEL FABBISOGNO E PIANO DI INVESTIMENTO PER LA REGIONE

Dettagli

Tomografia ad Emissione di Positroni Functional Imaging

Tomografia ad Emissione di Positroni Functional Imaging Tomografia ad Emissione di Positroni Functional Imaging..1895.. The germinating idea of PET, stated in 1966 by the Nobel Prize Medicine Laureat, Dr. Otto Warburg, is that: The origin of the disease is

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona

CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani. Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona CIN 2 3: CHE FARE? P Cattani Centro Ginecologia Oncologica Preventiva ULSS 20 - Verona Istologia: diagnosi e gradi della CIN biopsia cervicale o escissione maturazione cell stratificazione cell anormalità

Dettagli

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO

I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Università degli studi di Modena e Reggio Emilia I TUMORI COLORETTALI GIOVANILI ( 40 ANNI) IN 25 ANNI DI UN REGISTRO SPECIALIZZATO Domati F., Maffei S., Kaleci S., Di Gregorio C., Pedroni M., Roncucci

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011

Campus Universitario di Savona Via Magliotto, 2 Savona 3-4 Dicembre 2011 PROGRAMMA DEL CORSO: L'OCCHIO VEDE CIO' CHE L'OCCHIO CONOSCE: DAL NORMALE AL PATOLOGICO NELL'APPARATO LOCOMOTORE - APPLICAZIONE CLINICA DELLA DIAGNOSTICA PER IMMAGINI DOCENTE : Dott. Nicola Gandolfo RESPONSABILE

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D)

VADEMECUM PER MISURA DELLA VITAMINA D (25-idrossivitamina D e 1,25-diidrossivitamina D) DAI Diagnostica di Laboratorio - Laboratorio Generale - Direttore Dr. Gianni Messeri Gentile Collega, negli ultimi anni abbiamo assistito ad un incremento delle richieste di dosaggio di vitamina D (25-

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

Valutazione delle tecnologie emergenti

Valutazione delle tecnologie emergenti Dott Tom Jefferson Consulente Sez. Innovazione, Sperimentazione e Sviluppo Valutazione delle tecnologie emergenti Dispositivi Impiantabili: revisioni legislative" - Roma, 7 novembre 2013 L Agenzia Ente

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un

La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un 1 Introduzione La maggior parte dei Registri Tumori degli ultimi anni fa rilevare un aumento nell incidenza del Carcinoma Prostatico (tasso d incidenza di 55 casi per 100.000 e quello di mortalità di 22,6

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI NEL TRATTAMENTO DEI LINFOMI NON HODGKIN DI DERIVAZIONE DAI LINFOCITI T PERIFERICI

NUOVI APPROCCI TERAPEUTICI NEL TRATTAMENTO DEI LINFOMI NON HODGKIN DI DERIVAZIONE DAI LINFOCITI T PERIFERICI Alma Mater Studiorum Università di Bologna DOTTORATO DI RICERCA EMATOLOGIA CLINICA E SPERIMENTALE ED EMATOPATOLOGIA Ciclo XXI Settore scientifico disciplinare di afferenza: MED/15 MALATTIE DEL SANGUE NUOVI

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

Deceduti Regione LOMBARDIA

Deceduti Regione LOMBARDIA Tumore della vescica Di maggior rilievo nei maschi (più di 3/4 dei casi), presenta variazioni geografiche di entità modestissima, minori di ogni altro tipo di carcinoma. Il 9-95% circa è costituito da

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO

DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO DISCIPLINA IVA NEL SUBAPPALTO L articolo 35, comma 5, D.L. n. 223/2006 ha aggiunto il seguente comma all articolo 17, D.P.R. n. 633/72: Le disposizioni di cui al comma precedente si applicano anche alle

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Edema maculare diabetico e trattamento laser

Edema maculare diabetico e trattamento laser Edema maculare diabetico e trattamento laser Diabetic macular edema and laser treatment Del Re A, Frattolillo A Centro Oculistico Del Re - Salerno Dr. Annibale Del Re e Dr. A. Frattolillo 18 RIASSUNTO

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI Straumann Emdogain PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI CONSERVAZIONE DEL DENTE CON STRAUMANN EMDOGAIN Dal 5 al 15 % della popolazione soffre di gravi forme di parodontite, che possono portare alla caduta dei

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

Introduzione al software SEER*Stat

Introduzione al software SEER*Stat Introduzione al software SEER*Stat Claudio Sacchettini, Carlotta Buzzoni, Emanuele Crocetti Registro Tumori Toscano Perché usare il SEER*Stat Alta qualità e competenza dei produttori Orientato alle esigenze

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati

Terapia a lungo termine con i bisfosfonati Raffaella Michieli 1, Antonella Toselli 2 1 Responsabile Area Salute Donna SIMG; 2 Area Osteomioarticolare SIMG Focus on Terapia a lungo termine con i bisfosfonati L osteoporosi è un difetto sistemico

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA

DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE. Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA DIAGNOSTICA CLINICA E STRUMENTALE Dr.ssa Michela Marcon CDC NEUROLOGIA DIPARTIMENTO NEUROSCIENZE OSPEDALE SAN BORTOLO VICENZA 1984 I criteri NINCDS-ADRDA regole La diagnosi di AD è clinico-patologico:

Dettagli

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS)

Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Che cos é? Sindrome di Blau/Sarcoidosi ad esordio precoce (EOS) La sindrome di Blau è una malattia genetica. I pazienti affetti presentano rash

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM

ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ITIL v3, il nuovo framework per l ITSM ( a cura di Stefania Renna ITIL - IBM) Pag. 1 Alcune immagini contenute in questo documento fanno riferimento a documentazione prodotta da ITIL Intl che ne detiene

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Diagnostic accuracy of second-generation dual-source computed tomography coronary angiography with iterative reconstructions: a real-world experience

Diagnostic accuracy of second-generation dual-source computed tomography coronary angiography with iterative reconstructions: a real-world experience DOI 10.1007/s11547-011-0754-x CARDIAC RADIOLOGY CARDIORADIOLOGIA Diagnostic accuracy of second-generation dual-source computed tomography coronary angiography with iterative reconstructions: a real-world

Dettagli