CATALOGO Dal 1980 la qualità italiana nei trattamenti per l acqua LE SOLUZIONI PIÙ SEMPLICI, SICURE ED EFFICACI PER TRATTARE BENE L'ACQUA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO 2015. Dal 1980 la qualità italiana nei trattamenti per l acqua LE SOLUZIONI PIÙ SEMPLICI, SICURE ED EFFICACI PER TRATTARE BENE L'ACQUA"

Transcript

1 IDRACLEAN Dal 1980 la qualità italiana nei trattamenti per l acqua PULIZIA, PROTEZIONE E SANIFICAZIONE IMPIANTI TERMICI CIVILI IDRATERM CATALOGO 2015 IDRAFOS LE SOLUZIONI PIÙ SEMPLICI, SICURE ED EFFICACI PER TRATTARE BENE L'ACQUA IDRASOLAR

2 PER EVITARE GLI SPRECHI ENERGETICI NEGLI IMPIANTI TERMICI QUALSIASI TIPO DI ACQUA, PRELEVATA IN QUALSIASI PARTE DEL MONDO, DURA O ADDOLCITA, IN UN CIRCUITO TERMICO CORRODE e INCROSTA. L acqua messa in un contenitore con scaglie di ferro, alluminio e rame in poche settimane forma ossidi metallici. Negli impianti a bassa temperatura si sviluppano colonie batteriche e biomasse. Le corrosioni avvengono sui metalli nell impianto. Le incrostazioni avvengono dove c è l aumento della temperatura (in caldaia). Nell impianto si formano melme e depositi (anche più di 1 kg all anno in 100 litri di acqua). In presenza di alluminio si forma gas. Negli impianti a bassa temperatura si sviluppano anche colonie batteriche. LA CALDAIA "SUBISCE I PROBLEMI CAUSATI DALL ACQUA DELL IMPIANTO LA MAGGIOR PARTE DELLE ROTTURE E GLI SPRECHI ENERGETICI IN UNA CALDAIA DIPENDONO DALL ACQUA. PER PULIRE BENE GLI IMPIANTI ED EVITARE CHE SI RIFORMINO INCROSTAZIONI OCCORRE USARE PRODOTTI CHIMICI EFFICACI E SICURI. 2

3 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO NORME TECNICHE COME TRATTARE L ACQUA NEL RISPETTO DEL D.P.R. n 74/2013 IMPIANTO DI RISCALDAMENTO FINO A 100 KW MENTO Il LAVAGGIO FINO A 100 DELL IMPIANTO KW è raccomandato in tutti gli impianti NUOVI o MODIFICATI o con SOSTITUZIONE del generatore o dove risulta necessario (presenza di ferro superiore a 0,5 p.p.m.). * Il ph dell acqua deve essere sempre maggiore di 7 e minore di 8 in presenza di alluminio e leghe leggere. CARATTERISTICHE DELL ACQUA Durezza totale da 15 a 35 F Durezza totale superiore ai 35 F TRATTAMENTI OBBLIGATORI CONDIZIONANTI CHIMICI Condizionante chimico protettivo Impianto alta temperatura IDRATERM P100 Impianto bassa temperatura (pannelli radianti): IDRATERM P140 o IDRATERM P Condizionante chimico protettivo Impianto alta temperatura: IDRATERM P100 Impianto bassa temperatura (pannelli radianti): IDRATERM P140 o IDRATERM P TRATTAMENTI OBBLIGATORI APPARECCHIATURE Filtrazione Addolcitore NEW STAR Per evitare l installazione dell addolcitore e per evitare la formazione di incrostazioni da sali di calcio introdurre IDRATERM 200 Filtrazione Addolcitore NEW STAR IMPIANTO DI RISCALDAMENTO SOPRA I 100 KW Il LAVAGGIO DELL IMPIANTO è raccomandato in tutti gli impianti NUOVI o MODIFICATI o con SOSTITUZIONE del generatore o dove risulta necessario (presenza di ferro superiore a 0,5 p.p.m.). * Il ph dell acqua deve essere sempre maggiore di 7 e minore di 8 in presenza di alluminio e leghe leggere. CARATTERISTICHE DELL ACQUA Durezza totale superiore ai 15 F TRATTAMENTI OBBLIGATORI CONDIZIONANTI CHIMICI Condizionante chimico protettivo Impianto alta temperatura: IDRATERM P100 Impianto bassa temperatura (pannelli radianti): IDRATERM P140 o IDRATERM P TRATTAMENTI OBBLIGATORI APPARECCHIATURE Filtrazione Addolcitore (NEW STAR) COSA PREVEDE LA NORMA UNI 8065 PER GLI IMPIANTI TERMICI CIVILI 5.5 RISANAMENTO IMPIANTI I trattamenti elencati hanno lo scopo di mantenere l acqua negli impianti nelle condizioni ottimali di esercizio In caso contrario, va previsto un preliminare trattamento specifico di risanamento da parte di personale specializzato. 6.1 IMPIANTI DI RISCALDAMENTO AD ACQUA CALDA TRATTAMENTI PRESCRITTI Per tutti gli impianti è necessario prevedere un condizionamento chimico CARATTERISTICHE DELL ACQUA DI RIEMPIMENTO E RABBOCCO Aspetto: limpido / Durezza totale: minore di 15 F *in impianti sotto i 100 kw, se l acqua ha una durezza inferiore a 35 F, l addolcitore può essere sostituito da un idoneo prodotto antincrostante CARATTERISTICHE DELL ACQUA DEL CIRCUITO Aspetto: possibilmente limpida / ph: maggiore di 7 (con radiatori ed elementi di alluminio o leghe leggere il ph deve essere anche minore di 8). / Condizionanti: presente entro le concentrazioni indicate dal fornitore. / Ferro (come Fe): minore di 0,5 ppm (valori più elevati di ferro sono dovuti a fenomeni corrosivi da eliminare) / Rame (come Cu): minore di 0,1 ppm (valori più elevati sono dovuti a fenomeni corrosivi da eliminare). 3

4 IDRATERM...e sei al sicuro fino a 5 anni! LA MIGLIOR PROTEZIONE PER QUALSIASI TIPO DI IMPIANTO TERMICO I protettivi IDRATERM sono: semplici da controllare proteggono gli impianti fino a 5 anni non modificano il ph naturale dell acqua quando si esauriscono, possono essere reintegrati senza vuotare l impianto fanno risparmiare combustibile IDRATERM P100 IDRATERM P140 IDRACLEAN CALDAIA IDRACLEAN F900 Ventilconvettori IDRATERM 200 IDRATERM 280 Caldaia IDRATERM 500 Pompa di calore Geotermia IDRATERM G. ECO Radiatori IDRATERM 400 IDRATERM 240 Impianto a pavimento IDRATERM 415 IDRATERM 700 I prodotti IDRATERM possono essere usati in tutti i tipi di impianti 4

5 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PROTEZIONE IDRATERM P100 evita i fenomeni corrosivi causati dall acqua su tutti i metalli (acciaio - rame - alluminio); previene le incrostazioni e la formazione di gas; stabilizza il ph a un valore neutro. Protettivo per impianti ad alta temperatura o di condizionamento IDRATERM P100 Il prodotto contiene specifici protettivi per l alluminio e antincrostanti per il calcare per acque con durezza massima di 25 F. Per durezze superiori, in impianti con grande contenuto d acqua, aggiungere IDRATERM 200. Utilizzo: il prodotto va aggiunto nella quantità da 0,5 a 1 kg ogni 100 litri di acqua presente nell impianto. Il dosaggio allo 0,5% garantisce una protezione totale almeno per 2 anni; all 1% fino a 5 anni alle normali condizioni di esercizio. Verificare ogni anno e dopo ogni applicazione la presenza della giusta quantità di protettivo con l apposito TEST KIT. Confezioni: bottiglie da 1 kg - taniche da 5 kg o 27 kg. IDRATERM P140 evita i fenomeni corrosivi causati dall acqua su tutti i metalli (acciaio - rame - alluminio); previene le incrostazioni e la formazione di gas; limita la crescita di colonie batteriche; stabilizza il ph a un valore neutro. Protettivo per impianti ad alta e bassa temperatura (pannelli radianti) IDRATERM P140 Il prodotto contiene antincrostanti per il calcare per acque aventi una durezza massima di 25 F. Per durezze superiori, in impianti con grande contenuto d acqua, aggiungere IDRATERM 200. Utilizzo: il prodotto va aggiunto nella quantità da 3 a 5 kg ogni 100 litri di acqua presente nell impianto. Il dosaggio al 3% garantisce una protezione totale almeno per 2 anni; al 5% fino a 5 anni alle normali condizioni di esercizio. Verificare ogni anno e dopo ogni applicazione la quantità di protettivo presente e l assenza di carica batterica con l apposito TEST CULT. Confezioni: taniche da 5 kg o 27 kg. 5

6 LA PROTEZIONE DAL GELO NEGLI IMPIANTI TERMICI NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO O DI CONDIZIONAMENTO, A VOLTE, C È LA NECESSITÀ DI PROTEGGERE DAL GELO Il prodotto che viene comunemente usato è il glicole; sul mercato sono disponibili: il glicole etilenico (nocivo per ingestione; non può essere scaricato in fognatura) il glicole propilenico (atossico). L utilizzo di soluzioni acqua e glicole richiede però degli accorgimenti, in quanto la soluzione è instabile perché i glicoli tendono naturalmente a degradarsi, per reazione con l ossigeno presente, formando degli acidi. La formazione di questi acidi conduce ad un abbassamento del ph e quindi favorisce i fenomeni corrosivi. CH2 OHOH2 OH CH2 OHCOOH + CHOOH glicole etilenico acido glicolico acido formico CH3 CH2 OHOH2OH CH3 CH2 OHCOOH + CHCOOH glicole propilenico acido lattico acido acetico La problematica è accentuata dall alta temperatura, che porta alla rottura delle molecole di glicole, che si rendono quindi ancor più disponibili alle reazioni con l ossigeno. IN POCHE DECINE DI SETTIMANE IL GLICOLE SENZA ADEGUATI PROTETTIVI DIVENTA ACIDO GRAFICO: Degradazione del glicole e variazione del ph. N.B.: Il nostro glicole è atossico e non deve essere sostituito ogni due o tre anni ma bisogna reintegrare il glicole o il protettivo all'occorrenza (normalmente dopo 5 anni). I prodotti IDRATERM sono formulati ad un ph tra 7 e 8, contengono specifici inibitori di corrosione per tutti i metalli, inibitori dell ossigeno e battericidi. Questo garantisce che non si possano sviluppare fenomeni corrosivi e incrostanti dovuti ad ossidi metallici o biomasse. I protettivi presenti nei prodotti IDRATERM sono controllabili con il TEST KIT IDRATERM P; quando al controllo annuale il protettivo risulterà insufficiente, basterà reintegrare il solo protettivo come in un normale impianto. Aggiungendo l IDRATERM P 100 se l impianto è ad alta temperatura o l IDRATERM P 140 se l impianto è a bassa temperatura (25-40 C) si eviterà la decomposizione del glicole lasciando inalterata la capacità di protezione al gelo, che va comunque verificata con un rifrattometro. QUESTE SOLUZIONI RISULTERANNO PIÙ SICURE E, NEGLI ANNI, MENO COSTOSE. 6

7 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PROTEZIONE IDRATERM 500 è glicole propilenico (atossico), con specifici inibitori di corrosione a ph neutro, per circuiti multi-metallici, ricircolati chiusi, caldi e/o freddi, idonei a prevenire gli attacchi corrosivi tipici delle soluzioni acqua/glicole, oltre a quelli tipici dell acqua. Idoneo anche per impianti con alluminio. Utilizzo: il prodotto va immesso nei circuiti puliti, non contenenti depositi organici o inorganici, quindi possibilmente nuovi o risanati. Il prodotto va miscelato in acqua (anche parzialmente), prima di essere immesso nel circuito, per avere una corretta diluizione in impianto. La protezione dal gelo sarà in funzione della percentuale del prodotto in acqua, come da tabella presente nella confezione. Consigliamo comunque di verificare la concentrazione del prodotto in impianto dopo almeno un ora di circolazione, o con densimetro, o con un rifrattometro specifico per l uso. Il protettivo presente nel prodotto può garantire, alle normali condizioni d uso, un adeguata protezione fino a 5 anni e manterrà inalterate le caratteristiche del glicole. Ogni anno vanno verificati: il grado di protezione al gelo e le quantità di protettivo residuo con il KIT IDRATERM P. In caso di necessità: reintegrare IDRATERM 500 o aggiungere il protettivo IDRATERM P100 o P140, per evitare i fenomeni corrosivi e/o la decomposizione del glicole. Confezioni: taniche da 5 kg o 25 kg. IDRATERM 545 è glicole propilenico (atossico) premiscelato per protezione fino a -25 C, con specifici inibitori di corrosione a ph neutro, per il riempimento dei circuiti termici. Idoneo anche per impianti con alluminio. Prodotto pronto all uso (già diluito). Utilizzo: il prodotto va immesso nei circuiti puliti, non contenenti depositi organici o inorganici, quindi possibilmente nuovi o risanati. La concentrazione del prodotto va controllata ogni anno (la protezione al gelo con il rifrattometro e il protettivo con l apposito test kit) ed eventualmente reintegrato. Il prodotto deve essere introdotto direttamente nell impianto avendo cura di verificare che il circuito sia perfettamente pieno. Il protettivo presente nel prodotto può garantire, alle normali condizioni d uso, un adeguata protezione fino a 5 anni e manterrà inalterate le caratteristiche del glicole. In caso di mancanza del protettivo aggiungere IDRATERM P100 o P140, per evitare i fenomeni corrosivi e/o la decomposizione del glicole. Confezioni: taniche da 5 kg e 25 kg. IDRATERM G.ECO Antigelo ecologico (glicole propilenico atossico) specifico per impianti geotermici, con protettivi antincrostanti e anticorrosivi. Il prodotto non contiene fosfati, metalli, nitriti e ammine. Utilizzo: il prodotto va immesso in un punto qualsiasi dell impianto. Contiene uno speciale pacchetto di inibitori di corrosione polimeri disperdenti e antincrostanti, che proteggono i circuiti in materiale ferroso, rame o sue leghe, dagli attacchi acidi tipici dei sistemi contenenti soluzioni glicolate ed evita le incrostazioni calcaree. La protezione anticorrosiva si mantiene fino a quando il ph rimane sopra a 8. Quando il ph scende al di sotto di questo valore reintegrare il prodotto o sostituire completamente la soluzione. Prima di immettere il prodotto in un impianto si raccomanda di pulire il circuito con il prodotto IDRATERM più indicato. Diluire il prodotto dal 20 al 30% (non scendere mai al di sotto del 20%) e controllare annualmente il grado di protezione dal gelo e reintegrare se necessario. Confezioni: taniche da 25 kg. 7

8 IDRATERM LA PIÙ EFFICACE PULIZIA PER QUALSIASI TIPO DI IMPIANTO TERMICO Rispetto ai migliori prodotti presenti sul mercato IDRATERM consente di : portare in sospensione fino al doppio di quantità di ossidi metallici mantenere in sospensione per tempi molto più lunghi lo sporco rimosso anche senza agitazione Ferro disperso Rame disperso Fe Cu IDRATERM 240 Concorrenza 1 Concorrenza 2 tempo (min) tempo (min) Ossido sedimentato Ossido sedimentato (%) tempo (min) LA GAMMA DI PRODOTTI PIÙ COMPLETA PRESENTE SUL MERCATO, CHE CONSENTE DI INTERVENIRE CON PRODOTTI SPECIFICI PER OGNI ESIGENZA: CON SEMPLICITÀ: è sufficiente lasciare circolare i prodotti nell impianto CON I TEMPI DISPONIBILI: in fretta (2 ore con l IDRAFLOW); con calma (fino a un mese con il circolatore dell impianto) CON IL GIUSTO DOSAGGIO: con il conducimetro è possibile verificare la concentrazione dei prodotti IDRATERM 240 e 280 IN QUALSIASI MOMENTO: possono essere usati a caldo e a freddo CON QUALSIASI TIPO DI IMPIANTO: prodotti specifici per alta e/o bassa temperatura CON LA MASSIMA SICUREZZA: non modificano il ph naturale dell acqua, quindi non intaccano mai nessun tipo di metallo o materiale plastico L'USO DEI TRATTAMENTI DI PULIZIA È PRESCRITTO DALLE NORME TECNICHE UNA BUONA PULIZIA DELL'IMPIANTO EVITA L'INTASAMENTO E LA ROTTURA DI: scambiatori, circolatori, detentori, contabilizzatori ecc.. 8

9 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PULIZIA L IMPORTANZA DELLA PULIZIA DEGLI IMPIANTI Pulire un impianto in esercizio da più anni vuol dire ripristinare un corretto scambio termico, una circolazione ottimale, quindi ridurre i consumi energetici. Installare una nuova caldaia su un impianto senza aver effettuato una corretta pulizia può causare problemi di funzionamento anche in poco tempo. COME AGISCONO I PRODOTTI IDRATERM PER LA PULIZIA DEGLI IMPIANTI I prodotti di pulizia IDRATERM agiscono sugli ossidi di ferro e le melme, con la semplice circolazione dell acqua, anche non in continuo, disperdono i depositi e mantengono in sospensione le particelle rimosse. Ciò permette la facile eliminazione dello sporco scaricando e risciacquando bene il circuito. IDRATERM 415 (o IDRATERM ) PER LA PULIZIA DEGLI IMPIANTI A PAVIMENTO O A PANNELLI RADIANTI Il problema negli impianti radianti a bassa temperatura è la crescita di colonie batteriche che formano biomasse, le quali si sviluppano soprattutto alla temperatura tra i 25 e i 40 C. Il problema non è causato solo dalla loro crescita nelle tubazioni, ma soprattutto dai batteri presenti nell acqua che quando arrivano in caldaia a temperature superiori a 50 C muoiono e si attaccano alle pareti dello scambiatore, causando incrostazioni. IDRATERM 415 o sono prodotti specifici per affrontare questa problematica, in quanto contengono biocidi con biodisperdenti che consentono di uccidere e rimuovere le forme batteriche e le biomasse. Con il TEST CULT sarà possibile verificare l efficacia della pulizia. AL TERMINE DI OGNI PULIZIA SARÀ FONDAMENTALE EFFETTUARE UN RISCIACQUO ACCURATO PER PORTARE FUORI DALL IMPIANTO TUTTO LO SPORCO RIMOSSO. L uso del gruppo di lavaggio IDRAFLOW consente di ridurre i tempi di lavaggio e risciacquo. L efficacia dei prodotti IDRATERM dipende dal giusto tempo di circolazione nell impianto e dalla giusta concentrazione. I tempi di permanenza non devono superare i 30 giorni, dosaggi inferiori a quanto indicato non consentono di ottenere risultati apprezzabili. Eventuali sovradosaggi non comportano problemi. 9

10 IDRATERM 400 è un formulato per la pulizia degli impianti nuovi di riscaldamento e/o di condizionamento. Rimuove gli ossidi metallici presenti nei radiatori e nelle tubazioni, portandoli in sospensione nell acqua permettendone la rimozione attraverso il risciacquo. Il prodotto non modifica il ph, non contiene E.D.T.A. e non ha alcun effetto corrosivo su nessun metallo e sulle materie plastiche. Non contiene sostanze tossiche o nocive. Utilizzo: il prodotto va immesso nell impianto nella quantità di 1 kg ogni 100 litri di acqua presente e fatto circolare per un minimo di 2 ore con una pompa esterna (IDRAFLOW), o può anche essere fatto circolare con la pompa della caldaia, anche a caldo, per almeno 3 giorni. L impianto va comunque risciacquato bene entro un mese fino ad ottenere un acqua limpida e poi riempito con acqua trattata con il protettivo IDRATERM P100 per evitare corrosioni e sprechi energetici. Confezioni: bottiglie da 1 kg - taniche da 5 kg. IDRATERM 240 è uno specifico formulato idoneo a rimuovere dagli impianti vecchi le melme e gli ossidi metallici che determinano una limitazione di circolazione e/o una riduzione di scambio termico. Utilizzo: il prodotto va immesso nell impianto nella quantità da 3 a 5 kg ogni 100 litri di acqua presente, in funzione della quantità di sporco presente, e fatto circolare per un minimo di 2 ore con una pompa esterna (IDRAFLOW), o può essere fatto circolare con la pompa della caldaia, anche a caldo, per almeno 3 giorni. L impianto va comunque risciacquato bene entro un mese, fino ad ottenere un acqua limpida e poi riempito con acqua trattata con il protettivo IDRATERM P100 per evitare corrosioni e sprechi energetici. Il prodotto non modifica sostanzialmente il ph, non contiene E.D.T.A. e non ha alcun effetto corrosivo su nessun metallo e sulle materie plastiche. Non contiene sostanze tossiche o nocive. Metodo di controllo del dosaggio: al 3% la conducibilità aumenta* di circa 1500 micro/s cm; al 5% la conducibilità aumenta* di circa 2500 micro/s cm. * rispetto al valore rilevato dell acqua di rete. Confezioni: taniche da 5 kg e 27 kg. IDRATERM 280 è uno specifico formulato idoneo a rimuovere le incrostazioni di ferro misto anche a calcare nella caldaia, le melme, le scaglie e gli ossidi metallici dagli impianti vecchi, che determinano una limitazione di circolazione e/o una riduzione di scambio termico. L uso è consigliato per ripristinare le corrette condizioni di scambio termico negli impianti di riscaldamento e di climatizzazione. Il prodotto non modifica il ph, non contiene E.D.T.A. e non ha alcun effetto corrosivo sui metalli e sulle materie plastiche. Non contiene sostanze tossiche o nocive. Utilizzo: il prodotto va immesso nell impianto nella quantità da 5 a 10 kg ogni 100 litri di acqua presente, in funzione della quantità di sporco presente, e fatto circolare con la pompa della caldaia, a caldo o a freddo, per almeno 3 giorni. L impianto va comunque risciacquato bene entro un mese, fino ad ottenere un acqua limpida e poi riempito con acqua trattata con il protettivo IDRATERM P100 per evitare corrosioni e sprechi energetici. Metodo di controllo del dosaggio: al 5% la conducibilità aumenta* di circa 5000 micro/s cm; al 10% la conducibilità aumenta* di circa 8000 micro/s cm. * rispetto al valore rilevato dell acqua di rete. Confezioni: taniche da 5 kg e 27 kg. 10

11 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PULIZIA IDRATERM 415 è un formulato idoneo a rimuovere le biomasse e gli ossidi metallici all interno degli impianti di riscaldamento a bassa temperatura anche con scalda salviette. Contiene biocidi specifici e disperdenti in grado di eliminare a fondo ogni deposito di natura batterica ed eventuale presenza anche di ossidi metallici. Il prodotto non modifica sostanzialmente il ph e, alle condizioni d uso, non ha alcun effetto corrosivo sui metalli e sulle materie plastiche. Utilizzo: il prodotto va aggiunto nella quantità di 5 kg ogni 100 litri di acqua presente e va fatto circolare per almeno 3 giorni con il circolatore della caldaia o almeno 2 ore con pompa esterna (IDRAFLOW). L impianto va comunque risciacquato bene entro un mese e fino ad ottenere un acqua limpida e poi riempito con acqua trattata con il protettivo IDRATERM P140 per evitare corrosioni, crescite batteriche e sprechi energetici. Dopo ogni applicazione verificare il risultato con l apposito TEST CULT. Confezioni: taniche da 5 kg e 27 kg. IDRATERM 700 è un battericida, biocida con biodisperdenti, idoneo a prevenire e/o rimuovere colonie batteriche e biomasse negli impianti di riscaldamento e/o di climatizzazione, con sistemi radianti a bassa temperatura. Il prodotto trova applicazione nella pulizia di impianti misti con radiatori e con pannelli radianti a bassa temperatura, perché può essere immesso nell impianto abbinato con IDRATERM 240 o 280, per rimuovere, con la stessa operazione (contemporaneamente), sia le biomasse, che le melme e gli ossidi metallici presenti nell intero impianto. Utilizzo: il prodotto va sempre usato abbinato con IDRATERM 240 o 280 per la pulizia di impianti misti ad alta e bassa temperatura dosato allo 0,5 1% in funzione dell entità del problema. Può inoltre essere usato abbinato a IDRATERM P 100, come protettivo antibatterico dosato allo 0,5% negli impianti misti ad alta e bassa temperatura o come integrativo, qualora ce ne fosse l esigenza, a trattamenti con IDRATERM P Il prodotto non va mai miscelato puro con gli altri prodotti, ma sempre immesso nel circuito in presenza degli altri prodotti IDRATERM. Dopo ogni applicazione verificare il risultato con l apposito TEST CULT. Il prodotto ha un ph neutro, non contiene sostanze ossidanti o composti cloro derivati. Confezioni: bottiglie da 1 kg taniche da 5 kg. IDRATERM 200 è un prodotto antincrostante e risanante per sali di calcio, ad effetto antirumore per i circuiti primari delle caldaie da riscaldamento. È un antincrostante polimerico, a ph neutro, che riesce sia ad effettuare la rimozione del deposito di carbonato di calcio (purché non dovuto a perdite), in pochi giorni di funzionamento dell impianto, sia ad evitare la sua precipitazione. La sua azione preventiva risulta particolarmente importante in acque ad elevata durezza. Utilizzo: il prodotto va immesso nell impianto nella quantità di 1 kg ogni 100 litri di acqua presente nell impianto, o al riempimento come prevenzione, o all occorrenza per la rimozione del deposito esistente. Il prodotto ha un effetto permanente e non deve essere scaricato. Confezioni: bottiglie da 1 kg taniche da 5 kg. 11

12 SCHEMA UTILIZZO PRODOTTI PER LA PULIZIA E LA PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI E DELLA CALDAIA IMPIANTI ESISTENTI A RADIATORI O VENTILCONVETTORI PROBLEMA PULIZIA PROTEZIONE Scarsa circolazione IDRATERM 240 IDRATERM P100 Caldaia rumorosa IDRACLEAN CALDAIA IDRATERM P100 Basso scambio termico oppure Pompa e/o scambiatori intasati IDRATERM 280 Caldaia rumorosa IDRACLEAN CALDAIA IDRATERM P100 Scarsa circolazione + IDRATERM 240 Radiatori freddi oppure IDRATERM 280 IMPIANTI ESISTENTI A BASSA TEMPERATURA (O MISTI, ANCHE CON RADIATORI) PROBLEMA PULIZIA PROTEZIONE Scarsa circolazione IDRATERM 415 IDRATERM P140 Basso scambio termico oppure oppure * possono essere utilizzati insieme * IDRATERM IDRATERM P100 + IDRATERM Caldaia rumorosa IDRATERM IDRATERM P140 Basso scambio termico * IDRATERM 280 oppure Scaglie di ferro oppure IDRATERM P100 + Scarsa circolazione * IDRATERM Radiatori freddi + IDRACLEAN CALDAIA VOLUMI INDICATIVI DI ACQUA PRESENTI NEGLI IMPIANTI 1 - IMPIANTO TRADIZIONALE (radiatori + tubazioni in rame o multistrato): 1 litro per 1 m 2 di superficie 2 - IMPIANTO A PAVIMENTO da 1 a 1,5 litri per 1 m 2 di superficie 3 - IMPIANTI TRADIZIONALI VECCHI (radiatori + tubazioni in ferro): 1,5-2 litri per 1 m 2 di superficie 4 - IMPIANTI A CIRCOLAZIONE NATURALE (anche EX): 2,5-3 litri per 1 m 2 di superficie Appartamento 100 m IMPIANTO TRADIZIONALE * * 2 - IMPIANTO A PAVIMENTO 3 - IMPIANTI TRADIZIONALI VECCHI 4 - IMPIANTI A CIRCOLAZIONE NATURALE 100 litri litri 150 litri litri Villetta a schiera 200 m 2 Casa singola m litri litri 300 litri litri 400 litri litri 600 litri litri 12

13 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO PULIZIA SCHEMA UTILIZZO PRODOTTI PER LA PULIZIA E LA PROTEZIONE DEL SOLO IMPIANTO IMPIANTI NUOVI A RADIATORI PULIZIA DOSAGGIO PROTEZIONE DOSAGGIO IDRATERM kg per 100 l di acqua IDRATERM P 100 0,5-1 kg per 100 l di acqua IMPIANTI VECCHI A RADIATORI PULIZIA DOSAGGIO PROTEZIONE DOSAGGIO IDRATERM kg per 100 l di acqua IDRATERM P 100 0,5-1 kg per 100 l di acqua IMPIANTI NUOVI O VECCHI A PAVIMENTO CON SCALDASALVIETTE PULIZIA IDRATERM 415 DOSAGGIO 5 kg per 100 l di acqua DOSAGGIO PROTEZIONE IDRATERM P 140 o IDRATERM P IMPIANTI NUOVI O VECCHI A PAVIMENTO E CON RADIATORI PULIZIA PROTEZIONE DOSAGGIO 3-5 kg per 100 l di acqua DOSAGGIO IDRATERM IDRATERM 700 3% + 1% IDRATERM P 140 o IDRATERM P kg per 100 l di acqua L'USO DEL CONDUCIMETRO SERVE A: controllare il corretto dosaggio dei prodotti IDRATERM 240 e 280 controllare se il risciacquo è avvenuto correttamente. La conducibilità dell'acqua nel circuito deve essere uguale o simile (max +100 micro/s cm) a quella dell'acqua di rete. CONDUCIMETRO cod. COND1 verificare che nell'acqua dell'impianto non siano già presenti altri condizionanti chimici (la conducibilità dell'acqua nel circuito non deve essere significativamente più alta di quella di rete) N.B.: NON IMMETTERE MAI UN PRODOTTO CHIMICO IN UN CIRCUITO DOVE È GIÀ PRESENTE UN ALTRO PRODOTTO. 13

14 IDRAFLOW...il massimo dell'efficacia! GRUPPO DI LAVAGGIO PER IMPIANTI TERMICI E RIEMPIMENTO IMPIANTI SOLARI IDRAFLOW 2 Controllo pressione Filtro in aspirazione Scarico serbatoio IDRAFLOW 2 CARATTERISTICHE: telaio in acciaio verniciato con ruote gonfiabili da 200 mm serbatoio da 30 litri con scarico di fondo e filtro in aspirazione elettropompa in acciaio inox manometro e valvole di intercettazione attacchi a bocchettone in ottone da ¾ per: mandata - ritorno, riempimento - scarico n. 4 tubazioni da 5 m in materiale plastico PN 6, con porta gomma in ottone potenza installata: 0,6 kw portata max: 80 l/min a 1 bar portata min: 10 l/min a 4,5 bar dimensioni max dell impianto: 400 litri Ruote da 200 mm Collettore ritorno-scarico Interno scarico serbatoio New IDRAFLOW 10 CARATTERISTICHE: telaio in acciaio verniciato con ruote gonfiabili da 200 mm serbatoio da 50 litri con scarico di fondo e filtro in aspirazione pompa in acciaio inox da 1,1 KW manometro e valvole di intercettazione attacchi mandata e ritorno da 1'' attacchi riempimento e scarico da 3/4'' portata max: 120 l/min a 2 bar portata min: 17 l/min a 5,5 bar dimensioni max dell impianto: litri ADAT Adattatore da applicare al posto del circolatore per collegare le tubazioni della pompa IDRAFLOW direttamente alla caldaia. 14

15 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO ACCESSORI PULIZIA IMPIANTO CON POMPA IDRAFLOW ritorno impianto acqua di rete scarico fognatura Y mandata impianto Lava un impianto FINO A 400 o 1000 litri di acqua! Facendo circolare i prodotti di pulizia IDRATERM con la pompa IDRAFLOW si rimuove lo sporco presente in un impianto IN SOLE 2 ORE. IDRAJET Contenitore da 2 o 6 litri pressurizzabile fino a 2,5 bar con tubazionee rubinetto, per il caricamento dei prodotti in impianto. DECAL: ADDOLCITORE PORTATILE PER IL RIEMPIMENTO DEI CIRCUITI TERMICI Realizzato con contenitore in acciaio inox e monovalvola per la rigenerazione manuale, completo di tubi di collegamento e valvole di intercettazione. modello dimensioni autonomia resine/litri rapportata alla durezza dell acqua DECAL 8 DECAL 12 Ø 180 x 440 H Ø 180 x 560 H 20 F F F OPTIONAL: contalitri da ½ a lettura diretta con scala di litri. 15

16 COME SI CONTROLLANO I PRODOTTI IDRATERM KIT IDRATERM P PER LA VERIFICA DEL GIUSTO QUANTITATIVO DI PROTETTIVO Per assicurare un efficiente programma di controllo delle corrosioni e delle incrostazioni negli impianti è necessario mantenere un adeguata concentrazione di protettivo all interno del circuito. La verifica della corretta concentrazione si fa con l apposito test kit IDRATERM P. La presenza di colorazione e la sua intensità ci indicheranno sia la presenza o meno del protettivo che la giusta concentrazione (il test è idoneo anche per la verifica dei prodotti SENTINEL X 100 e FERNOX F 1). TEST CULT PER IL CONTROLLO DELLA CARICA BATTERICA Per il controllo degli impianti a bassa temperatura. Indica il livello di crescita delle colonie batteriche (biomasse). a) b) c) N.B. L acqua per il controllo deve essere prelevata direttamente nel circuito a bassa temperatura (collettore di zona), dove l acqua non è andata oltre i 40 C. Test sviluppati che mostrano: a) stick nuovo b) media contaminazione batterica c) elevata contaminazione batterica ph-metro phc5 Strumento idoneo a controllare il valore del ph e della conducibilità RIFRATTOMETRO PER ANTIGELO Rifrattometro per il controllo della percentuale di antigelo presente nell'acqua e della temperatura di congelamento 16

17 RISCALDAMENTO E CONDIZIONAMENTO ACCESSORI IDRABAG Valigetta contenente i test di analisi acqua impianti tecnici per la verifica di: - Durezza - Protettivo - Ferro - Fosfati - ph - Carica Batterica IDRABAG 2 Valigetta con strumenti e kit per le analisi: - ph-metro e conducimetro portatile - Test KIT IDRATERM P - Kit durezza - Kit ferro - Kit fosfati - 5 Test Cult - Rifrattometro TEST KIT PER PROTETTIVI Test kit per il controllo dei protettivi IDRATERM P P TEST FERRO IN SOLUZIONE Test kit del ferro in soluzione per la verifica dei fenomeni corrosivi KIT DUREZZA IN F Kit durezza in F per verifica capacità incrostante TEST CULT PER CARICA BATTERICA Test cult per il controllo della carica batterica negli impianti a bassa temperatura (pavimento) CONDUCIMETRO COND1 PORTATILE DIGITALE (con soluzione STD) STRISCE INDICATRICI DI ph Per controllare istantaneamente il ph dell'acqua 17

18 La corrosione sui metalli (causata dalle condense acide), i residui della combustione (es. odorizzanti), le polveri sottili e altri inquinanti atmosferici creano incrostazioni tenaci sulle superfici metalliche delle camere di combustione che, con il calore della fiamma, si induriscono sempre più riducendo le sezioni di passaggio e lo scambio termico, perciò vanno rimosse ad ogni intervento di manutenzione, prima che sia troppo tardi. IDRACLEAN F 900 A e B PER DISGREGARE LE INCROSTAZIONI NELLE CAMERE DI COMBUSTIONE DELLE CALDAIE A CONDENSAZIONE IN ACCIAIO O LEGHE DI ALLUMINIO IDRACLEAN F900 A è un prodotto liquido per pulire le camere di combustione in acciaio e alluminio, da spruzzare sulle incrostazioni fino a bagnare completamente lo sporco e lasciare reagire per alcuni minuti (da 5 a 15), poi sciacquare e spazzolare. NUOVA FORMULAZIONE ANCORA PIÙ EFFICACE Confezioni: taniche da 10 kg - bottiglie da 1 kg PER RIDURRE GLI SPRECHI ENERGETICI DOVUTI ALLE INCROSTAZIONI NELLE CALDAIE I PROBLEMI DI PULIZIA DELLE CAMERE DI COMBUSTIONE NELLE CALDAIE A CONDENSAZIONE IDRACLEAN F900 B è un prodotto da applicare dopo IDRACLEAN F900 A, nelle caldaie in alluminio e all'occorrenza anche in quelle in acciaio, per passivare le superfici e favorire la fuoriuscita dei residui dal collettore di scarico delle condense. Lasciare reagire per alcuni minuti (5-10), poi risciacquare con acqua fino alla totale fuoriuscita dello sporco dal collettore di scarico della condensa. Attenzione: questo prodotto può danneggiare il materiale refrattario. Confezioni: taniche da 10 kg - bottiglie da 1 kg IDRACLEAN F900 A IDRACLEAN F900 B 18

19 RISCALDAMENTO PULIZIA CALDAIA I prodotti IDRACLEAN F900 vanno applicati, con lo scambiatore freddo, bagnando bene lo sporco con il prodotto uno per volta (prima F900A, poi F900B ), lasciati reagire per qualche minuto (da 5 a 15) e poi risciacquati (ad ogni applicazione) abbondantemente. Quando con una sola applicazione non si riesce a rimuovere tutto lo sporco ripetere l operazione, se rimangono ancora depositi, far funzionare per alcune ore il bruciatore e poi riverificare la situazione. N.B.: Per una questione di sicurezza non utilizzare mai i prodotti IDRACLEAN F900 con irroratori pressurizzabili. IDRANET A e B per l applicazione dei prodotti IDRACLEAN F900 A e B. Nebulizzatori con pompa a leva, ad azionamento manuale, con irroratore dotato di prolunga da 30cm, orientabile e a getto regolabile. Al primo utilizzo assicurarsi che la ghiera di regolazione del getto posta all'estremità della prolunga non sia troppo o completamente chiusa. Nel caso che la ghiera sia troppo avvitata, allentarla il più possibile per evitare di dover applicare una forza eccessiva sulla leva della pompa, perchè questo può portare alla rottura del perno, quindi dell'intera pompa. Al termine di ogni utilizzo chiudere la ghiera per evitare lo sgocciolamento del prodotto. Non invertire mai il tipo di prodotto nello stesso contenitore, utilizzare sempre: IDRACLEAN F900A con IDRANET A IDRACLEAN F900B con IDRANET B IDRANET A - IDRANET B Contenitore da 1 litro per spruzzare i prodotti IDRACLEAN F900 A e B 19

20 LA CORROSIONE DEI METALLI, LA PROLIFERAZIONE DI BATTERI E LE BIOMASSE SONO LA CAUSA DI INCROSTAZIONI NELLA CALDAIA CHE RIDUCONO LO SCAMBIO TERMICO, CREANDO RUMOROSITÀ E FORMAZIONE DI SCAGLIE. IDRACLEAN CALDAIA LA SOLUZIONE PIÙ SEMPLICE, SICURA ED EFFICACE (più di un acido corrosivo) CHE RIPRISTINA IL CORRETTO SCAMBIO TERMICO NELLE CALDAIE MURALI O A BASAMENTO CON BASSO CONTENUTO D ACQUA Una soluzione semplice ed efficace per eliminare la rumorosità, la mancanza di scambio termico e la presenza di scaglie all interno delle caldaie. Con poche ore di circolazione (almeno 2, ottimale 4, max 8) viene ripristinato il corretto scambio termico, anche nelle caldaie a condensazione con scambiatori della Giannoni France. Con la stessa operazione si puliscono tutti gli altri componenti della caldaia (scambiatore secondario valvola deviatrice circolatore ecc.) Controllando la temperatura dei fumi della caldaia (a parità di CO 2 ) prima e dopo l operazione potrete verificare il risultato. L uso del CLEANTANK limita la presenza dell operatore presso il cliente solo al tempo necessario agli allacci e riempimenti idraulici. IDRACLEAN CALDAIA è un prodotto appositamente formulato per la rimozione di incrostazioni da ossidi metallici, anche con presenza di calcare. La sua specifica formulazione consente di rimuovere più deposito che con un acido aggressivo. In una caldaia murale con 5 kg di IDRACLEAN CALDAIA, diluito con 7-10 litri di acqua, con 4 ore di circolazione si rimuove fino ad 1 kg di deposito. In presenza di quantità maggiori di deposito o di saturazione della soluzione può rendersi necessario un secondo lavaggio. Il prodotto va usato diluito in acqua dal 20 al 50%. Il prodotto non contiene E.D.T.A. e non ha alcun effetto corrosivo su nessun tipo di metallo e sulle materie plastiche. Non contiene sostanze tossiche o nocive. Confezioni: taniche da 5 kg e 27 kg. PULIZIA CALDAIA MURALE CON CLEANTANK Con 5 kg di prodotto miscelato in 10 litri di acqua, da una caldaia con modulo a condensazione della Giannoni France sono state rimosse tutte le incrostazioni (800 g) con 4 ore di circolazione. SENZA CLEANTANK - Per eliminare la rumorosità Immettere 1 kg di prodotto nella caldaia e far circolare (funzione "produzione acqua calda") per minuti, poi scaricare. In questo modo si rimuove dal 10 al 20% dello sporco e scompare la rumorosità della caldaia. IDRACLEAN CALDAIA CLEANTANK 20

pulizia e protezione Prodotti a ph neutro efficaci e sicuri per avere circuiti puliti e protetti

pulizia e protezione Prodotti a ph neutro efficaci e sicuri per avere circuiti puliti e protetti pulizia e protezione impianti termici E CALDAIE IDRATERM Prodotti a ph neutro efficaci e sicuri per avere circuiti puliti e protetti IDRACLEAN Prodotti specifici per riportare al massimo lo scambio termico

Dettagli

Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM IDRASOLAR

Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM IDRASOLAR Prodotti professionali per gli installatori di impianti di riscaldamento e condizionamento IDRATERM PROTEZIONE E PULIZIA PER IMPIANTI TERMICI IDRASOLAR ANTIGELO PREMISCELATO PER IL RIEMPIMENTO DEGLI IMPIANTI

Dettagli

IMPIANTI TERMICI CIVILI

IMPIANTI TERMICI CIVILI PULIZIA, SANIFICAZIONE E PROTEZIONE IMPIANTI TERMICI CIVILI IDRATERM IDRAFOS IDRACLEAN IDRASOLAR PULIZIA E PROTEZIONE IMPIANTI TERMICI CIVILI DA QUI PROVENGONO LA NOSTRA COMPETENZA E LE SOLUZIONI AD ALTA

Dettagli

TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA PRODOTTI CHIMICI

TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA PRODOTTI CHIMICI TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA PRODOTTI CHIMICI UV PRODOTTI CHIMICI TRATTAMENTO ACQUA SANITARIA ANTINCROSTANTI ANTICORROSIVI ANTILEGIONELLA TRATTAMENTO CIRCUITI CHIUSI DI RISCALDAMENTO, RAFFREDDAMENTO,

Dettagli

D.P.R. 59/2009 FACILE LETTURA SUL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA

D.P.R. 59/2009 FACILE LETTURA SUL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA D.P.R. 59/2009 FACILE LETTURA SUL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA VADEMECUM PER LA SCELTA DEL CORRETTO TRATTAMENTO DELL ACQUA A PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI, DI RISCALDAMENTO, ACQUA CALDA SANITARIA,

Dettagli

Condizionanti GEL LONG LIFE. Allunga la vita del tuo impianto torna il calore, torna il risparmio

Condizionanti GEL LONG LIFE. Allunga la vita del tuo impianto torna il calore, torna il risparmio Condizionanti GEL LONG Allunga la vita del tuo impianto torna il calore, torna il risparmio Fanghi e incrostazioni costano cari......sprecano fino al 20% di combustibile. La direttiva sul rendimento energetico

Dettagli

PRODOTTI CHIMICI CONDIZIONANTI

PRODOTTI CHIMICI CONDIZIONANTI PRODOTTI CHIMICI CONDIZIONANTI 50 IL TRATTAMENTO CHIMICO Il trattamento chimico dell acqua è spesso un indispensabile sistema per molteplici applicazioni a cui essa è destinata. Il trattamento chimico

Dettagli

IL NUOVO LIBRETTO IMPIANTO (Dpr. 74/2013)

IL NUOVO LIBRETTO IMPIANTO (Dpr. 74/2013) IL NUOVO LIBRETTO IMPIANTO (Dpr. 74/2013) GUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE PARTI RIGUARDANTI IL TRATTAMENTO ACQUA (2 e 14.4) CHE COS E IL NUOVO LIBRETTO IMPIANTO? Il 7 marzo 2014 la Gazzetta Ufficiale ha

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONE IDRAFLOW2 GRUPPO PER LAVAGGIO IMPIANTI TERMICI

MANUALE DI ISTRUZIONE IDRAFLOW2 GRUPPO PER LAVAGGIO IMPIANTI TERMICI MANUALE DI ISTRUZIONE IDRAFLOW2 GRUPPO PER LAVAGGIO IMPIANTI TERMICI PRECAUZIONI PRELIMINARI Assicurarsi che l apparecchio non abbia subito danneggiamenti durante il trasporto; alla consegna, estrarre

Dettagli

Z500 000 Z500 001. Gamma prodotti BaCoGa 2013

Z500 000 Z500 001. Gamma prodotti BaCoGa 2013 Gamma prodotti BaCoGa 2013 LIQUIDO AUTOSIGILLANTE BCG SPECIAL Z500 000 Z500 001 Il sigillante BCG SPECIAL è un liquido brevettato emulsionabile specifico per eliminare le perdite di acqua negli impianti

Dettagli

IDRAVAP: TRATTAMENTI DEOSSIGENANTI

IDRAVAP: TRATTAMENTI DEOSSIGENANTI IDRAVAP: TRATTAMENTI DEOSSIGENANTI IDRAVAP 205 Deossigenante a base di ascorbati che reagisce rapidamente con l ossigeno, eliminandolo completamente dall acqua e promuovendo la formazione di uno strato

Dettagli

SuggerimentiUtili. Guida rapida alla pulizia, protezione e manutenzione degli impianti per il riscaldamento domestico

SuggerimentiUtili. Guida rapida alla pulizia, protezione e manutenzione degli impianti per il riscaldamento domestico SuggerimentiUtili Guida rapida alla pulizia, protezione e manutenzione degli impianti per il riscaldamento domestico Il Metodo Sentinel Le migliori procedure, le migliori soluzioni Protezione duratura

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

PRODOTTI CHIMICI PER MANUTENZIONE IMPIANTI

PRODOTTI CHIMICI PER MANUTENZIONE IMPIANTI PRODOTTI CHIMICI PER MANUTENZIONE IMPIANTI 74 QUANDO USARE I PRODOTTI CHIMI- CI PER MANUTENZIONE IMPIANTI I prodotti chimici per manutenzione vanno utilizzati nella quotidianità dell installatore come

Dettagli

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella

Tecniche di risanamento e sistemi di trattamento anti-legionella CONVEGNO Mercoledì 9 marzo 2011 TRATTAMENTI ANTILEGIONELLA I recenti sviluppi normativi, le soluzioni, le tecnologie e la manutenzione degli impianti idrico sanitari Tecniche di risanamento e sistemi di

Dettagli

ACTIV 2311. Confezioni

ACTIV 2311. Confezioni Trattamento acque circuiti industriali Catalogo Gima >>> Trattamento acque circuiti industriali 5 ACTIV 2311 Sanificante di resine scambiatrici per sistemi di addolcimento Il prodotto ACTIV 2311 viene

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti LEGISLATIVO/NORMATIVO TECNOLOGICO/IMPIANTISTICO PROFESSIONALE/LAVORATIVO

Dettagli

SISTEMI DI TRATTAMENTO PER LA PREVENZIONE ED IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLA PNEUMOPHILA

SISTEMI DI TRATTAMENTO PER LA PREVENZIONE ED IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLA PNEUMOPHILA SISTEMI DI TRATTAMENTO PER LA PREVENZIONE ED IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLA PNEUMOPHILA La grande esperienza maturata da Enki in questi anni nella gestione on-site dei propri sistemi di dosaggio e trattamento

Dettagli

Depurazione e trattamento dell acqua. BWT - The Water Company

Depurazione e trattamento dell acqua. BWT - The Water Company Depurazione e trattamento dell acqua BWT - The Water Company Programma completo per la corretta depurazione e trattamento dell acqua per impianti di riscaldamento ad acqua calda, solari, geotermici nonchè

Dettagli

Riparazione e Manutenzione

Riparazione e Manutenzione Riparazione e Manutenzione Ampia selezione in una singola marca. Esclusivi design duraturi. Prestazioni rapide e affidabili. Descrizione Versioni Pagina Pompe prova impianti 2 9.2 Congelatubi 2 9.3 Pompe

Dettagli

L'acqua nei circuiti termici. Dott. Michele Canauz

L'acqua nei circuiti termici. Dott. Michele Canauz L'acqua nei circuiti termici Dott. Michele Canauz L'acqua Viene utilizzata per la sua capacità di trasportare energia E' un ottimo solvente per sali inorganici(bicarbonati, idrossidi, fosfati, silicati

Dettagli

187 P R O D O T T I D I C O N S U M O

187 P R O D O T T I D I C O N S U M O 187 MASTICE PER FILETTI EXTRA GAS Mastice di alta qualità per raccordi filettati, non è tossico. Particolarmente indicato per gas metano. Ideale per impianti d'acqua, aria, liquidi alimentari. Non utilizzare

Dettagli

TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA LEGIONELLA

TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA LEGIONELLA TECNOLOGIE PER IL TRATTAMENTO DELL ACQUA LEGIONELLA LEGIONELLA PRAGMA PEROX PRAGMA PEROX PLUS PRAGMA BIOX SISTEMI DI TRATTAMENTO PER LA PREVENZIONE DELLA LEGIONELLA PNEUMOPHILA La grande esperienza maturata

Dettagli

AlfaAdd. Prodotto di pulizia per scambiatori di calore

AlfaAdd. Prodotto di pulizia per scambiatori di calore AlfaAdd Prodotto di pulizia per scambiatori di calore La formazione di depositi sulle superfici degli scambiatori di calore è un problema che si riscontra frequentemente in quasi tutte le applicazioni.

Dettagli

La protezione totale per l'acqua del riscaldamento

La protezione totale per l'acqua del riscaldamento IT La protezione totale per l'acqua del riscaldamento SorbOx Installazione Funzione Funzionamento Service SorbOx è il rivoluzionario filtro dell'acqua per sistemi di riscaldamento ad alta efficienza energetica.

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

LEGIONELLA: PROFILASSI E MISURE DI PREVENZIONE

LEGIONELLA: PROFILASSI E MISURE DI PREVENZIONE INCONTRO 4 CHIACCHERE SUL LAGO UFFICIO IGIENE BARDOLINO (VR) MERCOLEDI 04/03/2015 LEGIONELLA: PROFILASSI E MISURE DI PREVENZIONE FATTORI DI RISCHIO Il rischio di acquisizione della Legionellosi dipende

Dettagli

NWT Naiadi Water Treatment

NWT Naiadi Water Treatment Trattamenti chimici Prodotti all avanguardia per il trattamento acqua di caldaia. Con questa serie di prodotti si propone di rispondere alle esigenze del mercato per il trattamento delle acque di caldaia

Dettagli

IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE

IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE IL PLIMMER NEL TRATTAMENTO DELLE ACQUE CALDE E FREDDE SANITARIE Negli ospedali, come pure nelle comunità, nelle case di riposo e nei grandi alberghi, gli impianti di riscaldamento e produzione di acqua

Dettagli

negli edifici Per risparmiare energia

negli edifici Per risparmiare energia Per risparmiare energia negli edifici Da prove e controlli effettuati sugli impianti è stato confermato che anche il trattamento dell acqua considerato all interno del Dpr 59/09 contribuisce ad un risparmio

Dettagli

VADEMECUM SUL RISPARMIO ENERGETICO:

VADEMECUM SUL RISPARMIO ENERGETICO: VADEMECUM SUL RISPARMIO ENERGETICO: 10 DOMANDE E 10 RISPOSTE SUL TRATTAMENTO DELL ACQUA e UNA FACILE LETTURA SUL RISPARMIO ENERGETICO IN EDILIZIA (DPR 59/09 e DPR 74/13) (DM 10/02/2014) VADEMECUM PER LA

Dettagli

TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PROCESSO

TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PROCESSO TRATTAMENTO DELLE ACQUE DI PROCESSO Biocidi Disincrostanti Torri di raffreddamento Generatori di vapori Circuiti chiusi Acqua sanitaria Biocidi cod. 2525 ALGHEN 66 Biocida utilizzato per evitare la crescita

Dettagli

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP

Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali a condensazione FORMAT DEWY.ZIP Caldaie murali FORMAT DEWY.ZIP La condensazione compatta Sime, da sempre al passo con i tempi nell innovazione di prodotto, è presente sul mercato con un

Dettagli

MAG-NEX HP Professional Filtro magnetico defangatore

MAG-NEX HP Professional Filtro magnetico defangatore MAG-NEX HP Professional Filtro magnetico defangatore PREMESSA: Viviamo in un epoca di caldaie ad alta efficienza ma, per molti anni, poca attenzione è stata data al corretto trattamento degli impianti

Dettagli

Depurazione e trattamento dell acqua. Cillit HS

Depurazione e trattamento dell acqua. Cillit HS epurazione e trattamento dell acqua Cillit HS Programma completo per il corretto trattamento dell acqua degli impianti di riscaldamento ad acqua calda, solari, geotermici nonchè il corretto trattamento

Dettagli

POMPA DISIFLUX 3 in 1 Risanante impianti di collaudo impianti e di caricamento impianti solari

POMPA DISIFLUX 3 in 1 Risanante impianti di collaudo impianti e di caricamento impianti solari POMPA DISIFLUX 3 in 1 Risanante impianti di collaudo impianti e di caricamento impianti solari Per la pulizia dei fanghi su circuiti di riscaldamento e refrigerazione Per il carico di additivi filmanti

Dettagli

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione

Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione «Ispezione tecnica: l analisi degli impianti aeraulici» Legionella pneumophila: impianti e punti a maggior rischio di colonizzazione e tecniche di prevenzione Cillichemie Italiana Dott. Marco D Ambrosio

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL DEL RCUITO USO (parte 2) FOCUS TECNICO I PROBLEMI NELL IMPIANTO trattamenti Problemi quali corrosioni ed incrostazioni nel circuito dell impianto di riscaldamento / raffrescamento

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL'ACQUA NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO

IL TRATTAMENTO DELL'ACQUA NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO IL TRATTAMENTO DELL'ACQUA NEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO Il trattamento dell'acqua di alimentazione degli impianti di riscaldamento è rivolto a prevenire la formazione di incrostazioni calcaree e depositi,

Dettagli

http://www.cabdileoncini.it/blog/caldaie-a-condensazione/ 17 aprile 2013

http://www.cabdileoncini.it/blog/caldaie-a-condensazione/ 17 aprile 2013 Le caldaie a condensazione sono caldaie in grado di ottenere rendimento termodinamico superiore al 100% del potere calorifico inferiore del combustibile utilizzato anziché sul potere calorifico superiore

Dettagli

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4

INDICE. 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE. 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 INDICE 1- DESIGNAZIONE DELLE OPERE pag. 3 2- DESCRIZIONE DELLE OPERE 2.1 centrale termica, frigorifera e sottocentrali pag. 4 2.2 - trattamento acqua di consumo e produzione acqua calda sanitaria pag.

Dettagli

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente

di fare pulizia quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente dissolti, diventa un potente Cambia il modo di fare pulizia con l Acqua Pura Pulire con l acqua pura, significa lavare con un agente pulente estremamente efficace in quanto l acqua, se privata di tutti i minerali in essa normalmente

Dettagli

Estratto Norma UNI-CTI 8065 del 06/1989

Estratto Norma UNI-CTI 8065 del 06/1989 Estratto Norma UNI-CTI 8065 del 06/1989 Di seguito vengono riportate le caratteristiche limite dell acqua di alimento (primo riempimento e rabbocchi successivi) e di esercizio (contenuta nelll impianto).

Dettagli

Perché le valvole termostatiche si bloccano?

Perché le valvole termostatiche si bloccano? 18 LUGLIO 2 0 1 1 N 07/ 1 1 Perché le valvole termostatiche si bloccano? Con questo titolo provocatorio vogliamo soffermarci su alcune informazioni vitali, ma non sempre conosciute o applicate, che possono

Dettagli

)LJ±&RQIURQWRWUDLIOXVVLHQHUJHWLFLFDUDWWHULVWLFLGHOOHFDOGDLHWUDGL]LRQDOL

)LJ±&RQIURQWRWUDLIOXVVLHQHUJHWLFLFDUDWWHULVWLFLGHOOHFDOGDLHWUDGL]LRQDOL &DOGDLHDFRQGHQVD]LRQH 'HVFUL]LRQHGHOODWHFQRORJLD Le caldaie sono il cuore degli impianti di riscaldamento dato che realizzano il processo di combustione da cui si ricava l energia termica necessaria per

Dettagli

Come si monta uno scambiatore di calore a piastre?

Come si monta uno scambiatore di calore a piastre? Pagina 1 di 5 Come si monta uno scambiatore di calore a piastre? Gli scambiatori a piastre saldobrasati devono essere installati in maniera da lasciare abbastanza spazio intorno agli stessi da permettere

Dettagli

Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA. ANACI - 17 marzo 2012

Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA. ANACI - 17 marzo 2012 Caldaie a condensazione. Pro e contro. Vantaggi e possibilità tecniche d installazione. Ing. Marco VIEL Per. Ind. Alberto PORTA Impianto termico GENERAZIONE Gli impianti si suddividono in due grandi categorie:

Dettagli

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D

GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D GUIDA RAPIDA ALL USO Depuratore-Disoleatore MIXI D INFORMAZIONI GENERALI Questo manuale e parte integrante del depuratore-disoleatore per lubrorefrigeranti e liquidi di macchine lavaggio sgrassaggio pezzi

Dettagli

GUIDA IMMEDIATA AL LAVAGGIO E PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E SANITARI

GUIDA IMMEDIATA AL LAVAGGIO E PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E SANITARI GUIDA IMMEDIATA AL LAVAGGIO E PROTEZIONE DEGLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO E SANITARI Come previsto dal D.P.R. N. 59/09; NORMA UNI 8065 e dal nuovo libretto di impianto D.P.R. 74/13 made in italy MANUTENZIONE

Dettagli

Capitolo III Impianti di raffreddamento industriali: installazione e manutenzione preventiva. Ing. Vera Ianiro - ARPA Molise

Capitolo III Impianti di raffreddamento industriali: installazione e manutenzione preventiva. Ing. Vera Ianiro - ARPA Molise Capitolo III Impianti di raffreddamento industriali: installazione e manutenzione preventiva Ing. Vera Ianiro - ARPA Molise Sistemi a basse temperature (< Tambiente) Sistemi ad alte temperature (T ambiente)

Dettagli

Corso vapore Riassunto Acque. L acqua per punti. Chimica, effetti, trattamenti, analisi.

Corso vapore Riassunto Acque. L acqua per punti. Chimica, effetti, trattamenti, analisi. L acqua per punti. Chimica, effetti, trattamenti, analisi. Indice 1) L acqua.. 1 a. Richiami di chimica: sali, ioni, ph & Co... 1 b. Non solo H 2 O... 2 c. Effetti sugli impianti delle sostanze contenute

Dettagli

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA A DOPPIO SCAMBIATORE

CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA A DOPPIO SCAMBIATORE TWIST TECH CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA A DOPPIO SCAMBIATORE Riscaldamento Residenziale EFFICIENZA, RAZIONALITÀ E ROBUSTEZZA Nuova serie di caldaie a condensazione

Dettagli

Generalità. Per installazioni interne ed esterne in luoghi parzialmente protetti. Di serie fino a temperatura di -5 C, con kit opzionali fino a -15 C.

Generalità. Per installazioni interne ed esterne in luoghi parzialmente protetti. Di serie fino a temperatura di -5 C, con kit opzionali fino a -15 C. ECONCEPT TOP MICRO Caldaie murali gas a condensazione per riscaldamento e produzione sanitaria ultrarapida predisposta per impianti con pannelli solari Generalità ECONCEPT TOP MICRO è un generatore termico

Dettagli

HEVS Kit solare IT 06. Ecoenergia. Idee da installare

HEVS Kit solare IT 06. Ecoenergia. Idee da installare HEVS Kit solare IT 6 Ecoenergia Idee da installare Kit solare HEVS Il Kit solare HEVS è composto da un bollitore solare HEVS, da una stazione solare SSX integrata e premontata sul bollitore completa di

Dettagli

TWIST PRO CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA. Riscaldamento. Residenziale

TWIST PRO CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA. Riscaldamento. Residenziale TWIST PRO CALDAIE MURALI A CONDENSAZIONE CON PRODUZIONE SANITARIA ISTANTANEA Riscaldamento Residenziale EFFICIENZA, RAZIONALITÀ E ROBUSTEZZA... A TUTTA CONDENSAZIONE TWIST PRO è stata progettata per garantire

Dettagli

PRODOTTI CHIMICI CATALOGO

PRODOTTI CHIMICI CATALOGO PRODOTTI CHIMICI CATALOGO 2013 1 Stabilimento 1 - Arcore (MB) Stabilimento 2 - Lari (PI) New. Co. International è una azienda che ha fatto della sua missione il servizio ai clienti, nella scelta del prodotto

Dettagli

Informazioni Tecniche SOLARCLIN. Liquido di Depurazione per i Sistemi Solari Termici

Informazioni Tecniche SOLARCLIN. Liquido di Depurazione per i Sistemi Solari Termici Informazioni Tecniche SOLARCLIN Liquido di Depurazione per i Sistemi Solari Termici Applicazioni per i prodotti TYFO Energia rinnovabile Gli impianti solari termici richiedono requisiti stringenti sulle

Dettagli

SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-430-550-750-1000

SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-430-550-750-1000 SEZIONE 8 Bollitori a doppio serpentino TANK BV 200-300-30-550-750-1000 8.1 Guida al capitolato bollitore ad accumulo verticale in acciaio vetrificato (doppia vetrificazione) accumulo con scambiatore di

Dettagli

JUDO HEIFI TOP JUDO HEIFI KOM-SET. Combinazione tra JUDO JHF T, filtro per il circuito di riscaldamento, e JUDO JHF, stazione di caricamento.

JUDO HEIFI TOP JUDO HEIFI KOM-SET. Combinazione tra JUDO JHF T, filtro per il circuito di riscaldamento, e JUDO JHF, stazione di caricamento. JUDO HEIFI TOP Filtro autopulente con sistema di sfiato per circuiti di riscaldamento con flangia in ottone e collegamento a vite girevole a 360 per l installazione sia su tubazioni verticali che orizzontali;

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI

EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI IMPIANTI TERMICI L impianto a condensazione Laurent SOCAL 31/01/2011 Ing. SOCAL - Impianti a condensazione 1 La condensazione Nella caldaia, dopo la combustione si deve trasferire

Dettagli

Caldaie Murali. Brava DGT HE Format DGT Format Low NOx Metropolis DGT. www.sime.it

Caldaie Murali. Brava DGT HE Format DGT Format Low NOx Metropolis DGT. www.sime.it Caldaie Murali Brava DGT HE Format DGT Format Low NOx Metropolis DGT www.sime.it La piccola dalle grandi prestazioni Brava DGT HE, Format DGT e Metropolis DGT sono caldaie murali compatte, particolarmente

Dettagli

POMPA DISIFLUX. Risanante per impianti Termici e Refrigeranti

POMPA DISIFLUX. Risanante per impianti Termici e Refrigeranti POMPA DISIFLUX Risanante per impianti Termici e Refrigeranti Per la pulizia dei fanghi nei circuiti di riscaldamento e refrigerazione Per il carico di additivi filmanti e/o anticongelanti Per il lavaggio

Dettagli

CONDENSA FOREVER 3.24 R - 3.32 R 3.24 N3V

CONDENSA FOREVER 3.24 R - 3.32 R 3.24 N3V 66-0215 CONDENSA FOREVER 3.24 R - 3.32 R 3.24 N3V Caldaia murale a condensazione con gruppo disgiuntore La caldaia che non teme i vecchi impianti La nuova caldaia a condensazione e premiscelazione Condensa

Dettagli

66-0715 CONDENSA FOREVER. Caldaia murale a condensazione con gruppo disgiuntore

66-0715 CONDENSA FOREVER. Caldaia murale a condensazione con gruppo disgiuntore 66-0715 CONDENSA FOREVER Caldaia murale a condensazione con gruppo disgiuntore La caldaia che non teme i vecchi impianti Le nuove caldaie a condensazione e premiscelazione della serie Condensa FOREVER,

Dettagli

Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi

Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi MADE IN ITALY Energie RINNOVABILI Gruppi Termici Ibridi solare termico SOLARdens aerotermico pompe di calore HPdens SOLARfryo geotermico GEOsolar UN REFERENTE E TANTE SOLUZIONI INTEGRATE PER LE ENERGIE

Dettagli

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA Introduzione La qualità dell acciaio utilizzato nella costruzione delle attrezzature per le cucine professionali è

Dettagli

Caldaie murali ecologiche a condensazione, combinate con bollitore in acciaio inox da 60 litri.

Caldaie murali ecologiche a condensazione, combinate con bollitore in acciaio inox da 60 litri. CONDENSAZIONE EXCLUSIVE BOILER GREEN MURALI ECOLOGICHE CON BOLLITORE Caldaie murali ecologiche a condensazione, combinate con bollitore in acciaio inox da 60 litri. EXCLUSIVE BOILER GREEN La condensazione:

Dettagli

sistemi solari soluzioni solari

sistemi solari soluzioni solari sistemi solari soluzioni solari per pompe SOLUZIONI INNOATIE PER ABITAZIONI A BASSO CONSUMO CON ENERGIA SOLARE E POMPE DI CALORE Lo scopo di questo catalogo è di fornire una serie di suggerimenti e soluzioni

Dettagli

Bluehelix Pro Caldaie murali a condensazione con produzione sanitaria istantanea

Bluehelix Pro Caldaie murali a condensazione con produzione sanitaria istantanea Bluehelix Pro Caldaie murali a condensazione con produzione sanitaria istantanea > EFFICIENZA, RAZIONALITÀ E ROBUSTEZZA... A TUTTA CONDENSAZIONE BLUEHELIX PRO è stata progettata per garantire la massima

Dettagli

Caldaie murali a condensazione MURELLE EV HE

Caldaie murali a condensazione MURELLE EV HE Caldaie murali a condensazione MURELLE EV HE Caldaie murali Murelle EV HE istantanea e solo riscaldamento Murelle EV HE ad accumulo La caldaia evoluta MURELLE EV HE Murelle EV HE è una gamma di caldaie

Dettagli

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA

BWT SOLAR PUMPE. Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali MANUTENZIONE ORDINARIA BWT SOLAR PUMPE Gruppo di caricamento e lavaggio per impianti solari, geotermici e di riscaldamento tradizionali NOTE GENERALI DATI TECNICI INSTALLAZIONE AVVIAMENTO MANUTENZIONE ORDINARIA INTERVENTI STRAORDINARI

Dettagli

Componenti per sistemi a circolazione forzata. Componenti per sistemi a circolazione forzata. integrazione

Componenti per sistemi a circolazione forzata. Componenti per sistemi a circolazione forzata. integrazione Deltasol In un impianto solare, ci si affida alla gestione con centralina elettronica per la pompa abbinata ai pannelli solari e per eventualmente la partenza del generatore di calore per l integrazione

Dettagli

Tecnologie innovative

Tecnologie innovative Tecnologie innovative Valvole termostatiche ed Impianto a condensazione Ing. Laurent SOCAL 23/06/2007 Ing. SOCAL - Impianti a condensazione 1 La valvola termostatica E una valvola la cui apertura è proporzionale

Dettagli

i migliori gradi centigradi DIVAtop 60 Caldaie murali per riscaldamento con bollitore per la produzione di acqua calda sanitaria

i migliori gradi centigradi DIVAtop 60 Caldaie murali per riscaldamento con bollitore per la produzione di acqua calda sanitaria i migliori gradi centigradi DIVAtop 60 Caldaie murali per riscaldamento con bollitore per la produzione di acqua calda sanitaria DIVAtop 60 Il progetto DIVAtop 60 nasce per soddisfare le utenze che necessitano

Dettagli

ideale per la pulizia interna e esterna di tutte le autovetture rinnovamento di tessuti, tappeti e divani desert steam gun

ideale per la pulizia interna e esterna di tutte le autovetture rinnovamento di tessuti, tappeti e divani desert steam gun steam mop Unifica il potere di pulizia del vapore con la tecnologia delle microfibre, capaci di catturare sporco e polvere grazie alla carica elettrostatica. Steam mop offre una pratica soluzione per un

Dettagli

CALEFFI. Gruppo di circolazione anticondensa. serie 282 01225/11. Completamento codice Taratura 45 C 55 C 60 C 70 C. Funzione

CALEFFI. Gruppo di circolazione anticondensa. serie 282 01225/11. Completamento codice Taratura 45 C 55 C 60 C 70 C. Funzione Gruppo di circolazione anticondensa serie 282 ACCREDITED CALEFFI 01225/11 ISO 9001 FM 21654 ISO 9001 No. 0003 Funzione Il gruppo di circolazione anticondensa svolge la funzione di collegare il generatore

Dettagli

PRODOTTI CHIMICI PER IMPIANTI TERMICI DOSAGGIO E STRUMENTAZIONE

PRODOTTI CHIMICI PER IMPIANTI TERMICI DOSAGGIO E STRUMENTAZIONE PRODOTTI CHIMICI PER IMPIANTI TERMICI DOSAGGIO E STRUMENTAZIONE DISINCROSTANTI PER IMPIANTI TERMICI PRODOTTI CHIMICI PER IMPIANTI TERMICI NYTRA LC 430 Prodotto liquido disincrostante composto da una miscela

Dettagli

A N T I L E G I O N E L L A

A N T I L E G I O N E L L A ACCORGIMENTI IMPIANTISTICI A N T I L E G I O N E L L A Pagina 1 di 7 PREMESSA L impiantistica progettata e realizzata al servizio del Monoblocco Mellino Mellini in Chiari (BS) è stata condotta nel rispetto

Dettagli

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro

Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro 1 Sistemi di climatizzazione radiante, la soluzione per un efficiente utilizzo dell energia Manuel Moro Amministratore Delegato KLIMIT Srl Rappresentante Esclusivo Herz per l Italia 2 1 Come funziona un

Dettagli

Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private

Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private LA PREVENZIONE DALLA LEGIONELLOSI Acqua destinata al consumo umano Decreto legislativo 2 feb. 2001, n 31 Attuazione della direttiva

Dettagli

ISOTWIN CONDENS. Caldaia murale a condensazione con accumulo dinamico ISOTWIN CONDENS F30 A1 ISOTWIN CONDENS F35 A/1

ISOTWIN CONDENS. Caldaia murale a condensazione con accumulo dinamico ISOTWIN CONDENS F30 A1 ISOTWIN CONDENS F35 A/1 ISOTWIN CONDENS Caldaia murale a condensazione con accumulo dinamico ISOTWIN CONDENS F30 A1 ISOTWIN CONDENS F35 A/1 Rendimento energetico Classe di rendimento energetico secondo la direttiva 92/42/CEE

Dettagli

SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE ISPEZIONABILI (art. PHE) SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE SALDOBRASATI (art. SB) ISTRUZIONI TECNICHE

SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE ISPEZIONABILI (art. PHE) SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE SALDOBRASATI (art. SB) ISTRUZIONI TECNICHE SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE ISPEZIONABILI (art. PHE) SCAMBIATORI DI CALORE A PIASTRE SALDOBRASATI (art. SB) ISTRUZIONI TECNICHE 1 ISTRUZIONI PER IL CLIENTE. Gentile cliente, La ringraziamo per la fiducia

Dettagli

UNI 8065. Trattamento dell acqua negli impianti termici ad uso civile

UNI 8065. Trattamento dell acqua negli impianti termici ad uso civile 1. Generalità 1.1. Oggetto La presente norma ha per oggetto: la definizione e la determinazione delle caratteristiche chimiche e chimico-fisiche delle acque impiegate negli impianti termici ad uso civile.

Dettagli

RinNOVA COND X. Caldaie murali a condensazione compatte nelle dimensioni grandi nelle prestazioni

RinNOVA COND X. Caldaie murali a condensazione compatte nelle dimensioni grandi nelle prestazioni RinNOVA COND X Caldaie murali a condensazione compatte nelle dimensioni grandi nelle prestazioni CALDAIE MURALI RinNOVA COND X Rinnova Cond X completa la gamma BIASI a condensazione: perfetta per impianti

Dettagli

Caldaie murali ecologiche a condensazione combinate istantanee, da esterno e da incasso.

Caldaie murali ecologiche a condensazione combinate istantanee, da esterno e da incasso. MURALI ECOLOGICHE DA ESTERNO ED INCASSO Caldaie murali ecologiche a condensazione combinate istantanee, da esterno e da incasso. La condensazione: Elevati rendimenti, Risparmio energetico, Rispetto per

Dettagli

x NCR Biochemical (M. A. NOVI)

x NCR Biochemical (M. A. NOVI) N.C.R. Biochemical S.p.A. Sede Legale ed Amministrativa: Via dei Carpentieri, 8 - Zona Industriale il Prato - 40050 Castello d Argile (BO) ITALY - www.ncr-biochemical.it - info@ncr-biochemical.it - Sedi

Dettagli

Pompa di calore per produzione di Acqua Calda Sanitaria

Pompa di calore per produzione di Acqua Calda Sanitaria POMPA DI CALORE ACQUA PLU 300 Pompa di calore per produzione di Acqua Calda anitaria POMPA DI CALORE PER ACQUA ANITARIA ACQUA PLU 300 La Pompa di calore ACQUA PLU 300 di HITEC è un prodotto innovativo

Dettagli

sistema SOLARE TERMICO PLUS DI PRODOTTO VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE Produzione acqua calda sanitaria a circolazione naturale

sistema SOLARE TERMICO PLUS DI PRODOTTO VANTAGGI PER L INSTALLAZIONE E MANUTENZIONE Produzione acqua calda sanitaria a circolazione naturale SOLARE TERMICO 9.11 2.2008 sistema Produzione acqua calda sanitaria a circolazione naturale Sistema CSN 20 PLUS 150 P (parallelo) Sistema CSN 20 PLUS 150 45 (45 inclinazione) Sistema CSN 20 PLUS 300 P

Dettagli

Caldaie murali a basse emissioni. PLANET LOW NOx

Caldaie murali a basse emissioni. PLANET LOW NOx Caldaie murali a basse emissioni PLANET LOW NOx Caldaie murali PLANET LOW NOx Planet Low NOx: l ecologica Sime La gamma di caldaie murali Planet si arricchisce di notevolmente le emissioni di ossidi di

Dettagli

vosges di Moreno Beggio

vosges di Moreno Beggio vosges di Moreno Beggio tel. 0444-387119 r.a. Divisione acceleratori ionici telefax 0444-264228 Via Roma, 133 mail : commerciale@vosges-italia.it 36040 - TORRI DI QUARTESOLO - (VI) http://www.vosges-italia.it

Dettagli

I grandi impianti e gli impianti domestici: caratteristiche impiantistiche, criticità, possibili soluzioni

I grandi impianti e gli impianti domestici: caratteristiche impiantistiche, criticità, possibili soluzioni I grandi impianti e gli impianti domestici: caratteristiche impiantistiche, criticità, possibili soluzioni Ing. Paolo Bianco 2010 Ing. Paolo Bianco 1/41 Legionella: caratteristiche Batterio Acquatico Ubiquitario

Dettagli

SERIE S.E. Caldaie murali ad incasso

SERIE S.E. Caldaie murali ad incasso SERIE Caldaie murali ad incasso CALDAIE MURALI La gamma ad incasso OTTIMIZZARE LO SPAZIO NELLE ABITAZIONI A questa importante e sempre più sentita esigenza, soprattutto della nuova edilizia residenziale,

Dettagli

VICTRIX ZEUS 26 KW CALDAIA MURALE COMPATTA A CONDENSAZIONE CON BOILER INOX

VICTRIX ZEUS 26 KW CALDAIA MURALE COMPATTA A CONDENSAZIONE CON BOILER INOX VICTRIX ZEUS 26 KW CALDAIA MURALE COMPATTA A CONDENSAZIONE CON BOILER INOX VICTRIX Zeus 26 kw Caldaia murale ecologica a condensazione con boiler Inox da 45 litri Vantaggi modello: VICTRIX Zeus 26 kw Ideale

Dettagli

ECONCEPT SOLAR ST ECONCEPT KOMBI ST

ECONCEPT SOLAR ST ECONCEPT KOMBI ST ECONCEPT SOLAR ST ECONCEPT KOMBI ST generatori di calore a condensazione con accumulo sanitario a stratificazione con integrazione solare SUN E A S Y > ECONCEPT SOLAR/KOMBI ST TECNOLOGIA AL MASSIMO La

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

Capitolo 1 Condizioni di progetto

Capitolo 1 Condizioni di progetto Premessa L intervento in oggetto riguarda la ristrutturazione del sistema di generazione del calore della scuola dell infanzia Aquilone, via dei Comuni fraz. Ferriera - Comune di Buttigliera Alta (TO).

Dettagli

I N D I C E Premessa PAG. 2 1. Descrizione dello stato di fatto PAG. 2 2. Intervento previsto da progetto PAG. 2

I N D I C E Premessa PAG. 2 1. Descrizione dello stato di fatto PAG. 2 2. Intervento previsto da progetto PAG. 2 I N D I C E Premessa PAG. 2 1. Descrizione dello stato di fatto PAG. 2 2. Intervento previsto da progetto PAG. 2 1 Premessa All interno del complesso degli interventi di efficientamento e nell ottica del

Dettagli

Caldaia a condensazione con sistema solare integrato PERFISOL HYBRID DUO

Caldaia a condensazione con sistema solare integrato PERFISOL HYBRID DUO Caldaia a condensazione con sistema solare integrato PERFISOL HYBRID DUO Caldaia a condensazione **** CE in acciaio inox 316 a basamento Con produzione ACS Solare Bruciatore modulante premiscelato Potenza

Dettagli