Indice degli argomenti trattati:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice degli argomenti trattati:"

Transcript

1 LE ADOZIONI E GLI ADEMPIMENTI DELL'UFFICIALE DI STATO CIVILE E ANAGRAFE. Donato Berloco Volume di circa 300 pagine Euro 36,00 (10% sconto abbonati Lo Stato Civile Italiano ) Sepel, Giugno 2011 Indice degli argomenti trattati: ADOZIONE DI PERSONE MAGGIORI DI ETA PRONUNCIATE IN ITALIA Cognome dell adottato alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n.120 del maggio Contenuto dell art.299 del c.c. anteriormente alla pronuncia. L innovazione introdotta dalla Corte Costituzionale. Le precedenti pronunce della Corte Costituzionale. Il cognome della persona maggiorenne adottata dalla seconda moglie del padre. Attribuzione del proprio cognome al figlio maggiorenne della moglie:possibilità di ricorrere all adozione da parte del marito o al cambiamento di cognome. Adozione e successivo riconoscimento. Cognome che spetta all adottato. Modifiche al codice civile. Adozione in Italia di straniero maggiorenne - Cognome attribuito dal giudice. Adozione in Italia di maggiorenne straniero - Il tribunale nulla dispone in ordine al cognome. E da escludersi l applicazione di ufficio dell art. 299 c.c. Cittadino straniero maggiorenne adottato - Generalità da registrare in anagrafe. Adozione di maggiorenne e di minore in casi particolari- Rilascio di estratto di nascita. Disamina sull adozione dello straniero maggiorenne senza titolo di soggiorno alla luce della legge n.94/2009 Disposizioni in materia di sicurezza pubblica. Iscrizione in anagrafe di maggiorenne straniero adottato da cittadino italiano. Obbligatorietà del permesso di soggiorno. La legge da applicare a riguardo del cognome in caso di adozione in Italia di un maggiorenne straniero. Adozione di cittadina straniera maggiorenne. Attribuzione per errore della cittadinanza italiana. Rimedi da apprestare. Comunicazione del preavviso di rigetto (art.10 bis legge 241/1990). Quando diventa trascrivibile nei registri dello stato civile il provvedimento di adozione di maggiorenne straniero pronunciato in Italia. Decorrenza degli effetti. 1

2 ADOZIONE STRANIERA DI PERSONA MAGGIORENNE Competenza dell ufficiale dello stato civile a rendere efficace il provvedimento straniero di adozione di persona maggiorenne. Cittadinanza L ADOZIONE E IL RAPPORTO DI PARENTELA Adozione di persone maggiori di età. Individuazione del parente dell adottato cui accollare le spese funerarie. Adozione di minori in forma legittimante. Rapporti parentali Adozione di minori in casi particolari. I rapporti di parentela. ADOZIONE LEGITTIMANTE INTERNA Rilevanti modifiche introdotte dalla legge ,n.149, in ordine alle funzioni dell ufficiale dello stato civile e di anagrafe. I profili sociali. L affidamento familiare di minore. Ripercussioni a livello anagrafico. Lo stato di adottabilità. L età e i presupposti per l adozione. La natura del provvedimento di adozione Momento della decorrenza dell adozione legittimante interna. Luogo di trascrizione della sentenza. Trasferimento di residenza del minore adottato. Certificazioni anagrafiche riguardanti minori affidati e poi adottati. Rilascio di certificazioni anagrafiche ADOZIONE DI MINORI IN CASI PARTICOLARI Il divario di età. Natura del provvedimento di adozione in casi particolari. Decorrenza degli effetti. Il cognome del minore adottato in forma particolare. Organo a dichiarare efficace in Italia una sentenza straniera di adozione di minore in casi particolari Minore straniero, figlio del proprio coniuge straniero. Cognome al minore a norma dell art.44 della legge n.184/1983. Minore straniero nato in Italia adottato ai sensi dell art.44, 1 comma, lett.b) della legge n.184/83 da cittadino italiano marito della madre straniera. Competenza territoriale ad emettere l attestazione del sindaco. Rapporto tra il riconoscimento agli effetti della legittimazione e l adozione di minore in casi particolari. Adozione di minore straniero in casi particolari da parte di cittadini stranieri. Il cognome dell adottato. Il decreto del Tribunale per i minorenni va trascritto anche se manchi l atto di nascita. Competenza dell ufficiale dello stato civile a riconoscere un provvedimento straniero di adozione in casi particolare quando l adottato- nel frattempo- sia divenuto maggiorenne. 2

3 Adozione in Italia di minore straniero in casi particolari da parte di parente del minore adottato e rapporto di filiazione. Effetti sulla cittadinanza Certificazione Adozione legittimante internazionale - Decorrenza degli effetti di filiazione e di cittadinanza. Certificazione. DIVIETO DI DIFFUSIONE DI NOTIZIE SULL ADOZIONE LEGITTIMANTE Il novellato articolo 28 della legge184/1983. Dal sito del Garante della Privacy si riporta la news del 25/3/2008 in tema di:" Il Garante ai mezzi di informazione: senza il consenso dei genitori, non si può scrivere "bambino adottato Certificazioni anagrafiche riguardanti minori affidati e poi adottati. Divieto di rilasciare copia integrale dell atto di nascita. Organo competente a rilasciare l autorizzazione all accesso. Affiliazione convertita in adozione- Informazioni relative ai genitori biologici. Autorizzazione del Tribunale. Rilascio di certificazione con generalità dei genitori nell adozione di minori in casi particolari. Rilascio copia integrale di atto di nascita richiesta dal Tribunale per i minorenni. Diritto di accesso ad atti di persone adottate. La volontà della madre naturale di non essere nominata, ai sensi dell art.30, 1 comma, del dpr 396/2000. Accesso richiesto da figlio abbandonato e mai adottato Autorizzazione del Tribunale per l accesso alle notizie sugli affiliati. ADOZIONE INTERNAZIONALE Adozioni internazionali da parte di single: limiti di ammissibilità. La preferenza manifestata dagli aspiranti adottanti per minori di una certa etnia è valutata negativamente ai fini dell ammissibilità all adozione. Autentica di firma dell atto di assenso. Il soggetto abilitato può essere anche l impiegato incaricato dal sindaco. Delega a un rappresentante da agire all estero. Trascrizione sentenza di adozione di minore straniero riconosciuta quale provvedimento preadottivo. Adozione di minore all'estero nel frattempo divenuto maggiorenne. Richiesta di riconoscimento. Competenza dell ufficiale dello stato civile. Riconoscimento provvedimento di adozione di minore pronunciato in un Paese non aderente alla Convenzione dell Aja del 29 maggio Gli aspetti più salienti della Convenzione dell Aja del 29 MAGGIO 1993 ratificata dall Italia con legge 31 dicembre 1998, n.476. Trascrizione provvedimento di adozione pronunciato all'estero - Modalità. Adozione internazionale. Circolare del Ministero dell Interno n.6/2003 sulla trascrizione dell atto di nascita dell adottato. Precedenti direttive ministeriali. L attuale orientamento sulla trascrizione dell atto di nascita. Trascrizione atto di nascita originario del minore straniero adottato Trascrizione atto di nascita di neo cittadino - Patronimico - Rimedi. 3

4 Principi rilevanti in materia di adozione legittimante internazionale. Invio dell atto di nascita originario e quello ricostruito. Invio del solo atto di nascita originario. Orientamenti discordanti sulla trascrizione degli atti di nascita Trascrizione atto di nascita dall'estero sostituito da un "affidavit" o da una dichiarazione sostitutiva. Impossibilità. Iscrizione anagrafica del minore straniero adottato Pareri dell Istat e del Ministero della Giustizia in ordine alla iscrizione anagrafica. I dati personali dello straniero sono desunti dal suo passaporto. Modifica del luogo di nascita nella sentenza straniera. Modifica anche del prenome nella sentenza straniera. Adozione internazionale di minore straniero. Doppio cognome imposto dall Autorità straniera. Correzione a sensi del 2 comma dell'art. 98 del DPR n. 396/2000. DECORRENZA DEGLI EFFETTI DELL ADOZIONE DI MINORE STRANIERO E DELL ACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Nuova linea interpretativa. Acquisto cittadinanza per adozione di minore avvenuta all estero. Competenza territoriale ad emettere l'attestazione del sindaco per l'acquisto automatico della cittadinanza italiana Adozione di minore straniera pronunciata in Italia - Acquisto della cittadinanza italiana - Decorrenza. Circolare del Ministero dell Interno n.k del QUADRO RIEPILOGATIVO DI TUTTE LE IPOTESI DI ADOZIONI Adozione in Italia di persone maggiori di età, ai sensi dell art.291 e seguenti del c.c. Adozione in Italia di minori in casi particolari, a mente dell art.44 della legge n. 184/83. Adozione di minori stranieri in casi particolari pronunciata all estero. Adozione in Italia di minore in forma legittimante, ai sensi art.26 della legge 184/83. Adozione di minore in forma legittimante perfezionata all estero, in uno Stato aderente alla Convenzione dell Aja del 1993, ai sensi degli artt. 34 e 35, 3 comma, della legge 4 maggio 1983, n. 184 (Diritto del minore ad una famiglia), così come modificati dalla legge 31 dicembre 1998, n. 476 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale, fatta a L'Aja il 29 maggio Adozione di minore in forma legittimante pronunciata in Stato aderente alla Convenzione dell Aja, ma perfezionata con l arrivo del minore in Italia, ai sensi dell art.35, comma 4, della legge 4/5/1984, N.184 Adozione internazionale di minori perfezionata all estero in uno Stato non aderente alla Convenzione dell Aja, e neppure firmatario di Accordi bilaterali, ai sensi dell art.36, comma 2, della legge 4/5/1984, N.184. Trascrizione atto di nascita dell adottato 4

5 Legalizzazione degli atti provenienti dall estero La legalizzazione: concetto e funzione Organi deputati alla legalizzazione La Convenzione dell Aja del 5 ott Necessarietà della traduzione degli atti formati all estero. Traduzione eseguita dall Autorità diplomatica o consolare italiana La figura del traduttore ufficiale e del traduttore o interprete giurato. Traduzione eseguita all estero. Traduzione fatta in Italia. Traduzione parziale. Risposte agli interrogativi posti all inizio dell intervento. RECENTI ORIENTAMENTI IN MATERIA DI ADOZIONE Circolare del Ministero dell Interno n. K.60.1 del 5 gennaio 2007, in tema di minore straniero, nel frattempo divenuto maggiorenne, adottato da cittadino italiano. Direttiva interministeriale del Ministero dell Interno e del Ministero delle Politiche per la Famiglia in data in ordine al permesso di soggiorno. CASISTICA Adozione di minori in casi particolari. Cognome dell adottato. Assunzione automatica del cognome dell adottante anteposto a quello originario. Adozione di minori stranieri in casi particolari. Acquisto della cittadinanza italiana. Non si richiede l attestazione del sindaco. Adozione di minore straniero - Trascrizione atto di nascita riformulato con il cognome del genitore adottivo - Motivazioni. Adozione di minori in casi particolari - Art. 44 della legge 184/ Doppio cognome. Adozione di minore in casi particolari da parte di stranieri - Il cognome dell'adottato. Competenza dell ufficiale dello stato civile a rendere esecutiva in Italia una sentenza straniera di adozione di minori in casi particolari. Adozione di maggiorenne straniero emessa in Italia. Adempimenti. Sentenza di adozione di maggiorenne straniero pronunciata all estero. Competenza dell ufficiale dello stato civile. Cognome della persona maggiorenne adottata. Caso Adozione di minore straniera in casi particolari fatta all estero da adottante straniero. Successivo acquisto della cittadinanza italiana da parte dell adottante. Effetti sull adottato. Caso. Trascrizione nel Comune di residenza degli adottanti della sentenza straniera di adozione legittimante di minore straniero. APPENDICE NORMATIVA 5

ADOZIONI ADOZIONE. Istituto tipico del diritto di famiglia CREA un rapporto di parentela civile tra adottante ed adottato

ADOZIONI ADOZIONE. Istituto tipico del diritto di famiglia CREA un rapporto di parentela civile tra adottante ed adottato ADOZIONI ADOZIONE Istituto tipico del diritto di famiglia CREA un rapporto di parentela civile tra adottante ed adottato 1 Un po di storia.. tutelare le aspettative di successione prima Legge 431/1967

Dettagli

Corso di formazione per ufficiali di stato civile PROGRAMMA

Corso di formazione per ufficiali di stato civile PROGRAMMA ALLEGATO 2 Corso di formazione per ufficiali di stato civile PER LE FINALITA PREVISTE DALL ARTICOLO 2 COMMA 11 DELLA LEGGE 24.12.2007 N.244 Il superamento del corso dà diritto all abilitazione a svolgere

Dettagli

Straniero divenuto italiano

Straniero divenuto italiano Straniero divenuto italiano Efficacia e trascrizioni degli atti di stato civile Relatore: Valeria Pini Esperto Anusca Provincia di Bergamo, 9 maggio 2012 D.P.R. n 396 del 03/11/2000 Regolamento dello stato

Dettagli

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO A Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

Richiesta di CITTADINANZA ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE:

Richiesta di CITTADINANZA ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE: Richiesta di CITTADINANZA P.A.S.S. Porta di Accesso ai Servizi Sociali Tel. 035 399 888 Appuntamento il giorno alle ore ELENCO DEI DOCUMENTI DA PORTARE PER LA COMPILAZIONE: A. CONCESSIONE PER MATRIMONIO

Dettagli

Associazione C rescere

Associazione C rescere Organizzazione di Volontariato Associazione C rescere con la sindrome di Turner e altre Malattie Rare ONLUS ex art. 10 c. 8 dlgs n 460/1997 Via Massarenti 11-40138 Bologna presso la Clinica Pediatrica

Dettagli

Sono consentite ai medesimi coniugi più adozioni, con atti successivi.

Sono consentite ai medesimi coniugi più adozioni, con atti successivi. Legge n. 476/98 Ratifica ed esecuzione della Convenzione per la tutela dei minori e la Cooperazione in materia di adozione internazionale fatta a l Aja il 29 maggio 1993. Modifiche alla legge 4 maggio

Dettagli

DICHIARAZIONE DI DOMICILIO TEMPORANEO

DICHIARAZIONE DI DOMICILIO TEMPORANEO DICHIARAZIONE DI DOMICILIO TEMPORANEO Iscrizione nello Schedario della Popolazione Temporanea (art. 8, Legge 24/12/1954, n. 1228; art. 32 DPR 30/05/1989, n. 223) specificare il comune di residenza specificare

Dettagli

Domanda per la richiesta dell assegno di maternità (ai sensi dell art.66 della legge 448/98)

Domanda per la richiesta dell assegno di maternità (ai sensi dell art.66 della legge 448/98) COMUNE DI IMPRUNETA (Provincia di Firenze) Servizio Affari Generali Ufficio Socio Educativo Domanda per la richiesta dell assegno di maternità (ai sensi dell art.66 della legge 448/98) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO SERVIZIO CONTRATTI SISTEMI INFORMATIVI DEMOGRAFICI PROCEDIMENTI UFFICIO DEMOGRAFICI, ELETTORALE

COMUNE DI VILLACIDRO SERVIZIO CONTRATTI SISTEMI INFORMATIVI DEMOGRAFICI PROCEDIMENTI UFFICIO DEMOGRAFICI, ELETTORALE COMUNE DI VILLACIDRO SERVIZIO CONTRATTI SISTEMI INFORMATIVI DEMOGRAFICI PROCEDIMENTI UFFICIO DEMOGRAFICI, ELETTORALE n. Procedimento Tempi previsti Responsabile procedimento Uffici ai quali rivolgersi

Dettagli

che il figlio o i figli sono nati o entrati nella propria famiglia anagrafica il: / / e che

che il figlio o i figli sono nati o entrati nella propria famiglia anagrafica il: / / e che che il figlio o i figli sono nati o entrati nella propria famiglia anagrafica il: / / e che sono regolarmente soggiornanti e residenti nel territorio dello Stato (solo nel caso in cui l evento si sia verificato

Dettagli

Comune di Bagno a Ripoli (Provincia di Firenze)

Comune di Bagno a Ripoli (Provincia di Firenze) Servizio Socio Assistenziale Comune di Bagno a Ripoli (Provincia di Firenze) Domanda per la richiesta dell assegno di maternità ai sensi dell art. 66 della legge 448/98 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch Pubblicazione dei dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza (ai sensi dell'art. 35, Dlgs 33 del 14-3-2013) AREA SERVIZI AL CITTADINO -SERVIZI DEMOGRAFICI Nr o Descrizione del PROCEDIMENTO

Dettagli

Concessione della cittadinanza

Concessione della cittadinanza CITTADINANZA ITALIANA Criteri ispiratori della normativa in materia di cittadinanza La cittadinanza italiana, basata principalmente sullo "ius sanguinis" (diritto di sangue), per il quale il figlio nato

Dettagli

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per:

La/Il sottoscritta/o inoltra istanza ai sensi del CAPO II, sezione I della legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013, per: ALLEGATO A Legge regionale n. 45 del 2 agosto 2013 Interventi di sostegno finanziario in favore delle famiglie e dei lavoratori in difficoltà, per la coesione e per il contrasto al disagio sociale ISTANZA

Dettagli

Nome Responsabile Procedimento Telefono Posta Elettronica. Termine di conclusione. Procedimento TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI. Servizi Demografici

Nome Responsabile Procedimento Telefono Posta Elettronica. Termine di conclusione. Procedimento TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI. Servizi Demografici TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Servizi Demografici Procedimento Iscrizioni anagrafiche per cambio di residenza Iscrizioni anagrafiche d'ufficio Cambio di abitazione Nome Responsabile Procedimento Telefono Posta

Dettagli

La cittadinanza italiana

La cittadinanza italiana La cittadinanza italiana fonti normative L. 5 febbraio 1992, n.91 (nuove norme sulla cittadinanza) DPR 12 ottobre 1993,n.572 (regolamento di esecuzione l.91/1992) leggi complementari L. 13 giugno 1912,n.555

Dettagli

UNIONE ITALIANI NEL MONDO

UNIONE ITALIANI NEL MONDO IM UNIONE ITALIANI NEL MONDO CITTADINANZA ITALIANA DIRITTI E PROCEDURE Introduzione Il possesso della cittadinanza italiana indica l appartenenza allo Stato italiano e serve per avvalersi dei diritti

Dettagli

Comune di San Giuliano Milanese Provincia di Milano

Comune di San Giuliano Milanese Provincia di Milano Comune di San Giuliano Milanese Provincia di Milano Domanda ANF N /2015 AL SERVIZIO ISEE DEL COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE VIA DE NICOLA, 2 20098 SAN GIULIANO M.SE (MI) Domanda per la richiesta di concessione

Dettagli

CITTÀ DI NARNI. Acquisto cittadinanza italiana

CITTÀ DI NARNI. Acquisto cittadinanza italiana CITTÀ DI NARNI Denominazione procedimento Potere sostitutivo in caso di inerzia Descrizione iter procedimento Tipologia provvedimento finale Settore Ufficio competente Indirizzo Acquisto cittadinanza italiana

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione...» VII Indice Sommario...» XI CAPITOLO I CENNI STORICI: EVOLUZIONE DEL CONCETTO DI ADOZIONE 1. Introduzione... pag. 1 2. L'istituto dell'adozione

Dettagli

UFFICIO SERVIZI SOCIALI Tel.0716629240 - Fax 071/6629270 e-mail: servizi.sociali@comune.senigallia.an.it

UFFICIO SERVIZI SOCIALI Tel.0716629240 - Fax 071/6629270 e-mail: servizi.sociali@comune.senigallia.an.it COMUNE DI SENIGALLIA UFFICIO SERVIZI SOCIALI Tel.0716629240 - Fax 071/6629270 e-mail: servizi.sociali@comune.senigallia.an.it Domanda per la richiesta dell assegno di maternità ai sensi dell art.66 della

Dettagli

DATI RELATIVI AL/AI BAMBINO/I PER CUI SI RICHIEDE L ASSEGNO 1.COGNOME/NOME COD.FISCALE. FIGLIO NATURALE ADOTTIVO AFFIDATO ABBANDONATO dalla madre

DATI RELATIVI AL/AI BAMBINO/I PER CUI SI RICHIEDE L ASSEGNO 1.COGNOME/NOME COD.FISCALE. FIGLIO NATURALE ADOTTIVO AFFIDATO ABBANDONATO dalla madre Comune di Fabriano SETTORE SERVIZI AL CITTADI Ufficio Servizi Sociali Domanda per la richiesta dell assegno di maternità ai sensi dell art.66 della legge 448/98 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 30 novembre 2010 Rimborso delle spese sostenute dai genitori adottivi per l'espletamento delle procedure di adozione internazionale. (10A14836) IL PRESIDENTE

Dettagli

INFORMAZIONI UTILI PER LA COMPILAZIONE RICHIESTA ADOZIONE. disporre i documenti prodotti secondo l ordine indicato in calce alla richiesta di adozione

INFORMAZIONI UTILI PER LA COMPILAZIONE RICHIESTA ADOZIONE. disporre i documenti prodotti secondo l ordine indicato in calce alla richiesta di adozione INFORMAZIONI UTILI PER LA COMPILAZIONE RICHIESTA ADOZIONE disporre i documenti prodotti secondo l ordine indicato in calce alla richiesta di adozione indicare sempre prima il cognome poi il nome Documenti

Dettagli

MATRIMONIO. Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia

MATRIMONIO. Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia MATRIMONIO Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia 1 Il cittadino italiano che intende sposarsi in Slovacchia è soggetto alle norme che regolano il matrimonio

Dettagli

3 SETTORE TRIBUTARIO TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI

3 SETTORE TRIBUTARIO TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI 3 SETTORE TRIBUTARIO TIPOLOGIA DI PROCEDIMENTI Responsabile Telefono Posta Elettronica ACQUEDOTTO 0942 5780387 ufficioacquedotto@comune.giardini-naxos.me.it 0942 5780368 ufficioacquedotto1@comune.giardini-naxos.me.it

Dettagli

i limiti di età dei coniugi adottanti L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 anni e di non più di 45 l età dell'adottando.

i limiti di età dei coniugi adottanti L'età degli adottanti deve superare di almeno 18 anni e di non più di 45 l età dell'adottando. CHE COS' E' L'ADOZIONE? E' l'istituto giuridico che tende a garantire al bambino in stato di abbandono il diritto a vivere serenamente all'interno di una famiglia. La legge n. 476 del 31 dicembre 1998

Dettagli

CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA

CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA CITTÀ DI ANGUILLARA SABAZIA Provincia di Roma Ufficio Servizi Sociali BANDO PUBBLICO LEGGE REGIONALE N. 26 DEL 28.12.2007 MISURE DI SOSTEGNO ALLA GENITORIALITA - MODALITA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Dettagli

a) La distinzione delle fonti di diritto secondo un ordine gerarchico; b) La distinzioni delle fonti del diritto in fonti-atto e in fonti fatto;

a) La distinzione delle fonti di diritto secondo un ordine gerarchico; b) La distinzioni delle fonti del diritto in fonti-atto e in fonti fatto; 1. Che cosa si intende per gerarchia delle fonti? a) La distinzione delle fonti di diritto secondo un ordine gerarchico; b) La distinzioni delle fonti del diritto in fonti-atto e in fonti fatto; c) La

Dettagli

PROVINCIA DI LIVORNO. Oggetto: congedo retribuito di cui all art. 42 c. 5 del D.Lgs 151/2001 - AGGIORNAMENTO.

PROVINCIA DI LIVORNO. Oggetto: congedo retribuito di cui all art. 42 c. 5 del D.Lgs 151/2001 - AGGIORNAMENTO. PROVINCIA DI LIVORNO CIRCOLARE N. 1/2014 Ai Dirigenti Ai dipendenti Oggetto: congedo retribuito di cui all art. 42 c. 5 del D.Lgs 151/2001 - AGGIORNAMENTO. Alla luce delle modifiche intercorse a seguito

Dettagli

COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816

COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816 COMUNE DI LA LOGGIA (Provincia di Torino) Cod. Fiscale 84500810019 Tel. 011-9629082 Fax 011-9628816 UFFICIO DELLO STATO CIVILE PROCEDURA PER LA PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO PER MATRIMONIO CIVILE Con l atto

Dettagli

UNITA ORGANIZZATIVA: SERVIZI DEMOGRAFICI

UNITA ORGANIZZATIVA: SERVIZI DEMOGRAFICI UNITA ORGANIZZATIVA: SERVIZI DEMOGRAFICI RESPONSABILE DEL SERVIZIO: D.ssa Dr. Michele DI NUZZO GUGLIOTTA Giulia segretario@comune.ghemme.novara.it e-mail.. RESPONSABILI DEL PROCEDIMENTO /UFFICIALI D ANAGRAFE

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N.390 DEL 06/07/2015 SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA Ufficio Politiche Sociali OGGETTO: Concessione dell'assegno ai nuclei familiari con almeno

Dettagli

Nuovi compiti dell Ufficiale di Stato Civile Separazioni e divorzi davanti all avvocato o all ufficiale di stato civile (D.L. 132/2014 convertito con L. 162/2014) Palazzo di Giustizia di Firenze - Dott.ssa

Dettagli

C O M U N E D I C E R V E T E R I

C O M U N E D I C E R V E T E R I C O M U N E D I C E R V E T E R I Provincia di Roma Piazza Risorgimento, 1 00052 Cerveteri Tel: 06 896301 Fax: 06 9943008 2^Area Affari Sociali Servizi Sociali AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE E L EROGAZIONE

Dettagli

DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO

DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO DOCUMENTI NECESSARI PER LA CONVERSIONE DEL PERMESSO DI SOGGIORNO da allegare in fotocopia nella busta con cui si spedisce il kit postale ed esibire in originale il giorno della convocazione presso l Ufficio

Dettagli

L sottoscritt (cognome) (nome) sesso(m/f) nat il. cittadino/a residente a (città) Prov: Stato via nr. dal

L sottoscritt (cognome) (nome) sesso(m/f) nat il. cittadino/a residente a (città) Prov: Stato via nr. dal M O D E L L O A Timbro di accettazione Prefettura bollo Articolo 5 legge 5 febbraio 1992, nr. 91 e successive modifiche ed integrazioni Al Signor Ministro dell'interno per il tramite del Prefetto di Cremona

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DECRETO 2 dicembre 2009. Aggiornamento ed istituzione dei diritti di delle camere di commercio e relativa approvazione delle tabelle A e B. IL DIRETTORE GENERALE PER

Dettagli

INTRODUZIONE 1. Una premessa... 1

INTRODUZIONE 1. Una premessa... 1 INDICE INTRODUZIONE 1. Una premessa................................... 1 SEZIONE I: FILIAZIONE FUORI DEL MATRIMONIO: PROSPETTIVA STORICA E COMPARATA 1. L età classica...................................

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE SEGNALAZIONI E DEI RECLAMI Approvato con Deliberazione del Consiglio Provinciale n. 511031/2004 del 01/03/2005 Preambolo IL CONSIGLIO PROVINCIALE Visto l art. 117, comma

Dettagli

Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS

Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS CIRCOLARE A.F. N. 95 del 22 giugno 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Riduzione delle pensioni di reversibilità: le disposizioni attuative dell INPS Gentile cliente con la presente intendiamo informarla

Dettagli

Comune di Torre del Greco

Comune di Torre del Greco Comune di Torre del Greco ASSEGNO DI MATERNITA ART. 74 DEL D. LGS. 26.03.2001, N. 151 (EX ART. 66 LEGGE N. 448 DEL 23.12.1998) REQUISITI 2015 Chi può chiedere il contributo L Assegno di Maternità può essere

Dettagli

ORDINANZA N. 347 ANNO 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: Piero Alberto CAPOTOSTI

ORDINANZA N. 347 ANNO 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: Piero Alberto CAPOTOSTI ORDINANZA N. 347 ANNO 2005 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai Signori: Piero Alberto CAPOTOSTI Presidente Guido NEPPI MODONA Giudice Annibale MARINI "

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA (BINDI) DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (MASTELLA)

CAMERA DEI DEPUTATI DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA (BINDI) DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (MASTELLA) Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 2514-A DISEGNO DI LEGGE PRESENTATO DAL MINISTRO DELLE POLITICHE PER LA FAMIGLIA (BINDI) DAL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA (MASTELLA) E DAL MINISTRO

Dettagli

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. La dichiarazione giudiziale di paternità... pag.

INDICE-SOMMARIO. Presentazione della Collana... pag. V. Introduzione... pag. VII. La dichiarazione giudiziale di paternità... pag. INDICE-SOMMARIO Presentazione della Collana... pag. V Introduzione... pag. VII La dichiarazione giudiziale di paternità... pag. IX Indice-Sommario... pag. XV CAPITOLO I STORIA GIURIDICA DELLA FILIAZIONE

Dettagli

COMUNICAZIONE DELLO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI: LOTTERIE, TOMBOLE, PESCHE, BANCHI DI BENEFICENZA (1)

COMUNICAZIONE DELLO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI: LOTTERIE, TOMBOLE, PESCHE, BANCHI DI BENEFICENZA (1) COMUNICAZIONE DELLO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI DI SORTE LOCALI: LOTTERIE, TOMBOLE, PESCHE, BANCHI DI BENEFICENZA (1) AL MINISTERO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE Ispettorato Compartimentale dei Monopoli

Dettagli

Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della

Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della Definizione dello schema di adesione al modello di Risparmio Casa e delle modalità gestionali da adottare da parte dei fondi pensione, ai sensi della legge provinciale 17 dicembre 1998, n. 13 e relative

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE

AVVISO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE Allegato 1 AVVISO PUBBLICO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE Ai sensi dell'accordo Quadro tra il Comune di Todi e l'ipab La Consolazione ETAB per la realizzazione di attività nell'ambito del

Dettagli

Codice Civile. Regio decreto 16 marzo 1942 XX, n. 262. Libro Primo Delle persone e della famiglia

Codice Civile. Regio decreto 16 marzo 1942 XX, n. 262. Libro Primo Delle persone e della famiglia Codice Civile Regio decreto 16 marzo 1942 XX, n. 262 Libro Primo Delle persone e della famiglia Titolo VIII Dell'adozione di persone maggiori di età Capo I Dell'adozione di persone maggiori di età e dei

Dettagli

IV CIRCOLO G. MARCONI TRAPANI DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA

IV CIRCOLO G. MARCONI TRAPANI DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA IV CIRCOLO G. MARCONI TRAPANI Ind. Viale 11 Settembre 2001 91100 Trapani - tel. 0923/539178 fax 0923/555047 - C.F. 80004490811 e-mail: tpee00400p@istruzione.it - tpee00400p@pec.istruzione.it - sito web:

Dettagli

Irpef - Soggetti non residenti e cittadini extracomunitari - Detrazioni per carichi di famiglia

Irpef - Soggetti non residenti e cittadini extracomunitari - Detrazioni per carichi di famiglia CIRCOLARE N. 65 Roma, 29 ottobre 2007 Irpef - Soggetti non residenti e cittadini extracomunitari - Detrazioni per carichi di famiglia PROVVEDIMENTI COMMENTATI Decreto del Ministro dell Economia e delle

Dettagli

Stato Civile. Per contatti tel. 0109170212 Mail: demografici@comune.cogoleto.ge.it

Stato Civile. Per contatti tel. 0109170212 Mail: demografici@comune.cogoleto.ge.it Stato Civile Per contatti tel. 0109170212 Mail: demografici@comune.cogoleto.ge.it L'ufficio conserva gli atti dello Stato Civile relativi a nascita, matrimonio, morte e cittadinanza dall'anno 1866 Lo stato

Dettagli

CODICE CIVILE LIBRO I. Titolo VIII. Dell'adozione di persone maggiori di età CAPO I. Dell'adozione di persone maggiori di età e dei suoi effetti

CODICE CIVILE LIBRO I. Titolo VIII. Dell'adozione di persone maggiori di età CAPO I. Dell'adozione di persone maggiori di età e dei suoi effetti CODICE CIVILE LIBRO I Titolo VIII Dell'adozione di persone maggiori di età CAPO I Dell'adozione di persone maggiori di età e dei suoi effetti Art. 291 Condizioni L'adozione è permessa alle persone che

Dettagli

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO

SOGGETTI CHE POSSONO INOLTRARE LA RICHIESTA DI RICONGIUNGIMENTO RICONGIUNGIMENTO FAMILIARE L ingresso per ricongiungimento familiare è possibile previo rilascio del visto per ricongiungimento familiare che consente l ingresso in Italia, ai fini di un soggiorno di lunga

Dettagli

Edizione di marzo 2012

Edizione di marzo 2012 ADOZIONE NAZIONALE E INTERNAZIONALE Edizione di marzo 2012 Indice Capitolo 1 - I protagonisti 1.1 - Il bambino 1.2 - I genitori adottivi Capitolo 2 - Le tappe nel cammino dell adozione Capitolo 3 - Le

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000) Il sottoscritto, nato a (prov. ) il e residente a in Via

Dettagli

Tale assegno può essere richiesto dalle madri che, alla data della domanda abbiano i seguenti requisiti.

Tale assegno può essere richiesto dalle madri che, alla data della domanda abbiano i seguenti requisiti. INFORMATIVA Assegno di maternità INPS Anno 2015 concesso dai Comuni di Senigallia, Arcevia, Barbara, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Ostra, Ostra Vetere, Serra de Conti, Trecastelli Che cos'è È un Assegno

Dettagli

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia

I doveri di solidarietà familiare. Premessa 31 1. Il principio di solidarietà nella Costituzione e nel diritto di famiglia Sommario XI Premessa alla nuova edizione Capitolo 1 Solidarietà familiare e sicurezza sociale nell assistenza alla famiglia 1 1. L assistenza (nella e) alla famiglia nel diritto delle persone fisiche 6

Dettagli

Istruzioni di compilazione

Istruzioni di compilazione Modulo LS2 : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro autonomo e di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo ai sensi degli articoli 26 e 9 T.U. Immigrazione

Dettagli

2005 30/11/2006 2006 31/7/ 2007 2007 31/7/2008

2005 30/11/2006 2006 31/7/ 2007 2007 31/7/2008 SI PRESENTA ENTRO IL 30 NOVEMBRE 2006 L'ISTANZA DI RIMBORSO DELLE SPESE SOSTENUTE PER L'ESPLETAMENTO DELLA PROCEDURA DI ADOZIONE INTERNAZIONALE (LE MODALITA E I MODELLI IN FAC SIMILE PER OTTENERE IL RIMBORSO).

Dettagli

LA STRADA DELL'ADOZIONE

LA STRADA DELL'ADOZIONE LA STRADA DELL'ADOZIONE FONTE: Commissione per le Adozioni Internazionali 2011 1ª TAPPA : La dichiarazione di disponibilità TEMPI: entro 15 giorni dalla presentazione della dichiarazione il Tribunale deve

Dettagli

MATRIMONIO. Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia

MATRIMONIO. Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia MATRIMONIO Come fare per sposarsi nella Repubblica Slovacca e trascrivere il matrimonio in Italia 1 Il cittadino italiano che intende sposarsi in Slovacchia è soggetto alle norme che regolano il matrimonio

Dettagli

CITTÀ DI AGROPOLI. Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente

CITTÀ DI AGROPOLI. Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente CITTÀ DI AGROPOLI Regolamento per la pubblicazione delle Determinazioni sul sito internet istituzionale dell Ente Approvato con deliberazione della Giunta comunale n 358 del 06.12.2012 Regolamento per

Dettagli

1. Cittadino europeo soggiornante per motivi di lavoro (artt.7, 9 e 19) :

1. Cittadino europeo soggiornante per motivi di lavoro (artt.7, 9 e 19) : Documenti necessari per la domanda di residenza dei cittadini dell Unione Europea (Decreto Legislativo del 6 febbraio 2007, n.30 pubb. sulla G.U. n. 72 del 27/3/ 07 in vigore dall 11.4. 07) L iscrizione

Dettagli

1. In caso di adozione di minore, il congedo di maternità di cui al Capo III

1. In caso di adozione di minore, il congedo di maternità di cui al Capo III Direzione centrale Prestazioni a sostegno del reddito Direzione centrale delle Entrate contributive Direzione centrale delle Prestazioni Coordinamento generale Legale Direzione centrale Sistemi informativi

Dettagli

DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DI TITOLO PROFESSIONALE CONSEGUITO IN PAESE EXTRA-COMUNITARIO

DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DI TITOLO PROFESSIONALE CONSEGUITO IN PAESE EXTRA-COMUNITARIO DOMANDA DI RICONOSCIMENTO DI TITOLO PROFESSIONALE CONSEGUITO IN PAESE EXTRA-COMUNITARIO (domanda presentata dall Italia straniero con permesso di soggiorno) (1) (art.49 d.p.r. 394/1999) Al Ministero della

Dettagli

Proposta di legge "Del Patto Civile di Solidarietà"Presentata dall'on. Dario Rivolta e altri

Proposta di legge Del Patto Civile di SolidarietàPresentata dall'on. Dario Rivolta e altri Proposta di legge "Del Patto Civile di Solidarietà"Presentata dall'on. Dario Rivolta e altri Onorevoli colleghi, la Proposta di Legge per istituire il Patto Civile di Solidarietà nasce dalle nuove esigenze

Dettagli

Se il richiedente si trova nello stato di Separato/divorziato: copia digitalizzata della sentenza stessa

Se il richiedente si trova nello stato di Separato/divorziato: copia digitalizzata della sentenza stessa Per la richiesta della conversione del PIN da semplice a dispositivo occorre compilare e sottoscrivere un modulo (anche direttamente online) e, allegando la copia un documento di riconoscimento, recapitarlo

Dettagli

IL COMITATO DEI SINDACI

IL COMITATO DEI SINDACI IL COMITATO DEI SINDACI VISTO il documento istruttorio allegato, nel quale si propone di approvare lo schema di accordo di programma con l Az. USL n. 2 di Urbino per l attivazione della Equipe adozione

Dettagli

CERTIFICAZIONE COSTI ADOZIONE ai FINI FISCALI

CERTIFICAZIONE COSTI ADOZIONE ai FINI FISCALI CERTIFICAZIONE COSTI ADOZIONE ai FINI FISCALI Ed.01 Rev.00 A conclusione della procedura adottiva viene richiesto dalla Commissione per le Adozioni Internazionali l invio telematico del dettaglio di tutte

Dettagli

il / / scadenza il / /

il / / scadenza il / / Richiesta nominativa di nulla osta per familiare al seguito ai sensi dell art. 29 del D.Lg.vo n.286/98 come modificato dalla legge n.189/02 e art. 6 D.P.R. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni

Dettagli

--------------------------------------------------

-------------------------------------------------- ALLEGATO n. 2 A ROMA CAPITALE MUNICIPIO DOMANDA PER LA CONCESSIONE DEL CONTRIBUTO UNA TANTUM DI 450 EURO PER OGNI FIGLIO NATO O ADOTTATO DAL IO GENNAIO 2011 AL 31 DICEMBRE 2011. (D.G.R. 272 del 10.06.20

Dettagli

Austria. Capitolo I - Esenzione dalla legalizzazione

Austria. Capitolo I - Esenzione dalla legalizzazione Accordo in materia di esenzione dalla legalizzazione, trasmissione di atti di stato civile e semplificazione delle formalità preliminari per contrarre matrimonio Vienna, 29 marzo 1990 E' un Accordo tra

Dettagli

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura

da esibire in fotocopia in aggiunta agli originali il giorno della convocazione presso l Ufficio Immigrazione della Questura DOCUMENTI PER IL RILASCIO/RINNOVO DEI PERMESSI DI SOGGIORNO IN FORMATO CARTACEO O ELETTRONICO LA CUI ISTANZA VA PRESENTATA PRESSO LA QUESTURA DI TREVISO UFFICIO IMMIGRAZIONE da esibire in fotocopia in

Dettagli

Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria

Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria Ufficio Gestione Risorse Umane Stato Giuridico del personale dipendente Via S.Anna II tr. N.18 Reggio Calabria Autocertificazione resa ai sensi della normativa vigente in materia di autocertificazioni

Dettagli

RISOLUZIONE - AGENZIA ENTRATE - 28 maggio 2004, n. 77/E

RISOLUZIONE - AGENZIA ENTRATE - 28 maggio 2004, n. 77/E RISOLUZIONE - AGENZIA ENTRATE - 28 maggio 2004, n. 77/E Oggetto: Istanza d interpello XY- Art. 10, comma 1, lett. l-bis), del Tuir Con l istanza di interpello di cui all oggetto, concernente l esatta applicazione

Dettagli

L acquisto della cittadinanza italiana

L acquisto della cittadinanza italiana Approfondimento L acquisto della cittadinanza italiana Nella prima edizione di ImmigrazioneOggi del 5 ottobre abbiamo dato notizia della proposta presentata dal Governo al Parlamento per modificare l attuale

Dettagli

MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 LE PRECEDENZE PER L HANDICAP

MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 LE PRECEDENZE PER L HANDICAP MOBILITA PER L A.S. 2016/2017 IPOTESI DI CCNI 10 febbraio 2016 PERSONALE DOCENTE LE PRECEDENZE PER L HANDICAP LE PRINCIPALI NOVITÀ INTRODOTTE PER L A.S. 2016/2017 Il sistema delle precedenze è regolamentato:

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Il Presidente Avv. Prof. Guido Alpa N. 6-C-2015 Ill.mi Signori Avvocati Roma, 18 marzo 2015 PRESIDENTI DEI CONSIGLI DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI

Dettagli

Regolamento in materia di accesso. Attestazione dell'autenticità di firma DPR445/2000 al momento

Regolamento in materia di accesso. Attestazione dell'autenticità di firma DPR445/2000 al momento Servizio Unità Operativa Modelli,orari e recapiti per informazioni Procedimento Accesso ai documenti amministrativi e rilascio copia atti Attestazione dell'autenticità della copia del documento originale

Dettagli

dell Università di Modena e Reggio Emilia il cui avviso è stato pubblicato sul sito d ateneo in data

dell Università di Modena e Reggio Emilia il cui avviso è stato pubblicato sul sito d ateneo in data ALLEGATO "A" Modello della domanda dei candidati (in carta semplice) Al Direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche, Metaboliche e Neuroscienze dell'università di Modena e Reggio Emilia Via Campi

Dettagli

Legge 19 ottobre 2015 n. 173

Legge 19 ottobre 2015 n. 173 Legge 19 ottobre 2015 n. 173 Modifiche alla legge 4 maggio 1983, n. 184, sul diritto alla continuità affettiva dei bambini e delle bambine in affido familiare. (G.U. n. 252 del 29 ottobre 2015) Entrata

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3461

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 3461 Senato della Repubblica LEGISLATURA N. 3461 DISEGNO DI LEGGE d'iniziativa dei senatori BUGNANO, LANNUTTI e MASCITELLI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 18 SETTEMBRE 2012 Modifiche alla legge 4 maggio 1983,

Dettagli

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1

INDICE. Prefazione...p. La filiazione: profili generali... 1 INDICE Prefazione...p. XV La filiazione: profili generali... 1 I AZIONE DI DISCONOSCIMENTO DELLA PATERNITÀ Introduzione... 9 1 Disconoscimento della paternità in caso di mancata prova dell adulterio della

Dettagli

Il rilascio della certificazione anagrafica e di stato civile. Nadia Patriarca, Luca Tavani

Il rilascio della certificazione anagrafica e di stato civile. Nadia Patriarca, Luca Tavani Il rilascio della certificazione anagrafica e di stato civile Nadia Patriarca, Luca Tavani L ufficiale d anagrafe può rilasciare a chiunque ne faccia richiesta: 1. Certificati di residenza 2. Certificati

Dettagli

Avv. Clementina Rauccio

Avv. Clementina Rauccio IL NUOVO PROCESSO CIVILE LA FAMIGLIA TRA IERI E OGGI Legge 10 novembre 2014 n. 162 art.12 Avv. Clementina Rauccio 05 febbraio 2015 Scuola di Formazione Forense IL NUOVO PROCESSO CIVILE SEPARAZIONE E DIVORZIO

Dettagli

VADEMECUM ACQUISTO RIACQUISTO RINUNCIA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA

VADEMECUM ACQUISTO RIACQUISTO RINUNCIA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA VADEMECUM ACQUISTO RIACQUISTO RINUNCIA CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA tutte le tipologie di acquisto e/o riconoscimento della cittadinanza dei cittadini stranieri residenti in Italia: La cittadinanza

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 805 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 38 DEL 31/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. Nr. GENERALE 805 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 38 DEL 31/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Originale Nr. GENERALE 805 SETTORE Settore Affari Generali - U.A. Comando Polizia Municipale NR. SETTORIALE 38 DEL 31/07/2014 OGGETTO: ASTENSIONE FACOLTATIVA DAL LAVORO AI SENSI

Dettagli

AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE

AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE AIRE: ANAGRAFE ITALIANI RESIDENTI ALL'ESTERO LEGGE 470/88 SULL'ISCRIZIONE ALL'AIRE La iscrizione all'aire e' obbligatoria se la durata prevista per il soggiorno all' estero e' superiore ai dodici mesi.

Dettagli

INDICE. Parte Prima IL BAMBINO NELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE CAPITOLO PRIMO LA TUTELA INTERNAZIONALE DELL INFANZIA

INDICE. Parte Prima IL BAMBINO NELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE CAPITOLO PRIMO LA TUTELA INTERNAZIONALE DELL INFANZIA pag. Prefazione.... Elenco delle principali abbreviazioni... XV XIX Parte Prima IL BAMBINO NELL ORDINAMENTO INTERNAZIONALE LA TUTELA INTERNAZIONALE DELL INFANZIA Guida bibliografica... 5 1. Premessa...

Dettagli

COMUNE DI CARLINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEL BONUS BEBE PER I FIGLI SUCCESSIVI AL PRIMO PROVINCIA DI UDINE

COMUNE DI CARLINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEL BONUS BEBE PER I FIGLI SUCCESSIVI AL PRIMO PROVINCIA DI UDINE COMUNE DI CARLINO PROVINCIA DI UDINE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEL BONUS BEBE PER I FIGLI SUCCESSIVI AL PRIMO APPROVATO con deliberazione del C.C. n. 38 del 08/11/2012 AFFISSO all albo pretorio dal

Dettagli

Area Direzione Servizio Procedimento tipico Responsabile (*) Tempi massimi

Area Direzione Servizio Procedimento tipico Responsabile (*) Tempi massimi Accesso agli atti Notificazione degli atti Messi comunali 2 gg. assunzione di determinazione di liquidazione di Accesso formale agli atti comunali Iscrizioni nell'anagrafe o trasferimenti di indirizzo

Dettagli

- - Il DPR in questione entra in vigore 90 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, e cioè il 30 marzo 2001.

- - Il DPR in questione entra in vigore 90 giorni dopo la sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, e cioè il 30 marzo 2001. Circolare MIACEL (Ministero dell'interno) 26 marzo 2001 n 2 O G G E T T O: Decreto del Presidente della Repubblica 3 novembre 2000, n. 396, recante: Regolamento per la revisione e la semplificazione dell

Dettagli

Roma, 1 febbraio 2012. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI

Roma, 1 febbraio 2012. Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane. Agli Uffici delle Dogane LORO SEDI Roma, 1 febbraio 2012 Protocollo: Rif.: 148047 /RU Alle Direzioni Interregionali, Regionali e Provinciali dell Agenzia delle Dogane Allegati: Agli Uffici delle Dogane Alle Direzioni Centrali LORO SEDI

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Interno CORSO DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE ADDETTO AI SERVIZI ANAGRAFICI Direttore del corso Segreteria Sede Dott.ssa IAMORTA Bianca Vice Prefetto Dirigente Area II Personale DeA Cremona

Dettagli

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO TREVISO Palazzo di Giustizia Viale Verdi TEL. 0422 559612 FAX 0422 559618 www.ordineavvocatitreviso.

ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO TREVISO Palazzo di Giustizia Viale Verdi TEL. 0422 559612 FAX 0422 559618 www.ordineavvocatitreviso. ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TREVISO TREVISO Palazzo di Giustizia Viale Verdi TEL. 0422 559612 FAX 0422 559618 www.ordineavvocatitreviso.it PATROCINIO A SPESE DELLO STATO NEI GIUDIZI CIVILI E AFFARI DI VOLONTARIA

Dettagli

Articolo 5 legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni. per il tramite del Prefetto di

Articolo 5 legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni. per il tramite del Prefetto di MODELLO A LO A (Bollo) (Timbro di accettazione Prefettura) Articolo 5 legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni Al Signor Ministro dell Interno per il tramite del Prefetto di L_

Dettagli

RICONOSCIMENTO E DISCONOSCIMENTO

RICONOSCIMENTO E DISCONOSCIMENTO RICONOSCIMENTO E DISCONOSCIMENTO Relatore: avv. Maria Teresa Saporito CAMERA PER I MINORI DI SALERNO ANNA AMENDOLA Salerno, 27 maggio 2010 LA FILIAZIONE NATURALE L acquisto dello status di figlio naturale

Dettagli

Ambasciata d Italia a Riad

Ambasciata d Italia a Riad ISTRUZIONI PER LE IMPRESE E PER I TECNICI DI FIDUCIA PER L ATTUAZIONE DELL ART. 84 DEL D.P.R. 5 OTTOBRE 2010, N. 207 In data 8 giugno 2011 è entrato in vigore il Decreto del Presidente della Repubblica

Dettagli