DISTANZA. novembre Periodico di informazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTANZA. novembre 2012. Periodico di informazione"

Transcript

1 ANNULLIAMO LA DISTANZA Periodico semestrale dell Associazione Onlus Annulliamo la Distanza Registrazione al Tribunale di Firenze 5352 del 10 Luglio 2004 novembre 2012 Periodico di informazione NUMERO 20

2 sommario Editoriale di Lorenzo Calamai Sui Monti della Luna di Enrico Bosisio Il punto sui progetti a cura della Redazione Io poi ho sempre fame di Mulugheta Bananacoccobaobab di Federico Fontana Acqua per la salute di Elisa Tachis ? 12

3 Quindici, venti, tredici. Questi sono i numeri che raccontano Annulliamo la Distanza in questo momento. Quindici sono gli anni compiuti dalla nostra Associazione lo scorso 7 Ottobre, venti i numeri del nostro giornale associativo. Due motivi per festeggiare questa fine di 2012 guardando con ottimismo al futuro. Un futuro che cerchiamo di raccontarvi nelle tredici dense pagine del giornalino che tenete fra le mani. In apertura, infatti, Enrico Bosisio vi presenta la sua ultima spedizione in Uganda, dove abbiamo da poco avviato un nuovo progetto. Di seguito, vi proponiamo una panoramica riassuntiva di tutto l impegno che Annulliamo la Distanza sta profondendo nei paesi di cui si occupa. A pagina 9 abbiamo deciso di concederci una piccola lusinga: la breve storia di un ragazzo che Annulliamo la Distanza l ha incontrata per davvero, fino a diventarne parte. Nelle pagine successive Federico Fontana ci racconta che cosa hanno riportato a casa i ragazzi degli scout di Reggio Emilia che hanno svolto diverse attività estive a Kimbondo, il grande ospedale alla periferia di Kinshasa supportato da Annulliamo la Distanza. Infine, Elisa Tachis ci presenta il nuovo progetto Acqua per la salute, dedicato al diritto all acqua in Kenya. Vi invitiamo quindi ad allacciare le cinture e a seguirci in questo nostro compatto e denso giro del mondo di Annulliamo la Distanza. di Lorenzo Calamai

4 sui Monti della Luna Il nostro incontro con la Scuola sui Monti della Luna, nome locale della leggendaria catena del Ruwenzori, è avvenuto due anni fa, durante una vacanza in Uganda. In un giorno d estate abbiamo imboccato con la jeep la strada Congo, dichiarate Patrimonio dell Umanità dall Unesco per la loro eccezionale bellezza naturale. Le cime più alte di questa catena montuosa superano i 5000 metri, sono perennemente innevate - cosa che in Africa accade solo lì, Questa catena montuosa è lunga 120 kilometri e larga 65, e consiste di sei massicci montuosi separati da profonde gole. Il massiccio più alto è il Monte Stanley la cui cima più alta è Cima Margherita: il nome italiano fu coniato dal sterrata che sale verso il Parco Nazionale dei Monti Ruwenzori ed il villaggio di Ruboni, dove la comunità locale gestisce un piccolo lodge per ospitare gli escursionisti che desiderano cimentarsi con queste montagne, al confine tra Uganda e Repubblica Democratica del oltre che sul Kilimangiaro e sul monte Kenya ed ospitano un incredibile biodiversità: dalla foresta pluviale, alla vegetazione di tipo alpino, alla neve e ai ghiacciai (ce ne sono ben 43 distribuiti sulla catena, che costituiscono circa la metà dei ghiacciai africani). 4 Duca degli Abruzzi, Luigi di Savoia, che nel 1906 fu il primo a raggiungere tale cima. Il nostro obiettivo turistico in quei giorni era quindi la visita al Parco Nazionale dei Monti Ruwenzori, e possibilmente un escursione verso una delle cime, con l esplorazione della

5 ricchissima vegetazione e dei ghiacciai. Percorrendo la sterrata in salita verso l ultimo villaggio ci siamo resi conto di come il fascino di questo luogo possa aver incantato gli esploratori e i viaggiatori prima di noi: un ambiente naturale bellissimo, con le montagne in lontananza, le cime avvolte di nebbia, i mille torrenti che scendono a valle, le coltivazioni di banane e caffè, la vita dei villaggi, la vegetazione rigogliosa. Il villaggio di Ruboni, alla fine della salita, giusto prima dell ingresso del Parco e dei sentieri verso le cime è vivacissimo, animato come sempre dai numerosissimi bambini che giocano per strada e salutano sorridenti i viaggiatori. E facile entrare in sintonia con la vita del villaggio: gli ambasciatori sono i bambini, che subito la mattina del nostro arrivo ci circondano e ci fanno domande. Ma voi -chiediamo- non andate a scuola?. Ridono. E vacanza anche per loro, ma vogliono farci vedere la loro scuola, ci prendono per mano e ci accompagnano tra le capanne e le piantagioni di caffè per un sentiero fangoso, il gruppo che si ingrossa dopo ogni capanna. Tanti bambini si accodano, fino a quella che capiamo essere la scuola, con le capanne con le grandi finestre aperte. Un gruppo di muratori sta costruendo una nuova capanna. Sapremo poi che è una nuova classe, uno di loro ci viene incontro e si presenta: è il direttore, e ci spiega che il villaggio approfitta delle vacanze scolastiche per costruire le nuova aule, e tutti i genitori, gli insegnanti e il direttore danno una mano nel lavoro. Così veniamo a conoscere la realtà della Ruboni Community, il villaggio ai piedi delle montagne. Nei giorni successivi incontriamo nuovamente il Direttore Gideon Mubiwabo, non più in abiti di muratore, e il Responsabile della Comunità Felix Kamalha, che ci illustrano i loro progetti e le loro necessità. I bambini di Ruboni non hanno particolari problemi di malnutrizione vista la ricchezza dell ambiente naturale, ma c è invece una povertà diffusa e un serio problema legato all istruzione perché, come in gran parte dell Uganda, le scuole pubbliche, che pur esistono, sono largamente insufficienti per una popolazione tuttora in forte crescita, per cui molti bambini non frequentano regolarmente la scuola. Per questo la Ruboni Community ha deciso di aprire una scuola per la comunità, costruita e gestita con i fondi del villaggio. Per questo i genitori, gli insegnanti e il Direttore sono personalmente impegnati nella realizzazione delle nuove aule. Un obiettivo della comunità è anche quello di creare delle opportunità affinchè i bambini più bravi possano continuare gli studi andando nelle scuole superiori della città più vicina, con il sostegno della comunità stessa. Anche i proventi della Community Tourism Association, l ente locale che organizza le escursioni nel Parco Nazionale, vengono destinati tra l altro a progetti sociali a favore delle famiglie e dei bambini disagiati della Comunità. Da questo primo incontro è 5 nata la collaborazione tra Annulliamo la Distanza e la Ruboni Community. Un primo piccolo intervento viene organizzato sul posto: il Direttore Gideon ci presenta Mumbere, un bel bambino di circa 7 anni molto intelligente ma affetto da una grave miopia che gli rende difficile seguire le lezioni, e che secondo i medici di città deve essere sottoposto ad un intervento molto costoso. Il consulto a distanza con un oculista di un ospedale italiano permette di stabilire che almeno fino ai anni l operazione può aspettare, ma che nel frattempo un buon paio di occhiali possono aiutare il piccolo Mumbere a leggere le frasi scritte sulla lavagna. Con il sostegno di amici forniamo al ragazzo gli occhiali nuovi, e la foto che riceviamo lo ritrae sorridente e occhialuto. La collaborazione è poi continuata con il nostro sostegno all ampliamento della Scuola e la creazione di una biblioteca del villaggio. Stiamo ora valutando, il modo più efficace per sostenere i ragazzi meritevoli nella continuazione degli studi superiori. Gideon, il Direttore della scuola, e Felix, Presidente del Consiglio della Comunità, ci aggiornano di frequente sull andamento della Scuola e delle iniziative in corso. Ci piacerebbe avere presto l opportunità di tornare a visitare i nostri amici, i bambini della Ruboni Community e di camminare ancora sui Monti della Luna. di Enrico Bosisio

6 Anladi Cinema I film che ci hanno fatto pensare titolo del film: attori: regista: genere: Quasi amici François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny Olivier Nakache e Eric Toledano Commedia, Drammatico Ispirato ad una storia vera, il film racconta di un incontro tra due mondi diversi e solo apparentemente lontani. Philippe, vittima di un incidente, è costretto per sempre su una sedia a rotelle e dipende completamente dalle cure degli altri. Driss appena uscito dalla prigione, ha le prospettive di una carriera da sussidiato nei ghetti neri della banlieue di Parigi. Philippe è miliardario e vive da isolato nella sua prigione dorata, circondato da personale pagato per accudirlo. Driss vive di furti e di espedienti. Si incontrano per caso e per necessità: Philippe nella sua immobilità è costretto alle cure di Driss assunto come badante. Il suo arrivo diventa l elemento di disturbo di un ambiente alto-borghese rigido e formale. La vitalità di Driss contamina e scuote il mondo di Philippe determinando un incontro improbabile tra schiettezza e ipocrisia, buone maniere e cattiva educazione, tra la musica da camera e l R&B. Due mondi così opposti che entrano in collisione ma generano in realtà una storia di integrazione e un amicizia molto speciale. La vera storia dei due, Philippe Pozzo di Borgo e Abdel Sellou (Driss) è raccontata dai due diversi punti di vista nei libri Il diavolo custode, best seller del primo dei due protagonisti, da cui è stato ispirato il film, e Mi hai cambiato la vita, uscito più di recente, scritto da Abdel ed edito in Italia da Salani. LASCITI TESTAMENTARI Un piccolo gesto per un grande futuro. Un lascito consiste nell indicare nel proprio testamento la volontà di destinare parte dei propri beni ad un ente specifico. Con Annulliamo la Distanza un lascito testamentario si trasforma in un vero e proprio investimento in ambito sanitario e sociale a beneficio dei più diversi popoli nel mondo. Grazie ad una semplice azione benefica, come quella di un lascito testamentario, si può fare molto per il futuro di tanti. Per info e assistenza: Notaio Gabriele Carresi Tel Fax Cell PER SAPERNE DI PIù VISITA IL NOSTRO SITO:

7 io poi ho sempre fame Mulugeta ha sedici anni, è eritreo ed è uno dei beneficiari del progetto Adotta una Casafamiglia. La scorsa primavera, in seguito ad un serio peggioramento delle sue condizioni di salute, è stato costretto ad abbandonare Asmara per ricevere le adeguate cure mediche in Italia. I primi tempi non sono stati affatto facili per lui, ma oggi Mulugeta ha trovato un suo equilibrio, ed ha una gran voglia di raccontare come. Non va mai in vacanza, pensa sempre ai bambini che nascono senza nessuno, senza niente, mentre il mondo sta perdendo la testa. Ci sono però altre persone che si avvicinano ad AnlaDi promettendo di aiutare, ma che poi non fanno seguire i fatti alle parole. Ecco un esempio: nasce un bambino e AnlaDi si prende cura di lui insieme ad altri 100 bambini con i loro piedini. Arrivano in volo e rendono la vita dolce ai bambini, e anche se non si riposano molto, basta un po di cibo e la salute. Mentre prima si cercavano i ricchi, ora la situazione e cambiata: ci sono meno soldi, ma ai bambini serve comunque di più l amore. La vita di un bambino comincia bene con il battesimo ma poi finisce male, i genitori dicono nostro figlio ci ha riunito, ma la loro vita dura poco e così i bambini rimangono soli. Ci fa disperare vederli da soli, senza più nessuno, anche io ho continuato la vita da solo fino a che ho trovato il sorriso di AnlaDi, dove si sta bene. Sono stato un figlio arrabbiato. Non avevo più la forza di vedere, aprivo gli occhi e vedevo solo nero, mia mamma riusciva a capirmi anche solo da uno sguardo. Dopo il dolore ho trovato l amore, con AnlaDi non trovi solo l amore, ti offre la possibilità di studiare e di aprire gli occhi. Ma non gli bastano le mani per aiutare tutti i bimbi, anche senza le mani fa di tutto. Ci sono tanti bambini che cura, parlo perchè so quello che dico. Ora non soffro più, ne sono uscito. Un figlio di AnlaDi che non guarda indietro. Uno di loro, io sono Mulu. di Mulugeta 7

8 IL PUNTO SUI PROGETTI 8 Hakuna Matata! era il motto di due buffi personaggi di uno dei kolossal Disney di ormai qualche anno fa. Ne Il Re Leone, infatti, il suricata Timon e il facocero Pumbaa predicavano uno stile di vita basato proprio su quelle due strane parole, hakuna matata, cioè senza problemi in lingua swahili. Prendendo spunto da qui, Annulliamo la Distanza sta lanciando un nuovo progetto, legando il motto hakuna matata a un tema caro, quello dell importanza dell istruzione. E così che nasce il progetto Scuola Hakuna Matata per i bambini ospiti dell orfanotrofio Mwangaza di Kilifi, in Kenya, dove per l appunto si parla lo swahili. Si tratta di un progetto pensato come un programma di adozione del percorso scolastico dei piccoli ospiti della struttura portata a compimento grazie al sostegno di Annulliamo la Distanza, da affiancare al già presente programma di adozioni a distanza tradizionali, che però non è sufficiente da solo a soddisfare tutte le necessità dell orfanotrofio e dei suoi animatissimi abitanti. Intanto, AnlaDi si prepara anche alla quarta missione del progetto Camminiamo Insieme in Eritrea. L equipe dell Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna farà rotta su Asmara nelle prossime settimane, pronta a portare a termine un altro episodio di un progetto meraviglioso, per cui parlano più i numeri che le parole: circa 500 pazienti visitati, per 280 interventi chirurgici su 160 bambini. E le statistiche sono pronte a lievitare. E importante però sottolineare anche il grande valore aggiunto del Camminiamo Insieme : la formazione dei medici locali, che sono ormai in grado di eseguire interventi di ortopedia pediatrica in autonomia. E per questo che un tale progetto può rappresentare un importante testa di ponte per lo sviluppo di una futura cooperazione tra AnlaDi e sanità eritrea. Altra testa di ponte per un rafforzamento dell impegno di AnlaDi è stata l ultima missione condotta da Evi Martinucci e Marco Breschi a Puke e dintorni, fra le montagne albanesi dove vivono i ragazzi e i bambini di Adotta un bambino a distanza Albania, la cui situazione è sotto continuo monitoraggio e che è stata prontamente verificata dai nostri volontari. Girando ancora il planisfero, Annulliamo la Distanza farà rotta su Siem Reap, Cambogia, nel prossimo futuro per verificare lo stato dell arte dei pro-

9 getti Un Asilo d Altri Templi e Adotta un bambino a distanza Cambogia e rinnovare la fiducia e la collaborazione con il Self Help Community Center (SHCC), ONG locale che AnlaDi tiene in gran conto e alla quale si affida per l amministrazione quotidiana dei propri progetti. Tornando in Africa, stiamo avviando una collaborazione importante con un piccolo villaggio fra le montagne al confine fra Uganda e Repubblica Democratica del Congo in merito al sostegno delle strutture scolastiche per i bambini. Ultima, ma non per questo meno importante, viene Kinshasa, la capitale della Repubblica Democratica del Congo. Qui AnlaDi è impegnata su due fronti: uno è quello di Adotta un ospedale per bambini, in aiuto dell ospedale di Kimbondo, una realtà gigantesca e caotica, ma di importanza primaria per le cure sanitarie della popolazione meno abbiente, che Annulliamo la Distanza sostiene con diverse iniziative, indirizzate soprattutto verso Casa Patrik, una sezione dell ospedale dedicata a bambini affetti da varie disabilità; l altro è Adotta un punto nascita, che consiste nel mettere a disposizione degli ambulatori attrezzati dove le donne possano partorire in sicurezza ed effettuare esami diagnostici e visite specialistiche, ed inoltre eseguire i principali esami clinici. Quest ultimo progetto sembra essere ormai in dirittura d arrivo, visto che sono state ultimate le spedizioni del materiale necessario. Insomma, ancora una volta Annulliamo la Distanza rinnova il suo impegno verso i piccoli abitanti dei paesi in via di sviluppo. Ancora una volta, i bambini prima di tutto. la Redazione 9

10 Bananacoccobaobab Antonio, Emilio, Sofia, Filomena, Filippo, Riccardo, Greta, Evelin, Federico, Cecilia, Chiara, Agnese: questi sono i nomi dei ragazzi che hanno preso parte al progetto Bananacoccobaobab di AnlaDi Emilia Romagna, lanciato quest anno in favore dell ospedale pediatrico di Kimbondo (Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo). Sulla base dell esperienza dell anno scorso nella parrocchia di Mater Dei, si è infatti deciso di continuare ad operare in questo angolo di Africa che ci ha lasciato ricordi ed emozioni indelebili. È così che abbiamo messo insieme le forze, e sotto la supervisione di Bruno Cavalchi, Lelia e Licia Govoni e Annalisa Fornaciari, abbiamo creato questo progetto, grazie anche alla collaborazione di un gruppo di neuropsichiatri infantili ed educatori che ci hanno preceduti di qualche mese. La scelta di concentrarci sull ospedale di Kimbondo ci è venuta naturale, sia perché è sicuramente la realtà più bisognosa tra tutte quelle che abbiamo conosciuto laggiù, sia facendo i conti con le nostre competenze, prevalentemente di tipo socio-educativo. Si tratta per la verità, non solo di un ospedale, bensì di una struttura che unisce ospedale pediatrico, orfanotrofio e casa per disabili, accogliendo bambini di tutte le età, con le problematiche più disparate. Potete ben immaginare come 10 una realtà di questo tipo, che inevitabilmente mescola ospiti con necessità e priorità anche molto diverse, già di per sé funzionerebbe difficilmente nel mondo occidentale, con tutte le agevolazioni assicurate da tecnologia ed organizzazione, figuratevi allora in Congo! Data la difficoltà delle comunicazioni tra l Italia e il Congo, e nota un po la situazione del luogo, siamo partiti con la consapevolezza che, probabilmente, molto di ciò che avevamo pensato e programmato da casa, sarebbe stato rivisto in corso d opera per andare incontro ai bisogni contingenti e alle richieste del momento, e così è stato, anche più del previsto. Soprattutto all inizio, infatti, si è reso necessario sacrificare buona parte del tempo che pensavamo di trascorrere con i bambini per completare ad una serie di lavori manuali piuttosto urgenti in alcune strutture dell ospedale e dell orfanotrofio: ci siamo dedicati al rinnovamento della sala della terapia intensiva, all allestimento di una casa per i bambini dai 3 ai 6 anni, alla riorganizzazione di una parte del materiale contenuto nei magazzini. Insomma abbiamo cercato, per quanto possibile, di soddisfare le esigenze di Padre Hugo, il responsabile di Kimbondo, e dei suoi collaboratori. Certo, non è stato facile accettare di cambiare i nostri piani, dopo aver impiegato tempo e forze per preparare un progetto nel quale credevamo e desideravamo spenderci fin dall inizio. D altra parte abbiamo ritenuto fosse giusto metterci al loro servizio come ritenevano più utile e importante. Purtroppo però, devo ammetterlo, tornando a casa rimane un certo senso di amarezza perché si parte con la convinzione che nell arco di un mese e mezzo si possano fare mille cose, mentre invece ci si rende presto conto che per questioni organizzative, diversa percezione del tempo e scarsità di risorse, è già molto portare a termine uno o due degli obiettivi prefissati. Un altro compito, di importanza tutt altro che secondaria, nel quale ci siamo impegnati, è stato il lavaggio dei piccoli della neonatologia, ogni mattina. Questi ultimi sono circa un centinaio e vivono in condizioni igieniche decisamente inadeguate, soprattutto a causa del fatto che non esistono i pannolini e non ci sono le forze per cambiare a tutti le pezze un numero sufficiente di volte al giorno. Il primo mattino è dunque il momento in cui, a turno, i bambini vengono spogliati, lavati e cambiati, per assicurare un minimo di igiene a ognuno di loro. Per fortuna la nostra permanenza laggiù non si è limitata alle due settimane dell anno scorso: in un mese e mezzo ci è stato possibile andare più a fondo nelle conoscenza delle persone e inserirci meglio nella realtà di Kimbondo, trovan-

11 di notare: una carenza affettiva ed educativa sconvolgente, dovuta al fatto che non ci sono forze sufficienti per assicurare loro tutte le cure e le attenzioni di cui avrebbero bisogno e diritto. A differenza dell anno scorso, infatti, in cui siamo stati con bambini di famiglia, questa a questa prima esperienza, di esserci buttati e di non esserci tirati indietro. Anche se non siamo riusciti a fare tutto ciò che ci eravamo prefissati, credo che questa fosse una tappa fondamentale dalla quale si doveva passare per comprendere a fondo il tipo di aiuto di cui questa realtà ha bisogno e do, ad un certo punto, i nostri spazi anche per svolgere parte delle attività che avevamo preparato da casa: nonostante qualche problema di lingua, abbiamo portato ai bambini un po più grandi giochi e canti di nostra conoscenza e, a nostra volta, ce ne siamo fatti insegnare alcuni congolesi. Siamo anche riusciti a svolgere qualche attività creativa con tempere, matite e pennarelli, colorando muri e cartelloni da appendere alle pareti. È sempre incredibile l entusiasmo col quale questi bambini si lasciano coinvolgere in tutto ciò che viene proposto e come siano in grado di affezionarsi anche dopo poco tempo. Purtroppo, ancora una volta evidenziano ciò che, non solo noi l anno scorso, ma tutti coloro che transitano da Kimbondo non possono fare a meno volta la disciplina è stata un ostacolo non da poco, trattandosi appunto di bimbi cresciuti in orfanotrofio senza guide educative di alcun tipo. Che altro aggiungere? Potrei andare avanti pagine e pagine a raccontare aneddoti e storie di quello che abbiamo vissuto, alcune anche divertenti, altre decisamente meno, ma non è questo il luogo. Dovendo riassumere in breve cosa ci portiamo a casa da un viaggio del genere, siamo stati felicissimi di prendere parte 11 quello che noi possiamo offrirle. Lo definirei quasi un nuovo punto di partenza, dal quale ripartire per scegliere la strada migliore. Ringraziamo di cuore AnlaDi per il sostegno e la collaborazione con cui ci ha accompagnati e saremo contenti di dare il nostro contributo per un possibile sviluppo futuro. di Federico Fontana

12 Acqua per la salute Il 28 settembre 2012 si è tenuta la conferenza stampa per l avvio del progetto Acqua per la salute, che vede la collaborazione fra Annulliamo la Distanza (capofila) e la MCO-Missioni Consolata Onlus, l ospedale Notre Dame de la Consolata a Neisu (Repubblica Democratica del Congo), il Comune di Calenzano, il Comune di Scandicci. Il progetto è co-finanziato dalla WRF- Water Right Foundation, una fondazione della Publiacqua S.p.A., la società che gestisce il servizio idrico nel bacino del Medio Valdarno in Toscana, e che si impegna dal 2002 in progetti di cooperazione internazionale in campo idrico attraverso il fondo L Acqua è di tutti che è costituito grazie alla destinazione di un centesimo di euro per metro cubo di acqua consumata dagli utenti. Secondo un recente rapporto UNEP United Nations Environment Programme, la Repubblica Democratica del Congo possiede circa il 52% delle risorse di acqua di superficie (fiumi, laghi e acquitrini) dell intero continente africano e circa il 23% delle risorse idriche rinnovabili africane. Nonostante questa abbondanza di risorse, circa il 74% della popolazione congolese è escluso dall accesso all acqua potabile. La causa di questa esclusione è da ricercarsi nell assoluta inadeguatezza delle infrastrutture, nella contaminazione delle acque specialmente a livello rurale, negli alti costi per il servizio di fornitura dell acqua. L approvvigionamento di acqua è quindi uno dei principali problemi della RDC: in ambito sanitario, l esperienza trentennale dell Ospedale di Neisu conferma l importanza cruciale della disponibilità di acqua pulita nella prevenzione e cura delle malattie, fra cui malaria, infezioni delle vie respiratorie, sindromi gastriche, malattie sessualmente trasmissibili, cardiopatie, tubercolosi, diarrea, HIV/AIDS, malnutrizione grave. Tuttavia, a tutt oggi, tre dei centri periferici legati all ospedale non dispongono ancora di un pozzo. Di conseguenza, gli operatori di queste tre strutture sono costretti a reperire l acqua lontano dal centro sanitario presso sorgenti che, a differenza dei pozzi, non sono protette e sono quindi molto più esposte alla contaminazione dovuta ad agenti esterni (animali, scarichi e rifiuti dei villaggi). Inoltre, data la mancanza di conoscenza da parte della popolazione locale dei metodi per un corretto e salubre utilizzo dell acqua, vengono meno i basilari presupposti perché tale risorsa possa contribuire stabilmente a migliorare le condizioni igieniche e alimentari delle persone che vivono in quest area: spesso infatti l impiego di acqua non adeguatamente trattata contri- 12

13 buisce alla diffusione di patologie peraltro facilmente prevenibili proprio attraverso un suo corretto utilizzo. Il progetto si pone di migliorare le condizioni di vita della popolazione di Neisu, appunto in RDC, attraverso il potenziamento del sistema di approvvigionamento idrico per la rete sanitaria di Neisu, formata dall ospedale Nostre Dame della Consolata e dai tredici centri sanitari periferici, attraverso la realizzazione di tre pozzi dotati di pompa e pannelli fotovoltaici. L acquisto di una nuova pompa per l ospedale di Neisu è stato realizzato nel primo mese di attività del progetto e oggi è già funzionante. Sono previsti inoltre momenti di formazione e sensibilizzazione sul corretto utilizzo dell acqua, allo scopo di prevenire quelle patologie evitabili con semplici accorgimenti. Alla fine del progetto la proprietà dei pozzi e delle pompe passerà all ospedale stesso e le autorità locali saranno coinvolte nella gestione e manutenzione dei pozzi e di tutto l impianto idrico. Il bacino d utenza totale è costituito da oltre persone che beneficieranno dai miglioramenti apportati dal progetto. Il progetto Acqua per la salute prevede inoltre delle attività di sensibilizzazione in Italia, in particolare la popolazione dell ATO3 Medio Valdarno, sullle problematiche legate alla gestione della risorsa idrica. La siccità della scorsa estate e le sempre più frequenti alluvioni confermano che il tema dell acqua merita tutta l attenzione da parte dei gestori, dei politici e della società civile. Senza acqua non c è vita: non si può più pensare di sprecare l acqua. La rete idrica dell Italia figura agli ultimi posti nell UE per quanto riguarda le perdite della rete. La gestione della risorsa idrica è un tema globale che riguarda sia il nord che il sud del mondo e le soluzioni dovranno essere trovate insieme. Il tema acqua rappresenta un esempio sul nuovo modo di lavorare fra Nord e Sud, sul nuovo concetto di cooperazione internazionale che transita sempre più verso la collaborazione e la costituzione di partenariati, invece dei meri aiuti. Dal regalare un pesce si era passati all insegnare a pescare ma anche questo non basta più. Ora è auspicabile e necessaria una dinamica bi-direzionale per affrontare insieme le sfide del passaggio ad una nuova era. di Elisa Tachis ACQUA PER LA SALUTE PROGETTO FINANZIATO CON IL SOSTEGNO DI 13

14 Anladi cafè TESSERAMENTO 2013 E disponibile la tessera associativa di AnlaDi per l anno 2013 a 10 euro. Sosteneteci e richiedetela a NATALE CON ANLADI Il 21 dicembre 2012 Serata AnlaDI a Pieve di Cento: Festona di Natale con Menù dell antico tempo. Ritorna la Renna Bau con i tre Babbi Natale per festeggiare presso il Ristorante Minelli: porteranno i ricchi doni della Lotteria 2012 Linea Mangereccia. La serata sarà allietata dal complesso canoro - danzerino delle Abba-Zie con canti e musiche degli Abba e del dolce Natale.Iniziano anche i festeggiamenti del fine 2012 anno bisesto e anno funesto! Non mancare. Prenotazione obbligatoria entro il 15 dicembre ai numeri : (Lelia), (Licia) lelia. ERMIAS EKUBE A MILANO: La mostra con le opere dell artista eritreo è ancora in gro per l Italia, coordinata da Annulliamo la Distanza. Potrete trovare le tele di Ermias Ekube presso il circolo Sassetti Cultura di Milano via Volturno, 35 dall 11 al 15 gennaio p.v. Per ulteriori info: o sassetticultura.it REGGIO EMILIA PER IL CONGO: Il prossimo 23 novembre AnlaDi organizza una serata nel segno della solidarietà e della cooperazione con i paesi del Terzo Mondo presso l Oratorio Cittadino - Via Adua 79, Reggio Emilia. Dalle ore 18 si susseguiranno gli interventi dei giovani che hanno partecipato ai progetti AnlaDi in Congo, con intermezzi musicali e a seguire una cena conviviale i cui ricavati saranno donati ad Annulliamo la Distanza. Per info:

15 Dal 1997 Annulliamo la Distanza (AnlaDi) si occupa di progetti socio-sanitari per i bambini che vivono nei paesi in via di sviluppo. In questi anni abbiamo cercato di coinvolgere nei nostri progetti, in Italia e nei paesi che aiutiamo, un numero più ampio possibile di volontari, senza considerare le età, la provenienza, l estrazione sociale: ci chiamiamo Annulliamo la Distanza, questo nome non lo abbiamo scelto per caso. Abbiamo bisogno di tutti coloro che credono che il loro apporto, umano o professionale che sia, possa essere utile alla nostra missione: aiutare più bambini possibile! AnlaDi, oltre a sviluppare progetti di cooperazione internazionale a favore dei bambini nei paesi in via di sviluppo, promuove iniziative di informazione e sensibilizzazione finalizzate a creare una cultura di pace e solidarietà.

16 ADOTTA UN PROGETTO ERITREA Adotta un ospedale per bambini Camminiamo Insieme Adotta una Casa-Famiglia Adotta un Asilo Informatica per la Sanità Sale operatorie Halibet CAMBOGIA Adotta un bambino a distanza Un Asilo d altri Templi CONGO Adotta un ospedale per bambini Adotta un punto nascita Acqua per la salute KENYA Adotta un bambino a distanza Asilo Scuola Hakuna Matata ALBANIA Adotta un bambino a distanza UGANDA La scuola sui monti della Luna COME SOSTENERCI: Segnala nella causale il nome del progetto che vuoi sostenere - C/C postale n intestato ad Associazione Annulliamo la Distanza ONLUS - C/C Bancario intestato ad Annulliamo la Distanza Onlus c/o Banca Popolare di Vicenza codice IBAN: IT76 F On-line con carta di credito attraverso il sito web Benefici fiscali: Le donazioni effettuate ad Annulliamo la Distanza ONLUS possono essere detratte nella misura del 10% del reddito complessivo dichiarato fino ad un massimo di euro codice fiscale Periodico semestrale di: Annulliamo la Distanza Direttore responsabile: Leonardo Bardazzi DIRETTORE EDITORIALE: Lorenzo Calamai In redazione: Cristiano Pistoresi Michele Muffi Massimo Lombardo Fotografie: Dario Marini Massimo Lombardo Lelia Govoni Marco Breschi Enrico Bosisio Hanno collaborato: Sergio Di Pasquale Luci Mulugeta Elisa Tachis Enrico Bosisio Federico Fontana Sostenitori: Demidoff Viaggi Teatro Puccini Firenze Reale Mutua Assicurazioni Arimar International Grafica e impaginazione: Dario Marini Stampa su carta ecologica Tip. Moderna - Firenze SEDE NAZIONALE: Firenze - Via di Ripoli, 209/E Tel. (+39) mail: SEZIONE LOMBARDIA: Milano - Via Fucini, Tel. (+39) mail: SEZIONE EMILIA ROMAGNA: Bologna - Via Marconi, Tel. (+39) mail:

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE

ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE ROVERETO: PERCORSO NELLE TRINCEE Introduzione Il quindici e il sedici ottobre siamo andati in viaggio d'istruzione a Rovereto con la 3 C. Rovereto è una città a sud di Trento ricco di molte attrazioni

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo

Lo scopo dell IFAD. Dove lavoriamo 1. Come lavoriamo L IFAD in breve Lo scopo dell IFAD La finalità del Fondo Internazionale per lo Sviluppo Agricolo (IFAD) è mettere le popolazioni rurali povere in condizione di raggiungere una maggiore sicurezza alimentare,

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Verifica dei Risultati 2012

Verifica dei Risultati 2012 CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE CASTELLARANO Verifica dei Risultati 2012 e Piano Annuale Attività 2013 Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Castellarano Via Roma N. 58 42014 CASTELLARANO (RE) Partita

Dettagli

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME

ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME Associazione Provinciale di Ravenna ENTERPRISE EBG EUROPEAN BUSINESS GAME COME PENSARE ALLA PROPRIA IDEA D IMPRESA IN 5 STEP 1 STEP UNO RIFLESSIONI PER INDIVIDUARE LE BUSINESS IDEA ALCUNI MODI PER INDIVIDUARE

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

in primo luogo a Zanzibar

in primo luogo a Zanzibar ...... Se fai il bene diranno che lo fai per fini egoistici...non importa fa il bene S. Teresa di Calcutta cosa ci ha riservato questo 2014 come abbiamo speso questi 365 giorni... è stato certamente un

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!!

Edizione N 8 Mese GIUGNO/LUGLIO 2011. Giorni da ricordare nei mesi di APRILE e MAGGIO. 28/05/2011 Qui affianco la nostra Elide che compie 100 anni!!! 09/05/2011 e 16/05/2011 Fazzoletto Bandiera con i ragazzi del catechismo!! 12/05/2011 Uscita al mercato Paesano.. 18/04/2011 CINOTERAPIA!! 08/05/2011 FESTA DELLA MAMMA 03/04/2011 Canti e Balli con Rinaldo

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A.

PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO. UONPIA Varese, Busto A. PROGETTO PER LA PREVENZIONE DEL MALTRATTAMENTO E ABUSO. UNA STRATEGIA BASATA SULLA TEORIA DELL ATTACCAMENTO UONPIA Varese, Busto A., Gallarate Mancanza di un sistema di monitoraggio nazionale Nel 201110.985

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

La Fame: una sfida da affrontare

La Fame: una sfida da affrontare La Fame: una sfida da affrontare La fame nascosta La fame è tra le minacce più grandi dell'umanità. Colpisce oltre 850 milioni di persone in tutto il mondo. Ciononostante, quante volte i giornali pubblicano

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

La didattica personalizzata: utopia o realtà?

La didattica personalizzata: utopia o realtà? La didattica personalizzata: utopia o realtà? L integrazione di qualità è anche la qualità positiva per tutti gli attori coinvolti nei processi di integrazione, non solo per l alunno in difficoltà. Se

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli