DISTANZA. novembre Periodico di informazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTANZA. novembre 2012. Periodico di informazione"

Transcript

1 ANNULLIAMO LA DISTANZA Periodico semestrale dell Associazione Onlus Annulliamo la Distanza Registrazione al Tribunale di Firenze 5352 del 10 Luglio 2004 novembre 2012 Periodico di informazione NUMERO 20

2 sommario Editoriale di Lorenzo Calamai Sui Monti della Luna di Enrico Bosisio Il punto sui progetti a cura della Redazione Io poi ho sempre fame di Mulugheta Bananacoccobaobab di Federico Fontana Acqua per la salute di Elisa Tachis ? 12

3 Quindici, venti, tredici. Questi sono i numeri che raccontano Annulliamo la Distanza in questo momento. Quindici sono gli anni compiuti dalla nostra Associazione lo scorso 7 Ottobre, venti i numeri del nostro giornale associativo. Due motivi per festeggiare questa fine di 2012 guardando con ottimismo al futuro. Un futuro che cerchiamo di raccontarvi nelle tredici dense pagine del giornalino che tenete fra le mani. In apertura, infatti, Enrico Bosisio vi presenta la sua ultima spedizione in Uganda, dove abbiamo da poco avviato un nuovo progetto. Di seguito, vi proponiamo una panoramica riassuntiva di tutto l impegno che Annulliamo la Distanza sta profondendo nei paesi di cui si occupa. A pagina 9 abbiamo deciso di concederci una piccola lusinga: la breve storia di un ragazzo che Annulliamo la Distanza l ha incontrata per davvero, fino a diventarne parte. Nelle pagine successive Federico Fontana ci racconta che cosa hanno riportato a casa i ragazzi degli scout di Reggio Emilia che hanno svolto diverse attività estive a Kimbondo, il grande ospedale alla periferia di Kinshasa supportato da Annulliamo la Distanza. Infine, Elisa Tachis ci presenta il nuovo progetto Acqua per la salute, dedicato al diritto all acqua in Kenya. Vi invitiamo quindi ad allacciare le cinture e a seguirci in questo nostro compatto e denso giro del mondo di Annulliamo la Distanza. di Lorenzo Calamai

4 sui Monti della Luna Il nostro incontro con la Scuola sui Monti della Luna, nome locale della leggendaria catena del Ruwenzori, è avvenuto due anni fa, durante una vacanza in Uganda. In un giorno d estate abbiamo imboccato con la jeep la strada Congo, dichiarate Patrimonio dell Umanità dall Unesco per la loro eccezionale bellezza naturale. Le cime più alte di questa catena montuosa superano i 5000 metri, sono perennemente innevate - cosa che in Africa accade solo lì, Questa catena montuosa è lunga 120 kilometri e larga 65, e consiste di sei massicci montuosi separati da profonde gole. Il massiccio più alto è il Monte Stanley la cui cima più alta è Cima Margherita: il nome italiano fu coniato dal sterrata che sale verso il Parco Nazionale dei Monti Ruwenzori ed il villaggio di Ruboni, dove la comunità locale gestisce un piccolo lodge per ospitare gli escursionisti che desiderano cimentarsi con queste montagne, al confine tra Uganda e Repubblica Democratica del oltre che sul Kilimangiaro e sul monte Kenya ed ospitano un incredibile biodiversità: dalla foresta pluviale, alla vegetazione di tipo alpino, alla neve e ai ghiacciai (ce ne sono ben 43 distribuiti sulla catena, che costituiscono circa la metà dei ghiacciai africani). 4 Duca degli Abruzzi, Luigi di Savoia, che nel 1906 fu il primo a raggiungere tale cima. Il nostro obiettivo turistico in quei giorni era quindi la visita al Parco Nazionale dei Monti Ruwenzori, e possibilmente un escursione verso una delle cime, con l esplorazione della

5 ricchissima vegetazione e dei ghiacciai. Percorrendo la sterrata in salita verso l ultimo villaggio ci siamo resi conto di come il fascino di questo luogo possa aver incantato gli esploratori e i viaggiatori prima di noi: un ambiente naturale bellissimo, con le montagne in lontananza, le cime avvolte di nebbia, i mille torrenti che scendono a valle, le coltivazioni di banane e caffè, la vita dei villaggi, la vegetazione rigogliosa. Il villaggio di Ruboni, alla fine della salita, giusto prima dell ingresso del Parco e dei sentieri verso le cime è vivacissimo, animato come sempre dai numerosissimi bambini che giocano per strada e salutano sorridenti i viaggiatori. E facile entrare in sintonia con la vita del villaggio: gli ambasciatori sono i bambini, che subito la mattina del nostro arrivo ci circondano e ci fanno domande. Ma voi -chiediamo- non andate a scuola?. Ridono. E vacanza anche per loro, ma vogliono farci vedere la loro scuola, ci prendono per mano e ci accompagnano tra le capanne e le piantagioni di caffè per un sentiero fangoso, il gruppo che si ingrossa dopo ogni capanna. Tanti bambini si accodano, fino a quella che capiamo essere la scuola, con le capanne con le grandi finestre aperte. Un gruppo di muratori sta costruendo una nuova capanna. Sapremo poi che è una nuova classe, uno di loro ci viene incontro e si presenta: è il direttore, e ci spiega che il villaggio approfitta delle vacanze scolastiche per costruire le nuova aule, e tutti i genitori, gli insegnanti e il direttore danno una mano nel lavoro. Così veniamo a conoscere la realtà della Ruboni Community, il villaggio ai piedi delle montagne. Nei giorni successivi incontriamo nuovamente il Direttore Gideon Mubiwabo, non più in abiti di muratore, e il Responsabile della Comunità Felix Kamalha, che ci illustrano i loro progetti e le loro necessità. I bambini di Ruboni non hanno particolari problemi di malnutrizione vista la ricchezza dell ambiente naturale, ma c è invece una povertà diffusa e un serio problema legato all istruzione perché, come in gran parte dell Uganda, le scuole pubbliche, che pur esistono, sono largamente insufficienti per una popolazione tuttora in forte crescita, per cui molti bambini non frequentano regolarmente la scuola. Per questo la Ruboni Community ha deciso di aprire una scuola per la comunità, costruita e gestita con i fondi del villaggio. Per questo i genitori, gli insegnanti e il Direttore sono personalmente impegnati nella realizzazione delle nuove aule. Un obiettivo della comunità è anche quello di creare delle opportunità affinchè i bambini più bravi possano continuare gli studi andando nelle scuole superiori della città più vicina, con il sostegno della comunità stessa. Anche i proventi della Community Tourism Association, l ente locale che organizza le escursioni nel Parco Nazionale, vengono destinati tra l altro a progetti sociali a favore delle famiglie e dei bambini disagiati della Comunità. Da questo primo incontro è 5 nata la collaborazione tra Annulliamo la Distanza e la Ruboni Community. Un primo piccolo intervento viene organizzato sul posto: il Direttore Gideon ci presenta Mumbere, un bel bambino di circa 7 anni molto intelligente ma affetto da una grave miopia che gli rende difficile seguire le lezioni, e che secondo i medici di città deve essere sottoposto ad un intervento molto costoso. Il consulto a distanza con un oculista di un ospedale italiano permette di stabilire che almeno fino ai anni l operazione può aspettare, ma che nel frattempo un buon paio di occhiali possono aiutare il piccolo Mumbere a leggere le frasi scritte sulla lavagna. Con il sostegno di amici forniamo al ragazzo gli occhiali nuovi, e la foto che riceviamo lo ritrae sorridente e occhialuto. La collaborazione è poi continuata con il nostro sostegno all ampliamento della Scuola e la creazione di una biblioteca del villaggio. Stiamo ora valutando, il modo più efficace per sostenere i ragazzi meritevoli nella continuazione degli studi superiori. Gideon, il Direttore della scuola, e Felix, Presidente del Consiglio della Comunità, ci aggiornano di frequente sull andamento della Scuola e delle iniziative in corso. Ci piacerebbe avere presto l opportunità di tornare a visitare i nostri amici, i bambini della Ruboni Community e di camminare ancora sui Monti della Luna. di Enrico Bosisio

6 Anladi Cinema I film che ci hanno fatto pensare titolo del film: attori: regista: genere: Quasi amici François Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny Olivier Nakache e Eric Toledano Commedia, Drammatico Ispirato ad una storia vera, il film racconta di un incontro tra due mondi diversi e solo apparentemente lontani. Philippe, vittima di un incidente, è costretto per sempre su una sedia a rotelle e dipende completamente dalle cure degli altri. Driss appena uscito dalla prigione, ha le prospettive di una carriera da sussidiato nei ghetti neri della banlieue di Parigi. Philippe è miliardario e vive da isolato nella sua prigione dorata, circondato da personale pagato per accudirlo. Driss vive di furti e di espedienti. Si incontrano per caso e per necessità: Philippe nella sua immobilità è costretto alle cure di Driss assunto come badante. Il suo arrivo diventa l elemento di disturbo di un ambiente alto-borghese rigido e formale. La vitalità di Driss contamina e scuote il mondo di Philippe determinando un incontro improbabile tra schiettezza e ipocrisia, buone maniere e cattiva educazione, tra la musica da camera e l R&B. Due mondi così opposti che entrano in collisione ma generano in realtà una storia di integrazione e un amicizia molto speciale. La vera storia dei due, Philippe Pozzo di Borgo e Abdel Sellou (Driss) è raccontata dai due diversi punti di vista nei libri Il diavolo custode, best seller del primo dei due protagonisti, da cui è stato ispirato il film, e Mi hai cambiato la vita, uscito più di recente, scritto da Abdel ed edito in Italia da Salani. LASCITI TESTAMENTARI Un piccolo gesto per un grande futuro. Un lascito consiste nell indicare nel proprio testamento la volontà di destinare parte dei propri beni ad un ente specifico. Con Annulliamo la Distanza un lascito testamentario si trasforma in un vero e proprio investimento in ambito sanitario e sociale a beneficio dei più diversi popoli nel mondo. Grazie ad una semplice azione benefica, come quella di un lascito testamentario, si può fare molto per il futuro di tanti. Per info e assistenza: Notaio Gabriele Carresi Tel Fax Cell PER SAPERNE DI PIù VISITA IL NOSTRO SITO:

7 io poi ho sempre fame Mulugeta ha sedici anni, è eritreo ed è uno dei beneficiari del progetto Adotta una Casafamiglia. La scorsa primavera, in seguito ad un serio peggioramento delle sue condizioni di salute, è stato costretto ad abbandonare Asmara per ricevere le adeguate cure mediche in Italia. I primi tempi non sono stati affatto facili per lui, ma oggi Mulugeta ha trovato un suo equilibrio, ed ha una gran voglia di raccontare come. Non va mai in vacanza, pensa sempre ai bambini che nascono senza nessuno, senza niente, mentre il mondo sta perdendo la testa. Ci sono però altre persone che si avvicinano ad AnlaDi promettendo di aiutare, ma che poi non fanno seguire i fatti alle parole. Ecco un esempio: nasce un bambino e AnlaDi si prende cura di lui insieme ad altri 100 bambini con i loro piedini. Arrivano in volo e rendono la vita dolce ai bambini, e anche se non si riposano molto, basta un po di cibo e la salute. Mentre prima si cercavano i ricchi, ora la situazione e cambiata: ci sono meno soldi, ma ai bambini serve comunque di più l amore. La vita di un bambino comincia bene con il battesimo ma poi finisce male, i genitori dicono nostro figlio ci ha riunito, ma la loro vita dura poco e così i bambini rimangono soli. Ci fa disperare vederli da soli, senza più nessuno, anche io ho continuato la vita da solo fino a che ho trovato il sorriso di AnlaDi, dove si sta bene. Sono stato un figlio arrabbiato. Non avevo più la forza di vedere, aprivo gli occhi e vedevo solo nero, mia mamma riusciva a capirmi anche solo da uno sguardo. Dopo il dolore ho trovato l amore, con AnlaDi non trovi solo l amore, ti offre la possibilità di studiare e di aprire gli occhi. Ma non gli bastano le mani per aiutare tutti i bimbi, anche senza le mani fa di tutto. Ci sono tanti bambini che cura, parlo perchè so quello che dico. Ora non soffro più, ne sono uscito. Un figlio di AnlaDi che non guarda indietro. Uno di loro, io sono Mulu. di Mulugeta 7

8 IL PUNTO SUI PROGETTI 8 Hakuna Matata! era il motto di due buffi personaggi di uno dei kolossal Disney di ormai qualche anno fa. Ne Il Re Leone, infatti, il suricata Timon e il facocero Pumbaa predicavano uno stile di vita basato proprio su quelle due strane parole, hakuna matata, cioè senza problemi in lingua swahili. Prendendo spunto da qui, Annulliamo la Distanza sta lanciando un nuovo progetto, legando il motto hakuna matata a un tema caro, quello dell importanza dell istruzione. E così che nasce il progetto Scuola Hakuna Matata per i bambini ospiti dell orfanotrofio Mwangaza di Kilifi, in Kenya, dove per l appunto si parla lo swahili. Si tratta di un progetto pensato come un programma di adozione del percorso scolastico dei piccoli ospiti della struttura portata a compimento grazie al sostegno di Annulliamo la Distanza, da affiancare al già presente programma di adozioni a distanza tradizionali, che però non è sufficiente da solo a soddisfare tutte le necessità dell orfanotrofio e dei suoi animatissimi abitanti. Intanto, AnlaDi si prepara anche alla quarta missione del progetto Camminiamo Insieme in Eritrea. L equipe dell Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna farà rotta su Asmara nelle prossime settimane, pronta a portare a termine un altro episodio di un progetto meraviglioso, per cui parlano più i numeri che le parole: circa 500 pazienti visitati, per 280 interventi chirurgici su 160 bambini. E le statistiche sono pronte a lievitare. E importante però sottolineare anche il grande valore aggiunto del Camminiamo Insieme : la formazione dei medici locali, che sono ormai in grado di eseguire interventi di ortopedia pediatrica in autonomia. E per questo che un tale progetto può rappresentare un importante testa di ponte per lo sviluppo di una futura cooperazione tra AnlaDi e sanità eritrea. Altra testa di ponte per un rafforzamento dell impegno di AnlaDi è stata l ultima missione condotta da Evi Martinucci e Marco Breschi a Puke e dintorni, fra le montagne albanesi dove vivono i ragazzi e i bambini di Adotta un bambino a distanza Albania, la cui situazione è sotto continuo monitoraggio e che è stata prontamente verificata dai nostri volontari. Girando ancora il planisfero, Annulliamo la Distanza farà rotta su Siem Reap, Cambogia, nel prossimo futuro per verificare lo stato dell arte dei pro-

9 getti Un Asilo d Altri Templi e Adotta un bambino a distanza Cambogia e rinnovare la fiducia e la collaborazione con il Self Help Community Center (SHCC), ONG locale che AnlaDi tiene in gran conto e alla quale si affida per l amministrazione quotidiana dei propri progetti. Tornando in Africa, stiamo avviando una collaborazione importante con un piccolo villaggio fra le montagne al confine fra Uganda e Repubblica Democratica del Congo in merito al sostegno delle strutture scolastiche per i bambini. Ultima, ma non per questo meno importante, viene Kinshasa, la capitale della Repubblica Democratica del Congo. Qui AnlaDi è impegnata su due fronti: uno è quello di Adotta un ospedale per bambini, in aiuto dell ospedale di Kimbondo, una realtà gigantesca e caotica, ma di importanza primaria per le cure sanitarie della popolazione meno abbiente, che Annulliamo la Distanza sostiene con diverse iniziative, indirizzate soprattutto verso Casa Patrik, una sezione dell ospedale dedicata a bambini affetti da varie disabilità; l altro è Adotta un punto nascita, che consiste nel mettere a disposizione degli ambulatori attrezzati dove le donne possano partorire in sicurezza ed effettuare esami diagnostici e visite specialistiche, ed inoltre eseguire i principali esami clinici. Quest ultimo progetto sembra essere ormai in dirittura d arrivo, visto che sono state ultimate le spedizioni del materiale necessario. Insomma, ancora una volta Annulliamo la Distanza rinnova il suo impegno verso i piccoli abitanti dei paesi in via di sviluppo. Ancora una volta, i bambini prima di tutto. la Redazione 9

10 Bananacoccobaobab Antonio, Emilio, Sofia, Filomena, Filippo, Riccardo, Greta, Evelin, Federico, Cecilia, Chiara, Agnese: questi sono i nomi dei ragazzi che hanno preso parte al progetto Bananacoccobaobab di AnlaDi Emilia Romagna, lanciato quest anno in favore dell ospedale pediatrico di Kimbondo (Kinshasa, Repubblica Democratica del Congo). Sulla base dell esperienza dell anno scorso nella parrocchia di Mater Dei, si è infatti deciso di continuare ad operare in questo angolo di Africa che ci ha lasciato ricordi ed emozioni indelebili. È così che abbiamo messo insieme le forze, e sotto la supervisione di Bruno Cavalchi, Lelia e Licia Govoni e Annalisa Fornaciari, abbiamo creato questo progetto, grazie anche alla collaborazione di un gruppo di neuropsichiatri infantili ed educatori che ci hanno preceduti di qualche mese. La scelta di concentrarci sull ospedale di Kimbondo ci è venuta naturale, sia perché è sicuramente la realtà più bisognosa tra tutte quelle che abbiamo conosciuto laggiù, sia facendo i conti con le nostre competenze, prevalentemente di tipo socio-educativo. Si tratta per la verità, non solo di un ospedale, bensì di una struttura che unisce ospedale pediatrico, orfanotrofio e casa per disabili, accogliendo bambini di tutte le età, con le problematiche più disparate. Potete ben immaginare come 10 una realtà di questo tipo, che inevitabilmente mescola ospiti con necessità e priorità anche molto diverse, già di per sé funzionerebbe difficilmente nel mondo occidentale, con tutte le agevolazioni assicurate da tecnologia ed organizzazione, figuratevi allora in Congo! Data la difficoltà delle comunicazioni tra l Italia e il Congo, e nota un po la situazione del luogo, siamo partiti con la consapevolezza che, probabilmente, molto di ciò che avevamo pensato e programmato da casa, sarebbe stato rivisto in corso d opera per andare incontro ai bisogni contingenti e alle richieste del momento, e così è stato, anche più del previsto. Soprattutto all inizio, infatti, si è reso necessario sacrificare buona parte del tempo che pensavamo di trascorrere con i bambini per completare ad una serie di lavori manuali piuttosto urgenti in alcune strutture dell ospedale e dell orfanotrofio: ci siamo dedicati al rinnovamento della sala della terapia intensiva, all allestimento di una casa per i bambini dai 3 ai 6 anni, alla riorganizzazione di una parte del materiale contenuto nei magazzini. Insomma abbiamo cercato, per quanto possibile, di soddisfare le esigenze di Padre Hugo, il responsabile di Kimbondo, e dei suoi collaboratori. Certo, non è stato facile accettare di cambiare i nostri piani, dopo aver impiegato tempo e forze per preparare un progetto nel quale credevamo e desideravamo spenderci fin dall inizio. D altra parte abbiamo ritenuto fosse giusto metterci al loro servizio come ritenevano più utile e importante. Purtroppo però, devo ammetterlo, tornando a casa rimane un certo senso di amarezza perché si parte con la convinzione che nell arco di un mese e mezzo si possano fare mille cose, mentre invece ci si rende presto conto che per questioni organizzative, diversa percezione del tempo e scarsità di risorse, è già molto portare a termine uno o due degli obiettivi prefissati. Un altro compito, di importanza tutt altro che secondaria, nel quale ci siamo impegnati, è stato il lavaggio dei piccoli della neonatologia, ogni mattina. Questi ultimi sono circa un centinaio e vivono in condizioni igieniche decisamente inadeguate, soprattutto a causa del fatto che non esistono i pannolini e non ci sono le forze per cambiare a tutti le pezze un numero sufficiente di volte al giorno. Il primo mattino è dunque il momento in cui, a turno, i bambini vengono spogliati, lavati e cambiati, per assicurare un minimo di igiene a ognuno di loro. Per fortuna la nostra permanenza laggiù non si è limitata alle due settimane dell anno scorso: in un mese e mezzo ci è stato possibile andare più a fondo nelle conoscenza delle persone e inserirci meglio nella realtà di Kimbondo, trovan-

11 di notare: una carenza affettiva ed educativa sconvolgente, dovuta al fatto che non ci sono forze sufficienti per assicurare loro tutte le cure e le attenzioni di cui avrebbero bisogno e diritto. A differenza dell anno scorso, infatti, in cui siamo stati con bambini di famiglia, questa a questa prima esperienza, di esserci buttati e di non esserci tirati indietro. Anche se non siamo riusciti a fare tutto ciò che ci eravamo prefissati, credo che questa fosse una tappa fondamentale dalla quale si doveva passare per comprendere a fondo il tipo di aiuto di cui questa realtà ha bisogno e do, ad un certo punto, i nostri spazi anche per svolgere parte delle attività che avevamo preparato da casa: nonostante qualche problema di lingua, abbiamo portato ai bambini un po più grandi giochi e canti di nostra conoscenza e, a nostra volta, ce ne siamo fatti insegnare alcuni congolesi. Siamo anche riusciti a svolgere qualche attività creativa con tempere, matite e pennarelli, colorando muri e cartelloni da appendere alle pareti. È sempre incredibile l entusiasmo col quale questi bambini si lasciano coinvolgere in tutto ciò che viene proposto e come siano in grado di affezionarsi anche dopo poco tempo. Purtroppo, ancora una volta evidenziano ciò che, non solo noi l anno scorso, ma tutti coloro che transitano da Kimbondo non possono fare a meno volta la disciplina è stata un ostacolo non da poco, trattandosi appunto di bimbi cresciuti in orfanotrofio senza guide educative di alcun tipo. Che altro aggiungere? Potrei andare avanti pagine e pagine a raccontare aneddoti e storie di quello che abbiamo vissuto, alcune anche divertenti, altre decisamente meno, ma non è questo il luogo. Dovendo riassumere in breve cosa ci portiamo a casa da un viaggio del genere, siamo stati felicissimi di prendere parte 11 quello che noi possiamo offrirle. Lo definirei quasi un nuovo punto di partenza, dal quale ripartire per scegliere la strada migliore. Ringraziamo di cuore AnlaDi per il sostegno e la collaborazione con cui ci ha accompagnati e saremo contenti di dare il nostro contributo per un possibile sviluppo futuro. di Federico Fontana

12 Acqua per la salute Il 28 settembre 2012 si è tenuta la conferenza stampa per l avvio del progetto Acqua per la salute, che vede la collaborazione fra Annulliamo la Distanza (capofila) e la MCO-Missioni Consolata Onlus, l ospedale Notre Dame de la Consolata a Neisu (Repubblica Democratica del Congo), il Comune di Calenzano, il Comune di Scandicci. Il progetto è co-finanziato dalla WRF- Water Right Foundation, una fondazione della Publiacqua S.p.A., la società che gestisce il servizio idrico nel bacino del Medio Valdarno in Toscana, e che si impegna dal 2002 in progetti di cooperazione internazionale in campo idrico attraverso il fondo L Acqua è di tutti che è costituito grazie alla destinazione di un centesimo di euro per metro cubo di acqua consumata dagli utenti. Secondo un recente rapporto UNEP United Nations Environment Programme, la Repubblica Democratica del Congo possiede circa il 52% delle risorse di acqua di superficie (fiumi, laghi e acquitrini) dell intero continente africano e circa il 23% delle risorse idriche rinnovabili africane. Nonostante questa abbondanza di risorse, circa il 74% della popolazione congolese è escluso dall accesso all acqua potabile. La causa di questa esclusione è da ricercarsi nell assoluta inadeguatezza delle infrastrutture, nella contaminazione delle acque specialmente a livello rurale, negli alti costi per il servizio di fornitura dell acqua. L approvvigionamento di acqua è quindi uno dei principali problemi della RDC: in ambito sanitario, l esperienza trentennale dell Ospedale di Neisu conferma l importanza cruciale della disponibilità di acqua pulita nella prevenzione e cura delle malattie, fra cui malaria, infezioni delle vie respiratorie, sindromi gastriche, malattie sessualmente trasmissibili, cardiopatie, tubercolosi, diarrea, HIV/AIDS, malnutrizione grave. Tuttavia, a tutt oggi, tre dei centri periferici legati all ospedale non dispongono ancora di un pozzo. Di conseguenza, gli operatori di queste tre strutture sono costretti a reperire l acqua lontano dal centro sanitario presso sorgenti che, a differenza dei pozzi, non sono protette e sono quindi molto più esposte alla contaminazione dovuta ad agenti esterni (animali, scarichi e rifiuti dei villaggi). Inoltre, data la mancanza di conoscenza da parte della popolazione locale dei metodi per un corretto e salubre utilizzo dell acqua, vengono meno i basilari presupposti perché tale risorsa possa contribuire stabilmente a migliorare le condizioni igieniche e alimentari delle persone che vivono in quest area: spesso infatti l impiego di acqua non adeguatamente trattata contri- 12

13 buisce alla diffusione di patologie peraltro facilmente prevenibili proprio attraverso un suo corretto utilizzo. Il progetto si pone di migliorare le condizioni di vita della popolazione di Neisu, appunto in RDC, attraverso il potenziamento del sistema di approvvigionamento idrico per la rete sanitaria di Neisu, formata dall ospedale Nostre Dame della Consolata e dai tredici centri sanitari periferici, attraverso la realizzazione di tre pozzi dotati di pompa e pannelli fotovoltaici. L acquisto di una nuova pompa per l ospedale di Neisu è stato realizzato nel primo mese di attività del progetto e oggi è già funzionante. Sono previsti inoltre momenti di formazione e sensibilizzazione sul corretto utilizzo dell acqua, allo scopo di prevenire quelle patologie evitabili con semplici accorgimenti. Alla fine del progetto la proprietà dei pozzi e delle pompe passerà all ospedale stesso e le autorità locali saranno coinvolte nella gestione e manutenzione dei pozzi e di tutto l impianto idrico. Il bacino d utenza totale è costituito da oltre persone che beneficieranno dai miglioramenti apportati dal progetto. Il progetto Acqua per la salute prevede inoltre delle attività di sensibilizzazione in Italia, in particolare la popolazione dell ATO3 Medio Valdarno, sullle problematiche legate alla gestione della risorsa idrica. La siccità della scorsa estate e le sempre più frequenti alluvioni confermano che il tema dell acqua merita tutta l attenzione da parte dei gestori, dei politici e della società civile. Senza acqua non c è vita: non si può più pensare di sprecare l acqua. La rete idrica dell Italia figura agli ultimi posti nell UE per quanto riguarda le perdite della rete. La gestione della risorsa idrica è un tema globale che riguarda sia il nord che il sud del mondo e le soluzioni dovranno essere trovate insieme. Il tema acqua rappresenta un esempio sul nuovo modo di lavorare fra Nord e Sud, sul nuovo concetto di cooperazione internazionale che transita sempre più verso la collaborazione e la costituzione di partenariati, invece dei meri aiuti. Dal regalare un pesce si era passati all insegnare a pescare ma anche questo non basta più. Ora è auspicabile e necessaria una dinamica bi-direzionale per affrontare insieme le sfide del passaggio ad una nuova era. di Elisa Tachis ACQUA PER LA SALUTE PROGETTO FINANZIATO CON IL SOSTEGNO DI 13

14 Anladi cafè TESSERAMENTO 2013 E disponibile la tessera associativa di AnlaDi per l anno 2013 a 10 euro. Sosteneteci e richiedetela a NATALE CON ANLADI Il 21 dicembre 2012 Serata AnlaDI a Pieve di Cento: Festona di Natale con Menù dell antico tempo. Ritorna la Renna Bau con i tre Babbi Natale per festeggiare presso il Ristorante Minelli: porteranno i ricchi doni della Lotteria 2012 Linea Mangereccia. La serata sarà allietata dal complesso canoro - danzerino delle Abba-Zie con canti e musiche degli Abba e del dolce Natale.Iniziano anche i festeggiamenti del fine 2012 anno bisesto e anno funesto! Non mancare. Prenotazione obbligatoria entro il 15 dicembre ai numeri : (Lelia), (Licia) lelia. ERMIAS EKUBE A MILANO: La mostra con le opere dell artista eritreo è ancora in gro per l Italia, coordinata da Annulliamo la Distanza. Potrete trovare le tele di Ermias Ekube presso il circolo Sassetti Cultura di Milano via Volturno, 35 dall 11 al 15 gennaio p.v. Per ulteriori info: o sassetticultura.it REGGIO EMILIA PER IL CONGO: Il prossimo 23 novembre AnlaDi organizza una serata nel segno della solidarietà e della cooperazione con i paesi del Terzo Mondo presso l Oratorio Cittadino - Via Adua 79, Reggio Emilia. Dalle ore 18 si susseguiranno gli interventi dei giovani che hanno partecipato ai progetti AnlaDi in Congo, con intermezzi musicali e a seguire una cena conviviale i cui ricavati saranno donati ad Annulliamo la Distanza. Per info:

15 Dal 1997 Annulliamo la Distanza (AnlaDi) si occupa di progetti socio-sanitari per i bambini che vivono nei paesi in via di sviluppo. In questi anni abbiamo cercato di coinvolgere nei nostri progetti, in Italia e nei paesi che aiutiamo, un numero più ampio possibile di volontari, senza considerare le età, la provenienza, l estrazione sociale: ci chiamiamo Annulliamo la Distanza, questo nome non lo abbiamo scelto per caso. Abbiamo bisogno di tutti coloro che credono che il loro apporto, umano o professionale che sia, possa essere utile alla nostra missione: aiutare più bambini possibile! AnlaDi, oltre a sviluppare progetti di cooperazione internazionale a favore dei bambini nei paesi in via di sviluppo, promuove iniziative di informazione e sensibilizzazione finalizzate a creare una cultura di pace e solidarietà.

16 ADOTTA UN PROGETTO ERITREA Adotta un ospedale per bambini Camminiamo Insieme Adotta una Casa-Famiglia Adotta un Asilo Informatica per la Sanità Sale operatorie Halibet CAMBOGIA Adotta un bambino a distanza Un Asilo d altri Templi CONGO Adotta un ospedale per bambini Adotta un punto nascita Acqua per la salute KENYA Adotta un bambino a distanza Asilo Scuola Hakuna Matata ALBANIA Adotta un bambino a distanza UGANDA La scuola sui monti della Luna COME SOSTENERCI: Segnala nella causale il nome del progetto che vuoi sostenere - C/C postale n intestato ad Associazione Annulliamo la Distanza ONLUS - C/C Bancario intestato ad Annulliamo la Distanza Onlus c/o Banca Popolare di Vicenza codice IBAN: IT76 F On-line con carta di credito attraverso il sito web Benefici fiscali: Le donazioni effettuate ad Annulliamo la Distanza ONLUS possono essere detratte nella misura del 10% del reddito complessivo dichiarato fino ad un massimo di euro codice fiscale Periodico semestrale di: Annulliamo la Distanza Direttore responsabile: Leonardo Bardazzi DIRETTORE EDITORIALE: Lorenzo Calamai In redazione: Cristiano Pistoresi Michele Muffi Massimo Lombardo Fotografie: Dario Marini Massimo Lombardo Lelia Govoni Marco Breschi Enrico Bosisio Hanno collaborato: Sergio Di Pasquale Luci Mulugeta Elisa Tachis Enrico Bosisio Federico Fontana Sostenitori: Demidoff Viaggi Teatro Puccini Firenze Reale Mutua Assicurazioni Arimar International Grafica e impaginazione: Dario Marini Stampa su carta ecologica Tip. Moderna - Firenze SEDE NAZIONALE: Firenze - Via di Ripoli, 209/E Tel. (+39) mail: SEZIONE LOMBARDIA: Milano - Via Fucini, Tel. (+39) mail: SEZIONE EMILIA ROMAGNA: Bologna - Via Marconi, Tel. (+39) mail:

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI Una proposta aziendale a sostegno dei progetti di AMKA Onlus nella Rep. Dem. del Congo e della campagna volontari 2014: Non Saranno

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE

L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE L ADOZIONE A DISTANZA UNA SCELTA FATTA CON IL CUORE ANCHE TU AVRAI UNA NUOVA FAMIGLIA. Se c è qualcosa di cui un bambino abbandonato o rimasto senza i genitori ha bisogno, questa è la famiglia. Non solo

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

La Nostra AfricA Onlus. for children

La Nostra AfricA Onlus. for children Presentazione associazione Dal 2008 l'associazione di volontariato "La Nostra Africa Onlus" di Bologna sta realizzando progetti a sostegno della Popolazione Maasai nel distretto di Kajiado in Kenya. Il

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.

SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER. Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo. SAAT SCHOOL STEP AHEAD ALL TOGETHER Un passo avanti tutti insieme! ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO O.N.L.U.S. www.unagocciaperilmondo.org LA NOSTRA STORIA 2002 Prende vita l associazione UNA GOCCIA PER IL

Dettagli

ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO

ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO FEBBRAIO 2013 ESTATE 2013 COOPERAZIONE INTERNAZIONALE GUIDA AI CAMPI DI VOLONTARIATO COME SCEGLIERE IL GIUSTO La buona volontà e l entusiasmo sono importanti, ma non bastano. Per trascorrere un periodo

Dettagli

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona

LA FONDAZIONE AVSI 4.000.000 beneficiari diretti La sua missione è promuovere la dignità della persona LA FONDAZIONE AVSI La Fondazione AVSI è un organizzazione non governativa, ONLUS, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo di Africa, America

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Matrimoni e ricorrenze

Matrimoni e ricorrenze Matrimoni e ricorrenze DC.DP.00.35 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it foto di Vittore Buzzi aiutare i

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php

La memoria delle terre alte. a colloquio con. Aldo Audisio. http://www.museomontagna.org/it/home/index.php FOCUS ORIZZONTI La memoria delle terre alte Museo della montagna Duca degli Abruzzi Torino: il più importante del mondo a colloquio con Aldo Audisio http://www.museomontagna.org/it/home/index.php Il Museo

Dettagli

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... L AFRICA VOLUME 3 CAPITOLO 7 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: deserto...... Sahara...... altopiano...... bacino......

Dettagli

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili

Fondazione Ariel. 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili Fondazione Ariel 2003-2013: da 10 anni stella guida delle famiglie con bambini disabili La Paralisi Cerebrale Infantile Una malatti a non prevenibile In Italia, un bambino su 500 nuovi nati è affetto da

Dettagli

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome.

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome. Realizzazione di un Laboratorio di Diagnostica avanzata nella città di Nampula in Mozambico nel quadro di un Programma di prevenzione e lotta all AIDS PROGETTO - NOTIZIE - COME ADERIRE E RIFERIMENTI PER

Dettagli

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE PRINCIPI DELLO STATUT0 DELLA ONLUS CF.97738100581 SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS nasce nel 2013 per espresso desiderio del Presidente Stefania

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Voci da dentro fotolibro emozionale

Voci da dentro fotolibro emozionale Voci da dentro fotolibro emozionale Xvii Convegno Gruppo di Studio di Dialisi Peritoneale Montecatini Terme, 20-22 marzo 2014 Voci da dentro fotolibro emozionale Volume realizzato in occasione del Xvii

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

PERU, HOGAR REBUSCHINI

PERU, HOGAR REBUSCHINI OTTOBRE MISSIONARIO 2014 PERU, HOGAR REBUSCHINI Mortalità infantile sotto i 5 anni per ogni 1000 nati vivi (2012) Persone affette da HIV (migliaia) (stima 2012) accesso all acqua potabile accesso ad impianti

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 DC.DP.00.42 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

è con piacere che vogliamo condividere con Voi i progetti realizzati da Sidare durante il 2012, allegandovi alcune foto:

è con piacere che vogliamo condividere con Voi i progetti realizzati da Sidare durante il 2012, allegandovi alcune foto: Pianezze 04/03/2013 Carissimi Amici, è con piacere che vogliamo condividere con Voi i progetti realizzati da Sidare durante il 2012, allegandovi alcune foto: AMPLIAMENTO SCUOLA-MONASTERO NEL PAESE DI BIR

Dettagli

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed

Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed CARTA DELLA QUALITà DELLA FARMACIA 2 Questa farmacia si impegna a rispettare e divulgare i 14 diritti della Carta Europea dei Diritti del Malato, promossa da Cittadinanzattiva, ed assicura: accessibilità,

Dettagli

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it

CAMBIARE È POSSIBILE. SD children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. www.childrenonlus.it CAMBIARE È POSSIBILE CON IL NOSTRO E IL VOSTRO IMPEGNO, CAMBIARE LA VITA DI UN BAMBINO È POSSIBILE. children-onlus SOSTENIAMO I FIGLI DELLA GUERRA. PROGETTO DI SOSTEGNO A DISTANZA PER I BAMBINI DEL CONGO.

Dettagli

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI Premessa L Uganda è il secondo Paese, in ordine cronologico, con cui Idee Migranti ha costruito rapporti di cooperazione.

Dettagli

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE Mi chiamo claudia e sono la mamma di due splendidi bambini, Federico ed Andrea. Federico oggi avrebbe i capelli biondi ed un simpatico

Dettagli

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S.

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S. L'avete fatto a me medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, educatori e amministrativi volontari per la Formazione del personale locale a Sud del Mondo. Anno 9, n. 2 Newsletter marzo-aprile 2012

Dettagli

CATALOGO BOMBONIERE SOLIDALI

CATALOGO BOMBONIERE SOLIDALI CATALOGO BOMBONIERE SOLIDALI Un modo speciale per festeggiare le vostre ricorrenze (battesimi, comunioni, cresime, nozze, lauree, compleanni, anniversari, ecc.) con bomboniere, cartoncini, pergamene, liste

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

PROGETTO ORFANATROFIO DI MAHENGE (TANZANIA)

PROGETTO ORFANATROFIO DI MAHENGE (TANZANIA) PROGETTO ORFANATROFIO DI MAHENGE (TANZANIA) L orfanatrofio dedicato a Santa Teresa del Bambin Gesù si trova alle porte della cittadina di Mahenge, situata nel centro-sud della Tanzania nella regione di

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS

Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Intervento di Natascia Astolfi Responsabile Area Fund Raising MBS Mi permetto di cominciare la mia relazione con una provocazione: una frase di Einstein Follia è fare sempre la stessa cosa e aspettarsi

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014

NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014 Adozioni a Distanza e Progetti di Solidarietà NOTIZIE DA ADOTTANDO N. 16 25 GENNAIO 2014 Progetti Un successo in più. Il progetto di recupero scolastico e socializzazione riservato agli ospiti del Dom

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE

PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE AFRICABOUGOU associazione onlus via spluga 10 20052 Monza (MB) tel. 039327425 email. info@africabougou.org AFRICABOUGOU ASSOCIAZIONE ONLUS AFRICABOUGOU ONLUS é una Associazione

Dettagli

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Rovereto, 20 aprile 2012 RELAZIONE PRESIDENTE Cari amici, grazie per la vostra presenza alla nostra assemblea che quest anno abbiamo programmato in un giorno settimanale,

Dettagli

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Chi siamo Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è un Organizzazione Non Governativa e Onlus fondata nel 1968 a Torino da un gruppo

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA

Una casa di accoglienza. per le studentesse. di Koupéla AFRICA Una casa di accoglienza per le studentesse di Koupéla AFRICA 1 2 Il PUNTO DI PARTENZA Ha il nome di un fiore, di quelli colorati e profumati che adornano i nostri giardini, la ragazza di 16 anni che bussa

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV

Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV FIONDA/NEWS Pubblicazione non periodica dell Associazione per la Tutela del Bambino La Fionda di Davide ODV Tutti i diritti riservati. Marchio registrato 01/ 2012 EDITORIALE/ I CINQUE SASSI La terra dove

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/

SCHEDA PROGETTO QdF 2014/ SCHEDA PROGETTO QdF 2014/ PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto Associazione cognome, nome NEW LIFE NUOVA VITA ONLUS denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web Associazione non lucrativa

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 5 uscita del 13 febbraio 2015 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via

Dettagli

Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV)

Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV) In collaborazione con: Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV) L Associazione Tiziana Vive A seguito del recente drammatico episodio di femminicidio che ha sconvolto la

Dettagli

AMREF PRESENTA. Il Caftano delle Regine

AMREF PRESENTA. Il Caftano delle Regine AMREF PRESENTA Il Caftano delle Regine per aiutare, ci vuole stoffa Il messaggio di AMREF è che salute per l Africa significa sviluppo in piena autonomia: aiutare l africa a non aver più bisogno di aiuto

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato)

Riceverà una nostra lettera personalizzata e redatta più o meno così (il testo può essere concordato) Ecco una idea di valore per i REGALI DI NATALE Natale: solito problema del pensierino! Fortunatamente ormai ognuno di noi ha quasi tutto, quindi regalare qualcosa significa regalare il superfluo o l inutile.

Dettagli

La Nostra Africa Onlus

La Nostra Africa Onlus CHI SIAMO LA NOSTRA AFRICA ONLUS Dal 2008 l'associazione di volontariato "" di Bologna sta realizzando progetti a sostegno della Popolazione Maasai del Kenya, nel distretto di Kajiado. Facendo nostro il

Dettagli

ASSOCIAZIONE PROGETTO BAOBAB

ASSOCIAZIONE PROGETTO BAOBAB L Associazione è nata nell aprile 2009 dalla volontà di due persone residenti a Milano, di nazionalità italiana e senegalese, uniti da una profonda amicizia e dalla condivisione dell idea che la formazione

Dettagli

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri

Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri Se io fossi nei vostri panni quale sarebbe la cosa che più mi urgerebbe? Che cosa resta di tutti i vostri tentativi, di tutti i vostri sforzi?...abbiamo il coraggio di verificare quello che stiamo facendo

Dettagli

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 DC.DP.00.33 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE aiutare i bambini ONLUS "aiutare i bambini" è una fondazione italiana, laica e indipendente, nata

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi

Vita di campo. Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi Settembre 2013 Vita di campo Parte il progetto nelle comunità rurali. Prove di trasmissione a Radio Marconi T re giorni nelle zone rurali visitando la comunità di João do Vale casa per casa, da mattina

Dettagli

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it Dai valore al Natale della tua azienda: Sostieni i progetti di AMREF in Africa AMREF è la principale

Dettagli

COOPERAZIONEFAMIGLIE

COOPERAZIONEFAMIGLIE COOPERAZIONEFAMIGLIE Chi siamo La Cooperativa Sociale CAF nasce nel 2011 a Romano di Lombardia ( BG ) dalla filiazione dell Associazione di Volontariato Sociale CAF Centro Aiuto Famiglia, sorta nel 1986,

Dettagli

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria

Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria Tanti luoghi, tanta storia, tanti volti nella memoria 4 ottobre 2015 Giornata delle famiglie al Museo PROGETTO: Liliana Costamagna Progetto Grafico: Roberta Margaira Questo album ti accompagna a scoprire

Dettagli

Tre PROGETTI per HAITI

Tre PROGETTI per HAITI Tre PROGETTI per HAITI EMERGENZA HAITI p. 2 SAINT CHARLE A CROIX DES BOUQUES PROGETTO SOSTEGNO SCUOLA PRIMARIA p. 3 DAJABON PROGETTO CASA FAMIGLIA PER BAMBINI ORFANI p. 4 LÉ0GANE PROGETTO RICOSTRUZIONE

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

La Nostra AfricA Onlus. for Maasai Women

La Nostra AfricA Onlus. for Maasai Women Presentazione associazione Dal 2008 l'associazione di volontariato "La Nostra Africa Onlus" di Bologna sta realizzando progetti a sostegno della Popolazione Maasai nel distretto di Kajiado in Kenya. Il

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Concorso Una ricetta da 1 euro

Concorso Una ricetta da 1 euro Progetto educativo per una cultura del dono Concorso Una ricetta da 1 euro Como aprile 2007 1. Introduzione Il presente progetto prende le mosse da una considerazione tanto semplice quanto oggi rimossa:

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo.

Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. Mettere l articolo determinativo e l articolo indeterminativo. 1. stadio 2. ristorante 3. cinema 4. stazione 5. biblioteca 6. monumento 7. palazzo 8. fiume 9. _ catena di montagne 10. isola 11. casa 12.

Dettagli

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE

PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE PROGETTO : LA CASA DEI CUORI PROPOSTA per la REALIZZAZIONE di un SERVIZIO DI ACCOGLIENZA per FAMIGLIE di MINORI con CARDIOPATIE CONGENITE Richiesta al Comune di Bologna dell assegnazione di immobile di

Dettagli

NEL MAGICO MONDO DI OZ.

NEL MAGICO MONDO DI OZ. NEL MAGICO MONDO DI OZ. Periodo: SETTEMBRE OTTOBRE. IN VIAGGIO CON DOROTHY: LE SCARPETTE MAGICHE UNA STORIA PER COMINCIARE SEGUI IL SENTIERO DORATO DOCUMENTO LE SCARPETTE MAGICHE Sorpresa in salone troviamo

Dettagli

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA INDICE 1. H.H.P.P. ONLUS... 2 2. PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI... 3 2.1. Obiettivi del progetto... 3 2.2. Descrizione del progetto... 3 2.3. Costo complessivo e durata dell intervento... 6 Pagina 1 di 7

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 2 Soci Fondatori Anna Ceribelli Pasquale Frascione Marcello Pozzi Antonella Savarese

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Entra nella mia vita.

Entra nella mia vita. Entra nella mia vita. Cambiala. Il diritto di essere bambini. Perché tutti i bambini abbiano salute, istruzione e amore. Ogni giorno. Una campagna promossa da 2 Da quando siamo nati abbiamo imparato tante

Dettagli

2. NUMERO DA INDOVINARE

2. NUMERO DA INDOVINARE 1. L ASINO DI TOBIA (Cat. 3) Tobia è andato in paese ed ha acquistato 6 sacchi di provviste. Li vuole trasportare con il suo asino fino alla sua casa sulla cima del monte. Ecco i sacchi di provviste sui

Dettagli

ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA. Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane

ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA. Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane ISTITUTO FIGLIE DI S. ANNA ERITREA Ristrutturazione della casa di accoglienza delle orfane ASMARA, 22 SETTEMBRE 2013 LA BEATA ROSA GATTORNO Madre Rosa nacque a Genova il 14 ottobre 1831. Fin dal principio

Dettagli

BANCA PROSSIMA GRUPPO INTESA S. PAOLO IBAN IT63 M033

BANCA PROSSIMA GRUPPO INTESA S. PAOLO IBAN IT63 M033 Anno 2010 - n 1 Notiziario a cura dell Associazione Amici del Madagascar : via Martiri 3-21030 Brissago V. (VA) - Tel. e Fax 0332 576511 Direzione e Redazione: via Martiri 3 - Brissago V. (VA) - Cell.

Dettagli

INIZIATIVA 8 MARZO 2011

INIZIATIVA 8 MARZO 2011 Federazione Autonoma Bancari Italiani Coordinamento Nazionale Donne 00198 ROMA VIA TEVERE, 46 TEL. 06.8415751/2/3/4 INIZIATIVA 8 MARZO 2011 Cara Collega, per la Giornata delle Donne, il Coordinamento Donne

Dettagli

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo.

In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Pensieri.. In Africa muoiono milioni di persone a causa della mancanza di cibo. Simone Per me non è giusto che alcune persone non abbiano il pane e il cibo che ci spettano di diritto. E pensare che molte

Dettagli

RELAZIONE DI MISSIONE 2012

RELAZIONE DI MISSIONE 2012 RELAZIONE DI MISSIONE 2012 CAPITOLI 1. Introduzione 2. Sviluppo Organizzativo 3. La comunicazione e le campagne di sensibilizzazione 4. La Raccolta Fondi 5. I progetti: obiettivi raggiunti e futuri Pagina

Dettagli

Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico

Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico Organizzazione proponente Africa ON onlus Viale Brigata Bisagno, 4/6 16129 Genova -

Dettagli

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO?

F A Q. CHI è COOPI CHE TIPO DI ATTIVITA' REALIZZA COOPI ALL'ESTERO? F A Q CHI è COOPI COOPI - Cooperazione Internazionale è un'organizzazione non governativa italiana laica e indipendente fondata nel 1965. COOPI è un'associazione ufficialmente riconosciuta dal Ministero

Dettagli

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore.

2014 Editrice ZONA È VIETATA. ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. 2014 Editrice ZONA È VIETATA ogni riproduzione e condivisione totale o parziale di questo file senza formale autorizzazione dell editore. La nostra Nuova Caledonia L avventura d una vita di Giorgio & Marosa

Dettagli

RESEARCH INSTITUTE FOR AGEING

RESEARCH INSTITUTE FOR AGEING RESEARCH INSTITUTE FOR AGEING Gli uomini, per vecchi, malati e fragili, sono persone che hanno il diritto di essere rispettate. Ho fatto tutto questo perché anch io ho raggiunto il traguardo della vecchiaia

Dettagli

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA

ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE E CULTURA COMUNE DI POLIA Provincia di Vibo Valentia Piazza Dott. Pasquale Pizzonia Tel/fax 0963.321091 comunepolia@libero.it comune@comune.polia.vv.it www.comune.polia.vv.it ASSESSORATO ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici Sembra un assedio. Dovunque sia volto il nostro sguardo, qualunque sia il contesto in cui ci troviamo, o le persone con cui dialoghiamo, è scontato che si arrivi alla parola d ordine. Crisi.

Dettagli

Newsletter n. 8 FONDAZIONE BROWNSEA 25 luglio 2008

Newsletter n. 8 FONDAZIONE BROWNSEA 25 luglio 2008 Newsletter n. 8 FONDAZIONE BROWNSEA 25 luglio 2008 Harambee Etiopia Campo di lavoro del mese di aprile La nostra avventura ha avuto inizio il 4 di aprile ed è terminata il 4 di maggio; purtroppo quest

Dettagli