Gli strumenti di osservazione. Marco Lorenzini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gli strumenti di osservazione. Marco Lorenzini"

Transcript

1 Gli strumenti di osservazione 1

2 Fare chiarezza Cosa vuol dire osservare in ambito scolastico? 1 qualità pedagogica fondante lo stile educativo 2 strumento di impostazione della programmazione e delle metodologie 3 feedback continuo per l operato educativo 4 metodo educativo 5 strumento di formazione 6 metodo per attuare cambiamenti 2

3 Definizioni L osservazione è un luogo di incontro tra i bisogni dell adolescente e l intenzionalità educativa dell adulto Non è infatti possibile osservare, senza attribuire all adolescente qualcosa delle nostre intenzioni e dei nostri sentimenti 3

4 Come osservare L osservazione diretta è quella che non prevede l uso di strumenti di osservazione e accompagnamento L osservazione indiretta è quella che prevede l uso d strumenti 4

5 Cosa osservare L organizzazione dei tempi L organizzazione dello spazio Il materiale didattico Le metodologie di lavoro Le relazioni I sistemi comunicativi Le dinamiche di gruppo Le prestazioni 5

6 Strumenti per osservare e accompagnare Diario di bordo Analisi degli incidenti critici Analisi delle buone pratiche Prospetti sintetici Descrizione delle competenze Osservazione dinamiche di gruppo 6

7 In quale contesto sono inseriti? In altri termini: la nostra relazione di tutoraggio e gli strumenti (di osservazione, di accompagnamento, di registrazione) che usiamo, in quale contesto sono inseriti? 7

8 Orientamento e costruttivismo Nel costruttivismo l individuo dà significato al mondo ed è centrale la dimensione soggettiva. Nell orientamento secondo questo approccio: Viene dato maggior peso alla relazione E posta più attenzione all esperienza di vita Il soggetto è maggiormente coinvolto Il docente tutor è principalmente un ascoltatore attento, piuttosto che un valutatore che consegna una diagnosi. Viene promosso l empowerment 8

9 L orientamento è anche uno strumento di manutenzione dell io (Giddens 1998) poiché senza un rafforzamento dell io molti individui non sono in grado di attivare risorse. Viene così dato ampio spazio al racconto bibliografico (orientamento narrativo). Tra le tecniche più utilizzate ci sono 1. Il disegno della propria mappa mentale 2. Il disegno del campo di forze che facilitano o ostacolano un cambiamento desiderato 9

10 3. La linea della vita 4. Esercizi che invitano ad immaginarsi nel futuro 5. Racconto del proprio percorso formativo e professionale con individuazione delle motivazioni, dei punti forti e dei punti deboli. 6. Questionari di autovalutazione per le attitudini, aspirazioni, valori. Queste tecniche possono essere utilizzate nella consulenza individuale e di gruppo, nel bilancio di competenze orientativo o nel counselling orientativo. 10

11 Definizioni di competenze Le competenze sono: una combinazione creativa e funzionale di conoscenze, capacità, atteggiamenti con lo scopo di dominare situazioni problematiche in maniera adeguata ed efficace. Le conoscenze sono: il sapere dichiarativo; i saperi acquisiti su un tema determinato Le capacità sono:il sapere procedurale; sono l espressione del sapere finalizzato al fare. Esse sono cognitive, comunicative, sociali. 11

12 Gli atteggiamenti sono: i modi di porsi di fronte alla realtà, forme di comportamento negli ambiti intellettuale, personale e sociale. Conoscenze, capacità ed atteggiamenti costituiscono LE RISORSE di ciascun individuo e rappresentano la base per lo sviluppo delle competenze nelle situazioni reali. 12

13 I prodotti della descrizione delle competenze sono: -il portafoglio di competenze: descrive le competenze acquisite dalla persona e le potenzialità sviluppate nel corso della storia personale e scolastica. -il progetto scolastico o professionale: descrive gli obiettivi di sviluppo scolastico, professionale e formativo; è ciò che il soggetto vuol fare. -il documento di sintesi o profilo: descrive le circostanze del bilancio, le risorse, le competenze da sviluppare i punti di forza e di debolezza, gli elementi base del suo progetto. 13

14 Gli strumenti utili alla descrizione delle competenze Colloquio Lavoro di gruppo Schede e test 14

15 Il colloquio -Qual è la sua situazione familiare? -Qual è il suo percorso scolastico? E come sono avvenute le scelte scolastiche? - Quali sono stati i passaggi più importanti per la sua vita? Ci sono stati eventi di vita che hanno avuto un impatto particolare? - Le decisioni della sua vita come sono state prese? - Se ha avuto insuccessi scolastici come li ha vissuti? - Se non studia come occupa la sua giornata? - Quali sono i suoi interessi? 15

16 Lavori di gruppo -Creazione di situazioni stimolo volte a stimolare e verificare la capacità di problem solving, la leadership, la capacità di lavorare in gruppo, la collaborazione, la cooperazione ecc. - Role-playing utili a favorire la riflessione su potenzialità, punti di forza ed aree di sviluppo delle competenze di tipo psicosociale. - Discussione e confronto di schede di autoanalisi 16

17 Esercitazioni individuali Alcuni esempi: Scheda della Biografia: è divisa in tre capitoli anni, 18 anni in poi, sintesi Scheda di costruzione del Curriculum formativo: conoscenze acquisite Scheda di costruzione del Curriculum professionale Scheda- Cosa pensano di me gli altri :come sei visto all esterno: Affidabile o inaffidabile; Puntuale; Rigoroso; Deciso; Volenteroso;.. 17

18 Scheda di definizione dei punti di forza e dei punti deboli. Scheda identifica la tue priorità personali Scheda Vocabolario costruttivo ed atteggiamento positivo Scheda autovalutazione dei propri interessi 18

19 grazie per la cordialità 19

20 Ministero Pubblica Istruzione STRUMENTI DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE A.A. V.V AMOS Trento : Erickson, 2005 A.A. V.V Project Spectrum: Manuale di valutazione prescolare. - Bergamo :Junior, 2002 A.A. V.V. ACCES Integrazione e disabilità. - Milano : Angeli Editore, 2000 A.A. V.V. Ma come parla Paperino?. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1999 A.A.V.V BVN. Batteria di valutazione neuropsicologica per l'età evolutiva. - Trento :Erickson, 2005 A.A.V.V. CEO Classificazione degli errori ortografici. - Trento : Erickson, 2000 A.A.V.V. DDO Diagnosi dei disturbi ortografici in età evolutiva. - Trento : Erickson, 2008 A.A.V.V. K-SADS-PL Intervista diagnostica per la valutazione dei disturbi psicopatologici in bambini e adolescenti. - Trento : Erickson, 2004 A.A.V.V. Matematica e metacognizione. - Trento : Erickson, 1995 AID Disturbi evolutivi specifici di apprendimento. - Trento : Erickson, 2009 AMERICAN ASSOCIATION ON MENTAL RETARDATION Ritardo mentale Definizione, Classificazione e sistemi di sostegno (Manuale. Quaderno di lavoro). - Brescia : Vannini, p. ANDRICH, MIATO Lettura di base (3 CD ROM). - Trento : Erickson, 2002 ANDRICH, MIATO Memoria verbale CD ROM. - Trento : Erickson, 2007 ANDRICH, MIATO Memoria visiva CD ROM. - Trento : Erickson, 2006

21 ANTONIETTI Progettare il portfolio delle competenze. - Roma : Carocci editore, 2005 ANTONIETTI, VIGANÒ Il diario del mio apprendimento. - Trento : Erickson, 2007 ATTWOOD Guida alla sindrome di Asperger. - Trento : Erickson, 2006 BENZONI Portfolio delle competenze e processi di personalizzazione. - Bergamo :Junior, 2004 BONIFACIO, HVASTJA STEFANI Modelli di intervento precoce per il bambino Parlatore Tardivo: il modellointeract. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 2004 BRACKEN TRI Test delle relazioni interpersonali. - Trento : Erickson, 1996 BROTINI Le difficoltà di apprendimento. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1990 BROTINI I pre-requisiti. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1990 BROWN, LEIGH ABI. Test di valutazione del comportamento adattivo nell'handicappato. - Trento : Erickson, 1987 CAMAIONI, BASCETTA, AURELI L'osservazione del bambino nel contesto educativo. - Bologna : Il Mulino,1988 CAPRARA La valutazione dell'autoefficacia. - Trento : Erickson, 2001 CASSIBBA, D ODORICO Osservare per educare. - Roma : Carocci editore CASTOLDI Portfolio a scuola. - Brescia : La scuola, 2005 CENDRON BVN Batteria di valutazione neuropsicologica per l'adolescenza. Trento :Erickson, 2005 CHADE Il linguaggio del bambino. - Trento : Erickson, 2004 CHILOSI, CERRI Disprassia verbale. - Trento : Erickson, 2009 CHILOSI, CIPRIANI Il bambino disfasico. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1994 CIANCHETTI, SANNIO FANCELLO TVL Test di valutazione del linguaggio. Livello prescolare. - Trento : Erickson, 1997 CIDI Osservare e organizzare la comunicazione in classe. Milano: UNICOPLI, 1985 CIONI, FERRARI Le forme discinetiche delle paralisi cerebrali infantili. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1997 CISOTTO Scrittura e metacognizione. - Trento : Erickson, 1998 COHEN, WOLKMAR Autismo e disturbi generalizzati dello sviluppo (2 volumi). - Brescia : Vannini, 2004 CORMAN Il disegno della famiglia: test per bambini. - Torino : Editore Boringhieri, 1970

22 CORNOLDI Le difficoltà di apprendimento a scuola. Bologna : Il Mulino, 1999 CORNOLDI, CAPONI Memoria e metacognizione. - Trento : Erickson, 1991 CORNOLDI, CAZZOLA AC.MT Test di valutazione delle abilità di calcolo - Trento : Erickson, 2003 CORNOLDI, GARDENALE, MASI, PETTENÒ Impulsività e autocontrollo. - Trento : Erickson, 1996 CORNOLDI, LUCANGELI, BELLINA AC.MT Test di valutazione delle abilità di calcolo - Trento : Erickson, 2003 CORNOLDI, MIATO, MOLIN, POLI La prevenzione e il trattamento delle difficoltà di lettura e scrittua. - Firenze : Organizzazioni speciali, 1987 CORNOLDI, MIATO, MOLIN, POLI La prevenzione e il trattamento delle difficoltà di lettura e scrittura.firenze Organizzazioni speciali, 1985 CRETTI, TOWNSEND Comprensione del testo (3 CD ROM) - Trento : Erickson, 2002 CZERWINSKI DOMENIS La discussione intelligente. - Trento : Erickson, 2000 D AMICO, DEVESCOVI Comunicazione e linguaggio nei bambini. - Roma : Carocci editore, D ODORICO L'osservazione del comportamento infantile. - Milano : Cortina,1990 DE BENI, CORNOLDI, CARRETTI, MENEGHETTI Nuova guida alla comprensione del testo Volume 1, 2, 3,4. - Trento : Erickson,2003 DE BENI, CORNOLDI, MOÈ AMOS Abilità e motivazione allo studio: prove di valutazione e orientamento.trento : Erickson, 2003 DE BENI, MOÈ, RAVAZZOLO Stili attributivi motivazionali. - Trento : Erickson, 2005 DE BENI, PAZZAGLIA Lettura e metacognizione. - Trento : Erickson, 1991 DE FILIPPIS CIPPONE Nuovo manuale di logopedia. - Trento : Erickson, 1998 DEMCHAK, BOSSERT L'assessment dei comportamenti problema. - Brescia : Vannini, 2004 DI NUOVO Attenzione e concentrazione CD ROM. - Trento : Erickson, 2000 DI PIETRO L'educazione razionale-emotiva. - Trento : Erickson, 1992 DI PIETRO, BASSI, FILORAMO L'alunno iperattivo in classe. - Trento : Erickson, 2001 FABIO TIP Test d'intelligenza potenziale. - Trento : Erickson, 2007 FEDRIZZI La valutazione delle funzioni adattive nel bambino con paralisi cerebrale.

23 FERRABOSCHI Recupero in ortografia. - Trento : Erickson, 1995 FERRARI, CIONI Paralisi cerebrali infantili. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro,1998 FRIGNANI, BONAZZA Le prove oggettive di profitto. - Roma : Carocci editore, 2003 FRISO, TRESSOLDI TAP-D Test delle abilità prassiche nella disabilità. - Trento : Erickson, 2005 GARDIN Come valutare le abilità matematiche (2 volumi) - Brescia : Vannini, 2005 GIOVANARDI ROSSI, MALAGUTI Test GIO-MA. Batteria di prove per la valutazione precoce delle abilità e dei disturbi di lettura. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro,1999 GIOVANARDI ROSSI, MALAGUTI Valutazione delle abilità matematiche (manuale generale. Classi 1, 2, 3, 4, 5). - Trento : Erickson,1994 GIOVANARDI ROSSI, MALAGUTI Valutazione delle abilità di scrittura. (Manuale generale. Classi 1, 2, 3, 4, 5). - Trento : Erickson,1994 GITTENS, AARONS È autismo? Test di valutazione psicopedagogia. - Trento : Erickson, 1990 GOLDMAN VVCA Valutazione della comunicazione aumentativa e alternativa. - Trento :Erickson, 2006 HAMMILL TINV Test di intelligenza non verbale. - Trento : Erickson, 1998 HUNTER Sindrome di Rett. - Brescia : Vannini, 2005 HUTTON, ROBERTS SEDS. Test di valutazione dei problemi comportamentali ed emozionali. Trento : Erickson, 1986 INTRIERI Le prove oggettive nella scuola. Brescia : La Scuola, 1997 JAIMES Linguaggio e disabilità di apprendimento. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro,1993 JOHNSON, JOHNSON, HOLUBEC Apprendimento cooperativo in classe. - Trento : Erickson JORDAN, POWELL Autismo e intervento educativo. - Trento : Erickson, 1997 KIERNAN, JONES BAB Test di valutazione per l'handicappato grave. - Trento : Erickson, 1984 KIRBY, GRIMLEY Disturbi dell'attenzione e iperattività. - Trento : Erickson, 1989 KRAIJER STA-DI Scala di valutazione dei tratti autistici nelle persone con disabilità intellettiva. - Trento : Erickson, 2006 KURTZ Disturbi della coordinazione motoria. - Trento : Erickson, 2006

24 LE SAEC Disturbi dell articolazione - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 2005 LINDBERG Capire la sindrome di Rett. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, p. LINO, COCUZZA I pre-requisiti per l apprendimento della matematica. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 2002 LUCANGELI, TRESSOLDI, CENDRON SPM.Test delle abilità di soluzione dei problemi matematici. - Trento : Erickson,1998 LUCANGELI, TRESSOLDI, FIORE ACA. Test delle abilità di calcolo aritmetico. - Trento : Erickson,1998 MacBEAT, McGLYNN Autovalutazione nella scuola. - Trento : Erickson, 2006 MAINARDI TLR Test di valutazione del linguaggio ricettivo. - Trento : Erickson, 1992 MAJANI, CALLEGARI SAT-P Soddisfazione soggettiva e qualità della vita. - Trento : Erickson,1998 MARIANI Portfolio. - Bologna : Zanichelli, 2000 MARTINI Le difficoltà di apprendimento della lingua scritta. - Tirrenia, PI : Edizioni del Cerro, 1995 MARZOCCHI, PORTOLAN, USILLA Autoregolare l'attenzione CD ROM. - Trento : Erickson, 2006 McGINNIS Manuale di insegnamento delle abilità sociali. - Trento : Erickson, 1986 NEWCOMER, BARENBAUM, BRYANT TAD Test dell'ansia e depressione. - Trento : Erickson, 1995 ORSOLINI Il suono delle parole. - Firenze : La nuova Italia, 2000 ORSOLINI, CAPRIOLO, SANTESE Suono o sono?. INFANTIAE.ORG, 2005 PASCOLETTI Imparare a scrivere. (2 volumi). - Brescia : Vannini, 2005 PASSOLUNGHI, DE BENI I test per la scuola. - Bologna : Il mulino, 2001 PAVONE Valutare gli alunni in situazione di handicap. - Trento : Erickson, 1997 PENNISI, CAVALIERI Patologie del linguaggio e scienze cognitive. - Bologna : Il mulino, 2001 PILONE, MUZIO La valutazione del pensiero strategico. - - Brescia : Vannini, 2003 PILONE, MUZIO, LEVRERO Test di valutazione degli aspetti psicopatologici dell'handicap. - Trento :Erickson, 2000 POPE, McALE, CRAIGHEAD Migliorare l'autostima. - Trento : Erickson, 1992

25 PRATELLI Le difficoltà di apprendimento e la dislessia. Bergamo : Edizioni Junior, 2004 PRATELLI Disgrafia e recupero delle difficoltà grafo-motorie. - Trento : Erickson, 1995 QUILL Comunicazione e reciprocità sociale nell'autismo. - Trento : Erickson, 2007 REID E' dislessia!. - Trento : Erickson, 2006 RICCARDI RIPAMENTI Le difficoltà di letto-scrittura (3 volumi). - Trento : Erickson, 2003 SABBADINI La disprassia in età evolutiva: criteri di valutazione ed intervento. Milano : Sprinter, 2005 SANFORD, ZELMAN LAP Schede per la diagnosi di sviluppo nell'handicappato. - Trento : Erickson,1984 SARTORI Cartella Pedagogica. - Brescia : Vannini, 2002 SARTORI, JOB, TRESSOLDI Batteria per la valutazione della dislessia e della disortografia evolutiva. Firenze : Organizzazioni Speciali, 2005 SAUNDERS La sindrome di X fragile. - Bergamo : Junior, 2004 SAVELLI, PULGA Dislessia evolutiva. - Trento : Erickson, 2006 SCHALOCK Il comportamento adattivo e la sua misurazione. - Brescia : Vannini, 2002 SCHINDLER, BONAZZI Dico bene? Principi di dizione analisi acustica e articolatoria. Torino : Omega SCHOPLER, MESIBOV, KUNCE Sindrome di Asperger e autismo high-functioning. - Trento : Erickson, 2001 SCHOPLER, WATSON, LORD, SCHAFFER La comunicazione spontanea nell'autismo. - Trento : Erickson, 1998 SORESI Guida all'osservazione in classe. - Firenze : Giunti-Barbera, 1978 SORESI, CORCIONE Prove oggettive di matematica per la scuola elementare. - Firenze : Organizzazioni speciali, 1992 STROCCHI Balbuzie. - Trento : Erickson, 2003 TERRENI, TRETTI IPDA Questionario osservativo per l'identificazione precocce delle difficoltà di apprendimento. - Trento : Erickson, 2002 TRESSOLDI, VIO Diagnosi dei disturbi dell'apprendimento scolastico. - Trento : Erickson, TRIANI Leggere il disagio scolastico. - Roma : Carocci editore, 2006!

26 TZURIEL La valutazione dinamica delle abilità cognitive. - Trento : Erickson, 2004 ULRICH TGM. Test di valutazione delle abilità grosso-motorie. - Trento : Erickson,1992 VENUTI L'osservazione del comportamento. - Roma : Carocci editore, 2001 VERMIGLI, TRAVAGLIA ACCESS Analisi degli indicatori cognitivo-emozionali del successo scolastico. - Trento : Erickson, 2002 VICARI, MAROTTA, TRASCIANI CMF Valutazione delle competenze metafonologiche. - Trento : Erickson, 2004 VIO Dalla diagnosi all intervento psicoeducativo. - Brescia : Vannini, 2005 WATERS La sindrome di Prader-Willi. - Bergamo : Junior, 2003 WILLIAMS TCD Test della creatività e pensiero divergente. - Trento : Erickson, 1993 ZAMBELLI L'osservazione e l'analisi del comportamento. - Bologna : Patron, 1983 ZANETTI, MIAZZA SR 4-5 Prove per l'individuazione delle abilità di base nel passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare. - Trento : Erickson, 2002

ELENCO STRUMENTI DI OSSERVAZIONE E RILEVAZIONE, MANUALI PER ATTIVITA E LABORATORI PRESENTI NELL ISTITUTO COMPRENSIVO

ELENCO STRUMENTI DI OSSERVAZIONE E RILEVAZIONE, MANUALI PER ATTIVITA E LABORATORI PRESENTI NELL ISTITUTO COMPRENSIVO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO DI LENO Via F.lli De Giuli 1, 25024 LENO ( Brescia) ; Tel. 030.9038250 Fax 030.9068974 codice ministeriale BSIC89600Q - C.F.

Dettagli

ICF. Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute. - Trento : Erickson, 2002 234 p.

ICF. Classificazione internazionale del funzionamento, della disabilità e della salute. - Trento : Erickson, 2002 234 p. CATALOGO TECNOLOGIA E SCIENZE APPLICATE Laboratorio delle attività artistiche. - Trento : Erickson, 2007 224 p. Scienze mediche. Medicina Fisiologia umana ICF Versione breve. - Trento : Erickson, 2004

Dettagli

Filosofia e psicologia. Gnoseologia, casualità, genere umano. Il genere umano Il metodo. L'identità umana. - Milano : Cortina Editore, 2002 291 p.

Filosofia e psicologia. Gnoseologia, casualità, genere umano. Il genere umano Il metodo. L'identità umana. - Milano : Cortina Editore, 2002 291 p. CATALOGO FILOSOFIA E PSICOLOGIA Filosofia e psicologia. Gnoseologia, casualità, genere umano. Il genere umano Il metodo. L'identità umana. - Milano : Cortina Editore, 2002 291 p. Il metodo. La natura della

Dettagli

Progetto DSA. Disturbo Specifico dell Apprendimento. Progetto DSA. Istituto Cesare Arici

Progetto DSA. Disturbo Specifico dell Apprendimento. Progetto DSA. Istituto Cesare Arici Istituto Cesare Arici A.S. 2010-2011 Sommario 1. Premessa... 3 2. Responsabile progetto:... 3 3. Finalità... 4 4. Obiettivi... 4 5. Destinatari... 4 6. Attività... 5 7. Metodi... 6 8. Strumenti... 6 9.

Dettagli

Via Renato Fucini, 59 00042 Anzio (RM) 328 87 65 109 sararuggeripsicologia@gmail.com www.sararuggeri.it

Via Renato Fucini, 59 00042 Anzio (RM) 328 87 65 109 sararuggeripsicologia@gmail.com www.sararuggeri.it Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Sara Ruggeri Via Renato Fucini, 59 00042 Anzio (RM) 328 87 65 109 sararuggeripsicologia@gmail.com www.sararuggeri.it Sesso F Data di nascita 12/04/1983 Nazionalità

Dettagli

PROGETTO: SCREENING PER L INDIVIDUAZIONE PRECOCE DELLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO PREMESSA

PROGETTO: SCREENING PER L INDIVIDUAZIONE PRECOCE DELLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO PREMESSA PROGETTO: SCREENING PER L INDIVIDUAZIONE PRECOCE DELLE DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO PREMESSA La Dislessia Evolutiva (DE o DSA) è un disturbo neurobiologico che riguarda, secondo le più recenti statistiche,

Dettagli

LA DIAGNOSI FUNZIONALE SECONDO L ICFL

LA DIAGNOSI FUNZIONALE SECONDO L ICFL LA DIAGNOSI FUNZIONALE SECONDO L ICFL Dario Ianes Centro Studi Erickson Università di Bolzano www.darioianes.it 2005 Dario Ianes - www.darioianes.it VALUTAZIONE O DIAGNOSI? 1. Diagnosi come corretto riconoscimento

Dettagli

Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività

Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività Enti organizzatori: AIDAI Associazione Italiana Disturbi di Attenzione Iperattività AIRIPA Associazione It. Ricerca e Intervento in Psicopatologia dell Apprendimento Disturbo da Deficit di Attenzione/

Dettagli

ELENCO TESTI, MATERIALE AUDIOVISIVO E SOFTWARE DIDATTICO PER L ATTIVITA DI SOSTEGNO AGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP E DSA

ELENCO TESTI, MATERIALE AUDIOVISIVO E SOFTWARE DIDATTICO PER L ATTIVITA DI SOSTEGNO AGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP E DSA ELENCO TESTI, MATERIALE AUDIOVISIVO E SOFTWARE DIDATTICO PER L ATTIVITA DI SOSTEGNO AGLI ALUNNI IN SITUAZIONE DI HANDICAP E DSA ISTITUTO COMPRENSIVO V. MONTI DI POLLENZA PER TUTTI I PLESSI DELLA SCUOLA

Dettagli

Relazione finale del Progetto NON SOLO COMPITI

Relazione finale del Progetto NON SOLO COMPITI Centro regionale di ricerca e servizi educativi per le difficoltà di apprendimento via delle cave 15, 35136 Padova Tel. e Fax: 049 8719588 - e-mail: apprendimento@operaedimar.org Interventi a sostegno

Dettagli

A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838

A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838 A cura della dott.ssa Francesca Venditti Psicologa e Psicoterapeuta francescavenditti@libero.it 349.4289838 Che cosa succede in classe? ... Quando la diagnosi è caratterizzata

Dettagli

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E

I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA DI PRIMO GRADO F. Michelini Tocci Piazza San Francesco, 5 Tel.: 0721787337-701315 FAX: 0721-787045 Cod.Fisc.

Dettagli

Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento

Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento Mira, 27 marzo 2015 Conoscere i Disturbi Specifici dell Apprendimento Dott.ssa Barbara Longhi Psicologa Psicoterapeuta Ulss13 Servizio Età Evolutiva Cosa sono i DSA? Disturbi dello sviluppo che riguardano

Dettagli

Centro per l Età Evolutiva

Centro per l Età Evolutiva Centro per l Età Evolutiva Studio Associato di Psicologia Clinica Formazione Ricerca CHI SIAMO Il Centro per l Età Evolutiva è uno Studio Associato di Psicologia che ha sede a Bergamo e svolge la propria

Dettagli

Il Trattamento dei Disturbi di Comprensione

Il Trattamento dei Disturbi di Comprensione Il Trattamento dei Disturbi di Comprensione Barbara Carretti e-mail barbara.carretti@unipd.it Milano, 19 Marzo 2007 Come promuovere la comprensione INTERVENTI COGNITIVI - promozione di particolari abilità

Dettagli

ANALISI DELLE DIAGNOSI di Disturbo Specifico dell Apprendimento

ANALISI DELLE DIAGNOSI di Disturbo Specifico dell Apprendimento ANALISI DELLE DIAGNOSI di Disturbo Specifico dell Apprendimento Chiara Trubini Psicologa, Psicoterapeuta, PhD in psicologia dell educazione e delle disabilità trubini.chiara@libero.it Con la pubblicazione

Dettagli

via SP Taurisano-Casarano, km 11, 73056 Taurisano (Italia) 3298819859 ileniacarangelo@gmail.com

via SP Taurisano-Casarano, km 11, 73056 Taurisano (Italia) 3298819859 ileniacarangelo@gmail.com Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Carangelo Ilenia via SP Taurisano-Casarano, km 11, 73056 Taurisano (Italia) 3298819859 ileniacarangelo@gmail.com Sesso Femminile Data di nascita 12 maggio 1986 Nazionalità

Dettagli

Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche per l interculturalità e la media education Classe di laurea LM-85 Scienze Pedagogiche

Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche per l interculturalità e la media education Classe di laurea LM-85 Scienze Pedagogiche Nome insegnamento: Psicologia dell educazione Tipo di valutazione: Voto in trentesimi Calendario delle attività didattiche: cfr. il calendario delle lezioni Organizzazione della didattica: Lezioni frontali

Dettagli

Libri consigliati a cura del Comitato Scuola

Libri consigliati a cura del Comitato Scuola Libri consigliati a cura del Comitato Scuola "LA DISLESSIA: ESISTE ANCHE IN ITALIA?" A cura dell'associazione Italiana Dislessia sono stati pubblicati nel 1998 gli atti del primo convegno nazionale dell'associazione

Dettagli

Valutazione Neuropsicologica di Pazienti in età evolutiva con Epilessia (6-12aa) 2 valutazione diagnostica

Valutazione Neuropsicologica di Pazienti in età evolutiva con Epilessia (6-12aa) 2 valutazione diagnostica Valutazione Neuropsicologica di Pazienti in età evolutiva con Epilessia (6-12aa) 2 valutazione diagnostica Questo protocollo di secondo livello si propone di evidenziare gli strumenti più idonei nel panorama

Dettagli

Le difficoltà di apprendimento dei bambini stranieri

Le difficoltà di apprendimento dei bambini stranieri DSA E DIFFICOLTÀ DI APPRENDIMENTO Le difficoltà di apprendimento dei bambini stranieri La storia di Nadir Marta Murineddu (Università di Padova) CCosaintendiamoquando utilizziamo il termine straniero?

Dettagli

Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività

Disturbo da Deficit di Attenzione/ Iperattività Enti organizzatori: AIDAI Associazione Italiana Disturbi di Attenzione Iperattività AIRIPA Associazione It. Ricerca e Intervento in Psicopatologia dell Apprendimento Disturbo da Deficit di Attenzione/

Dettagli

ALLEGATO 15. Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA

ALLEGATO 15. Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA ALLEGATO 15 Percorso pluriennale della scuola per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e supporto per gli alunni con DSA 1. Premessa Il DSA, Disturbo Specifico dell Apprendimento, è un disturbo

Dettagli

Premessa 31/10/2011. Un due tre stella. ecco MAGA BEA! Esistono vari tipi di attenzione.

Premessa 31/10/2011. Un due tre stella. ecco MAGA BEA! Esistono vari tipi di attenzione. Premessa Un due tre stella ecco MAGA BEA! Laboratorio per il potenziamento delle abilità di ascolto e di attenzione L attenzione comprende la disponibilità a recepire la capacità di selezione dello stimolo

Dettagli

Cariati (CS) Erickson Trento 1985 specialistico

Cariati (CS) Erickson Trento 1985 specialistico Mason Perkins Deafnes Metodo vista per linsegnamento della LIS. Primo livello, volume per gli insegnanti + Kappa Roma 1998 specialistico LIS Mason Perkins Deafnes Metodo vista per linsegnamento della LIS.

Dettagli

DSA e/o BES. La comprensione del testo. Proposte didattiche Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it

DSA e/o BES. La comprensione del testo. Proposte didattiche Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it Lab.D.A. Laboratorio sui Disturbi dell Apprendimento Galleria Berchet, 3 Padova Direttore: Prof. Cesare Cornoldi DSA e/o BES. La comprensione del testo. Proposte didattiche Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it

Dettagli

VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE. Carlo Petracca carlo.petracca@tin.it

VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE. Carlo Petracca carlo.petracca@tin.it VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE DELLE carlo.petracca@tin.it VALUTAZIONE NON PROVE STANDARDIZZATE

Dettagli

CORSI RIVOLTI A GENITORI/INSEGNANTI/TUTOR/STUDENTI PER ESSERE ADULTI CONSAPEVOLI

CORSI RIVOLTI A GENITORI/INSEGNANTI/TUTOR/STUDENTI PER ESSERE ADULTI CONSAPEVOLI CORSI RIVOLTI A GENITORI/INSEGNANTI/TUTOR/STUDENTI PER ESSERE ADULTI CONSAPEVOLI Premessa I Disturbi evolutivi Specifici dell Apprendimento (DSA) sono disturbi delle abilità scolastiche che comportano:

Dettagli

Libri e software, utili per il sostegno e per il recupero degli apprendimenti degli alunni, esistenti nei vari plessi dell istituto

Libri e software, utili per il sostegno e per il recupero degli apprendimenti degli alunni, esistenti nei vari plessi dell istituto Libri e software, utili per il sostegno e per il recupero degli apprendimenti degli alunni, esistenti nei vari plessi dell istituto SCUOLA INFANZIA DI MOMO Emma Perrotta e Marina Brignola, pragmatica,

Dettagli

LA COMPETENZA METAFONOLOGICA

LA COMPETENZA METAFONOLOGICA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Associazione Italiana Dislessia Giornate di formazione rivolte ai docenti referenti LA COMPETENZA

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2012-2013 III Edizione NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA Consorzio Universitario Humanitas in Convenzione con in Collaborazione Scientifica con Consorzio

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Benicchio Monica Indirizzo Monte Grappa,42, 24061 Albano Sant'Alessandro (Bergamo) Telefono Cell. 3480890985

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO IN ETA EVOLUTIVA IL DISTURBO DA DEFICIT DI ATTENZIONE / IPERATTIVITA. 1. Che cos è l ADHD Il Disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (DDAI), conosciuto anche con

Dettagli

GENITORI ALLE PRESE CON I DSA. EMOZIONI IN GIOCO. Dott.ssa Michela R. Vaerini Cooperativa Città del Sole

GENITORI ALLE PRESE CON I DSA. EMOZIONI IN GIOCO. Dott.ssa Michela R. Vaerini Cooperativa Città del Sole GENITORI ALLE PRESE CON I DSA. EMOZIONI IN GIOCO Dott.ssa Michela R. Vaerini Cooperativa Città del Sole 什 麼 我 們 今 天 談 的? 難 點 及 學 習 障 礙 DI COSA PARLIAMO OGGI? DI DIFFICOLTA' E DI DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO

Dettagli

Corso di laurea: Scienze della Formazione Primaria - Didattiche aggiuntive per l integrazione scolastica di alunni in situazione di handicap

Corso di laurea: Scienze della Formazione Primaria - Didattiche aggiuntive per l integrazione scolastica di alunni in situazione di handicap Corso di laurea: Scienze della Formazione Primaria - Didattiche aggiuntive per l integrazione scolastica di alunni in situazione di handicap Denominazione insegnamento: Psicopatologia dello Sviluppo Denominazione

Dettagli

AUTISMO E SCUOLA. Inserimenti scolastici e metodi educativi. Roberta Vanzulli, Tatiana Quintini. Della Società Cooperativa Sociale

AUTISMO E SCUOLA. Inserimenti scolastici e metodi educativi. Roberta Vanzulli, Tatiana Quintini. Della Società Cooperativa Sociale AUTISMO E SCUOLA Inserimenti scolastici e metodi educativi Roberta Vanzulli, Tatiana Quintini Della Società Cooperativa Sociale Spazio Aperto Servizi Punta visibile dell iceberg: Vediamo i sintomi Massa

Dettagli

Lo studio riguarda tre fasi:

Lo studio riguarda tre fasi: 1 Premessa Lo studio è una particolare forma di apprendimento che ha come scopo l apprendere da un testo o da una lezione in modo intenzionale e autodiretto (Anderson, 1978), scegliendo obiettivi, tempi

Dettagli

DISLESSIA e. DISTURBI SPECIFICI Dell APPRENDIMENTO

DISLESSIA e. DISTURBI SPECIFICI Dell APPRENDIMENTO DISLESSIA e DISTURBI SPECIFICI Dell APPRENDIMENTO Quadro clinico del disturbo Il modello standard della lettura Modelli teorici interpretativi Definizione dei DSA Quadri clinici principali A cura di :

Dettagli

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare

Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche. nei bambini in età prescolare Istituto di Riabilitazione ANGELO CUSTODE PARLARE E CONTARE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA Lo sviluppo delle abilità logico-matematiche nei bambini in età prescolare Dott.ssa Liana Belloni Dott.ssa Claudia

Dettagli

L apprendimento difficile: un progetto dell efficacia del Potenziamento dello Sviluppo Prossimale nelle Learning Disabilities

L apprendimento difficile: un progetto dell efficacia del Potenziamento dello Sviluppo Prossimale nelle Learning Disabilities RELAZIONE CONCLUSIVA DEL SECONDO BIENNIO DEL PROGETTO DI RICERCA L apprendimento difficile: un progetto dell efficacia del Potenziamento dello Sviluppo Prossimale nelle Learning Disabilities PERIODO 2011/2013

Dettagli

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA.

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA. I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA CHI E IL LOGOPEDISTA? Il Logopedista è il Professionista Sanitario che, a seguito di un percorso formativo universitario, acquisisce le competenze necessarie

Dettagli

Disfunzioni cognitive in età evolutiva: Assessment e intervento neuropsicologico per disturbi e difficoltà di apprendimento e disabilità intellettiva

Disfunzioni cognitive in età evolutiva: Assessment e intervento neuropsicologico per disturbi e difficoltà di apprendimento e disabilità intellettiva Facoltà di Psicologia ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Master universitario di II livello Disfunzioni cognitive in età evolutiva: Assessment e intervento neuropsicologico per disturbi e difficoltà

Dettagli

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI

GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI GRIGLIA DI OSSERVAZIONE E DI RILEVAZIONE DELLE ABILITA IN INGRESSO PER I TRE ANNI INGRESSO Si mostra sereno Ricerca gli altri bambini Porta gli oggetti a scuola SERVIZI IGIENICI Ha il controllo sfinterico

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI BORGO TICINO

SCUOLA SECONDARIA DI BORGO TICINO SCUOLA SECONDARIA DI BORGO TICINO LETTURA SCRITTURA E LINGUAGGIO M. Shell, D. Ianes La lettura funzionale per l alunno handicappato, G. Friso, A. Molin, S. Poli Difficoltà di lettura nella scuola media,

Dettagli

Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria

Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria AID Sezione di Bergamo Abilità di calcolo e discalculia. Proposte didattiche per la scuola primaria Albino (BG) 21.11.2011 Lorenzo Caligaris Insegnante - Pedagogista DSA, abilità strumentali, automatismi

Dettagli

CORSO DI PSICOLOGIA DELL EDUCAZIONE

CORSO DI PSICOLOGIA DELL EDUCAZIONE CORSO DI PSICOLOGIA DELL EDUCAZIONE A.A. 2012-2013 SCIENZE INFERMIERISTICHE POLO DI PISA II ANNO V LEZIONE Dott.ssa Chiara Toma I DISTURBI DELLO SVILUPPO Disturbi del linguaggio Autismo e disturbi pervasivi

Dettagli

Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli

Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli Affrontare il DSA attraverso un azione territoriale integrata: l esperienza di Vercelli di Angela Fossati Buongiorno a tutti, sono Angela Fossati, docente utilizzata a supporto dell integrazione alunni

Dettagli

Tutoring psicoeducativo: sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD)

Tutoring psicoeducativo: sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD) Tutoring psicoeducativo: sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD) Direzione scientifica: Prof. Alessandro Antonietti, ordinario di Psicologia

Dettagli

DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO

DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO Dislessia o Dislessie? DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO aspetti clinici di psicopatologia dell apprendimento A cura di Carlo MUZIO Neuropsichiatra Infantile, Psicoterapeuta docente di Neurolinguistica

Dettagli

Tutoring psicoeducativo: Sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD)

Tutoring psicoeducativo: Sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD) Tutoring psicoeducativo: Sostenere l apprendimento e l autoregolazione di ragazzi con Deficit d Attenzione e Iperattività (ADHD) Direzione scientifica: Prof. Alessandro Antonietti, ordinario di Psicologia

Dettagli

dr.ssa Fernanda Bernabei

dr.ssa Fernanda Bernabei I disturbi specifici dell apprendimento dr.ssa Fernanda Bernabei 1 IL DISTURBO SPECIFICO DELL APPRENDIMENTO Il disturbo specifico si presenta in genere come una difficoltà specifica isolata, in contrasto

Dettagli

MODELLO DI CERTIFICAZIONE PER DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO (ai fini dell applicazione della legge 8 ottobre 2010, n 170)

MODELLO DI CERTIFICAZIONE PER DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO (ai fini dell applicazione della legge 8 ottobre 2010, n 170) MODELLO DI CERTIFICAZIONE PER DISTURBI SPECIFICI DELL APPRENDIMENTO (ai fini dell applicazione della legge 8 ottobre 2010, n 170) Anno scolastico:.. Cognome e Nome dello studente Data e luogo di nascita:...

Dettagli

a cura dei referenti DSA del CTI di Belluno - a.s. 2011/12 AUTORE TITOLO CASA EDITRICE

a cura dei referenti DSA del CTI di Belluno - a.s. 2011/12 AUTORE TITOLO CASA EDITRICE BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE per i Disturbi Specifici di Apprendimento a cura dei referenti DSA del CTI di Belluno - a.s. 2011/12 Scuola dell Infanzia - PREVENZIONE DELLE DIFFICOLTA MOLIN POLI - LUCANGELI BIN

Dettagli

Curriculum vitae e professionale

Curriculum vitae e professionale Curriculum vitae e professionale Carlo Pascoletti Dati personali Luogo di nascita: Gorizia Data di nascita: 08/03/1944 Residenza: Via Cragnutto,33, 33078- San Vito al Tagliamento (PN) Tel. 0434.81807 -

Dettagli

Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento?

Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento? Cosa sono i Disturbi Specifici di Apprendimento? Considerati parte della famiglia dei Disturbi Evolutivi Specifici, i Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA) affliggono alcune specifiche abilità che

Dettagli

PASSAPAROLA Sportello Età Evolutiva Società Cooperativa Sociale Disturbi Specifici dell Apprendimento

PASSAPAROLA Sportello Età Evolutiva Società Cooperativa Sociale Disturbi Specifici dell Apprendimento PRONTI PER LA PRIMA Progetto di potenziamento dei prerequisiti dell apprendimento e identificazione precoce delle difficoltà Premessa Le difficoltà di apprendimento rappresentano uno dei più importanti

Dettagli

Candela Mariangela. Specializzanda presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva SPC Via Gaetano Trezza, 12-37129 Verona

Candela Mariangela. Specializzanda presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva SPC Via Gaetano Trezza, 12-37129 Verona F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Residenza Domicilio Candela Mariangela Via Roberto Ruffilli, 25, 83030 Savignano Irpino - AV Via Manara Valgimigli, 6/int.5, 35125 Padova

Dettagli

Approfondimenti didattici sulla dislessia

Approfondimenti didattici sulla dislessia Ministero Dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia Associazione Italiana Dislessia Approfondimenti didattici sulla dislessia Presentazione illustrata

Dettagli

Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA

Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA Lab.D.A. Laboratorio sui Disturbi dell Apprendimento Galleria Berchet, 3 Padova Direttore: Prof. Cesare Cornoldi Tipologie di BES e problemi diagnostici di confine con i DSA www.labda-spinoff.it 0498209059/3284366766

Dettagli

Bisogni Educativi Speciali Situazioni Cliniche

Bisogni Educativi Speciali Situazioni Cliniche Centro Territoriale per l Inclusione MI EST Bisogni Educativi Speciali Situazioni Cliniche Patrizia Pezzoni Unità Operativa Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli

Dettagli

Comprensione e disturbo di comprensione. Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it

Comprensione e disturbo di comprensione. Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it Comprensione e disturbo di comprensione Barbara Carretti barbara.carretti@unipd.it Cosa è la lettura Introduzione Imparare a leggere implica: - l abilità di decodificare - l abilità di comprendere un testo

Dettagli

STRUMENTI PER LA DIAGNOSI DI DSA. Bruna Codogno UST Belluno CTI di Belluno 20 febbraio 2013

STRUMENTI PER LA DIAGNOSI DI DSA. Bruna Codogno UST Belluno CTI di Belluno 20 febbraio 2013 STRUMENTI PER LA DIAGNOSI DI DSA Bruna Codogno UST Belluno CTI di Belluno 20 febbraio 2013 PRINCIPALI DIFFICOLTA NEL PORRE LA DIAGNOSI (ICD-10) 1. Distinguere il disturbo dalle normali variazioni del rendimento

Dettagli

Il Bambino che non parla

Il Bambino che non parla Il Bambino che non parla In questo articolo cercheremo di rispondere in maniera esaustiva alle domande che molti genitori si pongono, alla quale desiderano avere risposte concrete: Perché mio figlio non

Dettagli

I Disturbi Specifici di scrittura: disortografia e disgrafia. Analisi delle difficoltà e strategie di intervento

I Disturbi Specifici di scrittura: disortografia e disgrafia. Analisi delle difficoltà e strategie di intervento Cesena,30 gennaio 2008 I Disturbi Specifici di scrittura: disortografia e disgrafia. Analisi delle difficoltà e strategie di intervento DISTURBI DI APPRENDIMENTO I disturbi di apprendimento scolastico

Dettagli

Maria Caccetta. Autismo: 5 strategie pratiche, per lavorare bene in classe. Guida Gratuita

Maria Caccetta. Autismo: 5 strategie pratiche, per lavorare bene in classe. Guida Gratuita Maria Caccetta Autismo: 5 strategie pratiche, per lavorare bene in classe Guida Gratuita Mi presento Ciao mi chiamo Maria Caccetta, sono una psicologapsicoterapeuta con formazione cognitivo-comportamentale.

Dettagli

Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (TN)

Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (TN) Stesura del Piano Didattico Personalizzato Latina, 22 Novembre 2011 Stefano Franceschi Centro Studi Ed. Erickson (TN) Centralmente Centro Neuropsicologia Clinica dello Sviluppo (AP) www.centralmente.it

Dettagli

ELENCO LIBRI BIBLIOTECA MAGISTRALE PLESSO TRENTO TRIESTE AULA DEURE

ELENCO LIBRI BIBLIOTECA MAGISTRALE PLESSO TRENTO TRIESTE AULA DEURE ELENCO LIBRI BIBLIOTECA MAGISTRALE PLESSO TRENTO TRIESTE AULA DEURE ANNO SCOLASTICO 2013/2014 1 ITALIANO TITOLO AUTORE CASA EDITRICE L italiano per modo di dire. G. APRILE ALMA Esercizi su espressioni,

Dettagli

Cicli abilitativi intensivi e interventi di rete a favore di minori con disturbi dell apprendimento o problemi comportamentali

Cicli abilitativi intensivi e interventi di rete a favore di minori con disturbi dell apprendimento o problemi comportamentali IL SEME Cooperativa Sociale ONLUS Sede Legale e Amministrativa: Via Bari n. 6/8 21010 CARDANO al CAMPO (VA) Tel: 0331 733087 - Fax: 0331 733745 e-mail: ilseme.cardano@tin.it - http://www.ilsemeonlus.it/

Dettagli

Parliamo di... DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

Parliamo di... DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Secondo recenti ricerche, si calcola che i DSA coinvolgano in Italia il 4% della popolazione scolastica. Spesso, però, i disturbi specifici di apprendimento non sono

Dettagli

Organizzare e gestire l intervento a scuola: dalla rilevazione dei casi all intervento didattico

Organizzare e gestire l intervento a scuola: dalla rilevazione dei casi all intervento didattico 1 CORTINA D AMPEZZO 20.03.2010 Dislessia? No problem! Organizzare e gestire l intervento a scuola: dalla rilevazione dei casi all intervento didattico Docente specializzata per il sostegno Responsabile

Dettagli

(lo sviluppo del linguaggio nei bambini in età prescolare)

(lo sviluppo del linguaggio nei bambini in età prescolare) Istituto di Riabilitazione ANGELO CUSTODE PARLARE E CONTARE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA (lo sviluppo del linguaggio nei bambini in età prescolare) Dott.ssa Liana Belloni Dott.ssa Claudia Fucili Dott.ssa

Dettagli

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO

SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO SVILUPPO DEL LINGUAGGIO NEL BAMBINO L.Carretti-logopedista- HSA - Como 1 1 2 L.Carretti-logopedista- HSA 2 - Como 3 L.Carretti-logopedista- HSA 3 - Como 4 L.Carretti-logopedista- HSA 4 - Como L.Carretti-logopedista-

Dettagli

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013

dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 dai D.S.A. ai B.E.S. 3-10-2013 DSA - disturbi specifici dell apprendimento L apprendimento Ciascun allievo impara in maniera diversa, ognuno con un proprio stile di apprendimento. L insegnamento deve tener

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE

CURRICULUM FORMATIVO PROFESSIONALE C.E.R.A.L. Studio di Consulenza Neuropsichiatrica Psicologica Logopedica Psicopedagogica per età evolutiva e adulta. Studio di formazione ed informazione per genitori, insegnanti, professionisti e aziende.

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Via C. Pino N 24 98040 Venetico (ME) Telefono 328-7324131 Fax E-mail Grosso.Rosa@alice.it Nazionalità

Dettagli

LUCIANA VENTRIGLIA Docente specializzata in pedagogia clinica Perfezionamento sul lavoro clinico nelle difficoltà di apprendimento FORMATORE AID

LUCIANA VENTRIGLIA Docente specializzata in pedagogia clinica Perfezionamento sul lavoro clinico nelle difficoltà di apprendimento FORMATORE AID RILEVAZIONE DEI PRECURSORI CRITICI DELL APPRENDIMENTO E OSSERVAZIONE DELLE PRESTAZIONI ATIPICHE. DALLA SCUOLA DELL INFANZIA ALLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO LUCIANA VENTRIGLIA Docente specializzata

Dettagli

Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA

Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA Presentazione e uso degli strumenti informatici per la didattica inclusiva per i DSA Dott.ssa Daniela Arnesano Psicologa con Master di 2 livello in Psicopatologia dell Apprendimento Coordinatore regionale

Dettagli

PROFESSIONE DOCENTE GUIDA ALLE AVVERTENZE AI PROGRAMMI D ESAME

PROFESSIONE DOCENTE GUIDA ALLE AVVERTENZE AI PROGRAMMI D ESAME P. CATTANEO / A. DE ANGELIS / M. GUASTAVIGNA E. MAROTTA / G. MORELLO / A.TOSOLINI PROFESSIONE DOCENTE GUIDA ALLE AVVERTENZE AI PROGRAMMI D ESAME I REQUISITI CULTURALI E PROFESSIONALI INDISPENSABILI ALL

Dettagli

Il questionario «Io e la mia mente»: standardizzazione di uno strumento per la valutazione delle abilità metacognitive

Il questionario «Io e la mia mente»: standardizzazione di uno strumento per la valutazione delle abilità metacognitive RICERCHE E PROPOSTE ITALIANE Il questionario «Io e la mia mente»: standardizzazione di uno strumento per la valutazione delle abilità metacognitive GIANNA FRISO SILVIA DRUSI CESARE CORNOLDI Dipartimento

Dettagli

Profilo delle diverse tipologie di BES

Profilo delle diverse tipologie di BES Profilo delle diverse tipologie di BES Con la Direttiva Ministeriale del 27 dicembre 2012 e la CM n. 8 del 6 marzo 2013 che ha per oggetto l attuazione della direttiva Strumenti d intervento per alunni

Dettagli

CORSO DI PERFEZIONAMENTO ASSESSMENT E TRAINING COGNITIVO

CORSO DI PERFEZIONAMENTO ASSESSMENT E TRAINING COGNITIVO 1 FACOLTÀ DI PSICOLOGIA SPAEE Servizio di Psicologia dell Apprendimento e dell Educazione LABORATORIO DI PSICOLOGIA COGNITIVA FORMAZIONE PERMANENTE in collaborazione con Associazione La Nostra Famiglia

Dettagli

STEFANIA SANTORO CURRICULUM VITAE. SANTORO Stefania. (+ 39) 346.7520580 (lavoro) stefania.santoro76@gmail.com

STEFANIA SANTORO CURRICULUM VITAE. SANTORO Stefania. (+ 39) 346.7520580 (lavoro) stefania.santoro76@gmail.com La sottoscritta, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni, consapevole del fatto che, in caso di falsità in atti e mendaci dichiarazioni, verranno

Dettagli

ALUNNI CON BES! BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI! Indicazioni operative per promuovere l inclusione scolastica sulla base della normativa vigente

ALUNNI CON BES! BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI! Indicazioni operative per promuovere l inclusione scolastica sulla base della normativa vigente ALUNNI CON BES BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI Indicazioni operative per promuovere l inclusione scolastica sulla base della normativa vigente Docente: Dott.ssa Cristina Elefante (insegnante, pedagogista) NUOVE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014-2015 V Edizione NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA Il Master è organizzato dall Università LUMSA in convenzione con il Consorzio Universitario Humanitas

Dettagli

Variabile Ecologica Costrutto teorico Strumento / Unità di Misura

Variabile Ecologica Costrutto teorico Strumento / Unità di Misura La Matrice Ecologica a Scuola: utilizzo estensivo dell ICF CY per la definizione degli Obiettivi di Miglioramento della Qualità di Vita a Scuola e la Pianificazione Educativa Personalizzata Luoghi della

Dettagli

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: DIAGNOSI E INTERVENTO IN AMBITO SCOLASTICO

DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: DIAGNOSI E INTERVENTO IN AMBITO SCOLASTICO DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO: DIAGNOSI E INTERVENTO IN AMBITO SCOLASTICO «Figlio della borghesia di stato, cresciuto in una famiglia affettuosa, senza conflitti, circondato da adulti responsabili

Dettagli

La Legge 170/2010, le Linee guida sui D.S.A. e i piani didattici personalizzati

La Legge 170/2010, le Linee guida sui D.S.A. e i piani didattici personalizzati Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze della Formazione Piano di formazione per docenti delle scuole di ogni ordine e grado (a.s. 2011/2012) La Legge 170/2010, le Linee guida sui D.S.A. e

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA 2015/16

OFFERTA FORMATIVA 2015/16 SERVIZIO DI PSICOLOGIA DELL APPRENDIMENTO E DELL EDUCAZIONE IN ETÀ EVOLUTIVA UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO OFFERTA FORMATIVA 2015/16 www.spaee.it Sede di Milano via Nirone, 15 20123 Milano

Dettagli

Progettare esperienze per generare competenze

Progettare esperienze per generare competenze Progettare esperienze per generare competenze L insegnamento della matematica nella prospettiva della ricerca-azione Ins. Facondina Salvatore Premessa (dalle Nuove Indicazioni) Obiettivo della scuola è

Dettagli

Sesso Femminile Data di nascita 02/02/1973 Nazionalità Italiana. Direttore sanitario, Psicologo, Psicoterapeuta

Sesso Femminile Data di nascita 02/02/1973 Nazionalità Italiana. Direttore sanitario, Psicologo, Psicoterapeuta Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Chiara Della Betta via Cupa 7/c, 61020 Montecchio di Sant'Angelo in Lizzola chiara.dellabetta@studioamaltea.it www.studioamaltea.it www.centroamalteaonline.org https://www.facebook.com/chiara.dellabetta

Dettagli

gruppo INFANZIA NON UNO DI MENO A.S. 2014-2015 NON UNO DI MENO

gruppo INFANZIA NON UNO DI MENO A.S. 2014-2015 NON UNO DI MENO CIDITORINO, A.S. 2014-15 FORMAZIONE PER INSEGNANTI DELLA SCUOLA DELL INFANZIA NON UNO DI MENO Scaletta incontri 1 incontro Presentazione dei partecipanti Ricognizione aspettative dei partecipanti Lavoro

Dettagli

Cesare Cornoldi Università degli Studi di Padova, Presidente. 9.30-10.15 Caratteristiche del problema e storia dei bambini con i DSA

Cesare Cornoldi Università degli Studi di Padova, Presidente. 9.30-10.15 Caratteristiche del problema e storia dei bambini con i DSA Cesare Cornoldi Università degli Studi di Padova, Presidente Nazionale AIRIPA 9.30-10.15 Caratteristiche del problema e storia dei bambini con i DSA Difficoltà a scuola In tutto il mondo, moltissime famiglie

Dettagli

software Livello_consi gliato Tipo software per favorire l'acquisizione dei concetti di 1 Al supermercato Anastasis 1999 logica

software Livello_consi gliato Tipo software per favorire l'acquisizione dei concetti di 1 Al supermercato Anastasis 1999 logica Software Titolo NomeEditore Anno Area_cognitiva Argomento Livello_consi gliato Tipo software per favorire l'acquisizione dei concetti di 1 Al supermercato Anastasis 1999 logica classificazione, ordinamento,

Dettagli

I DISTURBI SPECIFICI DI LINGUAGGIO (DSL)

I DISTURBI SPECIFICI DI LINGUAGGIO (DSL) I DISTURBI SPECIFICI DI LINGUAGGIO (DSL) Premessa La tutela della Salute materno- infantile e la riabilitazione in età evolutiva, ha valenza strategica nei sistemi sanitari, sia per le ripercussioni sul

Dettagli

Dislessia. CITTA DI TORINO Divisione Servizi Educativi. Bibliografia a cura della Biblioteca Pedagogica. Pubblicazione del 2007

Dislessia. CITTA DI TORINO Divisione Servizi Educativi. Bibliografia a cura della Biblioteca Pedagogica. Pubblicazione del 2007 CITTA DI TORINO Divisione Servizi Educativi Dislessia Bibliografia a cura della Biblioteca Pedagogica Pubblicazione del 2007 Torino, Città Educativa Difficoltà di lettura nella scuola media : percorsi

Dettagli

SEMINARIO Imparare a pensare e a comunicare: alcuni nodi dell educazione linguistica

SEMINARIO Imparare a pensare e a comunicare: alcuni nodi dell educazione linguistica S.L.I. (Società di linguistica italiana) G.I.S.C.E.L. Lombardia (Gruppi di Intervento e Studio nel Campo dell Educazione Linguistica) SEMINARIO Imparare a pensare e a comunicare: alcuni nodi dell educazione

Dettagli

Ins.Fiorella Dellasera

Ins.Fiorella Dellasera I bambini che si avvicinano alla lettoscrittura in una prima elementare, sono fra loro molto eterogenei e l apprendimento successivo sarà notevolmente influenzato da: Abilità di base Metodologia utilizzata

Dettagli

Come leggere una diagnosi per la stesura del Piano Didattico Personalizzato

Come leggere una diagnosi per la stesura del Piano Didattico Personalizzato Come leggere una diagnosi per la stesura del Piano Didattico Personalizzato Maristella Scorza Università di Modena e Reggio Emilia maristella.scorza@unimore.it Protocollo Diagnostico La segnalazione La

Dettagli

Prot. n. 2807/B15 Lainate, 19.09.2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO DA AVVISO

Prot. n. 2807/B15 Lainate, 19.09.2013 IL DIRIGENTE SCOLASTICO DA AVVISO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA LAMARMORA LAINATE Via Lamarmora 20020 Lainate (MI) Tel 029371716 Fax 0293572010 Cod. MPI MIIC8BC004 CF 93528430155 e-mail: ellam@tiscali.it PEC: miic8bc004@pec.istruzione.it

Dettagli