Ricostruzione del nervo trocleare mediante innesto del nervo occipitale minore: caso clinico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ricostruzione del nervo trocleare mediante innesto del nervo occipitale minore: caso clinico"

Transcript

1 Ricostruzione del nervo trocleare mediante innesto del nervo occipitale minore: caso clinico Trochlear nerve reconstruction by lesser occipital nerve graft: a clinical case F. Polenghi 1, S. Giombini 2, G. Mancarella 1, R. Salati 1 Riassunto Gli autori riportano il caso clinico riguardante la ricostruzione estemporanea di un tratto del IV nervo cranico di sinistra, sacrificato durante l asportazione di un voluminoso epidermoide dell angolo ponto-cerebellare. Caso clinico. Uomo, di 41 anni, da 2 anni sofferente di nevralgia trigeminale intermittente nell ambito della III branca sinistra, presentava alla RMN, in corrispondenza dell angolo ponto-cerebellare sinistro, una grossa massa espansiva del diametro di 6 cm. L asportazione microchirurgica completa della neoformazione non ha consentito di preservare l integrità del tratto del IV nervo cranico in essa inglobato. Il nervo trocleare è stato ricostruito mediante l impianto autologo del nervo occipitale minore. L evoluzione della diplopia postoperatoria, consecutiva alla paralisi totale iatrogena del muscolo obliquo superiore sinistro, è stata monitorata per 18 mesi. Gli autori ritengono che l incompleta ripresa funzionale debba attribuirsi ad una contrattura permanente del muscolo obliquo inferiore, antagonista omolaterale. Conclusioni. Il buon recupero funzionale del muscolo obliquo superiore dopo l innesto di nervo occipitale minore, conferma l avvenuta neurotizzazione del nervo trocleare danneggiato. 1 Unità di Strabologia e Neurooftalmologia, Istituto Scientifico E. Medea de La Nostra Famiglia, Bosisio Parini (LC) 2 Istituto Nazionale Neurologico Carlo Besta, Milano Parole chiave: paralisi iatrogena nervo trocleare, ricostruzione nervo trocleare, impianto di nervo occipitale minore Summary The authors report a clinical case necessitating extemporaneous reconstruction of a section of the left fourth cranial nerve, which was sacrificed during the removal of a bulky cerebellopontine angle epidermoid cyst. Case report. MR imaging showed a large expansive mass with a diameter of 6 cm at the left cerebellopontine angle in a 41-year-old man who suffered from intermittent trigeminal neuralgia of the left third branch for 2 years. The integrity of the section of the fourth cranial nerve encompassed by the neoplasm could not be preserved during complete microsurgical removal of the neoplasm. The trochlear nerve was reconstructed with an autologous graft of the lesser occipital nerve. Postoperative diplopia, following iatrogenic injury which led to the total paralysis of the left superior oblique muscle, was monitored for 18 months. The authors consider that the incomplete functional recovery may be attributed to permanent contracture of the inferior oblique muscle, the ipsilateral antagonist. Conclusions. Good functional recovery of the superior oblique muscle after lesser occipital nerve graft confirms successful neurotization of the damaged trochlear nerve. Key words: iatrogenic paralysis, trochlear nerve, trochlear nerve reconstruction, lesser occipital nerve graft Indirizzo per la corrispondenza: Francesco Polenghi Department of Ophtalmology IRCCS E. Medea de La Nostra Famiglia Via Don Luigi Monza Bosisio Parini (LC) 19

2 F. Polenghi, et al. Introduzione La necessità di eseguire interventi chirurgici per l asportazione di neoformazioni insorte nel territorio della base cranica pone il neurochirurgo di fronte all obbligo di preservare per quanto possibile l integrità dei nervi oculomotori che decorrono nelle vicinanze delle strutture interessate. Nei casi in cui uno dei nervi oculomotori (III, IV, VI) sia direttamente inglobato dalla massa tumorale può rendersi necessaria la sua temporanea sezione o addirittura l exeresi di una sua porzione, con conseguente paralisi iatrogena del o dei muscoli corrispondenti innervati. Dalla disamina della letteratura emerge che soltanto pochi autori hanno approfondito l argomento, riportando perlopiù casi isolati a testimonianza del possibile recupero funzionale parziale o totale dopo riparazione del nervo trocleare leso mediante colle a base di fibrina 1 2, neuro-suture dirette end-to-end 2-4 oppure innesti prelevati dal nervo surale e dal nervo radiale nel caso di riparazione del III e VI nervo 7. Riteniamo opportuno riferire sulla favorevole evoluzione, ancorché incompleta, della motilità oculare verificatasi in un nostro paziente in cui si era provveduto alla ricostruzione estemporanea di un tratto del nervo trocleare sinistro, amputato durante l intervento di rimozione di un voluminoso epidermoide dell angolo ponto-cerebellare sinistro. dell angolo ponto-cerebellare occupata dalla neoplasia. Come di regola, questa è stata svuotata del materiale perlaceo e quindi la sottile capsula che la delimitava è stata isolata dalle strutture vascolonervose con cui era venuta a contatto e che in parte aveva inglobato. In particolare, a livello della grande incisura tentoriale, il IV nervo cranico appariva stirato, assottigliato e dislocato cranialmente, in parte anche inglobato dal tessuto neoplastico: durante le mano- a Caso clinico Presentiamo il caso di un uomo di 41 anni, da 2 anni sofferente di nevralgia trigeminale sinistra intermittente nell ambito della III branca, senza disturbi oculari né oculomotori preoperatori. In particolare, bilateralmente: visus 10/10 naturali; annessi oculari, segmento anteriore, fundus oculi e campo visivo nella norma. Nel dicembre 2006 il paziente è stato sottoposto ad intervento chirurgico per la presenza di una grossa massa espansiva del diametro di 6 cm in corrispondenza dell angolo ponto-cerebellare sinistro, diagnosticata mediante RMN (Fig. 1a-b). Procedura chirurgica L intervento microchirurgico di asportazione della cisti epidermoide è stato eseguito presso l UO Neurochirurgia 1 della Fondazione Istituto Scientifico Neurologico C. Besta di Milano. Con approccio suboccipitale retrosigmoideo sinistro, in posizione seduta, è stata esposta la regione b Fig. 1a-b. Immagini RMN. a) Cisterna dell angolo pontocerebellare sinistro di dimensioni superiori alla controlaterale per la presenza di una lesione con caratteristiche di segnale sostanzialmente simil-liquorale che si accresce nel suo interno. b) Il ponte appare compresso e dislocato posterolateralmente a destra; la lesione sembra dislocare l arteria basilare (senza inglobarla) e si accresce superiormente all altezza delle cisterne retrosellari in sede paramediana sinistra. La lesione è compatibile con la diagnosi di epidermoide, confermata in seguito istologicamente MR images. a) cistern of the left pontocerebellar area showing an area larger than that controlaterally due to the presence of a lesion with liquoral-like characteristics on the internal portion. b) the pontocerebellar area appears compressed and dislocated postero-laterally to the right; the lesion also appears basilary (but not englobing) and has grown superiorly to the level of the retrosellar cistern in the left paramedian area. The lesion is compatible with a diagnosis of epidermoid, which was later confirmed by histology. 20

3 R. occipitale del n. faciale M.auricolare posteriore N.auricolare posteriore del faciale N. faciale R. digastrico A. occipitale N. occipitale maggiore M. digastrico N. occipitale minore R. del margine mandibolare del n. faciale R. del collo del n. faciale M. trapezio M. sternocleidomastoideo Fig. 2. Rappresentazione anatomica del nervo occipitale inferiore Anatomic representation of the inferior occipital nerve. vre di dissezione il nervo veniva interrotto (neurotomia). Per evitare di mettere in tensione i due monconi, si decideva di frapporre tra essi un piccolo innesto (circa un centimetro di lunghezza) di nervo occipitale minore (Fig. 2) facilmente reperibile nella zona dell incisione cutanea retro mastoidea e di scarsa importanza funzionale, evitando quindi un nuovo campo operatorio, come sarebbe stato necessario se avessimo voluto utilizzare il nervo surale. Per la profondità del campo operatorio e l esiguità di calibro del nervo, si decideva di evitare tentativi di sutura diretta e invece veniva attuata l anastomosi utilizzando due gocce di colla di fibrina tra moncone prossimale e innesto e tra questo e il moncone distale. L intervento è stato portato a termine nel modo usuale, ottenendo l asportazione radicale della neoplasia. Decorso postoperatorio Nell immediato postoperatorio il paziente lamentava una fastidiosa diplopia verticale e torsionale. Lo studio della motilità oculare confermava la paralisi del muscolo obliquo superiore sinistro caratterizzata da un importante exciclotropia e da una modesta Fig. 3. Schema di Hess-Gracis: alterazione della motilità oculare 1 mese dopo l intervento neurochirurgico: paralisi del m. obliquo superiore sinistro con iperfunzione del m. retto inferiore destro Hess-Gracis Scheme: alteration of ocular motility at one month after neurosurgical intervention: paralysis of the left superior oblique muscle with hyperfunction of the right inferior rectus muscle. 21

4 F. Polenghi, et al. ipertropia dell occhio sinistro, che aumentavano nello sguardo controlaterale, verso destra e a destra in basso (Fig. 3). La deviazione verticale massima misurata nello sguardo a destra in basso equivaleva al valore massimo della exciclotropia che veniva riscontrato nella medesima direzione dello sguardo. A distanza di 4 mesi dall intervento neurochirurgico, il paziente segnalava un primo miglioramento soggettivo potendo finalmente compensare, seppure a fatica, la diplopia mediante l inclinazione del capo sulla spalla destra, dirigendo nel contempo lo sguardo in alto a sinistra: segno clinico dell evidente ripresa funzionale del m. obliquo superiore con conversione della paralisi completa iniziale in una paresi. La lenta ripresa dell azione del muscolo obliquo superiore si protraeva per i successivi 2 mesi. Dopodiché la situazione oculomotoria rimaneva invariata (Fig. 4). Col test di Bielschowsky dell inclinazione del capo di 45 su di una spalla, ritenuto il test diagnostico per eccellenza nelle paralisi del trocleare si ottengono i seguenti valori di deviazione verticale: col capo inclinato sulla spalla destra -VD 1, nella posizione primaria -VD 1, col capo inclinato sulla spalla sinistra -VD 3. Ai cilindri di Maddox il paziente accusa un exciclotorsione soggettiva di 2, solamente a carico dell occhio destro (occhio non paretico!). Da allora il paziente, sufficientemente soddisfatto, mantiene il capo lievemente inclinato sulla spalla destra e beneficia della visione binoculare singola in un ampia escursione del campo dello sguardo utile (Figg. 5, 6). Nella lateroversione destra si misura un elevazione dell occhio sinistro addotto di 9 PD (Fig. 7). Fig. 5. Posizione compensatoria del capo, inclinato sulla sulla spalla destra, assunta dal paziente per usufruire della visione binoculare singola in gran parte del campo dello sguardo utile Compensatory positon of the head, inclined on the right shoulder, used by the patient to use singular binocular vision in the large part of the useful visual field. Fig. 4. Schema di Hess-Gracis: il pattern completo della motilità rilevato 7 mesi dopo l innesto evidenzia un incompleta ripresa funzionale del m. obliquo superiore sinistro e la persistenza di una lieve iperfunzione del m. retto inferiore destro Hess-Gracis Scheme: complete pattern of motility at 7 months after grafting showing incomplete functional recovery of the left superior oblique muscle and persistence of slight hyperfunction of the right inferior rectus muscle. 22

5 Schermo tangente di Harms angoli di deviazione in gradi rilevati nella posizione primaria e nelle posizioni secondarie e terziarie dello sguardo sguardo a sinistra sguardo a destra sguardo a sinistra sguardo a destra 0 -VD 1 Exciclo 2 0 -VD 1 Exciclo 2 0 -VD 2 Exciclo 4 0 -VD 0 Exciclo 0 0 -VD 0 Exciclo 0 0 -VD 2 Exciclo VD 3 Exciclo VD 7 Exciclo VD 11 Exciclo 9 0 -VD 1 Exciclo 0 0 -VD 0,5 Exciclo 2 0 -VD 4 Exciclo VD 8 Exciclo VD 11 Exciclo VD 14 Exciclo VD 1 Exciclo VD 3 Exciclo VD 5 Exciclo Fissante occhio destro (non paretico) Fig. 6. Sono riportati i valori dell angolo di deviazione orizzontale, verticale e torsionale localizzati sullo schermo tangente di Harms previa dissociazione della visione binoculare mediante vetro rosso scuro posto davanti all occhio destro fissante. Nelle caselle in neretto i valori in gradi della deviazione orizzontale e verticale superiormente e della torsione inferiormente, rilevati rispettivamente nella posizione primaria e nelle direzioni secondarie e terziarie dello sguardo di 25 Values of the angle of horizontal, vertical and torsional deviation localized on the tangent screen of Harms measured during dissociation of binocular vision through a dark red filter placed before the staring right eye. In the shaded squares, the values in degrees of superior and vertical horizontal deviation, and inferior torsion are shown, respectively, in the primary position and in the secondary and tertiary positions at 25. Fig. 7. Deviazione verticale rilevata mediante il prisma cover test alternato nelle lateroversioni: a) nella lateroversione destra elevazione dell occhio sinistro addotto: -VD 9 PD; b) nella posizione primaria -VD di 2 PD; c) nella lateroversione sinistra -VD di 1PD Vertical deviation as revealed by the prism cover test alternated in the following lateroversions: a) right laterovision with elevation of the left eye: vertical deviation of 9 prism diopters; b) primary position; vertical deviation of 2 prism diopters; c) left lateroversion; vertical deviation of 1 prism diopter. 23

6 F. Polenghi, et al. Risultato Nel caso presentato, la ricostruzione anatomica del nervo trocleare di sinistra mediante impianto del nervo occipitale minore, effettuata immediatamente dopo la completa rimozione del voluminoso epidermoide situato nell angolo ponto-cerebellare di sinistra, ha consentito la neurotizzazione postchirurgica del moncone nervoso a valle del punto di innesto. L avvenuta reinnervazione è comprovata dalla ripresa funzionale del muscolo target (muscolo obliquo superiore) soprattutto per quanto riguarda la sua azione torsionale. Infatti, sia l esame soggettivo coi cilindri di Maddox che l esame oggettivo oftalmoscopico del rapporto papilla-macula non evidenziano la benché minima excicloduzione a carico dell occhio sinistro. Anche il test di Bielschowsky, che è provato essere il test diagnostico per eccellenza dei deficit del muscolo obliquo superiore, evidenziava una differenza di sole 4 PD di iperforia tra l inclinazione del capo rispettivamente sulla spalla destra e sulla spalla sinistra. L evidente elevazione dell occhio sinistro in adduzione è imputabile verosimilmente a due fattori: una lieve ipofunzione residua del muscolo obliquo superiore sinistro e una persistente contrattura del muscolo obliquo inferiore sinistro. Forse quest ultima evenienza si sarebbe potuta evitare con la precoce iniezione di tossina botulinica nell obliquo inferiore omolaterale prima che si instaurasse l iperfunzione di tale muscolo. Purtroppo l utilizzo della tossina botulinica non è proponibile in quanto il suo effetto paretico transitorio ha la tendenza a propagarsi al muscolo retto inferiore contiguo compromettendone l azione contrattile. A questo punto si riteneva che il caso fosse concluso, ma, inaspettatamente, 6 mesi più tardi il paziente si ripresentava accusando un peggioramento della situazione oculomotoria caratterizzata dalla marcata iperfunzione del muscolo obliquo inferiore sinistro (Fig. 8). Di fatto, in adduzione si riscontrava un ipertropia sinistra di 14 mentre al test di Bielschosky era presente un ipertropia di 4 sia in posizione primaria che dopo l inclinazione del capo rispettivamente sulla spalla destra e sulla spalla sinistra. Sorprendentemente non si rilevava exciclotorsione (Fig. 9). Schema di Hess-Gracis 15 mesi dopo l intervento neurochirurgico: Fig 8. Iperfunzione del muscolo obliquo inferiore sinistro allo schema di Hess-Gracis Hyperfunction of the left inferior oblique muscle according to the Hess-Gracis Scheme. 24

7 Infine il paziente veniva sottoposto a recessione del muscolo obliquo inferiore, che veniva fissato con un solo punto di sutura al margine temporale del muscolo retto inferiore. Schema di Hess-Gracis (Fig. 10). Immagini di fondo oculare del OO assenza di exciclotorsione Cilindri di Maddox: OD exciclotorsione soggettiva 2 OS non torsione Fig. 9. Mancanza di exciclotorsione in funduscopia Lack of excyclotorsion as seen by fundoscopy. Fig. 10. Schema di Hess Gracis dopo recessione del piccolo obliquo OS. PCT in posizione primaria D/S in adduzione S/D 2. Cilindri di Maddox OS inciclotorsione di 1 Hess-Gracis Scheme after recession of the small oblique left orbital. PCT in the primary left/right position and in abduction in the left/right view of 2. The Maddox cylinders showed incyclotorsion of 1. 25

8 F. Polenghi, et al. Conclusioni Dai diversi studi eseguiti sul nervo trocleare di vari animali, pesci, gatti, pecore, scimpanzè 8-12 sappiamo che, durante il processo di rigenerazione assonale, in corrispondenza della sede della riparazione, molte fibre nervose vanno perse sia per una imperfetta giustapposizione dei monconi sia per l infiltrazione di tessuto connettivale che oppone un serio ostacolo alla crescita lineare degli assoni. La perdita più consistente del numero di assoni dopo innesti di nervo rispetto alla semplice anastomosi end-to-end viene imputata verosimilmente alla difficoltà incontrata dalla fresca germinazione assonale nel superare i 2 punti critici della giunzione microchirurgica, prima di potere proliferare all interno del condotto costituito dalla lamina basale delle cellule di Schwann: condotto nel frattempo ripulito dalle stesse cellule di Schwann e dai macrofagi mediante fagocitosi dei residui strati mielinici contenuti nel moncone nervoso distale. I nervi intracranici sono caratterizzati dall assenza di tessuto connettivo interfascicolare, dalla mancanza di un solido involucro perineurale (in quanto avvolti soltanto da un unico o duplice strato formato dalle cellule piatte della guaina), dallo scarso contenuto di collagene, per cui la loro rigenerazione avviene più lentamente di quella dei nervi periferici. Il successo funzionale atteso dopo la ricostruzione di un qualsiasi nervo intracranico dipende da molti fattori: dalla procedura microchirurgica attuata, dalla sede dell innesto, dalla validità dell approvvigionamento sanguigno del tratto anastomotico interessato, dalla densità del Nerve Growth Factor (NGF) e del Nerve Nutrition Factor (NNF). Pare comunque che il muscolo obliquo superiore sia in grado di riprendere una buona funzione motoria anche in presenza di una ridotta quantità di fibre nervose rigenerate 4. Dalla review della letteratura si evince che, nell uomo, i casi di riparazione intracranica del nervo trocleare sono sorprendentemente pochi. E solamente 4 risultano i casi in cui il IV nervo cranico è stato riparato mediante l innesto di nervo autologo: tutti gli autori (Sindou et al. un caso, van Overbeeke et al. un caso, Li et al. due casi) hanno utilizzato per l innesto il nervo surale (Tab. I). Lo studio originale di Li et al. (2003) risulta il più corposo in quanto riporta 17 casi di ricostruzione dei nervi cranici (3 nervi oculomotori, 6 nervi abducenti, 8 nervi trocleari) di cui 4 casi mediante neurosutura diretta, 4 casi mediante adesione con colla di fibrina, 9 casi con innesto di cui 7 fissati con sutura e 2 con fibrina adesiva. Degli 8 nervi trocleari trattati dall autore, i 6 sottoposti ad anastomosi diretta hanno avuto un recupero funzionale completo (come tutti gli altri casi riportati nella letteratura escluso il caso di Bassetti, 1994) mentre dei 2 casi curati con l innesto del nervo surale 1 caso ha avuto una guarigione completa, mentre l altro caso solo parziale. Tanto il caso di Sindou (1992) che quello di vanoverbeeke (1998) hanno avuto un recupero eccellente. Abbiamo ritenuto opportuno riferire, con l appropriata documentazione, l evoluzione clinica della buona ripresa funzionale del muscolo obliquo superiore ottenuta nel nostro caso dopo innesto di nervo occipitale minore (anziché del nervo surale usato da altri autori) eseguito per la ricostruzione del tratto intracranico del nervo trocleare di sinistra amputato durante l asportazione di un voluminoso epidermoide dell angolo ponto-cerebellare. Tab. I. Review di 15 casi di riparazione intracranica del nervo trocleare Review of 15 cases involving intracranial repair of the trochlear nerve. Autori Casi e tipo di riparazione Tecnica Follow-up mesi Recupero funazionale Grimson end-to-end Neuro suture 5 Completo Ferrier end-to-end Neuro suture 6 Completo Sekhar end-to-end Neuro suture + fibrina 12 Discreto Sindou graft n. surale Fibrina gel 7 Completo Bassetti end-to-end Fibrina gel 6 Assente v. Overbeeke graft n. surale Neuro suture + fibrina 42 Completo Li end-to-end 2 suture 3 fibrina 4-60 Completo (5) Li graft n. surale 2 suture 1 fibrina 4-60 Buono (2) scarso (1) Polenghi graft n. occ. minore Fibrina gel 18 Buono Totale impianti: 5 casi con innesto del n. surale; 1 caso con innesto del n. occipitale minore 26

9 Introduction When surgery is required to remove neoplasms in the cranial base region, the surgeon should attempt to preserve the integrity of the oculomotor nerves running near adjacent structures as much as possible. When one of the oculomotor nerves (3 rd, 4 th, 6 th ) is directly encompassed by the tumor mass, it may be necessary to dissect it temporarily or even resect a portion of it, with consequent iatrogenic paralysis of the corresponding innervated muscle or muscles. From careful examination of the literature, only a few authors have reported on isolated cases of possible partial or total functional recovery after repair of the damaged trochlear nerve using fibrin-based glue 1 2, direct endto-end nerve sutures 2-4 or grafts taken from the sural nerve and from the radial nerve, in the case of repair of the 3 rd and 6 th nerve 7. Herein, we report on the favorable progress, albeit incomplete, of ocular motility seen in a patient undergoing extemporaneous reconstruction of a section of the left trochlear nerve that was amputated during removal of a bulky cerebellopontine angle epidermoid cyst. Clinical case The patient underwent surgery in December The man, aged 41 years, suffered from intermittent left trigeminal neuralgia of the 3 rd branch for 2 years, with no preoperative ocular or oculomotor problems. In particular, bilateral: uncorrected vision 10/10; ocular adnexa, anterior segment, fundus oculi and visual field were within normal parameters. MR imaging showed a large expansive mass with a diameter of 6 cm at the left cerebellopontine angle (Fig. 1a-b). Surgical procedure The microsurgery performed to remove the epidermoid cyst was performed at the 1 st Neurosurgery Unit of the Fondazione Istituto Scientifico Neurologico C. Besta, Milan, Italy. In a seated position, the left suboccipital retrosigmoid approach was chosen to expose the cerebellopontine angle region occupied by the neoplasm. The lesion was emptied of pearlescent material, and the thin capsule circumscribing it was isolated from the vascular and nerve structures with which it had come into contact and which it partly encompassed. The fifth cranial nerve in particular appeared to be stretched, thinner and displaced cranially at the large tentorial notch, and was also partly encompassed by neoplastic tissue: during dissection the nerve was severed (neurotomy). In order to avoid putting the two stumps under tension, it was decided to place a small graft between them (approximately 1 cm long) that was taken from the lesser occipital nerve (Fig. 2), easily harvested in the area of the retromastoid skin incision and of little functional importance. This thus avoided a new operating field, which would have been necessary if the sural nerve was used. Due to the depth of the operating field and the small nerve caliber, it was decided to avoid any attempts at direct suture and the anastomosis was achieved by using two drops of fibrin glue between the proximal and distal stumps and the graft. The operation was then completed with radical removal of the neoplasm. Post-operative course Immediately after the operation the patient complained of an annoying vertical and torsional diplopia. Examination of ocular motility confirmed paralysis of the left superior oblique muscle characterized by a significant excyclotropia and moderate hypertropia of the left eye, which increased in the contralateral gaze, to the right and to the right looking downwards (Fig. 3). The maximum vertical deviation measured when looking down to the right was the maximum value of the excyclotropia found in the same direction of the gaze. At four months after neurosurgery, the patient reported the first subjective improvement, finally managing, albeit with difficulty, to compensate for the diplopia by tilting his head onto his right shoulder and looking up and to the left: a clinical sign of the clear functional recovery of the superior oblique muscle, converting the initial total paralysis into paresis. The slow recovery of superior oblique muscle action took a further 2 months. After this time, the oculomotor situation remained unchanged (Fig. 4). With the Maddox cylinder test, the patient experienced a subjective secondary excyclotorsion of the right eye only (the non-paretic eye). Subsequently, the patient reported fair satisfaction, and keeps his head slightly tilted to the right shoulder to benefit from binocular single vision in a wide excursion of the useful field of view (Fig. 5). A 9 PD elevation of the adducted left eye was measured in lateroversion (Fig. 7). Results In this case, the anatomical reconstruction of the left trochlear nerve using a graft of the lesser occipital nerve, performed immediately after the complete removal of a bulky epidermoid cyst situated in the left cerebellopontine angle, enabled post-surgical neurotization of the nerve stump downstream of the graft. The re-innervation was confirmed by the functional recovery of the target muscle (superior oblique muscle), and in particular, its torsional action. In fact, neither the subjective test with Maddox cylinders nor the objective ophthalmoscopic examination of the papilla/macula re- 27

10 F. Polenghi, et al. lationship detected even the slightest excycloduction of the left eye. Even Bielschowsky s test, which is considered the goldstandard among diagnostic tests of superior oblique muscle deficits, showed a difference of only 4 PD of hyperphoria between the head tilted to the right and left shoulders, respectively. The marked elevation of the left eye when adducted can most likely be attributed to two factors: slight residual hypofunction of the left superior oblique muscle and a persistent contracture of the left inferior oblique muscle. It is possible that the latter might have been avoided with an early injection of botulinum toxin in the homolateral inferior oblique region before hyperfunction of this muscle was established. Unfortunately, use of the botulinum toxin cannot be proposed as its transitory paretic effect tends to spread to the adjacent inferior rectus muscle, compromising its contractile action. At this point, the case was considered closed, but unexpectedly, 6 months later, the patient returned due to a worsening of the oculomotor situation characterized by marked hyperfunction of the left inferior oblique muscle (Fig. 8). In fact, a left hypertropia of 14 was found upon adduction, whereas Bielschowsky s test showed a hypertropia of 4, both in the primary position and after the head was tilted to the right and left shoulders, respectively. Surprisingly, there was no excyclotorsion (Fig. 9). Finally the patient underwent a recession of the inferior oblique muscle, which was fixed with a single suture at the temporal edge of the inferior rectus muscle (Hess-Gracis Scheme; Fig. 10). Conclusions Various studies conducted on the trochlear nerve in fish, cats, sheep and chimpanzees 8-12 have shown that many nerve fibers are lost during the process of axonal regeneration near the repair site either due to an imperfect juxtaposition of the stumps or to infiltration of connective tissue, which poses a serious impediment to the linear growth of axons. The most consistent loss of axons after nerve grafts compared to a simple end-to-end anastomosis is probably due to the difficulty faced by fresh axonal germination in overcoming the 2 critical points of the microsurgical joint before being able to proliferate inside the channel constituted by the basal laminae of Schwann cells. In the meantime, the channel is cleared by Schwann cells and macrophages via phagocytosis of residual myelin layers contained in the distal nerve stump. The intracranial nerves are characterized by the absence of inter-fascicular connective tissue, the lack of solid perineural sheath (as they are enveloped only by a single or double layer formed by flattened sheath cells) and a scarce collagen content. Therefore, their regeneration occurs more slowly than that of peripheral nerves. The functional success expected after reconstruction of any intracranial nerve depends on many factors: the microsurgical procedure, graft site, validity of the blood supply to the anastomotic segment, and the amounts of nerve growth factor (NGF) and nerve nutrition factor (NNF). However, it seems that the superior oblique muscle is able to regain good motor function even with a reduced quantity of regenerated nerve fibers 4. From a review of the literature, one can infer there are surprisingly few cases of intracranial repair of the trochlear nerve in humans. It appears that there are only 4 cases in which the fifth cranial nerve has been repaired by an autologous nerve graft: all reports (Sindou et al. one case, van Overbeeke et al. one case, Li et al. two cases) used the sural nerve for grafting. The original study by Li et al. (2003) appears to be the largest, as it reports on 17 cases of cranial nerve reconstruction (3 oculomotor nerves, 6 abducent nerves, 8 trochlear nerves) 4 of which used direct neurosuture, 4 fibrin glue adhesion, and 9 by grafting (7 used sutures and 2 used fibrin glue adhesion). Of the 8 trochlear nerves treated by the author (Li S.), the 6 treated with direct anastomosis had complete functional recovery (as did all the other cases reported in the literature except for the case of Bassetti 1994), whereas of the 2 cases treated with a sural nerve graft, 1 had complete recovery, while the other had only partial recovery. The cases of Sindou (1992) and van Overbeeke (1998) both had excellent recovery. We consider it important to report on the clinical progress and good functional recovery of the superior oblique muscle obtained in our case after a lesser occipital nerve graft (instead of the sural nerve used by other authors), performed for reconstruction of the intracranial segment of the left trochlear nerve, amputated during the removal of a bulky cerebellopontine angle epidermoid cyst. 28

UNITA di STRABOLOGIA e NEURO-OFTALMOLOGIA

UNITA di STRABOLOGIA e NEURO-OFTALMOLOGIA UNITA di STRABOLOGIA e NEURO-OFTALMOLOGIA BOSISIO PARINI 21 MARZO 2009 1 1 Unità di Strabologia e Neuro oftalmologia IRCCS E. MEDEA Bosisio Parini 2 Neurochirurgia 1 Fondazione Istituto Nazionale Neurologico

Dettagli

I meccanismi della rigenerazione nelle lesioni nervose periferiche. Domenico De Grandis

I meccanismi della rigenerazione nelle lesioni nervose periferiche. Domenico De Grandis I meccanismi della rigenerazione nelle lesioni nervose periferiche Domenico De Grandis La reinnervazione Presente nelle lesioni traumatiche del nervo, nelle malattie neuromuscolari, nell invecchiamento

Dettagli

XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012

XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012 UNITA di STRABOLOGIA e NEURO- Cefalea vomito diplopia e poi Francesco Polenghi XIX Convegno di Strabologia e Neuro-Oftalmologia Casi clinici strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini 17 marzo 2012

Dettagli

DISORDINE OCULOMOTORIO COMPLESSO E MUTABILE

DISORDINE OCULOMOTORIO COMPLESSO E MUTABILE XIX Incontro di Strabologia e Neuroftalmologia CASI CLINICI strabologici e neuroftalmologici Bosisio Parini (LC), 17 marzo 2012 DISORDINE OCULOMOTORIO COMPLESSO E MUTABILE Stefano Pensiero e Fulvio Parentin

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

Dipartimento di Scienze Chirurgiche. Clinica Oculistica Università degli Studi di Pavia. Fondazione IRCCS Policlinico S.

Dipartimento di Scienze Chirurgiche. Clinica Oculistica Università degli Studi di Pavia. Fondazione IRCCS Policlinico S. Dipartimento di Scienze Chirurgiche Clinica Oculistica Università degli Studi di Pavia Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo - Pavia peb-bosisio09 (Direttore: Prof. P.E.Bianchi) 1 Strabismi restrittivi:

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Corneal Cross-Linking Indications

Corneal Cross-Linking Indications Corneal Cross-Linking Indications Aldo Caporossi MD, FRCS Cosimo Mazzotta MD, PhD Stefano Baiocchi MD, PhD Department of Ophthalmology and Neurosurgery Siena University Head: Prof. Aldo Caporossi First

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

Ino-x. design Romano Adolini

Ino-x. design Romano Adolini Ino-x design Romano Adolini Nuovo programma placche Ino-x design Romano Adolini OLI, importante azienda nel panorama nella produzione di cassette di risciacquamento, apre al mondo del Design. Dalla collaborazione

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più.

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Piante transgeniche prive di geni marker I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Possibili problemi una volta in

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003

Mod. 1067 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE. Sch./Ref.1067/003 Mod. 1067 DS1067-019 LBT8388 INTERFACCIA USB/KEY USB/KEY INTERFACE Sch./Ref.1067/003 ITALIANO DESCRIZIONE GENERALE L interfaccia 1067/003 consente di collegare alla Centrale 1067/032 o 1067/042 (ver. 2.00

Dettagli

Caso di Paralisi del III n.c. S. D Amelio- L. Barbero- L. Indovina

Caso di Paralisi del III n.c. S. D Amelio- L. Barbero- L. Indovina Ospedale Oftalmico di Torino Dipartimento di Malattie Oculistiche Divisione di Oculistica A- Oftalmologia Infantile e Strabismo Direttore Dott. Savino D Amelio Caso di Paralisi del III n.c. S. D Amelio-

Dettagli

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL

CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL CEDMEGA Rev 1.2 CONNECTION TUTORIAL rev. 1.0 19/11/2015 1 www.cedelettronica.com Indice Power supply [Alimentazione]... 3 Programming [Programmazione]... 5 SD card insertion [Inserimento SD card]... 7

Dettagli

Muscle Union: nuovo intervento a basso profilo di rischio nella paralisi totale del VI n.c.

Muscle Union: nuovo intervento a basso profilo di rischio nella paralisi totale del VI n.c. Muscle Union: nuovo intervento a basso profilo di rischio nella paralisi totale del VI n.c. Giovanni Battista Marcon MD 1, Raffaele Pittino MD 2 1 Centro per lo Strabismo Bassano del Grappa 2 Servizio

Dettagli

Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti. P. Capozzi

Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti. P. Capozzi Nausea, torcicollo, diplopia: sintomi inquietanti P. Capozzi La storia clinica di Giulia, una bambina di nata nel 1995, esordiva agli inizi di dicembre 2002 con torcicollo, cefalea occipitale e saltuari

Dettagli

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA 22 novembre VERSO LA STRATEGIA NAZIONALE DI ADATTAMENTO Responsabilità di Governo e competenze dei territori Sala Palazzo Bologna Senato della Repubblica Via di S.

Dettagli

MANUALE UTENTE MODULO ESPANSIONE TASTI MANUALE UTENTE MANUALE UTENTE Descrizione Il modulo fornisce al telefono VOIspeed V-605 flessibilità e adattabilità, mediante l aggiunta di trenta tasti memoria facilmente

Dettagli

RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY

RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY REPORT TECNICO Pagina 1 di 8 RAPPORTO TECNICO ANALISI FINITURA SUPERFICIALE IMPIANTO IN TITANIO IMPIANTO con Lotto 002520 CON TRATTAMENTO SUPERFICIALE SL TECOM IMPLANTOLOGY TECHNICAL REPORT ROUGHNESS ANALYSIS

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali).

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali). Lucia Simonetto Marta Iannello La forma del suono Introduzione Questa esperienza vuole essere una riproduzione degli sperimenti effettuati dal fisico tedesco Ernst Chladni (Wittemberg 1756 Berlino 1824)

Dettagli

Low pressure fittings. Unilock - Istruzioni di assemblaggio 12 - H. Unilock - Assembly Instructions

Low pressure fittings. Unilock - Istruzioni di assemblaggio 12 - H. Unilock - Assembly Instructions Unilock - Istruzioni di assemblaggio Unilock - Assembly Instructions Tagliare il tubo ad angolo retto con un coltello affilato. Se occorre, lubrificare (soluzione al 5% di sapone e 95% di acqua). ut the

Dettagli

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series

Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series Tancredi Mangano Volti in trappola, 1994-ongoing series La serie di Volti in trappola nasce da una lunga procedura. Dopo avere emulsionato col nerofumo una serie di lastrine di vetro e aver preso con queste

Dettagli

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC Cambiare il testo in rosso con i vostri estremi Esempi di lettere in Inglese per la restituzione o trattenuta di acconti. Restituzione Acconto, nessun danno all immobile: Vostro Indirizzo: Data

Dettagli

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta

Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta Capitolo 7: Domanda con il reddito in forma di moneta 7.1: Introduzione L unica differenza tra questo capitolo e il precedente consiste nella definizione del reddito individuale. Assumiamo, infatti, che

Dettagli

ISAC. Company Profile

ISAC. Company Profile ISAC Company Profile ISAC, all that technology can do. L azienda ISAC nasce nel 1994, quando professionisti con una grande esperienza nel settore si uniscono, e creano un team di lavoro con l obiettivo

Dettagli

Pavia, Giugno 2012. Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna

Pavia, Giugno 2012. Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna Pavia, Giugno 2012 Gualtiero Palareti U.O. di Angiologia e Malattie della Coagulazione Policlinico S. Orsola-Malpighi Bologna I principali problemi che vedo e il contributo delle ultime LG ACCP Diagnosi

Dettagli

Deep. Cavitation Radio Frequency

Deep. Cavitation Radio Frequency La Cavitazione-Radiofrequenza, è un apparecchiatura medicale non invasiva per il dimagrimento e rimodellamento corporeo. unisce in un unico trattamento due tecnologie (Cavitazione e Radiofrequenza) e trasferisce

Dettagli

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no.

Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. Calcolo efficienza energetica secondo Regolamento UE n. 327/2011 Energy efficiency calculation according to EU Regulation no. 327/2011 In base alla direttiva ErP e al regolamento UE n. 327/2011, si impone

Dettagli

Il Linfonodo Sentinella nel Tumore della Tiroide

Il Linfonodo Sentinella nel Tumore della Tiroide Il Linfonodo Sentinella nel Tumore della Tiroide M. Grosso - G. Boni Centro Regionale di Medicina Nucleare Università di Pisa INTRODUZIONE (I) La rimozione del Linfonodo Sentinella (LS) si basa sul concetto

Dettagli

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal ACQUISTI PORTALE Purchasing Portal Il portale acquisti della Mario De Cecco è ideato per: The Mario De Cecco purchase portal is conceived for: - ordinare on line in modo semplice e rapido i prodotti desiderati,

Dettagli

LO LH BUSREP. 1 2 3 Jp2. Jp1 BUSREP. Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual

LO LH BUSREP. 1 2 3 Jp2. Jp1 BUSREP. Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual Jp MS 4 LINEA 4 MS MS LINEA LINEA Tx4 Tx Tx Tx BUSREP S Jp Jp LINEA GND +,8 Jp4 BUSREP Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual Edizione/Edition.

Dettagli

Pisa, 29 gennaio 2005. Umberto Veronesi. Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno

Pisa, 29 gennaio 2005. Umberto Veronesi. Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno Pisa, 29 gennaio 2005 Umberto Veronesi Un modello di sperimentazione clinica di successo: l evoluzione terapeutica dei tumori del seno Aspetti critici della ricerca biomedica Difficoltà a rinnovare la

Dettagli

Unbounce Optimization

Unbounce Optimization Unbounce Optimization Alberto Mucignat Milano, 01 dicembre 2015 Doralab - Experience Design Company User Intelligence User Experience Design Business value 2 3 Full stack UX design Architettura dell informazione

Dettagli

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma

Prof. Edoardo Raposio. ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Prof. Edoardo Raposio ssd Chirurgia della Cute ed Annessi Mininvasiva, Rigenerativa e Plastica, Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma EMICRANIA e CEFALEE DAL SINTOMO ALLA TERAPIA 2 Classificazione

Dettagli

GerbView. 25 novembre 2015

GerbView. 25 novembre 2015 GerbView GerbView ii 25 novembre 2015 GerbView iii Indice 1 Introduzione a GerbView 2 2 Schermo principale 2 3 Top toolbar 3 4 Barra strumenti sinistra 4 5 Comandi nella barra del menu 5 5.1 File menu.......................................................

Dettagli

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives

Dr Mila Milani. Comparatives and Superlatives Dr Mila Milani Comparatives and Superlatives Comparatives are particular forms of some adjectives and adverbs, used when making a comparison between two elements: Learning Spanish is easier than learning

Dettagli

C.B.Ferrari Via Stazione, 116-21020 Mornago (VA) Tel. 0331 903524 Fax. 0331 903642 e-mail cbferrari@cbferrari.com 1. Cause di squilibrio a) Asimmetrie di carattere geometrico per necessità di progetto

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Combinazioni serie IL-MIL + MOT

Combinazioni serie IL-MIL + MOT Combinazioni tra riduttori serie IL-MIL e MOT Combined series IL-MIL + MOT reduction units Combinazioni serie IL-MIL + MOT Sono disponibili varie combinazioni tra riduttori a vite senza fine con limitatore

Dettagli

Replacement of hose carrier chain

Replacement of hose carrier chain 3 1. Bring the boom in horizontal position and make the extension completely retract. 2. Remove the rear panel. 3. Remove the front guard on the boom hood. 4. In case of machine with basket pre-arrangement,

Dettagli

Painting with the palette knife

Painting with the palette knife T h e O r i g i n a l P a i n t i n g K n i v e s Dipingere con la spatola Painting with the palette knife Made in Italy I t a l i a n M a n u f a c t u r e r La ditta RGM prende il nome dal fondatore

Dettagli

Bristle test of different filaments based on the Brush "Record" - Toothbrush with whitening filaments, white filaments

Bristle test of different filaments based on the Brush Record - Toothbrush with whitening filaments, white filaments Bristle test of different filaments based on the Brush "Record" - Toothbrush with whitening filaments, white filaments As mentioned earlier all bristle test were carried out with two cleaning machines.

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

Ruolo della videotoracoscopia nel trattamento del cancro del polmone

Ruolo della videotoracoscopia nel trattamento del cancro del polmone Ruolo della videotoracoscopia nel trattamento del cancro del polmone Antonello Casaletto U. O. D. Chirurgia Toracica Responsabile: Dr. G. Urciuoli Azienda Ospedaliera Regionale San Carlo POTENZA Ruolo

Dettagli

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO

NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO SHOWROOM NUOVA APERTURA PER GIORGETTI STUDIO NEW OPENING FOR GIORGETTI STUDIO a cura di Valentina Dalla Costa Quando si dice un azienda che guarda al futuro. Giorgetti è un eccellenza storica del Made

Dettagli

WITTUR SPA LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI / / / / / / / / / / / / /

WITTUR SPA LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI / / / / / / / / / / / / / LIST OF POSSIBLE CONFIGURATIONS FOR REFURBISHMENTS ELENCO DELLE CONFIGURAZIONI DISPONIBILI PER LE MODERNIZZAZIONI Landing entrances replaceable parts Porte di piano parti sostituibili Car doors replaceable

Dettagli

M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. C. A. Sig.

M/S CERAMICA SCARABEO Località Pian del Trullo 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. 01034 Fabrica di Roma (VT), ITALY. C. A. Sig. M/S C. A. Sig. Calisti Giampaolo RAPPORTO DI PROVA del LABORATORIO TECNOLOGICO N 65d/2013 in accordo con la norma UNI EN 14688 sul lavabo LUNA TECHNOLOGIAL LABORATORY TEST REPORT N 65d/2013 in compliance

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI

L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI L importanza della diagnosi precoce in età pediatrica E PIOZZI ETA Pediatrica L età pediatrica comprende la fascia 018 anni In termini oftalmologici la diagnosi precoce riduce la fascia ideale per la diagnosi

Dettagli

CONGRESSO NAZIONALE. PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici

CONGRESSO NAZIONALE. PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici CONGRESSO NAZIONALE 6-8 maggio Como- Hotel Palace PRONTO SOCCORSO e NUOVE FUNZIONI : innovazioni e vincoli economici TRAUMA CRANICO LIEVE E NUOVI E VECCHI ANTICOAGULANTI QUALI STRATEGIE? Dott. Lerza Roberto

Dettagli

Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione

Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione Il dossier di registrazione, il CSR e la notifica della classificazione Raffaella Butera Servizio di Tossicologia IRCCS Fondazione Maugeri e Università degli Studi di Pavia raffaella.butera@unipv.it Esperienza

Dettagli

INNESTO DELLE LAMELLE A TELAIO CHIUSO CON COMPENSAZIONE RAPIDA COUPLING OF SLATS IN CLOSED FRAME WITH RAPID ADJUSTMENT

INNESTO DELLE LAMELLE A TELAIO CHIUSO CON COMPENSAZIONE RAPIDA COUPLING OF SLATS IN CLOSED FRAME WITH RAPID ADJUSTMENT INNESTO DELLE LAMELLE A TELAIO CHIUSO CON COMPENSAZIONE RAPIDA Per la versione LASISTAS 54 CML è disponibile la compensazione rapida sia superiore che inferiore, mediante l inserimento rapido delle mezze

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL

ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL ECVUSBO MANUALE DEL PRODOTTO DEVICE MANUAL INDICE TABLE OF CONTENTS 1. Introduzione... pag. 3 1. Introduction... pag. 3 2. Requisiti di sistema... pag. 3 1. System requirements... pag. 3 3. Installazione...

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

DIPLOPIA TORSIONALE NELLE PARESI E NELLE PARALISI DEL NERVO TROCLEARE

DIPLOPIA TORSIONALE NELLE PARESI E NELLE PARALISI DEL NERVO TROCLEARE DIPLOPIA TORSIONALE NELLE PARESI E NELLE PARALISI DEL NERVO TROCLEARE Stefano Pensiero S.C.O. di Oculistica e riabilitazione visuo-motoria I.R.C.C.S. Burlo Garofolo di Trieste XVII Incontro di Strabologia

Dettagli

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LO STRABISMO

IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LO STRABISMO IAPB Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità Sezione italiana LO STRABISMO CAMPAGNA DI INFORMAZIONE DI SANITA' PUBBLICA SULLE MALATTIE CHE CAUSANO CECITA' O IPOVISIONE NELL'AMBITO DI PROGRAMMI

Dettagli

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION

ELCART. Manuale di istruzioni/scheda tecnica SPECIFICATION PAGINA 1 DI 7 SPECIFICATION Customer : ELCART Applied To : Product Name : Piezo Buzzer Model Name : : Compliance with ROHS PAGINA 2 DI 7 2/7 CONTENTS 1. Scope 2. General 3. Maximum Rating 4. Electrical

Dettagli

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato.

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato. La nuova Treddì Paper è un prodotto assolutamente innovativo rispetto ai classici Kit per il découpage 3D. Mentre i classici prodotti in commercio sono realizzati in cartoncino, la Treddì è in carta di

Dettagli

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news

1 1 0 /2 0 1 4. 0 n news news n. 04 10/2011 VICO MAGISTRETTI KITCHEN ISPIRATION VIVO MAGIsTReTTI KITCHen IsPIRATIOn news Il nostro rapporto con il "Vico" è durato per più di quarant anni. era iniziato verso la metà degli anni

Dettagli

Il supporto del chirurgo generale. Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O.

Il supporto del chirurgo generale. Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O. Il supporto del chirurgo generale Giovanni Sgroi Direttore Dipartimento Scienze Chirurgiche U.O. Chirurgia Generale 2ª ed Oncologica A.O. Treviglio Rispettando il principio del trattamento guidato dai

Dettagli

per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri

per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri per il Trattamento dell Ectasia dopo Chirurgia Refrattiva con Laser ad Eccimeri P Vinciguerra, FI Camesasca, E Albe`, S Trazza UOC Oculistica,, IRCCS Istituto Clinico Humanitas Rozzano, Milano,, Italy

Dettagli

CASISTICA ECOGRAFICA DELLA CLINICA OCULISTICA DI SIENA: ANNI 2005-2006

CASISTICA ECOGRAFICA DELLA CLINICA OCULISTICA DI SIENA: ANNI 2005-2006 CASISTICA ECOGRAFICA DELLA CLINICA OCULISTICA DI SIENA: ANNI 2005-2006 RIASSUNTO Gli autori prendono in considerazione 1482 ecografie eseguite presso la Clinica Oculistica di Siena nell arco di tempo compreso

Dettagli

ISTRUZIONI PER I MODELLI PER LA FORMAZIONE NELLA RICOSTRUZIONE DELLE CORONE

ISTRUZIONI PER I MODELLI PER LA FORMAZIONE NELLA RICOSTRUZIONE DELLE CORONE M Panadent Corporation 580 S. Rancho Avenue Colton, California 92324, USA Tel: (909) 783-1841 Web: www.panadent.com Le presenti istruzioni sono valide per i seguenti prodotti: h3100 ISTRUZIONI PER I MODELLI

Dettagli

EMPORIO ARMANI FALL/WINTER 2014

EMPORIO ARMANI FALL/WINTER 2014 EMPORIO ARMANI FALL/WINTER 2014 Expiring date: 31/12/2014 Overview A Material Specification VISUAL PANEL (A) The structure (cardoboard and polystyrene) is covered with Algrodesign 0 gsm cardboard 5 colors

Dettagli

Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni

Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni Metastasi cerebrali: il ruolo del neurochirurgo. E. Pierangeli,, C. Pizzoni Neurochirurgia SS. Annunziata Taranto Direttore Prof. a c. Enrico Pierangeli Epidemiologia MTX = 50% lesioni espansive endocraniche,

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

ESPERIMENTO SULLA PROPORZIONALITA DIRETTA

ESPERIMENTO SULLA PROPORZIONALITA DIRETTA ESPERIMENTO SULLA PROPORZIONALITA DIRETTA Allungamento degli elastici in base alla forza esercitata Abstract (riassunto in inglese) Our group was composed by Angelica Bruscagin, Martina Scantamburlo, Francesca

Dettagli

LA RICOSTRUZIONE MICROCHIRURGICA DEL NERVO PERIFERICO

LA RICOSTRUZIONE MICROCHIRURGICA DEL NERVO PERIFERICO Le Lesioni Nervose Periferiche dell Arto Superiore Peschiera del Garda 23 24 ottobre 2009 LA RICOSTRUZIONE MICROCHIRURGICA DEL NERVO PERIFERICO Ruggero Testoni CLASSIFICAZIONE DELLE LESIONI NERVOSE Lesioni

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano

I lipidi nella alimentazione del bambino. Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano I lipidi nella alimentazione del bambino Carlo Agostoni Clinica Pediatrica, Ospedale San Paolo Università degli Studi di Milano ! I lipidi del latte materno: composizione e significato - acidi grassi -

Dettagli

Test of palatability

Test of palatability Test of palatability Materials and methods The palatability of several dry-food (growth, struvite, renal, gastro-intestinal, oxalate and obesity) were compared in palatability trials versus at list 1 equivalent

Dettagli

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy

CAMBIO DATI PERSONALI - Italy CAMBIO DATI PERSONALI - Italy Istruzioni Per La Compilazione Del Modulo / Instructions: : Questo modulo è utilizzato per modificare i dati personali. ATTENZIONE! Si prega di compilare esclusivamente la

Dettagli

Il Trattamento del melanoma intraoculare. Carlo Mosci MD Genova carlomosci@libero.it

Il Trattamento del melanoma intraoculare. Carlo Mosci MD Genova carlomosci@libero.it Il Trattamento del melanoma intraoculare Carlo Mosci MD Genova carlomosci@libero.it I tumori oculari rappresentano l 1-2% delle neoplasie, sono pertanto una patologia rare ma importante sia per l occhio

Dettagli

Name on a passport, HANGTAG

Name on a passport, HANGTAG recagroup design architecture art cinema travel music food Name on a passport, HANGTAG A quick look at printing techniques for hangtags RECA GROUP The hangtag of a garment is its ID card, its passport,

Dettagli

Una nuova matrice osteoconduttiva per gli innesti ossei dentali

Una nuova matrice osteoconduttiva per gli innesti ossei dentali Una nuova matrice osteoconduttiva per gli innesti ossei dentali Caratteristiche del prodotto Equimatrix è un sostituto osseo naturale derivato dall osso equino utilizzando un unico processo di purificazione

Dettagli

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio)

(da rilasciare in copia al paziente al momento del colloquio) diagnosi o sospetto diagnostico (al momento della proposta dell intervento):.. possibili varianti nell esecuzione: L intervento viene effettuato in sala operatoria con l'ausilio di un microscopio operatorio.

Dettagli

LE LESIONI APICALI DELLE DITA

LE LESIONI APICALI DELLE DITA LE LESIONI APICALI DELLE DITA L. SOLIERA*, G. RISITANO*, L. D ANDREA*, M. VERMIGLIO*, E. BARBIERI**, G. SANTORO*. *Clinica Ortopedica e Scuola di Specializzazione in Ortopedia e Traumatologia Università

Dettagli

Diplopia nello strabismo concomitante

Diplopia nello strabismo concomitante Diplopia nello strabismo concomitante Costantino Schiavi U.O. di Oftalmologia Universitaria Ospedale S.Orsola-Malpighi Bologna La diplopia: dal sintomo alla diagnosi XVII Incontro di Strabologia Bosisio

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

The Best Practices Book Version: 2.5

The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book Version: 2.5 The Best Practices Book (2.5) This work is licensed under the Attribution-Share Alike 3.0 Unported license (http://creativecommons.org/ licenses/by-sa/3.0/). You are

Dettagli

SVILUPPO DEI TUNICATI

SVILUPPO DEI TUNICATI SVILUPPO DEI TUNICATI PERCHE I TUNICATI? Laurent Chabry (1886) introdusse le ascidie (classe del subphylum degli urocordati o tunicati) come modello di sviluppo, per le loro caratteristiche: Sviluppo rapido

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A

LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LO STRABISMO I A P B I T A L I A O N L U S P E R A M O R E D E L L A V I S T A LO STRABISMO Campagna informativa per la prevenzione delle malattie oculari che possono compromettere la visione sino a provocare

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria

Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Angelo Maurizio Clerici U.O.C. Neurologia Direttore Prof. Giorgio Bono Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi Università degli Studi dell Insubria Disease Oriented-Therapy (if available) Primarily life-prolongation

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

Prodotti Brevettati. Prendiamo in giro il vento. Patented Products. Take for a ride the wind

Prodotti Brevettati. Prendiamo in giro il vento. Patented Products. Take for a ride the wind L i b e r i d i C r e a r e Per Bandiere Sistema antiarrotolamento da esterno Le bandiere tradizionali, in assenza di vento si ripiegano su se stesse, al contrario con vento forte, si arrotolano all asta

Dettagli

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3

Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator. StarTech ID: SATDOCK22RU3 Hard Disk Drive Duplicator Dock USB 3.0 to SATA HDD Duplicator StarTech ID: SATDOCK22RU3 The SATDOCK22RU3 USB 3.0 to SATA Hard Drive Duplicator Dock can be used as a standalone SATA hard drive duplicator,

Dettagli

Attuatore a relè Manuale di istruzioni

Attuatore a relè Manuale di istruzioni Attuatore a relè Manuale di istruzioni www.ecodhome.com 1 Sommario 3 Introduzione 4 Descrizione e specifiche prodotto 5 Installazione 6 Funzionamento 6 Garanzia 2 Introduzione SmartDHOME vi ringrazia per

Dettagli

IL NODULO ALLA MAMMELLA

IL NODULO ALLA MAMMELLA IL NODULO ALLA MAMMELLA SCUOLA REGIONALE DI FORMAZIONE SPECIFICA IN MEDICINA GENERALE 18.04.2012 Giancarlo Bisagni Dipartimento di Oncologia SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA-ROMAGNA AZIENDA OSPEDALIERA

Dettagli