Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia"

Transcript

1 Uso empirico degli antibiotici: l epidemiologia locale alla base delle scelte di profilassi e terapia Marcello Meledandri (UOC M&V SFN) Clinical Conference EBM Terapia antibiotica empirica: vantaggi e svantaggi ore / 16.30

2 This idea of "patient-oriented evidence that matters" (POEMs) was developed specifically for primary care physicians in 1994 by family physician David Slawson, MD, and Allen Shaughnessy, PharmD. POEMs allow physicians to disregard much of the medical literature and focus only on what's important, which simplifies EBM. This Information mastery is the practical application of EBM, just like infectious disease practice is the practical application of microbiology," explains Shaughnessy. "Knowledge of microbiology is necessary but not sufficient to treat people with infections. In the same way, some EBM knowledge is necessary but not sufficient to practice medicine in this age of information."

3 Il dogma centrale della terapia antibiotica mirata S I R In altre parole

4 It is well established that with susceptibility tests in vitro, the datum of resistance is more predictive than that of susceptibility. Indeed, if the laboratory test indicates that a clinical isolate is resistant in vitro to a particular antibiotic and that agent is used in therapy,, the treatment is very likely to fail. But the converse is not necessarily true: if the laboratory test indicates that a clinical isolate is susceptible in vitro to a particular antibiotic, there is no guarantee that therapy with that agent will be successful, the clinical outcome depending on a wide range of other factors besides in vitro susceptibility (site of infection, pharmacological properties of the antibiotic, concomitance of other diseases, efficiency of specific and non-specific defence mechanisms, etc.).

5 Eccezioni alla regola Under particular conditions drugs with limited antibacterial activity may appear more efficacious than they really are Pollyanna phenomenon Marchant, C. D., Carli, S. A., Johnson, C. E. & Shurin, P. A. (1992). Measuring the comparative efficacy of antibacterial agents for acute otitis media: the Pollyanna phenomenon. Journal of Pediatrics120, Pietro E. Varaldo. Antimicrobial resistance and susceptibility testing: an evergreen topic. Journal of Antimicrobial Chemotherapy (2002) 50, 1 4

6 Pollyanna phenomenon: una (possibile) spiegazione nalisi di un modello derivato dai tassi di risoluzione pontanea di alcune patologie infettivive (a.v.r)

7

8 Quando la microbiologia non aiuta Perché non c è un esame colturale Perché il risultato arriva tardi Perché il risultato è negativo, oppure di scarsa utilità clinica (contaminanti, colonizzatori) d in qualunque altro caso la microbiologia non rnisce un dato utile per l outcomel clinico

9 limbing the Health Outcome Mountain: are clinical microbiologists in the diagnostic team? (G.Giocoli 2003) As Professor Feinstein recently pointed out, diagnostic technologies should not only be evaluated on their diagnostic accuracy (their ability to determine the presence or absence of the disease), but also on their ability to change patient outcome (f.i. bacterial sensitivity to antibiotics or test influence on the treatment choices).

10 Changing needs, opportunities and constraints for the 21 century microbiology laboratory (1) J. Van Eldere Clin Microbiol Infect 2005; 11 (Suppl. 1): The change in the medical environment is particularly apparent in the increasing emphasis on evidence-based medicine and the use of guidelines. The emphasis on evidence-based diagnostics and the proven impact of diagnostic interventions on patient outcome will also put further pressure on clinical microbiology to prove its cost- effectiveness. Unfortunately, the real impact of clinical microbiology on the acute management of infectious diseases is a matter of dispute. Although the majority of antibiotics are prescribed in the outpatient setting, microbiological testing in the community setting is very limited. Even in the hospital setting, microbiological analyses are only performed in approximately 60% of patients who are treated with antibiotics because of an infection.

11 Changing needs, opportunities and constraints for the 21 century microbiology laboratory (2) J. Van Eldere Clin Microbiol Infect 2005; 11 (Suppl. 1): When a result is eventually returned from the laboratory to the clinician, several studies from 1981 onwards document with somewhat surprising unanimity that in only of the cases are these results known or used by clinicians. Publications and guidelines on the diagnosis and treatment of serious infections such as pneumonia (community-acquired and hospital-acquired) or intra-abdominal infections all indicate that the initial and adequate antibiotic treatment is the most important prognostic factor. Identifying the microbial cause of the infection may aid in clinical management, but, to date, there are few data showing that aetiological diagnostic testing can improve outcomes or reduce overall medical costs. This controversy will continue and will put increasing pressure on clinical microbiology laboratories until rapid and accurate tests become available and have proven cost-effectiveness in the management of infectious diseases.

12 Il Il problema Antimicrobial treatment is defined as appropriate when a documented microbiologic infection (i.e., a positive culture result) is treated with an agent that demonstrates in vitro activity against the organism at the time the pathogen is identified on culture. Failure to provide treatment with an appropriate initial antimicrobial regimen may increase morbidity and mortality rates.

13 mpact of adequate empirical antibiotic therapy on the outcome of patients admitted to the intensive care unit with sepsis Garnacho-Montero J, Garcia-Garmendia JL, Berrero-Almodovar A, et al. Crit Care Med 2003;31: The confirms that giving inadequate antimicrobial therapy increases the risk of death 8-fold in patients with sepsis. However, the choice of antimicrobial therapy only affected the 28- and 60-day mortality rate and did not have an impact on early (<3 days) death rate. Early death rate was associated with the development of respiratory, hepatic or renal failure and with the presence of pre-existing comorbidities.

14 2005, the Infectious Diseases Society of America Gram-Negative Bacterial Resistance: Evolving Patterns and Treatment Paradigms Marin H. Kollef Clinical Infectious Diseases, volume 40 (2005), pages S85 S88 Successful treatment of patients with nosocomial pneumonia depends primarily on providing adequate initial antibiotic treatment in a timely manner, because an inappropriate course is closely associated with increased mortality. Gram-negative bacteria are commonly responsible for nosocomial pneumonia, and the increasing prevalence of drug resistance among these bacteria complicates decision making with regard to treatment with antibiotics. Infections due to Pseudomonas aeruginosa are particularly problematic because of their intrinsic resistance to multiple classes of antibiotics and their ability to acquire adaptive resistance during a therapeutic course. Future success in treating nosocomial infections depends on the appropriate and responsible use of antibiotics in the intensive care unit, to ensure that the antibiotics available today maintain their effectiveness in the future.

15 Il menù Seguire le indicazioni fornite dalla letteratura scientifica, dalle revisioni e dai lavori EBM, dalle linee guida accreditate

16 Livello di prova Forza I. Sperimentazione clinica controllata o metanalisi II. Sperimentazione clinica controllata, ma con basso valore statistico III. Studi di singoli gruppi, caso controllo, studi non randomizzati IV. Studi descrittivi o di casistica V. Rapporto su singoli casi o di tipo aneddotico Quali linee guida adottare? A. Esistono buone evidenze scientifiche che validano le raccomandazioni dell utilizzo nella pratica B. Esistono discrete evidenze scientifiche che validano le raccomandazioni nella pratica C. Esistono scarse evidenze scientifiche per consigliare l uso dell intervento nella pratica, ma si possono fare raccomandazioni in riferimento ad altre raccomandazioni D. Esistono discrete evidenze scientifiche che sostengono le raccomandazioni di non utilizzare l intervento nella pratica E. Esistono buone evidenze scientifiche che supportano la raccomandazione di non utilizzare l intervento

17 Aggiustare le indicazioni farmacologiche in base alla epidemiologia locale,, ai dati di farmacoresitenza, ai possibili effetti da pressione selettiva in più Il concetto di terapia empirica mirata

18 Mayo Clin Proc. September 2005;80(9): Mayo Clin Proc. September 2005;80(9): lue, lue, no no randomized controlled trials; trials; ellow, ellow, randomized controlled trials trialsavailable, no no systematic review; review;

19 The choice of initial antibiotic may depend on the local hospital resistance rates, the risk of inducing resistant bacteria (which has been frequently reported for cephalosporins and carbapenems and drug acquisition costs

20

21

22 Am AmJ Respir RespirCrit CritCare Care Med MedVol Vol172. pp pp , Despite a growing evidence base, whether appropriate empirical antibiotic therapy improves medical outcomes for CAP remains open to debate. Although several prospective and retrospective cohort studies showed a positive association between guideline adherence for initial antibiotic selection and shortterm mortality, others did not. A recent metaanalysis of 24 clinical trials failed to demonstrate any survival benefit to inpatients with CAP receiving additional antibiotic coverage for atypical pathogens, a practice recommended by specialty society guidelines and supported by empiric observational data.

23 I I dati dati di di resistenza dalla dalla letteratura

24

25 L aggiornamento (periodico) sullo stato delle infezioni e delle multiresistenze

26 Microrganismi di maggiore isolamento nelle tre aree cliniche (presso ACO SFN: 1 1 semestre 2007) area intensiva e sub-intensiva 1 semestre 2007 med chg int Pseudomonas aeruginosa 7,9% 8,8% 18,1% Escherichia coli 35,4% 21,2% 14,1% Staphylococcus aureus 6,5% 14,0% 12,8% Staphylococcus epidermidis 3,1% 6,8% 7,1% Candida albicans 4,3% 6,1% 6,4% Klebsiella pneumoniae 4,3% 2,9% 5,7% Enterococcus faecalis 7,3% 6,1% 4,4% Enterobacter cloacae 1,5% 2,5% 4,0% Proteus mirabilis 6,8% 6,1% 2,7% Enterrococcus faecium Acinetobacter 1,7% baumannii 3,2% 1,7% 1% Candida glabrata 1,4% 0,5% 1,0% Acinetobacter baumannii 1,5% 0,2% 1,0% Citrobacter koseri Enterobacter 1,5% 0,2% cloacae 0,7% 4% Providencia stuartii 1,4% 1,4% 0,3% Streptococcus agalactiae 2,0% 0,5% 0,0% altro totale Enterrococcus 13,4% 19,8% faecium 21,1% 2% 100,0% 100,0% 101,0% altro 22% AREA INTENSIVA E SUB-INTENSIVA Escherichia coli 14 % P seudomonas aeruginosa 18 % Staphylococcus epidermidis 7% Enterococcus faecalis 4% Klebsiella pneumoniae 6% Candida albicans 6% Staphylococcus aureus 13 % P ro teus mirabilis 3%

27 Le infezioni da MRSA in ospedale (pazienti degenti + paz.sottoposti a follow up post-chirurgico; aa ; ACO SFN, sorveglianza di laboratorio) MRSA (paz.coinvolti) a colpo d'occhio. Andamento 3D del numero di esami positivi (Num.pazienti coinvolti) suddivisi per: Anno / Raggruppamento Materiali / Raggruppamento Reparti. FILTRO APPLICATO: {Filtraggio microrganismi ATTIVO} [FENOTIPO: (Antibiotico\Nome = Oxacillin AND RisultatoRSI\RSI = R)]Microrganismo: Sigla =staaur, totale>=1 Area intensiva e sub-intensiva Area intensiva e sub-intensiva Conteggio nteggio Basse vie respiratorie Batteriemie e sepsi Infezioni urinarie Sito chirurgico

28 Trend storico dei principali Alert Organism multiresistenti presso ACO SFN: periodo (frequenza % dei ceppi R/I sul totale della specie considerata) MRSA (%): ,0% 90,0% 80,0% 70,0% 60,0% 50,0% 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% 01 2nd 02 1st 02 2nd 03 1st 03 2nd 04 1st 04 2nd 05 1st 05 2nd 06 1st 06 2nd 07 1st med chg int

29 Standardization of Antibiogram Reporting In 2002, the National Committee for Clinical Laboratory Standards (NCCLS; now known as the Clinical and Laboratory Standards Institute [CLSI]) published the M39-A guidelines. These guidelines, which were updated in November 2005, provide recommendations for the collection, analysis, and presentation of cumulative antimicrobial susceptibility test data, including specific standards for preparation and dissemination of an institution's antibiogram.

30 Standardization of of Antibiogram Reporting The guidelines suggest inclusion of only the first isolate of a given species/patient/analysis period (e.g., year), irrespective of body site, antimicrobial susceptibility profile, or other phenotypic characteristics in compilations of susceptibility data. Two other recommendations of the guidelines are to avoid reporting susceptibility data for fewer than 10 isolates of a single bacterial species (now changed to 30 isolates in the M39-A2 update) in any analysis period and to exclude surveillance cultures in susceptibility analyses. It is further advised that susceptibility results be reported for all antimicrobials tested in accordance with CLSI guidelines for a given organism. The guidelines recommend subgroup analyses for guiding clinicians in choosing appropriate empiric therapy for select clinical situations. These analyses might stratify susceptibility data for organisms isolated from patients in a specific location, such as a particular ward (e.g., ICU) The recent HICPAC guidelines, "Management of Multidrug-Resistant Organisms in Healthcare Settings, recommend that antibiograms be designed to provide clinicians with information on current trends s in resistance. To this end, they call for updating antibiograms at least annually. The authors note that more frequent updates may be limited in accuracy by a small number of isolates.

31 La tabella ti aiuta a impostare la terapia empirica!

32 Microrganismi isolati da SANGUE in pazienti "interni" nel BIENNIO "luglio giugno 2006" Riepilogo RIEPILOGO n isolati %isolati int.conf. Gram POSITIVI % ±3% Gram NEGATIVI % ±3% Lieviti % ±2% totale %

33 Prevalenza di isolamento in caso di emocoltura positiva (c.i. 95%) Prelievi da vena periferica (in pazienti che non richiedono anche emocoltura da CVC) Prelievi da CVC Gram positivi % % Gram negativi % % Lieviti 1 5 % 9 15 %

34 Come fare quando non c è ancora un antibiogramma? Se si ha a disposizione un dato microbiologico preliminare (colorazione di Gram da emocoltura positiva, crescita in piastra di microrganismi identificabili solo morfologicamente, si può COMUNQUE provare a mettere in atto una terapia empirica mirata. Le tabelle seguenti mostrano un possibile approccio.

35 La tabella ti aiuta a impostare la terapia empirica! AM POSITIVI icrorganismi testati (numero) Percentuale di microrganismi sensibili (CONSIDERATI SOLO AGENTI DI BATTERIEMIE/SEPSI) Amox./clavAmpicillinaChinupr./DCiprofloxa ClindamicinEritromicinGentamicinImipenem LevofloxacLinezolid Oxacillina Penicillina TeicoplaninTetraciclinTrimet./SuVancomicin aphylococcus aureus (220) aphylococcus epidermidis (199) nd nd nd (ç) aphylococcus haemolyticus (74) nd nd nd (ç) terococcus faecalis (54) nd ( ) nd nd terococcus faecium (32) nd ( ) nd nd AM NEGATIVI icrorganismi testati (numero) Percentuale di microrganismi sensibili (CONSIDERATI SOLO AGENTI DI BATTERIEMIE/SEPSI) Amikacina Amox./clavAmpic./sul Cefazolina Cefepime Cefotaxim CeftazidimCeftriaxonCiprofloxa GentamicinImipenem LevofloxacMeropenemPip./tazobaPiperacillinTrimet./Su cherichia coli (133) ebsiella pneumoniae (87) eudomonas aeruginosa (80) terobacter cloacae (29) inetobacter baumannii (28) nd rratia marcescens (19) nd oteus mirabilis (16) nd nd EVITI icrorganismi testati (numero) Percentuale microrganismi sens NOTE:. Amfoteric Fluconazol Itraconazo - nd. = antibiotico non testato, o dato non valido per cause diverse - l'antimicogramma (per Candida) è stato effettuato mediante "E-test" ndida, altre specie (61) ( ). Gentamicina alta concentrazione - (ç) Presenza di rari ceppi "pseudo-gise" o "GISH" ndida albicans (52)

36 ronologia dei microrganismi associati a infezioni nosocomiali el torrente circolatorio; ICU S.Filippo Neri Roma ( ) batteriemie/sepsi noso.: t.medio positività Cerchiate: specie con > 10 isolati giorni dal ricovero Enterococcus faecium Staphylococcus aureus Stenotrophomonas maltophilia Staphylococcus haemolyticus Enterobacter cloacae Acinetobacter baumannii Proteus mirabilis Escherichia coli Serratia marcescens Staphylococcus epidermidis Pseudomonas aeruginosa Klebsiella pneumoniae Enterococcus faecalis Candida albicans

37 ronologia dei microrganismi associati a infezioni nosocomiali el polmone; ICU S.Filippo Neri Roma ( ) i.o. basse vie respiratorie: t.m edio positività Cerchiate: specie con > 10 isolati giorni dal ricovero Serratia marcescens Escherichia coli Staphylococcus aureus Enterobacter cloacae Acinetobacter baumannii Stenotrophomonas maltophilia Klebsiella pneumoniae Proteus mirabilis Pseudomonas aeruginosa

38 nfezioni del torrente circolatorio: ritardo (non significativo nella comparsa di MRSA sangue (18.6 t.medio gg) positiv. rispetto a MSSA (15.5 gg) giorni Enterococcus faecium 15.5 gg MSSA Sangue: confronto tra la cinetica di comparsa di MRSA e quella di varianti MDR di microrganismi gram negativi p=0.545 MSSA Stenotrophomonas maltophilia (MRSA S.aureus (MRSA (MRSA vs vs MSSA) vs MSSA) MSSA) P.aeruginosa vs vs altri PANRPA vs altri altri fenotipi fenotipi fenotipi K.pneumoniae (ESBL (ESBL vs vs not- (ESBL vs not- not- ESBL) ESBL) ESBL) 18.6 gg MRSA diff. diff. T.medio T.medio MDR MDR Sangue: diff. T.medio positivizzazione MDR not-mdr 3,1 3,1 3,1 MRSA Staphylococcus haemolyticus Enterobacter cloacae 27,0 27,0 27,0 29,4 29,4 29, giorni giorni giorni

39 nfezioni del polmone: ritardo (significativo) nella comparsa di MRSA (19.9 gg) mat.respir. rispetto t.medio positiv. a MSSA (11.3 gg) giorni Polmone: confronto tra la cinetica di comparsa di MRSA e quella di varianti MDR di microrganismi gram negativi Serratia marcescens Escherichia coli 11.3 gg MSSA MSSA Enterobacter cloacae p=0.032 S.aureus S.aureus (MRSA S.aureus (MRSA (MRSA vs vs MSSA) vs MSSA) MSSA) Acinetobacter baumannii 19.9 gg MRSA diff. diff. T.medio T.medio MDR MDR not-mdr Mat.respiratori: diff. T.medio positivizzazione MDR not-mdr not-mdr P.aeruginosa PANRPA PANRPA vs vs altri PANRPA vs altri altri fenotipi fenotipi fenotipi K.pneumoniae (ESBL (ESBL vs vs not- (ESBL vs not- not- ESBL) ESBL) ESBL) 3,5 3,5 3,5 8,6 8,6 8,6 MRSA Stenotrophomonas maltophilia 24,9 24,9 24, giorni giorni giorni

40 La pressione di uso degli antibiotici in ospedale (dati SFN 01-07)

41 Tabella 1: consumo antibiotici in area intensiva (e sub-intensiva)

42 Figura II: consumo antibiotici in area intensiva (e sub-intensiva); dettaglio area intensiva DDD/1000 gg pazien carbapenemici chinolonici 3gen-cefalosp. glicopeptidi st 04 2nd 05 1st 05 2nd 06 1st 06 2nd

43 igura III: consumo antibiotici in area intensiva (e sub-intensiva); globale e trend SFN: CONSUMO MAGGIORI CLASSI ATB DDD/1000 gg p somma Lineare (somma) st 04 2nd 05 1st 05 2nd 06 1st 06 2nd

44 IN SINTESI (1) Il consumo di antibiotici dell area intensiva/sub-intensiva è ~3 volte superiore dell area medica e dell area chirurgica (p = 0,0001). L analisi stratificata del consumo, per classi, mostra come in area intensiva/sub-intensiva l uso di 4 classi di antibiotici (pen.protette, carbapenemici, cef.3 gen., glicopeptidi) sia significativamente superiore a quello delle altre aree. Occorre peraltro rilevare il grande incremento dell uso delle penicilline protette in area chirurgica nell anno 2006, probabilmente come effetto della utilizzazione estensiva in terapia empirica. La pressione d uso dei fluorochinolonici, al contrario, sembra paragonabile nelle tre aree. Indipendentemente da qualunque considerazione su protocolli di impiego delle varie molecole, la pressione di uso di tutti gli antibiotici sorvegliati nel triennio sembra in aumento (il trend della media globale semestrale è significantemente inclinato ). Di fatto, la pressione antibiotica sul paziente è significativamente maggiore (sicuramente in chirurgia ed in area critica), rispetto all inizio del Un ruolo decisivo, nel determinare il trend, ha giocato l uso empirico delle penicilline protette in chirurgia (vedi punto 1) e l aggiustamento (al rialzo) dei dosaggi dei glicopeptidi (teicoplanina!).

45 IN SINTESI (2) La resistenza di Pseudomonas aeruginosa ai carbapenemici sembra essere l effetto ritardato del consumo dei carbapenemici stessi. I ceppi VRE sembrano incrementati dalla pressione antibiotica complessiva. I fluorochinolonici (come già, in passato, le cefalosporine di 3 generazione) sembrano avere un effetto booster su MRSA. Acinetobacter baumanni MDR sembra avere una dinamica epidemica del tutto indipendente dal consumo di antibiotici.

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE

COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE AZIENDA OSPEDALIERA DI COSENZA COSTITUZIONE COMITATO PER IL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Delibera n. 328 del 25 marzo 211 COMITATO TECNICO PREPOSTO AL CONTROLLO DELLE INFEZIONI OSPEDALIERE Dr.

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Informazioni per i pazienti e le famiglie

Informazioni per i pazienti e le famiglie Che cos è l MRSA? (What is MRSA? Italian) Reparto Prevenzione e controllo delle infezioni UHN Informazioni per i pazienti e le famiglie Patient Education Improving Health Through Education L MRSA è un

Dettagli

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena

Mario Sarti. Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Laboratorio di Microbiologia e antimicrobial stewardship nell Azienda USL di Modena Mario Sarti Microbiologia Clinica Provinciale Azienda USL di Modena 9 STRATEGIE DI REFERTAZIONE PER FAVORIRE L USO APPROPRIATO

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5

Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 Un aiuto per prendere decisioni più informate 1-5 L'unico test che fornisce una valutazione accurata dell aggressività del cancro alla prostata Un prodotto di medicina prognostica per il cancro della prostata.

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE

GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE GLI INDICATORI COME STRUMENTO PER IL MIGLIORAMENTO DELLA QUALITA ASSISTENZIALE D r. C a r l o D e s c o v i c h U.O.C. Governo Clinico Staff Direzione Aziendale AUSL Bologna Bologna 26 Maggio 2010 INDICATORE

Dettagli

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2

ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Le Infezioni nosocomiali nella realtà degli Ospedali liguri: un up to date con il contributo di casistiche personali ESPERIENZE DEL C.I.O. NELLA ASL 2 Dott.. G. CALCAGNO Responsabile S.S. Prevenzione rischio

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion»

La richiesta di materiale biologico da struttura a struttura: «second opinion» A.O. S.Antonio Abate, Gallarate Segreteria Scientifica dr. Filippo Crivelli U.O. di Anatomia Patologica Corso di Aggiornamento per Tecnici di Laboratorio di Anatomia Patologica AGGIORNAMENTI 2011 I edizione:

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare?

NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? NE e Disfagia:Terapia farmacologica per os, come fare? Marica Carughi Servizio Farmaceutico Nutrizionale A.O Sant Anna Como Milano, 21 maggio 2014 WHAT EVIDENCE SAYS? LINEE GUIDA: SI Making the best

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE NELL ANZIANO ISTITUZIONALIZZATO ALESSANDRO NOBILI

TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE NELL ANZIANO ISTITUZIONALIZZATO ALESSANDRO NOBILI TRATTAMENTO DELLE INFEZIONI DELLE VIE URINARIE NELL ANZIANO ISTITUZIONALIZZATO ALESSANDRO NOBILI Dalle linee guida alla pratica clinica: tra evidenze e incertezze LECCO, 5 maggio 2009 EBM Migliori evidenze

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014

Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti FADOI 2014 Come scrivere un case report - Linee guida per gli internisti Un case report è una dettagliata narrazione di sintomi, segni, diagnosi, trattamento e follow up di uno o più pazienti. Sebbene nell era della

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica

U.O.C. di Chirurgia Endoscopica Congresso Nazionale Palermo 28/30 Ottobre 2010 Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Seconda Università degli Studi di Napoli Dipartimento di Chirurgia generale e specialistica U.O.C. di Chirurgia

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi

infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae resistenti ai carbapenemi Gestione del rischio clinico indicazioni per la gestione delle infezioni da enterobacteriaceae

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità

BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza. Istituto Superiore di Sanità BANCA BIOLOGICA ISS: proposta di utilizzo per le stime di prevalenza Simona Giampaoli, Anna Rita Ciccaglione Istituto Superiore di Sanità Prevalenza e carico dell infezione cronica da virus dell epatite

Dettagli

Requisiti di Qualità per la Medicina Interna Sezione B4 Requisiti relativi alla gestione della CAP (polmonite acquisita in comunità) Sommario

Requisiti di Qualità per la Medicina Interna Sezione B4 Requisiti relativi alla gestione della CAP (polmonite acquisita in comunità) Sommario pag. 1 di 16 Sommario Premessa... 2 Percorso diagnostico... 3 Esame clinico all ingresso in Reparto... 3 Indagini da eseguire... 3 Monitoraggio nel corso del ricovero... 5 Trattamento... 6 Trattamento

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome MONTU DOMENICO Data di nascita 26-03-1956 Amministrazione ASL CN1 Incarico attuale DIRETTORE SISP AMBITO FOSSANO-SALUZZO SAVIGLIANO Numero telefonico ufficio

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti

L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non. conoscono. Marco Marchetti L Health Technology Assessment: tutti ne parlano, non tutti lo conoscono Marco Marchetti L Health Technology Assessment La valutazione delle tecnologie sanitarie, è la complessiva e sistematica valutazione

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli.

Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. Università degli Studi di Verona Il PatentDuctusArteriosuse il trattamento di legatura chirurgica come fattori di rischio di outcome sfavorevoli. M.Ventola, M.Magnani, L.Pecoraro, B.Ficial, E. Bonafiglia,

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza

Conduzione di uno Studio: GCP e Farmacovigilanza Irene Corradino Clinical Operations Unit Fondato nel 1998 con sede a Milano Studi clinici di fase I-II in oncologia, soprattutto in Italia, Svizzera, Spagna ARO = Academic Research Organization Sponsor/CRO

Dettagli

GLICEMIA VENOSA, GLICEMIA CAPILLARE, GLICEMIA INTERSTIZIALE: DOV'È LA VERITÀ? Giorgio Grassi AOU S. Giovanni Battista di Torino

GLICEMIA VENOSA, GLICEMIA CAPILLARE, GLICEMIA INTERSTIZIALE: DOV'È LA VERITÀ? Giorgio Grassi AOU S. Giovanni Battista di Torino GLICEMIA VENOSA, GLICEMIA CAPILLARE, GLICEMIA INTERSTIZIALE: DOV'È LA VERITÀ? Giorgio Grassi AOU S. Giovanni Battista di Torino Accuratezza Accuratezza Analitica: Quanto il risultato del metodo di dosaggio

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO ECONOMICO SOCIALE. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI INGLESE (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA (1, 2, 3 e 4 anno) CLASSE PRIMA Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme I pronomi soggetto e complemento Gli aggettivi e pronomi possessivi

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA?

L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? OSSERVATORIO IT GOVERNANCE L OPPORTUNITÀ DEL RECUPERO DI EFFICIENZA OPERATIVA PUÒ NASCONDERSI NEI DATI DELLA TUA AZIENDA? A cura del Professor Marcello La Rosa, Direttore Accademico (corporate programs

Dettagli

CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA. AGREE Collaboration

CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA. AGREE Collaboration APPRAISAL OF GUIDELINES for RESEARCH & EVALUATION (AGREE) CHECKLIST PER LA VALUTAZIONE DELLA QUALITA DI LINEE-GUIDA PER LA PRATICA CLINICA AGREE Collaboration Settembre 2001 Versione italiana Tradotta

Dettagli

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi

INFRASTRUCTURE LICENSING WINDOWS SERVER. Microsoft licensing in ambienti virtualizzati. Acronimi Microsoft licensing in ambienti virtualizzati Luca De Angelis Product marketing manager Luca.deangelis@microsoft.com Acronimi E Operating System Environment ML Management License CAL Client Access License

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii

Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Gestione del rischio clinico Indicazioni per la Gestione delle Infezioni da Acinetobacter baumannii Direzione centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia Edizione ottobre

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate

STUDI DI FASE III. Sperimentazioni Cliniche Controllate STUDI DI FASE III Sperimentazioni Cliniche Controllate (Controlled Clinical Trials, Randomized C.T.s ) SCOPO: Valutazione dell efficacia del trattamento sperimentale EFFICACIA: Miglioramento della prognosi

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp.

I T A L I A N J O U R N A L O F P U B L I C H E A L T H. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp. Epidemiologia, fisiopatologia e diagnosi delle patologie da Candida spp. Chiara de Waure, Chiara Cadeddu, Maria Rosaria Gualano, Giuseppe La Torre, Walter Ricciardi Introduzione Le Candida spp. sono lieviti

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove?

L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? L ospedale a misura di paziente: perché innovare, come innovare e, soprattutto, per arrivare dove? Anna Prenestini SDA Bocconi Area Public Policy and Management 09 ottobre 2012 1 Un futuro da scrivere

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking

Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Seminario associazioni: Seminario a cura di itsmf Italia Problem Management proattivo di sicurezza secondo ITIL: attività di Etichal Hacking Andrea Praitano Agenda Struttura dei processi ITIL v3; Il Problem

Dettagli