manuale di installazione e configurazione versione 4.0 del 2 gennaio 2015 Vianova servizio di accesso Vianova IP Centrex Vianova IP DECT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "manuale di installazione e configurazione versione 4.0 del 2 gennaio 2015 Vianova servizio di accesso Vianova IP Centrex Vianova IP DECT"

Transcript

1 manuale di installazione e configurazione versione 4.0 del 2 gennaio 2015 VIANOVA Vianova servizio di accesso Vianova IP Centrex Vianova IP DECT Vianova Backup Dati 3G

2

3 Sommario Requisiti di installazione Scenari di installazione...7 Vianova Vianova Vianova Vianova Vianova Vianova Vianova IP Centrex Configurazione e aggiornamento apparati...9 Router Cisco... 9 Vianova MG Switch Cisco Catalyst Collegamento degli apparati Collegamento ADSL e VDSL Collegamento HDSL Collegamento SHDSL Bitstream ATM Collegamento SHDSL Bitstream Ethernet/EFM Collegamento SHDSL EFM Collegamento SHDSL EFM Collegamento SHDSL EFM con modem Albis Collegamento IMA Collegamento Fibra Merlino - Aggiornamento apparati Collegamento delle linee telefoniche Dual Operator Collaudo del servizio voce Attivazione della LAN Collaudo del servizio dati Vianova IP Centrex Scenari IP Centrex Requisiti di installazione IP Centrex Configurazione IP Centrex Gruppi Configurazione dei terminali IP Centrex Configurazione IVR Vianova IP DECT Configurazione Vianova IP DECT Aggiornamento firmware e abilitazione codec G Registrazione IP DECT Phone SL Vianova Backup Dati 3G Installazione scheda SIM e collegamento Posizionamento e verifica segnale 3G Test funzionali Test di funzionamento della fonia Test di black-out Test di fault Test IP Centrex Test di navigazione WEB Inoltro della Scheda Tecnica Telefonata di conferma operazione al NOC di Welcome Italia Cosa fare se qualcosa non va... 55

4 Revisioni Data Rev. Cambiamenti 2 gen Nuova emissione. Un unico manuale di installazione per tutti i servizi Vianova. Istruzioni per l installazione del servizio Vianova Backup Dati 3G. 4

5 Introduzione Questo manuale è destinato al personale tecnico incaricato dell installazione e fornisce le informazioni necessarie per svolgere correttamente le attività presso il Cliente per i seguenti servizi: Vianova - Servizio di accesso Vianova - IP Centrex Vianova - IP DECT Vianova - Backup Dati 3G 5

6 1.1 - Requisiti di installazione L installazione degli apparati Vianova può essere prevista a parete e a rack. In presenza di un rack, è sufficiente disporre gli apparati dentro lo stesso. Nel caso di installazione a parete, gli apparati dovranno essere posizionati rispettando le distanze minime e massime dal piano di calpestio come mostrato nell immagine in basso. E inoltre necessario rispettare gli ingombri per consentire l ordinaria manutenzione dei sistemi telefonici esistenti, ad esempio per estrarre le schede contenute. La parte grigia evidenziata nell immagine in basso, indica l area dove non è possibile installare gli apparati. Prestare particolare attenzione ai seguenti requisiti: 1. evitare il fissaggio degli apparati in prossimità di fonti di calore 2. evitare il collegamento elettrico a dispositivi che emettono onde elettromagnetiche (motori, sistemi di condizionamento, ecc.) 3. l impianto elettrico deve essere idoneo e a norma con impianto di terra 4. dove presente, collegare gli apparati ad una linea elettrica preferenziale sul quadro del Cliente per garantire continuità elettrica degli apparati E necessario attenersi alle normative CEI 103-1/13 (Impianti telefonici interni Criteri di installazione e reti). 6

7 1.2 - Scenari di installazione Gli scenari di installazione sono molto simili tra di loro e si differenziano per: tipologia e quantità di apparati da collegare tipologia e quantità di linee di accesso Vianova 1.1 Connettività: ADSL o VDSL Router: Cisco 857, 867 o 877 Gateway voce: Patton Vianova 1.5 Soluzione 1 Connettività principale: ADSL o VDSL Connettività line recovery (opzionale): ADSL o VDSL Router: Vianova MG-100 Router per line recovery (opzionale): Cisco 867 o 877 UPS Soluzione 2 Connettività principale: ADSL o VDSL Connettività line recovery (opzionale): ADSL o VDSL Router principale: Cisco 857, 867 o 877 Router per line recovery (opzionale): Cisco 867 o 877 Gateway voce: Patton UPS Soluzione 3 Connettività principale: HDSL o SHDSL Connettività line recovery (opzionale): ADSL o VDSL Router principale: Cisco 1841 o 1921 Gateway voce: Patton UPS Vianova 6.12 Connettività principale e secondaria: HDSL, SHDSL o IMA Connettività backup (opzionale): ADSL o VDSL Router principale: Cisco 1841, 1921 o 2811 Router backup (opzionale): Cisco 867 o 877 Switch backup (opzionale): Cisco Catalyst 2960 Switch Gateway voce: Cisco SF 100D-05 Gateway voce: Patton UPS 7

8 Vianova Connettività principale e secondaria: HDSL, SHDSL, VDSL o IMA Connettività backup: ADSL, HDSL, SHDSL o VDSL Router principale: Cisco 1841, 1921 o 2811 Router backup: Cisco 867 o 877 Switch backup: Cisco Catalyst 2960 Gateway voce: Patton UPS Vianova Connettività principale: SHDSL, VDSL o IMA Connettività backup: ADSL, HDSL, SHDSL o VDSL Router principale: Cisco 1841, 1921 o 2811 Router backup: Cisco 867, 877, 1841 o 1941 Switch backup: Cisco Catalyst 2960 Gateway voce: Patton UPS Vianova 30+ Connettività principale: Fibra Connettività backup: ADSL, HDSL, SHDSL o VDSL Router principale: Cisco 2921 o 3925 Router backup: Cisco 867, 877, 1841, 1941 o 2811 Switch backup: Cisco Catalyst 2960 Gateway voce: Patton UPS Vianova IP Centrex Connettività principale: in base al profilo sottoscritto Connettività backup: in base al profilo sottoscritto Router principale: in base al profilo sottoscritto Router backup: in base al profilo sottoscritto Switch: Cisco Catalyst 2960 PoE o porte switch Vianova MG-100 Gateway voce (per interni analogici): Patton o Vianova MG-100 IP Phone 1120e, 1140e e 1150e UPS 8

9 1.3 - Configurazione e aggiornamento apparati Prima iniziare l installazione, collegarsi all area web e scaricare il programma Vianovascript (sezione Applicativi), i file firmware (sezione IOS) necessari per l aggiornamento degli apparati che si stanno installando e lo schema di collegamento rispondente al tipo di scenario sottoscritto dal Cliente. In fase di attivazione è necessario essere in possesso della scheda tecnica di installazione inviata in allegato all ordinativo di lavoro Router Cisco Di seguito le istruzioni da seguire per effettuare la configurazione di un qualsiasi modello di router Cisco presente all interno dei vari scenari Vianova: 1. lanciare il programma Vianovascript Accertarsi di utilizzare l ultima versione di Vianovascript consultando l area web 2. seguire le domande del programma e immettere i dati presenti nella scheda tecnica quando richiesto Il MAC Address del Patton richiesto dal programma Vianovascript, si trova sull etichetta posizionata sotto l apparato 9

10 3. alla fine della procedura, salvare il file di configurazione (formato.txt) in un percorso a scelta sul computer 4. collegare il proprio notebook alla porta Console del router mediante cavo seriale Cisco (non fornito) 5. configurare il Terminal Client (ad esempio, Hyper Terminal di Microsoft ) con i seguenti parametri per la connessione tramite Seriale: a. Speed 9600 b. Data Bits 8 c. Parity None d. Stop Bits 1 e. Flow Control None 6. una volta connessi al router: digitare la user Cisco e premere (invio) digitare la password Cisco e premere (invio) se l accesso ha avuto esito positivo a monitor avremo il seguente prompt: Router# Se l accesso con le credenziali di default non andasse a buon fine occorrerà resettare il router premendo il tasto reset presente sul retro dell apparato, fino a quando quest' ultimo non si riavvia. In alternativa è possibile seguire i passaggi indicati nella specifica tecnica Cisco Password Recovery presente nell area web 7. digitare il seguente comando Router#erase startup-config e premere (invio) si riceverà la seguente risposta: Erasing the nvram filesystem will remove all configuration files! Continue? [confirm] e premere (invio) 8. riavviare il router tramite questi comandi: Router#reload e premere (invio) Proceed with reload? [confirm] e premere (invio) 10

11 9. una volta ripartito, dopo la procedura di boot, il router presenterà questa domanda: Would you like to enter the initial configuration dialog?[yes/no]: digitare no e premere (invio), si riceverà la seguente risposta: Press RETURN to get started 10. premere quindi (invio): Router> 11. digitare enable e premere (invio): Router# 12. entrare in configurazione con il comando: Router#configure terminal e premere (invio) 13. adesso sarà possibile incollare il contenuto del file precedentemente salvato Nel caso in cui si stia utilizzando un adattatore USB Seriale per collegare il proprio notebook alla porta console del router, incollare il contenuto del file.txt in più volte A questo punto per ultimare la configurazione degli apparati, seguire le indicazioni presenti nei capitoli 1.4 Collegamento degli apparati e 1.5 Merlino Aggiornamento apparati. 11

12 Vianova MG-100 Di seguito le istruzioni da seguire per effettuare la configurazione dell apparato Vianova MG-100: 1. lanciare il programma Vianovascript 2. seguire le domande del programma e immettere i dati presenti nella scheda tecnica quando richiesto 3. alla fine della procedura, salvare il file di configurazione (formato.txt) in un percorso a scelta sul computer 4. collegare il proprio notebook ad una qualsiasi porta dello switch dell apparato mediante patch CAT5 e impostare i parametri della scheda di rete per l ottenimento automatico di indirizzo IP e DNS tramite DHCP 5. collegarsi in Telnet all indirizzo IP e una volta connessi al router: digitare la user Admin e premere (invio) digitare la password Admin e premere (invio) si riceverà la seguente risposta: MG-100> 6. entrare in configurazione con il comando: MG-100>enable e premere (invio) 7. sarà adesso possibile incollare il contenuto del file precedentemente salvato Nel caso in cui sia necessario effettuare nuovamente l accesso all apparato, dopo aver caricato la configurazione generata da Vianovascript, inserire le seguenti le credenziali: user: admin password: Adesso, senza scollegare la sessione di telnet dall apparato Vianova MG-100, sarà possibile effettuare l aggiornamento di firmware e toni: 1. collegarsi all area web 2. scaricare il pacchetto Firmware modem e toni italiani per Vianova MG-100 che troverete nella sezione IOS 12

13 3. scompattare il file FirmwareSetVianovaMG-100.zip in un percorso a piacere del proprio notebook 4. si otterranno i 3 seguenti file: firmware.cmp adsl-firmware.img toni.dat 5. spostare i file ottenuti sulla cartella di root di una chiavetta USB 6. collegare la chiavetta sulla porta USB dell apparato MG assicurarsi che l apparato stia mostrando il prompt corretto: nomecliente# Nel caso in cui sia necessario effettuare nuovamente l accesso all apparato, dopo aver caricato la configurazione generata da Vianovascript, inserire le seguenti le credenziali: user: admin password digitare il seguente comando per effettuare l aggiornamento dei toni: copy call-progress-tones from usb:///toni.dat e premere (invio) 9. digitare il seguente comando per effettuare l aggiornamento del firmware ADSL: copy adsl-firmware from usb:///adsl-firmware.img e premere (invio) 10. dopo aver caricato il file adsl-firmware.img il modem dell apparato Vianova MG-100 si riavvierà causando il disallineamento della linea ADSL 11. digitare il seguente comando per effettuare l aggiornamento del firmware: copy firmware from usb:///firmware.cmp e premere (invio) 12. dopo aver caricato il file firmware.cmp l apparato Vianova MG-100 si riavvierà A questo punto per ultimare la configurazione degli apparati, seguire le indicazioni presenti nei capitoli 1.4 Collegamento degli apparati e 1.5 Merlino Aggiornamento apparati. 13

14 Switch Cisco Catalyst 2960 Di seguito le istruzioni da seguire per effettuare la configurazione dello switch Cisco Catalyst Infatti, nel caso in cui questo apparato sia presente all interno dei uno dei vari scenari Vianova, dopo aver risposto sì alla domanda posta da Vianovascript è presente uno switch?, verrà generato anche il file di configurazione dello switch: 1. salvare il file di configurazione (formato.txt) in un percorso a scelta sul computer 2. collegare il proprio notebook alla porta Console dello switch mediante cavo seriale Cisco (non fornito) 3. configurare il Terminal Client (ad esempio, Hyper Terminal di Microsoft ) con i seguenti parametri per la connessione tramite Seriale: a. Speed 9600 b. Data Bits 8 c. Parity None d. Stop Bits 1 e. Flow Control None 4. una volta connessi allo switch a monitor avremo il seguente prompt: Switch# 5. entrare in configurazione con il comando: Switch#configure terminal e premere (invio) 6. adesso sarà possibile incollare il contenuto del file precedentemente salvato Nel caso in cui si stia utilizzando un adattatore USB Seriale per collegare il proprio notebook alla porta console dello switch ed evitare errori, incollare il contenuto del file.txt suddividendolo in parti più piccole A questo punto per ultimare la configurazione degli apparati, seguire le indicazioni presenti nei capitoli 1.4 Collegamento degli apparati e 1.5 Merlino Aggiornamento apparati. 14

15 1.4 - Collegamento degli apparati Dopo aver effettuato il posizionamento e la configurazione di base del router e degli eventuali switch, procedere con il collegamento degli apparati. Collegarsi all area web alla sezione Schemi di collegamento, per scaricare quello adatto al proprio scenario. Per il collegamento delle linee di accesso procedere come da specifiche di seguito indicate. Collegamento ADSL e VDSL Se la connessione presso il Cliente è di tipo ADSL (ULL, Bitstream o Bitstream Ethernet) o VDSL, procedere come segue: 1. connettere la porta Wall Outlet dell UPS alla presa telefonica dell ADSL o VDSL 2. connettere la porta ADSL del router alla porta DSL/Modem/Network/Fax dell UPS E fondamentale che, il collegamento della connettività ADSL o VDSL, transiti dalla protezione telefonica dell UPS come indicato Collegamento HDSL Se la connessione presso il Cliente è di tipo V.35 Frame-Relay (HDSL), procedere collegando il modem di linea al router Vianova tramite il cavo seriale in dotazione. Collegamento SHDSL Bitstream ATM Per questa connettività la linea sarà realizzata a 2 o 4 fili a seconda della distanza del Cliente dalla centrale. Nel caso di 2 fili, utilizzare un cavo telefonico dritto per collegare l arrivo della linea alla scheda Cisco HWIC-2SHDSL o WIC-1SHDSL V3 (quest ultima non è compatibile con Router Cisco 1921), se presente una scheda Cisco HWIC-4SHDSL utilizzare il cavo a Y in dotazione: 1. collegare all arrivo della linea una presa telefonica RJ11 2. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla presa telefonica 3. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL 4. lasciare scollegato il cavo RJ11 di colore grigio Nel caso di 4 fili, realizzare un unica presa telefonica RJ11 posizionando la prima coppia sui pin centrali e la seconda sui pin esterni. Effettuare il collegamento con un cavo telefonico dritto tra l arrivo della linea e la scheda Cisco HWIC-2SHDSL o WIC-1SHDSL V3 (quest ultima non compatibile in presenza di SHDSL Bitstream ATM Bonding 4M), se presente una scheda Cisco HWIC-4SHDSL utilizzare il cavo a Y in dotazione: 15

16 1. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla presa telefonica 2. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL 3. lasciare scollegato il cavo RJ11 di colore grigio Collegamento SHDSL Bitstream Ethernet/EFM1 Per questa connettività la linea sarà realizzata a 2 o 4 fili a seconda della distanza del Cliente dalla centrale. Nel caso di 2 fili, utilizzare il cavo a Y in dotazione con la scheda Cisco HWIC-4SHDSL-E e seguire le seguenti indicazioni: 1. collegare all arrivo della linea una presa telefonica RJ11 2. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla presa telefonica 3. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL-E 4. lasciare scollegato il cavo RJ11 di colore grigio Nel caso di 4 fili, realizzare un unica presa telefonica RJ11 posizionando la prima coppia sui pin centrali e la seconda sui pin esterni. Utilizzare il cavo a Y in dotazione con la scheda Cisco HWIC-4SHDSL-E e seguire le seguenti indicazioni: 1. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla presa telefonica 2. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL-E 3. lasciare scollegato il cavo RJ11 di colore grigio Collegamento SHDSL EFM2 Per questa connettività la linea sarà realizzata a 4 fili. Realizzare un unica presa telefonica RJ11 posizionando la prima coppia sui pin centrali e la seconda sui pin esterni. Per il collegamento utilizzare il cavo a Y in dotazione con la scheda Cisco HWIC-4SHDSL- E e seguire le seguenti indicazioni: 1. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla presa telefonica 2. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL-E 3. lasciare scollegato il cavo RJ11 di colore grigio Collegamento SHDSL EFM4 Per questa connettività la linea sarà realizzata a 8 fili. Realizzare 2 prese telefoniche RJ11 posizionando su ciascuna la prima coppia sui pin centrali e la seconda sui pin esterni. Per il collegamento utilizzare il cavo a Y in dotazione con la scheda Cisco HWIC-4SHDSL- E e seguire le seguenti indicazioni: 1. collegare il cavo RJ11 di colore verde alla prima presa telefonica 2. collegare il cavo RJ11 di colore grigio alla seconda presa telefonica 3. collegare il cavo RJ45 di colore rosa alla scheda HWIC-4SHDSL-E 16

17 Collegamento SHDSL EFM con modem Albis In alcuni casi per gli accessi SHDSL EFM viene fornito un modem Albis per il collegamento tramite cavo Ethernet. Per questa connettività sarà necessario collegare la porta P1 del modem Albis alla porta Fastethernet/Gigabit Ethernet 0/1 del router Cisco. Collegamento IMA Per questa connettività sarà presente in sede Cliente un modem di linea per ciascun flusso IMA. Prima di collegare le linee è necessario installare all interno del router Cisco 2811 le schede AIM in dotazione nel seguente modo: 1. con un cacciavite a croce, svitare le quattro viti poste sul retro dell apparato: 2. togliere il coperchio facendolo scorrere all indietro: 17

18 3. svitare le tre viti nella scheda madre indicate in foto e metterle da parte: 4. avvitare i due distanziatori metallici forniti nelle sedi 1 e 2 mostrate in foto e il distanziatore di plastica nella sede 3: 5. inserire la scheda AIM nel connettore come mostrato in foto: 18

19 6. recuperare le due viti e avvitarle nei distanziatori metallici 1 e 2 e far scattare il distanziatore di plastica nella sede 3: 7. svitare i tappi inferiori sullo chassis: Nel caso si stia collegando un flusso IMA a 4 Mbps, utilizzare lo slot 0 del Router Cisco inserire le schede IMA in dotazione come mostrato in foto: 19

20 9. avvitare le schede: Adesso sarà possibile collegare i connettori del cavo coassiale N3 o BNC al DCE IMA HDSL e i plug RJ45 al router Cisco 2811 rispettando il seguente ordine: 1. cavo 1 del DCE alla porta CTRLR E1 0 (scheda A del router) 2. cavo 2 del DCE alla porta CTRLR E1 1 (scheda A del router) 3. cavo 3 del DCE alla porta CTRLR E1 0 (scheda B del router) 4. cavo 4 del DCE alla porta CTRLR E1 1 (scheda B del router) Collegamento Fibra Per questa connettività la consegna avviene su terminali di linea Add-Drop Multiplexer (ADM) o su switch, sempre tramite interfaccia Ethernet. Procedere collegando la porta 0/1 del terminale di linea presente alla porta Gigabit Ethernet 0/2 router tramite patch dritta CAT5. 20

21 1.5 Merlino - Aggiornamento apparati Dopo aver inserito sui vari apparati il file di testo generato da Vianovascript e aver verificato il corretto allineamento del router, sarà possibile ultimare l installazione collegandosi a Merlino per scaricare la configurazione definitiva dei vari apparati: 1. impostare i parametri della scheda di rete del proprio notebook per l ottenimento automatico di indirizzo IP e DNS tramite DHCP 2. collegare il proprio notebook seguendo le indicazioni riportate nella seguente tabella. Scenario Dove collegarsi Router Cisco 857/867/877 + Patton una qualsiasi porta switch del Router Cisco Router Cisco 1841/1921/ Patton una qualsiasi porta dello switch 5 porte Presenza switch Cisco 2960 porta Gigabit Ethernet 0/2 dello switch 2960 Router Vianova MG-100 porta Fastethernet 0/8 di Vianova MG-100 Appena la scheda di rete del notebook avrà ottenuto un indirizzo IP, aprire il browser e raggiungere il link Il sistema rileverà automaticamente l indirizzo IP da cui ci stiamo connettendo e si presenterà una schermata dove saranno presenti tutti gli apparati del Cliente: 21

22 3. sotto ciascun apparato saranno presenti dei tasti che permetteranno di aggiornare firmware e configurazioni direttamente da questa area di Merlino Prima di procedere con qualsiasi attività, prestare sempre attenzione al campo Qualità Linea. Infatti, in base al risultato del controllo effettuato dal sistema sulla linea, sarà possibile o meno procedere con l attivazione 4. premere i vari tasti partendo da quelli sotto al router da sinistra verso destra 5. nel caso in cui il sistema stia effettuando l aggiornamento di uno degli apparati verrà notificato con un messaggio a video: Nel caso in cui non si abbiano le credenziali per effettuare la registrazione delle linee telefoniche, dopo l aggiornamento di tutti gli apparati è necessario contattare il NOC di Welcome Italia al numero

23 1.6 - Collegamento delle linee telefoniche Per il cablaggio delle linee telefoniche fare riferimento agli schemi presenti nell area web alla sezione Schemi di collegamento scegliendo quello adatto al proprio scenario. Utilizzare patch fonia a 2 fili con RJ11 per le linee POTS analogiche (cavo dritto) e a 4 fili con RJ45 per linee ISDN (cavo dritto). Per collegare invece i flussi primari ISDN (PRI), connettere tramite un cavo a 4 fili con RJ45 crossato o dritto, sia l interfacciamento Patton - PABX che quello Patton - DCE Telecom. I pin interessati su questo collegamento sono la 1-2 e 4-5. Prima di procedere, è importante sapere che i collegamenti dei flussi primari ISDN, TX ed RX dei due dispositivi collegati tra di loro (PABX e Patton, Patton e DCE Telecom) devono essere sempre incrociati Dual Operator Nel caso in cui dal Cliente siano presenti linee telefoniche di un altro operatore che devono essere portate sui servizi Welcome Italia, occorrerà sfruttare questa modalità di installazione degli apparati Vianova che garantirà la continuità del servizio voce anche durante le varie fasi del passaggio delle linee telefoniche dal vecchio operatore a Welcome Italia (Number Portability). Prima di procedere, è necessario concordare con il Cliente un momento idoneo per effettuare le attività che prevedono il distacco delle linee telefoniche 23

24 Per le specifiche sui collegamenti in Dual Operator, fare riferimento agli schemi presenti nell area web alla sezione Schemi di collegamento. Nel caso di profilo Vianova 1.1 verrà fornito un Patton 2FXS che, essendo sprovvisto di porte FXO, non permetterà di effettuare la Dual Operator Collaudo del servizio voce Dopo aver effettuato i collegamenti, verificare che tutti i servizi utilizzati in precedenza dal Cliente siano stati correttamente riportati sulla nuova configurazione. Seguire inoltre le indicazioni presenti nel capito 5.1 Test funzionali. 24

25 2.1 - Attivazione della LAN Questa fase potrà essere richiesta da Welcome Italia e, se previsto, verrà eseguita dopo l avvenuta portabilità delle linee (Number Portability). E necessario concordare con il Cliente un momento idoneo per effettuare le attività sotto descritte che prevedono il distacco della linea dati Di seguito sono elencati 3 scenari differenti che si possono presentare al momento del collegamento degli apparati Vianova alla LAN del cliente: Scenario 1 se il Cliente ha già una connessione Internet attiva e collegata alla LAN, scollegare il router preesistente dalla LAN aziendale e collegare al suo posto l apparato indicato nello Schema di collegamento come gateway di rete per la parte dati. Prima di effettuare il collegamento comunicare al supporto tecnico di Welcome Italia l attuale configurazione del Cliente in modo da replicarla sugli apparati Vianova. Scenario 2 se il Cliente non ha una connessione Internet e ha una LAN attiva, collegare l apparato indicato nello Schema di collegamento come gateway di rete per la parte dati alla LAN del Cliente. Prima di effettuare il collegamento comunicare al supporto tecnico di Welcome Italia quale dovrà essere la configurazione del Cliente in modo da predisporla sugli apparati Vianova. Scenario 3 se il Cliente non ha una connessione Internet e non ha una LAN attiva, collegare l apparto indicato nello Schema di collegamento come gateway di rete per la parte dati al/ai computer del Cliente: gli apparati Vianova sono configurati con il server DHCP attivo. 25

26 Configurazione del computer del Cliente Si possono presentare due situazioni differenti: Situazione 1 Se il Cliente ha già una connessione Internet, la configurazione di rete dei computer non verrà modificata. Se è necessario configurare la posta elettronica operare come segue: Cliente che utilizza il servizio di posta di Welcome Italia Posta in ingresso (POP3): mail.vianova.it Posta in uscita (SMTP): mail.vianova.it Cliente che utilizza il servizio di posta di un altro provider Posta in ingresso (POP3): POP3 del provider utilizzato Posta in uscita (SMTP): smtp.welcomeitalia.it Situazione 2 Se il Cliente non ha ancora una connessione Internet configurare il computer come segue: impostare i parametri della scheda di rete per l ottenimento automatico di indirizzo IP e DNS in DHCP Cliente che utilizza il servizio di posta di Welcome Italia Posta in ingresso (POP3): mail.vianova.it Posta in uscita (SMTP): mail.vianova.it Cliente che utilizza il servizio di posta di un altro provider Posta in ingresso (POP3): POP3 del provider utilizzato Posta in uscita (SMTP): smtp.welcomeitalia.it Fornire al Cliente le istruzioni per la configurazione dei restanti computer. Collaudo del servizio dati Nel caso in cui si vadano a sostituire degli apparati di connettività già esistenti, verificare che tutti i servizi utilizzati in precedenza dal Cliente siano stati correttamente riportati sulla nuova configurazione, altrimenti verificare semplicemente la corretta navigazione WEB e invio/ricezione della posta elettronica dai computer collegati agli apparati Vianova. Seguire inoltre le indicazioni presenti nel capito 5.1 Test funzionali. 26

27 3.1 - Vianova IP Centrex Il servizio si integra nei vari profili Vianova. Per i collegamenti seguire gli schemi presenti nell area web alla sezione Schemi di collegamento scegliendo quello adatto al profilo Vianova sottoscritto. Scenari IP Centrex Si possono presentare 2 diversi scenari in base alla tipologia delle linee telefoniche: Welcome Italia Partner Linee già portate in Welcome Italia inserisce il contratto e avvia il processo configura l infrastruttura e notifica l avvenuta attività predispone la configurazione dei servizi e dei terminali installa gli apparati Vianova installa i terminali IP Centrex attiva la LAN testa, collauda e fornisce le istruzioni al Cliente Linee da portare in Welcome Italia (Dual Operator) inserisce il contratto e avvia il processo configura l infrastruttura e notifica l avvenuta attività installa gli apparati Vianova con equipaggiamento temporaneo (Dual Operator) predispone su Merlino la configurazione dei servizi e dei terminali attende la Number Portability installa i terminali IP Centrex attiva la LAN contatta Welcome Italia per il routing delle linee in centrale testa, collauda e fornisce le istruzioni al Cliente Nel caso in cui le linee siano native Welcome Italia, seguire le indicazioni in tabella della colonna Linee già portate in Welcome Italia Requisiti di installazione IP Centrex Lo switch PoE (Power over Ethernet), necessario per il collegamento dei terminali e dei computer, dovrà essere installato vicino agli apparati Vianova. E necessario per la buona riuscita dell installazione, che il cablaggio del Cliente sia realizzato a norma e certificato secondo la normativa internazionale ISO/IEC 11801: Tramite lo strumento opportunamente tarato, è possibile rilasciare ai Clienti il Certificato che attesta che il sistema di cablaggio verificato è conforme al livello qualitativo previsto dagli standard. 27

28 Configurazione IP Centrex Seguendo le indicazioni presenti in questo paragrafo sarà possibile configurare, tramite Merlino, i servizi IP Centrex. Questa operazione potrà essere eseguita anche prima del giorno previsto per l installazione in sede cliente ed è comunque subordinata alla raccolta delle informazioni necessarie. Collegarsi a Merlino tramite il link ed effettuare l accesso con le proprie credenziali: apparirà l ambiente di lavoro caratterizzato dal logo della propria azienda. Entrare nell area IP Centrex Configura IP Centrex: verrà visualizzato l elenco di tutti i propri Clienti IP Centrex e sarà anche possibile effettuare una ricerca in base ai criteri elencati. I nuovi Clienti IP Centrex, vengono registrati dal NOC di Welcome Italia con le caratteristiche presenti nel contratto 28

29 Una volta scelto il Cliente che si intende configurare sarà possibile aggiungere i vari interni premendo il tasto aggiungi interno: Scegliere il numero di interno e compilare nel campo descrizione l identificativo del telefono (es: il numero, il nome, il reparto, ecc.). Tramite la voce terminale selezionare dalla finestra popup il tipo di apparecchio. I terminali BCA e DECT dovranno essere creati dopo la configurazione dei gateway (Patton, Vianova MG-100 e IP DECT Manager) Il campo password verrà compilato automaticamente e potrà essere editato a piacimento. Il campo username apparirà invece a seguito dell aggiornamento sulla centrale Welcome Italia e non sarà modificabile. La password potrà essere modificata anche dall utilizzatore, direttamente sui terminali della famiglia IP Phone, seguendo le istruzioni sul Manuale di utilizzo del telefono, fornito al momento dell installazione e reperibile nell area web Per definire le abilitazioni di ciascun interno che stiamo creando è possibile scegliere tra una delle 5 classi di servizio disponibili: 1. abilitato a tutte le chiamate 2. abilitato a tutte le chiamate ad esclusione delle internazionali 3. abilitato a tutte le chiamate ad esclusione dei cellulari 4. abilitato a tutte le chiamate ad esclusione dei cellulari e internazionali 5. abilitato solo alle chiamate interne Premere applica modifiche per creare il nuovo terminale. Ogni interno viene creato con alcuni servizi di base (FXR, CFU, 3WC,) ed è possibile assegnarne di nuovi premendo il tasto + alla voce servizi. 29

30 Dopo aver selezionato l opzione che si vuole attivare verranno visualizzati dei campi aggiuntivi che andranno compilati seguendo la descrizione in basso: Per comprendere la corrispondenza dei tasti su cui attivare un servizio (tasto 1,2,3...), osservare la seguente figura: Dopo aver compilato tutti i campi premere salva per salvare le modifiche solo sul database di Merlino o applica modifiche per scrivere le modifiche in centrale. Gruppi Una volta inseriti tutti gli interni previsti per il Cliente, sarà possibile creare gruppi di risposta per assente (gruppi CPU Call Pick Up), gruppi di risposta multipla (gruppi MDN Multi Directory Number) e gruppi di ricerca (DNH Directory Number Hunt, MLH MultiLine Hunt e DLH Distributed Line Hunt) tramite gli specifici tasti. Gruppo CPU Gruppi di risposta per assente Per attivare il gruppo di risposta per assente (CPU - Call Pick Up) occorrerà specificare un nome e i membri che ne faranno parte: 30

31 al momento dell inserimento degli interni verrà richiesto anche il tasto dove configurare il gruppo: Assegnando il servizio CPU al tasto 1, questo potrà essere richiamato tramite il codice *80 Dopo aver inserito i componenti del gruppo e aver compilato tutti i campi, premere salva se vogliamo che la configurazione sia salvata solo sul database di Merlino, oppure applica modifiche se vogliamo che le modifiche vengano scritte in centrale. Gruppo MDN Gruppi di interni IP per la ricezione di chiamate urbane Per attivare il gruppo di risposta multipla (MDN - Multi Directory Number) occorrerà specificare un nome, il numero telefonico gruppo chiamando il quale squilleranno i membri del gruppo, un membro principale ovvero l interno su cui agire ad esempio per deviare il numero del gruppo ed infine l elenco dei membri che ne faranno parte: Dopo aver inserito i componenti del gruppo (specificando anche il tasto su cui attivare il servizio) e aver compilato tutti i campi, premere salva se vogliamo che la configurazione sia salvata solo sul database di Merlino, oppure applica modifiche se vogliamo che le modifiche vengano scritte in centrale. 31

32 Gruppo MIX Gruppi misti di interni IP ed analogici per la ricezione di chiamate urbane Per attivare il gruppo misto di risposta (MIX) occorrerà specificare un nome, il numero telefonico gruppo chiamando il quale squilleranno i membri del gruppo e gli interni che ne faranno parte: Per questo tipo di gruppo sarà possibile inserire un massimo di 4 membri. Dopo aver inserito i membri del gruppo e aver compilato tutti i campi, premere salva se vogliamo che la configurazione sia salvata solo sul database di Merlino, oppure applica modifiche se vogliamo che le modifiche vengano scritte in centrale. Line Hunting Ricerca lineare/ciclica su interni o su gruppi misti di interni IP ed analogici per la ricezione di chiamate urbane Il servizio di Line Hunting viene proposto su Ip Centrex in due modi: 1. servizio DNH (Directory Number Hunt): può essere assegnato solamente ad un tasto DN ed associa il DN in questione ad un numero su cui viene effettuato un Line Hunt lineare 2. gruppi di Hunting: MLH (MultiLine Hunt), l hunting viene effettuato sempre in modo lineare sui membri che lo compongono. DLH (Distributed Line Hunt) consente lo squillo alternativo dei membri che lo compongono, tramite la creazione di una lista di distribuzione 32

33 Configurazione dei terminali IP Centrex 1. rimuovere la copertura posteriore. Premere e portare in alto il tasto center catch come indicato in figura. 2. rimuovere la copertura posteriore per rendere accessibile il porta cavi. 3. collegare l eventuale alimentatore (opzionale) Se la LAN supporta il PoE (Power over Ethernet) l alimentatore non è necessario 4. inserire I cavi nelle apposite scanalature 5. collegare il cavo della cornetta telefonica usando il cavo spiralato con connettore RJ-9 nel retro del telefono nella presa con il simbolo 6. collegare l eventuale cuffia (opzionale) usando il cavo spiralato con connettore RJ-9 nel retro del telefono nella presa con il simbolo 7. collegare il cavo in CAT5 alla presa dati del cablaggio utilizzando il connettore RJ- 45 segnalato sul retro del telefono con il simbolo 8. collegare il cavo in CAT5 al PC (opzionale) utilizzando il connettore RJ-45 segnalato sul retro del telefono con il simbolo 9. tutti i telefoni della serie 1100 possono essere montati a parete in una scatola 503 utilizzando i due fori indicati in figura al punto A, oppure fissati a parete utilizzando i fori indicati in figura al punto B. 33

34 Dopo aver collegato i terminali telefonici procedere con la configurazione dei terminali IP Phone 1120e, 1140e e 1150e. Service Key Conferma Tasti direzionali 1. sul display si presenterà il messaggio Starting DHCP dopo circa 60 secondi dall accensione del telefono. 2. premere due volte velocemente il tasto Service Key indicato in figura 3. inserire, se richiesto, la password 26567*738 seguita dal tasto Conferma indicato in figura E necessario effettuare la configurazione del terminale entro 180 secondi, altrimenti il sistema andrà in time out 4. digitare dalla tastiera la cifra 3 Network Configuration o selezionare con le freccette l opzione 3 e confermare con il tasto Conferma indicato in figura 5. premere il tasto funzione corrispondente alla voce Auto indicata nel display 6. premere il tasto funzione corrispondente alla voce AllMan indicata nel display 7. premere il tasto funzione corrispondente alla voce Config indicata nel display 8. verificare che i seguenti campi siano registrati correttamente premendo il tasto direzionale destro indicato in figura. Per modificare il valore, premere il tasto Conferma: DHCP: No Set IP: inserire un IP del campo terminali ip di Merlino IP Centrex Net Mask: inserire il valore del campo network mask di Merlino IP Centrex Gateway: inserire il valore del campo gateway ip di Merlino IP Centrex DNS1 IP: inserire DNS2 IP: inserire S1 IP: inserire Port: inserire 5000 S1 Action: 1 Retry: inserire 2 S1 PK: ffffffffffffffff S2 IP: inserire Port: inserire 5000 S2 Action: 1 Retry: inserire 2 34

35 9. premere il tasto funzione Apply 10. il telefono si riavvierà 11. ripetere i punti 2 e 4 e riprendere la verifica dei seguenti campi: Enable Voice 802.1Q: inserire il flag VoiceVLAN: inserire 1 Control DSCP: inserire 40 Media DSCP: inserire 46 DataVLAN: cambiare da No VLAN e inserire 10 Provision: inserire premendo il tasto funzione Clear Enable Bluetooth: No (modello 1140e e 1150e) 12. premere il tasto funzione Apply 13. il telefono si riavvierà 14. alla fine del riavvio, il display potrà mostrare il messaggio Eseguire aggiornamento? 15. premere il tasto funzione corrispondente alla voce Sì indicato nel display 16. il telefono si riavvierà 17. inserire il nome utente (vedi campo username in Merlino IP Centrex) 18. premere il tasto funzione Ok 19. inserire la password (vedi campo password in Merlino IP Centrex) 20. premere il tasto funzione Ok 21. il telefono è pronto per essere utilizzato 35

36 Configurazione IVR Seguendo le indicazioni presenti in questo paragrafo sarà possibile configurare, tramite Merlino, i servizi IVR di un IP Centrex. Questa operazione potrà essere eseguita anche prima del giorno previsto per l installazione in sede Cliente ed è comunque subordinata alla raccolta delle informazioni necessarie. Collegarsi a Merlino tramite il link ed effettuare l accesso con le proprie credenziali: Apparirà l ambiente di lavoro caratterizzato dal logo della propria azienda. Entrare nell area IP Centrex Nuovo IVR: Selezionare il Cliente da configurare alla voce cliente e compilare i seguenti campi: contratto: selezionare il contratto Vianova numero urbano per IVR: linea telefonica alla quale risponderà l IVR numero passante: nel caso in cui alla voce numero urbano per IVR sia indicato il radicale di una selezione passante, specificare in questo campo l interno al quale risponderà l IVR Creare l IVR premendo il tasto crea nuovo. 36

37 A questo punto sarà possibile definire i vari menu di configurazione descritti di seguito. Albero Permette di configurare un menu principale con la possibilità di 12 scelte diverse: descrizione: descrivere l azione in oggetto (ad es. Giorno, Notte ) messaggio su attesa: caricare il file MP3 o WAV da eseguire tasto (0..#): scegliere l azione da far eseguire una volta premuto il tasto indicato timeout - secondi: tempo di attesa prima di eseguire una nuova azione sulla chiamata non risposta (1 squillo=5 secondi) timeout - azione: scegliere l azione da far eseguire dopo il tempo indicato in timeout - secondi periodi: definire le fasce orarie in cui sarà attivo l Albero Chiama Permette di far squillare l interno o il gruppo di interni selezionato: 37

38 descrizione: descrivere l azione in oggetto (ad es. Amministrazione ) interno: specificare il numero dell interno o del gruppo di interni di destinazione squillo simultaneo: impostare questo campo a sì per avere la possibilità di far squillare simultaneamente più terminali oltre a quello indicato alla voce interno musica su attesa: selezionare il file MP3 o WAV da eseguire durante il trasferimento della chiamata all interno o al gruppo, se non viene selezionato nessun file si udirà il tono di libero timeout - secondi: tempo di attesa prima di eseguire una nuova azione sulla chiamata non risposta (1 squillo=5 secondi) timeout - azione: scegliere l azione da far eseguire dopo il tempo indicato in timeout - secondi occupato - azione: scegliere l azione da far eseguire nel caso di occupato Seleziona Interno Permette di far raggiungere dall esterno, l interno desiderato in assenza di una selezione passante: descrizione: descrivere l azione in oggetto musica su attesa: selezionare il file MP3 o WAV della musica d attesa durante la chiamata verso l interno o il gruppo, se non viene selezionato nessun file si udirà il tono di libero radicale: inserire il radicale della numerazione interna estesa cifre interno: specificare il numero delle cifre della numerazione interna (es. 2) mancata risposta secondi: tempo di attesa prima di eseguire una nuova azione sulla chiamata non risposta (1 squillo=5 secondi) mancata risposta azione: scegliere l azione da far eseguire dopo il tempo indicato in mancata risposta secondi mancata selezione secondi: tempo di attesa nel caso di mancata selezione dell interno mancata selezione azione: scegliere l azione da far eseguire dopo il tempo indicato in mancata selezione secondi errore selezione azione: scegliere l azione da far eseguire nel caso di errata selezione occupato azione: scegliere l azione da far eseguire nel caso di occupato 38

39 Forza modalità Permette di forzare una modalità operativa (alberi) diversa da quella prevista in un determinato periodo: descrizione: descrivere l azione in oggetto messaggio: caricare il file MP3 o WAV da eseguire password: definire la password di amministratore che verrà richiesta per interrompere il normale flusso previsto (di default 1234) tasto (0..#): indicare quale dei menu previsti deve essere attivato forzatamente premendo il tasto timeout - secondi: tempo di attesa prima di eseguire una nuova azione sulla chiamata non risposta (1 squillo=5 secondi) timeout - azione: scegliere l azione da far eseguire dopo il tempo indicato in timeout - secondi Ultimata la configurazione, premere il tasto salva comandi se vogliamo che la configurazione dell IVR sia salvata solo sul database di Merlino, oppure applica modifiche se vogliamo che le modifiche vengano scritte in centrale. Nel caso la numerazione del risponditore non sia ancora stata ruotata verso la piattaforma IVR, dopo aver premuto il tasto applica modifiche, apparirà il seguente popup di conferma: 39

40 È possibile apportare eventuali modifiche all IVR selezionando la voce Configura IVR e cercando il cliente tramite i filtri disponibili: È possibile assegnare al solito IVR più numerazioni tramite il campo numeri aggiuntivi, in questo modo anche i numeri aggiuntivi seguiranno il comportamento del numero principale dell IVR 40

41 3.2 - Vianova IP DECT Per la copertura radio, i dispositivi dovranno essere montati all'interno dell'edificio sempre su pareti interne come indicato di seguito: 1. l'altezza di montaggio ottimale di una Cella IP DECT, a seconda dell'altezza del soffitto, è tra 1,8 e 3 m 2. se le Celle IP DECT vengono fissate più in basso possono presentarsi dei disturbi causati da frequenze GSM/UMTS o oggetti in movimento (dovrebbe essere mantenuta una distanza minima dal soffitto di 0,50 m) 3. non montare la Cella IP DECT in controsoffitti, armadi o altri oggetti d'arredamento chiusi. A seconda dei materiali utilizzati la copertura radio può ridursi notevolmente 4. la Cella IP DECT va montata verticalmente 5. luogo e orientamento della Cella IP DECT installata devono essere identici alla posizione valutata come ottimale durante la misurazione 6. evitare l'immediata vicinanza di cunicoli per cavi, armadi metallici e altre grosse parti metalliche, queste possono ridurre l'irradiazione e causare segnali di disturbo 7. rispettare le distanze o le normative di sicurezza I dispositivi IP DECT dovranno essere collegati via Ethernet agli apparati- E importante, per la buona riuscita dell installazione, che il cablaggio del Cliente sia realizzato a norma e certificato secondo la normativa internazionale ISO/IEC 11801: 2002 Information technology Generic cabling for customer premises. Se così non fosse, sarà necessario procedere con la certificazione di tutti i punti rete, che verranno utilizzati per il collegamento dei terminali telefonici. Le Celle IP DECT e l IP DECT Manager possono essere alimentati tramite PoE (Power over Ethernet). 41

42 Configurazione Vianova IP DECT In questo capitolo sono descritti i passaggi da eseguire per effettuare la configurazione di base dei dispositivi Vianova IP DECT: 1. collegare il proprio notebook ad una porta switch mediante patch CAT5 ed impostare i parametri della scheda di rete per l ottenimento automatico dell indirizzo IP e dei DNS in DHCP A seconda degli apparati presenti, il notebook andrà collegato come segue: Router Cisco + Switch Cisco Catalyst 2960 PoE: porta GE0/2 Vianova MG-100: porta FE 0/8 2. avviare il browser web sul notebook 3. nel campo dell'indirizzo del browser web inserire l indirizzo IP presente nell area Merlino IP Centrex alla voce IP DECT Manager Prima di procedere, è necessario avere a disposizione l elenco dei dati presenti nell area Merlino IP Centrex inerenti al Cliente che ci apprestiamo a configurare 4. si aprirà il configuratore web dell IP DECT Manager: 42

43 5. scegliere la lingua desiderata per visualizzare il menu e le finestre di dialogo del configuratore web. 6. inserire la password di default admin e cliccare sul tasto OK. 7. una volta effettuato l accesso, associare le Celle IP DECT all IP DECT Manager. Scegliere dal menu la voce Rete e connettori e cliccare su Registra nuove basi. Verrà mostrato l elenco delle Celle IP DECT disponibili: 8. Premere su Conferma per iniziare la registrazione: 9. scegliere un Nome per identificare la Cella IP DECT che si sta registrando e premere poi su OK in fondo alla pagina. 43

44 10. per avere conferma dell associazione cliccare sulla voce Basi del menu: 11. spostarsi nella sezione Impostazioni di protezione per abilitare la Gestione remota: 12. per confermare premere sul tasto OK in fondo alla pagina. 13. adesso scegliere dal menu la voce Gestione Data & Ora e cambiare il valore Server dell'ora in time.welcomeitalia.it e premere ok per confermare: 44

45 14. su Impostazioni locali settare Paese e Mappa dei Toni su Italy: 15. Infine sarà necessario modificare la password di accesso all apparato digitando quella definitiva wi2014dect nel menu Gestione-Varie alla voce Nuova password: 16. Per confermare premere sul tasto OK. Una volta ultimata la configurazione, ricordarsi sempre di effettuare logout tramite il tasto Disconnessione in alto a destra 45

46 Aggiornamento firmware e abilitazione codec G.729 Seguendo le indicazioni presenti in questo paragrafo è possibile aggiornare il firmware dei dispositivi IP DECT ed abilitare il codec G.729: L aggiornamento firmware è necessario per il corretto funzionamento del sistema IP DECT 1. scegliere la voce Gestione dal menu e cliccare poi su Aggiornamento del firmware: 2. premere il tasto Aggiornamento firmware che darà inizio al download a cui seguirà un riavvio dell apparato 46

47 3. una volta che l apparato IP DECT Manager sarà di nuovo raggiungibile, scegliere dal menu la voce Telefono e cliccare poi su Impostazioni VoIP Avanzate: 4. premere il tasto OK alla voce Attiva codec G.729, una volta ultimata l attivazione si riceverà il seguente messaggio: 5. all interno della stessa voce del menu, modificare la negoziazione DTMF da automatica a personalizza, selezionando RFC 2833: 6. Per confermare premere sul tasto OK in fondo alla pagina. Una volta ultimata la configurazione, ricordarsi sempre di effettuare logout tramite il tasto Disconnessione in alto a destra 47

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264

SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 SERVER VIDEO 1-PORTA H.264 MANUALE UTENTE DN-16100 SALVAGUARDIA IMPORTANTE Tutti i prodotti senza piombo offerti dall'azienda sono a norma con i requisiti della legge Europea sulla restrizione per l'uso

Dettagli

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis

Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis Descrizione Generale Manuale tecnico Stazione Meteo Eolo Davis EOLO DAVIS rappresenta una soluzione wireless di stazione meteorologica, basata su sensoristica Davis Instruments, con possibilità di mettere

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente

Guida ai Servizi Voce per il Referente. Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente Guida ai Servizi Voce per il Referente 1 Sommario 1 Introduzione... 3 1.1 Accesso al Self Care Web di Rete Unica... 4 2 Servizi Aziendali... 6 2.1 Centralino - Numero

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO

GUIDA CONFIGURAZIONE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO GUIDA CFIGURAZIE ED UTILIZZO GPS SAFE COME ANTIFURTO PER MOTO Sommario: Download ed aggiornamento firmware GPS SAFE... 3 Track Manager, download ed installazione.... 4 Configurazione GPS SAFE ed utilizzo

Dettagli

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it

IDom. Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it IDom MANUALE UTENTE Omnicon SRL Via Petrarca 14 20843 Verano Brianza (MB) info@omnicon.it 2 COPYRIGHT Tutti i nomi ed i marchi citati nel documento appartengono ai rispettivi proprietari. Le informazioni

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente

Guida ai Servizi Voce per l Utente. Guida ai ai Servizi Voce per l Utente Guida ai Servizi Voce per l Utente Guida ai ai Servizi Voce per l Utente 1 Indice Introduzione... 3 1 Servizi Voce Base... 4 1.1 Gestione delle chiamate... 4 1.2 Gestione del Numero Fisso sul cellulare...

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@

Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Risoluzione Problemi Chiavetta Internet Veloce MOMODESIGN MD-@ Installazione Modem USB Momo Gestione segnale di rete Connessione Internet Messaggi di errore "Impossibile visualizzare la pagina" o "Pagina

Dettagli

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione

Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Access Point WiFi Powerline 500 XWNB5201 - Guida all installazione Assistenza tecnica Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero

Dettagli

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI

ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI ALICE BUSINESS GATE 2 PLUS WI-FI MODEM/ROUTER ADSL / ADSL2+ ETHERNET / USB / WI-FI GUIDA D INSTALLAZIONE E USO Contenuto della Confezione La confezione Alice Business Gate 2 plus Wi-Fi contiene il seguente

Dettagli

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese.

Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione per le piccole e medie imprese. Sistema di telecomunicazione Promelit ipecs MG. Descrizione del Sistema: L azienda di oggi deve saper anche essere estesa : non confinata in

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless

Aladino Vision, il nuovo concetto di cordless Gentile Cliente, Ti ringraziamo per aver scelto Aladino Vision. Aladino Vision è unico, essenziale, elegante e definisce un nuovo concetto per la telefonia cordless assegnando un ruolo attivo alla stazione

Dettagli

Manuale di configurazione per iphone

Manuale di configurazione per iphone Manuale di configurazione per iphone Notariato.it e.net (Iphone 2G e 3G) 2 PREMESSA Il presente manuale ha lo scopo di fornire le indicazioni per la configurazione del terminale IPhone 2G e 3G per ricevere

Dettagli

Gestione posta elettronica (versione 1.1)

Gestione posta elettronica (versione 1.1) Gestione posta elettronica (versione 1.1) Premessa La presente guida illustra le fasi da seguire per una corretta gestione della posta elettronica ai fini della protocollazione in entrata delle mail (o

Dettagli

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail

Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail Xerox WorkCentre M118i Guida all'installazione rapida di scansione su e-mail 701P42705 Questa guida fornisce un riferimento rapido per l'impostazione della funzione Scansione su e-mail su Xerox WorkCentre

Dettagli

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM

XM100GSM SCHEDA GSM PER CENTRALI SERIE XM 1 Stato del combinatore direttamente sul display della Consolle XM Interrogazione credito residuo tramite SMS e inoltro SMS ricevuti Messaggi di allarme pre-registrati Completa integrazione con centrali

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink

Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Guida all'installazione ed uso dell'app RXCamLink Questa guida riporta i passi relativi all'installazione ed all'utilizzo dell'app "RxCamLink" per il collegamento remoto in mobilità a sistemi TVCC basati

Dettagli

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione

Assistenza. Contenuto della confezione. Modem router Wi-Fi D6200B Guida all'installazione Assistenza Grazie per aver scelto i prodotti NETGEAR. Una volta completata l'installazione del dispositivo, individuare il numero di serie riportato sull'etichetta del prodotto e utilizzarlo per registrare

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB

Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB Procedura per il ripristino dei certificati del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1 Glossario... 3 2 Presentazione... 4 3 Quando procedere al ripristino

Dettagli

Istruzioni per l uso Guida software

Istruzioni per l uso Guida software Istruzioni per l uso Guida software Leggere subito Manuali per questa stampante...8 Preparazione per la stampa Installazione rapida...9 Conferma del metodo di connessione...11 Connessione di rete...11

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali

minor costo delle chiamate, su nazionali e internazionali Il Voice Over IP è una tecnologia che permette di effettuare una conversazione telefonica sfruttando la connessione ad internet piuttosto che la rete telefonica tradizionale. Con le soluzioni VOIP potete

Dettagli

Funzioni nuove e modificate

Funzioni nuove e modificate Gigaset S675 IP, S685 IP, C470 IP, C475 IP: Funzioni nuove e modificate Questo documento integra il manuale di istruzioni dei telefoni VoIP Gigaset: Gigaset C470 IP, Gigaset C475 IP, Gigaset S675 IP e

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione

E-VISION Tempo. Timer luci a microprocessore. Manuale d uso e installazione E-VISION Tempo Timer luci a microprocessore Manuale d uso e installazione ELOS E-VISION - Tempo Controllo Luci Acquario a Microprocessore. 1. Semplice da programmare 2. Gestisce sia lampade a led sia lampade

Dettagli

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA

MANUALE D USO. Modem ADSL/FIBRA MANUALE D USO Modem ADSL/FIBRA Copyright 2014 Telecom Italia S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati. Questo documento contiene informazioni confidenziali e di proprietà Telecom Italia S.p.A.. Nessuna parte

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer 7 Manuale Controllo remoto TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni sul

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web

GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web GUIDA RAPIDA ALL UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA BITCARD Web La presente guida rapida sintetizza in modo veloce le procedure da seguire per attivare ed utilizzare con estrema semplicità il BITCARD POS Intellect

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S.

Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. Guida alla configurazione dell'e-mail di altri provider sul cellulare Galaxy S. All accensione del Tab e dopo l eventuale inserimento del codice PIN sarà visibile la schermata iniziale. Per configurare

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente www.ondacommunication.com CHIAVETTA INTERNET MT503HSA 7.2 MEGA UMTS/EDGE - HSDPA Manuale Utente Rev 1.0 33080, Roveredo in Piano (PN) Pagina 1 di 31 INDICE

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto

TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto TeamViewer 8 Manuale Controllo remoto Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 6 1.1 Informazioni sul software... 6

Dettagli

Introduzione delle nuove banconote Europa da 10

Introduzione delle nuove banconote Europa da 10 Introduzione delle nuove banconote Europa da 10 Il 23 settembre sarà introdotta la nuova versione della banconota da 10. CPI ha perciò il piacere di annunciare che i prodotti delle serie MEI Cashflow 2000

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra

Manuale d uso. Servizio Segreteria Telefonica Memotel. per Clienti con linea Fibra Manuale d uso Servizio Segreteria Telefonica Memotel per Clienti con linea Fibra 1 INDICE 1. GUIDA AL PRIMO UTILIZZO 2. CONFIGURAZIONE SEGRETERIA 3. CONSULTAZIONE SEGRETERIA 4. NOTIFICHE MESSAGGI 5. ASCOLTO

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

Manuale del fax. Istruzioni per l uso

Manuale del fax. Istruzioni per l uso Istruzioni per l uso Manuale del fax 1 2 3 4 5 6 Trasmissione Impostazioni di invio Ricezione Modifica/Conferma di informazioni di comunicazione Fax via computer Appendice Prima di utilizzare il prodotto

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione di WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili 2012 NETGEAR, Inc. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte della presente pubblicazione può essere riprodotta, trasmessa, trascritta,

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili

Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Guida all'installazione del WiFi Booster WN1000RP per dispositivi mobili Sommario Per iniziare............................................ 3 Il WiFi Booster......................................... 4 Pannello

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning.

In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. In questo manuale, si fa riferimento a ipod touch 5a generazione e iphone 5 con il solo termine iphone con connettore Lightning. Per collegare un iphone con connettore Lightning ad SPH-DA100 AppRadio e

Dettagli

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente

ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA. Manuale Utente ONDA H600 PC Card UMTS/GPRS - HSDPA Manuale Utente 1 INDICE 1. Introduzione PC Card...3 1.1 Introduzione...3 1.2 Avvertenze e note...3 1.3 Utilizzo...4 1.4 Requisiti di sistema...4 1.5 Funzioni...4 1.6

Dettagli

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1

Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 Tutorial Sky Go su Samsung v.1.1 1.1 Presentazione...2 2.2 Download e installazione...2 2.2 Login...3 2.2.1 Limitazioni all'accesso...4 2.3 Profili di visione...6 2.4 Reti...7 2.5 Diritti...7 3.0 Fruizione

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme.

Guida. Vista Live. Controllo. Riproduzione su 24 ore. Ricerca avanz. Le icone includono: Mod. uscita. Icona. Un sensore di allarme. Guida operatore del registratore TruVision Vista Live Sull immagine live dello schermo vengono visualizzati laa data e l ora corrente, il nome della telecamera e viene indicato se è in corso la registrazione.

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA

ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA ATLAS 2.X IL MANAGER NON SI AVVIA Avvio di Atlas 2.x sul server CONTESTO La macchina deve rispecchiare le seguenti caratteristiche MINIME di sistema: Valori MINIMI per Server di TC con 10 postazioni d'esame

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

Guida rapida all uso di ECM Titanium

Guida rapida all uso di ECM Titanium Guida rapida all uso di ECM Titanium Introduzione Questa guida contiene una spiegazione semplificata del funzionamento del software per Chiputilizzare al meglio il Tuning ECM Titanium ed include tutte

Dettagli

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5

2 Requisiti di sistema 4 2.1 Requisiti software 4 2.2 Requisiti hardware 5 2.3 Software antivirus e di backup 5 2.4 Impostazioni del firewall 5 Guida introduttiva Rivedere i requisiti di sistema e seguire i facili passaggi della presente guida per distribuire e provare con successo GFI FaxMaker. Le informazioni e il contenuto del presente documento

Dettagli

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless

Wi-Fi Personal Bridge 150 AP Router Portatile Wireless AP Router Portatile Wireless HNW150APBR www.hamletcom.com Indice del contenuto 1 Introduzione 8 Caratteristiche... 8 Requisiti dell apparato... 8 Utilizzo del presente documento... 9 Convenzioni di notazione...

Dettagli

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014)

GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad. (v. 1.0.0 Maggio 2014) GUIDA ALLA CONFIGURAZIONE DELLA POSTA iphone/ipad (v. 1.0.0 Maggio 2014) Benvenuto alla guida di configurazione della posta elettronica per dispositivi mobili tipo iphone/ipad. Prima di proseguire, assicurati

Dettagli

Schema Tipologia a Stella

Schema Tipologia a Stella Cos'e' esattamente una rete! Una LAN (Local Area Network) è un insieme di dispositivi informatici collegati fra loro, che utilizzano un linguaggio che consente a ciascuno di essi di scambiare informazioni.

Dettagli

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto!

Manuale d uso. Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Manuale d uso Congratulazioni per aver scelto e-tab. Ti ringraziamo per la Tua fiducia e la decisione di comprare il nostro prodotto! Giacchè noi costantemente aggiorniamo e miglioriamo il Tuo e-tab, potrebbero

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode

Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Aggiornamento del firmware per iphone con connettore Lightning compatibile con AppRadio Mode Istruzioni sull aggiornamento per i modelli di navigazione: AVIC-F40BT, AVIC-F940BT, AVIC-F840BT e AVIC-F8430BT

Dettagli

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015

Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Introduzione alle VLAN Autore: Roberto Bandiera 21 gennaio 2015 Definizione Mentre una LAN è una rete locale costituita da un certo numero di pc connessi ad uno switch, una VLAN è una LAN VIRTUALE (Virtual

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE

GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE GUIDA RAPIDA ALL INSTALLAZIONE Sommario DECODER CUBOVISION 1 TELECOMANDO 3 COLLEGAMENTO ALLA TV 4 COLLEGAMENTO A INTERNET 6 COLLEGAMENTO ANTENNA 8 COLLEGAMENTO ALLA RETE ELETTRICA 9 COLLEGAMENTO AUDIO

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente

Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente Seagate Access per Personal Cloud Manuale utente 2015 Seagate Technology LLC. Tutti i diritti riservati. Seagate, Seagate Technology, il logo Wave e FreeAgent sono marchi depositati o marchi registrati

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti

iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone in azienda Guida alla configurazione per gli utenti iphone è pronto per le aziende. Supporta Microsoft Exchange ActiveSync, così come servizi basati su standard, invio e ricezione di e-mail, calendari

Dettagli

Phonak ComPilot. Manuale d uso

Phonak ComPilot. Manuale d uso Phonak ComPilot Manuale d uso Indice 1. Benvenuto 5 2. Per conoscere il dispositivo ComPilot in uso 6 2.1 Legenda 7 2.2 Accessori 8 3. Come cominciare 9 3.1 Impostazione dell alimentatore 9 3.2 Come caricare

Dettagli

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail

Windows Mail Outlook Express 6 Microsoft Outlook 2003 Microsoft Outlook 2007 Thunderbird Opera Mail Mac Mail Configurare un programma di posta con l account PEC di Il Titolare di una nuova casella PEC può accedere al sistema sia tramite Web (Webmail i ), sia configurando il proprio account ii nel programma di

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone

Guida introduttiva. Installazione di Rosetta Stone A Installazione di Rosetta Stone Windows: Inserire il CD-ROM dell'applicazione Rosetta Stone. Selezionare la lingua dell'interfaccia utente. 4 5 Seguire i suggerimenti per continuare l'installazione. Selezionare

Dettagli

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it

GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI RECUPERATORI SMALTITORI. 21 aprile 2015 www.sistri.it GUIDA RAPIDA TRASPORTATORI PRODUTTORI INTERMEDIARI TRASPORTATORI RECUPERATORI SMALTITORI 21 aprile 2015 www.sistri.it DISCLAIMER Il presente documento intende fornire agli Utenti SISTRI informazioni di

Dettagli

Posta Elettronica Certificata

Posta Elettronica Certificata Posta Elettronica Certificata Manuale di utilizzo del servizio Webmail di Telecom Italia Trust Technologies Documento ad uso pubblico Pag. 1 di 33 Indice degli argomenti 1 INTRODUZIONE... 3 1.1 Obiettivi...

Dettagli