Manuale informativo C.A.P.D

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale informativo C.A.P.D"

Transcript

1 Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani D DDdD Nefrologia e Dialisi Direttore: dr.roberto Scarpioni Manuale informativo C.A.P.D (Dialisi ambulatoriale continua) A cura di: Paola Chiappini Infermiera Nefrologia e Dialisi di Piacenza Con la collaborazione di: Mirco Mezzadri - Claudio Pecorari

2 Ti è stata diagnosticata una insufficienza renale cronica.. Speriamo che questo opuscolo possa esserti utile per avere una serie di informazioni riguardanti la tua malattia e le diverse possibilità di cura. Ora.

3 partiamo dai reni I tuoi reni non riescono più a svolgere a pieno le loro funzioni Le funzioni dei reni sono: Eliminazione delle scorie Equilibrio degli elettroliti Equilibrio dei liquidi corporei Produzione di ormoni

4 COSA SONO LE SCORIE? Sono sostanze eliminate dal rene che contengono azoto e che provengono, per la maggior parte, dai prodotti di degradazione delle proteine che noi introduciamo con gli alimenti Le scorie più comuni sono l azotemia, acido urico e creatinina, I reni provvedono a eliminare le scorie tramite le urine. Quando i reni non funzionano più il nostro corpo è in parte intossicato, dalle scorie e possiamo accusare sintomi come: Nausea, stanchezza, difficoltà ad alimentarci.

5 EQUILIBRIO DEGLI ELETTROLITI Gli elettroliti sono sostanze che vengono introdotte nel nostro corpo con l alimentazione. Gli elettroliti sono: sodio, potassio, fosforo, cloro, calcio, magnesio. I reni tramite la diuresi regolano l equilibrio di queste sostanze all interno del nostro corpo. Quando i reni malati non riescono più a regolare l equilibrio degli elettroliti, possiamo avere dei disturbi come: pressione alta, mal di testa, crampi, dolori retro-sternali, ecc.

6 EQUILIBRIO DEI LIQUIDI I reni regolano la quantità di liquidi che noi introduciamo con l alimentazione e le bevande tramite la diuresi. Quando si ammalano non riescono più a farlo completamente ed è per questo che potrai avere un accumulo di liquidi nel tuo corpo che può determinare gonfiori alle gambe e difficoltà a respirare. La funzione

7 FUNZIONE SECRETORIA Le principali funzioni ormonali del rene riguardano la produzione di eritropoietina e renina. L eritropoietina è un ormone che stimola la produzione dei globuli rossi. Quando i reni si ammalano producono meno eritropoietina, con diminuzione dei globuli rossi. Quando i globuli rossi diminuiscono ti puoi sentire stanco e a volte farai fatica a respirare è per questo che ti potrà essere prescritta dal medico una terapia con eritropoietina che ti aiuterà a sentirti meglio. La renina aiuta a regolare la pressione arteriosa, è per questo che molti hanno problemi di pressione alta. La vitamina D non viene prodotta dal rene, ma viene da esso attivata. Quando diminuisce la vitamina D nel nostro corpo diminuisce anche la quantità di calcio. Il calcio basso può dare problemi alle ossa.

8 E importante che da questo momento tu chieda notizie e chiarisca i dubbi sulla tua malattia e sulle possibili cure, a persone competenti come medici e infermiere del reparto di nefrologia e dialisi, questo ti aiuterà a scegliere il tipo di cura più adatto alle tue esigenze.

9 Iniziamo a capire cos è la dialisi La dialisi è una terapia che ci permette di sostituire alcune funzioni che il rene malato non riesce più a svolgere: Rimuovere le scorie (sostanze tossiche) Togliere i liquidi in eccesso dal nostro corpo e introdurre sostanze necessarie per l organismo.

10 La dialisi peritoneale. Si effettua a domicilio, ma non sarai solo. Il personale del centro dialisi ti insegnerà tutto ciò che ti servirà per renderti autonomo e sicuro a domicilio. Esistono due tipi di dialisi peritoneale: Dialisi continua Dialisi automatizzata

11 Come ci si prepara a questa terapia? E necessario fare un intervento per posizionare all interno della cavità addominale un piccolo catetere. Il catetere peritoneale Il catetere peritoneale è un piccolo tubo in silicone che ci permette l accesso alla cavità addominale. Esso viene fissato in modo permanente e ci permette l immissione del liquido di dialisi. Al catetere peritoneale viene raccordata ad una breve prolunga chiamata set paziente che dovrà essere sostituita periodicamente presso il centro dialisi.

12 La membrana peritoneale La membrana peritoneale si trova nell addome, ricopre tutti gli organi addominali (intestino, fegato, milza ecc). Questa membrana è ricca di vasi sanguigni e proprio per questo è possibile utilizzarla come filtro per potere eseguire la dialisi. Immettendo la soluzione di dialisi a contatto con i vasi sanguigni si ottiene il passaggio delle scorie e del liquido in eccesso dal sangue al liquido di dialisi.

13 La soluzione di dialisi La soluzione di dialisi contiene glucosio (zucchero) e sali minerali in concentrazioni differenti. Sarà il medico a decidere la terapia più adatta alle tue caratteristiche fisiche e alla tua necessità di dialisi.

14 La dialisi si basa sui principi della : Diffusione (per le scorie) Urea Creatinina Elettroliti Acido Urico Ultrafiltrazione (per i liquidi) Acqua

15 La dialisi ambulatoriale continua (CAPD) La CAPD viene definita dialisi continua perché il processo dialitico si realizza 24 ore su 24 ore. È un trattamento che si esegue a domicilio dopo un periodo d insegnamento da parte del personale del centro. Il trattamento si effettua introducendo la soluzione di dialisi, concentrazione varia (1,5% - 2,5% - 4% di glucosio) e volume vario (1,5 lt. 2 lt. 2,5 lt) in base alle tue caratteristiche fisiche ed alle tue necessità di dialisi. La soluzione di dialisi deve essere rinnovata ogni 4-6 ore, questo procedimento si chiama scambio oppure cambio sacca. La procedura di scambio dura circa 30 minuti.

16 Le fasi dello scambio La dialisi peritoneale continua si effettua in tre fasi: Riempimento la soluzione di dialisi viene immessa nella cavità. Sosta La soluzione di dialisi rimane all interno della cavità, in questa fase si ha la rimozione delle sostanze tossiche e dei liquidi dal sangue. Scarico viene scaricato il liquido che contiene le scorie e l acqua rimosse dal sangue Igieniche per la dialisi

17 Norme igieniche per la dialisi peritoneale. L ambiente Non serve una stanza sterile ma pulita E sufficiente individuare uno spazio dove eseguire lo scambio, e rispettando alcune regole: Assenza di moquette, tappeti, suppellettili e tutto ciò che può essere ricettacolo di polvere. Deve essere lontano da fonti di calore e apparecchi di condizionamento. Deve essere ben illuminato E importante pulire quotidianamente il materiale e l ambiente.

18 Il materiale necessario per lo scambio Tavolo e sedia lavabili Bilancia pesapersone Bilancia per pesare le sacche Apparecchio per rilevare la pressione arteriosa.

19 L utilizzo della mascherina Perché si utilizza? Per impedire che i germi che escono normalmente dalla bocca e dal naso vadano a contaminare il tuo peritoneo durante le fasi più delicate dello scambio. Quando va utilizzata? Sempre prima di lavare le mani ogni volta che iniziamo a prepararci per lo scambio.

20 Il lavaggio delle mani Perché devi lavare le mani? Sulle mani sono presenti molti germi che potrebbero contaminare il peritoneo durante lo scambio. Quando devi lavare le mani? Ogni volta che ti prepari per fare la dialisi dopo aver indossato la mascherina. Come devi lavare le mani? Utilizza il disinfettante consigliato dal centro e lavale come ti hanno insegnato durante l addestramento, ricorda di spazzolare bene le unghie. È fondamentale che le unghie siano ben curate per evitare che i germi possano proliferare. Dopo aver lavato bene le mani utilizza un foglio di carta assorbente per chiudere i rubinetti e aprire eventuali porte, questo ti permetterà di mantenerle pulite.

21 Igiene personale L igiene personale è fondamentale per evitare le infezioni. Come proteggere il catetere mentre si fa la doccia:

22 Le complicanze della dialisi peritoneale Drenaggio difficoltoso: Il liquido esce lentamente. Probabili cause Controlla se: Il set è chiuso La linea di drenaggio è piegata Il catetere peritoneale è piegato E presente la fibrina. La fibrina può essere paragonata all albume dell uovo, quando è cotto. Questa sostanza può rallentare sia il drenaggio sia il carico della nuova soluzione. Cosa fare? Contatta subito il centro dialisi, ti consiglierà come affrontare questo problema.

23 La peritonite Che cos è? Un infezione del peritoneo determinata da differenti germi. Le cause della peritonite possono essere: 1) Mancato rispetto delle norme igieniche Non utilizzo della mascherina Lavaggio delle mani non corretto 2) Manovre di scambio non corrette (es.toccare il set dopo aver tolto il tappino). Mancato controllo della sacca (scadenza, rottura, etc.). 3) Scarsa igiene intestinale È buona regola mantenere l intestino pulito per evitare accumuli di feci che possono essere causa di passaggio di germi dall intestino al peritoneo. I segni e i sintomi sono: Liquido di drenaggio torbido Dolori addominali Febbre Nausea e vomito

24 Cosa fare? Se avete dolori addominali, anticipate lo scambio così potrete controllare il liquido di drenaggio. Se il liquido di drenaggio è torbido o comunque hai qualche dubbio sulla limpidezza esegui subito il Cytur test. Se il Cytur test è positivo mettiti subito in contatto con il centro dialisi. E molto importante iniziare subito la terapia antibiotica per evitare il peggioramento dell infezione e dei sintomi

25 Come prevenirla Indossa sempre la mascherina Lavati sempre le mani prima dello scambio Esegui sempre lo scambio in modo corretto Controlla sempre la sacca prima dell utilizzo. Mantieni sempre una buona pulizia intestinale (se hai problemi avvisa il centro dialisi).

26 La cura dell emergenza cutanea Cosa si intende per emergenza cutanea? È il punto di fuoriuscita del catetere peritoneale. Come si pulisce? Consigli utili È bene pulire spesso l emergenza (secondo le disposizioni del centro), utilizzando uno specchio per evidenziare eventuali anomalie. Abituati a palpare la zona durante la pulizia.

27 Infezione dell emergenza cutanea Cos è? E un infiammazione del punto di fuoriuscita del catetere causata da differenti germi. Le cause dell infezione dell emergenza sono: mancato rispetto delle norme igieniche traumi sul catetere (trazione, rotazione, etc). I segni e i sintomi sono: Dolore Rossore Gonfiore Secrezione SE EVIDENZI UNO DI QUESTI SINTOMI CONTATTA SUBITO IL CENTRO DIALISI.

28 Come prevenirla? Rispetta le norme igieniche: Indossa sempre la mascherina Lavati sempre le mani prima di medicare Medica frequentemente l emergenza Controlla e palpa la zona durante la medicazione. Fissa sempre il catetere per evitare trazioni. Non indossare indumenti troppo stretti (es. cintura) AD OGNI ANOMALIA CONTATTARE IL CENTRO DIALISI.

29 ROTTURA DEL SET E SCONNESSIONI ACCIDENTALI Sono eventi rari ma che possono avere serie conseguenze (peritonite). Consigli utili Metti una pinza sul catetere peritoneale a monte della rottura o la sconnessione e avvolgi il catetere e il set in una garzina imbevuta di disinfettante. CONTATTA IMMEDIATAMENTE IL CENTRO DIALISI.

30 Controlli quotidiani È fondamentale controllare quotidianamente il peso al mattino dopo lo scambio. Il peso corporeo Nella fase iniziale il medico stabilisce il tuo peso ideale. Il peso lo puoi mantenere: - controllando l introduzione di liquidi e la fuoriuscita (urine ultrafiltrazione) - controllando l introduzione di cibo

31 Peso corporeo Perché è necessario controllare frequentemente il peso? Per evitare aumenti o diminuzioni eccessive. I segni di aumento del peso sono: Gonfiore agli arti inferiori Aumento della pressione arteriosa Difficoltà a respirare I segni di una diminuzione del peso sono: Senso di stanchezza ed astenia Crampi Diminuzione della pressione arteriosa SE COMPARE UNO O PIÙ DI QUESTI SINTOMI CONTATTARE IL CENTRO DIALISI.

32 Pressione arteriosa La pressione arteriosa Deve essere misurata ogni giorno dopo lo scambio del mattino per controllarne la stabilità. Aumento della pressione arteriosa: Cefalea Nausea Senso di disorientamento Diminuzione della pressione arteriosa: Senso di svenimento Capogiri Astenia SE HAI UNO DI QUESTI SINTOMI CONTROLLA LA PRESSIONE ARTERIOSA E SE I VALORI SONO TROPPO ALTI O TROPPO BASSI CONTATTA IL CENTRO DIALISI

33 Annota il peso e la pressione sul diario di dialisi e ricordati in occasione della visita medica o dei controlli di consegnarlo al personale del centro. Ci aiuterai a curarti meglio.

34 Consigli dietetici Consulta, insieme a chi cucina i tuoi cibi, la dieta che ti è stata data dalla dietista o dal medico. Ricorda comunque: Con la dialisi si perdono proteine. Le proteine sono contenute principalmente nella carne e nel pesce quindi la tua alimentazione dovrà essere ricca di questi alimenti. Ti potrà aiutare anche l albume dell uovo. Per carne si intendono tutti i tipi di carne; pollo,tacchino, coniglio, manzo, vitello. Se prediligi il piatto unico ti potrà aiutare condire la pasta con sughi al ragù. Ogni volta che assumi minestre, bevande, frutta ricorda che stai introducendo acqua. Tutti i latticini contengono molto fosforo e spesso la dialisi non riesce ad eliminarlo completamente quindi dovrai limitare l uso di questi alimenti. Ricorda che salare troppo i cibi aumenta il senso della sete e inoltre influisce sui valori della pressione arteriosa (aumento). NO

35 La consegna del materiale Le sacche ti verranno consegnate a domicilio dalla ditta produttrice una volta al mese. Il materiale deve essere conservato in un luogo pulito, fresco, e non troppo umido. Chi ti consegna le sacche ha disposizioni per sistemarle nel luogo che tu hai scelto.

36 I farmaci Quando i medici ti prescrivono un farmaco significa che ne hai veramente bisogno. Quindi se qualche farmaco ti disturba comunicalo al medico senza però sospendere la terapia autonomamente.

37 Vita sociale Anche se stai attraversando un periodo psicologicamente difficile è importante che tu riesca a conciliare la dialisi con la tua vita Informa il personale del centro dialisi riguardo le tue esigenze sociali insieme potrete trovare le giuste soluzioni per: attività lavorativa o di studio rapporti sociali (familiari e amici) hobbies e vacanze Anche facendo la dialisi potrai avere una normale vita di relazione. Questo significa andare al ristorante, a casa di amici, assistere a uno spettacolo ecc. Potrai inoltre continuare a lavorare, andare a scuola, occuparti della famiglia e della casa.

38 Se prima di iniziare il trattamento dialitico praticavi uno sport, consulta il medico della dialisi se sarà possibile potrai continuare a praticarlo. Ricorda che fare lunghe passeggiate ti potrà aiutare a mantenere il peso corporeo e avere un benessere psico-fisico. Sessualità La dialisi non ti impedisce di avere rapporti sessuali. La presenza del catetere peritoneale ti potrebbe creare disagio durante i rapporti per questo motivo ti consigliamo di utilizzare una pancerina, riuscirà a darti sicurezza. Se decidi di andare in vacanza, ricorda di avvisare, con anticipo il centro dialisi che si preoccuperà di mandarti il materiale dove tu desideri e darti informazioni circa il centro dialisi più vicino al tuo luogo di vacanza

39 INFORMAZIONI UTILI 1) Richiesta di invalidità civile: La persona in trattamento sostitutivo della funzione renale è considerata invalido civile. La domanda per il riconoscimento del grado di invalidità e delle eventuali provvidenze economiche, previste dalla Legge del 30 marzo del 1971 n 118 e successive modifiche, va rivolta (su apposito modello disponibile presso le sedi USL accompagnato dalla certificazione del Medico di Medicina Generale) alla Commissione Medica per gli Invalidi Civili presso la USL di residenza. 2) Assegno mensile d invalidità: È concesso agli invalidi civili di età compresa tra i 18 e 65 anni a cui è stata riconosciuta una invalidità superiore al 75% non collocati al lavoro, che non fruiscano di nessun altro trattamento pensionistico di invalidità e che abbiano un reddito pensionabile inferiore ad un tetto che viene fissato ogni anno. 3) Indennità di accompagnamento È concessa senza limiti di età e di reddito, agli invalidi civili totalmente inabili (100%) che sono impossibilitati a camminare senza l aiuto permanente di un ausilio (carrozzina) o di un accompagnatore o che siano impossibilitati a compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita: vestirsi, andare in bagno, mangiare ecc. (Legge n 18 dell 11 febbraio 1980.) 4) La patente di guida La legge italiana prevede che può essere concessa o rinnovata per una durata massima di due anni, limitatamente ai tipi A e B. Per ottenere la concessione o il rinnovo della patente bisogna recarsi con un certificato del Centro di Dialisi dal Medico di Medicina Generale, che compilerà il modulo da portare alla Commissione Medica Provinciale per la patente degli invalidi che dovrà effettuare la visita.

40 5) Collocamento al lavoro L invalido disoccupato ha il diritto di iscriversi alle liste di collocamento obbligatorio per le categorie protette- previste dalla legge 482 del 1968-presso il competente Ufficio Provinciale del Lavoro, a condizione che gli sia accertata un invalidità superiore al 45%. 6) Esenzioni Tickets Esenzioni alla partecipazione della spesa sanitaria. I provvedimenti legislativi relativi all applicazione dei tickets sui farmaci e sulle prestazioni sanitarie (visite specialistiche o esami diagnostici) sono modificati di frequente. Pertanto è opportuno rivolgersi al personale del proprio Centro di Salute per sapere come comportarsi per avere l esenzione ticket che sicuramente riguarda ed include coloro che sono dializzati, trapiantati. E previsto un indennizzo mensile per il rimborso delle spese elettriche di 40 euro e di viaggio che deve essere richiesto presso la vostra USL. Per fare la domanda rivolgetevi: 1. Piacenza -Assistenza Primaria - Piazzale Milano blocco A primo piano tel 0523/ Castel S. Giovanni- Sportello unico ospedale di Borgonovo Val Tidone 3. Fiorenzuola sportello unico via Roma 37

41 NUMERI DA CONTATTARE DAL LUNEDI AL SABATO DALLE 07,00 ALLE 20,00: DIALISI PERITONEALE DURANTE LA NOTTE, LA DOMENICA E I FESTIVI: CENTRALE OPERATIVA CHIEDERE DEL MEDICO/INFERMIERA REPERIBILE PER LA DIALISI

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani Nefrologia e Dialisi Direttore: Roberto Scarpioni Parliamo di reni Ambulatorio di Predialisi Dr. Sergio Ballocchi A.F.D.Loredana Scalambra

Dettagli

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI A CURA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO DELLA DIALISI DI PIACENZA con questa guida intendiamo

Dettagli

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Il neutrofilo PHIL Informazioni utili sulla NEUTROPENIA durante il trattamento chemioterapico NEUTROFILO PHIL La tua guardia

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

Guida all utilizzo della PEG

Guida all utilizzo della PEG Guida all utilizzo della PEG INDICE INTRODUZIONE PAG. 3 COSA E LA PEG E A COSA SERVE PAG. 4 MATERIALE NECESSARIO PAG. 5 COME PROCEDERE PER L ALIMENTAZIONE PAG. 6 PREPARAZIONE DELLA NUTRIZIONE PAG. 7 AL

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

DIABETE E CURA DEI PIEDI

DIABETE E CURA DEI PIEDI DIABETE E CURA DEI PIEDI Un aspetto fondamentale del controllo del diabete è la cura appropriata dei piedi. È possibile ridurre o prevenire complicazioni gravi con una buona igiene del piede. Il vostro

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE a cura di Andrea B. Galosi Il catetere vescicale è un dispositivo (tubicino flessibile) che permette il drenaggio continuo dell urina dalla vescica all esterno attraverso

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO

IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO Kidney Health Australia pagina1/5 COSA È UN TRAPIANTO DI RENI? Quando l insufficienza renale è molto avanzata, i reni sono così danneggiati da non poter più

Dettagli

La Nutrizione Enterale Domiciliare

La Nutrizione Enterale Domiciliare Dipartimento Malattie Digestive e Metaboliche U.O. Aziendale di Gastroenterologia e Dietetica Clinica U.O.S. Dietetica Clinica La Nutrizione Enterale Domiciliare Informazioni utili per il paziente e la

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

DIALISI: da sapere LA DIALISI. Sommario:

DIALISI: da sapere LA DIALISI. Sommario: DIALISI: da sapere A cura di Domenico Santoro, Annamaria Bruzzese e Rossella Siligato UOC Nefrologia e Dialisi Dip. di Medicina Clinica e Sperimentale Azienda Ospedaliera Universitaria G. Martino, Messina

Dettagli

Malattia Renale Avanzata

Malattia Renale Avanzata [Loghi e autori] Malattia Renale Avanzata Cosa sapere Cosa fare Perché scegliere 1 1. LE PERSONE CHE SI PRENDERANNO CURA DI TE La tua malattia renale cronica ha purtroppo dimostrato di avere una tendenza

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI (Ministero della Salute - http://www.salute.gov.it) INTRODUZIONE Le mani sono un ricettacolo di germi; circa il 20% è rappresentato da microrganismi non patogeni,

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Un catetere può migliorare la vostra salute e qualità di vita. Siccome sappiamo che potrebbe richiedere un bel po di adattamento, abbiamo

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

E LA SALUTE DEI DENTI

E LA SALUTE DEI DENTI IO & OTTAVIO Due amici per denti più felici E LA SALUTE DEI DENTI Yep! La salute della comunità degli emofilici passa anche attraverso la salute della bocca. La FedEmo promuove l alleanza tra il S.S.N.,

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Dipartimento di Onco - Ematologia Direttore Dr. Luigi Cavanna U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Direttore Dr. Daniele Vallisa Coordinatore

Dettagli

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Risultati dell'iniziativa qualità della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) per le patologie renali La

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio

Conoscere la malattia renale per curarsi meglio Conoscere la malattia renale per curarsi meglio A cura di Carmelo Libetta Unità Operativa di Nefrologia, Dialisi e Trapianto IRCCS Policlinico San Matteo - Università di Pavia Indice La malattia renale:

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti

NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti NEOVESCICA ORTOTOPICA Una guida per i pazienti Gentile paziente, l operazione a cui andrai incontro porterà dei cambiamenti nella tua vita. Anche se ciò all inizio può spaventare, col tempo e con la giusta

Dettagli

Unità Scompenso. Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco

Unità Scompenso. Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco 641D001 All.1 Azienda USL 1 di Massa e Carrara Unità Scompenso Cardiaco Unità Scompenso Il tuo Medico di Famiglia e l Ospedale alleati per battere lo scompenso cardiaco 2 Unità scompenso cardiaco a. All'interno

Dettagli

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana

CAUSE E CONSEGUENZE. Lingua Italiana Che cos è il Diabete CAUSE E CONSEGUENZE. Lilly Cos è il Diabete Il DIABETE MELLITO è una malattia frequente che dura tutta la vita. In Italia ci sono 3 milioni e mezzo di persone con Diabete, a cui vanno

Dettagli

Dialisi: fare le scelte giuste per se stessi Guida alla scelta della dialisi

Dialisi: fare le scelte giuste per se stessi Guida alla scelta della dialisi Dialisi: fare le scelte giuste per se stessi Guida alla scelta della dialisi Titolo originale: Dialysis: making the right choices for you. The Dialysis Decision Aid Booklet. Version updated in July 2015

Dettagli

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51

Scritto da Administrator Martedì 10 Ottobre 2006 23:15 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 30 Dicembre 2009 17:51 La colite ulcerosa e il morbo di Crohn sono malattie che colpiscono l apparato intestinale e vengono definite generalmente col nome di malattie infiammatorie dell apparato intestinale. La colite ulcerosa

Dettagli

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso

Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Norme d igiene per proteggere il sistema nervoso Colora il quadratino posto accanto alle indicazioni corrette. Per mantenere il nostro sistema nervoso sano ed efficiente è opportuno... ALLA SALUTE respirare

Dettagli

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso

Definizione trattamenti dietici. Prof. Bruno Cianciaruso 1 Definizione trattamenti dietici Prof. Bruno Cianciaruso Insufficienza renale cronica TERAPIA CONSERVATIVA Farmacologica Nutrizionale Terapia nutrizionale, perché? Prevenire e trattare segni, sintomi,

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

emodialisi dialisi peritoneale COS È L EMODIALISI emodialisi

emodialisi dialisi peritoneale COS È L EMODIALISI emodialisi LA DIALISI La dialisi è un trattamento che sostituisce la funzione renale, cioè che non cura i reni e non ripristina la loro funzionalità. Anzi, a dire il vero, la dialisi non sostituisce neppure a pieno

Dettagli

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI Unità 4 Assistenza sanitaria CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla sanità italiana parole utilizzate in testi informativi sulla sanità a usare i pronomi diretti

Dettagli

CAPITOLO SETTIMO DIALISI PERITONEALE

CAPITOLO SETTIMO DIALISI PERITONEALE CAPITOLO SETTIMO DIALISI PERITONEALE La Dialisi Peritoneale utilizza il peritoneo, membrana che delimita una cavità in cui, attraverso il catetere peritoneale, è introdotto il liquido di dialisi. Dalla

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Guida per il paziente

Guida per il paziente Il presente foglio illustrativo è stato elaborato da Sirtex Medical Limited (Sirtex) ed è destinato a fornire al paziente e ai suoi familiari una panoramica della Radioterapia Interna Selettiva con microsfere

Dettagli

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo

Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Un efficace controllo del diabete richiede che l andamento dei livelli degli zuccheri nel sangue (glicemia) siano strettamente seguiti nel tempo Il monitoraggio Il principale strumento per monitorare l

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio

Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: conoscerlo per aiutare il tuo cuore a farti vivere meglio Scompenso cardiaco cronico: che cosa e? Il tuo medico ti ha detto che sei ammalato di scompenso cardiaco.... Ma che

Dettagli

LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO

LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO LA PREPARAZIONE ATLETICA PER IL MOTOCICLISMO AGONISTICO indicazioni alimentari esercizi di stretching esercizi per potenziamento muscolare esercizi per resistenza all affaticamento preparazione invernale

Dettagli

Guida alla gestione della ILEOSTOMIA

Guida alla gestione della ILEOSTOMIA Guida alla gestione della ILEOSTOMIA GUIIDA ALLLLA GESTTIIONE DELLLL UROSTTOMIIA All.5 1 Gentile signore/a In questo opuscolo troverà indicazioni utili per la gestione della stomia che le è stata creata.

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE

OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE OPUSCOLO INFORMATIVO PER L'UTENTE E PER CHI LO ASSISTE GUIDA PRATICA PER LA GESTIONE DELLA PERSONA IN NUTRIZIONE ENTERALE A DOMICILIO SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Febbre Mediterranea Familiare

Febbre Mediterranea Familiare Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Cos è? Febbre Mediterranea Familiare La febbre mediterranea familiare (FMF) è una malattia genetica. I pazienti affetti soffrono di ricorrenti attacchi

Dettagli

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea

I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Corso di Formazione Mangia Giusto Muoviti con Gusto A.S. 2008-2009 I corretti principi di una alimentazione equilibrata: la dieta mediterranea Dietista Dott.ssa Barbara Corradini Dipartimento di Sanità

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

Il paziente oncologico

Il paziente oncologico Il paziente oncologico Le neoplasie sono tra le cause più frequenti di morte nel cane e nel gatto in molti paesi industrializzati. La chemioterapia antineoplastica, anche in medicina veterinaria, negli

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

A cura di Marcello Ghizzo

A cura di Marcello Ghizzo IL PRIMO SOCCORSO A NOI E AGLI ALTRI A cura di Marcello Ghizzo Per cominciare Il rischio che tu o i tuoi compagni possiate restare vittime di incidenti durante la pratica sportiva, il gioco, a scuola o

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

Straniero, non estraneo

Straniero, non estraneo Straniero, non estraneo ABC della sicurezza sul lavoro Opuscolo informativo per i lavoratori stranieri e le loro famiglie Edizione 2010 Italiano Realizzato dalla Direzione Centrale Comunicazione Illustrazioni:

Dettagli

SCHEDA DI INSERIMENTO

SCHEDA DI INSERIMENTO Dipartimento Sviluppo e Sussidiarietà A.S.S.I. Servizio Controllo del stema Socio-sanitario U.O. Accreditamento, Qualità e Appropriatezza del Servizi SCHEDA DI INSERIMENTO CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE

Dettagli

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre

Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre Come programmare il tuo benessere fisico e mantenerlo per sempre L obesità è una patologia causata (laddove non sia attribuibile ad altri motivi) da comportamenti ed abitudini di vita scorretti: contrastarla

Dettagli

E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli

E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli E' divertente essere bambini Guida per i genitori che vogliono gestire serenamente il diabete con i loro figli INDICE Tornare a scuola 04 Attività fisica e gioco 08 Feste 12 Dormire fuori 16 Mangiare

Dettagli

IDROSSIUREA (Oncocarbide)

IDROSSIUREA (Oncocarbide) IDROSSIUREA (Oncocarbide) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per

Dettagli

La gravidanza per la donna

La gravidanza per la donna encathopedia La gravidanza per la donna con lesione midollare Consulenza pre-concezionale Fattori da considerare Parto e travaglio Con il contributo della dottoressa Lorita Cito Fattori da considerare

Dettagli

Tu sei nel cuore di Fondo Est!

Tu sei nel cuore di Fondo Est! Tu sei nel cuore di Fondo Est! Prevenzione della Sindrome Metabolica 1 Fondo EST in collaborazione con Unisalute ti invita a partecipare alla campagna TU SEI NEL CUORE DI FONDO EST. Si tratta di uno screening

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Dispositivo di assistenza meccanica al circolo. Consigli per la prevenzione delle infezioni

Dispositivo di assistenza meccanica al circolo. Consigli per la prevenzione delle infezioni Dispositivo di assistenza meccanica al circolo Consigli per la prevenzione delle infezioni Gentile questo e il vademecum del dispositivo di assistenza meccanica al circolo che le è stato applicato. Lo

Dettagli

Prevenzione & Salute

Prevenzione & Salute Prevenzione & Salute La salute comincia a tavola! Scoprilo insieme a Faschim. 1 Argomento ALIMENTAZIONE CORRETTA Ecco il primo degli appuntamenti in cui si parla dei vantaggi di una dieta diversificata

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA

PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA PERCORSI DI FORMAZIONE CIVICA III SERVIZIO SANITARIO E SALUTE Percorsi di cittadinanza 1 Brainstorming su salute e malattie Attività 1. Rispondi a ognuna delle domande. Attività Ascolta o leggi il dialogo

Dettagli

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA

CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Lega Friulana per il Cuore CHE COSA FARE DOPO UN INFARTO MIOCARDICO O UNA MALATTIA CORONARICA Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato

Dettagli

L alimentazione e l allenamento del calciatore

L alimentazione e l allenamento del calciatore L alimentazione e l allenamento del calciatore 1. Come alimentarsi nel precampionato 2. Come alimentarsi durante il campionato 3. L alimentazione del giovane calciatore 4. Differenze tra calciatore professionista

Dettagli

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini

Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dieta ipoproteica, dieta vegetariana, dieta vegana: per quali pazienti? Incontro tenuto da Dott.ssa Ilaria De Simone Ospedale Bassini Dal greco diaita Dieta: ieri - modo di vivere volto alla salute - stile

Dettagli

Il miglioramento delle cure urgenti

Il miglioramento delle cure urgenti Ogni anno più di 1 milione e 700 mila cittadini in Emilia-Romagna si rivolgono al pronto soccorso quando hanno un problema sanitario. È un numero che tende a crescere costantemente determinando spesso

Dettagli

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C!

Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! Test Verificate le vostre conoscenze sull epatite C! L Epatite C può essere trasmessa attraverso: L uso comune di aghi e siringhe L uso comune di filtri, cucchiai e acqua al momento del consumo di droghe

Dettagli

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma)

LA TERAPIA DEL. Maria Teresa Petrucci (Roma) LA TERAPIA DEL PAZIENTE GIOVANE Maria Teresa Petrucci (Roma) La terapia farmacologica ha un ruolo fondamentale nel trattamento del Mieloma Multiplo che è una malattia già disseminata nell organismo al

Dettagli

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA

Una corretta alimentazione nello sport. Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA Una corretta alimentazione nello sport Dott.ssa Jessica Giardini BIOLOGA NUTRIZIONISTA CARBOIDRATI Sono alla base dell alimentazione costituiscono circa il 50% delle calorie che occorrono ogni giorno POSSIAMO

Dettagli

ABC della sicurezza sul lavoro

ABC della sicurezza sul lavoro Straniero, non estraneo ABC della sicurezza sul lavoro Opuscolo informativo per i lavoratori stranieri e le loro famiglie Edizione 2009 Questo opuscolo è stato realizzato da INAIL Direzione Centrale Comunicazione

Dettagli

ASIA Associazione Servizi Infermieristici Ausiliari

ASIA Associazione Servizi Infermieristici Ausiliari ASIA e GSA Soc. Coop, da molti anni sono impegnate nel campo dell assistenza alla persona. Oggi, ASIA e GSA combinano tutte le proprie conoscenze nel campo dell assistenza domiciliare e attivano un innovativo

Dettagli

LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione Provinciale di Lecce

LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione Provinciale di Lecce LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Sezione Provinciale di Lecce 73042 Casarano (LE) - Via Alpestre, 4 - Tel. e Fax 0833 512777 www.legatumorilecce.org info@legatumorilecce.org INTRODUZIONE

Dettagli

Informazioni al femminile

Informazioni al femminile Informazioni al femminile 1. CONTROLLO PRIMA DELLA GRAVIDANZA Il controllo prima di iniziare la gravidanza è molto importante perché la salute della madre condiziona sia il regolare svolgimento della gravidanza

Dettagli

GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI

GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI GASTROSTOMIA ENDOSCOPICA PERCUTANEA ASPETTI GESTIONALI Unità di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva Responsabile : Dr. Francesco Cupella Fondazione Salvatore Maugeri La Gastrostomia Endoscopica Percutanea

Dettagli

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE

INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE INTERVENTO DI PROTESI DI GINOCCHIO: VADEMECUM POST-OPERATORIO PER IL PAZIENTE Francesco Albanese, 67 anni Ex titolare di una impresa edile Operato 5 anni fa di protesi alle ginocchia Sul sito web www.storiedivitainmovimento.it

Dettagli

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO PROGETTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE RIVOLTO AD ANZIANI, PORTATORI DI HANDICAP E FAMIGLIE MULTI PROBLEMATICHE Il servizio di assistenza domiciliare consiste nel

Dettagli

TRACHEOSTOMIA: Nursing

TRACHEOSTOMIA: Nursing 6 Congresso Regionale FADOI Umbria 4 Congresso Regionale ANIMO Umbria Perugia 22 Novembre 2013 TRACHEOSTOMIA: Nursing Inf. Chiara CANTALUPO Malattie Apparato Respiratorio Az. Ospedaliera S. MARIA TERNI

Dettagli

DESFERAL Un Vademecum per tutti.

DESFERAL Un Vademecum per tutti. DESFERAL Un Vademecum per tutti. Attenzione: questo elaborato non ha valenza medica. Raccomandiamo vivamente di rivolgersi sempre a personale medico qualificato, il quale potrà valutare al meglio la vostra

Dettagli

Unità 4. In farmacia. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1 CHIAVI. In questa unità imparerai:

Unità 4. In farmacia. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1 CHIAVI. In questa unità imparerai: Unità 4 In farmacia CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su dove comprare i medicinali parole relative alla farmacia e all uso corretto dei farmaci l uso dei verbi

Dettagli

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi

IO NE PARLO. DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi AR IO NE PARLO DIARIO DELLA TERAPIA per annotare i farmaci e i progressi Ti aiuta a tenere sotto controllo la tua artrite reumatoide e a trarre il massimo beneficio dalla terapia Visita www.arioneparlo.it

Dettagli

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it

www.unionecomuni.re.it - info@unionecomuni.re.it www.parcoappennino.it LINEE GUIDA PRESTAZIONI SOCIO ASSISTENZIALI DOMICILIARI Note di carattere generale: 1. Ogni operatore dovrà essere dotato di ausili, conservati in spazi appositi e separati; 2. ogni operatore deve indossare

Dettagli

Consigli per assistere la Persona con Demenza

Consigli per assistere la Persona con Demenza Ospedale San Lorenzo Valdagno Dipartimento Medicina Interna Unità Operativa di Lungodegenza Responsabile dr. Marcello Mari Consigli per assistere la Persona con Demenza Strumenti per qualificare le cure

Dettagli

Come Proteggere i tuoi Prodotti Seguendo Metodi Sicuri di Trattamento degli Alimenti

Come Proteggere i tuoi Prodotti Seguendo Metodi Sicuri di Trattamento degli Alimenti Come Proteggere i tuoi Prodotti Seguendo Metodi Sicuri di Trattamento degli Alimenti 4 C (39 F) -21 C (-5 F) -21 C (-5 F) 4 C (39 F) 4 C (39 F) -21 C (-5 F) 4 C (39 F) -21 C (-5 F) Quando il pesce entra

Dettagli

Regione Siciliana. AUSL 6 Palermo. ma che caldo fa... ecco cosa fare

Regione Siciliana. AUSL 6 Palermo. ma che caldo fa... ecco cosa fare Regione Siciliana AUSL 6 Palermo ma che caldo fa... ecco cosa fare Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi per tutti, sono rivolti

Dettagli

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI?

CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Regione del Veneto Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico CHE COSA SONO I BIFOSFONATI? Informativa per i pazienti I bifosfonati sono farmaci introdotti più di vent

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore TerapiE PER L OSTEOPOROSI Reggio Emilia, MARZO 2015 L artrite reumatoide CALCIO E VITAMINA D Nessun dato

Dettagli