Manuale informativo C.A.P.D

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Manuale informativo C.A.P.D"

Transcript

1 Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani D DDdD Nefrologia e Dialisi Direttore: dr.roberto Scarpioni Manuale informativo C.A.P.D (Dialisi ambulatoriale continua) A cura di: Paola Chiappini Infermiera Nefrologia e Dialisi di Piacenza Con la collaborazione di: Mirco Mezzadri - Claudio Pecorari

2 Ti è stata diagnosticata una insufficienza renale cronica.. Speriamo che questo opuscolo possa esserti utile per avere una serie di informazioni riguardanti la tua malattia e le diverse possibilità di cura. Ora.

3 partiamo dai reni I tuoi reni non riescono più a svolgere a pieno le loro funzioni Le funzioni dei reni sono: Eliminazione delle scorie Equilibrio degli elettroliti Equilibrio dei liquidi corporei Produzione di ormoni

4 COSA SONO LE SCORIE? Sono sostanze eliminate dal rene che contengono azoto e che provengono, per la maggior parte, dai prodotti di degradazione delle proteine che noi introduciamo con gli alimenti Le scorie più comuni sono l azotemia, acido urico e creatinina, I reni provvedono a eliminare le scorie tramite le urine. Quando i reni non funzionano più il nostro corpo è in parte intossicato, dalle scorie e possiamo accusare sintomi come: Nausea, stanchezza, difficoltà ad alimentarci.

5 EQUILIBRIO DEGLI ELETTROLITI Gli elettroliti sono sostanze che vengono introdotte nel nostro corpo con l alimentazione. Gli elettroliti sono: sodio, potassio, fosforo, cloro, calcio, magnesio. I reni tramite la diuresi regolano l equilibrio di queste sostanze all interno del nostro corpo. Quando i reni malati non riescono più a regolare l equilibrio degli elettroliti, possiamo avere dei disturbi come: pressione alta, mal di testa, crampi, dolori retro-sternali, ecc.

6 EQUILIBRIO DEI LIQUIDI I reni regolano la quantità di liquidi che noi introduciamo con l alimentazione e le bevande tramite la diuresi. Quando si ammalano non riescono più a farlo completamente ed è per questo che potrai avere un accumulo di liquidi nel tuo corpo che può determinare gonfiori alle gambe e difficoltà a respirare. La funzione

7 FUNZIONE SECRETORIA Le principali funzioni ormonali del rene riguardano la produzione di eritropoietina e renina. L eritropoietina è un ormone che stimola la produzione dei globuli rossi. Quando i reni si ammalano producono meno eritropoietina, con diminuzione dei globuli rossi. Quando i globuli rossi diminuiscono ti puoi sentire stanco e a volte farai fatica a respirare è per questo che ti potrà essere prescritta dal medico una terapia con eritropoietina che ti aiuterà a sentirti meglio. La renina aiuta a regolare la pressione arteriosa, è per questo che molti hanno problemi di pressione alta. La vitamina D non viene prodotta dal rene, ma viene da esso attivata. Quando diminuisce la vitamina D nel nostro corpo diminuisce anche la quantità di calcio. Il calcio basso può dare problemi alle ossa.

8 E importante che da questo momento tu chieda notizie e chiarisca i dubbi sulla tua malattia e sulle possibili cure, a persone competenti come medici e infermiere del reparto di nefrologia e dialisi, questo ti aiuterà a scegliere il tipo di cura più adatto alle tue esigenze.

9 Iniziamo a capire cos è la dialisi La dialisi è una terapia che ci permette di sostituire alcune funzioni che il rene malato non riesce più a svolgere: Rimuovere le scorie (sostanze tossiche) Togliere i liquidi in eccesso dal nostro corpo e introdurre sostanze necessarie per l organismo.

10 La dialisi peritoneale. Si effettua a domicilio, ma non sarai solo. Il personale del centro dialisi ti insegnerà tutto ciò che ti servirà per renderti autonomo e sicuro a domicilio. Esistono due tipi di dialisi peritoneale: Dialisi continua Dialisi automatizzata

11 Come ci si prepara a questa terapia? E necessario fare un intervento per posizionare all interno della cavità addominale un piccolo catetere. Il catetere peritoneale Il catetere peritoneale è un piccolo tubo in silicone che ci permette l accesso alla cavità addominale. Esso viene fissato in modo permanente e ci permette l immissione del liquido di dialisi. Al catetere peritoneale viene raccordata ad una breve prolunga chiamata set paziente che dovrà essere sostituita periodicamente presso il centro dialisi.

12 La membrana peritoneale La membrana peritoneale si trova nell addome, ricopre tutti gli organi addominali (intestino, fegato, milza ecc). Questa membrana è ricca di vasi sanguigni e proprio per questo è possibile utilizzarla come filtro per potere eseguire la dialisi. Immettendo la soluzione di dialisi a contatto con i vasi sanguigni si ottiene il passaggio delle scorie e del liquido in eccesso dal sangue al liquido di dialisi.

13 La soluzione di dialisi La soluzione di dialisi contiene glucosio (zucchero) e sali minerali in concentrazioni differenti. Sarà il medico a decidere la terapia più adatta alle tue caratteristiche fisiche e alla tua necessità di dialisi.

14 La dialisi si basa sui principi della : Diffusione (per le scorie) Urea Creatinina Elettroliti Acido Urico Ultrafiltrazione (per i liquidi) Acqua

15 La dialisi ambulatoriale continua (CAPD) La CAPD viene definita dialisi continua perché il processo dialitico si realizza 24 ore su 24 ore. È un trattamento che si esegue a domicilio dopo un periodo d insegnamento da parte del personale del centro. Il trattamento si effettua introducendo la soluzione di dialisi, concentrazione varia (1,5% - 2,5% - 4% di glucosio) e volume vario (1,5 lt. 2 lt. 2,5 lt) in base alle tue caratteristiche fisiche ed alle tue necessità di dialisi. La soluzione di dialisi deve essere rinnovata ogni 4-6 ore, questo procedimento si chiama scambio oppure cambio sacca. La procedura di scambio dura circa 30 minuti.

16 Le fasi dello scambio La dialisi peritoneale continua si effettua in tre fasi: Riempimento la soluzione di dialisi viene immessa nella cavità. Sosta La soluzione di dialisi rimane all interno della cavità, in questa fase si ha la rimozione delle sostanze tossiche e dei liquidi dal sangue. Scarico viene scaricato il liquido che contiene le scorie e l acqua rimosse dal sangue Igieniche per la dialisi

17 Norme igieniche per la dialisi peritoneale. L ambiente Non serve una stanza sterile ma pulita E sufficiente individuare uno spazio dove eseguire lo scambio, e rispettando alcune regole: Assenza di moquette, tappeti, suppellettili e tutto ciò che può essere ricettacolo di polvere. Deve essere lontano da fonti di calore e apparecchi di condizionamento. Deve essere ben illuminato E importante pulire quotidianamente il materiale e l ambiente.

18 Il materiale necessario per lo scambio Tavolo e sedia lavabili Bilancia pesapersone Bilancia per pesare le sacche Apparecchio per rilevare la pressione arteriosa.

19 L utilizzo della mascherina Perché si utilizza? Per impedire che i germi che escono normalmente dalla bocca e dal naso vadano a contaminare il tuo peritoneo durante le fasi più delicate dello scambio. Quando va utilizzata? Sempre prima di lavare le mani ogni volta che iniziamo a prepararci per lo scambio.

20 Il lavaggio delle mani Perché devi lavare le mani? Sulle mani sono presenti molti germi che potrebbero contaminare il peritoneo durante lo scambio. Quando devi lavare le mani? Ogni volta che ti prepari per fare la dialisi dopo aver indossato la mascherina. Come devi lavare le mani? Utilizza il disinfettante consigliato dal centro e lavale come ti hanno insegnato durante l addestramento, ricorda di spazzolare bene le unghie. È fondamentale che le unghie siano ben curate per evitare che i germi possano proliferare. Dopo aver lavato bene le mani utilizza un foglio di carta assorbente per chiudere i rubinetti e aprire eventuali porte, questo ti permetterà di mantenerle pulite.

21 Igiene personale L igiene personale è fondamentale per evitare le infezioni. Come proteggere il catetere mentre si fa la doccia:

22 Le complicanze della dialisi peritoneale Drenaggio difficoltoso: Il liquido esce lentamente. Probabili cause Controlla se: Il set è chiuso La linea di drenaggio è piegata Il catetere peritoneale è piegato E presente la fibrina. La fibrina può essere paragonata all albume dell uovo, quando è cotto. Questa sostanza può rallentare sia il drenaggio sia il carico della nuova soluzione. Cosa fare? Contatta subito il centro dialisi, ti consiglierà come affrontare questo problema.

23 La peritonite Che cos è? Un infezione del peritoneo determinata da differenti germi. Le cause della peritonite possono essere: 1) Mancato rispetto delle norme igieniche Non utilizzo della mascherina Lavaggio delle mani non corretto 2) Manovre di scambio non corrette (es.toccare il set dopo aver tolto il tappino). Mancato controllo della sacca (scadenza, rottura, etc.). 3) Scarsa igiene intestinale È buona regola mantenere l intestino pulito per evitare accumuli di feci che possono essere causa di passaggio di germi dall intestino al peritoneo. I segni e i sintomi sono: Liquido di drenaggio torbido Dolori addominali Febbre Nausea e vomito

24 Cosa fare? Se avete dolori addominali, anticipate lo scambio così potrete controllare il liquido di drenaggio. Se il liquido di drenaggio è torbido o comunque hai qualche dubbio sulla limpidezza esegui subito il Cytur test. Se il Cytur test è positivo mettiti subito in contatto con il centro dialisi. E molto importante iniziare subito la terapia antibiotica per evitare il peggioramento dell infezione e dei sintomi

25 Come prevenirla Indossa sempre la mascherina Lavati sempre le mani prima dello scambio Esegui sempre lo scambio in modo corretto Controlla sempre la sacca prima dell utilizzo. Mantieni sempre una buona pulizia intestinale (se hai problemi avvisa il centro dialisi).

26 La cura dell emergenza cutanea Cosa si intende per emergenza cutanea? È il punto di fuoriuscita del catetere peritoneale. Come si pulisce? Consigli utili È bene pulire spesso l emergenza (secondo le disposizioni del centro), utilizzando uno specchio per evidenziare eventuali anomalie. Abituati a palpare la zona durante la pulizia.

27 Infezione dell emergenza cutanea Cos è? E un infiammazione del punto di fuoriuscita del catetere causata da differenti germi. Le cause dell infezione dell emergenza sono: mancato rispetto delle norme igieniche traumi sul catetere (trazione, rotazione, etc). I segni e i sintomi sono: Dolore Rossore Gonfiore Secrezione SE EVIDENZI UNO DI QUESTI SINTOMI CONTATTA SUBITO IL CENTRO DIALISI.

28 Come prevenirla? Rispetta le norme igieniche: Indossa sempre la mascherina Lavati sempre le mani prima di medicare Medica frequentemente l emergenza Controlla e palpa la zona durante la medicazione. Fissa sempre il catetere per evitare trazioni. Non indossare indumenti troppo stretti (es. cintura) AD OGNI ANOMALIA CONTATTARE IL CENTRO DIALISI.

29 ROTTURA DEL SET E SCONNESSIONI ACCIDENTALI Sono eventi rari ma che possono avere serie conseguenze (peritonite). Consigli utili Metti una pinza sul catetere peritoneale a monte della rottura o la sconnessione e avvolgi il catetere e il set in una garzina imbevuta di disinfettante. CONTATTA IMMEDIATAMENTE IL CENTRO DIALISI.

30 Controlli quotidiani È fondamentale controllare quotidianamente il peso al mattino dopo lo scambio. Il peso corporeo Nella fase iniziale il medico stabilisce il tuo peso ideale. Il peso lo puoi mantenere: - controllando l introduzione di liquidi e la fuoriuscita (urine ultrafiltrazione) - controllando l introduzione di cibo

31 Peso corporeo Perché è necessario controllare frequentemente il peso? Per evitare aumenti o diminuzioni eccessive. I segni di aumento del peso sono: Gonfiore agli arti inferiori Aumento della pressione arteriosa Difficoltà a respirare I segni di una diminuzione del peso sono: Senso di stanchezza ed astenia Crampi Diminuzione della pressione arteriosa SE COMPARE UNO O PIÙ DI QUESTI SINTOMI CONTATTARE IL CENTRO DIALISI.

32 Pressione arteriosa La pressione arteriosa Deve essere misurata ogni giorno dopo lo scambio del mattino per controllarne la stabilità. Aumento della pressione arteriosa: Cefalea Nausea Senso di disorientamento Diminuzione della pressione arteriosa: Senso di svenimento Capogiri Astenia SE HAI UNO DI QUESTI SINTOMI CONTROLLA LA PRESSIONE ARTERIOSA E SE I VALORI SONO TROPPO ALTI O TROPPO BASSI CONTATTA IL CENTRO DIALISI

33 Annota il peso e la pressione sul diario di dialisi e ricordati in occasione della visita medica o dei controlli di consegnarlo al personale del centro. Ci aiuterai a curarti meglio.

34 Consigli dietetici Consulta, insieme a chi cucina i tuoi cibi, la dieta che ti è stata data dalla dietista o dal medico. Ricorda comunque: Con la dialisi si perdono proteine. Le proteine sono contenute principalmente nella carne e nel pesce quindi la tua alimentazione dovrà essere ricca di questi alimenti. Ti potrà aiutare anche l albume dell uovo. Per carne si intendono tutti i tipi di carne; pollo,tacchino, coniglio, manzo, vitello. Se prediligi il piatto unico ti potrà aiutare condire la pasta con sughi al ragù. Ogni volta che assumi minestre, bevande, frutta ricorda che stai introducendo acqua. Tutti i latticini contengono molto fosforo e spesso la dialisi non riesce ad eliminarlo completamente quindi dovrai limitare l uso di questi alimenti. Ricorda che salare troppo i cibi aumenta il senso della sete e inoltre influisce sui valori della pressione arteriosa (aumento). NO

35 La consegna del materiale Le sacche ti verranno consegnate a domicilio dalla ditta produttrice una volta al mese. Il materiale deve essere conservato in un luogo pulito, fresco, e non troppo umido. Chi ti consegna le sacche ha disposizioni per sistemarle nel luogo che tu hai scelto.

36 I farmaci Quando i medici ti prescrivono un farmaco significa che ne hai veramente bisogno. Quindi se qualche farmaco ti disturba comunicalo al medico senza però sospendere la terapia autonomamente.

37 Vita sociale Anche se stai attraversando un periodo psicologicamente difficile è importante che tu riesca a conciliare la dialisi con la tua vita Informa il personale del centro dialisi riguardo le tue esigenze sociali insieme potrete trovare le giuste soluzioni per: attività lavorativa o di studio rapporti sociali (familiari e amici) hobbies e vacanze Anche facendo la dialisi potrai avere una normale vita di relazione. Questo significa andare al ristorante, a casa di amici, assistere a uno spettacolo ecc. Potrai inoltre continuare a lavorare, andare a scuola, occuparti della famiglia e della casa.

38 Se prima di iniziare il trattamento dialitico praticavi uno sport, consulta il medico della dialisi se sarà possibile potrai continuare a praticarlo. Ricorda che fare lunghe passeggiate ti potrà aiutare a mantenere il peso corporeo e avere un benessere psico-fisico. Sessualità La dialisi non ti impedisce di avere rapporti sessuali. La presenza del catetere peritoneale ti potrebbe creare disagio durante i rapporti per questo motivo ti consigliamo di utilizzare una pancerina, riuscirà a darti sicurezza. Se decidi di andare in vacanza, ricorda di avvisare, con anticipo il centro dialisi che si preoccuperà di mandarti il materiale dove tu desideri e darti informazioni circa il centro dialisi più vicino al tuo luogo di vacanza

39 INFORMAZIONI UTILI 1) Richiesta di invalidità civile: La persona in trattamento sostitutivo della funzione renale è considerata invalido civile. La domanda per il riconoscimento del grado di invalidità e delle eventuali provvidenze economiche, previste dalla Legge del 30 marzo del 1971 n 118 e successive modifiche, va rivolta (su apposito modello disponibile presso le sedi USL accompagnato dalla certificazione del Medico di Medicina Generale) alla Commissione Medica per gli Invalidi Civili presso la USL di residenza. 2) Assegno mensile d invalidità: È concesso agli invalidi civili di età compresa tra i 18 e 65 anni a cui è stata riconosciuta una invalidità superiore al 75% non collocati al lavoro, che non fruiscano di nessun altro trattamento pensionistico di invalidità e che abbiano un reddito pensionabile inferiore ad un tetto che viene fissato ogni anno. 3) Indennità di accompagnamento È concessa senza limiti di età e di reddito, agli invalidi civili totalmente inabili (100%) che sono impossibilitati a camminare senza l aiuto permanente di un ausilio (carrozzina) o di un accompagnatore o che siano impossibilitati a compiere autonomamente gli atti quotidiani della vita: vestirsi, andare in bagno, mangiare ecc. (Legge n 18 dell 11 febbraio 1980.) 4) La patente di guida La legge italiana prevede che può essere concessa o rinnovata per una durata massima di due anni, limitatamente ai tipi A e B. Per ottenere la concessione o il rinnovo della patente bisogna recarsi con un certificato del Centro di Dialisi dal Medico di Medicina Generale, che compilerà il modulo da portare alla Commissione Medica Provinciale per la patente degli invalidi che dovrà effettuare la visita.

40 5) Collocamento al lavoro L invalido disoccupato ha il diritto di iscriversi alle liste di collocamento obbligatorio per le categorie protette- previste dalla legge 482 del 1968-presso il competente Ufficio Provinciale del Lavoro, a condizione che gli sia accertata un invalidità superiore al 45%. 6) Esenzioni Tickets Esenzioni alla partecipazione della spesa sanitaria. I provvedimenti legislativi relativi all applicazione dei tickets sui farmaci e sulle prestazioni sanitarie (visite specialistiche o esami diagnostici) sono modificati di frequente. Pertanto è opportuno rivolgersi al personale del proprio Centro di Salute per sapere come comportarsi per avere l esenzione ticket che sicuramente riguarda ed include coloro che sono dializzati, trapiantati. E previsto un indennizzo mensile per il rimborso delle spese elettriche di 40 euro e di viaggio che deve essere richiesto presso la vostra USL. Per fare la domanda rivolgetevi: 1. Piacenza -Assistenza Primaria - Piazzale Milano blocco A primo piano tel 0523/ Castel S. Giovanni- Sportello unico ospedale di Borgonovo Val Tidone 3. Fiorenzuola sportello unico via Roma 37

41 NUMERI DA CONTATTARE DAL LUNEDI AL SABATO DALLE 07,00 ALLE 20,00: DIALISI PERITONEALE DURANTE LA NOTTE, LA DOMENICA E I FESTIVI: CENTRALE OPERATIVA CHIEDERE DEL MEDICO/INFERMIERA REPERIBILE PER LA DIALISI

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi

Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani. Nefrologia e Dialisi Dipartimento Medicine Specialistiche Direttore: dr. Giovanni Q.Villani Nefrologia e Dialisi Direttore: Roberto Scarpioni Parliamo di reni Ambulatorio di Predialisi Dr. Sergio Ballocchi A.F.D.Loredana Scalambra

Dettagli

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI

GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI SERVIZIO SANITARIO REGIONALE EMILIA ROMAGNA Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza GUIDA PER PAZIENTI IN EMODIALISI A CURA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO DELLA DIALISI DI PIACENZA con questa guida intendiamo

Dettagli

Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica

Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica Quando l insufficienza renale ti fa perdere l equilibrio, Fosforo Calcio cosa puoi fare per controllare il fosforo Breve guida per il paziente con insufficienza renale cronica ASSOCIAZIONE NAZIONALE EMODIALIZZATI

Dettagli

Servizio Sanitario Regionale AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione ( D.P.C.M.

Servizio Sanitario Regionale AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione ( D.P.C.M. Servizio Sanitario Regionale NOTE INFORMATIVE SULLA SCELTA DEL TRATTAMENTO DIALITICO CONSENSO ALLA DIALISI Gentile Signore/a, a breve dovrà iniziare il trattamento dialitico, che comporterà significativi

Dettagli

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL

Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico. Il neutrofilo PHIL Istituto Oncologico Veneto Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Il neutrofilo PHIL Informazioni utili sulla NEUTROPENIA durante il trattamento chemioterapico NEUTROFILO PHIL La tua guardia

Dettagli

Alessandro Avventuroso - Mirko Dalle Mulle....e non siamo soli. (frammenti di una malattia)

Alessandro Avventuroso - Mirko Dalle Mulle....e non siamo soli. (frammenti di una malattia) Alessandro Avventuroso - Mirko Dalle Mulle...e non siamo soli (frammenti di una malattia) Introduzione Tutto nasce da un idea comune di Alessandro e Mirko, due amici che si sono trovati casualmente sul

Dettagli

Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR

Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR Il ruolo e la responsabilità dell infermiere nella presa in carico del pz affetto da IR Benedetto Maria Teresa Imola, 11/6/08 PERCORSI AMBULATORIO NEFROLOGICO AMBULATORIO DI PREDIALISI AMBULATORIO DIALISI:

Dettagli

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti

Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti Disturbi del ciclo dell urea e acidurie organiche Guida per i giovani pazienti www.e-imd.org Che cosa sono i difetti del ciclo dell urea/le acidurie organiche? Gli alimenti che mangiamo vengono scissi

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA MALATTIA RENALE CRONICA E LA TERAPIA SOSTITUTIVA.

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA MALATTIA RENALE CRONICA E LA TERAPIA SOSTITUTIVA. OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA MALATTIA RENALE CRONICA E LA TERAPIA SOSTITUTIVA. I reni sono due organi di forma simile ad un fagiolo, lunghi circa 12 cm, posti ai lati della colonna vertebrale. La funzione

Dettagli

IL PAZIENTE IN DIALISI

IL PAZIENTE IN DIALISI IL PAZIENTE IN DIALISI Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI DIALISI OBIETTIVI Cenni sull INSUFFICIENZA RENALE Diversi tipi di DIALISI Il PAZIENTE DIALIZZATO: problematiche ed emergenze EMORRAGIE della

Dettagli

colesterolo sotto controllo

colesterolo sotto controllo Come tenere il colesterolo sotto controllo LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA Cos è il colesterolo alto (ipercolesterolemia)? Come succede a molti di noi, non hai mai pensato al colesterolo o

Dettagli

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano

Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Domenica 21 Marzo 2010 Loc. Poggiardelli Montepulciano Pazienti in trattamento sostitutivo della funzione renale (USL 7 Zona Valdichiana) N Dialisi extracorporea 40 Dialisi peritoneale 10 Trapianto attivo

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate

CISTITE. A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate CISTITE A cura della Dott.ssa Anna Maria Marcellini Direttore Tecnico del Laboratorio Gruppo Ippocrate Cos è la CISTITE? La cistite è la più comune e frequente malattia delle vie urinarie e può colpire

Dettagli

La persona con insufficienza renale cronica

La persona con insufficienza renale cronica La persona con insufficienza renale cronica L INSUFFICIENZA RENALE CRONICA LA FUNZIONE DEI RENI Assistere in famiglia: istruzioni per l uso I reni sono due organi di forma simile ad un fagiolo, lunghi

Dettagli

Guida all utilizzo della PEG

Guida all utilizzo della PEG Guida all utilizzo della PEG INDICE INTRODUZIONE PAG. 3 COSA E LA PEG E A COSA SERVE PAG. 4 MATERIALE NECESSARIO PAG. 5 COME PROCEDERE PER L ALIMENTAZIONE PAG. 6 PREPARAZIONE DELLA NUTRIZIONE PAG. 7 AL

Dettagli

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere

Ministero della Salute. La salute dell anziano. per la promozione e il mantenimento del benessere Ministero della Salute La salute dell anziano Vademecum per la promozione e il mantenimento del benessere Care amiche e cari amici, questo piccolo opuscolo racchiude alcuni semplici ma importanti consigli

Dettagli

www.fondazionedamico.org

www.fondazionedamico.org www.fondazionedamico.org COSA SONO Sono due organi situati nell addome, a forma di fagiolo, grandi poco più di un pugno, collegati alla vescica da un condotto chiamato uretere. L urina prodotta dai due

Dettagli

PRENDERTI CURA DI TE IN CASO DI PATOLOGIA RENALE

PRENDERTI CURA DI TE IN CASO DI PATOLOGIA RENALE PRENDERTI CURA DI TE IN CASO DI PATOLOGIA RENALE Kidney Health Australia Pagina 1/5 INTRODUZIONE Le malattie renali vengono definite malattie silenziose poiché spesso non compaiono segnali d'allarme. Non

Dettagli

PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA. Artificiale: Dialisi

PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA. Artificiale: Dialisi PERDITA IRREVERSIBILE DELLE FUNZIONI DEI RENI TERAPIA SOSTITUTIVA Artificiale: Dialisi Naturale: Trapianto EMODIALISI Metodica di depurazione extra- corporea realizzata mediante scambi di soluti e di acqua

Dettagli

Unità Operativa di Emodialisi

Unità Operativa di Emodialisi Dipartimento Medico Internistico 2 - Ravenna U.O. Aziendale di Nefrologia e Dialisi Unità Operativa di Emodialisi Guida ai Servizi Dipartimento Medico Internistico 2 - Ravenna U.O. Aziendale di Nefrologia

Dettagli

GESTIONE DELL ACCESSO VASCOLARE. CAL Dialisi Bellano CAL Dialisi Merate CAL Dialisi Oggiono

GESTIONE DELL ACCESSO VASCOLARE. CAL Dialisi Bellano CAL Dialisi Merate CAL Dialisi Oggiono GESTIONE DELL ACCESSO VASCOLARE CAL Dialisi Bellano CAL Dialisi Merate CAL Dialisi Oggiono GESTIONE DELL ACCESSO VASCOLARE a cura di Coodinatori e infermiere CAL Dialisi Bellano CAL Dialisi Merate CAL

Dettagli

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA

DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA TERAPIA DIALITICA Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Presidio Ospedaliero S. Maria del P. Incurabili S.C. Universitaria di Nefrologia e Dialisi DIALISI INDICAZIONI PER L INIZIO DELLA

Dettagli

LA DIALISI. Guida al percorso di diagnosi e cura. www.aou-careggi.toscana.it

LA DIALISI. Guida al percorso di diagnosi e cura. www.aou-careggi.toscana.it Dipartimento Specialità Medico-Chirurgiche Direttore f.f.: Dott. Valerio Del Ministro Guida al percorso di diagnosi e cura SOD Nefrologia e Nefrologia dei Trapianti Direttore: Dott. Enrico E. Minetti LA

Dettagli

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME.

www.regione.lombardia.it REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. www.regione.lombardia.it 10 REGOLE D ORO Per affrontare il caldo estivo LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Ecco uno strumento utile per combattere il caldo estivo. Una serie

Dettagli

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina.

E importante che il paziente con Insufficienza renale cronica comprenda che una corretta alimentazione è come una medicina. Perché è necessaria la dieta nella IRC? La principale funzione dei reni è quella di eliminare con le urine le scorie, l acqua e sali minerali nella quantità necessaria. Nella Insufficienza renale cronica

Dettagli

Il paziente dializzato: gestione e trasporto

Il paziente dializzato: gestione e trasporto Il paziente dializzato: gestione e trasporto Alessio Riitano Istruttore PSTI Croce Rossa Italiana Recapiti: E-mail: alessio.riitano@gmail.com Web: http://www.aleritty.net Creative Commons BY-NC-SA Argomenti

Dettagli

DIABETE E CURA DEI PIEDI

DIABETE E CURA DEI PIEDI DIABETE E CURA DEI PIEDI Un aspetto fondamentale del controllo del diabete è la cura appropriata dei piedi. È possibile ridurre o prevenire complicazioni gravi con una buona igiene del piede. Il vostro

Dettagli

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana

COSA È E COME SI USA Lingua Italiana L ABC dell insulina COSA È E COME SI USA Lilly Perché devo fare l insulina? Nella maggior parte dei casi il Diabete tipo 2 si cura con i farmaci antidiabetici orali, oltre che con la dieta e l esercizio

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO. Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale.

FOGLIO ILLUSTRATIVO. Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale. FOGLIO ILLUSTRATIVO Balance 1.5% glucosio, 1.25 mmol/l calcio, soluzione per dialisi peritoneale. Leggere attentamente l intero foglio illustrativo prima d iniziare ad utilizzare questo medicinale. - Conservare

Dettagli

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi

GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE. a cura di Andrea B. Galosi GESTIONE DEL CATETERE VESCICALE a cura di Andrea B. Galosi Il catetere vescicale è un dispositivo (tubicino flessibile) che permette il drenaggio continuo dell urina dalla vescica all esterno attraverso

Dettagli

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica)

Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Diabete e nefropatia cronica (o malattia renale cronica) Cos è il diabete? Il diabete mellito, meglio noto come diabete, è una malattia che compare quando l organismo non produce insulina a sufficienza

Dettagli

La Nutrizione Enterale Domiciliare

La Nutrizione Enterale Domiciliare Dipartimento Malattie Digestive e Metaboliche U.O. Aziendale di Gastroenterologia e Dietetica Clinica U.O.S. Dietetica Clinica La Nutrizione Enterale Domiciliare Informazioni utili per il paziente e la

Dettagli

IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO

IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO IL TRAPIANTO DI RENI - SCELTA DI TRATTAMENTO Kidney Health Australia pagina1/5 COSA È UN TRAPIANTO DI RENI? Quando l insufficienza renale è molto avanzata, i reni sono così danneggiati da non poter più

Dettagli

assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale

assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale Con affetto alle mie figlie Sofia e Beatrice FACOLTÀ DI MEDICINA E CHIRURGIA CORSO DI LAUREA PER INFERMIERE Tesi di Laurea assistenza infermieristica Alla persona con insufficienza renale Laureanda Simonetta

Dettagli

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente.

Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Conoscere e prevenire i rischi di un estate bollente. Emergenza caldo. Ecco una serie di consigli pratici per prevenire e affrontare i pericoli del caldo estivo. Questi consigli, validi

Dettagli

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile

Sommario. Esercizio e dieta: un equazione super efficace! Impara a respirare e perdere peso sarà facile Pagina 5 Sommario Il nuovo metodo per dimagrire senza fatica FORMA E BENESSERE Io ce l ho fatta così! Tre storie di chi ha raggiunto l obiettivo Claudia, Anna e Luca hanno ritrovato linea e salute Adoro

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie

La nefropatia cronica. Una guida per i pazienti e le famiglie La nefropatia cronica Una guida per i pazienti e le famiglie Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L'iniziativa Kidney Disease Outcomes Quality

Dettagli

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. VALSARTAN ABC 80 mg compresse rivestite con film. Valsartan

FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE. VALSARTAN ABC 80 mg compresse rivestite con film. Valsartan FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE VALSARTAN ABC 80 mg compresse rivestite con film Valsartan Legga attentamente questo foglio prima di prendere questo medicinale. Conservi questo foglio.

Dettagli

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA

FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA FONDAMENTI SULLA PRESSIONE ARTERIOSA COS È LA PRESSIONE ARTERIOSA? La pressione arteriosa è la forza che il sangue esercita contro la parete delle arterie. È come la pressione dell acqua in un tubo per

Dettagli

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare:

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: Aspetti generali Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: la progettazione dei locali e delle strutture l organizzazione

Dettagli

Acqua: nutriente essenziale

Acqua: nutriente essenziale Acqua: nutriente essenziale Funzioni dell acqua 1. Solvente delle reazioni metaboliche; 2. Regola il volume cellulare; 3. Regola la temperatura corporea; 4. Permette il trasporto dei nutrienti; 5. Permette

Dettagli

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO

UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO I.P. UN ESTATE AL RIPARO DAL CALDO QUESTO OPUSCOLO È STATO REALIZZATO PER FORNIRE UTILI CONSIGLI A SOSTEGNO DEGLI ANZIANI. FAVORISCI LA SUA DIFFUSIONE TRA LE FASCE DI POPOLAZIONE IN ETÀ PIÙ AVANZATA. GRAZIE.

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

2. COSA DEVE SAPERE PRIMA DI PRENDERE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN

2. COSA DEVE SAPERE PRIMA DI PRENDERE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN FOGLIO ILLUSTRATIVO: INFORMAZIONI PER L UTILIZZATORE AMOXICILLINA E ACIDO CLAVULANICO IBIGEN 1000 mg/20 ml + 200 mg/20 ml Polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso AMOXICILLINA E

Dettagli

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti

Cosa succede con la chemioterapia. e gli altri trattamenti Cosa succede con la chemioterapia e gli altri trattamenti SANGUE e SISTEMA CARDIO-CIRCOLATORIO: ALTERAZIONI EMATOLOGICHE Anemia Leucopenia Piastrinopenia FEBBRE ALTERAZIONI PSICHICHE Immagine corporea

Dettagli

Indice. - La funzione renale 4. - Cause dell insufficienza renale 6. - Le malattie renali più comuni 7. - Il peso 8

Indice. - La funzione renale 4. - Cause dell insufficienza renale 6. - Le malattie renali più comuni 7. - Il peso 8 Introduzione Lo scopo di questo opuscolo è quello di informare il paziente e la sua famiglia della cura e degli interventi da attuare nell insufficienza renale. La buona riuscita delle cure dipende molto

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10. Ho mal di stomaco. Che cosa è la dispepsia Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Ho mal di stomaco Che cosa è la dispepsia INFORMATIVA PER PAZIENTI IS PV ALL 24-0 05/09/2012 INDICE Cos è? 4 Come si riconosce? 5 La dispepsia

Dettagli

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio

Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Una guida per aiutarvi a gestire il catetere e le sacche di drenaggio Un catetere può migliorare la vostra salute e qualità di vita. Siccome sappiamo che potrebbe richiedere un bel po di adattamento, abbiamo

Dettagli

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA

LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA OPUSCOLO INFORMATIVO LA GESTIONE DELLA PERSONA CON CATETERE VESCICALE A PERMANENZA SERVIZIO DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA DOMICILIARE AZIENDA USL 12 VERSILIA Questa guida è stata pensata per aiutarla a

Dettagli

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA

L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA L EDUCAZIONE ALIMENTARE COME PERCORSO MATURATIVO DELLA RELAZIONE CON LO SPECIALISTA La dieta nel diabete Come deve essere la dieta del paziente diabetico? Tutti gli alimenti vanno consumati con misura

Dettagli

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro.

Polipi precancerosi. Circa il 50% delle persone dai 60 anni in su avrà nel corso della vita almeno 1 polipo precanceroso di 1 cm o più di diametro. Polipi precancerosi I polipi sono piccole escrescenze dovute ad una proliferazione eccessiva delle cellule sane della mucosa intestinale che può causare lo sviluppo di polipi cosiddetti adenomatosi (anche

Dettagli

Foglio Illustrativo: informazioni per il paziente

Foglio Illustrativo: informazioni per il paziente Foglio Illustrativo: informazioni per il paziente FRINEG 500 mg/ 2 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso intramuscolare FRINEG 1 g/ 3,5 ml polvere e solvente per soluzione iniettabile

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

Progetto. Ambulatorio. Pre-dialisi

Progetto. Ambulatorio. Pre-dialisi Progetto Ambulatorio Pre-dialisi U.O. Emodialisi di Carpi (MO) SOMMARIO Cosa sono i reni?... 3 A cosa servono i reni?... 3 Cause d insufficienza renale cronica... 4 Sintomi d insufficienza renale cronica...

Dettagli

Il diabete e il tuo cuore

Il diabete e il tuo cuore Il diabete e il tuo cuore LAVORIAMO INSIEME PER PROTEGGERE LA TUA VITA A proposito del diabete Se hai il diabete - un livello elevato di glucosio, o zuccheri nel sangue - hai un rischio elevato di malattia

Dettagli

Come mangiare quando si è in dialisi

Come mangiare quando si è in dialisi Come mangiare quando si è in dialisi Dialycare: semplicemente una buona nutrizione Pubbli house HDYMPC1233 Abbott spa Campoverde - Lt Alimentazione e Dialisi Alimentarsi in maniera appropriata è importante

Dettagli

Malattia Renale Avanzata

Malattia Renale Avanzata [Loghi e autori] Malattia Renale Avanzata Cosa sapere Cosa fare Perché scegliere 1 1. LE PERSONE CHE SI PRENDERANNO CURA DI TE La tua malattia renale cronica ha purtroppo dimostrato di avere una tendenza

Dettagli

DIALISI: da sapere LA DIALISI. Sommario:

DIALISI: da sapere LA DIALISI. Sommario: DIALISI: da sapere A cura di Domenico Santoro, Annamaria Bruzzese e Rossella Siligato UOC Nefrologia e Dialisi Dip. di Medicina Clinica e Sperimentale Azienda Ospedaliera Universitaria G. Martino, Messina

Dettagli

DIALISI PERITONEALE I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE BENE

DIALISI PERITONEALE I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE BENE DIALISI PERITONEALE I COMPORTAMENTI CHE AIUTANO A STARE BENE informazioni e suggerimenti per pazienti e loro familiari Indice Stare bene in dialisi peritoneale 4 Introduzione 5 Alleanza terapeutica 5

Dettagli

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it

ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio di ondate di calore. www.anpanacosenza.it A.N.P.A.N.A. (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente) Sezione Provinciale di Cosenza e COMUNE DI PAOLA PROVINCIA DI COSENZA presentano ATTENTI AL CALDO!!!! come affrontare il rischio

Dettagli

LO SCOMPENSO CARDIACO

LO SCOMPENSO CARDIACO Area Medica P.O. Pistoia LO SCOMPENSO CARDIACO Opuscolo informativo di educazione terapeutica U.O. Cardiologia U.O. Medicina Interna I COS E LO SCOMPENSO CARDIACO Lo scompenso cardiaco è una malattia molto

Dettagli

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI

Unità 4. Assistenza sanitaria. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A2 CHIAVI Unità 4 Assistenza sanitaria CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni sulla sanità italiana parole utilizzate in testi informativi sulla sanità a usare i pronomi diretti

Dettagli

Così nasce il questionario che stai per compilare.

Così nasce il questionario che stai per compilare. Premessa Una sana alimentazione e l attività fisica sono fondamentali per mantenere a lungo uno stato di benessere. Spesso però mancano informazioni precise e chi sa cosa dovrebbe fare non sempre applica,

Dettagli

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico

Rischio Emorragico. farma memo. scritto è meglio! International Normalized Ratio. Rischio Trombotico Rischio Emorragico 6 5 4 3 2 1 International Normalized Ratio farma memo scritto è meglio! Rischio Trombotico Campagne regionali per la sicurezza del paziente: La prevenzione degli errori di terapia Un

Dettagli

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI

INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI INDICAZIONI PER IL LAVAGGIO DELLE MANI (Ministero della Salute - http://www.salute.gov.it) INTRODUZIONE Le mani sono un ricettacolo di germi; circa il 20% è rappresentato da microrganismi non patogeni,

Dettagli

IL DIABETE GESTAZIONALE

IL DIABETE GESTAZIONALE IL DIABETE GESTAZIONALE dott.ssa Annamaria Nuzzi Ambulatorio Diabete e Gravidanza S.S.D. Diabetologia e Malattie del Metabolismo A.S.L. CN2 sede di Alba e Canale Resp.. Dott.ssa A. Rosatello COS E IL DIABETE

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO PREPARAZIONE DEL PAZIENTE E MODALITÀ DI PRELIEVO L esecuzione del prelievo del sangue richiede generalmente un digiuno standard

Dettagli

A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee

A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee A cura del personale infermieristico e OSS delle cure domiciliari con la collaborazione del Nucleo Operativo Lesioni Cutanee INDICE A CHI SERVE QUESTO OPUSCOLO? 3 CHE COSA E LA PIAGA? 4 PERCHÈ SI FORMA

Dettagli

E LA SALUTE DEI DENTI

E LA SALUTE DEI DENTI IO & OTTAVIO Due amici per denti più felici E LA SALUTE DEI DENTI Yep! La salute della comunità degli emofilici passa anche attraverso la salute della bocca. La FedEmo promuove l alleanza tra il S.S.N.,

Dettagli

ISSQoL. questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV

ISSQoL. questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV ISSQoL questionario per la valutazione della Qualità della Vita in persone con infezione da HIV 1 Codice Centro Num. Paziente Data visita 1. Nelle ultime 4 settimane si è sentito/a limitato/a nello svolgimento

Dettagli

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo

U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Dipartimento di Onco - Ematologia Direttore Dr. Luigi Cavanna U. O. EMATOLOGIA e CENTRO TRAPIANTO MIDOLLO OSSEO Presidio Ospedaliero di Piacenza Via Cantone del Cristo Direttore Dr. Daniele Vallisa Coordinatore

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

LE RESIDENZE STRUTTURE PER LA TERZA ETA' Scheda di inserimento CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE. Informazioni anagrafiche

LE RESIDENZE STRUTTURE PER LA TERZA ETA' Scheda di inserimento CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE. Informazioni anagrafiche LE RESIDENZE STRUTTURE PER LA TERZA ETA' Scheda di inserimento CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE Informazioni anagrafiche me Cognome Nato a il / / Residente a via/piazza n Anamnesi patologica remota oltre

Dettagli

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4

Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica. Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Ipertensione arteriosa e nefropatia cronica Per pazienti con nefropatia cronica stadio da 1 4 Risultati dell'iniziativa qualità della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) per le patologie renali La

Dettagli

DIETA PER DIALISI - CONSIGLI PER IL PAZIENTE DIALIZZATO

DIETA PER DIALISI - CONSIGLI PER IL PAZIENTE DIALIZZATO SCHEDE: ALIMENTAZIONE e PATOLOGIE DIETA PER DIALISI - CONSIGLI PER IL PAZIENTE DIALIZZATO La dialisi è un trattamento che sostituisce in parte la funzionalità renale quando molto compromessa. La dialisi

Dettagli

Scompenso cardiaco cronico: Come gestirsi la propria malattia a domicilio

Scompenso cardiaco cronico: Come gestirsi la propria malattia a domicilio Scompenso cardiaco cronico: Come gestirsi la propria malattia a domicilio Scompenso cardiaco cronico: Come gestirsi la propria malattia a domicilio: chi è protagonista..sono importanti..ma.. I Consigli..

Dettagli

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH

www.goherb.eu PERSONAL WELLNESS COACH L evoluzione della nutrizione negli ultimi decenni accompagna effetti nutrizionali positivi ma anche negativi! Gli scienziati hanno constatato una diminuzione della DENSITÁ delle vitamine e i minerali

Dettagli

Cosa dovete sapere sulla gotta

Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno In breve gli aspetti importanti sollevare questa pagina. Cosa dovete sapere sulla gotta Quelli con l arcobaleno Informazioni per i pazienti «Gotta» Informazioni per i pazienti «Gotta»

Dettagli

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4

Anemia e nefropatia. Stadi 1 4 Anemia e nefropatia Stadi 1 4 Iniziativa NKF-KDOQI (Kidney Disease Outcomes Quality Initiative) della National Kidney Foundation L iniziativa della National Kidney Foundation (NKF-KDOQI ) sviluppa linee

Dettagli

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA

PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA PROTOCOLLI DI IDONEITÀ ALLA GUIDA Malattie renali PREMESSA: In tutti i casi di malattia a carico dell emuntorio renale deve essere richiesta la visita specialistica nefrologica con allegati esami ematochimici

Dettagli

diario Sindrome Nefrosica Idiopatica

diario Sindrome Nefrosica Idiopatica diario di Sindrome Nefrosica Idiopatica diario Sindrome Nefrosica Idiopatica Medico di riferimento: Contatti: Centro: Col supporto di COS E LA SINDROME NEFROSICA? La sindrome nefrosica non è una malattia

Dettagli

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno

Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Addome piatto per sempre e energia per tutto il giorno Avvertenze Le informazioni racchiuse in questo documento non sono da intendere come indicazioni mediche, ma sono a fini educativi e di intrattenimento.

Dettagli

PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALE DIALISI DOMICILIARE (P.A.I.D.D.) PROPOSTA di supporto al trattamento dialitico domiciliare

PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALE DIALISI DOMICILIARE (P.A.I.D.D.) PROPOSTA di supporto al trattamento dialitico domiciliare Allegato C) Al Direttore del Distretto di dell Azienda Sanitaria Locale PIANO ASSISTENZIALE INDIVIDUALE DIALISI DOMICILIARE (P.A.I.D.D.) PROPOSTA di supporto al trattamento dialitico domiciliare Cognome

Dettagli

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna

DISTURBI METABOLICI. Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna DISTURBI METABOLICI Modulo 1 Lezione C Croce Rossa Italiana Emilia Romagna IL PANCREAS Funzione esocrina: supporto alla digestione Funzione endocrina: produzione di due ormoni: insulina e glucagone I due

Dettagli

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi

Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Screening neonatale: un semplice test per proteggere la salute dei bimbi Informazioni per i genitori A cosa serve lo screening neonatale Questa pubblicazione serve ad illustrare perché è così importante

Dettagli

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e

S a n a. Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Regole per 10 una S a n a Gioca con noi! A l i m e n t a z i o n e Ti ricordi quando hai imparato ad andare in bicicletta? La parte più importante è stata cercare il giusto equilibrio. Una volta che l

Dettagli

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale

revenzione Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale revenzione ICTUS La Fibrillazione atriale Conoscerla, riconoscerla e curarla per prevenire l ICTUS Società Italiana Di Medicina Generale L ICTUS Un ICTUS per il cervello equivale ad un infarto per il cuore:

Dettagli

Fibromi uterini, le soluzioni possibili

Fibromi uterini, le soluzioni possibili Università Cattolica del Sacro Cuore Policlinico Universitario A. Gemelli ROMA Dipartimento per la Tutela della Salute della Donna e della Vita Nascente Dipartimento di Bioimmagini e Scienze Radiologiche

Dettagli

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa

4 Attualità. Martedì 5 febbraio 2013. Il dossier dell Aifa. Il dossier dell Aifa 4 Attualità Martedì 5 febbraio 2013 CAMPOBASSO. Gli italiani hanno acquistato, nei primi nove mesi del 2012, un totale di 1 miliardo e 368 milioni di confezioni di medicinali, per una media - ha calcolato

Dettagli

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI CISPLATINO POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori informazioni:

Dettagli

CAPECITABINA (Xeloda)

CAPECITABINA (Xeloda) CAPECITABINA (Xeloda) 1 POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

SCHEDA DI INSERIMENTO

SCHEDA DI INSERIMENTO Dipartimento Sviluppo e Sussidiarietà A.S.S.I. Servizio Controllo del stema Socio-sanitario U.O. Accreditamento, Qualità e Appropriatezza del Servizi SCHEDA DI INSERIMENTO CERTIFICAZIONE DEL MEDICO CURANTE

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri

SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT acquatici e ALIMENTAZIONE Prof.ssa Lucia Scuteri SPORT ACQUATICI (nuoto,tuffi,pallanuoto,immersione,, surf, windsurf,sci d acqua o VELA) Necessitano una DIETA EQUILIBRATA Ogni SPORT ha CARATTERISTICHE

Dettagli